logo

Il ruolo delle vitamine durante l'attesa del bambino non può essere sopravvalutato. Tutte le risorse del corpo della donna vengono spese in modo che possa sopportare il bambino per 9 mesi, mantenere la salute e la forza per il parto. Anche una dieta variata non può fornire all'organismo tutte le sostanze utili, poiché i cibi crudi sono raramente utilizzati negli alimenti e la tecnologia di cottura è solitamente associata al trattamento termico. Per il normale corso della gravidanza e lo sviluppo del feto, il corpo ha in particolare bisogno della vitamina E. È importante prevenire il sovradosaggio, poiché il suo eccesso è dannoso per il corpo del bambino.

Il ruolo del tocoferolo nel corpo durante la gravidanza

Durante la gravidanza, la vitamina E (tocoferolo) è necessaria, poiché previene la comparsa di convulsioni, migliora l'elasticità muscolare, prevenendo la comparsa di smagliature sulla pelle dell'addome. Il tocoferolo svolge un ruolo importante come antiossidante, proteggendo le cellule del tessuto corporeo di una donna dai danni causati dai composti del perossido (radicali liberi). Queste sostanze si formano a seguito dell'esposizione alle tossine (erbicidi che trasformano i prodotti vegetali e sostanze tossiche presenti nell'aria e nella polvere). I radicali liberi si formano anche nel corpo sotto l'influenza delle radiazioni ionizzanti, di alcuni farmaci e di altri fattori avversi..

La sostanza è coinvolta nella formazione di ormoni che garantiscono il normale funzionamento del sistema riproduttivo e promuove la produzione di progesterone ed estrogeni. Gli estrogeni sono necessari per la normale maturazione dell'uovo e la sua preparazione alla fecondazione. E grazie al progesterone nell'utero, l'embrione viene fissato, la formazione della placenta, che fornisce nutrimento e apporto di sangue al feto in via di sviluppo.

Inoltre, la vitamina E durante la gravidanza viene assunta per prevenire l'aborto spontaneo. Nelle donne in gravidanza, si osserva spesso l'espansione delle vene a causa della formazione di coaguli di sangue nei vasi. Il tocoferolo è usato per ridurre il rischio di trombosi..

È necessario per la formazione e la crescita dei muscoli del feto, del suo sistema vascolare e del muscolo cardiaco, ed è coinvolto nello sviluppo del sistema respiratorio. Livelli aumentati di progesterone ed estrogeni contribuiscono alla formazione di prolattina. Questo ormone regola il processo di allattamento nel corpo di una donna dopo il parto..

Video: il ruolo della vitamina E nel corpo. In quali prodotti è di più

Complicanze della mancanza di tocoferolo

A causa della mancanza di vitamina E durante la gravidanza, possono apparire le seguenti complicazioni:

  • la minaccia di interruzione anticipata della gravidanza;
  • aumento della pressione sanguigna e comparsa di edema nel terzo trimestre;
  • un forte deterioramento delle condizioni di pelle, capelli, unghie;
  • dolore muscolare, crampi.

Nota: questa è una sostanza liposolubile. Nel corpo, viene assorbito solo con grassi animali o vegetali. Pertanto, per un migliore assorbimento della vitamina E durante la gravidanza, le diete ipocaloriche sono inaccettabili.

Il pericolo di eccesso di vitamina E

L'accumulo di sostanze nel tessuto adiposo del corpo può portare a un sovradosaggio. Con l'uso prolungato di dosi di shock di vitamina E durante la gravidanza, compaiono le seguenti conseguenze negative:

  • patologie dello sviluppo congenite in un bambino;
  • un disturbo del sistema nervoso in una donna;
  • a causa della maggiore elasticità del tessuto muscolare, il tocoferolo alla fine della gravidanza non può essere utilizzato, poiché può verificarsi una nascita prematura;
  • deterioramento dei reni e del fegato;
  • l'uso prolungato di grandi quantità di questo farmaco porta a una carenza di vitamine A, D e K.

La vitamina E non viene assunta contemporaneamente ai preparati contenenti sali di ferro, devono trascorrere almeno 8 ore tra le dosi di tali sostanze. I composti di ferro distruggono questa sostanza.

La vitamina E sintetica viene assunta durante la gravidanza nel 1 ° trimestre. Successivamente, la sua principale fonte di cibo.

Assunzione giornaliera di vitamina E

Durante la gravidanza, l'indennità giornaliera raccomandata è di 15 mg / die, tuttavia, in caso di aborto spontaneo, convulsioni nel primo trimestre, il medico può prescrivere 100-200 mg / die o più. Quando si prescrive la dose, si tiene conto del fatto che la vitamina sintetica non viene completamente assorbita. Una norma sicura che non provoca sintomi di sovradosaggio è l'uso di 300 mg / die di tocoferolo.

Il bisogno fisiologico di vitamina E nelle donne

Categoria femminileFabbisogno giornaliero
Dai 18 ai 60 anni15 mg
Donne nella seconda metà della gravidanza17 mg
Donne nel 1o trimestre di gravidanza100-300 mg

Quali alimenti contengono vitamina E

Va tenuto presente che una parte significativa della vitamina viene distrutta durante la frittura, quindi le donne in gravidanza dovrebbero usare olio vegetale non raffinato per la preparazione di insalate. L'olio rancido non contiene tocoferolo. La parte principale entra nel corpo con alimenti vegetali. Carne, fegato e pesce contengono una piccola quantità di vitamina.

Contenuto in vari prodotti

ProdottoContenuto di vitamina E (mg / 100 g di prodotto)
Olio di germe di grano49.4
Olio di mandorle39
Semi di girasole fritti36.3
Olio Di Semi Di Cotone35.3
Mandorle, noci30.8
Maionese30,0
peperoncino29.8
Spezie, Curry22.0
soia17,3
arachide10.3
Uovo10.1
Albicocche secche5.5
Olive5.0
Olivello spinoso5.0
Caviale granulare, beluga4.0
Rosa canina3.8
Pane grosso3.8
Cioccolato2.9
Fegato1.3
Aringhe1.2
Carne di manzo0.57

Video: come assumere vitamine durante la gravidanza

Complessi vitaminici per donne in gravidanza

I seguenti complessi vitaminici sono disponibili per l'uso durante la gravidanza. Anche la vitamina E fa parte della loro composizione:

  1. Complivit Mom (Russia). Una singola dose contiene 12 mg di vitamina E.
  2. Alphabet Mom's Health (Russia) - 20 mg.
  3. Elevit Pronatal (Svizzera) - 15 mg.
  4. Pregnacia (Gran Bretagna) - 20 mg.
  5. Femibion ​​(Austria) - 13 e 25 mg.
  6. Vitrum (USA) - 22 mg.

Tutti questi complessi contengono vitamine A e C, che contribuiscono ad un migliore assorbimento del tocoferolo. I farmaci vengono assunti con o dopo i pasti in modo che lo stomaco sia pieno, altrimenti la loro efficacia sarà bassa.

Oltre alla vitamina E, i complessi per le donne in gravidanza contengono anche acido folico, necessario per la crescita dell'embrione, la formazione del sistema nervoso, l'ematopoiesi e la biotina, una sostanza che migliora il metabolismo dei grassi e dei carboidrati. Questo aiuta a mantenere la pelle, le unghie e i capelli normali, che si deteriorano durante la gravidanza. I preparati contenenti vitamina E e indicati durante la gravidanza differiscono nel contenuto di tali additivi, così come i minerali (calcio, zinco, rame e altri). Quale farmaco scegliere, dovrebbe essere consigliato da un medico.

Dosaggio di tocoferolo per le donne in gravidanza nelle prime fasi. Vitamina E durante la gravidanza

Per mantenere la salute e il pieno funzionamento del corpo in gravidanza, è importante assumere tocoferolo (vitamina E). Questa sostanza è necessaria in tutto il corpo. Mentre una donna porta un bambino, ha bisogno di assumere abbastanza sostanze salutari.

Questo è l'unico modo per preservare la tua salute, bellezza, cura e fornire al tuo bambino tutte le vitamine, i minerali utili.

Tale cura ti consentirà di dare alla luce un bambino sano e rimanere una donna attraente, energica e sana..

Perché è prescritto?

La vitamina E durante la gravidanza è la sostanza più importante necessaria per la salute di donne e bambini. Perché i medici lo prescrivono, perché è necessario e può essere evitato? Il tocoferolo rende il corpo bello e sano. Grazie all'assunzione di vitamina E, la pelle diventa elastica, unghie e capelli sembrano ben curati.

Quando si pianifica una gravidanza, una vitamina migliora la funzione del sistema riproduttivo. Come prenderlo è determinato dal modo in cui viene ricevuto: a volte i medici prescrivono iniezioni, ma più spesso gli esperti raccomandano di assumere tocoferolo in capsule. E quanto bere la vitamina E e quanto tempo è determinato individualmente e la sua dose. La norma per gli adulti è di 20 mg, ma le donne in gravidanza hanno bisogno di più tocoferolo, specialmente nel primo trimestre.

L'uso del tocoferolo dà i seguenti risultati:

  • pelle sana;
  • stimolazione della produzione di elastina;
  • protezione dalle unghie fragili;
  • equilibrio del sistema nervoso;
  • protezione dallo stress;
  • protezione da fattori esterni aggressivi.

Ma succede che la vitamina E danneggia il corpo di una donna. Sono possibili reazioni allergiche. Pertanto, è necessario osservare la tariffa giornaliera.

Importante! Durante il periodo di gravidanza, è necessario ricostituire la dieta con sostanze utili. Puoi prenderli da cibo, capsule o multivitaminici.

La vitamina E per le donne in gravidanza aiuta il bambino a svilupparsi completamente e il processo del suo sviluppo intrauterino è confortevole. La presenza di tocoferolo consente al corpo di funzionare completamente, ha un effetto positivo sulla gravidanza. Ciò che viene prescritto tocoferolo, qual è la sua norma e dose giornaliera, viene determinato individualmente. Sulla base di analisi. Puoi prendere il tocoferolo in capsule, prenderlo dal cibo o consumare multivitaminici.

L'assunzione di tocoferolo ha un effetto positivo sulla salute. Con la sua partecipazione, si svolgono i seguenti processi:

  • la formazione della placenta, la sua maturazione;
  • prevenzione dell'invecchiamento e distacco della placenta (conservazione della gravidanza e prevenzione dell'aborto);
  • istituzione del flusso sanguigno nel cordone ombelicale;
  • sintesi di ormoni che assicurano un normale processo di gravidanza;
  • prevenzione dello squilibrio ormonale;
  • produzione di prolattina, necessaria per l'allattamento;
  • la formazione di organi e sistemi nel bambino (è particolarmente importante usare il tocoferolo all'inizio della gravidanza).

Durante il terzo trimestre, il tocoferolo non deve essere usato. La vitamina E aumenta l'elasticità dell'utero, può causare il parto prematuramente.

Dosaggio e amministrazione

La vitamina E durante la gravidanza deve essere consumata 2 volte al giorno (prima dei pasti). Il medico può prescrivere un programma individuale di ammissione (mattina e sera, mattina e pomeriggio). La dose minima per una donna incinta è di 200 mg e il massimo è di 400 mg. Durante il secondo trimestre, lo schema cambia. Mentre il feto si sta attivamente sviluppando, una donna ha bisogno di assumere minerali e vitamine.

Il corso dura un mese e quindi hai bisogno di una pausa. Dopo l'analisi, è necessario assumere nuovamente tocoferolo. In base allo stato di salute generale della donna, puoi scegliere ulteriori opzioni. Questa vitamina dovrebbe essere ottenuta dalla nutrizione. I prodotti che lo contengono dovrebbero essere presenti quotidianamente: noci, oli, frutta secca.

Riferimento! Per un adulto sono richiesti 20 mg di tocoferolo. Una donna incinta ha bisogno di più vitamina E. A volte i medici prescrivono fino a 400 mg..

Capsula

Il tocoferolo viene venduto come soluzione e in capsule. La dose è prescritta individualmente, sotto la supervisione di un medico. La vitamina E durante la gravidanza nelle prime fasi è prescritta da un medico (di solito in capsule). È meglio mangiare con il cibo. La dose minima è di 0,8 mg al giorno e il massimo è di 3 mg. Ma non dovresti scegliere tu stesso un dosaggio per le donne in gravidanza. Hai bisogno di vedere un medico.

Il tocoferolo contiene solitamente 0,1-0,2 mg. Alle donne in gravidanza viene prescritta vitamina E nel primo trimestre (0,1-0,2 mg ciascuno). È necessario usarlo una volta al giorno. Se esiste una minaccia di aborto spontaneo, è importante assumere 0,1 mg 1-2 volte al giorno per 14 giorni.

In multivitaminici

Nel secondo o terzo trimestre, non è necessario bere tocoferolo. Può essere ottenuto attraverso complessi vitaminici. Alle donne che hanno già usato tocoferolo si consiglia di assumerlo con sostanze benefiche. Ciò contribuisce a un migliore assorbimento delle sostanze. La dose incapsulata viene calcolata accuratamente (dosaggio medio al giorno).

Puoi usare diversi multivitaminici:

  • Lumi Aevit Complex Vitamina E + Retinolo. Contiene molte sostanze utili per il corpo che migliorano l'aspetto della pelle, contribuiscono allo sviluppo armonico del bambino. Questo complesso migliora il metabolismo, protegge da eruzioni cutanee e smagliature;
  • Alfabeto. È costituito da minerali e vitamine. Adatto per l'uso durante il secondo trimestre o dopo la nascita di un bambino;
  • Elevit Pronatal. Complesso vitaminico per donne in gravidanza e acido folico;
  • Combivit 11. I multivitaminici contengono A, B, C, E, F. Devono essere utilizzati durante la pianificazione del parto o dopo.

I farmaci hanno controindicazioni. Prima di ricevere una consultazione con il medico.

In genere

Il tocoferolo può essere ottenuto da vari alimenti. È importante arricchire la tua dieta con una varietà di cibi. Ed è indispensabile mangiare oli spremuti al formaggio (prima spremuti a freddo), noci (crudi), frutta secca, semi ogni giorno. È necessario aggiungere cereali integrali, legumi alla dieta. E frutta e verdura devono sempre essere nel menu..

Consigli! È meglio mangiare cibi ricchi di tocoferolo al mattino (colazione, pranzo o cena).

Overdose

Se non superi l'assunzione giornaliera raccomandata di questa vitamina, non si verificheranno reazioni avverse. Overdose? Ciò può causare disturbi visivi, vertigini, nausea o crampi addominali, sovraccarico o debolezza..

Alte dosi possono causare un aumentato rischio di sanguinamento in pazienti con carenza di vitamina K, alterato metabolismo dell'ormone tiroideo, un aumentato rischio di tromboflebite o tromboembolia in pazienti sensibili, aumento del colesterolo, trigliceridi, estrogeni o androgeni.

Il tocoferolo può essere depositato in strati di grasso (e sono sufficienti per una donna incinta) nel fegato. In caso di sovradosaggio, patologie fetali, disturbi del sistema nervoso nella madre o ipofunzione dei reni, può verificarsi fegato..

Per le donne in gravidanza, è importante osservare il dosaggio. Ciò è particolarmente importante nelle prime fasi. Se il tocoferolo viene assunto senza controllo, è possibile un sovradosaggio. Per accumulare tocoferolo, è necessario assumere tre capsule al giorno durante il periodo di gestazione o utilizzare 5-10 capsule invece di una o due nel primo trimestre di gravidanza. La vitamina E durante la gravidanza ha sempre un dosaggio più elevato, specialmente nei primi mesi, quando il corpo del bambino si sta ancora formando..

Quali alimenti contengono vitamina E?

Durante la gravidanza, devi mangiare cibi diversi che fanno bene alla salute. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata agli alimenti che contengono tocoferolo..

È anche importante bere tocoferolo in capsule o come parte di un complesso multivitaminico prescritto dal medico. Non sono sicuro del motivo per cui la vitamina E è importante per le donne in gravidanza e perché ne hanno bisogno?

Basta guardarsi allo specchio e guardare, dov'è la pelle del corpo? Se l'intero corpo è coperto di derma, il tocoferolo dovrebbe diventare un compagno di qualsiasi persona. Soprattutto donna incinta.

ProdottoVitamina E per 100 g.
Olio di germe di grano215
Olio di mais94
Olio di semi di girasole68
Olio di lino57
Nocciola26
Mandorla25
Semi di girasole21
Noci20.5
arachidediciannove
Piselli9.2
Grano saraceno6.5
fagioli3.8
Cavolo3,5
Pisello2,5
pesce rossotrenta
Frutta secca5
Uova2
Asparago1,6
Cipolla verde1.25
albicocche1.25
pesca1.25
Fegato (vitello, manzo)1.3
latte0.3
Frutti di bosco0.5
Verdure0.45
Carne0.3

Durante la gravidanza, il corpo femminile sente un bisogno speciale di tocoferolo. Per ottenere maggiori benefici dall'assunzione di vitamina E, è necessario consultare un medico, fare un'analisi e scegliere la dose ottimale di tocoferolo, che terrà conto delle esigenze del corpo della futura madre.

Vitamina E durante la gravidanza: la sua partecipazione al processo di formazione fetale, dosaggio

La funzione di vitamina E durante la gravidanza

La qualità del cibo sta diminuendo oggi. Per la produzione di verdure, carne, latte, usano più sostanze chimiche che stimolano la crescita. Ciò porta al fatto che i prodotti diventano meno vitamine e oligoelementi. Pertanto, per mantenere la salute, si consiglia di assumere complessi vitaminici aggiuntivi.

Durante il portamento del feto, una donna ha bisogno di molte volte più vitamine, poiché il bambino toglie alla madre gli elementi necessari per lo sviluppo per lui. Se la paziente mangia male e non assume preparazioni vitaminiche, ha carenza vitaminica.

Le donne in gravidanza hanno carenze vitaminiche di più vitamine contemporaneamente, quindi quando inizia il periodo di gestazione, aumenta il rischio di sviluppare malformazioni fetali.

La vitamina E o tocoferolo è un elemento importante per il normale corso della gravidanza. Si accumula nel cervello, nella placenta e nel fegato. Questo elemento impedisce l'emergere di patologie tumorali..

La vitamina è coinvolta nella formazione dell'immunità da malattie infettive batteriche e virali. Blocca gli effetti teratogeni sulle cellule del corpo, specialmente durante la crescita e lo sviluppo dell'embrione..

Il tocoferolo previene l'insorgenza di demenza in un bambino, nonché un aumento della trombosi nella madre durante l'intero periodo di gestazione. Previene l'insorgenza di convulsioni e dolore agli arti, migliora le condizioni di pelle, capelli, unghie. L'elemento fornisce il trasporto di ossigeno ai tessuti, che è importante per il feto..

Le conseguenze della carenza vitaminica durante la gestazione

Se una donna ha carenza di vitamina, il paziente avverte impotenza, dolore ai muscoli. Nei bambini nati prematuramente da madri con carenza di vitamina E, sviluppo di anemia emolitica, patologie della funzione visiva.

A causa dell'ipovitaminosi, può apparire palatoschisi congenito. Un tale difetto provoca non solo una mancanza di vitamina E, ma anche una carenza di vitamine A, C, mancanza di ferro, magnesio, fibre, proteine.

Se una donna ha pochissime vitamine E, C, A nel corpo, questo porta alla gastroschisi. La patologia è caratterizzata dalla comparsa di un difetto nella parete addominale..

La mancanza di tocoferolo in una donna incinta provoca gestosi, aborti precoci e aumento del tono uterino. Inoltre, una quantità insufficiente di vitamina E provoca aborto spontaneo e infertilità..

Perché è prescritto?

Il tocoferolo è prescritto alle donne durante la gestazione, di solito come parte di complessi vitaminici o in capsule separate. I farmaci hanno dosaggi diversi, quindi quando si sceglie un rimedio, vengono prese in considerazione le indicazioni per l'uso di un particolare complesso.

Indicazioni per la nomina del tocoferolo:

  • deficit di peso in una donna incinta;
  • portando due o più frutti;
  • grave tossicosi, malassorbimento e altre patologie che non consentono l'assorbimento di vitamine;
  • età prima dei 18 anni e dopo i 35 anni;
  • vivere in aree svantaggiate;
  • aumento del tono uterino nelle prime fasi;

La vitamina A è necessaria anche per le donne con una storia di infertilità che stanno pianificando un bambino.

La terapia vitaminica viene eseguita per i pazienti dopo la fecondazione in vitro. Il tocoferolo è indicato per la minaccia di aborto spontaneo, gestosi, distacco di placenta e altre patologie della gravidanza..

Come usare

Durante la gestazione, la terapia vitaminica è prescritta a tutte le donne, ma soprattutto ai pazienti con ipovitaminosi. Tali misure possono ridurre il rischio di malformazioni dell'embrione, migliorare le condizioni di una donna incinta.

La dose giornaliera di tocoferolo per una paziente incinta è di 10 mg. Ma quando c'è una carenza, è possibile prescrivere una vitamina fino a 20 mg. Se il medico ha prescritto un complesso di vitamine in cui è presente tocoferolo, il farmaco viene assunto 1 compressa al giorno.

Il dosaggio massimo di tocoferolo per i pazienti in gravidanza normale è di 30 UI. Questo è uguale a 20, 1 mg.

Il superamento di una dose di 30 UI non è raccomandato per le donne sane, poiché è possibile un sovradosaggio di tocoferolo. La vitamina è liposolubile, quindi non berlo ad alte dosi..

Per i pazienti che rimangono incinta per fecondazione in vitro, sono indicati 200 mg di tocoferolo al giorno per l'uso nel primo trimestre. Devi berlo in capsule. La terapia del corso dura fino a 10-14 giorni. Questo viene fatto al fine di mantenere un normale equilibrio di ormoni necessari per mantenere la gravidanza..

Quanto ci vuole

Bere vitamina E è raccomandato prima della fine del secondo trimestre, ma solo come indicato da un medico. Il farmaco in capsule viene bevuto in brevi corsi con pause tra di loro. La sostanza è in grado di accumularsi nel tessuto adiposo, oltre ad aumentare notevolmente il tono muscolare, quindi, nel terzo trimestre, il tocoferolo non viene utilizzato, per non complicare il parto.

Nel terzo trimestre, è meglio sostituire i preparati contenenti vitamina E con alimenti ricchi di tocoferolo. L'elemento è in carne, pesce grasso, noci, cereali, oli vegetali.

La vitamina E durante la gravidanza è di grande importanza per lo sviluppo intrauterino e per il mantenimento dei livelli ormonali. Durante la gestazione, si consiglia di assumere complessi vitaminici contenenti tocoferolo. Non è possibile ignorare una dieta equilibrata per escludere l'ipovitaminosi E.

Come prendere la vitamina E durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo richiede una dose maggiore di vitamine, minerali e oligoelementi. Ciò è dovuto al fatto che un feto in rapido sviluppo prende una grande quantità di nutrienti dal corpo della madre. Una mancanza di vitamina E può influire negativamente sulla salute della futura mamma e del suo bambino.

Perché è prescritto?

La vitamina E durante la gravidanza, nota anche come tocoferolo, è una delle più importanti. Dal greco, questo nome si traduce come "tokos" - nascita, "phero" - da indossare. Questa vitamina aiuta a sopportare un bambino. Appartiene alla categoria degli antiossidanti, prevenendo l'insorgenza del cancro.

Molte persone si chiedono in quali casi e perché questa vitamina sia prescritta. Se non è abbastanza nel corpo, possono verificarsi debolezza muscolare, diminuzione dell'immunità, anemia e malfunzionamenti nel ciclo mestruale. In alcuni casi, la sua mancanza può portare alla sterilità.

È antivirale e attenua gli effetti negativi di fattori esterni. Nelle prime fasi dello sviluppo fetale, è indispensabile. Se assunto insieme alla vitamina C, previene lo sviluppo di aterosclerosi e Alzheimer.

La vitamina E ha un effetto benefico su tutto il corpo:

  • migliora il trasporto di ossigeno ai tessuti e alle cellule;
  • previene i coaguli di sangue;
  • riduce il rischio di convulsioni degli arti inferiori;
  • migliora la pelle, i capelli e le unghie.

Può essere chiamato "femmina": ripristina il ciclo mestruale irregolare, favorisce la maturazione dell'utero non sviluppato nelle ragazze. È anche prescritto per l'inizio tardivo del ciclo mestruale e per la disfunzione ovarica. Aiuta a ripristinare la funzione riproduttiva e normalizza l'attività delle ghiandole genitali maschili e femminili..

Il tocoferolo contribuisce al portamento sicuro del bambino, riduce al minimo il rischio di aborto spontaneo nel primo trimestre di gravidanza. Prende parte alla formazione degli organi respiratori del bambino. Quando si verifica una gravidanza, viene prescritto alla futura mamma in combinazione con acido folico, perché Contribuisce a:

  • corretto funzionamento delle ovaie;
  • stabilizzazione ormonale;
  • sostenere lo sviluppo della placenta;
  • migliorare le condizioni dei vasi sanguigni;
  • prevenzione della delaminazione della placenta e di altri disturbi;
  • aumento della produzione di prolattina (l'ormone responsabile dell'allattamento);

Il ricevimento di tocoferolo previene l'insuccesso della gravidanza.

Dosaggio corretto

La vitamina E ha molte proprietà utili, ma il sovradosaggio non dovrebbe essere consentito, soprattutto durante il periodo di gestazione. È liposolubile e ha la capacità di accumularsi nelle cellule del tessuto adiposo. Durante la gravidanza, il tessuto adiposo inizia a crescere attivamente, il che può portare ad un eccessivo accumulo di questa vitamina nel corpo.

Il tocoferolo aiuta ad aumentare l'elasticità muscolare, che può influire negativamente sul processo di nascita. A questo proposito, cercano di non nominarlo nell'ultimo trimestre di gravidanza. Dovresti rispettare la norma quando usi questa vitamina, perché superarlo non porterà a un risultato positivo, ma peggiorerà solo la situazione. Molti sono interessati a quanto bere E quando si trasporta un bambino.

L'assunzione giornaliera di vitamina E per la gestazione è di 20-30 mg.

Per indicare il dosaggio dei medicinali, vengono utilizzate unità internazionali - ME. 1 UI è pari a 0,67 mg di tocoferolo o 1 mg di tocoferolo acetato.

Spesso i medici prescrivono per le donne in gravidanza 200-400 mg di vitamina E al giorno. Per ogni singolo caso, la dose può essere diversa e questa non è una deviazione dalla norma. Una dose non superiore a 1000 mg al giorno, che è vietato superare, è considerata sicura per la salute durante la gravidanza. In rari casi, i medici prescrivono il tocoferolo separatamente. Molto spesso, il medico seleziona individualmente un complesso di vitamine in cui è presente una dose giornaliera di tocoferolo. Con un uso separato di tocoferolo, può essere assunto con il cibo.

Va notato che il ferro inorganico, reagendo con il tocoferolo, viene significativamente distrutto. A questo proposito, non dovresti assumere droghe, tra cui il ferro, insieme alla vitamina E. Alimenti bolliti contenenti ferro, si consiglia di utilizzare non prima di 8-12 ore dopo l'assunzione di tocoferolo.

Come usare

Segui le regole per assumere vitamina E durante la gestazione. Nelle fasi iniziali, deve essere consumato 2 volte al giorno, 200 mg ciascuno. In seguito l'assunzione viene effettuata in combinazione con altri minerali.

Se la carenza vitaminica è assente, il tocoferolo viene assunto 1 volta al giorno a stomaco vuoto. Deve essere consumato entro 1 mese, dopo di che dovrebbe essere fatta una pausa. Successivamente, sulla base dei test eseguiti, il medico confermerà se continuare o meno il corso di assunzione del farmaco.

Nell'ultimo trimestre di gravidanza, i farmaci contenenti tocoferolo non vengono spesso utilizzati. In questo momento, la donna incinta continua a ricevere la sua norma di tocoferolo dai prodotti.

Le fonti naturali di vitamina E sono alimenti come:

  • olio vegetale;
  • noccioline
  • semi di girasole;
  • bacche di cinorrodo;
  • verdure verdi;
  • uova
  • Riso integrale;
  • fiocchi d'avena;
  • grano saraceno.

La maggior parte si trova in prodotti integrali, crusca e olio di germe di grano. Nei prodotti animali il tocoferolo è assente.
L'olio d'oliva aggiunto all'insalata aiuta ad assorbire meglio questo oligoelemento..
Il farmaco deve essere assunto prima o durante i pasti. I prodotti contenenti tocoferolo sono raccomandati per essere consumati con grassi: burro, noci.

Primo trimestre

Il tocoferolo partecipa allo sviluppo del feto, quindi deve essere ingerito in quantità sufficienti. Altrimenti, la funzione della placenta sarà compromessa e il flusso di sostanze utili attraverso di essa sarà limitato..
I vantaggi di E nelle fasi iniziali sono i seguenti:

  • prende parte alla formazione e alla maturazione della placenta;
  • riduce il rischio di disturbi nello sviluppo dell'embrione;
  • riduce la probabilità di aborto spontaneo;
  • stabilizza la funzione ovarica;
  • migliora la circolazione sanguigna nel cordone ombelicale;
  • normalizza la produzione di ormoni estrogeni e progesterone;
  • partecipa alla formazione e allo sviluppo di organi e sistemi interni in un bambino.

Dovresti anche assicurarti che non ci sia eccesso di tocoferolo nel corpo nel primo trimestre di gravidanza. La dose e la durata richieste del corso devono essere prescritte dal medico curante, tenendo conto di tutte le indicazioni. In una fase precoce della gravidanza, il tocoferolo in capsule viene spesso prescritto. Devono essere assunti con il cibo, perché il cibo aiuta a scomporre meglio e assimilare la vitamina E.

Secondo trimestre

Non è necessario consumare la vitamina E incapsulata nel secondo trimestre di gravidanza, poiché durante questo periodo è meglio privilegiare i complessi vitaminici, tra cui il tocoferolo. I seguenti componenti dovrebbero essere inclusi nella dieta di una donna incinta:

  • uova
  • Latticini;
  • crusca, grano germogliato;
  • olio vegetale (non raffinato);
  • fegato;
  • Riso integrale;
  • farina d'avena, grano saraceno;
  • olivello spinoso;
  • rosa canina;
  • spinaci, broccoli;
  • mango, avocado, pesca.

Questa vitamina si trova in grandi quantità nelle foglie di lampone, da cui è possibile preparare un decotto. Fa anche parte di vari oli vegetali:

  • oliva;
  • girasole;
  • soia;
  • olivello spinoso;
  • cedro;
  • Mais;
  • cotone.

Non dimenticare che i prodotti contenenti vitamina perdono significativamente le loro proprietà benefiche alla luce solare e al trattamento termico. Pertanto, gli oli dovrebbero essere conservati in un luogo buio. E i cibi ricchi di essi, si consiglia di mangiare principalmente crudo.

Prendere i rimedi popolari a base di questa vitamina dovrebbe essere solo con il permesso del medico curante, il tocoferolo è caratterizzato da una rapida digeribilità, ma viene anche rapidamente escreto dal corpo. È necessario consultare un medico e elaborare la dieta giusta sulla base delle sue raccomandazioni, in cui saranno presenti tutte le vitamine necessarie, tra cui E.

Terzo trimestre

Nella tarda gravidanza, l'assunzione di farmaci contenenti tocoferolo può influire negativamente sulle condizioni dell'utero, rendendo i suoi muscoli meno elastici. Ciò può influire sull'ulteriore rilascio e pertanto si consiglia di interrompere l'assunzione di tali farmaci..

Complessi vitaminici

Secondo gli studi, le vitamine vengono assorbite meglio in combinazione con altri oligoelementi e minerali utili. Nei complessi multivitaminici finiti, è già stata calcolata la dose giornaliera necessaria delle sostanze necessarie per il corpo.

I più comuni sono complessi multivitaminici come:

  1. Vitamina E 400-Zentiva - facile da usare, contiene la dose massima del principio attivo. È prescritto per problemi nel concepire o sopportare il feto..
  2. Vitrum, 400 UI - un analogo più costoso del precedente farmaco.
  3. Lumi Aevit Vitamina E + Retinolo - un complesso vitaminico ricco di oligoelementi benefici. Rende la pelle più elastica, aiuta a sbarazzarsi di smagliature e acne, migliora il metabolismo, promuove il corretto sviluppo intrauterino del feto.
  4. L'alfabeto è un farmaco russo che contiene vitamine e minerali in piccole concentrazioni. Questo strumento è adatto per 2 trimestri di gravidanza e il periodo postpartum..
  5. Elevit Pronatal è un complesso bilanciato di vitamine, minerali e oligoelementi, progettato specificamente per le donne in gravidanza. Contiene le dosi necessarie di vitamine E, A e D. Include acido folico. Quando assumi questo farmaco, puoi rifiutare altri farmaci simili.
  6. Combivit 11: questo complesso multivitaminico contiene vitamine A, gruppi B, C, E e F. Viene spesso prescritto quando si pianifica una gravidanza e il periodo postpartum.

Controindicazioni

Nonostante tutti i benefici delle vitamine, ci sono controindicazioni al loro uso. Prima di iniziare il tocoferolo, è necessario scoprire le seguenti diagnosi:

  • intolleranza a uno qualsiasi dei componenti del farmaco;
  • tromboembolismo;
  • condizione post-infarto;
  • cardiosclerosis.

In alcuni casi, può verificarsi un sovradosaggio del farmaco, i cui segni sono:

  • nausea;
  • disturbo della digestione;
  • mal di testa, vertigini;
  • eruzione cutanea.

Un eccesso di questa vitamina può causare anomalie nello sviluppo del feto. A questo proposito, non è consigliabile utilizzare farmaci contenenti E in grandi quantità. Invece, è meglio optare per cibi naturali che contengono vitamine vive..

Come bere vitamina E durante la gravidanza

Il tocoferolo è un composto organico biologicamente attivo, liposolubile, che deve entrare quotidianamente nel corpo umano. La vitamina E durante la gravidanza può prevenire o eliminare i sintomi dell'ipovitaminosi, migliorare i processi metabolici e ridurre il rischio di complicanze (aborto spontaneo, preeclampsia, parto pretermine).

Perché viene prescritta la vitamina E durante la gravidanza?

Il tocoferolo ha i seguenti effetti sul corpo delle gestanti:

  1. Ha un effetto antiossidante. Riduce la formazione di radicali liberi, prevenendo il danno cellulare e l'invecchiamento precoce del corpo.
  2. Partecipa alla formazione di eme e varie proteine. Questo è importante per mantenere livelli adeguati di emoglobina. Quest'ultimo trasporta ossigeno dalla madre al feto.
  3. Promuove la proliferazione cellulare.
  4. Previene la distruzione dei globuli rossi (emolisi). Questo aiuta a mantenere una corretta ossigenazione dei tessuti..
  5. Riduce la permeabilità e la fragilità dei piccoli vasi (capillari).
  6. Migliora il trasporto di ossigeno.
  7. Previene un aborto nelle prime fasi della gestazione (nel 1o trimestre di gravidanza).
  8. Promuove la corretta formazione di organi e sistemi vitali del feto.
  9. Normalizza gli ormoni (mantiene un equilibrio tra estrogeni e progesterone).
  10. Promuove l'assorbimento della vitamina A (retinolo).
  11. Previene lo sviluppo di patologie maligne (cancro).
  12. Migliora le condizioni del tessuto connettivo, preparando il corpo della donna per future nascite.
  13. Effetto positivo sul tessuto nervoso, prevenendo la degenerazione delle cellule nervose.
  14. Riduce il rischio di coaguli di sangue.
  15. Partecipa al processo di fosforilazione ossidativa..
  16. Controlla la formazione di acidi nucleici ed enzimi.
Benefici della vitamina E per le donne in gravidanza.

La vitamina E è prescritta per le donne in gravidanza che migliorano il metabolismo, mantengono la gravidanza e prevengono le complicanze (aborto spontaneo, parto precoce).

Segni di carenza di vitamina e sovradosaggio

Con quantità insufficienti di tocoferolo nel corpo delle donne in gravidanza, sono possibili i seguenti sintomi:

  1. Debolezza muscolare.
  2. letargo.
  3. Diminuzione dell'attività motoria.
  4. Scarsa tolleranza all'esercizio (affaticamento durante il lavoro).
  5. Riduzione della frequenza cardiaca.
  6. Diminuzione della frequenza respiratoria (bradipnea).
  7. Violazione delle feci come costipazione. Il motivo è un rallentamento della motilità intestinale con ipovitaminosi E.
  8. Mancanza di coordinazione dei movimenti.
  9. Disturbi del linguaggio.
  10. Violazione della sensibilità (muscoli interni e vibrazioni).
  11. Insufficienza motoria fine.
  12. Segni di anemia (debolezza, pallore della pelle, respiro corto, sbalzi di temperatura durante il giorno, convulsioni).
  13. Insufficienza visiva (riduzione dell'acuità visiva al buio, distrofia retinica, frequenti malattie infiammatorie dell'occhio).
  14. Pelle secca.
  15. La perdita di capelli.
  16. Atassia (si sviluppa con ipovitaminosi prolungata). Questa condizione si manifesta con inesattezza e sequenza errata di movimenti, andatura compromessa ed equilibrio.
  17. Riduzione del riflesso.
  18. Sintomi di funzionalità epatica e renale compromessa.
Segni di carenza di vitamina E..

Un segno frequente di una mancanza di tocoferolo nelle prime fasi della gravidanza è la tossicosi.

Si manifesta con ipersalivazione (salivazione), nausea, vomito, alterazione del gusto (a volte perversione) e olfatto, sonnolenza, perdita di appetito, avversione a determinati alimenti e odori, perdita di peso, sonno notturno scadente e bassa pressione sanguigna.

Le seguenti condizioni indicano un eccesso nel corpo di tocoferolo:

Sintomi dell'eccesso di vitamina E nel corpo.

  1. Mal di testa.
  2. Digestione (dispepsia). La funzione dello stomaco, dell'intestino, del pancreas e della cistifellea può cambiare. Ci sono disturbi alle feci, gonfiore, dolore addominale. Spesso una persona sviluppa enterocolite.
  3. Crampi muscolari.
  4. Ipoglicemia (un calo della glicemia). Questa condizione si manifesta con sudorazione, debolezza, amnesia (perdita di memoria), disorientamento, sonnolenza, vertigini, coscienza alterata e altri segni neurologici.
  5. Epatomegalia (fegato ingrossato).
  6. Iperbilirubinemia (aumento della concentrazione di bilirubina nel sangue).
  7. Ascite (ingrossamento addominale).
  8. Insufficienza visiva per tipo di cecità notturna.
  9. Emorragie in vari organi (cervello, retina).
  10. Riduzione della potenza negli uomini.
  11. Trombocitopenia (un calo del livello delle piastrine nel sangue responsabile della coagulazione del sangue).
  12. Trigliceridi nel sangue alto.
  13. Ipertensione arteriosa (pressione superiore a 139/89 mm Hg).
  14. Affaticabilità rapida.
  15. L'ipervitaminosi E può causare danni al fegato, ai reni, all'epitelio intestinale. Il tocoferolo ad alte dosi ha un effetto tossico su piastrine e neutrofili.

Tariffa giornaliera

La norma giornaliera è di 15 mg e, per le donne in gravidanza con la minaccia di aborto spontaneo e la presenza di sintomi di ipovitaminosi, può aumentare a 100-200 mg.

Regole di ammissione trimestrali

La vitamina E deve essere assunta durante il periodo di gestazione. Il dosaggio giornaliero medio per le donne in gravidanza è di 200-400 ME. La dose massima è di 3000 ME / giorno. Non è pericoloso per il corpo delle donne in gravidanza e per i bambini non ancora nati.

Quali alimenti contengono vitamina E

Il tocoferolo è ricco di alimenti prevalentemente vegetali..

La vitamina E contiene i seguenti alimenti:

Alimenti ricchi di vitamina E..

  1. Frutta (mele, pere, limoni, lime, pompelmo, arance, mandarini, pomelo, clementine).
  2. Noci (nocciole, noci, arachidi, anacardi, mandorle).
  3. Albicocche secche.
  4. Fegato (manzo, pollo, maiale, pesce).
  5. Semi di girasole.
  6. Pesce (anguilla).
  7. Bacche (viburno, ciliegia, cenere di montagna, olivello spinoso).
  8. Grano germogliato. 100 g di prodotto contengono 27 mg di vitamina.
  9. Olio vegetale non raffinato di grano germinato. 100 g contiene 320 mg di vitamina E.
  10. Altri oli (soia, semi di lino, mais).
  11. Prezzemolo.
  12. Pisello.
  13. Lattuga.
  14. Legumi.
  15. broccoli.
  16. cavoletti di Bruxelles.
  17. Cereale.
  18. Uova.

Complessi vitaminici specializzati per donne in gravidanza

I medici ostetrici-ginecologi raccomandano di bere complessi vitaminici durante la gravidanza, che contengono non solo tocoferolo, ma anche altre vitamine.

I farmaci più comunemente prescritti includono:

La composizione del preparato vitaminico e minerale
Femibion ​​Natalker I.

  1. Femibion ​​Natalker I. Usato in compresse. In 1 unità contiene 13 mg di vitamina E. Nicotinamide, acido ascorbico, piridossina, riboflavina, acido pantotenico, tiamina, acido folico, biotina, iodio, cianocobalamina e metil folato fanno parte del farmaco. Queste compresse sono prescritte per le donne in gravidanza nel primo trimestre. Sono ubriachi 1 pz. al giorno fino alla fine della dodicesima settimana di gestazione e durante la pianificazione della gravidanza. La controindicazione è l'intolleranza individuale..
  2. Femibion ​​Natalker II. Disponibile sotto forma di compresse e capsule molli. Sono presi in parallelo, 1 pz. mentre si mangia dalla 13a settimana di gravidanza. La composizione comprende acido docosaesaenoico, olio di pesce e altri 12 mg di alfa-tocoferolo. Pertanto, la dose giornaliera di vitamina E viene aumentata a 25 mg (13 e 12 mg). Questo farmaco può essere bevuto durante l'allattamento..
  3. Pregnakea. Preparazione multivitaminica con micro e macro elementi. Contiene tiamina (B1), riboflavina (B2), piridossina (B6), acido folico (B9), cianocobalamina (B12), colecalciferolo (vitamina D), acido ascorbico (vitamina C), niacina (B3), fitomenadion, tocoferolo, beta-carotene e minerali (ferro, zinco, rame, iodio, magnesio). Forma di rilascio - capsule di gelatina dura. Il farmaco può essere bevuto durante la gravidanza, durante la pianificazione e durante l'allattamento. Contenuto di vitamina E - 20 mg.
  4. Vitamina E Zentiva.
  5. La salute dell'alfabeto della mamma.
  6. Elevit Pronatal.
  7. Vitrum Prenatal Forte.

Vitamina E 400 Zentiva

La vitamina E Zentiva è prescritta per le donne in gravidanza solo per indicazioni rigorose. Il preparato vitaminico è disponibile sotto forma di capsule per somministrazione orale. Sono ovali e rossi. Il contenuto ha una consistenza oleosa. Il principio attivo è tocoferolo acetato. Durante la gravidanza (specialmente nel caso di sintomi di ipovitaminosi), viene utilizzato un dosaggio di 400 mg / die.

Controindicazioni all'assunzione del farmaco sono l'ipersensibilità (intolleranza ai componenti) e la forma acuta di infarto del miocardio.

Zentiva Vitamin E è prescritto solo per gli adulti (non adatto a donne in gravidanza di età inferiore ai 18 anni).

Quando si prende il farmaco all'interno, sono possibili le seguenti conseguenze indesiderabili:

Dopo aver assunto E Zentiva, si può verificare
reazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea.

  1. Reazioni allergiche (eruzioni cutanee come esantema, orticaria, prurito, arrossamento della pelle). Le reazioni anafilattiche sono molto rare.
  2. Digestione (dispepsia). Le donne in gravidanza che assumono il farmaco spesso lamentano dolore addominale (nella zona epigastrica, dell'ombelico o dell'addome inferiore), nausea e disturbo delle feci come la diarrea.
  3. Ipercreatininuria (aumento della creatinina urinaria).
  4. Aumento della concentrazione ematica di CPK (creatina fosfochinasi).
  5. Ipercolesterolemia (aumento del colesterolo nel sangue totale).
  6. Tromboflebite (infiammazione della parete interna delle vene con formazione di un trombo nel lume). Questa condizione si manifesta con dolore lungo la vena (si intensifica con movimenti attivi), un moderato aumento della temperatura, arrossamento locale della pelle e indolenzimento dei tessuti. Le vene profonde possono anche essere coinvolte nel processo, che è irto di tromboembolia.
  7. Embolia polmonare.

In caso di sovradosaggio del farmaco, sono possibili le seguenti conseguenze:

  • deficit visivo;
  • diarrea;
  • mal di testa;
  • vertigini;
  • svenimenti
  • sanguinamento (con una mancanza di vitamina K nel corpo delle donne in gravidanza);
  • disturbi ormonali (disfunzione tiroidea);
  • crescita attiva dei capelli bianchi nelle aree di calvizie (se la donna incinta ha epidermolisi bollosa).

La vitamina E viene conservata in un luogo asciutto inaccessibile ai bambini a una temperatura di + 15... + 25ºC. La durata di conservazione delle capsule è di 3 anni..

Lumi Aevit Complex Vitamina E (Retinolo)

Evitare il complesso vitaminico con retinolo non è prescritto per le donne in gravidanza.

Ciò è dovuto al fatto che il retinolo ad alte dosi in esso contenuto può avere un effetto teratogeno (interrompere lo sviluppo fetale).

Anche dopo l'interruzione del farmaco, questa azione può persistere per diversi mesi..

L'uso di Aevit vitamin complex è raccomandato durante la gravidanza.

I principi attivi delle vitamine Aevit sono alfa-tocoferolo acetato (100 mg in 1 capsula), retinolo acetato e retinolo palmitato. Il contenuto di vitamina A è di 58 mg, che corrisponde a 100.000 ME. Si consiglia di scambiare vitamine durante la gravidanza per altre preparazioni complesse.

Alfabeto Di Vitamine

Uno degli integratori vitaminici più comunemente usati per le donne in gravidanza è l'alfabeto di salute della mamma. È disponibile sotto forma di compresse di diversi colori (rosa, blu e crema).

La composizione comprende:

  • ferro;
  • taurina;
  • rame;
  • beta carotene;
  • acido folico;
  • tiamina;
  • vitamina C.

Le compresse blu contengono le seguenti sostanze con proprietà antiossidanti:

  • tocoferolo (12 mg);
  • nicotinamide (vitamina PP);
  • piridossina (vitamina B6);
  • riboflavina;
  • beta carotene;
  • acido ascorbico.

Le compresse color crema includono pantotenato di calcio, cianocobalamina, colecalciferolo, fitomenadione (vitamina K), calcio, biotina, acido folico, cromo e fosforo. Il farmaco appartiene al gruppo di integratori alimentari (additivi alimentari biologicamente attivi) e non è un farmaco.

La composizione del complesso vitaminico e minerale Alfabeto "Mom's Health".

Mom's Health Alphabet è prescritto per la prevenzione dell'ipovitaminosi, della mancanza di minerali durante la gestazione e l'alimentazione di un bambino.

L'unica controindicazione è l'intolleranza ai componenti..

Queste vitamine hanno i seguenti effetti sul corpo delle donne in gravidanza:

  • rafforzare il tessuto osseo;
  • influenzare positivamente lo stato funzionale del tessuto nervoso;
  • migliorare il processo di emopoiesi (la formazione di cellule del sangue nel midollo osseo rosso);
  • aumentare l'umore;
  • migliorare le condizioni di capelli e unghie;
  • normalizzare il metabolismo dei carboidrati, dei lipidi (grassi) e delle proteine;
  • migliorare i processi di respirazione dei tessuti;
  • contribuire alla saturazione del sangue fetale con ossigeno;
  • contribuire al corretto sviluppo del sistema nervoso del nascituro;
  • rafforza i vasi sanguigni;
  • migliorare la visione;
  • migliorare la funzionalità epatica;
  • prevenire l'emolisi (distruzione dei globuli rossi);
  • avere un effetto positivo sulla condizione delle ghiandole sessuali (ovaie);
  • migliorare la funzione della ghiandola.

Elevit Pronatal

Questa è una preparazione multivitaminica contenente i seguenti componenti:

Il farmaco Elevit Pronatal contiene un complesso
multivitaminici essenziali.

  • tocoferolo (in 1 compressa 15 mg di vitamina E);
  • acidi ascorbici e folici;
  • colecalciferolo;
  • retinolo;
  • tiamina;
  • riboflavina;
  • piridossina;
  • acido pantotenico;
  • cianocobalamina;
  • biotina (vitamina H);
  • minerali (ferro, manganese, rame, zinco, fosforo, magnesio e calcio).

La composizione delle compresse contiene anche sostanze ausiliarie (lattosio, povidone, mannitolo, cellulosa, glicerile, ecc.). Elevit Pronatal appartiene al gruppo di farmaci.

Le indicazioni per la sua nomina sono la prevenzione e il trattamento dell'ipovitaminosi e la mancanza di minerali nel corpo delle donne in gravidanza. Le pillole possono essere bevute quando una donna vuole rimanere incinta, durante la gestazione e durante l'allattamento.

Le istruzioni per l'uso delle vitamine indicano le seguenti controindicazioni:

  • ipervitaminosi (eccesso nel corpo di una o un'altra vitamina, che fa parte del farmaco Elevit Pronatal);
  • intolleranza;
  • alti livelli di calcio nelle urine e nel sangue;
  • grave insufficienza renale;
  • intolleranza allo zucchero del latte (lattosio);
  • carenza di lattasi;
  • malassorbimento di glucosio galattosio;
  • Malattia di Wilson-Konovalov;
  • violazione del metabolismo del ferro nel corpo.

I multivitaminici sono prescritti con cautela alle donne con patologia epatica, urolitiasi e altre funzionalità renali compromesse..

Elevit Pronatal deve essere usato con cautela nelle donne con patologie renali..

Assumere 1 compressa al giorno durante i pasti durante il periodo di gestazione, con un po 'd'acqua..

Quando si utilizzano queste vitamine, sono possibili i seguenti effetti collaterali:

  • dolore addominale;
  • nausea;
  • frequenti feci molli;
  • vomito
  • stipsi;
  • insonnia;
  • vertigini;
  • mal di testa;
  • eccitabilità;
  • scolorimento delle urine (acquisisce un colore giallo brillante);
  • annerimento delle feci;
  • ipercalciuria (aumento del calcio nelle urine);
  • reazioni allergiche (edema tissutale, eruzione cutanea, arrossamento della pelle, prurito, shock anafilattico).

Nella maggior parte dei casi, il farmaco è ben tollerato. Gli effetti indesiderati sono temporanei e scompaiono dopo l'interruzione delle vitamine..

Recensioni delle donne

Natalia, 24 anni, Mosca: “Durante la prima gravidanza, Elevit Pronatal ha assunto vitamine. Il medico ha detto che hanno tutte le vitamine e i minerali necessari per il corpo. Non ci sono stati problemi con il rilevamento. Il bambino è nato sano e puntuale ".

Veronika, 33 anni, Tambov: “Per quasi 8 mesi ho bevuto multivitaminici Alphabet Health Health. Un ostetrico-ginecologo ha consigliato questo farmaco per prevenire l'ipovitaminosi e le possibili complicanze durante la gravidanza. Mi sento bene. Non ci sono stati effetti collaterali ".

Ksenia, 29 anni, Ekaterinburg: "Avevo preso la vitamina E. Questa sostanza non solo migliora i processi metabolici, ma promuove anche il portamento del bambino e il suo corretto sviluppo intrauterino".

Valuta l'articolo, per favore!

Dai il tuo voto agli articoli da 1 a 5:

Punteggio medio: 5 / 5. Voti: 1

Ancora nessuna valutazione, sii il primo a valutarla!

Siamo spiacenti che questo articolo si sia rivelato inutile per te.!

Cerchiamo di migliorare.

Dimmi come possiamo migliorare questo articolo.?

Up