logo

Il bambino nelle prime settimane di vita sembra così fragile e non protetto. Come scegliere il momento giusto per fare il bagno, il bambino dovrebbe essere pieno o affamato prima delle procedure dell'acqua? Il pediatra risponderà a queste domande. Nel nostro negozio online "Daughters and Son" troverai tutto il necessario per un bagno confortevole: vasche da bagno, scivoli, pannolini e termometri per misurare la temperatura dell'acqua.

Scegli un momento per nuotare

I pediatri raccomandano di fare il bagno al bambino prima di allattare. I bambini rispondono a queste procedure in diversi modi. La maggior parte dei bambini ama dilettarsi, ma un bambino affamato può odiare un bagno. Se non riesci a nuotare a stomaco vuoto, dai da mangiare al bambino, quindi attendi 30 minuti e fai il bagno.

I bambini devono essere lavati:

  • ogni giorno non è solo igiene, ma anche indurimento morbido;
  • meglio la sera - le procedure idriche si rilassano, alleviano lo stress, aumentano l'appetito. Alcuni bambini sono sovraeccitati e dormono male mentre fanno il bagno. Tali bambini dovrebbero essere lavati durante il giorno, tra le poppate;
  • prima di mangiare, poiché i movimenti attivi fanno sputare il bambino. Il bambino troppo affamato che non vuole sopportare, fa il bagno in 30-45 minuti dopo l'alimentazione;
  • l'acqua non dovrebbe essere troppo calda.

Per scoprire esattamente se la temperatura dell'acqua nella vasca da bagno è adatta al bambino, il termometro elettronico Chicco aiuterà. Il dispositivo è sicuro, ricorda un giocattolo divertente e luminoso.

Importante!

I pediatri non hanno consenso sul tipo di acqua (bollita o in esecuzione) per fare il bagno a un bambino. Prima di curare la ferita ombelicale, prenditi cura del bambino e aggiungi una soluzione leggermente rosa di permanganato di potassio all'acqua bollita. Da sei mesi puoi riempire il bagno dal rubinetto.

Tabella 1. Suggerimenti per i genitori sulla balneazione infantile
DomandeLe risposte
TempoPrima dell'alimentazione Se il bambino ha fame e piange, dai da mangiare, attendi 30-45 minuti, quindi procedi con le procedure dell'acqua.
Temperatura dell'aria22-24˚С
Temperatura dell'acqua36-37˚С
Durata della procedura2 a 10 minuti.
Posso lavare con sapone?Circa 2 volte a settimana.
Posso usare lo shampoo?Non prima di 3-4 mesi.

risultati

I medici non consigliano di fare il bagno ai bambini al completo. Ma i bambini hanno diversi temperamenti e ritmi di vita. Se il bambino piange e non vuole lavare la fame, riscattalo tra le poppate. Dopo un pasto, fai una pausa di almeno 30 minuti prima di iniziare le procedure dell'acqua.

Trattamenti dell'acqua senza lacrime. Quando è meglio fare il bagno a un neonato - prima o dopo un pasto?

Dopo la dimissione dall'ospedale e fino a sei mesi, il neonato viene lavato ogni giorno. Un'eccezione viene fatta solo se il bambino è malato o vaccinato.

Poiché il bagno viene effettuato ogni giorno, diventa gradualmente il rituale più importante nella vita del bambino, la pietra angolare del suo regime. Balneazione organizzata in modo adeguato: esercizio fisico, indurimento e una sessione di rilassamento per una piccola persona.

Inoltre, una sessione tempestiva di procedure idriche nel modo più favorevole influisce sul sonno notturno del bambino e un sonno notturno di solito è il sogno caro dei giovani genitori.

In che modo la modalità sbagliata influirà sul bambino?

Di solito ai bambini piace nuotare. I primi mesi di vita per loro sono lo stress puro e, in un mondo completamente nuovo e sconosciuto, un bagno con acqua calda diventa una sorta di sfogo e il bagno: un ritorno all'elemento familiare, in cui è comodo e sicuro.

I pediatri consigliano una sessione di bagno contemporaneamente prima di coricarsi. Tuttavia, i genitori appena nati sollevano sempre la domanda: è possibile e dopo quanto dopo l'allattamento al bambino è consentito iniziare a fare il bagno e, in generale, come eseguire correttamente le procedure dell'acqua - prima o dopo i pasti?

Quando lavare il tuo bambino?

Non esiste una risposta inequivocabilmente corretta a questa domanda: tutti i bambini sono diversi, hanno caratteri, stato di salute e modalità di alimentazione diversi (al seno, artificiali o misti).

Pertanto, ogni madre dovrà scegliere il momento delle procedure dell'acqua che è ottimale per il suo bambino.

Ciò aiuterà il bambino a formare un certo regime di balneazione, alimentazione e sonno..

È possibile prima dei pasti?

Naturalmente, nella maggior parte dei casi, il bagno prima dei pasti è ottimale. Teoricamente, facendo il bagno, il bambino non solo diventa pulito, ma esegue anche una sorta di esercizio, che è piuttosto costoso in termini di sforzo fisico. Ed è per questo che è logico prima lasciare che il bambino si stanchi, e solo dopo lo nutre e lo distende su una lunga e sana notte di sonno.

È questo schema (fare il bagno - l'ultima poppata - una notte di sonno) che il Dr. Komarovsky raccomanda, sottolineando gli ovvi vantaggi di questo approccio:

  • Atteggiamento risparmiante nei confronti della digestione del bambino (l'attività fisica non è a stomaco pieno).
  • Facilità di addormentarsi bambino.
  • Durata e sonno notturno di alta qualità.

È possibile un danno per il bambino??

Purtroppo, spesso gli schemi che funzionano bene in teoria sono scomposti in pratica sulle caratteristiche di una particolare piccola persona. Molte giovani madri, cercando di seguire letteralmente il consiglio di Komarovsky, sono preoccupate che i loro figli per qualche motivo non vogliano essere coerenti. E se li fai il bagno prima di dargli da mangiare, allora tutta la famiglia avrà una cascata dalle lacrime e un vero capriccio eseguito da un piccolo artista.

Se tuo figlio piange ogni bagno, un tale bagno gli è dannoso. Non devi sopportare le bizze di Malyshev per settimane solo perché il bambino dovrebbe presumibilmente qualcosa a qualcuno "secondo Komarovsky".

In quali casi è impossibile?

I capricci sono letteralmente controindicati per questi bambini, quindi ricordiamo: l'obiettivo dei genitori è fare il bagno senza lacrime, e se per questo devi prima nutrire il bambino, allora nutriamo e non avvertiamo alcun dolore di coscienza.

Come eseguire la procedura?

Se fai il bagno al tuo bambino prima dei pasti, scegli liberamente qualsiasi metodo di procedure dell'acqua: doccia, lavaggio in un bagnetto o nuoto in un ampio bagno.

È possibile dopo aver mangiato?

Quindi, ripetiamo: dopo aver mangiato, facciamo il bagno al bambino solo se il bagno prima di mangiare provoca una protesta forte e violenta. E in questo caso, cerchiamo di non dare da mangiare al bambino, perché, dopo aver mangiato "dalla pancia", il bambino può semplicemente addormentarsi, mettendo i genitori di fronte a una scelta difficile: rifiutare di fare il bagno (che è cattivo dal punto di vista dell'igiene e del rispetto del regime) o svegliarsi (buttandolo giù di notte tuo figlio e rischiare di imbatterti in un nuovo lotto di lacrime).

Quanto dopo un pasto posso iniziare a lavare il mio bambino? Nutriamo il bambino leggermente, aspettiamo 5-10 minuti - finché possiamo aspettare, senza far piangere la materia (non dimenticare di indossare una colonna per ottimizzare il tratto digestivo) e consegniamo il bambino in bagno.

I pediatri raccomandano di aspettare un'ora tra l'alimentazione e il bagno, come eccezione - almeno mezz'ora. Pertanto, proviamo a portare il bambino non immediatamente dal petto al bagno, ma comunque dopo una pausa massima nella tua situazione.

Beneficio e danno

Tuttavia, in un tale "profitto" si trova l'altro lato della medaglia: idealmente, il bagno dovrebbe essere una parte importante dell'attività fisica del bambino e lavare il piccolo passivo addormentato non ha alcun effetto in termini di sviluppo motorio.

Inoltre, se fai il bagno al tuo bambino dopo aver mangiato, preparati a una serie di conseguenze:

  1. Sputare. Fare il bagno a stomaco pieno porterà quasi completamente a rigurgito profuso direttamente nel bagno. Dopo questo, può iniziare un singhiozzo o persino un attacco di colica, il che significa che le lacrime non possono ancora essere evitate. Pertanto, ricorda la moderata alimentazione alla vigilia del nuoto.
  2. Defecazione. I neonati, come sapete, molto spesso vanno in bagno in grande stile e, di regola, lo fanno immediatamente dopo aver mangiato. Dovremo cambiare rapidamente l'acqua e in qualche modo "intrattenere" il bambino durante una pausa forzata. Non puoi fare a meno dell'aiuto di un secondo genitore.

Come eseguire la procedura?

Come sapete, prima di fare il bagno, alle madri viene consigliato di condurre la ginnastica per il bambino. Quindi, se puoi ancora nutrire un bambino prima di andare in bagno, allora è severamente vietato prima della ginnastica. Pertanto, pianifica attentamente la tua serata: alimentazione - almeno mezz'ora (preferibilmente un'ora) pausa - ricarica - alimentazione - indossando una colonna - bagno - alimentazione - sonno.

Quando fai il bagno a un bambino ben nutrito, è meglio astenersi dal nuotare in un grande bagno con un cerchio speciale sul collo. Naturalmente, anche le immersioni dovranno essere abbandonate. La tua opzione: una doccia ordinata o lavare il bambino nella vasca da bagno per bambini.

Agiamo il più attentamente possibile, cercando di non rovesciare il bambino ed evitare l'abbondante rigurgito di cibo.

Suggerimenti per i genitori

  1. Guarda il tuo bambino. Regola la modalità per il bambino, non il bambino per la modalità.

Fare il bagno a un bambino dovrebbe portare solo emozioni positive non solo a lui, ma anche a tutti i partecipanti al processo. Sentiti libero di regolare la modalità della giornata del bambino fino a quando il bagno è a posto.

Lo imparerai dal sorriso gioioso delle sue briciole, con cui ti guarderà dalla vasca da bagno, così come dalla tua calma e dal tuo senso di pace che le procedure notturne dell'acqua inizieranno a portarti..

Video utile

Ti offriamo il parere del pediatra su quando fare il bagno al bambino prima o dopo i pasti:

Perché non puoi fare il bagno subito dopo aver mangiato?

Puoi fare un bagno subito dopo aver mangiato. Se stiamo parlando di un panino o di una porzione di zuppa, tutto andrà bene. Si ritiene che non si dovrebbe fare un bagno, muoversi attivamente o, al contrario, mentire sullo stomaco quando una persona ha mangiato troppo cibo..

In questo caso, tutto ciò può causare disagio addominale, nausea e vomito. E non piacerà a nessuno.

Ma l'aria calda in bagno può causare nausea. E qui, da un lato, c'è vapore e soffocamento, dall'altro, uno stomaco traboccante che non può far fronte alla digestione. E i risultati potrebbero non essere molto.

Quindi, in caso di eccesso di cibo, vale la pena sedersi tranquillamente prendendo un preparato enzimatico, e se c'era una moderata quantità di cibo, allora puoi nuotare.

I medici non ci raccomandano di fare il bagno immediatamente dopo una cena abbondante, tuttavia, non raccomandano di iniziare subito un allenamento o un lavoro fisico.

Il rischio di disagio aumenta e la velocità di digestione del cibo consumato prima di fare il bagno diminuirà dall'acqua calda. Ma non dovresti saltare nel bagno a stomaco vuoto, una volta mi ha spaventato una volta. Aveva molta fame da quando era in un lungo viaggio. E il desiderio di diventare pulito ha superato la sensazione di fame, dopo essere salito nel bagno, ho sperimentato un'estrema debolezza, che mi ha fortemente allarmato. Pertanto, penso che uno spuntino molto leggero non farà male prima di fare un bagno. La cosa principale - non a stomaco pieno e non a stomaco vuoto.

Quando fare il bagno a un neonato prima di mangiare o dopo aver mangiato

Il bagno è un rituale importante che deve essere ripetuto quotidianamente. Questa procedura obbligatoria aiuta a eliminare lo sporco e il sudore accumulati durante tutto il giorno, inoltre rilassa bene i muscoli e lenisce il sistema nervoso del bambino. Dopo le procedure idriche, i bambini, di regola, mangiano bene e si addormentano rapidamente. I genitori dovrebbero assicurarsi che l'area balneare sia adeguatamente preparata e che vengano seguite le precauzioni di sicurezza..

Neonato nel bagno

Caratteristiche dei neonati da bagno

Le procedure idriche sono un'attività molto utile per tutti i bambini, a partire dal primo giorno dopo la nascita. L'ambiente acquatico è familiare e nativo del bambino, poiché vi ha trascorso nove mesi mentre era nel grembo di sua madre. In acqua, i neonati si sentono molto a loro agio. Il bagno è una procedura igienica che mira a purificare la pelle e i capelli del bambino dallo sporco accumulato.

Il bagno quotidiano contribuisce al corretto sviluppo fisico delle briciole, porta un elemento del gioco, quindi ha un effetto benefico sullo sviluppo mentale e psico-emotivo del bambino.

Se fare il bagno con un ombelico non guarito

Non esiste una risposta unica a questa domanda. Alcuni pediatri raccomandano di iniziare a fare il bagno al neonato, anche se ha una molletta sul suo ombelico, mentre altri dicono che è meglio astenersi dalle procedure dell'acqua fino a quando il cordone ombelicale non è completamente asciutto. Il famoso pediatra e autore di libri sulla salute e la genitorialità, Yevgeny Komarovsky, afferma che i genitori dovranno decidere se fare il bagno o meno un neonato nei primi giorni.

Dovrebbe essere notato! Se il bambino è in buone condizioni di vita, non suda molto e non si surriscalda, non si sporca, non gli succederà nulla di terribile se non viene fatto il bagno in bagno per una o due settimane. Questo non lo disturberà in alcun modo. Se i genitori sono preoccupati che il bambino sia a disagio, puoi sempre pulirli nelle aree problematiche e piegarli con salviettine umidificate.

Se i genitori decidono di iniziare a fare il bagno a un neonato subito dopo la dimissione dall'ospedale, quindi fino a quando la ferita ombelicale non guarisce, questo dovrebbe essere fatto con acqua bollita senza usare sapone.

Importante! Komarovsky non consiglia di aggiungere permanganato di potassio all'acqua, poiché è completamente inutile a piccole dosi e pericoloso in grandi quantità. È meglio sostituirlo con un'infusione di successione.

Fare il bagno a un bambino con un ombelico non guarito

È possibile fare il bagno a un bambino con il naso che cola

Se un naso che cola è l'unico sintomo, non è giustificato il divieto di trattamenti con acqua. Al contrario, un bagno caldo aiuterà ad alleviare le condizioni del bambino, devi solo rispettare alcune regole importanti:

  • Assicurarsi che la temperatura dell'acqua nel bagno non scenda al di sotto di + 37-38 ° C;
  • Evita le correnti d'aria, l'aria nella stanza dovrebbe essere leggermente riscaldata prima del bagno (per questo puoi attirare una piccola quantità di acqua calda nel bagno);
  • Se il bambino si trova nel bagno, quindi tutte le parti del suo corpo che non sono immerse nell'acqua, è necessario annaffiare di tanto in tanto da un secchio. Ciò è necessario per appianare la differenza tra le temperature superiore e inferiore che agiscono sul corpo;
  • Immediatamente dopo aver fatto il bagno, per prevenire l'ipotermia, il bambino deve essere vestito con pigiama caldo o altri vestiti adatti;
  • È preferibile che subito dopo il bagno il bambino vada a letto;
  • Senza inutili necessità, il bambino non ha bisogno di lavarsi la testa, poiché il naso che cola può aumentare a causa dei capelli bagnati;
  • Spesso non vale la pena condurre procedure idriche, sarà sufficiente una volta ogni due giorni;
  • La durata ottimale del bagno con rinite è di 7-10 minuti.

Nota! Quando il bambino è in bagno, le sue vie aeree sono ben inumidite e riscaldate, come durante l'inalazione. Ciò ridurrà il gonfiore della mucosa e rafforzerà l'immunità locale. Se il bambino sembra pigro, si comporta in modo capriccioso o la sua temperatura corporea è elevata, allora è meglio posticipare il bagno.

Fare il bagno a un bambino in un'infusione di erbe

Quando è meglio fare il bagno a un bambino?

Quando è meglio fare il bagno a un neonato? Il momento più adatto per le procedure idriche è dalle 20 alle 21. Dopo il bagno, il bambino si stanca, si rilassa, mangia bene e si addormenta rapidamente fino al mattino. Se un bambino non può aspettare così a lungo e, di regola, si addormenta molto prima, allora qui i genitori devono adattarsi all'orologio biologico del bambino e monitorare il suo comportamento. Potrebbe essere necessario riprogrammare il rituale del bagno al mattino o al pomeriggio. Dopo aver determinato un tempo adatto, è necessario ripararlo e renderlo permanente.

Quando fare il bagno a un neonato: prima di mangiare o dopo aver mangiato? Ad alcuni bambini piace fare il bagno prima di nutrirsi, altri a stomaco pieno. Per capire quale opzione è più adatta al bambino e quando è meglio dargli da mangiare, si può solo sperimentare. Bastano poche procedure per scoprire le preferenze di tuo figlio e prendere la decisione giusta. I genitori non dovrebbero ignorare il grido dei bambini, dovresti sempre ricordare che per il bambino è l'unico modo per esprimere insoddisfazione.

Importante! Le procedure igieniche eseguite la sera aiuteranno ad alleviare la tensione, rilassarsi e addormentarsi. Se il bambino dopo il bagno è molto agitato e si addormenta male, è meglio lavarlo nel pomeriggio, tra le poppate.

Una nuotata serale calma e rilassa il bambino

Dopo quanto fare il bagno dopo l'alimentazione

I genitori che non sanno quanto fare il bagno al bambino dopo aver mangiato dovrebbero essere consapevoli del fatto che subito dopo aver mangiato le briciole non dovrebbero essere lavati - questo può provocare rigurgito abbondante e colica intestinale. I pediatri affermano che il tempo minimo che deve trascorrere dopo la poppata è di 30-40 minuti. Quanto tempo dopo aver mangiato posso fare il bagno al mio bambino? Idealmente, dovrebbe passare circa un'ora tra l'assunzione di cibo e le procedure igieniche (questa volta sarà sufficiente per una parte del cibo da digerire completamente).

È possibile fare il bagno prima dei pasti

Fare il bagno a un neonato è preferibile all'alimentazione durante la notte. Ma i bambini sono tutti diversi: uno sarà felice di fare il bagno prima di mangiare e l'altro, solo mangiando bene. I genitori dovrebbero considerare i sentimenti e l'umore del bambino. Non puoi fare il bagno al bambino se ha molta fame e ha bisogno di cibo.

Nella maggior parte dei casi, condurre le procedure dell'acqua prima dell'alimentazione è la soluzione migliore. Facendo il bagno, il bambino non solo diventerà pulito, ma eseguirà anche una certa carica, che è piuttosto costosa in termini di sforzo fisico. È per questa ragione che all'inizio è più logico stancare le briciole, solo allora dargli da mangiare e riposarlo in una lunga e forte notte di riposo.

Il Dr. Komarovsky raccomanda di aderire a tale schema: fare il bagno, quindi l'ultima poppata e una notte di sonno. Sottolinea che questo approccio ha evidenti vantaggi: un atteggiamento parsimonioso verso gli organi digestivi del bambino (l'attività fisica non si verifica a stomaco pieno), facilità di addormentarsi, sonno notturno lungo e di alta qualità.

Come fare il bagno a un neonato

Affinché la procedura porti i massimi benefici e comfort per il bambino, i genitori dovrebbero considerare alcune sfumature:

  • Per fare il bagno, è meglio non usare un grande bagno per adulti, ma uno per bambini, lungo 70 cm. Puoi acquistare uno speciale bagno anatomico, più comodo da usare, poiché il suo piano sarà posizionato ad angolo in modo che la testa del bambino si mantenga ben al di sopra dell'acqua;
  • Prima dell'uso, è necessario lavare bene il bagno con sapone per bambini e versare sopra acqua bollente;
  • Per non preoccuparti della temperatura dell'acqua selezionata, è possibile acquistare un termometro per l'acqua. La temperatura dell'acqua dovrebbe essere uguale a 37-38 gradi;
  • Se è necessario utilizzare decotti di erbe per fare il bagno, vale la pena sapere in anticipo quali proprietà curative hanno ciascuna. Il brodo deve essere preparato in anticipo (un'ora prima del bagno) e aggiungerlo al bagno, avendo filtrato immediatamente prima del bagno;
  • Nel primo mese di vita, un bambino non può essere usato per fare il bagno con una spugna o un asciugamano, è meglio prendere un panno morbido, un batuffolo di cotone o lavare delicatamente la pelle di un neonato con una mano;
  • Nel processo di abbassamento del bambino in acqua, è necessario tenere la testa e la schiena con la mano sinistra e le gambe e le natiche con la mano destra;
  • Abbassa delicatamente il bambino nell'acqua, tienilo in modo che la testa e le spalle siano sopra la superficie dell'acqua. Risciacquare i palmi e le mani del bambino, quindi i piedi e le gambe.

Informazioni aggiuntive. Dopo il bagno, l'ombelico viene necessariamente trattato, lasciandolo asciugare. Per questo, è meglio usare perossido di idrogeno al 3%, clorexidina e miramistina. Cadere nella ferita ombelicale usando una pipetta. Rimuovere le croste imbevute, ma solo se si separano bene. Zelenka non ha bisogno di gestire l'ombelico. Non è ancora possibile coprire l'ombelico con un cerotto o fasciarlo, poiché ciò può causare la comparsa di agenti patogeni e ulteriori infezioni..

Fare il bagno a un neonato in un pannolino

Come fare il bagno a un bambino al mese

Come fare il bagno a un bambino di un mese:

  1. Abbassa il bambino in acqua.
  2. È importante che la testa e il collo delle briciole giacciano sui palmi di mamma o papà e che le scapole e le spalle siano nell'acqua.
  3. Per maggiore comodità, puoi usare uno scivolo o un'amaca in modo che due mani siano libere per fare il bagno al bambino.
  4. Con movimenti delicati, insapona tutto il corpo del bambino, andando dal collo alle gambe. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata a pieghe della pelle, collo, palmi, gomiti e fossa poplitea, genitali, ano.
  5. Quindi, insapona la testa del neonato, lava via il sapone.
  6. Alla fine del bagno, versa il bambino con acqua, la cui temperatura dovrebbe essere inferiore di un grado rispetto al bagno.

Nota! Fino a un mese e mezzo di vita di un bambino, è meglio non usare prodotti per l'igiene dei bambini (shampoo, schiuma, gel). Se necessario, è meglio usare il sapone per bambini, ma non più spesso di una volta alla settimana.

Il bambino mensile nuota nel bagno

Processo di balneazione

Come lavare un bambino in un bagnetto:

  • Posiziona il bagno in modo che sia conveniente per mamma o papà tenere la schiena dritta per 7-10 minuti. È conveniente posizionare la vasca da bagno per bambini in una vasca grande utilizzando appositi telai. È anche conveniente usare il bagno anatomico, in cui una punta è leggermente sollevata. Ciò ti consentirà di sostenere bene la testa del bambino in modo che non cada nell'acqua. Se il bagno è normale, puoi semplicemente mettere un pannolino piegato nella testa due o tre volte sotto la testa;
  • Preparare l'acqua, portando ad una temperatura di 37-38 gradi. Se necessario, puoi aggiungere ad esso un decotto precotto di erbe medicinali;
  • Nelle prime settimane di vita di un bambino, è meglio fare il bagno non nudo, ma avvolto in un pannolino sottile, quindi si sentirà molto più a suo agio;
  • Immergi completamente il corpo del bambino nella vasca insieme alle spalle e posiziona con cura la testa sopra la superficie dell'acqua, adagiata su un pannolino arrotolato;
  • Puoi lasciare il bambino per diversi minuti in acqua o iniziare immediatamente a versarlo con un po 'd'acqua dal secchio. È necessario fare come piace alle briciole e monitorare costantemente la temperatura confortevole dell'acqua;
  • Se il bambino fa il bagno in un pannolino, è necessario rilasciare gradualmente le gambe e le mani e lavarle leggermente;
  • Dopo il bagno, sciacquare il bambino con acqua pulita, soprattutto se è stato utilizzato sapone da bagno..

Informazioni aggiuntive. Un bambino dovrebbe essere lavato ogni giorno, poiché questa non è solo un'importante procedura igienica, ma anche un leggero indurimento.

Bambino nel cerchio cervicale

Cosa fare dopo il nuoto

Azioni dopo il nuoto:

  1. Avvolgi il bambino in un asciugamano che assorbirà bene l'umidità. È meglio comprare un asciugamano per bambini con un cappuccio in modo che il bambino sia caldo e che i suoi capelli sulla sua testa si asciugino più velocemente.
  2. Nelle prime settimane, elabora l'ombelico.
  3. È bene bagnare tutte le pieghe del corpo del bambino, asciugare la pelle con delicati movimenti di ammollo, cercare di non strofinarla con un panno.
  4. Eseguire procedure igieniche: pulire le orecchie, trattare la pelle con polvere o crema idratante.
  5. Metti sul bambino un pannolino e vestiti (o avvolgi un pannolino).

Fare il bagno al bambino è una procedura speciale che, oltre ad alcuni piccoli problemi, porterà a genitori e figli un'enorme gioia e indubbi benefici, a condizione che i genitori facciano tutto correttamente.

3 "puoi" e 6 "non puoi" dopo aver mangiato

Siamo stati a lungo radicati nelle nostre abitudini. Che si tratti del desiderio di sdraiarsi sul divano, di essere tornati a casa dal lavoro o di fare un bagno caldo subito dopo cena. Tutti noi abbiamo "attività" quotidiane che ci danno gioia. Ma non pensiamo sempre che molte di queste abitudini possano causare disturbi. In particolare, stiamo parlando del nostro sistema digestivo sensibile, che richiede un'attenzione speciale..

In una selezione esclusiva basata sulla ricerca medica, scoprirai quali sono le nostre azioni che possono influenzare positivamente o negativamente la digestione..

E prima, parliamo di cosa non dovrebbe essere fatto immediatamente dopo aver mangiato. Gli esperti raccomandano di evitare le seguenti 6 popolari attività post-pasto. Questi suggerimenti ti aiuteranno anche a trovare la risposta migliore al tuo stomaco..

1. Vai a fare una passeggiata (no)

Molte persone scoprono che camminare subito dopo un pasto promuove la produzione di succo gastrico e aiuta la digestione..

Ma in realtà - è vero il contrario. Camminare dopo aver mangiato può causare riflesso acido e indigestione..

In generale, camminare è un buon modo per bruciare calorie. Non devi fare una passeggiata per i primi 10-15 minuti. Si raccomanda di iniziare l'esercizio almeno 30 minuti dopo aver finito di mangiare.

2. Mangia frutta (no)

Molte persone sono sicure che è necessario mangiare frutta per dessert subito dopo aver mangiato. Ma si scopre che questo non è il momento giusto per godersi angurie, mele e uva..

Quasi tutti i frutti vengono facilmente digeriti, poiché sono costituiti da "zucchero semplice". E se mangi frutta subito dopo aver mangiato, la frutta non sarà in grado di digerire rapidamente nell'intestino con altri prodotti. Invece, sono "bloccati" con la cena o il pranzo. Questo è il motivo per cui non dovresti mangiare frutta nella prima ora dopo aver mangiato.

3. Bere tè (no)

Molti tè hanno proprietà antinfiammatorie e detergenti, che sono in gran parte benefiche per la nostra salute..

Tuttavia, molti nutrizionisti non raccomandano di bere queste bevande dopo i pasti. Il tè contiene polifenoli e tannini, che legano il ferro negli alimenti vegetali. Di conseguenza, lavando giù gli alimenti con il tè, potremmo non ottenere la quantità necessaria di ferro dai nostri piatti.

Ecco perché il momento ideale per il tè è almeno un'ora dopo un pasto. Questo dovrebbe essere rivolto a tutti coloro che hanno "carenza di ferro"!

4. Sonnecchiare (no)

Molte persone amano sdraiarsi a dormire subito dopo aver mangiato, ma questa abitudine non è buona, poiché una piccola quantità di succhi digestivi rifluirà dallo stomaco nell'esofago.

Questo è il motivo per cui alcune persone soffrono di bruciore di stomaco quando vanno a letto sonnecchiando subito dopo pranzo o cena. Vai a letto almeno due ore dopo aver mangiato per evitare questo problema..

5. Fare il bagno (no)

Quando facciamo un bagno caldo o una doccia, la nostra temperatura corporea aumenta. Al fine di abbassare questa temperatura, il nostro corpo pompa più sangue sulla superficie della pelle per "rilasciare" il calore.

Di conseguenza, il sangue e l'energia che verrebbero utilizzati per digerire il cibo non verranno utilizzati correttamente. Pertanto, idealmente, è meglio avviare le procedure dell'acqua dopo circa 30 minuti.

6. Fumo (no)

Per alcuni, fumare è un'abitudine passionale, per altri è un modo di comunicare. Ma entrambi accendono spesso una sigaretta dopo aver mangiato da soli o in una cerchia di colleghi e amici.

Sebbene i rischi più gravi siano associati al fumo, tra cui il cancro e l'enfisema (che causa mancanza di respiro), in questo caso stiamo parlando di esacerbare i sintomi della sindrome dell'intestino irritabile (IBS), che causa ulcere allo stomaco.

Il fumo influenza anche negativamente i muscoli del colon, che è responsabile dell'importante fase finale della digestione..

E quali abitudini trovano utili gli esperti? diamo un'occhiata!

1. Bevi acqua calda (sì)

Durante la prima ora immediatamente dopo aver mangiato, lo stomaco avrà bisogno di sangue, energia e calore per elaborare il cibo. Pertanto, sarà saggio non sprecare la tua energia su altre azioni che interrompono questo processo.

Idealmente, tutti i cibi freddi dovrebbero essere evitati, compresi gelati e acqua fredda. "Uccide" il calore nello stomaco e le reazioni acide che aiutano la digestione. In questo caso, l'acqua calda sarà utile per te..

2. Conversazione con la famiglia o gli amici (sì)

Per mantenere un buon flusso sanguigno nel tuo corpo e non interferire con la digestione, evita attività fisiche e mentali faticose.

Tutto ciò di cui hai bisogno è un dolce sole, una piacevole conversazione con la famiglia o gli amici. E nessuna controversia o chiarimento della relazione, perché può influire negativamente sulla digestione.

3. Indossa abiti larghi, allenta la cintura, rilassati (sì)

Per prevenire la malattia da reflusso gastroesofageo (GERD), evitare indumenti stretti, cinture strette o altri accessori che esercitano pressione sullo stomaco.

GUARDA ANCHE:

È meglio trascorrere del tempo in abiti larghi sia prima che dopo aver mangiato. Almeno rilassare la cintura!

Perché è impossibile fare il bagno / lavare dopo aver mangiato?

7 cose che non puoi fare dopo aver mangiato:

- L'esperienza degli esperti ha dimostrato che una sigaretta fumata dopo un pasto equivale a 10 sigarette fumate una dopo l'altra, aumentando il rischio di cancro.

- Il tè è ricco di acido, che può indurre il cibo a indurirsi nello stomaco e problemi digestivi..

- Mangiare frutta subito dopo aver mangiato può far riempire lo stomaco di aria. Si consiglia di mangiare frutta un'ora prima dei pasti o un'ora o due dopo.

- Non perdere la cintura!

- Allentare la cintura dopo aver mangiato può portare all'ostruzione intestinale.

- Dormire dopo aver mangiato può contribuire a una cattiva digestione, che a sua volta può causare infiammazione intestinale..

- Non camminare!

- Camminare subito dopo aver mangiato può portare a cattiva digestione.

- Non avviare procedure idriche!

- Durante la doccia o il bagno, si verifica un'intensa circolazione sanguigna nell'organismo e nello stomaco. Lo stomaco si restringe e questo porta a problemi all'apparato digerente.

Dopo che ora è meglio andare a letto dopo un pasto?

Alcuni medici e nutrizionisti consigliano ai pazienti di non assumere una posizione orizzontale e nemmeno di sedersi immediatamente dopo aver mangiato, ma di trascorrere almeno mezz'ora in posizione verticale, soprattutto in attività moderata. Ad esempio, fare una passeggiata, fare un po 'di pulizia o lavare i piatti. Vale davvero la pena seguire tali raccomandazioni, AiF.ru è stato detto dal gastroenterologo Sergei Vyalov.

Come notato da Vyalov, l'attività fisica dopo aver mangiato non influisce sul processo di digestione. Ma non sdraiarsi dopo colazione, pranzo o cena. “Se una persona prende una posizione orizzontale una volta dopo un pasto, non c'è nulla di cui preoccuparsi. Ma se lo fa regolarmente, ad esempio, ha l'abitudine di mangiare la sera prima di andare a letto, o gli piace semplicemente sdraiarsi dopo aver mangiato, dopo un po 'di tempo ciò può portare allo sviluppo della malattia da reflusso quando il contenuto dello stomaco entra nell'esofago e lo brucia ", spiega il gastroenterologo.

Vyalov aggiunge: se una persona ha già una malattia da reflusso, è auspicabile che quando viene assunta la posizione orizzontale, lo stomaco sia vuoto. “Questo di solito accade circa due ore dopo aver mangiato. Se hai mangiato poco o hai consumato cibo liquido, prima, dopo circa un'ora e mezza ”, osserva l'esperto.

Secondo il medico, il rischio di sviluppare o complicare una malattia da reflusso sorge proprio quando una persona prende una posizione orizzontale dopo aver mangiato. Puoi riposare dopo aver mangiato seduto o anche a metà seduta.

Posso nuotare subito dopo aver mangiato??

Condividi con

I collegamenti esterni si aprono in una finestra separata

I collegamenti esterni si aprono in una finestra separata

C'è un'opinione che non dovresti andare in acqua immediatamente dopo aver mangiato completamente. Possono verificarsi crampi e dolori addominali, c'è persino il rischio di soffocamento. Gli scienziati hanno condotto ricerche per scoprire se questa opinione è vera..

Ricordo quanto è durata la mia infanzia, quando dopo uno spuntino in spiaggia ho dovuto aspettare un'ora prima di immergermi nuovamente in mare.

Mi hanno spiegato che nuotare a stomaco pieno è pericoloso, altrimenti possono verificarsi conseguenze digestive spiacevoli per la digestione - possono verificarsi crampi. Da dove viene questa convinzione??

Le cause degli spasmi non sono completamente chiare. In realtà non ci sono prove dirette che l'attività fisica dopo aver mangiato possa causarli. Sebbene sia noto che dopo aver mangiato, aumenta il flusso sanguigno verso gli organi digestivi e quando si nuota (come con qualsiasi altra attività fisica), aumenta l'afflusso di sangue ai tessuti muscolari. Di conseguenza, il sistema digestivo riceve insufficiente afflusso di sangue e la digestione si sta deteriorando. Ciò può causare crampi allo stomaco o nausea..

Studi simili, tuttavia, sono stati condotti su atleti professionisti durante una gara di lunga distanza o triathlon. Naturalmente, questi sport comportano molta più attività fisica e resistenza rispetto agli schizzi di un bambino in acqua.

I nuotatori professionisti non mangiano troppo prima della competizione, ma assicurano che il loro stomaco non sia vuoto. Dopotutto, per mostrare il miglior risultato, hai bisogno di forza.

Durante lunghe nuotate, gli atleti possono mangiare cibo direttamente durante la competizione. E se hanno crampi, questo è più probabilmente il risultato del superlavoro che a stomaco pieno.

Un'altra cosa è la colica laterale o, come dicono i ricercatori, "dolori addominali transitori associati all'attività fisica". Anche la loro natura non è completamente compresa..

Il medico sportivo australiano Darren Morton, che sta studiando le cause del dolore alle cuciture laterali durante lo sforzo fisico, ha scoperto che i nuotatori professionisti soffrono soprattutto di coliche. Un attacco può essere innescato da un forte carico dopo un pranzo abbondante, anche se era 1-2 prima dell'inizio della competizione.

Ci sono buone notizie Si scopre che con l'età, le coliche nella parte si verificano sempre meno.

Con l'età, la colica laterale si verifica sempre meno

Tuttavia, c'è ancora una teoria che spiega perché il dolore si verifica dopo esercizi attivi sul lato. Morton ha notato che la colica inizia spesso dopo aver consumato il concentrato di frutta..

Il succo provoca gonfiore, con conseguente pressione sul peritoneo parietale o sulla parete addominale anteriore. Queste sono aree molto sensibili, motivo per cui si verifica il dolore..

Un'altra domanda è: una persona può annegare in caso di crampi o coliche? In acque poco profonde, ovviamente, puoi aspettare un attacco facendo un passo sul fondo o sdraiandoti sulla schiena.

Solo una situazione del genere sembra pericolosa quando il bambino è in profondità, non ha nulla da afferrare o in genere non tiene molto bene sull'acqua. Ma è comunque rischioso, indipendentemente dal pasto.

Se guardi le statistiche, molti bambini muoiono davvero in acqua ogni anno. In Cina, ad esempio, l'annegamento è la principale causa di decessi infantili a causa di incidenti. Tuttavia, mangiare non è considerato un ulteriore fattore di rischio..

Ad esempio, secondo gli scienziati americani, le principali cause di morte sull'acqua sono: incapacità di nuotare, mancanza di recinzioni attorno alle piscine e mancanza di supervisione da parte degli adulti.

Ma negli adulti, la principale causa di incidenti in acqua è l'uso di alcol..

Nonostante ciò, ci sono altri buoni motivi per non far nuotare tuo figlio subito dopo pranzo. Il pomeriggio è il più caldo e all'ombra è possibile evitare ustioni e surriscaldamento.

Tuttavia, come spiegare a un bambino che è stato strappato in acqua che questo può essere pericoloso? Puoi parlare del rischio di annegamento. Anche se ora sappiamo che la scienza non lo conferma.

avvertimento

Il contenuto di questo articolo è di natura educativa generale e non può sostituire la consulenza professionale di un medico. L'Air Force non è responsabile per la diagnosi fatta dal lettore in base al contenuto di questo articolo. L'Air Force non è responsabile per il contenuto di altri siti Web collegati e non pubblicizza prodotti o servizi commerciali citati su questi siti Web. Consultare sempre il proprio medico se si è preoccupati per la propria salute..

Quando dopo l'alimentazione puoi fare il bagno al bambino?

Il primo bagno del bambino è sia gioia che stress per i genitori, perché hanno paura di fare qualcosa di sbagliato. È importante prima familiarizzare con le risposte alle tue domande, mettere da parte tutti i dubbi e procedere con le procedure dell'acqua: dovrebbero portare gioia a te e al bambino. Fare il bagno con un regime di temperatura correttamente selezionato va a beneficio del bambino, quindi è meglio avviarlo il più presto possibile. Preparandosi per le procedure imminenti, molti genitori si chiedono se sia possibile fare il bagno di un neonato in un grande bagno immediatamente, quando non è abituato al bagno, o è meglio limitare lo spazio. I pediatri raccomandano di scegliere una grande vasca da bagno, poiché qui il bambino sarà in grado di muoversi, sviluppando così i suoi muscoli e il sistema respiratorio.

Quando iniziare a fare il bagno a un neonato

Scopri quando puoi fare il bagno al neonato dal pediatra e segui i suoi consigli dopo l'ospedale.

Di solito, se non ci sono patologie, i medici consigliano di fare il bagno al neonato immediatamente dopo la dimissione e quando la madre decide di avviarla da sola. Molte donne hanno bisogno di tempo per abituarsi al bambino, per superare la paura di prenderlo in braccio. Inoltre, le preoccupazioni non sono la guarigione della ferita ombelicale. Mentre decidi in quale giorno farai il bagno al tuo bambino, nessuno ha annullato l'igiene per il bambino, puoi usare lo sfregamento con un asciugamano imbevuto d'acqua, salviette umidificate, ecc. L'igiene consiste anche nel lavaggio dei genitali e dei glutei, nella cura delle orecchie e dei passaggi nasali.

Sarai interessato a discutere:

Se decidi di iniziare a fare il bagno al neonato quando la ferita ombelicale non è ancora guarita, devi disinfettare l'acqua con infusi di erbe o sale marino. Per purificare l'acqua, può essere bollita, tuttavia, ciò è associato a determinati inconvenienti, tra cui un'ulteriore misurazione della temperatura. Devi fare il bagno a un neonato con un ombelico non guarito con molta attenzione, quando la ferita è guarita, le procedure dell'acqua possono essere aumentate nel tempo.

Spesso le madri fanno una domanda se è possibile fare il bagno a un neonato se c'è una scarica nella ferita ombelicale o se l'ombelico sanguina. Le procedure idriche in questo caso sono controindicate fino alla consultazione con un medico.

In quale giorno si consiglia di fare il bagno al neonato in modo che la ferita ombelicale guarisca finalmente? La guarigione di una ferita richiederà in media 20 giorni. Devi esaminare l'ombelico quando si è formata una crosta su di esso, puoi iniziare a fare il bagno al neonato. Sebbene molti medici concordino sul fatto che non vale la pena rimandare il bagno a causa di una ferita ombelicale, tuttavia, se hai paura di danneggiare il bambino, è meglio aspettare davvero questo periodo, soprattutto perché non è lungo.

Se il neonato può già essere lavato, può essere fatto nel bagno?

Il bagno è utile per i bambini, ma è meglio non prendere un bambino troppo piccolo lì, poiché i cambiamenti di temperatura possono influire negativamente sul suo benessere. Quando viene chiesto quando un neonato può fare il bagno in un bagno, i pediatri rispondono come segue: dopo 6-8 mesi.

È possibile fare il bagno a un neonato con il raffreddore??

In questo caso le procedure per l'acqua non sono consigliate. Se il bambino è malato, scopri quanti giorni dopo la malattia il neonato può fare il bagno, devi consultare un medico.

Sarai interessato a consultazioni sui seguenti argomenti:

È possibile fare il bagno a un neonato dopo aver mangiato

Per molte madri, la domanda è rilevante se è possibile fare il bagno a un neonato dopo l'allattamento o è meglio farlo prima di mangiare. Quando fare il bagno a un neonato (prima o dopo l'allattamento), i genitori stessi devono decidere, concentrandosi sulle caratteristiche del loro bambino. In questa materia, è importante solo il comfort del bambino. Ad alcuni bambini piace nuotare dopo aver mangiato, mentre altri preferiscono le procedure dell'acqua esclusivamente a stomaco pieno. Scegli cosa fare prima - nutrire o fare il bagno - devi solo prendere in considerazione l '"opinione" del neonato. Alcuni genitori considerano questa "opinione" un capriccio, ma ciò è dovuto alla fisiologia del bambino. Il bambino è già un individuo e ciò che si adatta a uno potrebbe non adattarsi a un altro.

Indipendentemente dal fatto che farai il bagno al tuo bambino prima di mangiare o dopo aver mangiato, le procedure dell'acqua non sono raccomandate quando il bambino ha fame e chiede cibo. Se ignori questo consiglio, le procedure idriche possono trasformarsi da un piacevole passatempo in un vero test: il bambino urlerà e la mamma si innervosirà.

Posso fare il bagno a un neonato subito dopo aver mangiato? No, questo non può essere fatto. Alla domanda su quanti minuti dopo l'alimentazione si consiglia di eseguire le procedure dell'acqua, i pediatri concordano sul fatto che il bagno di un neonato può essere effettuato non prima di mezz'ora dopo. Se scegli l'opzione migliore per te e il bambino, dopo quanto tempo mangiare dopo aver mangiato, vale la pena immergere il neonato in acqua dopo aver mangiato il più tardi possibile. Idealmente, dovrebbe trascorrere un'ora tra le procedure idriche e il mangiare. Immediatamente dopo l'alimentazione, il bagno può causare disagio a un neonato. Se non resisti all'intervallo di tempo tra mangiare e fare il bagno, il bambino può ruttare durante il bagno, dopo di che c'è di solito un attacco di colica, che in linea di principio non è molto piacevole, ma è anche aggravato dal fatto che il bambino è nell'acqua. Il bambino dovrà raccogliere e interrompere la procedura.

Cosa puoi mangiare prima e dopo il nuoto in piscina

Popolare

Home → Cibo → Cosa è giusto → Cosa puoi mangiare prima e dopo il nuoto in piscina

  • mancanza di carico assiale su articolazioni e colonna vertebrale;
  • posizione orizzontale: influisce positivamente sulla distribuzione del fluido nel corpo. Il cuore funziona in modo più efficiente e “più leggero”, poiché il sangue scorre verso di esso con una corrente molto più bassa e una pressione parziale inferiore rispetto a quando si cammina (immagina solo quanti sforzi le navi devono fare per sollevare il sangue dalle gambe);
  • l'effetto di raffreddamento di immergere il corpo in acqua fredda (in media, la sua temperatura è di 24-28 gradi). Il flusso sanguigno nei capillari migliora: la pelle riceve non solo un effetto curativo, ma anche rigenerante.

L'unico aspetto negativo che una persona coinvolta nel nuoto può incontrare è che il principio di filtraggio delle piscine in stile sovietico (come quello olimpico o Bauman) è rimasto lo stesso: più cloro è, meglio è. In tali piscine vengono installati filtri di alimentazione dell'acqua che, all'aumentare della concentrazione di microbi, aggiungono automaticamente cloro all'acqua. Per questo motivo, i visitatori possono avere la pelle secca e in alcuni casi si verificano reazioni allergiche (molto spesso la pelle e la mucosa soffrono di nuovo - la persona inizia a starnutire, ha gli occhi lacrimosi e appare un naso che cola). Tuttavia, non dovresti rinunciare a nuotare se non ti piaceva l'acqua nel condizionale "olimpico": prova la piscina nel fitness club o una piccola piscina con meno traffico e traffico.

Nutrizione prima e dopo il nuoto

Quando una persona entra in acqua fredda, l'attività del suo gruppo muscolare aumenta del 30%. Ho condotto ricerche su questo argomento e ho scoperto che una persona che nuota nell'acqua, la cui temperatura è di 26 gradi, consuma 160 calorie in più in 45 minuti rispetto a qualcuno che si allena per strada nella stessa zona del polso. I muscoli freddi devono spendere energia per mantenere l'omeostasi (la costanza dell'ambiente interno), che provoca una maggiore perdita di calorie. E una doccia calda dopo la piscina contribuisce al fatto che il sistema simpatico passa al parasimpatico (inoltre durante l'allenamento abbiamo privato il cervello di zucchero). Ecco perché dopo il nuoto mi sento così affamato.

Quali sono gli allenamenti prima e dopo la mattina in piscina

Se durante il nuoto si hanno attacchi di bruciore di stomaco, non ignorare questo fatto, è meglio trovare la causa e consultare un gastroenterologo. Forse questa è una reazione allergica al cloro e il bruciore di stomaco non è in alcun modo correlato al cibo che mangi. Per scoprirlo, prova a mangiare diversi carboidrati durante la settimana in momenti diversi - molto prima dell'allenamento e immediatamente prima di esso - e osserva la reazione del tuo corpo. Se il motivo non è il cibo, è necessario consultare un medico che prescriverà i farmaci necessari. Bene, se hai mangiato proteine ​​pesanti e carboidrati corti prima dell'allenamento, sicuramente il bruciore di stomaco ti sorprenderà.

Gli atleti professionisti possono spendere 1.500-2.000 calorie in una sessione di allenamento in piscina. Ecco perché dopo il nuoto possono mangiare qualsiasi cosa. E se una persona nuota con una rana in 45 minuti, allora brucia un massimo di 150-200 calorie. Quindi c'è tutto ciò che vuoi, indiscriminatamente, una persona del genere non ne vale la pena - le calorie spese per l'allenamento devono essere reintegrate con un piccolo deficit.

Cosa c'è prima e dopo l'allenamento serale in piscina

Tuttavia, non tutti sono pronti per uno spuntino simile - molte persone, a causa della loro ignoranza, chiamano la stessa proteina "chimica" (non sanno che la proteina è una proteina micellare altamente concentrata). In questo caso, puoi consigliare un'ora prima di nuotare di bere succo, fresco o composta. Ciò è necessario in modo che il livello di zucchero aumenti leggermente. Ma non dovresti bere molto succo - 100-200 grammi, non di più (grandi dosi di zucchero devono essere evitate per non provocare un aumento dell'insulina e il lancio del sistema parasimpatico, che è stato menzionato sopra).

Poiché il carico ciclico non favorisce la costruzione muscolare, non è necessario mangiare più proteine ​​e zucchero dopo un allenamento. Tuttavia, devi ingannare il cervello. Per questo sono adatti la ricotta senza grassi con uvetta, un cucchiaio di yogurt con frutti di bosco, un'insalata con 20-30 grammi di tonno bollito o in scatola, il kefir con la ricotta. In generale, può essere costituito da fibre o piccole proteine ​​del latte. Ma in nessun caso non andare a letto affamato e non dimenticare le dimensioni della porzione - non dovrebbe essere più di una manciata di due palme.

Up