logo

Essendo nato, una persona non possiede alcuna abilità, conoscenza ed esperienza di vita. Tuttavia, è tutt'altro che impotente come sembra a prima vista. Affinché il neonato abbia avuto l'opportunità di adattarsi a condizioni di vita completamente nuove per lui, la natura lo ha dotato di molti riflessi.

Guardando le briciole in questo periodo, puoi ottenere la risposta alla domanda: "Che cosa ha dato la natura all'uomo?" Non tutti i riflessi dei neonati nel nostro tempo sono di vitale importanza, ma nel loro insieme sono di grande importanza e sono un criterio importante per valutare lo stato della sua salute.

Classificazione riflessa

I riflessi si dividono principalmente in:

Nel neonato si osservano solo i riflessi incondizionati presentati dalla natura alla nascita. In futuro, con l'acquisizione di esperienza, condizionale.

I riflessi incondizionati dei neonati, per la maggior parte, sono vitali per lui (ad esempio, respiratorio o succhiante). In totale, si distinguono 15 riflessi congeniti, che includono la scomparsa e lo sviluppo nel tempo. Ad esempio, i riflessi di suzione e di ricerca che scompaiono vengono sostituiti da una reazione protettiva delle mani o da un riflesso raddrizzante del corpo.

I riflessi congeniti a seconda delle funzioni svolte sono:

  1. Fisiologico. Questi sono i riflessi che sono responsabili delle funzioni vitali, garantendo la normale respirazione, nutrizione e circolazione sanguigna..
  2. Indicativo. Questi riflessi aiutano a proteggere il neonato dagli effetti dell'ambiente..
  3. Atavico. Cioè quelli che non sono vitali per l'uomo moderno.

Riflessi orali

Questo gruppo è caratterizzato da movimenti involontari, succhianti o "bacianti" delle labbra che si verificano quando la bocca del neonato è irritata..

Questi includono i seguenti riflessi:

Succhiare. È il riflesso principale e vitale di un neonato ed è ben sviluppato nei bambini a termine. Si manifesta nel fatto che qualsiasi oggetto che entra nella bocca delle briciole provoca movimenti inconsci di suzione. Scompare dopo circa un anno.

Riflesso proboscide. Consiste nella sporgenza involontaria delle labbra del neonato con un leggero tocco delle dita, a causa della riduzione del muscolo circolare del viso. Si osservano i primi mesi di vita di un bambino..

Cerca riflesso. Consiste in una ricerca inconscia di cibo. Se tocchi delicatamente l'angolo delle labbra delle briciole, allora istintivamente gira la testa nella direzione dello stimolo. Questo riflesso scompare durante i primi 4 mesi. In futuro, il bambino risponde al cibo che vede, cioè la ricerca del cibo diventa consapevole.

Palmar-orale. Se premi i palmi delle mani del neonato con la punta delle dita, aprirà la bocca e piegherà la testa nella direzione dello stimolo. È così che si manifesta il riflesso palmo-orale o di Babkin, che si osserva solo per pochi mesi. L'eccessiva gravità, così come la sua assenza, indicano la presenza di malfunzionamenti nello stato di salute delle briciole.

Afferrare i riflessi

I riflessi di questo gruppo appartengono all'automatismo del motore spinale. Il riflesso di presa più famoso è il riflesso di Robinson. Si mostra nella capacità del bambino di afferrare le dita di un adulto così forte che rende persino possibile sollevarlo. Nei bambini indeboliti, è espresso implicitamente o completamente assente, e in quelli eccitabili si manifesta più fortemente. Dopo 3 mesi questo riflesso viene sostituito dall'abilità di tenere consapevolmente oggetti nella penna.

Il riflesso di Babinsky, che persiste nel bambino per 2 anni, appartiene allo stesso gruppo. Consiste nella flessione posteriore del piede e nella divergenza a forma di ventaglio delle dita delle gambe, con irritazione della suola del neonato.

Tra gli altri riflessi congeniti, ci sono:

  • riflesso protettivo;
  • reazioni di supporto e andatura automatica;
  • gattonare spontaneo;
  • Riflesso di Galant;
  • Riflesso di Perez;
  • riflesso Moro.

Riflesso protettivo. Si manifesta nella capacità di un bambino di girare involontariamente la testa su un lato ogni volta che è disposto sulla sua pancia. Quindi la natura ha fatto in modo che il bambino non soffocasse se fosse stato costretto a rimanere in una posizione scomoda per qualche tempo. La violazione di questo riflesso indica un danno al sistema nervoso del bambino.

Supporto di reazione. Il bambino non può sopportare immediatamente dopo la nascita, ma, grazie al riflesso del supporto, sa come inclinarsi. Quando la briciola viene mantenuta verticalmente in peso, le sue gambe saranno piegate. Ma vale la pena metterlo su una superficie piana, il busto del bambino è raddrizzato e tiene le gambe piegate a piede pieno. Questa reazione del neonato lo prepara per i passi.

Andatura automatica. Un riflesso graduale piuttosto divertente si osserva quando il bambino inizia a toccare le gambe, se lo metti e inclini il corpo leggermente in avanti. Questa è l'andatura automatica di un neonato. Il criterio per valutare questo riflesso è la capacità del bambino di fare affidamento su tutto il piede quando cammina. Entro la fine del secondo mese di vita, questi riflessi scompaiono e in seguito saranno sostituiti dalla capacità del bambino di stare in piedi e camminare in modo indipendente.

Strisciare spontanea. Se il bambino è disteso sulla pancia e un palmo è posto sotto i suoi piedi, allora il bambino inizia a insinuarsi spontaneamente. In nessun'altra posizione si osservano tali movimenti del neonato. Questo è un riflesso di Bauer o un gattonare spontaneo.

Reflex Galant. Entro i cinque giorni di età del bambino, dovrebbe mostrarlo. Se trascini il dito lungo la colonna vertebrale dall'alto verso il basso, la parte posteriore del bambino forma un arco e la testa si gira verso il lato dello stimolo. Normalmente, il riflesso cessa di manifestarsi all'età di 3 mesi, una sua prolungata assenza indica danni al sistema nervoso.

Reflex Moro. Si manifesta nell'allevamento simmetrico delle braccia e delle gambe del neonato e il loro ritorno alla loro posizione originale. È causato da un suono forte, un colpo sulla superficie su cui giace il bambino, che dà una pacca sull'anca.

Quando preoccupare i genitori?

L'ansia dei genitori dovrebbe essere causata da deboli riflessi dei neonati, che, di norma, sono associati a traumi alla nascita, asfissia. A volte un ritardo nei riflessi congeniti è causato da una reazione a determinati farmaci o alla malattia di un bambino. Spesso si osservano riflessi deboli incondizionati nei bambini prematuri.

La completa assenza di riflessi è una condizione che minaccia la vita del bambino, che richiede procedure di rianimazione immediate. Le ragioni possono essere molte, dall'ipossia durante la gravidanza e l'asfissia durante il parto alle malformazioni.

I riflessi incondizionati dei neonati sono un dono della natura per l'uomo, che gli consente di adattarsi a un nuovo ambiente. La tempestività della loro manifestazione e dissolvenza attribuiscono grande importanza, poiché questo è un segno sicuro della salute del bambino. Ma bisogna ricordare che le riserve del corpo umano sono enormi e non completamente comprese..

Non sempre una prognosi neurologica sfavorevole basata sui riflessi si giustifica. Pertanto, nonostante alcuni riflessi dei neonati possano svilupparsi in ritardo o essere del tutto assenti, il corpo del bambino è in grado di riprendersi e il bambino può crescere sano.

I riflessi atavici sono

§ 1. NEWBORN: CARATTERISTICHE CONGENITE
E TENDENZE DI SVILUPPO

Il bambino umano nascerà completamente indifeso. Per lungo tempo, il neonato non si muove, dorme quasi continuamente e nei brevi intervalli di veglia bussa debolmente con braccia e gambe.

Il bambino umano è "armato" dalla nascita molto più debole dei polpacci della maggior parte degli animali. E questo non è casuale: le principali azioni e reazioni comportamentali necessarie per ogni tipo di animale sono “registrate” nel loro cervello e appaiono da sole immediatamente o mentre l'organismo matura (cambiando sotto l'influenza delle condizioni ambientali). Il cervello di un neonato contiene un numero limitato di "registrazioni" di azioni finite. Ma la maggior parte del cervello dei bambini è libera e progettata per assegnare ("registrare") ciò che il bambino imparerà dagli adulti. Il bambino assimila le azioni umane (appropriate) durante la vita.

Riflessi incondizionati e loro importanza per lo sviluppo del bambino. La nascita è un grande shock per il corpo del bambino. Da un'esistenza vegetativa vegetale in un ambiente relativamente costante (l'organismo della madre), passa improvvisamente in condizioni completamente nuove dell'ambiente aereo con un numero infinito di stimoli che spesso cambiano, al mondo in cui diventerà una persona razionale.

La vita di un bambino in nuove condizioni è fornita da meccanismi innati. È nato con una certa volontà del sistema nervoso di adattare il corpo a condizioni esterne. Quindi, subito dopo la nascita, vengono attivati ​​i riflessi, che assicurano il funzionamento dei principali sistemi del corpo (respirazione, circolazione sanguigna).

All'inizio si può anche notare quanto segue. Una grave irritazione cutanea (un'iniezione, ad esempio) provoca un pullback protettivo, lo sfarfallio di un oggetto davanti al viso lo fa battere le palpebre e un forte aumento della luminosità della luce provoca un restringimento della pupilla, ecc. Queste reazioni sono riflessi protettivi.

Oltre a protettivo, nei neonati è possibile rilevare reazioni volte al contatto con lo stimolo. Questi sono riflessi indicativi. Le osservazioni hanno rivelato che già dal primo al terzo giorno una forte fonte di luce provoca una svolta: nella stanza dei bambini dell'ospedale di maternità in una giornata di sole, le teste della maggior parte dei neonati, come i girasoli, sono rivolte verso la luce. È anche dimostrato che già nei primi giorni è normale che i neonati seguano una fonte di luce che si muove lentamente. Anche i riflessi alimentari approssimativi sono facili da invocare. Toccando gli angoli delle labbra, alle guance fa sì che un bambino affamato trovi una reazione di ricerca: gira la testa verso lo stimolo, apre la bocca.

Oltre a quelli elencati, nel bambino si riscontrano alcune altre reazioni congenite: riflesso di suzione - il bambino immediatamente

inizia a succhiare un oggetto messo in bocca; afferrare il riflesso: toccare il palmo provoca una reazione avvincente; repulsione (strisciante) riflesso - quando si toccano le piante dei piedi e alcuni altri riflessi.

Pertanto, il bambino è armato con un certo numero di riflessi incondizionati, che si manifestano nei primissimi giorni dopo la nascita. Negli ultimi anni, gli scienziati hanno dimostrato che alcune reazioni riflesse si verificano anche prima della nascita. Quindi, dopo diciotto settimane, il feto forma un riflesso di suzione.

La maggior parte delle reazioni congenite sono necessarie affinché il bambino viva. Lo aiutano ad adattarsi alle nuove condizioni di esistenza. Grazie a questi riflessi, un nuovo tipo di respirazione e nutrizione diventa possibile per il neonato. Se, prima della nascita, il feto si sviluppa a spese del corpo della madre (attraverso le pareti dei vasi della placenta - la posizione del bambino - i nutrienti e l'ossigeno entrano nel sangue del feto dal sangue della madre), quindi dopo la nascita il corpo del bambino passa alla respirazione polmonare e alla cosiddetta nutrizione orale (attraverso la bocca e lo stomaco tratto intestinale). Questo adattamento si verifica in modo riflessivo. Dopo che i polmoni sono pieni d'aria, l'intero sistema muscolare è incluso nei movimenti respiratori ritmici. La respirazione è facile e gratuita. L'alimentazione avviene attraverso un riflesso di suzione. All'inizio, le azioni innate incluse nel riflesso di suzione sono ancora scarsamente coordinate: quando un bambino succhia, soffoca, soffoca e la sua forza si esaurisce rapidamente. Tutta la sua attività è mirata a succhiare per sazietà. Anche l'istituzione dell'automatismo riflesso della termoregolazione è molto importante: il corpo del bambino si sta adattando sempre più ai cambiamenti di temperatura..

Il neonato è l'unico periodo nella vita di una persona in cui si può osservare in forma pura la manifestazione di forme innate, istintive di comportamento volte a soddisfare bisogni organici (in ossigeno, cibo, calore). Questi bisogni organici non possono, tuttavia, costituire la base dello sviluppo mentale - assicurano solo la sopravvivenza del bambino.

In un bambino, a differenza dei cuccioli di animali, i riflessi incondizionati esistenti non forniscono l'apparenza di forme umane di comportamento, mentre un insieme complesso di riflessi incondizionati di cuccioli di animali consente a un adulto di svilupparsi con reazioni attive protettive, di caccia, materne e di altro tipo necessarie per un'esistenza normale.

Gli studi hanno dimostrato che in una serie relativamente piccola di reazioni innate del bambino agli stimoli esterni, ci sono molti riflessi, sulla base dei quali non si sviluppa nulla. Questi sono riflessi atavici, l'eredità ricevuta dal bambino dagli antenati degli animali.

Tali sono il riflesso accattivante e il riflesso del gattonare. I movimenti associati a questi riflessi svaniscono in futuro. Il riflesso accattivante è che la penna si stringe in un pugno in risposta all'irritazione del palmo. I movimenti del bambino, necessari per il suo sviluppo mentale, per lo sviluppo della capacità di interagire con il mondo esterno, si formano non sulla base di questo riflesso accattivante, ma sulla base della presa, che si verifica quando le dita sono irritate. Il riflesso della presa scompare prima che la presa inizi a prendere forma. Anche il riflesso del gattonare mentre si concentra sulle suole non è il punto di partenza per lo sviluppo di movimenti indipendenti nello spazio. Come hanno mostrato le osservazioni, il vero gattonare non inizia con l'allontanamento delle gambe, ma con i movimenti della mano: il bambino cerca l'oggetto che ha attirato la sua attenzione, "si avvicina" con le mani e si muove in avanti.

Afferrare e gattonare iniziano a formarsi non durante il periodo neonatale, ma molto più tardi - quando il bambino interagisce con un adulto che forza e addestra queste azioni.

Pertanto, un bambino è molto meno "armato" con forme innate di comportamento rispetto a un cucciolo di un animale. In un bambino, tutte le forme di comportamento umane devono ancora essere formate.

Caratteristiche dello sviluppo degli organi sensoriali. Il valore dell'esercizio degli organi. Un bambino nasce molto più indifeso dei cuccioli di molti animali. Tuttavia, l'assenza di un numero significativo di forme di comportamento congenite non è debolezza, ma la forza del bambino.

La caratteristica principale del neonato è la possibilità illimitata di assimilazione di una nuova esperienza, l'acquisizione di forme di comportamento umane. Se i bisogni organici sono sufficientemente soddisfatti, presto perdono la loro importanza principale e, nelle condizioni del regime e dell'educazione corretti, si formano nuovi bisogni (nell'ottenere impressioni, nel movimento, nel comunicare con gli adulti); lo sviluppo mentale si basa su di essi.

La necessità di impressioni è connessa alle sue origini con riflessi indicativi e si sviluppa in base alla volontà degli organi sensoriali del bambino di ricevere queste impressioni. Sebbene gli apparecchi visivi e acustici del neonato entrino in funzione dal primo giorno, il loro lavoro è estremamente imperfetto. Le reazioni visive sono causate solo dalla luce nelle vicinanze, le reazioni uditive sono solo suoni acuti. Durante le prime settimane e mesi di vita, la vista e l'udito stanno rapidamente migliorando. Il bambino inizia a seguire gli occhi con oggetti in movimento, quindi ferma lo sguardo su oggetti immobili. Comincia a rispondere a suoni di contrasto, in particolare alla voce di un adulto. In risposta a stimoli visivi e uditivi, c'è ancora un ritardo a breve termine nei movimenti impulsivi di braccia, gambe e testa; la cessazione del pianto indica concentrazione visiva e uditiva.

0, 1,3 *. Ira 3. Era in uno stato di eccitazione emotivamente negativa, ma la concentrazione visiva sul giocattolo lo fece rallentare, che continuò per tutto il tempo (1 minuto e 44 secondi), mentre Ira guardava il giocattolo muoversi lentamente da un lato all'altro.

0, 1, 24. Hanno provato a calmare il pianto Vasya K., mostrando la palla. Vasya osservò la palla per 1 minuto e 15 secondi, ma non smise di urlare. Quando la parte superiore è stata mostrata, dopo 10 secondi il grido si è fermato ed entro 6 minuti e 35 secondi, mentre ha avuto luogo la reazione di tracciamento, il pianto non ha ripreso. (Dalle osservazioni di M. Yu. Kistyakovskaya.)

Una caratteristica importante del neonato è che lo sviluppo della visione e dell'udito avviene in lui più velocemente dello sviluppo dei movimenti corporei. Questa caratteristica distingue il bambino dai cuccioli di animali in cui i movimenti sono principalmente migliorati..

Lo sviluppo dell'apparato visivo e uditivo, il miglioramento delle reazioni agli stimoli esterni si verificano sulla base della maturazione del sistema nervoso del bambino, e in particolare del suo cervello. Il peso del cervello di un neonato è 1/4 di quello di un adulto. Il numero di cellule nervose al suo interno è lo stesso di un adulto, ma queste cellule non sono sufficientemente sviluppate. Tuttavia, anche nel periodo neonatale (e persino nei bambini nati prematuri), la formazione di riflessi condizionati è del tutto possibile. Questo fatto serve come prova del fatto che le parti più alte del cervello - la corteccia cerebrale - sono incluse nello stabilimento delle connessioni del bambino con il mondo esterno. Fin dai primi giorni di vita, il peso del cervello inizia ad aumentare rapidamente, le fibre nervose crescono e si ricoprono di guaine protettive di mielina. In questo caso, le aree associate all'ottenimento di impressioni esterne si formano in modo particolarmente rapido: in due settimane l'area occupata dai campi visivi nella corteccia cerebrale aumenta di una volta e mezza.

Ma sarebbe sbagliato pensare che la maturazione del cervello in sé possa fornire lo sviluppo degli organi sensoriali del neonato. Questo sviluppo avviene sotto l'influenza di impressioni esterne ricevute dal bambino. Inoltre, senza tali impressioni, la stessa maturazione del cervello è impossibile. Una condizione necessaria per la normale maturazione cerebrale durante il periodo neonatale è l'esercizio dei sensi (analizzatori), l'arrivo degli impulsi ricevuti nel cervello utilizzando vari segnali provenienti dal mondo esterno. Se un bambino cade in condizioni di isolamento sensoriale (mancanza di un numero sufficiente di impressioni esterne), il suo sviluppo rallenta bruscamente. Al contrario, se il bambino riceve abbastanza impressioni, si verifica il rapido sviluppo dei riflessi orientativi (che si esprime nell'aspetto della concentrazione visiva e uditiva), le basi vengono create per la successiva padronanza dei movimenti e la formazione di processi e qualità mentali.

La fonte di impressioni visive e uditive necessarie per il normale sviluppo del sistema nervoso e degli organi sensoriali del bambino e, soprattutto, un adulto diventa l'organizzatore di tali impressioni. Un adulto porta gli oggetti sul viso del bambino, inclina il viso, parla al bambino, attivando così le sue reazioni provvisorie.

Lo sviluppo della sfera emotiva. Il complesso di rivitalizzazione. Un neonato inizia la sua vita con un grido, che nei primi tempi è riflesso incondizionatamente in natura. Il primo grido è il risultato di uno spasmo della glottide. Lo spasmo accompagna i primi riflessi respiratori. Alcuni studiosi ritengono che il primo grido sia anche la prima manifestazione di emozione negativa: i crampi causano una sensazione di oppressione. In questo caso, è davvero impossibile distinguere tra una reazione muscolare e un atteggiamento emotivo: il neonato non ha ancora alcuna esperienza di vita. Tuttavia, si può sostenere che già nei primi giorni di vita, un bambino grida a sensazioni spiacevoli associate alla necessità di cibo, sonno, calore: fame, pannolini bagnati, ecc..

Con la normale educazione, l'assordante "ya" del neonato si trasforma in un'espressione meno violenta di emozione negativa - pianto.

Il pianto diventa un'espressione naturale di tutti i tipi di sofferenza, sia che si tratti di dolore fisico o (ovviamente, molto più tardi) di dolore spirituale.

Un sorriso che esprime emozioni positive appare dopo un urlo. Le prime manifestazioni sufficientemente definite di emozioni positive sotto forma di un sorriso sono state osservate alla fine del primo o all'inizio del secondo mese di vita e il sorriso è sorto quando ci siamo concentrati sull'oggetto visivamente o in risposta alle gentili parole rivolte al bambino e al sorriso adulto. Da ciò possiamo concludere che per l'emergere di un'emozione positiva non è sufficiente solo soddisfare i bisogni organici. Rimuove solo le emozioni negative e crea le condizioni in cui il bambino può vivere un'esperienza gioiosa. Ma tale esperienza stessa è causata dall'ottenere impressioni relative all'adulto.

0, 2, 14. In Ira, immediatamente dopo l'alimentazione, come in altri bambini osservati, non ci sono reazioni emotivamente positive. Con la concentrazione visivo-uditiva sul volto dell'adulto e i suoni della sua voce, sorse l'inibizione dei movimenti generali, dopo 10 secondi lasciando il posto a un sorriso espressivo che durò 35 secondi. (Dalle osservazioni di M. Yu. Kistyakovskaya.)

A poco a poco, il bambino sviluppa una speciale reazione emotivo-motoria, rivolta all'adulto, che si chiama complesso di rivitalizzazione. Il complesso di rivitalizzazione consiste nel fatto che il bambino concentra gli occhi sul volto di una persona che si china su di lui,

gli sorride, muove animatamente le braccia e le gambe, emette suoni tranquilli. Questa è un'espressione del bisogno emergente di comunicazione con un adulto - il primo bisogno sociale del bambino. L'emergere di un complesso di rivitalizzazione è il confine tra il periodo neonatale e l'infanzia.

Riflessi congeniti di un neonato

Abbiamo detto più di una volta che il periodo neonatale è un periodo speciale e unico nella vita del tuo bambino. Durante questo periodo, il tuo bambino si sta sviluppando ad un ritmo che non sarà mai in grado di fare nella tua vita! E il periodo neonatale è unico in quanto possiamo osservare in una forma pura, non diluita gli istinti, la natura nel comportamento.

Quando un omino viene nel mondo, ha già l'odore delle reazioni innate e riflesse. Sono automatici, involontari e ognuno ha il suo scopo. Dopotutto, il sistema nervoso del neonato si sta ancora formando, ma il bambino deve già essere in grado di adattarsi all'ambiente.

È possibile definire tre gruppi di reazioni congenite: fisiologico, atavico e indicativo.

Fisiologico. Con questo gruppo di riflessi, il bambino è già nato. Perché sono vitali per sopravvivere. Naturalmente, questi sono i riflessi responsabili della respirazione e della circolazione sanguigna. Molti di voi potrebbero essere sorpresi, ma questi sono solo riflessi. Includiamo anche i riflessi protettivi. "Proteggono" il bambino da effetti indesiderati.

Ad esempio, la gamba del bambino viene estratta dall'iniezione. Perché, è una forte irritazione della pelle. Un'inclusione inaspettata della luce in una stanza buia provocherà un restringimento della pupilla: questo è il riflesso della pupilla. Tali riflessi sono vitali, rimangono con il bambino per tutta la vita.

E se la mamma tocca la guancia, il bambino gira immediatamente la testa nella giusta direzione. E con la bocca socchiusa sembrerà. E questo è un riflesso di ricerca.

Ma non tutti i riflessi sono vitali. Questo gruppo di riflessi è una specie di eredità dei bisnonni "disumani". Le capacità umane non sorgono sulla base..

Questo gruppo è riflessi atavici. L'esempio più eclatante è il riflesso di Robinson. Quando un adulto tocca il palmo del bambino, lo afferra e lo tiene stretto. Questo è un tipo di afferramento o riflesso accattivante..

Inoltre, un esempio piuttosto interessante è il riflesso inverso. Quando la gamba del bambino tocca la superficie, l'omino inizia a imitare il camminare con due gambe.

Lo stesso riflesso non necessario per la sopravvivenza è il riflesso Moro. Questo è un riflesso di vomitare penne. Se il piccolo uomo è in pericolo di cadere, o sente un suono acuto e forte, allora alza le maniglie, mentre il bambino è pronto ad afferrare qualcosa.

C'è ancora un meraviglioso riflesso di nuoto, secondo me. Se il neonato viene calato in acqua, inizierà a "nuotare" e rimarrà sull'acqua.

I movimenti del crimine scompaiono prima che il bambino inizi a camminare.

Vorrei anche notare che altri comportamenti più complicati sono inclusi nei riflessi innati incondizionati dei neonati.

Ad esempio, il riflesso di suzione in due o tre mesi si trasforma già nell'azione cosciente del bambino. Il bambino non succhia più tutto ciò che vuole e vede. Il bambino può iniziare a succhiare alla vista di un seno o un capezzolo e terminare quando si sente pieno.

I bambini piccoli hanno riflessi che, al contrario, si rafforzano con la crescita. Non sono di natura fisiologica. Ma attraversa tutta la vita del bambino.

L'ultimo gruppo è riflessi orientativi. Tali riflessi forniscono interazione con il mondo esterno. Già nelle prime ore della vita di un neonato, gira la testa verso una fonte di luce o suono.

All'inizio sono incondizionati e riflettono le capacità sensoriali del bambino. Ma nel tempo si sviluppano in una necessità di nuove sensazioni e comunicazione.

Riflessi congeniti di un neonato

Il neonato è l'unico periodo nella vita di una persona in cui è ancora possibile osservare in forma pura forme naturali e istintive di comportamento. Pertanto, la risposta alla domanda "che cosa dà la natura al bambino?" può essere ottenuto ricercando questa particolare età.

Il bambino nasce con una certa scorta di riflessi innati incondizionati, cioè risposte automatiche e involontarie a determinati stimoli esterni. E sebbene il suo sistema nervoso sia ancora lungi dall'essere formato, è pronto ad adattare il corpo alle condizioni esterne.

Tra i riflessi innati di un neonato ci sono quelli che sono assolutamente necessari per la sua sopravvivenza fisica nel mondo esterno. Riflessi etofisiologici.

Quindi, subito dopo la nascita, vengono attivati ​​i riflessi che forniscono respirazione e circolazione sanguigna. I cosiddetti riflessi protettivi che proteggono il corpo da influenze pericolose e troppo forti appartengono allo stesso gruppo. Quindi, una grave irritazione della pelle (ad esempio un'iniezione) fa sì che il bambino rimuova la maniglia o la gamba; un forte aumento della luminosità della luce provoca un restringimento della pupilla (riflesso pupillare); in risposta a una luce tremolante o una boccata d'aria, il bambino socchiude gli occhi o chiude gli occhi (riflesso lampeggiante). Questi riflessi sono indispensabili per la sopravvivenza e persistono per tutta la vita di una persona..

Il riflesso vitale più importante del neonato è il riflesso di suzione. Se tocchi qualsiasi argomento

(ad esempio, con un dito) della bocca del bambino, inizia immediatamente a succhiarlo. E se tocchi le guance del bambino, girerà immediatamente la testa nella direzione dello stimolo e con la bocca aperta guarderà. Questo attiva il riflesso della ricerca. Questi riflessi forniscono al bambino la prontezza per un nuovo tipo di alimentazione.

Tuttavia, non tutti i riflessi neonati hanno un valore adattativo vitale. Tra questi ci sono quelli che non svolgono alcun ruolo nella vita del bambino. L'esempio più evidente di questo è il cosiddetto riflesso di Robinson (o riflesso accattivante). Toccando il palmo del bambino provoca una reazione di presa sorprendentemente forte per il neonato. Ad esempio, se gli tocchi le mani con le dita, le afferrerà così forte da poterle appendere, tenendosi le dita come una scimmia. Il riflesso inverso appartiene a loro - se il piede del bambino tocca qualsiasi superficie, inizia a fare movimenti in avanti con entrambe le gambe, come se stesse “camminando”. Riflessi che strisciano altrettanto inutili per la vita di un neonato (toccando la pianta dei piedi provoca repulsione riflessa); riflesso di vomitare maniglie (o riflesso di Moro - se il bambino è in pericolo di caduta, o in risposta a un suono forte, alza bruscamente le mani e le abbassa rapidamente, mentre i palmi sono come se fossero pronti ad afferrare qualcosa). Recentemente, è stato scoperto un riflesso di nuoto di un neonato: se è immerso nell'acqua, non annegherà, ma si romperà e rimarrà sull'acqua.

Tutti questi sono i cosiddetti riflessi atavici. Rappresentano l'eredità ricevuta dal bambino dagli antenati degli animali. Sulla loro base, non si sviluppa nulla di umano. È caratteristico che molti di loro svaniscono già nella prima metà della vita. Quindi, ad esempio, il riflesso di Robinson è significativamente indebolito dal quarto mese di vita, prima che si verifichi un atto mirato di presa. La risposta riflessa scompare in 3-4 mesi, molto prima che il bambino inizi a camminare. Il riflesso del gattonare mentre si concentra sulle suole non è la base per un movimento indipendente nello spazio. Come hanno dimostrato le osservazioni, il bambino che gattona non inizia con la spinta via con le gambe, ma con i movimenti della mano. I riflessi incondizionati dei neonati da soli non forniscono l'apparenza

forme umane di comportamento. Al contrario, una serie di riflessi incondizionati di animali giovani è una base naturale necessaria per il comportamento di un adulto: le reazioni protettive, di caccia, materne e di altro genere sono assolutamente necessarie per la sua normale esistenza.

Allo stesso tempo, i riflessi incondizionati di un neonato possono essere inclusi in altre forme più complesse e mirate del comportamento di un bambino. Ad esempio, il riflesso di suzione, poiché si esercita costantemente in una situazione di interazione con la madre, in 2-3 mesi si trasforma in un'azione mirata e regolata del bambino. Il bambino smette di succhiare tutto, inizia a regolare il ritmo e l'intensità della suzione, può fermarlo quando è saturo o iniziare quando vede un capezzolo o una bottiglia. La stessa cosa con i riflessi di afferramento, di transizione o di nuoto. Se sono costantemente addestrati e inclusi in una situazione di interazione con un adulto, questi movimenti possono persistere e diventare parte di azioni più complesse (camminare, afferrare, trattenere il soggetto, ecc.). Tuttavia, di per sé, questi riflessi non cresceranno mai in forme di comportamento umane che si formano su una base completamente diversa, non riflessa.

Nei neonati esiste un altro gruppo di riflessi che, sebbene non abbiano alcun significato fisiologicamente vitale, non si attenuano con l'età, ma, al contrario, si rafforzano. Si tratta di riflessi indicativi volti al contatto con influenze esterne. È stato stabilito che già nel primo giorno di vita, una forte fonte di luce fa girare la testa del bambino: nella stanza dei bambini dell'ospedale di maternità in una giornata di sole, le teste della maggior parte dei neonati sono rivolte verso la luce, come i girasoli. Il neonato reagisce anche a un suono forte e gira la testa verso la fonte sonora. I riflessi orientati incondizionati sono la base della necessità di impressioni, che si manifesta nei primi giorni di vita.

Data di inserimento: 29-12-2014; Visualizzazioni: 847; Violazione del copyright?

La tua opinione è importante per noi! Il materiale pubblicato è stato utile? Sì | No

Quali sono i riflessi nei neonati?

I bambini nascono con una serie di riflessi incondizionati, che sono i loro peculiari adattamenti alla vita. La parola "riflesso" nella traduzione dalla lingua latina significa "riflesso", "indietro". In medicina, questo termine si riferisce alle reazioni del corpo causate dal sistema nervoso centrale con irritazione dei recettori.

Riflessi dei neonati e loro significato

Sicuramente da scuola, ricordiamo l'assioma che tutti i riflessi sono divisi in condizionati e incondizionati. I primi vengono acquisiti, formati nel processo dell'esperienza di vita. Tutti ereditiamo l'incondizionato. Appaiono nell'uomo come una reazione del corpo agli stimoli ambientali. Le reazioni riflesse servono per un migliore, più facile adattamento del bambino a circostanze che non possono essere cambiate.

Un neonato nasce solo con tali reazioni incondizionate. Il condizionale si sviluppa nel tempo, nel corso del suo ulteriore sviluppo.

I riflessi individuali sorgono immediatamente dopo la nascita e rimangono con una persona per tutta la vita, senza cambiare. Ciò include la deglutizione, che è responsabile dell'automatismo della deglutizione. Noi adulti lo facciamo automaticamente, senza esitazione, non appena il cibo masticato è entrato nella gola. Anche un neonato consuma latte materno..

Il riflesso corneale provoca il battito delle palpebre quando si tocca la cornea dell'occhio. Appare alla nascita e serve la persona per tutta la vita..

Tendine: questo è ciò che viene spesso controllato dai neuropatologi durante gli esami. La contrazione muscolare e la contrazione delle gambe derivano da colpi di martello sui tendini.

Quindi, i riflessi dei neonati sono i loro primi adattamenti alla vita, le capacità automatiche del corpo che aiutano a vivere al di fuori del grembo materno.

Riflessi congeniti dei neonati

Un ragazzo o una ragazza nato assomiglia a un grumo indifeso. Tuttavia, la natura ha fatto in modo che questo grumo fosse protetto e adattato alla vita. Un neonato ha una vasta gamma di istinti per aiutarlo a sopravvivere in un nuovo ambiente..

Oggi ci sono più di 70 riflessi congeniti che aiutano i bambini a crescere. Sono necessari per adattare i neonati all'ambiente aereo dopo l'ambiente acquatico in cui sono rimasti nell'utero della madre.

Il cibo, o anche chiamato suzione, è il primo riflesso congenito. Si manifesta nel fatto che non è necessario insegnare al bambino a succhiare il seno della madre. Gli viene fuori involontariamente, riflessivamente.

Protettivo è il battito di ciglia caratteristico di tutte le persone. Il riflesso approssimativo è il movimento degli occhi nella direzione della sorgente luminosa. Il bambino reagisce alla luce intensa, può persino urlare. Il bambino reagisce anche a rumori forti..

Prensile. Si manifesta nel fatto che il bambino si stringe al dito, che ti appoggi all'interno della sua penna, palmo. In tenera età, i bambini possono afferrare con fermezza le dita dei loro genitori e allo stesso tempo rimanere in sospeso. Se tocchi la pianta del bambino, le sue dita si raddrizzeranno rapidamente, i piedi si gireranno verso l'interno.

A piedi. Quando prendi l'ascella e lo tieni in posizione verticale, solleverà una gamba, poi l'altra. Sarà una specie di passo. Questo riflesso è di solito osservato nei bambini sani al 4 ° giorno di vita..

Reflex Moro. Consiste nell'allungare braccia e gambe con suoni rumorosi. Il bambino piega la schiena, tira indietro la testa, preme le maniglie sul petto. Nel tempo, questo fenomeno scompare.

Riflessi incondizionati del neonato

Tutte le risposte di cui sopra del neonato sono incondizionate. Pertanto, la natura si è assicurata che i nostri figli mangiassero, vedessero, difendessero, si spostassero, cioè si abituassero all'attività e ai carichi che sperimenteranno nel tempo, sviluppandosi e adattandosi nel mondo esterno. I riflessi incondizionati sono reazioni "incondizionate". I bambini sani nascono con il loro set completo. Alcuni scompaiono nel tempo, altri (sbattere le palpebre, deglutire, per esempio) rimangono per il resto della loro vita.

Riflessi fisiologici dei neonati

Alla nascita di un bambino, dovrebbe essere esaminato un non anatologo. Controlla sempre le sue reazioni di riflesso incondizionato, cioè fisiologiche. La media aurea dal punto di vista della neurologia è la nascita di un bambino con una serie completa di riflessi fisiologici. Tale bambino è sano. E le reazioni fisiologiche scompaiono entro 3-4 mesi. La patologia è la loro assenza e un ritardo nel loro sviluppo..

Quindi, elenchiamo i principali riflessi fisiologici:

  1. Ricerca. Si manifesta abbassando il labbro e girando la testa del neonato verso l'adulto (irritante) in risposta a carezze in bocca.
  2. Proboscide. Se tocchi il labbro superiore del bambino, allora avrà una riduzione dei muscoli facciali del viso. Ciò si manifesta piegando le labbra del bambino con una proboscide.
  3. Il riflesso di Babkin è anche chiamato palmar-orale. Quando premi sul palmo del bambino, apre involontariamente la bocca. Questa risposta di solito scompare prima di 3 mesi.
  4. Reflex Robinson. È la stessa presa quando un neonato afferra il peso del suo corpo sospeso.
  5. Supporto. Quando un neonato viene posizionato su un supporto, si piega le gambe e si appoggia con l'intero piede sulla superficie su cui è posizionato. Fino a 2 mesi di età, tale reazione scompare.
  6. Passo dopo passo. Scompare anche prima di due mesi di vita del bambino e consiste nel movimento delle gambe, se il bambino viene tenuto in posizione verticale.
  7. Bauer riflesso, o strisciante. Quando si preme sulla pianta dei piedi di un bambino sdraiato a pancia in giù, inizia a gattonare riflessivamente. Scompare di 3-4 mesi.
  8. Il protettivo si manifesta in un bambino disteso sullo stomaco girando la testa e cercando di sollevarlo.
  9. Presa inferiore. Si verifica con una pressione sulla pianta dei piedi del neonato. In questo caso, si verifica la flessione delle dita dei piedi, che ricorda una presa per le mani. Una tale reazione riflessa all'anno scompare.
  10. "Anatra." Si manifesta trattenendo il respiro del bambino quando l'acqua, un flusso d'aria gli arriva sul viso.

Riflessi atavici dei neonati

Dovresti sapere che non tutte le reazioni riflesse dei neonati hanno un grande valore adattativo. È piuttosto l'eredità ricevuta dal bambino dagli antenati. Sulla base di tali risposte del corpo, non si sviluppa nulla, ma tali riflessi sono chiamati atavici.

Un esempio è il riflesso di Robinson, o accattivante. Toccando le dita di un adulto sui palmi del bambino si ottiene una presa così forte che il bambino può appendere come una scimmia.

Un altro riflesso atavico è quello riproduttivo. Anche la reazione di Moro appartiene a questo gruppo. Non molto tempo fa, è stato scoperto un riflesso di nuoto. Se il neonato viene calato in acqua, allora si dimenerà e rimarrà sull'acqua.

La maggior parte delle reazioni riflesse ataviche del bambino scompaiono nella prima metà della sua vita. Ad esempio, la reazione di Robinson si indebolisce entro il quarto mese di vita. Il prigioniero viene perso in 3-4 mesi, molto prima della camminata indipendente delle briciole. Il riflesso del gattonare non serve anche come base per la formazione del movimento nello spazio. Il gattonare infantile inizia con i movimenti della mano e non con la repulsione. Le reazioni incondizionate di riflesso dei nostri figli non forniscono l'ulteriore formazione di forme di comportamento umane. Ma nei giovani animali, sono la base naturale per il comportamento degli adulti.

Riflesso cervicale tonico

In un bambino con paralisi cerebrale, quando si gira la testa, appare un riflesso cervicale tonico asimmetrico (ATSR). È caratterizzato da un aumento del tono dei muscoli estensori. Cioè, nella direzione in cui è diretto lo sguardo del bambino, la maniglia accelererà. Il secondo in questo momento si piegherà al gomito - e il bambino assumerà la posizione di "schermitore".

Nei bambini sani, una manifestazione lieve di ATShR può essere rilevata a 2-4 mesi. Quindi svanisce rapidamente. Ma con la paralisi cerebrale, questo riflesso rimane e la patologia viene rilevata per diversi anni. Una tale reazione patologica non consente al bambino di svilupparsi poiché è considerato normale. Non può afferrare lui stesso il sonaglio, esaminarlo. La capacità di orientare il bambino nello spazio non si sviluppa neanche, perché l'aspetto del bambino non si concentra. Per lo stesso motivo, il bambino non può coordinare i movimenti e questo, a sua volta, ostacola lo sviluppo di molte abilità (scritte, visive). È difficile per un bambino disegnare e leggere, scrivere e tenere posate.

Quando l'ATShR del bambino è debole, quindi per la sua diagnosi, le braccia sono piegate e non piegate quando si gira la testa. Per questo, la testa del bambino viene mantenuta girata e le braccia sono piegate e non piegate una ad una. Parlano di un riflesso positivo in quei casi in cui, quando si esegue il test sopra, la resistenza di quella mano, verso la quale è rivolta la faccia del bambino, è ben sentita. D'altra parte è difficile da estendere. Questo si chiama sintomo di temperino..

Riflessi congeniti nei bambini: cosa già conosce un neonato?

Postato da: 4mam Record Date

Quando nasce un bambino, il suo sistema nervoso non è ancora formato. Tuttavia, per l'adattamento nel "nuovo mondo", il bambino ha già alcune abilità: i riflessi del neonato (risposta all'azione dello stimolo dall'ambiente esterno o interno del corpo). Considera cosa può già fare un neonato e come controllare correttamente gli automatismi di base.

Cosa sono i riflessi e cosa sono

Il riflesso è una risposta di un organismo vivente che si svolge con la partecipazione del sistema nervoso centrale (sistema nervoso centrale) a qualsiasi effetto.

I riflessi di neonati e bambini sono divisi in gruppi a seconda del tipo di educazione o del significato biologico..

Per tipo di educazione

Dato il tipo di educazione, tutti i tipi di riflessi sono divisi in:

  • incondizionato (congenito) - con cui il bambino è già nato;
  • condizionale (acquisito) - esperienza personale del bambino.

Per posizione anatomica

Per il funzionamento dei riflessi, sono responsabili diverse parti del sistema nervoso. A seconda del dipartimento dell'NS che fornisce una reazione, i riflessi sono divisi in 2 gruppi:

  • Motor segmentale (fornito dal midollo spinale e dal tronco encefalico);
  • Posotonico sovrasegmentale (fornito dai centri del midollo allungato e del mesencefalo).

Per significato biologico

A seconda dello scopo, le reazioni riflesse congenite sono divise in 4 classi:

  • fornire il lavoro dei sistemi di base del corpo (respirazione, digestione, sistema escretore);
  • protettivo (occhi socchiusi, tosse);
  • indicativo (reazione a un nuovo stimolo);
  • atavico (ereditario che scompare entro 2-4 mesi).

I principali riflessi del neonato: una tabella per mese

In totale, si distinguono 13 dei più importanti riflessi del bambino. Diamo una breve descrizione di essi nella tabella.

Nome riflessoCome causare / Come si manifestaQuando svanisce
MoroCon un brusco sollevamento o abbassamento del bambino, le braccia piegate ai gomiti si estendono ai lati e le dita si allargano; le mani dopo tornano nella loro posizione originale e le dita sono serrate a pugni.Dopo 4 mesi
Tonico cervicale asimmetrico (Magnus-Klein)Con un brusco giro della testa che giace sul retro del bambino, il braccio e la gamba si estendono verso la testa girata; gli arti opposti si piegano per prendere la "posa dello schermitore".Dopo 4 mesi
A piediQuando si tiene il bambino in verticale (appoggiando i piedi su una superficie dura), spostando il busto leggermente in avanti, si noterà qualcosa di simile ai passaggi.Dopo 2-3 mesi
supportiQuando si tiene il bambino in verticale, toccando la pianta dei piedi sul bordo del tavolo, il bambino proverà a stare su di esso.Dopo 2 mesi
Afferrare (pennelli)Quando tocchi il palmo con un dito, il bambino lo stringe forte e quando provi a sollevarlo, lo stringe ancora di più.Dopo 5 mesi
BabkinaCon la pressione sul palmo e sull'avambraccio di una qualsiasi delle mani, il bambino apre la bocca, chiude gli occhi e gira la testa verso lo stimolo.Dopo 4 mesi
Afferrare (piede)Quando si preme sulla parte anteriore della pianta del bambino, si verifica una flessione tonica (che fornisce il tono muscolare) delle dita del piede.Dopo 9 mesi
Sintomo di BabinskyQuando accarezzi il piede dal tallone alle dita, puoi notare la flessione posteriore dell'alluce e la flessione plantare di tutte le altre dita.Dopo 6 mesi
Ricerca del senoQuando un dito tocca le guance del bambino, girerà la testa verso lo stimolo e aprirà la bocca, come se stesse cercando un capezzolo.Dopo 3-4 mesi
suzioneQuando infila un dito nella bocca del bambino, farà dei movimenti di suzione.Dopo 12 mesi
NuotoQuando il bambino viene messo a pancia in giù nell'acqua, proverà a fare movimenti coordinati di nuoto.Dopo 6 mesi
IngoiareSe ingerito, consente la deglutizione..Non passa
pupillareCon la luce intensa o addormentarsi, le pupille del bambino si restringono e, al risveglio o al buio, si espandono.Non passa

Automatismo del motore spinale

Fornito dal midollo spinale. Creano una "biblioteca" di programmi cognitivi e motori elementari, che poi si sviluppano in movimenti intenzionali. Considera i principali:

protettivo

Prova a mettere il neonato sullo stomaco, girerà immediatamente la testa (questa reazione si manifesta dalle prime ore di vita).

Nei bambini con deviazioni, il riflesso potrebbe essere assente, è necessario aiutare immediatamente il bambino in modo che non soffoca.

Supporto e camminata automatica

Se porti il ​​bambino sotto le ascelle (non dimenticare di assicurare la testa allo stesso tempo), metterà le gambe accanto a lui e proverà a camminare.

Crawls (Bauer)

Se metti il ​​palmo ai piedi del neonato, inizierà riflessivamente a spingere via, facendo movimenti striscianti - gattonare spontaneo (questa reazione scompare fino a 4 mesi).

Prensile

Con la pressione sul palmo della mano, il neonato afferra le dita (si manifesta dalla nascita). Dal terzo mese di vita, questo meccanismo diventa più intenso e cresce..

  • Dalla nascita a 2 mesi (quando il bambino stringe le dita dei genitori. Il più delle volte, le mani sono serrate a pugni);
  • Tre mesi (il bambino sta cercando di afferrare i giocattoli che lo interessano);
  • Da quattro a otto mesi (il piccolo ha già imparato a tenere gli oggetti abbastanza stretti);
  • Nono - dodicesimo mese (acquisizione riuscita di oggetti con mano destra e sinistra).

Robinson

Con la pressione sul palmo della mano, il bambino avvolge le dita così strettamente che può essere facilmente sollevato (l'automatismo si manifesta quando controlla un riflesso afferrante in un neonato).

Galanta

Se trascini il dito lungo la colonna vertebrale del bambino, inizia a piegarsi, formando un arco (la gamba corrispondente non è piegata nell'articolazione).

Peres

Disegniamo l'indice lungo la colonna vertebrale del bambino. C'è un ritardo nella respirazione, seguito da un pianto. Tutti i muscoli hanno un tono, il bacino, le braccia, le gambe sono sollevate.

In parole semplici, questa è una reazione alla paura. Si manifesta quando batte le mani o colpisce a 15 cm dalla testa. Allo stesso tempo, le braccia e le gambe sono sparse e poi tornano nella loro posizione originale.

Questo automatismo è controllato da un medico, i genitori non dovrebbero farlo troppo spesso, poiché è estremamente indesiderabile causare paura.

Kernig

In un bambino sdraiato sulla schiena, una gamba è piegata alle articolazioni del ginocchio e dell'anca, ma non possono essere raddrizzate (reazione normale). Il riflesso scompare dopo 3-4 mesi.

Automazione segmentale orale

Gli automatismi segmentali orali portano diversi concetti.

suzione

Mettendo un ciuccio o un dito in bocca, puoi notare movimenti di suzione attivi.

Cerca (Kussmaul)

Se accarezzi il viso in bocca senza toccare le labbra, il labbro scende, la lingua devia e la testa si gira verso lo stimolo (questo automatismo è presente fino a 3-4 mesi).

Proboscide

Toccando un dito sulle labbra, si estendono con una proboscide (esiste fino a due mesi di vita).

Palmar-orale (Babkina)

Cliccando sul pad pollice, la bocca si apre e la testa si piega (appare fino a 3 mesi).

Automatismi posotonici sovrasegmentali

I riflessi posturali sovrasegmentali includono:

Riflesso tonico cervicale asimmetrico Magnus-Klein

Se si gira la testa di un neonato sdraiato sulla schiena in modo che la mascella inferiore sia all'altezza della spalla, gli arti rivolti verso il viso non sono piegati, quelli opposti sono piegati.

Tonico simmetrico cervicale

Quando la testa è piegata, il tono muscolare nei flessori degli estensori aumenta (spesso nella parte superiore), quando si verifica l'estensione, negli estensori (questa reazione scompare dopo 2 mesi di vita).

Labyrinth tonic (LTE)

A seconda che il bambino sia sdraiato sulla schiena o sullo stomaco, il tono muscolare aumenta:

  • sul retro - estensori del corpo (collo, schiena, braccia, fianchi, gambe) e arti;

Il collo e la colonna vertebrale del bambino sono tesi, la testa viene rigirata all'indietro, le gambe non sono piegate, i piedi sono in posizione di flessione plantare. Getta indietro la testa, raddrizza il busto, le braccia e le gambe. Quando provi a piegare la testa, senti una resistenza significativa. La testa non si piega. Insieme ad esso, il corpo si alza, come una "tavola".

  • sull'addome - flessori del corpo e degli arti.

Sdraiato sullo stomaco del bambino, il bacino è sollevato, le gambe e le braccia sono piegate, la testa è abbassata. Non può alzare la testa e appoggiarsi alle maniglie, così come premere la parte inferiore del corpo sulla superficie su cui giace, per piegarsi. Le mani sono piegate sotto il petto, le mani sono serrate a pugni; i fianchi e la parte inferiore delle gambe sono più spesso abbassati e piegati, la parte pelvica del corpo è sollevata.

LTE in un bambino sano non è praticamente espresso (passa 2 mesi di vita).

Landau Reflex (installazione labirinto)

Quando si tiene il bambino liberamente in aria, a faccia in giù. Innanzitutto, alza la testa (viso in verticale, bocca in orizzontale), quindi c'è un'estensione tonica della schiena e delle gambe. Se abbassi la testa al petto, il tono scompare e il corpo si sviluppa (appare a 5-6 mesi di vita e svanisce per 2 anni).

Cosa fare se il neonato ha riflessi deboli

Controllo dei riflessi: una procedura obbligatoria che consente di verificare il corretto sviluppo del bambino.

Se i riflessi non sono espressi completamente o non sono affatto espressi, è necessario consultare urgentemente uno specialista.

Il problema può essere causato da:

  • infezione intrauterina durante la gravidanza;
  • violazione del tono muscolare;
  • violazione del sistema nervoso;
  • trauma del bambino durante la nascita difficile;
  • reazione a droghe forti.

A volte, prima di allattare, la madre può notare un lieve riflesso di suzione. Non preoccuparti. Forse questo significa solo che il bambino non ha fame.

Prestare attenzione non solo alla presenza, ma anche allo sbiadimento degli automatismi rudimentali (che scompaiono nel tempo). Non trascurare le ispezioni di routine. E ricorda, piccole deviazioni possono essere una caratteristica del corpo, che non influenzerà l'ulteriore sviluppo del bambino.

Up