logo

L'alimentazione di pazienti gravemente malati richiede un approccio speciale e può essere difficile a causa della diminuzione dell'appetito e dei movimenti deboli di masticazione e deglutizione, che appaiono a causa della limitazione dell'attività motoria. In tali casi, il paziente deve essere nutrito più spesso, in piccole porzioni, da un cucchiaio. Nel regime alimentare, dovrebbero essere considerati gli alimenti consentiti e proibiti. Il cibo denso deve essere diluito con latte, brodo o succo e dopo averlo ingerito, bere da un bevitore o un cucchiaio.

È necessario nutrire il paziente in un ambiente calmo, senza distrarre la sua attenzione, ad esempio, con stimoli leggeri o conversazioni.

I pazienti gravi vengono nutriti a letto. Per fare ciò, dovrebbero ricevere una comoda posizione seduta o semi-seduta, oppure alzare la testa, appoggiandola sul braccio sostituito dell'infermiera.

Non puoi affrettarti, altrimenti il ​​paziente potrebbe soffocare. È importante assicurarsi che il cibo non sia troppo caldo o freddo. Il numero di poppate viene solitamente aumentato a 5-6 volte al giorno con una quantità relativamente piccola di cibo alla volta. Il cibo per i pazienti gravemente malati dovrebbe essere completo in relazione ai componenti nutrizionali e arricchito con vitamine.

Alimentazione della sonda

Nello stato inconscio del paziente o dei disturbi mentali, accompagnati da un completo rifiuto di mangiare, nonché con lesioni traumatiche della cavità orale, ricorrono all'alimentazione attraverso una sonda. Questo metodo nutre anche i bambini con prematurità profonda quando non hanno riflessi di suzione e deglutizione.

Per l'alimentazione, preparare un tubo gastrico sottile senza olive, un imbuto con una capacità di 150-200 ml, una siringa Janet e 1-2 tazze di cibo liquido o semiliquido. La sonda, l'imbuto e la siringa devono essere sterilizzati mediante ebollizione e raffreddati alla temperatura corporea del paziente. La sonda viene inserita attraverso il passaggio nasale. In precedenza, i passaggi nasali venivano esaminati, puliti da croste e muco; l'estremità arrotondata della sonda è lubrificata con glicerina.

Quando la sonda raggiunge la parete posteriore dell'orofaringe, al paziente (se cosciente) viene chiesto di deglutire o con attenzione, spostando l'indice attraverso la bocca del paziente, premere delicatamente la sonda sulla parete posteriore della faringe, spostandola ulteriormente lungo l'esofago, bypassando la laringe e la trachea.

Quando la sonda entra nella laringe e nella trachea, di solito si verificano respiro sibilante sibilante e tosse. In questo caso, la sonda deve essere leggermente tirata indietro, il paziente deve calmarsi e, come indicato sopra, far avanzare con attenzione la sonda attraverso l'esofago nello stomaco - fino a circa 35–45 cm, a seconda dell'altezza del paziente. Per assicurarsi che la sonda non sia penetrata nella trachea, un pezzo di cotone idrofilo o carta velina viene portato alla sua estremità esterna. Se il cotone o la carta non si sincronizzano con la respirazione del paziente, iniziano a introdurre cibi cotti. Il cibo viene versato nell'imbuto in piccole porzioni o lentamente, con arresti introdotti attraverso la sonda usando una siringa Janet. Durante l'alimentazione, è necessario assicurarsi che il lume della sonda non sia pieno e "sciacquarlo" regolarmente con tè, succo o brodo.

Dopo l'alimentazione, l'imbuto e la siringa vengono lavati e bolliti. La sonda viene lasciata nello stomaco per 4-5 giorni. L'estremità esterna della sonda è fissata con un cerotto alla guancia e alla testa del paziente. È necessario assicurarsi che il paziente non estragga la sonda.

Nutrizione Rettale

In caso di avvelenamento con sali di metalli pesanti, al paziente viene somministrato cibo attraverso il retto.

A tal fine, il più delle volte amministrato:

• soluzioni isotoniche: soluzione di cloruro di sodio allo 0,85%, soluzione di glucosio al 5%;

• preparati: aminopeptide per terreni di coltura microbiologici liquidi, alvezina, caseina idrolizzati contenenti un set completo di aminoacidi.

Prima dell'introduzione della soluzione nutritiva, al paziente viene somministrato un clistere detergente. Dopo questo, gli intestini dovrebbero essere autorizzati a calmarsi. Le soluzioni nutritive e i liquidi vengono somministrati preriscaldati a una temperatura di 38-40 ° C in una flebo o contemporaneamente 50-100 ml 3-4 volte al giorno. Per pazienti indeboliti, anziani, con danni all'intestino crasso e incontinenza fecale, è preferibile utilizzare il metodo di somministrazione a goccia, poiché mantengono scarsamente le soluzioni nutritive allo stesso tempo..

Alimentazione del tubo nasogastrico

In assenza della possibilità del consumo di cibo nel solito modo e della sicurezza della digestione gastrica e intestinale, viene utilizzata la nutrizione della sonda.

La nutrizione della sonda viene effettuata:

  • Nelle persone in stato di incoscienza;
  • Persone indebolite;
  • In pazienti con vari disturbi della deglutizione. Ad esempio, coloro che hanno avuto un ictus, che hanno malattie, lesioni della laringe e dell'esofago (ustioni, stenosi, tumori) e operazioni sugli organi interessati;
  • In pazienti sottoposti a intervento chirurgico sullo stomaco o sull'esofago.

Nei pazienti che hanno avuto un ictus, viene spesso installato un tubo nasogastrico (un tubo inserito attraverso il naso nello stomaco).

Prima di alimentare è necessario preparare il seguente inventario:

  • sondino nasogastrico;
  • Siringa Janet (siringa per volume elevato) o imbuto;
  • siringa 50,0 (100,0);
  • vassoio, tovaglioli, asciugamano, tela cerata, morsetto (spina);
  • guanti
  • 1 - 2 bicchieri di cibo (miscela di nutrienti) con una temperatura di 38 - 40 ° C;
  • acqua bollita 100 ml.

La sequenza di azioni durante l'alimentazione attraverso un tubo nasogastrico:

  1. Per dare al paziente la posizione di Fowler.
  2. Metti la tela cerata, l'asciugamano sul petto.
  3. Introdurre un tubo nasogastrico secondo l'algoritmo di gestione del tubo nasogastrico. Se la sonda è stata inserita in precedenza, controllare la posizione della sonda.
  4. Di 'al paziente come dargli da mangiare.
  5. Per riempire una siringa Janet miscela nutrizionale.
  6. Posizionare il morsetto sull'estremità distale della sonda. Collegare la siringa alla sonda sollevandola di 50 cm sopra la testa del paziente in modo che la maniglia del pistone sia rivolta verso l'alto.
  7. Rimuovere il morsetto dall'estremità distale della sonda e fornire un flusso graduale della miscela di nutrienti. Se il passaggio della miscela è difficile, utilizzare il pistone della siringa, spostandolo verso il basso.
  8. Dopo aver svuotato la siringa, stringere la sonda con un morsetto.
  9. Scollegare la siringa dalla sonda sopra il vassoio.
  10. Attaccare alla sonda Janet con acqua bollita. Rimuovere il morsetto e lavare la sonda sotto pressione..
  11. Aiuta il paziente ad assumere una posizione comoda.

⇒ La sonda può essere ostruita da un coagulo di sangue, un pezzo di tessuto o una massa di cibo denso. Pertanto, si consiglia di risciacquare il tubo nasogastrico con una soluzione isotonica di cloruro di sodio..

Pazienti del letto di alimentazione

Sdraiarsi costantemente influisce negativamente sul sistema digestivo. I muscoli addominali del paziente sono indeboliti, la motilità intestinale è disturbata. A causa della scarsa mobilità e del cattivo stato emotivo, l'appetito può peggiorare e la deglutizione del cibo è spesso compromessa. Tuttavia, il paziente deve ricevere tutte le sostanze necessarie con il cibo. Ciò è necessario per ripristinare la forza e un trattamento efficace. Qui è possibile ordinare il servizio di un'infermiera per un paziente a letto o un'infermiera con alloggio. Cosa possono mangiare i pazienti a letto? Cosa cucinare e come nutrire il paziente?

Quale dovrebbe essere la nutrizione?

Va notato immediatamente che la dieta per i pazienti costretti a letto deve rispettare i principi di base della corretta alimentazione che si applicano a qualsiasi persona. Loro includono:

  • Adeguatezza. La dieta dovrebbe corrispondere al consumo di energia del corpo..
  • Equilibrio La nutrizione deve essere bilanciata da nutrienti essenziali..
  • Regolarità. Dovrebbe essere fornito un certo numero di pasti al giorno..
  • Sicurezza. È necessario osservare l'igiene, per poter distinguere tra prodotti raffermo e freschi.

In questo caso, è necessario tenere conto delle caratteristiche del corpo del paziente, come indicato sopra. Diamo un'occhiata ai principi di base della nutrizione per i pazienti costretti a letto.

Mangiare cibo proteico

Ottenere la giusta quantità di proteine ​​svolge un ruolo importante nelle diete per le persone costrette a letto. Le proteine ​​"riparano" e costruiscono i tessuti del corpo, inclusi i muscoli. La proteina contiene i mattoni di base noti come aminoacidi. Il nostro corpo sintetizza tutto tranne nove aminoacidi, quindi sono chiamati indispensabili. Le principali fonti di proteine ​​sono:

  • pesce;
  • tacchino;
  • una gallina;
  • carne rossa;
  • legumi;
  • latticini (latte, yogurt, kefir, ricotta);
  • le uova.

L'assunzione giornaliera dipende principalmente dal peso, dall'età e dal numero di calorie bruciate. In genere, la norma per i pazienti costretti a letto è di 1 g per chilogrammo di peso corporeo. Potrebbe essere più alto (ad esempio, con la formazione di piaghe da decubito), ma non puoi mangiare troppe proteine, specialmente se il paziente soffre di malattie renali. Il cibo per i pazienti costretti a letto deve essere bilanciato in proteine, grassi e carboidrati..

Importante: se il paziente ha piaghe da decubito, il bisogno di nutrienti da parte del suo corpo diventa ancora più elevato. Pertanto, la carenza di proteine ​​influisce negativamente sulla guarigione. Una ferita può perdere ogni giorno più di 50 g di proteine ​​con essudato. Di conseguenza, il bisogno del paziente di questa sostanza aumenta da una a due volte e mezzo.

Sufficienza calorica

Per prevenire il sovrappeso, la dieta dovrebbe contenere meno calorie rispetto alla dieta di una persona fisicamente attiva. Gli alimenti a basso contenuto calorico includono frutta e verdura fresca, cereali integrali (bolliti e liquidi), carni magre e latticini a basso contenuto di grassi o a basso contenuto di grassi. Inoltre, dovrebbero essere la base della dieta di qualsiasi persona secondo le raccomandazioni dell'OMS. Un adeguato apporto calorico riduce il rischio di sviluppare sovrappeso o obesità, due fattori che possono portare a malattie cardiache, ipertensione e / o aumento della glicemia. Tuttavia, molti pazienti costretti a letto hanno scarso appetito - in questi casi, al contrario, è difficile ottenere un normale apporto calorico.

La presenza di grassi sani nella dieta

Non dimenticare i grassi. Sono necessari per il normale funzionamento del corpo umano. Si consiglia di privilegiare i grassi insaturi (presenti nel pesce, alcuni oli vegetali), piuttosto che saturi, presenti nella carne, nei latticini, ecc. (Ma non dovrebbero essere completamente esclusi). I grassi insaturi hanno molti effetti benefici: influiscono positivamente sul sistema cardiovascolare, migliorano il sonno e le funzioni cerebrali. Aiutano anche a rafforzare le ossa, che sono indebolite dalla mancanza di attività fisica. Fonti di grassi sani sono salmone, sardina, merluzzo, olio di semi di lino, ecc..

Importante! Coordina la dieta con il medico, chiedi cosa puoi nutrire e cosa no. Alcuni prodotti possono sopprimere gli effetti dei farmaci o causare reazioni allergiche..

Vitamine e minerali

I pazienti che consumano quantità insufficienti di cibo possono sperimentare una carenza di vitamine, macronutrienti e micronutrienti, che è piena di conseguenze negative per la salute. Ad esempio, un basso livello di emoglobina (dovuto a carenza di ferro) è associato allo sviluppo di piaghe da decubito e ad un rallentamento della guarigione delle ferite a causa di una diminuzione del contenuto di ossigeno nei tessuti. La carenza di zinco compromette anche la guarigione a causa di una diminuzione del tasso di sintesi proteica e di epitelizzazione della ferita. Pertanto, gli integratori vitaminici-minerali (previa consultazione con un medico) possono essere inclusi nella dieta dei pazienti. Il consumo eccessivo di un singolo minerale o vitamina dovrebbe essere evitato, poiché ciò potrebbe influire sull'assorbimento di altre sostanze e causare effetti collaterali..

Prodotti consigliati

Con il fatto che puoi mangiare pazienti costretti a letto, risolti. E quali prodotti non sono raccomandati per essere inclusi nel menu? Si tratta di salsicce, carni affumicate, prodotti istantanei, ketchup e salse, patatine, cracker, ecc..

Il cibo non deve contenere grassi trans, che violano il sistema immunitario, aumentano il colesterolo e generalmente hanno un effetto negativo sulla salute. Nella composizione dei prodotti, i grassi trans sono indicati come grassi idrogenati vegetali. Si trovano, ad esempio, in fast food, margarina, pasticcini con margarina, creme spalmabili.

Va anche tenuto presente che per alcune malattie ci sono restrizioni all'uso anche degli alimenti "giusti" (ad esempio, i succhi acidi non sono possibili con un'ulcera acuta).

Le bevande

L'acqua è coinvolta in tutti i processi metabolici ed è necessaria per il normale funzionamento del corpo. Pertanto, i pazienti costretti a letto devono ricevere una quantità sufficiente di liquido - solo acqua, tè deboli, succhi appena spremuti, uzvar, composte, ecc. Si raccomanda di evitare caffè, succhi di frutta, bibite zuccherate come la cola e la Pepsi.

Dieta

La classica dieta a tre tempi di una persona normale non è adatta a una persona bugiarda. In genere, tali pazienti mangiano un po 'e non sono in grado di consumare in una sola seduta la quantità di cibo di cui il corpo ha bisogno. Dobbiamo cercare di non alimentare la forza, ma di stimolare l'appetito. La dieta dovrebbe includere circa 6 pasti. Come nutrire un paziente a letto? I prodotti devono essere selezionati, tenendo conto dei principi di cui sopra, delle raccomandazioni del medico e dei desideri dei pazienti.

Un altro punto: il cibo dovrebbe essere caldo (non freddo e non caldo). Il cibo caldo può bruciare le mucose e il cibo freddo può portare a raffreddori a causa dell'immunità indebolita.

Menu di esempio per il giorno

Per un menu giornaliero approssimativo per i pazienti costretti a letto, vedere la tabella seguente..

Mangiare

Portata principale

Dolce

Bevanda

Colazione

Porridge liquido (avena, grano saraceno, miglio) con noci e bacche

Pranzo

Ricotta senza grassi purea con frutta secca

Succo di carota appena spremuto

Cena

Zuppa vegetariana, involtini di cavolo o polpette di vapore

Kissel frutta o latte

High tea

Insalata di verdure con olio di oliva / semi di lino

Cena

Porridge bollito o bollito con burro

Casseruola (può essere cotta al forno o al vapore), mela cotta

Due ore prima di coricarsi

Il processo di alimentazione, la posizione del paziente

I pazienti costretti a letto non sono in grado di prendersi cura di se stessi. Hanno bisogno di aiuto per lavarsi le mani (se questo è difficile, almeno disinfettare con mezzi speciali o tovaglioli). I pazienti possono far cadere il cibo, quindi prima di mangiare sul letto è necessario posare una tovaglia o un asciugamano. Bisogna fare attenzione per evitare che le briciole cadano sul letto. Sono in grado di causare piaghe da decubito..

Come nutrire un paziente a letto? Prima di iniziare un pasto, devi metterlo a letto o alzarlo leggermente. È pericoloso eseguire l'alimentazione mentre si è sdraiati perché il paziente può soffocare o soffocare. Se gli è difficile tenere la testa, è necessario mantenerla in posizione verticale.

Il cucchiaio deve essere riempito in 2/3 per non rovesciare il cibo. Devi nutrirti lentamente. Il cucchiaio viene prima portato sul labbro inferiore in modo che il paziente abbia l'odore del piatto. Per quanto riguarda il bere, se il paziente non è in grado di bere da una tazza, è necessario utilizzare i bevitori o dare liquido da un dessert o un cucchiaino.

Formula di alimentazione

Alcuni pazienti soffrono di grave disfagia, ad es. disturbo della deglutizione. In tali casi, vengono utilizzate miscele speciali per l'alimentazione, come Nutridrink, Nutrizone e Modulen. Il medico deve consigliare gli operatori sanitari e consigliare il prodotto più adatto (a basso contenuto calorico o ipercalorico, con o senza fibre, glutine o lattosio, ecc.). Le miscele possono essere date da un cucchiaio, in una bottiglia o da un bevitore. Con disfagia molto grave, perdita di coscienza, lesioni dell'esofago e della laringe, ictus e alcune altre situazioni, i pazienti costretti a letto vengono alimentati attraverso una sonda.

Se il paziente può mangiare cibo normale, le miscele possono essere utilizzate come integratore alimentare.

Conclusione

Ora sai cosa cucinare per un paziente a letto e come effettuare la sua corretta alimentazione. Mangiare può essere difficile, ma qualsiasi problema può essere superato se si tratta di una persona cara con comprensione. Cerca di creare un'atmosfera accogliente durante i pasti, sii pieno di risorse e periodicamente apporta modifiche al menu in modo che il cibo sia vario, equilibrato e stimoli l'appetito.

Come e cosa posso mangiare per un paziente a letto

Uno dei componenti importanti della cura adeguata per le persone gravemente malate è una dieta equilibrata. Il paziente dovrebbe ricevere abbastanza nutrienti, vitamine e minerali. Una dieta per i pazienti costretti a letto è di solito pianificata da un medico. Dà raccomandazioni ai parenti, attirando la loro attenzione sui prodotti consentiti e proibiti, i metodi della loro preparazione. Se una persona è malata per lungo tempo e rimane in posizione sdraiata, l'appetito scompare. I pazienti che muoiono spesso rifiutano del tutto il cibo. Il processo di alimentazione non dovrebbe solo soddisfare il bisogno fisiologico di cibo, ma anche produrre un effetto psicoterapico: suscitare emozioni positive e dare un umore positivo per il recupero.

Come nutrire un paziente a letto

Per sostenere il desiderio del paziente di mangiare, è meglio comporre una dieta di quei prodotti il ​​cui gusto gli piace. Allo stesso tempo, non dimenticare le regole di una dieta equilibrata e raccomandazioni nutrizionali, tenendo conto della malattia di base.

Caratteristiche dietetiche

La nutrizione per i pazienti costretti a letto viene selezionata tenendo conto delle sue esigenze speciali. Nonostante la mancanza di attività fisica, queste persone richiedono cibo con un alto contenuto di calorie e proteine. Ciò garantisce il normale corso dei processi di recupero..

I principali requisiti che la dieta per i pazienti costretti a letto devono rispettare:

  • la presenza di un set completo di nutrienti, vitamine e minerali, il loro rapporto ottimale;
  • alto contenuto proteico (120-150 g al giorno);
  • contenuto calorico sufficiente (2,5-3,5 mila kcal, a seconda dell'altezza e del peso della persona);
  • carboidrati per lo più lenti (zuccheri rapidamente assimilati per minimizzare);
  • ridotto apporto di grassi (fino a 100 g);
  • la presenza di fibre nella dieta (naturale sotto forma di verdure o farmacia sotto forma di polvere);
  • un volume sufficiente di acqua (30-40 ml per kg di peso corporeo) per l'escrezione attiva dei metaboliti dal corpo.

I piatti dovrebbero includere solo ciò che si può mangiare un paziente a letto. Nel processo di cottura, è importante mantenere un massimo di nutrienti e rendere il cibo facilmente digeribile. Il vantaggio è offerto: cottura, cottura a vapore, cottura al forno. Verdure e frutta possono essere date crude, dopo averle accuratamente lavate. Il cibo per i pazienti costretti a letto deve essere morbido, non eccessivamente essiccato, tagliato in piccoli pezzi per comodità o tritato in un frullatore. La forma ottimale di cibo - purè di patate.

Importante! È necessario monitorare la temperatura del cibo. Non è necessario aggiungere un'ustione della bocca alla malattia principale con cibi caldi. La temperatura ottimale è di 45-50 gradi. Il cibo raffreddato diventa insipido, il che rende il processo di alimentazione del paziente un compito spiacevole.

Nutrizione proteica, miscele pronte

Può essere difficile ottenere il giusto rapporto tra tutti i componenti e l'elevato contenuto proteico negli alimenti. L'importanza delle proteine ​​per il corpo di una persona gravemente ammalata è insolitamente alta. Questo è precisamente il "materiale da costruzione" che viene utilizzato per riparare i tessuti (cicatrizzazione di ferite, piaghe da decubito, ustioni). Inoltre, le proteine ​​sono una preziosa risorsa energetica..

Per garantire una dieta più equilibrata, è possibile ricorrere all'introduzione al menu per le miscele secche pronte all'uso per pazienti costretti a letto (Nutrizon, Nutridrink). Questi prodotti sono ricchi di proteine, vitamine dei gruppi B e C, basso contenuto di grassi. Tutti i componenti di questo alimento sono facilmente digeribili e completamente naturali. Puoi nutrire un paziente a letto con cibi misti: aggiungi 1-2 cucchiai della miscela di nutrienti alla solita dieta.

Nota. A differenza di Nutridrink, Nutrizone non contiene lattosio. Questo dovrebbe essere preso in considerazione se il reparto ha un'intolleranza individuale a questa sostanza..

Tabella di diluizione degli alimenti pronta Nutrizon.

Calorie necessarieIl volume del cibo finito, ml
100200500
Diluizione isocalorica: in 1 ml di una miscela di 1 Kcal5 cucchiai85 ml di acqua10 cucchiai170 ml di acqua25 cucchiai di 425 ml di acqua
Diluizione ipercalorica: in 1 ml di una miscela di 1,5 kcal7,5 cucchiai77,5 ml di acqua15 cucchiai155 ml di acqua38 cucchiai387 ml di acqua
Diluizione ipocalorica: in 1 ml di una miscela di 0,7 kcal3,75 cucchiai89 ml di acqua7,5 cucchiai178 ml di acqua19 cucchiai444 ml di acqua

Seguendo i dati in questa tabella, è possibile preparare la miscela in base alla quantità di nutrienti in 1 ml di liquido che si desidera ricevere. Se l'obiettivo è saturare rapidamente un organismo impoverito, puoi prendere la diluizione ipercalorica, se hai bisogno di mantenere la stabilità nutrizionale - isocalorica, se il paziente si sta riprendendo, l'opzione ipocalorica è adatta.

Un altro tipo di cibo secco è Modulen. Questo complesso è destinato a persone con malattie infiammatorie intestinali (enterocolite, morbo di Crohn, colite ulcerosa, ecc.). Alcune di queste patologie sono considerate incurabili, pertanto l'introduzione della nutrizione con Modulina nella dieta di un paziente disteso migliora significativamente la qualità della vita.

Come nutrire i pazienti a letto

Quei pazienti che non sono in grado di assumere cibo per conto proprio hanno bisogno di aiuto. Esistono tre modi per organizzare i pasti per i pazienti costretti a letto:

  1. Attraverso la sonda. Per le persone con ridotta funzionalità di deglutizione.
  2. Il modo tradizionale (da un cucchiaio). Quindi nutrono i pazienti che non hanno perso la capacità di deglutire il cibo.
  3. Nutrizione parenterale (endovenosa). Questo tipo di alimentazione viene scelto in ambito ospedaliero per una rapida correzione delle condizioni del paziente o nel caso del tratto gastrointestinale.

Funzioni di alimentazione della sonda

Alcune malattie (ictus, paresi, paralisi, danni ai rami del nervo trigemino, ecc.) Portano a una perdita della funzione di deglutizione. In tali casi, viene data preferenza all'alimentazione di una persona attraverso un tubo nasogastrico.

Le principali indicazioni per l'installazione della sonda:

  • un ictus con successiva disfagia;
  • estese bruciature al viso e al collo;
  • operazioni trasferite sul tratto gastrointestinale;
  • esaurimento nutrizionale (digiuno prolungato);
  • mancanza di coscienza;
  • lesione faringea;
  • prematurità, mancanza di riflesso della deglutizione nei neonati.

Il processo di installazione della sonda è piuttosto spiacevole e causa disagi al paziente. Tuttavia, questo metodo non porta all'atrofia della mucosa gastrica, in contrasto con la nutrizione endovenosa. Per tale alimentazione, sono adatti solo alimenti liquidi: zuppe pulite con un frullatore, succhi di frutta e verdura con polpa, gelatina, miscele secche diluite. Per arricchire la nutrizione di un paziente costretto a letto e stimolare la peristalsi, puoi aggiungere fibre sotto forma di purè di verdure o di concentrato di farmacia.

Importante! L'introduzione della sonda deve essere eseguita solo da un medico. L'autoinstallazione può danneggiare le mucose o provocare l'aspirazione delle vie aeree.

La procedura per l'installazione di un tubo nasogastrico:

  1. Preparare una sonda sterile lunga 40-45 cm, una siringa Janet o un annaffiatoio per alimenti, una miscela di nutrienti.
  2. Misurare la lunghezza richiesta della sonda: porre la distanza dalle labbra al lobo dell'orecchio, quindi al punto sull'addome dove convergono gli archi costali. Il segno sulla sonda sarà una linea guida per l'ingestione.
  3. Spostare il paziente in una posizione semi-seduta alta. È necessario riparare la testiera o aiutarlo a sedersi, se necessario.
  4. L'estremità della sonda è ben lubrificata con vaselina e iniettata nella narice del paziente, dopo aver rigettato la testa.
  5. Dopo aver inserito 15-20 cm della sonda, la testa è di nuovo dritta.
  6. La sonda è ulteriormente avanzata, chiedendo al paziente di provare a fare movimenti di deglutizione..

Importante! Assicurarsi che la sonda penetri nello stomaco, non nelle vie respiratorie. Il paziente deve respirare e parlare liberamente. Se sono presenti tosse e mancanza di respiro, la sonda deve essere rimossa..

  1. Dopo essersi accertati che la sonda sia arrivata a destinazione, procedere all'introduzione del cibo. Per questo, un annaffiatoio o una siringa Janet è attaccato all'estremità libera della sonda. Viene lentamente introdotto il volume richiesto della miscela di nutrienti (non più del volume di un sorso alla volta). In totale saranno necessari 500-700 ml di alimenti preriscaldati.
  1. Una volta completata l'alimentazione, viene introdotta acqua per lavare la sonda, l'annaffiatoio viene scollegato e l'estremità della sonda viene fissata con un cerotto. Viene lasciato per l'intero periodo di allattamento e rimosso quando il medico decide di trasferire il paziente a un'altra dieta.

Alimentazione tradizionale

Al fine di fornire al paziente condizioni confortevoli per la ricezione e la digestione del cibo, durante l'alimentazione si dovrebbe assumere una posizione seduta o semi-seduta. Guarda per comodità: in modo che le gambe abbiano il supporto, le mani non pendono dal letto, il collo non scorre e i capelli non cadono in bocca. Non alimentare il paziente in posizione sdraiata, in modo che possa soffocare.

Importante! Nel processo di alimentazione, un ruolo importante è svolto dalla percezione visiva ed olfattiva: l'aspetto e l'aroma del cibo dovrebbero stimolare l'appetito del paziente.

Per mantenere la posizione necessaria del paziente quando lo alimenta da un cucchiaio, utilizzare vari dispositivi:

  • un colletto che fissa la testa;
  • cinture per il fissaggio del paziente nella posizione desiderata;
  • tavoli e vassoi speciali su gambe, ecc..

Organizzando i pasti per i pazienti costretti a letto a casa, puoi fare a meno di attrezzature e utensili speciali. La cosa principale è creare le condizioni più confortevoli per una persona che non può prendersi cura di se stessa. Tuttavia, se pianifichi l'assistenza a lungo termine per un tale paziente, puoi facilitare il processo di alimentazione con l'aiuto di piatti speciali:

  • posate con manici in gomma ispessita (per il recupero di pazienti che iniziano a mangiare da soli);
  • piastre con sottobicchieri di gomma e ventose (evitare scivolamenti);
  • piatti profondi con scollo a mento o lati alti;
  • tazze non rovesciate, ecc..

Nutrizione per i pazienti dopo un ictus

La dieta di un paziente a letto viene presa tenendo conto delle malattie che sono diventate la causa di movimenti limitati. I pazienti con danno cerebrale (ictus) hanno bisogno di nutrimento con un alto contenuto di acidi grassi (saturi e insaturi). È da questi componenti che vengono prodotti i grassi, che svolgono il ruolo più importante nella struttura e nel ripristino del tessuto cerebrale. Quando elabori la dieta, devi ricordare che puoi mangiare un paziente costretto a letto dopo un ictus:

  • frutta e verdura fresca;
  • carne dietetica (magra), pesce;
  • latte e prodotti lattiero-caseari;
  • cereali, pane integrale;
  • fonti di acidi grassi polinsaturi - oliva, semi di lino, olio di mandorle.

Nei primi giorni dopo un ictus, i pazienti di solito hanno difficoltà a deglutire, quindi durante questo periodo ricorrono all'alimentazione attraverso un tubo o alla somministrazione endovenosa di nutrienti. Un'altra caratteristica della nutrizione dopo un ictus: dovrebbe essere ipocalorica, ma allo stesso tempo contenere molti nutrienti. Per raggiungere questo obiettivo, limitare l'assunzione di carboidrati, soprattutto quelli semplici.

Frequenza dei pasti

La dieta quotidiana del paziente è meglio suddivisa in 5-6 piccole porzioni. È difficile per un paziente a letto assorbire una grande quantità di cibo alla volta. È altrettanto importante seguire il programma. L'alimentazione “a ore” prevede l'installazione di un ciclo per l'assegnazione del succo gastrico. Entro pochi giorni, il corpo si abituerà a ricevere cibo contemporaneamente e comincerà a "chiedere" - l'appetito del paziente si sveglierà.

Il catering per un paziente costretto a letto è una componente importante dell'assistenza generale. Il giusto approccio all'alimentazione consente al corpo di recuperare più velocemente.

Esempi di cottura dei pasti tramite una sonda

Cosa può essere immagazzinato nei comodini e nei frigoriferi

Completamento dell'alimentazione


1. Dopo aver svuotato la siringa, premere la sonda con un morsetto.
2. Scollegare la siringa dalla sonda sopra il vassoio.
3. Collegare una siringa da 50 ml di acqua bollita alla sonda..
4. Rimuovere il morsetto e lavare la sonda sotto pressione..
5. Scollegare la siringa e collegare l'estremità distale della sonda.
6. Collegare la sonda agli indumenti del paziente con una spilla da balia..
7. Aiutare il paziente a prendere una posizione comoda.
8. Lavarsi le mani.
9. Registrare l'alimentazione.

· Nei comodini è consentito conservare sapone, dentifricio, uno spazzolino da denti in una custodia, un pettine in una custodia o in un sacchetto di plastica, riviste, giornali;

· Dolci, marmellate, biscotti sono conservati sull'altro ripiano del comodino;

· Frutta e cibi deperibili sono conservati in frigorifero;

· I prodotti lattiero-caseari fermentati vengono conservati in frigorifero per non più di 2 giorni;

· Non può essere conservato nel frigorifero carne in scatola, prodotti a base di pesce.

Supplementi alla lezione "Nutrizione e alimentazione del paziente"

L'infermiera del reparto è tenuta a:

1. Effettuare il monitoraggio quotidiano delle condizioni sanitarie di armadi, frigoriferi e il loro contenuto.
2. Effettuare il monitoraggio quotidiano della disinfezione dei comodini, che viene eseguita quotidianamente al mattino e alla sera con una soluzione all'1% di cloramina.
3. Scongelare il frigorifero una volta alla settimana (nei tempi previsti), seguito da una disinfezione con una soluzione all'1% di cloramina.

Per informazione dei visitatori, viene pubblicato un elenco di prodotti vietati e autorizzati a essere trasferiti secondo la dieta, indicare il numero di questi prodotti.
I prodotti devono essere trasferiti in un sacchetto di plastica trasparente..

Durante le ore di trasferimento dei prodotti e delle visite, il personale medico del banco informazioni e dei dipartimenti medici dovrebbe monitorare il comportamento dei visitatori e condurre discussioni esplicative con loro sulle regole di condotta e trasferimento dei prodotti.

Visitatori e pazienti devono essere avvertiti del divieto di portare prodotti illegali, in particolare bevande deperibili e alcoliche. Per violazione del regime di pazienti dimessi dall'ospedale.

Ogni piatto deve essere ben pulito con molti liquidi. È necessario osservare il principio dell'introduzione sequenziale di ciascuna porzione della miscela in una sonda con un diametro interno sufficiente per il suo passaggio. Un insieme arbitrario di prodotti in cui non sono noti il ​​potere calorifico e la quantità di ciascun componente nutrizionale non dovrebbe essere utilizzato per l'alimentazione della sonda. Ciò può aggravare i segni della malnutrizione proteina-energia con tutti i conseguenti effetti avversi..

Un decotto di albicocche secche
150 o 100 g di albicocche secche vengono versate in 600 ml di acqua e riscaldate per 1 ora a fuoco basso. Quindi le albicocche secche vengono filtrate, passate due volte attraverso un tritacarne e massaggiate accuratamente con una forchetta o un mixer con il brodo rimanente. La quantità totale di decotto di albicocche secche - 500 ml.

Brodo di carne
Vengono tagliati 800 g di carne magra di manzo, versare 4 litri di acqua e cuocere a fuoco lento per 4 ore. Alla fine della cottura, la quantità di brodo dovrebbe essere di 2000 ml. Parte del brodo viene utilizzata per l'allevamento di carne bollita, il resto per la produzione di cereali e purè di patate.

Carne bollita
La carne (metà o l'intera quantità) viene passata due volte attraverso un tritacarne e accuratamente triturata in 500 ml di brodo.
Sbattere la panna acida e i tuorli e versarli in una miscela fredda.

Porridge di farina d'avena
Si mescolano 30 g di farina d'avena fino a quando i grumi non scompaiono in 50 ml di brodo e, mescolando, versare lentamente in 450 ml di brodo bollente. La fibra viene fatta bollire per 3-5 minuti, mescolando continuamente. Un minuto prima della fine della cottura, metti il ​​burro nel porridge. Assicurati di bollire!

Porridge di semola
Cuocere nel solito modo in 500 ml di brodo.

Purè di patate
Preparato da 200 g di patate sbucciate in 500 ml di brodo di carne.

|prossima lezione ==>
Alimentazione|Requisiti per le porzioni

Data di inserimento: 2014-01-07; Visualizzazioni: 6935; Violazione del copyright?

La tua opinione è importante per noi! Il materiale pubblicato è stato utile? Sì | No

Nutrire un paziente attraverso un tubo

indicazioni:

  • estese lesioni traumatiche e gonfiore della lingua, della faringe, della laringe e dell'esofago;
  • incoscienza come manifestazione di gravi disfunzioni del sistema nervoso centrale;
  • rifiuto di cibo per malattia mentale;
  • ulcera gastrica non cicatrizzante.

Per tutte queste malattie, la normale alimentazione è impossibile o indesiderabile, in quanto può portare all'infezione delle ferite o all'ingestione di cibo nel tratto respiratorio, seguita da infiammazione o suppurazione nei polmoni. In caso di ulcera gastrica non cicatrizzante, si raccomanda una nutrizione prolungata (18 giorni) attraverso una sonda inserita nel duodeno come ultimo metodo di trattamento conservativo.

Attraverso la sonda, è possibile inserire qualsiasi alimento (e medicinale) in forma liquida e semiliquida, dopo averlo pulito attraverso un setaccio. Il cibo deve essere integrato con vitamine. Di solito latte iniettato, panna, uova crude, brodo, minestra di verdura viscida o schiacciata, gelatina, succhi di frutta, burro disciolto, caffè, tè.

Per l'alimentazione preparare:

  • un sottile tubo gastrico senza oliva o un tubo di cloruro di vinile trasparente con un diametro di 8 - 10 mm;
  • un imbuto da 200 ml con un diametro del tubo corrispondente al diametro della sonda o una siringa Janet;
  • 3-4 tazze di cibo.

Sulla sonda, dovrebbe essere fatto un segno in anticipo, al quale verrà inserito: nell'esofago - 30 - 35 cm, nello stomaco - 40 - 45 cm, nel duodeno - 50 - 55 cm. Gli strumenti vengono bolliti e raffreddati in acqua bollita e il cibo viene riscaldato. La sonda viene solitamente inserita da un medico. Se non vi è alcuna controindicazione, il paziente si siede.

Dopo un esame preliminare dei passaggi nasali, l'estremità arrotondata della sonda, lubrificata con glicerina, viene introdotta nel passaggio nasale inferiore più largo, aderendo alla direzione perpendicolare alla superficie del viso. Quando la sonda da 15-17 cm è nascosta nel rinofaringe, la testa del paziente è leggermente inclinata in avanti, l'indice di una mano viene inserito nella bocca, brancola alla fine della sonda e, premendolo delicatamente sul retro della gola, con l'altra mano si sposta ulteriormente.

Senza controllo delle dita, la sonda può entrare nella trachea. Se il paziente è incosciente e non può essere piantato, la sonda viene inserita in una posizione prona, se possibile sotto il controllo di un dito inserito nella bocca. Dopo l'introduzione, si consiglia di verificare se la sonda è entrata nella trachea. Per fare questo, porta un batuffolo di cotone o un pezzo di carta velina all'estremità esterna della sonda e vedi se oscilla durante la respirazione.

Dopo aver verificato che la sonda sia nell'esofago, lasciarla qui o spostarla nello stomaco o nel duodeno e iniziare l'alimentazione. Un imbuto è attaccato all'estremità esterna della sonda, il cibo viene versato in esso e in piccole porzioni, non più di un sorso di ciascuna, lentamente, introdurre cibo cotto e quindi bere.

Nutrire un paziente attraverso un tubo

Dopo l'alimentazione, l'imbuto viene rimosso e la sonda viene lasciata per l'intero periodo di nutrizione artificiale. L'estremità esterna della sonda è piegata e rafforzata sulla testa del paziente in modo che non interferisca con lui. Nutrire un paziente attraverso una fistola operativa. Con l'ostruzione del cibo attraverso l'esofago, quando viene ristretto, viene fatta operativamente una fistola gastrica, attraverso la quale può essere inserita una sonda e il cibo può essere versato nello stomaco.

In questo caso, è necessario assicurarsi che i bordi dell'apertura fistolosa non siano contaminati con il cibo, per il quale la sonda inserita viene rinforzata con un adesivo appiccicoso e dopo ogni alimentazione fanno un bagno di pelle intorno alla fistola, lubrificarlo con pasta Lassar e applicare una medicazione sterile asciutta. Con questo metodo di nutrizione, il paziente rilascia l'agitazione riflessa della secrezione gastrica dalla cavità orale. Questo può essere preparato offrendo al paziente di masticare pezzi di cibo e sputarli nell'imbuto. Nutrire il paziente attraverso clisteri nutrizionali.

Nel retto attraverso un clistere, puoi inserire una soluzione di cloruro di sodio allo 0,85%, una soluzione di glucosio al 5%, una soluzione di alcool purificata 4 - 5 ° / 3, un aminopeptide (un preparato contenente tutti gli aminoacidi essenziali). Molto spesso, quando il corpo è disidratato, le prime due soluzioni vengono iniettate a gocce in una quantità fino a 2 litri. Puoi inserire le stesse soluzioni contemporaneamente da 100 a 150 ml da 2 a 3 volte al giorno. Per aiutare il paziente a trattenere la soluzione iniettata, è possibile aggiungere 5 gocce di tintura di oppio. Con entrambi i metodi di somministrazione, al fine di migliorare l'assorbimento della soluzione, il retto deve essere liberato dal contenuto con un clistere preliminare e la soluzione deve essere riscaldata a 37 - 40 °.

"Cura generale del paziente", E.Ya. Gagunova

Alimentazione della sonda

Alcune gravi malattie e lesioni possono disabilitare importanti riflessi corporei. Senza la funzione di deglutizione, l'alimentazione indipendente diventa impossibile; di conseguenza, il paziente deve essere alimentato attraverso un dispositivo speciale: un tubo nasogastrico. Questa tecnologia può essere applicata non solo in ospedale, ma anche a casa..

Cos'è una sonda?

Un tubo nasogastrico è anche comunemente chiamato nutrizionale. Viene iniettato direttamente nello stomaco del paziente attraverso il passaggio nasale e l'esofago. In realtà, è un tubo cavo con estremità arrotondate per prevenire danni ai tessuti durante la somministrazione. Il tubo è realizzato in materiale leggero, flessibile e completamente ipoallergenico. All'esterno c'è un imbuto speciale. Attraverso di essa, usando una siringa, Janet serve cibo. Nello stato normale, il foro è protetto da una copertura speciale, che elimina l'ingresso di corpi estranei nella sonda. I dipendenti dei servizi infermieristici "Sidelka 24" conoscono tutti i dettagli relativi all'alimentazione del paziente attraverso una sonda.

Le principali indicazioni per l'uso

Mangiare attraverso una sonda viene effettuato nei casi in cui il paziente non è in grado di farlo da solo. La sua funzione di deglutizione è depressa, non esiste una coscienza chiara o ci sono gravi lesioni alla gola e alla cavità orale. L'installazione della sonda viene spesso eseguita nei seguenti casi:

  • Dopo un ictus, se parliamo di danni alle aree del cervello che controllano il riflesso della deglutizione, la funzione può essere soppressa parzialmente o completamente. Un ritorno al normale modo di mangiare è possibile dopo la riabilitazione. Con danni estesi e vecchiaia del paziente, la nutrizione enterale può essere permanente.
  • Con danni fisici: lesioni alla testa, grave gonfiore della lingua e della laringe.
  • Se il paziente è in coma o incosciente.
  • Con lo sviluppo di disturbi psicologici, quando il paziente rifiuta di mangiare.
  • Malattie neurologiche (sclerosi multipla, Parkinson, Alzheimer), accompagnate da corrispondenti disturbi.
  • Durante interventi chirurgici nel tratto gastrointestinale.

L'alimentazione enterale è prescritta nei casi in cui la forma tradizionale di mangiare è impossibile o difficile, se il paziente può soffocare o il cibo in arrivo può infettare i tessuti e gli organi danneggiati.

Controindicazioni per l'uso della sonda

Per l'alimentazione enterale, ci sono una serie di controindicazioni. Il probe non può essere installato nei seguenti casi:

  • Con gravi danni alle ossa della parte anteriore della testa;
  • Con esacerbazione di un'ulcera allo stomaco;
  • Se ci sono vene varicose nell'esofago;
  • Se il processo di coagulazione del sangue è disturbato;
  • Se il lume dell'esofago è notevolmente ridotto e il tubo non può essere installato.

Procedura d'installazione

Le manipolazioni possono essere eseguite in ospedale oa casa, ma solo uno specialista dovrebbe eseguirle. È consigliabile che il paziente sia cosciente allo stesso tempo, altrimenti il ​​tubo della sonda potrebbe entrare nel tratto respiratorio. Per evitare ciò, il paziente esegue movimenti di deglutizione durante il passaggio. Se ciò non è possibile, il medico guida il dispositivo nella gola del paziente con due dita.

Funzionalità di potenza

Se il paziente si sente normale dopo l'installazione, puoi iniziare a mangiare immediatamente. Tutti i piatti serviti dovrebbero avere solo una consistenza liquida. Dovrebbero essere caldi, cioè temperature di 37-39 gradi. I cibi caldi possono causare ustioni..

È necessario aumentare gradualmente il volume delle porzioni, le prime due o tre volte non dovrebbe essere superiore a 100 ml. Successivamente, può essere aumentato a 300 ml. I seguenti alimenti sono più adatti alla nutrizione enterale:

  • kefir;
  • I brodi sono pesce, carne, verdure;
  • Purè di patate accuratamente schiacciato;
  • Cereali rari, in particolare semola;
  • Miscele speciali.

Le miscele secche pronte possono essere utilizzate come base per l'alimentazione o in aggiunta alla dieta. Sono ricchi di proteine, che spesso non sono sufficienti per i pazienti a letto..

Il numero di pasti non deve essere superiore a 5, ma non inferiore a 3. Per la somministrazione, è necessario utilizzare una siringa sterile ogni volta. Gli specialisti dei servizi infermieristici "Sidelka 24" seguono rigorosamente tutte le regole di alimentazione attraverso le zone e monitorano attentamente l'igiene dell'intero processo.

Processo di alimentazione

La procedura viene eseguita secondo il seguente algoritmo:

  • Al corpo del paziente viene data una posizione semi-seduta;
  • La parte esterna della sonda cade sotto il collo del paziente ed è compressa con un morsetto speciale;
  • L'imbuto si collega alla siringa, sale a un livello fino a mezzo metro sopra lo stomaco, dopo di che viene rimosso il morsetto.
  • Il cibo viene servito lentamente, quasi senza pressione, non devono essere introdotti più di 150 ml in 5-6 minuti.
  • Una volta completata l'alimentazione, è necessario risciacquare le zone, alimentando attraverso di essa 30-50 ml di acqua.
  • Quindi il tubo viene nuovamente pizzicato, abbassato, l'ingresso viene chiuso con un tappo.

La sonda è un modo moderno ed efficace per nutrire pazienti gravemente malati. Ha molti vantaggi. A differenza della nutrizione endovenosa, in questo caso non è consentita l'atrofia della mucosa gastrica, il sistema del tratto gastrointestinale rimane funzionante. Il sistema enterico può essere utilizzato a lungo. La sonda è installata per tre settimane. La procedura di introduzione deve essere eseguita dal medico, deve anche dare le sue raccomandazioni in merito all'alimentazione e alla dieta.

Nutrizione e alimentazione di un paziente con ictus. Diete della sonda

Diete della sonda

Indicazioni: 1) ictus, botulismo, operazioni craniche, lesioni, tumori e altre lesioni cerebrali con alterata regolazione nervosa della masticazione e della deglutizione; 2) uno stato inconscio in caso di lesioni craniocerebrali, coma, sepsi e altre malattie.

Scopo dell'appuntamento: fornire nutrimento ai pazienti che non possono mangiare nel solito modo a causa di una violazione dell'atto di masticazione e deglutizione o con ostruzione del tratto gastrointestinale superiore, nonché di uno stato inconscio o fortemente indebolito.

Caratteristiche generali. Le diete sono costituite da cibi e piatti liquidi e semi-liquidi (consistenza crema) che passano attraverso una sonda direttamente nello stomaco o nell'intestino tenue. Alimenti e piatti densi vengono macinati e diluiti con liquido, tenendo conto della natura della miscela (acqua bollita, tè, brodo, brodi vegetali, latte, succo di frutta e verdura).

Dopo la macinazione, i singoli prodotti vengono macinati attraverso un tritacarne o un setaccio spesso e filtrati attraverso un setaccio fine per impedire l'ingresso di parti difficili da macinare (vene di carne, fibre, ecc.) Sono esclusi piatti e bevande freddi e caldi. La temperatura dei piatti è di 45-50 gradi, poiché il raffreddamento rende il cibo viscoso e difficile da passare attraverso la sonda.

In assenza di controindicazioni, diete fisiologicamente complete nella composizione chimica e nel valore energetico con una gamma diversificata di prodotti. Nella maggior parte dei casi, la dieta della sonda (h) si basa sul tipo di dieta n. 2 (n. 2z) o sul tipo di dieta n. 1 (n. 1z).

Composizione chimica e valore energetico (per diete n. 2z e n. 1z): proteine ​​100-110 g (65% animali), grassi 100-110 g (25-30% vegetali), carboidrati 400-450 g; cloruro di sodio -10-12 g (n. 1z) o 15 g (n. 2z), liquido libero - fino a 2,5 litri. Valore energetico - 12,1-13 MJ (2900-3100 kcal). La massa della parte densa a 1 dose non è superiore a 250-350 g.
Dieta: 5-6 volte al giorno.

Prodotti e piatti consigliati di diete n. 2z e n. 1z:

  • pane - 150 g di cracker di pane integrale (o panna), 50 g - di pane di segale; sulla dieta n. 1z - solo grano o panna. Dopo un'accurata macinazione, aggiungere agli alimenti liquidi;
  • zuppe - su carne magra, brodo di pesce, brodo vegetale con verdure e cereali o farina di cereali accuratamente schiacciati e ben bolliti; zuppe di carne e pesce; zuppe di latte con purè di verdure e cereali; da purè di frutta e semola. Le zuppe condiscono con burro o olio vegetale, panna, panna acida. Per la dieta n. 1z, i brodi di carne e pesce non vengono utilizzati;
  • carne, pollame, pesce - specie e varietà a basso contenuto di grassi dalle parti più morbide della carcassa di manzo, coniglio, pollame. Fegato. Esente da grasso, fascia, tendini, pelle (uccello), pelle e ossa (pesce). Carne e pesce cotti vengono passati due volte attraverso un tritacarne con una griglia fine e strofinati attraverso un setaccio spesso. La purea di carne e pesce (soufflé) viene mescolata con un contorno grattugiato e portata alla consistenza desiderata aggiungendo decotto di brodo (dieta n. 2z), verdura o cereali (dieta n. 1z). Pertanto, i piatti di carne e pesce sono serviti in una miscela con un contorno. In un giorno, in media 150 g di carne e 50 g di pesce;
  • latticini: in media 600 ml di latte al giorno, 200 ml di kefir o altri prodotti lattiero-caseari, 100-150 g di ricotta, 40-50 ml di panna acida e panna. Con intolleranza al latte - un sostituto per prodotti lattiero-caseari e altri prodotti. La cagliata viene schiacciata, sotto forma di crema, soufflé; ricotta. Pulire con latte, kefir, zucchero fino alla consistenza della panna acida;
  • uova - 1-2 pezzi al giorno, alla coque; per frittate di proteine ​​del vapore - 3 proteine.
  • cereali: 120-150 g di semola, farina d'avena, farina d'avena, farina d'avena, riso, grano saraceno. Farina di cereali. Purè di cereali, liquido, nel latte o nel brodo (dieta n. 2z). Vermicelli schiacciati bolliti.
  • verdure: 300-350 g al giorno. Patate, carote, barbabietole, cavolfiori, zucchine, zucca, piselli - limitati. Purè e bollito accuratamente (purè di patate, soufflé). Il cavolo bianco e altre verdure non vengono utilizzati;
  • non usare spuntini.
  • frutta, piatti dolci, dolci: frutta e bacche mature - 150-200 g al giorno. Sotto forma di purè e purea di frutta (di norma, vengono fatti passare attraverso un tritacarne e sfregati attraverso un setaccio), gelatina, mousse, gelatina, decotti, succhi di frutta. Decotti di frutta secca. Zucchero - 30-50 g, miele (se tollerato) - 20 g al giorno.
  • le salse non usano;
  • bevande: tè, tè al latte, panna; caffè e cacao con latte, succhi di frutta, bacche, verdure; decotti di rosa canina e crusca di frumento;
  • grassi - burro - 30 g, verdura - 30 ml al giorno.

Menu dietetico campione numero 2z. 1a colazione: uovo alla coque, porridge di semola liquido - 250 ml, latte - 180 ml. 2a colazione: purea di mele -100 g, decotto di rosa canina - 180 ml. Pranzo: purè di farina d'avena con verdure su brodo di carne - 400 ml, purè di carne con purè di patate semiliquido - 100/250 g, composta - 180 ml. Spuntino: ricotta, purè con latte - 100 g, gelatina - 180 ml. Cena: zuppa di riso con brodo schiacciato -250 ml, soufflé di pesce bollito - 100 g, purea di carote - 200 g Di notte: kefir - 180 ml.

Aggiunte. Nelle diete a sonda, possono essere utilizzati concentrati alimentari e conserve, ad eccezione degli snack (latte e panna in polvere e condensati, latte scremato in polvere; verdure in scatola naturali senza additivi; concentrati di terzo piatto - gelatina, creme, ecc.).

È consigliabile utilizzare alimenti per neonati e dietetici con una composizione chimica equilibrata e standard, che facilita la preparazione delle razioni necessarie. Questi prodotti sono realizzati sotto forma di purè di patate, omogeneizzati o in polvere, adatti alla diluizione con liquidi: polpette, carne in scatola, pesce, verdure, frutta, latte secco e miscele acidofile "Baby" e "Baby", latte secco e miscele di cereali, gelatina di latte, ecc..

Set giornaliero di alimenti consigliati dall'Institute of Nutrition RAMS per diete a sonda: latte intero in polvere - 150 g, uova 2 pezzi, latte in polvere formula "Baby" con semole di grano saraceno - 400 g, purea di pollo "Crumble" (cibo in scatola) - 400 g, alimenti in scatola: purea di carote - 200 g, piselli - 100 g, succhi di frutta: mela 400 ml, uva 200 ml, olio vegetale 30 ml, zucchero-100 g, liquido fino a 2,5 L. Il set contiene circa 135 g di proteine, 125 g di grassi, 365 g di carboidrati; valore energetico - 13 MJ (3100 kcal).

Per le diete a sonda, per un breve periodo di tempo, è possibile utilizzare una miscela nutritiva semplificata della seguente composizione (al giorno) latte - 1,5 l, burro - 40 g, olio vegetale - 10 ml, zucchero - 150 g, uova - 4 pezzi. In una miscela di 67 g di proteine ​​animali, 110 g di grassi facilmente digeribili, 220 g di carboidrati semplici; valore energetico - 8,8 MJ (2100 kcal). La miscela è divisa in 5 dosi. 100 mg di acido ascorbico sono introdotti in esso..

Metodi per introdurre cibo attraverso la sonda: a) usando un bevitore convenzionale o graduato; b) attraverso l'imbuto; c) una siringa per Janet; g) apparato B.K. Costure per l'alimentazione del tubo.

Di particolare importanza sono gli ingressi sviluppati dall'Istituto di Nutrizione dell'Accademia Russa di Scienze Mediche - concentrati in polvere per l'alimentazione di pazienti gravemente malati, in particolare con danni al sistema nervoso centrale. Enpits può essere utilizzato per l'alimentazione attraverso una sonda. Hanno un alto valore nutrizionale e biologico, sono facilmente digeribili, non richiedono masticazione. Sono stati sviluppati vari tipi di entpiti: proteine, grassi, senza grassi, senza lattosio (con intolleranza al lattosio nei latticini), anti-anemico, proteine ​​del latte e cereali, grassi, senza grassi, amido di latte.

In 100 g di proteine ​​si ottengono - 44 g di proteine, 14 g di grassi, 31 g di carboidrati facilmente digeribili, una quantità significativa di minerali e vitamine ben bilanciati, in particolare 750 mg di calcio; 15 mg di ferro; 1,1 mg, 2,4 mg, 9 mg e 44 mg di vitamine B6, B2, PP e C, rispettivamente; il suo valore energetico è 1,7 MJ (417 kcal).
In 100 g di grasso enpit - 22 g di proteine, 41 g di grassi, 29 g di carboidrati facilmente digeribili; 2,4 MJ (564 kcal).
100 g di vari ingressi anti-anemici contengono 26-44 mg di ferro ben assorbito. In 100 g di varie entità proteiche di latte e cereali - 17-20 g di proteine, 5-7 g di grassi, 63 g di carboidrati - amido e zuccheri semplici; m1.5 MJ (370 kcal).

Per preparare i polpastrelli, la polvere secca viene accuratamente miscelata in acqua bollita calda, aggiunta con acqua calda e la miscela viene portata a ebollizione, dopodiché l'enpite è pronto per l'uso. Per 50 g di sostanza secca (1 porzione), sono necessari 200-250 ml di acqua. Le soluzioni più concentrate sono talvolta scarsamente tollerate dai pazienti, causando diarrea. Puoi iniziare con 50-100 ml di bevanda, inserire i diritti nei cereali, purè di patate, succhi di frutta.

Indicatori di qualità del cibo in scatola. Benigno: lattine senza perdite, non gonfie, senza tracce di macchie dal contenuto, all'interno senza sezioni di stagno esposte con macchie di ruggine sulle pareti, quando aperte senza rilascio di gas con un odore sgradevole, ecc. La presenza di difetti noti, in particolare il gonfiore del fondo delle lattine (bombardamenti) indica la scarsa qualità del cibo in scatola.

Up