logo

Vi sono tre periodi di parto:

I è il periodo di divulgazione;

II - il periodo di esilio;

III - il periodo successivo.

1. Il periodo di divulgazione - dal momento in cui inizia il travaglio, fino alla completa apertura della cervice. Questo è il periodo più lungo di parto: 12-14 ore in primipare e 8-10 ore in multiparo. Durante questo periodo, c'è un graduale levigamento della cervice e l'apertura della faringe esterna del canale cervicale fino a 10-12 cm. Questo processo si verifica sotto l'influenza del travaglio. Durante le contrazioni nei muscoli del corpo uterino si verificano:

a) contrazione delle fibre muscolari - contrazione;

b) lo spostamento delle fibre muscolari contratte, un cambiamento nella loro posizione relativa - ritrazione;

c) tirando i muscoli circolari (circolari) della cervice verso i lati e verso l'alto dalle fibre muscolari contraenti dell'utero - distrazione cervice.

La divulgazione della cervice è facilitata dal movimento del liquido amniotico sotto la pressione delle contrazioni verso il canale cervicale. Il polo inferiore dell'uovo fetale esfolia dalle pareti dell'utero e penetra nella faringe interna della cervice. Questa parte delle membrane del polo inferiore dell'uovo, che penetra insieme al liquido amniotico nel canale cervicale, è chiamata vescica fetale: durante le contrazioni, la vescica fetale viene allungata e incuneata nel canale cervicale, espandendolo. La vescica fetale contribuisce all'espansione del canale cervicale dall'interno, levigando la cervice e aprendo la faringe esterna dell'utero.

In primipare, in primo luogo, si verifica l'apertura della faringe interna della cervice; quindi il canale cervicale si espande gradualmente, che assume la forma di un imbuto, che si assottiglia verso il basso; man mano che il canale si espande, la cervice viene accorciata e quindi completamente lisciata. In futuro, c'è un allungamento e un assottigliamento dei bordi della faringe esterna, che inizia a svolgersi. Nei processi multiparosi, i processi di apertura e levigazione della cervice si verificano contemporaneamente, la faringe esterna si apre quasi contemporaneamente all'apertura della faringe interna della cervice. Il periodo di divulgazione in multiparous è quindi più breve.

Contemporaneamente all'apertura della cervice, inizia l'avanzamento della parte attuale del feto lungo il canale del parto. La velocità normale di abbassare la testa quando il collo è aperto è di 8-9 cm –1 cm / h in nulliparous e 2 cm / h in multiparous. l'avanzamento è stimato dai punti di riferimento ossei della piccola pelvi, mentre la linea che passa attraverso le tende sciatiche viene presa come punto 0. Il segno "-" indica la posizione della testa sopra la linea delle tende sciatiche, il segno "+" - sotto questa linea:

(-4) - testa in alto sopra l'ingresso pelvico

(-3) - testa sopra l'ingresso pelvico

(-2) - la testa viene premuta all'ingresso del piccolo bacino

(-1) - la testa del piccolo segmento all'ingresso del piccolo bacino

(0) - la testa del segmento grande all'ingresso del bacino

(+1) - la testa nella parte larga della piccola pelvi

(+2) - testa nella parte stretta del piccolo bacino

(+3) - testa sul pavimento pelvico

(+4) - la testa taglia o taglia.

Attraverso la faringe aperta, viene determinata la vescica fetale, che si tende durante le contrazioni. La sua tensione aumenta dal momento in cui si forma la cintura di contatto - la più grande circonferenza della testa inserita nella cavità pelvica, che è strettamente coperta dai tessuti molli del canale del parto. La cintura di contatto divide il liquido amniotico in fronte e dietro. La rottura delle membrane, accompagnata da un deflusso improvviso o da una perdita lenta di liquido amniotico, può verificarsi in qualsiasi momento senza alcun precursore. Tipicamente, la rottura delle membrane si verifica alla fine del periodo di divulgazione. Esistono diverse opzioni scarico di liquido amniotico:

a) prematuro - prima dell'inizio del travaglio (20-30%);

b) presto - quando è presente il travaglio, ma non vi è alcuna completa divulgazione dell'utero;

c) tempestivo: c'è un'apertura completa della faringe uterina, la vescica fetale esplode durante l'incontro (60%);

d) tardivo - fino alla fine del periodo di esilio, cioè quando vi è piena divulgazione e la vescica fetale è intatta; se la vescica fetale non viene aperta, il feto nasce "in una camicia". Ciò non dovrebbe essere consentito a causa della minaccia di aspirazione del liquido amniotico da parte del feto. La vescica fetale dovrebbe essere aperta in questi casi con l'inizio del secondo stadio del travaglio.

Nel periodo di divulgazione, si distinguono tre fasi successive:

a) fase latente - l'intervallo di tempo tra l'inizio del travaglio e la comparsa di cambiamenti strutturali nella cervice e l'apertura della gola uterina di 3-4 cm. La durata della fase è in media 5 ore, la velocità di apertura è di 0,35 cm / h.

b) fase attiva - caratterizzata dall'apertura della faringe fino a 8 cm, la velocità di apertura è di 1,5–2 cm / h in primipare e 2-2,5 cm / h in multiparo. La durata della fase è di 3-4 ore.

c) la fase di decelerazione - è caratterizzata da tassi di apertura inferiori - 1-1,5 cm / h, l'apertura è fino a 12 cm. Durata - 40 minuti - 1,5 ore.

Gestione della consegna durante la divulgazione.

Nel nostro paese, il parto viene di solito effettuato in ospedale. Il dottore sta partorendo.

1. Nella stanza prenatale vengono chiariti i dati anamnestici, vengono eseguiti un ulteriore esame della donna in travaglio e un esame ostetrico dettagliato (esame ostetrico esterno ed esame vaginale), vengono determinati il ​​gruppo sanguigno e il fattore Rh, vengono esaminati il ​​quadro delle urine e del sangue morfologico. I dati sono registrati nella storia della nascita.

2. Una donna durante il parto viene messa a letto, è permesso camminare sotto acque intere e la testa del feto viene premuta, se la testa è mobile, si consiglia di mettere la donna in travaglio.

3. Durante il periodo di divulgazione dovrebbe essere monitorato:

- per lo stato della donna in travaglio, il polso, la pressione sanguigna (su entrambe le mani);

- dopo le condizioni del feto: con tutta la vescica fetale, ascolta il battito cardiaco ogni 15-20 minuti e, in caso di effluente, ogni 5-10 minuti. Normalmente, la frequenza cardiaca è di 120-140 (fino a 160) battiti in 1 minuto. Dopo un combattimento, il battito cardiaco rallenta fino a 100-110 battiti. in 1 minuto, ma dopo 10-15 secondi. è in fase di restauro. Il metodo più informativo per monitorare le condizioni del feto e la natura del travaglio è il cardiomonitoraggio..

- per il rapporto tra la parte presentante e l'ingresso del bacino piccolo (premuto, mobile, nella cavità del bacino piccolo, velocità di progressione);

- la natura del lavoro: regolarità, quantità, durata, forza del lavoro. La natura del lavoro può essere determinata calcolando Unità Montevideo (EM):

EM = numero di contrazioni in 10 minuti x durata dell'incontro,

Normalmente, l'unità Montevideo è di 150-300 unità; 300 PEZZI - lavoro eccessivamente forte.

Per registrare le attività lavorative, è possibile utilizzare:

a) registrazione clinica dell'attività contrattile dell'utero - conteggio del numero di contrazioni mediante palpazione dell'addome,

b) isterografia esterna (usando la capsula di Morea, che è alternativamente posizionata sul fondo, sul corpo e sul segmento inferiore dell'utero, per registrare un triplo gradiente verso il basso);

c) metodo di isterografia interna o radio telemetria (usando l'apparato Capsule, una capsula può essere inserita nella cavità uterina per registrare la pressione totale nella cavità uterina: la pressione massima nella cavità uterina è normalmente di 50-60 mm Hg, il minimo è 10 mm Hg Arte.). Gli ultimi due metodi sono usati principalmente per scopi scientifici;

d) partogramma - una rappresentazione grafica del decorso del travaglio, che si verifica al ritmo della dilatazione cervicale. Inoltre, viene avanzato l'avanzamento dell'attuale parte del feto lungo il canale del parto. Il mantenimento di un pittogramma consente di determinare se il parto scorre correttamente o meno. Questo tiene conto o meno della prima nascita. Un aumento della curva dei pittogrammi indica l'efficacia del travaglio: più è rigido il rialzo, più efficace è il travaglio.

- la condizione della vescica fetale, la natura del liquido amniotico;

- per la funzione della vescica della donna durante il parto: ogni 2-3 ore una donna dovrebbe urinare, se necessario, il cateterismo della vescica;

- per il movimento intestinale: un clistere purificante viene dato alla donna in travaglio al momento dell'ammissione al reparto maternità e ogni 12-15 ore se non ha partorito;

- rispetto delle norme igieniche: il trattamento degli organi genitali esterni deve essere effettuato ogni 5-6 ore e dopo l'atto di minzione e defecazione.

4. L'esame vaginale deve essere eseguito due volte - all'ammissione di una donna e quando fluisce il liquido amniotico; ulteriori esami vaginali possono essere effettuati, se necessario, per chiarire la dinamica dell'apertura della cervice, con un deterioramento delle condizioni del feto, nella sala parto e altre indicazioni.

5. Nutrizione della donna: il cibo dovrebbe essere facilmente digeribile - kissel, brodo, semolino, latticini, tè dolce.

6. Nel periodo di divulgazione, viene utilizzato il sollievo dal dolore del travaglio - l'apertura della cervice dovrebbe essere di 3-4 cm o più.

2. Il periodo di esilio - inizia dal momento in cui la cervice è completamente aperta e termina con la nascita del feto. La sua durata in primipare è di una media di 2 ore, in multipare - 1 ora. È possibile determinare l'inizio del II periodo:

a) con esame vaginale - apertura completa della cervice;

b) sull'anello di contrazione - si trova 8-10 cm sopra il seno;

c) l'altezza del fondo uterino durante il travaglio - il fondo uterino raggiunge il processo xifoideo;

d) all'inizio dell'attività lavorativa - una donna inizia a gemere, a spingere.

Dopo il deflusso dei combattimenti di liquidi amniotici si placano; dopo 10-15 minuti, i muscoli dell'utero si adattano a un volume ridotto e le contrazioni riprendono, si intensificano e si aggiungono tentativi, che si verificano ogni 2-3 minuti. e della durata di 1 minuto; quindi i tentativi diventano più frequenti (dopo 1-2 minuti) e si intensificano. Sotto l'influenza dei tentativi, il feto viene "formato": la colonna vertebrale del feto si estende, le braccia incrociate vengono premute più vicino al corpo, le spalle si alzano verso la testa e l'intera estremità superiore del feto assume una forma cilindrica, che contribuisce anche all'espulsione del feto dalla cavità uterina. La testa del feto scende nella piccola pelvi, passa attraverso la sua cavità fino all'uscita. Mentre la testa del feto si avvicina al piano di uscita della cavità pelvica, il perineo inizia a sporgere, la fessura genitale si apre, l'ano si allarga e si allarga. All'altezza di uno dei tentativi dal gap genitale, inizia a comparire la parte inferiore della testa, al centro della quale c'è un punto a filo della testa. In una pausa tra i tentativi, la testa è nascosta dietro il divario genitale e quando si verifica il tentativo successivo, viene nuovamente mostrata. Questo fenomeno si chiama taglio della testa e di solito coincide con la fine del secondo momento del biomeccanismo della nascita. Quando la testa è avanzata verso l'uscita dalla piccola pelvi in ​​modo che dopo la fine del tentativo non si nasconda dietro la fessura genitale, parlano della dentizione della testa, che coincide con il terzo momento del biomeccanismo del lavoro. Il canale del parto si espande così tanto che la testa nasce prima dal gap genitale, quindi dalle spalle e dal tronco del feto. Le acque posteriori si riversano.

L'insieme di movimenti compiuti dal feto durante il passaggio attraverso il bacino e le sezioni molli del canale del parto è chiamato biomeccanismo del lavoro.

Maratona generica. Segni di insorgenza del travaglio e del processo di nascita


Il parto inizia sempre bruscamente. È impossibile prevedere. Ci sono molte opinioni su chi inizia la nascita: madre o bambino? Chi avvia questo processo? Alcuni dicono - mentre una donna si sintonizza, così sarà, altri - quando il bambino decide, allora nascerà. In effetti, nessuno lo sa per certo. Il parto è un elemento. Il parto non può essere aiutato, è solo possibile non interferire con la natura e una donna fare tutto come dovrebbe essere.

Il termine di consegna è di cinque settimane. Tre settimane prima della data prevista di nascita (DA) e due settimane dopo. Cioè, puoi iniziare a partorire sia a 37 settimane che a 42 anni, e questa sarà la norma. Molto spesso, naturalmente, ciò si verifica da 39 a 41 settimane di gestazione.
Eppure, come non perdere l'inizio del parto?


I primi segni di una nascita iniziale possono essere diversi:

  1. Contrazioni rare e irregolari. Combattere gli arpioni.
  2. Perdita d'acqua.
  3. Scarico di muco di sughero.
  4. Mal di schiena lombare.
  5. Tono uterino.
  6. Sensazione di calore nell'addome.
  7. Diarrea.
  8. Sbalzi d'umore.

Alla fine della gravidanza, potresti avere contrazioni precursori, le cosiddette contrazioni di Brexton Heights. Puoi sentirlo come un tono forte: "afferra-lascia andare, afferra-lascia andare", e quindi 10-15 minuti. Questo è normale: è così che l'utero si allena per il parto. Verso la fine della gravidanza, questo accade sempre più spesso. Tuttavia, non tutte le donne hanno presagi.
Se hai contrazioni persistenti, che si ripetono ogni 15-30 minuti e nel tempo si intensificano, possiamo supporre che il parto sia iniziato.
Un altro modo di capire: "dare alla luce o no?" - una doccia calda. Se hai frequenti contrazioni, precursori e non riesci a capire se quelle "reali" sono contrazioni o ancora precursori, devi fare una doccia molto calda. Tieniti caldo e rilassato lì. Se dopo la doccia le contrazioni non sono passate, ma si sono intensificate - questo è il parto.

Liquido amniotico

Il liquido amniotico può drenare o potrebbe perdere. Qual è la differenza?

La perdita d'acqua si verifica quando si rilascia fluido da un cucchiaio o poco più. Scorre e scorre lentamente. Ciò suggerisce che la vescica fetale da qualche parte ha provocato una crepa e che da essa fuoriesce acqua.

E se hai fluito subito e sul pavimento, è quasi sgorgato (non meno di mezzo bicchiere) - questo significa che le acque sono andate via. Ma, ancora una volta, non tutti. Non è possibile uscire immediatamente da una sola goccia. Di norma, le acque frontali escono, ad es. acqua, che si trova sopra la testa del bambino. Solo nel 15% delle donne, l'acqua lascia o inizia a perdere prima dell'inizio del travaglio, nel resto - durante il travaglio.

Se l'acqua è drenata, prendi un panno bianco pulito o un asciugamano e immergilo nell'acqua. Questo è necessario per determinare il loro colore. Se il liquido è brunastro o verdastro, questo molto probabilmente indica l'ipossia di un bambino, ad es. su una mancanza di ossigeno. Cerca di informare il medico, l'ostetrica, il prima possibile. Vai immediatamente in ospedale.

Scarico di muco di sughero che è?

La spina mucosa è un grumo di muco che collega la cervice e quindi la protegge dall'infezione all'interno del bambino. Potresti notare come un pezzo di muco si è allontanato da te, durante o senza la minzione. Il tappo mucoso contiene impurità minori del sangue. Può essere di colore giallastro o rosato, con stringhe di sangue. Lo scarico mucoso del sughero è anche un segnale che il travaglio inizierà presto..

Pancia in giù

Prima del parto, la maggior parte delle donne ha un abbassamento della pancia: la testa del bambino si abbassa e viene premuta all'ingresso del bacino della madre, che può essere accompagnato da lievi contrazioni muscolari nella parte inferiore dell'addome e nella parte bassa della schiena. La pancia può cadere sia poche ore prima della nascita che alcune settimane. Quando lo stomaco si abbassa, diventa più facile respirare perché il diaframma viene rilasciato, ma dovrai correre in bagno più spesso, perché ora la pressione sulla vescica è aumentata.

Il parto è iniziato

Finalmente è successo! Se questo è il tuo primo bambino, allora anche questo è il tuo compleanno, la nascita di tua madre in te.
Puoi essere eccitato e ansioso. Cerca di calmarti e rilassarti. Lo sfondo ormonale del parto è costituito dalle tue prime emozioni. Pertanto, cerca di non farti prendere dal panico, ma rallegrati. Ricorda che giorno è: questo numero o il prossimo sarà il compleanno del tuo bambino! Certo, per ogni giorno abbiamo dei piani. Cerca di rinunciare a tutto facilmente ed entra nel processo di nascita con calma e gioia.
Eppure - conserva l'intimità e il mistero del processo. Non c'è bisogno di dire a tutti in una volta: "Io partorisco!". Tuttavia, il parto è un processo meraviglioso che ti riempirà di energia gioiosa nel compiere un miracolo. Il tuo compito è mantenere questa energia in te stesso e non spruzzarla. Condividerai sicuramente la tua gioia con tutti i tuoi cari, ma un po 'più tardi, ora concentrati sul bambino, rivelati come un fiore magico verso il sole, mostrando al tuo bambino l'accesso al mondo.

1a fase del parto
Contrazioni. Cervice uterina.

Lo stadio del travaglio è diviso in parto prematuro, parto attivo e fase di transizione.
La fase di transizione è quando ti stai già spostando dal reparto prenatale alla camera di nascita per iniziare a "spingere" il bambino.

2 livelli
tentativi.

Il passaggio del bambino attraverso il canale del parto e la nascita. Incrocio del cordone ombelicale.

3 fasi
Fusione.

Imprinting (imprinting) e riposo, allattamento al seno e separazione della placenta.

4 livelli
Nascita di un parto.

L'uscita della placenta, membrane fetali.

Fisiologicamente, tutte le donne attraversano queste fasi, ma emotivamente ogni nascita è unica.

Fase uno - Combattimenti

Quanto dura la consegna? Ci sono alcune figure condizionali, ma tutto è molto individuale. La prima nascita dura da 10-12 ore a 24 ore, e questa è una variante della norma. La seconda nascita, di regola, è sempre più veloce della prima - da 4 ore a 10-12 ore. Ricorda che le deviazioni in una direzione o nell'altra possono essere significative..
In generale, per andare in un periodo di grande affluenza, la cervice dovrebbe aprire 10-12 cm.


Nascita prematura L'inizio dei combattimenti

I primi 3-4 centimetri di divulgazione possono andare completamente invisibilmente e indolore per una donna e possono aprirsi abbastanza rapidamente e in modo evidente. Di norma, questi primi centimetri di divulgazione impiegano più tempo dell'intero primo stadio. Pertanto, se sei già arrivato in un ospedale di maternità per molto tempo e ti sembra che tu abbia partorito per molto tempo e il medico dice che l'apertura è di soli 4 cm - non preoccuparti! Quindi tutto va più veloce e più facile.

Le contrazioni all'inizio del travaglio possono essere deboli o forti, regolari o irregolari. Durano da circa 30 a 45 secondi e si ripetono dopo 5-30 minuti. Anche la distanza temporale tra le contrazioni può variare, ma alla fine della fase il tempo è ancora ridotto. Le contrazioni seguono più spesso.

La cosa più importante qui è rilassarsi e provare a disconnettere la testa da tutto ciò che è superficiale. Chatta meno e ascolta le chiacchiere, prova a disattivare il controllo nella tua testa. Tutto sta già andando come è, fidati del processo di nascita e agitalo di meno. Cerca di approfondire il tuo corpo, vai dal bambino, immergiti nel processo.

"C'è ancora abbastanza tempo per riposare, avrai bisogno di molta forza - riposati ogni volta tra i combattimenti, sostieni il bambino, informandolo che tutto sta andando bene e presto ti incontrerai.

Se le acque non sono ancora partite, puoi stare in un'anima calda. Questo ti rilassa e allevia il mal di schiena. Puoi anche ascoltare musica calma nel lettore, pre-preparata.

Devi mangiare a poco a poco, solo alimenti facilmente digeribili, e poi, se vuoi. Bere acqua pura, acqua minerale senza gas, succhi appena spremuti, kefir, tè verde con miele per mantenere la forza.

Non dimenticare di andare in bagno più spesso, "per un po '" in modo che una vescica piena non interferisca con il parto.

All'inizio del processo di nascita, puoi vomitare, non allarmarti: questo è normale. Il corpo viene liberato da tutto ciò che è superfluo per concentrarsi sulla cosa principale: il parto. Per lo stesso motivo, potresti avere feci molli. In ogni caso, ti verrà dato un clistere in ospedale in modo che le feci non interferiscano durante il parto. Sintonizzati sul fatto che dopo un clistere, le contrazioni si intensificheranno.

All'inizio e alla fine di ogni incontro, fai un respiro calmo ed espira a lungo con rilassamento.

"La respirazione silenziosa è molto importante, ora stai respirando per il bambino. L'ossigeno viene erogato al bambino attraverso il sangue, la placenta e il cordone ombelicale. Durante le contrazioni, il bambino riceve meno ossigeno ed è importante per lui" riprendere fiato "tra le contrazioni.

Ricordare il bambino durante il parto è la cosa più importante. È molto più difficile di te. Sostienilo mentre parli con lui, assicurati di parlare ad alta voce.


Parto attivo

Quando il parto sta già guadagnando forza e le contrazioni seguono ogni 2-5 minuti, durando 40-60 secondi, stiamo parlando di parto attivo. Il travaglio attivo dura da 2 a 3,5 ore e la cervice si apre da 4 a 8 cm.

Se nel periodo precedente potevi ancora chattare tranquillamente tra le contrazioni, ridere e voltarti, osservando ciò che sta accadendo intorno, ora le contrazioni stanno diventando più forti e più frequenti. Una donna va al parto con la testa - e questo è molto corretto e allevia il dolore intollerante. C'è un focus sul lavoro interno - e il desiderio di essere distratto dalle sciocchezze scompare rapidamente.

Cerca di non pensare agli altri, loro stessi si adatteranno a te. Di norma, lo staff medico è sempre in attesa della fine della lotta, per dirti qualcosa o per effettuare qualsiasi manipolazione.

Arrenditi completamente al parto! Essere in contatto con il bambino, arrendersi a questo flusso spontaneo, accompagnare il bambino in esso, rallegrarsi e semplicemente "tenersi in contatto". Ne ha bisogno ora più che mai!

Il parto attivo è il momento di ricordare la respirazione, di cambiare diverse posizioni - in una parola, tutto ciò che hai imparato in preparazione, se ci sei andato. Ascolta il tuo corpo, il modo migliore per muoverti, respirare, canticchiare o "suonare" nel modo che preferisci. I tuoi peggiori nemici ora sono vanità, panico e paura. Portali via! Cerca di immergerti nel processo del parto e di non uscirne prima di sentire il tanto atteso pianto del tuo bambino.

Forse vuoi piangere un po 'o lamentarti: non è il momento di essere timidi. Lasciati andare, dimentica convenzioni e decenza. Accovacciati, alzati, cammina, inclinati sul bordo del tavolo o del letto, sdraiati sul lato sinistro, alzati a quattro zampe, inarcando la schiena come un gatto. Prova in questa posizione a scuotere lentamente i fianchi, destra-sinistra o otto. Se tuo marito o assistente è con te, affidati a lui. Appendi le mani: hai le spalle a un partner, ti tiene sotto le ascelle o appena intorno al collo. Chiedi di massaggiare la parte bassa della schiena, la testa e gli arti.

"Il dolore che ricorda le contrazioni" ronzio "è meraviglioso - cantare" Ohm-mm "o" Ah-ah "con un suono basso e uterino.
Guarda i muscoli della bocca e del collo: questo è un analogo della cervice. Viso e collo rilassati - la divulgazione è buona e morbida.


Fase di transizione

La fase di transizione è la fine del periodo di "lotta". Le contrazioni qui saranno il più forti possibile e poi passeranno ai tentativi, ad es. per tirare fuori il bambino stesso.

È nella fase di transizione che una donna esaurisce spesso la forza, può chiedere l'anestesia e iniziare a "arrendersi". Questo può essere capito. Se qualcuno ti accompagna durante il parto, chiedi aiuto da lui. A volte tieni semplicemente la mano e ascolta: "Hai finito, stai andando bene!" è abbastanza. Le contrazioni sono molto forti, 60-90 secondi, ripetute ogni 1-3 minuti. Il sollievo è che questa fase è molto breve e rimane solo un po '. Vengono rivelati gli ultimi 3-4 cm della cervice, in media ci vogliono da 30 minuti a 1,5 ore. Ma il tempo in questo periodo volerà molto velocemente. La tua coscienza rimane all'interno del processo di nascita e con il bambino.

"Se è già difficile per te comunicare con tuo figlio, sarebbe bello se tuo padre o assistente lo facesse. Parla con tuo figlio, digli quanto impazientemente lo stai aspettando. Semplici parole del padre:" Dai, piccola, vieni da noi! " per lui molto aiuto e supporto.

Quando la cervice si apre quasi completamente, potresti sentire l'impulso di spingere. Questa è una sensazione di intensa pressione sul retto. Alcuni non lo sentono, altri si sentono pronunciati. Ma nella fase di transizione è troppo presto per spingere, perché il collo non è ancora pronto per questo. Prova a respirare "cane", ad es. spesso, rapidamente e superficialmente. Se è molto difficile trattenersi, parlarne con l'ostetrica o il medico. Se è il momento, ti porteranno su una sedia, in caso contrario, limiteranno lo sforzo il più possibile. Puoi sollevare le gambe o sdraiarti in una posizione del ginocchio-gomito, ad es. glutei nel soffitto, a testa in giù. Ciò faciliterà la tua condizione. Quando la cervice è completamente aperta, inizierà la seconda fase seria, dopo tutte le contrazioni, i tentativi.

Il secondo stadio sono i tentativi. Il bambino entra nella luce

Le contrazioni sono state ora sostituite da tentativi: non solo i muscoli dell'utero, ma anche gli addominali si stanno contraendo. I tentativi, di norma, sono meno dolorosi, sebbene più intensi, durano 60-90 secondi e si ripetono ogni 2-5 minuti.

Mentirai sulla sedia del parto e, con l'aiuto del consiglio dell'ostetrica, spingerai forte quanto ti serve. Oppure, se il bambino andrà abbastanza veloce, quindi, al contrario, con l'aiuto della respirazione superficiale o della cosiddetta respirazione "da cane", limiterai gli sforzi in modo da non rompere il cavallo e consentire al bambino di uscire delicatamente e senza intoppi. Tutto ciò che ti è accaduto prima, puoi solo accettare, rilassarti e respirare correttamente. Ora, nel periodo frenetico, tutto dipende dai tuoi sforzi e sforzi. Un bambino può nascere in cinque minuti e puoi allungare questo processo di "tirare" per diverse ore.

Il bambino si sposta dalla cavità uterina attraverso il canale del parto. E devi raccogliere tutte le tue forze e aiutarlo a venire alla luce. Ci sono bambini che hanno bisogno di essere attivamente "tirati fuori", altri hanno bisogno di alternare tensione e lasciarsi andare, mentre altri hanno bisogno di lasciarsi andare completamente senza alcuna tensione. Come sarà con te, il medico o l'ostetrica te lo diranno. In questo periodo, è molto importante ascoltare i loro consigli e se ti è stato detto: "Spingi forte!" allora non devi sentirti dispiaciuto per te stesso e spingere forte ogni volta che ti viene detto.

"Nel periodo frenetico, non puoi gridare, questo rende i tuoi muscoli meno plastici e il dolore si intensifica. Questo rallenta il processo e rende nervoso il personale medico. Raccogli le tue forze, resta solo un po 'di tempo! Meglio provi, più veloce e più comodo nascerà il tuo bambino.

Il tuo respiro completo è ora necessario per entrambi. È importante ricordare che nella seconda fase, il bambino viene bloccato nel canale del parto e ha bisogno di ossigeno. Se respiri in modo errato, il bambino soffrirà della sua mancanza. Tra i tentativi, respira profondamente e con calma. Durante i tentativi, ascolta attentamente le istruzioni del medico.

Sfrutta al massimo il tempo tra i tentativi di nutrire il tuo bambino con ossigeno e rilassarti. Dal momento che i tentativi sono più intensi delle contrazioni, la natura ci dà il tempo tra i tentativi di rilassarsi e guadagnare forza. Cerca di non perdere tempo a parlare - anche questo ruba ossigeno al bambino. Rilassati il ​​più possibile, lascia i tuoi pensieri al bambino. Più a fondo ti rilassi, meglio puoi lavorare al prossimo sforzo. I tentativi sono un duro lavoro. Mantieni la presenza della mente e ricorda che il bambino è ora molte volte più difficile di te, prova per lui.

"Quando appare la testa del bambino, allunga la mano e toccala con la mano, accarezzandoti i capelli - sentirai qualcosa di insolito che non può essere espresso in parole. Forza, gioia, gioia, curiosità. Il dolore e la fatica si ritireranno, tutti i pesi non saranno così significativi, è come se tu fossi in te aprirebbe un secondo vento.

Nei tentativi, potresti provare una sensazione di dolore lancinante, stiramento o bruciore nella vagina e nel perineo quando esplode la testa. Non aver paura delle lacrime che possono verificarsi durante i tentativi. Nelle nascite naturali, sono rare, guariscono bene, non divergono nelle nascite successive e non creano problemi sessuali..


La testa del bambino esce gradualmente. Innanzitutto, viene mostrato nel tentativo di 1 cm e torna indietro quando il tentativo termina. Quindi la testa cessa di essere nascosta e ad ogni tentativo viene mostrata sempre di più. Alla fine, durante un altro tentativo, la testa del tuo bambino è completamente nata. Il bambino continua a "respirare" attraverso il cordone ombelicale, mentre aspetti con calma il prossimo tentativo. Quindi il bambino gira di 90 gradi in modo che le spalle possano nascere. Le spalle appaiono alternativamente: prima la parte anteriore (da sotto il pube della madre), poi la parte posteriore (dal perineo).

E ora, dietro le spalle, in un istante nasce l'intero corpo del bambino: caldo, scivoloso e bagnato. Il bambino viene messo a pancia in giù. Il bambino sente il calore, la morbidezza e il battito del tuo cuore - e si calma. Assicurati di salutare il tuo neonato, digli tutte quelle parole tremanti che sono nel tuo cuore per lui. Se hai già scelto un nome per il tuo bambino, informalo solennemente con il suo papà (che è vicino a te, o verrà chiamato dal corridoio)!

Recuperando dallo stress della nascita, per la maggior parte, i bambini stessi iniziano a cercare attivamente il seno. Il primo sorso di colostro fatto da un bambino diventa un segnale per tutto il corpo della donna che è diventata madre. Il suo sangue è di nuovo pieno di ossitocina naturale, che risveglia l'istinto materno, l'amore per il bambino e fa anche contrarre il tuo utero per la normale e completa separazione della placenta dalle sue pareti.

"A volte i bambini non prendono subito il seno. Non affrettare il bambino. Succhiare è un istinto che si manifesterà sicuramente. Forse un po 'più tardi, quando il bambino riposa.


Terzo stadio Fusione, incontro con mamma e bambino


Non è così importante se il bambino prenderà rapidamente il seno, il contatto del bambino con la mamma (e il papà, se è presente!) È importante. La tua fusione con il bambino dopo il parto è la più importante! La sopravvivenza del bambino può anche dipendere da questo. Durante la fusione, vengono stabiliti legami emotivi, emotivi e spirituali tra il bambino e la sua famiglia.

La riunione nella prima ora dopo la nascita è un'ottima base per la relazione di un bambino con sua madre, con il mondo intero che lo circonda. Una volta iniziata, questa relazione dura una vita.


Il quarto stadio. Nascita di un parto

Qualche tempo dopo la nascita del bambino, avrai un irresistibile desiderio di spingere di nuovo. Questa è la nascita della placenta (placenta e membrane fetali).
Spesso, le donne in travaglio in questo momento di solito sono così appassionate del loro bambino appena nato (che giace a pancia in giù) che spesso dimenticano questo stadio. Mettere un neonato direttamente al seno nella stanza di maternità e uno stretto contatto con il corpo della madre ha un grande effetto positivo. In particolare, accelera la nascita della placenta e aiuta a ridurre il sanguinamento, per non parlare dell'enorme recupero emotivo vissuto da una donna.

Tuttavia, per un contatto così lungo e precoce di una donna in travaglio con il suo bambino, sono richieste molte condizioni speciali, che non sono sempre disponibili nei nostri ospedali di maternità. Pertanto, molto probabilmente sarai disciplinato ad aspettare questo stadio, mentre il bambino si crogiolerà sotto i raggi di una speciale fonte di calore. Ma non preoccuparti: hai ancora molto tempo a disposizione per divertirti a parlare con tuo figlio!

Come risultato di due o quattro tentativi finali di placenta, questo organo voluminoso, che è servito per 9 mesi, lascia il corpo della donna in travaglio con le membrane. Nascita naturale completata.

"L'uscita della placenta è accompagnata da emorragia naturale. Se hai una scarica abbondante, puoi ricevere un'iniezione di ossitocina. Ma la migliore prevenzione del sanguinamento è quella di dare al bambino un seno!

Dopo la nascita della placenta, il medico controlla le condizioni del canale del parto e, se necessario, colma le lacune. Altre due ore sarai nella sala delle nascite, poiché il medico deve assicurarsi che tutto sia in ordine con te e che il tuo sanguinamento rientri nei limiti normali. Il bambino in questo momento viene portato nel reparto pediatrico. È meglio, ovviamente, darlo al marito che ti sta aspettando nel corridoio. Lascia che queste due ore, sia come un bambino vicino a te. Dopo due ore e un'ispezione, confermando che tutto va bene per te, tu e il bambino sarete trasferiti nel reparto, dove potrete rilassarvi completamente.
E solo allora, dopo aver riposato e dormito, si rendono conto dell'intera unicità del momento. Puoi sdraiarti tranquillamente, vedere come dorme e goderti la pace. Oppure puoi (finalmente!) Chiamare tutti i parenti e gli amici - e accettare le congratulazioni per la nascita del TUO MIRACOLO!

Tempi di consegna, come facilitare il processo di nascita

Il parto è un processo fisiologico che procede naturalmente e termina con la nascita di un bambino. È normale che ogni donna si preoccupi alla vigilia di un evento così importante. Ma le paure e le preoccupazioni non dovrebbero impedirle di risolversi in modo sicuro dal peso. Passare attraverso tutti i periodi del parto non è una prova facile, ma un miracolo attende una donna alla fine di questo percorso.

Lo stadio iniziale (precursori) è quasi indolore, quindi le donne in gravidanza spesso dubitano dei loro sentimenti. Proviamo a capire quali segni indicano l'inizio del parto, come distinguere tra i loro periodi e facilitare il processo di nascita di un bambino.

Precursori della nascita, cosa sono?

I precursori del parto sono chiamati cambiamenti nel corpo che iniziano a circa 37 settimane di gestazione. Nelle fasi successive, si verificano le seguenti modifiche:

  1. Perdita di peso drammatica. Una riduzione del peso corporeo di 1-2 kg alla fine del terzo trimestre di gravidanza è assolutamente normale. L'eccesso di liquido durante questo periodo viene gradualmente espulso dal corpo, il che segnala l'inizio della sua preparazione al parto.
  2. Minzione frequente e diarrea. Il crescente bisogno di servizi igienici indica che il travaglio può iniziare in qualsiasi momento. Il bambino sta ingrassando pesantemente e alla fine della gravidanza, un utero allargato fa pressione sull'intestino e sulla vescica della donna.
  3. Partenza del tappo mucoso. Una donna incinta che sta monitorando da vicino la sua salute può notare cambiamenti nello scarico giornaliero dal tratto genitale. Un aumento del loro numero e la presenza di un piccolo nodulo o di strisce di muco sono una conseguenza della preparazione della cervice al parto. Il tappo del muco può essere rimosso parzialmente o totalmente. Ma se lo scarico è abbondante, con un odore sgradevole e una miscela di sangue, è necessario consultare urgentemente un ginecologo locale o chiamare un'ambulanza.
  4. Dolore doloroso nell'addome inferiore o nella schiena. Tale disagio è solitamente associato a combattimenti di allenamento. Non hanno una chiara periodicità, non diventano più frequenti e alla fine cessano. Quindi il tessuto muscolare si prepara all'imminente travaglio nel travaglio. I combattimenti di allenamento di solito diminuiscono quando cambi la posizione del tuo corpo.
  5. Prolasso dell'addome. Questo è un segno che il bambino si sta preparando per il parto. Se ha preso la posizione corretta, allora la sua testa è già inserita nella pelvi piccola. Durante questo periodo, le donne in gravidanza notano leggerezza, nonostante una grande pancia. Ciò accade perché l'utero con il bambino si abbassa e libera più spazio per i futuri polmoni, stomaco e altri organi interni della madre. Se una donna è stata disturbata dal bruciore di stomaco, dopo aver abbassato l'addome, di solito se ne va.
  6. Cambiamenti nella cervice (levigante, ammorbidente). La donna non li sente, l'ostetrico-ginecologo può esaminare la prontezza del collo per il parto durante l'esame.
  7. Diminuzione dell'attività motoria del feto. Alla fine della gravidanza, la donna nota che il bambino ha iniziato a muoversi di meno. Questo è normale, perché sta crescendo rapidamente e c'è sempre meno spazio per i movimenti. Ma non puoi ignorare il comportamento troppo attivo del bambino durante questo periodo. Spesso, segnala che il bambino non ha abbastanza ossigeno. Altre informazioni sull'ipossia fetale →

Al fine di dissipare i dubbi, è necessario sottoporsi a un esame (ecografia, scansione TC, dopplerografia) e consultare un medico.

Periodi di parto: durata e caratteristiche

Il parto consiste in tre fasi del travaglio. Ognuno deve compiere alcuni sforzi per aiutare una nuova persona a nascere.

Normalmente, la prima nascita dura 8-12 ore, la seconda e la successiva passano più velocemente. Ma possono esserci casi di parto prolungato (più di 18 ore) o rapido, quando circa un'ora passa dall'inizio del travaglio alla comparsa del bambino.

Primo stadio del travaglio

Questo è uno dei periodi di nascita più lunghi in ostetricia. Inizia con sorsi doloranti nella parte inferiore dell'addome o nella parte posteriore. Si distinguono tre fasi attive:

  1. Fase latente Le contrazioni uterine diventano regolari, il divario tra loro diminuisce, si ripetono con una frequenza di 15-20 minuti. Di solito dopo 5-6 ore di tali contrazioni, la cervice si apre 4 cm.
  2. Fase attiva. L'intensità e il dolore delle contrazioni è in aumento. Ci sono 5-6 minuti per provare a riposare tra le contrazioni. In questa fase, il liquido amniotico può drenare. Se necessario, il medico aiuta questo processo. A causa delle frequenti contrazioni dolorose che si susseguono con frequenza crescente, dopo alcune ore, l'apertura della faringe uterina è già di 8 cm.
  3. Fase di transizione. In questa fase del travaglio, il dolore è leggermente ridotto. Una donna in travaglio può avere il desiderio di spingere. Ma fino a quando l'utero non è completamente aperto, questo non può essere fatto, altrimenti c'è il rischio di ferire il bambino e danneggiare la propria salute. Le fasi del primo stadio del travaglio terminano quando l'ostetrico-ginecologo accerta un'apertura completa di 10 cm.

Succede anche che il parto non inizi con le contrazioni, ma con il deflusso di liquido amniotico o spotting. Ecco perché una donna dovrebbe monitorare attentamente la sua salute durante la gravidanza.

Il minimo sospetto o dubbio è un'occasione per contattare l'ospedale e assicurarsi che tutto sia in ordine con il bambino. Un esame tempestivo da parte di uno specialista consente di prevenire possibili complicanze e di determinare con precisione se il parto è iniziato.

Il secondo periodo di parto

Come sapete, i periodi di parto e la loro durata sono individuali per ogni donna e procedono in modo diverso per tutti. Nella seconda fase, una donna in travaglio sta aspettando un lavoro difficile, ma molto importante. Il suo risultato dipenderà dagli sforzi congiunti della madre e del personale medico dell'ospedale.

Quindi, la rivelazione del collo della maglietta di 10 cm e i tentativi sono un segno della completa prontezza del corpo per la nascita di un bambino.

Durante questo periodo di parto, la donna in travaglio dovrebbe ascoltare l'ostetrica, che le dirà come spingere e respirare correttamente. Di solito, il medico raccomanda che all'inizio dell'incontro prenda un pieno di aria, trattieni il respiro ed espella il bambino. Quindi espirare e ricominciare tutto da capo. Durante uno scontro è consigliabile fare tre di questi approcci.

Durante la seconda fase del travaglio, al fine di evitare numerose lacune, potrebbe essere necessario praticare un'incisione nel perineo (episiotomia). Ciò è necessario se il bambino ha una testa grande o un peso pesante. Dopo la consegna, in anestesia locale o generale, le suture vengono posizionate nei siti di incisione..

La testa del bambino non nasce immediatamente, inizialmente appare e scompare più volte nel perineo, quindi, infine, viene fissata nel bacino della donna in travaglio. Se una donna segue il consiglio di un ostetrico, allora già al prossimo tentativo il bambino nascerà completamente.

Dopo la nascita, il cordone ombelicale viene bloccato con speciali strumenti sterili, quindi viene tagliato e il bambino viene posizionato sul petto di sua madre. Dopo un duro e duro lavoro nel corpo, si verifica la produzione di endorfine (l '"ormone della felicità"), a causa della quale si dimenticano dolore e affaticamento.

La terza fase del lavoro

Le fasi del travaglio si stanno avvicinando alla loro logica conclusione, non resta che dare alla luce la placenta. L'utero inizia a contrarsi di nuovo, ma l'intensità del dolore diminuisce in modo significativo e, dopo diversi tentativi, la donna si libera delle conseguenze.

Quindi, il ginecologo esamina attentamente il canale del parto per individuare crepe e lacrime. Se la placenta è venuta fuori intera e la donna in travaglio non ha danni, dopo tutte le manipolazioni necessarie viene lasciata riposare.

Quando la placenta non esce completamente, i medici devono condurre un esame manuale dell'utero. La procedura si svolge in anestesia e per le prossime ore viene monitorata la condizione della donna.

Il terzo periodo di parto per una madre felice procede quasi impercettibilmente. Le viene tolto il bambino per pesare e valutare le sue condizioni generali sulla bilancia Apgar. Non sente più dolore, tutta l'attenzione è concentrata sul neonato, che viene applicato al petto per la prima volta.

Metodi per facilitare il processo di nascita

Le fasi del travaglio differiscono l'una dall'altra per natura e frequenza del dolore.

Ma ci sono diversi metodi e tecniche che possono facilitare il processo. Questi includono:

  • Camminare e cambiare la posizione del corpo durante le contrazioni. Molti medici raccomandano che una donna durante l'apertura intensiva della cervice si muova il più possibile e scelga la postura più comoda. La velocità di apertura della gola uterina dipende da quanto la donna in travaglio può rilassarsi. Durante la lotta, l'utero è teso e la futura stessa madre si ritira involontariamente dal dolore. Il tessuto muscolare in tali condizioni è difficile da contrarre rapidamente. Vale la pena studiare il processo del parto in più fasi per sapere cosa sta succedendo con il suo corpo. Più velocemente riesce a rilassare i muscoli addominali, prima nascerà il bambino.
  • Massaggio delle aree dolorose Poiché una donna in travaglio non può sempre applicare autonomamente gli sforzi necessari, in tal caso non si può fare a meno di un aiuto esterno (marito, madre, sorella o fidanzata). Massaggiando la zona sacrale e agendo su punti dolorosi durante l'incontro, il partner in tal modo sposta l'attenzione della donna e la aiuta a rilassarsi.
  • Esercizi di respirazione. Come sapete, durante un periodo di forti contrazioni in una donna in travaglio, il ritmo respiratorio viene periodicamente disturbato. Ciò porta a una fornitura insufficiente di ossigeno al bambino e minaccia la sua salute. Pertanto, è necessario scegliere la tecnica giusta che aiuterà la futura mamma a far fronte al problema.
  • Atteggiamento positivo e fiducia in se stessi. Stranamente, ma questo approccio al parto è abbastanza efficace. Quando una donna ha paura del dolore e si lascia prendere dal panico, perde il controllo del processo. E viceversa, non appena riesce a riunirsi, le contrazioni sono più facili.
  • Anestesia epidurale: questo metodo di analgesia viene utilizzato nel parto quando si apre la cervice di 4-5 cm.Un catetere speciale viene inserito nello spazio epidurale, che si trova nella parte bassa della schiena. Attraverso di esso, un dolore bloccante la droga entra nel corpo della donna. Dopo qualche tempo, la sua azione si indebolisce o si interrompe completamente, in modo che possa sentire le contrazioni e partecipare pienamente al processo di nascita. L'anestesia epidurale viene eseguita dall'anestesista solo con il consenso scritto della donna in travaglio.

Una donna che si prepara a diventare madre può ottenere tutte le informazioni di cui ha bisogno direttamente dal suo medico. Tuttavia, oltre alla teoria, sono necessarie anche abilità pratiche. Per questo, ci sono corsi per futuri genitori.

Frequentando tali corsi, le donne incinte imparano a comportarsi correttamente durante il parto, a familiarizzare con varie tecniche di respirazione e tecniche di massaggio. Gli istruttori non solo parlano, ma dimostrano anche chiaramente tutti i trucchi e i modi per facilitare il processo di nascita.

Tre periodi di parto: cosa aspettarsi da loro?

La nascita di un bambino è un processo complesso e lungo, quindi la natura stessa ha escogitato tre periodi di parto. Ognuno di essi ha i suoi compiti e le sue caratteristiche, che è utile che una futura mamma possa conoscere, al fine di prepararsi in anticipo.

Elizaveta Novoselova
Ostetrico-ginecologo, Mosca

L'attività lavorativa è la contrazione ritmica dell'utero - contrazioni. Queste contrazioni aiutano il bambino a uscire dall'utero e nascere nel mondo. Le contrazioni si alternano a periodi di rilassamento uterino - a intervalli. Da tali lotte, in alternanza con il relax, tutte le nascite consistono. Inizialmente, i tagli sono brevi (alcuni secondi) e gli spazi sono lunghi (fino a mezz'ora). Quindi, man mano che l'attività lavorativa si sviluppa, le contrazioni si intensificano e durano più a lungo e gli intervalli diminuiscono gradualmente. Questo sviluppo del processo è chiamato la dinamica del lavoro.

Primo stadio del travaglio

Questa fase del travaglio si chiama periodo di dilatazione cervicale. L'utero può essere immaginato come una nave capovolta, il cui fondo si trova in cima e il collo - il collo - è rivolto verso il basso verso la vagina. All'interno di questa nave c'è una vescica fetale piena d'acqua e nella vescica c'è un bambino. Affinché un bambino nasca, è necessario prima che la cervice si apra così tanto da perdere la testa. È su questo processo - l'apertura della cervice - e inizia il primo periodo di travaglio. Il periodo di dilatazione cervicale è il più lungo (più di 2/3 dell'intero processo di parto) e richiede la massima pazienza dalla futura mamma.

All'inizio dell'attività lavorativa, una certa preparazione era già avvenuta nel corpo della donna. La cervice si ammorbidì e il canale cervicale - l'apertura nella cervice che collega la vagina alla cavità uterina - si aprì così tanto da perdere le estremità di due dita dell'ostetrico.

Le contrazioni sono generalmente associate a una sensazione di dolore. Tuttavia, in sostanza, la lotta è la tensione muscolare dell'intera parete uterina. È la sensazione di tensione nello stomaco e la sensazione di disagio associata che la donna incinta prova durante i primi combattimenti. Esattamente la stessa sensazione si manifesta nel muscolo teso del braccio o della gamba. All'inizio dell'incontro, la sensazione di tensione è minima, verso il centro dell'incontro aumenta gradualmente, e quindi inizia a diminuire. Possiamo dire che i combattimenti sono ondulati. All'inizio, la durata della lotta non supera alcuni secondi e il livello di tensione muscolare dell'utero e il disagio causato da esso sono minimi. Quindi, entro 4-5 ore, le contrazioni si allungano gradualmente e durano 10, 15, 20 e quindi 30 secondi. Anche i sentimenti della donna durante la lotta cambiano gradualmente: la tensione si intensifica con il tempo e la sensazione di disagio ad essa associata diventa più evidente. Ad un certo punto, una sensazione di dolore si unisce alla tensione durante l'incontro, ma è in contrasto e in contrasto. Di solito, le mamme in attesa si lamentano del disegno, dolori, sordi dolori nella parte inferiore e ai lati dell'addome, nella regione della parte bassa della schiena e dell'osso sacro. Il dolore si sviluppa anche in onde, che appaiono all'inizio dell'incontro, raggiungendo un picco nel mezzo e gradualmente scomparendo verso la fine dell'utero. Le contrazioni più spiacevoli diventano alla fine del primo periodo di travaglio.

Con le prime contrazioni, che di solito durano 5-7 secondi, e l'intervallo tra loro è di 20, 30 e talvolta anche 40 minuti, la cervice inizia ad accorciarsi. I medici chiamano questo processo il livellamento del collo. Dopo circa 1,5–2 ore, la cervice viene finalmente levigata e si trasforma in un foro circolare nell'utero. Al momento di lisciare il collo, il buco in esso è di 2 cm, le contrazioni durano circa 10 secondi e il divario si avvicina a 15 minuti. Ora inizia l'effettiva apertura della cervice o, come dicono i medici, faringe ostetrica. Dopo altre 1,5 ore, l'intervallo tra le contrazioni è ridotto a 10 minuti e le contrazioni stesse continuano da 15 secondi. La cervice si apre 3 cm.

Prima che il divario tra le contrazioni sia ridotto a 10 minuti, la futura mamma potrebbe essere a casa. Naturalmente, questo è possibile solo se ti senti bene e se il liquido amniotico non si è ritirato. Non appena l'intervallo tra le contrazioni è di 10-12 minuti, è ora di andare in ospedale! Da questo momento, dovresti rifiutare cibo e bevande. Questo sciopero della fame è raccomandato per due motivi. Innanzitutto, in questa fase, il processo di apertura della cervice è spesso accompagnato da nausea e vomito. Questa spiacevole caratteristica è spiegata dal fatto che il nervo vago controlla la cervice e l'ingresso dello stomaco. Di conseguenza, se lo stomaco contiene contenuti ricchi, sono garantiti nausea e vomito abbondante. Ma c'è un motivo più serio per limitare l'assunzione di cibo e acqua. Se è necessaria l'anestesia per inalazione, lo stomaco della donna dovrebbe essere vuoto. Altrimenti, dopo l'introduzione dell'anestesia, il contenuto dello stomaco nel tratto respiratorio può essere gettato. Questa complicazione ha conseguenze estremamente serie per la salute e la vita della futura mamma.

Per tutto questo tempo, in assenza di speciali raccomandazioni del medico, puoi muoverti liberamente nel reparto prenatale, assumendo pose confortevoli, massaggiando la parte bassa della schiena e la parte inferiore dell'addome. La donna incinta dovrebbe evitare movimenti improvvisi. Non è consigliabile sedersi su una superficie dura dal momento in cui si verificano contrazioni regolari, poiché ciò aumenta la pressione sulla testa del feto. Durante il parto, puoi salire a bordo di una nave o una palla di gomma per ginnastica. Per ridurre il disagio durante le contrazioni, è possibile utilizzare frequenti respiri superficiali, inalando attraverso il naso ed espirando attraverso la bocca. Tra le contrazioni devi rilassarti e riposare..

Dopo circa 4-5 ore dall'inizio del travaglio, le contrazioni durano per almeno 20 secondi e l'intervallo tra loro è di 5-6 minuti. Questa frequenza di contrazioni di solito corrisponde a 4 cm di dilatazione cervicale. Allo stesso tempo, a causa delle crescenti contrazioni dell'utero, la vescica fetale può aprirsi.

Dopo il flusso di liquido amniotico, le contrazioni si intensificano e possono gradualmente diventare dolorose. Alla futura mamma viene offerto di sdraiarsi per 20-30 minuti, ottenendo una pressione più densa della testa del bambino verso l'ingresso del piccolo bacino. Tale misura è stata presa per prevenire il prolasso del cordone ombelicale. Dopo 1,5 ore, il collo si apre a 6-7 cm, le contrazioni durano per mezzo minuto, l'intervallo è di 3-4 minuti. Se l'attività lavorativa si sviluppa secondo lo schema classico, cioè senza disturbi, quindi dopo 1,5–2,5 ore, la cervice è completamente aperta. Con questo termine, i medici designano la dimensione dell'apertura della cervice, pari a 10-12 cm, attraverso la quale può passare la testa del bambino. In questa fase, le contrazioni diventano molto frequenti (in 1-2 minuti) e durano fino a 1 minuto.

Dopo che la cervice si è completamente aperta, il bambino non ha più ostacoli. Ora può lasciare l'utero e spostarsi lungo il canale del parto fino all'uscita. Il primo periodo di travaglio dura in media circa 8-10 ore.

Il secondo periodo di parto

Il periodo successivo è chiamato periodo di compressione, ovvero il periodo di espulsione del feto. Grazie alle contrazioni dell'utero, il bambino viene spinto verso il basso nella vagina. Durante il travaglio, la donna in travaglio prova una sensazione simile alla necessità di svuotare l'intestino. Questa sensazione è causata dal fatto che il bambino preme la testa contro le pareti della vagina e irrita il retto adiacente. In risposta a questo sentimento, la futura mamma ha un forte desiderio di spingere, cioè di sforzare la stampa.

Tuttavia, non sarà in grado di realizzare immediatamente il suo desiderio e iniziare la piena partecipazione al processo di nascita. All'inizio del secondo periodo di parto, alle donne in travaglio viene chiesto di non spingere durante l'incontro, nonostante il fatto che io voglia davvero farlo. Tale misura è necessaria per consentire al bambino di scendere e girare nella direzione di uscita dal canale del parto. Il canale del parto di una donna ha una forma curva. Le prime contrazioni spingono il bambino nella direzione del retto. Nel mezzo del percorso, si ritrova sul pavimento pelvico - la curva del canale del parto. Dopo che il feto ha superato la curva del canale del parto, il suo movimento è diretto verso l'articolazione pubica (pube). I tentativi all'inizio del secondo periodo di parto sono inefficaci: a seguito di una spinta muscolare, il bambino riposerà con la testa sulla parete posteriore della vagina e non sarà in grado di abbassarsi fino alla fine del tentativo. Inoltre, i primi tentativi possono portare a rotture significative della parete posteriore della vagina. Per il bambino, anche i tentativi prematuri sono pericolosi: a causa dell'aumentata pressione della parete vaginale sulla sua testa, possono verificarsi emorragie intracraniche (una condizione che minaccia la salute e la vita del bambino).

Più vicino all'uscita dalla vagina si trova il feto al momento del tentativo, più efficace sarà il processo e minore sarà il tempo che la futura mamma dovrà spingere. Questo è importante: un tentativo è un lavoro piuttosto duro, che richiede molta energia sia dalla madre che dal bambino. Durante un tentativo, le pareti della vagina abbracciano il feto molto strettamente e i muscoli della pressa addominale e dell'utero lo spingono in avanti con grande forza. Inoltre, per la durata del tentativo, la donna in travaglio trattiene il respiro, privando temporaneamente il bambino di ossigeno. A causa della tensione nei tessuti del canale del parto e di una diminuzione del livello di ossigeno nel sangue della madre al momento del tentativo, il feto sperimenta la massima ipossia (carenza di ossigeno).

Tra le contrazioni nella seconda fase del travaglio, è necessario rilassarsi e riposare il più possibile, risparmiando energia per i tentativi. Durante questo periodo, la futura mamma è ancora nel reparto prenatale. Molto spesso, le viene consigliato di aspettare laboriose contrazioni, sdraiata su un fianco sul letto. Tuttavia, se non ci sono controindicazioni (questo dovrebbe essere consultato con il medico che guida la nascita), la futura mamma può alzarsi a quattro zampe nel letto, stare in piedi sul pavimento, appoggiare i gomiti sul letto o sedersi sulla nave. La posizione verticale aiuterà se il processo di parto è ritardato: in questo caso, la gravità accelererà l'avanzamento del bambino verso l'uscita. Indipendentemente dalla posizione della donna, dall'inizio del secondo periodo di parto, un medico o un'ostetrica dovrebbero essere sempre con lei. Monitorano il battito cardiaco fetale dopo ogni combattimento (con uno stetoscopio o una sonda ad ultrasuoni), i suoi progressi lungo il canale del parto e determinano il momento in cui è possibile iniziare a spingere.

Un tentativo è chiamato arbitrario (cioè, controllato da una donna durante il parto, in contrasto con un combattimento, il cui verificarsi non dipende dalla volontà della donna), tensione muscolare dell'addome e del diaframma. Sforzando la stampa durante il combattimento, la futura mamma si rende conto del desiderio di spingere, causato dall'irritazione della parete rettale, spostata durante l'avanzamento della testa del bambino lungo il canale del parto.

Prima dei tentativi, la futura mamma viene aiutata a trasferirsi nel letto di Rakhmanov - un dispositivo speciale per il parto, situato nello stesso reparto o nella stanza di maternità vicina. Se necessario, una donna in travaglio viene trasportata su una barella. Dopo che lo staff e la futura mamma si sono preparati per la riunione del bambino, l'ostetrica spiega in dettaglio la donna in travaglio come spingere. Prima di ogni tentativo, è necessario fare un respiro completo, quindi trattenere il respiro e massimizzare la tensione della stampa. Alla fine dello sforzo è necessario espirare senza problemi. Di solito durante il travaglio, la donna in travaglio riesce a spingere 2-3 volte. Potuga promuove ulteriormente il bambino attraverso il canale del parto, avvicinando il momento della nascita.

I combattimenti nel periodo intenso diventano più brevi rispetto alla fine del primo: ora durano circa 30–35 secondi e l'intervallo viene esteso a 3 minuti. Il dolore all'inizio dell'incontro lascia rapidamente il posto a un forte desiderio di spingere. Di norma, i tentativi portano sollievo. Tra i tentativi è necessario rilassarsi, riposare e guadagnare forza per il prossimo combattimento.

Il secondo periodo di travaglio di solito dura da 20 minuti a 2 ore.

La terza fase del lavoro

Dopo la nascita del bambino, inizia l'ultimo, il periodo più breve del parto - l'ultimo. La futura mamma è ancora sul letto Rakhmanov. Da qualche tempo non sente le contrazioni. Poi c'è una battaglia insignificante. Allo stesso tempo, la forma dell'addome cambia - essendo diminuita immediatamente dopo la nascita del bambino di circa 8 volte, al momento delle contrazioni diventa asimmetrica. Allo stesso tempo, un piccolo rivolo di sangue appare dal tratto genitale e il cordone ombelicale inizia ad affondare. Questi fenomeni indicano che la placenta, che rimane ancora all'interno, si è separata dalla parete uterina. A una donna viene offerto di spingere per avere l'ultimo nato - una placenta con membrane fetali. Il processo di separazione della placenta dalla parete uterina, la sua progressione attraverso il canale del parto e la nascita è normalmente completamente indolore e si svolge con il minimo sforzo. Normalmente, dalla nascita del bambino all'assegnazione della placenta, non dovrebbe passare più di mezz'ora.

Dal momento dell'isolamento del parto, il travaglio è considerato completato. Il medico esamina il canale del parto, quindi la gestante viene trasferita in una barella e monitora le sue condizioni. Se la nascita è andata bene per la madre e il bambino e il loro benessere è valutato soddisfacente, immediatamente dopo l'esame, la puerpera (la cosiddetta donna appena nata) aiuterà a mettere il bambino al seno. E due ore dopo il parto, una coppia felice lascerà il blocco di nascita e andrà nel reparto postpartum.

Respirare correttamente durante il parto!

Per rilassarsi durante una faticosa battaglia e non sforzare gli addominali, quando è ancora impossibile spingere, si consiglia alla futura mamma di usare una respirazione speciale. All'inizio dell'incontro, dovresti aprire la bocca e respirare più spesso e superficialmente (come un cane) durante l'incontro. Tale respirazione dà il massimo rilassamento del diaframma (si muove continuamente durante l'inspirazione-espirazione, rendendo impossibile la tensione), i muscoli addominali e il pavimento pelvico. Di conseguenza, il feto scende gradualmente lungo il canale del parto durante le contrazioni uterine. Nel processo di tale avanzamento del feto, non vi è alcun brusco cambiamento nella pressione intracranica, il bambino riceve una quantità sufficiente di ossigeno e si sente soddisfacente.

I dolori sono dolorosi?

Il momento stesso della nascita del bambino è accompagnato per la madre da uno stress fisico più intenso del dolore. Il fatto è che il bambino con la testa allunga il tessuto perineale in modo che l'apporto di sangue sia temporaneamente disturbato in essi. Senza afflusso di sangue, la trasmissione di un impulso nervoso è impossibile, che è un segnale di dolore. Pertanto, non c'è dolore nel perineo, di cui le future madri hanno così paura, in questo momento, c'è solo una sensazione di pienezza all'interno della vagina creata dal bambino.

Up