logo

Il primo giorno dopo la nascita, la maggior parte delle madri percepisce il sanguinamento uterino come una cosa ovvia, ma passano una o due settimane e iniziano a sorgere domande. E perché è una specie di giallo? È normale quando ha un odore simile? Quando finirà tutto? È ancora dimissione dopo il parto o è già le mestruazioni? Risolto insieme!

Che cos'è lochia

Lochia ha preso il nome, un po 'divertente per l'orecchio russo, dal greco λοχεια - parto. Esternamente, a volte assomigliano al flusso mestruale, ma in realtà non è così: tutto ciò che potrebbe indugiare lì dal momento della gravidanza viene “evacuato” dall'utero. Cioè, non è solo il sangue e il rivestimento (strato interno) dell'utero, ma anche le cellule della placenta, i resti delle membrane e il liquido amniotico e così via.

Avvistamento: fino a cinque giorni dopo la nascita

Durante la gravidanza, l'utero è pieno di sangue, come una spugna. Durante il parto, inizia a contrarsi (è necessario "spingere" fuori il bambino) e questo processo di compressione continua dopo il parto. Il sangue scorre da esso, come l'acqua di una spugna bagnata, se lo stringi in un pugno.

Certo, è importante ridurre la perdita di sangue: a questo scopo, una vescica di ghiaccio viene posizionata sullo stomaco di una donna appena nata (i capillari sono compressi da raffreddori, arresti sanguinanti), se questa misura non aiuta, un'iniezione dell'ormone ossitocina (provoca uno spasmo uterino che assomiglia a uno scramble, e piccolo i vasi sanguigni sono pizzicati). Un tale intervento non deve essere considerato eccessivo e innaturale: l'ossitocina è il nostro ormone, che viene attivamente rilasciato durante il travaglio e durante l'allattamento. Ma se c'è un fallimento e c'è poca ossitocina "interna", è del tutto possibile ricostituire le sue riserve "dall'esterno".

I fan del parto naturale dovrebbero prestare attenzione al fatto che nella ciarlataneria erano molto comuni vari preparati a base di erbe per ridurre l'utero e ridurre il sanguinamento uterino, in modo che i nostri antenati non dessero tutto alla natura. Ma, naturalmente, i farmaci moderni sono più accurati ed efficaci..

Che aspetto ha la lochia: scarica sanguinolenta di coaguli, il primo giorno - scarlatto brillante.

Qual è la quantità di dimissione: immediatamente dopo la nascita, una donna può perdere fino a mezzo litro di sangue.

Quando iniziare a preoccuparti: se devi cambiare più di un maxi pad all'ora, devi informare il tuo medico o, se sei già a casa, chiamare un'ambulanza. Dovresti anche consultare un medico se lo scarico si interrompe improvvisamente (questo significa che un grosso coagulo di sangue ha ostruito la cervice e tutto lo scarico rimane all'interno).

Cosa fare: osservare l'igiene personale e monitorare lo svuotamento tempestivo dell'intestino e della vescica. Quando l'utero diminuisce drasticamente dopo il parto, sia l'intestino che la vescica hanno un volume "insolitamente" di grandi dimensioni, e una donna potrebbe non sentirsi piena. Nel frattempo, una vescica traboccante può spremere l'utero e interferire con la sua efficace pulizia..

Scarico brunastro (marrone): fino a due settimane dopo la nascita

A poco a poco, la natura dello scarico cambia: da scarlatta, insanguinata, diventa brunastra. In generale, questo periodo, in termini di profusione e natura della dimissione, è simile alle mestruazioni, e questo non è casuale. C'è un restauro dello strato interno dell'utero, come alla fine del ciclo mestruale, in modo che la scarica sia principalmente cellule morenti dell'endometrio uterino.

Come appare lochia: secrezione marrone o brunastra, a volte con coaguli simili a mestruali.

Quanta scarica: come durante le mestruazioni regolari.

Quando iniziare a preoccuparsi: se improvvisamente la natura dello scarico cambia - diventano di nuovo abbondanti e sanguinanti o causano prurito, bruciore e odore sgradevole. Anche arrestare lo scarico in questa fase non è la norma! Molto probabilmente, un grosso coagulo di sangue ha ostruito la cervice e le ventose si decompongono nella sua cavità.

Cosa fare: osservare l'igiene personale e, non importa quanto non sia desiderabile, dare la preferenza ai tamponi, piuttosto che ai tamponi. La superficie dell'utero è ora molto vulnerabile e aperta alle infezioni, la creazione di un ambiente chiuso può contribuire all'infiammazione..

Scarico giallastro: fino a quattro settimane dopo la nascita

Lo scarico si illumina gradualmente e diventa giallastro. Sono meno abbondanti rispetto alle mestruazioni, ma più abbondanti della dimissione giornaliera di una donna in buona salute. Esistono pochi globuli rossi (globuli rossi) in queste secrezioni, principalmente globuli bianchi: la superficie dell'utero guarisce, quindi la composizione delle secrezioni è simile alla gomma sierosa.

Come appare la lochia: scarico mucoso viscoso giallastro.

Qual è la quantità di scarico: usi le guarnizioni di capacità minima.

Quando iniziare a preoccuparsi: se improvvisamente la natura dello scarico cambia - causano prurito, bruciore, odore sgradevole.

Cosa fare: osservare l'igiene personale.

Scarico biancastro: fino a 40 giorni dopo la nascita

A poco a poco, lo scarico diventa più leggero, trasparente e scarso e nella quinta o sesta settimana dopo il parto assomigliano al muco trasparente. La composizione delle secrezioni è costituita da globuli bianchi, cellule epiteliali e persino grasso. Una graduale riduzione del volume indica che. Che il processo di recupero uterino si concluda con successo.

Come appare lochia: muco trasparente, a volte leggermente giallastro.

Qual è la quantità di scarica: usi i cuscinetti giornalieri (non dimenticare che devono essere cambiati ogni due ore, anche se sembrano asciutti!)

Quando iniziare a preoccuparsi: se all'improvviso la natura dello scarico cambia, diventano di nuovo abbondanti e brunastre. No, non si tratta di sanguinamento, ma molto probabilmente il ciclo mestruale si è ripreso. Forse la prima mestruazione dopo il parto non sarà come le mestruazioni regolari: sarà più povera, più corta (o, al contrario, più lunga) del solito, ma devi capire che puoi rimanere di nuovo incinta e, se questo è uno sviluppo indesiderato di eventi, prenditi cura della contraccezione.

Cosa fare: se qualcosa va "fuori programma", assicurati di contattare il medico!

Lochia dopo taglio cesareo

Dopo un taglio cesareo, lo scarico è simile a quello dopo una nascita naturale, con un'eccezione: durano più a lungo. Poiché l'utero non ha attraversato un ciclo di contrazioni che interrompono naturalmente l'afflusso di sangue capillare, lochia può distinguersi per sei o anche dieci settimane. Dopo il parto chirurgico, alle donne in travaglio viene più spesso prescritta l'ossitocina e varie procedure di fisioterapia che contribuiscono alla contrazione uterina postpartum.

Assicurati che lo spotting non duri più di una settimana. Segni indiretti di eccessiva perdita di sangue: debolezza, vertigini, sensazione di imminente svenimento.

Che aspetto ha la lochia: il periodo di scarico brunastro dura più a lungo - tre o anche quattro settimane.

Qual è la quantità di scarico: lo scarico brunastro è meno abbondante che durante le normali mestruazioni.

Quando iniziare a preoccuparsi: se lo spotting dura più di una settimana dopo il parto o si avvertono sintomi di aumento della perdita di sangue - debolezza, vertigini.

Cosa fare: osservare l'igiene personale.

Periodo postpartum: quante perdite sanguinolente dopo il parto

La nascita di un bambino è un evento meraviglioso per la famiglia e un difficile processo fisiologico per la madre, perché il suo corpo sta subendo importanti cambiamenti. Dopo la nascita del bambino, il corpo ritorna gradualmente alle sue forme precedenti: l'utero diventa la sua dimensione originale, il sistema riproduttivo viene ripristinato e si sta nuovamente preparando per una possibile concezione.

Come sapete, le mestruazioni non vanno agli uomini durante l'allattamento, ma ciò non significa che lo faccia senza secrezioni. Le allocazioni dopo la nascita di un bambino o di lochia possono continuare per due mesi dopo. Quante perdite sanguinolente dopo il parto, cosa dovrebbero essere e come distinguere il processo naturale dalla patologia?

Durata

Quando la dimissione termina dopo la nascita del bambino, questo è il problema più urgente per le donne che partoriscono.

Durante la nascita del bambino, la placenta viene separata dalla mucosa a cui è stata fissata e inizia a sanguinare.

Il sangue che fuoriesce è lo scarico postpartum a cui vengono aggiunti coaguli di sangue, resti di placenta, muco ed epitelio esfoliato..

Vanno più a lungo delle mestruazioni, di solito tutto il tempo di guarigione. All'ospedale, i medici controllano questo, e dopo la dimissione, la donna stessa.

Quanto dura la dimissione dopo il parto? Questo è un processo individuale, a seconda della velocità di guarigione della ferita nella cavità uterina, della sua contrazione e del tasso di rinnovamento del suo guscio interno. In generale, il recupero dipende da:

  • contrazioni uterine;
  • tasso di coagulazione del sangue;
  • età
  • condizioni dell'utero;
  • attività fisica.

Se la guarigione avviene attivamente e non è accompagnata da complicanze, in generale termina in 5-8 settimane, quindi la lochia si interrompe.

Nel loro aspetto, lochia è molto simile alle mestruazioni, ma il loro numero diminuisce gradualmente al giorno da 0,5 a 0,1 l.

Caratteristica

È estremamente importante monitorare le condizioni e il colore delle ventose, perché questi sono indicatori di come procede il processo di guarigione e se ci sono complicazioni. Nelle prime ore, un odore sgradevole dalla vagina è naturale, così come l'abbondanza di sangue. Le condizioni della donna sono monitorate dai medici e non c'è nulla da temere, questo è naturale. L'intero processo di dimissione dopo il parto è suddiviso in fasi:

  1. Il primo giorno, le secrezioni sono estremamente attive - i percorsi naturali sono aperti, quindi è importante mantenere l'igiene per evitare l'infezione. Nei primi 7 giorni, la lochia è spessa e luminosa (rossa o bordeaux), con una miscela di muco e coaguli di sangue. In questo momento, l'utero si sta attivamente contraendo e tutti i residui ne escono..
  2. 2-3 settimane: lochia diminuisce in quantità, non sono più saturi di colore e senza muco. L'igiene è necessaria: ciò contribuirà all'eliminazione degli odori. Puoi già utilizzare i pad giornalieri e cambiarli dopo 4-5 ore.
  3. 3-4 settimane: il sangue si riduce, è già leggero e inodore. L'utero ha già smesso di contrarsi, i percorsi si sono chiusi, quindi non c'è più dolore.
  4. Settimana 4-5: in questo momento, la lochia di solito si ferma, acquisendo una tinta marrone o giallastra, completamente inodore. A volte, a causa delle caratteristiche individuali del corpo, si trascina fino a 8 settimane. Questo è quanto lohia può andare.

Tuttavia, quanto dura la dimissione dopo il parto? Di solito terminano entro la quinta settimana con una rapida guarigione. Ma non preoccuparti se durano fino a 8 settimane: questo è normale. È necessario preoccuparsi se l'emorragia si è fermata 2-3 settimane dopo la nascita. Di solito questo non è un buon sintomo di un problema esistente e un segnale di una visita necessaria da un medico. Le ragioni possono essere:

  • curva uterina;
  • costipazione e vescica costantemente piena;
  • endometritis.

Vale la pena notare che l'allattamento al seno accelera il processo di recupero. Allo stesso tempo, la prolattina prodotta "congela" le appendici e le mestruazioni.

Composizione e colore

Di che colore dovrebbe scaricarsi dopo il parto? Lochia ha diverse caratteristiche:

  1. Sanguinosa: vanno il primo giorno e hanno un odore di sangue fresco. Per loro consistenza, sono vernacolari, poiché contengono nella loro composizione grumi di tessuto morto - questo lascia tutti i resti e il posto per la separazione delle emorragie della placenta.
  2. Sieroso - di colore rosa-brunastro e compaiono il giorno 5. Allo stesso tempo, hanno un odore sgradevole e gli standard di igiene devono essere attentamente osservati per evitare infezioni.
  3. Bianco: inizia circa 10 giorni e diventa più fluido di quelli precedenti. Non hanno odore e il loro numero si riduce gradualmente. Lo scarico bianco dopo il parto può anche essere naturale per il sistema genito-urinario, se sono omogenei e inodori. Se hanno una consistenza cagliata, hanno un odore acido e sono accompagnati da prurito della vagina - questo è un segno: mughetto, infiammazione, patologia, ridotta secrezione delle ghiandole uterine.
  4. Marrone: quando la ferita all'interno smette di sanguinare, la lochia acquisisce una tonalità scura. Ciò è dovuto al rilascio del vecchio sangue già marrone. Di solito compaiono nella terza settimana e durano fino a 4-6 settimane.
  5. Giallo: questa è la norma a 5-8 settimane, quando segnalano la fine del processo di recupero e, a volte, l'inizio del ciclo mestruale. Vale la pena esaminare se sono accompagnati da: un odore persistente spiacevole, prurito, bruciore: questo è molto probabilmente un segno di un'infezione moltiplicativa nel sistema genito-urinario ed è molto importante prevenirne il passaggio nell'utero;
  6. Lo scarico purulento dopo il parto è un pericoloso segno di infiammazione, che può minacciare la salute e la vita. Dovresti immediatamente andare in ospedale per chiedere aiuto, specialmente se la temperatura è aumentata bruscamente. Molto spesso questo diventa un segno di endometrite - infiammazione dell'utero, della sua mucosa.
  7. Lo scarico verde dopo il parto è un altro segno del processo infiammatorio. È accompagnato da temperatura e dolore, di solito si verifica se c'è un post-parto all'interno, quindi può anche iniziare il sanguinamento. Lochia di un colore simile obbliga una donna a contattare immediatamente un ginecologo.

Una donna, al fine di evitare complicazioni, dovrebbe rifiutare di fare la doccia e l'uso di contraccettivi chimici. È importante mantenere l'igiene intima e aderire al riposo a letto.

L'aspetto dei goof neri è normale - questo accade quando la loro composizione cambia e il corpo subisce cambiamenti ormonali.

deviazioni

Con un complicato processo di guarigione dell'utero, la donna inizia dolore, febbre e inizia a sanguinare con un colore e un odore insoliti.

Questa dovrebbe essere la base per una visita dal medico. Esistono diversi tipi di gravi complicazioni, ma ognuna di esse è pericolosa e può causare danni significativi alla salute e alla vita di una donna:

  1. Infezioni: le secrezioni verde-giallastre con un odore marcio indicano la diffusione di infezioni. Insieme a loro, la temperatura aumenta e inizia un forte dolore addominale. Con una visita tempestiva dal medico e dai test, viene diagnosticata la donna (viene determinato l'agente patogeno) e viene prescritto un trattamento che consente al corpo di superare l'infezione e continuare il processo di recupero.
  2. Sanguinamento: si verifica con muscoli indeboliti dell'utero. In questo caso, la donna viene iniettata con ossitocina, che provoca la rapida contrazione dell'utero.
  3. Stagnazione: i muscoli addominali si indeboliscono, l'utero inizia a distendersi e si verifica una curva, che interferisce con il rilascio di sangue. A causa dell'accumulo di coaguli di sangue e muco indesiderato nella cavità uterina, si verifica un'infiammazione, che può portare a gravi patologie. In una tale situazione, è necessario ripristinare la resa di lochia e, per questo, il ginecologo somministra due farmaci per via endovenosa alla donna: l'ossitocina - per migliorare le contrazioni; No-spa - per alleviare lo spasmo cervicale.

Per prevenire il ristagno, una donna dovrebbe mentire più spesso sullo stomaco, non impegnarsi in attività e bere molta acqua.

Per evitare complicazioni, è necessario seguire rigorosamente le istruzioni del medico, osservare gli standard di igiene e impegnarsi nella prevenzione.

Prevenzione

La prevenzione delle complicanze comporta principalmente un monitoraggio regolare da parte di un medico. Solo test ed esami tempestivi possono prevenire lo sviluppo di gravi patologie. In caso di ristagno o forte dolore, il medico sarà in grado di prescrivere farmaci che accelerano le contrazioni uterine e puliscono la sua cavità. Altri agenti profilattici includono:

  1. 4-5 ore dopo la nascita, si consiglia alla donna di alzarsi e iniziare a camminare.
  2. Assicurati di eseguire un'ecografia prima della scarica per assicurarti che la cavità sia pulita dopo la nascita e per monitorare il processo della sua riduzione.
  3. Evita le attività fisiche gravi nelle prime settimane, solleva i pesi. È meglio sdraiarsi sullo stomaco e riposare di più..
  4. Assicurati di osservare la cura del corpo igienica e in particolare la vagina (lavati ogni 4-5 ore, fai una doccia al mattino e alla sera).
  5. Tratta la cucitura, se presente.
  6. Non fare il bagno, poiché il riscaldamento aumenterà il flusso sanguigno e vi è il rischio di infezione dei genitali.
  7. Non fare la doccia.
  8. Usa i pannolini o i cuscinetti come prodotti per l'igiene, ma non i tamponi! I tamponi bloccano l'uscita dall'utero e ritardano il deflusso di sangue, che rallenta il processo di recupero e purificazione e crea anche un rischio di infiammazione. Utilizzando pad e pannolini, è conveniente monitorare l'intensità e lo stato delle secrezioni.

Conclusione

Quanti sanguinamenti dopo la nascita? - in realtà non è la domanda più importante. È molto più importante che abbiano un colore e una consistenza normali. Le donne dovrebbero monitorare attentamente le loro condizioni nei primi due mesi dopo la nascita del bambino. È questo periodo che è pericoloso quando sorgono difficoltà impreviste che possono svilupparsi in una patologia. Pertanto, è importante consultare regolarmente un ginecologo ed eseguire tutti i test necessari, rafforzando allo stesso tempo l'immunità e la salute del corpo nel suo insieme. Come posso rimanere incinta durante le mestruazioni, leggi il nostro articolo.

Allocazioni dopo il parto - norme e deviazioni

Lo scarico dopo il parto è normale. Succede nelle prime settimane dopo la nascita del bambino. L'articolo discuterà cosa sono la lochia normale e quali sono i segni della patologia..

Cos'è

Dopo la nascita del bambino, la placenta esfolia. Ha servito come fonte di sostanze necessarie per il bambino e protezione per lui. Una grande ferita rimane al posto della placenta. Il sangue e il plasma ne escono..

Lochia - questa è la secrezione uterina postpartum.

La composizione delle ventose, il loro colore e volume variano a seconda di quanto tempo è trascorso dalla nascita del bambino. Una donna dovrebbe sapere quanta scarica segue il parto, quale dovrebbe essere il suo volume, il colore.

norme

Il tasso di Lochia dopo il parto varia in base al giorno e alla settimana..

Prime ore

In questo momento, la giovane madre è sotto la supervisione del personale medico. Normalmente, lochia è sanguinante e abbondante. È normale che una media di 400 millilitri di sangue venga versata 2 ore dopo la nascita del bambino.

In questo momento, esiste il rischio di sanguinamento uterino. Ciò si verifica in assenza di attività contrattile dell'utero. Al fine di prevenire il sanguinamento, l'ossitocina viene somministrata per via endovenosa.

Primi giorni

Lochia in questo momento risalta di meno. Per 3 giorni, un totale di circa 300 ml di foglie di sangue. In esso si trovano coaguli e sangue. Le anomalie sono troppo abbondanti o scarse.

Dovrebbero avere un odore di sangue fresco. Quindi cambia in acido.

Dopo la dimissione

Le espressioni si stanno ancora allontanando per circa un mese e mezzo. Per tutto questo tempo, ci vorranno da 500 a 1500 ml di liquido. Ogni giorno sarà sempre meno.

Anche il colore cambia: diventa giallo a causa di una quantità significativa di muco. Questa è una variante della norma. Quindi la lochia diventerà scarsa e imbrattata.

Durata

Lochia dopo il parto parte da 5 a 7 settimane. Dopo questo, l'utero viene ripristinato e la donna nota la solita secrezione vaginale. I seguenti fattori influenzano la durata della secrezione di lochia:

  • caratteristiche della gravidanza;
  • caratteristiche della nascita di un bambino (con mezzi naturali o con taglio cesareo);
  • l'intensità del sanguinamento uterino;
  • complicanze postpartum;
  • frequenza dell'allattamento al seno.

Più spesso la madre allatta al seno il bambino, più gli organi genitali si contraggono e meno tempo apparirà la lochia.

deviazioni

I segni di una condizione patologica sono i seguenti.

  1. Un piccolo numero di secrezioni o la loro completa assenza. Questo si chiama lohiometro. Il suo aspetto è associato a una contrazione anormale del collo uterino. Altri sintomi di questa condizione sono dolore nell'addome inferiore, ingrossamento dell'utero e febbre..
  2. Sanguinamento pesante Più sangue indica problemi di coagulazione.
  3. Sanguinamento da incisioni postoperatorie cablate.

Il sanguinamento dalle suture posizionate sul canale del parto si verifica a causa della non conformità con il riposo postpartum. La rottura della cucitura si verifica anche durante i movimenti intestinali.

Se l'epitelio uterino si è ripreso, lo scarico dovrebbe essere leggero o giallastro..

I seguenti sintomi indicano lo sviluppo di malattie:

  • la comparsa di un odore sgradevole;
  • prurito e bruciore nel perineo;
  • aumento della temperatura.

La comparsa di una tonalità verde indica un'anomalia. Questo è un sintomo patologico, indipendentemente dal suo aspetto nel periodo postpartum di recupero. Tale lochia può indicare lo sviluppo di:

In tali casi, a una donna vengono prescritti antibiotici. È severamente vietato assumere farmaci antibatterici da soli.

L'odore di pesce di lochia dovrebbe allertare. Sembra a causa del mancato rispetto delle norme igieniche o dell'esacerbazione della candidosi..

L'odore putrido appare quando:

Una donna deve prestare attenzione alla natura delle ventose, che si distinguono circa un mese e mezzo dopo la nascita. Se improvvisamente il colore delle espressioni diventa brunastro e il loro volume aumenta, questo significa il ripristino del ciclo mestruale. Ciò significa che può rimanere di nuovo incinta.

La prima mestruazione può essere scarsa o viceversa, abbondante.

Casi di emergenza

Una donna ha urgentemente bisogno di contattare un cambiamento nella durata, nella norma e nel colore dello scarico dopo il parto in presenza di tali sintomi.

  1. Il salto nella temperatura corporea. Non è sempre associato alla febbre. Il salto nelle letture del termometro è associato al possibile sviluppo di endometrite. Se non trattata, possono svilupparsi gravi complicazioni..
  2. La comparsa di pus con un odore sgradevole.
  3. Dolore nell'addome inferiore.
  4. La comparsa di un sacro da una sutura postoperatoria da un taglio cesareo.
  5. Improvviso aumento di lochia.
  6. Completa assenza. Ciò indica un blocco del canale cervicale.

In caso di emergenza, è necessario chiamare immediatamente un'ambulanza.

Prevenzione

Dopo un parto naturale, in assenza di lamentele, una donna ha bisogno di visitare un ginecologo dopo circa 6 settimane.

Dopo un taglio cesareo, è necessario consultare un medico circa una settimana dopo la dimissione. Il medico effettuerà un esame ginecologico, prescriverà esami del sangue e, se necessario, un'ecografia. La seconda volta è necessario visitare un medico in uno e mezzo o due mesi dopo la dimissione.

Per ridurre l'abbondanza di scarico postpartum, è necessario attenersi a tali raccomandazioni.

  1. Visita tempestiva alla toilette. Dopo il parto, devi camminare ogni 3 ore, anche se non c'è bisogno di urinare.
  2. Nutri il bambino con latte materno su richiesta. Durante l'alimentazione, viene prodotto l'ormone ossitocina, che migliora l'attività contrattile dell'utero.

Se compaiono crampi uterini durante l'alimentazione, questo è normale..

È necessario rinnovare la vita intima non prima di due mesi dopo il parto. A causa della non conformità a questa regola, un'infezione dalla vagina entra nell'utero.

Entro 10 giorni dalla consegna, si consiglia di lavare dopo ogni minzione o movimento intestinale, prima di coricarsi e ogni mattina. A tale scopo, è necessario utilizzare un sapone speciale con un indicatore di acidità neutra. Dopo la procedura, è necessario bagnare il cavallo con un asciugamano.

Le guarnizioni devono essere sostituite ogni 2 ore (o secondo necessità). È vietato toccare le cuciture con le mani. Dovresti scegliere un lino sfoderato realizzato con tessuti naturali..

  • visitare lo stabilimento balneare, la sauna;
  • fare un bagno;
  • usare tamponi;
  • douching;
  • fare sesso.

Il rispetto delle norme igieniche aiuterà a prevenire le complicazioni..

La comparsa di secrezione dall'utero dopo il parto è assolutamente normale. Normalmente, il loro volume diminuisce gradualmente. Anche la loro composizione sta cambiando: entro la fine del periodo di recupero, solo un piccolo numero di goa di colore chiaro se ne va.

Sapere come appare lochia nei primi giorni dopo il parto e qualche tempo dopo aiuta a prestare attenzione ai problemi di salute in tempo. L'accesso tempestivo a un medico ti aiuterà a non perdere la comparsa di pericolose complicazioni.

Quale dovrebbe essere la dimissione dopo il parto?

Nell'ultimo periodo del parto, si verifica la nascita del parto, il che significa il completamento del processo di nascita. Questo è accompagnato dal rilascio di una grande quantità di sangue e muco: poiché la superficie dell'utero è danneggiata, una ferita dal precedente attaccamento della placenta rimane su di essa. Fino a quando la superficie dell'utero non guarisce e la mucosa viene ripristinata, il contenuto della ferita sarà secreto dalla vagina della puerpera, cambiando gradualmente colore (ci saranno meno impurità nel sangue) e diminuendo in quantità. Queste secrezioni postpartum sono chiamate lochia..

Immediatamente dopo il completamento del parto, una donna viene iniettata con un farmaco per stimolare l'attività contrattile dell'utero. Di solito è ossitocina o metilegrometro. La vescica viene svuotata attraverso il catetere (in modo che non prema sull'utero e non interferisca con le sue contrazioni) e un riscaldatore di ghiaccio viene posizionato sull'addome inferiore. Questa volta è molto pericoloso scoprire il sanguinamento uterino ipotonico, quindi due ore dopo il puerperale sono ancora osservati nella sala parto.

Lo spotting è ora molto abbondante, ma non dovrebbe ancora superare la norma. La donna non avverte alcun dolore, ma il sanguinamento porta rapidamente a debolezza e vertigini. Pertanto, se ritieni che il sangue scorra molto fortemente (ad esempio, il pannolino sotto di te è tutto bagnato), assicurati di dirlo allo staff medico.

Se la dimissione durante queste due ore non supera mezzo litro e le condizioni della donna durante il parto sono soddisfacenti, verrà trasferita nel reparto postpartum. Ora devi seguire la tua dimissione, e per questo devi sapere cosa sono e quanto durano. Non preoccuparti: ovviamente l'infermiera controllerà tutto. E il medico verrà sicuramente, anche per valutare la natura e la quantità di dimissione. Ma per essere fiducioso e calmo, è meglio sapere in anticipo cosa ti succederà la prima volta dopo il parto e quale carattere dovrebbe avere la normale dimissione postpartum.

Quali sono le dimissioni dopo il parto?

Lochia è composta da cellule del sangue, saccarosio, plasma, frammenti della mucosa della cavità uterina (epitelio morente) e muco dal canale cervicale, quindi noterai muco e coaguli in essi, specialmente nei primi giorni dopo la nascita. Con la pressione sull'addome, nonché con il movimento, può aumentare la scarica del contenuto della ferita. Tienilo a mente, se vuoi alzarti dal letto, ti allagerai immediatamente. Pertanto, si consiglia di posizionare prima un pannolino sotto i piedi.

Lochia cambierà costantemente il loro carattere. All'inizio assomigliano allo scarico durante le mestruazioni, solo molto più abbondanti. Questo va bene, poiché c'è una pulizia della cavità uterina dal contenuto della ferita. Entro pochi giorni, la lochia diventerà un po 'più scura di colore e meno in quantità. Nella seconda settimana, lo scarico sarà di colore giallo-brunastro, acquisirà una consistenza mucosa e dopo il terzo - bianco-giallastro. Ma le impurità del sangue possono essere osservate per un mese intero dopo il parto - questo è normale.

Per evitare sanguinamenti?

Anche dopo che la donna dopo il parto è stata trasferita nel reparto postpartum, la probabilità di sanguinamento è ancora elevata. Se la quantità di scarico aumenta bruscamente, chiamare urgentemente un medico. E per prevenire il sanguinamento, procedi come segue:

  • Capovolgi regolarmente lo stomaco: questo aiuterà a svuotare la cavità uterina dal contenuto della ferita. E ancora meglio: sdraiati più sullo stomaco che sulla schiena o sul fianco.
  • Vai in bagno il più spesso possibile, anche se non senti l'impulso. In modo ottimale ogni 2-3 ore, poiché una vescica piena preme sull'utero e ne previene la contrazione.
  • Più volte al giorno, metti una piastra riscaldante con ghiaccio sull'addome inferiore: le navi si contrarranno, impedendo anche il sanguinamento.
  • Non sollevare nulla di pesante - durante lo sforzo fisico la quantità di scarico può aumentare.

Inoltre, nelle madri che allattano, lochia finisce molto più velocemente. Pertanto, allattare al seno il bambino su richiesta: durante l'allattamento, l'ossitocina viene prodotta nel corpo materno, provocando la contrazione dei muscoli uterini. Allo stesso tempo, la donna avverte dolori crampi e la scarica stessa si intensifica.

4 settimane di scarico del sangue postpartum

Dopo la nascita di un bambino, indipendentemente da come è avvenuta la consegna (con mezzi naturali o con taglio cesareo), una donna in travaglio dal tratto genitale appare sanguinante, che nella terminologia medica si chiama lochia.

Cosa sanguina dopo il parto?

Lochia è una scarica postpartum dalla cavità uterina che si verifica a causa della sua involuzione inversa.

I processi di recupero della mucosa uterina dopo il parto sono molto simili ai processi di guarigione della superficie della ferita, accompagnati dalla separazione della secrezione della ferita. A seconda del tempo trascorso dopo la nascita, lo scarico ha un colore e un carattere diversi. I primi 2-3 giorni sono sanguinanti, poiché includono un gran numero di globuli rossi (globuli rossi) che sono fuoriusciti dal posto di un bambino e vasi della membrana che cade.

Il 4 ° giorno, il contenuto di globuli rossi nello scarico diminuisce in modo significativo e vengono sostituiti dai globuli bianchi (globuli bianchi) e dalle cellule dell'epitelio rifiutato.

Una settimana dopo la nascita, il muco appare nella lochia (arrivando dalla cervice), i globuli rossi scompaiono quasi completamente e rimangono solo i globuli bianchi e le cellule dell'epitelio esfoliato. Durante questo periodo, lo scarico dopo il parto assume la forma di un liquido opaco grigio-bianco. Dopo circa 2-2,5 settimane, lo strato mucoso interno dell'utero viene completamente ripristinato e la scarica si interrompe.

Normalmente, in una donna in buona salute, nella prima settimana dopo il parto, vengono secreti circa 1-1,5 l di lochia. Questo liquido può avere una reazione neutra o alcalina e il suo odore dipende dalla presenza di una o l'altra microflora.

Va sottolineato che la normale cavità uterina è assolutamente sterile, ma, secondo gli esperti, dopo il parto (nei primi 3-4 giorni), alcuni tipi di batteri possono entrare lì attraverso la cervice socchiusa. Tuttavia, di solito non sono aggressivi e non sono in grado di causare lo sviluppo di un processo patologico.

Segni preoccupanti

Nonostante il fatto che l'individuazione dopo il parto sia la norma, richiedono un'attenzione particolare da parte dei medici, poiché a volte è lochia che è possibile determinare lo sviluppo di una condizione patologica.

  1. Un sintomo molto pericoloso è la presenza piuttosto lunga nello scarico post-partum del sangue.
  2. Lochia molto abbondante (è necessario sostituire più di una guarnizione all'ora).
  3. La presenza di grossi coaguli di sangue nello scarico.
  4. L'aspetto il 4-5 ° giorno di scarico rosso brillante, non si ferma nemmeno quando giace.
  5. Puzza.
  6. Febbre e brividi.
  7. Interruzione completa della dimissione postpartum nella prima settimana (questa condizione può segnalare un blocco della cervice con un coagulo di sangue o un eccesso dell'utero).

Scarico patologico dopo il parto

Nel caso in cui, nel periodo postpartum, per un motivo o per l'altro, si verifichi un disturbo nel processo di ripristino della mucosa della cavità uterina, la scarica cambia anche il suo carattere.

Con un ritardo dei residui di tessuto placentare, una contrazione insufficiente dell'utero o la presenza di qualsiasi danno, si verifica sangue nella scarica postpartum molto più a lungo del tempo specificato.

In presenza di pus nella lochia, si sospetta lo sviluppo di un processo infiammatorio nella cavità uterina.

Con la rigenerazione ritardata (ripristino) della mucosa, lo scarico sanguinante può durare più di un mese e mezzo. Questa condizione può portare allo sviluppo del processo infiammatorio nell'endometrio..

Normalmente, nel periodo postpartum, la cavità uterina rimane sterile solo per tre giorni, dopo di che vari microrganismi iniziano a penetrare dalla vagina, il che può provocare lo sviluppo di infiammazione. Nel caso in cui si sviluppi un'infezione batterica nel tratto genitale femminile, la scarica acquisisce una tinta giallastra o verdastra. Diventano più abbondanti, con uno sgradevole odore putrefattivo. Tuttavia, le donne in travaglio spesso lamentano dolore al basso ventre, brividi e febbre. Per evitare questa condizione, le regole igieniche di base non devono essere trascurate, così come cambiare gli elettrodi il più spesso possibile.

Cause di sanguinamento dopo il parto

  1. Atonia o ipotensione dell'utero associata al suo eccessivo allungamento, indebolimento o rilassamento (con debole attività contrattile di questo organo, il sangue dalla vagina scorre in un flusso continuo o in porzioni separate). Questa condizione richiede cure mediche urgenti, poiché la procrastinazione può costare una donna la sua vita.
  2. La presenza nella cavità uterina dei resti della placenta e delle membrane rallenta in modo significativo il processo di guarigione e può anche innescare lo sviluppo di sanguinamenti improvvisi gravi, una caratteristica della quale è l'assenza di dolore.
  3. Cattiva coagulazione del sangue (in questo caso, l'individuazione dopo il parto non ha coaguli e viene rilasciata in grandi volumi).
  4. Esercizio fisico eccessivo e sesso precoce dopo il parto.
  5. In un gruppo separato ci sono casi in cui nelle donne durante il parto il 21-28 ° giorno dopo il parto si osserva la ricorrenza di spotting. Questo non è altro che una "mestruazione minore", cioè il sistema riproduttivo di una donna ritorna alla sua funzione mestruale.

Cosa fare per evitare sanguinamenti?

Immediatamente dopo la nascita di un bambino, una donna in travaglio viene messa a pancia in giù con il ghiaccio, sotto l'influenza di cui i vasi sanguigni sono ridotti e lo sviluppo di sanguinamento è impedito.

Se, dopo un po 'di tempo dopo la nascita, la quantità di spotting aumenta notevolmente, è necessario chiamare urgentemente un medico. Allo stesso tempo, ai fini della prevenzione, gli esperti raccomandano alle donne in travaglio di rotolarsi regolarmente sullo stomaco o di mentire maggiormente sullo stomaco (in questa posizione, l'utero si svuota più attivamente dal suo "contenuto" della ferita). Dovresti anche svuotare la vescica il più spesso possibile, mentre preme sull'utero, impedendogli di contrarsi e svuotarsi..

È strettamente controindicato sollevare pesi, poiché l'attività fisica può innescare un aumento delle secrezioni.

Le donne che allattano dovrebbero farlo alla prima richiesta. Durante l'alimentazione, l'ossitocina viene secreta nel corpo della madre, sotto l'influenza del quale viene migliorata la contrazione dei muscoli uterini e l'utero viene invaso più velocemente.

Normalmente, la durata della dimissione dopo il parto è di 1-1,5 mesi. Durante questo periodo, la mucosa uterina interna viene completamente ripristinata. Se questo processo accelera o, al contrario, rallenta, una donna ha bisogno di una consultazione con un ginecologo.

Scarico postpartum di 4 settimane. Emorragia postpartum: cause e dinamiche

La gravidanza è alle spalle, un piccolo miracolo è a portata di mano e il corpo di una giovane madre ha bisogno di tempo per ripristinare le funzioni riproduttive e il solito lavoro del sistema genito-urinario.

Le donne, in particolare quelle che sono diventate madri per la prima volta, si preoccupano della domanda: quanto dura la dimissione dopo il parto e cosa dovrebbe essere normale?

Durata Postpartum Lochia

La durata della dimissione postpartum in una giovane madre è in media di circa 6-8 settimane, in ostetricia si chiamano lochia.

Il periodo di recupero di ogni puerpera è diverso: in una donna può richiedere circa 1 mese, in un altro - fino a 2 mesi.

Ciò dipende in gran parte dalla storia del travaglio, dagli intervalli tra le nascite, dal periodo di allattamento in passato, dallo stato del sistema immunitario della donna.

3 mesi dopo la nascita, la lochia è di solito mucosa, non abbondante, biancastra o giallastra: questa è la norma e indica che l'utero è tornato al suo stato fisiologico.

Quale dovrebbe essere il discarico postpartum?

Il primo giorno dopo il parto, una grande quantità di sangue viene secreta dal tratto genitale della puerpera in cui possono essere presenti grossi grumi.

Nel secondo e terzo giorno dopo la nascita, la lochia diventa rosso chiaro con una miscela di muco, ancora abbondante.

Entro la fine della prima settimana, lo scarico assomiglia al muco marrone con presenza di striature di sangue e piccoli grumi. Durante lo sforzo, il sollevamento pesi, lo sforzo fisico possono intensificarsi.

Entro la fine della seconda settimana dopo la nascita del bambino, le mucose vengono sostituite da acquose e acquisiscono una tinta gialla o brunastra.

Questo continuerà per circa un mese..

Oltre alla durata del periodo di recupero dell'utero e delle funzioni riproduttive, le donne spesso fanno una domanda al medico: quale dovrebbe essere la dimissione postpartum?

Normalmente, la lochia non dovrebbe avere un odore sgradevole, impurità di pus e inoltre non sono accompagnate da dolore e febbre.

Un mese dopo la nascita, lo scarico è normalmente trasparente, di colore giallastro o brunastro, il sangue non dovrebbe più esserlo.

Scarico postpartum giallo

Lo scarico giallo postpartum appare in una giovane madre circa 6-8 giorni dopo che la placenta è passata e prima di loro ci sono abbastanza abbondante e intenso sangue, che ogni giorno diventa più pallido.

La comparsa di lochia gialla è dovuta alla presenza in essi di un gran numero di globuli bianchi (leucociti) e indica che il processo di guarigione della cavità uterina soddisfa gli standard.

All'inizio, i lochia sono abbondanti, ma ogni giorno stanno diventando più piccoli e alla fine di 2 mesi dopo il parto scompaiono completamente.

A volte la comparsa di una scarica gialla indica un processo patologico nell'utero e una donna dovrebbe immediatamente cercare aiuto ginecologico.

I sintomi pericolosi sono:

  • Avvistando un mese dopo la nascita, che ha sostituito il giallo;
  • Dolore nell'addome inferiore con irradiazione nella parte bassa della schiena di natura angusta;
  • Aumento della temperatura corporea a 39-40 gradi;
  • Una miscela di pus nello scarico;
  • Nausea, vomito, crescente debolezza;
  • Cattivo odore di marciume.

Tali segni indicano lo sviluppo di un processo infettivo e infiammatorio nell'utero, che richiede un esame immediato e una terapia adeguata, altrimenti la donna può sviluppare avvelenamento del sangue.

Lo scarico spiacevole dopo il parto indica l'attaccamento di un'infezione batterica, lo sviluppo di endometrite o il passaggio incompleto del posto di un bambino.

Scarico sanguinante postpartum

Dopo la nascita del bambino, l'utero inizia a contrarsi intensamente, a seguito della quale il posto del bambino (placenta) lascia, questo organo ha adempiuto alla sua funzione e non è più necessario nel corpo.

Al momento della secrezione placentare, i vasi sanguigni si rompono, collegandolo alla parete uterina. Al momento della rottura dei vasi sanguigni, il sangue scorre da essi nella cavità uterina, che è accompagnato da un ulteriore sanguinamento dal tratto genitale.

Normalmente, il sangue viene secreto solo nel primo giorno dopo la nascita e il suo volume di solito non supera i 250 ml, il secondo giorno, un gran numero di perdite di sangue e muco, in cui sono presenti grossi coaguli, lasciano l'utero.

Come coinvolge l'utero, si schiariranno quotidianamente, diminuiranno e diventeranno acquosi.

Se la scarica è terminata e il rosso è ricominciato, devi contattare un ginecologo per un esame.

Lo scarico postpartum marrone di solito è molto spaventoso per le giovani madri, ma non preoccuparti: è normale.

La colorazione marrone è causata da una miscela di particelle morte dell'endometrio, coaguli con sangue coagulato, prodotti del processo involutivo nell'utero.

Molto spesso, il colore marrone di lochia si osserva nella seconda settimana dopo il parto, ma la comparsa di striature marroni non è esclusa entro la fine del primo mese, che non è una patologia se la giovane madre si sente bene.

Scarico dopo il parto con un odore - un motivo per stare attenti

L'odore di Lochia non può essere definito sgradevole, piuttosto, ricorda l'odore di umidità o flusso mestruale. La comparsa di un odore putrefattivo spiacevole dovrebbe allertare una donna e diventare un'occasione per la consultazione immediata del ginecologo.

Un odore simile può indicare che un pezzo di placenta rimane nell'utero e che i processi di decomposizione dei tessuti sono iniziati. Di norma, un forte dolore nell'addome inferiore, un'alta temperatura corporea (oltre 39 gradi) e una miscela di pus nella scarica si uniscono rapidamente al quadro clinico.

In rari casi, può verificarsi la comparsa di un odore sgradevole dalla lochia postpartum se una donna non cambia tempestivamente gli assorbenti usa e getta o osserva male le regole dell'igiene intima personale.

Un atteggiamento simile alla salute dopo il parto minaccia lo sviluppo di gravi malattie infiammatorie dell'utero e delle sue appendici a seguito della penetrazione di agenti patogeni.

Dopo la nascita di un bambino, indipendentemente dal parto, attraverso la via naturale o dopo il taglio cesareo, la donna ha una scarica sanguinolenta dal tratto genitale. Tale secrezione postpartum dall'utero si chiama lochia..

La causa della comparsa di lochia è il processo di guarigione della superficie interna dell'utero, in particolare dove la placenta era attaccata alla parete dell'utero. Poiché l'utero diminuisce gradualmente quasi fino alle dimensioni dell'utero prima della gravidanza (un tale processo è chiamato involuzione uterina, cioè recupero), il corpo si pulisce scartando i resti delle membrane, i coaguli di sangue, il muco e altri elementi di tessuto respinti. Se c'è un rilascio tempestivo dell'utero da tessuti non vitali, il periodo postpartum procede senza complicazioni.

Durata postpartum

È molto importante nel periodo postpartum prestare attenzione al colore e alla durata delle ventose. La natura dei ghiozzi durante il periodo postpartum cambia: le secrezioni diventano gradualmente più scarse e cambiano colore:

  • Lochia rossa: inizia nei primi 2-3 giorni dopo la nascita. Si tratta di una abbondante scarica di sangue rosso vivo (dovuta al gran numero di globuli rossi) con piccoli coaguli di sangue;
  • Lochia sierosa - inizia da 4 giorni dopo la nascita. Lochia diventa pallido e diventa saccarosio sieroso (marrone-rosato) con un alto contenuto di globuli bianchi. Durante questo periodo, non si devono osservare ventose o coaguli di sangue rosso vivo..
  • Lochia bianca: inizia da circa 10 giorni e dura fino a 21 giorni. Lochia acquisisce un colore bianco o bianco-giallastro, diventa liquido "sbavando" senza una mescolanza di sangue e odore.

Il numero di lochia diminuisce gradualmente, dalla terza settimana dopo la nascita diventano scarsi con una miscela di muco dal canale cervicale. Scarico dall'utero alla 5-6a settimana dopo la cessazione della nascita e solo il muco vitreo, in cui si trovano singoli leucociti, scorre dal canale cervicale.

Pertanto, le dimissioni dall'utero che iniziano immediatamente dopo il parto e durano fino a un mese e mezzo del periodo postpartum non hanno nulla a che fare con il ciclo mestruale e la dimissione si verifica indipendentemente dal fatto che la donna stia allattando o meno. Ma nelle donne che allattano al seno, la dimissione postpartum si interrompe più velocemente, poiché il processo di recupero dell'utero procede più velocemente. A causa dell'irritazione dei capezzoli, viene fornito il rilascio dell'ormone ossitocina, che ha un effetto contrattuale sull'utero. All'inizio, durante l'allattamento al seno di una donna, una donna può avvertire dolori crampi nell'addome inferiore, ma in pochi giorni se ne vanno.

Igiene postpartum

Per prevenire l'infezione, l'igiene personale è molto importante:

  • cambiare spesso gli assorbenti - almeno ogni 3 ore. Nella prima settimana dopo il parto, è meglio non usare assorbenti, ma pannolini o assorbenti in morbido cotone;
  • è necessario più volte al giorno, anche dopo ogni visita alla toilette, lavare i genitali e il perineo con acqua calda nella direzione anteriore a quella posteriore per prevenire l'infezione;
  • è severamente vietato l'uso di tamponi igienici, poiché irritano il tessuto cicatrizzante della vagina, chiudono l'uscita per gli sciocchi e creano condizioni favorevoli per la moltiplicazione dei batteri e lo sviluppo dell'infezione;
  • il douching vaginale è vietato per non infettare;
  • fare la doccia ogni giorno. Non è consigliabile fare il bagno.

Quando è necessario consultare un ostetrico-ginecologo?

Lochia non dovrebbe essere abbondante; il loro carattere dovrebbe corrispondere ai giorni del periodo postpartum e avere un odore normale. Il numero totale di lochia nei primi otto giorni del periodo postpartum raggiunge i 500–1000 g; hanno una reazione alcalina, un odore specifico (maturo). Se per qualche motivo si verifica un ritardo nell'utero nella cavità uterina, si forma un lohiometro - un accumulo di secrezioni postpartum nella cavità uterina o nella vagina, i microrganismi si moltiplicano in loro e la lochia acquisisce un odore sgradevole. In caso di infezione, può svilupparsi un processo infiammatorio: endometrite. Se la lochia rimane sanguinante per lungo tempo, questo indica un possibile processo infiammatorio nell'utero.

Una consultazione con un ginecologo è obbligatoria se la dimissione:

  • rimangono abbondanti e di colore rosso vivo dopo il 5 ° giorno dopo la nascita;
  • contenere grossi coaguli di sangue;
  • ha un odore sgradevole, inoltre, hai la febbre e brividi. Se lo scarico persiste nell'utero;
  • Improvvisamente Lochia si fermò molto prima di quanto dovrebbe essere.

Tutte le donne hanno dimissione postpartum e in ogni caso, indipendentemente dal fatto che il parto sia stato naturale (in tempo), sia stato eseguito un taglio cesareo prematuro o.

Perché ci sono perdite sanguinolente dopo il parto? Dopo che il bambino ha lasciato l'utero, la placenta inizia a separarsi dall'utero. Ciò provoca la rottura dei numerosi vasi sanguigni che collegavano queste due parti. Inizia il sanguinamento, che svolge un'importante funzione postpartum: fa emergere i resti della placenta, le parti morte dell'endometrio e altri prodotti fetali del feto, che dopo la nascita si trasformano in zavorra per il corpo.

Tali allocazioni sono chiamate ". Tutte le donne hanno esperienza di avvistamento entro un mese dal parto. Ma il loro carattere può essere assolutamente normale o patologico. Pertanto, ogni donna deve conoscere tutte le caratteristiche di questo processo. Prima di tutto, devi sapere quanta scarica dura dopo il parto, quanto sangue.

Ogni giovane madre ha le sue caratteristiche individuali. I tempi di recupero e guarigione di tutti i tessuti e organi danneggiati nelle donne sono sempre diversi. Pertanto, è impossibile dare una risposta accurata e completa alla domanda "quanto costa la dimissione dopo il parto". Ci sono alcuni quadri medi che possono essere condizionatamente considerati la norma. Tutto ciò che non rientra in questo quadro può essere considerato una deviazione. E le deviazioni, a loro volta, possono essere o non molto inquietanti o molto pericolose.

Scarico normale

Quanto dura una scarica di sangue dopo il parto? Molto spesso, la norma è considerata la durata dello scarico del sangue postpartum, pari a 1,5-2 mesi. Cioè, se 5 settimane dopo la nascita lo scarico si è fermato, allora questo è normale. Se la dimissione dopo il parto dopo 2 mesi non si è fermata, non è possibile rinunciare al trattamento..

Deviazioni non pericolose

Se la scarica dura più di due mesi, allora non dovresti prenderti il ​​panico immediatamente, ma devi prestare attenzione alla natura della scarica - colore, odore, composizione, densità (consistenza - dopo la nascita, i coaguli di sangue possono essere in lochia). Per tutti questi parametri, puoi fare un quadro approssimativo di ciò che sta accadendo all'interno del corpo femminile e trarre conclusioni preliminari. In ogni caso, devi consultare un medico. Il medico trarrà una conclusione obiettiva e deciderà se in questo caso valga la pena ricorrere all'intervento medico.

Deviazioni pericolose

Se la dimissione dopo il parto è trascorsa una settimana dopo, o dopo 2 settimane o 3 settimane dopo la nascita (prima della scadenza di 5 settimane), o se continuano per più di 9 settimane, questo è motivo di grave preoccupazione. Assicurati di fissare il momento in cui sono finiti, se sono finiti in anticipo. Tutto ciò può indicare malfunzionamenti nel lavoro dei sistemi e degli organi interni. In tali casi, sono richiesti l'esame e possibilmente il trattamento. Non vale la pena ritardare una visita dal medico, questo è irto di gravi conseguenze. Più a lungo tiri, più è probabile che sviluppi complicanze postpartum.

Accade spesso che le giovani madri inesperte siano felici se la dimissione è terminata entro un mese. Sembra che siano stati in grado di entrare con successo nel normale ritmo della vita e che il loro giovane corpo abbia affrontato con successo tutte le difficoltà associate al parto. Ma le statistiche mostrano che oltre il 90% di questi casi porta a complicazioni che richiedono un trattamento serio..

Il terzo giorno, lo scarico molto scuro dovrebbe essere sostituito da un accendino. Dopo un mese, lo scarico diventa più scarso. Se, dopo sei e sei settimane dopo il parto, la scarica sanguinosa prima si è conclusa e poi è ricominciata (il sangue è andato di nuovo), allora questa è anche un'occasione per una visita dal medico. I coaguli di sangue dalla seconda alla quarta settimana dopo il parto dovrebbero scomparire o il loro numero dovrebbe essere ridotto al minimo. Le mestruazioni regolari possono iniziare due mesi dopo il parto.

Caratteristiche delle contrazioni uterine

La contrazione dell'utero, che provoca lo scarico di sangue dalla sua cavità, è spesso la causa del dolore nell'addome inferiore. Il dolore stesso ricorda il travaglio. Inoltre, spesso accade che dopo la seconda e le successive nascite, il dolore durante lochia sia più grave che dopo la prima nascita.

Succede che nelle prime settimane dopo la nascita compaia lochia nera. Se non sono accompagnati da un forte dolore e un odore sgradevole, quindi, molto probabilmente, non sono un sintomo della condizione patologica della cavità uterina.

Questa natura della secrezione postpartum può essere ottenuta a causa dell'attivazione dei processi di ripristino dello sfondo ormonale e del ripristino delle mucose.

Durante le prime due ore dopo il parto, esiste il rischio di sanguinamento uterino grave, che può quindi causare infiammazione della mucosa uterina. Per evitarlo, una donna viene iniettata con farmaci per aumentare la contrattilità uterina. Inoltre, la vescica viene svuotata attraverso un catetere. Quando l'utero si contrae, i vasi sanguigni vengono pizzicati, il che impedisce una pericolosa perdita di sangue attraverso la mucosa della vagina. I segni di questa condizione nel corpo della madre sono un aumento della debolezza, vertigini, mal di testa.

Scarico dopo il parto. Norma e deviazioni

Al fine di valutare obiettivamente e adeguatamente le sue condizioni dopo il parto, una donna dovrebbe prestare attenzione non solo a quanto tempo, quanti giorni trascorreranno le dimissioni dopo il parto. Il periodo di tempo può rientrare nei limiti normali, ma la natura dell'emorragia, la composizione e altre caratteristiche dello scarico stesso possono avere segni di gravi deviazioni.

Quale scarico postpartum è normale? Quando termina la dimissione, in quanto e quanti giorni dopo la nascita durano?

Durante i primi 2-3 giorni dopo la nascita, si verifica sanguinamento dai vasi di scoppio. Quindi l'utero inizia a guarire e si apre il sanguinamento. Quale scarico dovrebbe essere in questo momento? Durante i primi 7 giorni, lo scarico potrebbe non essere solo sotto forma di sangue liquido. Molto spesso, puoi vedere grumi importanti. La placenta viene separata e insieme ai resti dell'endometrio sotto forma di coaguli viene fuori.

Dopo circa una settimana, non ci sono più coaguli, lo scarico diventa più fluido. Se si osserva una secrezione di muco nella composizione della goof insieme al sangue, non è necessario aver paura, questo è normale. Quindi escono i prodotti dell'attività vitale fetale. Il muco dovrebbe anche essere secreto per tutta la settimana e poi dovrebbe finire.

Quanto tempo dopo la nascita sono abbondanti? Di solito circa un mese. 30-35 giorni dopo la nascita, i lochia assumono la forma di strisci ordinari, come quelli che si verificano durante le mestruazioni, solo il sangue si è già coagulato.

Ma se accompagnato da un odore bruscamente sgradevole, se lo scarico pesante continua per diverse settimane (e allo stesso tempo non solo non si fermano, ma non cambiano), allora questo è motivo di preoccupazione.

lochi

Oltre alla composizione e alla durata (durata) di Lochia, devi prestare attenzione al loro colore e al loro odore. Color Lochia può dire molto. Normalmente, i primi 2-3 giorni di scarica hanno un colore scarlatto (rosso vivo), poiché il sangue non si è ancora coagulato. Successivamente, entro 7-15 giorni, lo scarico è più probabile marrone. Ciò suggerisce che il ripristino dell'utero avviene senza complicazioni e deviazioni. Ci sono lochia gialli, che, a seconda dell'ombra, possono parlare di diversi processi che si svolgono all'interno del corpo femminile.

Scarico giallo

Nonostante il fatto che i coaguli di sangue escano dopo il parto, potrebbero non essere necessariamente rossi, il colore potrebbe essere diverso. Sono gialli e possono avere altre sfumature..

Cambiamenti patologici

A seconda della tonalità specifica del giallo, i medici distinguono diversi tipi convenzionali di lochia.

  • Giallo pallido Questi non sono lochia molto spessi e non molto abbondanti, che possono iniziare entro la fine della seconda settimana. Sono normali.
  • Il 4-5 ° giorno possono comparire coaguli giallo brillante dopo il parto, intervallati da un colore verde chiaro e accompagnati da un odore putrefattivo molto spiacevole. Tale lochia è già un segnale allarmante. Il motivo più probabile è l'infiammazione della mucosa uterina chiamata endometrite.
  • Se i coaguli di sangue giallo dopo il parto sono iniziati dopo 2 settimane, allora questi coaguli nell'utero dopo il parto sono molto probabilmente sintomi di endometrite.

Lohiometer

Una comune complicazione postpartum è una malattia lochiometrica. Sta nel fatto che lo scarico si interrompe improvvisamente, ad es. il sangue nell'utero dopo la nascita inizia ad accumularsi. Molto spesso questo accade tra il 7 ° e il 9 ° giorno dopo la nascita.

endometrite

Lo scarico verde dopo il parto è molto peggio del giallo, perché può essere un sintomo di endometrite. Non appena una donna ha notato le prime, anche le più insignificanti macchie verdi nella scarica, dovrebbe consultare immediatamente un medico. Il verificarsi di endometrite durante la gravidanza può contribuire ad alcune deviazioni nella salute materna e ad altri fattori..

Sanguinamento uterino

Normalmente, dovrebbero avere un colore rosso brillante solo nella fase iniziale, cioè durante i primi giorni dopo la nascita del bambino. L'utero della donna in questo momento è, infatti, una ferita aperta in cui il sangue non ha il tempo di coagulare. Pertanto, lo scarico ha un aspetto sanguinoso pronunciato. I coaguli di sangue che rimangono nella cavità uterina dopo il parto vengono gradualmente escreti e la loro presenza nel flusso generale delle secrezioni uterine è normale.

Scarico marrone

Lo scarico marrone dopo il parto inizia dopo circa 2 settimane e indica il normale corso del processo di recupero.

Punto culminante verde

Lo scarico verde dopo il parto è un chiaro segno dell'inizio del processo di decadenza, che è molto pericoloso. Anche se scarico verdastro inodore, ancora in questo stato il corpo non può essere considerato sicuro.

Problemi insanguinati

L'individuazione dopo il parto è generalmente normale. Lo scarico sanguinante un mese dopo la nascita ricorda le solite piccole sbavature che tutte le donne hanno alla fine del periodo.

Caratteristiche di Lochia dopo taglio cesareo

Le allocazioni dopo il parto eseguite dal taglio cesareo hanno un carattere leggermente diverso, ma in generale lo stesso. Solo in questo caso è più probabile catturare un'infezione o provocare un diverso processo infiammatorio, quindi dovrebbe esserci maggiore attenzione all'igiene dopo il taglio cesareo. Nella prima settimana dopo la nascita, la dimissione è molto abbondante. La durata totale di Lochia è più lunga, perché l'utero non si contrae più velocemente e la guarigione dei tessuti danneggiati è più lenta.

Prevenzione di complicanze e infiammazioni

Per ridurre la probabilità di complicanze, si consiglia di andare in bagno il più spesso possibile. È importante allattare al seno. Durante la stimolazione del capezzolo, viene prodotta l'ossitocina, l'ormone pituitario che migliora le contrazioni uterine. Durante l'alimentazione, può apparire (o intensificare) il dolore nell'addome inferiore, ma questo è normale. In questo caso, il dolore più grave viene avvertito dalle donne che hanno già partorito prima..

Seguire l'igiene con molta attenzione..

L'igiene postpartum è la base per il successo del recupero del corpo femminile. Esistono diverse raccomandazioni chiave:

  • scegliere con cura le guarnizioni, sostituirle almeno ogni 3-4 ore;
  • non usare tamponi;
  • sciacquare i genitali il più spesso possibile;
  • durante l'elaborazione delle cuciture, utilizzare antisettici.

Il parto è un processo molto importante e complesso per il corpo di una donna. L'intero corpo di una donna si sta preparando da nove mesi. Naturalmente, dopo la nascita, anche il corpo ha bisogno di tempo per riprendersi gradualmente. Uno dei segni più manifesti del periodo postpartum è Lochia..

Lochia è una fuoriuscita di sangue dopo il parto. Pertanto, l'utero e il canale del parto vengono puliti dalle cellule morte dell'endometrio, dai resti di placenta, liquido e sangue. Le pareti allungate dell'utero ritornano gradualmente alla loro dimensione originale. Questo processo si chiama "involuzione", che significa restauro. E accompagna il suo avvistamento dopo il parto.

Quale dovrebbe essere lochia dopo il parto?

Ogni donna dovrebbe osservare se l'assegnazione di Lochia dopo la nascita è normale per lei. Questa è una garanzia che il processo di recupero avverrà senza complicazioni..

Quindi quale dimissione dopo il parto è considerata la norma? In effetti, il colore di Lochia dopo il parto differisce a seconda di quanto tempo è trascorso dopo il parto. Indipendentemente dal metodo di consegna - parto naturale o taglio cesareo, lochia dovrebbe essere:

  • Le prime ore sono molto rosse e luminose. Potrebbero avere coaguli di sangue. Il primo allattamento al seno del bambino provoca la contrazione dell'utero e la lochia si sta muovendo più intensamente.
  • Rosso brillante, scarico forse più trasparente, fino a 250 ml. al giorno per i primi 2-3 giorni. Con movimenti improvvisi, camminando o quando viene esaminato da un ginecologo, lo scarico diventa più abbondante.
  • Scarico marrone, simile al mestruale. Abbastanza abbondante, ma le normali guarnizioni possono già farcela. Tale dimissione dopo il parto dura circa 5-7 giorni.
  • Marrone, raramente rosso, a volte quasi trasparente, leggermente mucoso, di diversa intensità. Che quasi si ferma, poi di nuovo un po 'più abbondante. In questa forma andare lochia dopo il parto per 4-8 settimane.

Le pulsazioni, a volte leggermente spiacevoli, le sensazioni nell'utero durante l'allattamento sono considerate normali. In questo caso, lo scarico può essere più intenso con una miscela di coaguli di sangue.

La durata dell'assegnazione di Lochia dopo il parto

Le giovani madri spesso si chiedono quanta dimissione arriva dopo il parto. Tutto è molto individuale. Ma dopo il parto naturale, di norma, il rilascio di lochia dopo il parto è inferiore a quello dopo il taglio cesareo. Si può osservare un rilascio più lungo di lochia se il parto è stato difficile, nelle madri con molti bambini, nelle donne in travaglio di età superiore ai 30 anni, nelle donne primipare e indebolite.

La durata normale di Lochia è considerata di 5-8 settimane. Dopo due mesi, lo scarico dovrebbe arrestarsi completamente. Fu in quel momento che i ginecologi consigliarono di venire a una consultazione e un esame a colpo sicuro.

Cosa dovrebbe allertare una donna nelle secrezioni dopo il parto

Se immediatamente dopo la nascita c'è una scarica abbondante - questa è la norma. È necessario sospettare un sanguinamento se gli speciali cuscinetti postpartum sono completamente riempiti di sangue in un'ora. Urgentemente bisogno di informare il medico.

Se, quasi immediatamente dopo il parto, la dimissione si interrompe o la loro quantità diminuisce sensibilmente, questa è anche un'occasione per consultare un medico. Con l'accumulo di lochia nell'utero, si verifica l'infezione e questo è molto pericoloso. L'infiammazione può anche essere indicata da temperatura corporea elevata, febbre o brividi e dolore addominale..

È inoltre necessario prestare attenzione all'odore di scarico dopo il parto. Dovrebbe essere neutro e non duro. All'inizio, potrebbe esserci un odore biancastro di lochia dopo il parto - questa è una variante della norma. Un odore pungente e putrido è un segno dello sviluppo di batteri patogeni e infiammazione.

Anche una causa di cautela sono scariche scarlatte più di due settimane dopo la nascita. Come opzione, quando il Lochia divenne marrone, e poi di nuovo rosso.

Se nel giro di un'ora vengono riempiti più di due elettrodi, è necessaria l'assistenza medica di emergenza. Va ricordato che in caso di sanguinamento uterino questo può essere pericoloso per la vita. Urgentemente bisogno di chiamare un'ambulanza.

Quando si osserva la comparsa di scarlatto scarlatto sullo sfondo di un daub brunastro una settimana dopo il parto, la lochia a volte si ferma, quindi va di nuovo abbastanza intensamente, si può sospettare una patologia, vale a dire un lochiometro. Ciò accade a causa delle caratteristiche anatomiche dell'utero, a causa della formazione di un ematoma, che interferisce con la secrezione di secrezioni. Per questo motivo, c'è un accumulo di muco, spotting e persino residui di placenta. In questo caso, c'è un odore sgradevole di secrezioni.

Scarico postpartum - quando è necessaria un'attenzione medica urgente

Quindi, i segni che una donna dopo il parto ha bisogno di un consiglio medico di emergenza sono:

  • aumento della temperatura;
  • sensazioni dolorose di trazione nell'addome, è possibile una sensazione di bruciore;
  • sgradevole odore putrefattivo di goof;
  • scarico improvvisamente scaricato;
  • scarico notevolmente aumentato.

Il medico dovrebbe immediatamente esaminare un utero allargato, diagnosticare con gli ultrasuoni e, se le paure sono confermate, prescriverà un trattamento. In alcuni casi, vengono prescritti antibiotici e farmaci che contribuiscono alle contrazioni uterine. Ma a volte devi ricorrere alla procedura di curettage.

Se i segni non sono evidenti, ma la donna in travaglio ha preoccupazioni sulla natura della dimissione e sul suo benessere, puoi sempre chiedere consiglio all'ospedale di maternità, dove è avvenuta la consegna o altro. Questa è una pratica comune..

Scarico postpartum - prevenzione delle complicanze postpartum

Al fine di evitare problemi e complicazioni durante il recupero dopo il parto, si raccomanda:

  • a discrezione del medico immediatamente dopo la nascita, applicando ghiaccio sull'utero e iniezioni di ossitocina per ridurre l'utero;
  • le prime 6-8 ore a mentire;
  • sdraiarsi periodicamente sullo stomaco, il che migliora lo scarico della lochia;
  • all'inizio non sollevare nulla di pesante, non fare movimenti improvvisi, ma non sdraiarsi, spostarsi un po ', soprattutto se la nascita avveniva in modo naturale;
  • allattamento al seno su richiesta - un'alimentazione frequente porta alla produzione naturale dell'ormone ossitocina;
  • bene aiuta a recuperare dopo bende parto o fogli di avvolgimento;
  • le procedure dell'acqua dovrebbero essere eseguite dopo ogni visita alla toilette con l'uso di sapone per bambini o persino del bucato, per ora è meglio rifiutare i gel;
  • per la prima volta, è meglio scegliere i pad per il periodo postpartum, sono progettati per il volume post-partum delle secrezioni per cambiarli più spesso - almeno ogni 4 ore. Successivamente, puoi passare ai cuscinetti convenzionali con una superficie liscia e senza aroma per evitare l'irritazione della mucosa.

In nessun caso nel periodo postpartum, non è possibile utilizzare tamponi. Interferiscono con il flusso libero di sangue e possono facilmente provocare infiammazione..

Inoltre, mentre lochia esce dopo il parto, il sesso, in particolare non protetto, è proibito. Ciò può sia ferire un utero e una cervice non guariti, sia provocare lo sviluppo di batteri patogeni. Solo dopo la completa cessazione della dimissione puoi iniziare l'attività sessuale. Questo periodo è individuale ed è di 6-8 settimane. Sì, e dopo la cessazione dei polloni, è meglio usare i rimedi battericidi per la prima volta per proteggere l'utero dai batteri.

L'isolamento di Lochia è parte integrante del periodo di recupero del corpo di ogni donna che ha avuto un parto. Questo processo ha un'importante componente fisiologica: la pulizia dell'utero e del canale del parto. E affinché il periodo di recupero passi senza complicazioni, è estremamente importante per una nuova madre seguire le raccomandazioni dei medici ed essere attenta al suo stato di salute.

Molto spesso, dopo la nascita di un bambino, le donne dedicano tutto il loro tempo e attenzione solo a lui, dimenticando di monitorare la propria salute. E molto invano, perché il periodo di recupero postpartum è irto di molti potenziali pericoli. I principali sintomi di possibili malattie in questo momento sono scarico dopo il parto, le cui caratteristiche impareremo di più in questo articolo.

La natura del discarico postpartum

Durante lo sviluppo intrauterino, il bambino riceve tutte le sostanze necessarie per la vita attraverso la placenta, che è saldamente attaccata alla parete uterina. L'utero stesso in questo momento è molto allungato e i capillari nelle sue pareti sono espansi.

Dopo la nascita del bambino, la placenta viene separata dalla parete uterina e tutti i vasi che li legano vengono strappati. Allo stesso tempo, al posto del suo attaccamento rimane, infatti, una ferita aperta, che all'inizio sanguina molto intensamente.

La natura ha organizzato in modo che il corpo si pulisca da coaguli di sangue, così come pezzi di placenta e tessuto amniotico che rimangono nell'utero. Tutti vengono portati fuori per un po 'di tempo dopo il parto e tali secrezioni sono chiamate lochia..

Man mano che l'utero si contrae, i vasi sanguigni si spremono gradualmente, il sanguinamento diventa più scarso e alla fine si ferma.

Le caratteristiche individuali del corpo femminile, il corso della gravidanza e il parto influenzano la durata della dimissione dopo il parto. Secondo le statistiche mediche, nelle donne con normale coagulazione del sangue, con buona contrattilità dell'utero, in assenza di complicanze durante la gestazione e la nascita di un bambino, le dimissioni dopo il parto si interrompono dopo circa 5-6 settimane. Le donne dovrebbero monitorare costantemente la loro intensità, colore e odore al fine di riconoscere lo sviluppo di una malattia interna nel tempo..

Dovrebbe essere?

Affinché le donne siano in grado di controllare le loro condizioni durante il periodo di recupero, devono sapere quale dimissione dopo il parto è considerata normale e quali dovrebbero causare ansia in una madre coniata di recente.

  • Una scarica sanguinolenta abbondante dopo il parto dura circa 2-3 giorni, mentre un gran numero di vasi sanguigni sanguina nell'utero.
  • Durante i primi 5-7 giorni si possono osservare secrezioni mucose dopo il parto. Pertanto, il corpo viene ripulito dai prodotti del bambino intrauterino. La prima lochia può essere accompagnata da coaguli con i resti della placenta o dell'endometrio.
  • La norma sugli odori per i polloni in questi giorni è una sfumatura di umidità, sangue, fascino. In futuro, l'odore diventa meno evidente.
  • Lo scarico marrone dopo il parto viene sostituito da un rosso vivo dopo circa 3-5 giorni e normalmente dura altre 1-2 settimane.
  • Una settimana dopo la nascita, il lochia diventa più sottile, scarso, scuro, possono assomigliare a mestruazioni.
  • Entro un mese, il colore del goofy acquisisce una tonalità marrone-grigio-giallo, diventando più trasparente e sempre meno intenso. La quantità di dimissione può aumentare a causa di attività fisica, risate.
  • Lo scarico postpartum può essere nero. Sebbene spaventa molte donne, è considerato normale se non vi sono odori sgradevoli e inclusioni di muco. Questo colore è associato a cambiamenti nella composizione del sangue causati da cambiamenti ormonali nel corpo.

Quali cambiamenti si verificano con gli organi femminili dopo il parto e come evitare complicazioni

Cosa dovrebbe avvisare?

Di solito lochia dopo il parto dura circa 5-7 settimane.

Sono consentite deviazioni dalla norma, ma non devono superare i 5-10 giorni.

Una cessazione troppo precoce della scarica può portare al fatto che la cavità uterina per motivi fisiologici (intasamento dei tubi o dei condotti) non viene pulita correttamente e questo può portare allo sviluppo del processo infiammatorio. Lochia che dura troppo a lungo indica una contrazione uterina insufficiente, che richiede anche un monitoraggio e un trattamento medico o problemi con la coagulazione del sangue. Inoltre, una perdita di sangue prolungata può causare anemia, che influenzerà non solo la salute materna, ma anche attraverso il latte materno influenzerà le condizioni del bambino.

L'intensità di dimissione dopo il parto dovrebbe gradualmente diminuire. Se improvvisamente la lochia diventa più abbondante di prima, la donna dovrebbe consultare immediatamente un medico. In questa situazione, è importante non confondere l'aumento della lochia con l'inizio delle mestruazioni. Nel primo caso, la causa dell'aumento del sanguinamento può essere una rottura delle suture dovuta allo sforzo fisico. A volte il sesso prematuro può innescare un aumento del sanguinamento. Pertanto, fino a quando la guarigione di lacune e suture non è completa, i medici raccomandano alle donne di astenersi dal sesso.

Se si osservano impurità mucose o coaguli per più di una settimana, una donna deve essere esaminata da un medico.

Una donna dovrebbe essere avvisata da un cambiamento nel colore delle ventose. Se diventano verdi, gialli, bianchi o trasparenti, allora qualcosa accade nel corpo non come dovrebbe essere. Se il pus appare nella composizione della lochia, questo può essere un segno di insorgenza di infiammazione. Se lo scarico marrone dopo il parto cambia il suo colore in verdastro, allora potrebbe esserci una malattia infettiva interna - endometrite acuta.

Lochia con una tonalità di giallo, inoltre, accompagnata da muco e un odore sgradevole sono un segno sicuro di endometrite latente.

In entrambi i casi, è necessario un intervento medico urgente, poiché questa malattia può causare complicazioni molto gravi. Lochia trasparente o bianca è anche una deviazione dalla norma. Possono indicare infezioni fungine del sistema genito-urinario, disbiosi vaginale, specialmente se accompagnate da coaguli cagliati e un odore sgradevole.

I medici affermano che il sesso è indesiderabile per una donna in travaglio fino a quando non ha interrotto la dimissione postpartum. Oltre a ferire i tessuti che non sono ancora guariti, durante il sesso, può essere introdotta un'infezione nella cavità degli organi genitali interni, che è molto pericolosa per una madre che allatta durante questo periodo. E, naturalmente, quando si rinnova il sesso dopo una lunga pausa, i partner non dovrebbero dimenticare la contraccezione.

A volte le donne si spaventano quando vedono quanto durano le mestruazioni dopo il parto. Durano diversi giorni più a lungo del solito, soprattutto con un ciclo di recupero precoce. Tuttavia, non preoccuparti di ciò, poiché nel tempo la loro durata torna alla normalità..

Lo scarico postpartum è un indicatore importante dello stato del corpo femminile. Controllando il loro colore, olfatto, intensità, una madre appena nata può notare tempestivamente le manifestazioni iniziali della malattia, che è molto più facile ed efficace da trattare nelle prime fasi.

Up