logo

Nelle diverse fasi della gravidanza, una donna deve sperimentare molti inconvenienti, il cui verificarsi è dovuto alle sue nuove condizioni. Nausea, sonnolenza aumentata, vertigini in alcuni possono apparire e scomparire, mentre altri accompagnano durante il periodo. Ma la minzione frequente durante la gravidanza è uno dei primi e più sorprendenti segni di questa condizione, che provoca disagio a tutti coloro che non vedono l'ora di nascere un bambino. Una donna inizia a sentire un cambiamento nella frequenza degli impulsi dalle prime settimane di gestazione. Questa necessità non è correlata al riempimento della vescica, ma è dovuta a ragioni completamente diverse..

La comparsa di minzione frequente nelle donne in gravidanza

La minzione frequente durante la gravidanza in diversi periodi si verifica in quasi tutte le donne. Normalmente, le donne incinte incontrano questo stato spiacevole nella seconda metà, a partire dalla sedicesima settimana. Ma in alcune situazioni, durante i primi tre mesi di gestazione si osserva un aumento della frequenza degli impulsi.

Date e cause fisiologiche

Le donne primitive, che associano la minzione frequente nelle donne in gravidanza allo sviluppo di malattie gravi, sono molto preoccupate per questo. Le future madri non sospettano che un sintomo possa manifestarsi per comprensibili ragioni fisiologiche. I medici includono i seguenti cambiamenti naturali che provocano un fenomeno così spiacevole..

Regolazione ormonale. Lo squilibrio negli elementi attivi influenza l'attività della parte del cervello responsabile della minzione. Di conseguenza, il numero di impulsi nervosi aumenta, segnalando la necessità di svuotare la vescica.

Rilassamento del corsetto muscolare. Nel preparare il corpo per sopportare il feto, e successivamente per il parto, si verifica il rilassamento muscolare, che colpisce tutti i muscoli scheletrici e gli elementi dell'apparato legamentoso. Questo processo si estende ai muscoli lisci della vescica, aumentando il bisogno di minzione della donna.

Attivazione del metabolismo. La rapida ristrutturazione del corpo femminile comporta l'accelerazione dei processi metabolici, incluso il sistema genito-urinario. Lavorando in una modalità avanzata, i reni iniziano a svolgere una duplice funzione: la pulizia di prodotti nocivi e tossine dal sangue della madre e del feto. Di conseguenza, aumenta la capacità escretoria, che si manifesta sotto forma di minzione frequente durante la gravidanza nelle prime fasi.

Allargamento uterino. Colpisce la buona crescita e lo sviluppo del feto. A causa dell'aumento del volume, gli organi pelvici sono compressi e, in primo luogo, la vescica e il canale uretrale.

Deviazione fluida amniotica. Quando il feto inizia a svilupparsi, attorno a esso si forma un denso guscio - una bolla amniotica riempita con un fluido speciale. Al fine di evitare il ristagno, spesso cambia e il tratto urinario della madre prende parte attiva a questo processo. Colpisce anche la frequenza degli impulsi di svuotamento..

Gravidanza precoce

Le donne giovani e inesperte sono interessate ai medici: "Da quanto tempo iniziano la nausea e la minzione frequente durante la gravidanza?" I cambiamenti si verificano immediatamente dopo la fecondazione riuscita. Il primo in questo processo è il sistema ormonale, che inizia a produrre intensamente il progesterone necessario per proteggere l'embrione e lo sviluppo del feto. Inoltre, i processi metabolici sono già attivati, a seguito della quale le reazioni biochimiche sono accelerate.

Un aumento della frequenza della minzione durante il primo trimestre è considerato un normale processo fisiologico. Ciò è dovuto al fatto che il progesterone provoca il rilassamento del corsetto muscolare di tutto il corpo, compresi i muscoli lisci del canale uretrale e della vescica. Quest'ultimo perde la sua capacità di trattenere in modo affidabile il liquido che si accumula in un grande volume. Di conseguenza, la separazione delle urine è aumentata in piccole porzioni, il che provoca frequenti visite in bagno.

Metà fase della gestazione

A partire dalla dodicesima settimana, i primi segni di gravidanza sotto forma di tossicosi, sonnolenza e altri fenomeni nella maggior parte dei casi scompaiono. Durante questo periodo, la frequenza degli impulsi si avvicina alla normalità. L'utero, sebbene continui ad aumentare gradualmente di dimensioni, ma si alza già nella cavità addominale e alla fine di quindici settimane c'è più spazio libero nella piccola pelvi. La pressione sulla vescica e sul canale uretrale diminuisce in modo significativo e la voglia di "scappare" verso la toilette scompare.

Ultimo trimestre

Il corpo di ogni donna è individuale, pertanto a volte non si verifica un aumento della tentazione di svuotare la vescica nelle fasi iniziali. Nonostante ciò, la minzione frequente durante la gravidanza nel terzo trimestre si manifesta quasi sempre. Ciò è dovuto ai cambiamenti caratteristici che si verificano nel corpo della futura mamma.

Dopo venti settimane, le dimensioni dell'utero aumentano rapidamente, sebbene l'organo stesso sia ancora posizionato in alto. Il bambino cresce e si sviluppa intensamente, il che influenza il volume del sangue circolante. La crescente quantità di liquido amniotico aumenta il carico aggiuntivo sulla vescica, indebolendo le sue pareti. Durante questo periodo, i reni del bambino iniziano a funzionare attivamente e i prodotti metabolici vengono escreti attraverso il cordone ombelicale nel corpo della madre, a seguito del quale il suo sistema urinario cerca di svolgere il suo lavoro a doppio volume.

Con l'avvicinarsi del parto, l'utero scende nella piccola pelvi e la testa occupa gradualmente una posizione comoda. La salute della donna migliora, il bruciore di stomaco scompare, la pressione sui polmoni e sullo stomaco è praticamente assente, a seguito della quale la respirazione è facilitata. Allo stesso tempo, l'organo inizia nuovamente a spremere la vescica così tanto che si manifesta l'incontinenza urinaria. Episodi di enuresi si verificano mentre si ride, si tossisce o si starnutisce.

Condizioni pericolose e allarmi aggiuntivi

Indipendentemente dall'età gestazionale, una donna ha ancora il desiderio di visitare il bagno più volte durante la notte. Secondo i ginecologi, l'incontinenza lieve è considerata una variante della norma. Ma questi sentimenti non causano disagio fisico e non causano sentimenti dolorosi. La situazione cambia fondamentalmente se durante la minzione ci sono crampi, bruciore, dolore e altri sentimenti spiacevoli.

Ciò significa che un processo patologico latente procede nel corpo:

  • infiammazione infettiva;
  • cistite;
  • uretrite;
  • pielonefrite;
  • malattia urolitiasi;
  • formazioni tumorali.

Ognuno di questi disturbi è considerato una minaccia per la salute e il normale sviluppo fetale e spesso porta a tristi conseguenze. I sintomi allarmanti, che dovrebbero essere la ragione dell'appello rapido a uno specialista, sono:

  • dolori acuti o tiranti, bruciore, dolore durante la minzione;
  • una sensazione di svuotamento incompleto della vescica;
  • quantità insignificante di urina;
  • tirando dolore nella parte bassa della schiena e nell'addome;
  • cambiamento nel colore e nella natura dell'urina: torbidità, oscuramento, sedimenti, impurità di pus, sangue.

Spesso la situazione è complicata da ipertermia, sviluppo di debolezza, brividi e febbre, peggioramento del benessere generale della futura madre. Il sanguinamento abbondante apparso sullo sfondo dei segni disponibili indica lo sviluppo di una gravidanza extrauterina.

Le patologie concomitanti più comuni sono la cistite e l'urolitiasi. L'esacerbazione di queste malattie è dovuta al fatto che l'utero in crescita comprime gli organi vicini. Nel primo caso, questa è la vescica, che non è in grado di svuotarsi completamente, ei resti di urina diventano una fonte di infezione. Nel secondo - lo spostamento dei calcoli situati nel rene e la mancanza della possibilità della loro escrezione. La via d'uscita da una situazione spiacevole è il sollievo dal dolore attraverso i farmaci..

Opzioni per risolvere il problema

A partire dalla trentesima settimana, la minzione frequente durante la gravidanza diventa più evidente di notte. Ciò preoccupa le future mamme, perché il processo del sonno è disturbato e alzarsi dal letto provoca un certo disagio. Per eliminare il problema e ridurre la frequenza della minzione, i medici raccomandano di seguire semplici regole..

  1. Se avverti uno svuotamento incompleto della vescica, è necessario sporgersi in avanti. Ciò aumenterà la pressione sull'organo e lo aiuterà a liberarsi dall'eccesso di liquido..
  2. Se sei incline a bere grandi quantità di liquidi, dovresti modificare il tuo regime alimentare. È utile limitare l'assunzione di bevande poche ore prima di coricarsi. Se hai sete, sciacqua la bocca con acqua.
  3. Durante i lunghi viaggi, specialmente nelle ore di punta, la donna è costretta a trattenere la minzione per lungo tempo, il che porta allo sviluppo dell'incontinenza. Per evitare ciò, dovresti scegliere un momento più tranquillo per gite e passeggiate..

Abbastanza spesso, la fine della gravidanza e la data di nascita che si avvicina è caratterizzata dalla comparsa di episodi di enuresi, specialmente quando si tossisce, starnutisce, durante le risate.

Nel caso dello sviluppo del processo infiammatorio, è necessario segnalare i reclami al medico curante, che prescriverà un esame e selezionerà un trattamento sicuro.

Misure preventive

Una maggiore voglia di urinare può disturbare una donna sia all'inizio della gravidanza che alla fine del periodo. Per sbarazzarsi del disagio e avvertire di ridurre la frequenza delle visite in bagno, è necessario seguire le raccomandazioni degli specialisti.

  • Limitare l'assunzione di liquidi 2–3 ore prima di coricarsi.
  • Elimina i prodotti diuretici: anguria, melone, zucchine, cetrioli.
  • Ridurre il tè e il caffè forti.
  • Rifiuta cibi assetati, come cibi fritti, piccanti, marinate.
  • Sbarazzati della biancheria intima attillata o scomoda, dei vestiti di tutti i giorni e della casa che stringono gli organi pelvici.
  • Indossa una benda prenatale per sostenere una pancia in crescita per ridurre la pressione sulla vescica.

La minzione frequente è considerata un normale processo fisiologico durante la gravidanza. Sono familiari alle donne, poiché compaiono anche durante il periodo della sindrome premestruale. La presenza di sintomi allarmanti dovrebbe essere una ragione per visitare il medico curante e condurre misure diagnostiche.

Conclusione

La gravidanza non è una causa di riduzione dell'assunzione di liquidi. In assenza di controindicazioni, una donna dovrebbe bere 1,5-2 litri di acqua al giorno. La corretta distribuzione del volume giornaliero di liquidi, la restrizione serale contribuirà a ridurre la frequenza della minzione e rendere più confortevole il corso della gravidanza.

Minzione frequente alla gestazione di 12 settimane

Manifestazioni di pielonefrite nelle donne in gravidanza

Per sbarazzarsi dei parassiti, i nostri lettori usano con successo Intoxic. Vista la popolarità di questo prodotto, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Recentemente, la pielonefrite nelle donne in gravidanza è sempre più comune. Questo stato di cose è dovuto alle avverse condizioni ambientali e sociali. Le conseguenze della pielonefrite possono essere molto diverse, quindi è importante iniziare il trattamento il prima possibile.

Che cos'è la pielonefrite?

La pielonefrite è un processo di infiammazione del tessuto connettivo dei reni, con ulteriore danno al sistema pielocaliceale.

Molto spesso, la pielonefrite si verifica nella seconda metà della gravidanza. Di norma, i sintomi compaiono da circa 22 settimane. L'utero comprime gli organi adiacenti, poiché aumenta gradualmente di dimensioni. Pertanto, colpisce gli ureteri e l'urina non può più passare nel solito modo. La causa del movimento ostruito delle urine può essere i cambiamenti ormonali che si verificano durante la gravidanza. Tutto ciò porta allo sviluppo della pielonefrite..

E anche la causa della malattia può essere:

  • vari batteri e virus;
  • diabete;
  • cistite;
  • ipotermia;
  • malattie ereditarie dei reni e del sistema urinario.

Durante la gravidanza, la malattia può comparire per la prima volta o ripetutamente se la donna è stata esposta in precedenza alla malattia..

Sintomi di pielonefrite durante la gravidanza

La pielonefrite durante la gravidanza ha sintomi che vengono immediatamente affrontati:

  • il dolore nella parte bassa della schiena, che si estende ai fianchi, all'inguine o all'addome, aumenta con una lunga camminata;
  • febbre e brividi;
  • mal di testa;
  • frequenza cardiaca e respiro;
  • nausea;
  • dolore durante la minzione;
  • scolorimento e quantità di urina;
  • minzione frequente.

Ci sono molti segni di pielonefrite durante la gravidanza, ma spesso tutti si presentano già nella fase acuta. Negli ultimi anni, i sintomi della malattia sono cambiati e la diagnosi di pielonefrite in una fase precoce è diventata complicata.

Tipi di pielonefrite

  • Vista primaria. Il processo di minzione non è disturbato, non ci sono altre malattie renali.
  • Vista secondaria. Un'infiammazione si verifica a causa di una malattia del sistema urinario.

Differenze nel particolare decorso della malattia:

  • La pielonefrite cronica durante la gravidanza è un processo infiammatorio lento. Può andare da acuto a cronico.
  • La pielonefrite acuta nelle donne in gravidanza si chiama infiammazione, che si manifesta improvvisamente. I sintomi compaiono entro poche ore e, con un trattamento adeguato, la malattia scompare in circa 15 giorni.

Diagnosi di pielonefrite

L'uso di molti metodi diagnostici durante la gravidanza è limitato. Questo vale per i carichi di radiazioni sul feto, perché possono portare allo sviluppo della leucemia nel bambino.

Per confermare la diagnosi, è necessario sottoporsi a esami del sangue (generali e biochimici), alle urine (secondo Zimnitsky e Nechiporenko), sottoposti a ecografia renale e cromocistoscopia. I riferimenti a questi test possono essere ottenuti dal medico che sta conducendo la gravidanza. E una malattia già confermata sarà trattata in un ospedale sotto la supervisione di un nefrologo e un ginecologo.

Nelle donne che hanno dolore nella regione lombare, rappresentano una minaccia di aborto spontaneo e prescrivono una terapia di mantenimento.

I metodi strumentali per diagnosticare la pielonefrite durante la gravidanza sono pericolosi. Operazioni come il cateterismo degli ureteri e della vescica non sono praticamente utilizzate, poiché esiste la possibilità di infezione.

Un ruolo importante nella diagnosi della malattia è svolto dall'ecografia dei reni. Determina l'alone della lesione attorno al rene, il grado di espansione del tratto urinario e le condizioni dei principali elementi funzionali del rene.

Trattamento di pielonefrite

La pielonefrite durante la gravidanza può essere trattata a seconda dello stadio della malattia.
Negli ultimi anni, ci sono stati più casi in cui è necessario un intervento chirurgico. Ecco perché il trattamento e la diagnosi di pielonefrite sono questioni molto rilevanti..

La pielonefrite è una malattia infettiva e pertanto il medico prescrive farmaci antibatterici per il trattamento. Il numero di antibiotici che sono sicuri per il feto all'interno della donna non è così grande. Gruppi di preparati di penicillina aiutano bene.

Naturalmente, durante la gravidanza, l'uso di qualsiasi farmaco è indesiderabile, ma con la pielonefrite è semplicemente necessario. Il trattamento si svolge in un ospedale, il riposo a letto è una delle condizioni principali dal primo giorno della malattia. Ciò contribuisce al rapido recupero del paziente..

La nomina del trattamento viene effettuata individualmente. Dipende dalle condizioni del paziente e dalla durata della sua gravidanza:

  • Nel primo trimestre, si forma il feto, vengono deposti gli organi. La placenta non si è ancora formata, quindi le funzioni protettive non vengono eseguite. In questo caso, gli antibiotici cercano di non prescrivere.
  • Nel secondo trimestre di gravidanza, diventa possibile usare più farmaci.

In qualsiasi fase della gravidanza, è severamente vietato l'uso di cloramfenicolo e biseptolo. Questi farmaci sono prescritti solo dopo gli esami..

Per ripristinare il deflusso di urina dal bacino, viene utilizzata la "terapia posizionale". L'essenza di questa terapia è che una donna incinta è sdraiata su un fianco, che non fa male, in una posizione piegata. Le gambe dovrebbero essere in una posizione sopra la testa. Drotaverin, papaverina e baralgin vengono somministrati per via intramuscolare. Se la terapia non aiuta, allora fanno il cateterismo dell'uretere. Si ottengono buoni risultati con una combinazione di terapie "posizionali" e "antibatteriche".

A volte viene eseguita una puntura o una nefrostomia aperta. Questa procedura ha i suoi vantaggi:

  • viene prodotto un canale corto controllato per la produzione di urina;
  • è abbastanza semplice prendersi cura del drenaggio, non è necessario ripetere la cistoscopia per sostituirlo;
  • il reflusso vescicoureterale non si sviluppa (una malattia associata a una mancanza di valvola tra la vescica e l'uretere).

Che cos'è il drenaggio e quali fattori devono essere considerati nella scelta di un metodo di drenaggio?

Il drenaggio è un metodo per creare un deflusso da un organo di contenuti usando i drenaggi. Viene usato se, durante un infortunio o una malattia, il deflusso naturale era compromesso..
I fattori nella scelta di un drenaggio possono essere i seguenti:

  • la durata della malattia;
  • specificità della microflora;
  • la presenza di reflusso vescico-ureterale;
  • che settimana è la donna.

C'è ancora una domanda sul trattamento di forme complicate di pielonefrite durante la gravidanza. La tendenza a forme puramente distruttive di pielonefrite nelle donne in gravidanza è aumentata. A ciò contribuiscono i microrganismi altamente virulenti e il trattamento ritardato..

La necessità di un trattamento chirurgico sorge con scarsi risultati del trattamento antibiotico (circa due giorni) e l'incapacità di riprendere i processi di movimento delle urine attraverso il tratto urinario. Ulteriore sviluppo normale del feto è assicurato da operazioni precoci e adeguate.

Nonostante il fatto che la pielonefrite sia spesso trattata bene, ci sono sviluppi tristi. Qual è il pericolo di pielonefrite durante la gravidanza e le indicazioni per l'interruzione:

  • ridotto contenuto di ossigeno fetale;
  • insufficienza epatica e renale acuta;
  • aborto spontaneo;
  • aumento della pressione sanguigna in una donna incinta.

Influenza sulle caratteristiche della gravidanza e dello stile di vita nella pielonefrite

Quando viene diagnosticata la malattia, i medici consigliano di aderire a una dieta terapeutica. Bevi quanto più fluido possibile, oltre a rimuovere cibi grassi e piccanti dalla dieta quotidiana, includendo più frutta e verdura. Durante la forma cronica della malattia, è meglio limitare l'uso di brodi di pesce e carne, sale e assumere vitamine.

Alle complicazioni, i medici includono tossicosi, parto prematuro e sviluppo di anemia. Un bambino nato può soffrire di congiuntivite prima di danneggiare i polmoni, i reni e altri organi..

La pielonefrite completamente guarita non rappresenta una minaccia per il bambino. Con un contatto tempestivo con il medico, la gravidanza procederà normalmente.

Prevenzione della pielonefrite

È molto importante per le future mamme effettuare la profilassi e sbarazzarsi di una possibile infezione il prima possibile. Le ricadute si verificano nel 25% dei casi con trattamento improprio o in ritardo..

È importante condurre uno stile di vita sano e osservare le regole di igiene personale. Più passeggiate, dieta durante la gravidanza e bere più acqua (se non c'è gonfiore). È necessario evitare l'ipotermia, lo stress nervoso, lo sforzo fisico pesante, essere esaminati dopo il parto e condurre un'osservazione medica. È necessario urinare il più spesso possibile - questo laverà i reni e servirà come prevenzione del ristagno di urina.

Per evitare la pielonefrite (e altre malattie) durante la gravidanza, visita regolarmente la consultazione di una donna e consulta un medico in qualsiasi questione relativa alla tua salute. Se diagnostichi la malattia nelle prime fasi, il trattamento sarà molto più semplice e passerà senza conseguenze tristi..

Come viene eseguita la procedura di stenting renale?

12 maggio 2017 Vrach

Il prelievo di urina dal corpo è associato ad organi come reni, ureteri, vescica e uretra. Con una serie di patologie in questo sistema escretore, viene presa la decisione di installare uno stent nel rene. Questo metodo facilita notevolmente la capacità di rimuovere l'urina dal corpo e il successivo trattamento della malattia.

Indicazioni per l'installazione

L'urina si muove lungo gli ureteri tra la vescica e i reni nella direzione dell'uretra. Mentre la vescica si riempie, viene ricevuto un segnale sulla necessità di svuotarla. In un corpo sano, questo processo è completamente sottoposto a debug, non provoca disagio e dolore.

Se ci sono patologie del sistema o per motivi medici, viene utilizzata la stenosi renale: viene installato un tubo speciale per prevenire l'avvelenamento del corpo con prodotti urinari. L'uso di uno stent può diventare necessario per i seguenti motivi:

  • la presenza di calcoli renali o uretere di varia composizione chimica;
  • patologia dei reni;
  • fibrosi retroperitoneale;
  • tumori che schiacciano l'uretere e interferiscono con il normale flusso di urina;
  • il verificarsi di edema o aderenze dopo interventi chirurgici;
  • grave chirurgia addominale;
  • chemioterapia dell'anca.

La lunghezza, la forma, il materiale di questo componente ausiliario è selezionato esclusivamente individualmente per ciascun paziente. Gli stent vengono installati per un periodo non superiore a un anno con una sostituzione intermedia. Nei casi in cui la malattia è stata diagnosticata in una donna durante la gravidanza, la stenosi renale non è una controindicazione.

Processo di stening

La procedura per l'installazione di un tubo per l'escrezione di urina viene eseguita con un metodo minimamente invasivo, in anestesia locale. Ci vogliono circa 15-20 minuti in tempo. In rari casi, quando i bambini piccoli sono sottoposti a stenosi o si osservano fistole post-radiazioni, è necessaria l'anestesia generale. Procedura Procedura:

  1. Una soluzione di novocaina, dicaina o lidocaina viene iniettata nell'uretra per alleviare il dolore.
  2. Usando un cistoscopio, ispezionare gli organi interni per danni. Successivamente, viene trovato l'orifizio ureterale. Per posizione, corrispondono ai numeri 5 e 7, se presenti sul quadrante dell'orologio.
  3. Il catetere viene inserito nell'uretra con movimenti scorrevoli..
  4. Usando uno stetoscopio, monitorano per assicurarsi che lo stent sia il più vicino possibile alla bocca ureterale. Immergere il tubo ad una profondità di circa 25-30 cm. Al termine dell'impianto, la vescica viene svuotata e il cistoscopio viene rimosso.

In questa procedura, la radiografia viene spesso utilizzata per un impianto più accurato. Dopo un giorno, viene eseguito un esame ripetuto utilizzando un'apparecchiatura a raggi X per vedere i segni di spostamento dello stent e per correggere la situazione nel tempo.

Dopo lo scarico, si consiglia di bere una grande quantità di acqua, circa 3 litri, per pulire gli ureteri il più rapidamente possibile. Tale chirurgia mini-invasiva non è adatta a tutti i pazienti. In presenza di processi infiammatori o lesioni del tratto urinario, la procedura è controindicata prima del trattamento.

Stent durante la gravidanza

Durante il periodo di gravidanza, una donna può esacerbare varie malattie. Il sistema urinario reagisce in modo particolarmente acuto a un utero che si allarga gradualmente, che esercita una pressione sulla vescica e sugli ureteri. Se viene diagnosticata la pielonefrite, viene installato uno stent catetere fino al momento della nascita, quando sarà possibile iniziare il trattamento completo. Poiché gli antibiotici sono controindicati durante la gravidanza, esiste il rischio di sviluppare patologie nel bambino.

Esistono raccomandazioni per le donne in stato di stent:

  1. Supervisione costante da parte di un urologo.
  2. Installazione di stent fino a 6 mesi con copertura obbligatoria e sostituzione tempestiva.
  3. Ultrasuoni ogni mese.
  4. Rimozione dell'impianto dopo un massimo di 6 settimane dalla consegna.
  5. Minzione frequente dopo la rimozione dello stent.

Per sbarazzarsi dei parassiti, i nostri lettori usano con successo Intoxic. Vista la popolarità di questo prodotto, abbiamo deciso di offrirlo alla tua attenzione.
Leggi di più qui...

Questa procedura non danneggia né il bambino né la madre. Lo stent aiuta a sopportare e dare alla luce un feto sano, quindi ad assumere un trattamento conservativo.

Dieta

Le regole nutrizionali dopo lo stenting sono generali:

  1. L'uso di alcol è controindicato.
  2. Il cibo dovrebbe essere frazionario, circa 5 pasti al giorno.
  3. Rispetto del regime di consumo - circa 2-3 litri al giorno.

Il medico può prescrivere un complesso di multivitaminici, minerali per migliorare i processi immunitari del corpo e un recupero più rapido.

Complicanze e rimozione di un catetere di stent

I principali reclami dopo l'installazione dello stent sono:

  • dolore durante la minzione;
  • sangue nelle urine;
  • sindrome dolorosa nella parte bassa della schiena e nella parte inferiore dell'addome;
  • colica renale.

Spesso tali sintomi si osservano con materiale di scarsa qualità da cui è realizzato il tubo. Ma ci sono molte cause di complicazioni:

  1. Infezione durante il posizionamento del catetere.
  2. Gli stent realizzati con materiali duri possono danneggiare gli organi interni e causare ematomi. O, al contrario, - realizzati con materiali non durevoli, portano alla loro rottura. Operazione di recupero urgente richiesta.
  3. Gli sport intensi possono spostare il tubo causando dolore acuto.
  4. Incrostazione urinaria - danno all'urina dello stent. Per evitare ciò, si consiglia una bevanda pesante..
  5. Se il periodo di posizionamento dello stent nel corpo supera la norma consentita, possono verificarsi piaghe da decubito, possono verificarsi malattie infettive.

L'eliminazione di un oggetto estraneo avviene secondo lo stesso principio dell'introduzione. In anestesia locale, utilizzando un cistoscopio, attraverso l'uretra, sotto il controllo obbligatorio di un'apparecchiatura a raggi X. La rimozione comporta il monitoraggio quotidiano del benessere del paziente e un rigoroso controllo degli esami di laboratorio.

La decisione di reinstallare il tubo di rimozione dell'urina viene presa dal medico. Se la causa della malattia viene eliminata e il sistema urinario è in grado di far fronte autonomamente al suo compito, non è necessaria l'introduzione secondaria dello stent.

Cause di dolore nell'addome inferiore e minzione frequente

La natura del dolore che si verifica nella cavità addominale con varie malattie è abbastanza varia. Può essere acuto, noioso, pulsante, forte o debole, costante o parossistico. Molte patologie degli organi interni negli uomini e nelle donne sono caratterizzate da una sindrome del dolore di intensità insignificante, ma che dura per diversi minuti o anche diverse ore. Se l'attacco del dolore dura a lungo, provoca una sofferenza significativa ai pazienti. In questo caso, i pazienti descrivono tale dolore come "tirando", come se tirasse l'addome inferiore o medio.

Questo sintomo non è specifico, cioè indica una malattia specifica e si presenta in molte patologie. Nella maggior parte dei casi, il dolore nella parte inferiore dell'addome o in altre parti della cavità addominale nelle donne e negli uomini è accompagnato da ulteriori sintomi. La combinazione di dolore con minzione frequente, dolore che si irradia (la sua diffusione), febbre, disturbi dello stomaco o dell'intestino e aiuta il medico al trattamento iniziale del paziente a suggerire una certa patologia e fare una diagnosi preliminare.

In quali casi c'è un dolore o un disagio di trazione nell'addome inferiore

La parte della cavità addominale sotto l'ombelico, o l'addome inferiore, è il luogo in cui si trovano i vari organi interni, passano i fasci vascolari e nervosi vitali e si trovano i linfonodi. Una parte considerevole dello spazio è occupata dalle parti lombare e sacrale della colonna vertebrale, dall'intestino tenue e crasso, dall'utero con appendici nelle donne. Dallo spazio retroperitoneale, dove si trovano i reni, due ureteri penetrano nell'addome inferiore e scorrono nella vescica, che continua attraverso l'uretra. All'esterno, l'addome inferiore è circondato da una potente struttura muscolo-legamentosa e in molti pazienti è anche circondato da uno spesso strato di grasso sottocutaneo.

Qualsiasi processo patologico, di natura infettiva o somatica, che colpisce qualsiasi elemento strutturale nell'addome inferiore, a un certo stadio dello sviluppo causa dolore, acuto o trascinamento.

Le malattie più comuni possono essere rappresentate come segue:

  • patologia della colonna vertebrale, delle ossa pelviche o dei fianchi;
  • patologia dello stomaco, del pancreas o dell'intestino;
  • patologia del sistema urinario;
  • patologia dell'apparato muscolo-legamentoso;
  • malattie ginecologiche nelle donne.

Separatamente, si deve dire che durante la gravidanza in vari momenti, è anche possibile la comparsa di sensazioni spiacevoli nell'addome inferiore. Sembra alle donne che tira e fa male nell'utero, e questo è pericoloso per il futuro bambino. Ma nella maggior parte dei casi, questo disagio è causato da un aumento dell'utero, dalla sua pressione sugli organi vicini e dal loro leggero spostamento. Alcune sensazioni dolorose possono verificarsi anche con l'allungamento della parete addominale anteriore e dell'apparato legamentoso.

A causa della vicinanza anatomica dell'utero in crescita e della vescica, si verifica una leggera compressione, quindi tutte le mamme in attesa notano il verificarsi di frequenti impulsi di urinare. Se non c'è patologia del sistema urinario, la minzione è indolore e non è accompagnata da un cambiamento nella composizione dell'urina. Nel primo trimestre di gravidanza, la minzione frequente è spiegata da un cambiamento nel background ormonale della donna. Di norma, tutti questi sintomi scompaiono dopo il parto..

In quali casi si combinano dolore acuto o acuto e minzione frequente

Quale minzione si può chiamare frequente e consigliare di consultare uno specialista? Non ci sono cifre esatte, ma è normale andare in bagno un po '6-10 volte al giorno. Ma se una persona prende diuretici, ama il caffè o il tè o beve molti liquidi per perdere peso, allora lo svuotamento più frequente della vescica sarà la norma. Durante la gravidanza o in età avanzata, l'uso notturno del bagno è considerato fisiologico, fino a 2 volte a notte.

Ma se la minzione frequente provoca disagio a una persona a causa del fatto che ci sono mal di schiena, bruciore o dolore quando l'urina passa attraverso l'uretra, allora devi cercare urgentemente aiuto.

Inoltre, questo dovrebbe essere fatto quando il paziente ha una sindrome da intossicazione (febbre, debolezza, letargia, alterazione dell'appetito) o impurità nelle urine (sangue, pus, sedimento sotto forma di sabbia), che indica un fallimento nel corpo.

Tutte le malattie in cui l'addome inferiore tira a destra o a sinistra, la parte bassa della schiena fa male, la produzione di urina diventa più frequente, una sensazione di pesantezza e altri segni patologici compaiono, possono essere rappresentati come segue:

  • pielonefrite acuta o cronica;
  • cistite;
  • uretrite;
  • malattia urolitiasi;
  • malattie degli organi genitali femminili;
  • malattie endocrine.

La pielonefrite, o infiammazione del tessuto renale, in un decorso cronico è caratterizzata da un dolore doloroso nella regione lombare, che diventa doloroso durante la stagione fredda e il clima umido. L'ipertensione arteriosa si sta gradualmente sviluppando, i pazienti sono preoccupati per la gravità e il disagio nella parte bassa della schiena. La minzione frequente è caratteristica di questa forma di infiammazione, specialmente di notte..

Durante un'esacerbazione della pielonefrite cronica o durante la manifestazione acuta di questa patologia, i sintomi di intossicazione si uniscono ai segni sopra. La temperatura corporea aumenta, più spesso a valori febbrili (superiori a 38 gradi), compaiono mal di testa, brividi, grave malessere, l'appetito scompare. Le impurità compaiono nelle urine sotto forma di sangue (il colore delle urine diventa rosato), meno spesso pus.

Anche la cistite (infiammazione delle pareti della vescica) è caratterizzata da dolore, ma la minzione frequente è accompagnata da un falso impulso. A differenza della pielonefrite, i dolori doloranti sono localizzati in una diversa area della cavità addominale. I pazienti vengono tirati dall'addome inferiore, dopo la minzione c'è una sensazione di svuotamento incompleto, l'incontinenza urinaria viene spesso notata quando appare l'impulso. Ciò porta al fatto che i pazienti non hanno il tempo di correre in bagno. Inoltre, la temperatura corporea aumenta, ma leggermente si sviluppano debolezza e malessere. Le impurità nelle urine sono insolite e il loro aspetto è prognosticamente sfavorevole.

L'uretite, o il processo infiammatorio nell'uretra, si verifica spesso senza alcuna sindrome da intossicazione. Le sue cause sono l'introduzione di non specifici (Escherichia coli o Haemophilus influenzae, Staphylococcus aureus) o microflora specifica (Gonococcus, Mycoplasma, Trichomonas). Pertanto, l'infiammazione può essere accompagnata da una scarica caratteristica dall'uretra, ma c'è anche un sintomo comune. Questa è la minzione rapida con una sensazione di bruciore o dolore all'uretra.

Con una combinazione di cistite e uretrite, i pazienti notano tirando dolori nell'addome inferiore, frequente bisogno di svuotare la vescica, disagio nell'uretra; l'intossicazione è più probabile.

L'urolitiasi può verificarsi con la formazione di calcoli e sabbia in tutte le parti del sistema urinario. I pazienti notano dolore quando si spostano pietre lungo i canali, è particolarmente intensificato quando le pietre si bloccano. In questi casi, il dolore è acuto, colico, che si estende nella parte bassa della schiena o nella regione sopra il pube. La minzione rapida è caratteristica quando compaiono calcoli nella vescica, gli impulsi possono apparire all'improvviso: quando si cammina, si corre o si esegue uno sforzo fisico.

Come per varie patologie ginecologiche, la combinazione di dolore tirante e minzione frequente si trova di solito con fibromi e prolasso uterino. La neoplasia benigna (mioma) con una crescita significativa inizia a spremere la vescica e l'uretra, la stessa cosa accade quando l'utero viene abbassato. Di conseguenza, c'è un dolore sordo e frequente e svuotamento frequente della vescica in piccole porzioni, spesso falsi desideri. Prima dell'inizio di questi sintomi, le donne notano irregolarità mestruali, dolore toracico, perdite vaginali anormali e altri segni dalla sfera ginecologica.

Con la patologia endocrina, in particolare con il diabete mellito, disegnare dolore nell'addome inferiore non è caratteristico, ma un sintomo specifico è la minzione frequente. La necessità di svuotare la vescica appare spesso spesso di notte e si sviluppa incontinenza urinaria e il paziente riesce a malapena a correre in bagno. Ciò è dovuto al metabolismo dei carboidrati alterato e all'aumento della sete, a causa del quale i diabetici bevono 2-3 volte più liquidi delle persone sane. Di conseguenza, aumenta la quantità di urina formata..

Oltre ai disturbi disurici, si riscontrano diabete mellito, prurito delle mucose e della pelle, scarsa guarigione delle ferite, affaticamento costante e debolezza. L'aumento dei livelli di glucosio colpisce tutti gli organi interni. Di tutti questi sintomi, una maggiore minzione si sviluppa all'inizio della malattia, quindi, quando appare, dovresti consultare immediatamente uno specialista.

Esistono molte patologie in cui la minzione è frequente e si nota un dolore all'addome. Al fine di non iniziare la malattia e prevenire lo sviluppo di complicanze, è importante consultare un medico in tempo. Dopo aver esaminato i reclami di una persona, esaminando e prescrivendo l'esame necessario, il medico sarà in grado di fare una diagnosi accurata e prescrivere una terapia appropriata.

Minzione frequente durante la gravidanza. Cause di minzione frequente durante la gravidanza. Minzione durante la notte nelle donne in gravidanza. Come sbarazzarsi della minzione frequente durante la gravidanza?

Domande frequenti

Quando la minzione è considerata frequente?

La minzione frequente è lo svuotamento della vescica più di 8 volte durante il giorno, mentre una piccola quantità di urina viene rilasciata durante un viaggio in bagno. Durante la gravidanza, una donna può avvertire il bisogno di urinare circa 20 volte al giorno. I medici chiamano questo sintomo "pollakiuria". La pollakiuria può essere combinata con un aumento della quantità di urina rilasciata al giorno. Questa condizione si chiama poliuria. La poliuria è l'assegnazione di oltre 2 litri di urina al giorno.

Cause di minzione frequente durante la gravidanza

Durante la gravidanza, possono verificarsi minzioni frequenti per vari motivi. La minzione frequente durante la gravidanza in assenza di altri disturbi è un fenomeno normale, l'adattamento del corpo femminile alla gravidanza. Pertanto, è necessario distinguere le cause patologiche della minzione rapida (un segno di malattia) da quelle fisiologiche (cambiamenti naturali nella funzione del sistema urinario durante la gravidanza). Particolarmente caratteristico è un aumento della frequenza della minzione se una donna rimane incinta per la prima volta, poiché l'adattamento a nuove condizioni è più lento.

Durante la gravidanza, la minzione frequente può essere dovuta ai seguenti motivi:

  • Isolamento di gonadotropina corionica umana. Durante la gravidanza, l'uovo fetale viene rilasciato un ormone speciale - gonadotropina corionica umana o hCG (questo è ciò che l'ormone determina il test di gravidanza). HCG è in grado di aumentare la produzione di urina. Allo stesso tempo, l'hCG stimola il rilascio di progesterone (ormone sessuale femminile), che rilassa l'utero e altri organi che hanno muscoli, tra cui la vescica con lo sfintere (l'anello muscolare tra la vescica e l'uretra). La diminuzione del tono dello sfintere causa un frequente bisogno di svuotare la vescica, poiché quando i muscoli dello sfintere si rilassano, l'urina nella vescica non può accumularsi e trattenere a lungo.
  • Aumento del flusso sanguigno agli organi pelvici. Durante la gravidanza, i vasi del bacino si espandono, aumenta il flusso di sangue verso l'utero. Aumenta anche il flusso di sangue alla vescica. Le sue pareti si gonfiano un po ', diventa più sensibile all'irritazione e reagisce persino alla ricezione di una piccola quantità di urina dalla minzione.
  • Diminuzione della produzione di ormone antidiuretico. Questo ormone è responsabile del mantenimento dei liquidi nel corpo. Durante la gravidanza, c'è una naturale diminuzione della sua produzione, quindi i reni filtrano più acqua e, di conseguenza, si forma più urina. Il flusso di sangue renale durante la gravidanza aumenta di quasi il 40%. La funzione renale attiva è necessaria per rimuovere le tossine accumulate nella madre e nel feto attraverso l'urina. Al fine di garantire condizioni normali per lo sviluppo del feto, il liquido amniotico deve essere rinnovato ogni 2-3 ore, e ciò richiede il lavoro attivo dei reni e il frequente svuotamento della vescica.
  • Compressione della vescica da un utero in gravidanza. La vescica si trova tra l'utero (posteriore) e l'osso pubico (anteriore). Mentre l'utero allargante si trova nella cavità pelvica, la vescica subirà una pressione, il volume della vescica diminuirà. Normalmente, il volume della vescica nelle donne non in gravidanza è di 400 ml. Durante la gravidanza, il suo volume aumenta a 650 ml, a causa di un aumento della produzione di urina. Data l'importanza della capacità della vescica in termini di adattamento ai cambiamenti durante la gravidanza, qualsiasi compressione dall'esterno sarà compensata da uno svuotamento più frequente.
  • Malattie che causano una diminuzione del volume della vescica. Qualsiasi tumore genitale può potenzialmente comprimere la vescica. Alcuni tumori possono anche crescere nella parete della vescica..
  • Malattie che aumentano la produzione di urina. Se una donna ha sofferto di minzione frequente prima della gravidanza, durante la gravidanza questo sintomo diventerà ancora più pronunciato. Le cause più comuni di minzione includono diabete mellito (glicemia alta) e diabete insipido (causato da una carenza di ormone antidiuretico nel corpo), nonché nevrosi isterica.
  • Infezione del tratto urinario. Durante la gravidanza, sotto l'influenza del progesterone, l'uretra, la vescica degli ureteri e la pelvi renale si espandono (l'urina si accumula nella pelvi) - si verifica un ristagno di urina. L'urina stagnante è un ambiente favorevole per lo sviluppo di infezione (uretrite - infiammazione dell'uretra, cistite - infiammazione della vescica, pielonefrite - infiammazione della pelvi renale). Con la cistite, una vescica infiammata diventa "facilmente irritabile", cioè le sue frequenti contrazioni si verificano anche quando viene ricevuta una piccola porzione di urina. È anche importante la presenza di patologia cronica dei reni, della vescica e dell'uretra, che esisteva prima della gravidanza, poiché durante la gravidanza c'è una esacerbazione di qualsiasi malattia cronica. Particolarmente incline alle infezioni del tratto urinario.
  • Vescica iperattiva. Questa sindrome è caratterizzata da una maggiore attività dei muscoli della vescica in assenza di infezione o infiammazione, a seguito della quale la donna ha forti e frequenti impulsi di urinare, che difficilmente trattiene o non riesce a trattenere affatto (incontinenza urinaria).

Per distinguere tra minzione frequente come variante della norma e minzione patologica frequente, occorre prestare attenzione ai sintomi associati.

I seguenti sintomi indicano un aumento patologico della minzione durante la gravidanza:

  • dolore durante la minzione;
  • dolore e bruciore nell'uretra;
  • dolore nella parte bassa della schiena e dolore nella parte inferiore dell'addome;
  • aumento della pressione sanguigna (mal di testa, debolezza, palpitazioni);
  • gonfiore (gonfiore degli arti inferiori la sera e gonfiore del viso al mattino).
  • aumento della temperatura corporea;
  • urina sporca con un odore sgradevole;
  • secrezione vaginale con un odore sgradevole;
  • sete intensa, prurito e rapido aumento di peso.

Se la minzione frequente è combinata con altri sintomi, la donna incinta dovrebbe sottoporsi ai seguenti test:

  • ultrasuoni (ultrasuoni): l'ecografia dell'utero, della vescica e dei reni elimina gravi patologie che portano ad un aumento della minzione (glomerulonefrite, pielonefrite, danno renale nel diabete mellito, tumori e calcoli della vescica, incontinenza urinaria e altri);
  • analisi delle urine generale - rivelerà necessariamente violazioni se esiste una causa patologica di minzione frequente, ad esempio proteine ​​o glucosio nelle urine (durante la gravidanza normale, proteine ​​e zucchero possono apparire nelle urine, ma in piccole quantità);
  • Test di Zimnitsky (test a otto bicchieri): consente di determinare la quantità di urina che viene escreta durante il giorno e la notte, nonché la sua densità, che è un indicatore dell'efficacia dei reni (l'urina viene raccolta ogni quattro ore in contenitori diversi - 8 bicchieri);
  • un esame del sangue per il glucosio - consente di rilevare il diabete, incluso il cosiddetto diabete gestazionale, ovvero una violazione dell'assorbimento del glucosio che si verifica in connessione con la gravidanza (questo è un fenomeno temporaneo);
  • misurazione della pressione sanguigna e un elettrocardiogramma (registrazione dell'attività elettrica del cuore): consentono di identificare i segni di ipertensione e insufficienza cardiaca (per qualsiasi patologia del cuore, aumenta il carico sui reni);
  • striscio per infezioni: prelevato dall'uretra e dalla vagina, lo striscio consente di utilizzare test per rilevare gli agenti causali delle infezioni nelle urine;
  • coltura di urina sulla flora - l'urina può anche servire da materiale per il rilevamento di batteri patologici, se viene piantata su un mezzo nutritivo e viene registrata la crescita di una colonia microbica;
  • esame del sangue generale: l'analisi consente di identificare la reazione del corpo all'infiammazione, esacerbazione di malattie croniche, perdita di proteine ​​nelle urine, cioè situazioni in cui la minzione frequente è un sintomo di una patologia;
  • esame ginecologico - durante l'esame della vagina e della cervice, il medico può determinare i cambiamenti anatomici che indicano la patologia dello sfintere dell'uretra o della vescica stessa (omissione degli organi pelvici).

Qual è il periodo di gravidanza per minzione frequente (minzione frequente nel primo, secondo e terzo trimestre di gravidanza)?

Gli organi del sistema urinario in diverse fasi della gravidanza funzionano in modo diverso, a seconda delle esigenze del corpo femminile e del feto in crescita, quindi a volte la minzione frequente può aumentare o non disturbare la donna incinta.

La minzione frequente durante una gravidanza normale può essere associata a un fattore meccanico (compressione della vescica) o a cambiamenti ormonali che influenzano il flusso sanguigno renale e il tono della vescica. La minzione frequente inizia a infastidire una donna incinta nelle primissime fasi, ma ciò non sempre accade. Se la minzione frequente è combinata con altri segni di gravidanza, come la cessazione delle mestruazioni, la nausea, il dolore nelle ghiandole mammarie, un test di gravidanza positivo, questo è considerato uno dei primi segni di gravidanza.

Con una gravidanza normale, si verificano i seguenti cambiamenti nel sistema urinario:

  • Nel primo trimestre (da 5-6 settimane) di gravidanza, il volume del sangue circolante (BCC) aumenta gradualmente, cioè la quantità della parte liquida del sangue che scorre attraverso i vasi. Ciò è necessario per garantire il flusso sanguigno uteroplacentare e la circolazione sanguigna nel feto. Ma un tale volume di sangue aumenta il carico sui reni, poiché è necessaria una costante purificazione del sangue dalle tossine. Pertanto, nei primi mesi di gravidanza, appare una minzione frequente e aumenta anche la quantità di urina assegnata durante un viaggio in bagno (poliuria).
  • Nel secondo trimestre (dopo 13 settimane), le donne notano che il disagio causato dalla minzione frequente è diminuito. Ciò è dovuto al fatto che lo sfondo ormonale e i cambiamenti fisiologici sono diventati più o meno stabili, i reni hanno iniziato a lavorare con più calma. Dalla 13a settimana di gravidanza, la quantità di urina rilasciata al giorno si normalizza, che è associata ad un aumento dell'assorbimento inverso dell'acqua nei reni: il corpo inizia a trattenere più liquido, perché dopo 12 settimane si forma la placenta e aumenta il flusso sanguigno uteroplacentare. Dopo 20 settimane di gravidanza, l'utero diventa così grande che il diaframma è costretto a salire, aumentando il volume della cavità addominale. Ciò provoca una certa mancanza di respiro, ma allevia le condizioni degli organi della cavità addominale e della piccola pelvi, che, con un utero allargato, avvertono una certa "tensione". Dopo 20 settimane, anche la vescica smette di sentire la pressione di un utero allargato, quindi minzione frequente in questo momento, la donna è sempre meno preoccupata. Ma questo accade solo se la gravidanza procede normalmente e non ci sono malattie manifestate da minzione frequente. La comparsa o l'aumento della frequenza della minzione nel secondo trimestre è un segno comune di patologia.
  • Nel terzo trimestre di gravidanza, si verificano diversi tipi di cambiamenti. Dopo 28 settimane, inizia un periodo di riduzione della produzione di urina. Ma nelle ultime settimane di gravidanza (dopo 38 settimane), l'utero inizia a ricadere nella cavità pelvica. Quindi si sta preparando per il parto. Entro il terzo trimestre, le dimensioni dell'utero e il volume della vescica aumentano il più possibile. Il prolasso uterino piace a una donna facilitando la respirazione, ma deve di nuovo visitare frequentemente il bagno, poiché quando l'utero ritorna, la pressione sulla vescica aumenta di nuovo. Anche con un aumento del volume della vescica in questo momento (650 ml), la pressione dell'utero provoca una diminuzione del suo volume e un aumento della minzione.

In presenza di ragioni patologiche per l'insorgenza di minzione rapida con l'aumentare della gravidanza, la minzione diventa non solo più frequente, ma anche accompagnata da altri sintomi patologici.

Minzione frequente nelle donne in gravidanza di notte

Molte donne affermano di dover svuotare la vescica più volte durante la notte. Anche questo è normale. Il fatto è che la funzione renale dipende dalla posizione del corpo della donna. Nella successiva gravidanza, c'è una tendenza alla ritenzione di liquidi nel corpo, cioè al verificarsi di edema. In posizione verticale, il fluido si accumula spesso negli arti inferiori. Quando una donna prende una posizione orizzontale, il flusso sanguigno renale normalmente aumenta, il fluido viene rimosso naturalmente dai tessuti degli arti inferiori, i reni filtrano il fluido proveniente da tessuti precedentemente edematosi e lo rilascia sotto forma di urina. Ecco perché una donna nota la minzione frequente di notte. Questo fenomeno è particolarmente preoccupante per una donna dopo 31 settimane di gravidanza, quando i reni fetali iniziano a funzionare..

È importante sapere che se durante il giorno il corpo secerne meno urina e più di notte, ciò indica una patologia renale. Questo sintomo si chiama nicturia. Se una donna nota che tuttavia più urina viene escreta durante il giorno che di notte, allora tutto è in ordine con il corpo.

Come sbarazzarsi della minzione frequente durante la gravidanza?

La cosa più importante da sapere quando si tratta di minzione frequente durante la gravidanza è che il sintomo stesso non può essere trattato. La minzione frequente è solo una manifestazione che ha una causa. Non puoi associare la minzione frequente solo alla vescica, devi assicurarti che non ci siano ragioni più serie. Se frequenti viaggi in bagno sono associati a patologia renale o altre malattie gravi e che richiedono un trattamento, è importante che la donna incinta sia sotto la supervisione di un medico. Se si tenta di eliminare solo il sintomo, è possibile aggravare il decorso della malattia di base e questo può portare ad un aborto. Se una donna incinta non ha trovato alcuna causa patologica di minzione frequente, è necessario seguire alcune raccomandazioni per alleviare il disagio della minzione frequente.

Per ridurre la gravità del disagio durante la minzione frequente, le donne in gravidanza devono attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • Il corretto regime idrico. Non dovresti bere più di 2 litri di liquidi al giorno ed è consigliabile bere acqua pulita e non bevande dolci e tè. Quando si bevono più di 2 litri di liquido al giorno, può verificarsi edema, poiché i reni non hanno il tempo di filtrare tutto il liquido ubriaco. Ciò è particolarmente vero nelle ultime fasi della gravidanza e, in particolare, nelle ultime settimane, quando i reni del feto iniziano il loro lavoro, aumentando il carico sui reni della madre. Inoltre, non è necessario bere liquidi prima di andare a letto, se una donna incinta ha minzione frequente durante la notte.
  • Nutrizione appropriata. Non mangiare cibi che hanno un effetto diuretico (agrumi, carni affumicate, marinate, cibi piccanti, sale). Dovresti anche normalizzare le feci in modo che non ci sia costipazione. Con costipazione, si verifica un aumento della pressione all'interno della cavità addominale e può esercitare pressione sulla vescica, contribuendo alla frequente minzione.
  • Esercizi fisici. I medici raccomandano di eseguire esercizi per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico - esercizi di Kegel. La loro essenza è la compressione e l'espansione degli sfinteri della vescica e dell'ano. Tali esercizi possono essere fatti seduti, in piedi o sdraiati. Rafforzare i muscoli che comprimono l'uretra, consente di controllare la minzione, ripristinare la capacità della vescica di accumulare urina.
  • Sonno diurno. Se una donna si mette da parte per diverse ore durante il giorno per dormire, può ridurre significativamente il numero di viaggi in bagno di notte, poiché consentirà ai reni di ritirare l'acqua già di giorno (come notato, in posizione orizzontale più sangue scorre ai reni e si forma più urina ) Tuttavia, nelle fasi successive è importante dormire non sul retro, ma sul lato. Il fatto è che un utero incinta dopo 25 settimane in posizione supina può comprimere fortemente le grandi vene della cavità addominale, portando il sangue dalle estremità inferiori e gli organi della cavità addominale al cuore. Questa condizione è chiamata sindrome della vena cava inferiore. Allo stesso tempo, la minzione notturna "improvvisamente" scompare. Questo può piacere a una donna, ma invece della minzione notturna, una donna inizia a preoccuparsi di sintomi come vertigini, mancanza di respiro, debolezza (svenimento). In modo che il sonno diurno non causi tali sintomi, si consiglia di dormire sul lato sinistro.
  • Supporto immunitario. Una donna incinta dovrebbe fare attenzione a non prendere il raffreddore. La minima ipotermia, in particolare degli arti inferiori, può facilmente portare a infezioni. Pertanto, dovresti assumere vitamine, farmaci che aumentano l'immunità, camminare di più all'aria aperta e occuparti del trattamento delle infezioni purulente nel corpo (carie, tonsillite, sinusite cronica, bronchite, infezioni a trasmissione sessuale e altre).
  • Svuotamento massimo della vescica. Per urinare meno spesso, dovresti assicurarti che durante la minzione sia stata rimossa tutta l'urina dalla vescica, altrimenti presto anche la ricezione di una piccola porzione di urina costringerà la donna incinta a visitare nuovamente il bagno. Inoltre, l'urina congestizia spesso causa infezioni e il completo svuotamento è una prevenzione della cistite. Non trattenere la minzione. Ciò può portare a una compromissione della funzione muscolare della vescica e al ristagno delle urine. Per svuotare completamente la vescica, piegati leggermente in avanti durante la minzione. Puoi anche aprire il rubinetto in modo che sotto l'influenza del suono dell'acqua che cola, si verifichi una contrazione riflessa della vescica (a volte si contrae di nuovo, completamente vuota).

La minzione frequente è un segno precoce di gravidanza?

La minzione frequente è considerata uno dei primi segni di gravidanza. Questo fenomeno è spiegato dai cambiamenti ormonali durante la gravidanza e da un aumento del flusso sanguigno alla vescica. Dopo l'introduzione di un uovo fecondato nell'utero, la gonadotropina corionica umana (hCG) viene rilasciata dalla membrana dell'uovo fetale. Questo è un ormone della gravidanza (la sua concentrazione nelle urine è determinata da un test di gravidanza). Questo ormone è in grado di aumentare la quantità di urina secreta dai reni, con conseguente aumento della minzione. L'aumento del flusso sanguigno verso l'utero si diffonde anche nella vescica, che è più sensibile all'irritazione dell'urina in arrivo. Tuttavia, la minzione frequente non è un segno diretto della gravidanza. Questo sintomo deve essere considerato solo in combinazione con altri segni di gravidanza..

La minzione dolorosa e frequente durante la gravidanza è normale?

Il disagio o il dolore durante la minzione è un segno di irritazione della mucosa della vescica e / o dell'uretra. Questo è spesso un segno di cistite (infiammazione della vescica), uretrite (infiammazione dell'uretra) o pielonefrite (infiammazione dei reni). Durante la gravidanza, la cistite è un evento molto comune, perché durante la gravidanza, tutte le donne sviluppano una certa congestione urinaria nel tratto urinario. Tutti i reparti del tratto urinario (compresi i reni, gli ureteri) si espandono sotto l'influenza dei cambiamenti ormonali - c'è un forte rallentamento della velocità di movimento delle urine. A causa dell'espansione dell'uretra, qualsiasi infezione può facilmente entrare nella vescica e causare infiammazione. Il pericolo della cistite è che spesso, oltre alla minzione rapida e dolorosa, non si da via. Pertanto, se si verificano sensazioni spiacevoli in una donna incinta durante la minzione, è necessario consultare un medico. Se la minzione dolorosa e frequente durante la gravidanza è accompagnata da un aumento della temperatura corporea, anche insignificante, i medici spesso diagnosticano la pielonefrite.

Un test di gravidanza con minzione frequente può mostrare un risultato errato??

Se la minzione di una donna è diventata frequente e viene espulsa anche più urina al giorno, nelle prime settimane di gravidanza il test può mostrare un risultato falso negativo. Ciò è dovuto da un lato all'uso di test di gravidanza a bassa sensibilità e, dall'altro, con una diminuzione della concentrazione dell'ormone della gravidanza nelle urine diluite. Cioè, un test di gravidanza non sarà in grado di determinare un livello insufficientemente alto dell'ormone (gonadotropina corionica umana o hCG) se è ancora una piccola quantità escreta con una grande quantità di urina.

Quanto tempo inizia la gravidanza e quando termina la minzione frequente??

Il momento esatto dell'insorgenza di una maggiore minzione nelle donne in gravidanza e, inoltre, non vi è alcuna normalizzazione della frequenza della minzione. Tuttavia, ci sono alcuni schemi che si osservano nella maggior parte delle donne in gravidanza. La minzione rapida inizia a disturbare molte donne nei primi mesi di gravidanza (fino a 12 settimane), dopo di che il numero di viaggi in bagno diminuisce gradualmente. Ciò è dovuto al fatto che nel secondo trimestre (dopo 20-25 settimane), il corpo femminile si adatta a nuove condizioni, lo sfondo ormonale si normalizza e l'utero cessa di esercitare pressione sulla vescica, poiché cambia la sua posizione in una più alta. Questa posizione dell'utero è temporanea. La minzione diventa di nuovo frequente nell'ultimo mese di gravidanza, quando si verifica il prolasso dell'utero. Più spesso una donna ha la voglia di urinare, più la nascita si avvicina.

Allo stesso tempo, se una donna ha una funzione renale compromessa o altre patologie degli organi interni, la minzione frequente può accompagnare la donna incinta durante il periodo di gestazione. In questo caso, avrà edema, la pressione aumenterà, la sua salute peggiorerà drasticamente. Questi sono segni di tossicosi tardiva nelle donne in gravidanza, che richiede la supervisione di un ostetrico-ginecologo.

Nessuna minzione frequente - questo potrebbe essere un segno di una gravidanza persa?

La gravidanza congelata (interruzione della crescita fetale e morte all'interno dell'utero) non è sempre accompagnata da aborto spontaneo, quindi una donna potrebbe non essere consapevole che il feto non è più praticabile. Nelle prime fasi della gravidanza (fino a 18-20 settimane), il feto non avverte ancora movimenti fetali nell'utero, quindi le donne in gravidanza monitorano attentamente l'improvvisa "scomparsa" dei sintomi della gravidanza, tra cui nausea, minzione frequente, forte appetito e sbalzi d'umore. Se, insieme alla frequente minzione, la donna incinta interrompe questi sintomi, allora questo può essere un segno di morte fetale. Tuttavia, la frequenza della minzione può normalizzarsi durante la normale gravidanza, cosa che accade molto spesso più vicino alla metà della gravidanza. Questo è un fenomeno normale, poiché i reni filtrano ed espellono meno urina dopo 13 settimane per aumentare il flusso sanguigno nell'utero, nella placenta e fornire tutte le esigenze del nascituro. Inoltre, dopo 25 settimane, l'utero cessa di esercitare pressione sulla vescica, mentre si sposta dalla cavità pelvica alla cavità addominale: la donna nota un sollievo e una diminuzione della frequenza di svuotamento della vescica.

Up