logo

Nel periodo di esacerbazione della situazione epidemiologica, nessuno è immune dall'incidenza dell'influenza. Ciò è particolarmente vero per le donne che allattano la cui immunità non viene ripristinata fino alla fine dopo la gravidanza. Se una giovane madre allatta al seno, allora è responsabile non solo del suo corpo, ma anche del corpo di un neonato.

Se l'infezione con l'influenza non può essere evitata, è necessario familiarizzare con i metodi di trattamento della malattia e le nuove condizioni di alimentazione.

Posso allattare al seno

Se sta arrivando un'epidemia di influenza stagionale, si consiglia ai giovani genitori di prendersi cura della prevenzione della morbilità. Se si è verificata un'infezione, la preoccupazione principale della madre è la selezione di trattamenti sicuri.

Alcuni specialisti medici sono propensi alla necessità di una temporanea interruzione dell'allattamento fino al completo recupero della donna che allatta. Il motivo di ciò è l'elevata probabilità di infezione del neonato da parte di una madre malata. Si può sostenere la necessità di sospendere l'allattamento, perché quando compaiono i primi sintomi della malattia, il bambino riesce a ricevere una dose del virus dalla madre.

Durante questo periodo, il latte materno è più rilevante che mai, poiché contiene anticorpi preziosi che supportano la lotta contro i patogeni infettivi. Se una donna non ha potuto evitare l'incidenza dell'influenza, si raccomanda di continuare l'allattamento al seno. Per ridurre la probabilità di infezione di un neonato, prima di ogni poppata, una donna deve indossare una garza o una medicazione di cellulosa.

Il pericolo dell'influenza sta nelle sue conseguenze, quindi, quando appare un quadro clinico caratteristico, una madre che allatta dovrebbe consultare uno specialista medico per un consiglio.

Caratteristiche del trattamento

L'approccio al trattamento dell'influenza con l'alimentazione naturale dovrebbe essere deliberato ed equilibrato. La maggior parte dei farmaci non è raccomandata per l'allattamento e le donne in gravidanza. Come terapia antivirale, alle madri che allattano è consentito utilizzare i cosiddetti induttori dell'interferone (Grippferon, Viferon). Questi fondi sono accettabili per l'ammissione non solo ai fini del trattamento, ma anche per la prevenzione al culmine dell'epidemia di malattia.

Se la temperatura di una donna che allatta aumenta, allora si raccomandano come antipiretici i preparati a base di paracetamolo. È anche accettabile utilizzare prodotti contenenti ibuprofene..

Per facilitare la respirazione nasale, non è raccomandato l'uso di gocce e spray vasocostrittivi. Per il trattamento del raffreddore comune, è necessario utilizzare il risciacquo e l'irrigazione della cavità nasale con soluzioni saline. Se la congestione nasale interferisce con il normale funzionamento, le gocce vasocostrittive sono meglio utilizzate prima di coricarsi, non più di 3 giorni di fila.

Metodi di trattamento

Se la malattia non procede in forma grave, si raccomanda a una donna che allatta di utilizzare metodi di medicina tradizionale che non influenzano il corpo del bambino attraverso il latte materno. Durante l'allattamento, una donna può trarre vantaggio da tali metodi di trattamento:

  • Reception Aflubina. Dal momento in cui compaiono i primi sintomi della malattia, è necessario prestare attenzione a stimolare le difese del corpo. Il farmaco Aflubin naturale stimola la produzione di anticorpi contro agenti patogeni virali e batterici.
  • Tè con l'aggiunta di miele naturale e limone. Questo prodotto contiene una dose d'urto di vitamina C, che aiuta a rafforzare l'immunità. Bere limone e miele è consentito solo in assenza di allergie, sia nella madre che nel bambino.
  • Tè con marmellata di viburno, ribes e lampone. Queste bacche contengono antibiotici naturali e principi attivi antivirali. Puoi bere marmellata con tè o aggiungerla a un drink.
  • Latte con l'aggiunta di miele e burro. Questo rimedio combatte efficacemente mal di gola e tosse secca. Si consiglia di utilizzare il latte in una forma calda prima di coricarsi.
  • Per il trattamento sintomatico dell'influenza durante l'allattamento, puoi riscaldare le gambe in acqua calda con l'aggiunta di senape in polvere. Con una tosse secca, le inalazioni da decotti di erbe medicinali sono utili. È possibile effettuare inalazioni e gambe calde in acqua calda solo dopo la normalizzazione della temperatura corporea.
  • Se una giovane madre è preoccupata per il mal di gola, si consiglia di sciacquare con l'aggiunta di sale marino e soda. Per preparare la soluzione, è necessario sciogliere 0,5 cucchiaini. sale e ¼ cucchiaino bicarbonato di sodio in 300 ml di acqua calda bollita. In alternativa, è possibile utilizzare decotti di piante medicinali (fiori di calendula e camomilla). La frequenza di risciacquo è 3-4 volte al giorno. Nelle soluzioni di risciacquo, puoi aggiungere olio essenziale di eucalipto (2-3 gocce), che ha una proprietà battericida.
  • È possibile ridurre il calore senza l'uso di farmaci antipiretici strofinando il corpo con acqua semplice. Si consiglia di prendere l'acqua a temperatura ambiente, evitando l'ipotermia del corpo. Dopo questo, dovresti mettere un impacco freddo sulla fronte.

Prevenzione

Alle giovani madri è severamente vietato automedicare, poiché i farmaci incontrollati possono danneggiare il bambino. Per prevenire l'influenza, segui questi suggerimenti:

  • Ventilare la zona giorno ogni giorno e fare la pulizia a umido..
  • Limitare le visite a luoghi pubblici per la durata dell'epidemia..
  • Prendi gli induttori dell'interferone per creare l'immunità all'influenza nel corpo.
  • Presta attenzione alla dieta, che dovrebbe contenere proteine ​​animali, frutta fresca, verdura e succhi di frutta. Il tabacco e l'alcool sono severamente vietati..
  • Usa complessi multivitaminici contenenti vitamina C e altri ingredienti benefici.
  • Evita l'ipotermia. Per fare questo, vestirsi in base alla temperatura e alle condizioni meteorologiche..

Le madri che allattano non devono essere vaccinate contro il virus dell'influenza. Questa procedura coinvolge le persone a rischio di sviluppare gravi complicanze, diabetici e anziani. Se una giovane madre è a rischio, si raccomanda la vaccinazione. I vaccini profilattici per l'influenza non influenzano negativamente i bambini. Dopo l'introduzione del farmaco, una donna può avvertire un lieve malessere, che scompare 1-2 giorni dopo la vaccinazione contro il virus dell'influenza.

Cosa può fare una madre che allatta con il raffreddore: trattamento e limitazioni

Data di pubblicazione: 16/10/2018 | Visualizzazioni: 9245

L'Associazione dei professionisti delle malattie infettive (IDSA) conferma che il 90-98% del raffreddore comune è causato da virus RNA e DNA. Se elimini la fonte di microbi dannosi e subisci un trattamento sintomatico, un corpo sano sconfiggerà l'infezione virale in 5-7 giorni senza l'uso di antibiotici. Pertanto, il trattamento del raffreddore per una madre che allatta è spesso sicuro, ma è obbligatorio anche con i primi sintomi della malattia.

Che cos'è un raffreddore

Il concetto include un gruppo di infezioni respiratorie che sono accompagnate da infiammazione del tratto respiratorio superiore. Le mucose irritate tendono a respingere la microflora dannosa, che si manifesta con sintomi spiacevoli per l'uomo. Inoltre, i raffreddori virali e batterici si verificano allo stesso modo. La causa esatta è determinata solo dalla diagnostica di laboratorio..

segni

  • Il risultato delle mucose irritate è starnuti, naso che cola, tosse.
  • 12 ore dopo l'infezione, compaiono segni di intossicazione - mal di testa, debolezza, sonnolenza.
  • Aumentare la temperatura corporea a 38,5 ° C - la risposta immunitaria del corpo alle infezioni.
  • Dolore ai muscoli e alle articolazioni: microrganismi dannosi, che si muovono lungo la linfa, stimolano i nocicettori (cellule del dolore).

I raffreddori virali si sviluppano in 3-5 giorni. I sintomi sono acuti, flash. Nell'80% dei casi, la mucosa dell'occhio è irritata, la temperatura di 37,0-37,8 ° C scende 3 giorni dopo l'inizio della terapia. Se il trattamento inizia il giorno 1-2, il rischio di complicazioni virali da raffreddore è minimo. La malattia viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria..

Un'infezione batterica è caratterizzata da un periodo di incubazione asintomatica fino a due settimane. La malattia si sviluppa localmente, ferendo un'area specifica: orecchio, gola, cervello, polmoni. Scorre pesantemente, con temperature fino a 39,5 ° C. Nella metà dei casi, si sviluppa come una complicazione di un raffreddore virale. Spesso diagnosticato con otite media, tonsillite, meningite, sinusite, polmonite.

Nonostante la natura del microbo (batterio o virus), l'infezione deve essere trattata, poiché il raffreddore comune in una donna che allatta passa solo nel 12% dei casi. La funzione protettiva del corpo dopo il parto è indebolita, senza terapia, i sintomi dureranno per 2-3 settimane, l'infiammazione "scenderà" nel tratto respiratorio inferiore.

È possibile nutrire il latte materno con un raffreddore?

Il raffreddore comune non è una controindicazione per l'allattamento al seno, è un dato di fatto. Anche prima che compaiano i primi sintomi della malattia nel corpo della madre, vengono prodotti anticorpi protettivi per combattere l'infezione. Queste immunoglobuline passano nel latte materno e vengono trasmesse al bambino. Pertanto, il corpo del bambino è preparato in anticipo per combattere il microbo.

Il latte non si deteriora nemmeno a una temperatura elevata con una madre che allatta. Anche il latte espresso bollente è inutile, poiché quando riscaldato la composizione perde le sue proprietà benefiche.

La composizione e l'effetto protettivo del latte è l'argomento principale a favore di continuare l'allattamento con il raffreddore. Secondo il Rospotrebnadzor e il Center for Disease Control and Prevention, i virus simil-influenzali non penetrano nel latte, pertanto si raccomanda solo di aumentare la frequenza di applicazione per l'immunizzazione del corpo del bambino.

Si raccomanda la sospensione temporanea dell'HB solo quando si assumono antibiotici per un numero di tetracicline, aminoglicosidi, sulfamidici. I farmaci sono tossici e dannosi per gli organi fragili del bambino..

Un bambino può avere il raffreddore dalla mamma?

Nel 90% dei casi, la causa di un raffreddore in una madre che allatta è un virus che viene trasmesso da goccioline trasportate dall'aria. Pertanto, la prevenzione dell'infezione del bambino è necessaria e include un algoritmo standard di azioni.

Misure precauzionali

  • Nella stanza in cui si trova il bambino, indossa una garza a tre strati.
  • Isola i contatti - escludi baci, abbracci, sonno articolare. Spostare il presepe di 2-3 metri. È meglio dormire nella stanza accanto e lasciare al bambino un membro sano della famiglia, che chiamerà la mamma la sera per dar da mangiare.
  • Prima di allattare, applica un unguento ossolinico sotto il naso del bambino (strofina sulla punta del dito).
  • Ventilare la stanza ogni ora (portare fuori il bambino).
  • Pulizia bagnata con un disinfettante 3 volte al giorno.
  • Mantenere la temperatura ambiente - 18-23 ° C.
  • Quarzo al mattino e alla sera per 20 minuti.
  • Sala di aromaterapia con oli essenziali (puoi 1 volta prima di coricarti).
  • Sterilizzare bottiglie e articoli per l'igiene, inclusi giocattoli, capezzoli.
  • Igiene personale: lavarsi le mani ogni ora.
  • Aumenta la frequenza del seno.

I farmaci durante l'infanzia non sono raccomandati e sono prescritti solo per segni progressivi di infezione.

Con il raffreddore in una madre che allatta, il bambino ha bisogno di un agente immunomodulante, il migliore dei quali è il latte materno.

Preparati freddi per il bambino

  • Gocce nel naso Derinat, Deoxinate (immunomodulatore, effetto curativo).
  • Grippferon, Viferon (basato sull'interferone - una proteina antivirale).
  • Acqua di mare in gocce - risciacquo del naso con un raffreddore.
  • Il paracetamolo in supposte o sospensioni è antipiretico, a t da 38 ° C.

I farmaci sono prescritti dal medico dopo aver diagnosticato i sintomi. Il trattamento farmacologico di un bambino fino a un anno è giustificato solo con evidenti segni di intossicazione e una temperatura di 38 ° C. In altri casi, è meglio che al bambino venga data la possibilità di affrontare l'infezione da solo. L'allattamento al seno in questo caso è l'assistente principale.

Medicine a freddo per GV

Per una madre che allatta, la scelta dei farmaci è limitata dall'azione locale. Sono esclusi i medicinali a base di aspirina e analgin, così come le polveri sintomatiche complesse Fervex, Nimesil, Nemuleks. L'effetto dei farmaci sul latte non è stato studiato, ma un elenco di effetti collaterali è un motivo per l'insufficienza dell'epatite B. È meglio preferire il trattamento con metodi alternativi e mantenere l'immunità. Una temperatura fino a 38 ° C indica lo sviluppo di anticorpi da parte dell'organismo per combattere le infezioni, pertanto non è consigliabile inibire il segno.

Se il termometro è aumentato più in alto, il corpo non può far fronte all'intossicazione. È necessario chiamare un medico per prescrivere una terapia complessa per l'epatite B.

Trattamento

  • antipiretico - Panadol, Ibuprofen;
  • antivirale - Tamiflu (con cautela);
  • lavanda del naso - Aqua Maris, Delfino, salino;
  • con un naso che cola - Nazivin; ossimetazolina;
  • antistaminici, per la rimozione dell'edema - Semprex, Fexofenadine;
  • per la tosse - Lizobakt, Coldrex Broncho;
  • gargarismi - Clorexidina, Miramistina, camomilla.

Gli antibiotici sono prescritti solo quando si diagnostica un'infezione batterica, rigorosamente secondo la testimonianza del medico.

È permesso prendere preparazioni della serie penicillina, cefalosporina - Amoxicillina, Cefazolina, Ceftriaxone. Se viene stabilita la necessità di una terapia antibiotica, nel 70% dei casi, si raccomanda la sospensione dell'epatite B. Con la natura virale della malattia, il farmaco è inutile e tossico per il bambino.

Metodi alternativi di trattamento

Se il trattamento di un'infezione virale viene avviato in tempo, la malattia recederà il 5-7 ° giorno dopo l'inizio della terapia. La temperatura si normalizza il terzo giorno. Si raccomanda un regime di mezzo letto per una madre che allatta, bere pesantemente da 1,5 litri al giorno (acqua, tè caldo, composta).

È meglio invitare un assistente nella cura del bambino (nonna, sorella) per evitare il superlavoro e prevenire l'infezione del bambino. Il sovraccarico e la mancanza di sonno stanno sprecando le difese del corpo, creando una carenza di immunità nella lotta contro il raffreddore. Il tempo libero dovrebbe essere dedicato a una terapia alternativa sicura..

Strumenti consigliati

  • Per rimuovere i segni di intossicazione: un impacco freddo sulla fronte, strofinando con una soluzione debole di aceto.
  • Pediluvi riscaldanti, se non c'è temperatura - aggiungi un cucchiaino di senape in polvere all'acqua (5 litri). Dopo la procedura, asciugare i piedi con un asciugamano da bagno, indossare calze calde.
  • Decotto di tiglio (versare i frutti di tiglio con acqua bollente, insistere per 20 minuti caldi) assumere 200 ml al mattino e alla sera.
  • Tè al lampone caldo ogni 4 ore.
  • Composta di viburno (in un bicchiere 2 volte al giorno) o marmellata.
  • Succo di carota appena spremuto (in assenza di allergie nel bambino) - un bicchiere al mattino.
  • Infuso di denti di leone - 2 cucchiai di radici producono 200 ml di acqua bollente, lasciare per 30 minuti. Prendi un bicchiere al mattino e al pomeriggio.
  • Per la tosse - latte caldo con miele e burro.
  • Dal comune batuffolo di cotone inumidito con propoli o tintura di aloe, inserire nel naso per 15 minuti. Ripeti ogni 3 ore. Puoi instillare 2 gocce in ciascuna narice 3 volte al giorno.

Un pediatra esperto E.O. Komarovsky sostiene che le ricette alternative non agiscono sul virus patogeno. Ma, ad eccezione della terapia farmacologica, sono raccomandati per sostenere l'immunità, eliminare i sintomi locali dell'infiammazione della mucosa.

Un raffreddore durante l'allattamento è un fenomeno normale, a causa dell'esaurimento delle difese del corpo. Se il trattamento viene avviato ai primi sintomi di infezione, i rischi di complicanze scompaiono. Allo stesso tempo, l'interruzione dell'allattamento al seno è irragionevolmente il rischio di infezione del bambino. Al contrario, Rospotrebnadzor insiste sulla necessità di aumentare la frequenza di applicazione per l'immunizzazione del corpo del bambino.

Dessert per oggi - un video su come curare raffreddore, influenza, SARS in due giorni senza bere una singola pillola.

Bibliografia:

  1. Fatti interessanti sull'influenza - FBUZ "Centro per l'educazione igienica della popolazione", p. 6.
  2. Influenza (influenza) - Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (pubblicato il 02.02.2019).

Modi efficaci per curare l'influenza della madre durante l'allattamento - prendersi cura del bambino

Durante l'allattamento, le donne sono più suscettibili a varie malattie, tra cui l'influenza è abbastanza comune.

Il trattamento di questa malattia durante l'allattamento richiede il rispetto di alcune regole e l'uso di determinati farmaci che non danneggiano il bambino. La cosa principale che ogni donna dovrebbe capire è che la malattia deve essere curata e prima è meglio.

Meccanismi di infezione di madre e bambino

L'infezione di una donna che allatta con l'influenza non è un motivo per scomunicare il bambino. Il latte materno consente al corpo del bambino di affrontare meglio le malattie infettive e virali, poiché fornisce la massima protezione e supporto al sistema immunitario. Qualsiasi malattia virale ha il suo periodo di incubazione. Nell'influenza, varia da alcune ore a diversi giorni.

Insieme al virus, gli anticorpi necessari vengono trasmessi attraverso il latte materno al bambino, il che aiuta il corpo del bambino ad affrontarlo. Pertanto, con questa malattia della madre, non ha senso scomunicare il bambino dal seno, isolarlo da se stesso o indossare una benda di garza.

È molto importante che la madre che allatta non bolle il suo latte espresso, poiché ciò distruggerà tutti i componenti protettivi attivi che aiutano il corpo del bambino a combattere virus e infezioni.

Molti medici raccomandano di continuare ad allattare, anche con forme gravi di influenza. La malattia può influire sulla qualità e sulla quantità di latte, ma in nessun caso il bambino deve essere svezzato.

Svezzato o no?

Tra i medici ci sono opinioni diverse sull'allattamento durante la malattia. Tuttavia, come accennato in precedenza, il bambino riesce a ottenere il virus dalla madre prima che sviluppi i primi sintomi.

La probabilità di infettare un bambino è molto alta, poiché la madre è in contatto con il bambino per tutto il giorno. Tuttavia, senza latte materno, in cui esistono anticorpi che consentono al corpo del bambino di far fronte da solo al virus, il bambino può peggiorare ulteriormente.

Di seguito è riportato un video informativo sull'allattamento durante la malattia:

Come trattare e rafforzare il corpo?

Ci sono molti modi per curare l'influenza durante l'allattamento. La cosa principale è scegliere i farmaci che sono ammessi durante l'allattamento e non danneggeranno il bambino. Allo stesso tempo, è vietato automedicare - solo un medico dovrebbe prescrivere farmaci.

Preparati farmaceutici

Come trattare l'influenza con l'epatite B? Se la scelta è caduta sul medicinale, la loro ammissione dovrebbe essere effettuata sotto la supervisione del medico curante. In questo caso, una donna dovrebbe monitorare attentamente la reazione del bambino, poiché la comparsa di un'allergia non è esclusa.

L'influenza nella mamma può essere accompagnata da varie condizioni, in ciascuna delle quali dovrebbero essere assunti farmaci separati..

  • Temperatura. Dovrebbe essere abbattuto solo se ha superato i 38 ° C. Il farmaco più sicuro per madre e bambino è il paracetamolo. Se la temperatura è inferiore a 38 ° C, non è necessario abbassarla.
  • Gola infiammata. Consigliato per l'uso preparazioni topiche - losanghe Strepsils, soluzione di Iodinol, spray esorali.
  • Tosse. I farmaci aiuteranno ad alleviare la condizione: elisir al seno, Gedelix, Tussamag.
  • Rinorrea. Durante l'allattamento, devono essere utilizzate gocce a base di estratti vegetali: Pinosol, Aqua Maris, Salin.
contenuto ↑

Rimedi popolari

Le ricette casalinghe non aiuteranno a sbarazzarsi completamente dell'influenza. È importante capire che solo una terapia complessa, incluso l'assunzione di farmaci e rimedi popolari, ti consentirà di sbarazzarti rapidamente della malattia.

  • Tè al limone e miele. Una fonte di vitamina C, rafforza il sistema immunitario. In questo caso, il bambino potrebbe essere allergico al miele o al limone. Vale la pena monitorare attentamente le sue reazioni e condizioni..
  • Tè con marmellata di lamponi, ribes e viburno. Le bacche contengono componenti antivirali naturali e antibiotici naturali..
  • Latte caldo bollito con miele e burro. Aiuta a sbarazzarsi di tosse secca e mal di gola.
  • Piedi riscaldanti in acqua calda con polvere di senape (a temperatura corporea normale).
  • Gargarismi con una soluzione di soda e sale. Un ottimo rimedio per il mal di gola. Per 300 ml di acqua bollita calda, prendere ¼ di cucchiaino di bicarbonato di sodio e ½ cucchiaino di sale da cucina. Sciogliere e fare i gargarismi 3-4 volte al giorno.
  • Pulendo il corpo con acqua fresca. Un metodo alternativo per ridurre il calore senza l'uso di droghe.

Vaccinazione GV

L'Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato che il vaccino antinfluenzale non influisce sull'allattamento del bambino. Al contrario, è necessario vaccinare la madre e tutti i membri della famiglia. Dopo l'introduzione del vaccino nel corpo, le donne iniziano a sviluppare attivamente anticorpi che vengono trasmessi al bambino.

Il rischio di infezione di un bambino è ridotto a quasi zero se tutti i membri della sua famiglia fossero stati vaccinati. Pertanto, una madre che allatta non dovrebbe avere paura della vaccinazione - non ci saranno effetti collaterali.

Misure preventive

Poiché le donne che allattano non dovrebbero automedicare per non danneggiare il bambino, dovrebbero seguire alcune semplici regole.

Le misure di prevenzione includono quanto segue:

  1. Pulizia e aerazione quotidiane bagnate.
  2. Nel periodo di esacerbazione dell'epidemia, limitare le visite in luoghi pubblici - cliniche e centri commerciali. Rifiuta di viaggiare con i mezzi pubblici - se possibile cammina solo all'aria aperta.
  3. Crea immunità all'influenza prendendo induttori di interferone.
  4. Correggere la dieta - arricchirla con frutta e verdura fresca, succhi e proteine ​​animali.
  5. L'uso di complessi multivitaminici.
  6. Vestiti per il tempo - soprattutto evita l'ipotermia.

Video utile

Quello che segue è un video informativo su come trattare una madre che allatta durante un raffreddore:

L'influenza è una malattia abbastanza comune, che è molto facile da catturare per una donna che allatta. Il corpo e il sistema immunitario si indeboliscono, poiché tutta l'energia entra nella produzione di latte. Tuttavia, un trattamento tempestivo e misure preventive supereranno rapidamente la malattia e proteggeranno il bambino in questo periodo difficile..

Influenza sull'allattamento al seno

L'allattamento al seno è l'unica forma di alimentazione fisiologicamente adeguata per un neonato. L'OMS raccomanda esclusivamente l'allattamento al seno a causa dell'importanza del latte materno nella formazione dell'immunità del bambino, nel suo sviluppo sano e nel normale funzionamento dei suoi sistemi corporei. L'allattamento al seno include una catena di complesse reazioni psicofisiologiche della madre e del bambino, la sua interruzione comporta complessi disturbi dello sviluppo del bambino. L'allattamento al seno non è una causa di interruzione dell'allattamento al seno. Perché non è raccomandato interrompere l'allattamento durante la malattia della madre? Che tipo di trattamento antinfluenzale per l'allattamento è accettabile? Quali misure per la prevenzione dell'influenza durante l'allattamento dovrebbero essere prese?

Influenza dell'allattamento al seno: infezione materna e meccanismi di immunizzazione del bambino

Molte donne che allattano si chiedono se valga la pena interrompere l'allattamento per varie malattie. Nel periodo autunno-inverno, la malattia più probabile è l'influenza. Il corpo femminile durante l'allattamento è più vulnerabile alle infezioni virali di questo tipo a causa del fatto che la produzione di latte materno richiede più ossigeno, che è un onere aggiuntivo per il sistema respiratorio. Tuttavia, l'influenza durante l'allattamento non è un'indicazione per l'interruzione dell'allattamento. Il latte materno svolge la funzione di difesa naturale del corpo del bambino. Il latte materno contiene una vasta gamma di fattori di difesa immunologica. Le sue immunoglobuline sono specifiche dei patogeni del bambino, il che è spiegato dallo stretto contatto della madre e del bambino, in cui i batteri della donna e altri microrganismi patogeni del bambino entrano nel corpo della donna. Il corpo della madre produce immunoglobuline "individuali" specifiche, che vengono trasmesse al bambino con il latte materno.

L'influenza, come qualsiasi altra malattia virale, è caratterizzata da un certo periodo di incubazione (dal momento dell'infezione del corpo alla manifestazione dei primi sintomi della malattia), che può durare da alcune ore a 2-3 giorni. Durante questo periodo, una donna che allatta è già una fonte di infezione per il suo bambino. Quindi, al momento dell'infezione nella madre, il bambino ha già ricevuto il virus con il suo latte, così come gli anticorpi necessari in modo che il suo corpo possa far fronte efficacemente al virus.

L'influenza dell'allattamento al seno non richiede inoltre precauzioni come isolare il bambino da una madre malata, indossare una garza e far bollire il latte materno. Nel processo di ebollizione, tutti i componenti per la protezione naturale del corpo del bambino, la maggior parte delle vitamine e degli oligoelementi contenuti nel latte materno vengono distrutti, il che influisce sulle sue proprietà nutritive. E a causa del fatto che l'infezione del bambino si verifica molto prima della manifestazione dei primi sintomi nella madre, isolandoli l'uno dall'altro, così come l'uso di medicazioni di garza a contatto, anche non ha senso.

Gli studi hanno dimostrato che nei bambini svezzati mentre le loro madri soffrivano di influenza e altre malattie, le funzioni protettive del corpo erano indebolite, erano in grado di affrontare meglio le infezioni in seguito..

Lo svezzamento di un bambino dal seno durante l'influenza della madre lo priva dei fattori protettivi naturali, dei nutrienti e può anche influenzare negativamente lo stato psico-emotivo del bambino.

Durante l'influenza durante l'allattamento, si raccomanda di nutrire il bambino anche in forme gravi (latte espresso senza trattamento termico in condizioni gravi di una donna). L'influenza con l'allattamento al seno può influire sulla quantità di latte, ma anche ciò non provoca l'interruzione dell'alimentazione. Nel processo di recupero, il corpo riprenderà la sua precedente lattazione..

Trattamento dell'influenza durante l'allattamento: farmaci accettabili, metodi tradizionali di trattamento

L'influenza con l'allattamento al seno richiede un approccio speciale al trattamento, poiché la maggior parte dei farmaci è incompatibile con l'allattamento a causa dei loro effetti collaterali. Il trattamento dell'influenza durante l'allattamento non tollera l'indipendenza. Quando compaiono i primi sintomi di infezione, una donna deve consultare immediatamente un medico per confermare la diagnosi e prescrivere un adeguato ciclo di terapia. Ogni farmaco usato per trattare l'influenza deve essere assunto rigorosamente secondo il programma secondo il regime di alimentazione del bambino. Tale approccio al trattamento aiuterà ad evitare le massime concentrazioni di sostanze attive nel latte materno. Il regime di assunzione di farmaci e l'allattamento al seno deve essere progettato in modo tale da rispettare l'intervallo massimo tra il trattamento e la successiva alimentazione. Trattamento di allattamento per farmaci sintomatici.

I principali sintomi dell'influenza includono:

  • Calore: per il suo trattamento, il paracetamolo viene utilizzato in dosaggi rigorosamente prescritti dal medico;
  • Mal di gola - per alleviare questo sintomo, vengono utilizzati decotti di erbe, tè caldo, riscaldamento, gargarismi;
  • Tosse - inalazione con decotti di erbe;
  • Naso che cola - cavità di lavaggio con soluzioni saline.

Qualsiasi trattamento per l'allattamento deve essere concordato con il medico. Il trattamento sintomatico si basa sull'uso di medicinali a base di erbe e omeopatici. Non dimenticare metodi alternativi di trattamento: miele, gocce di cipolla, soluzioni saline e iodio.

Cosa è severamente vietato fare per la terapia influenzale durante l'allattamento:

  • L'uso di farmaci non compatibili con l'allattamento, nonché quelli nelle istruzioni per i quali non vi sono segni sull'ammissibilità dell'assunzione del farmaco per il trattamento dell'influenza durante l'allattamento;
  • Assumere grandi dosi di farmaci prescritti ai fini di un rapido recupero. Va ricordato che la maggior parte dei farmaci sono prescritti per alleviare il complesso sintomatico e non il trattamento dell'infezione virale stessa. Un aumento della concentrazione del farmaco nel latte materno è pericoloso per il bambino.

Prevenzione dell'influenza dell'allattamento al seno: passaggi chiave

Tutti sanno che la malattia è più facile da prevenire che da curare. Quali sono le principali misure per prevenire l'allattamento? In un periodo potenzialmente pericoloso di diffusione di infezioni virali, è necessario:

  • Limitare il più possibile i contatti con potenziali fonti di infezione: visitare luoghi affollati (negozi, trasporti pubblici);
  • Rinforzo generale del corpo e fortificazione naturale (una dieta ricca di vitamine per la madre);
  • Aerare l'appartamento e mantenere un livello sufficiente di umidità;
  • Stile di vita sano (sonno completo, tranquillità, attività, stare all'aria aperta, sbarazzarsi di cattive abitudini, incluso mangiare). L'esclusione dalla vita di fattori che influenzano negativamente lo stato del corpo (eccesso di cibo, cibo malsano, uno stile di vita sedentario), contribuisce alla sua guarigione e rafforzamento delle funzioni protettive;
  • Igiene personale.

Metodi non specifici per la prevenzione dell'influenza per madre e bambino aiuteranno a evitare di contrarre un'infezione virale o trasferirla in una forma più lieve.

Video da YouTube sull'argomento dell'articolo:

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Trattamento del raffreddore e dell'influenza per l'allattamento

Una donna che allatta è più incline al raffreddore di altre. Ciò è dovuto al fatto che il corpo della madre è indebolito dalla gravidanza, dal parto, dall'ansia per il bambino, dallo stress frequente e dalla mancanza di sonno. Se una donna ha il raffreddore durante l'allattamento, i pensieri dolorosi iniziano a superarla - se vale la pena continuare ad allattare al seno il suo bambino, qual è la probabilità che un bambino venga infettato e molti altri. Proviamo ad affrontare problemi che disturbano molte madri che allattano..

Allattamento al seno freddo

Molto spesso, un raffreddore è chiamato infezione virale respiratoria acuta o SARS. L'infezione è di solito trasmessa da goccioline trasportate dall'aria attraverso il tratto respiratorio superiore.

Una donna è particolarmente suscettibile alle infezioni virali respiratorie acute durante l'allattamento al seno a causa del fatto che i suoi organi respiratori funzionano con un aumento dello stress. Questo perché è necessario molto ossigeno per produrre latte materno..

Dal momento in cui il virus entra nel corpo della madre e fino allo sviluppo della malattia, passano circa 2-3 giorni. Ciò significa che anche prima della comparsa dei primi sintomi della malattia nella madre, il bambino ha già ricevuto l'agente causale della malattia insieme al latte materno. Ma oltre a questo, ha ricevuto anticorpi contro il patogeno, enzimi speciali di questo patogeno per la produzione dei suoi anticorpi e completa difesa immunitaria contro le complicanze. Pertanto, quando la madre mostra segni di infezioni virali respiratorie acute, durante l'allattamento, il bambino sarà già ammalato o immunizzato attivamente.

Sintomi

I sintomi più comuni di un raffreddore sono le seguenti condizioni:

  • febbre;
  • debolezza generale;
  • congestione nasale o naso che cola;
  • tosse, starnuti;
  • gola infiammata;
  • ci possono essere spesso congestione o acufene.

Di solito, un raffreddore comune con un trattamento adeguato scompare in dieci giorni..

Come nutrire un bambino

Qualche decennio fa, il trattamento del raffreddore durante l'allattamento significava il completo isolamento della madre dal bambino e l'interruzione dell'allattamento al seno. Ma i medici moderni rifiutano completamente questo metodo..

In nessun caso devi svezzare il bambino dal seno se la madre ha il raffreddore. Non importa se il bambino è sano o malato. In ogni caso, la scomunica porta immediatamente a una diminuzione dell'immunità delle briciole. In un bambino malato, la malattia sarà più grave e più lunga.

Durante il trattamento del raffreddore durante l'allattamento, non è necessario nutrire il bambino con latte espresso o far bollire il latte materno. In questo periodo, il latte materno contiene tutte le sostanze necessarie per l'alimentazione e il trattamento del bambino. Inoltre, riceverà anche medicinali con latte materno.

Di grande importanza nella formazione dell'immunità del bambino è la sua infezione da microrganismi che entrano insieme al latte materno di una madre malata. Questo lo aiuterà in futuro a non ammalarsi o molto più facilmente a sopportare la malattia..

Trattamento

Il principio di base del trattamento del raffreddore durante l'allattamento per una donna dovrebbe essere la sicurezza del suo bambino. Durante l'allattamento, la mamma può usare droghe o rimedi popolari.

L'antipiretico più sicuro per una madre che allatta è il paracetamolo. Naturalmente, non devono essere maltrattati, ma non dovresti resistere a lungo alle alte temperature.

Spesso, una donna con infezioni virali respiratorie acute durante l'allattamento è accompagnata da naso che cola, tosse, mal di gola. Farmaci o metodi speciali sono usati per alleviare questi sintomi..

La tosse è meglio trattata per inalazione con decotti di erbe come camomilla, eucalipto, calendula. Queste procedure vengono eseguite da 15 a 20 minuti tre o quattro volte al giorno.

Il trattamento farmacologico per la tosse durante l'allattamento è meglio con un espettorante Lazolvan o Ambroxol. Anche i preparati a base di erbe contenenti anice, piantaggine, radice di liquirizia (Dr. IOM, Gedelix, Bronchicum) sono ottimi per questo..

I farmaci contenenti bromexina sono assolutamente controindicati per il trattamento della tosse durante l'allattamento. Farmaco antivirale di Grippferon compatibile con l'allattamento. Non ha effetti dannosi sul bambino e non dà effetti collaterali..

Influenza sull'allattamento al seno

Come con l'ARVI, l'influenza durante l'allattamento non dovrebbe essere la causa dello svezzamento. Avendo smesso di nutrire il bambino, la madre lo espone al rischio di ammalarsi o complicare il decorso della malattia. Durante l'influenza, il bambino riceve tutte le sostanze antimicrobiche, antivirali e protettive necessarie con il latte materno. È noto che i bambini allattati al seno portano l'influenza molto più duramente e si ammalano più a lungo di quelli che ricevono il latte materno.

Nel trattamento dell'influenza in una donna durante l'allattamento, vengono utilizzati farmaci a base di interferone. Il paracetamolo può essere usato per abbassare la temperatura..

L'influenza è più pericolosa con le complicazioni che provoca. Pertanto, è necessario avvicinarsi in modo responsabile al suo trattamento. Raramente, ma ci sono casi in cui, nel trattamento dell'influenza, è necessario utilizzare farmaci incompatibili con l'alimentazione del bambino. In tali casi, l'allattamento al seno viene temporaneamente sospeso. Affinché la madre non perda latte durante il trattamento, deve esprimere costantemente. Al bambino vengono ancora somministrate miscele artificiali. Dopo che la madre si riprende, puoi continuare l'allattamento..

Mal di gola allattamento al seno

L'angina o la tonsillite è una malattia infettiva in cui sono colpite le tonsille. Questa malattia abbastanza grave è generalmente causata da infezione da streptococco..

Sintomi

I principali sintomi di mal di gola sono brividi, debolezza, febbre fino a 38 - 39 ° C, mal di testa, mal di gola, che si manifesta ai lati del collo e dell'orecchio. I linfonodi sotto la mascella inferiore si ingrandiscono, aumentano la densità e il dolore. Le tonsille infiammate sono di colore rosso vivo, a volte con placca bianca o pustole..

Trattamento

Se una donna ha contratto mal di gola durante l'allattamento, non è necessario scomunicare il bambino dal seno. Ancor prima che la madre mostri i primi sintomi della malattia, il bambino con latte materno riceve anticorpi.

Nel trattamento dell'angina vengono utilizzati farmaci locali e sistemici. I rimedi topici includono spray per l'irrigazione e compresse per il riassorbimento. Molto spesso, a una madre che allatta viene prescritto Givalex, Stopangin, Ingalipt, Strepsils, Decatilene. I farmaci sistemici nel trattamento di questa malattia sono generalmente antibiotici..

Ci sono farmaci che possono essere assunti per curare il mal di gola durante l'allattamento. Possiamo distinguere i principali gruppi di tali agenti antibatterici:

  • Cefalosporine di prima generazione: cefapirin, cefazolin, cefalossina;
  • cefalosporine di 2 generazioni - Cefotiam, Cefsulodin, Cefuroxime;
  • penicilline - Amoxiclav, Amoxicillin, Ampicillin;
  • macrolidi: Sumamed, Azitromicina, Eritromicina, Claritromicina;
  • fluorochinoloni: ofloxacina, moxifloxacina;
  • tetracicline: doxiciclina, tetraciclina;

È molto importante curare un mal di gola in modo tempestivo, poiché può portare a gravi complicazioni..

Influenza sull'allattamento al seno


Ragazze, ditemi, per favore, sto allattando la mia bambina (non ha ancora un mese) e ieri mi sono sentita male - la gola mi solleticava e la debolezza era, ho misurato la temperatura - 35,8. Bene, non attribuivo importanza. E questa mattina è iniziata una forte tosse, naso che cola e dolori muscolari. Non so come essere curata: allattamento al seno e cosa devo fare? Chi può dire cosa si può fare e accettare? Cosa può essere trattato in questa situazione? Ho molta paura di infettare il mio bambino.

Come può la mamma che allatta combattere l'influenza?

In una donna che allatta, l'immunità dopo il parto non viene ripristinata immediatamente, il che rende il suo corpo vulnerabile a vari disturbi. Nel periodo autunno-inverno, la situazione epidemiologica di solito peggiora e molte persone hanno l'influenza. Anche le giovani madri sono affette da questa malattia, tuttavia il trattamento per l'influenza durante l'allattamento ha le sue caratteristiche. Ciò è dovuto al fatto che molti farmaci, cadendo nel latte, possono influenzare il bambino.

Cos'è l'influenza?

L'influenza è generalmente definita una malattia infettiva acuta che colpisce il tratto respiratorio ed è causata dal virus dell'influenza. La malattia fa parte del gruppo di infezioni virali acute (ARVI). Ad oggi, sono note più di 2000 varianti del virus dell'influenza (differiscono nello spettro antigenico).

La malattia può diffondersi sotto forma di epidemia e pandemia. Ogni anno da varie varietà del virus dell'influenza, nel mondo muoiono tra le 250 e le 500 mila persone, a volte il loro numero può raggiungere il milione (molto spesso si tratta di persone con più di 65 anni).

Cause e trasmissione della malattia

Chiunque può contrarre l'influenza, la causa della malattia, come già accennato, è il virus dell'influenza. La fonte dell'infezione è una persona malata, da cui il virus viene trasmesso da starnuti e tosse. Il paziente è contagioso un giorno prima dell'inizio dei primi sintomi (motivo per cui è impossibile introdurre misure di quarantena) e fino a 5-7 giorni di malattia.

Com'è l'influenza?

Nella maggior parte dei casi, la malattia inizia improvvisamente. I patogeni dei virus A e B sono caratterizzati da aggressività e un tasso di riproduzione molto elevato, motivo per cui a poche ore dall'infezione, una persona ha una lesione profonda della mucosa del tratto respiratorio, che consente ai batteri di entrarvi liberamente.

Il paziente di solito si alza bruscamente, si lamenta di mal di testa e dolori articolari, affaticamento. Possono verificarsi tosse, naso che cola, congestione nasale. L'influenza non differisce in sintomi specifici e può essere confusa con altre malattie. Ecco perché un medico dovrebbe scegliere un trattamento.

Possibili conseguenze

Di solito le persone hanno l'influenza per diversi giorni, dopo di che si riprendono. Tuttavia, a volte la malattia è grave e porta alla morte del paziente.

La malattia provoca un'esacerbazione di tutte le malattie croniche esistenti, oltre a ciò, l'influenza può causare una varietà di complicazioni sia dal tratto respiratorio e degli organi ENT, sia dal sistema nervoso e cardiovascolare.

Sintomi della malattia

Quando una madre ha l'influenza, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • calore;
  • tosse;
  • gola infiammata;
  • rinorrea
  • debolezza;
  • dolori alle ossa;
  • brividi;
  • segni di intossicazione.

Trattamento

L'influenza è una malattia pericolosa che deve essere controllata. Il trattamento antinfluenzale per l'allattamento deve essere effettuato solo sotto la supervisione di un medico, poiché molti farmaci possono avere un effetto negativo sul bambino..

La terapia per questa malattia ha lo scopo di raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. diminuzione dell'intossicazione generale;
  2. aumentare le proprietà protettive del corpo.

La tattica della lotta contro la malattia è la seguente:

  • Rispetto del riposo a letto. Con una madre che allatta, tutte le forze del corpo vanno alla creazione del latte, quindi, in caso di malattia, deve garantire la pace.
  • Assunzione di farmaci. Durante l'allattamento, molti farmaci non possono essere assunti. Il medico di solito prescrive agenti antivirali contenenti interferone, poiché hanno un effetto più delicato sul corpo. Gli antibiotici non possono essere curati con l'influenza da HBV, poiché non distruggono il virus, ma utili anticorpi che aggravano la situazione. Il medico può prescrivere un antibiotico se la causa della malattia è nei batteri patogeni. Quindi il farmaco deve essere assunto in combinazione con i probiotici, poiché altrimenti sono possibili una violazione della microflora intestinale e l'insorgenza di disfunzione del tratto digestivo. Non è possibile trattare l'influenza durante l'allattamento prendendo l'aspirina, perché questo farmaco ha molti effetti collaterali.
  • Risciacquare naso e gola. Questi trattamenti sono sicuri ed efficaci. Consentono di pulire le mucose del virus e ridurre il dolore. Per sciacquare la gola, le soluzioni di sale o di soda, viene utilizzato un decotto di iperico o camomilla. Per lavare il naso, è indicato l'uso di una soluzione salina (viene venduto in farmacia). Versandolo in una bottiglia vuota da sotto le gocce nel naso, puoi irrigare la mucosa nasale.
  • Una dieta specifica La mamma ha bisogno di forza per combattere l'influenza, quindi ha bisogno di mangiare bene. La dieta quotidiana dovrebbe includere verdure, latticini e cereali, nonché carne magra di tacchino e pollo.
  • Bevi molto. È necessario rimuovere le tossine dal corpo e al fine di fornire una quantità sufficiente di latte. Se una donna ha la febbre alta, dovrebbe optare per acqua minerale, tè dolce e composta. Non è consigliabile placare la sete con bevande molto calde, fredde o acide. Per bere varie tisane, le bevande alla frutta, che includono lamponi o viburno, devono fare attenzione, poiché possono causare allergie alle briciole. Il bambino dovrebbe essere esaminato quotidianamente per non perdere l'apparenza di un'eruzione cutanea.

Medicinali per GV

Come già accennato, non tutti i farmaci possono trattare l'influenza durante l'allattamento. Molto spesso, i seguenti farmaci sono prescritti dai medici:

  • Ibuprofene. Questo medicinale può essere usato durante l'allattamento. È prescritto per combattere temperature superiori a 38 gradi. "Ibuprofene" è usato per trattare i bambini e non è pericoloso per il bambino.
  • Agenti antivirali, che includono interferone (Anaferon, Laferon e altri). Tali farmaci antinfluenzali sono utilizzati nel trattamento di forme gravi della malattia. È possibile curare l'influenza con GV con l'aiuto di tali farmaci solo nei primi tre giorni dall'inizio della malattia, quindi la loro efficacia diminuisce drasticamente. La mamma che allatta deve essere bevuta attentamente, monitorando costantemente le condizioni del bambino.
  • Ascorutin. Durante l'allattamento, l'influenza può essere trattata con questo strumento. La sua azione è volta a ridurre la permeabilità e la fragilità delle pareti dei capillari. Il risultato è il rafforzamento delle pareti dei vasi sanguigni, riducendo la loro infiammazione e gonfiore. L'ascorutina ha proprietà antiossidanti e radioprotettive. Il suo utilizzo consente di attivare i processi redox, accelera la rigenerazione dei tessuti e la sintesi degli elementi del tessuto connettivo, favorisce la formazione di ormoni steroidei e normalizza il metabolismo dei carboidrati. Tuttavia, una madre che allatta deve prima leggere le istruzioni per l'uso e osservare rigorosamente il dosaggio e il tempo di trattamento prescritti.
  • Aflubin. Questa è una medicina omeopatica, che include erbe. L'azione di Aflubin ha lo scopo di ridurre l'infiammazione, normalizzare la temperatura, eliminare le tossine dal corpo ed eliminare il dolore. L'obiettivo del farmaco è stimolare la produzione di anticorpi contro le malattie batteriche e virali. Il farmaco è prescritto nei primi giorni della malattia.

Molte donne sono interessate a sapere se è possibile assumere "Antigrippin" durante l'allattamento. Il trattamento con questo strumento viene eseguito solo come indicato dal medico. Quando si utilizza il farmaco, si raccomanda di interrompere temporaneamente l'alimentazione, poiché il medicinale può influire negativamente sul bambino.

Quando decide come trattare l'influenza, una giovane madre dovrebbe pensare non solo a se stessa, ma anche al bambino. Ecco perché l'automedicazione in questo caso è inaccettabile: l'assunzione di qualsiasi farmaco deve essere concordata con il medico. Avendo imparato dal medico come trattare l'influenza, la giovane madre dovrebbe assolutamente leggere le istruzioni per tutti i farmaci suggeriti.

Posso allattare un bambino con l'influenza?

Alcuni medici ritengono che l'influenza durante l'allattamento sia un motivo per interrompere temporaneamente l'allattamento al seno, poiché esiste un elevato rischio di infezione del bambino da parte della madre. Altri credono che non sia necessario interrompere l'allattamento al seno con l'influenza, dal momento che quando la madre ha mostrato i primi segni della malattia, il bambino aveva già ricevuto una certa dose del virus.

Se la mamma ha l'influenza, non dovrebbe interrompere l'allattamento. L'allattamento al seno con l'influenza, al contrario, aiuta a proteggere il bambino dalla malattia. Ciò è dovuto al fatto che il latte materno contiene fattori di difesa immunologica. A causa dello stretto contatto della madre e del bambino, i microbi patogeni e i microrganismi del bambino entrano nel corpo della madre, quindi le immunoglobuline nel latte sono specifiche per i patogeni del bambino. Il corpo della madre produce immunoglobuline specifiche che entrano nel bambino attraverso il latte. Come già accennato, l'influenza ha un periodo di incubazione. La donna in questo momento è già una fonte di infezione, ma con il latte materno, il neonato riceve non solo il virus, ma anche gli anticorpi necessari per combatterlo.

Pertanto, non sono necessarie le seguenti precauzioni:

  • Indossa medicazioni di garza. Questo è inutile poiché l'infezione è già avvenuta.
  • Isolare la mamma e rifiutare di nutrirsi per un po '. Secondo le osservazioni dei medici, se il bambino non ha mangiato latte materno durante la malattia della madre, le sue funzioni protettive del corpo si sono indebolite, il che ha portato successivamente a un deterioramento della resistenza nella lotta alle infezioni. Inoltre, lo svezzamento in un momento del genere ha influito negativamente sullo stato psicoemotivo del bambino.
  • Bollire il latte materno. Quando bolle, i componenti necessari per proteggere il bambino vengono distrutti, così come la maggior parte delle vitamine e dei minerali, che influiscono negativamente sulle proprietà nutritive del latte.

I medici ritengono che l'allattamento al seno debba essere continuato, anche se la madre ha una forma grave della malattia (in questo caso, è possibile nutrire il bambino con latte espresso, ma non bollito). A volte l'influenza influisce sulla quantità di latte, ma ciò non dovrebbe causare un rifiuto del gua. Dopo il recupero della mamma, la lattazione si riprenderà..

Le seguenti azioni sono vietate per una madre che allatta:

  • Non è possibile bere droghe vietate con GV, nonché quei farmaci nelle istruzioni per l'uso di cui non vi è alcun segno sulla loro compatibilità con l'allattamento.
  • Supera il dosaggio prescritto, poiché un aumento della concentrazione del farmaco può essere pericoloso per il bambino.

Prevenzione

Qualsiasi malattia è meglio cercare di prevenire. Per evitare l'influenza, la mamma dovrebbe seguire alcune regole:

  • Cerca di limitare le visite ai luoghi in cui vi è una grande concentrazione di persone (trasporti, negozi e così via).
  • Rafforzare l'immunità.
  • Mangia bene, assicurati che ci siano abbastanza vitamine nella dieta.
  • Vivi una vita sana.
  • Sbarazzarsi di cattive abitudini.
  • Garantire un sonno completo.
  • Rispettare l'igiene personale.
  • Bagnare e ventilare.
  • Evita l'ipotermia.

Prevenzione dell'allattamento al seno per l'influenza aiuta le donne che allattano al seno.

Se lo si desidera, la giovane madre può essere vaccinata in anticipo contro l'influenza. Non ha alcun effetto sul bambino. La mamma stessa potrebbe avvertire un lieve malessere, che scomparirà un paio di giorni dopo la vaccinazione..

L'influenza non è un motivo per rifiutare l'allattamento. Tuttavia, una madre che allatta dovrebbe ricordare che l'automedicazione in tale situazione è inaccettabile. Al primo segno di malattia, dovrebbe cercare l'aiuto di un medico. Il rispetto di tutte le prescrizioni aiuterà ad affrontare la malattia abbastanza rapidamente..

Trattamento di raffreddori, naso che cola, tosse in una madre che allatta con rimedi popolari

Di tanto in tanto prendono un raffreddore. I virus che causano ARI o SARS cadono nel tratto respiratorio superiore della prossima vittima a contatto con una persona malata durante la sua tosse e starnuti. Sono molto volatili, quindi una persona può infettare più persone contemporaneamente..

Le donne che allattano sono molto sensibili alle infezioni respiratorie, come la produzione di latte richiede un flusso costante di ossigeno e allo stesso tempo i loro polmoni funzionano in modo potenziato.

E ora soffermiamoci su questo in modo più dettagliato. E le loro difese possono essere indebolite dal parto, dal superlavoro e da altri fattori. Pertanto, un raffreddore per le madri che allattano non è innocuo come per gli altri. Quindi, come e qual è il modo migliore per curare un raffreddore per una madre che allatta durante l'allattamento?

Sintomi del raffreddore comune

Come risultato dell'infezione, compaiono processi infiammatori delle mucose del naso, della gola e degli occhi, che causano naso che cola, tosse, deglutizione dolorosa, lacrimazione, debolezza e febbre. Come trattare tutto questo alla madre che allatta?

Questi sintomi, ovviamente, non compaiono contemporaneamente e non immediatamente. Il periodo di incubazione della malattia con un raffreddore dura 1-3 giorni.

La malattia stessa dura circa una settimana, sebbene non sia considerata pericolosa, ma, a volte, è piena di complicazioni..

Può un neonato ammalarsi?

Dal primo giorno della malattia della madre, che potrebbe non sospettare ancora un problema futuro, il bambino riceve dalla madre attraverso il latte, sia virus che anticorpi. Produce sulla base delle sostanze protettive della madre che riducono il rischio di infezione da lei.

Ma se il neonato è malato, non puoi isolarlo da sua madre e smettere di allattare. Ciò porterà ad un indebolimento delle sue forze protettive, come il latte per lui è una fonte indispensabile di nutrimento e rafforzamento dell'immunità.

Il bambino in questo caso può essere malato molto più a lungo e più difficile. Particolarmente pericoloso è la completa scomunica dei bambini prematuri dalla madre, perché il loro sistema immunitario è molto imperfetto e il rischio di complicanze della malattia è molto elevato.

Un bambino malato, per così dire, fa la sua prima esperienza nella lotta contro la malattia, sviluppando anche un proprio sistema di protezione. Grazie a ciò, la prossima volta non può affatto ammalarsi o trasferire la malattia in modo relativamente semplice. Un bambino infetto non ha bisogno di cure aggiuntive.

In nessun caso dovresti bollire il latte materno. Inoltre, perde completamente le sue proprietà protettive. In ogni caso, l'alimentazione dovrebbe essere naturale..

Qual è il pericolo di un raffreddore??

Il pericolo di una malattia da raffreddore sono le complicazioni che ne derivano. L'ARI completamente trattata è irta di malattie dei bronchi e dei polmoni, anche di infezioni ORL e altre.

Inoltre, ci si può aspettare ricadute di malattie croniche, che spesso "alzano la testa" dopo l'influenza. Il punto qui è l'indebolimento dell'immunità. Pertanto, le madri che allattano non dovrebbero essere negligenti nei confronti del raffreddore.

Ti chiedi se i frutti esotici possono essere allattati al seno? Leggi un articolo dettagliato sui benefici e i danni dell'esotico per le madri che allattano e i bambini.

Leggi qui l'uso del Nurofen infantile per l'allattamento. Istruzioni per l'uso di paracetamolo e nurofen.

Quali farmaci non dovrebbero essere usati?

Alle madri che allattano che non interrompono l'alimentazione del bambino durante la malattia è vietato utilizzare principalmente tali medicinali:

  • influenzando l'allattamento;
  • aumentare il rischio di allergie nel bambino;
  • tossico
  • inesplorato - abbastanza raramente, vengono condotti studi sugli effetti dei singoli farmaci su questa categoria di pazienti, quindi non dovresti rischiare di assumere questi fondi;
  • complesso: comprendono una vasta gamma di sostanze, alcune delle quali possono essere pericolose per le giovani madri.

Si dovrebbe notare che:

  • anche i farmaci sicuri con un uso prolungato possono causare reazioni indesiderate;
  • è meglio trattare con pillole piuttosto che iniezioni, come nel secondo caso, è più probabile la probabilità di un effetto negativo del farmaco sul bambino;
  • prendere la medicina di una madre di notte per un neonato è meno pericoloso;
  • è meglio che il tempo di alimentazione non corrisponda al periodo di picco del principio attivo nel corpo materno.

Quale danno può fare il bambino?

  1. Analgin - shock anafilattico, cambiamenti nel sangue.
  2. Fenobarbital - depressione dei reni, fegato, effetto sul sangue, sistema nervoso.
  3. Codeina: tossicodipendenza, costipazione.
  4. Paracetamolo: non impiegare più di 3 giorni, perché è dannoso per il fegato.
  5. La bromexina è una droga complessa.
  6. Gocce d'olio e farmaci vasodilatatori - non usare più di 3 giorni.
  7. Sulfanilamidi e tetracicline - tossici, possono causare emorragie.
  8. Macrolidi - essere preso con cautela, come può causare disbiosi.
  9. Teraflu, Coldrex, Fairvex - farmaci con un effetto inesplorato sulle donne che allattano.

Rimedi popolari

Il trattamento del raffreddore durante l'allattamento con rimedi popolari (con rare eccezioni) è la categoria di fondi più innocua e popolare per le donne che allattano. Ecco alcuni dei più popolari:

  • Ravanello. Il ravanello affettato con zucchero viene cotto nel forno per 2 ore, il suo succo deve essere bevuto in un cucchiaio ogni 3 ore e di notte. Usato come antinfiammatorio.
  • Miele e aglio Inalazione con miele e aglio in parti uguali - da naso che cola e tosse. Allo stesso scopo, le calze con senape vengono utilizzate di notte..
  • Patate. Le inalazioni di vapore con patate bollite si sbucciano bene dalla tosse e dal naso che cola.
  • Timo. Un cucchiaio di timo infuso in un bicchiere di acqua bollente è un buon modo per fare i gargarismi. Per questo, l'aceto di mele viene anche usato al ritmo di: un cucchiaio per bicchiere.
  • Tè. Il tè al lime tradizionale al limone aiuta con febbre e mal di gola. Un buon rimedio, che agisce in modo simile, è il latte caldo con il burro.

Indicazioni per l'uso

Non tutte le ricette popolari sono applicabili alle madri che allattano. Devi usarli con un occhio per una possibile reazione allergica al bambino. Tali rimedi includono: cipolle, aglio, lamponi, miele.

Un decotto di camomilla e menta è un buon modo per fare i gargarismi, ma non è consigliabile ingoiarlo per non causare un disturbo intestinale nel bambino.

I pediluvi a vapore per le madri non sono raccomandabili, come possono provocare un flusso significativo di sangue al torace, che fornirà una maggiore produzione di latte, e quindi la sua probabile stagnazione.

Omeopatia

Abbastanza spesso, nel trattamento delle infezioni respiratorie acute, vengono utilizzati tali farmaci:

  • Remantadina, ribovirina, arbidolo, antigrippina - farmaci profilattici efficaci o con i sintomi iniziali dell'influenza. L'antigrippina può essere utilizzato ulteriormente, ma il suo effetto non appare troppo rapidamente.
  • Mezzi immunitari, aflubin - complessi per il trattamento dell'influenza.
  • Griperferon è un farmaco efficace e innocuo, ma è consigliabile utilizzarlo il prima possibile.
  • Viferon - candele, con un'azione simile al fluferron.

Indicazioni per l'uso

I primi tre farmaci dell'elenco precedente possono causare disturbi gastrointestinali nel neonato, sono spesso allergici. Pertanto, questi fondi non sono raccomandati per molto tempo..

Immunal e Aflubin sono anche pericolosi con la possibilità di eruzioni cutanee sulla pelle del bambino. Ma il secondo rimedio può essere tranquillamente gocciolato nel naso. Puoi usare qualsiasi rimedio omeopatico solo con il permesso del medico, informandolo del fatto dell'allattamento al seno.

L'elenco dei prodotti lattiero-caseari per le madri che allattano è qui. Cosa puoi e non puoi mangiare per una madre che allatta.

Raccomandazioni dei medici

Il famoso pediatra Komarovsky e altri esperti consigliano di non interrompere l'alimentazione del bambino con la malattia della madre. Anche il latte materno non deve essere bollito..

La preferenza per il trattamento dovrebbe essere data all'omeopatia e ai rimedi popolari. Se vengono prescritti antibiotici, quindi, secondo il medico, HB in questo caso è controindicato.

Molti esperti di GV credono che gli antibiotici non debbano essere temuti. Tuttavia, quando li prende, i fenomeni di dysbacteriosis non sono rari.

I medici consigliano che questo non è un motivo per un completo rifiuto dell'epatite B. In casi estremi, puoi limitarlo a una pausa, pur continuando a esprimere. Potrebbe essere necessario cambiare la medicina..

Alcuni esperti ritengono che la maggior parte degli antibiotici siano innocui per l'HB, in particolare i farmaci a base di penicillina, ma se hai un'allergia a loro, dovresti aspettare l'HB e diffidare di questi farmaci in futuro.

Il raffreddore comune non è così semplice come sembra. Le giovani madri devono trattare la loro malattia in modo responsabile. È necessario essere trattati e iniziare a farlo subito, cercando il più possibile di mantenere l'allattamento durante le infezioni respiratorie acute.

E assicurati di chiedere aiuto a un medico, senza dimenticare di parlargli del fatto di allattare. È possibile superare un raffreddore senza conseguenze fatali!

Up