logo

La consapevolezza che il rifornimento attende la tua famiglia provoca presto molte emozioni per le madri. Questa è una condizione completamente normale, perché una donna incinta o che sta pianificando una gravidanza comprende che la nascita è associata al dolore, con possibili conseguenze negative sia per la donna stessa che per il suo bambino. Tuttavia, a volte l'eccitazione va oltre, trasformandosi in una vera fobia, e le donne cercano di trovare la risposta alla domanda: "Paura del parto, come farcela?".

L'ostetrico afferma: “Il parto è un processo naturale ed è inventato dalla natura stessa. Non c'è bisogno di avere paura! Inoltre, il processo è irreversibile. "

Dalla sua stessa vita: "Era molto preoccupato quando il coniuge ha partorito, anche se non dovrebbe!"

Cos'è la tocofobia

La tokofobia è considerata una forte paura del parto, che in alcuni casi si trasforma in una grave deviazione mentale, che di conseguenza porta a un completo rifiuto di avere figli.

Cause e sintomi di uno stato mentale

Esistono due opzioni per lo sviluppo di eventi in cui si forma la paura di partorire: una fobia. Molto spesso, le origini della patologia possono essere trovate nell'infanzia della ragazza, quando ha assistito al dolore provato da sua madre, a nascite complesse o ha imparato a conoscere le complessità della nascita di un bambino dalle storie di conoscenze, da film o da Internet. Tale paura è anche chiamata primaria. Se la donna ha già un figlio, si verifica una tocofobia secondaria. È direttamente correlato ai problemi riscontrati alla nascita..

Molto spesso, se si verificano, si verificano sintomi di patologia nel terzo trimestre di gravidanza. Di solito, le ragazze che hanno paura di partorire, usano diversi metodi contraccettivi contemporaneamente, cercando di evitare la fecondazione.

La tokofobia può essere riconosciuta da diversi segni:

  • paura del panico alla menzione del parto e dei bambini piccoli;
  • fiducia nel fatto che l'aspetto del bambino sarà necessariamente accompagnato da complicazioni;
  • la comparsa di dolore addominale, vertigini dovute a forte stress emotivo;
  • letargia, letargia, letargia;
  • desiderio di facilitare la gravidanza per taglio cesareo, pensieri sull'aborto.

Fattori che influenzano la distribuzione

Perché le donne hanno paura di partorire? Molto spesso, hanno paura del parto a causa del dolore che accompagna il processo di nascita, o hanno paura che qualcosa non vada per il bambino o che possano perderlo. Amplifico tali paure dei media. Le ragazze incinte o semplicemente curiose guardano i rapporti degli ospedali, vari spettacoli, video che mostrano il processo di nascita, casi difficili o bambini malati, che provoca una sensazione di paura.

Alcune ragazze hanno paura del parto a causa di molestie e sofferenze sessuali vissute, qualcuno dubita della propria forza fisica o ha paura della povertà.

Anche Internet sta diventando una fonte di panico, dove le donne stanno cercando di trovare risposte alle loro domande. Vanno sui social network, nei forum e nei blog, confessando e chiedendo supporto: ho molta paura di dare alla luce, cosa dovrei fare? Ma alla fine vengono a conoscenza della triste esperienza delle donne in travaglio, pensando che accadrà qualcosa di simile a loro.

Fatti interessanti: secondo le statistiche, ogni settima donna ha paura di partorire e tra le donne in gravidanza quasi tutti hanno una tale fobia. Quindi, l'attrice Helen Mirren, che ha visto un film sul parto durante l'adolescenza, ha deciso di non avere mai un bambino.

E nel 2011, gli scienziati svedesi hanno scoperto che la paura fa sì che molte donne in gravidanza si trasformino in taglio cesareo. Quindi, su 353 donne che hanno parlato di fobia, il 16,5% ha insistito sull'intervento chirurgico, mentre su 579 donne che non hanno avuto paura di avere un bambino, solo il 9,6% ha chiesto assistenza medica.

Come combattere

La psicoterapia e l'ipnosi aiutano le donne a liberarsi dei cattivi pensieri. Durante la preparazione al parto, è importante conoscere meglio le caratteristiche dei cambiamenti nel corpo, il corso del lavoro presso gli ostetrici e frequentare corsi speciali in ospedale. È importante proteggersi da qualsiasi informazione negativa sull'aspetto del feto, possibili deviazioni, non costruire opinioni infondate. Per calmarsi, frequentare sessioni di yoga, relax, fare esercizi di respirazione.

Le divisioni più comuni:

  • Ho paura di partorire per la prima volta;
  • paura di dare alla luce un secondo figlio;
  • 3 bambini e più;
  • la fobia dà alla luce un bambino malato.

Domande frequenti e risposte dal proprio medico

Ho paura di morire di parto, come dovrei essere?

Pensa a cosa si basa la tua paura di morire durante il parto. Hai personalmente dei prerequisiti per un tale sviluppo di eventi? La probabilità di morte di una donna durante il parto con lo sviluppo della medicina moderna è praticamente zero, poiché in caso di deviazioni, i medici aiuteranno sempre te e il bambino. Se non hai malattie gravi, problemi con la coagulazione del sangue, allora non c'è nulla di cui preoccuparsi.

Ho desiderato un bambino per molti anni, ma ho paura. Amici e mamma dicono che non fa paura, è un processo fisiologico naturale, ma ho ancora paura di avere figli.

L'unico modo per sbarazzarsi della paura è comprenderne la natura. Dici "Ho paura di avere un bambino", ma non sai perché? Hai paura di qualcosa di specifico: provare dolore, non nutrirlo, dare alla luce un bambino malsano o rovinare la figura. Scopri cosa ti eccita esattamente, prova ad eliminarlo.

Per molti anni ho paura di rimanere incinta e dare alla luce, cosa dovrei fare?

Hai più paura dell'ignoto. La gravidanza è una nuova condizione per te, quindi per non averne paura, devi ottenere maggiori informazioni sulla nascita e la crescita del bambino nell'utero. Frequenta corsi e corsi di formazione, leggi la letteratura sulla genitorialità, non pensare al male. Questo ti aiuterà a prendere la decisione giusta..

Come rimuovere la paura del parto, cosa fare se partorisci presto, ma temo?

Quasi ogni donna ha paura della nascita di un bambino in un modo o nell'altro. L'eccitazione nasce perché non sai abbastanza dei cambiamenti che stanno accadendo al tuo corpo. Discutere con il medico tutti i dettagli della nascita, ti dirà come comportarsi correttamente, quali saranno le azioni del personale medico. Paura di dare alla luce donne in gravidanza - come combattere: preparare tutto ciò di cui hai bisogno per l'ospedale, comunicare di più con i propri cari, trovare qualcuno di cui ti fidi, lasciarlo nel reparto, fare shopping per le cose per il bambino, pensare al bene.

Cosa posso consigliare se ho il panico paura di partorire?

Il panico prima del parto non dovrebbe disturbare la donna incinta, poiché aggraverà solo il processo di nascita e l'aspetto del bambino sarà più lento. Determina esattamente di cosa hai paura, se le tue paure sono giustificate, parlane con l'ostetrico e lo psicologo. Il panico paura del parto è vano, perché molte donne, avendo visto un bambino, stanno già sorridendo.

Alcune madri sono preoccupate non solo del lavoro, ma anche delle difficoltà finanziarie, e alcune donne devono affrontare situazioni insolite, ad esempio quando un medico parla della gravidanza con un feto di grandi dimensioni.

Cosa fare se voglio un bambino, ma temo che non ci saranno abbastanza soldi?

Determina cosa esattamente dovrebbe avere abbastanza denaro per farti stare abbastanza comodo. Pensa a cosa puoi rifiutare a favore del bambino, a quali soldi vivrai mentre sei in congedo di maternità. Accumula un importo sufficiente per te stesso, che ti supporterà in caso di carenza di fondi, fai un elenco di tutto ciò che possiedi al momento (appartamento, auto, cottage), prendi in considerazione i prestiti. Calcola quanto spendi al mese senza un bambino, quale importo aggiuntivo ti servirà dopo il suo aspetto.

Ho paura di partorire - ho un grosso frutto

Se il peso del feto è superiore a 4 kg, alla sua nascita, la madre e il bambino vengono osservati più attentamente. Durante le contrazioni, l'ostetrico ascolta ogni volta il cuore e, in caso di problemi, viene eseguita una correzione immediata. Immediatamente dopo la nascita, il bambino viene esaminato da un neonatologo per escludere lesioni e ipossia. In alcuni casi, alla madre viene iniettato un farmaco per stimolare l'utero e viene eseguita una dissezione per evitare lo strappo. La nascita di un bambino grande richiede un po 'più tempo, ma in generale non differisce da quelli ordinari, quindi la madre non dovrebbe preoccuparsi.

Non aver paura: 6 paure delle donne incinte e come affrontarle

Le donne incinte stanno vivendo, sebbene un periodo di vita felice, ma molto eccitante. L'autrice del Daily Baby Anna Ganskaya, insieme a una psicologa esperta, ha capito di cosa hanno paura le donne incinte e come superare le paure.

La paura ha grandi occhi

"Le paure vivono in noi e fanno parte del lavoro di intuizione e autodifesa", ha dichiarato Julia Plotnikova, consulente per l'allattamento al seno, psicologa perinatale, doula e madre di quattro figli.

Julia è certa: le paure nascono dall'ignoranza.

Un uomo ha paura quando non sente il proprio corpo, non conosce i principi del suo lavoro.

- Se non sentiamo semplici segnali corporei per cambiare l'ambiente e il ritmo della vita, questo sarà seguito da una reazione naturale del corpo al disagio. Lo stress, la scarica di adrenalina e, di conseguenza, un disturbo mentale, la sua uscita da uno stato equilibrato di endorfine-ossitocina.

Immaginiamo: sediamo tutto il giorno al computer in una posa. Il corpo diventa insensibile, stanco, il ritmo della sua circolazione sanguigna è disturbato. I primi segnali, spesso impercettibili: sensazioni di cucitura, disagio nel corpo che già sentiamo quando ci raddrizziamo e ci allontaniamo dal computer. Spesso ripetiamo la stessa cosa per settimane fino allo sfinimento, e il corpo genera leggere sensazioni spiacevoli. Se non ci fermiamo e facciamo esercizi, jogging e altre cose utili, allora la depressione, la delusione, i disturbi e poi le paure seguiranno una catena logica.

Lo stesso con le emozioni. Se siamo in un'emozione negativa per lungo tempo, questo è irto della comparsa della depressione.

La paura ci aiuta a salvarci da noi stessi, non sembra proprio così. È importante capire: perché è per te e quale parte di te è importante da sviluppare in modo che le esperienze scompaiano.

La paura provoca tensione e una scarica di adrenalina, non ti permette di pensare con calma, porta a un vicolo cieco e intorpidimento.

Questo è un circolo vizioso: più abbiamo paura, più ci sforziamo e di nuovo abbiamo paura delle sensazioni spiacevoli nel corpo. Di conseguenza, aumenta la probabilità di inciampare in ciò che temiamo. Non è più facile capirti? Pertanto, è importante svilupparsi in modo accurato e uniforme in tutti i settori: fisico, intellettuale ed emotivo.

"Ho paura di dare alla luce"

Forse una delle paure più comuni di una futura madre. La situazione è aggravata dalle storie dettagliate ed emotive degli amici, nonché da numerosi forum sulla rete in cui le madri sono felici di condividere le loro impressioni e parlare con le quali è possibile confrontare approssimativamente il dolore durante il parto.

Vediamo perché non dovresti avere paura. In primo luogo, se fosse così insopportabilmente infernale, nessuna donna al mondo oserebbe dare alla luce un secondo figlio, d'accordo. Non sei il primo e non sei l'ultimo: tua madre, tua nonna, la sorella maggiore, la fidanzata e altre milioni di donne in tutto il mondo hanno attraversato questo. Quindi puoi gestirlo.

In secondo luogo, durante il parto, gli ormoni delle endorfine vengono prodotti attivamente nel corpo di una donna. Hanno un lieve effetto analgesico. Se il dolore diventa insopportabile, i medici possono raccomandare l'uso dell'anestesia, che allevia la condizione.

Terzo, non dimenticare che il dolore è tuo amico, non tuo nemico. È il dolore che aiuta nel processo del parto, segnala che tutto procede secondo i piani, ti dice come sta andando il processo e cosa deve essere fatto al momento.

Ricorda che in questa difficile questione è difficile non solo per te, ma anche per il bambino. E il tuo compito principale è fare tutto per non danneggiare il bambino.

Pertanto, affidati al consiglio del personale medico e studia in anticipo la questione del parto. Devi sapere cosa ti sta succedendo, quindi sarà molto più facile partorire. E quando vedrai il tuo bambino tanto atteso, credimi, tutti i ricordi del processo doloroso spariranno, perché tutto ciò sarà già completamente irrilevante.

- Se hai paura di partorire, capisci se sei abbastanza a conoscenza di questo problema. Hai abbastanza conoscenze di fisiologia, psicologia della gravidanza, psicologia perinatale. In caso contrario, inoltra a esperti, pratiche corporee e respiratorie, - commenta la psicologa e la madre con molti bambini, Julia Plotnikova.

"Non so come gestire i bambini piccoli"

Se una donna sta aspettando il suo primogenito, sarà inevitabilmente disturbata da molte domande. Il bambino è così piccolo, fragile, indifeso. E se lo lascio cadere? Romperò accidentalmente qualcosa per lui? Cosa farò se non riesco a calmare il bambino o non capisco cosa lo preoccupa al momento?

La risposta principale: nessun panico. Ti ricordi come sei venuto a scuola per la prima volta, in prima elementare? È stato molto emozionante, spaventoso: non sapevi cosa ti aspettava, se ti sarebbe piaciuto un nuovo palcoscenico nella tua vita o fare amicizia con colleghi e insegnanti. Ma giorno dopo giorno sei venuto a scuola, hai parlato, imparato cose nuove, fatto errori, fatto conoscenza, gioito e deluso. Tutto è risultato non così spaventoso: dovevi solo superare la tua paura e acquisire esperienza.

Lo stesso vale nella situazione con l'aspetto di un bambino in famiglia. L'esperienza che riceverai quotidianamente, il supporto dei tuoi cari, i consigli degli specialisti: tutto ciò ti aiuterà sicuramente.

- Se hai paura di non far fronte al bambino, immagina di essere un neonato: quali erano i tuoi bisogni, e lo sono ancora, cosa vorresti davvero essere, essere sul fasciatoio e con un ciuccio in bocca? Amore, calore materno, seno, sicurezza.

È importante aggiungere a questa conoscenza i bisogni fisiologici delle briciole: il lavoro e lo sviluppo del cervello, il sonno superficiale, durante i quali si sviluppa il cervello del bambino, i riflessi con i quali si ottiene la soddisfazione emotiva del bambino. Il bambino intrauterino e il neonato hanno un forte senso dell'ambiente e della pace di sua madre. Sono molto dipendenti dal "tempo" nella testa di mia madre ", afferma Yulia Plotnikova.

“Diventerò poco interessante per mio marito come donna. Non avremo tempo per noi stessi. "

L'aspetto del bambino è inevitabilmente associato al cambiamento. Il solito stile di vita degli sposi sta cambiando. Se prima potevi liberarti e andare in un fine settimana in una città vicina, guardare i film la sera, bere tranquillamente vino, ora devi cambiare tutto.

Il bambino è ora il centro del tuo piccolo universo ed è assolutamente normale.

Alcuni genitori non sono pronti per un cambiamento così drastico. L'egoismo prende il sopravvento e una giovane madre può seriamente preoccuparsi di questo. “Sarò sempre stanco ed esausto, mio ​​marito inizierà sicuramente a cambiare. Non saremo più in grado di andare al cinema insieme o di trascorrere serate romantiche lussuose ”, tali pensieri possono tormentare una donna incinta.

- Lo sviluppo di questa paura può essere prevenuto se superiamo la paura precedente: la paura di non far fronte al bambino. Avendo stabilito una relazione calda con il bambino, sarà facile per te condurre una vita e crescere un bambino in un'atmosfera calma. La calma del bambino dipende dallo stato psico-emotivo della madre. Qui, per aiutare le madri, gli specialisti nel campo dell'allattamento al seno e della maternità, i doules, che accompagnano il parto e le tecniche postpartum per ripristinarsi.

Il bambino tanto atteso unisce tutta la famiglia con le emozioni più gioiose. È una continuazione di genitori che, con l'avvento del loro primogenito, si sentono come una "vera famiglia". E spesso, per dedicare tempo a una persona cara - per dimostrare che lo ami e lo apprezzi - non è affatto necessario cucinare molti piatti, per esempio. Credetemi, gli uomini apprezzano nella moglie la donna stessa con la capacità di essere affettuosa, gentile, sensibile ", afferma lo psicologo. Sì, la tua vita cambierà, ma ogni persona ha bisogno di una via d'uscita dalla zona di comfort per lo sviluppo e il successo..

Pensa positivo: presto diventerai una vera famiglia a tutti gli effetti, vedrai una piccola copia di te e della persona amata, dai vita e impara la gioia della maternità.

E i viaggi congiunti al cinema e ai club di karaoke saranno sicuramente lì. In primo luogo, le briciole hanno i nonni che sono felici di sedersi con lui. E in secondo luogo, tu stesso non noterai come il bambino cresce e diventa più indipendente. Ti mancheranno ancora quelle volte in cui l'arachide ha annusato pacificamente sotto la canna e non ti ha permesso di allontanarti da te nemmeno per un minuto.

- Viaggia, impara costantemente, sviluppa. Ora ci sono così tanti eventi interessanti per le giovani madri - basta scegliere - raccomanda la psicologa Julia Plotnikova.

"Ho paura della tossicosi, del mal di schiena e di altri cambiamenti nel mio corpo"

Gli psicologi consigliano: è importante imparare a sentire e capire te stesso. I cambiamenti nel corpo, ovviamente, saranno: una nuova vita sta nascendo in te! Ma tratta la nausea lieve al mattino, un aumento dell'appetito e un aumento di peso possono essere diversi.

- La tossicosi viene somministrata per preparare gradualmente una donna ai cambiamenti della sua vita - la maternità. Ed è in molti modi dare, accettare, flessibile, sensibile. La tossicosi aiuta una donna a sviluppare l'umiltà e la capacità di adattarsi al malessere. Capire come sarà il suo corpo, nonostante le spiacevoli sensazioni, più conveniente: cosa e quando mangiare, quando sdraiarsi, chiedere aiuto o sdraiarsi al marito sotto una botte. Questo è uno sviluppo di sensibilità..

I cambiamenti durante la gravidanza nella psiche e nel corpo di una donna sono meravigliosi. Questo è lo stato di una "madre in crescita". E se una donna lo accetta, sboccia e irradia. Una donna del genere sa vedersi bella, è felice e tutto le viene dato relativamente facilmente. Non si ferma e si sviluppa: pratica yoga, ginnastica o va in piscina, mangia correttamente e quindi fa di tutto per mantenersi in forma. Non si rimprovera per il fatto che alcuni cambiamenti nel suo corpo sono inevitabili, ma da questo non si sentirà meno bella, dice la psicologa.

"Temo che avrò un bambino malato"

Questa è una paura seria e talvolta infondata. Tuttavia, è una cosa con tutto il cuore desiderare la nascita di un bambino sano e fare tutto affinché il bambino si sviluppi bene. E un'altra cosa: giorno e notte per provare bizze e lacrime, senza motivo.

Certo, questo può sembrare banale, ma pensa in modo ottimistico. Dalle tue depressioni, non sarà meglio per nessuno, prima di tutto, per il bambino. Abbandona le cattive abitudini, fai una passeggiata e vai in piscina, guarda film divertenti e divertenti e, soprattutto, segui tutte le istruzioni del medico. Tutto andrà sicuramente bene!

- La paura di avere un bambino malato è giustificata, ma vale la pena ricordare che la vita nascente viene costruita prima della nascita del bambino, le prime cellule del bambino in crescita a livello morfogenetico registrano tutti gli eventi, i sentimenti, le emozioni della madre. Pertanto, esorto le donne a essere più consapevoli, lavorando su se stesse. Comprendere quanto siano importanti le emozioni e la gioia positive nello sviluppo di una nuova vita.

"Ho paura di danneggiare il futuro bambino facendo qualcosa di sbagliato"

"La paura di danneggiare un bambino intrauterino è una buona paura", affermano alcuni esperti. Sperimentando un bambino, una donna incinta si prende cura di se stessa e si sforza di non danneggiare il futuro bambino. Ma in ogni cosa, un senso di proporzione è importante: non dovresti stare troppo attento. La gravidanza non è una malattia, quindi puoi condurre uno stile di vita familiare con solo alcune limitazioni..

Inoltre, il bambino è protetto in modo affidabile dalla placenta e dal liquido amniotico. La natura ha fatto tutto in modo che le briciole non fossero così facili da danneggiare seriamente.

- Durante la gravidanza è importante non aver paura dell'attività, del vigore. Certo, il tempo in gravidanza è un peso. Spesso è difficile fisicamente. Devi distribuire correttamente il carico ed essere in grado di sentire ciò di cui il tuo corpo ha bisogno e quando fermarti in tempo.

Ripeto, un atteggiamento positivo è molto importante. Grazie a lui, molti disturbi, paure e persino complicazioni possono essere evitati. In una mente sana - un corpo sano. Rallegrati, credi, impegna l'autosviluppo e l'amore. Abbi cura di te e dei tuoi vicini, e tutto andrà bene, te lo prometto ", afferma la psicologa Julia Plotnikova.

Alle parole dell'esperto, aggiungiamo: mantieni l'ottimismo, vivi in ​​modo ricco e attivo, non ti rinchiudere e sorridi più spesso. Quindi non avrai paura delle fobie.

Illustrazione di copertina: Nikolay Korolev.

Paure durante la gravidanza. Paura di dare alla luce. Come superare?

Una donna che si trova in una posizione "interessante" sta cambiando non solo esternamente, ma anche internamente. Anche le donne calme ed equilibrate hanno ansie, paure irragionevoli, dubbi e paure. Gli psicologi attribuiscono l'apparizione di tali sensazioni alla sfiducia delle donne verso se stesse. L'aspetto del bambino è una grande responsabilità, che non può essere abbandonata. Questo è il momento che preoccupa incinta.

Ansia e paure durante la gravidanza

La manifestazione della paura di qualcosa è una reazione protettiva del corpo a condizioni mutevoli, a un cambiamento nel ritmo ordinario della vita. Una persona sana e adeguata dovrebbe avere paura. Ciò suggerisce che la donna ha un istinto di autoconservazione. Le donne incinte hanno molta paura. L'ansia dal momento del concepimento è una cosa comune per oltre la metà delle donne.

Alla base, l'ansia è un'aspettativa indefinita di qualcosa di brutto, negativo. Una sorta di paura per la propria vita e i propri cari. I pensieri ansiosi non sono pericolosi per il corpo, anche se, secondo gli esperti, è necessario affrontarli. Un disturbo d'ansia di una donna incinta è soggetto a trattamento obbligatorio. Si manifesta:

  • Attacchi di panico intrusivi;
  • Notti in bianco
  • incubi;
  • Palpitazioni;
  • Mancanza d'aria;
  • Vertigini;
  • Debolezza;
  • Tensione nervosa costante.

Le paure delle donne in gravidanza possono essere completamente spiegabili o infondate. Una spiegazione logica può essere trovata per le paure, che si basano sull'ansia per la propria salute e la salute del bambino, diagnosi, risultati dei test ed esami. Le paure infondate comprendono le preoccupazioni per una figura che cambia ogni giorno, i cambiamenti nell'aspetto, i rapporti stretti con il marito prima e dopo la nascita del bambino.

Cause di paura durante la gravidanza

Elenchiamo le principali paure insite nelle donne in gravidanza.

  1. Paura di perdere un bambino - appare nelle prime fasi della gravidanza, dura fino al parto. I primi 3 mesi della posizione "interessante" di una donna hanno paura di aborti spontanei, mancate gravidanze. I secondi 3 mesi - l'aborto a causa di risultati negativi di esami e test. L'ultimo trimestre spaventa la nascita, la nascita di un bambino morto. Perdere un bambino è un duro colpo. A questo proposito, dai tempi antichi si crede che non si possano acquistare in anticipo cose per bambini, una culla, un passeggino e altri accessori necessari.
  2. Preoccupazioni per la salute del bambino: compaiono dopo che una donna ha scoperto una gravidanza non pianificata. Non appena il risultato del test ha mostrato 2 strisce, i pensieri sullo stile di vita sbagliato, le cattive abitudini, il duro lavoro che influiscono negativamente sulla salute del nascituro sorgono nella testa della futura madre. Se nelle fasi iniziali è possibile far fronte a questi dubbi, l'ulteriore corso della gravidanza solleva nuove paure. Prima di tutto, il passaggio degli ultrasuoni, il rilevamento della patologia in un bambino, i loro risultati dei test negativi. Tutte queste sfumature eccitano la maggior parte delle donne, indipendentemente dall'età e dal numero di gravidanze..
  3. La paura per il futuro di se stessi e il bambino è presente durante la gravidanza. Le donne si preoccupano del destino del bambino - come crescere, piuttosto che assicurarsi che possa dare al bambino tutto ciò di cui ha bisogno. Soprattutto le paure di questo tipo eccitano le donne non sposate, quelle donne che decidono di partorire da sole. Le donne iniziano a vedere il loro futuro con colori cupi. Si rappresentano completamente separati dalle loro occupazioni preferite, dal lavoro, dalla comunicazione. Inoltre, l'apparizione di un bambino nelle famiglie provoca conflitti, incomprensioni con i mariti. Sebbene quest'ultima paura sia piuttosto priva di fondamento e si basi sull'eccessivo stato psico-emotivo di una donna durante la gravidanza.
  4. Paura per il loro aspetto - si manifesta in coloro che si preoccupano della figura, del viso, del petto, dei capelli. Le donne stanno iniziando a essere tormentate da dubbi sul fatto che tornerà alla sua forma precedente, quanto velocemente perderà peso, se manterrà un bel seno, ecc..
  5. La paura di essere una cattiva madre è una circostanza che eccita quasi tutte le giovani donne. L'emergere di una nuova persona è associato a un'enorme responsabilità per la sua vita. È necessario crescere correttamente un bambino, prendersi costantemente cura di lui, nutrirlo in tempo, camminare, giocare, fare il bagno. I giovani genitori avranno molte attività quotidiane che non possono essere posticipate. Queste domande ruotano costantemente nella testa, perseguitano, spaventano e non si allontanano.
  6. La paura per la nascita imminente è presente sia nelle primipare che in coloro che partoriscono non per la prima volta. L'ignoranza di ciò che ci aspetta, terrorizza le giovani donne. Con la paura, le donne in gravidanza si aspettano un parto, dolore selvaggio, impotenza, incubi. Coloro che partoriscono nella seconda, terza volta, il processo dell'attività lavorativa la spaventa di più. Hanno già attraversato questo intero incubo e sanno in prima persona quali sono le contrazioni, i tentativi, la stimolazione..

Ecco le principali paure delle donne in gravidanza che impediscono loro di vivere in pace. In linea di principio, l'ansia suggerisce che una donna è psicologicamente pronta a cambiare il suo solito modo di vivere. Tuttavia, le paure devono essere superate, devono essere combattute. La cosa principale è trovare la causa della paura, quindi sarà più facile e veloce superarla.

Nascita spaventosa

Se molte paure possono essere affrontate all'inizio o durante la gravidanza, la paura di dare alla luce accompagna la futura madre fino alla nascita. È chiaro che l'ignoto fa sempre paura. Ma vale la pena lasciarsi prendere dal panico e privarti dell'opportunità di goderti il ​​corso della gravidanza, la pancia in crescita, i tremori del nascituro? L'atteggiamento giusto verso un esito positivo del parto aiuterà a superare la paura di partorire. Tuttavia, scopriamo prima le ragioni della paura.

Il motivo principale è l'informazione errata che una donna trae da amici, conoscenti, televisione, Internet. Coloro che condividono l'esperienza del parto spesso spaventano con storie spaventose, disegnano immagini da incubo. Non prendere l'esperienza di qualcun altro a tue spese. Tutte le persone sono diverse, quindi il risultato della stessa azione potrebbe essere diverso..

La paura di partorire appare per ragioni mediche. In presenza di malattie croniche, le donne pensano di non poter sopportare e dare alla luce un bambino. Si ritiene che i medici non approvino il parto indipendente dopo la fecondazione in vitro, in età adulta, con una lunga pausa tra il parto. Tutti questi argomenti non sono comprovati e sono miti. I medici identificheranno gravi controindicazioni e aiuteranno ad evitare conseguenze. Se la gravidanza va bene e lo stato fisiologico della donna è normale, nessuno interferirà con il parto.

Combattere la paura nelle donne in gravidanza

Il supporto dei propri cari è importante per una donna incinta. Per far fronte alle ansie, superare i dubbi in una situazione "interessante", esistono diversi metodi efficaci.

Come superare la paura del parto? Prima di tutto, non ascoltare quelli che stanno cercando di intimidire con storie spaventose dalla loro stessa esperienza. Tutto va diversamente per tutti. Le informazioni sugli eventi imminenti sono meglio raccolte da libri, enciclopedie, dal medico curante. I centri per le donne organizzano corsi e corsi di formazione sulla preparazione al parto. Assistere a tali eventi aiuterà ad aspettare la tanto attesa giornata in un'atmosfera più rilassata, senza nervi e panico..

Non vale la pena prepararti per qualcosa che non ti farà male. Il parto è un processo complesso, in alcuni casi difficile. In ogni caso, il dolore è presente. Gli ostetrici esperti ti diranno cosa e come farlo nel modo giusto, aiuteranno a superare le difficoltà, forniranno le medicine necessarie. Meglio sistemarsi correttamente e su tutto.

Guardare film divertenti e buoni è una buona opzione per distrarre da pensieri inquietanti. La comunicazione con persone positive, attività ricreative all'aperto, frequenti passeggiate all'aria aperta contribuiscono al corso della gravidanza senza inutili paure, dubbi.

Se questi metodi non portano i risultati desiderati, consultare uno psicologo. I centri per le donne invitano psicologi qualificati a lavorare con donne in gravidanza. L'aiuto di uno specialista esperto aiuterà a gestire le paure individuali. La comunicazione con altre donne, una discussione generale su problemi simili aiuterà. Ricorda che la nascita di un bambino è un evento gioioso che può capovolgere e colorare la vecchia vita con colori vivaci.

Attenzione! L'uso di medicinali e integratori alimentari, nonché l'uso di metodi terapeutici, è possibile solo con l'autorizzazione di un medico.

Come superare la paura del parto

Tutte le future mamme si preoccupano prima di andare in clinica. Questa è una reazione naturale di ogni donna. L'articolo parlerà del motivo per cui le donne in gravidanza hanno paura del parto. Anche qui sono descritti in dettaglio i tipi di paure e i metodi efficaci per superarli..

Cos'è

La paura di dare alla luce donne in una posizione "interessante" si chiama tocofobia. Questa fobia si manifesta nell'ansia patologica appena prima del parto.

I sentimenti stessi non sono terribili, è proprio la tocofobia, cioè il panico prima del parto. Provoca le conseguenze:

  • desiderio di interrompere una gravidanza successiva;
  • difficoltà con le successive concezioni;
  • pensieri di suicidio;
  • depressione postparto.

Per evitare tali complicazioni, dovresti capire la causa delle paure e cercare di calmarti prima del parto..

Perché sorge

Fattori per l'insorgenza di tocofobia:

  • aumento ormonale;
  • la presenza di varie malattie;
  • esperienza negativa con il personale medico;
  • la situazione in casa, non favorevole alla nascita di un nuovo membro della famiglia;
  • la nascita di un figlio da parte di una donna non sposata.

Ci sono anche cause specifiche che si presentano sia in primipare che in multiparo.

In primiparas

La paura del parto durante la prima gravidanza è dovuta a tali momenti:

  • idee sbagliate sulla gravidanza e il parto si sono formate in tenera età;
  • storie di gravidanze senza successo e numerose complicazioni ascoltate da amici o conoscenti;
  • mancanza di adeguata conoscenza a causa dell'ignorare i consigli dell'ostetrico-ginecologo presente.

In multiparous

È bello se una giovane madre ha il suo primo figlio senza difficoltà. Dopo essere rimasta incinta una seconda volta, si sentirà più sicura..

È piuttosto difficile per una donna la cui prima nascita abbia avuto varie complicazioni decidere una seconda gravidanza.

Nell'80% dei casi multipli, il processo è meno doloroso e molto più veloce. Ciò è dovuto alla preparazione preliminare del corpo, nonché alla presenza delle conoscenze necessarie sul parto.

Paure comuni

Le paure non dipendono dal dolore, dalla natura problematica del parto passato e dalla mancanza di esperienza. Ogni specie può essere trattata in modo indipendente. In casi gravi, sarà richiesta assistenza medica.

Paura del dolore

Nella maggior parte dei casi, il parto è associato, innanzitutto, al dolore intollerabile. Le esperienze saranno anche aggiunte dall'opinione di aver dato alla luce prima degli "amici" che delineano in modo pittoresco l'immagine dell'indescrivibile tormento tribale.

Ogni donna è in grado di resistere al dolore della nascita. Altrimenti, pochi oserebbero dare di nuovo alla luce un bambino.

La medicina moderna ha analgesici. Sono in grado di alleviare il dolore in caso di varie complicazioni nel processo di risoluzione..

Paura di tutti i tipi di complicazioni

Questo tipo include:

  • il bambino sarà intrecciato con un cordone ombelicale;
  • il bambino verrà avanti gambe;
  • un bambino nato non può respirare.

Le paure indicano eloquentemente la presenza di responsabilità per la vita di tuo figlio. Non esiste una garanzia al 100% che tali complicazioni non si verifichino. Tuttavia, il rischio del loro verificarsi può essere ridotto al minimo seguendo tutte le istruzioni dell'ostetrico-ginecologo curante.

L'asfissia si verifica solo nel 4-6% dei neonati.

Paura di partorire troppo in fretta

L'aspetto dello stereotipo nasce grazie alle serie moderne, in cui l'eroina dà alla luce un bambino in 30 minuti. Questo può accadere solo nel 5% dei casi..

Le prime contrazioni si verificano diverse ore prima dell'inizio del neonato. Una donna avrà il tempo di raggiungere la clinica, dove riceverà adeguate cure mediche.

Non capisco che iniziano le contrazioni

Ogni donna è in grado di distinguere combattimenti immaginari da quelli reali. Come farlo - raccontano ai corsi dei futuri genitori.

Paura di dare alla luce un bambino malato

Ci sono diverse ragioni per tali paure:

  • fallimento nel precedente;
  • gravidanza di una donna di età superiore ai 35 anni;
  • malattie genetiche esistenti nei familiari;
  • bere e fumare durante la gravidanza.

Quanto sopra non garantisce la nascita di un bambino malato. È inaccettabile andare in cicli in questo.

Con le malattie genetiche esistenti, i familiari dovranno parlarne al medico curante e seguire le sue istruzioni in futuro.

Come aiutare

Esistono molti modi per smettere di avere paura del parto. Gli esperti raccomandano alle donne in gravidanza di provarle tutte..

Letteratura

I libri sulla gravidanza contengono le conoscenze richieste. Aiuteranno a modellare l'umore giusto per la futura donna in travaglio, oltre a eliminare la paura.

Forum

Internet ha una vasta selezione di risorse utili per le future mamme.

È bene iscriversi a 2-3 pagine di ostetrico-ginecologi sui social network. Seguire le loro raccomandazioni e i consigli di un importante ginecologo aiuterà a superare la paura del parto e il dubbio.

corsi

In una scuola per donne in gravidanza, gli psicologi daranno consigli su come non avere paura del parto. Durante i corsi, puoi raccontare agli altri partecipanti la propria esperienza nell'eliminare la tocofobia. Racconteranno anche molte storie su metodi efficaci per sbarazzarsi delle ansie prenatali..

Sostegno ai propri cari

Un impatto significativo sullo stato psico-emotivo della futura mamma è fornito dal sostegno dei propri cari. È consigliabile che marito, genitori e fidanzate abbiano pazienza, oltre a sostenere moralmente una donna che si trova in una posizione "interessante".

Altri metodi

Esistono altri metodi per combattere la tocofobia:

  • creare un atteggiamento positivo;
  • varietà del proprio tempo libero;
  • rifiuto della caffeina, perché il suo alto contenuto aumenta l'eccitabilità del sistema nervoso centrale.

Cosa non fare

Nella lotta contro le ansie prenatali, le seguenti misure sono inaccettabili.

  1. Automedicazione con antidepressivi.
  2. Leggere articoli e ascoltare storie che hanno dato alla luce "amici" in precedenza su una serie di complicazioni.
  3. Consentire pensieri negativi.
  4. Ignorando la frequenza scolastica per le future mamme e i consigli del medico.

Una donna partorisce solo in poche ore. Tutti i dolori alla nascita saranno immediatamente dimenticati, devi solo prendere il tuo bambino.

Assistenza medica

L'80% delle gestanti affronta da solo la tocofobia. Ma ci sono momenti in cui la paura del parto influisce sullo stato mentale generale della futura madre durante il parto. Sta peggiorando sempre di più.

Qui solo uno psicologo può essere in grado. Dovresti prendere un appuntamento con lui in presenza dei seguenti sintomi.

  1. A causa dell'ansia, è problematico concentrarsi sulla risoluzione dei problemi.
  2. Si osserva insonnia persistente..
  3. Ipertensione.
  4. Tachicardia.
  5. Nevrosi.
  6. Eccessiva irritabilità.
  7. tantrums.

La maggior parte degli psicologi accetta in modo anonimo. Il loro appello non dovrebbe essere percepito come qualcosa di vergognoso o oltre.

Su come non avere paura del parto, la futura madre dirà al medico curante quando visiterà la clinica. Aiuteranno un ostetrico-ginecologo qualificato nei forum, nonché un metodologo nei corsi.

Come non avere paura del parto

Come non avere paura del parto? Ogni donna incinta, che si avvicina al parto, è alla ricerca di modi per superare la paura. È naturale avere paura del parto, ma se il parto è la prima volta, in particolare. Dopo aver ricevuto notizie sulla gravidanza, la ragazza prova una vasta gamma di sentimenti. Solo sullo schermo del film questo viene mostrato come estremo piacere, rimani felice, euforia. Tuttavia, in realtà, la persona più matura non è pronta per cambiamenti così drastici. Qui, l'ansia sorge per ogni donna, tenta di prevedere come cambierà la vita, se vale la pena temere il parto, ho paura del dolore durante il parto. Lo sfondo ansioso porta via molta energia, spreca energia.

Allo stesso tempo, l'istinto della maternità è incluso nella donna, il che aiuta a superare l'ansia in connessione con la gravidanza, mentre è più difficile per un uomo. Pertanto, vale la pena aspettare il tempo, offrendo l'opportunità di maturare questo nuovo ruolo genitoriale. Non aspettarti una violenta reazione di gioia da parte di un uomo che porterà presto un padre. Al contrario, comprendi questo, riconosci un importante punto di svolta nella vita, dando il tempo di comprendere con calma l'evento..

Come non aver paura del parto - consigli di uno psicologo

Spesso, dopo aver appreso del futuro aspetto dell'erede, le persone iniziano a preparare vigorosamente la base materiale, a partire dalla ristrutturazione dell'appartamento e terminando con una vacanza in un sanatorio. Tuttavia, gli psicologi si concentrano sul fatto che è importante preparare esattamente lo spazio psicologico interno per l'aspetto del bambino. Per preparare questa base per una nascita facile, uniforme e produttiva, creare e posizionare il tuo albero genealogico in un posto di rilievo, puoi disegnare o anche disegnare il tuo albero genealogico regolarmente. Ciò include anche la trasmissione da parte di mia nonna, ad esempio, di gioielli come segni incarnati di "siamo con te, per te, ti amiamo". In effetti, gli stimoli visivi sono molto importanti, ti daranno forza attraverso l'autocoscienza come parte del genere, la sua continuazione e le leggi della tua gravidanza e della prossima nascita.

Come non avere paura del dolore alla nascita? Impara le tecniche di respirazione e gli sforzi per dare alla luce. Ricorda, per un parto di successo non devi solo aspettare, ma anche essere in grado di aiutare il bambino, anche fisicamente. Portare abilità all'automatismo, che richiede almeno 21 giorni di allenamento.

È diffuso il mito che le donne in gravidanza non debbano preoccuparsi, preoccuparsi che la gravidanza sia un momento in cui è necessario concentrarsi sugli aspetti positivi, non notare nulla di negativo, infatti ignora una parte significativa della vita. Le cattive conseguenze di questo mito sono che con la soppressione delle emozioni negative, diminuisce anche il grado di provare emozioni positive. Se rimuovessimo tutti i negativi dalla vita - non ci sarebbero neanche positivi, rimarrebbe un non emotivo, che spesso porta allo stato di depressione.

Pertanto, è importante sperimentare tutte le emozioni che sono, poiché le emozioni sono segni del bisogno, non sono cattive, buone. Durante la gravidanza, una donna vive più emotivamente tutti gli eventi della vita. Quando una donna rimane incinta, l'attività della corteccia del suo cervello, il nuovo cervello, si riduce, che è responsabile del pensiero razionale. Allo stesso tempo, la dominante della gravidanza appare nelle strutture subcorticali del cervello - il fulcro dell'eccitazione, che vedremo trasformando la donna in una risonanza magnetica. Tali strutture subcorticali sono attivate come l'ipofisi, ipotalamo, che sono strettamente associati al sistema limbico, che è responsabile delle emozioni. Quando riduciamo la quantità di emozioni, le sopprimiamo: anche l'ipofisi e l'ipotalamo diminuiscono la loro attività e con esse viene ridotta la quantità di ormoni necessari per una gravidanza sana.

Pertanto, è importante vivere tutto ciò che sta accadendo; è importante non ignorare nessuno degli aspetti della vita. Se le emozioni emergenti sono complesse, difficili da sopravvivere, come dolore, risentimento, colpa, paura, vergogna, disgusto - non dovresti far finta che non ci siano, ma trovare il modo in cui riesci a interagire con loro, interagire, viverle, trovare quelle persone chi ti capirà e sarà in grado di condividerli con te. Va bene se sono persone vicine, ma se non sono in grado di fornirti supporto psicologico, senza valutare, senza giudicare, senza consigliare ciò che dovresti fare, mentre non lo chiedi, puoi chiedere a uno psicologo, psicoterapeuta, doule.

Come non avere paura del parto? Il consiglio degli psicologi su questo argomento è il seguente: non cercare di diventare meno preoccupato, sensibile. Al contrario, la gravidanza è un processo in cui molte emozioni fluttuano sulla superficie della coscienza. Spesso questi sono sentimenti precedentemente soppressi che ora ti rendono consapevole di te stesso a causa di un cambiamento nel background ormonale - cambiamenti fisiologici naturali. Non ignorare, cerca modi per vivere e trasformare queste emozioni. Molto spesso, una donna incontra paure, dubbi, insicurezza durante la gravidanza.

"Ho paura del dolore durante il parto", realizza la donna. Di fronte alla domanda su come smettere di avere paura del parto, non è utile chiudere gli occhi ai propri sentimenti, pensando che tutto passerà, sarà risolto e, al contrario, è utile guardare in questa direzione, interagire con quelle esperienze che si presentano, riconoscendosi più profondamente. La vera preparazione psicologica consiste nel lavorare con i nostri sentimenti complessi, che possono verificarsi durante la gravidanza, nel riconoscersi in gravidanza, nel parto - quali sono i miei atteggiamenti e le mie introiezioni al riguardo.

Forse la coscienza ti dice una cosa: come vuoi un bambino, quanto è sano e bello, ma le emozioni ti dicono qualcos'altro, hai paura, non hai sentimenti semplici, non molto piacevoli. Forse alcune credenze sul parto che hai imparato durante la tua infanzia, l'esperienza di qualcun altro che si sovrappone alla tua percezione della gravidanza, paure irrazionali su te stesso, sul bambino o sul processo di nascita nel suo insieme verranno fuori. La preparazione psicologica aiuterà anche a risolvere la complessità della relazione, idealmente, cosa dovrebbe essere fatto prima del parto, in modo che durante la gravidanza non comporti conseguenze. Vale la pena stabilire relazioni con la famiglia, sia la famiglia tua che quella del marito, e persino con gli amici.

La gravidanza si confronta con una donna con se stessa, con la sua vita genuina ti troverai più vicino a te stesso, alla tua essenza femminile, alla tua realizzazione nella maternità, al tuo corpo, alla naturalezza. Forse ti sentirai più selvaggio, istintivo, emotivo, aperto, femminile. Presta attenzione ai segnali che provengono dall'inconscio, dal corpo, perché conoscere te stesso è sempre interessante ed eccitante, ciò che la gravidanza aiuta, come nient'altro, a usarlo come risorsa.

Come sintonizzarsi durante il parto e non aver paura?

Come smettere di avere paura del parto? Innanzitutto, determina cosa ti spaventa in modo specifico, dal momento che tutte le donne hanno paura di cose diverse. Qualcuno ha paura del dolore nelle contrazioni, un altro si preoccupa che a casa tutto non sia pronto per far apparire il bambino, il terzo è nervoso per come si prenderà cura del bambino da sola, perché suo marito lavora costantemente, i genitori, ad esempio, vivono lontano. Il significato, al fine di capire di cosa hai esattamente paura, è contenuto non solo sedendoti e temendo ulteriormente, ma facendo tutto ciò che è in tuo potere per evitarlo. Se sei preoccupato per il dolore nelle contrazioni, scopri quali tecniche di respirazione e posture aiuteranno ad alleviare le contrazioni. Se hai paura che non sarai in grado di affrontare da solo la cura del bambino, trova una tata che ti aiuterà nelle prime fasi. Avendo fatto tutto il necessario, ti sentirai molto più calmo.

Come non avere paura del parto e del dolore? La seconda raccomandazione è di non ascoltare i tuoi amici, i conoscenti delle storie, come hanno partorito. Dopotutto, non tutti gli amici comprendono che sei interessato a come sono state risolte le loro nascite. Lo saprai con l'obiettivo di calmarti. Un amico comprensivo ti preparerà in modo positivo, ma molti, al contrario, amano abbellire quello che è successo. Tuttavia, non puoi ancora sapere come sia successo tutto, e non ha senso ascoltare queste storie. Il parto è almeno un processo individuale e il tuo parto non sarà simile a qualsiasi parto dai tuoi amici, ma differirà anche dalla nascita di tua madre quando sei nato.

Ho paura del parto, cosa devo fare? Limitati alle storie di come qualcuno ha partorito, non dovresti guardare un video con i dettagli del processo o leggere i forum delle madri tenute di recente, in cui tutti condividono le loro complicazioni. Perché quelli che hanno fatto bene non stanno semplicemente lasciando feedback sui forum. Se, naturalmente, vuoi avere informazioni importanti sui precursori del parto, come riconoscere le contrazioni, ottenerle da fonti affidabili.

Se una donna si trova ad affrontare il problema "Ho paura della gravidanza e del parto", i corsi specifici per le donne in gravidanza affronteranno questo problema nel migliore dei modi. Ci sono sia lezioni retribuite che lezioni gratuite alla consultazione delle donne dello stato. Ti diranno in modo competente come avviene l'intero periodo della gravidanza e del processo di nascita, puoi porre domande ai medici, alle ostetriche, riempiendo così le lacune nella comprensione di cos'altro potresti avere. È importante garantire un background di informazioni positive. Dopotutto, colui che ha padroneggiato le informazioni - possiede il mondo.

La prossima raccomandazione è preparare tutto per il giorno della nascita. Cominciando con una borsa per un viaggio durante i combattimenti in ospedale e finendo con scoprire tutto sull'ospedale stesso. Fai un viaggio in anticipo, determina il percorso ottimale in diversi momenti della giornata, nota quanto tempo ci vorrà per arrivarci. Nell'ospedale di maternità, visitare la giornata aperta o chiedere un tour, mostrarti la stanza di maternità, i reparti, conoscere il medico, l'ostetrica, fare tutte le domande in anticipo prima del parto. E quando iniziano i combattimenti, chiami semplicemente il dottore, si dirigerà verso l'ospedale e saprai sicuramente cosa dovresti fare. Prova a cucinare tutto ciò di cui hai bisogno in modo da poter semplicemente scorrere le voci dell'elenco, fare le valigie con calma e sentirti sicuro.

Come sintonizzarsi durante il parto e non aver paura? Quando tutto è pronto, cerca di distrarti il ​​più possibile dal pensare alle nascite future. Dopotutto, ci saranno sempre molte cose che devono essere rifatte prima del parto, che non ti lasceranno il tempo di preoccuparti. Immagina il giorno della nascita non come un giorno difficile, ma un giorno, anche se pieno di lavoro, ma bellissimo, che ti porterà una ricompensa enorme. Le donne che hanno già superato il processo di maternità ricordano esattamente il momento dell'incontro con il bambino, che non può essere paragonato a nulla, le emozioni di gioia ti sopraffanno. Immagina anche come festeggerai questo compleanno ogni anno, come lo ricorderai con gioia. Registra un video per il bambino, che può quindi guardare, chiedi a tuo marito di farti un regalo significativo, che stavi aspettando: rendere questa giornata una vacanza. Quindi avrai una gioiosa anticipazione di questo giorno, contando i giorni fino alla data pianificata anziché avere paura.

Come sopravvivere al parto se hai molta paura del dolore?

Dovrei avere paura del parto? È possibile influenzare il dolore di una donna durante il parto, la paura del dolore? Gli esperti dicono che non dovresti avere paura del parto, al contrario, raccomandano di prepararsi per loro. Il corpo di una donna è spesso paragonato a uno strumento musicale, come una chitarra. Per far suonare bene questo strumento durante il parto, è necessario configurarlo correttamente.

Come non avere paura del parto? Il consiglio degli psicologi su questo argomento è il seguente: stiamo preparando il corpo per la nascita imminente, dovrebbe essere morbido, rilassato, perché se il tuo corpo contiene molta tensione, questo non fa che peggiorare il dolore. Pertanto, durante la gravidanza, soprattutto prima del parto, è necessario padroneggiare semplici esercizi universali per il rilassamento e l'allungamento muscolare. Impara a respirare correttamente, perché la nostra solita respirazione quotidiana non è sufficiente per il parto, è necessario aumentare la capacità polmonare, regolare la respirazione superiore, respirazione inferiore, respirazione completa.

È necessario capire cos'è la respirazione di trance, perché il parto è un processo di trance. Con una corretta respirazione, puoi regolare il dolore durante il parto. Non è vano che le nostre nonne avessero le capacità per votare, perché una donna urla di parto, ma questo non è un pianto ordinario, abbiamo bisogno del potere della voce, per il quale la voce dovrebbe essere aperta, sviluppata. Ci sono anche canzoni tribali speciali. Scopri i punti chiave riflessi per un'esposizione efficace. In genere, le donne in travaglio si aggrappano alla parte bassa della schiena nelle contrazioni, il che è corretto, perché è nella zona della parte bassa della schiena che ci sono molti punti che si sovrappongono al sistema riproduttivo. Possono anche essere influenzati da coloro che aiutano nel parto, nel massaggio, nell'accarezzare, nel toccare, ciò che deve essere appreso.

Durante la gravidanza, una donna può avere paura di avere una bassa soglia di sensibilità, pensando che poi è semplicemente condannata a un forte dolore alla nascita. Le donne sono anche più dolorose degli uomini e le donne incinte sono più dolorose delle non gravide. Di fronte a questa esperienza, una donna può pensare al dolore ogni giorno, vivere in tale paura, programmando se stessa per il futuro parto doloroso. I fisiologi spiegano che solo il 10% di ciò che sentiamo come dolore è un'irritazione dei recettori del dolore. Anche nell'utero, nella cervice, ci sono pochissimi recettori. Quasi tutti i recettori uterini dolorosi sono concentrati dove la cervice passa nell'utero - nell'istmo. E il dolore si sentirà quando il bambino passa in questo posto, irritando questi recettori con la testa. Il restante 90% della sensazione di dolore è nella testa. Ad esempio, le donne con sottosviluppo del cervello, la microcefalia, partoriscono senza soffrire - proprio perché non vivono questo dolore così profondamente nella mente, non rimangono in attesa di dolore durante la gravidanza e, di fronte a esso, provano semplicemente questo dolore puramente come sensazioni fisiche. Inoltre, secondo le statistiche, il 4% delle donne sperimenta un orgasmo durante il parto e non il dolore. Forse appartieni a questo gruppo?

Ho paura dell'inizio del travaglio, cosa dovrei fare? La prima cosa che ha senso fare per ridurre la paura del dolore è non resistere a questa informazione, l'evento futuro. Superata la resistenza psicologica, anche la soglia della sensibilità al dolore può essere cambiata, perché questo è un parametro fisiologico. Quando hai muscoli deboli, vale la pena allenarsi e diventeranno forti ed elastici.

Pensa anche se vuoi davvero liberarti delle paure. Dopotutto, secondo la legge psicologica, ogni azione ha un beneficio secondario. Forse è così che puoi manipolare i compiti, sottolineando quale evento terribile dovresti sopravvivere? Quindi si sentiranno in colpa davanti a te e proveranno a rimediare. Oppure ti considereranno un'eroina e loderanno ciò di cui potresti aver bisogno se la lode non fosse sufficiente durante l'infanzia. Tuttavia, avendo esaminato questi benefici secondari in modo più approfondito, si scopre che non sono così redditizi, poiché distruggono la tua relazione e non consentono loro di essere genuini..

Un'altra interessante regolarità del lavoro del nostro cervello è che registra ciò che pronunciamo. Se discutiamo continuamente di quanto doloroso, cattivo e terribile sarà per noi, allora il cervello accetta queste informazioni e quindi ricrea questa immagine durante il parto. Secondo le raccomandazioni degli specialisti della PNL, le parole con un messaggio negativo dovrebbero essere sostituite, ad esempio, non con una "lotta dolorosa", ma con una "lotta forte, efficace, buona che porta alla divulgazione". Comprendere e dire che più forte è la tua lotta, migliore e più veloce il bambino avanzerà per incontrare il mondo e con te aiuterai te stesso e lui.

Vale la pena conoscere la capacità del corpo di espellere farmaci naturali, endorfine ed enkefaline che, entrando nel flusso sanguigno, sembrano annebbiare la mente, riducendo il dolore. Pertanto, durante le contrazioni, ti farai inizialmente male, ma dopo alcuni, inizierà lo sviluppo di antidolorifici naturali, che attenueranno la percezione del dolore. Puoi anche aiutare a ridurre il dolore, tu stesso, lavorando con il corpo nel processo di nascita, ascoltandolo, il bambino.

Quindi, cosa decidi - di passare molte ore ad aspettare, nel timore del dolore, o a lavorare attivamente su te stesso per dare una nuova e meravigliosa persona al mondo? La scelta è chiara, ovvia. E puoi davvero sintonizzare il tuo corpo, la tua coscienza in modo che suonassero durante il parto una bellissima canzone.

Autore: psicologo pratico Vedmesh N.A..

Relatore del centro psicologico medico PsychoMed

Up