logo

La rivista è stata creata per aiutarti in momenti difficili in cui tu o i tuoi cari affrontate un qualche tipo di problema di salute!
Allegolodzhi.ru può diventare il tuo assistente principale sulla strada della salute e del buon umore! Articoli utili ti aiuteranno a risolvere problemi di pelle, sovrappeso, raffreddore, ti diranno cosa fare con problemi di articolazioni, vene e vista. Negli articoli troverai segreti su come mantenere la bellezza e la giovinezza a qualsiasi età! Ma gli uomini non sono rimasti senza attenzione! Per loro c'è un'intera sezione in cui possono trovare molti consigli e consigli utili sulla parte maschile e non solo!
Tutte le informazioni sul sito sono aggiornate e disponibili 24/7. Gli articoli vengono costantemente aggiornati e controllati da esperti in campo medico. Ma in ogni caso, ricorda sempre, non dovresti mai automedicare, è meglio contattare il medico!

Come pulire l'utero con sanguinamento

Le donne spesso affrontano anomalie ginecologiche che richiedono il curettage per la diagnosi e il trattamento..

Durante la manipolazione chirurgica eseguita per identificare la causa della malattia, gli specialisti effettuano la raccolta di materiale biologico, che viene inviato all'istologia. Tali operazioni vengono eseguite anche per rimuovere neoplasie, aborti e gravidanze congelate..

Conclusione

  1. Pulizia uterina - un'operazione durante la quale vengono rimosse le neoplasie patologiche.
  2. L'intervento chirurgico viene eseguito per diagnosticare e trattare le malattie ginecologiche..
  3. L'operazione richiede una formazione speciale - superando i test, introducendo varie restrizioni.
  4. La pulizia dell'utero è una procedura in più fasi che prevede una stretta aderenza alla sequenza di azioni.
  5. Complicazioni possono svilupparsi dopo l'intervento chirurgico..

Brilla di cosa si tratta

A seconda dello scopo dell'operazione e della gravità della patologia, i seguenti tipi di pulizia possono essere eseguiti sui pazienti:

  1. Plain. Lo strato mucoso viene rimosso all'interno della cavità uterina.
  2. Separato. La pulizia comporta raschiare la mucosa prima dal collo, quindi dalla cavità.
  3. Curettage ed isteroscopia. L'intervento chirurgico viene eseguito utilizzando uno strumento speciale che consente di monitorare l'avanzamento dell'operazione sul monitor e valutare visivamente le condizioni dell'organo.

Attenzione! Dopo il curettage, tutti i materiali biologici vengono inviati separatamente a un laboratorio per studi istologici.

Perché fare le pulizie

Le indicazioni per la pulizia chirurgica dell'utero sono tali condizioni anomale:

  • neoplasie di natura benigna, in particolare polipi;
  • ciclo mestruale lungo, abbondante, doloroso;
  • cambiamenti nelle mucose dell'organo e sulla cervice;
  • gravidanza congelata;
  • sanguinamento intermestruale;
  • displasia;
  • infertilità;
  • fibromi, fibromi;
  • processi adesivi;
  • emorragia postpartum;
  • aborto spontaneo, aborto.

Attenzione! La pulizia dell'utero viene spesso eseguita per diagnosticare e pulire l'organo (ad es. Endometriosi, iperplasia endometriale).

Durante l'operazione, il livello funzionale viene rimosso, i cui frammenti vengono inviati per istologia. Ma anche un organo genitale può essere pulito prima di un intervento chirurgico pianificato.

Controindicazioni

Non eseguire la pulizia chirurgica dell'utero in presenza di tali condizioni patologiche:

  • malattie infettive;
  • processi infiammatori che si verificano in forma acuta;
  • rottura delle pareti dell'organo;
  • tagli nell'utero;
  • neoplasie maligne.

Il momento migliore per questa procedura

La manipolazione viene eseguita prima dell'inizio del ciclo mestruale. In casi di emergenza, l'intervento chirurgico viene eseguito durante le mestruazioni o con sanguinamento uterino.

Intervento chirurgico

Il curettage diagnostico o terapeutico viene effettuato solo in ambito ospedaliero. Una donna viene sottoposta a un addestramento speciale prima dell'intervento chirurgico, viene ricoverata in ospedale.

Il giorno della pulizia dell'utero, il paziente esegue misure igieniche, porta con sé in sala operatoria un tampone pulito. Dopo la procedura, la paziente viene ritirata dall'anestesia, per qualche tempo dovrebbe sdraiarsi su una sedia ginecologica, con un cuscinetto riscaldante freddo sullo stomaco.

Dopo circa 15-30 minuti, viene portata in una barella nel reparto postoperatorio, dove viene tenuta per diverse ore. In assenza di complicazioni, il paziente torna a casa lo stesso giorno..

Preparazione per la pulizia

Prima di ogni operazione, i pazienti devono essere testati, ad eccezione dei casi di emergenza:

  • analisi generale di urina, sangue;
  • coagulogram;
  • HIV, sifilide, epatite;
  • sbavatura.

Attenzione! Prima del curettage dell'utero, una donna dovrebbe astenersi dal rapporto sessuale per diversi giorni. L'uso di supposte vaginali, la pulizia è interrotto. La chirurgia viene eseguita a stomaco vuoto.

fasi

Il curettage dell'utero viene eseguito in una certa sequenza:

  1. Un paziente addestrato viene adagiato su una sedia ginecologica, gli arti inferiori sono fissati con cinghie.
  2. Viene introdotta l'anestesia.
  3. Viene eseguito un trattamento antisettico (alcool, iodio) delle superfici genitali e vaginali..
  4. È installato un mirror ginecologico.
  5. L'accesso alla cervice si apre.
  6. Le labbra superiori si alzano e vengono tirate in avanti per mezzo di una pinza a proiettile.
  7. Viene effettuato il trattamento antisettico dell'area aperta..
  8. Una sonda per misurare la profondità viene inserita nella cavità.
  9. Seleziona la dimensione della curette desiderata.
  10. Hera attraverso gli espansori apre il collo.
  11. Viene eseguita la raschiatura.
  12. Il materiale biologico raccolto viene posto in contenitori sterili.
  13. Dopo la pulizia, viene eseguita la sanificazione dell'utero, del collo, della vagina.

Anestesia

La pulizia dell'utero è un'operazione traumatica che provoca lo sviluppo di una grave sindrome del dolore e sanguinamento. L'anestesia generale è obbligatoria per i pazienti, in cui viene iniettato un farmaco nella vena.

Se una donna è controindicata in anestesia generale, le viene somministrata l'anestesia locale, che comporta l'introduzione di un farmaco speciale nel collo. Lo svantaggio di quest'ultimo metodo è che il paziente avverte ancora sensazioni dolorose e movimenti degli strumenti.

Isteroscopia

Di recente, gli ospedali hanno iniziato a eseguire l'isteroscopia invece del obsoleto curettage dell'utero. Questa manipolazione chirurgica consente ai medici di controllare completamente tutti i processi, minimizzare i rischi di danni agli organi.

Un'operazione eseguita utilizzando apparecchiature isteroscopiche aiuta a pulire meglio. Dopo la procedura, i pazienti subiscono una riabilitazione più rapida.

Attenzione! Il vantaggio principale dell'isteroscopia rispetto al metodo tradizionale di pulizia dell'utero è la capacità di cauterizzare le lesioni.

Questo è molto importante per i pazienti con varie neoplasie, ad esempio polipi, fibromi e nodi fibroidi. Dopo la cauterizzazione dei luoghi di localizzazione delle crescite, il rischio della loro ricrescita è ridotto al minimo.

Curettage della cavità uterina, come soluzione efficace ai problemi ginecologici

Il curettage della cavità uterina è prescritto per scopi medici o diagnostici. Ti consente di identificare la causa esatta di alcune malattie e di sbarazzarti delle neoplasie (polipi, aderenze, ecc.).

Cos'è il curettage?

Il curettage è una manipolazione che si riduce alla rimozione dello strato ripristinato della mucosa uterina con strumenti speciali (curette o un aspiratore a vuoto).

L'intera procedura suona come "curettage diagnostico separato". "Separato" - poiché i tessuti della parete della cervice e dell'utero stesso vengono esaminati separatamente.

Durante l'intervento, è preferibile utilizzare un isteroscopio - un sistema per l'esame dettagliato dell'utero.

Per comprendere meglio l'essenza della procedura, è necessario divulgare alcune definizioni:

  1. Il curettage in quanto tale è solo una manipolazione strumentale, cioè una designazione dell'azione stessa. L'operazione, a seconda del metodo e dello scopo dell'esercizio, ha vari nomi.
  2. Il curettage separato prevede la rimozione sequenziale del biomateriale, prima dal canale cervicale, quindi dalla mucosa uterina. Dopo l'operazione, il tessuto rimosso andrà al laboratorio istologico, allo stesso tempo, la neoplasia viene tagliata, per cui è stata programmata l'operazione.
  3. RDV + GS (isteroscopio) è una procedura migliorata e più informativa. In precedenza, il curettage veniva eseguito principalmente "alla cieca". Lo strumento consente di esaminare in dettaglio la cavità uterina per formazioni patologiche. L'asportazione o la neoplasia del tessuto viene eseguita al termine della manipolazione. Il passo finale è valutare il lavoro svolto dal medico.

Quale organo femminile viene raschiato?

L'utero sta raschiando. Questo è un organo cavo a forma di pera in cui ci sono tre sezioni:

  • il corpo è la parte più grande;
  • istmo: si trova tra il corpo e il collo;
  • cervice: estremità inferiore ristretta dell'utero.

Il muro dell'utero è a tre strati:

  • strato interno (mucoso) - endometrio;
  • lo strato intermedio è rappresentato dal tessuto muscolare liscio (miometrio);
  • strato superiore - sieroso (perimetria).

L'utero svolge importanti funzioni:

  1. età fertile;
  2. mestruale
  3. partecipa a un atto di lavoro.

L'endometrio viene pulito. La sua peculiarità sta nel fatto che ogni mese una donna non incinta in età fertile ha un rifiuto dello strato funzionale, che si manifesta sotto forma di sanguinamento mestruale. Prima di ciò, si addensa più volte, preparandosi così all'adozione di un uovo fecondato.

Insieme al tessuto endometrioide, allo stesso tempo, vengono rimosse le neoplasie (se presenti): polipi, aderenze intrauterine, ecc..

Indicazioni per la procedura

La lettura viene eseguita nei seguenti casi:

  • sanguinamento uterino (curettage con un isteroscopio);
  • inefficienza della terapia sintomatica e ormonale delle malattie uterine;
  • trattamento dell'iperplasia della mucosa nei pazienti nel periodo premenopausale e postmenopausa;
  • pulire l'utero con una gravidanza "congelata" o aborto spontaneo;
  • rimozione di neoplasie e aderenze;
  • diagnosi di malattie ginecologiche;
  • identificazione della causa dell'infertilità.

obiettivi

Il curettage svolge un ruolo terapeutico e diagnostico. Il materiale raccolto viene sottoposto a esame istologico, in modo da poter effettuare la diagnosi corretta. Se si trovano neoplasie patologiche o aderenze nell'utero, subiscono l'escissione.

La procedura è ampiamente utilizzata nella gestione dei pazienti con iperplasia endometriale nella premenopausa e nel periodo postmenopausale. La pulizia con un isteroscopio per questa patologia è la fase iniziale della terapia.

Il curettage viene effettuato con fusione assoluta o incompleta della cavità uterina (sindrome di Asherman). Synechiae (o aderenze) possono comparire con complicazioni del periodo postpartum o post-aborto. Con un ciclo interrotto, tali donne dovrebbero sottoporsi a isteroscopia il prima possibile per rilevare aderenze e rimuoverle.

In caso di sospetto sui resti dell'ovulo o della placenta, viene prescritto anche il curettage con un isteroscopio. Utilizzando la procedura, è possibile chiarire la localizzazione della zona patologica ed eseguire la sua eliminazione senza traumi all'endometrio invariato.

Preparazione per

Il curettage viene eseguito in caso di emergenza (ad esempio, quando si apre il sanguinamento) o pianificato. In quest'ultimo caso, l'intervento viene eseguito un paio di giorni prima dell'inizio delle mestruazioni.

Ciò è necessario affinché la procedura coincida quasi con il periodo di rigetto fisiologico dello strato funzionale dell'endometrio (fase di desquamazione).

Se una donna deve asportare un polipo sotto osservazione isteroscopica, l'intervento viene eseguito immediatamente dopo le mestruazioni. La mucosa in questa fase del ciclo è sottile e la localizzazione della formazione può essere vista con la massima precisione.

Non è consigliabile eseguire il curettage a metà del ciclo, poiché questo minaccia un sanguinamento prolungato dopo l'intervento chirurgico. Questa reazione è spiegata dal fatto che lo strato funzionale dell'endometrio aumenta parallelamente alla crescita del follicolo nella prima metà del ciclo.

Di conseguenza, verrà rimosso molto prima della data prevista delle mestruazioni, che porterà al conflitto ormonale. Lo stato fisiologico tornerà alla normalità dopo le ovaie e l'utero ricomincerà a funzionare senza problemi con il sistema nervoso centrale.

Logicamente, il curettage potrebbe essere effettuato durante le mestruazioni, in modo che il rifiuto naturale dell'endometrio coincida con quello chirurgico. Tuttavia, il valore diagnostico della procedura in questo caso viene perso, poiché lo strato strappato ha già subito cambiamenti necrotici.

Studio diagnostico

Il curettage diagnostico separato con un isteroscopio è un metodo di esame approfondito:

  1. Nella gestione dei pazienti con iperplasia endometriale dopo la menopausa, RDV è incluso in un esame di screening completo in caso di individuazione o sospetta patologia endometriale.
  2. Il curettage è prescritto alle donne che hanno problemi di concepimento. La causa dell'infertilità può essere un setto intrauterino, un'anomalia in cui la cavità uterina è divisa in due parti. La raschiatura con un isteroscopio consente di identificare la malattia ed eliminare il difetto.
  3. L'ECD è indicato per le donne in età riproduttiva che hanno dimissioni prolungate, scarse e sanguinanti con una durata della malattia superiore a due anni.
  4. Il curettage svolge un ruolo importante nella diagnosi del cancro dell'utero. L'ispessimento dell'endometrio di oltre 5 mm nelle prime donne in postmenopausa è un'indicazione obbligatoria per il curettage e l'isteroscopia. Prima di questo, viene eseguita un'ecografia..
  5. L'ECD viene eseguita, se c'è un disturbo del ciclo, con segni ecografici di patologia endometriale e sospetti cambiamenti nella cervice.

Controindicazioni alla procedura

Le controindicazioni per il curettage sono:

  • malattie infiammatorie acute degli organi pelvici;
  • disturbi emorragici;
  • sospetto di una violazione dell'integrità della parete uterina;
  • grave compromissione della funzionalità cardiaca e renale.

Test necessari prima del curettage

L'elenco dei test per il curettage pianificato:

  • esame del sangue generale (KLA);
  • analisi delle urine generale (OAM);
  • coagulogram;
  • analisi dei gruppi sanguigni e fattore Rh;
  • sangue per sifilide, HIV, epatite;
  • biochimica del sangue (secondo le indicazioni);
  • spalmare su flora, oncocitologia.

Da metodi di ricerca strumentale vengono effettuati:

  • elettrocardiografia;
  • fluorography;
  • ultrasuono
  • isteroscopia - eseguita prima del curettage per chiarire la natura della malattia e la localizzazione della formazione, dopo - per monitorare la completezza dell'asportazione del tessuto.

In caso di intervento di emergenza, vengono eseguiti solo i test più necessari, con i quali è possibile valutare le condizioni del paziente nel suo insieme:

  • UAC;
  • OAM
  • gruppo sanguigno e fattore Rh;
  • coagulogram;
  • glicemia.

Fasi della procedura

La procedura viene eseguita sotto maschera a breve termine o anestesia endovenosa. L'anestesia paracervicale viene utilizzata in alcuni casi..

L'operazione consiste nei seguenti passaggi:

  1. Elaborazione del campo chirurgico con uno strumento speciale al fine di rispettare le regole di asepsi e antisettici.
  2. Apertura della cervice con specchi con un sistema di illuminazione e fissaggio con una pinza speciale.
  3. Dilatazione del canale cervicale con un espansore.
  4. Raschiatura endometriale con una piccola curetta o aspirazione sotto vuoto.
  5. Trattamento antisettico della superficie della ferita.
  6. Estrazione Toolbox.

Tecnica

L'operazione viene eseguita utilizzando la seguente tecnica:

  • L'operazione viene eseguita da un ginecologo in presenza di un assistente (ostetrica o infermiera).
  • Al paziente viene prima chiesto di svuotare la vescica, quindi sedersi su una poltrona da visita.
  • Prima della procedura, viene eseguito uno studio a due mani, che consente di determinare le dimensioni e la posizione dell'utero.
  • Successivamente, i genitali e la vagina vengono trattati con iodio o una soluzione alcolica. Il collo si apre con specchi.
  • La cervice è afferrata sul labbro anteriore da due paia di pinze ed è relegata all'ingresso della vagina. Le pinze vengono trasferite dall'altra parte. Una sonda uterina viene presa con la mano destra, che consente di determinare la dimensione longitudinale dell'utero e l'orientamento del corpo. Di norma, l'utero si trova in una posizione in cui il corpo è rivolto in avanti e la vagina è indietro e verso il basso. Pertanto, il toolkit viene inserito con il lato concavo davanti. Altrimenti (con un diverso tipo di disposizione), la direzione della strumentazione dovrebbe tenere conto delle caratteristiche anatomiche e fisiologiche.
  • Il canale cervicale è dilatato con un dilatatore metallico. L'entità dell'espansione corrisponde alla curette più grande che verrà utilizzata per il curettage (di solito prendere il n. 10-11).
  • In primo luogo, viene introdotto l'espansore del diametro più piccolo, non ci dovrebbero essere molti sforzi. Lo strumento viene introdotto solo dallo sforzo del pennello e non dall'intero braccio. L'espansore deve essere spostato in avanti fino a quando l'ostruzione della faringe interna viene superata. Ogni strumento rimane nel canale per un po '. Se è difficile inserire lo strumento successivo, è necessario utilizzare nuovamente quello precedente.
  • Alla fine della procedura, le pinze vengono rimosse e gli specchi, il collo viene lubrificato con iodio.
  • Il tessuto risultante viene posto in un contenitore con una soluzione di formaldeide al 10% e somministrato all'istologia..

La procedura è prescritta in tutti i casi se si sospetta il cancro. Innanzitutto, il tessuto viene ottenuto dal canale cervicale. Il materiale viene raccolto in un contenitore separato. Quindi procedere al curettage della mucosa uterina, il materiale viene posto in un secondo contenitore. Nella direzione dell'istologia, è necessario indicare da dove è stato prelevato il tessuto..

Curettage tradizionale

Tradizionalmente, le curette sono prese per curettage. Il movimento in avanti dello strumento dovrebbe essere molto attento a prevenire la perforazione della parete del corpo uterino. Il movimento inverso viene eseguito in modo più energico, con una leggera pressione sul muro. In questo caso, parti dell'endometrio o dell'uovo fetale vengono catturate e sezionate.

La sequenza di curettage della cavità del corpo uterino è la seguente:

  1. parete frontale;
  2. indietro;
  3. pareti laterali;
  4. angoli uterini.

La dimensione della cassetta degli attrezzi viene gradualmente ridotta. La manipolazione viene eseguita fino a quando non si avverte una sensazione di levigatezza della parete uterina.

Se al paziente viene mostrato il curettage con un isteroscopio, uno strumento ottico viene inserito nella cavità uterina dopo l'espansione del canale cervicale. L'isteroscopio è un tubo sottile con una fotocamera. Il medico esamina attentamente la cavità uterina, le sue pareti.

Successivamente, viene eseguito il curettage della mucosa. Se il paziente ha polipi, vengono rimossi con una curette in parallelo con il curettage. Al termine della procedura, viene reintrodotto un isteroscopio per valutare il risultato. Se non tutto è stato rimosso, viene reintrodotta una curette per ottenere il risultato desiderato..

Non tutte le neoplasie possono essere rimosse usando il curettage (alcuni polipi, fusione, nodi del mioma). In questo caso, strumenti speciali vengono introdotti nella cavità uterina attraverso un isteroscopio e la formazione viene rimossa sotto la supervisione di.

Curettage con mioma

La tecnica per curettage della cavità uterina dipende dal problema esistente. Una superficie della parete irregolare e irregolare si verifica con mioma sottomucoso o interstiziale.

La manipolazione in questo caso viene eseguita con estrema attenzione per non violare l'integrità della capsula del nodo mioma.

Il danno a quest'ultimo può causare sanguinamento, necrotizzazione del nodo e infezione.

Se si sospetta il cancro uterino

Se si sospetta una malignità, il materiale sequestrato può essere molto abbondante. Se il tumore è cresciuto attraverso tutti gli strati del muro, l'intervento può danneggiare gravemente l'utero.

Curettage per una gravidanza congelata

La rimozione e la distruzione dell'ovulo avviene dopo l'espansione del collo usando curette e abortzang. Con un'età gestazionale inferiore a 6-8 settimane, parti dell'ovulo distrutto vengono rimosse dalla cavità uterina attraverso un abortzang.

Il curettage delle pareti viene eseguito con una curette smussata n. 6, in futuro, poiché il miometrio diminuisce e l'utero diminuisce, prendono strumenti più piccoli e affilati.

La curette viene delicatamente fatta avanzare verso il fondo dell'utero, i movimenti vengono fatti verso la faringe interna: prima, lungo la parte anteriore, quindi sulla parete posteriore e laterale, l'uovo fetale viene separato dal letto.

In parallelo, il guscio caduto viene separato e rimosso. Usando una curetta affilata, controlla l'area degli angoli dell'utero e completa la manipolazione..

Durante la gravidanza, l'utero non può essere raschiato in uno "scricchiolio", poiché un tale intervento danneggia gravemente il muscolo dell'organo.

Periodo postoperatorio: quanto rimanere in ospedale?

Dopo la procedura, una vescica ghiacciata viene posizionata sullo stomaco in modo che l'utero si contraa meglio e l'emorragia si arresti. Dopo un po ', la donna viene trasferita nel reparto, dove lascia l'anestesia.

Normalmente, il curettage si svolge senza alcun dolore, poiché l'anestesia agisce e dura in totale circa 20-30 minuti.

emorragia

Dopo la manipolazione, lo strato muscolare dell'utero inizia a contrarsi rapidamente. Il corpo quindi ferma il sanguinamento uterino.

L'utero viene completamente ripristinato dopo il curettage in circa lo stesso numero di giorni delle mestruazioni. Di solito questo processo richiede 3-5 giorni.

Alcune ore dopo la procedura, i coaguli di sangue verranno rilasciati dalla vagina. Allo stesso tempo, la donna sperimenta debolezza, letargia (effetti collaterali dell'anestesia).

Possono verificarsi altri sintomi emorragici..

Scarica dopo la pulizia

I coaguli di sangue possono essere rilasciati nelle prime ore. Questo è abbastanza normale, poiché si è formata una superficie della ferita sulla mucosa.

Poche ore dopo l'intervento, l'intensità del sanguinamento diminuisce. Per i prossimi giorni, il paziente continua a essere disturbato dall'individuazione di giallo, rosa o brunastro. Il processo di rigenerazione della superficie della ferita è in media 3-6 giorni, ma può durare fino a dieci giorni.

La rapida cessazione del discarico non è un segno favorevole. Ciò può indicare costrizione cervicale, bassa attività contrattile del miometrio o accumulo di coaguli nell'utero.

Dolore

Dopo essersi ripresi dall'anestesia, molte donne avvertono dolore mestruale. Sensazioni spiacevoli possono irradiarsi nella regione lombare.

La sindrome del dolore dura diverse ore o giorni e di solito non richiede misure aggiuntive.

Tuttavia, i medici di solito consigliano alle donne di assumere un farmaco analgesico e antinfiammatorio dopo l'intervento chirurgico (ad esempio l'ibuprofene).

Relazioni sessuali

Le donne che hanno avuto un curettage della cavità uterina hanno mostrato riposo sessuale. Idealmente, dovrebbe durare un mese o almeno due settimane.

La necessità di astinenza è dovuta al fatto che il collo rimane aperto per qualche tempo e sulla mucosa è presente una superficie della ferita. Queste sono condizioni adatte per l'infezione, che può portare a complicazioni..

Il punto negativo che può essere associato al sesso dopo il curettage è la comparsa di disagio e dolore durante i rapporti sessuali. Questa è considerata la norma solo se dura troppo a lungo. Se il dolore persiste per diversi mesi, è necessario informare il ginecologo a riguardo..

Gravidanza e parto dopo il curettage dell'utero

La prima mestruazione dopo il curettage può verificarsi con un certo ritardo (in alcuni casi fino a quattro settimane o più), che è associato a insufficienza ormonale. Questo è anche considerato normale dopo il curettage..

Vale la pena battere un allarme se le mestruazioni non si verificano per più di due mesi: questa è una ragione seria per consultare un ginecologo.

In generale, nella maggior parte delle donne, le mestruazioni iniziano entro due o tre settimane e questo significa che in un nuovo ciclo (cioè con l'avvento delle mestruazioni), teoricamente c'è una possibilità di rimanere incinta.

La consegna dopo la procedura è generalmente buona..

Lo schema per pianificare la gravidanza dopo il curettage viene sviluppato in base a ciò che ha causato la necessità di un intervento chirurgico. Se una donna si pone l'obiettivo di rimanere incinta dopo un curettage, questo deve essere segnalato al ginecologo. Lo specialista fornirà una valutazione adeguata della situazione e raccomanderà i tempi per l'inizio della pianificazione della gravidanza.

Possibili complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Dopo il curettage, possono verificarsi le seguenti complicazioni:

  1. Sanguinamento uterino. Accadono raramente e di solito in pazienti con compromissione della coagulazione del sangue. A differenza del semplice avvistamento, che è normale e dura qualche tempo dopo il curettage, il sanguinamento uterino reale è un grande pericolo per la salute e la vita del paziente. Per arrestare il sanguinamento uterino, viene eseguito un complesso di misure terapeutiche, inclusa la somministrazione endovenosa di ossitocina, che aumenta l'attività contrattile del miometrio. Se dopo il curettage si verifica una scarica molto abbondante (cambiando due o tre elettrodi in due ore), è necessario consultare immediatamente un medico.
  2. L'accumulo di coaguli di sangue nella cavità uterina (ematometro). Si sviluppa una complicazione a causa dello spasmo cervicale, che si verifica dopo la pulizia. Questa condizione minaccia lo sviluppo di un processo infettivo. Per prevenire l'accumulo di coaguli, di solito vengono prescritti antispasmodici (no-shpa e altri), che rilassano il collo. Il primo sintomo che indica l'accumulo di coaguli nell'utero è la rapida cessazione delle secrezioni dopo il curettage e il forte dolore nell'addome inferiore. Con tali segni, è necessario consultare rapidamente un medico.
  3. Infezione e infiammazione dell'endometrio. Una complicazione deriva dalla penetrazione di un agente infettivo nell'utero. Per prevenire l'infezione dopo la pulizia, viene prescritta una terapia antibiotica. I primi sintomi di una malattia infettiva dopo il curettage sono febbre, brividi e dolore nell'addome inferiore. Quando compaiono, devi contattare un ginecologo.
  4. Perforazione dell'utero. Puoi perforare l'utero con uno strumento chirurgico (espansore, sonda, curette). Il motivo può essere un'eccessiva pressione sulla parete uterina o difficoltà ad aprire la cervice. Un'altra condizione che porta alla complicazione è l'aumento della friabilità delle pareti dell'utero, motivo per cui non è difficile perforarlo. La perforazione, a seconda dell'entità della lesione, viene ritardata da sola o suturata.
  5. Lacrima al collo. Succede quando salti una pinza da proiettile. Lo strumento non regge bene su un collo flaccido. Le piccole lacrime vengono strette da sole, in altri casi è necessaria la cucitura.
  6. Danno allo strato endometriale invariabile. Si verifica con un curettage forte e aggressivo. In questo caso, lo strato germinale viene ferito, a seguito del quale la mucosa non si ripristina. Questa è una complicazione molto pericolosa..
  7. Infertilità. Questa è una rara complicazione del curettage..
  8. Lo sviluppo della sinechia intrauterina (o aderenze, aderenze). Viene trattato chirurgicamente.

Quindi, in quali condizioni è necessario cercare immediatamente assistenza medica:

  1. Lo scarico sanguinante dopo l'intervento chirurgico si è interrotto molto rapidamente, mentre mi fa male lo stomaco.
  2. La temperatura è salita a 38 ° C e oltre.
  3. Sindrome da dolore grave, non fermata da analgesici, antispasmodici e farmaci antinfiammatori.
  4. Scarico di sangue abbondante che non si interrompe per diverse ore (tre o più elettrodi vengono consumati in due ore).
  5. Scarico abbondante con un odore sgradevole e putrido.
  6. Deterioramento generale della salute: grave debolezza, vertigini, svenimento.

Trattamento dopo la procedura

Misure terapeutiche dopo la procedura:

  1. Per prevenire lo sviluppo del processo infettivo, sono necessariamente prescritti antibiotici.
  2. In modo che i coaguli non si accumulino, nei primi giorni puoi prendere No-shpu (una compressa due volte al giorno).
  3. Nelle prime ore, puoi prendere un anestetico per ridurre il dolore e il disagio nell'addome inferiore..

I risultati dei test istologici sono generalmente ottenuti il ​​decimo giorno dopo la pulizia. È importante rivolgersi al medico al momento indicato per discutere ulteriori tattiche di trattamento..

reinserimento

Per almeno due settimane è necessario astenersi dall'attività sessuale (idealmente un mese).

Cos'altro non si può fare:

  1. Usa tamponi (pastiglie - puoi).
  2. doccia.
  3. Vai allo stabilimento balneare, alla sauna, siediti in una vasca idromassaggio (doccia: puoi e dovresti).
  4. Esercizio fisico intenso, esercizio fisico.
  5. Bere compresse contenenti acido acetilsalicilico (aspirina) - contribuiscono al sanguinamento.

Recensioni

Recensioni delle donne:

Conclusione

Pertanto, il curettage è uno degli interventi chirurgici più frequenti e necessari in ginecologia. La diagnosi di alcune malattie non può essere fatta senza questa procedura e in alcuni casi il curettage può persino salvare la vita del paziente.

Ora, metodi affidabili di anestesia e strumenti moderni vengono utilizzati per la pulizia, quindi l'operazione è il più confortevole possibile.

Curettage della cavità uterina: per cosa e come

Spesso con malattie ginecologiche, per confermare la diagnosi, è necessario esaminare l'endometrio dell'utero. I processi più importanti che si verificano negli organi del sistema riproduttivo dipendono dalle sue condizioni e dal suo sviluppo. La pulizia è anche prescritta per scopi medicinali. Come va la procedura, quanto è doloroso, quali possono essere le conseguenze, preoccupa molte donne che si trovano ad affrontare la necessità di curettage della cavità uterina. Il rischio di complicanze è minimo se, dopo la procedura, il paziente segue rigorosamente le raccomandazioni del medico.

Cos'è il curettage, a cosa serve?

L'utero è rivestito da un guscio (endometrio), composto da 2 strati. Uno di questi confina direttamente con i muscoli del muro. Sopra di esso c'è un altro strato, il cui spessore cambia regolarmente in base al funzionamento delle ovaie e alla produzione di ormoni sessuali femminili. Il curettage è la rimozione completa del livello funzionale. Questa procedura consente di diagnosticare le neoplasie patologiche e di pulire la cavità degli organi.

Tipi di procedura

Esistono diversi metodi per tale pulizia..

La normale pulizia è quella di rimuovere la mucosa solo all'interno della cavità.

Separare differisce per il fatto che la mucosa viene prima rimossa dalla cervice e quindi dalla sua cavità. I materiali selezionati vengono raccolti in diversi contenitori ed esaminati separatamente. Ciò consente di chiarire la natura della patologia in ciascuna delle sezioni dell'organo.

Un metodo migliorato è il curettage contemporaneamente all'isteroscopia. Utilizzando uno speciale dispositivo ottico (isteroscopio), l'utero viene illuminato dall'interno e l'immagine della sua superficie viene ingrandita. Pertanto, il medico non agisce alla cieca, ma intenzionalmente. L'isteroscopia consente un esame preliminare della cavità, per agire in modo più accurato. Ciò riduce significativamente il rischio che le particelle dell'endometrio rimangano nell'utero, si verificheranno complicazioni dopo l'intervento chirurgico.

Indicazioni per la pulizia a fini diagnostici

Viene utilizzato come procedura indipendente, oltre che ausiliaria, che consente di valutare la natura delle neoplasie e la quantità di interventi chirurgici di rimozione del tumore addominale imminenti.

A fini diagnostici, il curettage viene eseguito in presenza delle seguenti patologie:

  • iperplasia endometriale - una condizione in cui è eccessivamente ispessita, i tumori compaiono in esso e la loro natura deve essere chiarita (in precedenza un'ecografia viene rilevata dall'ecografia);
  • endometriosi (diffusione dell'endometrio oltre l'utero);
  • polipi endometriali;
  • displasia cervicale (viene eseguita una procedura diagnostica separata in caso di dubbi sulla natura benigna della patologia);
  • fibromi uterini;
  • irregolarità mestruali.

Scopo terapeutico

Le indicazioni per il curettage a fini terapeutici sono:

  1. La presenza di polipi. È possibile liberarsene solo rifiutando e rimuovendo completamente lo strato della mucosa. Molto spesso, dopo una tale procedura, non vi è alcuna ricaduta.
  2. Grave sanguinamento durante o tra i periodi. La pulizia di emergenza aiuta a prevenire grandi perdite di sangue. Viene eseguito indipendentemente dal giorno del ciclo..
  3. Infertilità in assenza di evidenti disturbi ormonali e patologie ginecologiche.
  4. Sanguinamento uterino nelle donne in postmenopausa.
  5. La presenza di aderenze nella cavità uterina.

Curettage ostetrico

Effettuato nei seguenti casi:

  • durante un aborto (l'interruzione artificiale della gravidanza viene eseguita in questo modo per un periodo non superiore a 12 settimane);
  • dopo un aborto spontaneo, quando è necessario rimuovere i resti dell'ovulo e della placenta;
  • con una gravidanza congelata (è necessario rimuovere il feto morto e pulire completamente l'utero per prevenire i processi infiammatori);
  • se c'è un forte sanguinamento nel periodo postpartum, che indica una rimozione incompleta della placenta.

Video: indicazioni per un curettage diagnostico separato dell'utero

Controindicazioni per la pulizia

Il curettage di routine non viene eseguito se una donna ha una malattia infettiva o processi infiammatori acuti nei genitali. In casi di emergenza (se, ad esempio, il sanguinamento si verifica dopo il parto), la procedura viene eseguita in ogni caso, poiché è necessario salvare la vita del paziente.

La pulizia non viene eseguita se ci sono tagli o lacerazioni nella parete uterina. Questo metodo non viene utilizzato per rimuovere i tumori maligni..

Procedura

Il curettage viene solitamente eseguito negli ultimi giorni del ciclo prima dell'inizio delle mestruazioni. Durante questo periodo, la cervice è la più elastica, è più facile da espandere.

Formazione

Prima della procedura, una donna deve superare un esame generale del sangue e delle urine per la presenza di processi infiammatori. La coagulazione del sangue è in fase di test. Test di sifilide, HIV ed epatite.

Prima della procedura, viene eseguita un'analisi microscopica di uno striscio dalla vagina e dalla cervice per stabilire la composizione della microflora.

3 giorni prima della pulizia, il paziente deve interrompere l'uso di medicinali vaginali, nonché rifiutare di lavarsi le mani e astenersi dal rapporto sessuale. La procedura viene eseguita a stomaco vuoto..

Come viene eseguita l'operazione?

Il curettage della cavità uterina viene eseguito esclusivamente in un ospedale, in condizioni di massima sterilità. L'anestesia viene eseguita utilizzando una maschera con biossido di azoto o somministrazione endovenosa di novocaina. L'anestesia generale è talvolta usata..

Durante la procedura, l'utero si espande con dispositivi speciali, viene misurata la sua dimensione interna. La mucosa superiore dell'organo viene raschiata usando una curetta. Se è necessaria la diagnosi, il materiale viene inviato per l'esame istologico.

Quando si esegue un aborto o una spazzolatura dopo un aborto spontaneo, una gravidanza congelata, un parto, viene utilizzato il metodo di aspirazione. La rimozione del contenuto della cavità uterina viene eseguita utilizzando un vuoto. Allo stesso modo, il sangue viene rimosso da esso con sanguinamento uterino disfunzionale o ristagno all'interno dell'utero. Questo metodo è più delicato del curettage, poiché non vi è alcun rischio di danni alla cervice o alla parete uterina.

Con il curettage isteroscopico, un tubo con una videocamera viene inserito nell'utero per esaminare la superficie. Dopo la rimozione dello strato superiore dell'endometrio, assicurarsi che la mucosa sia completamente rimossa.

Dopo la procedura, il ghiaccio viene posizionato sull'addome inferiore. Il paziente rimane in ospedale per diverse ore in modo che i medici possano verificare completamente che non vi siano rischi di sanguinamento.

Dopo l'operazione

Immediatamente dopo la cessazione dell'azione dell'anestesia, una donna può avvertire un dolore abbastanza forte nell'addome per 2-4 ore. Quindi, per altri 10 giorni, persistono sensazioni di lieve dolore tirante. Le secrezioni di sangue nelle prime ore sono forti, contengono coaguli di sangue. Quindi si trasformano in sbavature, possono apparire entro 7-10 giorni dopo l'intervento chirurgico. Se si fermano troppo rapidamente e allo stesso tempo la donna aumenta di temperatura, questo indica il verificarsi di ristagno di sangue (ematometri) e il processo infiammatorio. L'ossitocina è in trattamento per aumentare la contrattilità uterina..

Per eliminare il dolore, vengono prescritti antidolorifici e antispasmodici (no-spa) per accelerare la rimozione dei residui di sangue. Gli antibiotici vengono assunti per diversi giorni per prevenire l'infiammazione nell'utero.

2 settimane dopo la pulizia, viene eseguito un esame ecografico di controllo per verificare che la procedura abbia avuto esito positivo. Se lo studio mostra che l'endometrio non viene rimosso completamente, la pulizia deve essere ripetuta. Il risultato di un esame istologico delle cellule del materiale rimosso è pronto in circa 10 giorni, dopo di che il medico sarà in grado di concludere che è necessario un ulteriore trattamento.

Mesi dopo la pulizia inizierà tra 4-5 settimane. La frequenza della loro insorgenza viene ripristinata dopo circa 3 mesi.

Avvertenza: consultare immediatamente un medico se le impurità del sangue nelle secrezioni non scompaiono dopo 10 giorni, mentre il dolore all'addome si intensifica. Avviso dovrebbe apparire di temperatura elevata pochi giorni dopo il curettage. È necessario visitare un medico se le mestruazioni dopo la pulizia dell'utero sono diventate troppo abbondanti o molto scarse e il loro dolore è aumentato.

raccomandazioni

Dopo l'operazione, fino alla completa scomparsa delle sue conseguenze, è necessario abbandonare il lavaggio, l'introduzione di tamponi, i farmaci non prescritti da un medico nella vagina. Non puoi mettere un cuscinetto riscaldante caldo sullo stomaco, andare in sauna, fare un bagno, stare in una stanza calda o al sole per lungo tempo.

Entro 2 settimane dalla pulizia, non è possibile assumere aspirina e altri anticoagulanti. Le relazioni sessuali possono essere riprese 3-4 settimane dopo il curettage, quando il dolore e il rischio di infezione scompaiono.

Gravidanza dopo il curettage

Nel corso della gravidanza e del parto, il curettage, che ha avuto luogo senza complicazioni, di solito non influisce. La donna ha l'opportunità di rimanere incinta in poche settimane, ma i medici raccomandano di pianificare la sua insorgenza non prima di 3 mesi dopo la pulizia.

Video: è possibile una gravidanza dopo aver pulito l'utero

Possibili complicazioni

Dopo una procedura di curettage qualificata, raramente si verificano complicazioni. A volte, a causa di una violazione della contrattilità muscolare, si presenta una condizione come un ematometro: ristagno di sangue nell'utero. Inizia il processo infiammatorio.

Durante la procedura, possono verificarsi strappi al collo con strumenti. Se è piccolo, la ferita guarisce rapidamente da sola. A volte devi ricamare.

Le operazioni cieche possono danneggiare la parete uterina. In questo caso, è necessario colmare il divario.

È possibile danneggiare il basale (strato interno dell'endometrio, da cui si forma lo strato funzionale superficiale). A volte il restauro dell'endometrio diventa impossibile a causa di ciò, il che porta alla sterilità.

Con la rimozione incompleta dei polipi, possono ricrescere, richiederà ripetuti curettage.

Operazione per la pulizia dell'utero: come viene eseguita e quali conseguenze ha?

La situazione in cui a una donna viene prescritta un'operazione per pulire l'utero è molto comune. Quasi sempre, provoca paura ed esperienze irragionevoli, perché molte voci diverse riguardano questo intervento chirurgico, necessario per pulire l'utero da una gravidanza indesiderata o da patologie mediche.

La paura di parole come "puliremo l'utero", pronunciata dal medico curante, deriva dal non sapere quale sia questa procedura. Questa operazione, altrimenti chiamata curettage dell'utero ed è prescritta per alcuni indicatori medici, solleva molte domande.

Pulizia: di cosa si tratta?

Il curettage ginecologico è una piccola operazione che viene eseguita in anestesia generale, poiché provoca sensazioni spiacevoli e dolorose. Tale intervento è di 2 tipi: terapeutico e diagnostico.

Quando la pulizia medica proviene da indicatori medici. Viene eseguito non solo durante l'aborto, ma anche durante la gravidanza extrauterina o aborto spontaneo, endometrite, mioma e per rimuovere i polipi.

La pulizia, con l'obiettivo della diagnosi, viene utilizzata quando è necessario determinare esattamente la causa dei sintomi, indicando che i genitali della donna hanno iniziato a funzionare in modo errato. Il materiale ottenuto dopo che è stato inviato al laboratorio per la ricerca.

puoi saperne di più sul curettage dell'utero da questo video:

Il momento migliore per questa procedura

Tali operazioni vengono di solito eseguite prima dell'inizio di un nuovo ciclo mestruale. L'eccezione riguarda solo i casi di emergenza, ad esempio sanguinamenti gravi. Ciò è necessario per non disturbare il ritmo biologico del corpo della donna con l'intervento..

Inoltre, viene eseguita l'isteroscopia, che consente al medico di esaminare i risultati del lavoro con l'aiuto di un isteroscopio al completamento della procedura. Questo dispositivo è anche necessario per migliorare il controllo sulle azioni del medico durante l'operazione..

Provvidenza di isteroscopia dopo l'intervento chirurgico

Intervento chirurgico

L'operazione inizia con l'espansione della cervice con l'aiuto di strumenti o medicine speciali. Dopo che il canale cervicale è cresciuto a una dimensione che consente il passaggio della curette, la mucosa uterina situata nella sua cavità viene pulita con il lato acuto.

Non appena la procedura è completata, gli espansori vengono rimossi e l'intero campo chirurgico viene trattato con una soluzione antisettica. Il ghiaccio deve essere messo sullo stomaco, poiché le navi smettono di sanguinare sotto l'influenza del freddo.

Quando termina l'effetto dell'anestesia, una donna può iniziare uno stile di vita normale con lievi limitazioni fisiche. Essere in ospedale non è richiesto. Ma per monitorare il periodo postoperatorio, è necessaria una supervisione specialistica, poiché il collo sarà socchiuso per circa un mese.

Le ragioni per le quali viene prescritta l'operazione e le controindicazioni

Tale intervento chirurgico nel corpo di una donna è prescritto ed eseguito sia a scopo di terapia e diagnosi, sia per motivi medici, che includono quanto segue:

  • La presenza di polipi nell'utero e nel suo collo;
  • Lo sviluppo di nodi miomatosi;
  • Iperplasia endometriale e processi patologici in esso;
  • Sanguinamento incessante;
  • Sospetto di tumore maligno;
  • Aborto spontaneo o mancata gravidanza;
  • Complicanze dopo un aborto o un parto.

Al suo centro, il curettage è la rimozione dello strato superiore della mucosa situata nell'utero. Ma la sua implementazione non è sempre possibile. Questa piccola operazione ha una serie di controindicazioni..

Curettage durante una gravidanza morta

Possono essere sia malattie infettive che sessuali, che sono in forma acuta, e periodi di esacerbazione delle loro forme croniche. Con questi indicatori, l'intervento chirurgico è possibile solo nella maggior parte dei casi di emergenza, tra cui sanguinamenti gravi dopo il parto.

Regole post-autorizzazione

Dopo aver effettuato la pulizia, il sanguinamento che dura fino a 10 giorni è normale. Pericolosa è la loro assenza, parlando di spasmo del canale cervicale nel collo.

È necessario rispettare tutte le istruzioni del ginecologo al fine di evitare possibili conseguenze. Obbligatorio a scopo preventivo è l'uso a breve termine di antibiotici che prevengono la possibile infiammazione nella cavità uterina, nonché antispasmodici.

Tutta l'attività fisica dovrebbe essere ridotta al minimo. Non è necessario riposare a letto, ma una donna ha bisogno di riposo dopo questo intervento chirurgico. Sport, irrigazioni, bagni, bagni e sollevamento pesi sono completamente vietati..

Nel mese successivo a questa operazione, è necessario escludere tutti i contatti sessuali, poiché la cervice è in uno stato socchiuso e dovrebbe essere evitato anche l'uso di tamponi vaginali. I genitali devono essere trattati quotidianamente con soluzioni antisettiche..

Conseguenze della pulizia che possono verificarsi

Sebbene questa operazione sia classificata come la più sicura, può causare alcune conseguenze. I più comuni includono:

  • Infezione e processi infiammatori che si verificano nei genitali;
  • Grande perdita di sangue;
  • Irregolarità mestruali;
  • Risveglio del muro uterino.

Se, dopo il curettage, non vi sono spotting, spotting e dolore obbligatori nell'addome, è necessario contattare immediatamente un ginecologo, poiché la presenza di questi segni suggerisce che la cervice si è stretta e si forma un ematometro nella cavità uterina, in cui il sangue lo riempie. Se la temperatura aumenta, è necessaria anche una consulenza specialistica..

Puoi saperne di più sulla pulizia uterina da questo video:

Promemoria per le donne che hanno questa operazione

La pulizia, che viene eseguita in modo pianificato e non di emergenza, comporta una donna che osserva diverse regole specifiche:

  • Assicurati di sottoporsi a una visita medica al fine di identificare eventuali controindicazioni, nonché test di laboratorio;
  • Il perineo e il pube sono completamente rasati. Questa procedura viene eseguita al meglio indipendentemente da casa;
  • Una lunga maglietta dovrebbe essere indossata sotto la vestaglia e in alcune istituzioni mediche sono necessarie anche calze;
  • Non dimenticare la biancheria intima comoda, che è semplicemente necessaria dopo l'operazione, così come i cuscinetti. I tamponi vaginali sono severamente vietati;
  • Mangiare al mattino il giorno dell'intervento non dovrebbe essere;
  • Nel periodo postoperatorio, è richiesta l'implementazione obbligatoria della terapia prescritta dal medico;
  • Le relazioni sessuali sono escluse circa un mese dopo l'intervento chirurgico.

E non aver paura dell'infertilità, che presumibilmente si verifica dopo questa operazione. Se viene eseguito da un medico esperto, non ci saranno conseguenze negative nella cavità uterina. La gravidanza può verificarsi già nel primo mese e procedere normalmente, senza patologie.

Pulizia ginecologica

La pulizia ginecologica è una piccola operazione per il curettage della cavità uterina, che viene eseguita utilizzando l'anestesia, perché provoca dolore. Può essere curativo e preventivo..

Il trattamento non è sempre associato solo all'aborto. Spesso, le donne richiedono questa operazione a causa di endometrite, polipi, fibromi, gravidanza ectopica.

Se è necessaria la pulizia per la diagnosi, durante l'operazione viene prelevato il biomateriale, che viene inviato al laboratorio. Questo è lo strato superiore della mucosa uterina. Il suo nome è l'endometrio. Tale operazione è necessaria nei casi in cui i genitali della donna non funzionassero correttamente, ci sono lamentele di spotting al di fuori del ciclo mestruale, dolore nell'addome inferiore, febbre.

Indicazioni per la pulizia ginecologica

La pulizia ginecologica è necessaria sia a fini diagnostici che come trattamento. Le indicazioni mediche sono le seguenti:

  • la formazione di polipi nell'utero e nella cervice;
  • la presenza di nodi miomatosi;
  • iperplasia endometriale, sviluppo di processi patologici in esso;
  • sospetto cancro;
  • sanguinamento prolungato di eziologia sconosciuta;
  • aborto spontaneo, gravidanza congelata;
  • conseguenze di complicanze durante l'aborto o il parto.

Durante questa procedura, lo strato superiore della mucosa viene raschiato. Un ginecologo esperto non danneggia lo strato inferiore, che è responsabile della rigenerazione e della crescita dell'endometrio.

La pulizia diagnostica viene eseguita in tali situazioni quando una donna ha un ciclo mestruale, ci sono periodi lunghi e abbondanti, ci sono sospetti di formazioni patologiche:

  • Fibromi uterini. Questo è un tumore benigno che può raggiungere dimensioni impressionanti e interferire con il concepimento di un bambino. Il mioma si forma per vari motivi, il principale dei quali è un fattore ereditario, un aumento regolare della pressione sanguigna, numerosi aborti, eccesso di peso, uno stile di vita sedentario.
  • Displasia cervicale. Questa è una condizione precancerosa in cui le cellule sane vengono gradualmente sostituite da cellule atipiche. La causa principale di questa condizione è il papillomavirus. In questo caso, viene utilizzata una pulizia separata utilizzando un dispositivo speciale per controllare il processo di curettage.

Tuttavia, la pulizia ginecologica non è sempre possibile. Ci sono controindicazioni.

Ad esempio, la procedura non è possibile:

  • con malattie infettive che si verificano in forma acuta o cronica;
  • la presenza di infezioni latenti;
  • danno alle pareti dell'utero;
  • scarsa coagulazione del sangue.

Potrebbero esserci altre controindicazioni. Il medico determina il grado di rischio e può annullare l'operazione o riprogrammare per un tempo più appropriato.

Come prepararsi alla pulizia ginecologica

C'è un'emergenza e una pulizia ginecologica pianificata. Se è possibile prepararsi per l'operazione, questa è una procedura pianificata.

La preparazione prevede i seguenti passaggi:

  • prima dell'operazione, è necessario sottoporsi a tutti gli esami e le prove di laboratorio necessari per assicurarsi che non vi siano controindicazioni;
  • è necessario radere completamente l'area pubica e il perineo e farlo meglio a casa da soli;
  • si consiglia di indossare calze e una maglietta lunga sotto la veste;
  • che sarà necessario dopo l'intervento chirurgico e i tamponi vaginali sono severamente vietati;
  • dovrebbe venire a un'operazione a stomaco vuoto;
  • dopo l'operazione, è necessario rispettare pienamente le prescrizioni del medico;
  • durante il mese successivo all'operazione, il contatto sessuale è escluso.

Se l'operazione viene eseguita da un medico esperto e la donna segue queste semplici regole, in realtà non dovrebbero esserci complicazioni. L'intervento chirurgico pianificato viene eseguito diversi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni. Se i polipi vengono rimossi, scegli il giorno immediatamente dopo le mestruazioni.

Quando l'operazione viene eseguita in caso di emergenza, ad esempio con sanguinamento, non è necessaria la preparazione.

Con un'operazione pianificata, scegliere il giorno in cui rimangono 5-6 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni. Ciò è necessario al fine di ridurre al minimo il sanguinamento eccessivo durante l'intervento chirurgico e non causare troppi disfunzioni nel ciclo mestruale. Inizierà nel tempo.

Quali test dovrebbero essere eseguiti prima della pulizia ginecologica

Per determinare le controindicazioni, i test vengono eseguiti prima dell'operazione. Il medico ti indirizzerà sicuramente a test come:

  • analisi del sangue generale e biochimica;
  • coagulogramma (test della coagulazione del sangue);
  • esame del sangue per infezioni latenti: HIV, epatite B e C, nonché sifilide;
  • Analisi delle urine;
  • esame del sangue per gruppo e fattore Rh;
  • esame citologico di uno striscio cervicale;
  • tampone vaginale.

Questi indicatori sono importanti per valutare il grado di rischio. Un emocromo completo indica la presenza quantitativa di globuli rossi e globuli bianchi, livelli di emoglobina e così via. Secondo questi indicatori, si può giudicare l'infiammazione e la scala di questi processi, circa lo stato di altri organi del corpo.

Un esame del sangue per l'HIV, la sifilide e altri agenti patogeni non è meno importante. Se ci sono infezioni latenti, ciò aumenta il rischio di avvelenamento del sangue durante la procedura. Se la malattia procede in uno stadio acuto, l'operazione viene posticipata e il trattamento viene eseguito.

Con scarsa coagulazione del sangue, è improbabile un intervento chirurgico, perché è irto di sanguinamento.

Uno striscio dalla vagina dà un'idea dei processi infiammatori, nonché delle infezioni nascoste, determina il grado di purezza.

Un esame citologico della cervice indica la presenza di cellule alterate che compaiono durante l'inizio del processo oncologico.

Quale esame viene eseguito prima della pulizia ginecologica

Prima del curettage ginecologico, vengono condotti studi come:

  • elettrocardiogramma (l'operazione richiede l'anestesia e agisce sul cuore, quindi il cuore dovrebbe essere normale, in base allo stato del cuore, viene stabilito il tipo e la dose di anestesia);
  • fluorografia (per verificare la salute polmonare);
  • esame ecografico (mostra lo stato dell'utero, aree problematiche nella sua cavità, gravidanza ectopica, ecc.).

Potrebbero essere necessari altri tipi di ricerca, nonché la consultazione di specialisti ristretti: un allergologo, un oncologo, un cardiologo. A volte è necessaria una risonanza magnetica o una TAC.

Fasi di pulizia ginecologica

L'operazione si svolge in più fasi. All'ora stabilita, la donna viene nella piccola sala operatoria e si siede sulla sedia ginecologica. Un anestesista farà domande sulle allergie all'anestesia, sulle malattie precedenti, sulle malattie croniche.

Di seguito è l'operazione stessa:

  • Una donna viene anestetizzata (di solito per via endovenosa), il che è sufficiente per l'intero periodo dell'intervento chirurgico - questo è di 15-20 minuti.
  • Il paziente non sente dolore e non ricorda le manipolazioni che le sono state eseguite. Vede sogni piacevoli (viene utilizzata l'anestesia moderna) e si sveglia già nel reparto dopo la procedura;
  • Il medico determina la posizione della cervice usando uno specchio ginecologico, quindi lo fissa con una pinza speciale. L'utero rimane in uno stato fisso durante l'intervento chirurgico.
  • Quindi viene inserita un'asta speciale nella cavità uterina, che misura la lunghezza della cavità.
  • Il prossimo passo è l'espansione della cervice. Questo viene fatto gradualmente e con attenzione, usando un espansore. La cervice dovrebbe aprirsi a tali parametri in modo da poter passare liberamente la curette all'interno - uno strumento simile a un cucchiaio con un bordo affilato e una maniglia lunga. Le curette eseguono il curettage.
  • Non appena il canale del collo si è aperto alla dimensione desiderata, inizia la fase di pulizia. Viene introdotta una curette e con essa il medico svolge il lavoro principale. Se la procedura è necessaria a fini diagnostici, la raschiatura dalla mucosa uterina viene raccolta in un barattolo.
  • Per impedire al medico di agire alla cieca, la nostra clinica utilizza un metodo moderno: l'isteroscopia. Un isteroscopio viene inserito nella cavità uterina - questo è un tubo con una telecamera all'estremità. Il medico vede con questo dispositivo la cavità uterina, tutte le sue pareti. La videocamera è in fase di pulizia.
  • Al termine del curettage, la telecamera mostra se tutto è stato eseguito. Se qualcosa rimane, il raschiamento viene eseguito fino a quando il risultato è quello che dovrebbe essere..
  • Se alcune formazioni non possono essere rimosse con una curette, vengono introdotti altri strumenti con l'aiuto delle quali aree patologiche vengono rimosse. Stiamo parlando di polipi, sinechia, noduli miomatosi che crescono nella cavità uterina.
  • La fase successiva è il completamento del lavoro. Dopo il curettage, le pinze vengono rimosse dalla cervice, quindi il medico tratta la regione cervicale e la vagina con una soluzione antisettica. Il ghiaccio viene posizionato sullo stomaco per fermare l'emorragia nella cavità uterina.
  • La paziente viene trasferita nel reparto, dove dorme un po 'e si sveglia. Si consiglia di trascorrere diverse ore nella stanza o pernottare. Ma con una salute normale, una donna può lasciare il reparto dopo un po 'di tempo dopo essersi svegliata. La donna non sente dolore.

Recupero dopo pulizia ginecologica

Dopo la procedura di pulizia, è necessario seguire le raccomandazioni del medico. Sono i seguenti:

  • nel primo mese non usare tamponi vaginali;
  • entro 4 settimane, i rapporti sessuali dovrebbero essere esclusi;
  • trattare quotidianamente i genitali con agenti antisettici fino all'inizio della fase di guarigione;
  • ridurre l'attività fisica, escludere completamente lo sport, il sollevamento pesi;
  • le prime 2-3 settimane non fanno la doccia e non visitano il bagno, non fare il bagno.

Non è necessaria la modalità pastello, ma è necessario evitare ipotermia, stress, lunghe camminate.

In generale, un'operazione di pulizia ginecologica è una delle semplici e comode tra tutte quelle disponibili in ginecologia. Dopo 10 giorni, puoi ottenere il risultato dello studio del biomateriale.

Complicazione della pulizia ginecologica

Le azioni professionali di un medico e di un anestesista raramente portano a complicazioni..

Tuttavia, potrebbero esserci tali conseguenze:

  • Perforazione dell'utero (danno alle pareti). È teoricamente possibile perforare una parete di organo con uno qualsiasi degli strumenti utilizzati. Le statistiche mostrano che sono più spesso perforate con un espansore o una sonda. Ciò si verifica quando non è possibile espandere facilmente la cervice e una pressione eccessiva viene applicata al dilatatore. Oppure la struttura delle pareti dell'utero è allentata e facilmente feribile. Se si verifica una tale lesione, quindi grazie a un trattamento speciale, le lesioni minori guariranno da sole, mentre quelle grandi saranno suturate.
  • Lacrima cervicale. Se la pinza di bloccaggio vola via, potrebbe verificarsi una lesione simile. Questo non è sempre un errore del medico, a volte la cervice è allentata, è difficile tenere uno strumento su di esso - fissare una pinza. Il trattamento prevede la cucitura di un ampio spazio e uno piccolo si fonde da solo.
  • Infiammazione dell'utero. Tale complicazione è possibile in presenza di infiammazione o in presenza di violazioni delle esigenze della fossa settica e dell'antisettico. Per il trattamento è prescritto un ciclo di antibiotici. Di solito, un tale corso è prescritto per la prevenzione.
  • Hematometer. Questo è un accumulo di sangue nella cavità uterina. Normalmente, dopo l'intervento chirurgico, il sangue esce gradualmente. Ma se si verifica uno spasmo cervicale, il sangue rimane all'interno e provoca infiammazione, che è accompagnata da dolore. Questa complicazione è trattata terapeuticamente e può anche essere prescritto il bougienage cervicale - rimozione dello spasmo.
  • Danni alla mucosa. Se il dottore raschia eccessivamente e in modo approssimativo, potrebbe danneggiare lo strato germinale della mucosa. E questo porta al fatto che la mucosa smette di crescere, di regionalizzare. Questa è la peggiore complicazione perché non può essere trattata..
  • Rimozione non completa di neoplasie, polipi. Se qualcosa rimane, quindi il processo patologico continua. È richiesta una nuova pulizia. Molto spesso questo accade quando l'isteroscopia non viene utilizzata, il curettage viene eseguito alla cieca.

In generale, tali complicanze sono rare se i medici competenti ed esperti eseguono un intervento chirurgico.

Il campo della chirurgia è di solito prescritto un ciclo di antibiotici come profilassi dell'infiammazione..

L'individuazione di spotting dura dopo un intervento chirurgico da 3 a 10 giorni. Se ciò non accade, non ci sono perdite, è necessario contattare il proprio medico per prevenire complicazioni sotto forma di ematomeri. Per prevenire questa complicazione, possono essere prescritte compresse di nos-pa..

Dopo l'operazione, è consigliabile riposare di più, per ridurre al minimo l'attività fisica. Manifestazioni come un aumento della temperatura corporea, un forte spotting, un forte dolore al bacino, un odore putrefattivo di secrezioni dovrebbero allertare.

Mal di testa e dolori muscolari, nonché attacchi di panico possono essere il risultato della reazione del corpo all'anestesia.

Pulizia dell'utero dopo sanguinamento

Il sanguinamento uterino può verificarsi per diversi motivi:

  • Endometrite - se dopo un aborto l'uovo fetale non viene completamente rimosso o agenti patogeni come streptococchi, stafilococchi, gonococchi.
  • Sanguinamento dovuto a uno squilibrio ormonale;
  • Ematometro - accumulo di sangue nell'utero a causa di spasmo cervicale.

La pulizia viene eseguita se ci sono feti o polipi residui nella cavità uterina. Il compito del curettage ginecologico è quello di smettere di sanguinare, eliminare le cause che lo causano. Altrimenti, l'anemia si sviluppa gradualmente. Il medico prescrive agenti e farmaci emostatici che contribuiscono alle contrazioni uterine.

Con la natura infettiva della patologia, viene prescritto un ciclo di antibiotici. E con disturbi ormonali, è necessaria la consultazione di un endocrinologo.

Oltre al trattamento farmacologico, è necessaria una buona alimentazione, in cui ci sono prodotti che promuovono l'ematopoiesi. Questi sono fegato di manzo, grano saraceno, carne rossa, melograno, barbabietole, prezzemolo.

Pulizia dopo un aborto spontaneo

L'aborto spontaneo è artificiale, con l'aiuto di medicine e naturale - con una gravidanza morta o patologia cervicale.

La pulizia viene solitamente eseguita durante una gravidanza congelata al fine di prevenire l'avvelenamento del sangue e far emergere l'embrione morto.

La pulizia ginecologica per aborto spontaneo è più efficace e non provoca dolore fisico..

L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Le fasi della procedura sono le seguenti:

  • Il ginecologo determina se ci sono controindicazioni all'intervento chirurgico: infezione, infiammazione dell'utero o appendici, violazione dell'integrità delle membrane uterine.
  • Viene eseguita un'operazione sulla sedia ginecologica dopo l'introduzione dell'anestesia.
  • Se l'anestesia è controindicata, può essere utilizzata l'anestesia locale..
  • Il medico espande l'utero, inserisce una curette e pulisce.
  • Durante l'operazione è importante rimuovere completamente la placenta e l'ovulo. Dopo la pulizia, la vagina e la cervice vengono trattate e il raffreddore viene posto sullo stomaco. Dopo alcune ore, una donna può lasciare la clinica.

Pulizia dopo un aborto

A volte dopo un aborto, devi ricorrere alla pulizia ginecologica. Questo succede in situazioni come questa:

  • Dopo l'aborto medico, l'embrione non è uscito.
  • Dopo un aborto sotto vuoto, parte del feto è rimasta all'interno.
  • Dopo un aborto chirurgico, l'intero uovo fetale non è stato rimosso..

Di solito, i resti dell'embrione nell'utero si fanno sentire sanguinando, secrezioni simili a slop di carne con un odore sgradevole. Anche la temperatura corporea aumenta. Questa è una condizione pericolosa. Prima della pulizia ginecologica, il paziente viene inviato a una serie di test e test di laboratorio. Questo è un esame ecografico della cavità uterina, un esame del sangue generale, un esame del sangue per infezioni latenti, uno striscio vaginale.

Perché eseguire la pulizia ginecologica

La pulizia ginecologica è prescritta in questi casi:

  • spotting prolungato con coaguli di sangue;
  • sanguinamento tra le mestruazioni;
  • rimozione incompleta dell'ovulo durante l'aborto;
  • mancata gravidanza, aborto spontaneo;
  • infertilità;
  • endometriosi;
  • polipi, mioma;
  • cambiamento nella mucosa uterina, cambiamenti nella cervice.

Prescrivono la pulizia e quando è necessario ottenere biomateriale per la ricerca: la mucosa dalle pareti dell'utero.

La gravidanza è possibile dopo la pulizia?

Dopo la pulizia ginecologica, il ciclo mestruale è di solito disturbato. Il recupero richiede 4-5 mesi.

La gravidanza può verificarsi dopo la normalizzazione del ciclo delle mestruazioni - dopo circa 4 mesi.

Se la pulizia è stata eseguita per trattare l'infertilità, dopo l'operazione le probabilità di rimanere incinta sono molte volte superiori. Se il paziente prevede di rimanere incinta dopo il curettage, allora vale la pena discutere con il medico.

Aspirapolvere ginecologico

L'aspirazione sotto vuoto è uno dei metodi più comuni per interrompere una gravidanza. Effettuare durante la gravidanza fino a 15 settimane. Aspirazione manuale del vuoto - fino a 9 settimane.

  • gli strumenti medici convenzionali che vengono inseriti nella cavità uterina non vengono utilizzati, di conseguenza l'organo non è a rischio di lesioni;
  • in una fase precoce non richiede l'anestesia generale;
  • non causa molti danni allo sfondo ormonale, poiché la gravidanza è ancora nella fase iniziale di sviluppo;
  • l'operazione dura solo 3-10 minuti;
  • Un ritorno alla vita normale si verifica entro poche ore:
  • rischio minimo di complicanze.

Di norma, in questo caso, non ci vuole molto tempo per ripristinare la salute. Tuttavia, il metodo ha controindicazioni, tra le quali la principale è l'eccesso dell'età gestazionale consentita.

Quale anestesia viene utilizzata prima della pulizia ginecologica

L'operazione per il curettage è piuttosto dolorosa, quindi richiede l'anestesia. Con la pulizia ginecologica, è possibile utilizzare tre tipi di anestesia:

  • Anestesia locale. Il medico fa iniezioni che eliminano il dolore nella zona pelvica. In questo caso, la donna è consapevole di ciò che sta accadendo, ascolta i medici. Gli svantaggi di tale anestesia sono che una donna può ancora provare alcune sensazioni. Questo tipo di anestesia viene utilizzato in presenza di controindicazioni all'anestesia generale..
  • Sedazione. Questo tipo di anestesia è ampiamente utilizzato. Un farmaco speciale viene iniettato in una vena. Il paziente è mezzo addormentato. Tuttavia, può sentire qualcosa, ma non sente nulla. Questo tipo di anestesia non disabilita tutti i sistemi importanti del corpo, ma attenua le sensazioni. È facile uscire da questa anestesia.
  • Anestesia endovenosa (generale). Questo tipo di anestesia comporta la presenza obbligatoria di un anestesista e di attrezzature speciali. Durante l'operazione, il paziente è completamente addormentato, non sente nulla e non si sente. Dopo l'operazione, ritorna alla coscienza. Da un anestesista esperto dipende da quanto facilmente una donna si allontani dall'anestesia. Vengono utilizzati tipi moderni di anestesia endovenosa, la cui produzione è più lieve.

Quale tipo di anestesia dare la preferenza è deciso dal medico sulla base delle caratteristiche individuali del corpo della donna, dell'età gestazionale, della complessità della chirurgia.

Pulizia ginecologica per una gravidanza morta

La pulizia ginecologica in caso di gravidanza morta è il modo più affidabile per rimuovere un embrione morto. Utilizzato per molti anni in tutto il mondo. Tuttavia, l'opportunità di questa procedura è determinata dal medico.

Il medico stabilisce anche una gravidanza morta in base alle prove.

Una sedia ginecologica viene pulita mediante anestesia generale o locale. Il paziente non avverte dolore o disagio. Si addormenta durante la procedura e si sveglia nel reparto dopo tutte le manipolazioni.

Il compito del medico è rimuovere l'embrione morto prima che inizi l'infezione del sangue della donna. Il curettage viene eseguito utilizzando una curette inserita nella cavità uterina.

Prima dell'operazione, la donna dona sangue per analisi e viene anche sottoposta a un esame ecografico, possibilmente alla RM e alla fluorografia.

Dopo un'operazione di qualità durante il mese, la salute della donna viene completamente ripristinata.

Il periodo di riabilitazione dipende non solo dalla qualità dell'operazione, ma anche dallo stato di salute della donna stessa e dalla durata della gravidanza congelata. Più breve è il tempo, minore è il rischio di complicanze..

Dove fare la pulizia ginecologica

Nonostante la semplicità dell'operazione, un tale intervento nel corpo deve essere considerato attendibile da una clinica di fiducia e da medici esperti. Nel nostro istituto medico, gli operatori sanitari hanno una vasta esperienza, tutti i servizi sono certificati.

Pro della scelta della nostra clinica:

  • vengono eseguite pulizie ginecologiche di qualsiasi tipo di complessità;
  • Puoi scegliere qualsiasi giorno conveniente, poiché lavoriamo senza giorni liberi e festivi;
  • La sala operatoria è dotata di moderne tecnologie;
  • la propria base di laboratorio consente di ottenere analisi complete, i risultati sono accurati e veloci;
  • approccio individuale, atmosfera amichevole e condizioni confortevoli.

Il medico fornirà inoltre raccomandazioni complete per una riabilitazione efficace dopo l'intervento chirurgico. Viene applicato il metodo moderno: isteroscopia.

Quale medico esegue la pulizia ginecologica

Un utero viene pulito da un ginecologo che ha subito una formazione adeguata e ha un certificato. Nella nostra clinica, tali interventi chirurgici vengono eseguiti da un ginecologo, che ha una lunga storia e una reputazione impeccabile..

La pulizia dell'utero è anche chiamata curettage. Tale procedura viene eseguita per scopi medici o diagnostici..

Durante la procedura, il medico rimuove lo strato superiore della mucosa uterina per l'esame diagnostico, rimuove anche dall'utero i resti dell'uovo fetale rimanendo con un aborto incompleto. Oppure c'è una rimozione di polipi, fibromi e altre neoplasie.

Un ginecologo esperto esegue questa operazione in modo completamente indolore e senza complicazioni..

Data di pubblicazione 2019-11-06

Informazioni utili sull'argomento:

Questo articolo è pubblicato solo a scopo didattico e non è materiale scientifico o consulenza medica professionale..

Up