logo

Una delle domande costanti per le giovani madri progressiste è l'argomento del nuoto con i bambini in piscina. Sebbene i benefici dell'allenamento di nuoto siano innegabili e la maggior parte dei pediatri raccomandino ai bambini di nuotare, le discussioni su questo argomento continuano..

Nuotare in piscina è bello e divertente

Istinti di nuoto congeniti

Un bambino dopo la nascita e fino a 3 mesi conserva una serie di abilità innate a livello istintivo, che sono causate da molto tempo nell'ambiente liquido dell'addome di sua madre. Tra questi, il più importante, aiutando tutte le briciole a rimanere in acqua, è il riflesso del nuoto..

Istinto di nuoto del neonato

Inoltre, i bambini hanno un riflesso respiratorio sviluppato: sono in grado di trattenere il respiro quando sono immersi sott'acqua con la testa. È lui che rende possibile insegnare a questi bambini immersioni senza problemi, mentre i bambini più grandi possono semplicemente bere acqua ed essere spaventati a lungo.

Un altro riflesso di nuoto già pronto è a scatti: quando le gambe sono costrette a piegarsi, il neonato le piega immediatamente, il che consente loro di respingere dal fondo e dai lati della piscina nel tempo.

Inoltre, il corpo del bambino contiene più grassi lecitinici, quindi il suo peso specifico è molto inferiore a quello di un adulto, il che influenza positivamente la galleggiabilità e la capacità di rimanere facilmente sulla superficie dell'acqua.

Il mantenimento di questi riflessi incondizionati, dato dalla natura per la sopravvivenza in situazioni estreme, consente ai bambini in tenera età di imparare a nuotare perfettamente, anche se gli arti non sono ancora completamente controllati da loro.

I benefici del nuoto per i bambini

Gli effetti positivi del nuoto in piscina per i neonati sono piuttosto numerosi, quindi i pediatri lo raccomandano spesso per rafforzare le proprietà immunitarie del corpo del bambino, normalizzare il tono muscolare e sviluppare la struttura scheletrica come terapia fisica.

Pro e contro del nuoto precoce

Il nuoto per i bambini è paragonabile nelle prestazioni con sessioni di fisioterapia innovativa o terapia manuale. L'acqua nella piscina o nel bagno produce un massaggio fisiologico dei muscoli del bambino, influenza positivamente la pelle del bambino e attiva la circolazione sanguigna e i processi metabolici. Le visite regolari in piscina con le madri aiutano a migliorare il sonno e l'appetito dei bambini, a ridurre e fermare la colica intestinale.

È noto anche dall'antica Grecia che le abilità di nuoto aumentano il livello di sviluppo intellettuale dei bambini. Un bambino che è impegnato in una piscina dalla nascita, diventa più curioso e attivo dei suoi coetanei, ha meno probabilità di ammalarsi.

La costante attività fisica praticabile nell'acqua rafforza il sistema cardiovascolare (aumenta anche il livello di emoglobina nel sangue), i sistemi nervoso, respiratorio e muscoloscheletrico del bambino, forma la postura corretta.

Informazioni aggiuntive. Le lezioni con i genitori possono migliorare il contatto psico-emotivo, formare una percezione positiva del mondo.

Come ogni tecnica di sviluppo, le attività in piscina con il bambino hanno i loro avversari che pensano all'impatto negativo dell'ambiente acquatico del serbatoio artificiale sul bambino. Credono che non sia necessario esporre il fragile corpo di un piccolo uomo a condizioni antigieniche e un gran numero di batteri nelle piscine pubbliche, vale la pena aspettare che il bambino cresca e si adatti alla vita fuori dall'utero.

Le possibili reazioni stressanti del bambino all'ambiente acquatico sono chiamate un altro argomento contro il nuoto precoce, che è irto dell'emergere di un costante sentimento di paura e insicurezza.

Indicazioni per il nuoto

Le lezioni nel pool di neonati sono spesso prescritte come un tipo di attività fisica e terapia fisica per rafforzare l'immunità dei bambini spesso malati, ma generalmente sani. Il nuoto per i bambini malati è prescritto per i seguenti motivi:

  • ipertonicità: i movimenti fluidi nell'acqua rilassano perfettamente i muscoli tesi;
  • diminuzione del tono muscolare - acqua più fredda e movimenti vigorosi (comprese le immersioni) attivano il sistema muscolare;
  • alta eccitabilità nervosa - il sistema nervoso viene ordinato anche migliorando la qualità del sonno;
  • medio e basso grado di prematurità - per i bambini piccoli, questo è il modo migliore per diventare più forti e svilupparsi insieme ai coetanei;
  • displasia dell'anca: il bambino impara a muoversi in modo indipendente e le articolazioni e i legamenti si allenano delicatamente;
  • piede valgo, piedi piatti - il nuoto rafforza i muscoli del polpaccio, evita i piedi piatti e altre deformazioni del piede;
  • torcicollo: la regolazione della lettiera viene corretta, i muscoli del collo bloccati sono rilassati;
  • paralisi cerebrale: la riabilitazione con acqua migliora significativamente l'attività motoria di tali bambini, corregge le complicanze.

Il nuoto è indicato per i bambini con paralisi cerebrale

Controindicazioni

Per alcuni bambini, la piscina per bambini è purtroppo controindicata. Non puoi nuotare con le seguenti patologie:

  • malformazioni congenite del sistema cardiovascolare;
  • malattie infettive nel periodo acuto;
  • disturbi del sistema neurologico in presenza di convulsioni periodiche;
  • patologia nel sistema muscolo-scheletrico, in cui devono essere fissati gli arti;
  • se il bambino ha una forte paura dell'acqua.

Se il bambino ha paura dell'acqua, non farlo nuotare

Regole per nuotare con i bambini in piscina

Insegnare a un bambino a nuotare viene eseguito nel rispetto di determinate norme e regole, che devono essere rigorosamente osservate per ottenere un effetto positivo dalle lezioni in piscina.

A che età iniziare

La maggior parte dei pediatri concordano sul fatto che le lezioni dovrebbero essere avviate solo quando la ferita ombelicale guarisce in un bambino che allatta per prevenire l'infezione. Inoltre, il bambino dovrebbe avere il tempo di abituarsi e adattarsi alle condizioni di esistenza al di fuori dell'utero materno. Il tempo ottimale si chiama età di 2-3 mesi.

Importante! È necessario iniziare prima che gli istinti di nuoto congeniti scompaiano nelle briciole e dovrai sviluppare queste abilità da zero, superando la paura dell'acqua del bambino.

Se non hai avuto tempo prima dei 3 mesi, non fa paura, il bambino non migliorerà, ma puoi imparare a nuotare e immergerti in seguito.

Misure di sicurezza

Una ciotola per piscina aperta e piena è una fonte di pericolo per i bambini indifesi. Pertanto, i genitori e i formatori che si occupano di loro devono attenersi rigorosamente alle norme di sicurezza:

  • I bambini possono frequentare le lezioni solo con certificati medici di un pediatra (per i genitori - di un dermatologo);
  • al fine di evitare l'inquinamento idrico con urina e feci, i bambini di età inferiore a 3 anni dovrebbero essere in speciali pannolini da nuoto;
  • il bambino deve rimanere vicino all'adulto, essere nel suo campo visivo;
  • correre nell'area piscina, incl. ai lati è severamente vietato;
  • i genitori hanno bisogno di pantofole con suola antiscivolo;
  • se è necessario lasciare le lezioni prima della fine, è necessario informare l'allenatore in merito;
  • è altamente sconsigliato andare in piscina da soli con il bambino da soli - è meglio usare l'aiuto di un istruttore;
  • salire e scendere le scale sempre rivolte verso il lato.

raccomandazioni

Per iniziare a visitare la piscina per i neonati, non è necessaria alcuna preparazione speciale, a meno che non si abitui gradualmente il bambino alla temperatura dell'acqua. Si consiglia di iniziare da 36 a 37 gradi, riducendo gradualmente il calore. Inoltre, non puoi violare il programma del sonno del bambino: è meglio programmare lezioni per 3-4 ore al giorno, dopo una giornata di riposo. La durata delle procedure idriche non deve superare un quarto d'ora, per i bambini più grandi - fino a 25-30 minuti. Se il bambino mostra segni di affaticamento, le lezioni devono essere interrotte..

Interessante. I bambini possono nuotare ogni giorno, per loro e i loro genitori, nuotare dovrebbe essere un gioco divertente che porta piacere e salute.

Si consiglia di iniziare con una vasca riempita con semplice acqua pulita con una temperatura di 36 gradi, dopo la procedura, l'ombelico viene elaborato come al solito. La mamma dovrebbe essere calma, le sue mani tengono saldamente e saldamente il giovane nuotatore. Nel processo di abituarsi all'acqua, devi assolutamente comunicare con il bambino, incoraggiarlo a muoversi.

Lezioni in piscina per la mamma con un bambino

L'allenamento di nuoto in piscina per bambini viene effettuato con la partecipazione di genitori, generalmente madri. Abbastanza spesso, le lezioni (specialmente come prescritto dal pediatra) si svolgono in speciali piscine per bambini presso le cliniche: hanno dimensioni ridotte (5 per 8 metri) e profondità, l'acqua in esse è sempre calda e piacevole per i bambini. A volte le piscine simili o leggermente più grandi sono disponibili nelle scuole materne, possono essere visitate dai bambini, anche dai vivai. Fitness club e piscine comunali regolari offrono anche corsi di nuoto per bambini.

Cosa ti serve per le lezioni

La condizione principale è la disponibilità di un certificato sanitario standard per la piscina: per la mamma e un piccolo nuotatore (da un terapista, pediatra, dermatologo, venereologo, ginecologo).

È necessario preparare in anticipo tutto il necessario per nuotare in piscina per i bambini:

  • cappelli per il nuoto (nei bambini - con schiuma o elementi gonfiabili);

Cappellino per bagnare i bambini

  • costume da bagno per mamma e costume da bagno per il bambino;
  • scarpe sostituibili (pantofole su suole antiscivolo);
  • asciugacapelli per soffiare le orecchie del bambino dopo una sessione;
  • latte idratante per bambini per lubrificare la pelle delicata di un bambino;
  • un grande asciugamano "shaggy" per avvolgere il bambino dopo aver lasciato l'acqua.

esercizi

Quando i neonati e i bambini vengono in piscina, non si limitano a dimenarsi in acqua insignificante, i genitori sotto la guida di un allenatore o istruttore eseguono vari esercizi con loro.

Prima di tutto, questi sono movimenti per adattare un bambino all'acqua. Il bambino è sostenuto verticalmente sotto il torace e il sedere e abbassa gradualmente le gambe nell'acqua. In questo caso, vengono eseguite oscillazioni in diverse direzioni, vengono eseguiti movimenti a zigzag e circolari. Una volta che il bambino è abituato al nuovo ambiente, il supporto diventa orizzontale.

Tenendo il bambino con una mano, i messaggi orizzontali vengono fatti avanti e indietro e la figura di otto. Usando il riflesso di spinta, si pratica la spinta con le gambe dai lati al comando del Team "push!". Quanto il bambino viene respinto, più deve essere allontanato dal bordo della piscina, così capisce la sua forza. Puoi anche saltare avanti e indietro, partendo dal fondo della piscina (il bambino si tiene con due mani).

Nota! Durante la lezione, il viso del bambino, specialmente nelle prime fasi dell'allenamento, non deve essere immerso nell'acqua.

L'esercizio "elicottero" viene eseguito con il supporto sotto il torace con una mano e libera, alternando l'acqua di raccolta con la maniglia del bambino.

Mettendo la testa del bambino sul palmo (il mignolo è posizionato sotto l'arco del cranio), tengono il bambino in questa posizione sulla superficie dell'acqua, puoi tenere il mento con l'altra mano. Se tutto funziona, vengono effettuate varie registrazioni lungo la piscina. La fontanella dovrebbe essere chiusa durante i turni. Ad alcuni bambini piacciono i movimenti tranquilli e tranquilli, altri strillano di gioia per accelerare la distanza.

Con il supporto sullo stomaco (la bocca è coperta dal pollice di un adulto per evitare di deglutire l'acqua), le briciole hanno l'opportunità di lavorare con le braccia e le gambe sin dalle prime lezioni, a loro piace molto. Anche in questa posizione, i muscoli del collo sono perfettamente allenati, il che consente ai neonati di iniziare a tenere la testa prima.

Distacchi sullo stomaco

Mancia. Se al bambino non piace un esercizio, è necessario passare a un altro, che gli piace di più.

Tra un esercizio e l'altro, è indispensabile fare delle pause per riposare: il bambino può appendere verticalmente sulla mano della madre, lanciandole entrambe le mani, appoggiandolo sotto il petto. In modo che il bambino non si congeli, la sua schiena può essere annaffiata. Ad alcune briciole piace riposare in posa su un fianco, come se si adagiasse.

L'immersione è un'attività molto importante nella piscina per bambini. I bambini sono preparati per le immersioni versando acqua da un mestolo tra gli esercizi. Allo stesso tempo, la mamma dice il comando "Immersione!" e soffia il bambino in faccia in modo da stringere gli occhi e trattenere il respiro. Quindi immediatamente tutta l'acqua viene versata. Se la procedura non è piaciuta alle briciole, deve essere rassicurata, non estratta dalla piscina, ma semplicemente scossa in un po 'd'acqua. Il riflesso che toglie il respiro alla squadra di solito si sviluppa dopo 2 settimane di preparazione, una dozzina di ripetizioni per sessione.

La prima immersione viene effettuata in uno stato rilassato e di buon umore da un piccolo nuotatore. È meglio farlo dalla posizione sullo stomaco, il bambino per diversi secondi (dopo il comando) viene immerso nell'acqua con la testa e visualizzato in superficie. Assicurati di lodare il bambino dopo ogni immersione riuscita. Devi iniziare con 2-3 immersioni per lezione, quindi puoi eseguirle più spesso e tenere il bambino sott'acqua più a lungo (fino a 5-6 secondi).

I benefici delle attività per i bambini in piscina sono evidenti, sebbene abbiano anche i loro avversari. Tuttavia, i pediatri ritengono che l'allenamento nel nuoto precoce migliora significativamente la salute e l'immunità dei bambini, aiuta con gravi malattie dell'apparato muscolo-scheletrico e del tono muscolare. Si consiglia di iniziare presto, fino a quando i riflessi di nuoto dati dalla nascita si sono estinti, ma non prima della caduta dell'ombelico. Sulla base delle opinioni dei medici, i genitori decidono autonomamente se il loro bambino deve nuotare, guidato dalle sue caratteristiche individuali.

Nozioni di base di nuoto infantile in bagno e piscina

Molti genitori moderni sono fan di varie tecniche per lo sviluppo precoce dei bambini. Di recente, i bambini sono stati particolarmente popolari. Se alcuni genitori bagnano il bambino con estrema cautela sul cavalletto nel bagnetto, altri invece aderiscono alla frase "impara a nuotare prima di camminare". È quest'ultimo che è importante conoscere le basi dei bambini che nuotano.

Perché il nuoto fa bene ai bambini?

Se i genitori stanno pensando di fare esercizi in acqua con il bambino, prima di tutto, devi scoprire quali benefici porta il nuoto per i bambini? La formazione e lo sviluppo dell'embrione umano avviene nell'utero di una donna nell'ambiente acquatico - liquido amniotico. Il bambino si sente abbastanza a suo agio in tali condizioni. Pertanto, un bambino appena nato affronta bene l'ambiente acquatico. Sa respirare sott'acqua e starci sopra. Con l'ulteriore crescita del bambino, queste abilità gradualmente scompaiono. Persistono nei bambini fino a un anno di età..

In che modo il nuoto precoce influisce sul corpo del bambino:

  • Dopo aver condotto una ricerca, è stato dimostrato che il rilassamento delle briciole nell'acqua ti consente di essere più fiducioso e audace in futuro, oltre a non aver paura della superficie dell'acqua;
  • Raddrizzare gambe e braccia;
  • La formazione di una corretta postura;
  • Il corpo del bambino fin dalla tenera età si abitua ai cambiamenti di temperatura, che rafforzano il sistema immunitario;
  • La formazione di un sonno sano e sano;
  • Normalizzazione dell'attività cardiovascolare;
  • Un effetto positivo sulla pressione sanguigna, sulla circolazione sanguigna e sulla funzione polmonare;
  • Prevenzione di allergie e infezioni;
  • Attivazione del cervello;
  • Rafforzamento muscolare.

Le procedure sull'acqua per il bambino sono molto più utili del massaggio. Non solo rafforzano i muscoli di tutto il corpo, ma li rilassano.

Inoltre, i benefici del nuoto precoce stanno anche nel fatto che viene stabilita attivamente la relazione delle briciole con la madre. Pertanto, il bambino è più calmo, piange meno ed è cattivo.

Istinti innati

Quando nasce, il neonato riceve una grande serie di istinti. Agiscono mentre il bambino è molto piccolo e il suo cervello non è ancora in grado di assumere una funzione protettiva. Il riflesso del nuoto è uno degli istinti innati..

A quanto pare, i bambini nuotano fin dalla nascita. Come funziona un tale riflesso? Se il bambino è immerso in acqua, tratterrà automaticamente il respiro. Durante questo periodo, il battito cardiaco del bambino diventa più lento, il che consente di consumare meno ossigeno. La circolazione sanguigna viene eseguita principalmente vicino al cervello e al cuore, che sono organi vitali. Pertanto, i bambini possono rimanere sott'acqua più a lungo degli adulti senza danni alla salute.

Il riflesso a scatti consente al bambino di nuotare in acqua senza alcuna difficoltà. Inoltre, il bambino può facilmente farlo da solo senza aiuto esterno..

indicazioni

Questa tecnica è utile per quasi tutti i neonati. Ma ci sono momenti in cui il nuoto per alcuni neonati è prescritto dai medici per motivi medici. Il nuoto è raccomandato per scopi medicinali se il bambino:

  • paralisi cerebrale;
  • ipertonicità del tessuto muscolare;
  • malattie articolari;
  • disturbi del sistema muscoloscheletrico;
  • grande carenza di peso;
  • ipotensione muscolare;
  • curvatura delle vertebre cervicali;

Principi e regole per nuotare nel bagno

I genitori appena nati devono essere consapevoli della gravità dell'evento. Per impegnarsi nel nuoto dei neonati, è necessario avvicinarsi in modo responsabile e il più attentamente possibile allo studio delle informazioni su questa tecnica. Si consiglia di fornire i seguenti punti per rendere confortevole il nuoto delle briciole:

  • Se noti che l'arachide non è configurata per la procedura, piange ed è capricciosa, non insistere per conto tuo. Non forzare il bambino: rimandare la lezione.
  • Il tempo per le attività acquatiche è selezionato correttamente. Il bambino dovrebbe essere di buon umore e assonnato. Non eseguire la procedura a stomaco vuoto o immediatamente dopo aver allattato il bambino. Il momento più conveniente per l'esercizio è un'ora dopo aver mangiato.
  • In precedenza, prima della procedura, viene preparato un pannolino, che il bambino pulisce dopo il nuoto;
  • È meglio mettere un tappeto gommato sul pavimento del bagno. Aiuterà ad evitare slittamenti eccessivi..

Gli esercizi in acqua possono essere eseguiti regolarmente. Dopo le lezioni sistematiche, i genitori vedranno cambiamenti significativi nel comportamento del neonato. Il bambino sarà più calmo, il suo sonno si stabilizzerà.

A che età iniziare?

Gli esperti osservano che i riflessi congeniti iniziano a perdere per tre mesi di vita di un bambino. Se ti manca questa volta, sarà più difficile per un neonato adattarsi all'ambiente acquatico..

Uno dei genitori dovrebbe andare a nuotare insieme alle arachidi. La prima lezione è altamente raccomandata per invitare uno specialista qualificato nel bagnetto dei bambini.

Preparazione del bagno

Assicurati di non dimenticare la preparazione accurata del bagno. Prima di fare gli esercizi, devi lavare il bagno con un normale sapone per la casa. Una volta ogni sette giorni, il contenitore viene pulito con bicarbonato di sodio. Successivamente, una grande quantità di acqua viene lavata via in modo che la soda non rimanga. Rifiuta categoricamente detergenti chimici e vari decotti alle erbe. Possono influenzare negativamente la salute delle briciole..

Temperatura dell'acqua e tempo di allenamento ottimale

La temperatura dell'acqua è un parametro molto importante che deve essere attentamente considerato. Non puoi ridurre la temperatura dell'acqua troppo bruscamente, ma non dovrebbe essere troppo alta. Il regime di temperatura dell'acqua diminuisce sotto costante controllo e gradualmente, senza gocce. Nei primi giorni degli esercizi in acqua, la temperatura non dovrebbe essere inferiore a 35 - 36 gradi, meno non è consentito. Una temperatura di 32 gradi dovrebbe essere la più bassa. Non puoi più abbassarlo. Assicurati di prestare attenzione per assicurarti che il neonato sia il più a suo agio possibile durante l'esecuzione degli esercizi..

Alcuni consigli da considerare:

  • Se il neonato non è attivo mentre fa esercizi in acqua e sembra rilassato, questo indica che il regime di temperatura dell'acqua è alto. Deve essere abbassato.
  • Se il bambino inizia ad agire quando fa esercizi in acqua, ma si calma dopo un paio di minuti, la temperatura di nuoto viene scelta correttamente.
  • Se, durante gli esercizi in acqua, il neonato è schizzinoso e non si calma, l'acqua è troppo fredda per lui. La temperatura deve essere aumentata. Non eseguire esercizi in acqua in condizioni spiacevoli per un bambino.

Scegli la temperatura correttamente, segui esattamente le raccomandazioni degli specialisti. In nessun caso non sperimentare te stesso. Dopotutto, la salute del bambino dipende dalla correttezza e accuratezza delle tue azioni.

Allenamento a casa

Con cosa inizia il nuoto precoce? Quando il bagno è completamente pronto per la procedura, inizia a familiarizzare con le briciole d'acqua. Non c'è bisogno di fare movimenti improvvisi. È necessario introdurre il neonato nell'ambiente acquatico il più gradualmente possibile. In primo luogo, bagnare le braccia del bambino, quindi i piedi e solo allora immergere le gambe in acqua.

Il prossimo movimento sarà l'immersione di tutto il corpo del bambino. Le briciole devono essere immerse non in posizione orizzontale ma verticale. Con il bambino devi parlare tutto il tempo e innaffiare gradualmente il corpo con acqua. Si noti che a 3 mesi i riflessi congeniti del bambino inizieranno a svanire. Pertanto, se i genitori decidono di insegnare ai loro figli a nuotare presto, è necessario farlo presto.

Ai genitori del bambino si consiglia vivamente di studiare bene due tipi di supporto per le briciole nell'acqua: sotto la nuca e sotto il mento. Nel primo caso, tale supporto viene utilizzato quando il bambino nuota sulla schiena. Il secondo supporto viene eseguito quando il bambino si trova sulla pancia.

Puoi padroneggiare uno dei supporti, ma è meglio se ne impari due contemporaneamente. Alternare questi supporti sarà molto utile. I movimenti dei più piccoli durante il nuoto saranno più sicuri e rilassati, se si utilizza un cerchio speciale. Con le lezioni regolari, puoi insegnare al tuo bambino a nuotare con sicurezza e nuotare in modo indipendente..

Come spendere?

Le lezioni dovrebbero iniziare solo dopo un'ora nel campo di alimentazione e anche quando il piccolo ha dormito completamente. Ciò contribuirà ad evitare capricci inutili. Se i genitori vedono che il bambino non è pronto per il bagno, le lezioni devono essere posticipate fino a quando la situazione non cambia..

Non è facile tenere il bambino in acqua mentre è in piedi, le braccia e la schiena si stancano. Pertanto, è meglio mettere una sedia in bagno e tenere il bambino seduto. Quando la preparazione per l'allenamento di nuoto è completata, inizia a familiarizzare con cura l'arachide con l'acqua.

Una serie di esercizi per nuotare con il bambino

Lo scopo principale del nuoto non è immergerlo in acqua, ma i benefici delle procedure eseguite. Nonostante le opinioni degli esperti sul nuoto precoce siano contrastanti, è dimostrato che gli esercizi in acqua sono utili per i bambini.

Esistono diverse varietà di esercizi e supporti per i neonati che praticano in acqua. Possono essere applicati in ordine. Papà o mamma, che sono fidanzati con il bambino, determinano quale dei supporti il ​​bambino ama di più. Nel processo di conduzione degli esercizi in acqua, i genitori dovrebbero essere in pace in modo che l'ansia e l'eccitazione non vengano trasmesse al bambino.

  • Supporto per la nuca

Questo è un esercizio che inizia a nuotare presto. Uno dei genitori sostiene il neonato con la mano sotto la nuca mentre nuota sulla schiena. Questo supporto è il primo, quindi, soprattutto, deve essere eseguito con molta attenzione e responsabilità. Prima di iniziare questo supporto, si consiglia vivamente di studiare.

  • Supporto per il mento

Inoltre, il primo supporto, con cui le briciole sono a conoscenza nella prima fase del nuoto. Il bambino è sostenuto dalla mano sotto il mento quando galleggia sulla pancia. Anche il supporto sotto il mento richiede uno studio speciale. Dopo aver studiato i due supporti principali, i genitori saranno in grado di alternarli e utilizzarli con sicurezza.

  • Nuoto diretto

L'arachide viene girata sulla pancia e tenuta in questa posizione, tenendo il mento. Un giocattolo interessante è posto a una certa distanza da esso, a cui il bambino cerca di ottenere e cerca di remare attivamente. Il giocattolo viene gradualmente rimosso dal piccolo nuotatore e il supporto viene ridotto, consentendo al bambino di sentire il potere dell'acqua. Il piccolo fagiolo sente che l'acqua lo trattiene e si comporta in modo più sicuro.

  • Urti e curve

Questo esercizio nella maggior parte dei casi è apprezzato da tutti i bambini. Il bambino viene avvicinato al muro e gli dà l'opportunità di allontanarsi. Uno dei genitori lo sostiene, ma cerca di prendere una partecipazione minima. Il bambino deve sentire in modo indipendente la forza delle sue repulsioni e la distanza alla quale nuota.

Il neonato si trova sulla pancia. Viene tenuto con una mano sul mento e il secondo viene mostrato con schizzi accurati: cerchi sull'acqua, gocce d'acqua sul braccio. Il bambino sarà interessato. Presto sarà in grado di migliorare in acqua e schizzerà da solo, senza paura. Gli esperti raccomandano di eseguire questo esercizio fino a quando il bambino non è completamente abituato all'acqua..

  • Nuoto per un giocattolo o recupero

L'esercizio viene eseguito sulla pancia, il bambino viene tenuto ordinatamente sotto il mento. Insegniamo a un bambino galleggiante a mettersi al passo con un giocattolo che galleggia lontano da lui. Il genitore mostra con gesti e dice che il giocattolo sta fluttuando via. Deve essere raggiunto. Durante l'esercizio, la velocità di nuoto del giocattolo aumenta leggermente. Il bambino sta lottando per raggiungerla.

Questo esercizio viene eseguito a condizione che il bambino abbia già imparato la tecnica del nuoto in linea retta. L'esercizio fisico può essere eseguito sulla schiena o sullo stomaco. Il bambino nuota sotto forma di una figura otto. Con ogni lezione, la dimensione della figura deve essere aumentata.

L'esercizio fisico, come molti altri, viene eseguito nella posizione in cui il bambino è sulla pancia, ed è la fase iniziale dell'immersione. Il bambino è sostenuto dietro la testa in modo che sia sopra l'acqua. I più piccoli vengono abbassati e poi sollevati.

Immergere un bambino sott'acqua è un passo serio e cruciale. Molti genitori sono molto preoccupati prima che il neonato esegua la procedura di immersione. I genitori hanno paura che il bambino possa affogare sott'acqua. In realtà, tale paura è infondata.

Con una corretta preparazione del bambino per questa fase, non ci saranno danni alla sua salute. Il bambino tratterrà facilmente il respiro sott'acqua. Deve solo essere ricordato come farlo. Ogni genitore può immergersi per insegnare a un bambino, avendo studiato attentamente le caratteristiche e le regole delle lezioni.

Tali azioni vengono eseguite entro dieci giorni, dopodiché il set di attività deve essere complicato. Ora, dopo il comando, è necessario non solo coprire gli occhi con le briciole, ma anche spruzzare leggermente acqua sul viso. I primi periodi di tempo in cui un neonato è sott'acqua dovrebbe essere di circa alcuni secondi. Quindi ogni giorno devi aggiungere un po 'di tempo.

Allenamento in piscina

Ci sono molti centri specializzati che offrono formazione qualificata per i bambini che nuotano in piscina. Le lezioni si svolgono sotto la stretta supervisione di un istruttore professionista. Possono essere sia di gruppo che individuali. L'istruttore non solo controlla la correttezza e la sequenza delle azioni dei genitori, ma aiuta anche a completare correttamente gli esercizi.

Beneficiare

Una visita in piscina è sicuramente vantaggiosa per i neonati. Tali attività hanno un effetto positivo sul corpo fragile di un'arachide e aiutano a far fronte all'eccitabilità nervosa aumentata. Gli esercizi regolari di acqua tonificano perfettamente il tessuto muscolare del bambino. L'ambiente acquatico è speciale. Quando nuota in piscina, il neonato sviluppa un buon coordinamento dei movimenti.

Quando iniziare a nuotare

Le opinioni degli esperti sulle restrizioni di età per il nuoto per i bambini molto piccoli sono diverse. Ma molti credono che prima i genitori iniziano a insegnare al loro bambino a nuotare, meglio è. Pertanto, se la ferita ombelicale nelle briciole è completamente guarita, puoi senza paura e senza dubbio iniziare ad abituare il bambino all'ambiente acquatico.

regole

Andando con una nocciolina in piscina, è necessario preparare due asciugamani e un pannolino. Uno sarà per il genitore, il secondo per la briciola, il pannolino è posato su un fasciatoio. Si spoglia e poi veste il neonato.

La temperatura in piscina per i neonati sarà la stessa di quella di un bagno di casa da 35 a 36 gradi.

La durata totale delle lezioni dura circa mezz'ora. Tuttavia, i primi giorni di lezione sono tenuti fino a dieci minuti. Il bambino non deve congelare in acqua. È severamente vietato lasciare a lungo le briciole in piscina. Se il bambino non sta bene, dovresti smettere di visitare la piscina per un po '.

Cose da portare con te:

  • asciugamani;
  • giocattoli, un manichino, una bottiglia;
  • un cappello speciale per la piscina;
  • pannolini speciali, alcuni pezzi;
  • anello di gomma.

raccomandazioni

Il nuoto inizia con il fatto che uno dei genitori scende in piscina con un bambino. La prima lezione non è affatto rivolta al nuoto attivo. Nelle fasi iniziali, il compito principale è quello di insegnare al bambino un nuovo ambiente e un ambiente acquatico. In tutte le classi c'è un istruttore esperto nel nuoto dei neonati. È lui che dirà e mostrerà ai genitori come abituare correttamente il bambino all'acqua ed eseguire esercizi.

L'insegnamento ai bambini di nuotare in piscina viene effettuato sotto la stretta supervisione di un istruttore. In casi frequenti, gli istruttori hanno un'educazione medica, quindi vengono prese in considerazione tutte le caratteristiche dei neonati che nuotano.

Attività per bambini

I genitori scelgono se dare la preferenza alle attività individuali o di gruppo. Dopo aver effettuato la scelta, un certificato del pediatra deve essere portato alla prima lezione.

Il documento dovrebbe indicare che il bambino non ha controindicazioni a questa professione. Nella maggior parte dei casi, gli esercizi in piscina iniziano con un piccolo riscaldamento a terra..

Le prime lezioni sono la familiarizzazione per il bambino. L'istruttore e i genitori presentano il bambino all'acqua. All'età di due o tre mesi, le lezioni in piscina saranno le più adatte. Il piccolo pisello si adatta rapidamente all'acqua e presto eseguirà elementi più complessi, come il nuoto e le immersioni indipendenti.

Come insegnare a tuo figlio a nuotare in piscina?

Se i genitori decidessero di insegnare al bambino a nuotare da soli, dovresti sicuramente prestare attenzione agli errori più comuni che vengono commessi da papà e mamma durante l'allenamento.

Molti genitori, mentre insegnano al piccolo, tengono la testa sopra la superficie dell'acqua, dando al bambino l'opportunità di lavorare con le gambe e le braccia in modo indipendente. Ma non prestano attenzione al fatto che il corpo del neonato non è completamente immerso nell'acqua, ma è in superficie.

Dovrebbe essere chiaro che categoricamente è impossibile forzare un bambino a nuotare in modo indipendente. Tali azioni contro la volontà del bambino possono trasformarsi in una paura del mare aperto. Tutti gli allenamenti dovrebbero svolgersi gradualmente, sotto forma di un gioco. Non c'è bisogno di affrettare le cose.

Se i genitori si sentono insicuri nelle proprie capacità e conoscenze per iniziare l'addestramento indipendente di un bambino, è meglio iscriversi a lezioni speciali in piscina con un istruttore per bambini.

Esercizi semplici

Prima di iniziare gli esercizi in acqua, i genitori devono tenere conto del fatto che i neonati iniziano a tenere autonomamente la testa vicino ai tre mesi di vita. Pertanto, il padre o la madre che saranno impegnati a nuotare con il bambino dovrebbero tenere la testa per i primi tre mesi.

In una piscina speciale per bambini non c'è molta acqua. Nelle prime lezioni, puoi eseguire l'esercizio "Passaggi". I genitori, tenendoli delicatamente, muovono il bambino in modo tale che il bambino muova le gambe in modo indipendente. Dopo diversi passaggi fatti dall'arachide, devi fare una pausa. Dopo alcune lezioni, puoi posizionare il neonato sulla pancia o sulla schiena..

Immersione in piscina

L'immersione è un esercizio più serio. Richiede una preparazione speciale del bambino. Dopo che il bambino è stato addestrato nella tecnica dell'immersione, i genitori non possono preoccuparsi di lui nell'acqua.

La prima volta che immergi le briciole dovrebbe essere qualche secondo. È impossibile sovraesporre il bambino sott'acqua ai primi esercizi di immersione.

Cosa insegna il formatore di bambini di età inferiore a un anno

Come spiegano gli esperti, le lezioni per bambini che nuotano fino a un anno non sono abbastanza complete. Istruttori di nuoto esperti per neonati insegnano ai bambini ad abituarsi all'ambiente acquatico. Come è stato notato, in media, un bambino all'età di cinque mesi in una sessione può fare circa quaranta immersioni.

Grazie ai riflessi innati, il bambino trattiene facilmente il respiro, quindi è così facile per i bambini fino a un anno padroneggiare l'elemento acqua. Il compito principale dell'allenatore durante la lezione di nuoto per neonati è lo sviluppo di tali riflessi.

Pro e contro dell'allattamento al seno

Le opinioni di esperti e genitori sui benefici e sui danni dei bambini che nuotano sono abbastanza diverse. Qualcuno sostiene l'indubbio beneficio di tali attività per il corpo del bambino. Qualcuno, al contrario, non è d'accordo sul fatto che il nuoto precoce sia solo benefico. Alcuni pediatri affermano che a causa delle attività acquatiche, i bambini diventano iperattivi.

Tuttavia, i genitori dei bambini che praticano il nuoto, nella maggior parte dei casi, rispondono positivamente a questa tecnica..

Controindicazioni

Prima di iniziare a nuotare i bambini, è indispensabile visitare il pediatra locale. Solo un medico che controlla un bambino è in grado di determinare se il neonato ha controindicazioni alle classi. Dopotutto, il nuoto precoce ha una serie di controindicazioni come:

  • malattie della pelle;
  • malattie infettive e respiratorie;
  • febbre;
  • ferite sulla pelle;
  • stadi attivi di insufficienza epatica e renale;
  • stato mentale ed emotivo instabile durante il quale sono possibili crisi isteriche.

Non molto tempo fa, gli scienziati europei hanno annunciato i pericoli delle piscine coperte per i bambini piccoli. Secondo loro, i bambini che nuotano in tali piscine potrebbero avere problemi con il sistema respiratorio in futuro. Una grande quantità di cloro nell'aria e nell'acqua è la causa. Le particelle di cloro entrano nel corpo del bambino senza problemi e possono causare danni irreparabili. Gli scienziati europei hanno dichiarato la necessità di una revisione degli standard sanitari in tali istituti.

Piscina per bambini: recensioni

Anna 25 anni

“Per la prima volta, mia figlia e io abbiamo visitato una piscina per bambini quando aveva due mesi. Prima di decidere di fare un simile passo, io e mio marito abbiamo studiato molta letteratura e concordato sul fatto che saremmo stati impegnati a nuotare presto. Siamo rimasti soddisfatti del risultato. Il nostro bambino ha già tre anni. Lei nuota perfettamente ".

Inna 38 anni

“Già prima della sua nascita ero sicuro che avrei iniziato a dedicarmi al nuoto con mio figlio. La nostra prima lezione è iniziata in una piccola piscina quando avevamo un mese. Sinul si è abituato molto rapidamente all'acqua. Ho visto che gli piacciono le lezioni. È diventato più calmo, quasi non capriccioso. Quando suo figlio è cresciuto, si è divertito a giocare con altri bambini in piscina. ".

Arina 40 anni

“Le mie figlie e io visitiamo la piscina da tre mesi. Le mie ragazze ora hanno dieci anni. Nuotano da soli. Sono sicuro che le nostre lezioni siano state utili. Le figlie hanno la schiena forte e persino la postura ”.

Recensioni di immersioni per pediatra

Pediatra Jeanne

“Le opinioni degli esperti sui benefici dei bambini che nuotano sono contrastanti. Nonostante ciò, consiglio al mio paziente di nuotare presto. Certo, se il bambino non ha controindicazioni. Senza dubbio, il nuoto congiunto del neonato con sua madre aiuterà a rafforzare il legame tra loro e stabilire un contatto. Prima di iniziare le lezioni, il pediatra, il neurologo e l'ortopedico dovrebbero esaminare il bambino per esprimere un parere ".

Pediatra Dmitry

“La mia opinione sui benefici del nuoto precoce è chiara. Sono un medico e un sostenitore dei bambini che nuotano. L'unico prerequisito sarà un approccio competente e responsabile per imparare a nuotare un neonato. Consiglio di scegliere una classe con un istruttore professionista. Un vantaggio significativo sarà la disponibilità di un'educazione medica specializzata "..

Nuoto del bambino in un bagno domestico: teoria e pratica

I trattamenti dell'acqua sono estremamente utili per i bambini. Ma se alcune madri si limitano a fare il bagno al bambino in un bagnetto con un supporto sotto la schiena, allora altri vanno più in là seguendo il famoso slogan "nuota - prima di camminare!" Probabilmente, tutte le madri avevano sentito parlare dei bambini che nuotavano, e molti con vari gradi di successo praticavano l'allenamento di nuoto nel bagno di casa o nella piscina della clinica distrettuale. Il portale di maternità propone di esaminare la storia dell'occorrenza dei bambini che nuotano, conoscere le basi teoriche di questa tecnica e padroneggiare alcune abilità pratiche usando esempi concreti con foto!

Nuoto per i bambini nel bagno di casa. Foto - Lory Photo Bank

Parte I. Aspetti teorici dei bambini che nuotano

Dalla storia dell'emergere dei bambini di nuoto

Bagni igienici d'acqua (bagni igienici) per bambini di età compresa tra 10 e 16 giorni, i pediatri hanno iniziato a nominare senza fallo alla fine del XIX secolo. I bagni igienici per i bambini erano estremamente passivi ed eseguiti su base fissa a una temperatura costante dell'acqua nel bagno 37-35 ° С.

Nel 1962, l'istruttore-soccorritore del bacino della Moskva, I. B. Charkovsky, usò una specie di cuvez bath per un bambino prematuro del peso di 1 kg 600 g, seguito da un allenamento in immersioni, giochi e nuoto in esso.

La prima scuola per nuotare e temperare i bambini in bagni completi fu organizzata nel 1966 in Australia da praticanti allenatori, i coniugi Timmermans, che testarono la tecnica del nuoto sulla loro figlia. L'esperienza di Timmermans è stata rapidamente adottata negli Stati Uniti, in Germania, in Giappone, in Inghilterra, in Cecoslovacchia.

Nel 1979, presso il Children's Swimming Research Institute, creato appositamente sulla base della Clinica pediatrica di Monaco, l'esperienza è stata riassunta e analizzata da medici e insegnanti di nuoto guidati dal professor C. Vetke. Nel 1971, Heinz Bauermeister, direttamente coinvolto nell'insegnamento dei bambini che nuotavano, riferì dei risultati del lavoro alla Conferenza mondiale del Comitato medico della Federazione internazionale di nuoto.

Oltre 700 bambini sono stati addestrati a nuotare. Quasi tutti erano immuni ai raffreddori, sviluppati più velocemente dei loro coetanei, erano molto più attivi.

Un grande contributo alla promozione e all'agitazione dei bambini che nuotano e induriscono in URSS è stato dato dal presidente del Comitato medico internazionale della FINA, Zakhary Pavlovich Firsov, che ha pubblicato una serie di articoli e organizzato numerosi programmi televisivi su questo tipo di nuoto. Ricerca attiva nella fisiologia dei bambini che nuotano e agitazione condotta dal professor Ilya Arkadievich Arshavsky.

Personalità eccezionali della pediatria russa, i professori A.A. Kisel, V.I., attribuivano grande importanza all'indurimento con acqua, bagni di sole e aria, educazione fisica per i bambini. Molchanov, M.S. Maslov, G.N. Speransky, A.F. Tour.

In URSS, il nuoto nei centri organizzati presso i tipici policlinici per bambini a Mosca è stato iniziato nel 1976-1977.

L'importanza dell'allenamento di nuoto infantile

Il successo nella prevenzione delle malattie primarie e ripetute, lo sviluppo normale e l'educazione dei bambini possono essere garantiti solo nel complesso di tutte le misure per la cura, l'alimentazione, la contabilità dei bioritmi del sonno e la veglia.

In utero, il bambino si sviluppa entro 9 mesi in un ambiente liquido, nelle condizioni di antigravità, e nasce con riflessi di nuoto, svanendo senza fissarsi all'età di 3-3,5 mesi.

Fisicamente indifeso e incapace di muoversi coordinato sulla terra a causa di una netta transizione dalla relativa assenza di gravità durante lo sviluppo embrionale agli effetti delle forze gravitazionali dopo la nascita, il bambino è sorprendentemente attivo ed emotivo in un bagno completo. A causa della grande quantità di grassi di lecitina, il peso specifico del bambino è inferiore al peso specifico di un adulto, quindi, il bambino ha galleggiabilità positiva ed è facile da tenere in acqua se ha sviluppato e fissato un'abilità di nuoto automatica. Il riflesso che trattiene il respiro quando si immerge un bambino in acqua è di importanza specifica e importante, che viene utilizzato con successo nell'insegnamento del nuoto e dell'immersione dei bambini.

Le lezioni di nuoto giornaliere sistematiche possono insegnare a un bambino a nuotare entro la fine del primo anno di vita. Va ricordato che le abilità di nuoto acquisite durante l'infanzia rimangono per tutta la vita, a condizione che le lezioni continuino a 2-3 anni. L'interruzione del nuoto per 1-2 mesi comporta una perdita delle abilità di nuoto che devono essere ripristinate nuovamente.

Crescere una famiglia in nuoto, ginnastica, massaggio e indurimento è di grande importanza per l'educazione di una persona armoniosamente sviluppata dalla prima infanzia.

Classi sistematiche di indurimento e nuoto in bagni completi:

  • Evocano emozioni positive pronunciate nei neonati - gioia, un sorriso, una passeggiata, respiro sibilante, che dopo una sessione di nuoto passano in persistenti reazioni di inibizione - un sonno sano e sano.
  • Il rafforzamento simultaneo di entrambi i sistemi cardiovascolare e respiratorio e del sistema muscolo-scheletrico porta al normale sviluppo dei neonati, riducendo la mortalità nel primo mese e nell'anno di vita.
  • Le procedure di nuoto stimolano l'appetito e aumentano i processi metabolici insieme a una maggiore funzione digestiva - le basi del normale sviluppo dei bambini.


Pertanto, la tecnica di nuotare e indurire i bambini è disponibile per i genitori.

Controindicazioni alle classi


Le procedure di nuoto vengono interrotte se il bambino esprime pianto, grida di dispiacere, nonché in caso di "pelle d'oca" o tremore.

Le controindicazioni al nuoto sono: malattie acute, malattie della pelle infettive, disturbi dello sviluppo che escludono la possibilità di esercizio fisico.

Supervisione medica e consigli pratici

La migliore forma di monitoraggio delle dinamiche della salute del bambino è il controllo di un neonatologo, pediatra o medico di famiglia, che sono a conoscenza delle caratteristiche del corso della gravidanza, del parto, dei primi giorni e settimane di vita di un bambino.

È consigliabile consultare il nuoto almeno una volta al mese. Sono condotti da consulenti di nuoto e / o operatori medici in una clinica per bambini oa casa. I genitori del bambino dovrebbero ricevere almeno 12 consultazioni durante l'anno.

Seconda parte Preparazione per il nuoto

Il cuore del nuoto dei bambini è:

  • nuoto della schiena e del torace con supporto manuale,
  • supporti autonomi e infine,
  • nuoto indipendente.

Il nuoto su supporti manuali viene effettuato principalmente in bagni completi, i supporti autonomi possono essere applicati negli stessi bagni e principalmente in piscina. Il nuoto indipendente nelle vasche da bagno e nelle piscine è fatto meglio riducendo gradualmente i supporti manuali e autonomi..

La natura del nuoto in tutti i casi è l'intervallo - un breve riposo segue il nuoto. Il nuoto inizia sulla schiena all'età di 5 giorni e si alterna con il nuoto sul petto. Un tipo di nuoto può prevalere a seconda delle inclinazioni individuali..

Una reazione passiva quando si nuota sulla schiena può essere utilizzata per riposare i bambini. Il nuoto sul torace nella maggior parte dei bambini provoca reazioni motorie più attive, che dovrebbero essere utilizzate per attivare il bambino dal primo mese di vita.

Preparazione per il nuoto

Uno dei principi più importanti dell'insegnamento del nuoto per bambini è la stimolazione dei movimenti condotti dal metodologo mentre nuota con una mano.

La corretta padronanza dei movimenti è facilitata da speciali esercizi di nuoto a terra per braccia e gambe in posizione supina e toracica, sia in coordinazione reciproca che simmetrica - re e rana.

L'attivazione dei movimenti del bambino durante il nuoto di solito si verifica nell'ottavo-nono minuto a seguito di uno specifico umore motorio e miglioramento dell'emodinamica muscolare.

Giochi d'acqua

Un bambino non è un adulto in miniatura. Questo dovrebbe essere ricordato quando si esegue una sessione di nuoto. Giochi e giocattoli in un'ampia varietà di forme aiutano a creare lo sfondo necessario di emozioni positive e stimolano i movimenti del colpo del bambino.

I giocattoli devono essere preparati in anticipo. Dovrebbero essere
- sicuro (migliore gomma e plastica, non frangibile, non "muta")
- pulito,
- luminoso,
- non piccolo in modo che il bambino li vedesse immediatamente sul lato del bagno, ma non enorme in modo che il bambino potesse tenerli facilmente tra le braccia.

Dosaggio graduale

La base dei complessi esercizi fisici è il controllo rigoroso delle regole di dosaggio graduale in ogni fase dello sviluppo del bambino.

Ad esempio, l'aumento della dose di nuoto in ogni lezione dovrebbe essere nell'intervallo di 10-15 secondi e la diminuzione della temperatura dell'acqua alla fine di ogni mese dovrebbe essere di 0,5 C, in altre parole, l'attivazione delle funzioni motorie si ottiene aumentando il numero e stimolando i movimenti e raggiungendo un alto grado di indurimento - abbassare costantemente la temperatura dei bagni completi.

Particolare attenzione è rivolta alla graduale immersione della testa del bambino. Nel periodo preparatorio, all'età di 1-2 mesi, solo la bocca viene immersa in acqua per 2-4 secondi, il che aiuta ad allenare l'alito trattenendo il naso. A 5-6 mesi, quando il bambino inizia a giocare con i giocattoli, gli può essere permesso di affondare oggetti dal fondo della vasca, in posizione seduta, aumentando gradualmente la profondità, stimolando in questo modo l'immersione della testa con il naso, e poi con gli occhi.

Riprendere le lezioni dopo la pausa

Riprendere le lezioni che sono state interrotte a causa di malattie o altre cause dovrebbe essere come se fossero condotte sin dall'inizio, con il rigoroso rispetto delle regole di gradualità. Il nuoto dopo la malattia viene ripreso solo dopo aver consultato il medico e come prescritto.

Forzare le dosi di nuoto. Temperatura e immersione

È vietato forzare (un forte aumento) delle dosi di nuoto, una diminuzione della temperatura dell'acqua e un aumento del tempo e del numero di immersioni. Ad esempio, una diminuzione della temperatura del bagno immediatamente a 30 ° C o immersione con un naso sott'acqua per una durata di 10-15 secondi. all'età di 1-1,5 mesi nel periodo preparatorio dovrebbe essere severamente vietato.

Luogo di lavoro a casa e attrezzature

Il nuoto e l'indurimento possono essere effettuati in un bagno domestico convenzionale, simile al bagno della sala per il trattamento delle acque o più piccolo. Vicino al bagno dovrebbero esserci un fasciatoio, pannolini, tovaglioli, cotone idrofilo, termometri per ambienti e acqua.

Età da bambiniCrociera stimatatemperatura dell'acqua
5 giorni - 2 settimane10-15 minuti.36,5 ° C
1 mese14-17 minuti.36,0 ° C
Due mesi19-22 min.35,5 ° C
3 mesi24-27 min.35,0 ° C
4 mesi29-32 min.34,5 ° C
5 mesi34-37 min.34,0 ° C
6 mesi39-42 min.33.5 ° C
7 mesi44-47 min.33.0 ° C
8 mesi49-52 min,32,5 ° C
9 mesi54-57 min.32,0 ° C
10 mesi59-62 min.31.5 ° C
11 mesi64-67 min.31.0 ° C
12 mesi69-72 min.30.5 ° C

La tabella mostra che l'aumento del tempo di nuoto per ogni mese corrisponde a 2-5 minuti e la diminuzione mensile della temperatura è pari a mezzo grado Celsius.

Parte III Pratica di nuoto infantile

Inizia a nuotare

L'età ottimale per le lezioni iniziali dovrebbe essere considerata 5 giorni - 2 settimane. A tre mesi, i riflessi di nuoto rianimati svaniscono e con un bambino è molto più difficile condurre lezioni. Pertanto, 3-3,5 mesi è l'ultima data di inizio per i bambini. Dopo tre mesi, il nuoto è più individuale e richiede più tempo..

Supporto manuale

Il bambino è tornato
La parte più difficile e affondante del corpo del bambino è la testa. Pertanto, tutti i supporti manuali vengono eseguiti sotto la testa e contemporaneamente collo e parte superiore della schiena.
I supporti manuali possono e devono essere variati.

* doppio supporto manuale quando si nuota sulla schiena con quattro dita sotto la schiena, collo e testa, due pollici si trovano sul petto;

* supporto secchio con una mano,


* "mezzo anello" di supporto con una mano - il pollice e l'indice coprono il collo, la mano è sulla parte posteriore della testa e leggermente sul lato, non impedendo al bambino di remare.

Il "mezzo anello" con una mano e il supporto "a secchio" consentono di stimolare i colpi con la mano libera.

Non appena il bambino inizia a remare correttamente, la natura del supporto cambia. In posizione supina, il supporto doppio è già eseguito da tre, quindi due e, infine, un dito sotto la parte posteriore della testa.

Tutti i tipi di supporto dovrebbero essere eseguiti in modo molto delicato, delicato ed estremamente libero, dando al bambino l'opportunità di mostrare l'istinto di autoconservazione che sta alla base dei riflessi del nuoto.

Nel nuoto sulla schiena, il supporto è più facile e più conveniente rispetto al petto e viene effettuato con le orecchie immerse..

Sul petto

* il supporto più conveniente con due mani è la testa per le guance e leggermente sotto il mento.

Il supporto con una mano sul petto è fornito dal "secchio" e anche con il pollice, la parte posteriore sotto il mento del bambino, gli altri quattro sono supportati sotto il petto - la lancetta dei secondi supporta leggermente la parte posteriore della testa con due dita (supporto con la "presa" - con l'indice e il pollice). Il supporto sotto il mento aiuta a "bloccare" la bocca in modo che il bambino non beva acqua.

* Supporto torace

Supporto autonomo

L'auto-nuoto del bambino sulla schiena viene effettuato al meglio con un supporto per la testa autonomo con galleggianti in schiuma inseriti nelle tasche del cofano e situati dietro le orecchie del bambino.

1. Il cappello dovrebbe avere un nastro (oltre alle fascette) infilato nella parte inferiore del cappello. Si toglie un grosso cappello delle dimensioni della testa del bambino. Per questi nastri, quindi, quando hanno rimosso una mano da sotto la testa, guidano un bambino galleggiante sull'acqua.
2. Indossare un cappello prima dell'immersione nella vasca da bagno.
3. Il cappello dovrebbe essere asciutto.
4. Dai al bambino di giocare in anticipo (nel pomeriggio).
5. Dopo aver abbassato il cappuccio in acqua, supportalo ancora prima sotto la testa del bambino, lasciandoti gradualmente andare le mani.

Il bambino può nuotare con tale supporto in 3-4 mesi, allargando leggermente le braccia ai lati per l'equilibrio. Un bambino può essere trasferito in piscina quando sta remando e bilanciando attivamente. Il supporto autonomo quando si nuota sul petto è più difficile; di norma, dovrebbero tenere le spalle e il mento nella linea di galleggiamento, possono essere utilizzati solo in caso di buona attività fisica degli arti superiori del bambino.

Si noti che di tutti i supporti standalone, il migliore è un tale cofano. Né un cappello-cheburashka (orecchie), né un colletto sotto il collo possono abituare gradualmente il bambino al nuoto indipendente.

Immersioni e immersioni

1. Immersione in acqua della bocca di un bambino all'età di un mese per 2-3 secondi. ti consente di allenarti e trattenere il respiro attraverso il naso. Di solito, in questi casi, il trattenimento del respiro è determinato dalla sensazione - sostenere il braccio sotto il petto - il bambino smette di respirare - per diversi secondi (4-10).

2. L'immersione istantanea della bocca porta il bambino all'immersione del naso, che tutti i bambini respirano.

Immersioni del naso, e quindi gli occhi di solito si verificano durante i giochi indipendenti, in posizione seduta, quando il bambino tira un oggetto dal fondo del bagno.
L'immersione della bocca sott'acqua deve essere effettuata su doppio supporto manuale in una posizione da 3-4 a 6-8 volte per sessione.

Come dimostra la pratica, l'immersione della bocca sott'acqua viene eseguita da tutti i bambini, ad eccezione dei bambini con il naso che cola. Durante il pianto del bambino, l'immersione della bocca è severamente vietata a causa del pericolo che l'acqua penetri nelle vie respiratorie. Non immergere la bocca nemmeno durante la pubblicazione a causa dell'onda in arrivo che entra nei passaggi nasali.

Durante i giochi, in posizione seduta, il bambino si immerge bene la bocca.
L'avanzamento indipendente di un giocattolo con trattenimento del respiro è un prologo al nuoto indipendente. In linea di principio, il bambino può essere addestrato da un metodologo esperto e l'immersione sott'acqua con la testa. Come dimostra l'esperienza, tale immersione forzata con i loro figli viene effettuata da molti genitori, a partire da 3 mesi. Tuttavia, il grado dell'arte di apprendere dagli istruttori genitori è diverso. Pertanto, questa tecnica è progettata solo per l'immersione forzata della bocca e l'immersione indipendente con la testa nei giochi.

L'immersione forzata con la testa è severamente vietata gettando il bambino in acqua o tenendolo sul fondo con la mano: questo può portare a gravi spaventi e soffocamento.

Un bambino che ha imparato a trattenere il respiro mentre si immerge la bocca, il naso e la testa, che sa remare bene con le mani, può nuotare in modo indipendente.

Auto nuoto

Il passaggio al nuoto indipendente sulla schiena, come si può vedere da quanto sopra, è relativamente semplice e consiste in una graduale riduzione del supporto manuale e autonomo, mentre la forza dei colpi del bambino e la capacità di mantenere la testa sulla superficie dell'acqua diventano abbastanza sufficienti. Il nuoto sulla schiena, di regola, non è associato al trattenimento del respiro e alle immersioni, e quindi è più accessibile in allenamento.

Supporto offline ridotto

I galleggianti con cappuccio vengono rimossi in coppie da bordi diversi, a partire dall'alto. Non appena il bambino si adatta al numero ridotto di galleggianti e si sente sicuro, puoi rimuovere tranquillamente un'altra coppia.

La foto mostra che sul cofano c'erano 2 ultimi, più in basso.

ma qui il cappuccio non è più necessario (il bambino ha 4,5 mesi)

Bambino di 6 mesi Giace sulla schiena da solo e gli piace.

Un bambino tra 6 mesi. fa galleggiare autonomamente il bagno, iniziando dal lato e remando con le mani. La mano dell'adulto è vicina.


Un'altra cosa è nuotare sul petto. Nei neonati, così come nei mammiferi che nuotano - delfini, balene - il movimento in acqua è associato all'immersione e al trattenimento del respiro. Naturalmente, quindi, prima insegna al bambino a trattenere il respiro e l'auto-immersione, e solo allora, soggetto a buoni movimenti del tratto con le mani, usa uno scorrimento arbitrario, esercizi come "siluro".

Allenamento del movimento

Un controllo adeguato sull'esecuzione di colpi e colpi a mano nei metodi di nuoto simmetrico e del coniglio è della massima importanza. Quindi, ad esempio, in molti bambini, un calcio classico può essere elaborato e risolto (foto 14) usando il metodo della rana.

Quando nuotano sulla schiena, i bambini remano bene le mani da un lato all'altro dalla testa alla coscia se vengono correttamente "mostrati" un tale colpo prima a terra e poi in acqua (foto 13). Durante gli esercizi pratici per i bambini in clinica, il metodologo consulente deve determinare il tempo che va dal nuoto dal supporto manuale al nuoto al supporto autonomo e trasferire il bambino nella piscina Malyutka per lezioni sistematiche sul nuoto in "acqua grande".

È possibile passare al supporto autonomo quando si nuota sulla schiena, come dimostra la pratica, al termine della fase preparatoria della preparazione (3-4 mesi) e trasferire il bambino nella piscina Malyutka da 4-5 mesi, soggetto a buon equilibrio e qualità degli ictus.

Il miglioramento del nuoto può essere effettuato alla fine del 3 ° - l'inizio della 4a fase delle lezioni, quando è possibile migliorare le abilità acquisite dai bambini sulla base di riflessi di nuoto innati, usando il secondo sistema di segnali con l'aiuto delle parole. L'uso delle parole "fila", "spinta", "immersione" è altrettanto importante e necessario come, ad esempio, le parole "madre", "padre", "nonna". Perché sono collegati alla vitale capacità di nuotare.

Parte III Dalla teoria alla pratica


Le lezioni di nuoto per bambini fino a un anno possono essere suddivise in 4 fasi.

Primo livello - PREPARATORIO

Età: 5-15 giorni - 3 mesi, età del nuoto congenito. Le lezioni iniziano dopo la guarigione della ferita ombelicale.

ON SUSHA (parte introduttiva) - Il complesso di misure preparatorie da 2 mesi consiste in massaggi, ginnastica generale, ginnastica di nuoto.
È conveniente eseguire ginnastica di nuoto speciale (imitazione del nuoto) a terra e quindi ripetere in acqua, fissando i riflessi del nuoto congeniti:

Il riflesso di Moro - un movimento di copertura simmetrico con le mani quando si battono i glutei (4-5 nella prima lezione e 8-9 alla fine del palco).

Il riflesso di Robinson - tonico - forte ritenzione della materia (nella prima lezione 1-2 volte e 4-5 volte alla fine del palco).

Talento riflesso - una flessione arcuata del corpo quando si accarezza la pelle tra la colonna vertebrale e la scapola (1-2 all'inizio e 3-4 alla fine del palco).

Il riflesso di Bauer è il fenomeno del gattonare o della rana. Sul petto - allontanando le gambe dai palmi delle mani (4-6 all'inizio e 8-10 alla fine del palco).

Colpo di mano reciproco dalla testa ai fianchi attraverso il lato (4-6 all'inizio e 8-10 alla fine del palco) sul retro e imitazione di un colpo di mano come un gattonare sulla schiena e sul torace, nonché un tratto di mano simmetrico da dietro la testa ai fianchi (4- 6 all'inizio e 8-10 alla fine del palco).

Movimenti reciproci delle gambe della schiena e del torace (4-6 all'inizio e 6-8 alla fine del palco).

NUOTO NEL BAGNO COMPLETO (parte principale). Supporto manuale "doppio" sul retro e 8-10 posti lungo la lunghezza del bagno (cablaggio della navetta). "Mezzo anello" di supporto della schiena con una sola mano. Orecchiette in acqua.

Doppio supporto manuale sul petto con un "secchio" sotto il mento e il cablaggio, supporto con una mano con un "secchio", nonché supporto con una mano con il pollice sotto il mento, il resto sotto il petto e il cablaggio con giri lungo la lunghezza del bagno (25-30 volte).

Stimolare la rana sul supporto con una mano con il palmo della mano e dopo la spinta dal lato (10-14 all'inizio e 20-30 alla fine del palco).
La toilette si svolge alla fine della sessione in tutte le fasi. L'alimentazione avviene dopo 15-20 minuti. dopo il nuoto.

Secondo passo: FORMAZIONE IN NUOTO

Età: 4-6 mesi, progettato per i bambini che hanno completato la fase preparatoria, adattato a bagni completi e una temperatura dell'acqua di 35 ° C.

L'ulteriore sviluppo di riflessi di nuoto fissi con l'aiuto della parola viene effettuato. Le procedure procedono in modo giocoso su uno sfondo di emozioni positive. Il bambino galleggia su supporto autonomo e con il suo massimo indebolimento su schiena e petto; volume di nuoto 32-42 min.

ON SUSHA (parte introduttiva) - Un aumento della dose di massaggio, ginnastica generale e speciale per 3-4 minuti. Sviluppo e complicazione dei riflessi congeniti:
Bauer in ottone sulle gambe verso il giocattolo (4-6 volte),

Talento: eseguire la posa del nuotatore nei palmi delle mani (3-4 volte)

Robinson - tirando su il "peso" (3-5 volte),

Moro - impugnatura (10-15). Gli esercizi sono accompagnati dalle parole: "push", "row", "hold", "stretch".

NUOTO PIENO DEL BAGNO (parte principale) - Nuoto con supporto doppio e con una sola mano in posizione su schiena e petto, nonché su supporto autonomo, per quanto possibile indebolito.

Lo "slippage" (abbassamento istantaneo del supporto per I-2 sec.) È ben eseguito quando il bambino è in grado di trattenere il respiro. Seduto sul posto autoimmergendosi per i giocattoli. Per tutto il tempo, viene usato un giocattolo esca quando si nuota, i movimenti sono accompagnati dalle parole: "nuotare", "remare", "spingere". Molti giochi in acqua come "tempesta in mare", "siluro", ecc..

Un bambino si alza e cammina nell'acqua con il supporto sotto le braccia..

Terza fase - NUOTO INDIPENDENTE

Età: 7-9 mesi.
La terza fase del nuoto indipendente è progettata per i bambini addestrati nella seconda fase a nuotare, adattata a un bagno completo e una temperatura dell'acqua di 33,5 ° C; durata - fino a 42 min.
I bambini si tuffano indipendentemente sott'acqua, si immergono.

ON SUSHA (parte introduttiva) - Aumentando la dose di massaggio, ginnastica generale e speciale per 2-3 minuti.

Striscia a un giocattolo nell'arena con una palla e giocattoli.
Posa del nuotatore: mani premute sui fianchi, estese ai lati, in avanti.
Tirando le dita del metodologo dalla posizione sulla schiena e sul petto.

IN ACQUA (parte principale) - Nuoto sulla schiena e sul torace con supporto manuale e senza di esso per un giocattolo, nuoto su supporto autonomo.

Auto-immersione sott'acqua (immersione) per un giocattolo.

Il quarto passo - MIGLIORAMENTO DELLA NUOTO

Età: 10-12 mesi. Il quarto stadio è collegato organicamente con il precedente. Nell'ultima fase, i bambini sono in grado di nuotare in modo indipendente per l'intera lunghezza della vasca e della piscina per bambini, visitare la sala per il trattamento dell'acqua 3 volte a settimana, come fare immersioni in lunghezza e profondità per i giocattoli.
Il tempo totale delle lezioni è di 62-72 minuti, la temperatura è di -31,5-30,5 ° C.

IN SUSHI (prologo) - Il tempo totale per il massaggio e la ginnastica raggiunge i 10-12 minuti. e altro ancora Giochi a terra distesi, seduti, in piedi con palla e giocattoli.
Eseguendo in una squadra varie posizioni del nuotatore nella posizione sulla schiena e sul torace. Esegui il lavoro di gambe e braccia con e senza istruttore. Prova a remare con un delfino, rana con l'aiuto di un istruttore.

Gli esercizi sono accompagnati da una conversazione con l'uso di condizioni speciali di nuoto sia a terra che in acqua.

IN ACQUA (parte principale) - L'inizio della lezione - giocare in acqua con giocattoli che affondano, galleggiano e sono appesi. Nuoto indipendente lungo la lunghezza del bagno di casa (2-3 volte senza sosta) e della piscina per bambini, nuoto con giochi e giocattoli. Scorrevole con le braccia tese, le braccia premute sulla schiena e sul petto. Nuota con la rana e gattona con l'aiuto di un istruttore e da solo. Immersioni lunghe e profonde dietro giocattoli, immersioni, giochi.

Fasi di allenamento di nuoto in classe

1 ° LEZIONE DI NUOTO

Età dei bambini - 5 giorni - 2-3 settimane; durata delle lezioni - 10-15 minuti; temperatura del bagno - 36,5 ° C.

1. Ingresso lento in acqua con le gambe e posa sul retro per doppio supporto manuale.
Cablaggio lento lungo la lunghezza del bagno (cablaggio della navetta), cablaggio nell'angolo vicino del bagno con la testa e rotazione delle gambe nell'angolo lontano, e con la testa rivolta verso di sé e leggermente verso l'alto.
Spingere dal bagno e il cablaggio sull'altro lato (cablaggio con giri), orecchie nell'acqua.

2. La mano sinistra sotto la parte posteriore della testa e della schiena, il "secchio" destro dietro il mento e la guancia destra - accendi il "secchio" (il mento del bambino è strettamente sopra la linea di galleggiamento).
Intercettazione del "secchio" sinistro sotto il mento nel doppio supporto manuale sotto il mento in posizione toracica.
Distacco a doppio petto con torsioni alle estremità della vasca.
Durante il cablaggio e le svolte, monitorare attentamente la posizione della bocca sopra la linea di galleggiamento.

3. Supporto con una mano sul "semianello" posteriore, gira alle estremità del bagno e intercetta da una mano all'altra.
Supporto con una mano e pubblicazione sul "secchio" sotto il mento del bambino.
Sostieni con una mano (a destra) - pollice sotto il mento del bambino, il resto sotto il petto.

4. Shock stimolanti con gambe e colpi con le mani in posizione supina e toracica con supporto a una mano con una mano libera.

5. Toilette (lavaggio) del bambino, uscita dal bagno e strofinamento, asciugando le orecchie con il cotone.

NOTA: massaggi, esercizi generali e speciali vengono eseguiti a partire da 2 mesi; in 5 giorni - 3 settimane per escludere l'immersione della bocca ed eseguirla solo da un mese.

Fase 2 (I mese) - immersione della bocca in posizione, continui esercizi della fase 1.

Fase 3 (2 mesi) - mostra massaggio, ginnastica generale e speciale.

Fase 4 (3 ° mese) - tecnica di supporto gratuita, supporto indebolente, tecnica di cretini e colpi di mano in acqua.

Fase 5 (4 ° mese) - test di supporto autonomo come un cofano con piccolo supporto manuale sul retro, nuoto dietro un giocattolo sul petto su supporto manuale, ottenere un giocattolo seduto.

Fase 6 (5 ° mese) - riduzione del supporto autonomo sulla schiena, giocattoli seduti che arrivano dal fondo della vasca, immergendo la bocca e poi il naso, trasferendo il bambino nella piscina di Malyutka se ci sono abilità e nuotando tre volte a settimana nella sala per il trattamento delle acque, tre volte - a casa.

Stage 7 (6 ° mese) - supporto autonomo minimo sulla schiena, nuoto sulla schiena senza supporto. Nuoto su supporto autonomo sul petto, indebolimento del supporto autonomo sul petto, giochi da seduti.

Fase 8 (7 ° mese) - supporto autonomo minimo sul petto, nuoto sul petto con abbassamento istantaneo del supporto manuale, gioco in acqua stando seduti e in piedi.

Fase 9 (8 ° mese): migliorare i colpi sulla schiena e sul torace, esercizi come "siluro", immersioni per affondare giocattoli, una bottiglia. Giochi in acqua seduti, in piedi, camminando con vari giocattoli.

Fase 10 (9-12 mesi) - miglioramento continuo nell'auto-nuoto della schiena e del torace, miglioramento dell'immersione indipendente, giochi.

NOTA: in tutte le fasi dell'allenamento, i movimenti specifici sono accompagnati dalle parole "canottaggio", "nuoto", "immersione", "spinta".

Piano di addestramento subacqueo

Aiuta a sviluppare il sistema respiratorio, l'apparato vestibolare, nonché a sviluppare qualità emotive e volitive - coraggio, forza, resistenza.

Lezioni in un grande bagno a casa, preferibilmente sotto la supervisione di un istruttore. Nella prima parte del bagno - nuoto, come descritto sopra, principalmente nuoto nella schiena e nella cuffia. Successivamente, immersioni (2-3 volte 3-4 "otto e immersioni), alternate a esercizi di rilassamento ed acqua.

Fase preparatoria
Età del bambino - 1 settimana - mese.
Il bambino nuota semplicemente con l'aiuto di supporti per le mani sulla pancia. Crea i cosiddetti "otto" - galleggia attorno al perimetro del bagno, girandosi con gli "otto".

Fase 1.
A partire da un mese, puoi insegnare al tuo bambino a trattenere l'aria. Per fare questo, nella posizione sullo stomaco, dopo 3-4 "otto", va detto: (Nome del bambino), ci immergiamo! E immediatamente soffiare in faccia. I bambini di solito trattengono il respiro. Il primo giorno, ripetere questo esercizio 2-3 volte.
Ogni fase termina quando il bambino ha imparato una nuova abilità..

2 livelli.
Tuttavia, solo dopo le parole: nome, immersione! Spruzzata in faccia. Dopo una settimana, non spruzzare, ma acqua. Tenendo il bambino con una mano sotto il mento, con l'altra, dopo le parole "ci tuffiamo!" raccogliere acqua e versare sulla parte superiore del viso. Sembra lavarsi.
Il passaggio alla fase successiva solo dopo aver verificato che il bambino non solo chiuda gli occhi, ma trattiene con precisione il respiro.

3 fasi.
Come previsto, primi 3-4 "otto". Dopo il primo "baby, ci immergiamo!" annaffia di nuovo il viso. Il bambino deve ricordare cosa fare dopo questo comando. Quindi di nuovo 3-4 "otto", il team "tuffo!" e immersione in acqua. Per fare questo, tieni la testa del bambino con 2 mani e la immergi bruscamente nell'acqua. E immediatamente togliere e continuare il movimento degli "otto".
tenere così

Per la prima - seconda - terza volta, sono sufficienti 1-2 immersioni. Assicurati di prestare attenzione alla reazione del bambino. Se non gli piaceva, è meglio rimandarlo alla prossima volta..

Quindi nuota secondo lo schema: nuotando sulla schiena, girando a pancia in giù, 3-4 "otto", immersioni, ancora 3-4 "otto", immersioni, ancora 3-4 "otto" immersioni. Riposa sulla schiena. Esercizi (allontanarsi, camminare, ecc.). Ancora una volta, un ciclo di "otto" e immersioni, riposo, gioco, un ciclo di "otto" e immersioni, riposo sulla schiena. TUTTI! Il nuoto finisce. Pertanto, si ottengono circa 9 immersioni per sessione.

Ma, se il bambino è cattivo, vedi che è infelice, non attenersi allo schema. Fai quello che piace al bambino. O forse è già stanco. Finisci di nuotare presto.

4a tappa.
Quando il bambino è abituato a fare immersioni, inizia a fare immersioni subacquee. All'inizio dovrebbero essere necessari 1-2 secondi. Se vedi che il bambino ha abbastanza aria intrappolata, aumenta gradualmente il tempo di secondi. Quindi una settimana puoi immergerti per 1-2 secondi, i successivi 2-3, quindi 3-4 e così via. Ma tu in questo momento non solo immergi il bambino sott'acqua, ma immergi la distanza sott'acqua. Tutti i partecipanti alle immersioni partecipano allo stesso ciclo di esercizi della fase 3.

5 livelli.
Si differenzia dalla fase 4 in quanto, immergendo il bambino sott'acqua, lo si rilascia e galleggia da solo. Dopo le parole: "Baby (nome), ci immergiamo!" è necessario immergere bruscamente la testa sott'acqua, come per spingere in avanti e rilasciare. All'inizio lo raccogli rapidamente, ma ogni volta aumenta il tempo del suo soggiorno indipendente sott'acqua.
Qui puoi vedere che il bambino sta nuotando e le mani di un adulto sono nelle vicinanze. Ma non tenerlo:


Conclusione
Non sono un istruttore di nuoto, non un dottore. Il dottore è mio marito e io sono uno psicologo. Ho scritto di immersioni dalla mia esperienza. Quindi, ad esempio, i miei figli non hanno nuotato in acqua a 30 gradi, ma non inferiore a 34. Sotto non gli piaceva.

Alla fine, dopo aver nuotato, siamo bagnati con acqua fredda. Il pediatra ci ha detto che è necessario abbassare gradualmente la temperatura dell'acqua per il versamento (oltre che nel bagno). Ma ai bambini piace di più quando sono cosparsi di acqua completamente fredda. Dopo il bagno, l'acqua fredda li brucia e loro (soprattutto il più vecchio) strillano di piacere.

La nostra figlia maggiore ha 4,5 mesi. sdraiati sull'acqua senza alcun supporto, nuotato sulla schiena e si tuffò con piacere. Il secondo ha imparato a rimanere in acqua e ad immergersi per 6 mesi. Il più giovane imparava a nuotare di tanto in tanto: semplicemente non c'era abbastanza tempo per le "nuotate" quotidiane. Tuttavia, tutti e tre i bambini, entrando in un corpo in acque libere, non avevano paura dell'acqua, si divertivano a nuotare, fare immersioni e nuotarono in modo indipendente in 3 anni.

Naturalmente, un istruttore appositamente addestrato ti aiuterà sicuramente con l'allenamento di nuoto e immersioni. Ma se, nonostante tutti i tuoi sforzi, i soldi e il tempo spesi in attività in piscina, il bambino va al bagno senza piacere, piange e si rifiuta di nuotare, non preoccuparti. Ci sono bambini del genere - beh, a loro non piace nuotare! Dopotutto, anche gli adulti non sono tutti amanti delle procedure idriche. Niente, ci sono ancora così tanti sport e giochi al mondo in cui il tuo piccolo mostrerà i migliori risultati.
E per tali bambini, puoi raccomandare un bagno graduale e delicato in un pannolino (prima volta) e poi nel bagno con la mamma. Questa è la visione opposta dell'allenamento di nuoto infantile. Si basa sul presupposto che il nuoto libero e, soprattutto, l'immersione dei bambini sia uno stress per il bambino, perché l'acqua è un habitat alieno per le persone. Pertanto, ogni genitore stesso sceglie il giusto approccio nell'educazione e nell'indurimento del proprio figlio. Questo articolo non è un invito a insegnare ai bambini a nuotare, ma solo consigli per coloro che vogliono farlo..

Le lezioni di successo si terranno con genitori fiduciosi nell'utilità della questione e non hanno paura di fare qualcosa di speciale con il bambino. Anche se il nuoto e le immersioni sono da tempo i più comuni.
Abbi fiducia nelle tue capacità e il successo è garantito.

L'articolo utilizzato:
"Nuoto dei bambini" (raccomandazioni metodiche) Ed. V.V.Shitskova Mosca, 1978. Raccomandazioni sviluppate pediatra V.A. Guterman.

"Nuota prima di camminare" Z. P. Firsov, Mosca, Cultura fisica e sport, 1978.

Up