logo

Eventuali manifestazioni spiacevoli possono allarmare notevolmente la futura mamma, quindi, avendo scoperto perdite vaginali, che sono accompagnate da irritazione, dolore e prurito, le donne vanno dal medico per scoprire la causa della loro condizione. Avendo appreso la diagnosi, sono sorpresi di lui.

Nel frattempo, la vaginosi batterica incinta è una malattia comune. Viene diagnosticato in ogni quinta donna che si aspetta un'aggiunta alla famiglia. Certo, una tale diagnosi può scioccare una donna, ma non tutto è così spaventoso come potrebbe sembrare a prima vista.

Le principali cause della malattia

La vaginosi batterica è una malattia non infiammatoria associata a un cambiamento nella microflora vaginale.

Il motivo principale per cui la vaginosi batterica può svilupparsi durante la gravidanza è, stranamente, la gravidanza stessa. Normalmente, l'equilibrio della microflora benefica e patogena nella vagina viene mantenuto dall'acido lattico o dai lattobacilli. Pertanto, anche l'ingresso di una piccola quantità di agenti patogeni viene rapidamente soppresso dalla propria microflora.

Ma nelle donne in gravidanza l'immunità è sovraccarica, quindi è ridotta. La resistenza del corpo diminuisce e il numero di lattobacilli diminuisce a causa di forti cambiamenti ormonali e cambiamenti. Di conseguenza, la microflora patogena viene attivata e "passa all'offensiva". Se una donna ha avuto un'infezione vaginale anche prima della gravidanza, che è stata soppressa dalla sua stessa immunità e non si è sviluppata, quindi dopo l'inizio del concepimento, potrebbe anche "fiorire in piena fioritura". Da qui arriva la vaginosi batterica, così spaventose madri in attesa.

Oltre all'attuale gravidanza, i seguenti fattori possono provocare la comparsa della malattia:

  • Uso a lungo termine di potenti farmaci. Questi sono principalmente antibiotici, ma gli agenti antifungini ormonali possono avere un effetto simile..
  • Uso locale di antimicrobici: lavaggio, irrigazioni, supposte.
  • Gli spermicidi.
  • Contraccettivi orali.
  • Disturbi nervosi e da stress.
  • dysbacteriosis.
  • Igiene intima inadeguata.

La causa dello sviluppo della vaginosi batterica può anche essere l'ipotermia e indossare biancheria intima sintetica, in particolare le stringhe. Con l'inizio della gravidanza, qualsiasi donna può sviluppare questa malattia, ma il rischio è molto più alto in coloro a cui è già stata diagnosticata questa malattia..

Primi segni e sintomi

Lo scarico abbondante e prolungato è caratteristico della vaginosi batterica.

Molto spesso, la vaginosi batterica durante la gravidanza si verifica senza sintomi e viene rilevata quasi per caso in un esame di routine con un ginecologo.

Ma in alcuni casi, le donne stesse si lamentano dei seguenti sintomi:

  1. Scarico abbondante con consistenza viscosa e appiccicosa. All'inizio della malattia, sono di colore bianco o grigiastro, con condizioni avanzate, diventano gialli o verdastri.
  2. Un caratteristico odore "di pesce" o aspro, che ha la proprietà di intensificarsi dopo il rapporto sessuale.
  3. Prurito, peggio di notte, dopo un rapporto sessuale o dopo il bagno.
  4. Disagio e secchezza della vagina durante il rapporto sessuale.
  5. Dolore e dolore durante la minzione.
  6. Disegnare dolori nell'addome inferiore.

Tutti questi sintomi possono aumentare significativamente dopo un contatto intimo. Questi segni possono manifestarsi con vari gradi di intensità o essere arbitrariamente combinati tra loro, cioè la malattia non porta sempre alla comparsa di un "set" completo dei sintomi elencati.

Ma l'apparizione di almeno uno di loro, specialmente durante il parto di un bambino, è un'occasione per visitare immediatamente un medico e sottoporsi a un esame. Almeno solo per escludere una malattia pericolosa o la stessa vaginosi batterica.

Cosa è pericoloso per il feto??

I microrganismi dannosi possono infettare le membrane e la placenta

Nella maggior parte delle donne in gravidanza, la presenza di infezione non influisce sul suo decorso, né sulla nascita e sulle condizioni del bambino. Ma esiste una potenziale minaccia, specialmente nei casi in cui una donna è indebolita, ha varie malattie, bassa immunità, precedenti aborti spontanei o problemi di gravidanza. La mancanza di un trattamento tempestivo della vaginosi batterica può essere altrettanto rischiosa..

Se viene rilevata vaginosi batterica durante la gravidanza e la donna non assume i farmaci prescritti dal medico o la malattia scompare senza sintomi, possono verificarsi i seguenti eventi:

  • Penetrazione dell'infezione nell'utero e infezione della placenta e del feto.
  • Infiammazione delle membrane, che può causare aborto spontaneo o parto prematuro.
  • La nascita di un bambino con sottopeso, lesioni polmonari, indebolite, con bassa immunità. La presenza di un'infezione cronica può influire negativamente sull'ulteriore sviluppo del bambino, causare cattiva digestione, scarso aumento di peso, che può influire sia sulla forma fisica che sul progresso mentale del bambino.

Dopo il parto o un taglio cesareo, la presenza di un'infezione batterica può portare a scarsa guarigione delle suture, infezione dell'utero, dimissione prolungata e persino diventare una causa di mastite.

La malattia tempestiva rilevata e curata non influenzerà né la salute della madre, né la formazione e lo sviluppo del feto. Inoltre non influenzerà il corso della gravidanza..

Diagnosi della malattia

Per rilevare un'infezione, una donna prende uno striscio vaginale. La semina aiuta a determinare sia la presenza della malattia stessa sia l'identificazione di agenti patogeni. È importante per il giusto trattamento..

Trattamento sicuro e prognosi

Il trattamento si basa sull'uso di speciali farmaci antibatterici.

È probabile che il trattamento della vaginosi batterica durante la gravidanza inizi dopo 20 settimane di gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che la maggior parte dei farmaci è pericolosa da assumere durante la formazione degli organi fetali. Successivamente, i medicinali comportano una minaccia minima, anche se i medici li prescrivono ancora solo per motivi di salute.

Il modo principale per combattere la malattia è prendere antibiotici efficaci contro un agente patogeno specifico. Tuttavia, il loro medico li userà solo nelle situazioni più difficili. Inoltre, dopo la fine del primo trimestre di gravidanza, possono essere prescritti farmaci come Trichopolum, Metronidazole, Klion, Ornidazole, specialmente se la donna incinta ha un'infezione combinata. Tuttavia, assumere tutti questi farmaci in maniera incontrollata è estremamente rischioso. Questo può essere fatto solo come prescritto dal medico e in determinate quantità, rigorosamente secondo le istruzioni..

Con le forme di vaginosi non gravate, a una donna incinta può essere prescritto l'uso di droghe locali, douching e supposte, se non ci sono controindicazioni.

La vaginosi lieve viene trattata meglio stimolando il sistema immunitario e aumentando la produzione delle proprie difese sotto forma di lattobacilli.

Per questo, il medico può prescrivere la ricezione di mezzi come:

  • Lattobatterino
  • Bifidum o Bifidumbacterin
  • Acylact

Nel menu in gravidanza, è necessario aumentare il numero di utili prodotti lattiero-caseari e fibre. È anche importante mangiare abbastanza frutta e verdura - in questo momento, il corpo ha un grande bisogno di oligoelementi e vitamine..

L'igiene intima dovrebbe essere in cima, ma l'abuso di detergenti troppo aggressivi può causare eccessiva secchezza e irritazione delle mucose dei genitali, quindi dovresti usare mezzi delicati o preparazioni speciali per le donne in gravidanza.

Ulteriori informazioni sulla vaginosi batterica sono disponibili nel video:

Come evitare la vaginosi batterica durante la gravidanza:

  1. Delle misure preventive in primo luogo è il sesso protetto. L'uso del preservativo può salvarti dall'essere infettato da molte malattie pericolose, specialmente se non hai un partner normale o contatti con altre persone..
  2. L'igiene intima e l'uso di intimo in cotone abbinato aiuteranno a prevenire le infezioni accidentali. Ciò è particolarmente vero per le mutandine strette fatte di sintetici o infradito - a causa della loro struttura, l'infezione dall'ano può facilmente entrare nella vagina.
  3. Non utilizzare prodotti per l'igiene intima troppo spesso aromatizzati. Molti ginecologi si oppongono agli elettrodi quotidiani o insistono nel cambiarli più volte durante il giorno, poiché li considerano un focolaio di infezione.
  4. In preparazione per la gravidanza, dovresti smettere di fumare - indebolisce il sistema immunitario. I medici non invano raccomandano di disinfettare tutti i denti e curare le infezioni genitali: durante la gravidanza possono diventare la causa di gravi problemi di salute.

Con un'adeguata preparazione, la gravidanza passerà senza le minime complicazioni e il bambino nascerà forte e sano..

Hai notato un errore? Selezionalo e premi Ctrl + Invio per dircelo.

Commenti

L'articolo era interessato all'articolo su come evitare la disbiosi vaginale durante la gravidanza. Perché mi è capitato di incontrare questo, alla fine ho dovuto essere trattato, perché il medico ha detto che non dovresti lasciarlo così, devi rimuovere i batteri che si sono formati lì. Actigel è stato prescritto per 5 giorni, inoltre ha detto di monitorare la nutrizione ed evitare lo stress nervoso. In linea di principio, si è rapidamente ripreso. Un'utile informazione nell'articolo, grazie.

Vaginosi batterica durante la gravidanza

Il termine "vaginosi batterica" ​​si riferisce a una comune sindrome non infiammatoria infettiva associata a disbiosi del biotopo vaginale, caratterizzata da un'eccessiva concentrazione di microrganismi patogeni anaerobi obbligatori e opzionali e da una forte diminuzione o assenza di batteri dell'acido lattico nelle perdite vaginali..

Il termine moderno "vaginosi batterica" ​​è stato proposto nel 1984 al primo simposio internazionale sulla vaginite in Svezia. La sindrome batterica è chiamata a causa di un aumento del numero di batteri aerobici e anaerobici (con una prevalenza di questi ultimi) nella vagina e il termine "vaginosi" è dovuto all'assenza di globuli bianchi (cellule responsabili dell'infiammazione).

SINONIMI

Gardnerellosi (obsoleta).
CODICE SU ICD-10
Mancante.

EPIDEMIOLOGIA

La vaginosi batterica è registrata nel 5-17% delle donne sane e nel 30-38% dei pazienti che lamentano secrezione dal tratto genitale, frequentando cliniche prenatali e cliniche specializzate per il trattamento delle IST. La vaginosi batterica si sviluppa significativamente più spesso nelle donne di età inferiore ai 25 anni. È associato a fattori di rischio per le IST (molti partner sessuali, recente cambiamento del partner sessuale). Tra le donne in gravidanza, dal 10 al 46% dei pazienti con BV. Studi recenti indicano un aumento del numero di forme combinate di vaginosi batterica e candidosi.

ETIOLOGIA (CAUSE) DELLA VAGINOSI BATTERICA IN GRAVIDANZA

L'eziologia della vaginosi batterica non è sempre chiara. Nel verificarsi della vaginosi batterica, un ruolo importante, insieme a G. vaginalis, appartiene all'associazione di vari microrganismi anaerobici, come Mobiluncus, Bacteroides, ecc., La cui concentrazione aumenta più volte e raggiunge 1010 CFU / ml. La varietà di microrganismi coinvolti nello sviluppo di questa malattia è caratterizzata dal termine "batterico" e, a causa dell'assenza di leucociti (cellule responsabili dello sviluppo della reazione infiammatoria) nelle perdite vaginali, il termine "vaginite" è cambiato con "vaginosi".

PATOGENESI

Disbiosi vaginale dovuta a una violazione dell'interazione fisiologica dei microrganismi.

Patogenesi delle complicanze gestazionali

A seguito di un'infezione ascendente, è possibile lo sviluppo di processi infiammatori nelle parti superiori del sistema genito-urinario, nelle membrane del feto e della FA in gravidanza, che porta ad aborti tardivi, nascite premature, PSA, corioamnionite.

Nella vaginosi batterica, sono possibili complicanze infettive dopo operazioni ostetriche e ginecologiche, in particolare cellulite pelvica postoperatoria, endometrite e altri PID..

IMMAGINE CLINICA (SINTOMI) DELLA VAGINOSI BATTERICA IN DONNE INCINTE

I pazienti sono preoccupati per l'abbondante secrezione vaginale liquida omogenea di colore bianco-grigiastro, che ha uno sgradevole "odore di pesce". Circa il 35-50% dei pazienti ha una malattia asintomatica: non si accorgono della dimissione o di altri sintomi soggettivi, o li considerano normali o sono associati a una violazione delle norme di igiene personale.

Complicanze della gestazione

Nelle donne in gravidanza, a causa di un'infezione ascendente, è possibile l'infezione delle membrane e dell'OM, ​​che è la causa di aborti spontanei e nascite premature. Il feto può essere infettato sia in via prenatale che intranatale. Se esiste una storia di complicanze della gravidanza (PRPO, feto a basso peso alla nascita, parto morto, endometrite, parto prematuro, prematurità), è consigliabile condurre studi per diagnosticare la vaginosi batterica entro 12-16 settimane.

DIAGNOSTICA DELLA VAGINOSI BATTERICA IN GRAVIDANZA

Il medico dovrebbe stabilire una diagnosi all'appuntamento.

Si distinguono i seguenti criteri per la diagnosi della vaginosi batterica.
· Denunce di scarico abbondante con un odore sgradevole.
· La presenza di cellule "chiave" durante la microscopia a striscio vaginale.
· PH dei contenuti vaginali inferiore a 4.5.
· Test delle ammine positive (l'aggiunta di una goccia di soluzione di idrossido di potassio al 10% alle perdite vaginali provoca un odore sgradevole specifico dovuto al rilascio di ammine volatili - prodotti metabolici di microrganismi anaerobici).

La presenza di tre dei quattro segni consente di diagnosticare.

Lo screening per la vaginosi batterica viene effettuato nei seguenti gruppi di individui.
· Donne con processi di fondo della cervice (erosione, ectopia, leucoplachia, endocervicite ed endometriosi della cervice con frequente ricorrenza del processo patologico dopo il trattamento).
· Donne con una storia di indicazioni di aborti tardivi, parto prematuro, complicanze infettive durante la gravidanza.
· Pazienti riferiti all'aborto.
· Le donne in gravidanza vengono esaminate 3 volte (quando registrate, con un periodo di 27-30 settimane e 36-40 settimane di gravidanza). Oltre il tempo specificato, l'esame delle donne in gravidanza viene effettuato secondo le indicazioni (comparsa di secrezione dal tratto genitale, reclami soggettivi, ecc.).
· Negli ospedali di maternità, tutte le donne in travaglio vengono esaminate senza carte di scambio, puerperas con un corso complicato del periodo postpartum, preferibilmente 5-6 giorni dopo il parto.

ANAMNESI

Quando si raccoglie un'anamnesi, si richiama l'attenzione sulla presenza in passato di vaginosi batterica, diabete, altre endocrinopatie, trattamento a lungo termine con farmaci antibatterici, uso di metodi ormonali di contraccezione.

I seguenti reclami sono annotati nei pazienti.
· Scarico vaginale liquido, grigio biancastro, la cui quantità è generalmente ridotta. Con un lungo processo in corso, lo scarico acquisisce un colore giallo-verdastro, diventa più denso, schiumoso.
· Odore sgradevole di secrezioni (l'odore di "pesce marcio"), che si intensifica o appare dopo il contatto sessuale, nonché durante le mestruazioni.

Questi sintomi possono persistere per anni. Disagio, prurito, bruciore, disuria, dispareunia di solito non danno fastidio.

RICERCA FISICA

· La presenza di perdite omogenee, viscose e appiccicose, distribuite uniformemente sulle pareti della vagina. Il loro numero varia da scarso a molto abbondante..
· L'odore sgradevole delle secrezioni aumenta quando una soluzione di conossido di potassio viene aggiunta alle perdite vaginali (test "ammina").
· Aumentare il pH delle perdite vaginali di oltre 4,5.

Iperemia della mucosa e altri segni di infiammazione non sono noti..

RICERCA DI LABORATORIO

Nel caso in cui l'ostetrico-ginecologo non conosca i metodi della microscopia diretta "lato letto", il materiale prelevato dalla vagina viene inviato al laboratorio. Esistono diverse regole per prelevare materiale clinico per la ricerca: il materiale viene prelevato dalle pareti laterali della vagina quando viene visto negli specchi, posizionato su 2 vetrini, essiccato all'aria e inviato al laboratorio per la ricerca.
· Il metodo principale di diagnosi di laboratorio è microscopico. Studiano i preparati umidi (nativi) delle secrezioni e fanno anche una macchia per la colorazione con blu di metilene. Con vaginosi batterica, si notano i seguenti indicatori di uno striscio vaginale.
- L'assenza di leucociti e lattobacilli nello striscio (o il loro numero scarso).
- Un numero abbondante di batteri che coprono l'intero campo visivo: piccoli coccobatteri, cocchi, vibrazioni.
- La presenza di cellule "chiave" - ​​cellule epiteliali vaginali squamose ricoperte di molti batteri a causa dell'adesione diretta alla superficie cellulare, nonché della "superadesione" alle cellule microbiche aderenti.

Sul tavolo. 48-1 presenta le caratteristiche della microflora vaginale nella vaginosi normale e batterica.

DIAGNOSTICA DIFFERENZIALE DELLA VAGINOSI BATTERICA

A causa del fatto che i pazienti lamentano principalmente perdite vaginali, è necessaria una diagnosi differenziale con vulvovaginite (candidosi, trichomonas, non specifica) e cervicite (gonococcica, clamidia, batterica)..

Tabella 48-1. Alcune caratteristiche della microflora vaginale sono normali e con vaginosi batterica

indicatoriMicroflora normale della vaginaVaginosi batterica
La microflora predominanteGenere Lactobacillus (90–95%)Microflora polimicrobica, principalmente anaerobica (generi Bacteroides, Peptostreptococcus, Fusobacterium)
Grado di colonizzazione10 7 CFU / ml10 9 –10 11 CFU / ml
pH vaginale3,8-4,2Più di 4,5
Il rapporto tra anaerobi e aerobi2–5 volte più anaerobi degli aerobiAnaerobi 100-1000 volte più aerobi
Condividi Gardnerella vaginalis5-60%Più del 90%
La proporzione di specie del genere MobiluncusFino a 5%50-70%
Quota di Mycoplasma hominis15-30%65-75%

ESEMPIO DI FORMULAZIONE DELLA DIAGNOSI

TRATTAMENTO DELLA VAGINOSI BATTERICA DURANTE LA GRAVIDANZA

OBIETTIVI DEL TRATTAMENTO

Il trattamento deve mirare a fermare i sintomi della malattia e normalizzare la microbiocenosi vaginale.

TRATTAMENTO NON MEDICINALE

Dieta mirata a ricostituire i batteri dell'acido lattico dell'intestino.

TRATTAMENTO MEDICINALE

A causa del fatto che i microrganismi anaerobi predominano nella vaginosi batterica nella microflora vaginale (peptococchi, peptostreptococchi, Mobiluncus vibrios, gardnerella, batteroidi e altri), i farmaci antibatterici che agiscono sugli anaerobi sono principalmente prescritti.

Nella prima metà della gravidanza, viene eseguita esclusivamente una terapia locale, poiché la terapia sistemica è controindicata. Nelle prime fasi della gravidanza, viene prescritta una crema di clindamicina al 2% per via intravaginale (5 g dose singola). Il farmaco viene iniettato nella vagina usando l'applicatore attaccato 1 volta al giorno prima di coricarsi per 3 giorni.

Dalla seconda metà della gravidanza, è possibile utilizzare farmaci sistemici, come 500 mg di ornidazolo 2 volte al giorno per 5 giorni. Come medicine alternative, la preparazione complessa ternidazolo + neomicina + nistatina prednisolone (terzhinan ©) viene utilizzata per via intravaginale, 1 compressa prima di coricarsi per 10 giorni.

Dopo il completamento della terapia, uno dei suddetti farmaci mostra un trattamento mirato a normalizzare la microbiocenosi vaginale e ad aumentare l'immunità locale usando eubiotici (lattobacilli acidofili, ecc.).

CHIRURGIA

PREVENZIONE E PREVISIONE DELLE COMPLICAZIONI DELLA GESTAZIONE

La prevenzione e la prognosi delle complicanze della gestazione sono il trattamento tempestivo della vaginosi batterica durante la gravidanza.

INDICAZIONI PER L'OSPITALIZZAZIONE

Con vaginosi batterica, il ricovero in ospedale non è indicato.

STIMA DELL'EFFICIENZA DEL TRATTAMENTO

L'efficacia dell'eliminazione degli anaerobi viene valutata 7-10 giorni dopo la fine della terapia - ripetere l'esame standard. In generale, l'efficacia della terapia può essere valutata dopo 4-6 settimane. Il criterio di recupero è il ripristino della normobiocenosi vaginale.

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

· La vaginosi batterica è una disbiosi vaginale, non una malattia a trasmissione sessuale, pertanto il trattamento di un partner sessuale non viene effettuato.
· È necessario discutere con il paziente la possibilità e la necessità di esaminarlo per altre IST. Vaccino contro l'epatite B..
· Viene mostrata l'identificazione dei fattori predisponenti e la loro eliminazione..

Trattamento della vaginosi batterica nelle donne in gravidanza

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Vaginosi batterica durante la gravidanza

In media, circa il venti percento delle donne in gravidanza soffre di vaginosi batterica. I cambiamenti nella microflora della vagina durante la gravidanza contribuiscono allo sviluppo di quei microbi dannosi che causano la vaginosi batterica. Allo stato normale, la normale microflora della vagina è supportata da batteri lattici. Ma nelle donne in gravidanza, il numero di questi batteri diminuisce, l'immunità diminuisce. Questi fattori contribuiscono allo sviluppo della vaginosi batterica.

Spesso, la vaginosi batterica nelle donne in gravidanza è completamente asintomatica, a volte la malattia porta un grande inconveniente.
Se si sospetta vaginosi batterica, viene eseguita un'analisi microscopica della microflora vaginale..

Se sei incinta e ti viene diagnosticata una vaginosi batterica, non pensare che questa sia una situazione completamente non pericolosa. Quei microbi che provocano lo sviluppo della vaginosi batterica rilasciano sostanze tossiche che contribuiscono allo sviluppo del cancro. Inoltre, l'infezione può aumentare più in alto, causando infiammazione nell'utero e nelle appendici. Queste malattie complicano notevolmente il corso della gravidanza, possono portare alla rottura delle membrane e persino all'aborto spontaneo. La presenza di vaginosi batterica aumenta quasi tre volte la possibilità di tali complicanze. Inoltre, ogni centesima donna incinta soffre di corioamnionite, una malattia causata da vaginosi batterica e anche pericolose complicazioni gravi della gravidanza.

E anche dopo la nascita di un bambino, la vaginosi batterica trasferita durante la gravidanza ti ricorderà lo sviluppo dell'endometrite. Pertanto, assicurati di trattare la vaginosi batterica.

metronidazolo

Il trattamento principale per la vaginosi batterica nelle donne in gravidanza è il metronidazolo. Ma se per i pazienti ordinari il metronidazolo viene prescritto sotto forma di compresse per somministrazione orale, è preferibile che le donne in gravidanza utilizzino il trattamento locale con metronidazolo.

Esiste un gel di metronidazolo, ad una concentrazione dello 0,75 percento. Un tale gel in un certo dosaggio viene iniettato nella vagina usando il dispositivo attaccato alla confezione. Questo dovrebbe essere fatto una volta al giorno, preferibilmente prima di coricarsi. Il corso del trattamento è di una settimana.

Ci sono metronidazolo sotto forma di pillole vaginali. Vengono anche iniettati nella vagina al momento di coricarsi una pillola al giorno. Il corso del trattamento è di dieci giorni.

Il metronidazolo è disponibile anche sotto forma di compresse vaginali Klion - D. Questo rimedio è anche usato vagamente per dieci giorni..

Molto spesso, solo il trattamento locale è sufficiente per trattare la vaginosi batterica nelle donne in gravidanza. Se hai una forma particolarmente complessa della malattia, ti potrebbe essere prescritta la somministrazione orale di metronidazolo, nonostante la gravidanza. Tali tattiche di trattamento danno sempre buoni risultati. Può essere usato per trattare le future madri che hanno già raggiunto la ventesima settimana di gravidanza. Prima di questo momento, la vaginosi batterica è prescritta solo nei casi in cui la malattia può causare pericolose complicazioni..

Altre droghe

Oltre al metronidazolo, puoi usare la clindamicina o la dalacina durante la gravidanza. Questi farmaci sono sotto forma di crema e pillola orale..

Il trattamento con trichopolum viene talvolta utilizzato per una settimana..
Inoltre, per normalizzare la microflora della vagina, vengono utilizzati farmaci come lattobatteri, bifidina. Il medicinale viene miscelato con acqua bollita e versato nella vagina due volte al giorno.

Usa complessi vitaminici e minerali e contribuirai a mantenere l'immunità locale. Una delle fonti universali di vitamine e minerali è l'alga spirulina. Tiens Corporation produce integratori alimentari (integratori alimentari) a base di spirulina, che si chiama spirulina. Questo farmaco può essere usato durante la gravidanza, poiché la Spirulina è una pianta completamente neutra che non può danneggiare te e il tuo bambino.

Autore: Pashkov M.K. Coordinatore del progetto di contenuto.

Vaginosi batterica durante la gravidanza: come evitare problemi

Secondo le statistiche, con una violazione della microflora della vagina o vaginosi batterica, almeno una volta nella vita ogni tre donne ha riscontrato. Tra le donne in gravidanza, questa malattia viene diagnosticata meno spesso: circa ogni quattro. Tuttavia, le future madri affrontano problemi più gravi della vaginosi batterica rispetto al disagio fisico associato ai sintomi della malattia.

La vaginosi batterica, o disbiosi vaginale, è un cambiamento nella microflora vaginale quando viene disturbato l'equilibrio tra batteri benefici (lattobacilli) e batteri dannosi a favore di quest'ultimo.

I lattobacilli (normalmente dovrebbero essere al 95%) 1, rilasciando acido lattico e perossido di idrogeno, creano un ambiente acido che svolge una funzione protettiva. Se per qualche motivo (assunzione di antibiotici, stress cronico e allergie, diminuzione dell'immunità, abuso di detergenti e prodotti per l'igiene con i profumi, l'uso di biancheria intima sintetica) i lattobacilli diminuiscono, si creano condizioni favorevoli per la propagazione della microflora patogena.

Come risultato di questo squilibrio, le donne in gravidanza possono sperimentare una scarica abbondante con un odore sgradevole di pesce marcio, disagio e prurito, dolore durante la minzione e l'intimità. Tuttavia, la difficoltà è che in circa il 35-50% dei casi questi sintomi sono assenti e solo un medico può diagnosticarlo sulla base di studi microscopici.

Quando sospettare la vaginosi batterica?

  • La principale manifestazione della vaginosi batterica è un'abbondante scarica grigiastra (fino a 20-30 ml al giorno) dalla vagina. Lo scarico è abbastanza liquido e ha un caratteristico odore di pesce..
  • Possibile disagio, prurito, bruciore o irritazione della vulva.

Qual è il pericolo di vaginosi batterica nelle donne in gravidanza?

La vaginosi batterica causa molti problemi, sia igienici che psicologici, a qualsiasi donna. Ma nelle donne in gravidanza, può anche provocare gravi complicazioni:

  • parto prematuro - quando il bambino nasce prima della 37a settimana di gravidanza;
  • aborto spontaneo - perdita fetale durante le prime 23 settimane;
  • rottura prematura della vescica fetale - una vescica con liquido in cui si sviluppa il feto;
  • infezione delle membrane che compongono la vescica fetale e del fluido che circonda il feto (corioamnionite);
  • infezione e infiammazione del tessuto uterino dopo il parto (endometrite postpartum).

Come trattare la vaginosi batterica durante la gravidanza

Il trattamento, che avrà lo scopo di eliminare i sintomi della malattia, nonché di normalizzare la microflora vaginale, può essere prescritto solo da un medico.

Nella prima metà della gravidanza, di norma, viene eseguita una terapia esclusivamente locale, poiché la sistemica è controindicata. Dalla seconda metà della gravidanza, è possibile l'uso di farmaci sistemici.

Attualmente, esiste un farmaco locale sul mercato per il trattamento complesso e la prevenzione della vaginosi batterica - ActiGel Multi-Gin gel.

Uno dei vantaggi importanti del gel è la sua sicurezza per le donne in gravidanza e in allattamento. Il farmaco si basa su un complesso brevettato di polisaccaridi bioattivi - un complesso 2QR, che è isolato dall'aloe, noto per le sue proprietà antibatteriche..

Come funziona ActiGel Multi-Gin?

Il gel "ActiGel Multi-Gin" neutralizza i batteri nocivi in ​​modo naturale. I polisaccaridi che compongono il complesso 2QR si legano ai batteri, bloccano il loro attaccamento alla mucosa e l'ulteriore riproduzione e, di conseguenza, impediscono lo sviluppo dell'infezione. Allo stesso tempo, il prodotto promuove un aumento del numero di lattobacilli benefici, rafforza la naturale capacità rigenerativa dei tessuti e migliora le condizioni della mucosa. Di conseguenza, la microflora viene gradualmente ottimizzata e il pH della vagina si normalizza..

Ciò che è particolarmente importante durante la gravidanza: il prodotto non ha un effetto sistemico sul corpo, non contiene profumi, ingredienti di origine animale, prodotti chimici aggressivi, conservanti o ormoni, nonché una composizione naturale che riduce il rischio di reazioni allergiche.

ActiGel Multi-Gin è disponibile sotto forma di un gel che viene inserito nella vagina. Nel complesso trattamento della vaginosi batterica, accompagnato da secrezioni e / o odori indesiderati, il farmaco viene utilizzato 2 volte al giorno (mattina e sera) per 5 giorni. Per la prevenzione dello scarico e dell'odore e dei relativi reclami, è sufficiente utilizzare il farmaco 1 volta ogni 3 giorni.

Oltre al trattamento farmacologico, la dieta svolge un ruolo importante nel trattamento della vaginosi batterica nelle donne in gravidanza. Pertanto, i prodotti a base di acido lattico arricchiti con bifidobatteri e lattobacilli devono essere presenti nella sua dieta. Rispetto delle norme igieniche, moderata attività fisica, passeggiate all'aria aperta, comfort mentale - fattori che contribuiscono anche alla normalizzazione della microflora vaginale.

Attualmente, la vaginosi batterica è una malattia che può essere trattata con successo anche durante la gravidanza senza rischiare la salute del bambino e della futura mamma. Tuttavia, il successo del trattamento dipende dalla diagnosi tempestiva e dall'adesione accurata a tutte le prescrizioni del medico..

1 Ostetricia. Leadership nazionale. Ed. E.K. Aylamazyan, V.I. Kulakova, V.E. Radzinsky, G.M. Savelyeva 2009.

Vaginosi batterica durante la gravidanza

Le cause

Le cause più comuni dello sviluppo della vaginosi batterica:

    Un lungo ciclo di assunzione di antibiotici, che può portare a una diminuzione del numero di lattobacilli intestinali.

Malattie infiammatorie del sistema riproduttivo che causano un aumento dei batteri condizionatamente patogeni o patogeni.

Cambiamento del background ormonale durante la gravidanza. Uso frequente di prodotti per l'igiene intima, che possono causare il "lavaggio" dei lattobacilli dalla vagina.

Biancheria intima scomoda, che causa l'ingresso della microflora dal retto nella vagina o la creazione di condizioni per la riproduzione di batteri anaerobici (biancheria intima densa e non respirabile).

  • Stress, malnutrizione e cattive abitudini.
  • Segni e sintomi

    Il sintomo principale della vaginosi batterica è un cambiamento nella natura delle perdite vaginali:

      maggiore quantità di scarico;

    scolorimento, di solito una sfumatura giallastra, a volte verde o grigio;

    consistenza liquida, a volte schiumosa delle secrezioni;

  • lo scarico può essere accompagnato da un odore sgradevole.
  • Oltre a quanto sopra, la vaginosi batterica può manifestarsi come dolore durante la minzione e il rapporto sessuale. Molto raramente, prurito alle donne, dolore al basso ventre.

    Metodi di trattamento

    La diagnosi tempestiva della vaginosi batterica è la chiave per il successo del trattamento di questa malattia, quindi se appare almeno uno dei sintomi sopra indicati, è necessario consultare un medico. Alla prima visita dal ginecologo, in caso di rilevazione di segni della malattia, verrà eseguito un esame visivo della vagina per le perdite patologiche. Con la vaginosi batterica, il loro numero aumenta, la consistenza diventa liquida, schiumosa o cremosa, può apparire un odore sgradevole.

    Tra i metodi di ricerca di laboratorio, viene utilizzato uno striscio vaginale. Con il suo esame microscopico, vengono rilevate colonie di microrganismi patogeni. Il medico misura anche l'acidità della vagina usando una striscia reattiva. Con la vaginosi batterica, il pH è maggiore di 4,5.

    Quando viene diagnosticata la vaginosi batterica, l'obiettivo del trattamento è normalizzare la microflora vaginale e uccidere i microrganismi patogeni. Questi risultati si ottengono ripristinando l'acidità della vagina e arrestando la crescita di batteri nocivi. È preferito il trattamento locale della vaginosi batterica durante la gravidanza, che riduce la probabilità di anomalie congenite nel nascituro.

    Le supposte della vaginosi durante la gravidanza sono il farmaco di scelta nel trattamento di questa malattia, specialmente nel primo trimestre, quando il trattamento sistemico può causare malformazioni nel feto. Terzhinan è il farmaco più sicuro ed efficace per ripristinare la normale microflora vaginale nelle donne in gravidanza. Con la sua applicazione locale, non ci sono praticamente reazioni allergiche ed effetti sul feto.

    Per correggere l'immunità locale, Kipferon è prescritto sotto forma di supposte. Le supposte della vaginosi durante la gravidanza devono essere utilizzate rigorosamente secondo le istruzioni per un ciclo di almeno 5 giorni al fine di evitare la malattia cronica.

    Per prevenire la vaginosi batterica, la vita sessuale promiscua dovrebbe essere evitata, i contraccettivi dovrebbero essere usati, gli ormoni dovrebbero essere monitorati e un ginecologo dovrebbe essere pianificato. Rafforzare l'immunità attraverso lo sport, gli aggiustamenti dietetici e la terapia vitaminica è considerato utile..

    La vaginosi batterica durante la gravidanza è una malattia che può causare gravi complicazioni, tra cui aborto spontaneo o parto prematuro. Il sintomo principale della vaginosi batterica è un cambiamento nella natura, nel colore e nell'odore delle secrezioni del tratto genitale. Se ci sono segni di questa malattia, specialmente nelle donne in gravidanza, è necessario consultare immediatamente un medico per una diagnosi precoce e un trattamento tempestivo. Le supposte vaginali sono i farmaci di scelta per il trattamento della vaginosi batterica nelle donne in gravidanza, poiché non hanno un effetto patogeno sul feto.

    Vaginosi batterica durante la gravidanza

    Il venti percento delle donne in gravidanza ha un problema come la vaginosi batterica. In alcune donne in gravidanza, è asintomatico, in altri scompare da solo, e altri ancora sperimentano una forma acuta di questa malattia. A prima vista, la malattia non è pericolosa. Ma puoi evitare molti problemi se consulti un medico in tempo.

    Vaginosi batterica in donne in gravidanza

    Normalmente, in una donna incinta, i batteri dell'acido lattico vivono nella vagina - lattobacilli o sono anche chiamati bastoncini di Dederlein. Ce ne sono circa il 98% nel corpo, il resto sono vari microrganismi patogeni. I lattobacilli aiutano a creare un ambiente acido per combattere i batteri nocivi e prevenirne l'aumento. I lattobacilli creano un ambiente favorevole nella vagina di una donna

    Sotto l'influenza di vari fattori, il numero di batteri benefici diminuisce, la microflora della vagina viene disturbata e i microbi dannosi si moltiplicano. Una donna incinta sviluppa vaginosi batterica, in altre parole, disbiosi vaginale.

    Classificazione della vaginosi batterica

    Esistono diversi tipi di classificazione della vaginosi batterica.

    1. In termini di gravità, ci sono:

    • Fase I: non c'è microflora nello striscio. Le cellule epiteliali rilevate non vengono modificate. Vi è il rischio di contrarre altre infezioni genitali;
    • Stadio II: il numero di bastoncini di Dederlein diminuisce, si osserva un leggero aumento della microflora patogena e dei globuli bianchi;
    • Stadio III: i lattobacilli sono completamente assenti, alto contenuto di microrganismi patogeni.

    2. La natura della perdita distingue:

    • acuta: raramente diagnosticata in una donna incinta. Il sintomo principale della malattia è lo scarico con un odore sgradevole di pesce;
    • pigro: per lo più asintomatico. Una donna incinta potrebbe non essere nemmeno a conoscenza della vaginosi batterica;
    • cronico: si protrae con periodi di esacerbazione e declino della malattia.

    Cause di sviluppo e fattori provocatori della vaginosi batterica

    Una delle principali cause di vaginosi batterica in una donna incinta è la ristrutturazione ormonale del corpo. Di conseguenza, il muco cervicale aumenta, il che porta a un cambiamento nel pH della vagina. Può diventare più alcalino, il numero di microrganismi patogeni aumenta in esso. Una donna su cinque in gravidanza incontra vaginosi batterica

    Durante la gravidanza, entrambi i fattori interni ed esterni portano alla vaginosi batterica.

    Gli interni possono includere:

    • disbiosi intestinale;
    • riduzione dell'immunità;
    • malattie infiammatorie e processi infettivi;
    • reazioni allergiche.

    All'esterno:

    • fatica
    • indossare biancheria intima attillata o sintetica;
    • frequente igiene intima;
    • l'uso di assorbenti quotidiani;
    • alimentazione impropria, mancanza di prodotti a base di acido lattico nella dieta;
    • l'uso di antibiotici;
    • cambiamento climatico.

    Sintomi di disbiosi vaginale

    La vaginosi batterica è un processo non infiammatorio, non ha nulla a che fare con le malattie a trasmissione sessuale e non è a trasmissione sessuale..

    Sulla base dei risultati delle osservazioni di coppie sposate e adolescenti che hanno rapporti sessuali regolari, l'autore dell'articolo Z. Saidova non trovato trasmissione sessuale statisticamente significativa della vaginosi batterica.

    Saidova Z.A.

    Sebbene la ricercatrice messicana Hilda Villegas nel 1997 abbia dimostrato il contrario..

    La ricercatrice messicana Hilda Villegas nel 1997, quando studiava campioni di seme di partner sessuali maschili di donne con vaginosi batterica, dimostrò la capacità della gardnerella di colonizzare il tratto genitale inferiore degli uomini, che può causare reinfezione nelle donne. I seguenti fatti supportano anche la trasmissione sessuale: G. vaginalis è contemporaneamente isolato dal segreto del tratto genitale delle donne che soffrono di vaginosi batterica e dei loro partner sessuali. Le reinfezioni sono più comuni nelle donne guarite i cui partner sessuali non sono stati trattati.

    Hilda villegas

    La vaginosi batterica può durare mesi o addirittura anni e diventare lenta. Ma alcune donne hanno un periodo acuto del decorso della malattia.

    È accompagnato da tali sintomi:

    • abbondante scarica vaginale di colore bianco o grigio, e con una forma trascurata, anche verdastra con un odore sgradevole di pesce;
    • disagio nella vagina, con un lungo periodo della malattia: prurito, bruciore;
    • dolore durante i rapporti sessuali e la minzione.

    Pericoli che attendono una donna incinta con vaginosi batterica

    Una donna può soffrire di vaginosi batterica cronica per anni e apprenderla quando rimane incinta.

    Se non presti attenzione ai sintomi, la disbiosi vaginale può portare a gravi conseguenze:

    1. Perdita di liquido amniotico. A causa del rapido aumento del numero di batteri nocivi, può svilupparsi un'infiammazione delle membrane. In questo caso, le pareti dei gusci diventano più sottili e possono formarsi microcracks. Il liquido amniotico inizia a perdere.
    2. Infezione del feto. Poiché il pH nella vagina è ridotto, un gran numero di microbi patogeni attraverso la cervice e il liquido amniotico possono entrare nel feto e quindi si verificherà un'infezione. Di conseguenza, il bambino nascerà con un peso ridotto, indebolito e con polmonite..
    3. Aborto spontaneo o nelle fasi successive della gravidanza, parto prematuro. L'acqua non può solo perdere, ma la membrana fetale può rompersi completamente. Quindi si verifica un aborto spontaneo o una nascita prematura..
    4. Infezione postpartum della donna stessa. Infezione uterina può verificarsi, soprattutto dopo taglio cesareo. Infezione delle ghiandole mammarie, scarsa guarigione delle suture.

    Ho trascorso 19-20 settimane. C'erano ureaplasma e gardnerella (vaginosi batterica) in titoli molto bassi. Ero preoccupato per le secrezioni giallastre, l'odore era solo dopo la PA e il risultato era molto triste (i batteri hanno danneggiato la vescica fetale e l'acqua ha iniziato a perdere, l'infiammazione è iniziata. Tutto andava bene con il bambino, ma ho dovuto partorire. Dopo che sono stato trattato con successo, ma non puoi restituire nulla. Ora tutto sembra essersi ripreso, iniziamo a pianificare)

    Poli

    https://www.babyblog.ru/community/post/happypregn/3169309

    Video: conseguenze e pericoli della batteriosi vaginale durante la gravidanza

    Trattamento della vaginosi batterica nelle donne a seconda della durata della gravidanza

    Nella maggior parte delle donne in gravidanza, la disbiosi vaginale è asintomatica e la donna viene a conoscenza della malattia solo dal suo medico, dopo la registrazione. Se vedi un medico in tempo, la disbiosi vaginale viene trattata con successo in breve tempo.

    Diagnosi di disbiosi vaginale con l'aiuto di un ginecologo e di laboratorio.

    1. Un ginecologo esamina la vagina di una donna, valutando la dimissione.
    2. Prende una macchia per rilevare batteri nocivi.
    3. Determina l'acidità dell'ambiente vaginale usando le strisce reattive. Normalmente, il pH è compreso tra 3,8 e 4,5.

    Se la diagnosi è confermata, tale malattia non può essere ignorata. È necessario sottoporsi a un ciclo di trattamento. Eseguilo tenendo conto dell'età gestazionale.

    Galleria fotografica: farmaci per il trattamento della vaginosi batterica

    Nel primo trimestre, le compresse orali non possono essere prescritte, poiché il feto si sta formando solo nell'utero. Per cominciare, un ginecologo consiglierà una donna incinta supposte vaginali, compresse, capsule a base di clorexidina, iodio.

    Tabella: farmaci per il trattamento della vaginosi batterica nel primo trimestre di gravidanza

    TitoloModulo per il rilascioattoControindicazioniCosto
    HexiconSupposte vaginaliAgente topico antisettico. Principio attivo: clorexidinaL'intolleranza individuale al farmaco, non può essere utilizzata con farmaci contenenti iodio270-300 rubli per 10 pezzi
    BetadineSupposte vaginaliAntisettico. Principio attivo: iodio povidone.
    Ha effetti antisettici, disinfettanti, antifungini
    II e III trimestre di gravidanza, ipersensibilità allo iodio, disfunzione tiroidea.330-390 rubli per 7 pezzi
    PimafucinSupposte vaginaliAntibiotico antimicrobico. Il farmaco viene utilizzato se un'infezione fungina si è unita alla vaginosi batterica. Ingrediente attivo: natamicinaIpersensibilità alla natamicina250-360 rubli per 3 pezzi

    Nel secondo e terzo trimestre, puoi usare candele e creme a base di clindamicina, metronidazolo. Se il trattamento con farmaci locali non ha aiutato, vengono prescritti antibiotici e antimicotici.

    Tabella: farmaci per il trattamento della vaginosi batterica nell'II e III trimestre di gravidanza

    TitoloModulo per il rilascioattoControindicazioniCosto
    KatedzhelGel topicoEffetto anestetico locale e antisettico a base di clorexidina e gelatoI trimestre di gravidanza, intolleranza ai componenti attivi, non utilizzato con farmaci contenenti iodio140–250 rubli per tubo
    TrichopolCompresse vaginaliAntimicrobico e antiprotozoico a base di metronidazoloI trimestre di gravidanza, malattie del sangue, insufficienza epatica250-300 rubli per 10 pezzi
    PolygynaxCapsule vaginaliAntibiotico combinato con i principi attivi neomicina, nistatina, polimixina B. Ha effetti antibatterici, battericidi e antifunginiI trimestre di gravidanza, ipersensibilità ai componenti del farmaco350-400 rubli per 6 pezzi
    MetrovaginSupposte vaginaliUn agente antiprotozoico, cioè un farmaco che danneggia e distrugge i più semplici organismi unicellulari. Ingrediente attivo: metronidazoleI trimestre di gravidanza, danno al sistema nervoso centrale, intolleranza al metronidazolo, malattie del sangue140–180 rubli per 10 pezzi
    MetrogilGel vaginaleIl farmaco con azione antiprotozoica e antibatterica. Ingrediente attivo: metronidazoleI trimestre di gravidanza, insufficienza epatica, malattie del sistema nervoso200–250 rubli per tubo
    TinidazolecompresseAgente antiprotozoico con effetto antibatterico. Ingrediente attivo: TinidazoleI trimestre di gravidanza, emopoiesi, malattie del sistema nervoso centrale20-50 rubli per confezione da 500 mg

    Il corso del trattamento è progettato per 1-2 settimane. Successivamente, il medico effettuerà una rianalisi e determinerà se il trattamento ha avuto successo. In futuro, il ginecologo può prescrivere gel o supposte che hanno lattobacilli vivi per ripristinare la microflora vaginale: Acilatto, Vapigel, Lactagel, Femileks.

    In questa situazione, avevo uno schema Hexicon + Femilex. Hexicon uccide l'intera infezione ed è ufficialmente approvato dalle donne in gravidanza, quindi Femileks ripristina la normale flora vaginale.

    Diana

    https://m.baby.ru/community/view/73449/forum/post/522317319/

    Hey. Mi furono prescritte supposte di Betadine, ma questo è solo l'inizio, ora sono impossibili droghe più forti, perché il periodo è breve (14 settimane). Il dottore ha detto che fino a 18 settimane queste candele e poi ci sarà qualcosa di più serio.

    Lyubasha

    https://deti.mail.ru/forum/v_ozhidanii_chuda/beremennost/beremennost_i_bakterialnyj_vaginoz/

    Ho avuto la vaginosi durante la gravidanza, una cosa terribile !! All'inizio ho pensato a quel mughetto, è bene almeno aver avuto la testa di andare dal dottore prima... Altrimenti, sarei stato trattato per alcune spiacevoli conseguenze! In generale, mi ha prescritto Vaginorm, deve essere somministrato di notte per 7 giorni nella vagina. Non ho avuto particolari inconvenienti, tutto era normale)) e dopo 7 giorni non è rimasta alcuna traccia) questa è, in generale, una malattia sicura, la cosa principale è non avviarla e quindi non ci saranno danni a te o al tuo bambino!

    elena

    https://m.babyblog.ru/community/post/living/1705884

    Rimedi popolari per il trattamento della vaginosi batterica

    I rimedi popolari per il trattamento della vaginosi batterica sono sopravvissuti fino ad oggi. Esistono ricette popolari per il trattamento della vaginosi batterica

    Prendi in considerazione alcune ricette per lavare una donna incinta.

    1. Mescola un cucchiaio di camomilla con la stessa quantità di trifoglio d'oca o piantaggine. Versare 1 litro di acqua bollita e insistere per 30 minuti. Filtriamo, portiamo l'infusione a temperatura ambiente. Ci laviamo due volte al giorno: mattina e sera.
    2. Versare 1 cucchiaio di corteccia di quercia con 1 tazza di acqua bollente e mettere in un bagno di vapore per 30 minuti. Quindi versare in un thermos, lasciare fermentare per 3 ore. Filtrare, raffreddare e lavare durante la notte per 7 giorni.
    3. Versare un cucchiaio di ciliegia di uccello con 2 bicchieri d'acqua, mettere a fuoco, portare a ebollizione e far bollire per altri 15-20 minuti. Lavaggio del brodo raffreddato e filtrato per una settimana.
    4. Mescola 3 cucchiai di frutto di farfara e ginepro con 2 cucchiai di achillea, equiseto, trifoglio dolce, eucalipto e pera. Prendi 2 g di questa raccolta e versa 1 tazza di acqua bollente. Facciamo fermentare per 20-30 minuti. Filtrare, portare l'infusione a temperatura ambiente e lavare in un giorno 2 settimane.

    Ad essere sincero, non mi fiderei dei metodi popolari e nemmeno essere incinta. Non è noto quale grado di vaginosi batterica in una donna. Puoi perdere tempo prezioso usando i metodi della "nonna". E poi invece di un trattamento locale con candele e creme, quando è possibile curare la malattia in stadio I, avviarlo prima di II e III, e il trattamento verrà effettuato già con antibiotici. E il rischio di infezione del nascituro è molto alto. E anche il bambino può essere perso completamente. Meglio andare dal medico e non automedicare.

    Misure preventive

    Quali misure preventive dovrebbero essere adottate da una donna incinta in modo che l'ambiente acido nella vagina rimanga normale:

    1. Prima di tutto, pianifica una gravidanza. Prima di pianificare il bambino, sottoporsi a un esame fisico completo. Se sei registrato presso un medico, consulta il carico sul corpo della donna incinta durante la gravidanza.
    2. Durante la gravidanza, visitare il ginecologo una volta al mese e dalla 28a settimana di gravidanza - una volta ogni due settimane.
    3. Mangia correttamente. Mangia più frutta e verdura, latticini. Rimuovi dalla tua dieta o minimizza grassi, salati, affumicati, pasticcini da pasta lievitata e dolci.
    4. Indossa solo biancheria intima confortevole realizzata con tessuti naturali..
    5. Usa complessi vitaminici e minerali per rafforzare e migliorare l'immunità.
    6. Non abusare dell'igiene vaginale.
    Adottando misure preventive contro la vaginosi batterica, puoi assicurare a te stesso e al tuo bambino conseguenze gravi

    Una donna incinta non è al sicuro da varie malattie, inclusa la disbiosi vaginale. Ma se ascolti il ​​corpo, puoi evitare conseguenze indesiderabili. Fidati del tuo medico, condividi i tuoi problemi di salute e ottieni le cure di cui hai bisogno in tempo. Allora tu e il tuo bambino sarete in salute.

    Up