logo

Uno dei farmaci più popolari del gruppo di antinfiammatori non steroidei sia prima che oggi è l'aspirina (acido acetilsalicilico). Ci sono molte indicazioni e controindicazioni al suo scopo. Mezzi il cui principio attivo è l'acido acetilsalicilico: Aspirina, Aspirina Cardio, Trombo.

Una delle domande più urgenti è: l'acido acetilsalicilico è controindicato durante la gravidanza? Può essere usato in questo momento? Le opinioni dei medici su questo tema sono condivise.

Il concetto di aspirina, le sue proprietà e meccanismo

L'acido acetilsalicilsalicilico è un medicinale del gruppo dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Ha un'azione antinfiammatoria, antipiretica, analgesica (analgesica) e antiaggregazione (previene la trombosi e la coagulazione del sangue).

Il meccanismo d'azione di questo farmaco è complesso. Viene eseguito come segue:

L'effetto antiaggregazione si verifica a causa della soppressione della formazione della sostanza del trombossano A2 nelle piastrine (cellule del sangue responsabili della coagulazione), riducendo così la coagulazione del sangue e prevenendo l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue (coaguli di sangue).

Inoltre, il farmaco riduce la formazione di altri fattori della coagulazione del sangue..

Indicazioni per la nomina di acido acetilsalicilico

Il farmaco è prescritto per un numero enorme di indicazioni. La gamma di applicazioni è ampia, puoi berla nelle seguenti condizioni:

  • Prevenzione della malattia coronarica (angina pectoris, infarto del miocardio).
  • Misure terapeutiche per l'ictus cerebrale e la prevenzione del suo verificarsi.
  • Trattamento delle malattie tromboemboliche o loro prevenzione (ad esempio, con protesi delle valvole cardiache, stenting).
  • Terapia dell'insufficienza venosa cronica.
  • Trattamento completo delle malattie aterosclerotiche.
  • Febbre (febbre) nelle malattie infettive e infiammatorie.
  • Sindrome del dolore di vari gradi di gravità (inclusi mal di testa, mal di denti).

Indicazioni per l'appuntamento durante la gravidanza

Secondo l'enciclopedia dei farmaci, l'uso del farmaco è controindicato durante il 1o e il 2o trimestre di gravidanza. Nel secondo trimestre è possibile un appuntamento, ma a condizione che i benefici necessari superino in modo significativo i rischi. Può essere prescritto in dosi minime (non più di 100 mg al giorno). Solo a un dosaggio superiore a 1500 mg al giorno il farmaco attraversa la placenta e colpisce il feto.

Ci sono indicazioni in cui puoi bere il farmaco durante la gravidanza:

  1. Esistono malattie ereditarie associate alla trombosi (trombosi venosa profonda, tromboembolia nella famiglia immediata).
  2. Una donna incinta ha insufficienza venosa cronica (vene varicose).
  3. Diabete mellito, ipertensione arteriosa.
  4. La minaccia di aborto spontaneo e la minaccia di parto prematuro.

Effetti collaterali del farmaco

L'aspirina ha una vasta gamma di effetti collaterali. I più importanti di questi sono:

  • Sanguinamento, anemia (a causa dell'effetto anticoagulante).
  • Bruciore di stomaco, sensazione di nausea, vomito, mal di stomaco (effetto dannoso sulla mucosa gastrica).
  • Reazioni allergiche.
  • Compromissione della funzionalità epatica e renale.
  • Raramente vertigini, mal di testa, problemi di udito e vista.

Durante la gravidanza, gli effetti collaterali rimangono gli stessi, ma sono più pericolosi, poiché c'è anche un effetto sul feto.

Controindicazioni durante la gravidanza

Come accennato in precedenza, è consigliabile non prescrivere questo farmaco alle ragazze in posizione. Solo in alcuni casi. Controindicazioni:

  1. Gravidanza nel 1 ° e 3 ° trimestre.
  2. Grave compromissione della funzionalità epatica e insufficienza renale acuta (insufficienza renale acuta).
  3. Asma bronchiale, anche asma innescato dall'aspirina.
  4. Malattie del sangue (diatesi emorragica, emofilia, malattia di von Willebrand, trombocitopenia).
  5. Ulcera peptica, sanguinamento gastrointestinale in passato.
  6. Allattamento e allattamento.

Aspirina nelle prime fasi

La nomina del farmaco nelle prime fasi (durante il 1o trimestre di gravidanza) può portare a difetti nello sviluppo del feto. Poiché è nelle prime fasi che si verifica solo la formazione di un organismo, la posa dei suoi organi e qualsiasi intervento bruceranno porteranno a conseguenze avverse. Possibili difetti: labbro leporino, palatoschisi, difetti cardiaci, IUGR (ritardo della crescita intrauterina), interruzione prematura della gravidanza (aborto spontaneo), distacco della placenta, insufficienza cardiaca e polmonare in un bambino.

In nessun caso dovresti bere l'aspirina da solo nelle prime fasi. Solo un medico può decidere la necessità di un appuntamento.

Aspirina nel secondo trimestre

Durante questo periodo di gravidanza è il meno pericoloso in termini di sviluppo di complicanze. Ma questo non li esclude. Meglio usare droghe alternative..

Aspirina nelle fasi successive

Nel 3 ° trimestre, durante l'assunzione del farmaco, aumenta il rischio di sviluppare una nascita pretermine, così come emorragie di nascita e postpartum. Forse in questo momento il bambino sviluppa difetti del sistema riproduttivo, insufficienza polmonare e cardiaca (aumento della pressione nell'arteria polmonare). Inoltre, l'aspirina aumenta il tono dell'utero, il che porta ad un allungamento del periodo di parto e un prolungamento della gravidanza, da cui lo sviluppo di ipossia fetale.

lattazione

I salicilati (acido acetilsalicilico) passano nel latte materno. Se l'aspirina viene utilizzata a piccole dosi, il suo effetto è minimo se assunto nel latte materno. Se la somministrazione del farmaco è regolare e in grandi dosi, possono svilupparsi effetti collaterali, il principale dei quali è la comparsa di una reazione allergica nel bambino.

Sostituzione dell'aspirina in gravidanza

Ci sono alternative a questo farmaco. Se è necessario abbassare la temperatura, è meglio prescrivere preparati di paracetamolo. Come agente antipiastrinico durante la gravidanza, puoi bere farmaci come Actovegin ed Eparina, ma anche con grande cura e tenendo conto delle controindicazioni.

Pertanto, è importante ricordare tutte le indicazioni e le controindicazioni per la somministrazione di questo farmaco. In nessun caso non nominarti. L'aspirina è prescritta solo dal medico curante, dall'ostetrico-ginecologo, e solo in presenza di indicazioni vitali, quando il rischio successivo supera significativamente l'effetto positivo.

Aspirina durante la gravidanza

Perché e perché prescrivere l'aspirina durante la gravidanza

L'aspirina è un farmaco che tradizionalmente molti di noi usano come antipiretico, meno spesso anestetico, ad esempio, se abbiamo mal di testa dopo aver bevuto alcolici. Dicono che questo farmaco ha una serie di controindicazioni e molti, soprattutto i bambini, non dovrebbero prenderlo. Tuttavia, a volte è prescritto anche alle future mamme che non dovrebbero assumere la maggior parte dei farmaci. Perché e perché prescrivere l'aspirina durante la gravidanza, a che ora e quali precauzioni dovrebbero essere prese per prevenire gravi conseguenze?

Molte donne, sentendo parlare di aspirina (acido acetilsalicilico), cercano immediatamente informazioni sul suo uso nelle istruzioni. Ma poiché questo farmaco è prodotto da molte aziende farmaceutiche, le informazioni nelle istruzioni sulla possibilità di bere aspirina durante la gravidanza variano. In alcune istruzioni, la gravidanza è chiaramente prescritta in controindicazioni, in altre - il primo e il terzo trimestre. A chi credere, se il medico ha prescritto l'aspirina durante la gravidanza per fluidificare il sangue, forse non dovresti fidarti ciecamente del tuo ginecologo o ematologo?

In realtà, questo farmaco è stato usato per molti anni al di fuori delle sue funzioni dirette. È prescritto per vari problemi cardiovascolari. E le indicazioni per l'uso dell'aspirina durante la gravidanza sono un alto rischio di preeclampsia e nelle fasi iniziali, fino a 30 settimane. La preeclampsia (o la gestosi) è una condizione molto pericolosa per la futura mamma e il suo bambino, caratterizzata da un aumento della pressione sanguigna, dall'aspetto e dall'aumento della concentrazione proteica nelle urine, edema grave. Spesso diagnosticato in madri molto giovani e in donne che decidono di diventare madri dopo 40 anni. Inoltre, le donne che lo hanno già conosciuto durante una precedente gravidanza hanno un aumentato rischio di gestosi. È a loro che alcuni medici hanno fretta di prescrivere l'aspirina durante la gravidanza nel primo trimestre come prevenzione della preeclampsia. Non è corretto. L'acido acetilsalicilico non ha teratogenicità. Tuttavia, ci sono alcuni studi scientifici che hanno mostrato un leggero aumento del numero di aborti precoci nelle donne che assumono questo farmaco. Inoltre, alcuni bambini hanno mostrato lievi difetti del sistema cardiovascolare (difetti del setto atriale) e diversi bambini avevano un difetto della parete addominale. Queste sono le possibili conseguenze dell'aspirina durante la gravidanza. Tuttavia, se hai iniziato a prendere questo farmaco, non sapendo di essere incinta o non sapendo che devi aspettare 2 trimestri - non importa. Se lo si desidera, la gravidanza non deve essere interrotta. Molto probabilmente, non ci saranno conseguenze per il bambino.

Tuttavia, per non rischiare, l'aspirina nelle prime fasi della gravidanza non è prescritta. Il periodo più favorevole per la sua assunzione è il secondo trimestre. Dalla 14 alla 28 settimana. Ma non prima di 12 settimane. Dosaggio - 75-100 mg al giorno. Nel 3 ° trimestre di gravidanza, puoi prendere l'aspirina, ma di solito i medici riducono il dosaggio, poiché l'acido acetilsalicilico appartiene al gruppo di farmaci che tendono a portare alla chiusura prematura del dotto arterioso nel bambino e alla patologia polmonare. Inoltre, la pratica dell'uso dell'aspirina durante la gravidanza può causare emorragia intracranica in un bambino prematuro se la gestante ha assunto il farmaco durante l'ultima settimana prima del parto. Questi sono gli effetti collaterali dell'assunzione di aspirina durante la gravidanza, ovviamente, non si verificano in tutti. Tuttavia, i dosaggi giornalieri raccomandati per la prevenzione della preeclampsia sono minimi. 5-6 volte inferiore a quello che, ad esempio, è necessario per ridurre una volta la temperatura elevata. Pertanto, l'aspirina può essere assunta durante la gravidanza sotto la supervisione di un medico, inoltre, uno specialista esperto. Se hai avuto una grave gestosi durante la tua precedente gravidanza, assicurati di trovare un medico del genere. A proposito, l'assunzione di dosi minime di acido acetilsalicilico è anche la prevenzione dell'ipertensione arteriosa nelle donne in gravidanza e dell'insufficienza fetoplacentare. Queste conclusioni sono state fatte da medici stranieri, che sono molto attenti a prescrivere farmaci a gestanti. Questo è diverso dai medici russi.

È possibile assumere aspirina cardio durante la gravidanza e in che modo questo farmaco differisce dall'aspirina normale? Per rispondere a questa domanda, basta guardare le istruzioni. La loro composizione è la stessa: acido acetilsalicilico. Solo nell'aspirina cardio, il suo dosaggio è di 100 mg, cioè molto piccolo, proprio quello di cui le future madri hanno bisogno. Se il medico prescrive l'assunzione di aspirina 75 mg, è possibile assumere ¾ compresse cardio.

Allo stesso tempo, nonostante i magri dosaggi, il medico, prescrivendo l'aspirina al suo paziente, deve tenere conto delle controindicazioni durante la gravidanza per l'assunzione di questo farmaco. E questi includono grave insufficienza cardiovascolare, gravi lesioni allo stomaco e all'intestino, asma bronchiale, insufficienza epatica e renale.

Aspirina durante la gravidanza

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Dovrei prendere l'aspirina durante la gravidanza? - una domanda del genere tormenta le mamme in attesa, perché in condizioni in cui una donna ha un bambino, la maggior parte dei soliti farmaci può danneggiare il feto. La situazione è complicata dal fatto che con questo farmaco siamo abituati a trattare letteralmente tutto, dai mal di denti ai processi infiammatori..

Posso prendere l'aspirina durante la gravidanza??

Scienziati di diversi paesi hanno condotto più di uno studio alla ricerca della risposta alla domanda: l'aspirina è dannosa durante la gravidanza. Va notato che non esiste una risposta inequivocabile a questa domanda, perché tutto dipende da ogni singolo caso, ma quasi tutti i medici si oppongono fortemente all'assunzione di questo farmaco senza necessità urgente, poiché può danneggiare un bambino non ancora nato.

Possibili conseguenze dell'assunzione di aspirina durante la gravidanza a dosi normali:

  • Aborto Spontaneo.
  • Impatto negativo sul processo di formazione degli organi del nascituro e, di conseguenza, sullo sviluppo di malattie cardiache e polmonari.
  • rinvaso.
  • Effetto negativo sulla crescita fetale.
  • Distacco placentare.
  • Sanguinamento alla consegna.
  • Complicanze comuni della gravidanza e della salute della futura mamma.

Nonostante siamo abituati a prendere una compressa di aspirina in quasi tutte le malattie, dobbiamo ricordare che questo è un farmaco forte e tutt'altro che perfetto che può causare varie patologie e malattie anche in una persona sana:

  • Insufficienza renale e cardiaca.
  • L'edema di Quincke.
  • sindrome di Reye.
  • Infiammazione dello stomaco.
  • Diarrea.
  • Eruzione cutanea.
  • Spasmi dei bronchi.
  • Sanguinamento ecc.

Aspirina all'inizio della gravidanza

Il fatto che l'aspirina sia controindicata durante la gravidanza è, in generale, ovvio. Ma devo dire che ha un effetto particolarmente dannoso sul feto all'inizio della gravidanza.

L'uso dell'aspirina nel primo e nel secondo trimestre di gravidanza, quando si formano gli organi del nascituro, minaccia la comparsa di tutti i tipi di difetti fetali:

  • Ernia diaframmatica.
  • Lo sviluppo dell'ipertensione polmonare.
  • Problemi con il setto interventricolare del miocardio (sottosviluppo e difetti).

Devo dire che il danno derivante dall'assunzione di aspirina è evidente non solo nelle prime fasi della gravidanza, ma può anche causare un duro colpo negli ultimi mesi. Quindi, l'uso del farmaco nel terzo trimestre di gravidanza minaccia la donna incinta con sanguinamento durante il parto (a causa della capacità di coagulare il sangue) ed emorragie nel neonato.

Aspirina e aborto

Sfortunatamente, il problema dell'aborto in casa è rilevante in tutti i paesi. Le donne la cui futura maternità è indesiderabile ricorrono a vari rimedi popolari, uno dei quali sta assumendo aspirina. In effetti, questo farmaco ha una composizione così aggressiva che il rischio di aborto spontaneo aumenta a volte anche nel caso del normale dosaggio per una persona sana.

I medici hanno dimostrato che l'uso di farmaci a base di acido acetilsalicilico aumenta del 80% il rischio di aborto spontaneo, che è un'altra pietra nella ciotola "contro" l'uso dell'aspirina durante la gravidanza.

Assunzione di aspirina durante la gravidanza: istruzioni

Come accennato in precedenza, l'assunzione di aspirina durante la gravidanza è una procedura pericolosa non solo per il nascituro, ma anche per la madre. Tuttavia, ci sono casi in cui l'uso di un farmaco a piccole dosi non è solo non dannoso, ma anche utile per la salute di una donna incinta e la conservazione del suo feto:

  • Con la sindrome antifosfolipidica - aumento della coagulazione del sangue, che in passato ha provocato aborti spontanei (prescrivere l'assunzione di compresse прием una volta ogni 24 ore). A proposito, per evitare l'uso di droghe pericolose, i medici consigliano di rivolgersi a rimedi popolari e di mangiare cibi sani che fluidificano il sangue (carote, kiwi, mirtilli rossi, barbabietole).
  • Con le vene varicose, l'aspirina è indicata nello stesso dosaggio. Va notato che oggi esistono farmaci completamente sicuri per prevenire le conseguenze di questa malattia (ad esempio Curantil).
  • Con preeclampsia - una grave forma di tossicosi tardiva, che è associata a pressione alta.
  • Con malattie reumatiche.

Si noti che, indipendentemente dalla gravità della malattia, l'aspirina durante la gravidanza può essere prescritta solo da un medico e sempre in dosi miserabili!

Ricorda che quando ti prepari a diventare madre, sei responsabile non solo della tua salute, ma anche della vita del tuo bambino non ancora nato, quindi pensaci due volte prima di prendere l'aspirina durante la gravidanza, anche se hai un forte dolore.

Aspirina durante la gravidanza: può essere assunta solo in casi estremi

L'aspirina è un farmaco antinfiammatorio noto a tutti. Aiuta non solo ad alleviare il dolore, ma anche a ridurre la temperatura corporea. Inoltre, il farmaco aiuta a fluidificare il sangue, riducendo il rischio di trombosi, che è importante per la gestazione. Tuttavia, non è sempre possibile utilizzare l'aspirina durante la gravidanza..

Informazioni generali sul farmaco

Il componente attivo dell'aspirina è l'acido acetilsalicilico, una sostanza con attività antitrombotica. Il punto di applicazione di questo farmaco è la membrana cellulare delle piastrine. Se esposta a queste cellule, l'aspirina impedisce la formazione di coaguli di sangue all'interno dei vasi, mantenendo così il normale flusso sanguigno.

L'aspirina è ampiamente prescritta nella pratica cardiologica per la prevenzione della tromboembolia nei pazienti dopo infarto del miocardio, che soffrono di fibrillazione atriale e insufficienza cardiaca cronica. Viene anche spesso usato per prevenire la formazione di coaguli di sangue dopo tromboflebite e vene varicose degli arti inferiori. Ma a quale scopo i medici prescrivono l'aspirina alle donne in gravidanza?

Il concetto di aspirina, le sue proprietà e meccanismo

L'acido acetilsalicilsalicilico è un medicinale del gruppo dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Ha un'azione antinfiammatoria, antipiretica, analgesica (analgesica) e antiaggregazione (previene la trombosi e la coagulazione del sangue).

Il meccanismo d'azione di questo farmaco è complesso. Viene eseguito come segue:

  1. L'anestetico si verifica a causa dell'effetto inibitorio diretto del farmaco sul centro del dolore nel cervello.
  2. L'effetto anti-infiammatorio viene effettuato a causa della soppressione della sintesi dei mediatori infiammatori (prostaglandine, acido arachidonico), quindi, riducendo le manifestazioni: gonfiore, pletora dei tessuti.
  3. L'effetto antipiretico è dovuto a un effetto inibitorio diretto sul centro della termoregolazione nel cervello.

L'effetto antiaggregazione si verifica a causa della soppressione della formazione della sostanza del trombossano A2 nelle piastrine (cellule del sangue responsabili della coagulazione), riducendo così la coagulazione del sangue e prevenendo l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue (coaguli di sangue).

Inoltre, il farmaco riduce la formazione di altri fattori della coagulazione del sangue..

Perché l'aspirina è incinta?

Durante l'intero periodo del trasporto di un bambino, il corpo della donna subisce significativi sovraccarichi ormonali e gli ormoni sessuali influenzano direttamente la viscosità del sangue. Inoltre, l'utero in crescita comprime meccanicamente i grandi vasi sanguigni, causando la stasi del sangue nelle gambe. Entrambi i fattori predispongono allo sviluppo dell'insufficienza venosa periferica e della trombosi..

Una situazione rara ma estremamente pericolosa nelle donne in gravidanza è la sindrome antifosfolipidica - una patologia autoimmune accompagnata da più coaguli di sangue nel lume dei vasi sanguigni. Questa malattia rappresenta una minaccia immediata per la salute e la vita di una donna e del suo bambino, e il modo migliore per prevenire possibili complicanze è la terapia volta a fluidificare il sangue.

Perché viene prescritta l'aspirina durante la gravidanza? Per ridurre la viscosità del sangue e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Questo aiuta a evitare non solo complicazioni pericolose come infarto del miocardio, ictus ed embolia polmonare. L'aspirina migliora indirettamente la circolazione sanguigna nel cerchio uteroplacentare, quindi il bambino riceve più ossigeno.

I benefici e i danni del farmaco. video

In ogni caso, solo uno specialista può prescrivere il medicinale e solo in piccola quantità. È possibile ricorrere al trattamento con acido acetilsalicilico solo quando i benefici di prenderlo superano significativamente il possibile rischio per il feto.

Affinché l'assunzione di acido acetilsalicilico non porti a conseguenze indesiderate, è necessario bere il farmaco solo in microdosi, che non supera i 100 mg al giorno. L'aspirina viene assunta immediatamente dopo un pasto con un po 'd'acqua..

Nel caso in cui una donna si ammalasse di raffreddore durante la gravidanza, l'aspirina può essere sostituita con altri farmaci:

  1. Paracetamolo - è uno strumento sicuro, la cui ammissione è consentita durante la gravidanza. Il paracetamolo aiuta a ridurre la febbre e ad alleviare il mal di testa.
  2. Actovegin - è una buona profilassi che aiuta a prevenire i coaguli di sangue nel corpo di una donna, oltre a normalizzare il movimento del sangue nella placenta.
  3. L'eparina aiuta a migliorare la microcircolazione, ma non è consigliabile prenderla a lungo, così come nel primo e terzo trimestre di gravidanza.

L'assunzione di farmaci durante la gravidanza rappresenta una certa minaccia per la salute della madre e del bambino, soprattutto se il trattamento viene effettuato con acido acetilsalicilico. Tuttavia, l'assunzione di questo medicinale rigorosamente come prescritto dal medico e alla giusta dose aiuterà ad evitare conseguenze indesiderabili e in alcuni casi addirittura a salvare la vita della futura mamma.

Affinché l'assunzione di acido acetilsalicilico non porti a conseguenze indesiderate, è necessario bere il farmaco solo in microdosi, che non supera i 100 mg al giorno. L'aspirina viene assunta immediatamente dopo un pasto con un po 'd'acqua..

L'assunzione di farmaci durante la gravidanza rappresenta una certa minaccia per la salute della madre e del bambino, soprattutto se il trattamento viene effettuato con acido acetilsalicilico. Tuttavia, l'assunzione di questo medicinale rigorosamente come prescritto dal medico e alla giusta dose aiuterà ad evitare conseguenze indesiderabili e in alcuni casi addirittura a salvare la vita della futura mamma.

Il componente attivo dell'aspirina è l'acido acetilsalicilico, una sostanza con attività antitrombotica. Il punto di applicazione di questo farmaco è la membrana cellulare delle piastrine. Se esposta a queste cellule, l'aspirina impedisce la formazione di coaguli di sangue all'interno dei vasi, mantenendo così il normale flusso sanguigno.

L'aspirina ha una vasta gamma di effetti collaterali. I più importanti di questi sono:

  • Sanguinamento, anemia (a causa dell'effetto anticoagulante).
  • Bruciore di stomaco, sensazione di nausea, vomito, mal di stomaco (effetto dannoso sulla mucosa gastrica).
  • Reazioni allergiche.
  • Compromissione della funzionalità epatica e renale.
  • Raramente vertigini, mal di testa, problemi di udito e vista.

Durante la gravidanza, gli effetti collaterali rimangono gli stessi, ma sono più pericolosi, poiché c'è anche un effetto sul feto.

In che modo influenza esattamente la salute del feto e delle donne Aspirina durante la gravidanza, gli scienziati hanno cercato di scoprirlo nel corso di numerosi esperimenti di ricerca. Tuttavia, i loro risultati erano così contraddittori che non è ancora possibile trarre l'unica conclusione corretta e obiettiva. Allo stesso tempo, nel processo di studio dei dettagli dell'azione dell'aspirina, sono state scoperte le sue ovvie proprietà negative:

  • un'alta probabilità di comparsa di diverse complicanze della gravidanza;
  • rischio di aborto spontaneo;
  • alta probabilità di distacco di placenta;
  • crescita e sviluppo intrauterini lenti del bambino;
  • la nascita di un bambino nato;
  • possibile formazione di patologie del cuore e dei polmoni nel bambino;
  • sviluppo di sanguinamento nelle donne durante il parto e durante la nascita.

Come puoi vedere, non è inutile che molte donne in grado di bombardare letteralmente il proprio medico con domande sulla possibilità di utilizzare un determinato farmaco. Se prende il medicinale a proprio rischio e pericolo, chissà quali saranno presto le conseguenze (ad esempio, si scopre che è molto probabile che interrompa la gravidanza con Aspirin).

Ci sono altri argomenti contro l'aspirina. Quindi, gli scienziati danesi hanno dimostrato l'effetto negativo del farmaco sulla funzione fertile e la comparsa di patologie testicolari durante il periodo di sviluppo intrauterino del ragazzo. Si noti che tutti i suddetti disturbi si verificano principalmente dopo che la donna incinta ha assunto la solita dose di aspirina, che l'istruzione farmacologica raccomanda alle persone comuni.

Ti offriamo di familiarizzare con: hCG con una gravidanza extrauterina nelle prime fasi: livello dell'indicatore per settimana, dinamica

Riassumendo, possiamo dire con sicurezza che la pratica di prescrivere l'aspirina alle donne in gravidanza ha il diritto alla vita, a condizione che il medicinale sia prescritto da un medico competente. Anche il grado di fiducia nello specialista è di grande importanza: è importante che la donna prenda tranquillamente Aspirina durante la gravidanza e non si preoccupi di nulla.

Le controindicazioni assolute all'assunzione anche di una dose microscopica di aspirina durante la gravidanza sono considerate insufficienza cardiovascolare complicata, grave disfunzione dello stomaco e dell'intestino, asma bronchiale, insufficienza epatica e renale.

Durante la gravidanza, una donna dovrebbe prestare la massima attenzione in relazione a tutto ciò che può riguardare la sua salute. Ricorda che tutte le tue azioni devono essere coordinate con il tuo medico.

Utilizzare durante la gravidanza

Quando si prende l'aspirina, è necessario prestare particolare attenzione, per non parlare del fatto che è severamente vietato prenderlo senza la raccomandazione di un medico. Ciò è dovuto al fatto che anche con il minimo eccesso di dose, l'acido acetilsalicilico inizia ad avere effetti negativi sul feto.

Questo pericolo è particolarmente grave nel primo trimestre di gravidanza, poiché l'aspirina può causare un bambino:

  • spaccatura del labbro superiore e del palato duro;
  • disturbo congenito della struttura della colonna vertebrale e del midollo spinale - spina bifida;
  • anoftalmia o mancanza di un bulbo oculare;
  • difetti cardiaci e altre patologie congenite.

Al fine di evitare lo sviluppo di queste complicanze, l'aspirina durante la gravidanza nelle prime fasi è prescritta solo a basse dosi..

Perché i medici sono contrari alla prescrizione dell'aspirina alla fine della gravidanza? Questo farmaco può penetrare nella barriera utero-placentare, quindi da 10-12 settimane può essere assunto solo se è veramente necessario: ad esempio, se la donna incinta soffre di vene varicose delle gambe o le viene diagnosticata la sindrome antifosfolipidica.

Nelle fasi successive, l'aspirina, se usata in modo improprio, può portare a:

  • sanguinamento nella madre;
  • emorragia negli organi interni, incluso il cervello;
  • danno alla mucosa gastrica;
  • gravi danni al fegato fetale e altre complicazioni.

Quindi, è possibile prendere l'aspirina durante la gravidanza? Nelle fasi iniziali - a basse dosi e con cautela. Nel terzo trimestre di gravidanza, non dovresti mai bere l'aspirina, perché un ulteriore diradamento del sangue durante questo periodo è irto di sanguinamento uterino potenzialmente letale e morte del bambino.

Posso usare ASA durante la gravidanza??

Durante gli studi preclinici, è stato riscontrato che i salicilati hanno un effetto teratogeno (patologia dello sviluppo embrionale con formazione di difetti alla nascita).


L'uso di dosi elevate di ASA (oltre 150 mg / die) durante la gravidanza è controindicato in modo continuo o intermittente.

L'acido acetilsalicilico durante la gravidanza alla dose di 40-75 mg / die è indicato per i pazienti con:

  • lupus eritematoso sistemico;
  • vene varicose degli arti inferiori;
  • rischio di ipertensione gestazionale;
  • preclampsia;
  • sindrome antifosfolipidica.

La terapia con aspirina alla dose di 40-75 mg / die nelle donne in gravidanza con le suddette condizioni da 12 settimane di gestazione li ha protetti da parto prematuro, distacco di placenta, ritardo della crescita intrauterina.

L'ASA blocca la formazione di prostaglandine nel corpo (sostanze biologicamente attive che influenzano la contrattilità della muscolatura liscia e il sistema riproduttivo). La mancanza di queste sostanze porta ad un alterato impianto dell'uovo fetale, al riassorbimento del sacco vitellino, all'anemia, all'emorragia postpartum, al sovraccarico della gravidanza. A causa dell'insufficienza delle prostaglandine, il follicolo si rompe e l'uovo entra nella tuba di Falloppio.

Ma l'uso di basse dosi di aspirina (75-100 mg / die) durante la procedura di fecondazione in vitro non porta a una riduzione critica delle prostaglandine. Al contrario, il livello di impianto è aumentato a causa del miglioramento del flusso sanguigno nelle ovaie e nell'utero.

Inoltre, nelle donne in gravidanza, aumenta la probabilità di sviluppare effetti collaterali:

  • tempo di sanguinamento prolungato;
  • vertigini;

Le conseguenze dell'effetto prenatale di grandi dosi di aspirina:

  • Malformazioni congenite;
  • Aumento della mortalità perinatale, principalmente a causa della nascita morta;
  • Ritardo della crescita intrauterina;
  • Intossicazione congenita da salicilato;
  • Diminuzione della capacità di legame con la globulina;
  • Violazione del sistema di coagulazione del sangue dei neonati;
  • Disturbi funzionali del sistema vascolare dei polmoni.

L'aspirina penetra facilmente nella barriera placentare. Nelle ultime settimane di gravidanza dopo l'assunzione, la concentrazione di salicilati è più alta nel neonato che nella madre.

La biotrasformazione del farmaco si verifica nel fegato con la partecipazione della glucuronil transferasi e viene escreta attraverso i reni. Pertanto, il metabolismo del farmaco è limitato dall'attività degli enzimi. Durante la gravidanza, gli organi di cui sopra hanno un carico maggiore associato alla purificazione del sangue dai prodotti vitali del feto. L'emivita del farmaco può aumentare fino a 30 ore, con conseguente aumento del rischio di sovradosaggio.

Istruzioni per l'uso durante la gravidanza

L'acido acetilsalicilico è disponibile in diversi dosaggi con molti nomi commerciali:

  1. Aspirina società tedesca Bayer.
  2. Thrombo ACC prodotto dalla società farmaceutica austriaca Lannacher Heilmittel e dal russo LLC Valeant.
  3. L'aspirina Cardio, prescritta durante la gravidanza, è prodotta dalla stessa società tedesca Bayer.
  4. Le società di Acekardol Synthesis OJSC (Russia) e altre.

Il dosaggio massimo di aspirina durante la gravidanza non deve superare i 100 mg. Altrimenti, il rischio di complicanze emorragiche aumenta in modo significativo. Il farmaco viene assunto 1 volta al giorno al mattino con i pasti. In nessun caso dovresti bere l'aspirina a stomaco vuoto, poiché ciò può causare danni alla mucosa con lo sviluppo di un'ulcera.

Controindicazioni

Se una donna soffre di asma bronchiale, non vale la pena sapere se può bere l'aspirina durante la gravidanza. Tale paziente deve rifiutare di assumere questo farmaco e trovare un altro agente antitrombotico. Ciò è dovuto al fatto che l'acido acetilsalicilico in sé diventa spesso un provocatore di attacchi asmatici.

A causa del costante aumento dell'incidenza dell'ulcera peptica dello stomaco e del duodeno, la nomina dell'aspirina sta diventando un compito sempre più difficile. L'acido acetilsalicilico blocca la formazione di un certo tipo di prostaglandine - sostanze che forniscono ulteriore protezione per la mucosa gastrica dall'effetto aggressivo dell'acido cloridrico del succo gastrico. Pertanto, i pazienti con ulcera peptica, nonché sanguinamento gastrointestinale passato in passato, Aspirina non devono essere assunti.

Analoghi

Le aziende farmaceutiche offrono un numero enorme di alternative all'aspirina. Durante la gravidanza, Curantil viene utilizzato più spesso. Ha un effetto più lieve sul corpo, ma non differisce dall'acido acetilsalicilico in termini di efficacia..


Aspirina Upsa e Aspirina Cardio differiscono dal loro predecessore nella composizione. La supplementazione di cardio ti permette di prendere la medicina se puoi sviluppare problemi di stomaco. L'aspirina Upsa differisce nel formato del farmaco. Il medicinale è disponibile sotto forma di compresse destinate alla preparazione di una bevanda effervescente.

L'acido acetilsalicilico è anche incluso in farmaci come Acenterin, Upsarin, Thrombo ACC, Cardiomagnyl e Colfarit. Medicinali come Coficil, Sedalgin, Acelisin e Citramon non possono essere utilizzati in posizione, nonostante la presenza di acido acetilsalicilico nella composizione. Solo un medico curante può scegliere un'aspirina sostitutiva.

Fatte salve le regole per l'assunzione del medicinale, la probabilità di conseguenze spiacevoli è ridotta a zero. Una donna dovrebbe capire che, essendo incinta, è responsabile della salute di suo figlio. La negligenza e la frivolezza possono spezzare la sua vita futura.

Misure precauzionali

L'aspirina è lungi dall'essere un farmaco innocuo e ha una serie di effetti collaterali e indesiderati che, se si verificano, rappresentano una minaccia diretta per la salute della madre e del bambino. Fortunatamente, il rischio del loro verificarsi è minimo se una donna prende il farmaco rigorosamente alle dosi raccomandate dal suo medico.

L'assunzione di aspirina deve essere interrotta immediatamente se compaiono i seguenti sintomi:

  1. La comparsa di lividi ed ematomi spontanei sulla pelle.
  2. Feci fetide fetide.
  3. Attacchi d'asma.
  4. Gravi vertigini, debolezza e pallore della pelle.
  5. Ipertensione.
  6. Dolore articolare acuto e gonfiore del tessuto circostante.
  7. Crampi addominali e mal di schiena.

La prevenzione della trombosi è una direzione importante per preservare la gravidanza e garantire la nascita di un bambino sano. L'aspirina affronta bene questo compito ed è prescritta durante la gravidanza per fluidificare il sangue, ma senza consultare uno specialista competente, sarà solo dannoso. Segui i consigli del medico e in nessun caso non prendi le preparazioni di acido acetilsalicilico in modo arbitrario, in modo che la gioia della maternità non venga oscurata da complicazioni spiacevoli e talvolta molto pericolose. Ricorda che l'aspirina può essere bevuta durante la gravidanza solo nelle prime fasi..

Autore: Pavel Shuravin, medico, appositamente per Mama66.ru

Controindicazioni ed effetti collaterali

Come altri farmaci antibatterici, l'aspirina ha una serie di controindicazioni. Prima di usare il medicinale, si consiglia vivamente di familiarizzare con loro. Ignorare la raccomandazione porta a conseguenze spiacevoli. Le controindicazioni al farmaco includono:

  • malattie croniche dello stomaco;
  • rischio di aborto;
  • tendenza al sanguinamento;
  • asma bronchiale;
  • intolleranza ai componenti del farmaco.

Per alcune donne, il medicinale potrebbe non funzionare per qualche motivo. In questo caso, si sviluppano effetti collaterali. L'intensità della loro manifestazione è diversa. Gli effetti collaterali includono:

  • aumento della pressione sanguigna;
  • dolore nella parte bassa dell'addome crampi in natura;
  • lividi senza causa sul corpo;
  • vertigini;
  • pallore della pelle;
  • dolore e gonfiore delle articolazioni;
  • violazione delle feci;
  • nausea e perdita di appetito.

Con l'uso prolungato del farmaco, si sviluppa la dipendenza. Ciò contribuisce alla comparsa di mal di testa dopo il suo ritiro. L'assunzione di aspirina con altri anticoagulanti è severamente vietata. La possibilità di condividere con altri medicinali deve essere specificata nelle istruzioni.

IMPORTANTE! Se necessario, assumere il farmaco durante l'allattamento, interrompere l'allattamento. L'acido acetilsalicilico passa nel latte e quindi passa nel corpo del bambino.

Dosaggio

È molto importante assumere l'aspirina alla dose raccomandata, poiché una quantità troppo piccola non consente l'assottigliamento del sangue e dosi troppo elevate possono penetrare nella placenta, influenzando negativamente il bambino. Il dosaggio è prescritto singolarmente, ma, di norma, la quantità massima non deve superare i 100 mg.

Di norma, i medici raccomandano di non acquistare Aspirin semplice, ma Aspirin cardio. Quali sono le differenze tra questi fondi? Innanzi tutto, nel contenuto del principio attivo. L'aspirina cardio contiene 75 o 100 mg di acido acetilsalicilico ed è in tali dosaggi che viene prescritto un fluidificante del sangue. Pertanto, è possibile bere la compressa di aspirina cardio intera, senza dividerla in parti.

Consigli! È molto difficile separare il tablet con la massima precisione, quindi sono possibili errori. È molto più facile non rischiare di cercare di dividere una pillola di aspirina normale, ma acquistare aspirina cardio nel dosaggio richiesto..

In secondo luogo, le compresse di aspirina cardio hanno un rivestimento che protegge lo stomaco dagli effetti negativi dell'acido, quindi puoi bere l'aspirina cardio senza timore che l'assunzione del farmaco contribuirà allo sviluppo della gastrite. Prendi il farmaco una volta al giorno, in modo ottimale, la mattina dopo la colazione.

Cause della presentazione pelvica del feto

Fino a 32 settimane, il feto può assumere varie pose nella pancia della madre. La presenza di spazio libero nell'utero gli consente di muoversi. Man mano che il bambino cresce, cerca di andare a testa in giù.

Per i seguenti motivi, la presentazione pelvica del feto può persistere fino al parto:

  • acqua bassa o polidramnios;
  • patologia della placenta: posizione nell'area degli angoli tubulari, placenta previa;
  • patologia uterina: tono alterato, mioma;
  • patologia fetale: anencefalia, idrocefalo;
  • gravidanza multipla;
  • conseguenza del taglio cesareo.

Prendere l'aspirina nelle fasi iniziali o come sbarazzarsi della gravidanza con l'aspirina

Sfortunatamente, ai nostri giorni per alcune ragazze la domanda è molto rilevante: "Come interrompere una gravidanza a casa?". Effettuiamo subito una prenotazione, nessuno dei rimedi popolari è una garanzia al 100% di eliminare la gravidanza.

Se decidi di sbarazzarti della gravidanza a casa, prima di tutto, pensa cento volte. Dopotutto, se dopo una tortura senza successo cambiate idea e decidete di lasciare il bambino, le vostre azioni precedenti possono portare al suo sviluppo errato. Ricorda che i bambini sono i fiori della vita e nessuno ti amerà tanto quanto il tuo bambino.

Se parliamo se è possibile sbarazzarsi della gravidanza con l'aiuto dell'aspirina, allora è impossibile rispondere inequivocabilmente a questa domanda. Naturalmente, un intero tablet (o due) bevuto presto può causare un aborto spontaneo. Tuttavia, l'acetile può portare ad altre conseguenze. Come lo sviluppo anormale del feto.

Qual è la differenza tra folacina e acido folico

Alcune donne affermano che una compressa di aspirina inserita nella vagina dopo il rapporto proteggerà da una gravidanza indesiderata. In effetti, c'è una piccola possibilità che ciò possa aiutare. Tuttavia, è molto piccolo. L'acido acetilsalicilico può immobilizzare lo sperma, impedendo così la fecondazione dell'uovo.

Leggermente più probabile che tu non rimanga incinta se inserisci una pillola di aspirina prima del rapporto sessuale. In questo caso, crei un ambiente acido nella vagina che è dannoso per lo sperma. Tuttavia, tali esperimenti possono portare a varie malattie dal lato femminile..

L'aspirina non è un metodo contraccettivo affidabile. Naturalmente, c'è la possibilità che inserendolo nella vagina nel tempo, sarai in grado di immobilizzare lo sperma, tuttavia, le moderne pillole e compresse per il controllo delle nascite sono molto più efficaci.

Effetti collaterali

Dopo aver assunto aspirina, possono comparire vomito, dolore nella parte superiore dell'addome, orticaria, acufene.

Non è sempre possibile identificare i sintomi collaterali, poiché la maggior parte di essi duplica le condizioni di una donna con tossicosi.

Se una donna incinta sospetta di avere effetti collaterali durante l'assunzione di aspirina, deve smettere di usare il farmaco prima di consultare un medico.

Una donna dovrebbe ricordare che ora è responsabile non solo della sua vita, ma anche della salute del futuro bambino. Pertanto, deve riflettere attentamente prima di assumere una pillola di aspirina, anche se soffre di un forte dolore..

Aspirina all'inizio della gravidanza: 10 motivi per rifiutare

Ogni madre vuole dare alla luce un bambino sano e forte. Tuttavia, non bisogna dimenticare la propria salute. Tutti sanno che prendere la medicina in una posizione interessante è necessario solo come indicato da un medico. Ma molti considerano l'aspirina una droga assolutamente sicura. Tuttavia, non lo è! Assunzione di aspirina durante la gravidanza, soprattutto nelle prime fasi, le conseguenze. Quale? - continuare a leggere.

  1. Acido acetilsalicilico all'inizio della gravidanza
  2. Cosa succederà se prendi l'aspirina nelle prime fasi
  3. Prendere l'aspirina nelle fasi iniziali o come sbarazzarsi della gravidanza con l'aspirina
  4. Aspirina durante la gravidanza: recensioni
  5. L'aspirina è necessaria per l'inizio della gravidanza (video)

Acido acetilsalicilico all'inizio della gravidanza

Il componente principale dell'aspirina è l'acido acetilsalicilico. Aiuta con mal di testa, febbre, dolore di vario tipo, da disturbi cerebrali, attacchi di cuore e trombosi.

Nel secondo semestre di gravidanza, il medico può prescrivere acido acetilsalicilico alle donne. Tuttavia, in questo caso il dosaggio è di solo ¼ compresse al giorno.

Per quali malattie può essere prescritta l'aspirina:

  • Aumento della coagulazione del sangue,
  • Vene varicose,
  • Con tossicosi tardiva, accompagnata da pressione sanguigna,
  • reumatismo.

Tuttavia, con un aumento del dosaggio di aspirina, il parto sarà molto difficile. Non automedicare. Questo farmaco può essere assunto solo come indicato da un medico. L'assunzione di compresse di aspirina all'inizio della gravidanza è associata a grandi rischi. Pertanto, prima di ricorrere a tale trattamento, pensa cento volte!

Di solito, i medici prescrivono l'aspirina nei casi più estremi. Pertanto, non puoi bere queste pillole da solo.

Cosa succederà se prendi l'aspirina nelle prime fasi

L'aspirina durante la gravidanza può influenzare il corpo di una donna e un bambino nel modo più terribile. Dovresti prestare particolare attenzione a questo farmaco nel primo e nel terzo trimestre di gravidanza..

Nell'ultimo trimestre di gravidanza, l'assunzione di aspirina può portare a vari sanguinamenti e compromissione della funzionalità epatica nel bambino. Inoltre, questo farmaco complica notevolmente il corso del travaglio. Pertanto, cerca di evitare l'assunzione di acido acetilsalicilico durante questo periodo..

Nel primo trimestre, l'assunzione di aspirina può portare a conseguenze ancora più terribili. Durante questo periodo, anche gli specialisti più esperti evitano di prescrivere questo farmaco.

Le conseguenze dell'assunzione di acido acetilsalicilico nell'ultimo semestre di gravidanza:

  • Sorpasso del bambino,
  • Rilassamento della sedia,
  • L'edema di Quincke,
  • Eruzione cutanea,
  • Infiammazione gastrointestinale,
  • Distacco placentare,
  • Malattie del cuore, dei polmoni e del fegato di un bambino,
  • Sanguinamento in una donna e nel feto,
  • Crampi nei bronchi,
  • Ernia diaframmatica dell'embrione,
  • Ipertensione,
  • Sottosviluppo o difetti del setto ventricolare del miocardio,
  • Ritardo nella crescita dell'embrione,
  • Aborto Spontaneo,
  • Problemi con gli organi riproduttivi del bambino,
  • Difetti del testicolo,
  • Dividere il palato duro o le labbra,
  • Anomalie nello sviluppo del midollo spinale e della colonna vertebrale,
  • Mancanza di un bulbo oculare,
  • Difetti cardiaci.

Come puoi vedere, le conseguenze dell'assunzione di aspirina nelle prime fasi possono essere molto tristi. Pertanto, con un ritardo nelle mestruazioni, non dovresti usare questo farmaco per non danneggiare il feto in caso di gravidanza.

È per questi motivi che i medici sono categoricamente contrari alla nomina di aspirina nel primo e nell'ultimo semestre di gravidanza. Può essere consumato a piccole dosi, solo nel secondo trimestre e solo come indicato da un medico.

Prendere l'aspirina nelle fasi iniziali o come sbarazzarsi della gravidanza con l'aspirina

Sfortunatamente, ai nostri giorni per alcune ragazze la domanda è molto rilevante: "Come interrompere una gravidanza a casa?". Effettuiamo subito una prenotazione, nessuno dei rimedi popolari è una garanzia al 100% di eliminare la gravidanza.

Se decidi di sbarazzarti della gravidanza a casa, prima di tutto, pensa cento volte. Dopotutto, se dopo una tortura senza successo cambiate idea e decidete di lasciare il bambino, le vostre azioni precedenti possono portare al suo sviluppo errato. Ricorda che i bambini sono i fiori della vita e nessuno ti amerà tanto quanto il tuo bambino.

Se parliamo se è possibile sbarazzarsi della gravidanza con l'aiuto dell'aspirina, allora è impossibile rispondere inequivocabilmente a questa domanda. Naturalmente, un intero tablet (o due) bevuto presto può causare un aborto spontaneo. Tuttavia, l'acetile può portare ad altre conseguenze. Come lo sviluppo anormale del feto.

Alcune donne affermano che una compressa di aspirina inserita nella vagina dopo il rapporto proteggerà da una gravidanza indesiderata. In effetti, c'è una piccola possibilità che ciò possa aiutare. Tuttavia, è molto piccolo. L'acido acetilsalicilico può immobilizzare lo sperma, impedendo così la fecondazione dell'uovo.

Leggermente più probabile che tu non rimanga incinta se inserisci una pillola di aspirina prima del rapporto sessuale. In questo caso, crei un ambiente acido nella vagina che è dannoso per lo sperma. Tuttavia, tali esperimenti possono portare a varie malattie dal lato femminile..

L'aspirina non è un metodo contraccettivo affidabile. Naturalmente, c'è la possibilità che inserendolo nella vagina nel tempo, sarai in grado di immobilizzare lo sperma, tuttavia, le moderne pillole e compresse per il controllo delle nascite sono molto più efficaci.

Aspirina durante la gravidanza: recensioni

Se il tuo medico ti ha ordinato di prendere un quarto di una pillola di aspirina nel secondo trimestre di gravidanza, non avere fretta di fargli causa! Questo medicinale è prescritto per fluidificare il sangue. Il secondo semestre non è così pericoloso, e un quarto della pillola in questo momento è meno pericoloso della trombosi.

Recensioni delle madri sull'assunzione di aspirina durante la gravidanza:

  1. Il dottore mi ha detto di bere un quarto di aspirina prima di coricarmi, come rimedio per le vene varicose che sono apparse durante la mia gravidanza. Ha impiegato un mese nel secondo semestre. Ha dato alla luce un bambino sano e completo. (Ira, Samara).
  2. Ho bevuto un quarto di aspirina prima di andare a letto per due settimane. Ho fatto test ed ultrasuoni, tutto è in ordine con il bambino. (Maria, Irkutsk)
  3. Il dottore mi ha prescritto l'aspirina, perché sono arrivati ​​dei brutti test. Dopo aver letto le recensioni sulle possibili conseguenze, ero molto spaventato, ma come si è scoperto nel secondo semestre, un quarto della pillola farà meno danni al bambino rispetto al sangue denso. (Tamara, Kiev).

Come puoi vedere, l'aspirina per fluidificare il sangue nel secondo semestre di gravidanza viene prescritta abbastanza spesso. I medici dicono che in questo momento il bambino dovrebbe ricevere liberamente nutrienti e ossigeno e la trombosi lo impedisce. Pertanto, un quarto di una pillola di aspirina al giorno farà molto meno danno di un sangue denso.

L'aspirina è necessaria per l'inizio della gravidanza (video)

È molto pericoloso usare l'aspirina durante la gravidanza. Nelle fasi iniziali, può portare a patologia dello sviluppo fetale e nelle fasi successive può portare a parto o sanguinamento difficili o prematuri. Solo nel secondo semestre questo farmaco può essere assunto come prescritto da un medico. Prenditi cura della tua salute, non automedicare e darai alla luce un bambino sano!

Aspirina all'inizio della gravidanza: 10 motivi per rifiutare


Uno dei farmaci più popolari del gruppo di antinfiammatori non steroidei sia prima che oggi è l'aspirina (acido acetilsalicilico). Ci sono molte indicazioni e controindicazioni al suo scopo. Mezzi il cui principio attivo è l'acido acetilsalicilico: Aspirina, Aspirina Cardio, Trombo.
Una delle domande più urgenti è: l'acido acetilsalicilico è controindicato durante la gravidanza? Può essere usato in questo momento? Le opinioni dei medici su questo tema sono condivise.

Il concetto di aspirina, le sue proprietà e meccanismo

L'acido acetilsalicilsalicilico è un medicinale del gruppo dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Ha un'azione antinfiammatoria, antipiretica, analgesica (analgesica) e antiaggregazione (previene la trombosi e la coagulazione del sangue).

Il meccanismo d'azione di questo farmaco è complesso. Viene eseguito come segue:

  1. L'anestetico si verifica a causa dell'effetto inibitorio diretto del farmaco sul centro del dolore nel cervello.
  2. L'effetto anti-infiammatorio viene effettuato a causa della soppressione della sintesi dei mediatori infiammatori (prostaglandine, acido arachidonico), quindi, riducendo le manifestazioni: gonfiore, pletora dei tessuti.
  3. L'effetto antipiretico è dovuto a un effetto inibitorio diretto sul centro della termoregolazione nel cervello.

L'effetto antiaggregazione si verifica a causa della soppressione della formazione della sostanza del trombossano A2 nelle piastrine (cellule del sangue responsabili della coagulazione), riducendo così la coagulazione del sangue e prevenendo l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue (coaguli di sangue).

Inoltre, il farmaco riduce la formazione di altri fattori della coagulazione del sangue..

Le conseguenze dell'applicazione in momenti diversi

Il più grande pericolo è la nomina di Aspirina nel primo trimestre di gravidanza. Fino alla dodicesima settimana di gestazione, sono vietate anche dosi minime di ASA..

  1. Lo sviluppo di una gravidanza extrauterina;
  2. Distacco dell'ovulo;
  3. Aborto spontaneo precoce;
  4. Formazione di difetti alla nascita:
      Cranio facciale (palatoschisi, labbro leporino);
  5. Il tubo neurale (spina bifida - spina bifida);
  6. Cuore (difetto del setto atriale, tetralogia di Fallot). Si sviluppa con l'uso dell'aspirina dal 5 ° giorno dell'ultima mestruazione alla 9a settimana di gravidanza;
  7. Violazioni della formazione dei sistemi riproduttivo e urinario (ipospadia nei ragazzi);
  8. Deformazione delle costole e degli arti;
  9. polidattilia;
  10. Ernia diaframmatica;
  11. anoftalmia.

Nel II trimestre, l'uso di Aspirina in un dosaggio di 40-80 mg / die in pazienti con indicazioni dirette ha il minimo effetto sulla formazione del feto e sul corso della gravidanza. Tuttavia, la nomina di farmaci con acido acetilsalicilico nei primi trimestri di gravidanza non è raccomandata senza una chiara necessità clinica.

L'uso dell'aspirina per anestetizzare o abbassare la temperatura durante questo periodo è irto di:

  1. Sviluppo fetale ritardato;
  2. Distacco prematuro della placenta;
  3. Anemia

Se la donna incinta sta ancora assumendo il medicinale nei trimestri I e II, la dose del farmaco deve essere minima e il corso del trattamento deve essere ridotto il più possibile.

Nel III trimestre, l'uso dell'aspirina può causare una serie di complicazioni:


Da parte della madre:

    Emorragia postpartum;
  • Sorpasso in gravidanza;
  • Parto prolungato, lavoro debole;
  • Complicanze del parto (taglio cesareo, applicazione di una pinza ostetrica, estrazione sotto vuoto del feto);
  • Dal feto:
      Chiusura prematura del dotto arterioso, ipertensione polmonare;
  • Intossicazione congenita con salicilati con danno renale e sviluppo di insufficienza;
  • Basso peso alla nascita;
  • Sindrome di annullamento (agitazione, pianto monotono, irritabilità riflessa, ipertonicità);
  • Complicanze emorragiche: porpora trombocitopenica;
  • petecchie;
  • ematuria;
  • Kefalogematoma;
  • Emorragie subcongiuntivali;
  • Sanguinamento intracranico
  • Si osserva anche un effetto avverso dell'intera dose di Aspirina (300 mg e oltre) nel primo trimestre di gravidanza a livello di QI dei bambini e della loro capacità di apprendimento. Lo sviluppo fisico non soffre.

    L'uso dell'ASA nelle ultime settimane di gravidanza è una controindicazione all'anestesia epidurale, a causa dell'elevato rischio di sanguinamento, formazione di ematoma intravertebrale e compressione del midollo spinale.

    L'aspirina passa nel latte materno e può causare una diminuzione dell'attività piastrinica nel bambino. Durante l'allattamento, non è consigliabile utilizzare ASA.

    Le donne durante la pianificazione della gravidanza non devono assumere alcun farmaco del gruppo FANS, inclusa l'aspirina. Poiché blocca l'impianto di un uovo fecondato nella cavità uterina e aumenta il rischio di aborto spontaneo.

    Indicazioni per la nomina di acido acetilsalicilico

    Il farmaco è prescritto per un numero enorme di indicazioni. La gamma di applicazioni è ampia, puoi berla nelle seguenti condizioni:

    • Prevenzione della malattia coronarica (angina pectoris, infarto del miocardio).
    • Misure terapeutiche per l'ictus cerebrale e la prevenzione del suo verificarsi.
    • Trattamento delle malattie tromboemboliche o loro prevenzione (ad esempio, con protesi delle valvole cardiache, stenting).
    • Terapia dell'insufficienza venosa cronica.
    • Trattamento completo delle malattie aterosclerotiche.
    • Febbre (febbre) nelle malattie infettive e infiammatorie.
    • Sindrome del dolore di vari gradi di gravità (inclusi mal di testa, mal di denti).

    Indicazioni per l'appuntamento durante la gravidanza

    Secondo l'enciclopedia dei farmaci, l'uso del farmaco è controindicato durante il 1o e il 2o trimestre di gravidanza. Nel secondo trimestre è possibile un appuntamento, ma a condizione che i benefici necessari superino in modo significativo i rischi. Può essere prescritto in dosi minime (non più di 100 mg al giorno). Solo a un dosaggio superiore a 1500 mg al giorno il farmaco attraversa la placenta e colpisce il feto.

    Ci sono indicazioni in cui puoi bere il farmaco durante la gravidanza:

    Up