logo

Durante la gravidanza, hai studiato ciò che è possibile e ciò che non può essere nella tua posizione. Hai imparato molto sull'anatomia, varie malattie, farmaci, metodi alternativi di trattamento. Molto probabilmente, ti sei limitato in alcuni alimenti per vari motivi, in attesa della rimozione di queste restrizioni. E finalmente è nato un bambino.

Il parto non è stato affatto il completamento dell'istituzione di molti tabù e studi di teoria medica complessa. Questo è solo l'inizio. Dopo tutto, ora sei una madre che allatta e il bambino è ancora molto dipendente da te. E anche se sta già respirando da solo, ma nutrire e prendersi cura del bambino è interamente sulle spalle di sua madre. Ora studierai nuove piaghe: i bambini. Ma affinché sorgesse tale necessità il più raramente possibile, il bambino dovrebbe ricevere una buona salute.

Naturalmente, hai gettato le basi in fase di pianificazione e, successivamente, il concepimento e il portamento del bambino. Ma anche ora, dopo la sua nascita, sei in grado di influenzare la sua salute nella direzione del miglioramento, o viceversa. E prima di tutto una corretta alimentazione postpartum.

Perché è importante?

La nutrizione dopo il parto è importante nel senso che tutto ciò che hai mangiato passa in ogni caso al bambino insieme al latte materno. Diversi prodotti possono avere un effetto molto diverso sul bambino, spesso - molto indesiderabile e persino estremamente negativo. Da molti di loro, il bambino sarà gonfio, molti causano allergie, dolore, dolore, disagio e costipazione nel bambino. Senza eccezioni, tutti formano il sapore del latte, che a un piccolo mangiatore potrebbe non piacere. Anche il sistema nervoso di un neonato è influenzato dal cibo che arriva con il latte materno. Non dimenticare che il primo alimento popolerà la microflora intestinale del piccolo uomo - e questa è generalmente la base della salute in generale per la vita.

Inoltre, durante la nascita hai svolto il lavoro più duro, stanco ed esausto. Non hai mangiato a lungo, indebolito e, possibilmente, cucito dopo le pause. Pertanto, le linee guida nutrizionali postpartum sono importanti anche per la tua salute..

Bene, non il più importante, ma anche importante: per 9 mesi molto probabilmente hai guadagnato un paio di chili in più. Molti di loro andranno via da soli durante i primi giorni dopo la consegna. Ma dovrai occuparti del resto da solo. E la nutrizione è direttamente correlata a questo problema..

Quindi, come dovrebbe mangiare una donna dopo il parto? Cosa può, cosa non può? Cosa è necessario e perché? Come tornare in forma senza pregiudicare l'allattamento? E come nutrire il bambino in modo che non provi disagio? Cominciando dall'inizio.

I primi tre giorni dopo la nascita

La regola più importante ora: un minimo di tutto. È l'ideale per mangiare come se dovessi uscire da un digiuno prolungato - estremamente attentamente e lentamente.

Fin dai primi giorni di vita, vengono lanciati gli intestini di un neonato. Inizia il tuo pasto con cibi più leggeri, in modo da non appesantire il tratto digestivo.

Come bevanda, sono adatti tè caldo caldo, sciroppo di mirtilli rossi, infusi di erbe e decotti (ortica, borsa da pastore e crosta di sangue). Se hai punti, il brodo di pollo è utile per una rapida guarigione. A proposito, la mancanza di cibo solido aiuterà anche ad evitare la formazione di feci, che è molto importante se sei stato cucito.

Entro la fine del terzo giorno, inizia gradualmente a introdurre il cibo "più serio".

La fine della prima settimana dopo la nascita

Già dal quarto giorno, puoi iniziare a mangiare il porridge. La cosa migliore è la farina d'avena. Puoi grano saraceno, miglio e grano. Ma devono essere bolliti in acqua e senza zucchero aggiunto. Puoi un bel po 'di sale o un po' di miele, ma con molta attenzione.

Concediti anche due mele al forno, ma non più di due volte al giorno. Lo stesso numero di volte che puoi mangiare verdure in umido in olio vegetale: rapa, svedese, zucca, carote, zucchine, melanzane. La barbabietola è particolarmente utile per una donna che allatta..

Puoi ancora avere una zuppa di verdure o di frutta, anche due volte al giorno. E per ora lasciamo invariato il drink.

Dieta per allattare un neonato

Un processo così naturale come l'allattamento al seno di un bambino solleva molte domande. Uno di questi: quale dovrebbe essere la dieta quando si allatta un neonato con latte materno? Dopotutto, tutto ciò che la madre mangia, mangia anche il bambino. Cosa è permesso alla mamma di mangiare, per non fargli del male, ma per portare il massimo beneficio? Cosa può essere incluso nella dieta per una madre che allatta di un neonato?

Dieta per l'allattamento

Dieta per una madre che allatta

Una corretta alimentazione di una donna che allatta è una garanzia di salute non solo per la mamma, ma anche per i bambini. L'allattamento al seno pone le basi dell'immunità, dello sviluppo fisico e mentale. Il principio principale che dovrebbe essere guidato nell'alimentazione durante l'allattamento è la cautela.

Elenco dei prodotti di base

La dieta di una madre che allatta per un neonato durante l'allattamento comprende il seguente elenco di prodotti:

  • Carne - coniglio, tacchino, manzo magro, pollo senza pelle. Tutto questo è cotto, in umido e bollito. Cuocere i brodi non grassi.
  • Pesce: pesce di fiume bollito come luccioperca, merluzzo o pollock in forma bollita o al forno.
  • Prodotti a base di latte acido - formaggio, ricotta, kefir a basso contenuto di grassi, yogurt naturale senza additivi.
  • Verdure - cavolfiore, broccoli, zucca, zucchine. Puoi cucinare lo stufato con una quantità minima di sale e olio vegetale.
  • Cereali - avena, riso, cereali di grano saraceno.
  • Oli - burro e verdura non raffinati.
  • Pasta di grano duro.
  • Frutta a guscio, frutta secca - mandorle, noci, anacardi, uvetta, albicocche secche, prugne secche, con moderazione dopo un pasto o come spuntino.
  • Frutta e bacche - mele, banane, ciliegie, albicocche. Non mangiare a stomaco vuoto, meglio dopo colazione o pranzo.
  • Bevande: acqua pura pura, composta di frutta secca, tè nero e verde debole, mirtilli e mirtilli rossi.
  • Uova, biscotti secchi ("Maria"), pane integrale, pasta o marshmallow.

Cibi e allergeni di base

In effetti, da un elenco così impressionante di prodotti "consentiti" e consigliati, puoi facilmente creare un menu vario, ci sono molte ricette. Pertanto, la dieta durante l'allattamento non è rigida, ma piuttosto moderata. Osservandola, non dovrai morire di fame.

Prodotti allergenici

C'è un elenco di prodotti che i pediatri raccomandano di non mangiare durante l'allattamento. Ciò ridurrà il rischio di allergie ai bambini. Inoltre, è meglio evitare alcuni alimenti nonostante l'allattamento. Questi includono:

  • cibo in scatola;
  • carni affumicate, sottaceti e marinate;
  • cibi pronti e fast food;
  • bevande gassate;
  • salse e condimenti pronti - maionese, ketchup;
  • prodotti con conservanti, coloranti e addensanti;
  • Frutti esotici;
  • alcool.

Con cautela, è necessario utilizzare:

  • cacao e suoi derivati ​​- cioccolato, dolci, burro al cioccolato;
  • fragole, fragole e lamponi;
  • caffè;
  • agrume.

Importante! Questi alimenti dovrebbero essere consumati in piccole porzioni. Se il bambino non ha allergie, eccellente. Ma questo non significa che puoi continuare a mangiarli ogni giorno e in grandi quantità. Per comodità, si consiglia di avviare un diario alimentare per infermieri, in cui viene registrato ogni pasto, soprattutto nei primi mesi di alimentazione. Quindi sarà più conveniente "calcolare" il colpevole delle allergie.

Opzioni del menu

Un menu di esempio per il giorno per una madre che allatta è il seguente.

Colazione:

  • porridge senza latte (farina d'avena, semola, miglio), come porridge opzionale nel latte diluito a metà con acqua;
  • tè, preferibilmente senza zucchero.

2a colazione:

  • zuppa di verdure di tacchino;
  • pane di crusca.

Cena:

  • il secondo piatto - filetto bollito di tacchino, petto di pollo o pesce bianco con contorno: grano saraceno bollito o riso, cavolfiore, patate al forno;
  • composta di frutta secca o tè.

Merenda:

  • tè con biscotti secchi, è possibile con i bambini.
  • cotolette di vapore di tacchino o pesce;
  • riso bollito o grano saraceno;
  • composta di tè.

La dieta della mamma che allatta

Il cibo dovrebbe essere frazionario. Il numero di pasti - almeno 4-5, tenendo conto dell'appetito. Le porzioni dovrebbero essere standard, familiari. Non è necessario aumentarlo; in caso di fame, il numero di ricevimenti dovrebbe essere aumentato. È necessario bere abbastanza liquidi, i 2-2,5 litri raccomandati saranno sufficienti.

Dieta e dieta

Nutrizione per aumentare l'allattamento

Oltre alle raccomandazioni generali per una dieta variata, esistono linee guida dettagliate per i casi in cui il latte non è sufficiente. Per aumentare la quantità di latte materno, si consiglia di mangiare i seguenti prodotti:

In una situazione in cui è arrivato un momento critico, e la domanda riguarda il trasferimento del bambino all'alimentazione artificiale, poiché il latte materno viene perso, verranno utilizzati tutti i mezzi. Non sopravvalutare la loro importanza.

Importante! La quantità di latte non è inferiore, anzi, lo stato psicologico ed emotivo della madre ha un impatto maggiore. Se ha l'opportunità di dormire a sufficienza di notte e ci sarà aiuto nella cura del bambino, il latte cesserà di scomparire.

Migliorare il valore nutrizionale del latte attraverso la dieta

Un bambino allattato al seno riceve due tipi di latte: fronte e retro. Il latte anteriore è più liquido e trasparente. La parte posteriore è più spessa in consistenza e colore. È considerato "grasso" o "nutriente". Che il bambino "arrivasse" al latte posteriore, devi cercare di nutrirti solo da un seno. Quindi, succhiando rapidamente il latte anteriore, il bambino ingrassa.

Migliorare il suo valore nutrizionale non è realmente richiesto. Il corpo della madre è progettato in modo tale che tutte le vitamine, i minerali, gli enzimi, ecc. Necessari per la crescita e lo sviluppo siano concentrati nel latte materno. Se il bambino non si preoccupa, aumenta di peso, il che significa che tutto va bene con il valore nutrizionale del latte.

Per la tua tranquillità, puoi fare un'analisi del contenuto di grassi del latte. Viene effettuato in laboratori specializzati. Inoltre, puoi includere nella dieta i seguenti alimenti che aumentano leggermente il valore nutrizionale:

  • noci, semi, halva di girasole - aumentano il contenuto calorico, quindi dovrebbero essere consumati in piccole porzioni;
  • grano saraceno - le madri che allattano con esperienza consigliano di friggere i cereali in una padella asciutta e mangiano come semi per aumentare il grasso del latte.

I restanti consigli sono standard: una ricca colazione completa, pranzo, cena e snack aiuteranno meglio di qualsiasi attrezzatura speciale.

Dieta mensile della mamma

Durante il periodo di allattamento, è necessario monitorare la nutrizione. Naturalmente, la dieta della madre che allatta del neonato cambia per mesi, ci saranno meno restrizioni. In generale, è necessaria una dieta rigorosa nei seguenti casi:

  • allergia nel bambino;
  • primo mese di alimentazione;
  • violazione del tratto digestivo in una madre o un bambino.

Importante! Secondo molti pediatri, durante l'allattamento, puoi mangiare quegli alimenti che una donna incinta ha mangiato durante il periodo di gestazione. Purché si sentisse bene e il bambino si sviluppasse completamente nell'utero.

Pasti nel primo mese

Dieta nel primo mese dopo il parto

Il più difficile in tutti i sensi è il primo mese. La forza non si è ancora ripresa dopo il parto, non c'è abilità nel prendersi cura di un neonato. Il suo stomaco non è abituato a prendere cibo, gli enzimi necessari non hanno ancora popolato il tratto digestivo. Pertanto, è nel primo mese che la mamma deve seguire una dieta.

I prodotti ammessi sono latte fermentato (ricotta, latte fermentato al forno), verdure bollite o al forno (patate, zucchine, cavolfiore), carne dietetica bollita o al forno, pollame e pesce (coniglio, tacchino, merluzzo, pollock), cereali (avena, grano saraceno), frutta (banane, mele verdi), frutta secca e farina integrale.

Aggiunta di menu in 1-3 mesi

Se il primo mese di alimentazione è trascorso senza problemi, eruzioni cutanee e ovvi problemi con le feci nel bambino non lo era, la dieta della madre può essere diversificata. Durante questo periodo sono consentiti i seguenti prodotti:

  • manzo magro bollito;
  • petto di pollo senza pelle;
  • fegato;
  • formaggio a pasta dura, panna acida con contenuto di grassi fino al 15%;
  • porridge di miglio, riso e mais;
  • bevande alla frutta e composte da bacche: mirtilli rossi, mirtilli rossi, mirtilli.

Ogni prodotto deve essere somministrato in piccole porzioni. Assicurati di monitorare la reazione del bambino, potrebbe non apparire immediatamente, ma dopo 2-3 giorni. Pertanto, per questo periodo, non inserire nuovi elementi nel menu.

Dopo 1 mese, la dieta si espande

Pasti da 4 a 6 mesi

Durante questo periodo, la dieta può essere notevolmente ampliata. I seguenti prodotti vengono aggiunti all'elenco che è già stato masterizzato correttamente:

  • barbabietole bollite;
  • carne di maiale magra;
  • noccioline
  • uova di gallina o di quaglia;
  • pasta.

Le zuppe devono essere cotte su un brodo leggero e magro, senza usare fritture e molti condimenti. Il secondo piatto può essere costituito da carne, pesce o pollame in uno stufato o in forma bollita, è consentita la cottura in forno o griglia ad aria. Guarnito con molte verdure e cereali. Le bevande sono diverse: tè alle erbe e regolari, bevande alla frutta e bevande alla frutta, acqua minerale senza gas.

Caratteristiche della nutrizione nel primo anno

È il primo anno, quando il latte materno è prima l'unico e quindi la principale fonte di nutrizione per il bambino, è necessario rispettare le norme di sicurezza nell'organizzazione della nutrizione di una madre che allatta. Prima di mangiare un piatto, è necessario comprendere chiaramente i seguenti punti:

  • dove sono stati conservati i prodotti e quanto rigorosamente sono state osservate le norme sanitarie;
  • prestare attenzione alla data di scadenza - a causa di quali additivi è stato fatto così a lungo;
  • perché la frutta o la verdura mantengono la loro lucentezza anche dopo un mese di conservazione in frigorifero;
  • quante volte ha scongelato e congelato carne, pesce o pollame prima che fossero messi in vendita.

Anche nella nutrizione, è necessario seguire principi ragionevoli, che è auspicabile osservare in qualsiasi momento, non solo durante l'alimentazione. Tale promemoria aiuterà a organizzare il passaggio a uno stile di vita sano per tutta la famiglia:

  • è meglio usare bollito e cotto piuttosto che fritto;
  • è meglio ridurre le porzioni, ma aumentarne il numero;
  • se ci sono dubbi sulla sicurezza del prodotto o del piatto, è meglio non mangiare;
  • mangiare di notte è dannoso;
  • non escludere completamente i dolci dalla dieta, è del tutto possibile usare marshmallow, marshmallow e marmellata;
  • l'attività fisica limitata, piuttosto che la quantità di cibo, fa più male; per perdere peso, devi muoverti di più.

Il principio principale della nutrizione è la sicurezza

Idee sbagliate e miti sulla dieta per l'allattamento

Nonostante il fatto che l'allattamento al seno sia assolutamente naturale e avvenga esattamente quanti anni è esistito la persona stessa, intorno a lui si sono sviluppati molti miti. Sorprendentemente, ci sono ancora molte idee sbagliate su cosa devi mangiare e quanto, al fine di "migliorare" il latte e renderlo più "nutriente", quali alimenti ipoallergenici dovrebbero essere consumati.

Tali idee sbagliate includono le seguenti dichiarazioni:

  1. La madre che allatta deve bere latte o, in casi estremi, tè con latte. In effetti, non tutti gli adulti amano bere latte. Le persone non ne sentono il bisogno, preferendo alternative ai prodotti a base di latte fermentato: kefir o yogurt, o hanno un'allergia ad esso - intolleranza alle proteine ​​della mucca. Questa circostanza non esclude completamente la possibilità che una donna simile nutra con successo il suo bambino. Inoltre, i neonati nel sistema digestivo potrebbero non avere un enzima che scompone questa proteina e anche il bambino stesso potrebbe avere un'allergia.
  2. Una madre che sta allattando dovrebbe mangiare per due. Questa affermazione accompagna una donna del periodo di gestazione. Coloro che seguono questi suggerimenti e iniziano a consumare un gran numero di prodotti, letteralmente il doppio delle dimensioni, quindi avranno problemi con il sovrappeso e il cuscinetto del feto. Dopo il parto, l'eccesso di peso non scompare per molto tempo. Basta mangiare in modo completo e vario. È meglio mangiare in piccole porzioni, ma più spesso, per non provare una costante sensazione di fame.
  3. Se mangi male, il latte sarà "povero e blu". Se mangi male, allora la madre stessa sarà pallida e blu, e non latte. La composizione del latte materno non dipende dal menu esteso. La mancanza di nutrienti nel latte è compensata dal corpo della madre, quindi ha bisogno di una dieta variata per ricostituire la sua forza.
  4. Assicurati di assumere complessi vitaminici, quindi il latte diventerà più sano. Eventuali vitamine saranno utili alla madre stessa. Ma è molto meglio mangiare vari per ottenere tutto il necessario da prodotti naturali e sani. Inoltre, non tutti gli elementi vengono trasmessi attraverso il latte, quindi il bambino non riceverà più calcio o ferro in questo modo. Tutto il bambino prenderà dalle risorse del corpo della madre. Il latte non diventerà più "fortificato". La sua composizione varia in base all'età del bambino.

La dieta per le madri che allattano i neonati non dovrebbe essere presa alla lettera. Ciò che non si adatta a una madre si adatterà a un'altra e non causerà problemi al bambino. Pertanto, è necessario osservare la misura della quantità di cibo consumato e monitorarne la qualità. Non dimenticare il principio principale: non danneggiare il bambino.

Nutrizione postpartum

Il menu di una madre che allatta deve essere preparato con cura, considerando l'introduzione di ogni nuovo prodotto. Inoltre, c'è una certa differenza nella dieta di una donna che allatta dopo un parto fisiologico e dopo un taglio cesareo. Pertanto, per cominciare, considereremo quale sia la differenza nella compilazione di tali menu.

Cosa può mangiare una madre che allatta dopo un parto fisiologico??

Per la piena lattazione e il normale sviluppo del bambino nel periodo postpartum, è necessario prestare particolare attenzione alla dieta.

Qual è la cosa principale nelle regole della nutrizione?

  • Se durante il parto una donna ha strappato nell'utero e nella vagina o sono stati fatti dei tagli, quindi nei primi giorni dopo il parto, è consigliabile che lei usi esclusivamente alimenti liquidi e leggeri, costituiti da porridge cucinati su acqua e brodi vegetali.
  • Per non provocare il verificarsi di emorroidi, è necessario eseguire immediatamente il debug del processo di defecazione: per questo, si consiglia di utilizzare cereali (tranne il riso) e stufati di verdure. Meglio rinunciare a pane, frutta e verdura crude.
  • Dai prodotti a base di carne è meglio preferire piccole porzioni di pollo o vitello bollito.
  • Quando si scelgono i prodotti lattiero-caseari, dare la preferenza a quelli che hanno meno grassi.
  • Elaborare tutti i prodotti termicamente e escluderli completamente dai piatti del menu che possono causare una reazione allergica.
  • Rispettare un regime alimentare sufficiente (non eccessivo). La convinzione comune che è necessario bere il doppio del solito per una buona lattazione è un mito. Al contrario: bere troppo può causare problemi di lattazione a causa del ristagno. Cerca di bere tutto il necessario per soddisfare la tua sete: dai la preferenza all'acqua naturale.

Menu giornaliero approssimativo il primo giorno dopo l'arrivo dall'ospedale:

  • grano saraceno o farina d'avena cotta sull'acqua;
  • carne magra cotta o polpette al vapore;
  • una piccola porzione di ricotta e un bicchiere di kefir;
  • purè di patate sull'acqua;
  • banana (non più di una al giorno).

Cosa succede dopo un taglio cesareo

Dopo un taglio cesareo, una donna ha bisogno di passare un periodo di riabilitazione in pochi giorni, che include anche il ripristino delle normali funzioni intestinali. Inoltre, una dieta rigorosa in questi giorni aiuterà ad alleviare la pressione sull'utero per accelerare la guarigione delle suture. Il primo giorno, la nutrizione postoperatoria necessaria per una donna viene di solito somministrata per via endovenosa. L'unica cosa che può essere consumata è la limonata debole appena preparata (un cucchiaino di succo di limone per litro d'acqua).

Il secondo giorno, puoi passare all'autoalimentazione.

Menu giornaliero approssimativo il primo giorno dopo l'arrivo dall'ospedale:

  • pollo magro o brodo di vitello, in cui, se lo si desidera, aggiungere purè di carne;
  • porridge (eccetto il riso) o purè di patate cotti in acqua;
  • yogurt naturale senza zucchero, una piccola porzione di ricotta a basso contenuto di grassi;
  • bevanda calda: tè basso, bevanda alla frutta, rosa canina prodotta.

Menu esteso il terzo giorno dopo essere tornato a casa:

  • zuppa di verdure;
  • filetto al forno di pesce magro;
  • carne al vapore o crocchette di pesce;
  • formaggio magro;
  • mele cotte.

Dopo il quarto giorno, il menu può essere preparato secondo il principio generale della dieta di una madre che allatta.

Perché i prodotti "giusti" sono così importanti dopo il parto

I prodotti accuratamente selezionati e ben preparati offrono alla madre che allatta diversi vantaggi contemporaneamente: contribuiscono alla produzione di latte e alla normale lattazione, aiutano a regolare il lavoro sia del proprio tratto digestivo sia del processo di digestione del cibo nel bambino.

Poiché i principali nutrienti del cibo dopo il parto diventano rapidamente parte del latte, l'introduzione di alimenti "sbagliati" nella dieta influenzerà immediatamente le condizioni del bambino. Anche con la normale salute della madre, il bambino può manifestare coliche, costipazione, diarrea e reazioni allergiche. Inoltre, alcuni piatti possono influenzare il gusto e l'odore del latte in modo così chiaro che il bambino rifiuterà di allattare. E alcuni dei prodotti si manifestano in modo eccitante per il sistema nervoso del bambino.

Come puoi vedere, esiste un elenco piuttosto grave di effetti indesiderati che possono verificarsi in un bambino a seguito di una dieta analfabeta. Pertanto, se si desidera che il bambino dorma in modo pacifico, senza provare dolore, costipazione e allergie, provare a bilanciare il menu il più possibile, adattandolo alle esigenze del bambino. Un bonus aggiuntivo dalla nutrizione dietetica la prima volta dopo il parto lascerà rapidamente i chili in più.

Cosa può e non può essere nei primi giorni dopo il parto

C'è un elenco di alimenti che è necessario vietare rigorosamente durante l'allattamento..

Prodotti che possono causare un'allergia in un bambino:

  • derivati ​​di fave di cacao (cioccolato, cacao, ecc.);
  • Fast food;
  • agrumi;
  • prodotti affumicati e semilavorati;
  • cibi in scatola;
  • piatti fritti e grassi;
  • frutti di mare e pesce salato;
  • brodi di carne grassa (maiale, agnello, ecc.).

Cosa può causare coliche intestinali:

  • dolci, torte e pasticcini, dolci e biscotti dolci;
  • pasta di farina bianca;
  • zucchero aggiunto a tè e latticini;
  • mele fresche, uva, cavoli, cetrioli;
  • frutta secca - uvetta e albicocche secche.

Cosa può cambiare il gusto del latte materno:

  • aglio e cipolle;
  • eventuali sottaceti;
  • condimenti piccanti.

Prodotti tossici per bambini:

  • funghi;
  • alcol;
  • piatti esotici (cucina cinese e giapponese, ecc.).

Per quanto riguarda il tè, è necessario erogarlo debolmente durante l'allattamento..

Razione una settimana dopo

Dopo una settimana, puoi già uscire da una dieta rigorosa passando a pasti frequenti e frazionari. Dopo ogni pasto, si consiglia di bere un tè caldo, una composta di frutta secca, una bevanda alle erbe o un succo di mirtillo rosso.

Quindi: cosa puoi mangiare una settimana dopo il parto?

  • spezzatino di verdure in umido in una piccola quantità di olio vegetale, tra cui zucca, carote, melanzane, zucchine;
  • pasta di grano duro, farina di grano saraceno o lino;
  • purè di patate con olio d'oliva;
  • del formaggio a pasta dura;
  • diversi tipi di noci che hai consumato durante la gravidanza;
  • carne magra bovina;
  • vari prodotti lattiero-caseari - yogurt, panna acida, latte cotto fermentato, kefir;
  • zuppa con brodo vegetale o di carne magra;
  • banane al forno.

Non dovresti includere tutti questi prodotti nel tuo menu un giorno: introdurre nuovi piatti gradualmente, in piccole quantità, osservando attentamente la reazione del bambino ad essi.

Facciamo il menu quando il bambino ha un mese

Quanto può essere vario il pasto di una madre che allatta un mese dopo il parto? Come puoi coccolarti senza danneggiare il corpo del bambino??

  • puoi diversificare il menu dei cereali aggiungendovi, oltre a grano saraceno e farina d'avena, mais, grano e riso (è meglio usare riso integrale per contorni);
  • è consentito aggiungere un pezzettino di burro al porridge e provare a cuocere il piatto non sull'acqua, ma sul latte di capra, che praticamente non provoca allergie, a differenza di quello della mucca;
  • aggiungere alle mele cotte e altri frutti (locali, non esotici);
  • preparare insalate con verdure verdi crude, condite con yogurt o olio d'oliva;
  • la ricotta può essere trasformata in frittelle di ricotta aggiungendo alcune bacche o pezzi di frutta o frutta secca; a syrniki puoi servire un po 'di panna acida a basso contenuto di grassi;
  • marshmallow classici o marshmallow possono essere serviti con il tè.

Quando prevedi di introdurre un nuovo prodotto nel tuo menu, segui le regole importanti:

  • introdurre un nuovo prodotto al mattino in modo che all'ora di pranzo capirai la reazione del corpo del bambino ad esso;
  • non aggiungere più di un prodotto al giorno;
  • Notando la reazione negativa del bambino (eruzione cutanea, ansia, diarrea, costipazione), abbandonare immediatamente il nuovo prodotto e non tornare ad esso durante questo mese;
  • introdurre un nuovo piatto in una piccola porzione; se non si verificano reazioni negative, aumentare gradualmente la porzione.

Cosa mangiare dopo il parto per aumentare la produzione di latte

Ci sono alcuni alimenti che promuovono una buona lattazione. E il primo posto tra loro è occupato da noci - noci e mandorle, a condizione che tu li abbia usati durante la gravidanza e il bambino risponda bene a loro. Le noci contengono grassi vegetali e un discreto elenco di vitamine e minerali, ma non dovresti mangiarne troppo. In modo che il bambino assimili normalmente i nuovi alimenti nel latte, inizia a consumare non più di due noci e quattro mandorle al giorno.

Oltre alle noci, ci sono altri alimenti vegetali che supportano la produzione di latte:

  • bacche: mora, mirtillo, uva spina, ribes;
  • verdure: carote, lattuga, ravanello;
  • verdure: aneto, foglie di finocchio;
  • semi: semi di lino e girasole;
  • piccole porzioni di miele (a condizione che il bambino sia ben tollerato);
  • latticini (latte al forno fermentato, kefir), utilizzati al mattino a stomaco vuoto;
  • frutta in umido a base di frutta secca (prugne, albicocche secche, mele, pere);
  • semi di aneto, preparati sotto forma di cocktail: macina i semi secchi acquistati in una farmacia in un macinacaffè, aggiungili a un bicchiere di kefir, aggiungi un po 'di sale);
  • tisana prodotta con camomilla, menta, melissa o queste erbe separatamente;
  • ribes freschi appena preparati con aggiunta di acqua fresca;
  • un decotto a base di orzo, gelatina o bevanda;
  • bevanda con semi di anice o cumino: per prepararla, prendi 5 grammi di semi acquistati in farmacia e fermentali con un bicchiere di acqua bollente, quindi insisti per almeno cinque ore; dividere la porzione finita in più parti e consumare durante il giorno);
  • tè allo zenzero;
  • infuso di cinorrodo essiccato.
  • Esperto
  • Articoli Recenti
  • Risposta

Informazioni sull'esperto: + MAMMA

Siamo il sito più amichevole per le mamme e i tuoi piccoli. Domande e risposte a loro, articoli unici di medici e scrittori - tutto questo con noi :)

Cosa può mangiare una madre che allatta nel primo mese dopo il parto?

Cosa può mangiare una madre che allatta nel primo mese dopo il parto? Nei primi mesi dopo il parto, tutti i benefici del latte materno dipendono direttamente da quanto sta mangiando la madre equilibrata. E durante l'allattamento, il corpo femminile ha bisogno di dosi più elevate di vitamine, minerali e sostanze nutritive. Affinché il bambino si sviluppi correttamente e aumenti di peso, il contenuto calorico della dieta della madre aumenta di circa 500 Kcal e oltre. Ed è molto importante che la dieta sia il più diversificata possibile, ma i cibi consumati non causano diatesi e coliche nel bambino.

Cosa mangiare per una madre che allatta nel primo mese dopo il parto: menu

Durante la prima settimana dopo il parto, il corpo femminile subisce una serie di cambiamenti e inizia a riprendersi, perché lo stress e le droghe hanno indebolito il corpo. E per non spendere più energia nella digestione di cibi pesanti per il tratto digestivo, l'alimentazione dovrebbe essere speciale. Ad esempio, nella prima settimana del menu di una mamma, si presenta così:

  • Zuppe dietetiche
  • Cereali integrali in acqua o latte;
  • Alimenti proteici a basso contenuto di grassi - manzo bollito, petto di pollo;
  • Mele cotte.

Affinché il tratto gastrointestinale funzioni correttamente, la fibra è necessaria ed è ottenuta da frutta e verdura. Pertanto, in modo che il bambino non abbia problemi con la pancia, devono essere trattati termicamente.

Quali prodotti devono essere eliminati

Cosa può mangiare una madre che allatta nel primo mese dopo il parto? Dei componenti plasmatici dopo il parto, una donna produce fino a un litro di latte materno durante il giorno. Il corpo spende circa 850 Kcal in questo processo. E la perdita di riserve di energia nel corpo non deve essere ripristinata dalla quantità di cibo consumato, ma da un cibo sano, che contiene molte vitamine e minerali, nutrienti. Si consiglia di cuocere i piatti al vapore o al forno. La mamma dovrebbe mangiare 5-6 volte al giorno, circa 30-45 minuti prima di allattare il bambino. L'apporto calorico giornaliero del cibo è di 3000-3200 Kcal.

Per il periodo dell'allattamento al seno, la madre deve mangiare con cura o addirittura escludere completamente i cibi dalla sua dieta, come:

  • Cioccolato e arachidi
  • Uova di gallina;
  • Uva, agrumi, frutti rossi e bacche;
  • Cibo piccante, varie salse e spezie;
  • Frutti di mare - gamberi, gamberi;
  • Semilavorati: salsicce, salsicce, salsicce, ecc.;
  • Patatine fritte e bevande gassate, specialmente dolci;
  • Tutti i tipi di cavolo;
  • Kvas, caffè, cacao;
  • Prodotti contenenti coloranti, esaltatori di sapidità, conservanti;
  • Conserve alimentari e salinità;
  • Orzo perlato;
  • Funghi e prodotti a base di fagioli.

Gli alimenti fermentati possono essere inclusi nella dieta, ma con grande cura. Questi includono kefir e ryazhenka, cottura del lievito, ecc. Non usare una grande quantità di sale e lo zucchero dovrebbe essere escluso dal menu. Ad esempio, si consiglia di bere tè nero verde o leggermente fermentato con pastiglia o marmellata naturale. A causa dell'elevato contenuto di grassi nella composizione, vale la pena abbandonare completamente le torte e le torte, influenzano direttamente il contenuto di grassi del latte materno, che può causare stitichezza nel bambino.

Anche se i ceci, le lenticchie, i fagioli e i piselli sono ricchi di proteine ​​vegetali, non dovresti mangiare questi alimenti durante l'allattamento. La carenza di vitamina B12 deve essere compensata includendo la carne magra nel menu.

Per quanto riguarda il latte, ci sono molte controversie: qualcuno ritiene che abbia un buon effetto sull'allattamento, mentre in altri il latte provoca una maggiore formazione di gas nei bambini. Pertanto, si consiglia di consumare latte in piccola quantità ed è consigliabile aggiungerlo direttamente al tè.

I pesci, sia le varietà rosse che bianche, possono causare una reazione allergica in un bambino, quindi dovrebbero essere attentamente introdotti nella dieta della madre e non mangiare più di 2-3 volte a settimana. E, naturalmente, i pesci completamente salati e affumicati sono esclusi.

Quali alimenti mangiare

Il primo mese dopo il focolare, si raccomanda di introdurre gradualmente nuovi prodotti nel menu della madre, un componente ogni 2-3 giorni. Questa volta dovrebbe essere sufficiente per valutare come il bambino tollererà l'introduzione e se appare intolleranza. Ma vale la pena considerare che gli allergeni tendono ad accumularsi e una reazione a un particolare prodotto potrebbe apparire in seguito.

La mamma appena nata beneficerà di prodotti come:

  • Ricotta: gnocchi e casseruole, cheesecake al forno;
  • Formaggio adyghe;
  • Uova di quaglia in piccola quantità;
  • Yogurt naturale senza additivi;
  • Verdure al vapore escluso il cavolo;
  • Ribes e uva spina, mele (verdi), banane e pere;
  • Avena e grano saraceno, riso non lucidato e integrale;
  • Pane integrale o grigio senza lievito;
  • Prugne secche e albicocche secche.

Nel primo mese dopo il parto, non dovresti mangiare cipolle e aglio, il latte può acquisire un retrogusto caratteristico e il bambino può rifiutare di allattare. Questi alimenti possono essere aggiunti alla dieta un po 'più tardi..

Ma i succhi freschi saranno molto utili per una giovane madre, hanno molta pectina (fibra), vitamine e minerali. Ad esempio, si consiglia di non sbucciare o sbucciare mele e pere, in cui c'è molto ferro prima di spremere il succo da loro. E per la prevenzione del rachitismo infantile, sarà utile che la mamma prenda anche olio di pesce.

Ma non dovresti dimenticare le noci (tranne le arachidi) e i semi: contengono acidi grassi polinsaturi, molte proteine, vitamine e minerali. Ma sono ipercalorici, quindi non sono ammessi più di 50-60 grammi al giorno.

Assicurati di includere quanta più aneto possibile nella dieta: in primo luogo, impedirà la formazione di gas nel bambino e, in secondo luogo, contiene molto acido folico, necessario per una corretta lattazione.

Quanto bere

Dopo che la madre ha nutrito il bambino, inizia a soffrire di sete, quindi non vale la pena limitare la quantità di liquido, specialmente nel primo mese. L'unica eccezione sono i primi giorni, quando il colostro anziché il latte è nel seno, le ghiandole mammarie possono gonfiarsi e si svilupperà la lattostasi. Il tasso giornaliero di liquidi, e preferibilmente acqua potabile pura, dovrebbe essere di 2,5-3 litri.

Bevande ottimali per l'allattamento al seno

Se bevi una tazza di tè con latte 15-20 minuti prima dell'alimentazione, sarà più facile per il bambino allattare, e questo è molto importante nel primo mese dopo la nascita.

Nutrizione della madre che allatta: Dr. Komarovsky

Cosa non puoi mangiare madre che allatta

Una quantità sufficiente di alimenti nella nostra dieta che normalmente percepiamo potrebbe non essere adatta al bambino, costipazione o diarrea, eruzione cutanea, coliche e aumento della formazione di gas e persino spasmi del tratto respiratorio che rappresentano una minaccia diretta per la vita del bambino.

Alcuni dei prodotti utilizzati dalla madre nel primo mese possono avere un effetto negativo sullo sviluppo del bambino, sullo stato del suo sistema nervoso. Bene, non dimenticare che un certo numero di prodotti può dare un sapore sgradevole al latte materno. Cosa non può essere mangiato da una madre che allatta nel primo mese dopo la nascita del bambino?

Il primo e più importante tabù è l'alcol, anche a dosi microscopiche sarà contenuto nel latte. Se una madre beve regolarmente alcolici, i bambini, di regola, diventano sonnolenti e inibiti, si sviluppano male e hanno sottopeso, spesso soffrono di un ritardo nello sviluppo mentale e fisico.

Inoltre, non abusare di tè e caffè forti, poiché stimolano il sistema nervoso centrale, eccitandolo e il bambino può essere irrequieto. Se non puoi rifiutare queste bevande, si consiglia di berlo in una forma altamente diluita, preferibilmente con l'aggiunta di latte con normale contenuto di grassi. Ed è meglio dare la preferenza a speciali tisane che aumentano la qualità del latte materno e aumentano l'allattamento.

Con carenza di lattosio nel bambino

Per le madri i cui bambini soffrono di carenza di lattosio, la prima cosa da fare è escludere dalla dieta alimenti ricchi di proteine ​​animali e lattosio, vale a dire ricotta e latte, yogurt e formaggi, burro.

Va anche ricordato che la maggior parte della cottura può contenere tracce residue di lattosio, quindi vale la pena includere prodotti a base di pasta nel menu.

Cibi indesiderati:

  • Sottaceti e conserve;
  • Qualsiasi piatto con spezie, speziato e speziato;
  • Tutto ciò che contiene caffeina - bevande gassate, cacao, cioccolato e vari dessert;
  • Tutta la categoria di frutta e verdura è rossa;
  • Prodotti contenenti coloranti, fino alla marmellata e caramelle;
  • Salse acquistate;
  • Qualsiasi tipo di alcol, succhi di frutta e verdura.

Con coliche in un neonato

Se il bambino ha una colica costante, la madre dovrebbe riconsiderare il suo menu ed escludere o limitare l'uso di prodotti come:

  • Munga, ma puoi continuare a cuocere il porridge mattutino, ma diluiscilo a metà con acqua;
  • Caffè, bevande gassate (compresa l'acqua minerale);
  • Spezie, condimenti, cibi piccanti e salati;
  • Alcune verdure - cipolle e aglio, cavolo bianco (compresi i crauti), ravanello, ravanello, cetrioli freschi e in salamoia, peperone;
  • Tutti i tipi di legumi;
  • Uva e uva passa, mele e pere allo stato grezzo;
  • Tutti i tipi di dolci e pasticcini, pasticcini.

Se il neonato ha l'ittero

Con l'ittero fisiologico nei neonati, non ci sono restrizioni speciali nel menu della madre. Basta aderire a una dieta corretta ed equilibrata ed escludere dalla dieta tutti i cibi dannosi.

Un menu di esempio per la settimana di giorno

Cosa può mangiare una madre che allatta nel primo mese dopo il parto? Il menu di una madre che allatta nel primo mese dopo la nascita dovrebbe essere non solo equilibrato, ma anche gustoso. E ancora più semplice, perché è necessario rilassarsi di più e impegnarsi nel bambino, senza passare il tempo in cucina, creando capolavori culinari. Ma ci sono piatti che saranno utili per entrambi e non richiedono molto tempo per la preparazione. Il menu settimanale è simile al seguente:

Lunedi

  • Per colazione: porridge di riso con frutta secca, tè verde con biscotti.
  • A pranzo: zuppa con polpette e verdure, verdure in umido, frutta in umido.
  • Per uno spuntino pomeridiano: cheesecakes e tè.
  • Per cena - pesce al forno con patate, kefir.

martedì

  • Per colazione - casseruola di ricotta, tè al latte.
  • Per pranzo: zuppa di purea di verdure, porridge di grano saraceno con carne macinata, bevanda di frutta.
  • Per uno spuntino pomeridiano - una manciata di frutta secca.
  • Per cena - pasta con formaggio, insalata di verdure, latte al forno fermentato.

mercoledì

  • Per colazione: porridge di mais, toast con crema di formaggio, tè verde.
  • A pranzo: zuppa di pesce con riso, tacchino con zucchine in umido, frutta in umido.
  • Per uno spuntino pomeridiano: frittelle con panna acida, tè.
  • Per cena - gnocchi fatti in casa con panna acida, yogurt senza additivi.

giovedi

  • Per colazione: pasta al formaggio, una tazza di tè verde alla menta.
  • Per pranzo: zuppa di cavolo con erbe, polpette e riso, composta.
  • Per uno spuntino pomeridiano - syrniki con marmellata, tè.
  • Per cena - crocchette di pesce con purè di patate, kefir.

Venerdì

  • Per colazione: porridge di grano saraceno nel latte, infuso di cinorrodo.
  • A pranzo: zuppa di cavolo, pollo con verdure, tè alla menta.
  • Per uno spuntino pomeridiano - due banane.
  • Per cena - ricotta con frutta secca, mela cotta, tisana.

Sabato

  • Per colazione: porridge d'orzo, toast con crema di formaggio, tè al latte.
  • Per pranzo: spaghetti di pollo, pollock con patate lesse, composta.
  • Merenda pomeridiana - yogurt senza additivi.
  • Per cena: vitello in umido con verdure, latte cotto fermentato.

Domenica

  • Per colazione: porridge di miglio con burro, tè verde.
  • A pranzo: zuppa con polpette di carne, tortino, succo di frutta.
  • Per il tè pomeridiano - tè con biscotti.
  • Per cena - casseruola con mele, infuso di rosa canina.

ricette

Una madre che allatta dovrebbe mangiare bene, ma non dimenticare che il cibo dovrebbe essere gustoso. Cosa può mangiare una madre che allatta nel primo mese dopo il parto? Dopo aver trascorso un bel po 'di tempo in cucina, puoi cucinare piatti molto gustosi adatti al resto della famiglia.

Zuppa di polpette e tagliatelle profumate

Durante l'allattamento, si consiglia di cucinare i primi piatti, non cuocere a vapore le verdure in olio vegetale, ma di metterle nel brodo in forma grezza. Il gusto dei prodotti sarà preservato e i benefici di un tale piatto per il tratto gastrointestinale saranno molto maggiori.

Per prepararti, avrai bisogno di:

  • 450 gr carne di manzo macinata;
  • 4-5 patate;
  • 1 cipolla;
  • 1 uovo
  • 1 piccola carota;
  • Una manciata di "Spider line" di Vermicelli;
  • Un mazzo di erbe fresche;
  • Sale qb.

Cucinando:

  1. Ripieno, se necessario, scongelare, salare e aggiungere l'uovo. Se lo si desidera, è possibile aggiungere alla carne macinata verdure tritate molto finemente..
  2. Mescola tutto bene, forma delle polpette e abbassale per farle bollire in acqua bollente salata.
  3. Sbucciare e tagliare verdure, patate - cubetti o cannucce, carote e cipolle - semianelli.
  4. Una volta che le polpette si presentano, aggiungi le verdure al brodo e cuoci fino a che non diventano morbide.
  5. Aggiungi i vermicelli alla zuppa, mescola e un paio di minuti prima di essere pronto, aggiungi erbe fresche.
  6. Fai bollire la zuppa e rimuovila dalla stufa.

Polpette Di Pesce

Il pesce deve essere incluso nella dieta di una madre che allatta, ma non più di 2-3 volte a settimana, altrimenti il ​​bambino potrebbe avere una reazione allergica.

Per prepararti, avrai bisogno di:

  • 700 gr. qualsiasi pesce bianco (filetto);
  • 150 gr. pane bianco;
  • 1-2 lampadine;
  • 2-3 rami di aneto;
  • 1 uovo
  • 100 gr. pangrattato (fatto in casa);
  • 125 ml di latte;
  • Sale;
  • Un po 'di olio vegetale.

Cucinando:

  1. Salta il pesce con le cipolle attraverso un tritacarne. Se il pesce è ossuto, si consiglia di ripetere la procedura due volte.
  2. Aggiungi l'uovo e il pane bianco imbevuto di latte al pesce. Macinare le erbe fresche e metterle nella carne macinata, salare e impastare bene la carne macinata.
  3. Forma delle polpette e mettile su una teglia unta.
  4. Mettere in forno preriscaldato a 180 ° e cuocere per circa mezz'ora fino a doratura.
  5. Servire tali polpette al tavolo è meglio con purè di patate.

Utile composta di frutta secca

Per preparare 500 ml di composta avrai bisogno di una manciata della miscela (circa 50 grammi). È desiderabile che queste siano mele secche, pere e prugne secche.

Per prepararti, avrai bisogno di:

  • 500 ml di acqua pura;
  • 50 gr composta composta;
  • 1 cucchiaio. un cucchiaio di zucchero di canna.

Cucinando:

  1. Risciacquare accuratamente la composta in acqua corrente.
  2. Versare acqua calda, coprire il contenitore con un coperchio e lasciare insistere per una notte in un luogo fresco.
  3. Al mattino aggiungi lo zucchero all'acqua e porta a ebollizione. Le bacche di composta possono essere aggiunte al porridge mattutino.

Suggerimenti per il forum delle donne

Oksana, 26 anni:

Immediatamente dopo il parto, il bambino richiede molta attenzione e impegno da parte di sua madre, ma questo non significa che lei e i suoi familiari dovrebbero mangiare cibi semilavorati in questo momento. È necessario trovare il tempo e preparare cibi sani, perché la salute dipende innanzitutto dall'alimentazione della madre. Quanto sarà utile il latte materno se la mamma non ha il tempo di mangiare completamente? Ecco perché devi cucinare, almeno i piatti più semplici.

Christina, 32:

Una buona opzione per una madre che allatta sarà il principio del congelamento dei piatti: basta cucinare un paio di porzioni in più e congelare l'eccesso. Quindi, in caso di "emergenza" puoi sempre ottenere una porzione di cibo e scaldarla nel microonde per pranzare o cenare completamente.

Veronica, 30:

È necessario che la madre che allatta includa quanto più aneto fresco nella dieta: contiene non solo fibre e vitamine sane, penetra bene nel latte e il bambino avrà meno dolore allo stomaco a causa delle coliche.

In conclusione, vorrei dire che non dovresti abbandonare completamente tutto ciò che presumibilmente può avere un impatto negativo sul bambino. Altrimenti, non hai proprio niente da mangiare e la dieta sarà così scarsa che la qualità del latte cambierà in peggio. Hai solo bisogno di provare nuovi piatti e ingredienti in piccole porzioni, tenere traccia della reazione e guardare il bambino. Se si introducono nuovi prodotti gradualmente, non è difficile tracciare la reazione.

Salute a te e ai tuoi figli! Natalya Belokopytova.

Nutrire una madre che allatta dopo il parto

La nutrizione dopo il parto per una donna che allatta ha molte caratteristiche e divieti. Dopotutto, la composizione e la quantità del latte materno dipendono direttamente da questo. I capricci del bambino dovuti a cattiva salute, a un breve sonno, a costipazione: tutte queste sono conseguenze della mancata osservanza della dieta da parte di una madre che allatta. Quindi cosa devi mangiare in modo che il bambino sia sano e calmo?
La nutrizione nei primi mesi dopo il parto dovrebbe essere facile, ma frequente, i nuovi alimenti dovrebbero essere introdotti attentamente, osservando la reazione del bambino. Non dimenticare le restrizioni sul cibo spazzatura. Considera i principi di base della formazione dei menu per una giovane madre.

Perché è importante mangiare bene??

Una corretta alimentazione della madre dopo il parto assicurerà l'allattamento, il benessere e la salute del neonato.

Tutto ciò che la madre ha mangiato entra nel corpo del bambino con il latte materno e può provocare conseguenze negative:

  1. Colica gonfia e grave.
  2. Costipazione o viceversa, diarrea.
  3. Per alcuni prodotti, possono verificarsi manifestazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea. Altre informazioni sulle allergie nei neonati →
  4. Degustazioni e cibi aromatici compromettono il gusto del latte e il bambino può rifiutarsi di allattare..
  5. L'alimentazione impropria di una madre che allatta dopo il parto può avere un effetto eccitante sul sistema nervoso del bambino.

A seguito di una dieta, una donna fornirà anche a se stessa e alla sua famiglia un buon riposo. Dopotutto, un bambino che non soffre di coliche o costipazione dorme meglio, mangia bene e aumenta di peso.

Un bambino del genere cresce e si sviluppa tranquillamente senza soffrire di prurito allergico e dolore costante nella pancia e la madre non è nervosa nel tentativo di calmare il bambino. Inoltre, una dieta equilibrata e regolare, ad esclusione di fritti e grassi, aiuterà una donna a liberarsi dei chili in più guadagnati durante la gravidanza.

Molto dipende dalle abitudini alimentari della madre durante la gravidanza. Se una donna in precedenza consumava costantemente cachi, mele, prugne, quindi dopo il parto puoi anche aggiungere questi prodotti alla dieta. Tuttavia, se la madre non ha mangiato questi frutti prima e dopo il parto è stata portata via dal loro consumo, è possibile che il bambino abbia un'allergia.

Il menu deve essere progettato in modo tale che nella dieta quotidiana siano stati:

Nutrizione nei primi tre giorni dopo la nascita

Il problema di seguire una determinata dieta dovrebbe essere considerato da una donna non solo dopo la comparsa del bambino, ma anche durante la gravidanza. Con scarsi test, il medico può consigliarle di limitare l'uso di determinati alimenti per non provocare un deterioramento.

Pochi giorni prima della nascita, è meglio abbandonare eccessi come:

  • cioccolato;
  • noccioline
  • caffè, tè forte, cacao;
  • fragole, pomodori, pesce rosso;
  • piatti affumicati o salati;
  • agrumi e vari cibi esotici.

L'uso di prodotti lattiero-caseari è anche meglio ridurre. Quindi, proteggerai il neonato dalla diatesi immediatamente dopo la nascita.

Il cibo il primo giorno dopo la nascita dovrebbe consistere in piatti preparati al momento e leggeri, senza condimenti piccanti e aromatici. Dopotutto, durante questo periodo, una donna inizia ad avere un processo di allattamento e ad abituare il suo bambino.

È meglio limitarsi ai cereali nell'acqua, un uovo sodo o un pezzo di carne magra, puoi mangiare una zuppa magra senza friggere. Sono ammessi dolci, una mela cotta, una banana e un semplice biscotto.

C'è un'opinione secondo cui per aggiungere latte, una donna ha bisogno di un drink abbondante. Non è così, poiché bere molti liquidi può portare a vampate di calore e ristagno di latte nel petto. Dopotutto, un neonato mangia molto poco.

Coloro che hanno partorito con taglio cesareo non dovrebbero mangiare cibi ricchi di fibre: verdure e frutta crude, pane integrale, crusca. Nei primi giorni dopo l'intervento chirurgico, è meglio limitarsi all'acqua senza gas.

La fine della prima settimana dopo la nascita

Una donna che allatta non dovrebbe morire di fame. Mangiare dopo il parto nei primi giorni dovrebbe essere frequente e frazionario, idealmente - dopo ogni poppata dovresti mangiare cibo leggero e bere tè caldo o composta.

Alla fine della prima settimana dopo la nascita di un bambino, la mamma può:

  1. Tè caldo zuccherato, succo di mirtillo rosso, composta di frutta secca, decotti alle erbe.
  2. Verdure al vapore: barbabietole, zucchine o melanzane, carote, zucca con un paio di gocce di olio vegetale.
  3. Dal pane nero o di segale, puoi preparare i cracker per il tè o la zuppa.
  4. Introduci alcune fettine di pesce di mare a basso contenuto di grassi nella dieta, osservando il benessere del bambino.
  5. Un po 'di purè di patate o pasta.
  6. Manzo bollito a basso contenuto di grassi.
  7. Latticini (non più di 300 g al giorno).
  8. Una volta al giorno, assicurati di mangiare zuppa magra o borsch senza cavolo.
  9. Aggiungi con attenzione noci e formaggio a pasta dura al tuo menu.
  10. Mangia una banana e due mele cotte al giorno.

Introduci attentamente nuovi prodotti nella tua dieta in piccole porzioni, osservando attentamente la reazione del bambino ad essi.

Le porzioni devono essere piccole, quindi la mamma non guadagna chili di troppo..

Nutrizione nelle prime 4 settimane dopo la nascita

Sono passate diverse settimane dalla nascita del bambino, il bambino è cresciuto un po ', e sembrerebbe che la mamma possa tornare alla sua solita dieta, ma no. La nutrizione nel primo mese dopo la nascita è importante come nei primi giorni.

Durante questo periodo, le madri che allattano sono autorizzate:

  • tutti i cereali sull'acqua, tranne riso, mais e grano;
  • puoi mettere un po 'di burro nel porridge;
  • fette magre di manzo o pollame bolliti;
  • latte, yogurt;
  • frutta cotta, verdure crude verdi.

Puoi preparare frittelle di ricotta e casseruole con la ricotta aggiungendo frutta secca o bacche. È consentito aggiungere un po 'di panna acida ai piatti..

Quando introduci nuovi prodotti nella tua dieta, dovresti essere guidato da una serie di regole:

  1. Usa un nuovo piatto al mattino, ma è meglio al mattino e controlla attentamente la reazione del bambino.
  2. Aggiungi solo un nuovo prodotto al giorno.
  3. Se il bambino ha mostrato eruzioni cutanee o è diventato nervoso e capriccioso, allora è meglio rifiutare di usare un nuovo piatto. Per comodità di osservazione e sistematizzazione delle informazioni, è necessario tenere un diario nutrizionale..
  4. Inserisci nuovi prodotti nel tuo menu in piccoli pezzi. Con una buona reazione del bambino, la porzione può essere aumentata al pasto successivo.

Periodo di allattamento al seno

Naturalmente, la nutrizione nel primo mese dopo la nascita è molto limitata, ma dopo 8-12 settimane può essere notevolmente ampliata.

In questa fase, è consentito aggiungere:

  1. Alcuni dolci (marshmallow, marmellata, caramelle naturali). Scegli un prodotto con un numero minimo di coloranti, senza odori chimici estranei, con una breve durata.
  2. Frutta secca (uva passa, prugne secche, albicocche secche, datteri). Possono essere consumati in natura e aggiunti a vari piatti. Non dimenticare di lavare bene la frutta secca prima di mangiare, e ancora meglio - cospargili di acqua bollente.
  3. Diversificare il menu con altri tipi di pesce.
  4. Un po 'di mais bollito e giovani piselli, senza dimenticare di notare le condizioni del bambino dopo l'introduzione di nuovi prodotti.
  5. Frutta fresca di stagione (pesche, albicocche, prugne, mele non varietà rosse). Delle bacche - caprifoglio, mirtilli, ribes bianco e uva spina.
  6. Quattro mesi dopo il parto, puoi aggiungere succhi di frutta appena spremuti al tuo menu, ma è meglio diluirli con acqua bollita e bere non più di un bicchiere al giorno.

Restrizioni nutrizionali per le madri che allattano

Con quello che puoi mangiare dopo il parto, abbiamo capito. Ma questi prodotti non dovrebbero essere consumati da una donna durante l'allattamento al seno un bambino:

  1. Bevande alcoliche e cibo da fast food. È meglio escluderli anche in fase di gravidanza per evitare problemi di salute..
  2. Gli agrumi sono forti allergeni, inoltre devono essere rimossi dalla dieta di una madre che allatta. Nel periodo autunno-inverno, è meglio dare la preferenza a un brodo di cinorrodo o crauti, hanno anche molta vitamina C.
  3. Le torte da negozio, le torte alla crema e le caramelle con alcool devono essere sostituite con semplici biscotti. Se vuoi davvero, puoi cuocere una torta da solo preparando una crema pasticcera con latte magro.
  4. Molte donne bevono il tè con l'aggiunta di latte, considerando questa bevanda utile per l'allattamento. Ma non è così. Anche il latte di vacca intero è considerato un allergene e deve essere consumato con estrema attenzione, in piccole quantità. Meglio ancora, sostituire con la capra.
  5. Gli alimenti grassi, fritti, affumicati e salati sono proibiti non solo per una madre che allatta, ma anche per una donna incinta.

Nei primi giorni dopo il parto, la nutrizione della donna è molto limitata, questo è necessario per il benessere della donna in travaglio e del bambino. Mangiare cibi sani può aiutare il lavoro del tratto gastrointestinale del tuo neonato ed evitare tali spiacevoli problemi come coliche, gonfiore e costipazione. Più tardi, la dieta della mamma si espanderà, arrivando a quella che era prima della gravidanza.

Menu di esempio per la settimana

La madre che allatta può mangiare molti alimenti, il numero di pasti dovrebbe essere di almeno 4 al giorno. Se una donna vuole perdere peso, il cibo dovrebbe essere diviso in piccole porzioni, ma è necessario mangiare 6-7 volte al giorno. Va ricordato le regole del trattamento termico di alimenti, frutta cruda, verdure dovrebbero essere consumate in piccole quantità, mentre è necessario garantire che il bambino non abbia problemi con la digeribilità del latte.

Menu di esempio per la settimana:

Giorno della settimanaColazioneCenaHigh teaCena
LunediPorridge di farina d'avena sull'acqua, verdure in umido, latte cotto fermentatoZuppa di verdure, patate lesse, petto di pollo bollitoTè alla camomilla, biscotti, bananaMaccheroni, funghi in umido, frutta secca
martedìUovo sodo, broccoli in umido, pane e burro, tèPesce bollito, porridge di riso, ricotta con pera, compostaKefir, Charlotte con mela, biscottiCasseruola di verdure, polpette al vapore, yogurt
mercoledìPorridge d'orzo, zucchine bollite, frutta secca, kefirPasta, vitello in umido, insalata con verdure, tè dolceMela cotta, essiccazione, latte cotto fermentatoZuppa di pesce, uovo sodo, pane e burro, composta
giovediRicotta con panna acida, biscotti, tèPorridge di mais, verdure bollite, pollame, latte cotto fermentatoBiscotti, frutta secca, kefirZuppa di polpette, riso con verdure, composta
VenerdìPorridge di grano saraceno con gulasch di manzo, sandwich al formaggio, kefirSpezzatino di verdure, carne di coniglio al forno, tè con biscottiCasseruola di riso, essiccazione, frutta in umidoGnocchi con ricotta, purea di frutta, latte
SabatoPurè di patate con pesce al forno, yogurt naturale, bananaFarina d'avena con burro, polpette di carne di pollo al forno con mele, frutta in umidoCasseruola, succo o composta di frutta fatta in casaCheesecakes con panna acida, insalata con verdure, tè
DomenicaPorridge di riso con mela, panino al formaggio ryazhenkaZuppa di pesce, insalata di barbabietole (piccola quantità), cotolette al vapore, tèBiscotti, ricotta, tè verdeCasseruola con carne e patate, uovo sodo, composta di frutta secca

Se consideriamo le varie varianti del menu, possiamo vedere che non hanno dolci, caffè, cioccolato. I prodotti che contengono molto zucchero sono dannosi in questo caso, i dolci possono essere sostituiti con pastiglie, marmellate fatte in casa, caramelle gommosa e molle, pasticcini, ecc..

La cosa principale, ricorda che il tuo menu dovrebbe essere bilanciato e il cibo regolare. Anche con un elenco minimo di alimenti consentiti, puoi mangiare gustoso e vario. E per aiutare la mamma, le nostre ricette per l'allattamento sono utili..

Autore: Alla Shevchuk,
appositamente per Mama66.ru

Up