logo

Una diagnosi di HCV può essere rilevata in una donna durante lo screening. A causa del fatto che il disturbo è spesso asintomatico, non è sempre possibile identificarlo nelle fasi iniziali. Ciò richiede un'analisi come ELISA. Naturalmente, la risposta positiva di questa analisi scioccerà le future madri. Ma è importante considerare che l'epatite C è ancora curabile. Sebbene con terapia sia necessario rimandare temporaneamente. Dopotutto, sofosbuvir e daclatasvir non sono prescritti durante la gravidanza, non sono prescritti durante l'allattamento. Sebbene in quest'ultimo caso ci siano eccezioni. Un epatologo esperto dovrebbe considerare l'epatite e la pianificazione della gravidanza, valutare tutti i rischi quando assume determinati farmaci sulla base dei risultati di un esame di un particolare paziente.

Avendo scoperto l'epatite, molte donne cercano di eliminare il rischio di infezione del nascituro. Si consiglia vivamente di sottoporsi a una terapia antivirale completa immediatamente prima della presunta gravidanza. Queste attività sono giustificate. Dopotutto, sia durante la gravidanza che durante l'allattamento, l'introduzione di sostanze antivirali nel corpo è inaccettabile.

I principi di base del trattamento

Oggi, le donne in gravidanza devono essere testate per HCV tre volte durante la gravidanza. Lo studio determina la presenza di anticorpi prodotti dall'organismo in risposta alla presenza di uno specifico parassita. Se i risultati dell'esame pertinente sono dubbi, viene eseguita una reazione a catena della polimerasi (PCR) più accurata..

Trovare una risposta positiva sarà motivo di preoccupazione. La futura madre partorirà in una speciale unità infettiva.

Nella forma acuta della malattia, non c'è modo di resistere all'epatovirus. Dovremo aspettare fino a quando il sistema immunitario non ce la farà da soli. Ma il corpo ha bisogno di un supporto regolare. Pertanto, è importante monitorare il funzionamento di tutti i sistemi e organi, per prevenire la disidratazione. La terapia della forma cronica di epatite viene eseguita con farmaci che non possono essere definiti sicuri per il corpo del bambino. Pertanto, dovrà aspettare.

Naturalmente, con l'avvento di farmaci come sofosbuvir e daclatasvir nel moderno mercato farmaceutico, il trattamento della malattia è diventato molto più efficace. La risposta virologica è stata raggiunta nel 98% dei casi. I pazienti che hanno seguito le raccomandazioni mediche e hanno preso tutto secondo il protocollo recuperati in tre mesi di trattamento. Tuttavia, se a una donna viene prescritto un trattamento antivirale dopo il parto, vale la pena considerare un intero elenco di sfumature importanti. Gli esperti sono inequivocabili nell'opinione che l'assunzione di sofosbuvir e daclatasvir, come dice l'istruzione, darà l'effetto terapeutico desiderato. Ma il produttore si concentra sulla necessità di utilizzare contraccettivi affidabili nel processo di trattamento. Pertanto, la gravidanza durante il passaggio di un corso terapeutico è inaccettabile. Tuttavia, nonostante le precauzioni, le donne a volte scoprono di aspettarsi un bambino.

Nella maggior parte dei casi, le donne in gravidanza non vogliono abortire. Ma iniziare subito un regime terapeutico è pericoloso. Il trattamento viene rinviato e ripreso dopo il parto. Secondo i medici, non si può parlare di allattamento. Dopotutto, ora non ci sono informazioni affidabili sul fatto che i componenti attivi degli agenti antivirali possano penetrare direttamente nel latte materno e quale sarà l'impatto sullo sviluppo del bambino.

Naturalmente, il sofosbuvir, introdotto nel mondo da una società americana chiamata Gilead Sciences, come i suoi generici, è ora utilizzato universalmente nel trattamento dell'HCV. I medici sono tenuti a prendere in considerazione le caratteristiche individuali del corpo del paziente, identificare la carica virale e selezionare una combinazione di farmaci antivirali in assenza di controindicazioni di base. Durante la gravidanza, tali farmaci non sono mai prescritti. Con l'allattamento, il bambino viene necessariamente trasferito in miscele artificiali. Un approccio competente evita molte delle spiacevoli conseguenze che possono verificarsi durante il trattamento.

Impatto sulla gravidanza con epatite

Gli esperti affermano che la gravidanza e l'epatite C non sono rare nella pratica medica. In effetti, l'infezione da HCV indica che la replicazione dell'epatovirus nel sangue è già iniziata. Questo accade lentamente, sebbene sistematicamente. Naturalmente, una soluzione logica sarebbe quella di iniziare la terapia antivirale il più presto possibile, in modo da non consentire lo sviluppo di gravi patologie epatiche e altre complicazioni.

Tutti i protocolli sono ora basati sull'uso integrato di sofosbuvir con daclatasvir, prodotto da aziende farmaceutiche straniere. Ma l'epatite C durante la gravidanza richiede un approccio completamente diverso. Dopotutto, non sono stati condotti studi sugli effetti delle sostanze antivirali sul corpo di alcuni gruppi di pazienti. È importante considerare che i farmaci non sono semplicemente prescritti per donne in gravidanza o minori. Nel corso di uno studio su tali farmaci, è stato rivelato che quando si interagisce con la ribavirina, esiste un alto rischio di anomalie cromosomiche fetali direttamente nell'utero. Pertanto, la gravidanza e l'epatite sono incompatibili.

È inaccettabile rischiare la salute del bambino. Inizialmente, dovresti dare alla luce e quindi procedere alla terapia. Il corso del trattamento dura da tre a sei mesi. I moderni farmaci con un approccio competente garantiscono che la replicazione delle cellule virali durante la terapia sarà soppressa e la donna sarà in grado di sopportare e dare alla luce un bambino sano in futuro.

L'effetto dei farmaci sul corpo dopo il trattamento per l'HCV

Attualmente, l'epatite C dopo la gravidanza è trattata con regimi standard, spesso basati su sofosbuvir in tandem con daclatasvir. In alcuni casi, ribadirina, ledipasvir e velpatasvir sono anche usati per il trattamento. Tuttavia, i farmaci specifici dovrebbero essere selezionati dal medico. Dopotutto, il trattamento dell'epatite nelle donne in gravidanza non viene effettuato. È semplicemente in ritardo. Ma dopo il parto è importante scegliere uno schema estremamente competente che aiuterà a ripristinare il corpo delle donne in breve tempo.

Fino a poco tempo fa, nel trattamento dell'HCV sono stati prescritti agenti antivirali che, in effetti, hanno fatto più male che bene. Ora vengono utilizzate opzioni di terapia più sicure. Sebbene in esse una delle principali controindicazioni sia la gravidanza. Nel frattempo, dopo il parto, una donna potrebbe sottoporsi a un breve ciclo terapeutico, della durata di tre mesi, che garantirebbe il recupero.

Infatti, secondo i dati ufficiali, sofosbuvir nel 95% consente ai pazienti di ottenere una risposta virologica stabile con un uso corretto. Gli effetti collaterali sono minimi e le controindicazioni sono condizionate. Di solito ci vuole un po 'di tempo per riprendersi dal trattamento. Secondo varie fonti, questo indicatore va dai sei ai nove mesi. Inoltre, dopo il trattamento per l'epatite C, in questo caso puoi rimanere incinta. La cosa principale è aderire alle raccomandazioni del medico e monitorare la tua salute.

Pianificazione della gravidanza per l'epatite

Alcuni pazienti si rivolgono all'istituzione medica con le parole: stiamo pianificando un bambino, ma sono malati di epatite C. Gli esperti concordano sul fatto che tale impresa non è sicura. Nonostante il fatto che la moglie abbia l'epatite C o che il marito abbia l'epatite, un bambino sano può essere concepito solo dopo il recupero di ciascuna coppia. Alle donne in posizione è vietato assumere farmaci a base di sofosbuvir. Ma in realtà è lui che nella maggior parte dei casi diventa la base della terapia di combinazione.

Considerando il problema dell'epatite e della pianificazione, i medici affermano che dopo il trattamento con i generici antivirali indiani, è necessario attendere almeno sei mesi prima che il corpo guarisca. Inoltre, questo requisito si applica sia agli uomini che alle donne. Se un rappresentante del sesso più forte ha assunto i farmaci anti-HCV appropriati, dovrebbe prendersi cura dell'affidabilità delle misure contraccettive, poiché le particelle dei farmaci rimarranno nel seme.

Questa condizione si applica principalmente alla ribavirina, che è spesso inclusa nei regimi terapeutici per l'epatite. Nel frattempo, è la ribavirina che può causare anomalie cromosomiche del feto. Per evitare un tale problema di contraccezione, ogni partner dovrebbe pensarci. Gli esperti sono sicuri che le donne in età riproduttiva devono sottoporsi a un test di gravidanza prima di iniziare il trattamento con agenti antivirali. Se positivo, il trattamento con HCV è ritardato. La pianificazione della gravidanza dovrà anche aspettare quelle donne i cui mariti stanno prendendo un corso terapeutico contro l'epatite.

Possiamo parlare di procreazione solo sei mesi dopo il completamento del trattamento. Inoltre, ogni partner dovrà sottoporsi a una serie di analisi strumentali e di laboratorio. Questi includono ultrasuoni addominali, esami del sangue biochimici e generali, nonché PCR per l'RNA. Solo dopo che il medico ha esaminato i dati ottenuti, puoi iniziare a pianificare la gravidanza. Solo un approccio competente ti permetterà di concepire un bambino sano.

Importante consulenza di esperti

Il produttore ufficiale di generici indiani è tenuto a fornire istruzioni per l'uso di farmaci appropriati. Descrivono chiaramente le caratteristiche della loro somministrazione, le possibili reazioni e le controindicazioni. Tra questi ultimi, la gravidanza è indicata principalmente. Pertanto, daclatasvir e sofosbuvir, come velpatasvir, ledipasvir e persino ribavirina non sono prescritti se la donna è in posizione. Dopotutto, non è noto come tali sostanze influenzeranno un corpo in crescita.

Anche se non dovresti rinunciare al tuo sogno di diventare madre. Devi solo aspettare un po '. Nessuno vieta la gravidanza. Tuttavia, è consentito non prima di sei mesi dopo un completo recupero. Se una donna è incinta e ha l'epatite, l'aborto non è l'unica soluzione. È importante considerare i dettagli della malattia corrispondente..

L'infezione da epatovirus non impedisce la nascita di un bambino. Con le giuste tattiche per gestire una donna incinta infetta da epatovirus, il rischio di infezione intrauterina del feto è minimo, ma la probabilità di dare alla luce un bambino assolutamente sano è massima. In caso di complicanze ostetriche o esacerbazione del disturbo di base, il paziente richiederà un trattamento ospedaliero. Il riesame sarà nominato per il terzo trimestre.

La presenza di HCV, di regola, non provoca anomalie nello sviluppo del feto. L'epatite C non è una controindicazione per il parto. Ma esistono ancora alcuni rischi per la futura mamma. Se il fegato è gravemente danneggiato, sarà difficile trasportare un bambino. Questo è uno dei motivi per cui i medici raccomandano di pianificare un concepimento solo dopo il ripristino del corpo..

A causa della maggiore attività dei processi epatici nell'HCV, è possibile la nascita prematura. Pertanto, è consigliabile che una donna incinta con epatite sia costantemente monitorata da un medico esperto. Di conseguenza, sarà in grado di fornirle cure mediche tempestive. La gestione di una donna incinta affetta da epatite cronica richiede un esame completo, un monitoraggio ambulatoriale costante, un monitoraggio regolare di laboratorio, una valutazione delle condizioni, la consultazione di un gastroenterologo e uno specialista in malattie infettive.

All'identificazione iniziale dei marcatori corrispondenti, la donna è registrata. Quindi, la natura del decorso e l'attività della replicazione dell'epatovirus sono determinate insieme alla gravità del processo infiammatorio direttamente nei tessuti del fegato. Solo un approccio responsabile e competente consentirà di sopportare e dare alla luce un bambino sano.

L'epatite C e la gravidanza, è possibile

Oggi molte donne sono portatrici di epatite virale C, ma non lo so. Spesso vengono a conoscenza della diagnosi durante la gravidanza. Nella maggior parte dei casi, queste informazioni sono scioccanti e intimidatorie per una donna incinta. Sorge la domanda sulla possibilità di dare alla luce e dare alla luce un bambino sano..

Cos'è l'epatite?

L'epatite è una malattia infiammatoria del fegato che è spesso innescata da agenti patogeni virali. Oltre alle forme virali della malattia, viene anche isolato un gruppo causato dagli effetti tossici delle sostanze. Questi includono epatite autoimmune e radiazioni.

L'epatite C appartiene al gruppo virale delle malattie. Promuove lo sviluppo della cirrosi epatica e delle neoplasie maligne.

Ad oggi, questa specie è la più pericolosa. La caratteristica forma latente del decorso della malattia porta spesso a gravi complicazioni. Causa disabilità o morte..

Come una donna incinta può avere l'epatite C

L'epatite virale C è diffusa in tutto il mondo. È considerato una malattia dei giovani. Molto spesso viene diagnosticato nelle persone di età inferiore ai 30 anni.

I principali modi di infezione:

  1. Tatuaggio.
  2. Piercing Piercing.
  3. Iniezione con un ago comune (inclusa la dipendenza).
  4. Condivisione di prodotti per la cura personale (spazzolini da denti, rasoi, strumenti per manicure).
  5. Durante le operazioni.
  6. Nel trattamento dei denti.
  7. Sesso non protetto con una persona infetta.

Pertanto, la via principale dell'infezione da epatite C è il sangue e i fluidi genitali..

La malattia non viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria, attraverso abbracci e strette di mano, quando si usano piatti comuni.

È possibile vivere insieme a una persona malata, fatte salve tutte le precauzioni.

La gravidanza può provocare lo sviluppo dell'epatite C, se una donna era stata in precedenza la sua portatrice. Ciò è dovuto a una diminuzione dell'efficienza del sistema immunitario..

La malattia viene trasmessa al feto?

Ogni donna a cui è stata diagnosticata l'epatite C durante la gravidanza è preoccupata per la possibilità di infezione e le conseguenze per il bambino..

La probabilità di infezione esiste, ma è piuttosto piccola.

I medici affermano che la probabilità di infezione intrauterina del bambino non supera il 5%.

Inoltre, si ritiene che la possibilità di infezione nel processo del parto sia maggiore rispetto al periodo di gestazione. All'aumentare del rischio che il sangue materno penetri nel corpo del bambino.

Metodi di trasmissione del virus da madre a figlio:

  • durante il parto - quando il sangue materno entra nel corpo del bambino;
  • un neonato può ottenere il virus dalla madre al momento della cura, elaborando il cordone ombelicale. Tuttavia, se vengono prese precauzioni, la probabilità di tale infezione è piccola;
  • durante l'allattamento - se si verifica un trauma ai capezzoli (crepe o piaghe).

Dopo la nascita di un bambino, controllano e controllano regolarmente la presenza di anticorpi nel suo sangue. I test vengono effettuati all'età di 1, 3 e 6 mesi.

Se non c'è virus RNA nel sangue, il bambino è sano.

Se i risultati dell'analisi sono positivi, al bambino verrà prescritto un trattamento adeguato.

Tipi di malattia e loro impatto sul decorso della gravidanza

Esistono 2 forme del decorso dell'epatite virale C:

L'epatite cronica C è una forma in cui una persona è malata per più di 6 mesi.

Spesso, le donne in gravidanza trovano questo tipo di epatite.

Va notato che la forma cronica è praticamente sicura per il feto. Non è la causa di patologie congenite dello sviluppo del bambino e complicazioni della gravidanza..

L'epatite cronica C non influisce negativamente sulla possibilità di concepimento.

Insieme a questo, questa forma è spesso la causa della nascita prematura e il bambino è stentato. Ciò è dovuto alla presenza di cirrosi nella madre..

Vi è il rischio di dare alla luce un bambino morto a causa di insufficienza epatica.

Se una forma acuta di epatite C viene diagnosticata in una donna incinta, viene inviata sotto osservazione a reparti infettivi speciali degli ospedali di maternità.

Le possibilità di infezione intrauterina del bambino in questo caso sono piccole.

La manifestazione dell'epatite C durante la gravidanza

Dal momento in cui il virus entra nel corpo di una donna fino a quando compaiono i primi segni della malattia, di solito ci vogliono circa 8 settimane. A volte questo periodo può raggiungere 18-20 settimane.

Segni e sintomi dell'epatite virale C durante la gravidanza:

  • Aumento della fatica;
  • Cattivo umore e pianto;
  • Scarso appetito;
  • Sensazione di nausea, a volte vomito;
  • Feci leggere;
  • Urine scure
  • Aumento della temperatura;
  • Dolore nell'ipocondrio destro;
  • Sensazione di dolori alle articolazioni;
  • Ingiallimento della pelle;
  • Proteine ​​degli occhi ingiallite.

Una caratteristica di questa malattia è che si osserva spesso un decorso asintomatico. Ciò complica notevolmente il trattamento e le condizioni della donna.

L'epatite virale C comprende 3 fasi:

È la fase acuta che di solito non ha sintomi, il che porta al fatto che l'epatite ha il tempo di assumere una forma cronica.

La fase latente è piuttosto breve ed è, in effetti, il punto di passaggio da acuto a cronico.

La forma cronica della malattia è considerata la più grave, perché con esso, si verifica il massimo danno epatico.

Diagnosi della malattia nel periodo perinatale

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi di una malattia in una donna incinta si verifica dopo la presentazione di test di routine al momento della registrazione presso una clinica prenatale.

Dopo aver effettuato un esame del sangue generale, in cui si notano i primi segni della presenza della malattia, verranno prescritti ulteriori test alla donna.

Questi includono:

  • Esame del fegato;
  • Biochimica del sangue;
  • Biochimica delle urine;
  • Analisi genetica;
  • Saggio immunologico.

Oltre a un esame del sangue generale, la gestante deve superare i test per l'epatite B e C tre volte durante l'intero periodo di gravidanza.

In caso di esito positivo, le verrà data la consulenza necessaria e spiegato le tattiche di comportamento in questa situazione.

Se il risultato dell'analisi è incerto, esiste la possibilità di condurre uno studio chiamato reazione a catena della polimerasi. Determinerà accuratamente la presenza della malattia in una donna.

Trattamento dell'epatite C in donne in gravidanza

I farmaci usati per trattare l'epatite C sono controindicati durante la gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che provocano lo sviluppo di patologie intrauterine dello sviluppo fetale.

Nella maggior parte dei casi, tutti i trattamenti al momento della gravidanza si interrompono o non iniziano nemmeno.

In alcuni casi, è necessaria la terapia farmacologica..

In genere, i farmaci sono prescritti in caso di ristagno biliare o se sono stati rilevati calcoli.

Deve essere chiaro che anche se è necessaria la prescrizione di medicinali, questi saranno selezionati in modo tale da causare il minor danno ai bambini non ancora nati.

Se una donna incinta ha una forma acuta di epatite C, tutti i trattamenti saranno mirati a preservare la gravidanza. In questo caso, il rischio di aborto è aumentato in modo significativo..

Come partorire con l'epatite C

Ad oggi, non esiste un unico parere medico sul metodo di consegna di una donna incinta che è infettata dall'epatite virale C.

Si ritiene che il rischio di infezione di un bambino durante il parto sia significativamente ridotto se viene eseguito un taglio cesareo.

In Russia, le donne infette da epatite C hanno il diritto di scegliere il metodo di consegna. I medici sono tenuti ad informare la donna in travaglio sui possibili rischi e complicazioni..

Anche una linea guida per la scelta di un'opzione di consegna è il livello di carica virale di una donna.

Se è abbastanza alto, dovrebbe essere preferito il taglio cesareo.

L'epatite virale C e la gravidanza sono compatibili. Questa malattia non è una controindicazione al concepimento e al parto..

Devi solo seguire tutte le raccomandazioni del medico e sottoporsi regolarmente agli esami prescritti.

La domanda "Posso partorire con l'epatite C?" ha una risposta definita "Sì". Anche se la madre ha la malattia, la possibilità di avere un bambino sano è abbastanza grande.

Forum Stop.

Comunicazione di epatniks, Esculapius e coloro che si uniscono a loro.

  • Argomenti senza risposta
  • Argomenti attivi
  • Ricerca
  • FOTO
  • statistica
  • Ferma le consultazioni, discussione "Forum sull'epatite C" (principale) Suggerimenti dell'esperto.
  • Ricerca

Gravidanza dopo inibitori AVT

Gravidanza dopo inibitori AVT

Ciao gente! Dimmi, forse un thread ha sentito se sono stati condotti studi, quanto velocemente puoi rimanere incinta dopo un OEM, lo voglio davvero in fretta! E forse qualcuno è rimasto incinta per caso o intenzionalmente prima di sei mesi dopo il trattamento, i bambini sono sani ?

-- 22 gennaio 2016 01:08 --

Significa trattamento con nuovi farmaci, cioè inibitori.

-- 22 gennaio 2016 01:45 --

Bene, la "gravidanza rapida" dopo l'interferone-ribavirina HTP è interessante se ci fossero delle conseguenze ?

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Se la ribavirina non era nel complesso dei farmaci, allora non sembra esserci alcuna limitazione a questo proposito.

Strana domanda per la sezione vendita.
Trasferimento a Suggerimenti.

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

LSAN
scusa, sono ancora scarsamente guidato nel forum, l'ho stampato e poi ho visto che qualcosa non era proprio qui, grazie per il trasferimento.

== 22 gennaio 2016 13:13 ==

Grazie, ispirato o forse c'è qualcosa di scientificamente provato? Qualche ricerca fatta? Ho letto cosa è stato realizzato sugli animali e cosa è successo a noi, le persone: ?

== 22 gennaio 2016 13:21 ==

Ssserge888
Grazie, ma non ditemi qualche riferimento su questo problema ?

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

La palla
È chiaro che se esiste una ricerca scientificamente provata, nessuno lo rischierà, quindi chiedo referenze a chi lo sa.. Ho sempre desiderato un bambino "estivo", e da allora ho appena iniziato il trattamento a 12 settimane e poi aspetto sei mesi, quindi l'estate non funziona in alcun modo) E se è dimostrato che è possibile, allora perché non sognare che diventa realtà ?

== 22 gennaio 2016 21:14 ==

E così ha aspettato che i generici uscissero, poi fossero curati, quindi aspettasse di nuovo sei mesi e invecchiate, lo sapete..

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Mi hai tagliato le ali e così è iniziato tutto bene! (Intendo i primi 2 post nella mia discussione)

== 22 gennaio 2016 22:52 ==

Arin
e istruzioni per il farmaco, che non ci si può fidare ?

== 22 gennaio 2016, 22:53 ==

E per qualcosa e sulla base di qualcosa essi stessi sono scritti? Non lo prendono dal soffitto, a quanto ho capito ?

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

APPLICAZIONE DURANTE LA GRAVIDANZA E DURANTE IL SENO
ALIMENTAZIONE

Daclatasvir + Asunaprevir
Mancano studi adeguati e ben controllati su donne in gravidanza
donne. In studi su animali usando daclatasvir in dosi,
superando il valore terapeutico raccomandato (4,6 volte (ratti) e 16 volte
(conigli)), non ci sono stati effetti negativi sullo sviluppo intrauterino del feto, mentre
tempo come concentrazioni di droga ancora più elevate (25 volte (ratti) e 72 volte
(conigli)) ha rivelato effetti negativi sia per la madre che per il feto.
Le donne in età fertile devono usare metodi contraccettivi efficaci durante il trattamento con Ducklins e entro cinque settimane dal completamento.
L'uso della combinazione Daclatasvir + Asunaprevir durante la gravidanza è controindicato.
Non è noto se il daclatasvir passi nel latte materno. Daclatasvir penetrò nel torace
latte di ratti in allattamento in concentrazioni superiori al plasma materno
concentrazioni 1,7-2 volte, quindi, durante il trattamento con Ducklins
l'allattamento al seno deve essere interrotto.

Daclatasvir + asunaprevir + peginterferone alfa + ribavirina
L'uso di ribavirina può causare malformazioni fetali, morte intrauterina
e l'aborto, quindi bisogna fare molta attenzione quando si applica lo schema
terapia compresa la ribavirina. Prevenzione offensiva richiesta
gravidanza sia nei pazienti stessi che nelle donne i cui partner sessuali ricevono
terapia indicata. La terapia con ribavirina non deve essere iniziata fino al
i pazienti con fertilità e i loro partner sessuali maschili non lo faranno
utilizzare almeno 2 metodi contraccettivi efficaci, entrambi necessari
per tutto il trattamento e per almeno 6 mesi dopo il suo completamento. A
durante questo periodo, devono essere eseguiti test di gravidanza standard. A
l'uso di contraccettivi orali in un modo
avvertenze di gravidanza, si consiglia di utilizzare alte dosi di orale
contraccettivi (contenenti almeno 30 mcg di etinilestradiolo in
combinazione con noretindrone acetato / noretindrone).
Lo studio degli interferoni negli esperimenti sugli animali è stato associato ad abortivo
effetti la cui possibilità di sviluppo nell'uomo non può essere esclusa.
Pertanto, quando si applica la terapia, è necessario utilizzare sia i pazienti che i loro partner
adeguata contraccezione.

Gravidanza
Non ci sono risultati di studi di alta qualità e ben controllati sull'uso di Viqueira Pak in donne in gravidanza..

Negli studi sugli animali con ombitasvir / paritaprevir / ritonavir e i suoi principali metaboliti inattivi nell'uomo (M29, M36), così come dasabuvir, non è stato osservato alcun effetto sullo sviluppo dell'embrione e del feto. Negli studi con paritaprevir / ritonavir sono state utilizzate le dosi massime corrispondenti a 98 volte (nei topi) o 8 volte (nei ratti) la dose clinica raccomandata nell'uomo. Negli studi con ombitasvir sono state utilizzate le dosi massime corrispondenti alla dose clinica raccomandata di 28 volte (nei topi) o di 4 volte (nei conigli) nell'uomo. Le dosi più alte dei principali metaboliti umani inattivi nello studio sui topi hanno prodotto: l'esposizione è 26 volte superiore rispetto agli esseri umani usando le dosi cliniche raccomandate. Negli studi con dasabuvir sono state utilizzate le dosi massime corrispondenti alla dose clinica raccomandata di 48 volte (nei ratti) o di 12 volte (nei conigli) nell'uomo.

A causa del fatto che è impossibile trarre conclusioni sull'uso del farmaco nelle donne in gravidanza, sulla base dei dati ottenuti sugli animali, il farmaco Viqueira Pak deve essere usato durante la gravidanza solo se assolutamente necessario, giustificato dalla situazione clinica.

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ssserge888
grazie ! A proposito, ho letto un po 'il tuo argomento Rispetto! Non tutti farebbero lo stesso !

== 22 gennaio 2016, 23:52 ==

Cara Lsan! Grazie per le citazioni sopra! Ma su Sovaldi descritto durante la gravidanza !

== 22 gennaio 2016, 23:57 ==

Si può concludere che gli inibitori sono ancora molto innocenti rispetto alla ribavirina

== 23 gennaio 2016 00:06 ==

Sì, e anche le istruzioni per Ducklins con un'attesa di 5 settimane dopo la terapia si basano su qualcosa di simile ?

== 23 gennaio 2016 00:17 ==

No, la gente, è vero, ma immagina che qualcuno sia rimasto accidentalmente incinta 2-3 mesi dopo il trattamento con inibitori, quindi cosa vuoi abortire, perché non è stato completamente studiato? Dopo tutto, le istruzioni per ribavirina e interferoni si dice chiaramente che almeno sei mesi per astenersi è molto irto, c'è una ragione seria per pensarci.. E se nei test sugli animali (e le donne in gravidanza) non è tutto così male, può davvero non essere così male? Dopotutto, tutti gli studi sugli animali vengono effettuati per primi !

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Arin
Quindi nelle istruzioni (che sono evidenziate in rosso) nel primo caso è appena scritto che è impossibile rimanere incinta entro 5 settimane dal completamento dell'uso del farmaco, e non per sei mesi, e nel secondo che durante la gravidanza è indesiderabile. quindi nessuno andrà "durante" la terapia. O non capisco qualcosa ?

== 23 gennaio 2016 02:41 ==

E non pretendo di essere convinto che sia possibile, solo in una disputa nasce la verità, che sto cercando di scoprire.

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

quelli più esperti mi correggeranno, ma mi sembra che piuttosto "gli inibitori non siano ancora così studiati rispetto alla ribaverina"

e così - i tuoi affari.
e anche la tua responsabilità.

Voglio anche "veloce-veloce", solo due anni fa. e poi spun - hesp, tera e molto altro.

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

La palla
forse, è ancora poco studiato.. Bene, ora vedo che tutto sta funzionando per te! Già in grado di permettersi? Ma la domanda non sorgeva prima di dare alla luce e poi essere curata, o la salute non lo permetteva ?

== 23 gennaio 2016 13:46 ==

Ho anche letto l'argomento Ssserge888, aveva la stessa domanda, quindi scrive che il medico stesso ha informato che per 5 settimane non puoi rimanere incinta dopo gli inibitori e questo mi ha sorpreso, perché i medici di solito assicurano. È l'epatologo nella mia città a cui mi sono rivolto, anche Non ho sentito parlare di un farmaco come Harvoni, ma ho detto che dopo nuovi farmaci rimarrò incinta per sei mesi.. Come posso dire qualcosa senza nemmeno saperlo? ?

== 23 gennaio 2016 13:47 ==

cioè, non puoi rimanere incinta

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

Ri: Gravidanza dopo inibitori e gravidanza accidentale "rapida" dopo OEM

ora, sfortunatamente, sono emersi altri problemi.
Sono stato esaminato ora.
e quindi, secondo il piano, sì, avrebbero dovuto essere coinvolti attivamente in questo dall'inizio dell'anno :(

Con la salute prima dell '"era di Geps", tutto andava bene per me :( e l'hanno trovato per caso, mentre si stavano preparando per la gravidanza :(
La domanda "prima partorire, quindi essere trattati" in presenza di Geps ho avuto un aspetto negativo - non ero pronto a correre un tale rischio (anche se è solo del 5%). Dio non voglia che il bambino si infetti - non mi perdonerei mai.

== 23 gennaio 2016 21:26 ==

scherzi, battute e una ragazza è rimasta incinta - da 1 volta :) a quel tempo aveva quasi 30 anni

Ri: Gravidanza dopo inibitori AVT

Alemadasja
Ciao Alemadasja! Grazie per essere venuto al mio argomento e mi ha accusato di ottimismo con i miei commenti! Ogni opinione è preziosa per me, ma la tua è soprattutto perché ho già familiarità con la tua "creatività" nel forum, so che partecipi e ammiri molti dei tuoi argomenti, la tua onniscienza e la capacità di dare alla gente un buon consiglio!, da quando leggo periodicamente il forum da circa un anno, ma solo ora mi sono registrato quando finalmente sono usciti i generici indiani (hanno aspettato).

== 23 gennaio 2016 19:48 ==

Alemadasja
Per quanto riguarda "rimanere incinta rapidamente", non lo so, grazie a Dio sono stato fortunato (non credo di rimanere incinta ogni anno), te lo dirò adesso. La prima volta che sono rimasta incinta a 27 anni, ho dato alla luce un figlio piccolo, sono rimasta incinta nel primo mese.. Poi sono maturata per il secondo figlio, avevo 33 anni a quel tempo, volevo davvero una ragazza, tutto si è rivelato nel secondo mese di pianificazione, e penso che, poiché tutto è meccanico (lo spiegherò ora), volevo davvero una figlia e leggevo che la donna non lo aveva fatto durante la pianificazione devi sentire un orgasmo, (scusami per i dettagli), qui giace come un tronco, dai, dicono, più velocemente (sono io a mio marito, quindi, cosa più importante, fa quello che deve, non importa cosa stai andando per mia figlia) È passato un mese e non è passato niente, Non me ne frega niente, beh, penso che almeno mi piacerà, e tutto ha funzionato! Ora so per certo che i bambini hanno più probabilità di uscire dalla passione !! il periodo più pericoloso), prima delle 7 avevo paura di comprare una dote, dopo le 7 penso, se ciò, Dio non voglia, salvano i bambini. non ha salvato. Ho raggiunto i 9 mesi e il giorno prima della nascita ho smesso di sentirla. Al mattino, il mio cuore non batteva più. Non voglio ricordare questo. Poi c'è stata una depressione di sei mesi, perché l'ho voluta, perché la desideravo così tanto, tutti i test, l'ecografia erano perfetti, (solo una rara patologia del cordone ombelicale) e molte cose.. Quando ho iniziato a partire un po 'e pensare a una nuova gravidanza (il mio ginecologo mi ha detto che è particolarmente offesa per me perché ho seguito tutte le istruzioni e che fino al parto non mi calmerò, è stato così dopo un aborto spontaneo, sono andato a fare tutti i test per diverse infezioni (già approfondite) e ho deciso di controllare il fegato perché durante la gravidanza c'è stato un terribile cane, fino al sangue, nessuno ha detto di dare tutti i tipi di epatite tranne B, anche se per un po 'di tempo, al sesto mese, sono diventato giallo, ma presto è passato, ma ALT e AST, nonché la bilirubina sono normali ci sono sempre stati (o di tale qualità nei loro test LCD di laboratorio). E poi un nuovo colpo - hep! E ancora una volta un nuovo shock, soprattutto quando leggo il forum e la terapia antivirale! Ancora una volta, una nuova ondata di depressione, perché sono tutto questo? Poi mi sono abituato alla malattia e ho anche sentito informazioni incoraggianti che una nuova generazione di farmaci stava arrivando e ho deciso di aspettare ed essere guarito (anche se all'inizio avevo pensato di partorire, ma avevo anche paura di infettare il bambino), e poi di nuovo in battaglia, quindi voglio risolverlo più velocemente situazione), e mi piacerebbe anche in estate, perché mia figlia sarebbe dovuta nascere in estate, e voglio riscrivere di nuovo la storia, solo con un lieto fine.. Grazie a tutti coloro che sono riusciti a leggere la mia storia divertente e triste fino alla fine.

== 23 gennaio 2016 19:54 ==

Alemadasja
Quindi, Alemadasja, dai il via libera?

== 23 gennaio 2016 19:56 ==

È chiaro cosa decido, ma penso che la tua opinione sia competente !

== 23 gennaio 2016 19:59 ==

E dove posso leggere della non teratogenicità degli inibitori, o altro, per assicurarmi che il diavolo non sia terribile come è dipinto..

== 23 gennaio 2016 20:24 ==

La palla
Avevo anche paura di rimanere incinta di gesso, anche se ho consultato il capo del dipartimento di malattie infettive nella mia città, che, dicono, per fare, dice che prima partorisce e poi viene curata, che nella sua pratica nascono tutti i bambini sani (ma da qualche parte questi 5%?), Che la terapia è lunga, difficile, teratogena e che gli anni passano... Ma non mi perdonerei se avessi contagiato il bambino, Dio lo proibirebbe, specialmente da quando ho avuto 5 pause durante la prima nascita, la successiva dal momento che tutto è tornato alle cuciture (già 6), e, come ha detto il medico stesso, è più probabile che la prossima volta accada di nuovo tutto, e che sia molto sangue.. Non volevo incolparmi per tutta la vita.. E poi, grazie al forum, ho scoperto nuovi farmaci e ho deciso di aspettare un po '.. In modo che tutto vada bene per noi e ti auguro che i tuoi problemi vengano risolti il ​​prima possibile e che ciò che sogni sia realizzato il prima possibile, perché so cosa vuol dire voler un bambino!

Gravidanza dopo il trattamento dell'epatite C.

Bene, in realtà, se tossico e tutto il resto, la gravidanza si interromperà da sola - la natura si prenderà cura di lei. Tuttavia, una gravidanza sopravvissuta con gravi malformazioni è una rarità. Lo sperma viene aggiornato in 72 giorni, ad es. mi è già cambiata 2 volte in 4 mesi - le probabilità che il vecchio spermico sopravvivesse, su cui funzionavano le pillole, e anche riuscendo a raggiungere l'UC e ad entrarci, mi sembra, non eccezionale.
Ma puoi andare dai genetisti per consultare - a Lebedev o al MHC.

+1
1. Sparm viene aggiornato ogni 70 giorni, questo è vero.
2. Esiste solo la PROBABILITÀ delle anomalie nel feto (secondo i medici). Contrastalo con la PROBABILITÀ di abortire un bambino assolutamente sano se soccombi all'influenza dei medici. La seconda probabilità non ti spaventa?
3. Uno sperma cattivo (se il medicinale non ha influenzato la velocità del movimento dello sperma, non la loro quantità totale, vale a dire la qualità, cioè la forma della testa dello sperma), impregnando (diciamo) la tua cellula, non sarà in grado di dare una gravidanza in via di sviluppo, t. e. hai un rischio maggiore di interruzione o di ST sul fattore maschile. Entro le settimane 9, tutto sarà già deciso da solo, senza la partecipazione dei medici. Vale anche la pena notare che è più difficile per uno sperma cattivo arrivare all'uovo. Di solito le vittorie spermiche più forti e più sane in questa gara..
4. Assolutamente nella tua posizione è dannoso preoccuparsi. : fiore: desidero che tu dia alla luce un bambino sano, contrariamente a tutte le previsioni dei medici: 004:

PS: scrivere titoli di argomenti, pliz, in lettere minuscole;)

Posso partorire con l'epatite C: gravidanza dopo il trattamento dell'epatite

Posso partorire con l'epatite C? Cosa fare se una donna incinta ha l'epatite C? In che modo l'epatite C influenza la gravidanza e quali sono le sue conseguenze per il feto? L'epatite C viene vaccinata durante la gravidanza? Sfortunatamente, in questi giorni, questi problemi sono sempre più preoccupati per le future mamme..

Secondo le statistiche, l'epatite C si trova in ogni trenta residenti nel nostro paese, cioè la malattia è abbastanza comune. Alla malattia viene diagnosticato uno screening standard per le infezioni: HIV, epatite B e C, che attraversano tutte le gestanti..

Al giorno d'oggi, si sa molto poco sull'interazione della gravidanza con l'epatite C. È noto solo che le conseguenze di questa condizione possono essere un aborto spontaneo e una nascita prematura, la nascita di un bambino con peso corporeo insufficiente, l'infezione del feto durante il parto, lo sviluppo del diabete gestazionale in una futura madre.

Che cos'è l'epatite C

L'epatite C è una malattia virale del fegato. Il virus entra nel corpo umano principalmente attraverso la via parenterale - attraverso il sangue. I segni dell'infezione da epatite C di solito compaiono in una forma cancellata, quindi la patologia, rimanendo inosservata a un certo punto, entra facilmente in un processo cronico. La prevalenza dell'epatite C nella popolazione è in costante aumento.

I principali modi di infezione:

  • trasfusione di sangue (fortunatamente, negli ultimi anni, questo fattore ha perso significato, poiché tutto il plasma e il sangue donati sono necessariamente controllati per la presenza del virus);
  • rapporto non protetto con un corriere di virus;
  • uso di una siringa dopo una persona malata;
  • inosservanza delle norme di igiene personale - uso congiunto di rasoi, forbici per manicure, spazzolini da denti con il supporto del virus;
  • infezione da strumenti infetti quando applicata sulla pelle di piercing e tatuaggi;
  • attività professionali legate al sangue: l'infezione si verifica per caso, ad esempio con l'emodialisi;
  • infezione del feto durante il suo passaggio attraverso il canale del parto.

Il gruppo a rischio per l'infezione da epatite C comprende:

  1. persone sottoposte a intervento chirurgico fino al 1992 compreso;
  2. operatori sanitari che lavorano regolarmente con persone infette da epatite C;
  3. persone che iniettano droghe;
  4. Persone con infezione da HIV
  5. persone che soffrono di patologie del fegato di origine sconosciuta;
  6. soggetti che ricevono regolarmente emodialisi;
  7. bambini nati da donne infette;
  8. persone promiscue senza preservativo.

Sintomi di epatite C

Va notato che la maggior parte delle persone infette dal virus dell'epatite C non nota alcun sintomo da molto tempo. Nonostante il fatto che la malattia sia nascosta, il corpo avvia il meccanismo di processi irreversibili, che alla fine può portare alla distruzione del tessuto epatico: cirrosi e cancro. Questa è l'insidiosità di questa malattia.

In circa il 20% delle persone infette compaiono sintomi patologici. Si lamentano di debolezza generale, sonnolenza, scarso rendimento, mancanza di appetito e nausea costante. La maggior parte delle persone con questa diagnosi perde peso. Ma il più delle volte c'è disagio nell'ipocondrio destro - esattamente dove si trova il fegato.

Diagnosi di epatite C

Per fare una diagnosi, il probabile portatore del virus deve sottoporsi ai seguenti test diagnostici:

  1. determinazione di anticorpi contro il virus nel sangue;
  2. determinazione di AsAT e AlAT, bilirubina nel sangue;
  3. PCR - analisi per determinare l'RNA del virus;
  4. esame ecografico del fegato;
  5. biopsia del tessuto epatico.

Se gli studi hanno mostrato un risultato positivo per la presenza di epatite C nel corpo, ciò può indicare i seguenti fatti:

  • Una persona è malata con una forma cronica della malattia. Dovrebbe presto condurre una biopsia del tessuto epatico per determinare l'estensione della sua lesione. È inoltre necessario eseguire un test per identificare il genotipo del ceppo del virus. Ciò è necessario per prescrivere il trattamento appropriato..
  • Una persona ha avuto un'infezione in passato. Ciò significa che in precedenza il virus è penetrato nel corpo di una determinata persona, ma il suo sistema immunitario è riuscito a far fronte all'infezione da solo. Dati sul perché il corpo di persone specifiche è stato in grado di superare il virus dell'epatite C, mentre altri continuano a far loro del male - no. È generalmente accettato che molto dipende dallo stato della difesa immunitaria e dal tipo di virus.
  • Il risultato è falso positivo. A volte capita che durante la diagnosi iniziale il risultato possa essere errato, ma questo fatto non è confermato da analisi ripetute. Hai bisogno di rianalizzare.

Caratteristiche del decorso dell'epatite C durante la gravidanza e conseguenze per il bambino

In genere, il decorso della malattia non è correlato al processo di gravidanza, le complicanze sono rare. La gravidanza con epatite C richiede un monitoraggio più attento, poiché una donna ha un aumentato rischio di aborto e la probabilità di sviluppare ipossia fetale.

L'osservazione di un paziente con questa malattia dovrebbe essere eseguita non solo da un ginecologo, ma anche da uno specialista in malattie infettive. La probabilità di infezione del feto durante la gravidanza e il parto con epatite C nella madre non supera il 5%. Allo stesso tempo, è al 100% impossibile prevenire l'infezione del bambino. Anche se una donna subisce un parto chirurgico per l'epatite C - un taglio cesareo, questa non è una prevenzione delle infezioni.

Pertanto, dopo la nascita, il bambino viene sottoposto a un'analisi per determinare il virus nel sangue. Nei primi 18 mesi di vita del bambino, gli anticorpi anti-epatite C ottenuti durante la gravidanza possono essere rilevati nel sangue, ma questo non può essere un segno di infezione..

Se la diagnosi del bambino è ancora confermata, è necessario osservarla più attentamente dal pediatra e dallo specialista in malattie infettive. L'allattamento al seno di bambini nati da madri infette è comunque consentito, poiché il virus con il latte non viene trasmesso..

Metodi di trattamento per l'epatite C nelle donne in gravidanza

I vaccini contro l'epatite C non vengono somministrati e la gravidanza non fa eccezione, semplicemente perché non esiste ancora un vaccino per questo virus. Ma l'epatite può essere trattata durante la gravidanza senza conseguenze per il feto. La cosa principale è notare l'infezione in tempo.

Il trattamento dell'epatite C dovrebbe essere completo. La base della terapia sono i farmaci con un potente effetto antivirale. Molto spesso, Ribavirin e Interferon sono usati per questo scopo. Ma, secondo ulteriori studi, questi farmaci influenzano negativamente il feto in via di sviluppo. Pertanto, il trattamento dell'epatite C durante la gravidanza è indesiderabile.

Se è necessario un trattamento per l'epatite C durante la gravidanza, i medici preferiscono esattamente quei farmaci relativamente sicuri per la futura mamma e il suo bambino. Questo di solito è un corso di iniezione a base di acido ursodesossicolico..

previsione

La gravidanza, soprattutto multipla o accompagnata da patologia concomitante del fegato o di altri organi e sistemi, è un rischio in sé e la presenza di un processo virale attivo aggrava il decorso. Il parto riuscito è possibile con una bassa carica virale nella fase di compensazione, quando la funzionalità epatica non è critica.

È probabile che la gravidanza dopo il trattamento dell'epatite C sviluppi una patologia, quindi una donna dovrebbe sottoporsi a una diagnosi completa prima del concepimento. È necessario ricordare la sospensione dei farmaci in relazione alla loro teratogenicità, che è possibile solo mantenendo le riserve di ripristino del fegato.

Come partorire in donne con epatite C

In ostetricia, le statistiche sono state a lungo conservate su quale metodo di parto aumenta il rischio di infezione di un neonato o, al contrario, diminuisce. Ma non sono ancora state ottenute statistiche inequivocabili, poiché la probabilità di infezione durante il parto è approssimativamente la stessa sia nel caso del taglio cesareo che nel processo naturale.

Se una donna ha trovato l'epatite C durante la gravidanza, il parto verrà eseguito con taglio cesareo con scarsi test di funzionalità epatica. Di solito questo accade in una delle future madri su 15. In altri casi, i medici scelgono il metodo di consegna, in base alla salute del paziente.

L'infezione di un bambino durante il parto può verificarsi solo dal sangue della madre nel momento in cui il bambino passa attraverso il canale del parto. Se il personale medico è a conoscenza della malattia della donna in travaglio, l'infezione del bambino è quasi impossibile - non più del 4% dei casi.

Prevenzione dell'epatite C.

  • Durante la pianificazione della gravidanza, ogni donna deve essere testata per la presenza del virus dell'epatite C. Nel sangue poiché l'infezione si verifica di solito quando viene a contatto con lo scarico del sangue di una persona malata, si dovrebbe cercare di evitare qualsiasi interazione con questo ambiente fisiologico.
  • Non è possibile utilizzare aghi comuni, acqua, asciugamani e cotone, ovvero tutti gli oggetti utilizzati per le iniezioni. Tutti gli strumenti medici e le medicazioni devono essere monouso o sterilizzati. Inoltre, non puoi utilizzare spazzolini da denti, manicure e orecchini di qualcun altro, perché il virus può rimanere praticabile su tutte queste cose per un massimo di 4 giorni.
  • Piercing e tatuaggi dovrebbero essere fatti con un materiale sterile usa e getta. Le ferite e le lesioni sul corpo devono essere disinfettate con antisettici, colla medica o cerotti sterili. Quando entri in relazioni intime con diversi partner, dovresti usare il preservativo.

Va notato che la maggior parte delle donne che soffrono di epatite C durante la gravidanza iniziano a considerare la loro vita completata. Ma non devi essere arrabbiato e andare in depressione, puoi solo fare più male a te stesso e a tuo figlio. In pratica, molte donne la cui gravidanza si verifica dopo il trattamento dell'epatite C o contro di essa, sono state in grado di sopportare con successo e dare alla luce bambini completamente sani.

Gravidanza con epatite C e caratteristiche della terapia durante questo periodo

L'epatite C è una malattia virale comune che colpisce il tessuto epatico. La patologia provoca lo sviluppo del processo infiammatorio, a seguito del quale muoiono le cellule della ghiandola, che porta a funzioni compromesse e effetti negativi su altri organi. Una caratteristica distintiva è la natura cronica del corso, mentre la variante acuta viene osservata raramente. L'epatite C nelle donne in gravidanza è una minaccia significativa, pericolosa sia per il corpo della madre che per il feto.

Informazione Generale

La malattia è provocata da un virus che entra nel sangue umano. L'agente patogeno colpisce il fegato a causa della maggiore sensibilità degli epatociti alle infezioni. I microrganismi dannosi dopo la penetrazione nell'organo non possono avere un effetto attivo per lungo tempo. Questo periodo è latente, non ci sono sintomi di patologia..

Esistono diversi genotipi del virus che causano l'epatite C durante la gravidanza. Differiscono nella natura del corso, possibili complicazioni. La malattia procede in forma cronica. È estremamente difficile rilevare patologie nelle prime fasi a causa della mancanza di sintomi pronunciati.

Caratteristiche del corso

L'epatite cronica C durante la gravidanza procede allo stesso modo di altre categorie di pazienti. Con la malattia, si osserva un lieve quadro clinico. Spesso le donne commettono un errore prendendo i sintomi della patologia epatica per gli effetti collaterali che si verificano durante il parto.

È importante saperlo! La trasmissione avviene per via parenterale - con l'ingresso di microrganismi virali nel sangue. Non è escluso il rischio di contatto e infezione domestica. Una donna può rimanere incinta dopo l'infezione o, al contrario, acquisire un'infezione durante il periodo di gestazione.

Modi possibili per trasmettere l'agente patogeno per l'epatite:

  • Per trasfusione di sangue infetto.
  • L'uso di strumenti medici non sterili.
  • Sesso non protetto.
  • Uso ripetuto di siringhe, aghi.
  • Contatto con il seme di un uomo infetto.

Il periodo di incubazione va da 14 giorni a sei mesi. La durata dipende da numerosi fattori, tra cui il numero e il grado di attività dei microrganismi patogeni. Nella stragrande maggioranza dei casi, i segni precoci si verificano dopo 8-10 settimane dal momento dell'infezione.

  • Debolezza muscolare.
  • Alta fatica, prestazioni ridotte.
  • Manifestazioni di dispepsia (amarezza in bocca, bruciore di stomaco, eruttazione).
  • Nausea con vomito.
  • Disagio, meno spesso dolore nell'ipocondrio destro.
  • Prurito della pelle.
  • Eruzione cutanea.
  • epatomegalia.
  • Dolori articolari.
  • Urine scure.
  • Feci incolori.

Molti dei sintomi elencati sono simili ai sintomi della tossicosi che soffrono le donne. Per questo motivo, individuare la malattia in modo tempestivo è estremamente difficile. Il verificarsi di tali manifestazioni è un'indicazione diretta per un esame diagnostico.

Per identificare la patologia, viene eseguito un esame del sangue in cui si trovano anticorpi virali. Un test di screening viene eseguito tre volte durante l'intero periodo di gravidanza. Allo stesso tempo, la presenza di RNA patogeno nei campioni è determinata dalla PCR. Questo metodo consente di determinare con precisione il tipo di epatite e il suo genotipo..

Sono comuni casi in cui il risultato del test è positivo, ma la donna non è infetta. Per escludere una falsa diagnosi, i test vengono eseguiti più volte. Una risposta inaffidabile è provocata da disturbi concomitanti che si verificano nel corpo, processi autoimmuni e l'uso di determinati farmaci. Inoltre, un risultato falso positivo è dovuto agli errori degli assistenti di laboratorio nella preparazione dei campioni per la ricerca.

La presenza della malattia non influisce sulla capacità di concepire un bambino. Pertanto, la gravidanza con epatite C in una donna si verifica spesso non pianificata. In tali casi, deve essere presa una decisione di interruzione. La possibilità di aborto è considerata con una maggiore probabilità di conseguenze negative per il bambino..

Rischio per il feto

In precedenza, l'epatite C e la gravidanza erano ritenute incompatibili a causa dell'alta probabilità di avere bambini con disabilità. La principale complicazione della patologia è l'infezione intrauterina. Tuttavia, questo fenomeno è raramente osservato - nel 6% dei casi.

I microrganismi virali sono in grado di passare attraverso i tessuti della placenta. Pertanto, l'agente patogeno può essere trasmesso al bambino dalla madre in modo verticale. Nel periodo neonatale, tali bambini hanno maggiori probabilità di sviluppare ittero, tuttavia il rischio di gravi complicanze è trascurabile.

Lo sviluppo di gravi anomalie o altre deviazioni pronunciate è considerato raro. Nella maggior parte dei casi, ciò si verifica sullo sfondo delle concomitanti complicanze della gravidanza e dell'epatite C nella madre. I fattori aggravanti comprendono sbiadimento tardivo, cattive abitudini, malattie croniche, in particolare l'HIV.

Dopo il parto, il bambino deve sottoporsi a un esame regolare per i sintomi di danno epatico. Se questi non si trovano nei primi 12 mesi, il bambino è considerato sano. La presenza di anticorpi contro gli anticorpi del virus dell'epatite nei bambini a un anno e mezzo indica la presenza di infezione.

Misure terapeutiche

Il corso simultaneo di gravidanza ed epatite C nella madre esclude la possibilità di somministrazione di farmaci. I farmaci, come Ribavirin o Sofosbuvir, sono proibiti per le donne che hanno un bambino. Inoltre, questa limitazione è valida per tutti i periodi. Ciò è dovuto al fatto che i farmaci migliorano significativamente le reazioni protettive che si verificano nel corpo. Per questo motivo, il feto può essere influenzato da agenti immunitari, portando ad aborto spontaneo.

Durante la terapia, è severamente vietata un'intensa attività fisica. Non esporre il corpo agli effetti di sostanze fredde e velenose, incluso l'alcol. È necessario escludere la possibilità di superlavoro.

I farmaci sicuri possono essere utilizzati per il trattamento. Questi includono farmaci del gruppo di epatoprotettori (Essentiale, Karsil, Hofitol). Tuttavia, il principale metodo di terapia è la dieta..

La futura mamma dovrebbe mangiare bene per fornire completamente al proprio corpo e feto le sostanze necessarie. Si consiglia di mangiare cibo 6-8 volte al giorno in piccole porzioni. Tutti gli alimenti che sovraccaricano il fegato sono esclusi dalla dieta. Questi includono carne e pesce grassi, cibo in scatola, affumicato, fritto, dolciumi, salsicce.

Attenzione! L'autotrattamento è proibito, poiché ciò può danneggiare il nascituro. Non è raccomandato l'uso di mezzi non tradizionali e medicinali per farmacia la cui sicurezza non è stata dimostrata attraverso studi clinici.

Parto con epatite C

Le donne a cui viene diagnosticata una malattia virale vengono partorite in un'unità speciale. È destinato direttamente agli infetti. La differenza dal solito ospedale di maternità è l'osservanza delle misure anti-epidemiologiche.

Le donne infette possono essere partorite naturalmente. Per ridurre il rischio di conseguenze negative dell'epatite C durante la gravidanza per il bambino, si raccomanda il taglio cesareo. Questo metodo riduce la probabilità di trasmettere il virus al neonato..

I bambini nati da madri malate sono osservati da specialisti in malattie infettive. Il primo giorno di vita vengono vaccinati contro l'epatite dei gruppi A, B. È possibile determinare se un bambino è infetto solo dopo 1-1,5 anni, con test ripetuti.

Allattamento

L'allattamento al seno per le donne con infezione da epatite C non è controindicato, poiché la probabilità che agenti patogeni entrino nel latte è praticamente esclusa. Sono stati segnalati solo pochi casi di infezione da lattazione e sono spiegati da una maggiore concentrazione di virus nel corpo della madre.

Prevenzione

È impossibile eliminare completamente il rischio di infezione. Non è stato sviluppato un vaccino in grado di sviluppare l'immunità contro l'epatite C. Tuttavia, la probabilità della malattia, anche nelle donne in gravidanza, può essere significativamente.

Le misure preventive includono:

  • Evitare il contatto con possibili fonti di infezione.
  • Pianificazione e gestione adeguate della gravidanza.
  • Igiene.
  • Esame diagnostico regolare.
  • Rispetto delle raccomandazioni del medico.
  • Atti sessuali protetti.

L'epatite C nelle donne in gravidanza è una malattia comune. La patologia è caratterizzata da un lieve quadro clinico, motivo per cui viene spesso diagnosticata in ritardo. Il più grande pericolo per il feto è l'infezione intrauterina. La terapia elimina la possibilità di assumere farmaci antivirali, quindi la malattia viene trattata con dieta e adiuvanti.

Up