logo

L'interruzione della gravidanza nelle fasi iniziali con l'aiuto di farmaci antigestagenici che sopprimono l'azione dell'ormone principale della gravidanza, il progesterone, è chiamata aborto medico. Nonostante il fatto che questo metodo sia considerato il più parsimonioso per il corpo femminile, ci sono alcune difficoltà in gravidanza dopo l'aborto medico e la nascita di un bambino sano.

La sostanza speciale mifepristone, che è contenuta nei farmaci per l'interruzione medica della gravidanza, favorisce l'esfoliazione delle membrane embrionali dalle pareti dell'utero, uccidendo l'embrione. Dopo un certo tempo, vengono presi preparati contenenti prostaglandine che migliorano il lavoro dei muscoli uterini e spingono l'uovo fetale fuori dalla cavità uterina. Secondo le statistiche, l'aborto medico nel 95-98% termina con l'aborto. Ma dopo un aborto medico, puoi rimanere incinta più velocemente perché:

  • Il metodo non prevede un intervento chirurgico e le pareti dell'utero non sono ferite;
  • La funzione mestruale viene ripristinata in un periodo di calendario, o meglio, 28-30 giorni dopo la procedura;
  • L'interruzione viene utilizzata nelle prime fasi, quando non si sono ancora verificati significativi cambiamenti ormonali nel corpo della donna.

Ogni corpo femminile è individuale e la probabilità di rimanere incinta dopo un aborto medico è influenzata dalla velocità di recupero dello sfondo ormonale compromessa dall'intervento artificiale. Alcune donne possono rimanere incinta quasi immediatamente, altre richiedono da un anno a diversi anni. La cosa principale da ricordare è che è necessario consentire al corpo di recuperare e proteggersi con cura per sei mesi. Dopo tale riposo e recupero, la probabilità di un normale corso della prossima gravidanza aumenterà in modo significativo.

Gravidanza non pianificata dopo l'aborto medico

In caso di un concepimento non pianificato, subito dopo un aborto medico, è necessario contattare immediatamente il medico e sottoporsi a una visita medica completa. A volte, può essere necessario un follow-up prolungato in ambito ospedaliero per mantenere la gravidanza..

Complicanze e rischi di gravidanza in breve tempo dopo una procedura di aborto medico:

  • Il verificarsi di una gravidanza extrauterina;
  • Rischio di aborto spontaneo;
  • Bassa placenta;
  • Varie malformazioni del feto, un ritardo nel suo sviluppo;
  • Sensibilizzazione Rhesus se una donna ha un fattore Rhesus negativo;
  • Congelamento fetale dell'uovo.

Tali rischi sono associati al fatto che il corpo della madre è indebolito e non è in grado di dare tutto il necessario per la crescita e lo sviluppo del feto. È necessaria anche una visita precoce da un ginecologo in caso di una tale gravidanza per rilevare una gravidanza extrauterina se l'uovo fetale si è fissato all'esterno dell'utero.

Pianificazione della gravidanza riuscita dopo l'aborto medico

Per rimanere incinta dopo un aborto medico con un rischio minimo di complicanze per il nascituro e la salute della madre, è necessario osservare le seguenti raccomandazioni:

  • Entro sei mesi per utilizzare metodi contraccettivi affidabili, dopo questo periodo la donna deve sottoporsi a una visita medica completa insieme al futuro padre del bambino. È particolarmente importante concentrarsi sull'analisi del background ormonale e sull'identificazione delle infezioni urogenitali, che sono spesso il risultato dell'aborto medico;
  • Aderire a uno stile di vita sano e sbarazzarsi di cattive abitudini, perdere peso;
  • Guarire i focolai esistenti di infezioni croniche, evitare infezioni stagionali batteriche e virali;
  • Mangia razionalmente, fornendo al corpo tutte le vitamine e i minerali necessari, a seguito dei quali viene normalizzata la produzione di ormoni responsabili del concepimento, dell'estrogeno e del progesterone;
  • Cerca di evitare il sovraccarico e lo stress..

Aderendo a questi suggerimenti, una donna aumenta notevolmente la probabilità che la gravidanza dopo un aborto medico si verifichi senza problemi e proceda favorevolmente.

La gravidanza dopo l'aborto medico non viene interrotta

La probabilità di gravidanza dopo un aborto medico è piccola, solo il 4-5%, ma esiste e devi conoscere le conseguenze se una donna rifiuta di abortire e decide di continuare la gravidanza.

Con un grosso intervento terapeutico durante la normale gravidanza nella fase di formazione fetale, lo sfondo ormonale viene interrotto e vi è un'alta probabilità di difetti congeniti del feto. Secondo le statistiche mediche, il rischio di patologie congenite dopo l'uso di mifepristone, se la gravidanza non viene interrotta e la donna ha rifiutato di utilizzare altri metodi di interruzione, è inferiore a dieci casi per mille nascite. Ma anche una minima possibilità di effetti teratogeni del farmaco dovrebbe essere avvertita a tutte le donne che hanno intenzione di mantenere la gravidanza dopo un aborto medico fallito. Il compito del medico è spiegare alle donne che decidono di interrompere la gravidanza con le pillole la necessità di una pulizia chirurgica dopo un aborto medico fallito.

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Quando puoi rimanere incinta dopo l'aborto

Per i genitori

Per bambini

Popolare oggi

Una varietà di circostanze può indurre una donna a prendere una decisione sull'aborto: da una banale riluttanza a diventare una madre specificamente in questo periodo di vita a indicazioni mediche, la cui mancata osservanza è una minaccia per il feto e la donna stessa.

Se l'aborto è inevitabile, il metodo più delicato raccomandato dagli specialisti più spesso di altri è l'aborto medico. La moderna industria farmacologica offre un vasto assortimento di farmaci che possono provocare un aborto spontaneo in una donna.

Insieme a questo, anche un aborto medico relativamente parsimonioso è associato ad alcuni rischi, principalmente riducendo la probabilità di una gravidanza di successo in futuro. Questo è il motivo per cui molte donne consapevoli che non rinunciano alla maternità sono interessate a quale sia la probabilità della gravidanza dopo un aborto farmacologico e quando si può contare su una nuova concezione. Siete incoraggiati a leggere ulteriori informazioni su questo argomento..

Informazioni chiave sulla ripetizione della gravidanza dopo l'aborto medico

Il meccanismo dell'aborto medico è estremamente semplice:

  • una donna consulta uno specialista;
  • si raccomanda alla paziente il rimedio più adatto al suo caso;
  • una donna prende le pillole prescritte, sotto l'influenza di cui il suo corpo rifiuta l'uovo fetale, cioè si verifica aborto spontaneo.

Sotto l'influenza dei farmaci citati, il normale background ormonale del paziente soffre inevitabilmente, a causa del quale lo sviluppo stabile della gravidanza diventa quasi impossibile. È importante comprendere il fatto che la nomina di fondi per l'aborto farmacologico dovrebbe essere effettuata esclusivamente da un medico qualificato, perché in alcune situazioni, l'uso di tali farmaci è categoricamente sconsigliato e persino pericoloso. Le seguenti disposizioni sono tra le principali controindicazioni:

  • gravidanza extrauterina;
  • patologia del fegato e del cuore;
  • infiammazione del tratto gastrointestinale, ecc..

Inoltre, i farmaci per l'aborto medico mostrano la loro efficacia solo se vengono utilizzati prima della 7-8 settimana del termine.

In generale, l'aborto con l'aiuto di speciali agenti farmacologici provoca molto meno danni al corpo di una donna rispetto all'intervento chirurgico per scopi simili. Insieme a questo, gli esperti non raccomandano ancora di affrettarsi a ripensare.

In generale, i medici concordano sul fatto che devono trascorrere almeno sei mesi tra l'interruzione del farmaco in gravidanza e la nuova fecondazione, ma a volte gli specialisti riducono il periodo raccomandato a 3 mesi.

La gravidanza in periodi precedenti può essere pericolosa per il feto e la madre. Spesso ci sono gravidanze ectopiche e ogni sorta di patologie dello sviluppo fetale.

In generale, le raccomandazioni per i pazienti che hanno subito un aborto farmacologico sono simili ai consigli che gli specialisti danno alle donne dopo l'interruzione chirurgica della gravidanza: consultare regolarmente un medico, condurre uno stile di vita sano ed evitare lo stress.

Quando può verificarsi una seconda gravidanza??

È importante capire che l'interruzione di 6 mesi menzionata in precedenza è il periodo dopo il quale viene ripristinato il corpo della donna e le possibilità di successo della fecondazione aumentano. Tuttavia, il concepimento può avvenire prima della data contrassegnata.

Il corpo femminile considera l'aborto non solo come un grande stress e un forte colpo alla vitalità, ma anche come l'inizio di un nuovo ciclo. Pertanto, se l'utero riesce a sviluppare lo strato endometriale richiesto e il tempismo dell'insorgenza dell'ovulazione è normale, un recente aborto non interferirà con la fecondazione ripetuta.

Insieme a questo, il corpo di ogni persona è individuale, quindi la reazione di una particolare donna ad un aborto può differire dallo sviluppo di eventi caratteristici della maggior parte degli altri pazienti. Qualcuno è in grado di rimanere incinta immediatamente dopo la ripresa del ciclo, mentre altri hanno problemi di concepimento, che durano diversi anni o più. In base alle statistiche medie, circa il 10% dei pazienti deve concepire problemi di concepimento dopo l'interruzione artificiale della gravidanza, soprattutto se l'aborto era prima e in giovane età.

In generale, il ginecologo darà istruzioni su ulteriori piani per la gravidanza. Ecco perché il compito della donna è di trovare un "loro" specialista buono, di cui ci si possa fidare delle raccomandazioni.

Oltre alla consulenza medica, devi essere in grado di ascoltare il tuo stesso corpo. Per aumentare la probabilità di mantenere la normale funzione riproduttiva, una donna che ha avuto un aborto dovrebbe seguire una serie di raccomandazioni importanti, informazioni dettagliate su quali sono riportate nella tabella seguente.

Tavolo. Suggerimenti per le donne abortite

Situazioneraccomandazioni
Sono trascorsi alcuni giorni dall'aborto.Dopo il tempo specificato, una donna deve consultare un medico per verificare le condizioni dell'utero. Se necessario, il medico prescrive farmaci che riducono la probabilità di infiammazione e cicatrici..
Sono passati diversi anni dall'aborto.Se una donna ha deciso di diventare madre alcuni anni dopo l'interruzione artificiale della gravidanza, deve consultare un medico prima del concepimento previsto. Se viene identificato un tale bisogno, lo specialista prescriverà un trattamento che aiuta a facilitare il processo di concepimento.

Se, durante i 6 mesi in cui si tenta di rimanere incinta, non sono stati ottenuti risultati positivi, è necessario consultare nuovamente un medico. In generale, gli esperti raccomandano alle donne che hanno abortito di frequentare regolarmente le consultazioni, di eseguire i test necessari e di sottoporsi a trattamenti, se raccomandati da un medico.

Come aumentare le possibilità di successo della fecondazione?

La probabilità di un concepimento di successo e di uno sviluppo sano della gravidanza può diminuire sotto l'influenza di vari fattori, tra cui i seguenti sono i più comuni e significativi:

  • uso a lungo termine di contraccettivi orali, in particolare budget e bassa qualità;
  • malfunzionamenti del ciclo mestruale;
  • scarico insolito e sanguinamento dalla vagina di natura sconosciuta;
  • malattie e altre patologie dell'utero derivanti da un aborto;
  • sensazioni dolorose e scomode alla schiena e all'addome, di natura sconosciuta;
  • stress costante ed esperienza nervosa;
  • mancanza di riposo normale.

Allo stesso tempo, le esperienze nervose sono uno dei principali ostacoli a un concepimento normale e a una gravidanza sana. Dopo un aborto, molte donne hanno un umore psico-emotivo negativo, si sentono in colpa e rimorso. Le condizioni per il re-concepimento, tuttavia, non sono le più favorevoli.

Se una donna è determinata a diventare madre, prima di tutto deve cercare di smettere di incolpare se stessa e di liberarsi dei pensieri sul desiderio di rimanere incinta il prima possibile. Il compito principale durante questo periodo è di rimanere di buon umore e seguire le raccomandazioni mediche.

Gli specialisti di solito raccomandano quanto segue:

  • dormire almeno 7-8 ore al giorno;
  • aderire alla normale attività fisica;
  • prestare attenzione alle procedure di benessere;
  • più spesso cammina all'aria aperta;
  • rifiutare da cattive abitudini;
  • escludere dalla dieta cibi grassi, dolci e piccanti, preferendo cibi sani e salutari;
  • proteggiti dalle emozioni e dallo stress negativi.

Cosa fare se la gravidanza ripetuta si verifica prima di quanto raccomandato?

È importante capire che anche un'interruzione farmacologica relativamente sicura della gravidanza è stressante per il corpo e, dopo tale procedura, ha bisogno di un po 'di tempo per riprendersi. Per questo motivo, come notato in precedenza, dovrebbero trascorrere almeno sei mesi tra un aborto e ripetuti tentativi di rimanere incinta.

La data esatta aiuterà a determinare il medico, in base ai risultati di esami e osservazioni pertinenti.

Di norma, la gravidanza ripetuta dopo l'interruzione, che è avvenuta prima di quanto raccomandato dagli specialisti, è associata a grandi rischi: le riserve del corpo semplicemente non hanno tempo di riprendersi per sopportare il feto per 9 mesi, che è irto dello sviluppo di varie patologie e problemi associati.

Nel caso in cui la gravidanza sia avvenuta prima della menzionata pausa di sei mesi, una donna deve avvicinarsi al prossimo periodo con piena responsabilità:

  • registro tempestivo presso la clinica prenatale;
  • informare il medico su un recente aborto medico - lo specialista selezionerà e prescriverà la terapia di recupero ottimale;
  • aderire al consiglio medico.

Seguendo le raccomandazioni di cui sopra, la futura mamma aumenterà significativamente le sue possibilità di concepimento di successo e portamento senza problemi del bambino per tutti i 9 mesi. Se alcune circostanze della vita ti hanno spinto a decidere un aborto farmacologico, non disperare: seguendo il consiglio di un medico, darai sicuramente alla luce un bambino sano. Devi solo aspettare un po 'ed essere paziente.

Come rimanere incinta dopo un aborto e un aborto medico?

A volte le donne devono abortire. Ma la vita non si ferma qui e molti successivamente pensano alla gravidanza. Poiché l'aborto spesso influisce negativamente sulla funzione riproduttiva femminile, molte donne hanno una domanda su come rimanere incinta dopo un aborto. Alcuni si rivolgono ai medici per chiedere aiuto, mentre altri cercano ricette di medicina tradizionale. Ma questo non è sempre necessario: la maggior parte delle donne ha un'alta probabilità di rimanere incinta dopo un aborto.

Come rimanere incinta dopo un aborto

Proviamo a capire se è possibile rimanere incinta dopo un aborto. Secondo gli esperti, in una donna in buona salute, la gravidanza dopo un aborto può apparire anche prima dell'inizio della prima mestruazione. Pertanto, non dimenticare i contraccettivi. Il corpo della donna percepisce la fine artificiale della gravidanza come l'inizio di un nuovo ciclo. Quindi se lo strato necessario dell'endometrio si è formato nell'utero e l'ovulazione si è verificata in tempo, nulla ostacolerà la fecondazione.

Allo stesso tempo, la reazione all'aborto è diversa per ogni donna. Alcuni possono rimanere incinta dopo un aborto immediatamente dopo il ripristino del ciclo mestruale, mentre altri possono perdere la capacità di concepire per 2-3 anni o più. Secondo molti anni di statistiche, circa il 10% delle donne ha problemi a concepire un bambino dopo un aborto. E nella maggior parte dei casi, ciò accade dopo il primo aborto in giovane età..

Come rimanere incinta dopo un aborto verrà descritta in dettaglio da un ginecologo. È molto importante trovare il "tuo" medico di cui ti puoi fidare. E, naturalmente, devi essere in grado di ascoltare il tuo corpo.

Saranno utili i seguenti suggerimenti, a seguito dei quali è possibile mantenere una sana funzione riproduttiva:

  • Pochi giorni dopo l'aborto, assicurati di visitare un medico per verificare le condizioni dell'utero. Se necessario, il medico prescriverà un trattamento speciale che aiuterà a prevenire lo sviluppo di processi infiammatori e cicatrici..
  • Se sono trascorsi diversi anni dall'aborto, prima di concepire il bambino, fare un controllo con un medico. Se necessario, il medico effettuerà la terapia, che faciliterà notevolmente l'inizio del concepimento.
  • Se entro sei mesi dai tentativi attivi di concepire, preceduti da un aborto, il concepimento non si è verificato, assicurati di consultare il medico.
  • Gli esperti non raccomandano di rimanere incinta nei primi sei mesi dopo un aborto. Pertanto, durante questo periodo, utilizzare la contraccezione. Meglio se il medico li raccoglie..

Come aumentare la probabilità di concepimento dopo un aborto

Molti fattori riducono significativamente la possibilità di rimanere incinta. I principali possono essere distinti:

  • l'uso di contraccettivi orali per lungo tempo;
  • irregolarità mestruali, esistenza di secrezioni vaginali insolite e sanguinamento di natura sconosciuta;
  • compromissione della funzione o malattia uterina cronica dopo un aborto;
  • dolore frequente nella parte bassa dell'addome, presenza di sensazioni spiacevoli nella parte bassa della schiena;
  • stanchezza cronica, stress costante.

Uno dei motivi principali dell'impossibilità del concepimento dopo un aborto, gli esperti definiscono un umore psico-emotivo negativo. Molte donne sperimentano un senso di colpa artificiale e sono depresse dopo l'aborto. Di conseguenza, viene creato uno sfondo sfavorevole per il concepimento. Se una donna vuole rimanere incinta, devi smettere di essere tormentata e incolpare te stesso. È meglio non pensare costantemente a come rimanere incinta, ma semplicemente credere in un miracolo e aspettare con sicurezza che accada.

Bene, per aumentare la probabilità di una gravidanza dopo un aborto, una donna dovrebbe normalizzare il suo stile di vita. I medici raccomandano di seguire questi suggerimenti:

  • dedicare a dormire almeno otto ore al giorno;
  • impegnarsi in esercizi fisici, procedure di benessere;
  • assicurati di includere una passeggiata all'aria aperta nella routine quotidiana;
  • escludi le bevande alcoliche, il fumo dalla tua vita;
  • rifiutare cibi taglienti, dolci e grassi, privilegiare cibi sani e genuini;
  • vedere nel mondo circostante il più possibile positivo e bello.

Come rimanere incinta dopo un aborto medico

L'essenza dell'aborto medico si riduce all'assunzione di droghe che rifiutano spontaneamente l'ovulo fetale (aborto spontaneo). Tali farmaci influenzano brevemente il livello ormonale di una donna e impediscono lo sviluppo stabile della gravidanza..

Il farmaco per l'aborto medico deve essere prescritto da un medico, poiché tali farmaci hanno controindicazioni (gravidanza ectopica o non specificata, patologie cardiache gravi, insufficienza epatica, infiammazione del sistema digestivo). Inoltre, l'aborto medico è possibile solo fino a otto settimane di gravidanza..

L'interruzione della gravidanza è meno traumatica per il corpo femminile. Pertanto, di solito il concepimento dopo può verificarsi molto prima che dopo un aborto chirurgico.

Allo stesso tempo, i medici in questi casi non raccomandano di correre con una nuova gravidanza. È necessario che siano trascorsi almeno sei mesi dal momento dell'aborto medico. Anche se in alcuni casi, i medici parlano di un periodo di tre mesi.

L'inizio della gravidanza può essere associato a maggiori rischi e complicanze. Questa può essere una gravidanza extrauterina, la minaccia di interruzione, varie patologie dello sviluppo della gravidanza e del feto.

Le principali raccomandazioni per rimanere incinta dopo un aborto medico sono le stesse di dopo un'interruzione chirurgica della gravidanza. La cosa principale deve essere osservata da un medico esperto, condurre uno stile di vita sano e mantenere un atteggiamento positivo. E poi ci riuscirai!

Gravidanza dopo un aborto: possibilità e rischi

Molte donne che una volta hanno preso la decisione di interrompere artificialmente la gravidanza vogliono avere un bambino in futuro. Nella maggior parte dei casi, l'aborto non influisce sulla fertilità. La capacità di rimanere incinta viene ripristinata entro poche settimane dalla procedura. Ma esiste sempre un legame tra l'aborto e i potenziali rischi associati alla gravidanza e al parto. Buono a sapersi.

L'impatto di diversi tipi di aborto sulla futura gravidanza

L'aborto artificiale è l'interruzione deliberata della gravidanza con vari dispositivi medici. Una procedura correttamente condotta non dovrebbe influire sulla capacità di concepire e sopportare un bambino in futuro. Tuttavia, le complicanze non sono rare e la loro natura dipende dal tipo di aborto..

Aborto medico

L'aborto medico viene eseguito prendendo sequenzialmente due compresse ormonali: Mifepristone (Mifeprex) e Misoprostol (Cytotec). Questo metodo può essere utilizzato fino alla decima settimana di gravidanza. Durante la procedura:

  1. Una donna prende il primo farmaco (Mifepristone) in una clinica ad un ricevimento da un ginecologo. Questo farmaco blocca l'azione del progesterone, un ormone necessario per l'impianto e la crescita dell'embrione nell'utero.
  2. Il medico fornisce il secondo farmaco (Misoprostol) al paziente con lui, fornendole istruzioni preliminari sulla procedura. Dopo aver assunto la prima pillola, dovrebbero essere necessarie da alcune ore a 4 giorni prima che la donna debba assumere il secondo farmaco.
  3. Poche ore dopo l'assunzione del secondo medicinale, il paziente inizierà a crampi e sanguinerà pesantemente. Misoprostol provoca la contrazione dell'utero per espellere il suo contenuto. La gravidanza verrà interrotta entro 4-5 ore dall'assunzione delle pillole, a volte potrebbero essere necessari fino a 2 giorni.

L'assunzione di Mifepristone e Misoprostol nell'ambito di una procedura di aborto medico consente di interrompere una gravidanza indesiderata nelle prime fasi senza intervento chirurgico

Questo tipo di aborto ha conseguenze negative minime ed è raccomandato per i giovani, che in precedenza non davano alla luce ragazze. L'ovulazione, e con essa la possibilità di rimanere incinta, viene ripristinata 3 settimane dopo l'assunzione del medicinale. Le mestruazioni dureranno 4-6 settimane. Le possibili complicanze includono uno squilibrio ormonale dovuto all'uso di grandi dosi di farmaci ormonali, che potrebbero potenzialmente influenzare negativamente la possibilità di un successivo concepimento.

Aspirazione del vuoto

L'aspirazione sotto vuoto, o il cosiddetto mini-aborto, è un metodo di aborto, che viene utilizzato nel primo trimestre, fino alla 5-7a settimana ostetrica. L'aspirazione può essere il metodo principale o una misura aggiuntiva dopo l'aborto medico..

La procedura si svolge in clinica e consiste nell'utilizzare l'aspirazione medica sotto vuoto per estrarre l'embrione dall'utero. Dura da 5 a 10 minuti. Di solito non provoca dolore intenso, ma può essere accompagnato da crampi nell'addome inferiore. Il paziente rimane in clinica per diverse ore dopo l'operazione. Ciò consente ai medici di verificare che l'aborto sia completo..

Aborto sotto vuoto: un catetere sottile e monouso attaccato all'aspirazione viene inserito nell'utero e l'uovo fetale viene aspirato

Le mestruazioni riprendono dopo 4-6 settimane. L'aborto sotto vuoto eseguito correttamente non dovrebbe influire sulla fertilità delle donne. Le potenziali complicanze includono sanguinamento, sviluppo di un processo infiammatorio. Il sesso non è raccomandato per almeno una settimana dopo la procedura..

Dilatazione e raschiamento

Dilatazione e curettage (letteralmente: espansione e curettage) è una procedura di aborto che viene eseguita nel primo e nel secondo trimestre, anche con gravi anomalie del feto. L'operazione si svolge in 2 fasi. Nella prima fase, il medico espande la cervice per facilitare la rimozione dei tessuti. Quindi estrae la placenta e il feto usando uno strumento speciale: pinze e curette (cucchiaio chirurgico).

Aborto chirurgico tardivo solo per motivi medici

La procedura viene eseguita in ospedale e non richiede più di 30 minuti. Gli analgesici sono usati perché può essere abbastanza doloroso. Gli effetti collaterali sono più probabili che con l'aborto medico e possono includere danni meccanici alle pareti dell'utero, rotture del suo corpo e collo, infezione. Durante questo periodo, il sanguinamento può aprirsi, i crampi nell'addome inferiore, la nausea è possibile.

L'aborto tardivo è una minaccia alla capacità di concepire e dare alla luce un bambino in futuro..

Le mestruazioni vengono ripristinate 4-8 settimane dopo la procedura. Per almeno 2 settimane, è necessario astenersi dall'attività sessuale e dall'attività fisica. Prima di pianificare la tua prossima gravidanza, dovrai sottoporsi a un esame ginecologico e a un consulto medico.

Nascita artificiale

La nascita artificiale è un metodo per interrompere una gravidanza indesiderata nelle fasi successive, principalmente dalla 20 alla 24 settimana di gravidanza. Può essere una misura necessaria in relazione a gravi anomalie nello sviluppo del feto. L'essenza del metodo è la provocazione della nascita prematura assumendo ormoni delle prostaglandine. Questa procedura viene eseguita in un ospedale o in una clinica specializzata. Il farmaco provoca intense contrazioni uterine, quindi i sedativi o l'anestesia epidurale vengono utilizzati per alleviare il dolore. L'intera procedura può richiedere da alcune ore a un giorno. Ci vorranno circa 1-2 mesi per ripristinare le mestruazioni. Entro 2-6 settimane dopo la procedura, è vietato fare sesso.

In Russia, l'aborto dopo 12 settimane di gravidanza è consentito solo per motivi medici.

L'aborto artificiale nelle fasi successive è proibito in molti paesi sviluppati, compresa la Federazione Russa, a meno che la vita della madre non sia a rischio o il feto non sia ovviamente vitale. Molto spesso, nel caso dei cosiddetti aborti tardivi possono verificarsi complicazioni, comprese le difficoltà nel cercare di rimanere incinta in futuro. Alcuni medici considerano l'aborto “in ritardo” se viene effettuato dopo la 20 ° settimana di gravidanza. Altri includono interventi del terzo trimestre qui. Altri ancora considerano l'aborto in ritardo quando il feto è abbastanza maturo per sopravvivere al di fuori dell'utero..

Difficoltà con concepimento e complicanze della gravidanza dopo l'aborto

Naturalmente, come per qualsiasi intervento chirurgico, c'è una piccola possibilità di complicanze che possono influenzare la fertilità di una donna o una nuova gravidanza. Sebbene ciò accada raramente, è utile sapere quali sono i rischi..

Il primo passo in una procedura di aborto chirurgico è l'espansione della cervice. Nel caso di un collo denso, è necessario uno sforzo maggiore per espanderlo, che può danneggiare il tessuto. Ciò può indebolire la cervice in modo che in futuro si trasformi nella minaccia di aborto spontaneo o parto prematuro. Questa condizione, quando l'utero non può far fronte al carico crescente del feto in crescita e si verifica la sua apertura prematura, è chiamata insufficienza istmico-cervicale.

Se una donna ha avuto aborti multipli, il rischio di infezione dopo la procedura aumenta. I processi infettivi e infiammatori acuti possono fluire in quelli cronici, il che porta gradualmente al blocco delle tube di Falloppio da cicatrici del tessuto connettivo, causando la loro ostruzione. In questo caso, l'uovo e lo sperma non possono incontrarsi e il concepimento naturale non si verificherà..

C'è una piccola possibilità che la mucosa uterina (endometrio) possa essere danneggiata durante l'aborto, il che provocherà lo sviluppo di endometrite, un processo infiammatorio della mucosa dell'organo e l'insorgenza di cambiamenti cicatriziali. Ciò può causare un basso attaccamento dell'uovo fetale durante la gravidanza successiva. Normalmente, si trova sul fondo o sul retro dell'utero. Se l'endometrio è danneggiato in quest'area, l'uovo fetale è attaccato sul fondo. Ciò indica una minaccia per il normale portamento della gravidanza ed è pericoloso sviluppare placenta previa - questo è quando la placenta chiude completamente o parzialmente la faringe uterina. La placenta previa può causare ritardo nella crescita fetale.

Il danno all'endometrio sotto forma di cambiamenti cicatriziali dopo il curettage può causare problemi con l'attaccamento dell'uovo fetale nell'utero

Vi sono prove di un aumento della probabilità di un conflitto di Rhesus se una donna ha precedentemente avuto un aborto. Il conflitto di Rhesus è una risposta immunitaria di una madre con un fattore ematico Rh negativo alla penetrazione dei globuli rossi fetali Rh positivi. Gli anticorpi anti-Rhesus formati in questo processo causano il decadimento degli eritrociti del feto, che porta alla malattia emolitica del neonato.

Il tessuto molle di un utero in gravidanza può essere facilmente danneggiato da strumenti medici con cui viene eseguito un aborto. In questo caso, si verifica un foro passante o una rottura dell'utero. Queste lesioni rappresentano una minaccia per la vita e richiedono un trattamento chirurgico e in alcuni casi è urgente rimuovere l'intero organo. Una puntura uterina con uno strumento chirurgico può causare una rottura in una gravidanza successiva.

Qual è il pericolo di una gravidanza precoce dopo un aborto?

Il concepimento dopo un aborto può verificarsi dopo 2-3 settimane e la probabilità di ciò è piuttosto elevata. Ma i medici categoricamente non raccomandano di esporre il corpo indebolito di una donna a un tale carico. Questo è troppo pericoloso sia per la donna stessa che per il suo bambino non ancora nato. La prima volta che devi essere protetto è d'obbligo. Un ginecologo-endocrinologo consiglierà il metodo contraccettivo ottimale. Gli effetti collaterali di un aborto possono durare diverse settimane e includono:

  • sanguinamento;
  • dolore e crampi;
  • nausea e vomito
  • brividi;
  • vertigini.

Che si tratti di aborto medico o chirurgico, ci vuole tempo per curare il tessuto. In caso di aborto medico, l'utero si ammorbidisce a causa dell'esposizione a farmaci che causano la contrazione necessaria per espellere il feto. I medici raccomandano di pianificare una gravidanza non prima di 6 mesi dopo l'interruzione del trattamento della gravidanza.

Il vuoto, o mini-aborto, è considerato un onere più grave per gli organi riproduttivi, in particolare lo strato interno dell'utero deve essere ripristinato entro 6-9 mesi dopo la procedura. Trascorso questo tempo, puoi tentare una nuova concezione.

L'aborto chirurgico viene eseguito mediante aspirazione sotto vuoto seguita da curettage, il che significa danni ai vasi sanguigni all'interno dell'utero. È necessario attendere che lo stato fisico e psicologico sia normalizzato e la donna sarà pronta a sopportare lo stress e la tensione di una nuova gravidanza. Ci vorrà almeno un anno.

Il tempo più lungo che il corpo di una donna recupera dopo un parto artificiale, che equivalgono in peso al normale. Gli esperti affermano che il periodo ottimale tra il parto e la successiva gravidanza dovrebbe essere di almeno 2 anni.

Quando iniziare la contraccezione dopo un aborto e quali metodi sono preferiti

La prima ovulazione dopo un aborto si verifica in media 21-29 giorni dopo la procedura. In assenza di complicanze e rischi aggiuntivi associati a malattie specifiche, è possibile scegliere qualsiasi metodo contraccettivo immediatamente dopo un aborto. I metodi più efficaci di contraccezione includono contraccettivi ormonali di azione prolungata (lunga), come:

    impianti contraccettivi (Implanon, Norplant) - un'asta sottile di circa 4 cm di lunghezza e 2 mm di diametro, che viene installata per via sottocutanea nella regione della superficie interna della spalla e dura 3 anni (l'impianto può essere rimosso in qualsiasi momento e la fertilità verrà ripristinata quasi immediatamente);

L'impianto contraccettivo sottocutaneo viene installato per 3 anni, durante i quali fornisce una protezione continua contro la gravidanza

Gli aborti ripetuti, sia chirurgici che medici, possono avere conseguenze negative per la fertilità femminile e possono anche mettere in pericolo la vita..

Se, dopo un aborto, una donna ha riscontrato un'infezione nell'utero, l'installazione di una spirale è controindicata fino a quando l'infezione non viene curata. Anche altri metodi contraccettivi sono efficaci, ma implicano la necessità di ricordarli e di applicarli in modo tempestivo secondo le istruzioni. Loro includono:

    pillole anticoncezionali (puramente progestinici o combinate);

Le pillole anticoncezionali sono un contraccettivo affidabile a condizione che vengano assunte in tempo secondo le istruzioni

È importante prendere le misure necessarie per evitare di rimanere incinta subito dopo un aborto, poiché aborti ripetuti possono ridurre le possibilità di rimanere incinta in seguito..

Raccomandazioni per le donne che pianificano una gravidanza dopo un aborto

È possibile che sentimenti di colpa e depressione emotiva spingano una donna a desiderare di rimanere incinta poco dopo un aborto. Tuttavia, si raccomanda di pianificare un bambino non prima di 6-9 mesi dopo la procedura di interruzione artificiale della gravidanza. Il periodo indicato è il periodo minimo di recupero del corpo di una donna e la sua preparazione per una nuova gravidanza.

Sono necessari la consultazione con un ginecologo e la verifica della salute generale. Prima di tutto hai bisogno di:

    sottoporsi a un'ecografia dell'utero e delle appendici (ecografia transvaginale) - per identificare potenziali tumori o deformazioni degli organi genitali;

L'ecografia transvaginale consente di valutare la struttura e le dimensioni degli organi riproduttivi della donna

Inoltre, possono essere richiesti esami del sangue:

  • per gli ormoni sessuali: viene esaminato il livello di prolattina, progesterone, testosterone, solfato di DHEA;
  • ormoni tiroidei, tra cui ormone stimolante la tiroide, tiroxina e triiodotironina.

Un breve intervallo (inferiore a 6 mesi) tra le gravidanze dopo un aborto aumenta del 35% il rischio di parto prematuro durante la gravidanza successiva.

Nel caso in cui vengano rilevati problemi o malattie, è necessario sottoporsi a un ciclo di trattamento e ripetere i test. Si consiglia di iniziare a prendere acido folico (vitamina B9) quando si pianifica una gravidanza dopo un aborto. Questa vitamina è un catalizzatore per i processi metabolici, partecipa attivamente alla maturazione delle uova e riduce anche il rischio di sviluppare patologie del tubo neurale nel feto..

In presenza di malattie croniche sistemiche (diabete mellito, disfunzione tiroidea), una donna deve sottoporsi a una visita medica completa. Valutare la tua salute immediatamente prima di pianificare una gravidanza ti aiuterà ad affrontare meglio i possibili problemi nel processo di gravidanza..

Le conseguenze di un aborto: video

Recensioni di gravidanza post aborto

Ho 36 anni, vengo da San Pietroburgo. Tra le 18 e le 8 settimane ho avuto un aborto normale. Quindi non ho pensato ai bambini, posso dire, e non volevo. Per i successivi 9 anni non rimase incinta, sorvegliata da un preservativo, ma c'erano delle forature, ma niente. Ho sempre considerato categoricamente quelli che avevano avuto diversi aborti come pazzi. Nel 2005 ho incontrato un ragazzo, ho iniziato a girare, sono rimasta immediatamente incinta. Abbiamo deciso di dare alla luce. Mio figlio aveva 4 mesi, ero di nuovo incinta, ha fatto un'interruzione medica. Nel 2008, è rimasta incinta di nuovo in estate, non ha avuto il coraggio di avere un bambino, ha fatto le medicine. (Protetto da preservativi, ma se un tempo negligente, anche un atto interrotto e op!), E ancora circa lo stesso anno! Si è rivelato essere quello sciocco, è un peccato andare dal dottore. Ancora una volta interruzione. Tutti i termini 5 settimane. Orrore. Come allevare con lui. Ne voleva davvero due, pensavo scherzando, ma no. Tuttavia, nel 2010 mi ha dato alla luce un secondo figlio. Nessun singolo medico ha mai detto nulla sull'aborto (intendo durante la gravidanza) e se non potevo rimanere incinta, hanno detto a causa dell'aborto. Totale: 6 gravidanze, due nascite.

l'ospite

http://www.woman.ru/health/Pregnancy/thread/4157569/ © Woman.ru

Nel 2007 ho avuto un aborto da mio marito! L'aborto era medico... me ne pento ancora! Ecco come non posso rimanere incinta per un anno! ((

Yulia

http://www.woman.ru/health/Pregnancy/thread/4157569/ © Woman.ru

Aborto chirurgico all'età di 18 anni per un periodo di 7–8 settimane. A 24 anni, la prima nascita, a 30 secondi. Nessun problema, entrambe le volte dal primo ciclo.

l'ospite

http://www.woman.ru/health/Pregnancy/thread/4157569/ © Woman.ru

Qualunque sia la ragione per avere un aborto, è importante sapere che questo non significa escludere la possibilità che un giorno diventi madre. Ma il corpo dopo l'intervento chirurgico ha bisogno di tempo per riprendersi prima di essere pronto a dare una nuova vita. Si consiglia di iniziare nuovi tentativi di concepimento dopo la completa guarigione della mucosa uterina.

Quanto velocemente puoi rimanere incinta dopo un aborto?

L'aborto è un grave stress per tutto il corpo, dopo che è abbastanza difficile rimanere incinta. E la ragione di ciò sono le numerose conseguenze che si formano durante l'interruzione intenzionale della gravidanza. La gravidanza è possibile dopo un aborto e sulle possibili complicanze lette nel nostro articolo.

Tipi di aborto

Nella pratica medica, si distinguono tre tipi di aborto..

Aspirazione del vuoto

Può essere fatto fino a 5 settimane. Questo metodo di aborto è considerato relativamente sicuro. L'essenza della manipolazione è che un catetere monouso viene inserito nell'utero attraverso la cervice. È montato sul dispositivo principale: un dispositivo di aspirazione. A causa di questo dispositivo nell'utero forma una pressione negativa uniforme. Grazie a lui, l'ovulo esfolia.

Il vantaggio di questo aborto è che non è necessario espandere l'utero. Inoltre, la mucosa uterina ha un effetto minimo, a seguito del quale può rapidamente tornare alla normalità. Può essere eseguito in regime ambulatoriale.

Una volta eseguita l'aspirazione del vuoto, la donna dovrebbe sottoporsi a un'ecografia. Ciò assicurerà che tutti i tessuti fetali vengano rimossi durante la manipolazione..

Aborto medico

Assegna fino a 6 settimane. Questo è un altro metodo di aborto relativamente sicuro. Questa procedura è ancora più semplice della precedente. A una donna viene somministrata una pillola in presenza di un medico, che porta alla morte del feto. Ciò si ottiene bloccando la produzione di progesterone.

Dopo 2 giorni, al paziente viene somministrato un altro farmaco vaginale, che porta a una riduzione dell'utero. Dopo questo, l'ovulo dovrebbe uscire dal corpo. I vantaggi di questo aborto includono gli stessi benefici di un mini-aborto..

Strumentale

Consentito fino a 16 settimane. Questo tipo di aborto è considerato pericoloso, in quanto porta allo sviluppo di numerose complicazioni. L'aborto strumentale richiede l'anestesia generale. Prima espandi la cervice, quindi il suo muro viene raschiato con una curette.

Dopo un aborto classico, una donna dovrebbe essere diverse ore sotto la supervisione di un medico. Se non ci sono complicazioni, la donna può tornare a casa.

Possibili complicazioni

L'aborto artificiale non passa mai senza lasciare traccia, poiché c'è un brusco cambiamento nei livelli ormonali. Durante il periodo di gravidanza, si verifica una completa ristrutturazione del corpo della donna.

Quando la gravidanza viene interrotta artificialmente, il corpo deve tornare di nuovo immediatamente al suo ritmo precedente. Non può passare senza lasciare traccia: ci saranno fallimenti ormonali.

Questa situazione è possibile con qualsiasi tipo di aborto. Ma più breve è il termine per il quale è stato eseguito un aborto, meno gravi sono le complicazioni..

La gravidanza dopo un aborto può provocare un aborto spontaneo. Una simile tragedia si verifica a causa della ridotta produzione di progesterone. È importante nei primi mesi mantenere la gravidanza. Per prevenire un aborto spontaneo, una donna dovrebbe assumere farmaci ormonali prescritti da un medico.

Dopo l'aborto strumentale o l'aspirazione sotto vuoto, si verificano molte complicazioni, ognuna delle quali ha la sua gravità.

Posizione bassa dell'ovulo

Dopo l'aborto strumentale, l'endometrio viene rotto, in cui viene fissato l'uovo fetale. Dopo il curettage dell'endometrio, ha bisogno di tempo per riprendersi. Esiste il rischio di sviluppare tessuto cicatriziale nel sito del curettage.

Diverse lesioni dell'endometrio, dell'infiammazione e delle cicatrici impediscono all'uovo fetale di prendere piede, a seguito del quale sta cercando un sito più "sano". Per questo motivo, può svilupparsi una gravidanza extrauterina..

Una complicazione simile è irta di un attacco dell'uovo fetale nella parte inferiore dell'utero. Per questo motivo, la probabilità di sviluppare ipossia fetale è alta. Il parto non è possibile nel solito modo: è richiesto un taglio cesareo.

Insufficienza istmico-cervicale

Questa complicazione si verifica a seguito di una lesione alla cervice, poiché viene dilatata durante un aborto. Spesso questa complicazione si verifica nelle donne che hanno abortito dopo la prima gravidanza. Si verifica a causa dell'insufficiente elasticità della cervice, che rende difficile l'espansione..

Il rischio di lesioni muscolari è molto maggiore rispetto alla seconda e alle successive gravidanze. Quindi la cervice verrà preparata in modo naturale per l'espansione. Ma non dovresti pensare che durante la seconda gravidanza non ci sia il rischio di ottenere una tale lesione.

Spesso un problema simile si verifica a 4-5 mesi di gravidanza. La cervice durante la gravidanza svolge una serie di funzioni importanti, una delle quali è protettiva. Se si verifica un'apertura prematura del collo, l'uovo fetale si esfolia. Lascia l'utero con sanguinamento. Quando il processo è iniziato, non è più possibile interromperlo.

Un ginecologo dovrebbe esaminare regolarmente una donna e anche prescrivere ulteriori ricerche. Se il periodo è lungo, le suture o un anello speciale vengono posizionati sulla cervice. Grazie a loro, il collo può rimanere chiuso fino alla fine della gravidanza.

Ritardo della crescita

Quando l'ovulo è riuscito ad attaccarsi alla cicatrice, si forma un'altra patologia. Si chiama insufficienza fetoplacentare. La sua essenza è che a causa della presenza di tessuto cicatriziale sotto la placenta, non riceve l'ossigeno e i nutrienti necessari. Questo porta alla crescita del bambino.

In questo caso, c'è un alto rischio di avere un bambino con un peso ridotto. Tali bambini sono difficili da lasciare e la mancanza di massa porta all'implementazione di cure intensive. Al fine di diagnosticare tempestivamente la patologia, il medico è obbligato ad ogni appuntamento a valutare la crescita e lo sviluppo del bambino. Una donna incinta dovrebbe visitare un'ecografia in modo tempestivo, a seguito della quale si può capire con precisione la corrispondenza dell'altezza e del peso del bambino con il periodo di gestazione e lo sviluppo.

Se viene rilevato un ritardo di crescita fetale, la donna deve sottoporsi a un trattamento speciale.

Conflitto di Rhesus

Dopo un aborto e un aborto spontaneo, esiste la probabilità di sviluppare conflitti Rh, quando il paziente ha un fattore Rh negativo. Ciò si verifica a causa del fatto che durante l'aborto i globuli rossi fetali penetrano nel sangue della moglie. Ciò porta alla produzione attiva di anticorpi, la cui azione è volta a fermare i globuli rossi ostili. Gli anticorpi possono persistere a lungo nel sangue di una donna e nella prossima gravidanza dopo un aborto con Rhesus negativo, si verificherà una forma acuta di conflitto Rh.

Per prevenire lo sviluppo di una tale situazione, le misure dovrebbero essere prese immediatamente dopo un aborto. La sostanza immunoglobulina anti-Rhesus viene introdotta nel sangue del paziente. La sua azione è mirata alla distruzione dei globuli rossi dell'uovo fetale anche prima che il corpo della madre dia loro una reazione. Di conseguenza, la produzione di anticorpi si interrompe. In una situazione ideale, l'immunoglobulina deve essere iniettata nel sangue del paziente entro le prime 2 ore dopo un aborto, sebbene sia consentito un ritardo fino a 72 ore.

Rottura uterina

A causa del fortissimo assottigliamento delle pareti dell'utero durante aborti ripetuti con una nuova concezione, può rompersi. La perforazione può essere osservata quando si esegue un aborto strumentale o in preparazione per un aborto sotto vuoto, quando una sonda uterina misura la profondità dell'utero.

Data la dimensione della puntura, il paziente può sottoporsi a un intervento chirurgico per ripristinare l'integrità dell'utero o eseguire un trattamento senza chirurgia, quando la puntura è piccola.

Nonostante ciò, non importa quanto insignificante possa essere la puntura, in quest'area si forma ancora una cicatrice da tessuto connettivo, per cui l'elasticità non è caratteristica di quella del muscolo. Quindi, a causa del forte allungamento in quest'area, l'utero può rompersi.

È possibile concepire un mese dopo un aborto

Ad essere onesti, questo è possibile, ma sorge un'altra domanda: come può nuocere alla salute? Quindi un mese dopo l'interruzione della gravidanza, non vale la pena iniziare a concepire un bambino. Tutto dipende dalle caratteristiche del corpo, ma piuttosto da quanto velocemente può riprendersi dallo stress.

Gravidanza dopo l'aborto medico

La gravidanza dopo l'aborto può avvenire entro 2 settimane. Ma il medico non consiglia di farlo. Ciò è dannoso per lo stato di salute. E sebbene l'aborto medico sia delicato, il corpo deve riprendersi dopo di esso. I ginecologi consigliano alle donne di usare i contraccettivi entro 6 mesi dall'aborto.

Se una donna ha fretta di rimanere incinta, allora questo è irto dello sviluppo di complicanze come un aborto spontaneo, una gravidanza extrauterina o un ritardo nello sviluppo del bambino.

Test di gravidanza dopo l'aborto

Un test di gravidanza non può essere attribuito a metodi diagnostici efficaci. C'è un alto rischio che ci sarà un test di gravidanza positivo dopo un aborto. Quindi vale la pena farlo ogni 3 giorni. Se dopo 2 settimane il test è ancora positivo, devi andare dal medico.

Pianificazione

Dopo l'interruzione artificiale della gravidanza, la futura mamma dovrebbe sottoporsi a un corso di riabilitazione ed eliminare le malattie esistenti, le complicazioni. Avrà bisogno di circa 6 mesi per farlo..

Una volta che il corso della terapia riabilitativa è alle spalle, sarà possibile pianificare una gravidanza. Devi assicurarti che non ci siano rosolia, herpes virus, tassoplasmosi e malattie a trasmissione sessuale. Quando pianifichi una gravidanza dopo un aborto, dovresti assumere vitamine. Ciò è particolarmente vero per la vitamina E e l'acido folico..

Gravidanza dopo un aborto: quando puoi e cosa devi sapere?

A volte le donne che decidono di abortire vogliono rimanere di nuovo incinta e avere un bambino nel prossimo futuro. Nella maggior parte dei casi, l'interruzione di una gravidanza non influisce sulla fertilità. Puoi rimanere incinta solo poche settimane dopo questa procedura, anche prima delle tue prime mestruazioni. Ciò dipenderà da quanto tempo è stata interrotta la gravidanza..

Se stai cercando di concepire un bambino subito dopo un aborto o, al contrario, non vuoi fare altro ancora, ecco ulteriori informazioni su cosa aspettarsi tra settimane o mesi dopo la procedura.

Dopo quanto tempo puoi rimanere incinta fisicamente dopo un aborto??

Un aborto "ricaricherà" il tuo ciclo mestruale. L'ovulazione (quando un uovo lascia l'ovaio) di solito si verifica per circa 14 giorni con un ciclo mestruale di 28 giorni. Ciò significa che può verificarsi entro due settimane dall'aborto. In altre parole, sarà fisicamente possibile rimanere di nuovo incinta un paio di settimane dopo la procedura, anche se non hai ancora avuto il ciclo.

Tuttavia, non tutte le donne hanno un ciclo di 28 giorni, quindi l'ora esatta può variare. Alcuni hanno cicli più brevi. Ciò significa che hanno una possibilità di ovulazione solo otto giorni dopo la procedura e possono rimanere incinta anche prima..

Ma l'ovulazione non riprende sempre così rapidamente. Quanto tempo trascorre prima che l'uovo venga rilasciato dipende anche da quale settimana eri prima dell'aborto. Gli ormoni della gravidanza possono persistere nel corpo per diverse settimane dopo la procedura. Ciò spingerà in avanti l'inizio dell'ovulazione e delle mestruazioni..

La presenza di "ormoni della gravidanza", che per qualche tempo continuano a prevenire l'ovulazione, può continuare a causare sintomi di gravidanza:

Ma a volte questi sintomi indicano che la procedura di aborto non è stata completata come dovrebbe. Fai un test di gravidanza a casa se non hai avuto le mestruazioni per sei settimane dopo l'aborto. Se il risultato è positivo, consultare un medico. Potrebbe ordinare un esame del sangue per determinare se sei davvero in posizione o se gli ormoni rimangono ancora dopo l'aborto..

Per quanto tempo i medici consigliano di attendere dopo un aborto prima di una nuova gravidanza?

I medici in genere raccomandano di astenersi da una relazione intima per almeno una o due settimane dopo l'aborto al fine di ridurre il rischio di infezione..

Dovresti discutere la decisione di rimanere di nuovo incinta dopo un aborto con il tuo ginecologo. In precedenza, gli esperti raccomandavano alle donne di aspettare tre mesi prima di provare a concepire di nuovo un bambino. Poiché, secondo uno studio i cui risultati sono stati pubblicati nel 2012, un periodo più breve è associato a una mortalità neonatale tardiva del bambino significativamente più alta. 1 Oggi non applicano tali restrizioni, ma più spesso si consiglia di attendere solo un ciclo mestruale completo. Secondo uno studio più recente, un breve periodo di recupero dopo l'aborto ha mostrato un rischio ridotto di parto prematuro, ma ciò richiede ulteriori studi. 2

Se ti senti mentalmente, emotivamente e fisicamente pronto a rimanere di nuovo incinta, non c'è bisogno di aspettare. Tuttavia, se hai avuto complicazioni dopo l'aborto o non sei preparato emotivamente, è meglio aspettare di sentirti di nuovo meglio..

Se hai delle conseguenze dopo un aborto, consulta il tuo medico per sapere quando sarà sicuro ricominciare una vita intima. Il grave deterioramento è raro dopo aborti medici e chirurgici, ma possono verificarsi alcuni problemi..

Le complicanze sono più comuni con gli aborti chirurgici. Le possibili conseguenze includono:

  • infezioni
  • lacrime o lacerazioni cervicali;
  • perforazione uterina;
  • sanguinamento;
  • aborto incompleto (restanti prodotti del concepimento);
  • reazioni allergiche ai medicinali utilizzati durante la procedura.

Se hai dovuto abortire per motivi medici, devi sottoporti a un esame approfondito per assicurarti che la tua prossima gravidanza non abbia gli stessi problemi.

Gli aborti aumentano il rischio di future complicazioni durante la gravidanza?

Si ritiene che l'aborto non causi problemi di fertilità o complicanze nelle gravidanze successive. 3 Tuttavia, alcuni studi dimostrano che le procedure di aborto possono aumentare la probabilità di parto prematuro o bambini con basso peso alla nascita. 4 Tuttavia, vi sono altri risultati contrastanti, secondo i quali persino l'aborto nelle fasi successive (nel secondo trimestre) mediante dilatazione ed evacuazione non è un fattore di rischio per la gravidanza successiva. 5

Uno studio ha scoperto che le donne che avevano abortito usando l'aspirazione sotto vuoto durante il primo trimestre avevano una maggiore probabilità di aborto spontaneo durante la loro prossima gravidanza. 6 Ma è importante capire che questi rischi sono ancora considerati insoliti. Non è stata ancora stabilita una relazione causale..

Il rischio può dipendere dal tipo di procedura eseguita..

Dipendenza dei rischi dal tipo di aborto

L'aborto medico è quando le pillole vengono assunte nelle prime fasi della gravidanza. Al momento, non ci sono prove che aumenti la probabilità che le donne abbiano problemi con una futura gravidanza..

Uno studio ha scoperto che l'aborto medico NON comporta un aumentato rischio di gravidanza extrauterina, aborto spontaneo, basso peso alla nascita e parto prematuro in una gravidanza successiva. 7

L'aborto chirurgico si verifica quando il feto viene rimosso mediante aspirazione (aspirazione sotto vuoto) e / o uno strumento affilato a forma di cucchiaio chiamato curette (dilatazione e curettage).

In rari casi, il metodo chirurgico di aborto può portare a cicatrici sulla parete uterina (sindrome di Asherman). Se hai eseguito diversi aborti con questo metodo, potresti essere ad aumentato rischio di aderenze nell'utero. Le cicatrici possono rendere difficile la gravidanza in futuro. Può anche aumentare le possibilità di aborto spontaneo e parto morto..

È indispensabile, per la sicurezza della procedura, che l'aborto venga eseguito da personale medico autorizzato in un ambiente sicuro e sterile. Qualsiasi procedura di aborto non eseguita da un medico è considerata non sicura e può portare a complicazioni immediate, nonché a problemi di fertilità successivi e alla salute generale. 8

Quanto tempo dopo l'aborto i test di gravidanza saranno positivi??

I test di gravidanza rispondono a un livello elevato di un ormone chiamato gonadotropina corionica umana (hCG). Gli ormoni diminuiscono rapidamente dopo un aborto spontaneo, ma non diminuiscono immediatamente a un livello normale..

Questo può richiedere da 16 giorni a 2 mesi 9, quindi il livello di hCG nel corpo scende al di sotto dei livelli rilevati da un test di gravidanza. Se si esegue il test durante questo periodo, è probabile che si ottenga un risultato positivo, indipendentemente dal fatto che si sia incinta o no.

Se pensi di essere di nuovo incinta subito dopo un aborto, consulta il tuo medico. Può eseguire un esame del sangue, nonché eseguire un'ecografia per confermare che l'aborto ha avuto successo.

Up