logo

L'adenomiosi, o endometriosi, è un processo patologico in cui lo strato endometriale cresce a dimensioni anormali e le sue cellule crescono in altri strati dell'utero.

La malattia è benigna, ma in assenza di un trattamento adeguato, porta gradualmente alla comparsa di tumori. Come afferma l'elenco internazionale, in cui è dichiarata la classificazione delle malattie, tale disturbo appartiene alla classe di malattie del sistema genito-urinario, vale a dire a quelle che si verificano nel corpo femminile senza un processo infiammatorio.

La malattia è particolarmente pericolosa per le donne in età fertile, in quanto causa problemi di concepimento o infertilità. Consideriamo in dettaglio di cosa si tratta: adenomiosi uterina.

Ragioni per l'apparenza

Gli esperti osservano che ad oggi, le cause e i meccanismi del verificarsi della patologia non sono stati completamente determinati. Con fiducia dicono una cosa: la malattia è dipendente dall'ormone, il suo sviluppo è spesso provocato da disturbi nel funzionamento del sistema immunitario.

La causa della malattia può essere un danno meccanico all'utero, l'integrità del suo strato interno. Il curettage diventa la causa dello sviluppo del processo infiammatorio, viene violato lo strato "protettivo" tra endometrio e muscoli. Di conseguenza, le cellule endometriali penetrano liberamente in profondità nel processo della funzione ciclica.

Fattori di rischio

Gli esperti hanno identificato i fattori di rischio che aumentano la possibilità di sviluppare patologie:

  • predisposizione ereditaria;
  • inizio precoce o tardivo delle mestruazioni;
  • sovrappeso, obesità;
  • inizio tardivo dell'attività sessuale;
  • nascita difficile;
  • aborti, curettage diagnostico;
  • usare come contraccezione della spirale vaginale, agenti orali;
  • malattie del processo infiammatorio delle appendici, dell'utero, del sanguinamento;
  • trasferimento di malattie immunitarie e allergiche che disturbano il sistema immunitario
  • basso tenore di vita;
  • lavoro fisico duro;
  • stress costante, stile di vita sedentario;
  • malattie del tratto gastrointestinale, ipertensione;
  • stato di ecologia.

Cosa succede nel corpo?

L'endometrio è uno strato uterino interno, che normalmente non si estende oltre l'area genitale. Con la divisione cellulare patologica, possono diffondersi non solo ad altri organi del sistema riproduttivo femminile (ovaie, tube di Falloppio, vagina), ma anche ad altri tessuti del corpo - ad esempio il tratto gastrointestinale, il sistema urinario, l'ombelico e le ferite postoperatorie.

Molto spesso, l'endometriosi si concentra precisamente sui genitali e può essere sia esterna (quando si osserva una divisione cellulare anormale nelle ovaie o nella vagina), sia interna, concentrata nell'utero. ICD 10 elenca tutti i tipi di endometriosi in base alla sua posizione:

  • Sulle ovaie La presenza di nodi può portare alla formazione di cisti endometrioidi. Nella classificazione internazionale, a tale malattia viene assegnato il numero 80.1;
  • Sulle tube di Falloppio, che può portare alla chiusura del lume della tuba e all'incapacità di rimanere incinta. Numero in classificazione - 80.2;
  • Sul peritoneo - numero 80.3;
  • Nella vagina e nell'area tra il collo uterino e il retto - numero 80.4;
  • Sull'intestino, a seguito del quale possono svilupparsi ostruzione e problemi con le feci - numero 80.5;
  • Alle cuciture dopo l'intervento chirurgico - numero 80.6, caratterizzato da sanguinamento della cucitura durante le mestruazioni;
  • In altri organi e tessuti del corpo - numero 80.8.

Una volta nel posto sbagliato, le cellule dello strato uterino interno continuano a funzionare come se fossero nell'utero, cioè esfoliano secondo il ciclo mestruale. Ciò porta allo sviluppo del processo infiammatorio, che deve essere arrestato urgentemente, altrimenti porterà non solo a malfunzionamenti dell'organo, ma anche alla sua completa arresto. Ad esempio, se le cellule endometriali entrano nel miometrio, questo può portare a cambiamenti degenerativi, quindi l'adenomiosi del corpo uterino prima o poi porterà all'incapacità di concepire e dare alla luce un bambino.

Fasi e forme di patologia

La gravità della malattia è determinata dalla natura, dalle dimensioni delle escrescenze endometrioidi e dalla profondità del danno all'organo genitale.

  • Forma diffusa: l'endometrio penetra nelle fibre muscolari dell'utero e cresce in lunghezza, formando focolai di lesioni multiple. Il processo patologico colpisce abbastanza rapidamente l'intera superficie dell'utero. A uno stadio avanzato, le cellule endometriali penetrano nell'utero attraverso ed escono nella cavità addominale.
  • Forma nodulare - noduli irregolari di diverse dimensioni si formano nelle fibre dell'utero. Intorno ai fuochi della lesione, si accumula il tessuto connettivo, che stringe le pareti della cavità formata. Si formano le cosiddette capsule che, con rigetto endometriale, si riempiono di sangue. Senza uscita, i coaguli di sangue si trovano all'interno dei nodi di adenomiosi, causando un prolungato gonfiore delle fibre muscolari uterine. A volte esplodono cavità ematiche, causando emorragia interna.
  • Forma focale: i tessuti endometrioidi crescono nello spessore del miometrio sotto forma di focolai multipli. Con una forma focale, le aree interessate hanno confini chiari. In casi avanzati, l'adenomiosi uterina focale è pericolosa per la vita. I focolai patologici crescono notevolmente, andando oltre l'utero, di conseguenza, si formano fistole nella cavità pelvica.
  • Forma mista (diffusa-nodulare): allo stesso tempo combina tutti i segni delle forme patologiche di cui sopra.

L'adenomiosi è un tipo di endometriosi. L'adenomiosi interna colpisce solo la cavità, la cervice e le tube di Falloppio. Se le neoplasie colpiscono gli organi vicini (intestino, vescica), questa patologia si chiama endometriosi esterna.

Sintomi di adenomiosi

I sintomi dell'adenomiosi uterina nella versione classica del decorso della malattia sono abbastanza caratteristici. Già solo sulla base di tali manifestazioni nella maggior parte dei casi, questa patologia può essere sospettata.

I principali segni di endometriosi uterina:

  1. Il sintomo principale dell'adenomiosi uterina è una violazione del ciclo mestruale come iperpolimenorrea. Allo stesso tempo, le mestruazioni diventano abbondanti, lunghe (durano più di una settimana). Il sanguinamento uterino è frequente.
  2. Quasi sempre c'è algodismenorea - mestruazioni dolorose.
  3. Emorragie premestruali sono spesso osservate - la comparsa di scarse macchie ("daubs") pochi giorni prima della presunta mestruazione.
  4. Il dolore nell'addome inferiore non è sempre associato alle mestruazioni. A volte possono essere quasi costanti in natura, irradiandosi nella parte bassa della schiena e nel perineo. Questo di solito si verifica con endometriosi comune..
  5. Dispareunia: dolore o disagio durante i rapporti sessuali.
  6. Sterilità primaria o secondaria.
  7. Patologia della gravidanza - aborto spontaneo.
  8. Disturbi neuropsichiatrici si trovano in quasi tutti i pazienti. Questi includono irritabilità, labilità emotiva, disturbi del sonno, ecc..

In alcuni casi, specialmente nelle prime fasi, la malattia può avere un decorso asintomatico..

Fasi dello sviluppo della malattia

L'adenomiosi si sviluppa in quattro fasi consecutive.

  1. Il primo stadio: le lesioni non si estendono oltre il rivestimento interno dell'utero, la profondità della germinazione è piccola. L'adenomiosi di grado 1 è altamente curabile.
  2. Il secondo stadio: i tessuti endometriali germinano quasi al centro dello spessore della parete uterina e sono localizzati in strati più profondi di tessuto muscolare. L'adenomiosi di grado 2 viene trattata sia in modo conservativo che chirurgico.
  3. Il terzo stadio - il tessuto endometrioide colpisce quasi l'intero strato muscolare dell'utero. L'adenomiosi di grado 3 è principalmente trattata con metodi chirurgici.
  4. Il quarto stadio - i focolai patologici si estendono oltre le pareti dell'utero e crescono nella direzione di altri organi della cavità addominale.

Adenomiosi durante la gravidanza

Nonostante il fatto che l'adenomiosi sia una delle cause più comuni di infertilità, dopo un trattamento tempestivo e complesso, è possibile una gravidanza nelle donne con questa malattia. Una frequente complicazione della gravidanza con adenomiosi è la minaccia di interruzione, pertanto tali donne in gravidanza sono osservate in un gruppo ad alto rischio. Nella maggior parte dei casi l'osservazione attenta e la correzione tempestiva delle violazioni emergenti aiuta a evitare formidabili complicazioni.

Per quanto paradossale possa sembrare, in alcuni casi, la gravidanza può diventare una sorta di "metodo di trattamento" dell'adenomiosi, poiché si tratta di una "menopausa fisiologica" (un fatto noto è che l'adenomiosi è uno stato ormono-dipendente e regredisce con l'inizio della menopausa). In tale situazione, i focolai di adenomiosi diventano inattivi e cessano di crescere. È un errore credere che la malattia scompaia.

Qualsiasi caso di gravidanza complicato da adenomiosi richiede un approccio individuale. Un piano di osservazione e trattamento viene elaborato per ciascuno di questi pazienti e tiene conto di un gran numero di fattori e la forma e il grado di adenomiosi, la presenza di complicanze e la combinazione di adenomiosi con altri processi patologici nell'utero, ad esempio il mioma, sono importanti. Se prima dell'inizio della gravidanza, l'adenomiosi non causava lamentele di una donna ed era asintomatica, la sua gravidanza può procedere in sicurezza.

A volte le donne in gravidanza con adenomiosi si preoccupano dell'effetto della loro malattia sulle condizioni del feto. Tali paure sono infondate: l'adenomiosi non minaccia il normale sviluppo intrauterino del feto. Il trattamento delle donne in gravidanza con adenomiosi ha lo scopo di eliminare la minaccia di aborto spontaneo e l'interruzione prematura della gravidanza. A volte vengono utilizzati farmaci ormonali e terapia non ormonale per questo scopo, simili a quelli nelle donne con aborto spontaneo e fibromi uterini.

Sfortunatamente, la capacità del medico di curare l'adenomiosi in una paziente incinta è limitata. Le possibilità di successo aumentano se questa patologia viene rilevata prima della gravidanza, poiché l'arsenale di misure terapeutiche per l'adenomiosi nelle donne non in gravidanza è molto maggiore. Se una donna, sapendo di avere adenomiosi, intende diventare madre, deve consultare un medico in anticipo per un trattamento adeguato.

Diagnostica

Per prescrivere un trattamento sicuro, vale la pena discutere il piano con un terapista, un ematologo, un endocrinologo e un gastroenterologo. Prima dell'intervento chirurgico, è necessaria una preparazione speciale. Innanzitutto, lo stato di salute attuale viene valutato utilizzando vari esami del sangue e delle urine. Sono anche determinati il ​​gruppo sanguigno e il fattore Rh (è necessaria una trasfusione durante l'intervento chirurgico). Riesaminare le macchie dalla vagina per determinare le condizioni della microflora. Controlla anche le condizioni del cuore e dei polmoni.

Queste precauzioni non sono sempre necessarie, ma evitano complicazioni e conseguenze negative..

Metodi diagnostici per l'adenomiosi:

  • esame ginecologico;
  • colposcopia;
  • Ultrasuoni degli organi pelvici;
  • studio delle sbavature;
  • laparoscopia, isteroscopia.

Segni di adenomiosi con ultrasuoni:

  • dimensioni d'organo ingrandite;
  • struttura eterogenea dello strato muscolare o ecogenicità eterogenea;
  • confine sfocato tra miometrio ed endometrio;
  • la presenza di focolai estranei nello strato muscolare;
  • forte ispessimento di una parete dell'utero.

Quando viene esaminato su una sedia ginecologica, il medico diagnostica un aumento dell'utero e la sua forma arrotondata. Confermare che la diagnosi consenta l'isteroscopia. Mostra punti sull'endometrio che corrispondono alle aree in cui il tessuto è cresciuto nello strato muscolare..

A volte, per la diagnosi, passare alla risonanza magnetica. La risonanza magnetica è indicata quando un'ecografia non trova segni affidabili di adenomiosi. Molto spesso questo si verifica con una forma nodulare, combinata con mioma uterino. Il metodo consente una diagnosi differenziale, cioè per distinguere i nodi dell'adenomiosi dai fibromi.

Qual è il pericolo di adenomiosi (endometriosi)?

L'endometriosi è considerata iperplasia benigna (proliferazione patologica dei tessuti), poiché le cellule endometriali migrate verso altri organi e tessuti mantengono la loro struttura genetica. Tuttavia, segni come la capacità di germinare in altri organi, la tendenza a diffondersi in tutto il corpo e la resistenza a influenze esterne - lo rendono correlato a tumori maligni.

La parola "benigna" parla anche della prognosi della malattia - di norma dura anni e decenni, senza portare a un grave esaurimento del corpo e alla morte. Tuttavia, come nel caso dell'iperplasia maligna (cancro, sarcoma, ecc.), L'adenomiosi (endometriosi) è difficile da trattare in modo conservativo e la chirurgia per questa patologia è molto più ampia rispetto al caso di tumori benigni, poiché è difficile da determinare il confine tra tessuto malato e tessuto sano.

La complicazione più comune dell'adenomiosi è dovuta al fatto che le cellule endometriali che funzionano in conformità con il ciclo mensile portano a forti emorragie, che sono piene di sviluppo di anemia acuta e / o cronica. In alcuni casi, i pazienti devono essere ricoverati in ospedale e persino operati con urgenza per emorragie potenzialmente letali.

L'adenomiosi è incline a diffondere il processo ad altri organi e tessuti, il che porta a lesioni sistemiche. Con la disposizione extragenitale delle cellule endometriali, sono possibili numerose complicazioni, che richiedono un intervento medico di emergenza (ostruzione intestinale con endometriosi del tratto gastrointestinale, emotorace (riempiendo la cavità pleurica di sangue) con endometriosi polmonare, ecc.).

E infine, un altro pericolo di endometriosi in generale e adenomiosi in particolare è la minaccia della trasformazione genetica maligna delle cellule migrate. Tale trasformazione è molto reale, poiché qualsiasi iperplasia ha una tendenza più o meno pronunciata alla malignità e in un nuovo posto le cellule endometriali sono costrette a esistere in condizioni estremamente avverse.

Trattamento di adenomiosi

Poiché l'endometriosi dipende dal contenuto di estrogeni nel sangue (questo è il modo in cui la situazione migliora durante la gravidanza, quando viene creato un basso livello fisiologico di estrogeni), i suoi farmaci mirano a sopprimere la secrezione di estrogeni.

Il focus dell'endometriosi risponde ai cambiamenti nel livello degli ormoni sessuali in un endometrio simile, ma non identico. Il metiltestosterone e altri farmaci androgeni (tranne il danazolo), così come il dietilsilbestrolo per l'endometriosi, non sono attualmente utilizzati, poiché sono inefficaci, hanno molti effetti collaterali e hanno un effetto avverso sul feto durante la gravidanza durante il trattamento.

Farmaci usati nel trattamento dell'adenomiosi

1) Contraccettivi orali: imitano la gravidanza, causano amenorrea e reazione deciduale dell'endometrio normale e focolai di endometriosi. Spesso con tale trattamento, si verifica la necrosi dei fuochi dell'endometriosi e la loro completa scomparsa. Per il trattamento, è possibile utilizzare qualsiasi contraccettivo orale contenente almeno 0,03 mg di etinilestradiolo. Iniziano in modo continuo per 6-12 mesi. Nel 60-95% dei pazienti si osserva una riduzione dei periodi dolorosi e dei dolori nell'addome inferiore. Il tasso di gravidanza immediatamente dopo il trattamento raggiunge il 50%. Il tasso di ricaduta è del 17-18% e aumenta ogni anno del 5-6%.

2) Progestogeni: abbastanza efficaci, a un costo inferiore (rispetto, ad esempio, al danazolo). Causa atrofia dei fuochi dell'endometrio. Di norma, vengono utilizzati i seguenti farmaci:

  • Gestrinone - 1,25-2,5 mg 2 volte a settimana; inibisce la crescita dei fuochi dell'endometriosi, ma non porta alla loro scomparsa. Porta all'amenorrea medica. Le mestruazioni vengono ripristinate un mese dopo l'interruzione del farmaco.
  • Dydrogesterone - 10 mg 203 volte / giorno
  • Il medrogxiprogesterone - il più studiato per l'endometriosi - viene utilizzato come segue: alla dose di 30 mg / die elimina il dolore; può essere aumentato con l'individuazione.

Gli effetti collaterali di questo gruppo di farmaci includono: nausea, aumento di peso. Lo scarico sanguinante è possibile, per il sollievo di cui l'estrogeno è spesso prescritto in brevi corsi.

3) Androgeni. Danazolo: previene la crescita di vecchi focolai, causando amenorrea e nuovi focolai di endometriosi. Causa remissione prolungata nell'endometriosi ed è efficace in numerose malattie autoimmuni. Assegnare in una dose di 800 mg / die o 600 mg / die. In primo luogo, viene utilizzato in una dose di 200 mg 2 volte al giorno, quindi viene aumentato fino a quando si verifica l'amenorrea farmacologica e le manifestazioni della malattia iniziano a diminuire. Questo farmaco ha gravi effetti collaterali: aumento di peso, riduzione del desiderio sessuale, difetti estetici (acne, eruzione cutanea). Può danneggiare le cellule del fegato, quindi è controindicato nelle malattie del fegato. Annullato all'inizio della gravidanza, poiché il rischio di virilizzazione del feto femminile (comparsa di tratti sessuali maschili) è estremamente elevato.

4) Analoghi di gonadoliberin. Questi includono: leuprorelina, buserilina, nafarelina, histrelin, goserelin, ecc. Metodo di applicazione: per via intranasale (gocce o spray), per via sottocutanea o intramuscolare. Il trattamento deve essere eseguito fino a quando il livello di estradiolo nel siero nel sangue raggiunge i 20-40 pg / ml. Assicurati di controllare l'etinilestradiolo nel sangue, poiché la sua ulteriore riduzione può portare all'osteoparosi. Le complicanze includono: vaginite atrofica, riduzione del desiderio sessuale e osteoparosi. Per la prevenzione dell'ultima complicazione, è necessario terminare contemporaneamente con estrogeni e progestinici. L'osteoparosi rimane un problema urgente nel trattamento di questi farmaci (la più applicabile nel nostro paese è la buserilina), poiché il trattamento spesso dura più di 6 mesi, mentre la densità ossea è appena 6 mesi. inizia a declinare.

Che tipo di farmaco prescrivere, il medico decide in base alla gravità dell'adenomiosi e alla presenza di controindicazioni. Qualsiasi automedicazione dell'adenomiosi è impossibile e stupida in sostanza.

Trattamento chirurgico dell'adenomiosi

La chirurgia è uno dei trattamenti per l'adenomiosi. L'operazione viene eseguita solo in presenza di indicazioni dirette dopo un trattamento medico e fisioterapico preliminare..

Le indicazioni generali per il trattamento chirurgico dell'adenomiosi sono:

  • terapia ormonale inefficace per sei mesi o più;
  • processi adesivi (presenza di corde dal tessuto connettivo tra gli organi);
  • una combinazione di adenomiosi con mioma uterino (un tumore benigno dello strato muscolare dell'utero);
  • sanguinamento massiccio con adenomiosi, che non sono suscettibili di cure mediche;
  • malattie concomitanti in cui la terapia ormonale è controindicata;
  • alto rischio di cancro (cancro).

Le controindicazioni comuni al trattamento chirurgico sono:

  • rifiuto del paziente dal trattamento chirurgico;
  • malattie croniche nella fase acuta;
  • malattie infettive;
  • violazioni del sistema emostatico (un sistema biologico che mantiene il sangue allo stato liquido e in caso di violazione dell'integrità di un vaso sanguigno che interrompe il sanguinamento);
  • riduzione dell'immunità;
  • esaurimento generale del corpo;
  • grave anemia (anemia).

A seconda del volume di intervento, il trattamento chirurgico è suddiviso in:

  • interventi chirurgici preservanti gli organi;
  • chirurgia radicale.

Secondo il tipo di accesso all'intervento chirurgico, ci sono:

  • laparotomia: una parete addominale viene tagliata per accedere agli organi addominali;
  • laparoscopia - chirurgia con strumenti speciali attraverso piccole incisioni nell'addome sotto il controllo di un video endoscopio;
  • chirurgia vaginale - accesso all'utero attraverso la vagina senza danneggiare l'integrità della pelle.

Quando si sceglie un metodo di trattamento chirurgico vengono presi in considerazione:

  • età della donna;
  • grado di danno;
  • il desiderio della donna di avere figli;
  • la durata della malattia;
  • una combinazione di adenomiosi con altre malattie dell'utero;
  • gravità dei sintomi.

Chirurgia Radicale

Con la chirurgia radicale, gli organi genitali femminili interni (utero e ovaie) vengono completamente rimossi. Questo metodo di trattamento consente di eliminare completamente la malattia e la sua diffusione al di fuori dell'utero. La chirurgia radicale è un trattamento estremo.

Le indicazioni per il trattamento chirurgico radicale dell'adenomiosi sono:

  • progressione della malattia dopo 40 anni;
  • inefficienza del trattamento conservativo e del trattamento chirurgico di conservazione degli organi;
  • adenomiosi di grado III di forma nodulare diffusa in combinazione con mioma uterino (un tumore benigno dello strato muscolare uterino);
  • alto rischio di cancro;
  • adenomiosi con sintomi pronunciati;
  • trattamento di pazienti che non pianificano una gravidanza.

A seconda del volume di tessuto rimosso:

  • isterectomia subtotale - rimozione dell'utero con conservazione della cervice, delle ovaie, delle tube di Falloppio;
  • isterectomia totale - rimozione dell'utero e della cervice con conservazione delle tube di Falloppio e delle ovaie;
  • isterosalpingo-ovariectomia - rimozione dell'utero con ovaie e tube di Falloppio (Falloppio) preservando la cervice;
  • isterectomia radicale - rimozione di utero, ovaie, tube di Falloppio, cervice, vagina superiore, linfonodi e fibra pelvica circostante.

All'accesso operativo distinguere:

  • isterectomia laparotomica (chirurgia addominale);
  • isterectomia laparoscopica;
  • isterectomia vaginale (colpohysterectomy).

Dopo la rimozione dell'utero, può verificarsi la sindrome post-isterectomia - un complesso di sintomi che si verificano dopo la rimozione dell'utero con la conservazione di una o due ovaie. Il meccanismo di sviluppo è una violazione della microcircolazione delle ovaie e del verificarsi di zone di ischemia (zone con ridotto afflusso di sangue). La sindrome si manifesta come una diminuzione della capacità lavorativa, aumento della fatica, letargia, depressione, palpitazioni, aumento della pressione, aumento della sudorazione, tendenza al gonfiore.

Chirurgia di conservazione d'organo

Il principio della chirurgia che preserva l'organo è di asportare, cauterizzare le lesioni con la conservazione dell'organo. Le operazioni vengono eseguite con il metodo laparoscopico, cioè utilizzando strumenti speciali attraverso piccole incisioni nell'addome. Questo metodo non elimina completamente la malattia, ma mantiene la funzione fertile delle donne. Pertanto, questo tipo di intervento chirurgico è indicato per le donne che pianificano una gravidanza..

Le indicazioni per la chirurgia di conservazione degli organi sono:

  • adenomiosi dell'II - III stadio con iperplasia (aumento del volume dei tessuti dovuto ad un aumento del numero di cellule) dell'endometrio;
  • aderenze nell'area delle tube di Falloppio;
  • inefficienza del trattamento conservativo;
  • la presenza di malattie somatiche in cui è impossibile un trattamento ormonale prolungato - diabete mellito, epilessia, gravi patologie epatiche e altri;
  • cisti (cavità patologiche con contenuto) delle ovaie;
  • il desiderio di una donna di avere figli in futuro;
  • sintomi gravi di adenomiosi;
  • giovane età del paziente;
  • processi purulenti degli organi genitali femminili.

Con la laparoscopia, viene utilizzato il metodo acuto di escissione del tessuto usando un bisturi o cauterizzazione (coagulazione) usando vari tipi di energia.

Durante l'intervento chirurgico, utilizzare:

  • elettrocoagulazione: con l'aiuto di speciali utensili elettrici, la cauterizzazione (coagulazione) dei fuochi dell'adenomiosi viene effettuata a causa dell'influenza della corrente elettrica costante su di essi;
  • coagulazione laser - cauterizzazione dei fuochi dell'adenomiosi sotto l'influenza di un laser chirurgico;
  • coagulazione del plasma di argon - distruzione dei tessuti se esposta a un'onda radio amplificata da un gas inerte - argon;
  • perforazione laser (laser a olmio): la creazione di canali nel miometrio, che impedisce la diffusione della patologia, è adatta per il trattamento dell'adenomiosi diffusa.

Rimedi popolari

Insieme al trattamento farmacologico (con il permesso di un medico), possono essere utilizzati rimedi popolari per il trattamento dell'adenomiosi. Ci sono molti preparati a base di erbe che devono essere presi non solo a scopi terapeutici, ma anche per il rafforzamento generale del corpo, aumentare l'immunità. È importante ricordare che qualsiasi trattamento alternativo deve essere negoziato con il medico.

Ricette di decotti e infusi:

  • Le foglie di piantaggine (un cucchiaio) devono essere tritate e quindi versare acqua bollente ripida. Insisti su questo brodo per almeno due ore. Modo di somministrazione: dividere il brodo in 4 dosi. Il primo è necessariamente a stomaco vuoto e il resto: durante il giorno, prendere un decotto non deve essere associato al mangiare.
  • Il brodo di ortica aiuterà a fermare l'emorragia mestruale, alleviare l'infiammazione nell'utero e accelerare il metabolismo. Preparazione del brodo: è necessario versare due cucchiai di ortica con un bicchiere di acqua bollente. Lascialo fermentare e raffreddare. Metodo di somministrazione: dividere il contenuto del bicchiere in quattro o cinque ricevimenti, utilizzare durante il giorno.
  • Le proprietà curative del succo di barbabietola da tavola fresco. Modo di somministrazione: assumere cento grammi di succo fresco ogni mattina prima dei pasti.
  • Per rafforzare il miometrio, dovrebbe essere preso un ciclo di trattamento con un decotto dalla borsa di un pastore. Preparazione: versare un cucchiaio di un bicchiere di (uno) acqua bollente. Insisti un'ora. Modo di somministrazione: assumere almeno quattro volte al giorno, un cucchiaio pieno. Importante: mezz'ora prima di un pasto.
  • La corteccia di viburno è un altro rimedio unico per la lotta contro l'adenomiosi. Preparazione: la corteccia di viburno (un cucchiaio) viene anche versata con un bicchiere di acqua bollente, assicurati di insistere per circa un'ora. Metodo di somministrazione: solo tre cucchiai due volte al giorno, non è necessario associarsi a un pasto.

I decotti di erbe per combattere l'adenomiosi non possono che essere usati per irrigare. Un esempio della ricetta più efficace: corteccia di quercia, vischio, eucalipto, peonia, achillea e calendula sono presi in parti uguali, quindi la miscela viene versata con acqua bollente e deve essere infusa per un'ora. Può essere usato quotidianamente per la pulizia.

Recensioni delle donne

Julia 33 g, Sochi

L'adenomiosi è stata rilevata dopo la nascita del bambino. Passò un anno e mezzo, iniziarono forti dolori al basso ventre. Il dottore fece una diagnosi. Sono stato trattato con metodi non convenzionali. Dopo un ciclo di tintura a base di erbe, il dolore è sparito. Un anno dopo è riapparsa, penso all'irudoterapia.

Antonina 35 L, Mosca

L'endometriosi è stata diagnosticata 10 anni fa. Il medico ha avvertito che la malattia non è completamente trattata. Ho visto il controllo delle nascite Janine. Ho partorito tre anni fa. La gravidanza è stata difficile, ora bevo ancora Janine. Tutto è normale, nessun dolore.

L'endometriosi è una malattia grave, che si verifica spesso in forma latente. Il desiderio di una donna di proteggersi risiede solo in regolari esami ginecologici, superando test. La patologia rappresenta una minaccia per la funzione riproduttiva. Conformità con le raccomandazioni del medico, la cura di sé è l'unico modo per la salute.

Prevenzione

La prevenzione dell'adenomiosi uterina si riduce principalmente alle visite regolari da un ginecologo. Lo specialista può interpretare correttamente tali sintomi in modo tempestivo e prescrivere un trattamento adeguato.

  1. Ultrasuoni del bacino, 1-2 volte l'anno.
  2. I ginecologi ritengono che lo stress e il costante superlavoro influenzino notevolmente la salute delle donne e, naturalmente, possono portare allo sviluppo di adenomiosi. Per prevenire l'insorgenza della malattia, una donna deve: riposare di più, fare bagni rilassanti, partecipare a un massaggio, più spesso essere in un'atmosfera calma e confortevole.
  3. Mantenere il corpo pulito. Le ragazze che ignorano le regole dell'igiene personale fin dalla tenera età sono più inclini a questo tipo di malattia. E anche quelli che fanno sesso durante l'infanzia e l'adolescenza.

L'attitudine attenta alla salute è il modo principale per prevenire non solo l'adenomiosi, ma anche altre malattie altrettanto pericolose.

previsione

L'adenomiosi è una malattia con un decorso cronicamente recidivante. Le statistiche sulle ricadute dopo un trattamento non radicale di successo (terapia conservativa, chirurgia di conservazione degli organi) sono circa del 20% all'anno. Dopo cinque anni, il numero di recidive raggiunge il 74%.

L'effetto più duraturo si osserva con l'uso combinato di metodi chirurgici (operazioni di conservazione degli organi) e conservativi (terapia ormonale) per il trattamento dell'adenomiosi, tuttavia, nella maggior parte dei casi, le ricadute sono ancora inevitabili.

La prognosi nelle donne in premenopausa è leggermente migliore, poiché con l'estinzione fisiologica della funzione ovarica, l'attività del processo diminuisce. Nei pazienti sottoposti a chirurgia radicale (rimozione dell'utero e delle ovaie), il processo non riprende.

Adenomiosi uterina: come pianificare una gravidanza

Uno dei più importanti scopi biologici del corpo femminile è la maternità. Spesso un ostacolo alla sua attuazione è l'infertilità, la cui causa risiede in una delle malattie dell'utero: l'adenomiosi. Negli ultimi anni, i ginecologi hanno notato un forte aumento del numero di pazienti con una diagnosi simile. Ecco perché è necessario essere in grado di scoprire le prime manifestazioni della patologia e cercare immediatamente l'aiuto di un medico.

Cos'è l'adenomiosi uterina

L'adenomiosi uterina (endometriosi interna) è una malattia ginecologica, che si basa sulla germinazione delle cellule dello strato interno della membrana uterina (endometrio) nello strato muscolare (miometrio). A causa del rifiuto fisiologico dell'endometrio incarnito, si verificano dolore e spotting prima e dopo le mestruazioni, che serve come motivo per contattare il medico. Questa patologia è comune nelle donne di età superiore ai 30-40 anni, tuttavia, ci sono casi di insorgenza della malattia in età precoce..

L'adenomiosi nel 30% dei casi è combinata con un'altra malattia: il mioma uterino. È un tumore benigno originato dallo strato muscolare..

Con l'adenomiosi, l'endometrio cresce nello strato muscolare, formando isole

Esistono diversi tipi di adenomiosi:

  • Focal. L'endometrio non cresce nella membrana muscolare in tutto l'utero, ci sono solo aree interessate sotto forma di piccole isole.
  • Diffondere. In questo caso, le cellule dello strato interno dell'utero spuntano su tutta la superficie del miometrio.
  • Nodulare o cistico. Con questa forma di malattia, viene rilevata la formazione di nodi endometriali che ricordano i tumori sulla superficie della membrana muscolare dell'utero.

Classificazione di adenomiosi in gradi:

  1. Il primo grado: l'endometrio cresce fino a una profondità inferiore alla metà dello strato muscolare.
  2. Il secondo - il processo patologico si estende a metà del miometrio.
  3. Terzo: l'endometrio germoglia l'intero spessore dello strato muscolare.
  4. Quarto: ci sono più di 10 focolai profondi di endometriosi interna, le ovaie, le tube di Falloppio o la vagina possono essere coinvolte nel processo patologico.

Con lo sviluppo dell'adenomiosi, aumenta il numero di aree danneggiate del miometrio

Video: il ginecologo parla di adenomiosi uterina

Perché si verifica la malattia?

Le cause dell'adenomiosi uterina non sono attualmente identificate. I possibili fattori che aumentano la probabilità della formazione di un disturbo includono:

  • predisposizione genetica (presenza di adenomiosi o endometriosi nella madre, sorella o nonna);
  • stile di vita sedentario;
  • malattie infiammatorie dell'utero e delle appendici;
  • l'inizio dell'attività sessuale fino all'età di 16 anni;
  • ciclo mestruale irregolare;
  • gravidanza troppo precoce (prima dei 18 anni) o tardiva (oltre i 35 anni);
  • la presenza di cattive abitudini (in particolare l'abuso di alcol e droghe);
  • auto-somministrazione di alcuni farmaci (contraccettivi ormonali, steroidi, citostatici);
  • assenza di parto fino a 40 anni;
  • lesioni traumatiche degli organi genitali interni;
  • frequente curettage durante un aborto o spazzolatura dopo un aborto spontaneo;
  • inizio precoce delle mestruazioni nelle ragazze (fino a 12 anni);
  • diabete di tipo 1 e di tipo 2;
  • obesità alimentare (3-4 gradi);
  • esposizione a stress prolungato;
  • intensa attività fisica.

I principali sintomi dell'adenomiosi uterina

Nella metà dei casi, non ci sono manifestazioni della malattia e molti pazienti non visitano regolarmente il ginecologo, a seguito del quale la patologia viene rilevata abbastanza tardi. L'adenomiosi uterina è caratterizzata da un aumento dei segni clinici con il progredire della malattia. I principali sintomi della malattia includono:

  • Macchie scure avvistamento 5-8 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e 7-10 giorni dopo la sua fine. Possono essere intensificati dopo il rapporto sessuale, esame da un ginecologo usando specchi, sollevamento pesi, stress psicologico.
  • Variazione della durata e della profusione del ciclo mestruale. In condizioni normali, l'intervallo tra le mestruazioni in una donna sana va da 21 a 40 giorni. Con l'adenomiosi uterina, le mestruazioni possono iniziare molto prima della data di scadenza. In media, durante un periodo di sanguinamento regolare, una donna perde fino a 90 ml di sangue: con una malattia, questo valore può aumentare di 2 o 3 volte, il che crea un rischio di anemia (anemia).
  • Cambia forma e volume dell'utero. Nelle ultime fasi dello sviluppo della malattia, l'organo diventa sferico e acquisisce dimensioni più caratteristiche per la 6-7a settimana di gravidanza.
  • La comparsa di forti dolori durante le mestruazioni. Il paziente avverte disagio nell'addome inferiore, che non scompare nemmeno dopo l'assunzione di analgesici. I dolori sono doloranti in natura, in alcuni casi possono essere accompagnati da svenimenti, tipici di sudorazione, nausea e vomito, sbiancamento della pelle e crampi.
  • Disagio durante i rapporti sessuali. Una donna può provare disagio durante il sesso quando il pene di un partner ferisce le aree interessate della cervice.

Diagnosi della malattia

Quando il paziente visita il medico per la prima volta, il medico deve chiarire definitivamente l'anamnesi. È necessario parlare del tempo di comparsa dello spotting, della natura del dolore, dell'intensità e della durata delle mestruazioni.

Se sta assumendo o ha assunto contraccettivi ormonali, ricordati di menzionarlo. Questo fatto può essere importante nella diagnosi differenziale..

Quindi il dottore esamina con uno specchio. Per fare ciò, al paziente verrà chiesto di spogliarsi sotto la vita e sdraiarsi su una sedia speciale. Un espansore viene inserito nella vagina, grazie al quale il ginecologo può esaminare la cervice. Con l'adenomiosi sulla superficie dell'organo, puoi vedere emorragie puntuali, che indicano la germinazione dell'endometrio. Parallelamente all'esame, il ginecologo di solito prende una macchia per l'esame citologico per escludere il cancro cervicale.

Lo specchio vaginale consente di esaminare la cervice

Durante la pratica nel dipartimento di ginecologia, ho dovuto affrontare l'adenomiosi in stadio 4 in una donna di 50 anni. Il paziente lamentava un aumento dell'addome e un periodico spotting dal tratto genitale. Durante l'esame, ho sentito attraverso la parete addominale anteriore nella regione sovrapubica un denso utero sferico. Successivamente, al paziente è stato inviato un esame aggiuntivo, in cui è stata confermata la diagnosi..

Esame ecografico (ultrasuoni) dell'utero

L'ecografia viene eseguita il 5-7 ° giorno del ciclo mestruale, quando la maggior parte della scarica viene pompata. La paziente si spoglia e si sdraia sul divano, piegando le gambe alle articolazioni del ginocchio. Nella maggior parte dei casi, lo studio viene condotto introducendo un sensore speciale nella vagina. Se ci sono controindicazioni a questo metodo (verginità, malattie degli organi genitali esterni), è possibile eseguire la procedura transaddominale - attraverso la parete anteriore dell'addome.

Ricorda che le fasi iniziali dell'adenomiosi uterina con diagnosi ecografica sono quasi impossibili da rilevare.

I principali segni di endometriosi interna sugli ultrasuoni includono:

  • un cambiamento nella forma dell'utero e un aumento delle sue dimensioni;
  • struttura eterogenea del miometrio con inclusioni patologiche;
  • ispessimento della parete dell'organo;
  • mancanza di un chiaro confine tra endometrio e strato muscolare.

Nella foto, puoi vedere l'eterogeneità del tessuto muscolare a causa delle inclusioni endometriali

Radiografia dell'utero e delle ovaie

L'isterosalpingografia è un esame radiografico dell'utero e delle sue appendici introducendo un agente di contrasto nella cavità. Viene anche eseguito dopo la fine delle mestruazioni (di solito il 7 ° giorno). Usando questo metodo, puoi vedere che il contrasto passa fuori dall'utero e la sua cavità viene ingrandita.

Dal livello di posizione dell'agente di contrasto, è possibile rilevare la presenza di aderenze

Con l'isterosalpingografia, esiste la possibilità di sviluppare una reazione allergica a un farmaco chimico introdotto nella cavità uterina. Uno dei miei conoscenti, che è stato sottoposto a questo studio in una clinica con sospetta adenomiosi, ha affrontato un tale problema. In risposta all'introduzione del farmaco, la donna ha sviluppato l'edema di Quincke: il suo viso è diventato rosso e gonfio, è diventato difficile respirare. I medici hanno eseguito urgentemente un'iniezione di adrenalina, dopo di che le condizioni del paziente si sono stabilizzate. Si è scoperto che la donna non sapeva della presenza di un'allergia. Per evitare tali complicazioni, si consiglia di superare un test per la sensibilità del farmaco prima di iniziare la procedura.

Altri metodi per diagnosticare l'adenomiosi uterina

La risonanza magnetica viene anche utilizzata per rilevare l'adenomiosi interna. Per questo, il paziente viene inserito in un tomografo speciale, che scatta foto del corpo umano su piani diversi. Utilizzando questo metodo, è possibile rilevare uno dei segni più importanti della malattia: ispessimento della zona di transizione dall'endometrio al miometrio di oltre 12 mm. Altri criteri di risonanza magnetica per la malattia sono:

  • un aumento delle dimensioni dell'utero;
  • asimmetria d'organo;
  • la presenza di piccole formazioni puntuali nello strato muscolare.

Un utero sano ha molte differenze rispetto a un organo affetto da adenomiosi

Il curettage diagnostico è una delle tecniche di biopsia che può essere utilizzata per ottenere materiale biologico (cellule della mucosa uterina e del collo) per rilevare cambiamenti patologici in esso. La procedura viene eseguita da un ginecologo in un ospedale quando il paziente è seduto su una sedia. Uno strumento speciale è posizionato nella vagina e nella cavità uterina - una curette. Con esso, il medico esegue una raschiatura del materiale, che viene quindi inviato a un laboratorio medico per l'esame al microscopio, che consente di confermare la diagnosi..

Il curettage diagnostico consente di esaminare la membrana uterina al microscopio

Esame del sangue per marcatori di endometriosi

Nella seconda fase del ciclo mestruale, la donna dona sangue venoso, dopo di che gli indicatori CA-125 e PP-14 sono determinati in laboratorio. Il loro aumento può indicare indirettamente lo sviluppo dell'endometriosi interna.

Come viene eseguita la terapia con adenomiosi?

Il trattamento della malattia viene effettuato in due modi: conservativo e operativo. Il primo include l'uso di contraccettivi orali combinati (COC), altri farmaci ormonali e farmaci per eliminare i sintomi. La terapia conservativa viene utilizzata nelle fasi iniziali del processo e l'età relativamente giovane (fino a 30 anni) del paziente, se non ha ancora svolto una funzione di gravidanza. Quando l'adenomiosi ha raggiunto il 3-4 ° grado e sussiste il rischio di germinazione dell'endometrio negli organi e nei tessuti vicini, i medici stanno prendendo in considerazione la possibilità di condurre un intervento chirurgico.

Gli obiettivi principali del trattamento della malattia:

  • normalizzazione dello sfondo ormonale;
  • ripristino di un normale ciclo mestruale;
  • riduzione del volume dell'area interessata, dove l'endometrio cresce nel miometrio;
  • prevenzione della progressione del processo patologico.

Chirurgia della malattia

Il trattamento chirurgico è prescritto in assenza dell'effetto di metodi conservativi. Le operazioni utilizzate nell'adenomiosi uterina sono suddivise nei seguenti tipi:

  • Conservazione dell'organo - eseguita con una piccola lesione dello strato muscolare dell'organo (forme nodulari e focali), nonché se è necessario mantenere la funzione riproduttiva del corpo femminile (desiderio di sopportare e dare alla luce un bambino). Eseguito per laparoscopia con una piccola quantità di tessuto rimosso. I periodi di recupero vanno da 3 giorni a una settimana.
  • Radicale (laparotomia) - sono prescritti per la germinazione massiccia dell'endometrio nel miometrio (con un processo diffuso). Sono effettuati nelle seguenti varianti: rimozione solo dell'utero o dell'utero insieme alle appendici. Il volume richiesto di resezione dei tessuti è determinato dal medico, in base alla prevalenza di adenomiosi. Il recupero avviene entro 1–1,5 mesi.

Pazienti in cui è stata scoperta la malattia di età superiore agli 85 anni, quasi nessun trattamento chirurgico a causa dell'elevato rischio di varie complicanze.

Dopo la resezione dell'utero, preservando una delle ovaie, una donna può svolgere una funzione riproduttiva utilizzando i servizi di una madre surrogata.

Nelle prime settimane dopo l'intervento chirurgico, il paziente deve osservare un regime motorio delicato e limitare lo sforzo fisico grave. Mi è capitato di partecipare al trattamento dell'adenomiosi uterina in una donna che lavorava come donna delle pulizie. Dopo l'intervento chirurgico, il paziente è stato dimesso a casa e tornato a lavorare lo stesso giorno. Il sollevamento dei pesi ha provocato la divergenza delle suture, a seguito della quale il paziente ha dovuto essere operato ripetutamente.

Contraccettivi e altri gruppi di medicinali usati per l'adenomiosi uterina

I farmaci anticoncezionali possono non solo proteggere dallo sviluppo di una gravidanza indesiderata, ma anche aiutare a stabilizzare lo sfondo ormonale. Tutti nella loro composizione contengono varie dosi di componenti biologicamente attivi di estrogeni e gestagen, che sono responsabili della regolazione del ciclo mestruale. Grazie all'uso di questi agenti, è possibile normalizzare la maturazione dell'endometrio e garantire la prevenzione del sanguinamento uterino.

Gruppi di contraccettivi usati per trattare l'adenomiosi:

  1. COC (contengono estrogeni e gestagen nella loro composizione):
    • Jeanine;
    • Logest;
    • Lindinet-20 e Lindinet-30;
    • Jess
    • Yarina.
  2. Farmaci puramente gestagenici:
    • Dispositivo intrauterino Mirena;
    • Impianto sottocutaneo Implanon;
    • preparazioni per somministrazione orale: Charozetta, Midiana.

Per selezionare il farmaco ottimale, è necessario consultare uno specialista e superare i test necessari. In questo modo puoi proteggerti dallo sviluppo di effetti collaterali indesiderati. La durata del corso di terapia è anche determinata dall'ostetrico-ginecologo in base allo stato di salute del paziente.

Galleria fotografica: contraccettivi per il trattamento dell'adenomiosi uterina

Altri gruppi di farmaci per eliminare i sintomi dell'endometriosi interna:

  • Farmaci antinfiammatori non steroidei: alleviano il dolore e riducono l'edema dei tessuti. Per fare ciò, utilizzare:
    • indometacina;
    • Ibuklin;
    • Nurofen.
  • Immunostimolanti: contribuiscono alla formazione di cellule immunitarie (linfociti T e B) nel midollo osseo. Questi includono:
    • Timalin;
    • Thymogen;
    • Taktivin;
    • Cycloferon.
  • Antiossidanti: accelerano la guarigione dei tessuti molli e prevengono il loro danno da radicali dell'ossigeno attivi. A tal fine, nomina:
    • Unitol;
    • tocoferolo acetato.

Tabella: l'uso di altri farmaci ormonali per combattere la malattia

Nome gruppo utensiliEsempi di drogaMeccanismo di azionePrincipali effetti d'uso
Farmaci antigonadotropici
  • danazolo
  • Danazole;
  • Dato;
  • Danodiol.
Ridurre la produzione di ormoni ipofisari che regolano la funzione ovaricaRidurre la durata e l'intensità delle mestruazioni
progestinici
  • Dufaston;
  • Norkolut;
  • Utrozhestan;
  • Dydrogesterone;
Ridurre la quantità di estrogeni nel sangue e prevenirne l'effetto sulla crescita dell'endometrio
  • alleviare il dolore mestruale;
  • contribuire alla stabilizzazione e al ripristino del ciclo regolare.
Farmaci antiestrogeni
  • gestrinone;
  • Non-paese;
  • Medoxyprogesterone.
Inibisce la produzione di ormoni sessuali, a seguito della quale le cellule dello strato interno dell'utero perdono la loro alimentazione e muoiono, cessando di crescere nel miometrioArresto del sanguinamento vaginale
Analoghi della gonadoliberina
  • triptorelina;
  • Diferelin;
  • Decapeptyl.
Aiuta a fermare la produzione di ormoni da parte delle ghiandole sessualiUna diminuzione del volume dell'utero e un parziale ritorno dell'organo alle sue dimensioni normali

Galleria fotografica: altri ormoni per il trattamento dell'adenomiosi uterina

Misure di prevenzione delle malattie

L'adenomiosi ha un effetto negativo sulla capacità di una donna di partorire e i sintomi spiacevoli della malattia peggiorano la qualità della vita. Ecco perché molti medici ritengono che sia molto più facile proteggersi dall'influenza di fattori dannosi che possono scatenare la comparsa di questa patologia..

Non dimenticare i regolari esami medici. Uno dei miei colleghi ha posticipato un viaggio dal ginecologo per 2 anni e quando finalmente è riuscita a visitare un medico, è stata scoperta l'adenomiosi in 3 fasi. Di conseguenza, la donna ha dovuto rimuovere l'utero insieme alle appendici. Se il paziente avesse contattato tempestivamente un ostetrico-ginecologo, tali conseguenze sarebbero state evitate.

Misure di prevenzione individuale dell'adenomiosi uterina:

  • Scegli il metodo contraccettivo migliore per te. Ad esempio, le pillole anticoncezionali aiuteranno non solo a evitare la gravidanza indesiderata e il successivo curettage, ma aiuteranno anche a stabilizzare gli ormoni. Per proteggere dalle infezioni a trasmissione sessuale, si consiglia di utilizzare i contraccettivi orali combinati usando il preservativo (metodo della doppia contraccezione).
  • Guarda la tua dieta. Mangiare cibi salati, fritti, ipercalorici e fast food contribuisce alla formazione di eccesso di peso e allo sviluppo dell'obesità. Si consiglia di aggiungere più frutta e verdura fresca, verdure e noci, pesce e carne magri, cereali e cereali alla dieta. Mangia almeno 5 volte al giorno: colazione, pranzo, cena e 2 spuntini. Per normalizzare l'equilibrio sale-acqua, è necessario consumare 2 litri di acqua naturale ogni giorno.
  • Con lo sviluppo di malattie ginecologiche, non rimandare la visita dal medico e trattare immediatamente i disturbi. Molti processi infiammatori (inclusa endometrite o miometrite) possono causare danni all'endometrio e il conseguente sviluppo di adenomiosi.
  • Esercitati regolarmente con attività sportive leggere e conduci uno stile di vita più fluido. La mancanza di attività contribuisce alla formazione di stasi venosa nella parte inferiore del corpo, che crea anche i prerequisiti per lo sviluppo della malattia.
  • Non iniziare a prendere qualsiasi farmaco senza consultare uno specialista. Molti farmaci hanno effetti collaterali a lungo termine che possono causare danni all'endometrio..

Pianificazione della gravidanza per l'adenomiosi uterina

In presenza di tale diagnosi, si consiglia di avvicinarsi responsabilmente al momento della pianificazione del bambino. Ostetrici-ginecologi consigliano alla futura mamma di pensare in anticipo alla sua salute e di prepararsi per il trasporto del bambino.

L'adenomiosi e la gravidanza sono compatibili

In precedenza, quasi tutti i medici credevano che una tale malattia equivale alla sterilità, ma ora la comunità medica è fiduciosa del contrario. Con l'adenomiosi uterina, puoi non solo rimanere incinta, ma anche sopportare con successo un bambino sano. In misura maggiore, questo processo è influenzato dalle caratteristiche individuali del corpo della donna e dalla presenza di altre malattie del sistema riproduttivo..

La probabilità di infertilità

Nel processo di impianto, l'ovulo cerca un posto per l'attaccamento nella cavità uterina, dopo di che rilascia enzimi speciali che distruggono leggermente lo strato superiore. Ciò consente all'embrione di aderire saldamente al muro e crescere. Con l'adenomiosi, c'è un cambiamento nel miometrio e nell'endometrio di gravità variabile, che complica il processo di impianto: in questo caso, l'uovo fetale lascia insieme al sangue mestruale. Con le forme focali o nodulari della malattia e gli stadi 1–2, c'è ancora la possibilità di rimanere incinta. Se il processo patologico ha raggiunto il 3-4 ° grado o l'utero è diffuso, i medici diagnosticano l'infertilità.

Come rimanere incinta con adenomiosi uterina

Prima di pianificare una gravidanza, gli ostetrici-ginecologi raccomandano di trattare tutte le malattie acute e croniche, oltre ad aderire alle regole di una dieta sana, hanno più riposo e meno stress. Il concepimento dovrebbe essere effettuato durante il periodo di ovulazione (quando l'uovo lascia l'ovaio). Puoi determinarlo usando un test speciale, che viene venduto in farmacia.

Quando pianificare una gravidanza dopo un ciclo di terapia

Dopo il trattamento conservativo, i medici raccomandano di avere prole dopo aver ridotto i focolai di adenomiosi o la scomparsa dei sintomi clinici. È necessario eseguire regolarmente test e monitorare le dinamiche della malattia. Il paziente deve interrompere l'assunzione di contraccettivi in ​​modo che l'ovulazione naturale ritorni.

In alcuni casi, dopo l'abolizione dei contraccettivi ormonali nelle donne, può verificarsi una gravidanza multipla.

Il trattamento chirurgico dell'adenomiosi è stressante per il corpo. Per ripristinare completamente le funzioni del sistema riproduttivo, normalizzare il ciclo mestruale, è necessario attendere da 3 mesi a sei mesi. Questo preparerà l'utero per il successivo portamento del bambino e fornirà la prevenzione dello sviluppo di complicanze.

Caratteristiche del corso della gravidanza con adenomiosi

È dimostrato che l'aspettativa di un bambino ha un effetto benefico sul corpo della donna. La gravidanza è una specie di menopausa fisiologica: a causa dell'assenza delle mestruazioni, scompaiono le principali manifestazioni cliniche della malattia e diminuiscono anche i focolai di adenomiosi. In alcuni casi, il paziente richiede una limitazione dell'attività fisica e l'uso di progestinici per prevenire l'insorgenza prematura del travaglio.

Una donna con una malattia simile dovrebbe sottoporsi a regolari test di screening (ecografia, esami del sangue e delle urine, strisci). Ciò consentirà di rilevare lo sviluppo di complicanze..

Il parto con adenomiosi uterina può verificarsi naturalmente se non ci sono altre indicazioni per il taglio cesareo da parte della madre o del bambino. L'intervento chirurgico pianificato viene eseguito per un periodo di 38–39 settimane.

Conseguenze indesiderabili della malattia

L'adenomiosi uterina è una malattia estremamente pericolosa che può portare a varie complicazioni in qualsiasi trimestre di gravidanza. Il più delle volte si verificano:

  • aborti spontanei o aborti spontanei nelle prime fasi (associati a impianto impiantato dell'ovulo e mancanza di componenti nutrizionali necessari per lo sviluppo del feto);
  • insufficienza placentare (placenta - il luogo del bambino attraverso il quale le sostanze benefiche del corpo materno entrano nel corpo del bambino);
  • preeclampsia: comparsa di edema e aumento della pressione sanguigna;
  • placenta previa (a causa del grande volume di danni alla superficie dell'utero, l'ovulo può essere fissato nella sua parte inferiore, a seguito della quale il canale del parto è bloccato);
  • sanguinamento dovuto alla rottura dei vasi sanguigni;
  • inizio precoce del travaglio (fino a 38 settimane) a causa del distacco della placenta normalmente localizzata.

Ricorda che per una donna incinta con una diagnosi di adenomiosi uterina, qualsiasi stress è severamente proibito. Una delle mie pazienti affette da questa malattia era la 14a settimana in cui aveva litigato con suo marito. A causa di un forte salto ormonale e stress psicologico, la donna ebbe un aborto spontaneo. Dopo il curettage, i medici hanno deciso di rimuovere l'utero insieme alle appendici. L'unico modo per avere una prole per questo paziente era adottare un bambino da un orfanotrofio..

Galleria fotografica: complicazioni indesiderate dell'adenomiosi uterina

Recensioni di donne con una malattia

Koki a questo proposito sono le droghe di prima scelta. Se sono controindicati, di solito viene prescritto solo duphaston. Ho preso Dyufaston un ciclo, i periodi dopo sono stati molto abbondanti, è chiaro che il mio progesterone è abbastanza, l'endometrio è cresciuto troppo a causa di esso. Ma ha preso la coca per molti anni, di sicuro circa 8 anni. Prima di tutto, per la contraccezione, e in secondo luogo, in modo che l'adenomiosi non si diffonda. Incinta subito, con ovaie in ordine completo.

Tatyana

https://www.baby.ru/community/view/22621/forum/post/404674325/

Anche il mio ginecologo fece una tale diagnosi. E ho scelto di bere LOGEST per 3 mesi. Ora il secondo mese di ammissione sta finendo. Per ora va bene.

Natalya

https://www.baby.ru/community/view/22621/forum/post/404674325/

Ho 43 anni. Ieri ero su un'ecografia, con diagnosi di adenomiosi. Niente mi disturba, non fa male. L'unica cosa è che 2 mesi sono diventati periodi più lunghi, pulizia prolungata o qualcosa del genere... Il medico raccomanda farmaci ormonali:.

Jeanne

http://www.woman.ru/health/woman-health/thread/3845257/

Mi è stata anche diagnosticata l'adenomiosi (ho 49 anni), dopo che le mestruazioni e le secrezioni brunastre continuano continuamente. Un ginecologo-endocrinologo ha suggerito di bere due portate di Dufaston ed erbe - o la spazzola rossa o l'utero di pino, e quindi se non ci sono effetti - curettage.

Galina1

http://www.woman.ru/health/woman-health/thread/3845257/

L'adenomiosi uterina è una malattia grave che richiede da tempo un trattamento e un'osservazione da parte di uno specialista. Se la paziente trascura la sua salute, esiste il rischio di infertilità e una riduzione significativa della qualità della vita. Ecco perché, anche dopo aver seguito un corso di terapia di base, i medici consigliano di aderire alle raccomandazioni preventive e di essere regolarmente esaminati da un ostetrico-ginecologo per complicazioni.

Up