logo

Ci sono una serie di ragioni per cui una madre che allatta può provare dolore al petto. Accade così che anche dopo aver allattato il bambino, la madre che allatta abbia un seno dolorante e la temperatura. Di solito la causa può essere risolta abbastanza rapidamente se si ottiene l'aiuto giusto..

Cosa fare se il cancro al seno in una madre che allatta

Ecco come affrontare alcune delle cause più comuni di dolore toracico durante l'allattamento..

Ingorgo mammario

L'ingorgo mammario è una condizione in cui per qualche motivo il seno diventa eccessivamente pieno. Possono essere sentiti pesanti, tesi e dolorosi. Una volta questo era considerato una parte normale dell'inizio dell'allattamento al seno, ma al giorno d'oggi non è così. Nei primi giorni di alimentazione, il carico può essere causato dal fatto che il latte entra nel seno e il neonato non consuma quanto serve.

I neonati devono essere nutriti poco e spesso. Potrebbero essere necessari diversi giorni per fornire latte in base alle esigenze del bambino. Se il bambino non è ben attaccato al petto, può essere difficile per lui prendere il latte quando il petto è diventato ruvido. Il capezzolo può diventare leggermente disteso e appiattito e forse doloroso..

I neonati devono essere nutriti poco e spesso

Se, per questo motivo, la ghiandola mammaria fa male durante l'allattamento, vale la pena cercare l'aiuto di specialisti per aiutare il bambino ad attaccarsi più efficacemente al seno. Un bambino di solito sa quando ha bisogno di cibo, per quanto tempo e con quali seni. I primi segni (segnali) che il bambino è pronto per l'alimentazione possono includere:

  • movimenti oculari rapidi;
  • inserendo le dita nella bocca;
  • girandosi di lato con la bocca aperta, come in cerca di un petto;
  • ansia.

Il pianto è l'ultimo segno che il bambino ha bisogno di essere nutrito. Dargli da mangiare prima che pianga spesso porta a una dieta molto più rilassata..

Per alleviare il disagio, oltre all'allattamento al seno, puoi provare a rimuovere manualmente una piccola quantità di latte materno.

Questi suggerimenti possono anche aiutare:

  1. Indossa un reggiseno allattamento che non limiti il ​​seno.
  2. Applicare foglie di cavolo refrigerate sul petto dopo l'alimentazione o la decantazione per ridurre il dolore e il gonfiore.
  3. Prendi il paracetamolo o l'ibuprofene alla dose raccomandata per alleviare il dolore. Sono sicuri per l'allattamento..

Troppo latte materno

A volte le donne producono troppo latte materno e i loro bambini fanno fatica a farcela..

È meglio che un'ostetrica, un medico o uno specialista dell'allattamento al seno controlli il mangime per scoprire perché ciò sta accadendo. Possono anche suggerire modi per ridurre la produzione di latte..

Canali del latte materno bloccati

Le ghiandole mammarie nel torace sono divise in segmenti, come in un'arancia. I tubi stretti chiamati condotti trasferiscono il latte da ciascun segmento al capezzolo.

Se uno dei segmenti non si fonde correttamente durante l'alimentazione (forse perché il bambino non è attaccato correttamente), ciò può portare a un canale bloccato. Puoi sentire un piccolo nodulo al petto e quindi l'allattamento al seno fa male durante l'allattamento.

Le ghiandole mammarie nel petto sono divise in segmenti, come in un'arancia.

Vale la pena indossare tali abiti o reggiseni in modo che il latte scorra liberamente da ogni parte del torace..

Altre cose che possono aiutare includono:

  • alimentazione frequente del seno colpito;
  • doccia calda per stimolare il flusso;
  • Massaggia delicatamente i sigilli verso il capezzolo mentre il bambino sta mangiando.

È importante trattare il canale bloccato il più rapidamente possibile, perché se lo lasci, può portare alla mastite..

Infezioni al seno durante l'allattamento

Tordo

Il dolore al petto e ai capezzoli durante l'allattamento può talvolta verificarsi a causa del mughetto (infezione da candida). I neonati possono anche sviluppare mughetto in bocca..

Le infezioni a volte si verificano quando i capezzoli vengono screpolati o danneggiati. Ciò significa che un fungo candida che provoca mughetto può entrare nel capezzolo o nel torace..

L'infezione può verificarsi anche dopo che la madre o il bambino hanno assunto antibiotici. Possono ridurre la quantità di batteri benefici nel corpo e far fiorire il fungo candida..

I neonati possono sviluppare mughetto in bocca

Segni di mughetto nelle donne durante l'allattamento:

  • dopo l'alimentazione, la ghiandola mammaria fa male;
  • il dolore è piuttosto grave e dura fino a un'ora dopo ogni poppata.

Se la madre o il bambino hanno il mughetto, dovranno essere trattati contemporaneamente in modo che l'infezione non venga trasmessa tra di loro. Può anche essere distribuito ad altri membri della famiglia..

Mastite

La mastite è una malattia che provoca dolore e infiammazione del tessuto mammario. Questo è più comune nelle madri che allattano, di solito durante i primi 3 mesi.

Se la mastite è causata dall'allattamento al seno, i medici possono chiamarla mastite lattica o postpartum..

La mastite di solito si verifica in un solo seno e i suoi sintomi si sviluppano rapidamente. I segni di mastite possono includere:

  • un'area rossa e gonfia sul petto che può essere calda e dolorosa al tatto;
  • la madre che allatta fa male alla ghiandola mammaria senza compattazione;
  • aree rigide al petto;
  • bruciore al petto, che può essere continuo o può verificarsi solo durante l'allattamento;
  • il capezzolo può essere bianco o contenere striature di sangue.

La mastite è una malattia che provoca dolore e infiammazione del tessuto mammario.

Contatti il ​​medico il prima possibile se una donna può avere la mastite. Può portare a una raccolta dolorosa di pus (ascesso mammario), che può essere necessario rimuovere chirurgicamente.

Durante l'allattamento, la mastite è spesso causata dall'accumulo di latte nel seno. Questo si chiama stasi del latte. Il ristagno al petto può verificarsi per diversi motivi, tra cui i seguenti:

  • il bambino non si attacca correttamente al seno durante l'alimentazione;
  • il bambino ha problemi di suzione;
  • alimentazione rara o insufficiente.

In alcuni casi, questa stagnazione del latte può anche essere infettata da batteri. Questa malattia si chiama mastite infettiva..

La ghiandola mammaria fa male nella madre che allatta - niente foche

Nessun trattamento può essere richiesto se i sintomi sono lievi e non ci sono grumi nel petto. Molte donne si calmano, sapendo che il dolore ciclico al torace non è un sintomo di cancro o di una grave malattia al seno. Il problema potrebbe scomparire da solo entro 3-6 mesi.

Se il dolore è più grave o può peggiorare più del solito, le opzioni di trattamento comprendono:

  1. Sostieni il tuo petto. Indossa un reggiseno ben mantenuto quando senti dolore. Meglio evitare reggiseni con una bretella. Indossa un reggiseno sportivo quando ti alleni. Il reggiseno imbottito di notte può aiutarti a dormire più comodamente.
  2. Antidolorifici e antidolorifici antinfiammatori, come il paracetamolo o l'ibuprofene. Assumere regolarmente nei giorni in cui il torace è dolente.
  3. Farmaci antinfiammatori non steroidei topici (FANS), come diclofenac topico o ibuprofene.
  4. Una pillola contraccettiva o una terapia ormonale sostitutiva (TOS) possono complicare il dolore toracico. Altri medicinali possono anche peggiorare il dolore toracico ciclico, come alcuni antidepressivi e alcuni farmaci per la pressione sanguigna..
  5. Farmaci per bloccare gli ormoni. Farmaci come danazolo, tamoxifene e iniezioni di goserelin possono alleviare il dolore nella maggior parte dei casi. Questi medicinali agiscono diminuendo o bloccando gli effetti degli ormoni femminili come gli estrogeni..

Inizia l'allattamento al seno: i problemi più comuni

Come affrontare il dolore e le crepe?

Ostetrico-ginecologo Tatyana Oboskalova, MD

Dietro alla gravidanza e al parto c'è un test difficile per tutti i sistemi e gli organi di una donna. Ora il corpo è sintonizzato su un nuovo processo: l'allattamento al seno. Un ostetrico-ginecologo con l'esperienza di rispondere alle domande che sorgono dalle donne in travaglio.

  • Il petto si gonfia e fa molto male. Come ridurre il dolore?
  • Devo usare i tiralatte? Quante volte?
  • Si sono formate crepe sui capezzoli, mentre si nutre fa male alle lacrime. Cosa fare?

Inutile dire che nella maggior parte dei casi è difficile per una giovane madre. Un bambino è felicità, ma la realtà porta le sue correzioni a esperienze gioiose. Vivere in obbedienza ai bisogni di una minuscola creatura è difficile. Soprattutto quando il dolore spiacevole si insinua in un mucchio di preoccupazioni.

Nei primi giorni dopo la nascita, il seno può gonfiarsi e ferirsi - questo è dovuto alla comparsa del latte. Se il torace è duro e dolente, ciò è generalmente dovuto al fatto che la ghiandola mammaria ha prodotto troppo latte e si è verificato un ristagno. Tali problemi al seno possono verificarsi sia immediatamente dopo il parto sia durante i primi mesi di allattamento. La migliore medicina in questo caso sarà il bambino stesso, che dissolverà il seno meglio di qualsiasi tiralatte. Più spesso metti il ​​bambino sul petto, meno gonfiore si verifica. Nel tempo, le vampate di calore del latte iniziano a coincidere con la necessità del bambino di allattare al seno. Ma succede anche che un bambino cerca di succhiare il latte, ma non ci riesce, diventa irrequieto e inizia a piangere. In questo caso, devi massaggiare leggermente il seno ed esprimere il latte stesso - con le mani o con l'aiuto di un tiralatte. Tuttavia, i moderni esperti dell'allattamento al seno ritengono che la causa di vari problemi con le ghiandole mammarie sia l'attaccamento errato del bambino al seno.

Ricorda che la presa corretta del capezzolo è quando il capezzolo tocca il palato. In questo caso, il seno dovrebbe "guardare" con il capezzolo non nella bocca del bambino, ma nel palato, il che consentirà al bambino dal basso di catturare una parte molto più grande del torace che dall'alto. La bocca del bambino dovrebbe essere spalancata e la lingua dovrebbe trovarsi sulla gomma inferiore e sporgere liberamente dalla bocca. L'areola del capezzolo è quasi tutta nella bocca del bambino, mentre il mento del bambino gli tocca il petto.

Un caso speciale è una briglia corta, che può causare una presa dolorosa del capezzolo a causa della sua forte compressione da parte delle gengive del bambino. In questo caso, ha senso consultare il pediatra in merito all'approccio ottimale per mettere il bambino al petto.

Non è necessario applicare impacchi riscaldanti, fogli di cavolo e bardana alle ghiandole mammarie. Un impacco caldo aumenterà solo la corsa del latte e non ci saranno effetti su cavolo e bardana.

Nel caso della lattostasi (la cosiddetta stagnazione del latte nel petto), è necessario applicare una vescica ghiacciata alla procedura per ripetere più volte a intervalli. Le donne e soprattutto le loro madri credono che in questo modo si possa "congelare" il seno, ma non è così.

Il freddo restringerà il lume dei vasi sanguigni che alimentano i lobuli della ghiandola mammaria, portando a una riduzione della produzione di latte. Inoltre, vengono create condizioni favorevoli per lo sviluppo di microbi nella ghiandola mammaria stagnante, che può causare infiammazione della ghiandola mammaria - mastite. Il freddo in ogni momento viene utilizzato per limitare il processo infiammatorio in qualsiasi organo. Pertanto, non abbiate paura di usare il ghiaccio in misura ragionevole..

Se devi ancora ricorrere a un metodo di svuotamento del seno, allora la preferenza dovrebbe essere data a un tiralatte di qualità, progettato in modo da simulare la cattura dell'areola e del capezzolo, come fa un bambino.

Se non c'è tiralatte ed esprimi il seno, devi farlo con le mani assolutamente pulite in una ciotola pulita, premendo con le dita non sull'areola o sul capezzolo, ma sull'area vicino all'areola, poiché è qui che il latte si accumula in serbatoi peculiari - vuoti - ed è da qui attraverso i condotti entra nel capezzolo. Alcune donne sono così zelanti da strofinare le abrasioni sulla pelle delle ghiandole mammarie, il che è molto indesiderabile, poiché l'abrasione sulla pelle è un modo per l'infezione di penetrare in profondità nel seno.

Un altro problema abbastanza comune sono le crepe dei capezzoli. Il corretto attaccamento al torace è prevenzione e questo spiacevole problema. La causa delle crepe può essere la cura analfabeta delle ghiandole mammarie, inclusa la loro "disinfezione" delle sostanze contenenti alcol. Un altro motivo - la mancanza di vitamine nel corpo di una giovane madre, che è necessario per mantenere l'elasticità della pelle, la sua resistenza alle infezioni e anche per una rapida guarigione dei microtraumi - stiamo parlando di vitamine A, B, C, D ed E. Tuttavia, possono verificarsi crepe anche nel caso di corretto attaccamento al petto e cura adeguata. Ma con la pelle molto delicata e sensibile del capezzolo, di norma, questo accade nel periodo iniziale dell'allattamento al seno (in seguito la pelle si ingrossa e le crepe scompaiono).

Gel e pomate contenenti vitamina B possono essere usati per trattare le crepe dei capezzoli dopo ogni poppata, mentre idratanti contenenti lanolina pura aiuteranno a ripristinare l'elasticità della pelle del capezzolo. Ma la crepa non guarirà in un giorno e il bambino ha bisogno di essere nutrito, quindi puoi usare cuscinetti speciali sui capezzoli, che ripetono completamente la loro forma, sono fatti di materiale elastico e igienico, consentono al bambino di eseguire movimenti di suzione completi senza causare ulteriore trauma alla madre. Tali dispositivi aiutano a evitare l'irragionevole rifiuto delle donne dall'allattamento al seno..

Per l'igiene delle ghiandole mammarie, è più consigliabile utilizzare gel speciali per le madri che allattano e, per il momento, eliminare il sapone, in ogni caso, assicurarsi che non salga sui capezzoli teneri. I bagni d'aria, il massaggio leggero, cioè quelle misure che sono state utilizzate nel periodo prenatale per allenare i capezzoli, sono adatti ora, ma già per prevenire la formazione di crepe. I reggiseni dovrebbero essere acquistati speciali per le donne che allattano, poiché sono realizzati con materiali igienici che permettono alla pelle di "respirare", hanno spalline larghe e tazze voluminose che non schiacciano i vasi sanguigni e il tessuto ghiandolare. Si consiglia di cambiare il reggiseno ogni giorno, altrimenti si può infettare se stessi e il bambino.

Durante la prossima visita del pediatra, chiedigli una domanda relativa alle condizioni del tuo torace. Sicuramente ti verrà fornito un aiuto tempestivo e sarai in grado di far fronte alle condizioni dolorose..

Per domande di carattere medico, assicurati di consultare prima il medico.

Otto cause di dolore al seno in una madre che allatta

Il dolore durante l'alimentazione di un bambino non è la norma. L'allattamento non deve essere associato a disagio e sofferenza. In questo periodo le donne che allattano ricordano con calore e tenerezza. Solo nelle prime fasi della formazione dell'epatite B le madri a volte provano spiacevoli sensazioni. Con una corretta organizzazione dell'allattamento al seno, scompaiono entro pochi giorni dalla nascita e non si ripetono più..

Inizio dell'allattamento

Durante la gravidanza, le ghiandole mammarie si preparano per l'allattamento. In essi si verificano gravi cambiamenti: aumento dei lobi, espansione dei dotti, aumento del grasso sottocutaneo. La donna nota che i suoi seni sono più grandi e più sensibili.

Pochi minuti dopo la nascita del bambino, viene applicato per la prima volta sul seno della madre. Una madre che allatta in questo momento può provare disagio, che a volte forma un'idea distorta di GV e fa abbandonare una donna. Tra pochi giorni, il disagio scomparirà e l'allattamento causerà emozioni positive..

Perché è doloroso allattare al seno nei primi giorni dell'HB:

  • Un forte e rapido afflusso di latte materno. Poiché l'allattamento non è stato ancora stabilito, si verifica una rapida produzione di colostro durante la suzione. Nelle donne, queste sensazioni sono associate a pressione, pienezza, formicolio. Le madri particolarmente sensibili possono parlare di dolore. Nei primi mesi, le vampate di calore si verificano senza applicazione, quindi la donna avverte anche disagio tra le poppate.
  • Adattamento dei capezzoli. La pelle dell'areola delle ghiandole mammarie è sottile, delicata e sensibile. Quando il bambino la cattura e fa intensi movimenti delle gengive, la madre sente dolore. In genere, tali reclami persistono per non più di 1-2 settimane. Abbastanza rapidamente, la pelle si adatta all'HB, diventa più ruvida e meno sensibile. Con la corretta organizzazione delle poppate, il periodo di adattamento passa all'allattamento al seno confortevole.

Se il dolore al seno si verifica durante l'allattamento per un lungo periodo, è necessario consultare uno specialista dell'allattamento al seno o consultare un mammologo. A volte la causa di sensazioni spiacevoli sono patologie che richiedono cure mediche.

Le sensazioni dolorose si verificano spesso con un'organizzazione impropria dell'allattamento al seno, quando la donna commette errori.

Impugnatura del capezzolo errata

I consulenti per l'allattamento sottolineano che la causa più comune di fastidio al seno in una madre che allatta è la posizione errata del bambino. Quando il bambino non cattura completamente l'alone, il capezzolo viene inserito tra le gengive. Il bambino sembra masticarlo, il che provoca le sensazioni dolorose della madre. Le donne affrontano con successo questo problema di epatite B. Basta vedere e capire come applicare correttamente il bambino.

Se non riesci a far fronte al problema da solo, dovresti consultare un consulente per l'allattamento.

Il capezzolo durante l'alimentazione deve essere immerso nella bocca del bambino. È necessario assicurarsi che il bambino catturi quasi completamente l'areola. Se una madre che allatta ha un dolore al petto a causa di un attaccamento improprio, i seguenti suggerimenti aiuteranno a liberarsi del disagio:

  • Attendi che il bambino apra la bocca per afferrare il capezzolo. Quando il bambino ha fame, devi tenere un capezzolo sul labbro inferiore. Il bambino apre di riflesso la bocca e la mamma può inserire correttamente il capezzolo.
  • Posiziona il bambino più vicino al petto. Ciò gli fornirà una presa corretta e confortevole. È meglio applicare il bambino sdraiato e in posa "dall'ascella". In questa posizione, la tecnica di presa corretta è più facile da seguire..
  • Se il bambino non riesce a catturare completamente il capezzolo, è necessario stringere l'alone con le mani. Il pollice dovrebbe essere in alto e l'indice in basso. In uno stato compresso, inserire il capezzolo nella bocca del bambino. Dopo l'aspirazione, l'alone si riprenderà da solo.

Una corretta applicazione aiuta non solo a liberarsi del dolore ai capezzoli durante l'alimentazione. Una cattura completa degli aloni impedisce al bambino di deglutire aria, riduce il rischio di coliche e sottopeso. Inoltre, l'attacco corretto è la prevenzione delle crepe del capezzolo e di altri problemi con le barre del latte durante l'allattamento.

Crepe e altri problemi con i capezzoli

Se i capezzoli sono doloranti durante l'allattamento, è necessario stabilire la causa del disagio. Spesso le donne usano unguenti e oli per curare le crepe. Se selezionati correttamente, aiutano bene, perché hanno un effetto antinfiammatorio e accelerano la rigenerazione cellulare. Ma se non elimini la causa delle crepe, gli agenti curativi saranno inefficaci.

Dolore toracico con HS durante l'applicazione del bambino a causa delle seguenti circostanze:

  • Allegato errato. Se il bambino cattura parte del capezzolo, blocca la pelle delicata tra le gengive. Poiché i movimenti di suzione diventano più intensi ogni giorno, i tessuti molli vengono danneggiati meccanicamente. Ciò provoca dolore insopportabile nella madre e talvolta provoca il rifiuto dell'HB.
  • Cura del seno eccessiva. Se lavi spesso il seno con sapone, la superficie del capezzolo si asciugherà. In questa parte viene rilasciato del lubrificante che impedisce la formazione di crepe. Pertanto, i medici raccomandano di lavare il seno solo durante la doccia una volta al giorno e non dopo ogni applicazione del bambino.
  • Interruzione forzata dell'alimentazione. Se la madre ha bisogno di prendere il seno dal bambino, devi inserire la punta di un mignolo pulito nella sua bocca. Il bambino rilascerà il capezzolo da solo. Non puoi scuotere bruscamente, perché il bambino si attacca tenacemente al petto e i movimenti rapidi portano a danni ai tessuti molli. Una forte estrazione del capezzolo dalla bocca del bambino porta non solo al dolore, ma anche al sanguinamento.

Lattostasi e mastite

L'allattamento al seno può essere dovuto alla lattostasi. La patologia è accompagnata dalla formazione di sigilli, arrossamenti, disagio nell'area problematica. Ciò è dovuto al ristagno del latte. Le ragioni sono le seguenti:

  • La ricerca di volumi crescenti di latte. Espressioni frequenti e irragionevoli fino all'ultima goccia, l'uso di tè e droghe lactogonous portano alla lattostasi..
  • Tecnologia del regime GV. Se la madre limita il bambino alla durata dell'applicazione e dà il seno a ore, allora ha un aumentato rischio di lattostasi.
  • Spremere il petto. Può essere causato da biancheria stretta. Inoltre, durante l'allattamento al seno, le madri a volte tengono il seno con le mani e stringono i dotti con le dita, rendendo difficile il latte.
  • Lesioni al seno Possono essere freschi o verificarsi in passato. Forti effetti meccanici sul seno aumentano la probabilità di lattostasi..

Nel trattamento della lattostasi, il punto principale è applicare su richiesta e seguire la corretta tecnica di alimentazione. La formazione di sigilli non deve essere consentita. Per renderli più veloci, dovresti mettere il bambino con il mento nella direzione del "bernoccolo". Il bambino sarà in grado di dissolvere rapidamente il nodulo e ripristinare la pervietà del condotto. Per espandere i condotti, si consiglia di fare prima una doccia calda e massaggiare il petto con movimenti delicati.

La mastite è una malattia infiammatoria delle ghiandole mammarie di origine infettiva. Con lo sviluppo della mastite, una madre che allatta ha forti dolori al petto, gonfiore e secrezione purulenta dai capezzoli. Crepe nei capezzoli, lesioni dei tessuti molli, lattostasi diventano provocatori. Un'infezione penetra nel tessuto danneggiato, che alla fine porta alla formazione di un ascesso. La mastite è trattata da un medico. Se la situazione lo richiede, a una donna vengono prescritti agenti antibatterici di azione sistemica.

Candidosi

Una donna che allatta ha sempre il rischio di sviluppare il mughetto. Un segno caratteristico della candidosi è un rivestimento bianco sulla superficie del capezzolo, crepe dolorose, arrossamenti e prurito.

Nella maggior parte dei casi, un problema simile si verifica in un bambino nella cavità orale. Il bambino diventa lunatico, dorme male. Durante l'allattamento, puoi liberarti del mughetto abbastanza rapidamente, ma per questo è necessario visitare un medico e prendere un appuntamento. Il trattamento è necessario non solo per la mamma, ma anche per i bambini.

vasospasmo

Una madre che allatta a volte ha un vasospasmo, un sintomo del quale diventa una forte sensazione dolorosa al petto. Questa condizione è accompagnata dallo spasmo delle navi che penetrano nelle ghiandole mammarie. Uno spasmo si sviluppa immediatamente dopo che il bambino rilascia il capezzolo dalla bocca. Quando la temperatura scende, i vasi del seno si restringono, il capezzolo diventa bianco e la donna avverte dolore al petto.

Cause di vasospasmo durante l'allattamento:

  • violazione della tecnica di applicazione;
  • Malattie autoimmuni;
  • espressioni frequenti irragionevoli;
  • differenze di temperatura corporea.

Il vasospasmo viene diagnosticato raramente, ma i suoi segni dovrebbero far vedere un medico a una donna. Solo uno specialista può diagnosticare e dare correttamente raccomandazioni.

Reggiseno sbagliato

Le donne hanno spesso dolori al petto durante l'allattamento, quando il reggiseno non è abbinato correttamente. Durante l'allattamento, è necessario acquistare biancheria intima speciale per le madri che allattano senza ossa dure che potrebbero pizzicare i condotti del latte. È importante scegliere la biancheria intima in base alle dimensioni attuali del seno, non per il futuro.

Se il reggiseno non è selezionato correttamente, ha inserti densi di gommapiuma, ossa e non corrisponde al volume, quindi la donna ha un aumentato rischio di lattostasi. Durante l'allattamento, è necessario indossare biancheria intima adatta realizzata con tessuti naturali. Di notte, è necessario rimuovere il reggiseno o utilizzare magliette di cotone che non comprimano il torace.

Dolore dopo il completamento dell'HB

Dopo l'interruzione dell'allattamento, la madre non dovrebbe avere spiacevoli sensazioni al petto. Se il bambino viene scomunicato per un massimo di un anno, la donna potrebbe avere problemi. In questa situazione, il disagio è causato dalla produzione di latte e dal suo accumulo. Uno svezzamento graduale e confortevole, in cui la quantità di latte diminuirà da sola, aiuterà ad affrontarlo..

Dopo l'interruzione dell'alimentazione, può verificarsi dolore alle ghiandole mammarie per altri motivi:

  • mastopatia fibrocistica;
  • tumori di natura benigna o maligna;
  • sindrome premestruale;
  • prendendo contraccettivi orali;
  • lesioni.

Sintomi aggiuntivi

Oltre al dolore nelle ghiandole mammarie durante l'allattamento, la mamma può essere disturbata da ulteriori sintomi. È necessario parlarne con il medico. Questo ti aiuterà a determinare rapidamente la causa del disturbo e scegliere un metodo per combatterlo..

Temperatura

Quando il torace fa male e la temperatura corporea aumenta, si sospetta un'infezione. Tali sintomi si verificano con mastite e lattostasi - condizioni che non possono essere ignorate. Un aumento della temperatura è una reazione protettiva in risposta all'infezione. Si può anche notare con la candidosi..

Se, sullo sfondo dell'alta temperatura, il seno di una madre che allatta fa male, devi cercare urgentemente un aiuto medico e non cercare di affrontare da solo il malessere. Alcune gravi malattie con questi sintomi richiedono un intervento chirurgico..

Arrossamento

Quando l'allattamento fa male durante l'allattamento, è necessario esaminare bene il tessuto mammario. Oltre al disagio durante l'autodiagnosi, le donne possono rilevare arrossamenti. Se sono localizzati nell'area del capezzolo e degli aloni, la causa è una crepa o una candidosi.

Con le foche nell'area dell'arrossamento dei tessuti, c'è il sospetto di mastite o lattostasi. Il rossore della pelle è un segno del progresso del processo infiammatorio. In questo caso, non puoi aspettarti che il problema scompaia da solo. Deve visitare un mammologo.

Prevenzione: i principi di base della GV confortevole

In modo che durante l'allattamento non ci sia dolore al petto, le madri dovrebbero prevenire regolarmente le complicazioni. I principi fondamentali della fornitura di acqua calda confortevole:

  • Applicare il bambino su richiesta e non sul regime. Il bambino può regolare in modo indipendente la quantità di latte materno di cui ha bisogno.
  • Impara ad applicare correttamente il bambino. Il rispetto di questa regola è la base per un'acqua calda confortevole..
  • Padroneggia la tecnica di pompaggio corretta e fallo solo quando necessario. Va ricordato che il pompaggio stimola la produzione di latte e la compressione impropria della ghiandola mammaria porta alla lattostasi..
  • Rispettare l'igiene personale. Non lavare i capezzoli dopo ogni poppata. Basta fare la doccia 1-2 volte al giorno. Un'eccezione è l'applicazione di farmaci al capezzolo quando è necessario lavare prima dell'applicazione del bambino.
  • Scegli biancheria intima in base alle dimensioni del seno e della coppa. Evitare ossa dure, inserti in schiuma e serraggi.
  • In caso di dolore, arrossamento, scarico strano e prurito, consultare un medico, piuttosto che auto-medicare.

Cosa non si può fare

Il dolore alla ghiandola mammaria durante l'allattamento costringe spesso le donne ad auto-medicare. Le giovani madri non hanno tempo libero nelle cliniche e i rappresentanti delle generazioni passate a volte danno consigli pratici. Dopo tutto, le nonne completarono con successo il GV e allevarono i loro figli. Utilizzando i suggerimenti di esperti, non dimenticare il senso comune. Per il dolore toracico è severamente vietato:

  • Bevi antidolorifici da solo. Molti farmaci sono vietati durante l'allattamento. I rimedi semplici come l'aspirina possono causare danni irreparabili a un bambino..
  • Prescrivi antibiotici per te stesso. Non tutti i dolori al petto richiedono una terapia antibiotica. In più della metà dei casi, il disagio può essere eliminato senza farmaci..
  • Interrompere o interrompere completamente l'allattamento. Un forte rifiuto dell'alimentazione porta al fatto che il latte ristagna nei dotti. Questo non fa che aggravare la situazione..
  • Usa le medicine per sopprimere l'allattamento. Hanno molti effetti collaterali e possono portare a conseguenze indesiderabili. Inoltre, dopo aver utilizzato tali fondi, una donna non può riprendere l'allattamento.
  • Riscalda la zona dolorante. Il calore allevia il dolore e aiuta ad espandere i dotti. Tuttavia, in alcuni casi è controindicato..

Temperatura e dolore al seno durante l'alimentazione: cause e trattamento

Perché sta succedendo? Di solito, il dolore toracico in una donna che allatta si verifica in due casi: lattostasi e mastite, la cui differenza è descritta di seguito.

Inizio dell'allattamento

Durante la gravidanza, le ghiandole mammarie si preparano per l'allattamento. In essi si verificano gravi cambiamenti: aumento dei lobi, espansione dei dotti, aumento del grasso sottocutaneo. La donna nota che i suoi seni sono più grandi e più sensibili.

Pochi minuti dopo la nascita del bambino, viene applicato per la prima volta sul seno della madre. Una madre che allatta in questo momento può provare disagio, che a volte forma un'idea distorta di GV e fa abbandonare una donna. Tra pochi giorni, il disagio scomparirà e l'allattamento causerà emozioni positive..

Perché è doloroso allattare al seno nei primi giorni dell'HB:

  • Un forte e rapido afflusso di latte materno. Poiché l'allattamento non è stato ancora stabilito, si verifica una rapida produzione di colostro durante la suzione. Nelle donne, queste sensazioni sono associate a pressione, pienezza, formicolio. Le madri particolarmente sensibili possono parlare di dolore. Nei primi mesi, le vampate di calore si verificano senza applicazione, quindi la donna avverte anche disagio tra le poppate.
  • Adattamento dei capezzoli. La pelle dell'areola delle ghiandole mammarie è sottile, delicata e sensibile. Quando il bambino la cattura e fa intensi movimenti delle gengive, la madre sente dolore. In genere, tali reclami persistono per non più di 1-2 settimane. Abbastanza rapidamente, la pelle si adatta all'HB, diventa più ruvida e meno sensibile. Con la corretta organizzazione delle poppate, il periodo di adattamento passa all'allattamento al seno confortevole.

Se il dolore al seno si verifica durante l'allattamento per un lungo periodo, è necessario consultare uno specialista dell'allattamento al seno o consultare un mammologo. A volte la causa di sensazioni spiacevoli sono patologie che richiedono cure mediche.

Le sensazioni dolorose si verificano spesso con un'organizzazione impropria dell'allattamento al seno, quando la donna commette errori.

Principi diagnostici

Se ci sono sintomi allarmanti, è necessario visitare un mammologo. Condurrà un esame iniziale (palpazione). Inoltre, saranno necessarie analisi:

Secondo i risultati, il medico prescriverà il trattamento. Per sbarazzarsi dell'infiammazione, dovrai assumere farmaci. Per la guarigione delle ferite: pomate e impacchi. Il massaggio aiuterà a ripristinare il turgore dei tessuti e una dieta ben scelta normalizza il metabolismo. Il mammologo risolve il problema della sospensione temporanea dell'allattamento al seno. Il latte deve essere espresso, ma al bambino è vietato dare. In questo momento, le briciole vengono trasferite in miscele alimentari. Dopo la cura, l'allattamento continua (dopo un certo tempo).

Impugnatura del capezzolo errata

I consulenti per l'allattamento sottolineano che la causa più comune di fastidio al seno in una madre che allatta è la posizione errata del bambino. Quando il bambino non cattura completamente l'alone, il capezzolo viene inserito tra le gengive. Il bambino sembra masticarlo, il che provoca le sensazioni dolorose della madre. Le donne affrontano con successo questo problema di epatite B. Basta vedere e capire come applicare correttamente il bambino.

Se non riesci a far fronte al problema da solo, dovresti consultare un consulente per l'allattamento.

Il capezzolo durante l'alimentazione deve essere immerso nella bocca del bambino. È necessario assicurarsi che il bambino catturi quasi completamente l'areola. Se una madre che allatta ha un dolore al petto a causa di un attaccamento improprio, i seguenti suggerimenti aiuteranno a liberarsi del disagio:

  • Attendi che il bambino apra la bocca per afferrare il capezzolo. Quando il bambino ha fame, devi tenere un capezzolo sul labbro inferiore. Il bambino apre di riflesso la bocca e la mamma può inserire correttamente il capezzolo.
  • Posiziona il bambino più vicino al petto. Ciò gli fornirà una presa corretta e confortevole. È meglio applicare il bambino sdraiato e in posa "dall'ascella". In questa posizione, la tecnica di presa corretta è più facile da seguire..
  • Se il bambino non riesce a catturare completamente il capezzolo, è necessario stringere l'alone con le mani. Il pollice dovrebbe essere in alto e l'indice in basso. In uno stato compresso, inserire il capezzolo nella bocca del bambino. Dopo l'aspirazione, l'alone si riprenderà da solo.

Una corretta applicazione aiuta non solo a liberarsi del dolore ai capezzoli durante l'alimentazione. Una cattura completa degli aloni impedisce al bambino di deglutire aria, riduce il rischio di coliche e sottopeso. Inoltre, l'attacco corretto è la prevenzione delle crepe del capezzolo e di altri problemi con le barre del latte durante l'allattamento.

Cause di dolore toracico durante l'alimentazione

Cause naturali

Durante la gravidanza, il seno di una donna si prepara a saturare un neonato. Le ghiandole mammarie si gonfiano, i capezzoli diventano più scuri, il colostro può essere secreto. Con la nascita di un bambino, la ristrutturazione del corpo è ancora più intensa. Ora il ruolo principale è svolto dalla prolattina - l '"ormone della maternità" e l'ossitocina - l' "ormone dell'amore". Sotto l'influenza di questi ormoni, il latte viene prodotto e secreto, in sostituzione del colostro. Durante questo periodo, molte madri notano sensazioni spiacevoli e persino dolorose al petto. Sono associati ai seguenti fattori:

  • Flusso veloce di latte. Molte madri lo descrivono come "scoppiare" o "formicolio" al petto. Alcuni possono persino provare dolore;
  • Una dipendenza dalla pelle delicata dei capezzoli. Si manifesta in sensazioni dolorose durante la cattura del capezzolo da parte del bambino e la formazione di piccole crepe su di esso;
  • Vampate di latte calde. La formazione dell'allattamento avviene entro 3 mesi dalla nascita delle briciole, quindi le "maree" e la "fuoriuscita" del latte possono persistere per tutto questo tempo. Durante una scarica di latte, si avverte dolore al petto, nell'area dei capezzoli e nella parte inferiore dell'addome. Nel tempo, la giovane madre sviluppa un riflesso quando arriva il latte al momento della successiva alimentazione. Se è impossibile fissare le briciole al seno, è necessario esprimere leggermente il latte se il seno "esplode". È meglio collegare un bambino in tempo.

Se una madre spesso e su richiesta mette un neonato al seno, seguendo la corretta presa del capezzolo, questi disagi scompaiono. Se il dolore toracico persiste e diventa più forte, la causa potrebbe essere più significativa..

Vedi articoli correlati:

  • Come applicare al petto;
  • Quale regime alimentare scegliere (su richiesta o ore).

Ma se il disagio è apparso in un secondo momento, è necessario scoprire perché il torace fa male durante l'alimentazione del bambino.

Presa del capezzolo errata durante l'alimentazione

Secondo l'esperienza di specialisti nell'allattamento al seno, questa è la causa principale dei disturbi dell'allattamento. Quando il bambino afferra il capezzolo in modo errato, la madre avverte un dolore acuto all'inizio dell'alimentazione. Non puoi continuare a nutrire il bambino, poiché ciò influisce negativamente su di lui: non mangia e ingoia anche molta aria in eccesso - questo può portare a un'eccessiva formazione di gas.

È necessario assicurarsi che il bambino prenda correttamente il seno. Per fare ciò, la mamma può intraprendere le seguenti azioni:

  • Aspetta fino a quando il bambino spalanca la bocca. Lo farà in modo riflessivo se si esegue un capezzolo sul labbro inferiore;
  • Tirare la testa del bambino verso di te. La bocca del neonato dovrebbe sembrare "messa" sul capezzolo, vedrai solo una piccola parte dell'areola. Il capezzolo in questo caso sarà al livello della radice della lingua, il che renderà impossibile ferirlo;
  • Se il capezzolo non funziona, è necessario stringere la pelle dell'areola, con il pollice in alto e l'indice in basso. Dopo aver messo il capezzolo nella bocca del bambino, lascia andare il torace: si raddrizzerà, assicurando una presa corretta.

È possibile ottenere la presa corretta in qualsiasi posizione di alimentazione. Tuttavia, la postura ottimale per questo è quando si applica il bambino da sotto il braccio disteso. Imparando come farlo nel modo giusto, il bambino non farà male alla mamma durante l'alimentazione.

Succede che un bambino non può prendere un seno correttamente per motivi puramente fisiologici:

  • Briglia corta. Questo problema può essere risolto contattando un dentista pediatrico. Porterà la briglia in ordine chirurgico in pochi minuti;
  • Patologia del palato superiore. Tale violazione è rara, è anche necessario consultare un dentista a riguardo..


Adeguata presa del capezzolo da parte del bambino

Lesione della pelle del capezzolo

A causa dell'inesperienza di una giovane madre e di un bambino, possono verificarsi crepe sui capezzoli. Causano un forte dolore durante l'alimentazione. Questo può accadere per i seguenti motivi:

  • Presa errata quando il bambino succhia solo una parte del capezzolo, senza areola. Ciò può causare lesioni meccaniche, con conseguenti incrinature;
  • Cura del seno eccessiva. Un lavaggio troppo frequente del seno cancella il lubrificante protettivo, porta a un eccessivo asciugamento e assottigliamento della pelle dei capezzoli;
  • Tecnica di pompaggio errata. A volte una donna ha bisogno di esprimere il latte: per migliorare l'allattamento, quando lascia il bambino per un po ', è malata o finisce l'allattamento. In questo caso, non è necessario comprimere troppo il torace e / o eseguire manipolazioni solo nell'area del capezzolo, premere su di esso. Per il pompaggio, è meglio usare un tiralatte, ma il suo uso troppo intenso può anche causare incrinature del capezzolo;
  • Improvvisa interruzione dell'alimentazione. Si verificano delle crepe quando, al fine di completare o interrompere l'alimentazione, la madre estrae bruscamente il capezzolo dalla bocca del bambino. Il bambino rilassa la bocca e rilascia il capezzolo quando è saturo. Se è necessario interrompere bruscamente il processo, inserire delicatamente il mignolo pulito nella bocca e rimuovere il seno.

Leggiamo anche delle crepe nei capezzoli e come trattarle.

Tordo

Le crepe e le abrasioni sui capezzoli diventano facilmente un luogo di diffusione di infezioni fungine e stafilococciche. In questo caso, si forma un rivestimento biancastro sui capezzoli, nonché sulle gengive, sulle guance e sulla lingua del bambino. Il bambino inizia a piangere, si rifiuta di mangiare.

È doloroso per la madre nutrire ed esprimere il latte e anche il seno le fa male tra le poppate, specialmente se l'infezione penetra più in profondità e colpisce i dotti del latte. Ciò può verificarsi sullo sfondo di cambiamenti nei livelli ormonali, riduzione dell'immunità e scarsa igiene (lavaggio raro o troppo frequente del seno).

Una donna ha bisogno di consultare un medico: selezionerà i farmaci appropriati che faranno fronte con successo all'infezione e ti permetteranno di continuare l'allattamento. Il medico consiglierà anche i mezzi per combattere la manifestazione del mughetto in un bambino.

Lactostasis

La lattostasi è chiamata stagnazione del latte nei dotti delle ghiandole mammarie. Ciò può essere causato da diversi fattori:

  • Svuotamento del seno insufficiente e irregolare a causa di attacco improprio, allattamento con biberon, crepe nei capezzoli;
  • Aderenza al seno durante l'alimentazione: le dita possono pizzicare alcuni dotti, a seguito dei quali non sono completamente svuotati;
  • Chiudi la biancheria intima, dormi sullo stomaco;
  • Iperlattazione - produzione di latte eccessiva;
  • Stress, mancanza di sonno, superlavoro;
  • Lividi, lesioni, ipotermia.

Con la lattostasi, il torace diventa duro, la palpazione si sente tesa, la pelle può diventare rossa. La temperatura del seno aumenta, mentre la temperatura corporea rimane normale. È doloroso per la madre allattare al seno il suo bambino; ​​i dolori persistono dopo l'allattamento.

Anche il ristagno del latte non è una controindicazione all'allattamento. Al contrario, un'applicazione regolare e frequente del bambino sul torace può farcela entro 2-3 giorni. Tuttavia, il dolore può persistere dopo il completo svuotamento delle ghiandole mammarie. La lattostasi di lunga durata può causare mastite non infetta..

Leggiamo in dettaglio sulla lattostasi e il trattamento della lattostasi

Mastite

L'infiammazione del seno si chiama mastite. Può svilupparsi a causa del ristagno del latte (lattostasi), nonché delle crepe nei capezzoli, in cui penetra l'infezione. La mastite si manifesta con forti dolori al petto, senso di oppressione, arrossamento, febbre e brividi. Il rischio di mastite aumenta a causa dell'indebolimento del corpo dopo una nascita difficile.

L'infiammazione porta alla formazione di un ascesso nella ghiandola mammaria, il pus può essere miscelato con il latte materno. In tali casi, l'allattamento dovrà essere interrotto prima del trattamento. In casi avanzati, la mastite può portare a deformità del seno, sepsi e morte.

Il trattamento della mastite nelle fasi iniziali prevede l'applicazione di freddo al torace tra le poppate (ad esempio, sono utili le foglie di cavolo refrigerate) e il completo svuotamento della ghiandola mammaria (frequente applicazione del bambino, se necessario, decantazione). Con forme complesse di mastite, vengono utilizzati antibiotici, in casi avanzati - intervento chirurgico.

Leggiamo in dettaglio la mastite e il trattamento della mastite

vasospasmo

Vasospasmo (sindrome di Raynaud) - una forte contrazione dei vasi sanguigni del torace. Fu descritto per la prima volta da un pediatra canadese, Jack Newman. Ha suggerito che il dolore bruciante dopo l'alimentazione è associato allo spasmo dei vasi sanguigni. Si verifica a causa di un forte calo di temperatura, quando il bambino rilascia il capezzolo dalla bocca. Il capezzolo cambia colore: dal beige al bianco. I vasi sanguigni sono bloccati a causa del vasospasmo; questo provoca dolore dopo l'alimentazione, che può anche apparire tra di loro..

Se una donna che allatta soffre di vasospasmo, dovrebbe consultare un medico e verificare la presenza di malattie autoimmuni, poiché il vasospasmo può svilupparsi sullo sfondo. Inoltre, dovresti mantenere caldo il torace, coprirlo immediatamente dopo l'alimentazione. Non bere tè e caffè forti: possono causare spasmi dei vasi sanguigni. Per alleviare la condizione, si consiglia il massaggio al torace..

Crepe e altri problemi con i capezzoli

Se i capezzoli sono doloranti durante l'allattamento, è necessario stabilire la causa del disagio. Spesso le donne usano unguenti e oli per curare le crepe. Se selezionati correttamente, aiutano bene, perché hanno un effetto antinfiammatorio e accelerano la rigenerazione cellulare. Ma se non elimini la causa delle crepe, gli agenti curativi saranno inefficaci.

Dolore toracico con HS durante l'applicazione del bambino a causa delle seguenti circostanze:

  • Allegato errato. Se il bambino cattura parte del capezzolo, blocca la pelle delicata tra le gengive. Poiché i movimenti di suzione diventano più intensi ogni giorno, i tessuti molli vengono danneggiati meccanicamente. Ciò provoca dolore insopportabile nella madre e talvolta provoca il rifiuto dell'HB.
  • Cura del seno eccessiva. Se lavi spesso il seno con sapone, la superficie del capezzolo si asciugherà. In questa parte viene rilasciato del lubrificante che impedisce la formazione di crepe. Pertanto, i medici raccomandano di lavare il seno solo durante la doccia una volta al giorno e non dopo ogni applicazione del bambino.
  • Interruzione forzata dell'alimentazione. Se la madre ha bisogno di prendere il seno dal bambino, devi inserire la punta di un mignolo pulito nella sua bocca. Il bambino rilascerà il capezzolo da solo. Non puoi scuotere bruscamente, perché il bambino si attacca tenacemente al petto e i movimenti rapidi portano a danni ai tessuti molli. Una forte estrazione del capezzolo dalla bocca del bambino porta non solo al dolore, ma anche al sanguinamento.

Quando andare dal medico?


Se, dopo l'allattamento al seno, il torace fa male e un po 'dolorante, questa è una reazione completamente naturale del corpo ai processi in corso. Ma in alcuni casi è necessaria un'attenzione medica urgente, tra cui:

  • Rossore della pelle del torace.
  • Aumento della temperatura.
  • Marrone staccabile con una spruzzata di sangue.
  • Crepe nei capezzoli, specialmente se fanno male e sanguinano.
  • Sensazione di bruciore e prurito.

È inoltre necessario fissare un appuntamento con il medico se, dopo tre anni, ci sono malfunzionamenti nel ciclo mestruale, segni di infertilità o scolorimento della secrezione dalle ghiandole mammarie.

Lattostasi e mastite

L'allattamento al seno può essere dovuto alla lattostasi. La patologia è accompagnata dalla formazione di sigilli, arrossamenti, disagio nell'area problematica. Ciò è dovuto al ristagno del latte. Le ragioni sono le seguenti:

  • La ricerca di volumi crescenti di latte. Espressioni frequenti e irragionevoli fino all'ultima goccia, l'uso di tè e droghe lactogonous portano alla lattostasi..
  • Tecnologia del regime GV. Se la madre limita il bambino alla durata dell'applicazione e dà il seno a ore, allora ha un aumentato rischio di lattostasi.
  • Spremere il petto. Può essere causato da biancheria stretta. Inoltre, durante l'allattamento al seno, le madri a volte tengono il seno con le mani e stringono i dotti con le dita, rendendo difficile il latte.
  • Lesioni al seno Possono essere freschi o verificarsi in passato. Forti effetti meccanici sul seno aumentano la probabilità di lattostasi..

Nel trattamento della lattostasi, il punto principale è applicare su richiesta e seguire la corretta tecnica di alimentazione. La formazione di sigilli non deve essere consentita. Per renderli più veloci, dovresti mettere il bambino con il mento nella direzione del "bernoccolo". Il bambino sarà in grado di dissolvere rapidamente il nodulo e ripristinare la pervietà del condotto. Per espandere i condotti, si consiglia di fare prima una doccia calda e massaggiare il petto con movimenti delicati.

La mastite è una malattia infiammatoria delle ghiandole mammarie di origine infettiva. Con lo sviluppo della mastite, una madre che allatta ha forti dolori al petto, gonfiore e secrezione purulenta dai capezzoli. Crepe nei capezzoli, lesioni dei tessuti molli, lattostasi diventano provocatori. Un'infezione penetra nel tessuto danneggiato, che alla fine porta alla formazione di un ascesso. La mastite è trattata da un medico. Se la situazione lo richiede, a una donna vengono prescritti agenti antibatterici di azione sistemica.

Ormoni della lattazione

Durante la gravidanza, l'ormone principale è il progesterone. Assicura il suo flusso sano e previene la nascita prematura. Attualmente, molte donne all'inizio dopo il concepimento ricevono supporto ormonale con farmaci per evitare l'aborto o la nascita troppo precoce. Un alto livello di progesterone nel corpo di una donna incinta ti consente di sopportare il bambino fino al tempo richiesto.

Durante il parto, l'equilibrio ormonale cambia rapidamente verso una diminuzione del progesterone e un aumento degli ormoni come la prolattina e l'ossitocina.

prolattinaossitocina
funzione principalel'ormone principale che influenza la produzione di latte durante l'allattamentoormone che innesca il processo di nascita
effetto sul corpo femminileSpesso, le donne che hanno problemi a concepire, dopo aver eseguito gli esami del sangue, si trovano ad un livello elevato di questo ormone. La prolattina ha un'efficace capacità di sopprimere l'ovulazione. Pertanto, la gravidanza diventa impossibile. La stragrande maggioranza delle donne che allattano ha una mancanza di mestruazioninessuno lo sa per certo, a seguito del quale il travaglio inizia nel corpo di una donna incinta. Ma la frequenza e la durata delle contrazioni dipendono dal livello di ossitocina. Durante il parto, la secrezione ormonale aumenta gradualmente, le contrazioni diventano più forti. E con l'apertura completa della cervice, appare una nuova persona
effetto sull'allattamentola quantità di latte materno in una donna che allatta dipende dal livello di prolattina. La produzione dell'ormone è direttamente proporzionale alla stimolazione attiva delle ghiandole mammarie da parte del bambino. Più spesso e più a lungo il bambino succhia il seno della madre, più aumenta la secrezione di prolattina, il che significa che il latte si formerà in quantità sufficienti per il bambinoL'ossitocina non è meno importante durante l'allattamento. Con l'inizio dell'allattamento al seno da parte di un bambino, la secrezione dell'ormone aumenta rapidamente. Sotto l'influenza dell'ossitocina, il rilascio di latte da parte del seno migliora ed entra facilmente nella bocca del bambino

I livelli di prolattina aumentano durante la gravidanza in modo che le ghiandole mammarie inizino il loro lavoro in anticipo. Al momento della nascita, il seno contiene già una certa quantità di colostro - il primo alimento del neonato.

L'ossitocina ha un'altra caratteristica importante. Durante l'alimentazione, quasi tutte le donne nei primi giorni dopo il parto avvertono un dolore addominale piuttosto grave. Quindi l'utero, notevolmente allungato durante il periodo di gravidanza, si riduce. La secrezione attiva di ossitocina accelera il più possibile questo processo e consente alla giovane madre di evitare sanguinamenti gravi.

Dal momento della nascita, il corpo è sintonizzato sulla produzione di latte materno. Ci sono 3 fasi della lattogenesi. Il primo si riferisce al periodo di 12 settimane prima della nascita, quando inizia la secrezione di colostro. Nel secondo stadio, c'è una transizione dal colostro al primo latte. E poi inizia lo sviluppo del maturo. In uno di questi periodi, una giovane madre può incontrare alcune difficoltà, una delle quali è il dolore toracico.

Candidosi

Una donna che allatta ha sempre il rischio di sviluppare il mughetto. Un segno caratteristico della candidosi è un rivestimento bianco sulla superficie del capezzolo, crepe dolorose, arrossamenti e prurito.

Nella maggior parte dei casi, un problema simile si verifica in un bambino nella cavità orale. Il bambino diventa lunatico, dorme male. Durante l'allattamento, puoi liberarti del mughetto abbastanza rapidamente, ma per questo è necessario visitare un medico e prendere un appuntamento. Il trattamento è necessario non solo per la mamma, ma anche per i bambini.

vasospasmo

Una madre che allatta a volte ha un vasospasmo, un sintomo del quale diventa una forte sensazione dolorosa al petto. Questa condizione è accompagnata dallo spasmo delle navi che penetrano nelle ghiandole mammarie. Uno spasmo si sviluppa immediatamente dopo che il bambino rilascia il capezzolo dalla bocca. Quando la temperatura scende, i vasi del seno si restringono, il capezzolo diventa bianco e la donna avverte dolore al petto.

Cause di vasospasmo durante l'allattamento:

  • violazione della tecnica di applicazione;
  • Malattie autoimmuni;
  • espressioni frequenti irragionevoli;
  • differenze di temperatura corporea.

Il vasospasmo viene diagnosticato raramente, ma i suoi segni dovrebbero far vedere un medico a una donna. Solo uno specialista può diagnosticare e dare correttamente raccomandazioni.

Trattamento e prevenzione

Il miglior metodo profilattico e terapeutico sarà l'attaccamento frequente del bambino al torace. Provocherà un rapido deflusso e l'arrivo di nuovo latte. Tuttavia, se il bambino non riesce, è necessario utilizzare l'autopompa o un tiralatte. Non dovresti chiedere a tuo marito di esprimere il latte perché un effetto aggressivo o una forte compressione del seno porteranno ancora più ristagno e dolore..

Quando la temperatura aumenta, è necessario utilizzare un agente antipiretico: paracetamolo o ibuprofene.

Se dopo 2-3 giorni nulla aiuta a eliminare i sintomi, è necessario consultare un medico. Prescriverà antibiotici che possono essere combinati con l'alimentazione del bambino.

Con la lattostasi, viene prescritto un massaggio al seno per rilassare i dotti del latte e una foglia di cavolo, che viene applicata sul seno malato per alleviare sia la temperatura che il dolore. Altri metodi popolari sono:

  1. Torte di cipolle e miele.
  2. Lozioni da un decotto di camomilla da farmacia.
  3. Elaborazione di un decotto di eucalipto.

È meglio prevenire la lattostasi, che consiste in una frequente applicazione del bambino al torace e ogni volta è necessario modificare la posizione. Il latte rimanente deve essere decantato da solo, ma non completamente, in modo da non causare iperlattazione. Prima di dare da mangiare al bambino, esprimi un po 'di latte in modo che possa bere il latte posteriore - più nutriente e grasso. Inoltre, non raffreddare eccessivamente il petto.

Reggiseno sbagliato

Le donne hanno spesso dolori al petto durante l'allattamento, quando il reggiseno non è abbinato correttamente. Durante l'allattamento, è necessario acquistare biancheria intima speciale per le madri che allattano senza ossa dure che potrebbero pizzicare i condotti del latte. È importante scegliere la biancheria intima in base alle dimensioni attuali del seno, non per il futuro.

Se il reggiseno non è selezionato correttamente, ha inserti densi di gommapiuma, ossa e non corrisponde al volume, quindi la donna ha un aumentato rischio di lattostasi. Durante l'allattamento, è necessario indossare biancheria intima adatta realizzata con tessuti naturali. Di notte, è necessario rimuovere il reggiseno o utilizzare magliette di cotone che non comprimano il torace.

Mastodinia ciclica

Questo problema si osserva nel 50% delle donne adulte prima delle mestruazioni, così come durante la gravidanza, nelle adolescenti durante la pubertà o nelle donne in età menopausa. La mastodinia ciclica non è pericolosa, ma porta molti sintomi spiacevoli:

  • pesantezza al petto;
  • dolore alla pressione;
  • un aumento delle dimensioni (gonfiore) delle ghiandole mammarie;
  • aumento della temperatura fino a 37 gradi.

Queste sensazioni scompaiono con l'inizio delle mestruazioni, ma compaiono prima di una nuova mestruazione in una settimana. Da qui il nome - mastodinia ciclica. I ginecologi chiamano le cause di questa sindrome un cambiamento nel background ormonale, traumi, interventi chirurgici sul torace (compresi quelli di plastica). Può essere oncologia, un tumore benigno, assunzione di farmaci ormonali, aborto, parto prematuro, nevrosi, stress, dieta non sana, ecc..

La mastodinia ciclica non richiede trattamento. Durante questo periodo, si consiglia di indossare biancheria intima fisiologica in tessuto naturale. Con una maggiore sensibilità, sono ammessi farmaci antidolorifici, come l'ibuprofene. I decotti di trifoglio, peonia, corda, radice di bardana alleviano bene il disagio. Dovresti anche aderire a una corretta alimentazione..

Se una donna notasse segni di una mastodinia ciclica che non aveva mai visto in precedenza, allora dovrebbe assolutamente essere esaminata da un ginecologo. Altri problemi più gravi possono essere la causa di questi sintomi..

Dolore dopo il completamento dell'HB

Dopo l'interruzione dell'allattamento, la madre non dovrebbe avere spiacevoli sensazioni al petto. Se il bambino viene scomunicato per un massimo di un anno, la donna potrebbe avere problemi. In questa situazione, il disagio è causato dalla produzione di latte e dal suo accumulo. Uno svezzamento graduale e confortevole, in cui la quantità di latte diminuirà da sola, aiuterà ad affrontarlo..

Dopo l'interruzione dell'alimentazione, può verificarsi dolore alle ghiandole mammarie per altri motivi:

  • mastopatia fibrocistica;
  • tumori di natura benigna o maligna;
  • sindrome premestruale;
  • prendendo contraccettivi orali;
  • lesioni.

Terapia

Il principio di base della terapia con mastite è procedure di pompaggio regolari e complete. A tal fine, è conveniente utilizzare un tiralatte costoso di alta qualità o chiedere aiuto a tuo marito.

Poiché al bambino può essere somministrato il seno in una fase precoce, l'alimentazione dovrebbe iniziare con un seno dolorante, anche se c'è dolore. Prima del processo, gocciola 4 gocce di ossitocina sotto la lingua per migliorare il deflusso del latte ed eliminare gli spasmi. Puoi anche fare una doccia calda (ma non calda) e massaggiare leggermente il petto con leggeri movimenti circolari verso i capezzoli. Quindi è necessario esprimere il latte rimanente manualmente e attraverso un tiralatte fino a quando scompare la sensazione di pesantezza. Dopo la procedura, per 15 minuti, applicare sul petto del ghiaccio avvolto in cellophane e tessuto..

Le azioni devono essere ripetute ogni 2 ore, anche di notte. In questo caso, è importante posizionare correttamente il bambino sul petto, in modo che il labbro inferiore si trovi nel punto di indurimento.

L'assunzione della maggior parte degli antibiotici necessari per trattare la mastite avanzata è una controindicazione all'alimentazione..

Con il normale ristagno del latte, potrebbe non essere necessaria la terapia farmacologica..

I casi particolarmente gravi di mastite purulenta vengono trattati solo prontamente, quindi è importante non iniziare la patologia.

Sintomi aggiuntivi

Oltre al dolore nelle ghiandole mammarie durante l'allattamento, la mamma può essere disturbata da ulteriori sintomi. È necessario parlarne con il medico. Questo ti aiuterà a determinare rapidamente la causa del disturbo e scegliere un metodo per combatterlo..

Temperatura

Quando il torace fa male e la temperatura corporea aumenta, si sospetta un'infezione. Tali sintomi si verificano con mastite e lattostasi - condizioni che non possono essere ignorate. Un aumento della temperatura è una reazione protettiva in risposta all'infezione. Si può anche notare con la candidosi..

Se, sullo sfondo dell'alta temperatura, il seno di una madre che allatta fa male, devi cercare urgentemente un aiuto medico e non cercare di affrontare da solo il malessere. Alcune gravi malattie con questi sintomi richiedono un intervento chirurgico..

Arrossamento

Quando l'allattamento fa male durante l'allattamento, è necessario esaminare bene il tessuto mammario. Oltre al disagio durante l'autodiagnosi, le donne possono rilevare arrossamenti. Se sono localizzati nell'area del capezzolo e degli aloni, la causa è una crepa o una candidosi.

Con le foche nell'area dell'arrossamento dei tessuti, c'è il sospetto di mastite o lattostasi. Il rossore della pelle è un segno del progresso del processo infiammatorio. In questo caso, non puoi aspettarti che il problema scompaia da solo. Deve visitare un mammologo.

Prevenzione: i principi di base della GV confortevole

In modo che durante l'allattamento non ci sia dolore al petto, le madri dovrebbero prevenire regolarmente le complicazioni. I principi fondamentali della fornitura di acqua calda confortevole:

  • Applicare il bambino su richiesta e non sul regime. Il bambino può regolare in modo indipendente la quantità di latte materno di cui ha bisogno.
  • Impara ad applicare correttamente il bambino. Il rispetto di questa regola è la base per un'acqua calda confortevole..
  • Padroneggia la tecnica di pompaggio corretta e fallo solo quando necessario. Va ricordato che il pompaggio stimola la produzione di latte e la compressione impropria della ghiandola mammaria porta alla lattostasi..
  • Rispettare l'igiene personale. Non lavare i capezzoli dopo ogni poppata. Basta fare la doccia 1-2 volte al giorno. Un'eccezione è l'applicazione di farmaci al capezzolo quando è necessario lavare prima dell'applicazione del bambino.
  • Scegli biancheria intima in base alle dimensioni del seno e della coppa. Evitare ossa dure, inserti in schiuma e serraggi.
  • In caso di dolore, arrossamento, scarico strano e prurito, consultare un medico, piuttosto che auto-medicare.

Tubercolosi mammaria

Una malattia così pericolosa come la tubercolosi mammaria è molto rara ed è solitamente accompagnata da tubercolosi di polmoni, ossa, fegato e altri organi. Le cause di questa malattia sono:

  • immunità debole;
  • diabete;
  • HIV
  • lividi del torace;
  • prendendo a lungo glucocorticoidi.

La tubercolosi mammaria può essere identificata dai seguenti segni:

  • debolezza generale;
  • aumento della temperatura corporea;
  • scarso appetito e, di conseguenza, perdita di peso;
  • aumento della sudorazione sotto le ascelle;
  • senso di oppressione al petto, che è facile da rilevare alla palpazione;
  • iperemia nella zona interessata.

Nelle fasi successive, il nodo all'interno del torace inizia a crescere attivamente, dopo di che appare una fistola sulla superficie della pelle. A volte guarisce da solo, lasciando brutte cicatrici sulla pelle. I linfonodi sotto le ascelle sono infiammati e doloranti.

Quando il paziente è in condizioni avanzate, viene eseguita una resezione settoriale, l'area interessata viene rimossa e il seno viene ripristinato. Una donna dovrà anche sottoporsi a un corso di tubercolosi. La durata media del trattamento va da sei mesi a diversi anni.

Cosa non si può fare

Il dolore alla ghiandola mammaria durante l'allattamento costringe spesso le donne ad auto-medicare. Le giovani madri non hanno tempo libero nelle cliniche e i rappresentanti delle generazioni passate a volte danno consigli pratici. Dopo tutto, le nonne completarono con successo il GV e allevarono i loro figli. Utilizzando i suggerimenti di esperti, non dimenticare il senso comune. Per il dolore toracico è severamente vietato:

  • Bevi antidolorifici da solo. Molti farmaci sono vietati durante l'allattamento. I rimedi semplici come l'aspirina possono causare danni irreparabili a un bambino..
  • Prescrivi antibiotici per te stesso. Non tutti i dolori al petto richiedono una terapia antibiotica. In più della metà dei casi, il disagio può essere eliminato senza farmaci..
  • Interrompere o interrompere completamente l'allattamento. Un forte rifiuto dell'alimentazione porta al fatto che il latte ristagna nei dotti. Questo non fa che aggravare la situazione..
  • Usa le medicine per sopprimere l'allattamento. Hanno molti effetti collaterali e possono portare a conseguenze indesiderabili. Inoltre, dopo aver utilizzato tali fondi, una donna non può riprendere l'allattamento.
  • Riscalda la zona dolorante. Il calore allevia il dolore e aiuta ad espandere i dotti. Tuttavia, in alcuni casi è controindicato..

Azioni preventive

Per prevenire la comparsa di dolore durante l'alimentazione, si consiglia di:

  1. Più spesso metti il ​​bambino sul petto. Ciò ti consentirà di organizzare una produzione di latte uniforme e di evitare il ristagno..
  2. Non strappare il bambino dal petto. Attendere fino a quando il riflesso di suzione si arresta. Se necessario, completa il processo di alimentazione, metti il ​​dito pulito nella bocca del bambino ed estrae delicatamente il capezzolo.
  3. Indossa un reggiseno su misura e scegli modelli realizzati con materiali naturali.
  4. Impara e padroneggia la tecnica corretta per esprimere e applicare il bambino. Con la corretta cattura del capezzolo, si trova in profondità nella bocca. Quindi il bambino non sarà in grado di ferire il torace.
  5. Osserva l'igiene delle ghiandole mammarie. Non hanno bisogno di essere lavati molto spesso, questo cancella il lubrificante protettivo e asciuga la pelle più sottile. Non pulire i capezzoli con un asciugamano - danneggia la pelle. Se necessario, lubrificare i capezzoli con prodotti speciali..
  6. Non permettere al bambino di addormentarsi durante l'alimentazione e usa il capezzolo come un manichino.

È particolarmente importante per il torace: fornire accesso aereo. Cammina così spesso per la casa a seno nudo.

Up