logo

Molti hanno subito la procedura di aborto o molte donne stanno pianificando di passare, in parte familiari con le potenziali complicanze e conseguenze, ma non rappresentano pienamente l'intero processo di riabilitazione e le sue necessità e durata.

Perché è necessario escludere alcuni momenti dal solito stile di vita dopo un aborto? Alcuni divieti fanno parte del complesso riabilitativo e aiutano a ripristinare non solo la salute fisica, ma prevengono anche la possibile infertilità in futuro (vedi conseguenze e complicanze dell'aborto).

mestruazione

L'interruzione della gravidanza è lo stress più grave per il corpo, quindi dopo l'aborto la regolazione delle funzioni del ciclo ovarico-mestruale viene interrotta. A causa del carico significativamente aumentato su tutti gli organi durante il periodo di gestazione, l'ipotalamo è in uno stato di eccitazione, che influenza il lavoro della ghiandola pituitaria, che cessa di sintetizzare le gonadotropine (FSH e LH) nelle proporzioni necessarie.

E invece del rilascio periodico dell'ormone luteinizzante caratteristico del normale ciclo mestruale, si nota la sua monotona aumento della secrezione, a seguito della quale le ovaie aumentano e iniziano a sintetizzare gli estrogeni. Ma con la fine fisiologica della gravidanza, tutti i cambiamenti che avvengono scompaiono senza conseguenze per la salute. Con l'aborto forzato, si sviluppa la fase anatomica della disfunzione mestruale, che porta allo sviluppo delle seguenti condizioni patologiche:

  • insufficienza del ciclo luteale (2 fasi);
  • ovaio policistico secondario;
  • processi iperplastici endometriali;
  • fibromi uterini;
  • Sindrome o malattia di Itsenko-Cushing.

La patologia elencata è dovuta all'eccessiva produzione di LH dopo il suo precedente isolamento monotono, quindi a volte ci vuole più di un mese, in alcuni casi diversi anni, per ripristinare la funzione ovarico-mestruale.

Quanti giorni dopo l'inizio dell'aborto le mestruazioni, è difficile rispondere, dipende da una serie di fattori:

  • età della donna;
  • malattie croniche esistenti;
  • metodo di aborto;
  • età gestazionale quando è stato eseguito l'aborto;
  • periodo postoperatorio.

Normalmente, in una donna sana e giovane, i periodi dopo un aborto dovrebbero iniziare tra circa un mese, o meglio, dopo quel periodo di tempo che è durato dalla precedente mestruazione all'inizio. Per calcolare la data approssimativa della prima mestruazione dopo la procedura, il giorno dell'aborto dovrebbe essere considerato come punto di riferimento (primo giorno del ciclo).

Tuttavia, l'aborto non può solo allungare o accorciare la durata del ciclo mestruale, ma anche cambiare la natura della scarica. Forse la comparsa di scariche scarse, individuanti dopo un aborto, che dura da uno a due cicli mestruali ed è associata a un restauro incompleto dell'endometrio dopo la procedura.

Se le mestruazioni scarse persistono per un tempo più lungo, questa è un'occasione per consultare un medico, nonché per un esame prolungato. Una diminuzione della perdita di sangue mestruale può essere dovuta a due motivi..

  • Il primo è un malfunzionamento funzionale nella produzione di ormoni da parte delle ovaie, dell'ipofisi e dell'ipotalamo. Spesso si osserva una condizione simile dopo l'aborto medico, che è associato all'uso di dosi molto elevate di antiprogestine e richiede la nomina di un'appropriata terapia ormonale.
  • Il secondo motivo è il danno meccanico all'endometrio (curettage eccessivamente "completo" della mucosa e trauma ai suoi strati profondi) e / o cervice (atresia del canale cervicale). Con lesioni endometriali, la sinechia (aderenze nella piccola pelvi) si forma nella cavità uterina, il che riduce non solo il suo volume, ma anche l'area dell'endometrio, che viene rifiutata durante le mestruazioni.

Oltre all'opsomenorrea (periodi scarsi), possono verificarsi amenorrea e infertilità. La sinechia intrauterina richiede una dissezione isteroscopica.

Se il tuo periodo dopo l'aborto è diventato più abbondante e si ripete per diversi cicli, dovresti anche essere vigile. Le mestruazioni abbondanti e prolungate possono indicare:

  • o lo sviluppo dell'iperplasia endometriale
  • o sull'adenomiosi (endometriosi dell'utero).

E anche se il flusso mestruale dopo un aborto può essere ripristinato immediatamente, cioè iniziano dopo 21 a 35 giorni, l'ovulazione può essere assente per 2-3 cicli mestruali, che è considerata la norma. Se l'anovulazione viene osservata più a lungo e non ci sono violazioni visibili del ciclo, è necessario iniziare a cercare la causa di questa patologia.

Scarica dopo la procedura

Immediatamente dopo un aborto senza complicazioni, lo scarico dovrebbe essere normalmente moderato, con un piccolo numero di coaguli. Tuttavia, sia il volume che la durata dello scarico del sangue dipendono sia dal termine della gravidanza interrotta sia dal metodo di interruzione.

  • Una scarica piccola e persino scarsa si osserva dopo un aborto sotto vuoto. Ciò è dovuto al breve periodo di gestazione e, di conseguenza, a un piccolo trauma alla mucosa uterina.
  • Dopo un aborto chirurgico, in particolare tra le 10 e le 12 settimane, lo scarico sarà più intenso e prolungato..

Quanti giorni dopo un aborto continua il sanguinamento? La durata della circolazione sanguigna dopo una procedura di qualità è normalmente di 7, un massimo di 10 giorni. Se la scarica dura più di 10 giorni, il polipo placentare, che viene rimosso dal ripetuto curettage della cavità uterina, dovrebbe essere escluso prima di tutto. Pertanto, l'aspetto del ginecologo dopo 10-14 giorni è così importante, che non solo palperà l'utero e sospetterà una subinvoluzione o un polipo placentare, ma prescriverà anche un'ecografia pelvica.

In caso di coaguli e scarico abbondante di sangue dopo un aborto, indipendentemente da quando è stato eseguito, un giorno o 2 settimane fa, dovresti immediatamente cercare un aiuto medico qualificato, poiché la presenza dei resti di un uovo fetale o un ematometro nella cavità uterina non è esclusa.

Dolore addominale nel periodo post-aborto

Dopo un aborto semplice, il normale dolore moderato nell'addome inferiore o un leggero disagio sono normali. Tali sensazioni possono durare fino a 7 giorni e non disturbano particolarmente il paziente. Se lo stomaco fa così male che è impossibile condurre uno stile di vita abituale e porta a disabilità, questo è un motivo per contattare immediatamente uno specialista.

  • Crampi e dolori acuti indicano i resti del tessuto placentare e dell'embrione nella cavità uterina e lo sviluppo di ematometri
  • Il dolore costante e doloroso in combinazione con la febbre dopo un aborto è un segno di infiammazione che può provocare infezioni genitali, che per qualche tempo sono asintomatiche.
  • In generale, nei primi 2 giorni dopo la procedura, un leggero aumento della temperatura (37.2 - 37.3) non è una patologia, ma riflette solo la risposta del corpo all'intervento chirurgico. La condizione subfebrilica è anche possibile il giorno della produzione dell'aborto medico come reazione del centro termoregolatorio situato nel cervello ad alte dosi di ormoni.
  • Ma se una temperatura elevata (oltre 37,5) persiste per più di 2 giorni, questo è un segno di problemi e un motivo per cercare il miele. Aiuto.

Per prevenire lo sviluppo di malattie infiammatorie dopo l'interruzione medica della gravidanza, ai pazienti, in particolare quelli con risultati insoddisfacenti dello striscio e esami del sangue / delle urine, viene prescritto un ciclo profilattico di farmaci antibatterici e antinfiammatori con un ampio spettro di azione da 3 a 5 giorni (massimo 7 giorni). Nel caso di un processo infiammatorio confermato, le dosi di antibiotici sono aumentate e il corso è esteso.

Inoltre, per la prevenzione delle complicanze post-aborto settico, il medico consiglierà sicuramente di evitare correnti d'aria e raffreddori, vestirsi più caldo con tempo freddo e umido e fare la doccia ogni giorno. Non meno importante è seguire le regole di igiene personale:

  • trattamento delle acque dei genitali esterni almeno 2 volte al giorno;
  • cambio tempestivo di cuscinetti e biancheria intima, poiché il sangue versato dalla cavità uterina e trattenuto su prodotti per l'igiene intima è un buon terreno fertile per i microrganismi, che contribuisce alla loro riproduzione attiva e penetrazione nell'utero, dove causano infiammazione.

Ogni donna che ha interrotto artificialmente la gravidanza deve sapere che l'assunzione di alcol nel periodo post-aborto è severamente vietata, specialmente se sta assumendo farmaci antibatterici.

  • In primo luogo, sotto l'influenza dell'alcol, gli antibiotici vengono distrutti, il che significa che la loro assunzione sarà completamente inutile e non ridurrà il rischio di sviluppare complicanze settiche post-aborto.
  • In secondo luogo, l'alcol riduce il tono dei muscoli lisci (il miometrio è costituito da muscoli lisci), che ne previene la contrazione e l'involuzione (ritorno alle dimensioni precedenti) dopo la rimozione della gravidanza e può causare sanguinamento.

Utero dopo l'aborto

L'organo più colpito dopo un aborto è l'utero. Il danno è più significativo, più a lungo è stato eseguito l'aborto. Ciò è particolarmente vero per il curettage strumentale dell'embrione.

L'utero dopo un aborto inizia a contrarsi immediatamente dopo la rimozione dell'embrione e assume le sue dimensioni normali o quasi normali entro la fine della procedura. Tuttavia, si forma una superficie della ferita sulla parete uterina (nel punto in cui era attaccato l'uovo fetale), che richiede un certo periodo di tempo per la sua guarigione e il ripristino dell'endometrio, pronto per la trasformazione e il rigetto durante le mestruazioni.

  • Normalmente, ci vogliono 3-4 settimane e all'inizio di una nuova mestruazione (dopo un precedente aborto), l'utero ha le sue dimensioni abituali e ha trasformato l'epitelio.
  • Ma se, quando esaminato dopo 10-12 giorni, che è obbligatorio dopo la procedura, viene palpato un utero allargato, ammorbidito e doloroso, e lo scarico è rosso scuro o il colore delle "polpette", con un odore sgradevole, scarso o moderato, allora stiamo parlando di infiammazione d'organo.

Le cause dell'endometrite possono essere un aborto mal eseguito (residui dell'uovo fetale), l'attivazione di un'infezione latente o un'infezione durante un aborto (violazione dell'asepsi) o dopo (inosservanza delle raccomandazioni) o la formazione di ematometri. Pertanto, a tutte le donne dopo un aborto viene assegnata non solo un'affluenza di controllo al ginecologo, ma anche un'ecografia obbligatoria, durante la quale viene confermato che l'utero è "pulito".

Vita sessuale dopo l'aborto

Sulla base di quanto precede, diventa chiaro che il sesso dopo l'aborto deve essere escluso. Il ginecologo avvertirà sicuramente una donna che è passata attraverso la procedura di aborto che il riposo sessuale dovrebbe essere osservato per almeno 3 settimane (dopo mini-aborto e aborto farmacologico).

Per il periodo di tempo specificato, l'utero dovrebbe tornare alla normalità. Ma nel caso di un aborto strumentale o classico, specialmente in lunghi periodi, il divieto di vita sessuale viene esteso a 4 settimane, in modo ottimale fino alla fine delle mestruazioni.

  • In primo luogo, ciò è dovuto all'alto rischio di infezione dell'utero e allo sviluppo dell'infiammazione
  • In secondo luogo, i rapporti sessuali possono interrompere l'attività uterina contrattile, che provocherà la sua subinvoluzione o ematometro, e di nuovo porta all'infiammazione.
  • Inoltre, fare sesso può causare dolore dopo un aborto..

La probabilità di gravidanza dopo un aborto

Non molti ex clienti dell'aborto sanno che puoi rimanere incinta dopo un aborto e molto rapidamente, anche prima del tuo primo ciclo. In questo caso, è possibile tracciare un parallelo con la gravidanza, che si è verificata immediatamente dopo la nascita del bambino in caso di una donna che rifiuta l'allattamento.

Dopo un'improvvisa interruzione della gravidanza, il corpo inizia a ricostruire attivamente e torna al suo solito ritmo. Cioè, le ovaie si stanno preparando per una nuova mestruazione, sotto l'azione delle gonadotropine pituitarie (FSH e LH), gli estrogeni e quindi il progesterone vengono prodotti in più fasi, che stimolano la maturazione follicolare e l'ovulazione.

Pertanto, in più della metà dei casi, la prima ovulazione si verifica in una donna dopo 14-21 giorni. E se si tiene conto della durata della vita dello sperma (fino a 7 giorni), è molto probabile una gravidanza dopo un aborto.

D'altra parte, se una donna dopo una recente interruzione della gravidanza, a causa di circostanze, vuole dare alla luce un bambino, allora è necessario astenersi dalla gravidanza per qualche tempo.

Si ritiene che il periodo minimo di protezione della gravidanza dopo un precedente aborto sia di 6 mesi. In modo ottimale, se la gravidanza desiderata si verifica in un anno e dopo un attento esame e trattamento delle malattie identificate.

È durante questo periodo di tempo che il corpo si riprenderà completamente e il rischio di complicanze della gravidanza associate alla sua precedente interruzione violenta diminuirà significativamente (insufficienza istmico-cervicale, squilibrio ormonale, attaccamento improprio dell'uovo fetale, ritardo della crescita intrauterina).

Inoltre, parlando della gravidanza avvenuta immediatamente dopo l'aborto, si dovrebbe dire dei test per la sua determinazione. Dopo l'aborto, il test sarà positivo e questo risultato rimarrà per 4-6 settimane (se il termine della gravidanza interrotta era lungo, il risultato positivo dura più a lungo).

L'HCG non collassa immediatamente e viene eliminato dal corpo della donna, questo processo è piuttosto lento e quindi un risultato positivo non può essere considerato un segno di gravidanza (un caso di un uovo fetale non rimosso durante un aborto o l'inizio di uno nuovo). L'unica cosa che può mettere in dubbio la "positività" del test è che la seconda barra in ogni nuovo test sarà più leggera (vedi test di gravidanza).

Per stabilire con precisione il fatto della gravidanza, viene eseguita un'ecografia e, in alcune situazioni, viene eseguito un esame del sangue per hCG più volte di seguito, nel caso di una diminuzione progressiva del livello di hCG nelle analisi, viene indicato un risultato del test falso positivo.

Problemi di contraccezione

Immediatamente dopo un aborto, e preferibilmente prima della procedura, è necessario scegliere un metodo di contraccezione. La soluzione ottimale in questo caso è quella di assumere pillole ormonali anticoncezionali, in quanto mitigano gli effetti dello stress ormonale, prevengono i disturbi neuroendocrini e, inoltre, riducono significativamente il rischio di sviluppare complicanze settiche dopo l'aborto, il che è spiegato dai seguenti meccanismi:

  • riduzione della quantità di sangue perso durante le mestruazioni (il sangue funge da terreno fertile per i microbi);
  • compattazione del muco cervicale, che impedisce non solo la penetrazione di "zinger" nella cavità uterina, ma anche agenti patogeni;
  • il canale cervicale non si espande molto durante le mestruazioni (protezione contro le infezioni);
  • l'intensità delle contrazioni uterine diminuisce, riducendo così il rischio di diffusione di agenti patogeni infettivi dall'utero nei tubi.

Si raccomanda di assumere contraccettivi orali a basso dosaggio, la dose di etinilestradiolo in cui non superi i 35 μg, poiché gli estrogeni aumentano la coagulazione del sangue e durante i primi 20-30 giorni dopo l'interruzione della gravidanza, si nota la sua ipercoagulazione. Tali farmaci includono Regulon, Rigevidon, Mercilon.

Le pillole devono essere iniziate il giorno dell'aborto e proseguite secondo il programma. Il giorno di aborto sarà considerato come il primo giorno del nuovo ciclo..

Domanda risposta

Posso fare un bagno dopo un aborto?

Durante il periodo post-aborto (circa un mese), il bagno non è raccomandato, in quanto ciò può causare sanguinamento o sviluppo di endometrite.

Il tampone igienico è ammesso dopo un aborto??

Dei prodotti per l'igiene intima dopo l'aborto, la preferenza dovrebbe essere data ai tovaglioli e l'uso di tamponi è severamente vietato, poiché lo spotting imbevuto del tampone rimane nella vagina insieme ad esso ed è un ottimo mezzo per la propagazione di microrganismi, che aumenta il rischio di sviluppare infiammazioni post-aborto.

Quanto tempo dopo l'aborto posso andare in piscina??

Una visita alla piscina, oltre a bagni e saune (temperatura dell'aria troppo elevata), il bagno in uno stagno aperto dovrebbe essere posticipato di almeno un mese, fino alla fine della prima mestruazione. Altrimenti, puoi "catturare" l'infezione o aumentare il flusso sanguigno, fino al sanguinamento.

Dopo un aborto, puoi fare sport?

Se la procedura di interruzione "è passata" senza complicazioni e le condizioni della donna sono soddisfacenti, puoi tornare allo sport dopo un paio di settimane dopo l'aborto. Ma il carico non dovrebbe essere così intenso entro un mese dall'aborto..

Perché il petto fa male e dà fastidio dopo un aborto (l'aborto è stato fatto 3 giorni fa)?

Forse il termine della gravidanza interrotta fu piuttosto lungo e le ghiandole mammarie iniziarono a prepararsi attivamente per l'allattamento imminente. Ma un'improvvisa interruzione della gravidanza ha portato a uno squilibrio ormonale, il corpo e le ghiandole mammarie, in particolare, non hanno avuto il tempo di ricostruire, il che ha portato al verificarsi di dolore toracico.

Ci sono restrizioni sul cibo dopo un aborto??

No, non è richiesta una dieta speciale nel periodo post-aborto. Ma se l'aborto si è verificato in anestesia generale e l'anestesista ha diagnosticato una reazione allergica all'anestetico, può consigliare ulteriormente l'adesione a una dieta ipoallergenica (restrizione di cioccolato, agrumi, caffè, frutti di mare e altri prodotti allergenici).

Una settimana dopo un aborto, volevo andare al mare, non è pericoloso?

Una gita al mare dovrà essere posticipata. In primo luogo, un brusco cambiamento delle condizioni climatiche è sfavorevole per il ripristino del corpo e, in secondo luogo, non è possibile nuotare nel periodo post-aborto.

Aborto medico. Domande frequenti. FAQ

1. Descrizione dell'aborto medico (MA)

L'aborto medico (MA) è un aborto arbitrario eseguito in modo non invasivo con l'uso di droghe.

MA - oggi è il modo più moderno e sicuro per risolvere il problema della gravidanza indesiderata nelle sue fasi iniziali. Per questa procedura vengono utilizzati due farmaci: Mifepristone e Misoprostol, che devono essere usati rigorosamente secondo le istruzioni.

Nel mondo, oltre 200 milioni di donne hanno usato la MA come metodo di aborto. Scienziati e medici hanno acquisito una straordinaria esperienza nell'uso clinico del complesso Mifepristone + Misoprostol, che ha dimostrato un'altissima efficienza (93-95%, 99,6% secondo le nostre osservazioni) e sicurezza (il numero di complicanze ed effetti collaterali non supera il 7%).

Clinicamente, l'aborto medico nel suo corso si svolge in due fasi (da non confondere con i passaggi dell'assunzione dei farmaci):

  1. Fase di espulsione dell'ovulo
  2. Fase di recupero. reinserimento

Durante la prima fase, l'uovo fetale viene secreto dalla cavità uterina e la seconda fase è caratterizzata dal ripristino di organi e sistemi dopo MA.

♦ Fase di espulsione dell'ovulo

Il PI sotto l'azione dei farmaci si ferma nel suo sviluppo e quindi viene espulso (insieme alle membrane) dalla cavità uterina. Soggettivamente, il processo è sentito come dolori crampi nell'addome inferiore di varie intensità con la comparsa di una scarica sanguinolenta. Di solito i dolori compaiono prima della scarica sanguinolenta, ma a volte accade il contrario: prima scarica sanguinolenta, a cui si uniscono le contrazioni uterine, che è anche la norma per MA. Altro su dolore in MA e spotting.

Quando l'IP viene completamente secreto dalla cavità uterina, il dolore diminuisce significativamente o scompare completamente e la quantità di secrezione sanguinante diminuisce gradualmente fino a quando non si ferma completamente..

La fase di esilio di solito dura 2-3 giorni, ma sono possibili opzioni di flusso da 2-3 ore a 14 giorni.

Per iniziare la fase di espulsione dell'ovulo, il farmaco viene utilizzato in due fasi: Mifepristone e Misoprostol. Vedere le istruzioni per maggiori dettagli nelle istruzioni.
Il Mifepristone viene inizialmente assunto, interrompendo lo sviluppo dell'ovulo..

Dopo 36-48 ore, viene assunto il secondo farmaco: Misoprostol, che provoca contrazioni uterine, che porta alla rimozione dell'uovo fetale dalla cavità uterina. Soggettivamente, dopo aver assunto il secondo farmaco, una donna avverte dolore nell'addome inferiore.

◊ Azione di Mifepristone

Mifepristone blocca l'azione del progesterone a livello dei recettori nell'utero. Il progesterone è l'ormone principale nel corpo di una donna, grazie al quale la gravidanza persiste e si sviluppa..

Un altro effetto di Mifepristone è quello di aumentare la sensibilità delle cellule uterine alle prostaglandine (il secondo farmaco del complesso, Misoprostol, è proprio la prostaglandina). Pertanto, Mifepristone, oltre all'effetto principale che blocca lo sviluppo della gravidanza, aumenta anche la sensibilità dell'utero al secondo farmaco, Misoprostol.

◊ Azione di misoprostol

Misoprostol è una prostaglandina e ha una gamma di effetti. Durante la procedura MA, Misoprostol provoca contrazioni uterine, che alla fine porta all'uscita dell'UT dalla cavità uterina.

♦ Fase di recupero. reinserimento

La fase è caratterizzata dal ritorno di tutti gli organi e sistemi al loro stato normale prima della gravidanza. Nella maggior parte dei casi, ciò si verifica entro pochi cicli mestruali..

Le raccomandazioni sono le seguenti (prenditi cura della tua salute): bevi un ciclo di terapia vitaminica, evita effetti dannosi, ipotermia, intenso sforzo fisico, smetti di fare sesso per 2-3 settimane.

L'interruzione della gravidanza da parte di un farmaco elimina completamente il danno meccanico all'utero, ma non esclude lo sviluppo di possibili disturbi funzionali a causa di stress ormonale. Per prevenire lo sviluppo di tale patologia, si raccomanda che tutti i pazienti sottoposti a interruzione medica della gravidanza assumano contraccettivi orali combinati monofasici (ad esempio Regulon) per due cicli mestruali. È necessario iniziare a prendere contraccettivi dal quinto giorno dall'inizio della dimissione simil-mestruale durante l'aborto medico.

2. Vantaggi e svantaggi dell'aborto medico

♦ Vantaggi di MA

Tra i chiari vantaggi dell'aborto medico ci sono i seguenti:

  • Altissima efficienza (secondo i dati ufficiali - 95-97%; secondo i nostri dati - 99,6%);
  • Bassa frequenza di complicanze ed effetti collaterali (fino al 7%, secondo i dati ufficiali; 2-4%, secondo i nostri dati);
  • L'assenza di effetti traumatici sulla mucosa uterina (endometrio). Questo praticamente annulla la probabilità di un ulteriore sviluppo della patologia endometriale, che può influenzare le successive gravidanze e oncopatologia..
  • Non è necessaria l'anestesia (generale o locale). Questo elimina le complicazioni precoci e tardive dell'anestesia generale..
  • Infezione esclusa della cavità uterina, sviluppo di complicanze come aderenze nel bacino, infertilità tubarica (ostruzione delle tube di Falloppio);
  • È esclusa la probabilità di infezione da virus dell'epatite B, C, D, HIV;
  • Non è necessario un trattamento ospedaliero;
  • L'impatto sulla funzione riproduttiva è ridotto al minimo;
  • È il metodo di scelta per le ragazze in gravidanza e pre-incinta.

♦ Svantaggi di MA

Tra le carenze dovrebbero essere evidenziate:

  • Indolenzimento relativo della procedura. Nonostante il fatto che per la maggior parte delle donne il dolore sia moderato, questo fattore dovrebbe essere sempre preso in considerazione. Offriamo un antidolorifico appositamente progettato che elimina queste carenze..
  • Psicologicamente più difficile per alcune donne..
  • La procedura si allunga nel tempo.
  • Con un aumento dell'età della donna, aumenta la probabilità di controindicazioni relative alla conduzione di MA. (Fonte)

3. Quanto tempo può essere fatto un aborto medico. Gravidanza ostetrica e vera

Secondo l'attuale legislazione della Federazione Russa, l'età gestazionale massima per la quale un aborto può essere eseguito su richiesta di una donna è di 12 settimane ostetriche.

I metodi chirurgici di aborto (aspirazione sotto vuoto, curettage) possono essere utilizzati per periodi da 4 a 12 settimane ostetriche. La gestazione ostetrica è il tempo trascorso dal primo giorno del tuo ultimo ciclo.

La vera età gestazionale (gestazionale) è il tempo trascorso dal concepimento e in media 2 settimane in meno dell'ostetrico.
In medicina, in particolare in ostetricia, viene utilizzato il termine gestazione ostetrica e il termine stesso è determinato dalle settimane di gravidanza e i mesi non vengono mai utilizzati.

Il periodo ostetrico è stato ampiamente introdotto nella pratica medica anche prima dell'era degli ultrasuoni ed era dovuto principalmente alla convenienza: la data del concepimento è tutt'altro che sempre possibile determinare, ma nella maggior parte dei casi la donna incinta ricorda il primo giorno della sua ultima mestruazione e può indicare esattamente la data.

Puoi calcolare correttamente la tua età gestazionale nel nostro calcolatore di gravidanza.

La sicurezza dell'aborto è inversamente proporzionale all'età gestazionale: maggiore è la durata, maggiore è la probabilità di complicanze post-aborto e più spesso sono necessari interventi intrauterini chirurgici: aspirazione sotto vuoto o curettage della cavità uterina.

4. Controindicazioni per l'aborto medico

♦ controindicazioni assolute

L'elenco delle controindicazioni assolute non è molto ampio, ma deve essere rigorosamente osservato. "Absolute" - significa che nelle situazioni elencate sotto MA è severamente vietato.

  • Gravidanza ectopica (sospettata o confermata);
  • Gravidanza, avvenuta sullo sfondo dell'uso della contraccezione intrauterina (IUD). La marina deve essere rimossa.
  • Processi infettivi e infiammatori degli organi genitali nella fase acuta. È necessario condurre un corso di trattamento adeguato.
  • Processi infettivi e infiammatori nel tratto gastrointestinale nella fase acuta: gastrite, enterocolite, colecistite, pancreatite. È necessario condurre un corso di trattamento adeguato.
  • Forme gravi di asma bronchiale e altre malattie polmonari ostruttive croniche (in forme gravi o scompensate);
  • Trattamento a lungo termine con farmaci corticosteroidi;
  • Insufficienza epatica cronica, surrenalica;
  • Intolleranza individuale a Mifepristone o Misoprostol;
  • Disturbi emorragici di varia origine: emofilia, anemia emorragica del II-III secolo, sindromi emorragiche;
  • Ricezione di anticoagulanti (eparina, fraksiparin);
  • Protesi delle valvole cardiache, storia di endocardite infettiva.
  • L'ipertensione arteriosa grave è una controindicazione per l'uso di misoprostol. In questa situazione, l'aborto medico viene eseguito solo con l'aiuto di Mifepristone..

♦ Controindicazioni relative

Relativo: significa che nelle condizioni elencate di seguito, è necessario eseguire MA con grande cura.

  • Le donne che fumano con più di 35 anni che fumano più di 10 sigarette al giorno appartengono al relativo gruppo di restrizione.

Spesso, in questa categoria di pazienti, si osservano processi patologici nel sistema di coagulazione del sangue, a seguito dei quali si possono notare spotting più lunghi e più intensi. Prima della procedura di aborto medico, si consiglia una consultazione con un medico. La nicotina stimola anche la produzione dell'ormone adrenalina, che provoca un aumento della frequenza cardiaca e un aumento della pressione sanguigna. Queste condizioni sullo sfondo delle contrazioni uterine possono provocare una esacerbazione della patologia cardiaca precedentemente esistente e, dopo la separazione di un'ulcera, provocare un sanguinamento più abbondante e prolungato.

  • Fibromi uterini. MA è possibile solo dopo un esame obiettivo delle dimensioni e della localizzazione dei nodi miomatosi e la corrispondente conclusione di un ginecologo.
  • Le madri che allattano devono sospendere l'allattamento al seno per 7 giorni dal momento dell'assunzione di Mifepristone (se viene utilizzata una dose di 200 mg, il periodo aumenta a dosi più elevate).

L'aborto spontaneo (aborto spontaneo) in uso non è una controindicazione al complesso Mifepristone + Misoprostol, in quanto in questo stato, il complesso fornirà un rilascio accelerato dell'uovo fetale con una diminuzione della probabilità di aborto incompleto.

5. Cosa è vietato fare durante l'aborto medico

Dal momento dell'assunzione del primo farmaco (Mifepristone) e fino a 7-10 giorni dopo l'assunzione del secondo farmaco dal complesso di compresse per l'aborto, al paziente è severamente vietato:

  • Utilizzare tamponi vaginali, mentre è consentito l'uso di tamponi convenzionali.
  • Applicare douching e bagni vaginali.
  • Fare un bagno, visitare la sauna, il bagno o la piscina.
  • Fare duro lavoro fisico, nonché esercizio fisico, sport.
  • Assumi farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) (ad es. Paracetamolo, Diclofenac, Aspirina, Nimesulide).
  • Fumare durante la procedura MA non è completamente proibito, ma gli esperti raccomandano di ridurre al minimo il numero di sigarette fumate.
  • Bere alcolici.

L'etanolo in sé riduce l'effetto del misoprostolo. L'alcool dilata anche i vasi sanguigni e quando si separa la UE con le membrane dalle pareti dell'utero, il sanguinamento si intensifica (a volte in modo critico). L'assunzione di alcol riduce anche l'immunità generale e locale, il che aumenta significativamente il rischio di complicanze purulente-infiammatorie dell'aborto..

  • Fare sesso (vaginale, classico) non è raccomandato per 2-3 settimane, fino a quando la mucosa uterina non è completamente epitelizzata. Anche in questo periodo, è necessario escludere la donna dal ricevere un orgasmo. Di solito, con una completa cessazione dello spotting, il sesso può essere ripreso. Per maggiori dettagli vedi "Sesso dopo l'aborto medico"
  • Le regole di igiene personale e intima devono essere attentamente osservate..

6. Sesso durante e dopo l'aborto medico

I cambiamenti ormonali (parte integrante dell'aborto medico) riducono l'immunità locale e generale, che costituisce uno sfondo sfavorevole per lo sviluppo di complicanze infiammatorie. Pertanto è così importante seguire le raccomandazioni.

Durante il sesso attivo, si verifica un effetto meccanico sull'utero, a seguito del quale i microbi patogeni possono penetrare nella cavità uterina e questo, a sua volta, è irto di gravi complicazioni purulente-infiammatorie. Le potenziali complicanze sono formidabili, quindi dovresti seguire le raccomandazioni.

Il sesso può avere molte forme. È vietata qualsiasi forma di sesso in cui vi sia un contatto diretto del partner con i genitali e / o l'ano del partner. Il resto delle forme non è limitato (entro limiti ragionevoli, perché è anche vietata un'intensa attività fisica).

È anche necessario evitare il verificarsi di un orgasmo in una donna. Durante l'orgasmo, la cervice assorbe naturalmente il contenuto del fornice vaginale posteriore. Nel periodo successivo alla MA, questo fatto è anche un fattore stimolante per le complicazioni infiammatorie purulente..

È necessario astenersi per 2-3 settimane dopo l'assunzione di misoprostol. Un criterio più chiaro per determinare la durata dell'astinenza è smettere di individuare. Non appena lo spotting si è completamente fermato, è necessario astenersi per 2 settimane, dopo di che sono consentite tutte le forme di sesso. Ma fino al mese successivo, il partner deve usare un preservativo, indipendentemente dal metodo di contraccezione utilizzato insieme. Le raccomandazioni si applicano solo ai casi in cui non vi è patologia durante l'aborto medico. In caso di complicazioni, tutte le raccomandazioni vengono fornite esclusivamente singolarmente in consultazione con un ginecologo.

7. Possibili complicazioni e conseguenze dell'aborto medico

Nonostante la sicurezza dichiarata e l'elevata efficienza, l'aborto medico, come qualsiasi altro intervento medico, può avere una serie di complicazioni e conseguenze. Naturalmente, il tasso di complicanze per MA è molto più basso rispetto ai metodi chirurgici..

L'efficacia dichiarata e comprovata del 92-94% (le nostre statistiche mostrano l'efficacia del 99,6%) si ottiene solo con la stretta osservanza delle dosi e del regime di Mifepristone e Misoprostol e purché la procedura venga eseguita con i farmaci acquistati nella nostra farmacia online.

A seguito di numerosi studi autorevoli, è stata determinata la dose ottimale per i farmaci a cui l'efficacia rimane molto elevata e la frequenza di complicanze ed effetti collaterali è più bassa (OMS, 2012).

La nostra azienda offre una garanzia COMPLETA nella qualità e nell'autenticità dei preparati. Non possiamo garantire un risultato positivo in tutti i casi, poiché ogni organismo è individuale (sono possibili reazioni individuali ai farmaci). L'aborto medico non smette di essere un aborto (sebbene relativamente sicuro) e questa procedura è un serio intervento medico!

Se qualcuno dà una garanzia al 100% in un esito positivo dell'aborto medico, non credere che si tratti di una bufala!

Tra le possibili complicazioni, è opportuno sottolineare quanto segue:

♦ sintomi dispeptici: nausea, vomito

Disturbi della motilità gastrointestinale come nausea, vomito, diarrea si verificano nel 2-5% dei pazienti.

Con gravi violazioni, Metoclopramide (Raglan) è prescritto in un dosaggio individuale.

♦ reazioni allergiche

Le reazioni allergiche all'assunzione di droghe sotto forma di orticaria e altre eruzioni si verificano nell'1,5-3% dei casi. Quando si verificano questi fenomeni, si consiglia quanto segue: Claritin (Laritidina), 1 compressa da 10 mg 1 r / d.

♦ vertigini e mal di testa

Complicazioni simili come vertigini, mal di testa, malessere generale sono state rilevate dal 5-12% dei pazienti. Questi fenomeni non richiedono misure speciali. Per mal di testa intollerabile, è necessario controllare il livello della pressione sanguigna. Con numeri normali, puoi assumere i soliti antidolorifici per questo paziente, ma ciò ridurrà l'effetto di Misoprostol.

♦ irregolarità mestruali

Tra gli effetti ritardati dell'aborto medico, vanno evidenziate le irregolarità mestruali. Le violazioni possono verificarsi sia sotto forma di spotting minore (o moderato) prolungato, sia in assenza di mestruazioni per 2-3 mesi.

Tattiche per questi effetti, vedere la sezione Mestruazioni (mestruazioni) dopo MA

8. Dolore nell'aborto medico

Il dolore nell'aborto medico si verifica a causa della contrazione dell'utero. Contrazioni uterine (contrazioni) frequenti e molto intense (dolorose) si verificano nel 10-25% dei casi.
Mifepristone (un farmaco che viene assunto al primo stadio) ha un effetto debole sul tono dell'utero, quindi di solito non ci sono dolori durante l'assunzione.

Il principale contributo di Misoprostol (assunto nella seconda fase) all'effetto dell'aborto del complesso per l'aborto medico è la stimolazione intensiva delle contrazioni uterine (contrazioni uterine). Grazie alle contrazioni, l'uovo fetale viene espulso dalla cavità uterina. Ma questo effetto, ovviamente, ha l'effetto opposto: è un dolore acuto.

Il dolore nell'addome inferiore appare dopo 0,5-4 ore dopo l'assunzione di Misoprostol, può essere di intensità molto diversa, da soggettivamente appena percettibile a intollerabile. Per natura, le sensazioni dolorose possono essere: crampi, tiri, pressioni. Se il dolore è acuto, di natura tagliente, ciò può indicare la presenza di una gravidanza extrauterina e, in questo caso, la necessità urgente di consultare un medico.

L'intensità del dolore è direttamente proporzionale alla durata della gravidanza e dipende in gran parte dalla soglia del dolore individuale di una donna.
La durata del dolore va da alcune ore a un giorno, in media - circa 3-4 ore. Un'alta durata del dolore è solitamente associata a un periodo di gestazione relativamente lungo, poiché in questa situazione è più difficile per l'utero espellere un uovo fetale.

Dopo aver espulso l'ovulo dalla cavità uterina, il dolore di solito si calma.

Penney G. nel 2006 ha suggerito che le donne dopo MA hanno valutato il loro dolore su una scala di 10 punti, dove: "1" è un dolore lieve e "10" è un dolore intollerabile. Lo scienziato ha ricevuto i seguenti dati:

  • Dolore moderato (3-5 punti) - 25%;
  • Dolore molto forte e grave (6-8 punti) - 40%;
  • Dolore intollerabile (9-10 punti) - 10%.

Pertanto, circa la metà dei pazienti non necessita di sollievo dal dolore e alla seconda metà devono essere prescritti analgesici speciali. Offriamo l'opportunità di ordinare un'analgesia efficace che non influisca sull'azione dei principali farmaci. Maggiori informazioni sul sollievo dal dolore.

Va notato che l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) (Diclofenac, Indometacina, Paracetamolo, Aspirina, ecc.) È controindicato come anestesia (!), Dal momento che in realtà sono un blocco degli effetti della prostaglandina Misoprostol.

Oltre agli analgesici speciali, No-spa può essere utilizzato per ridurre il dolore. Il farmaco non anestetizza tanto quanto rilassa la cervice, facilitando così il processo di isolamento dell'uovo fetale dalla cavità uterina.

9. Anestesia con aborto medico

Il 78% delle donne ha mostrato che il momento più sensibile e spiacevole durante la MA è il dolore. Ogni donna percepisce il dolore in modo diverso e non tutti con MA hanno bisogno di assumere antidolorifici. Tuttavia, aderiamo al principio secondo cui ogni donna che produce MA dovrebbe avere l'opportunità di fornire un adeguato sollievo dal dolore.

♦ antidolorifici

I nostri soliti analgesici, come aspirina, paracetamolo, ketanov e così via, correlati a farmaci antinfiammatori non steroidei, sono controindicati, poiché bloccano l'effetto del misoprostolo. Gli scienziati della American Society of Obstetrician-Gynecologists, dopo molti anni di ricerca, hanno sviluppato uno speciale schema di anestesia per MA. Lo schema sopprime molto efficacemente il dolore, da un lato, e non blocca gli effetti dei farmaci, dall'altro..

♦ regime di anestesia

Una dose è di 800 mg di Nurofen (2 capsule). La durata dell'effetto analgesico è di 4 ore. Dovrebbe essere preso solo dopo aver preso Misoprostol (secondo stadio). È vietata la ricezione nella prima fase.

Prendi il farmaco quando il dolore diventa grave. Per continuare l'effetto, è possibile assumere un'altra dose (2 capsule) non prima di 2 ore dopo l'assunzione della prima dose. Il numero massimo di dosi per una procedura MA è di 3 dosi.

♦ Chi è indicato per alleviare il dolore in MA?

Ostetrico-ginecologi scientifici forniscono le categorie di pazienti per i quali è indicato il sollievo dal dolore:

  • Ragazze con prima gravidanza, in particolare di età inferiore ai 25 anni.
  • Ragazze che hanno mestruazioni dolorose (la cosiddetta algomenorrea).
  • Gravidanza 8 o più settimane ostetriche.
  • Soglia individuale di dolore basso.
  • Coloro che desiderano eseguire la procedura con maggiore comfort.

10. Scarico sanguinante (sanguinamento) con aborto medico

Secondo le istruzioni, il primo farmaco è preso Mifepristone. Sullo sfondo della sua amministrazione, solo un piccolo numero di donne ha individuato minori.

Nella maggior parte dei casi, lo scarico sanguinoso inizia solo dopo aver preso il secondo farmaco dal complesso - Misoprostol (Saitotek). Di solito, la dimissione appare entro le prime 1-4 ore dall'assunzione di misoprostol.

Lo scarico normale durante l'aborto medico è di natura sanguinolenta. Il colore e la natura del tratto genitale possono variare per ogni donna. Le allocazioni possono inizialmente essere un'ombra scarlatta (luminosa) con coaguli, che diventano gradualmente più scuri e più densi in consistenza e alla fine si trasformano in un personaggio imbrattato. In altre donne, lo scarico fin dall'inizio è di colore scuro con coaguli e gradualmente il volume diminuisce, lasciando "no".

Non ci sono standard rigorosi sulla durata della dimissione sanguinante durante l'aborto medico, tutto è molto individuale.

Il volume di dimissione è direttamente proporzionale all'età gestazionale: più lungo è il termine, maggiore è il volume.

Se si verifica una situazione simile, è necessario consultare urgentemente un ginecologo. Tuttavia, un sanguinamento così grave che minaccia la salute e la vita di una donna con aborto medico fatto in un lasso di tempo approvato è estremamente raro..

I fattori avversi sono:

  • Brusca interruzione del sanguinamento. Ciò si verifica più spesso a causa del blocco del canale cervicale (canale cervicale) con prodotti di aborto: parti dell'ovulo, coaguli di sangue.
  • Sanguinamento prolungato prolungato. Il motivo principale è l'aborto incompleto, quando le parti non separate dell'uovo fetale impediscono all'utero di contrarsi e fermare l'emorragia.

In entrambe le situazioni, è urgente consultare un ginecologo per prevenire complicazioni più gravi..

In ogni caso, 10-14 giorni dopo l'inizio della secrezione sanguinolenta, è necessario un esame ecografico degli organi pelvici per confermare in modo affidabile il successo di un aborto.

11. Temperatura dopo l'aborto medico

La temperatura del subfebrile (37,0-37,5 ° C) dopo MA può persistere per diverse settimane e non dovrebbe causare ansia e non richiede trattamento. Questa temperatura viene mantenuta a causa dell'aumentato contenuto di progesterone nel sangue di una donna. Il progesterone dopo l'aborto può rimanere elevato per altri 10-14 giorni, ma la sua concentrazione diminuisce gradualmente al minimo.

Pertanto, quando appare il sintomo indicato, consultare un ginecologo il prima possibile. Non dovresti cercare di abbassare la temperatura con farmaci o altri mezzi: i tuoi sforzi ritarderanno solo il momento in cui diagnostichi il processo infiammatorio e peggiorerai le condizioni del corpo. Il complesso trattamento di un processo infettivo-infiammatorio che non è stato avviato in tempo minaccia una così grave complicazione dell'aborto come l'infertilità. Inoltre, una terapia adeguata e tempestiva annulla praticamente la possibilità di sviluppare infertilità.

10-14 giorni dopo l'inizio della scarica sanguinolenta, devi andare dal ginecologo per un'ecografia. Ciò è necessario per garantire che parti dell'ovulo lascino completamente la cavità uterina.

12. Aborto incompleto dopo l'interruzione medica della gravidanza. tattica

L'aborto incompleto è una condizione in cui la gravidanza è sopravvissuta dopo un aborto artificiale (la gravidanza sta progredendo o è stata identificata una “gravidanza morta”) o vengono determinati frammenti del feto e / o delle membrane nella cavità uterina. Cioè, la cavità uterina non è completamente cancellata dai prodotti per la gravidanza.

Se l'immagine di cui sopra viene rilevata dagli ultrasuoni, la tattica è la seguente: è obbligatorio evacuare il contenuto della cavità uterina, poiché i tessuti biologici sono un ambiente favorevole per lo sviluppo della microflora patogena ed è impossibile lasciarli nell'utero. Se ciò non viene fatto in tempo, c'è un alto rischio di sviluppare gravi complicazioni purulente-settiche (fino a peritonite e sepsi).

I metodi chirurgici vengono generalmente utilizzati per evacuare il contenuto dell'utero: aspirazione sotto vuoto e curettage. L'efficacia di queste manipolazioni è quasi del 100%.

13. Mestruazioni (mestruazioni) dopo l'aborto medico

Le raccomandazioni e i regolamenti ufficiali non spiegano l'esatto momento della prossima mestruazione dopo l'interruzione medica della gravidanza.

Per la maggior parte delle donne (60-70%), le mestruazioni successive arriveranno tutti i giorni del normale ciclo mestruale, contando dal primo giorno in cui si inizia a scaricare con MA. Tuttavia, sono possibili deviazioni da 14 a 45-50 giorni.

Le mestruazioni ritardate fino a 2 settimane non dovrebbero causare ansia - un fenomeno simile fa parte del normale corso dell'aborto medico.

Se il tuo ciclo dura più di 3-4 settimane, devi contattare un ginecologo per esaminare e, se necessario, stimolare l'inizio delle mestruazioni.

Nei prossimi mesi è possibile un ciclo mestruale irregolare. C'è una possibilità di gravidanza, quindi dovresti prenderti cura di metodi contraccettivi affidabili dopo una procedura di aborto medico. La preferenza dovrebbe essere data ai metodi ormonali di contraccezione (ad esempio, contraccettivi orali combinati - contraccettivi orali combinati), che sono i più efficaci, nonché all'effetto regolatorio terapeutico sul ciclo mestruale. Per maggiori dettagli vedere la sezione Contraccezione dopo MA.

Se c'è un ritardo delle mestruazioni per 7-10 giorni (dalla data calcolata da te), allora dovresti eseguire un test di gravidanza (è meglio - un getto d'inchiostro come il più sensibile). Se il test è debolmente positivo, si consiglia di eseguire un esame del sangue per hCG. Se il test è negativo, è necessario attendere una settimana e, in assenza di mestruazioni, consultare il proprio ginecologo per provocare le mestruazioni.

14. Gravidanza dopo l'aborto medico

Numerosi studi medici sono stati condotti, secondo i risultati secondo i quali gli scienziati affermano che con un aborto artificiale semplice, la funzione riproduttiva praticamente non ne risente. Se prendiamo in considerazione la bassissima incidenza di complicanze con l'interruzione medica della gravidanza, possiamo concludere che nella stragrande maggioranza delle donne la capacità di gravidanza non cambia.
Ci sono casi frequenti in cui la gravidanza si verifica già alla successiva ovulazione dopo l'aborto.

Quando si esegue un aborto medico, è necessario prestare particolare attenzione alla contraccezione adeguata e affidabile dopo la procedura per prevenire una nuova gravidanza.

Dopo quale periodo di tempo è possibile pianificare una gravidanza desiderata? Gli esperti raccomandano di iniziare a pianificare una gravidanza dopo 4-6 cicli mestruali dopo un aborto medico semplice.

Sebbene il metodo terapeutico dell'aborto sia il più sicuro oggi, non dimenticare che non smette di essere un aborto, dopo di che lo sfondo ormonale è spesso cambiato, il sistema immunitario è compromesso, l'utero è in uno stato eccitato, si verificano cambiamenti specifici nelle ghiandole mammarie.

Pertanto, durante la riabilitazione (recupero) del corpo, che di solito richiede diverse settimane, è necessario prendersi cura della propria salute (bere un ciclo di terapia vitaminica, evitare effetti dannosi, ipotermia, intenso sforzo fisico, smettere di fare sesso per 2-3 settimane).

Assicurati di consultare un ginecologo durante questo periodo e fai un'ecografia di controllo degli organi pelvici (10-14 giorni dopo l'inizio della scarica sanguinolenta).

15. Seno (seno) dopo l'aborto medico

Dal momento del concepimento, iniziano a verificarsi processi intensivi nel corpo femminile per preparare il corpo alla nascita di un bambino e il seno (ghiandole mammarie) - per l'allattamento al seno.

Dopo un aborto medico (o qualsiasi altro tipo di aborto), le cellule del seno subiscono una rapida regressione, a seguito della quale le cellule entrano in un periodo di riposo - uno stato di non gravidanza. Tuttavia, non tutte le cellule subiscono con successo lo sviluppo inverso e alcune di esse possono provocare la crescita di nodi di vario tipo.

Non ci sono aborti completamente sicuri, quindi, dopo una procedura di aborto medico, è necessario sottoporsi a monitoraggio da un ginecologo e mammologo (se necessario, un endocrinologo) per la diagnosi precoce di possibili complicanze.

♦ aborto medico e allattamento

Le madri che allattano devono sospendere l'allattamento al seno per 7 giorni dal momento in cui assumono Mifepristone.

Con una dose eccessiva di Mifepristone a 600 mg, che è ancora usato nella Federazione Russa (e solo in Russia!), L'allattamento al seno deve essere interrotto almeno 14 giorni dopo l'assunzione del farmaco.

16. Esami dopo l'interruzione medica della gravidanza

In assenza di intervento intrauterino, la frequenza di possibili complicanze infettive e infiammatorie è ridotta al minimo. L'uso domestico di droghe consente di non ricorrere al contatto con il personale medico.

Questo significa che l'aborto medico può essere eseguito completamente senza cure mediche qualificate? No.

Indipendentemente dai seguenti fattori:

  • salute generale (se ti senti bene);
  • il corso della procedura stessa (se tutto è andato senza effetti collaterali);
  • il volume e la durata dello spotting (se si sono fermati o leggermente macchiati),

Devi assolutamente fare quanto segue: visita un ginecologo per eseguire un'ecografia di controllo dell'utero. Il medico deve confermare in modo affidabile che non ci sono frammenti e membrane fetali, nonché grossi coaguli di sangue nella cavità uterina.

La visita deve essere effettuata 10-14 giorni dopo l'inizio dello spotting.

Cosa devo fare se si trovano frammenti e / o membrane fetali nell'utero o se la gravidanza è rimasta dopo un aborto medico? Per le risposte, consultare la sottosezione Aborto incompleto dopo MA.

Abbiamo indicato la quantità minima e obbligatoria di ricerca dopo un aborto preformato.

Idealmente, oltre all'ecografia dell'utero, è necessario esaminare il seno (ghiandola mammaria) (2-3 mesi dopo la procedura di aborto) da un mammologo (se questo specialista non è disponibile, è possibile consultare un ginecologo). Per maggiori dettagli vedere la sottosezione Seno (seno) dopo MA.

Se c'è una violazione del ciclo mestruale, quindi uno studio del background ormonale e la nomina di COC.

17. Metodi di contraccezione dopo l'aborto medico

Metodi ormonali: contraccettivi orali, contraccettivi iniettabili, impianti, cerotto contraccettivo e anello vaginale contraccettivo.

Inizio dell'uso dopo MA: anello vaginale contraccettivo - il giorno dopo l'assunzione di Misoprostol o, in caso di sanguinamento grave, dopo 2-3 giorni. I fondi rimanenti - il giorno dell'assunzione di Misoprostol (Cytotec).

  • Durante questo periodo di tempo ed entro 1 settimana dall'uso della contraccezione ormonale, dall'uso di metodi di barriera, OR
  • È necessario utilizzare un altro metodo ormonale fino a quando non viene fornito il metodo selezionato (ad es. Utilizzare contraccettivi orali fino a quando non viene fornito un metodo dipendente dal medico.

Dispositivo intrauterino (IUD): contenente [LNG] o contenente rame [Cu] contenente levonorgestrel.

Inizio dell'uso dopo MA: dopo la completa espulsione delle membrane e la conferma del completamento dell'aborto medico.

Metodi barriera e spermicidi

Inizio dell'uso dopo MA: con la ripresa dell'attività sessuale.

Sterilizzazione chirurgica volontaria femminile

Inizio dell'uso dopo MA: dopo che una donna fa una scelta indipendente, libera e informata.

Metodi di pianificazione familiare naturale e metodo del calendario

Inizio dell'uso dopo MA: dopo il ripristino del normale ciclo mestruale.

Up