logo

La maggior parte dei bambini nati da donne che fumavano nascono prematuramente. Il loro peso è significativamente inferiore rispetto ai bambini nati da madri senza cattive abitudini. I fumatori dei bambini a volte si sviluppano più lentamente, sperimentano la fame di ossigeno per tutta la durata della gravidanza.

Come il fumo influisce sul feto

Il fumo è dannoso per qualsiasi donna, soprattutto se la gravidanza è confermata.

La decisione giusta è rinunciare alla dipendenza da nicotina. Dovrebbe essere chiaro che il nascituro soffre spesso di questa abitudine negativa.

Dipendenza da nicotina durante la gravidanza: i principali rischi per il feto e la madre

Una ragazza fumatrice ha una serie di disturbi nel corpo:

  • circolazione sanguigna impropria;
  • restringimento dei vasi sanguigni;
  • cambiamenti nel lavoro del cuore, degli organi respiratori, ecc..

La stessa cosa succede con il feto. Manca di ossigeno e altri nutrienti necessari per lo sviluppo.

Prima di tutto, i seguenti organi del bambino che si sviluppano all'interno dell'utero soffrono del fumo della madre:

I bambini nati da madri di fumatori hanno un peso corporeo ridotto e anomalie congenite, come un piede di cavallo o labbro leporino.

Le sostanze contenute nelle sigarette influenzano negativamente il corpo della madre, diventa sensibile alle infezioni che sono provocatorie della nascita prematura e varie patologie fetali.

È pericoloso smettere di fumare in date diverse

Oggi ci sono due opinioni sul fatto che sia pericoloso smettere o meno di fumare durante la gravidanza. Alcuni esperti ritengono che sia necessario smettere gradualmente di fumare, mentre altri si impegnano a liberarsi bruscamente della dipendenza da nicotina. Nel primo caso, il pericolo sta nel fatto che la ragazza, sapendo della sua posizione interessante, continua ad inalare fumi velenosi. Nel secondo, la mancanza di nicotina nel sangue provoca una donna a un esaurimento nervoso. Sia quello che un altro possono causare un aborto spontaneo.

Una donna dovrebbe smettere di fumare in tempo per non avere un impatto negativo sul figlio.

Posso smettere nel primo trimestre

Durante la pianificazione della gravidanza, la signora, in linea di principio, non dovrebbe avere cattive abitudini. Se hanno ancora un posto dove stare, mentre la donna non sospetta ancora il concepimento che è successo e continua a fumare. In nessun caso dovresti pensare all'aborto.

Non è successo nulla di irreparabile durante questo periodo. Tutto ciò di cui una donna ha bisogno non appena scopre la sua situazione è rinunciare immediatamente alle sigarette. Quando si verifica l'impianto dello zigote nell'endometrio dell'utero, il feto e il corpo della madre diventano uno. Dopo questo periodo, tutti i cambiamenti che si verificano con la madre, in un modo o nell'altro, si riferiscono al bambino.

Come uscire dal secondo trimestre

Il fumo è il più avvincente. Se non potevi rifiutarlo all'inizio della gravidanza, dovresti essere preparato al fatto che il bambino avrà qualche tipo di disturbo. È a causa del grande rischio che è necessario prendere tutte le misure per sbarazzarsi della dipendenza da nicotina. È importante ricordare il rischio di aborto spontaneo e complicazioni della gravidanza. I medici affermano che smettere di fumare dovrebbe essere gradualmente e preferibilmente sotto la supervisione di uno specialista, svilupperà un metodo appropriato per sbarazzarsi della dipendenza.

Come non fumare nel terzo trimestre e durante l'allattamento

La dipendenza da nicotina dovrebbe essere eliminata il prima possibile. In presenza di dipendenza - la cosa principale è insegnare a te stesso l'autocontrollo e non cercare un pacchetto di sigarette al momento delle difficoltà, del cattivo umore o dei problemi che si presentano, e non importa per quanto tempo succede.

Idealmente rinunciare alle sigarette fino alla dodicesima settimana. Non è facile per una donna che fumava una decina di sigarette al giorno rinunciare alla nicotina e, quindi, se l'idea di smettere di fumare è nata solo nel terzo trimestre, è meglio farlo gradualmente.

Per non fumare nel terzo trimestre di gravidanza, è necessario rendersi conto che ciò danneggia il nascituro. Non rischiare la salute delle briciole per un paio di boccate.

Per quanto riguarda il problema dell'allattamento, vale la pena notare che il fumo influisce sulla qualità del latte e sul suo volume. A causa del fumo, il corpo del bambino non riceverà le vitamine necessarie per lo sviluppo di sostanze, saranno assorbite dalla nicotina.

Se la nicotina entra quotidianamente nel corpo del bambino, possono verificarsi i seguenti effetti:

  • perdita di appetito;
  • disturbi del sonno;
  • sviluppo lento;
  • difficoltà intestinali;
  • allergia;
  • predisposizione a tumori maligni.

L'effetto della nicotina sul feto e sulla placenta

Le prime settimane di gravidanza sono la deposizione di tutti gli organi principali del bambino. Pertanto, è importante che il nascituro riceva tutti i nutrienti necessari, in particolare l'ossigeno in pieno. La nicotina è un veleno che durante la gravidanza influisce negativamente sul corpo della madre e sul corpo del bambino. Inoltre, se il corpo di una donna "protegge" il sistema immunitario, il feto protegge la placenta. Il grado di difficoltà e problemi di salute dipende direttamente dal numero di sigarette fumate da una donna. La minaccia di distacco di placenta è pericolosa, la sua probabilità aumenta del 25% se una donna fuma 10 sigarette al giorno. Se è una fumatrice di lunga data, la probabilità sale al 65%.

In che modo le sigarette influiscono sulla nutrizione fetale

Come mangia il bambino dipende dal flusso di sangue. Il fumo blocca il flusso di ossigeno e restringe i vasi sanguigni. Di conseguenza, si verifica una carenza di ossigeno, che è piena di gravi conseguenze per il nascituro. Il bambino non ha abbastanza nutrienti di cui ha bisogno per svilupparsi correttamente e completamente.

Se fumi sigarette deboli

Le sigarette leggere non sono diverse dalle sigarette forti. La differenza è solo nella quantità. Se fumi due sigarette leggere, è quasi come fumare una sigaretta forte. Qualsiasi assunzione di nicotina nel corpo danneggia la futura madre e il bambino, e quindi non importa quali sigarette una donna fuma.

Complicazione alla nascita

Una madre che fuma aumenta il rischio di aborto in media del 30%. Le complicazioni durante il parto dopo il fumo durante la gravidanza sono la nascita di un bambino sottopeso. La peggiore conseguenza del fumo è la nascita di un bambino morto.

È sicuro smettere di fumare immediatamente

Gli esperti sono convinti che dopo aver abbandonato subito una cattiva abitudine, una donna aumenta le possibilità di avere una prole sana. I medici insistono per sbarazzarsi della dipendenza sotto controllo se una donna decide di smettere di fumare per più di 4 mesi.

Malattie causate dal fumo

La dipendenza da tabacco influisce negativamente sulla madre. Vale la pena notare il colore della pelle malsano, la voce rauca, i denti cattivi. Esistono malattie molto più gravi, ad esempio:

  • osteocondrosi;
  • insonnia;
  • vene varicose;
  • disturbo circolatorio;
  • l'osteoporosi;
  • disturbi nel lavoro del cuore;
  • insonnia ecc..

Molti fumatori giustificano la loro abitudine affermando che rinunciare alle sigarette causerà stress e danneggerà quindi il bambino. Sì, questo è parzialmente vero. Tuttavia, non dimenticare che il danno causato dalla nicotina è molto più grave dello stress a causa del fallimento. È un errore credere che le sigarette costose siano di alta qualità e quindi meno dannose. Non è necessario pensare che se il numero di sigarette fumate è ridotto o la forza è ridotta, allora sarà più facile per il bambino respirare.

Nel caso in cui la ragazza abbia intenzione di avere un bambino, o veda due strisce sul test, la prima cosa che dovrebbe fare è smettere di fumare. Fin dai primi giorni, la madre deve proteggere il suo futuro bambino e fare di tutto per proteggerlo dagli effetti dannosi del fumo tossico.

Fumare durante la gravidanza: la verità e i miti

Miti sul fumo durante la gravidanza

Per motivi di cattiva abitudine nella società, ci sono molti miti associati al fumo e alla sua "sicurezza".

Mito 1.
Le donne in gravidanza non devono smettere di fumare bruscamente, poiché rinunciare alle sigarette è stress per il corpo, pericoloso per il bambino nell'utero.
Verità:
Ogni dose di veleno che arriva con un'altra sigaretta è ancora più stress per il feto, il che può portare a conseguenze irreversibili..

Mito 2.
Primo trimestre non fumatori.
Verità:
L'esposizione al fumo di tabacco è più pericolosa nei primi mesi, quando vengono deposti gli organi più importanti.

Mito 3.
Le donne in gravidanza possono fumare sigarette elettroniche.
Verità:
La nicotina contenuta nella cartuccia entra ancora nel flusso sanguigno, sebbene in quantità minori, quindi le sigarette elettroniche sono dannose per le donne nella posizione come al solito.

Mito 4.
Se fumi sigarette leggere o riduci il numero di sigarette al giorno, non ci sarà quasi nessun danno.
Verità:
L'effetto dannoso in questo caso diminuirà, ma non di molto: il fumatore, al quale è limitata la sua dose di nicotina, proverà a "prenderlo" con sbuffi più profondi, che aumenterà la quantità di fumo catturato nei polmoni.

Mito 5.
Se un amico fumava e partoriva un bambino forte, allora non ti succederà nulla.
Verità:
Forse la conoscenza è stata solo molto fortunata, ma con un alto grado di probabilità la salute del suo bambino è stata minata dall'effetto intrauterino della nicotina e di altri veleni, e sebbene questo effetto non sia ancora evidente, prima o poi i problemi si faranno sentire.

Le conseguenze del fumo per madre e bambino

Il fumo danneggia un nascituro in diversi modi.

In primo luogo, il fumo di tabacco contiene molte sostanze tossiche: nicotina, monossido di carbonio, acido cianidrico, resine, numerosi agenti cancerogeni, tra cui la diazobenzopirina. Ognuno di loro avvelena il feto, arrivando ad esso attraverso il sangue della madre.

In secondo luogo, quando si fuma nel corpo, la quantità di vitamine del gruppo B, vitamina C e acido folico è significativamente ridotta. La loro mancanza può provocare lo sviluppo di difetti nel sistema nervoso centrale e portare a una serie di altre complicazioni fino all'aborto spontaneo.

Gli elementi avvelenanti agiscono sul feto non solo direttamente. Sotto la loro influenza, i vasi della placenta si restringono, a causa dei quali il bambino non riceve ossigeno e sostanze nutritive nel volume richiesto, il che porta a un ritardo nella crescita e nello sviluppo.

Studi a lungo termine hanno rivelato una serie di tristi schemi associati al fumo durante la gravidanza:

• I fumatori hanno maggiori probabilità di dare alla luce bambini piccoli (fino a 2,5 kg). Un neonato leggero su tre proviene da una mamma fumatrice. Anche per coloro che fumavano poco e raramente, in media, i bambini nascono 150-350 grammi più leggeri, oltre che più corti in altezza e con meno circonferenza della testa e del torace.

• Aumenta significativamente la probabilità di aborto spontaneo, parto prematuro e morte di un neonato. Un pacchetto di sigarette al giorno aumenta questo rischio del 35%. La combinazione di due cattive abitudini: fumare e bere, la moltiplica per 4,5 volte. Almeno ogni decimo parto pretermine inizia a causa del fumo.

• Le madri fumatrici hanno una probabilità maggiore del 25-65% di distacco prematuro della placenta, una probabilità del 25-90% (a seconda del numero di sigarette) di placenta previa.

• I fumatori hanno una probabilità 4 volte maggiore di avere bambini con anomalie cromosomiche, poiché i veleni agiscono sul feto e sul livello genico.

• Nelle donne in gravidanza "fumanti" 3-4 volte più spesso viene diagnosticato un ritardo nello sviluppo del feto.

• I bambini hanno il 30% in più di probabilità di sviluppare obesità o diabete entro i 16 anni se la madre fumava durante la gravidanza.

• Le conseguenze del fumo di una donna incinta influiscono sul bambino per almeno 6 anni. Gli studi dell'OMS hanno dimostrato che questi bambini in seguito iniziano a leggere, restano indietro nello sviluppo mentale e fisico rispetto ai coetanei e superano peggio i test intellettuali e psicologici.

La progenie dei genitori di fumatori ha molte più probabilità di iniziare a fumare rispetto a quelli la cui madre non ha fumato affatto o ha smesso di fumare mentre portava il bambino.

Si consiglia vivamente alla futura mamma non solo di rinunciare completamente alle sigarette, ma di chiedere ai fumatori del suo ambiente di non usarle in sua presenza - il fumo inalato durante il fumo passivo può anche influenzare la sua posizione non nel modo migliore.

Se i dati di cui sopra non ti sembrano spaventosi, pensa che parlino solo del danno causato dal fumo, mentre ci sono pochissime donne che possono vantare una salute eccellente e condizioni ideali per sopportare. Tutti i fattori (salute, malattie passate, preparazione fisica e morale generale, condizioni ambientali, cattive abitudini) si sommano e influenzano lo sviluppo del feto. E se ti sforzi di dare alla luce un bambino vivo e sano, perché metti in pericolo la tua vita?

Fumare durante la gravidanza: ciò che tutti devono sapere?

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La gravidanza è un evento gioioso nella vita di una donna, ma per alcune donne diventa un vero test nel tentativo di smettere di fumare. Indubbiamente, è meglio non iniziare a trascinarlo affatto. E se sei un fumatore con esperienza, è così difficile "legare", anche se si trova in una posizione interessante?

Le statistiche sono tali che la dipendenza dalle sigarette si sta diffondendo sempre di più tra le donne e l'età della prima conoscenza del tabacco sta diventando più giovane.

Sentendo il "no" medico sul fumo durante la gravidanza, la maggior parte delle donne esagera ancora. La giustificazione per i futuri fumatori di madri è "orecchie gonfie" e aumento del nervosismo, così come le recensioni di coloro che hanno fumato con calma durante la gravidanza e nulla è successo al bambino. Tuttavia, i dati esistenti di oltre 300 studi condotti in tutto il mondo concordano sui complessi effetti avversi del fumo durante la gravidanza. I fatti di dipendenza negativa includono:

  • la nascita di un bambino prematuro;
  • aumento del rischio di mortalità perinatale;
  • neonato sottopeso;
  • patologie fisiche;
  • rischio di aborto spontaneo;
  • uno stato di preeclampsia che rappresenta una minaccia per la vita del bambino e della donna stessa (segni: grave gonfiore, presenza di proteine ​​nelle urine, pressione alta);
  • il rischio di malattie congenite;
  • manifestazione ritardata degli effetti negativi del tabacco - disturbi mentali, intellettuali, ecc..

Il pericolo di fumare durante la gravidanza?

I cambiamenti avversi nei fumatori in gravidanza si riducono a patologie: nel corpo della madre, con la formazione intrauterina del bambino, nei neonati e nei bambini piccoli.

Il corpo della madre e il corpo del bambino sono un tutt'uno - quando una donna fa un altro tiro, il bambino è circondato da una cortina di fumo, che porta al vasospasmo e alla fame di ossigeno. I medici notano cambiamenti placentare nelle donne in gravidanza che abusano di sigarette. In questo caso, la placenta acquisisce una forma più arrotondata e diventa più sottile. L'aumento del numero di aborti spontanei, il numero di episodi di mortalità neonatale e i fatti di un rallentamento nello sviluppo dei neonati sono attribuiti al distacco precoce e alle situazioni con grande infarto placentare a causa dell'effetto negativo della nicotina.

I risultati del fumo prima del concepimento, durante il periodo di gestazione e dopo la nascita:

  • un aumento del numero di aborti spontanei e del lavoro spontaneo;
  • incidenza di neonati prematuri e sottopeso;
  • disturbi associati al processo di allattamento al seno;
  • una diminuzione dei fattori adattativi e un aumento dei casi di malattie del neonato;
  • rischio di difetti alla nascita;
  • notevole ritardo dei bambini nel piano mentale e fisico.

Esistono fatti noti sugli effetti avversi del fumo durante la gravidanza sul sistema di afflusso di sangue periferico della futura mamma, nonché su una diminuzione dell'attività respiratoria del feto. L'effetto dannoso del monossido di carbonio e della nicotina sullo sviluppo intrauterino del feto è correlato a una diminuzione della capacità dell'emoglobina di trasportare ossigeno. Di conseguenza, lo spasmo arterioso dell'utero interrompe la funzione placentare.

Il danno del fumo durante la gravidanza

Un fatto poco noto è che gli agenti cancerogeni del tabacco hanno un effetto deprimente sul funzionamento del sistema riproduttivo del feto. Le ragazze hanno una diminuzione del rifornimento di uova e i ragazzi nella vita futura possono avere problemi con la potenza.

È difficile sottovalutare il danno del fumo durante la gravidanza per la madre stessa:

  • il processo dei cuscinetti è più difficile;
  • i casi di tossicosi precoce, così come la gestosi, sono comuni;
  • problemi aggravati associati a vene varicose, vertigini, indigestione (costipazione);
  • la nicotina provoca carenza di vitamina C..

Vorrei sottolineare che una quantità insufficiente di vitamina C nel corpo della madre comporta problemi come: un fallimento dei processi metabolici e il funzionamento del sistema immunitario, un ridotto assorbimento di proteine ​​e stati depressivi.

Il fumo durante la gravidanza porta all'intossicazione fetale con il fumo di tabacco. Il bambino diventa involontariamente un fumatore passivo. Tali bambini sono spesso sensibili alle dipendenze, come il tabacco e l'alcol, già nella loro adolescenza. La cosa peggiore è che i neonati spesso soffrono di "fame di nicotina", cioè anche nell'utero materno formano una dipendenza dannosa. La dipendenza si manifesta in diversi modi: capricci e cattivo sonno, primo respiro alla nascita, seguito da uno stato di soffocamento.

Come il fumo fa male durante la gravidanza?

Il fumo passivo o attivo rende il bambino un fumatore già nell'utero materno e la concentrazione di agenti cancerogeni dal fumo di tabacco nel bambino in via di sviluppo è molto più elevata e dura più a lungo rispetto al sangue della madre. È stato dimostrato che il fumo passivo aumenta il rischio di sindrome da demenza..

La maternità significa cura, amore, capacità di pensare alla felicità e alla salute di un futuro bambino. Tuttavia, alcune donne nella posizione di storie dell'orrore né di problemi a lungo termine, né di informazioni sulle componenti dannose del tabacco non fermano la dipendenza. Tuttavia, dovrebbero sapere come il fumo danneggia durante la gravidanza. Questa conoscenza non è apparsa da zero, ma riflette i dati degli studi di scienziati di tutto il mondo sugli effetti della nicotina sulla gravidanza e sullo sviluppo dell'embrione:

  • la capacità di concepire nei fumatori è significativamente ridotta: nelle donne c'è difficoltà a spostare l'uovo nelle tube di Falloppio e l'inibizione dell'azione degli ormoni, e negli uomini lo sperma perde la mobilità;
  • il numero di ragazzi nati diminuisce - è dimostrato che l'embrione maschio è più difficile abituarsi alle condizioni di sopravvivenza. Il fumo passivo, ad esempio, riduce di un terzo la possibile nascita di un figlio;
  • il figlio di genitori fumatori è condannato a problemi associati alla funzione riproduttiva;
  • il fumo della futura madre rende il bambino dipendente dalla nicotina;
  • il fumo durante la gravidanza minaccia di distacco prematuro della placenta, portando a complicazioni del parto con perdita di sangue o aborto spontaneo;
  • figli di madri-fumatori - prematuri, in ritardo nello sviluppo da coetanei;
  • compaiono difetti di sviluppo, varie patologie: del viso, degli arti, degli organi interni;
  • il fumo di tabacco interrompe la funzione polmonare in un bambino, provocando una mancanza di tensioattivo;
  • l'abuso di sigarette provoca spesso la sindrome della morte improvvisa del bambino;
  • i bambini della mamma del fumatore sono più suscettibili a varie malattie.

Come il fumo influisce sulla gravidanza?

Il fumo intenso durante la gravidanza influisce sul peso di una donna. Il peso corporeo del fumatore è inferiore a causa di una diminuzione dell'appetito a causa della dipendenza e di una diminuzione della quantità di dieta consumata.

Gli scienziati hanno determinato che il numero di aborti spontanei dipende direttamente dal numero di sigarette fumate dalla futura mamma. La mortalità infantile durante il parto delle madri dei fumatori è aumentata del 30% e il rischio di un corso avverso del travaglio nei fumatori è raddoppiato. La nascita pretermine è un altro effetto avverso del tabacco..

In che modo il fumo influisce sulla gravidanza e sul contenuto quantitativo di tiocianato? Il fumo quotidiano di un massimo di venti sigarette porta ad un aumento del tiocianato nel sangue della madre e, di conseguenza, del bambino, che viene stabilito dall'analisi del siero del sangue. Un aumento del tiocianato provoca disfunzione endoteliale, che è il principale fattore nella patogenesi dell'ipertensione polmonare e dei processi polmonari ostruttivi cronici..

Gli effetti del fumo sulla gravidanza

I medici hanno incluso il concetto di "sindrome del tabacco fetale" per determinare il grado di influenza della nicotina sul bambino. Una diagnosi simile nei bambini è differenziata se:

  • la futura mamma fumava più di cinque sigarette al giorno;
  • c'era una grave ipertensione nella donna durante il periodo di gestazione;
  • un neonato a 37 settimane ha mostrato un ritardo di crescita simmetrico;
  • i sentimenti di gusto e olfatto sono noiosi, c'è stomatite;
  • si osserva un aumento della coagulazione del sangue;
  • c'è una violazione dell'ematopoiesi;
  • immunità ridotta;
  • si nota l'invecchiamento precoce della pelle (formazione di rughe);
  • effetto antidiuretico.

L'impatto negativo del fumo sulla gravidanza riguarda principalmente le violazioni della struttura del tessuto della placenta, che diventa più sottile, il suo peso è significativamente ridotto rispetto alla norma. La placenta acquisisce una forma rotonda sotto l'influenza della nicotina, subisce cambiamenti nell'afflusso di sangue. Questi processi patologici spesso contribuiscono al rigetto prematuro della placenta, a un'emorragia estesa nei suoi tessuti e alla morte fetale.

Gli agenti cancerogeni del fumo di tabacco attivano lo spasmo nelle arterie uterine, portando a disfunzione della circolazione placentare e, di conseguenza, insufficiente apporto di ossigeno al feto, che causa ritardo della crescita. Livelli elevati di anidride carbonica nel sangue possono portare all'ipossia dell'embrione.

È importante notare che il fumo durante la gravidanza riduce l'assorbimento di vitamine B, C e acido folico, che è pieno di problemi nel porre il sistema nervoso centrale nel bambino.

Il fumo influisce sulla gravidanza?

La notizia della nascita della vita non fa sempre smettere alle donne di fumare sigarette. Molte delle mamme in attesa preferiscono ridurre il numero di sigarette / pacchetti che fumano e solo.

La reazione del bambino all'interno della pancia della madre è stata monitorata dagli scienziati che hanno eseguito la diagnostica ecografica. Si è scoperto che solo con l'intenzione della donna incinta, il bambino ha iniziato a ridursi e fare una smorfia.

Se hai ancora dei dubbi sul fatto che il fumo influenzi la gravidanza, dovresti rivolgerti all'esperienza dei rappresentanti medici. Gli effetti del fumo di tabacco su madri e bambini sono stati studiati da scienziati di tutto il mondo. Oltre alle patologie fisiche, al sottosviluppo, ai problemi di natura intellettuale e mentale, il fumo durante la gravidanza è irto di difficoltà nell'attuazione sociale in futuro. Lo spazio chiuso e sfavorevole in cui si trovava il bambino durante lo sviluppo lascia la sua impronta a livello inconscio per la vita.

Ricordiamo che il fumo di sigaretta è costituito da circa 800 componenti, trenta dei quali tossici: monossido di carbonio, nicotina, cadmio, mercurio, cobalto, ecc. Pertanto, l'intossicazione da tabacco è una compagna invariabile di tutte le donne che fumano e dei loro figli..

Fumo e pianificazione della gravidanza

Pianificare il concepimento significa la volontà di una coppia di diventare genitori. Con questo approccio, sia l'uomo che la donna comprendono l'importanza di creare condizioni di sviluppo sane e sane per il futuro bambino. I coniugi controllano consapevolmente lo stato del loro corpo, si liberano dei problemi esistenti, riordinano il loro stato emotivo.

Diventa evidente a queste persone che il fumo e la pianificazione della gravidanza sono cose incompatibili. Entrambi i futuri genitori dovrebbero abbandonare l'abitudine negativa il prima possibile. Dopotutto, la capacità di funzioni riproduttive nei fumatori è ridotta di quasi la metà. Negli uomini, la qualità dello sperma è significativamente ridotta e nelle donne il numero di uova è ridotto. Come si è scoperto, è più difficile per i fumatori rimanere incinta anche con la fecondazione in vitro, e il numero di tentativi è raddoppiato.

Sulla base del fatto che il corpo maschile si sbarazza della nicotina più velocemente della femmina, è possibile pianificare il concepimento tre mesi dopo aver smesso di fumare, a condizione che solo il futuro papà fosse un fumatore.

Quando posso pianificare una gravidanza dopo aver fumato??

Numerosi studi riportano che la purificazione del sangue avviene dopo otto ore dal momento del fumo. Per rimuovere completamente le tossine della nicotina dal corpo, ci vorranno fino a sei mesi.

Prima della gravidanza, dovresti smettere di fumare almeno un mese, perché la nicotina riduce significativamente le possibilità di un possibile concepimento. Va notato che l'uso del cerotto alla nicotina o della gomma da masticare per combattere la dipendenza da tabacco è possibile solo prima del concepimento.

Molto è stato detto sugli effetti negativi del fumo sul corpo femminile: cuore, malattie polmonari, problemi al fegato, diminuzione delle difese, ecc. Quanto tempo deve recuperare una donna dalla dipendenza? Tutto dipende dall'intensità del fumo, dallo stato dei sistemi corporei, dalla corretta alimentazione e dalla stabilità emotiva. Come procederà la gravidanza dopo il fumo dipende dalla presenza di malattie croniche causate dalla dipendenza.

Fumare prima della gravidanza

La dipendenza da nicotina è una causa comune di infertilità. Gli scienziati hanno scoperto che nelle donne che fumano le uova sono meno vitali. Ciò è dovuto agli idrocarburi policiclici aromatici che entrano negli organi e nei sistemi attraverso il fumo di tabacco. La capacità della donna di concepire è ridotta in media della metà, il che è determinato dalla frequenza e dal numero di sigarette fumate.

Le donne con predilezione per le sigarette hanno maggiori probabilità di soffrire di malfunzionamenti nel ciclo mestruale, non sperimentano l'inizio dell'ovulazione e presto conoscono la menopausa.

Il fumo passivo prima della gravidanza, specialmente quando anche il padre è soggetto a un'abitudine negativa, riduce ulteriormente le possibilità di successo della fecondazione. I fumatori maschi hanno problemi di potenza, qualità e vitalità degli spermatozoi.

Fumare all'inizio della gravidanza

Hai fumato e non sapevi di essere incinta. La notizia di una nuova vita dentro di te porta gioia e preoccupazione per possibili danni. Qui la natura ha mostrato preoccupazione per il futuro bambino. Il concepimento avviene provvisoriamente il quattordicesimo giorno del ciclo. La prima settimana è caratterizzata da una mancanza di comunicazione tra la madre e l'embrione, che si sviluppa a scapito della loro forza e delle loro riserve. L'embrione viene introdotto nell'endometrio uterino solo nella seconda settimana del termine e dopo che è arrivato il ritardo, la donna scopre della gravidanza.

Il fumo all'inizio della gravidanza interrompe tutti i processi fisiologici nel corpo della madre, influisce negativamente sulla posa degli organi e dei sistemi interni del nascituro.

È più facile dimenticare la dipendenza all'inizio del rilevamento che farlo in un secondo momento.

Fumo all'inizio della gravidanza

La dipendenza da nicotina impedisce agli organi del nascituro di "maturare", sostituendo le cellule sane con i pazienti. La comparsa di cellule inferiori è dovuta alle tossine del tabacco. Il massimo danno alla nicotina è causato al midollo osseo, che richiede un trapianto dopo la nascita del bambino.

Una futura madre potrebbe non sospettare una gravidanza o consolarsi con delle scuse: smettere di fumare sarà stressante per il bambino, le prime due settimane non c'è alcun legame tra il corpo della madre e l'embrione.

Comunque sia, fumare nelle prime fasi della gravidanza è egoismo e irresponsabilità per il bambino. I ginecologi-ostetrici sostengono all'unanimità che dimenticare le sigarette è meglio anche prima del concepimento. Se la gravidanza non è stata pianificata, la futura mamma dovrebbe sbarazzarsi della dipendenza immediatamente dopo aver ricevuto una buona notizia.

Fumare all'inizio della gravidanza

Il più dannoso è considerato il fumo nelle prime fasi della gravidanza, quando esiste una "scheda" di tutti gli organi e sistemi del bambino. Un soffio fornisce all'embrione una notevole quantità di sostanze nocive: nicotina, benzapirene, monossido di carbonio. La nicotina provoca ipossia fetale a causa dell'esposizione al monossido di carbonio, che penetra attraverso la barriera placentare nel sangue di un bambino in formazione e forma carbossiemoglobina con emoglobina.

La presenza di nicotina nel corpo della gestante indebolisce in modo significativo il flusso sanguigno nei vasi della placenta, riducendo così il flusso di cibo al feto. Aborto spontaneo, aumento del sanguinamento vaginale - effetti collaterali comuni del tabacco nelle prime fasi.

La dipendenza dalle sigarette all'inizio della gestazione è irta della possibilità di mutazioni nel neonato: "palatoschisi" o "labbro leporino". La formazione del cielo viene effettuata tra la sesta e l'ottava settimana.

Se non sapevi della vita che ha origine dentro di te e hai continuato a fumare, allora dovresti sbarazzarti della cattiva abitudine il prima possibile. Idealmente, non devi assolutamente conoscere le sigarette o rinunciare alla dipendenza fino al concepimento.

Fumare nei primi giorni della gravidanza

Il fumo è persino passivo, prima di tutto, influisce negativamente sul corpo di una donna, peggiorando le condizioni dei polmoni e del sistema immunitario. Le donne che fumano sono più suscettibili alle malattie respiratorie, che è completamente inutile durante la gravidanza..

Si ritiene che nei primi giorni dopo il concepimento, non vi sia alcuna connessione tra la madre e l'embrione. Pertanto, fumare nei primi giorni di gravidanza non danneggia il nascituro. Di norma, la maggior parte delle madri viene a sapere della loro nuova posizione dopo due, o anche cinque settimane dopo il concepimento, continuando a fumare.

Se non riesci a condurre uno stile di vita completamente sano, nel sangue c'è la nicotina, che ha un effetto negativo su organi e sistemi. Anche la quantità di sigarette fumate quotidiane è importante..

I ginecologi raccomandano di eliminare la dipendenza dal tabacco il più rapidamente possibile al fine di evitare difficoltà con lo sviluppo intrauterino del bambino e complicazioni durante la gravidanza, nonché durante il travaglio.

Fumare nelle prime settimane di gravidanza

Molte donne che fumano spesso, ignari della gravidanza, continuano a fumare la loro dose di nicotina. È importante abbandonare immediatamente la dipendenza negativa, dopo aver confermato il fatto del concepimento.

La placenta diventa la casa per una vita futura per tutti e nove i mesi, fornendo al bambino tutto il necessario per il pieno sviluppo: ossigeno, sostanze nutritive, anticorpi protettivi. La formazione del tessuto placentare è completata entro la fine della dodicesima settimana dopo il concepimento e il fumo nelle prime settimane di gravidanza porta vari disturbi al processo naturale. L'embrione soffre di carenza di ossigeno, è avvelenato dalle tossine del tabacco.

Fumare alla gestazione di 5 settimane

Nella quinta settimana di gravidanza, il feto si sviluppa attivamente:

  • divisione delle cellule in gruppi per la formazione di vari organi;
  • l'origine del prototipo del futuro sistema nervoso (tubo neurale);
  • la posa dell'organo più complesso - il cervello;
  • il cuore inizia a battere;
  • si sviluppa il sistema circolatorio.

Nelle immagini, l'embrione assomiglia a un gambero con i rudimenti di bronchi, tiroide e pancreas, fegato, reni e ghiandole surrenali.

Da quanto precede, diventa chiaro che fumare a 5 settimane di gestazione è più di un atto irresponsabile. La futura mamma dovrebbe ricordare che l'inizio della gestazione è particolarmente pericoloso a causa della possibilità di un aborto spontaneo. Una donna deve monitorare attentamente la sua salute: assumere vitamine, mangiare bene, non raffreddare eccessivamente e non surriscaldare, dimenticare i farmaci e le cattive abitudini.

Smettere di fumare tabacco e alcol proteggerà il tuo bambino dai cambiamenti nella struttura del DNA e dalle malformazioni congenite.

Il picco ormonale si verifica proprio nella quinta settimana dopo il concepimento. L'embrione ha già una connessione con il corpo della madre attraverso il cordone ombelicale e attinge a risorse vitali attraverso l'alimentazione e l'ossigeno dalla madre.

Il fumo durante la gravidanza contribuisce alla penetrazione del fumo di tabacco tossico per il bambino, causando soffocamento e grave intossicazione. Tali bambini hanno una dipendenza da nicotina dopo la nascita, possono sperimentare insufficienza respiratoria e morte spontanea.

Durante questo periodo, la formazione attiva della placenta e la dipendenza della madre possono interrompere il naturale processo fisiologico. Le conseguenze possono essere deplorevoli: cambiamenti nel sistema circolatorio della placenta, suo distacco precoce, sanguinamento e aborto spontaneo.

Fumare a 6 settimane di gravidanza

Alla sesta settimana, il bambino assomiglia a un girino con punti scuri nei luoghi di futuri occhi e narici. I contorni di arti e depressioni iniziano ad apparire al posto delle orecchie. L'ecografia cattura un battito cardiaco embrionale e il sangue inizia a circolare nel corpo in via di sviluppo..

Quali sono le cause del fumo a 6 settimane di gestazione? Immagina uno spazio chiuso in cui sono concentrati circa quattromila componenti tossici. Una minaccia per il nascituro è il fumo di tabacco, contenente:

  • restringimento dei vasi sanguigni nicotina;
  • carbonio che causa una mancanza di ossigeno;
  • cancerogeno forte - benzene;
  • acido cianidrico usato per diserbare i ratti;
  • formaldeide.

E ora renditi conto che lo spazio chiuso è il tuo grembo con una nuova vita crescente che è costretta ad assorbire tutti i fumi tossici. La cosa più triste è che in questa situazione il bambino semplicemente non ha il diritto di scegliere.

Fumare a 8 settimane di gestazione

Le mamme dovrebbero rendersi conto che il fumo a 8 settimane di gestazione può causare patologie nella formazione del rinofaringe del bambino. Molte persone hanno sentito parlare di problemi come "labbro leporino" e "palatoschisi", ma poche persone sanno che tali malformazioni congenite possono essere risolte con complesse procedure chirurgiche. Pertanto, le madri-fumatori non dovrebbero continuare a cercare scuse, ma si raccomanda di sbarazzarsi della dipendenza da nicotina.

Il fumo durante la gravidanza priva l'embrione di una quantità sufficiente di ossigeno e provoca disfunzioni del sistema circolatorio materno. Questi fatti provocano cambiamenti nello sviluppo mentale del bambino, portando spesso alla sindrome di Down dopo la nascita.

Fumare a 10 settimane di gestazione

Soprattutto, i veleni del fumo di tabacco danneggiano l'embrione nella prima fase dello sviluppo, quando vengono deposti tutti gli organi e sistemi vitali. Il bambino all'interno dell'utero materno subisce una doppia dose di intossicazione da nicotina e gli organi nascenti piccoli e teneri non sono in grado di resistere al fumo distruttivo.

Così deboli, inclini a tutti i tipi di piaghe che nascono i bambini con patologie congenite. Non per niente alcuni ginecologi equiparano il fumo a 10 settimane di gravidanza con un crimine. Il rischio di morte spontanea del bambino aumenta e le probabilità di riprodurre un bambino sano tendono a zero.

Alla fine della decima settimana di gestazione, l'embrione passa allo stadio del feto quando inizia la sua crescita attiva. Nonostante il rischio di malformazioni congenite sia massimo nelle prime nove settimane di sviluppo, il fumo a 10 settimane di gestazione può influire negativamente sull'ulteriore formazione degli organi interni del bambino. La formazione del sistema nervoso continua con lo sviluppo di riflessi (movimento delle labbra, riflesso di suzione). Anche fegato, reni, cervello, diaframma sono in fase di miglioramento della loro funzionalità.

Il fumo della mamma durante la gravidanza provoca danni fisiologici e mentali irreparabili alla salute del nascituro. Dopo la nascita, il bambino può avere polmoni malati, malattie cardiache, ritardo dello sviluppo intellettuale, disturbi mentali.

Fumare a 12 settimane di gestazione

La dodicesima settimana completa il primo trimestre di gestazione. La posa di tutti gli organi del feto è già avvenuta, il cervello è quasi formato. Lo scheletro del bambino raggiunge la fase di ossificazione, caratterizzata dalla formazione di sostanza ossea. In questa fase dello sviluppo intrauterino, il timo (timo) funziona attivamente, contribuendo all'accumulo di linfociti T (in futuro necessari per combattere le infezioni) e della ghiandola tiroidea, che sintetizza la iodotirosina e regola i processi metabolici. Continua lo sviluppo e la crescita dei tessuti sotto l'influenza degli ormoni tiroidei.

Fumare alla dodicesima settimana di gravidanza sarà assolutamente inappropriato, poiché prima della quattordicesima settimana esiste una posa attiva dei sistemi vitali del corpo del bambino. L'effetto della nicotina si riflette principalmente sullo sviluppo naturale degli organi. Le sostanze cancerogene contenute nelle sigarette possono causare anomalie fisiche e problemi mentali. Un'alta probabilità di aborto spontaneo a causa di rigetto della placenta a causa di violazioni del sistema circolatorio della placenta.

Fumare a 16 settimane di gestazione

La sedicesima settimana di gestazione è la formazione accelerata di cellule nervose dei neuroni che ha iniziato a formarsi dalla quinta settimana. Ora cinquemila nuove celle appaiono ogni secondo. La ghiandola pituitaria è inclusa nel lavoro. Alla sedicesima settimana, inizia a produrre emoglobina, viene aggiunto digestivo alla funzione ematopoietica del fegato.

La respirazione continua attraverso il cordone ombelicale, quindi fumare a 16 settimane di gravidanza non promette nulla di buono, tranne che per problemi regolari.

Ogni fase dello sviluppo intrauterino è unica, creata dalla natura per aggiungere segnalibri o migliorare le funzioni dei sistemi del nuovo organismo. Il tuo bambino è già abbastanza attivo: è in grado di costruire facce, sputare, ingoiare e succhiare movimenti, gira la testa. All'ecografia, puoi catturare la sua indignazione per il veleno in arrivo alla nicotina: smorfie, compressione del corpo.

Fumare a 18 settimane di gestazione

Ad un periodo di diciotto settimane, il cervello continua a formarsi, si forma il tessuto adiposo nel bambino. Il sistema immunitario sta guadagnando forza, che ha iniziato a produrre sostanze che aiutano a combattere virus e infezioni. Il bambino nella pancia di sua madre cattura la luce penetrante e le vibrazioni del suono.

Se continui a fumare alla 18a settimana di gravidanza e non riesci a farcela da solo, il bambino ha un'intossicazione tremenda dalla nicotina. La dipendenza è un fattore che aumenta il rischio di anomalie congenite.

Idealmente, la dodicesima settimana di sviluppo dell'embrione dovrebbe eliminare la dipendenza da nicotina nei fumatori con esperienza. L'istinto materno, la forza di volontà o l'abbandono spontaneo della dipendenza possono aiutare.

Fumare a 23 settimane di gestazione

La ventitre settimana è il periodo dell'inizio della formazione dello strato grasso nell'embrione e della crescita attiva. Lo sviluppo di vasi sanguigni nei polmoni indica la loro preparazione per la funzione respiratoria. Il bambino manifesta movimenti respiratori, ma i polmoni non si aprono. Una piccola quantità di liquido amniotico entra nel sistema respiratorio del bambino, che non fa male e viene rapidamente assorbito. L '"allenamento" respiratorio comprende circa sessanta movimenti con un intervallo da trenta a sessanta minuti. Il fumo interrompe questo processo a 23 settimane di gestazione, causando ipossia. Si ritiene che una sigaretta fumata dalla mamma non faccia respirare il bambino fino a mezz'ora.

Fumare durante la gravidanza al sesto mese provoca parto prematuro. L'allattamento al seno di un neonato del genere è un processo complesso ed è caratterizzato da un'alta probabilità di morte del bambino. Una complicazione nelle madri fumatrici può essere un bambino nato morto, esfoliazione placentare con sanguinamento pesante.

Fumare a 30 settimane di gestazione

I medici ritengono che sbarazzarsi della dipendenza dal tabacco anche alla trentesima settimana di gestazione aiuterà il bambino a guadagnare il peso necessario. Durante questo periodo di sviluppo, si verifica uno strato grasso che provoca l'accumulo di calcio, ferro, proteine, anticorpi. Il bambino ha periodi di sonno e veglia, e c'è anche una posa di caratteristiche nel sistema nervoso e nello stato mentale.

Fumare a 30 settimane di gestazione spesso causa un distacco precoce della placenta, portando a parto prematuro. Queste complicanze sono risolte da un intervento chirurgico e sono pericolose possibili morti fetali. La nicotina in questa fase provoca uno stato di malnutrizione - una discrepanza tra lo sviluppo fisico degli organi del bambino e il periodo di gravidanza.

Fumare a 33 settimane di gravidanza

Trentatre settimana di gravidanza porta un evento tanto atteso la nascita di un bambino. Le madri fumatrici dovrebbero sapere che in questo momento sta avvenendo la formazione di alveoli polmonari e che il fegato acquisisce lobi pronunciati e le sue cellule si allineano in un ordine rigoroso che determina l'adempimento di importanti funzioni fisiologiche da parte del principale laboratorio chimico del corpo. Nel pancreas arriva il momento dell'autoproduzione di insulina. La "regolazione" di tutti gli organi interni del bambino è completata.

Diventa chiaro che fumare a 33 settimane di gestazione non porterà nulla di buono al bambino. Intossicazione da nicotina, insufficiente apporto di ossigeno e nutrienti, ritardo nello sviluppo, disfunzioni degli organi, patologie congenite - tutte queste sono conseguenze del fumo di tabacco.

Distacco di placenta e parto prematuro sono anche il risultato del fumo durante la gravidanza a 33 settimane. Questa condizione patologica rappresenta una grave minaccia per la vita del bambino ed è irta di gravi perdite di sangue per la madre.

Fumare nel primo mese di gravidanza

I primi mesi dopo il concepimento sono caratterizzati dalla maggiore vulnerabilità dell'embrione, poiché sono nati tutti i sistemi di base del nascituro.

Di norma, una donna viene a conoscenza della gravidanza non prima di 4-5 settimane. Il corpo è in attesa di un frullato ormonale, si osservano cambiamenti nelle abitudini alimentari, instabilità emotiva e una serie di cambiamenti fisiologici (perdite vaginali, gonfiore dei capezzoli, nausea, ecc.). Alcune donne hanno un'avversione per il fumo di sigaretta durante questo periodo. Ma succede anche che i processi di adattamento non influenzano il desiderio di fare un paio di sbuffi.

Il fumo è considerato molto pericoloso nel primo mese di gravidanza a causa della minaccia di un aborto spontaneo. L'embrione non riceve abbastanza ossigeno; la formazione fisiologica di organi e sistemi viene interrotta. L'inalazione passiva del fumo di tabacco non è meno dannosa, quindi allena la tua famiglia a "fumare" nell'aria.

Fumare a 5 mesi di gravidanza

Entro il quinto mese di sviluppo fetale, il bambino ha già arti ben sviluppati ed è felice di testarli in movimento. L'attività del feto è sostituita da periodi di calma. Il bambino è in grado di tossire e singhiozzare, che le future mamme sono in grado di catturare. Il bambino nell'utero accumula grasso bruno, permettendoti di mantenere costante la temperatura corporea. Lo strato di grasso sotto la pelle fornisce al bambino protezione contro l'ipotermia e le sostanze coinvolte nei processi della vita. Le ghiandole sudoripare si formano nella pelle.

Il fumo della mamma a 5 mesi di gravidanza può produrre un enorme malfunzionamento nei delicati processi naturali. Con insufficiente apporto di ossigeno a causa dell'azione delle tossine alla nicotina, il ritmo naturale dello sviluppo viene interrotto.

In questo momento, la nascita prematura, che può provocare un abuso attivo di tabacco, sarà assolutamente indesiderabile. Un bambino di cinque mesi è completamente impreparato per un incontro con il mondo esterno e le sue possibilità di sopravvivenza sono trascurabili.

Fumare a 6 mesi incinta

Il feto al sesto mese di sviluppo ha un corpo sottile, privo di depositi di grasso, con arti sviluppati. Le ghiandole sudoripare iniziano ad apparire nella pelle, gli occhi sono ancora chiusi. Questo periodo è anche caratterizzato dalla formazione di papille nella lingua, ma il bambino impara a distinguere le note gustative dopo aver raggiunto la ventottesima settimana.

La natura saggia ha concepito la formazione consecutiva di una nuova vita con la posa, lo sviluppo, e possiamo dire la "maturazione" degli organi. Ogni fase della gestazione è il processo fisiologico più sottile, che può essere influenzato negativamente dal fumo durante la gravidanza. I sistemi interni del bambino sono così facilmente vulnerabili e il veleno di nicotina penetra liberamente nella barriera placentare.

Il bambino ha già sviluppato espressioni facciali e reagisce negativamente al fumo materno a 6 mesi di gravidanza, che è stato in grado di catturare i medici con un'ecografia. Alcuni bambini fanno facce, fanno smorfie, trattengono persino il respiro dal pensiero della mamma di una sigaretta.

Fumare a 8 mesi di gestazione

Il fumo sistematico a 8 mesi di gravidanza aumenta il rischio di possibili complicanze di questo periodo: sanguinamento uterino, condizione prenatale, aborto spontaneo, ecc. La dipendenza materna dalle sigarette influisce sullo sviluppo del bambino nel suo seno. Tra le patologie nel bambino, ci sono isolate: peso ridotto, casi di mortalità spontanea nei primi giorni di vita dopo la nascita.

Quando la mamma fa un altro tiro, il bambino, in uno spazio confinato pieno di fumo, tosse e soffocamenti, il suo cuore inizia a battere più spesso e una mancanza di ossigeno lo priva dell'opportunità di svilupparsi completamente fino alla nascita.

Fumare a 9 mesi incinta

L'ultimo mese di gestazione è preparatorio, quando il bambino aggiunge circa 250 g a settimana e scende più in basso nella cavità pelvica. Appaiono le prime contrazioni dell'allenamento, brevi e indolori. Durante questo periodo, la donna diventa più facile da respirare.

Il fumo a 9 mesi di gestazione è caratterizzato dalle seguenti complicanze:

  • distacco della placenta e sanguinamento grave, che è un'indicazione per il taglio cesareo;
  • possibile esacerbazione dell'ipertensione;
  • tossicosi tardiva;
  • parto prematuro;
  • aumento del rischio di nati morti.

Fumare nell'ultimo mese di gravidanza

La crescita del numero di future madri-fumatori, purtroppo, sta avvenendo in tutti i paesi. Un aumento del numero di donne non sposate e il peggioramento delle condizioni sociali sono le ragioni dell'abuso di sigarette e alcol. Inoltre, le future mamme non interrompono gli avvertimenti su un possibile aborto o complicazioni durante il portamento.

Fumare nell'ultimo mese di gravidanza interrompe l'afflusso di sangue periferico di una donna, che a sua volta provoca ipossia nel bambino (mancanza di ossigeno). Per questo motivo, può verificarsi un sottosviluppo del feto, aumenta il rischio di dare alla luce un bambino prematuro.

Gli agenti cancerogeni del fumo di tabacco hanno un effetto patologico sulla psiche di un bambino non ancora nato. Il fatto è che le tossine delle sigarette provocano un flusso sanguigno insufficiente al cervello dell'embrione. Quindi ci sono anomalie del sistema nervoso e disturbi mentali. Alcuni studi indicano una relazione tra il fumo durante la gravidanza e la sindrome di Down in un bambino dopo la nascita..

Difetti cardiaci, difetti rinofaringei, ernia inguinale, strabismo: questo è un elenco di problemi comuni dei bambini le cui madri erano dipendenti dal fumo durante il processo di portamento.

Fumare nel primo trimestre di gravidanza

L'esposizione ai raggi X, il consumo di alcolici, l'assunzione di farmaci e il fumo nel primo trimestre di gravidanza causano danni irreparabili al bambino. Per capire a cosa questo è collegato, è necessario ricordare le fasi della formazione intrauterina del bambino.

Durante il primo mese, inizia la posa del cuore, dei polmoni, del cervello e la formazione del cordone ombelicale, attraverso la quale si verificano la fornitura di cibo e il ritiro di prodotti vitali. Il secondo mese è caratterizzato dalla formazione degli arti e dalla crescita del cervello. Si nota lo stomaco, lo sviluppo del fegato, lo sviluppo di altri organi. Nel terzo mese, il bambino inizia a muoversi, il che non si sente affatto a causa del piccolo peso (circa 30 g) e delle dimensioni (circa 9 cm). Questa fase è la formazione del sistema riproduttivo.

Un promemoria dell'importanza dei processi in corso, il divieto di fumare durante la gravidanza, una dieta equilibrata, il rispetto di tutte le prescrizioni del medico e l'uso di vitamine non saranno necessari.

Fumare nel secondo trimestre di gravidanza

Il quarto mese di gestazione è il periodo di crescita intrauterina attiva del bambino. Il cordone ombelicale si allarga e si addensa per ottenere più sangue e nutrimento. Durante il periodo del quarto e quinto mese, apparirà un aumento di peso di circa due chilogrammi. La futura mamma inizierà a sentire il primo movimento nel suo stomaco. Al sesto mese, è necessaria una quantità ancora maggiore di sostanze nutritive, quindi una donna dovrebbe mangiare pasti equilibrati e regolari.

Fumare nel secondo trimestre di gravidanza, quando la placenta è completamente formata e funzionante, provoca un apporto insufficiente di ossigeno al bambino. Ciò contribuisce allo sviluppo dell'ipossia cronica o acuta, che interrompe la crescita e lo sviluppo naturali del bambino. Maturazione precoce della placenta, può verificarsi un cambiamento nella sua forma e assottigliamento del muro. Per questi motivi, esiste una minaccia di nascita e morte spontanee del bambino.

Fumare nel terzo trimestre di gravidanza

Fumare durante la gravidanza è un rischio sia per la futura mamma che per il bambino. Una sigaretta affumicata porta allo spasmo dei vasi sanguigni nel sistema circolatorio della placenta, che provoca carenza di ossigeno nel feto. Pertanto, anche il fumo passivo nell'ultima fase dello sviluppo del bambino gli fa un danno irreparabile. I bambini di madri fumatrici sono inclini a obesità, raffreddori, allergie, diabete.

Il fumo nel terzo trimestre di gravidanza può provocare un travaglio precoce a causa del distacco della placenta. Il rigetto della placenta dalle pareti dell'utero dovrebbe verificarsi solo dopo il parto, quindi lo scarico prematuro della placenta è una patologia che rappresenta una minaccia per la vita del bambino. Questa condizione è determinata dal sanguinamento che peggiora le condizioni di una donna.

Un altro problema per le madri che fumano a lungo termine è la gestosi, che causa anche una serie di complicazioni dovute a cambiamenti nel sistema vascolare della placenta - sviluppo embrionale compromesso, parto prematuro.

Fumo in tarda gravidanza

I medici affermano che dimenticare il fumo è sempre meglio in qualsiasi periodo di gestazione piuttosto che continuare a persistere nella tua dipendenza sfavorevole. Smettere di fumare anche nell'ultimo mese può ridurre il rischio di possibili complicazioni per una donna e il suo bambino.

Qual è il rischio di fumare nella tarda gravidanza? Innanzitutto, la malnutrizione fetale, che si manifesta con una discrepanza tra le caratteristiche dello sviluppo fisico e il periodo di gestazione. Gli spasmi vascolari che portano a una diminuzione del flusso sanguigno verso l'utero e la restrizione dei nutrienti che entrano nel bambino causano ipotrofia.

L'ingestione di monossido di carbonio nel corpo della madre è un fattore che causa la fame di ossigeno in un bambino. I neonati con questa sindrome sono in ritardo di peso, aumentano con difficoltà e richiedono cure intensive e cure speciali..

Il fumo durante la gravidanza, che si sta avvicinando al suo completamento, provoca un ritardo nella formazione dei singoli organi nel bambino: fegato, reni, cervello. Tali madri hanno maggiori probabilità di avere nati morti o morti durante le prime settimane di vita. Gli operatori sanitari hanno familiarità con la sindrome della morte improvvisa del bambino, quando si verifica un esito fatale senza una ragione apparente, spesso in un sogno.

Il godimento della nicotina di fronte a nascite vicine spesso provoca la gestosi, il cui sviluppo prima dell'eclampsia minaccia la vita della madre e del bambino. La gestosi è caratterizzata da cambiamenti nel sistema vascolare della placenta, che provoca inibizione dello sviluppo fetale, distacco della placenta, provocando parto prematuro.

Le conseguenze del fumo durante la gravidanza

È abbastanza difficile prevedere tutti i fenomeni negativi dal fumo attivo e passivo durante la gestazione, poiché alcune delle patologie nel bambino compaiono anni dopo.

Fumare quattro sigarette al giorno è già una grave minaccia sotto forma di parto prematuro. Fumare durante la gravidanza aumenta significativamente i fattori di rischio per la mortalità perinatale.

Nei bambini con un aumento dell'intensità del fumo materno, c'è una diminuzione della lunghezza del corpo, della circonferenza della testa e delle dimensioni della cintura della spalla. Le conseguenze del fumo durante la gravidanza si estendono ai processi stagnanti nello sviluppo fisico, intellettuale ed emotivo. I bambini le cui madri hanno fumato in posizione sono più sensibili alla bronchite e alla polmonite..

Gravi anomalie nei bambini congeniti che si sviluppano durante il fumo della madre includono:

  • difetti nello sviluppo del tubo neurale (disrafismo);
  • cardiopatia;
  • disturbi nella formazione del rinofaringe;
  • ernia inguinale;
  • strabismo;
  • anomalie nello sviluppo mentale.

L'abuso di tabacco colpisce la trisomia (malattia di Down).

Gravidanza e fumo: come smettere?

Concetti incompatibili - gravidanza e fumo. Come uscire dalla dipendenza? Risulta non così difficile. Se sono durate le prime ventiquattro ore, hanno praticamente vinto. Resta da controllare quando incontri gli amici, nei momenti di tensione nervosa, in aumento della noia, ecc..

Alle donne per le quali la norma giornaliera era più di dieci sigarette al giorno non è consigliabile smettere di fumare. La gravidanza è stressante per il corpo e i cambiamenti in uno stile di vita stabilito, incluso il fumo, possono aggiungere stress allo stato fisico ed emotivo. La rapida cessazione del tabacco può ridurre le contrazioni cardiache e attivare la contrattilità muscolare, che è irta di aborto spontaneo. Pertanto, se sei un fumatore con esperienza, allunga il processo di "lasciare" le sigarette in tempo (circa tre settimane). Ogni giorno, riduci la quantità di fumo e sviluppa l'abitudine di non fumare una sigaretta fino alla fine - estinguiti la fame di nicotina con un paio di sbuffi e abbastanza.

Fumo passivo durante la gravidanza

Le tossine delle sigarette entrano nel corpo umano attraverso il fumo di tabacco. Il fumatore stesso non assorbe più del 20% di sostanze nocive, il resto della quantità di agenti cancerogeni che rilascia nell'aria circostante, avvelenando i passanti occasionali. Un'ora di fumo passivo è sufficiente per ottenere una dose di nicotina che provoca malattie dei polmoni e del sistema cardiovascolare, che sviluppa la nucleazione dei tessuti cancerosi.

Un fattore che influenza il travaglio prematuro e la mancanza di ossigeno nel feto è il fumo passivo durante la gravidanza. La penetrazione del fumo di sigaretta nel feto aumenta il rischio di polmonite, bronchite e asma dopo la nascita. I bambini le cui madri durante la gravidanza hanno inalato involontariamente il fumo di tabacco, hanno maggiori probabilità di soffrire di allergie, hanno indebolito l'immunità.

Fumare hash o marijuana durante la gravidanza

Marijuana - una miscela fumante della pianta essiccata "Cannabis sativa" con il principale componente chimico - delta-9-idrocannabinolo, che contribuisce a un cambiamento nella coscienza.

L'hashish è una sostanza prodotta dalla spremitura dell'erba di cannabis, con l'ingrediente principale - delta-9-tetra-idrocannabinolo. Secondo l'effetto psicoattivo, l'hash è considerato uno strumento più potente della marijuana.

Tuttavia, gli effetti dei prodotti psicotropi sono simili: aumento della frequenza cardiaca, tono indebolito ed espansione dei bronchi, arrossamento degli occhi. Le sostanze narcotiche agiscono sui "centri del piacere" nel cervello umano, provocando una temporanea sensazione di euforia. La resa dei conti arriverà sotto forma di problemi di memoria, compromissione della coordinazione dei movimenti, psicosi tossiche e altri cambiamenti.

Il fumo dell'hash durante la gravidanza provoca spesso un parto prolungato. L'effetto negativo della sostanza sul bambino riguarda la crescita e lo sviluppo lenti, una diminuzione delle funzioni fertili in età adulta, problemi con il sistema nervoso e la visione.

Gli studi hanno dimostrato che i bambini di madri che preferiscono fumare marijuana durante la gravidanza presentano reazioni distorte con irritanti visivi, hanno un aumento del tremore (movimento attivo degli arti a seguito di contrazioni muscolari), sono urlatori. Tutti questi fatti possono indicare problemi nel sistema nervoso..

Gli effetti della marijuana sui bambini più piccoli e sugli scolari hanno indicato:

  • disturbi comportamentali;
  • ridotta percezione della lingua;
  • difficoltà di concentrazione;
  • memoria debole e difficoltà nel risolvere i problemi visivi.

Fumare e bere alcolici durante la gravidanza

Il fumo e l'alcool durante la gravidanza sono una miscela esplosiva, una doppia minaccia per la vita e la salute del bambino.

L'abuso di bevande alcoliche aumenta la probabilità di vari tipi di deviazioni nel bambino. L'alcool che è penetrato nel feto è immagazzinato nel feto due volte più a lungo che nel sangue della madre. Anche un moderato consumo di alcol durante la gravidanza non garantisce l'assenza di anomalie mentali e fisiche nel neonato.

Fumare durante la gravidanza e bere sono fattori di aborto spontaneo, parto prematuro e complicanze durante il travaglio.

L'effetto simultaneo di etanolo, acetaldeide e nicotina sull'embrione, specialmente nelle prime fasi, può interrompere la sintesi proteica e portare a cambiamenti irreparabili nel DNA, causando patologie cerebrali.

Fumare durante la gravidanza è l'imposizione deliberata della propria volontà su una nuova personalità emergente; lo stesso che offrire a un bambino una sigaretta o un bicchiere di vodka. Se ancora non capisci cosa sia il bambino dentro di te con il fumo di tabacco, guardati intorno, trova nell'immediato ambiente una persona che non può tollerare lo smog di sigarette e guardalo durante il tuo tiro. Molto probabilmente il poveretto tratterrà il respiro per un po ', il suo volto sarà distorto in una smorfia, inizierà ad agitare le mani vicino al naso, esprimendo insoddisfazione in ogni modo possibile. Ma questa persona ha una scelta: può allontanarsi da te, cosa che il tuo bambino non ancora nato non può fare.

Up