logo

Ogni donna che supera il parto pone la domanda: cosa si può mangiare nei primi giorni, settimane e mesi? Durante questo periodo, una giovane madre è tenuta a consumare abbastanza minerali e oligoelementi come parte del cibo ordinario, poiché il corpo è gravemente impoverito dopo il parto.

È particolarmente difficile per una madre che allatta a cui sono vietati molti cibi familiari. Al fine di recuperare rapidamente ed evitare problemi di salute, è necessario comprendere attentamente cosa è possibile e deve mangiare una donna in travaglio dopo il parto e quali prodotti sono nell'elenco vietato.

Principi generali di nutrizione

Cosa può essere mangiato immediatamente dopo il parto dipende dalle condizioni individuali. Non importa se la donna sta allattando o meno, l'alimentazione deve essere bilanciata.

I medici non raccomandano severe restrizioni dietetiche. Ciò è particolarmente vero per le donne che iniziano immediatamente a pensare alle diete per perdere peso e ridurre in modo critico la loro dieta. Durante i primi giorni dopo la nascita, è necessario assorbire da 1200 a 2000 kcal al giorno, altrimenti la perdita di forza e gli sbalzi d'umore non possono essere evitati.

Per sviluppare il latte materno e ripristinare un corpo indebolito, perdere peso è pericoloso, quindi non pensare nemmeno alle diete. Nei primi mesi, non puoi perdere più di 500-700 g, altrimenti non avrai la forza di eseguire la routine per le giovani madri.

La cosa più difficile è di solito trovare il tempo per mangiare, ma è importante. Altrimenti, sei nei guai:

  • grave debolezza nelle prime settimane dopo la nascita;
  • aumento dell'appetito, portando alla ghiottoneria a causa del fatto che il corpo cercherà di compensare la mancanza di cibo.

La colazione è particolarmente importante per ogni giovane madre nei primi giorni e mesi dopo la nascita del bambino. Anche se prima della gravidanza ti sei limitato a una tazza di caffè prima del lavoro, ora è severamente vietato saltare la colazione!

La dieta dovrebbe essere fatta tenendo conto dei singoli fattori. È particolarmente importante come è avvenuta la nascita. In presenza di complicanze e difficoltà, la dieta è limitata al fine di evitare problemi di salute e cattive condizioni di salute. Ecco alcuni casi comuni e ti dico quale cibo è meglio mangiare in ognuno di essi..

Cosa mangiare dopo la nascita naturale?

Per iniziare, considera gli alimenti che una donna è autorizzata a mangiare nei primi giorni dopo la nascita del bambino in modo naturale. Normalmente, questo è esattamente il modo in cui procede il parto, ma ci sono eccezioni. La tabella ti aiuterà a capire cosa puoi e dovresti mangiare in ospedale prima della dimissione dopo il parto:

Giorno 1ColazioneFarina d'avena sull'acqua
CenaZuppa di verdure non salata (patate, cavolfiore, cipolla in piccola quantità, carota)
High teaMela o banana fresca cotta
CenaPasta Al Formaggio
Giorno 2ColazioneGrano saraceno sull'acqua
CenaZuppa leggera con verdure e carne magra
High teaFrutta (banana, mela cotta)
CenaPetto Di Pollo Bollito, Pasta
3 ° giornoColazioneErcole sull'acqua con un po 'di burro
CenaPesce e pasta al vapore
High teaMela cotta o un bicchiere di latte al forno fermentato
CenaVerdure al vapore o stufato di verdure

Nutrizione nei primi giorni dopo il taglio cesareo

Ora scopriamo quale dovrebbe essere il cibo nella dieta per la prima volta dopo il taglio cesareo. All'inizio, non puoi mangiare nulla per 24 ore, è consentita solo l'acqua non gassata. Il giorno successivo puoi avere un po 'di brodo magro e purè di carne. Sono consentite mele e cereali cotti esclusivamente sull'acqua..

Per accelerare il recupero del corpo in una madre che allatta o non in allattamento, si raccomanda di seguire le istruzioni del medico. Ciò vale anche per il periodo successivo alla dimissione dall'ospedale..

Quindi, il primo giorno dopo il taglio cesareo solo acqua pulita e contagocce - nessun cibo dovrebbe entrare nel corpo. Dal secondo giorno inizia un periodo di recupero attivo, quindi sono semplicemente necessari alimenti sani:

  • brodo di carne magro con verdure (soprattutto, non su carne di maiale);
  • carne magra bollita;
  • ricotta a basso contenuto di grassi;
  • yogurt naturale non zuccherato;
  • tè senza zucchero, composta, bevanda alla frutta.

Il terzo giorno dopo il parto, durante il quale è stato eseguito un taglio cesareo, alla giovane madre è consentito includere nel menu:

  • polpette o polpette per una coppia;
  • cereali;
  • Mele cotte
  • ricotta con formaggio a bassa percentuale di grassi;
  • kefir, se lo sgabello è rotto;
  • cibo per bambini.

La cosa principale è mangiare cibo in una forma fresca e calda, ma non calda. Dopo la dimissione dall'ospedale dopo il taglio cesareo, è necessario prendersi cura dell'assunzione di vitamine nel corpo per accelerarne la rigenerazione, quindi nella dieta sono inclusi i seguenti:

  • carne e pesce magri;
  • latticini e prodotti lattiero-caseari (fino a mezzo litro al giorno);
  • frutta e verdura fresca e cotta;
  • burro e olio vegetale;
  • le uova.

Con lacrime nel perineo

Spesso durante il parto, le donne hanno lacrime nel perineo, con conseguenti suture. In questa situazione, è necessaria una dieta speciale ed è meglio non introdurre immediatamente nuovi prodotti. In generale, la dieta è simile alla precedente, ma è importante escludere l'uso di alimenti con fibre:

  • pane nero;
  • verdure e frutta cruda;
  • crusca.

La preferenza dovrebbe essere data ai cereali sull'acqua, alle zuppe leggere, ai latticini. Tale nutrizione alleggerirà le feci ed eliminerà la divergenza delle cuciture, in modo che guariscano più velocemente.

Nutrizione nei primi mesi

Il primo mese dopo la nascita è sempre il più difficile, e anche per il bambino. Le giovani madri dopo la nascita di un bambino affrontano spesso un problema delicato ed estremamente spiacevole: costipazione.

Se hai una tale complicazione, assicurati di includere crusca, barbabietole, alghe e prugne nella dieta per le prime settimane dopo il parto. La cosa principale è monitorare la reazione del bambino se sta allattando. In casi difficili, i medici prescrivono farmaci.

Al fine di regolare la microflora nell'intestino, nei primi 2 mesi dopo il parto, i prodotti a base di latte acido naturale con latto e bifidobatteri sono inclusi nell'elenco dei prodotti obbligatori. In generale, l'elenco degli alimenti consentiti per le giovani madri è piuttosto ampio:

  • mele al forno con ricotta a basso contenuto di grassi;
  • yogurt naturale senza grassi senza additivi;
  • kefir di un giorno (è importante che sia veramente fresco, altrimenti non si può evitare la costipazione);
  • composta di mele non zuccherata (sono ammesse uvetta e albicocche secche);
  • zuppa leggera di verdure su brodo magro;
  • pesce bollito, sempre magro - un nasello farà;
  • carne magra bollita (pollo, coniglio, tacchino);
  • cereali leggeri (grano saraceno, farina d'avena, riso);
  • tè sfuso naturale senza zucchero e aroma.

2 mesi dopo la nascita, la dieta viene gradualmente ampliata, aggiungendo nuovi prodotti. È anche consentito includere i dolci nel menu, ma non tutti.

Che dolce è permesso dopo il parto?

Quali dolci posso mangiare dopo aver dato alla luce giovani madri? Questa domanda è di interesse per molte donne, in particolare per i più golosi. In effetti, l'elenco delle prelibatezze consentite è piuttosto grande:

  • Kozinaki e halva. Consentito se noci e semi non provocano una reazione allergica.
  • Meringa o meringa. È composto da albume d'uovo con zucchero, quindi il trattamento non danneggerà se non abusato.
  • Marshmallows. La cosa principale è acquistare naturale senza coloranti e aromi.
  • Biscotti. L'avena, il biscotto e lo zoologico più sicuri.
  • Incolla. Prepara una purea di frutta dolce.
  • Marmellata. Da una piccola quantità, non succederà nulla.
  • Marmellata o marmellata. La cosa principale è che sono naturali, ma meglio realizzati in modo indipendente.

E notiamo che i primi giorni, settimane e mesi dopo il parto non sono il momento degli esperimenti, quindi ricorda cosa puoi mangiare e bere durante questo periodo e cosa è meglio rifiutare.

Se vuoi tornare rapidamente alle loro forme precedenti, i dolci in grandi quantità non ti permetteranno di raggiungere questo obiettivo. Ciò è particolarmente vero per halva ipercalorico, marmellata dolce e biscotti.

Si raccomanda alle madri di usare i dolci a poco a poco, esclusivamente per aumentare l'umore e non come i pasti principali.

Che non puoi mangiare una donna in travaglio?

L'elenco dei prodotti che non possono essere consumati dalle donne in travaglio in ospedale, dopo una settimana o un mese, comprende:

  • soda dolce;
  • frutta e verdura cruda (nei primi 1-2 mesi);
  • brodi grassi;
  • miele (è individuale e dipende dalle allergie);
  • legumi;
  • agrumi e frutti rossi;
  • caviale di pesce e frutti di mare (calamari, cozze, ecc.);
  • cibo in scatola;
  • caffè;
  • pane bianco e soprattutto fatto in casa;
  • maionese e altra salsa;
  • salsicce e altri cibi pronti;
  • spezie e salinità.

Naturalmente, le bevande alcoliche sono incluse nell'elenco, che devono essere dimenticate almeno per i primi 1-2 mesi dopo la nascita del bambino per consentire al corpo di recuperare. L'allattamento al seno e l'alcool non devono essere combinati.

Dieta per allattare un neonato

Un processo così naturale come l'allattamento al seno di un bambino solleva molte domande. Uno di questi: quale dovrebbe essere la dieta quando si allatta un neonato con latte materno? Dopotutto, tutto ciò che la madre mangia, mangia anche il bambino. Cosa è permesso alla mamma di mangiare, per non fargli del male, ma per portare il massimo beneficio? Cosa può essere incluso nella dieta per una madre che allatta di un neonato?

Dieta per l'allattamento

Dieta per una madre che allatta

Una corretta alimentazione di una donna che allatta è una garanzia di salute non solo per la mamma, ma anche per i bambini. L'allattamento al seno pone le basi dell'immunità, dello sviluppo fisico e mentale. Il principio principale che dovrebbe essere guidato nell'alimentazione durante l'allattamento è la cautela.

Elenco dei prodotti di base

La dieta di una madre che allatta per un neonato durante l'allattamento comprende il seguente elenco di prodotti:

  • Carne - coniglio, tacchino, manzo magro, pollo senza pelle. Tutto questo è cotto, in umido e bollito. Cuocere i brodi non grassi.
  • Pesce: pesce di fiume bollito come luccioperca, merluzzo o pollock in forma bollita o al forno.
  • Prodotti a base di latte acido - formaggio, ricotta, kefir a basso contenuto di grassi, yogurt naturale senza additivi.
  • Verdure - cavolfiore, broccoli, zucca, zucchine. Puoi cucinare lo stufato con una quantità minima di sale e olio vegetale.
  • Cereali - avena, riso, cereali di grano saraceno.
  • Oli - burro e verdura non raffinati.
  • Pasta di grano duro.
  • Frutta a guscio, frutta secca - mandorle, noci, anacardi, uvetta, albicocche secche, prugne secche, con moderazione dopo un pasto o come spuntino.
  • Frutta e bacche - mele, banane, ciliegie, albicocche. Non mangiare a stomaco vuoto, meglio dopo colazione o pranzo.
  • Bevande: acqua pura pura, composta di frutta secca, tè nero e verde debole, mirtilli e mirtilli rossi.
  • Uova, biscotti secchi ("Maria"), pane integrale, pasta o marshmallow.

Cibi e allergeni di base

In effetti, da un elenco così impressionante di prodotti "consentiti" e consigliati, puoi facilmente creare un menu vario, ci sono molte ricette. Pertanto, la dieta durante l'allattamento non è rigida, ma piuttosto moderata. Osservandola, non dovrai morire di fame.

Prodotti allergenici

C'è un elenco di prodotti che i pediatri raccomandano di non mangiare durante l'allattamento. Ciò ridurrà il rischio di allergie ai bambini. Inoltre, è meglio evitare alcuni alimenti nonostante l'allattamento. Questi includono:

  • cibo in scatola;
  • carni affumicate, sottaceti e marinate;
  • cibi pronti e fast food;
  • bevande gassate;
  • salse e condimenti pronti - maionese, ketchup;
  • prodotti con conservanti, coloranti e addensanti;
  • Frutti esotici;
  • alcool.

Con cautela, è necessario utilizzare:

  • cacao e suoi derivati ​​- cioccolato, dolci, burro al cioccolato;
  • fragole, fragole e lamponi;
  • caffè;
  • agrume.

Importante! Questi alimenti dovrebbero essere consumati in piccole porzioni. Se il bambino non ha allergie, eccellente. Ma questo non significa che puoi continuare a mangiarli ogni giorno e in grandi quantità. Per comodità, si consiglia di avviare un diario alimentare per infermieri, in cui viene registrato ogni pasto, soprattutto nei primi mesi di alimentazione. Quindi sarà più conveniente "calcolare" il colpevole delle allergie.

Opzioni del menu

Un menu di esempio per il giorno per una madre che allatta è il seguente.

Colazione:

  • porridge senza latte (farina d'avena, semola, miglio), come porridge opzionale nel latte diluito a metà con acqua;
  • tè, preferibilmente senza zucchero.

2a colazione:

  • zuppa di verdure di tacchino;
  • pane di crusca.

Cena:

  • il secondo piatto - filetto bollito di tacchino, petto di pollo o pesce bianco con contorno: grano saraceno bollito o riso, cavolfiore, patate al forno;
  • composta di frutta secca o tè.

Merenda:

  • tè con biscotti secchi, è possibile con i bambini.
  • cotolette di vapore di tacchino o pesce;
  • riso bollito o grano saraceno;
  • composta di tè.

La dieta della mamma che allatta

Il cibo dovrebbe essere frazionario. Il numero di pasti - almeno 4-5, tenendo conto dell'appetito. Le porzioni dovrebbero essere standard, familiari. Non è necessario aumentarlo; in caso di fame, il numero di ricevimenti dovrebbe essere aumentato. È necessario bere abbastanza liquidi, i 2-2,5 litri raccomandati saranno sufficienti.

Dieta e dieta

Nutrizione per aumentare l'allattamento

Oltre alle raccomandazioni generali per una dieta variata, esistono linee guida dettagliate per i casi in cui il latte non è sufficiente. Per aumentare la quantità di latte materno, si consiglia di mangiare i seguenti prodotti:

In una situazione in cui è arrivato un momento critico, e la domanda riguarda il trasferimento del bambino all'alimentazione artificiale, poiché il latte materno viene perso, verranno utilizzati tutti i mezzi. Non sopravvalutare la loro importanza.

Importante! La quantità di latte non è inferiore, anzi, lo stato psicologico ed emotivo della madre ha un impatto maggiore. Se ha l'opportunità di dormire a sufficienza di notte e ci sarà aiuto nella cura del bambino, il latte cesserà di scomparire.

Migliorare il valore nutrizionale del latte attraverso la dieta

Un bambino allattato al seno riceve due tipi di latte: fronte e retro. Il latte anteriore è più liquido e trasparente. La parte posteriore è più spessa in consistenza e colore. È considerato "grasso" o "nutriente". Che il bambino "arrivasse" al latte posteriore, devi cercare di nutrirti solo da un seno. Quindi, succhiando rapidamente il latte anteriore, il bambino ingrassa.

Migliorare il suo valore nutrizionale non è realmente richiesto. Il corpo della madre è progettato in modo tale che tutte le vitamine, i minerali, gli enzimi, ecc. Necessari per la crescita e lo sviluppo siano concentrati nel latte materno. Se il bambino non si preoccupa, aumenta di peso, il che significa che tutto va bene con il valore nutrizionale del latte.

Per la tua tranquillità, puoi fare un'analisi del contenuto di grassi del latte. Viene effettuato in laboratori specializzati. Inoltre, puoi includere nella dieta i seguenti alimenti che aumentano leggermente il valore nutrizionale:

  • noci, semi, halva di girasole - aumentano il contenuto calorico, quindi dovrebbero essere consumati in piccole porzioni;
  • grano saraceno - le madri che allattano con esperienza consigliano di friggere i cereali in una padella asciutta e mangiano come semi per aumentare il grasso del latte.

I restanti consigli sono standard: una ricca colazione completa, pranzo, cena e snack aiuteranno meglio di qualsiasi attrezzatura speciale.

Dieta mensile della mamma

Durante il periodo di allattamento, è necessario monitorare la nutrizione. Naturalmente, la dieta della madre che allatta del neonato cambia per mesi, ci saranno meno restrizioni. In generale, è necessaria una dieta rigorosa nei seguenti casi:

  • allergia nel bambino;
  • primo mese di alimentazione;
  • violazione del tratto digestivo in una madre o un bambino.

Importante! Secondo molti pediatri, durante l'allattamento, puoi mangiare quegli alimenti che una donna incinta ha mangiato durante il periodo di gestazione. Purché si sentisse bene e il bambino si sviluppasse completamente nell'utero.

Pasti nel primo mese

Dieta nel primo mese dopo il parto

Il più difficile in tutti i sensi è il primo mese. La forza non si è ancora ripresa dopo il parto, non c'è abilità nel prendersi cura di un neonato. Il suo stomaco non è abituato a prendere cibo, gli enzimi necessari non hanno ancora popolato il tratto digestivo. Pertanto, è nel primo mese che la mamma deve seguire una dieta.

I prodotti ammessi sono latte fermentato (ricotta, latte fermentato al forno), verdure bollite o al forno (patate, zucchine, cavolfiore), carne dietetica bollita o al forno, pollame e pesce (coniglio, tacchino, merluzzo, pollock), cereali (avena, grano saraceno), frutta (banane, mele verdi), frutta secca e farina integrale.

Aggiunta di menu in 1-3 mesi

Se il primo mese di alimentazione è trascorso senza problemi, eruzioni cutanee e ovvi problemi con le feci nel bambino non lo era, la dieta della madre può essere diversificata. Durante questo periodo sono consentiti i seguenti prodotti:

  • manzo magro bollito;
  • petto di pollo senza pelle;
  • fegato;
  • formaggio a pasta dura, panna acida con contenuto di grassi fino al 15%;
  • porridge di miglio, riso e mais;
  • bevande alla frutta e composte da bacche: mirtilli rossi, mirtilli rossi, mirtilli.

Ogni prodotto deve essere somministrato in piccole porzioni. Assicurati di monitorare la reazione del bambino, potrebbe non apparire immediatamente, ma dopo 2-3 giorni. Pertanto, per questo periodo, non inserire nuovi elementi nel menu.

Dopo 1 mese, la dieta si espande

Pasti da 4 a 6 mesi

Durante questo periodo, la dieta può essere notevolmente ampliata. I seguenti prodotti vengono aggiunti all'elenco che è già stato masterizzato correttamente:

  • barbabietole bollite;
  • carne di maiale magra;
  • noccioline
  • uova di gallina o di quaglia;
  • pasta.

Le zuppe devono essere cotte su un brodo leggero e magro, senza usare fritture e molti condimenti. Il secondo piatto può essere costituito da carne, pesce o pollame in uno stufato o in forma bollita, è consentita la cottura in forno o griglia ad aria. Guarnito con molte verdure e cereali. Le bevande sono diverse: tè alle erbe e regolari, bevande alla frutta e bevande alla frutta, acqua minerale senza gas.

Caratteristiche della nutrizione nel primo anno

È il primo anno, quando il latte materno è prima l'unico e quindi la principale fonte di nutrizione per il bambino, è necessario rispettare le norme di sicurezza nell'organizzazione della nutrizione di una madre che allatta. Prima di mangiare un piatto, è necessario comprendere chiaramente i seguenti punti:

  • dove sono stati conservati i prodotti e quanto rigorosamente sono state osservate le norme sanitarie;
  • prestare attenzione alla data di scadenza - a causa di quali additivi è stato fatto così a lungo;
  • perché la frutta o la verdura mantengono la loro lucentezza anche dopo un mese di conservazione in frigorifero;
  • quante volte ha scongelato e congelato carne, pesce o pollame prima che fossero messi in vendita.

Anche nella nutrizione, è necessario seguire principi ragionevoli, che è auspicabile osservare in qualsiasi momento, non solo durante l'alimentazione. Tale promemoria aiuterà a organizzare il passaggio a uno stile di vita sano per tutta la famiglia:

  • è meglio usare bollito e cotto piuttosto che fritto;
  • è meglio ridurre le porzioni, ma aumentarne il numero;
  • se ci sono dubbi sulla sicurezza del prodotto o del piatto, è meglio non mangiare;
  • mangiare di notte è dannoso;
  • non escludere completamente i dolci dalla dieta, è del tutto possibile usare marshmallow, marshmallow e marmellata;
  • l'attività fisica limitata, piuttosto che la quantità di cibo, fa più male; per perdere peso, devi muoverti di più.

Il principio principale della nutrizione è la sicurezza

Idee sbagliate e miti sulla dieta per l'allattamento

Nonostante il fatto che l'allattamento al seno sia assolutamente naturale e avvenga esattamente quanti anni è esistito la persona stessa, intorno a lui si sono sviluppati molti miti. Sorprendentemente, ci sono ancora molte idee sbagliate su cosa devi mangiare e quanto, al fine di "migliorare" il latte e renderlo più "nutriente", quali alimenti ipoallergenici dovrebbero essere consumati.

Tali idee sbagliate includono le seguenti dichiarazioni:

  1. La madre che allatta deve bere latte o, in casi estremi, tè con latte. In effetti, non tutti gli adulti amano bere latte. Le persone non ne sentono il bisogno, preferendo alternative ai prodotti a base di latte fermentato: kefir o yogurt, o hanno un'allergia ad esso - intolleranza alle proteine ​​della mucca. Questa circostanza non esclude completamente la possibilità che una donna simile nutra con successo il suo bambino. Inoltre, i neonati nel sistema digestivo potrebbero non avere un enzima che scompone questa proteina e anche il bambino stesso potrebbe avere un'allergia.
  2. Una madre che sta allattando dovrebbe mangiare per due. Questa affermazione accompagna una donna del periodo di gestazione. Coloro che seguono questi suggerimenti e iniziano a consumare un gran numero di prodotti, letteralmente il doppio delle dimensioni, quindi avranno problemi con il sovrappeso e il cuscinetto del feto. Dopo il parto, l'eccesso di peso non scompare per molto tempo. Basta mangiare in modo completo e vario. È meglio mangiare in piccole porzioni, ma più spesso, per non provare una costante sensazione di fame.
  3. Se mangi male, il latte sarà "povero e blu". Se mangi male, allora la madre stessa sarà pallida e blu, e non latte. La composizione del latte materno non dipende dal menu esteso. La mancanza di nutrienti nel latte è compensata dal corpo della madre, quindi ha bisogno di una dieta variata per ricostituire la sua forza.
  4. Assicurati di assumere complessi vitaminici, quindi il latte diventerà più sano. Eventuali vitamine saranno utili alla madre stessa. Ma è molto meglio mangiare vari per ottenere tutto il necessario da prodotti naturali e sani. Inoltre, non tutti gli elementi vengono trasmessi attraverso il latte, quindi il bambino non riceverà più calcio o ferro in questo modo. Tutto il bambino prenderà dalle risorse del corpo della madre. Il latte non diventerà più "fortificato". La sua composizione varia in base all'età del bambino.

La dieta per le madri che allattano i neonati non dovrebbe essere presa alla lettera. Ciò che non si adatta a una madre si adatterà a un'altra e non causerà problemi al bambino. Pertanto, è necessario osservare la misura della quantità di cibo consumato e monitorarne la qualità. Non dimenticare il principio principale: non danneggiare il bambino.

Prodotti e piatti che possono essere consumati da una madre che allatta dopo il parto e che non possono essere inclusi nella dieta

L'allattamento al seno, nonostante tutte le difficoltà che sorgono lungo la strada, può essere senza esagerazione chiamato il periodo più felice della maternità. E non solo perché il titolo di "madre che allatta" le dà alcuni privilegi o un onore speciale nella cerchia familiare.

Nutrire un bambino con il proprio latte dà a una donna molte emozioni positive dalla tenerezza alla gioia.

È vero, succede che la madre stessa o i parenti intorno a lei cercano di imporre a se stessi, e quindi al bambino, una dieta povera, creando eccitazione e nervi inutili intorno alla dieta. Il nervosismo è facile da portare nell'atmosfera di una famiglia, se il problema - cosa si può mangiare dopo il parto - è considerato come un sistema di divieti e restrizioni.

Che tipo di cibo può avere una madre che allatta

Dato che la dieta di una madre che allatta dovrebbe consistere in un insieme equilibrato, facilmente digeribile e allo stesso tempo ricco di calorie, la medicina moderna afferma che dopo il parto puoi mangiare quasi tutto. Ci sono piccole restrizioni che verranno discusse in seguito, ma per ora ti offriamo di familiarizzare con i requisiti di base per la dieta infermieristica.

  1. Il Ministero della salute e dello sviluppo sociale raccomanda di mantenere un apporto calorico giornaliero di cibo consumato da una donna che allatta ad un livello di 2735 kcal, che è di circa 500 kcal in più rispetto alla media di una donna.
  2. Ciò che puoi mangiare una madre che allatta dopo il parto dovrebbe essere diviso in 5-6 ricevimenti al giorno, in modo da non mangiare troppo, ma anche per prevenire la fame.
  3. Per mantenere una normale lattazione, una donna ha bisogno di una bevanda abbondante - almeno 2-2,5 litri di liquidi al giorno (composte, tè, acqua potabile), di cui 200-300 ml dovrebbero essere nei prodotti a base di latte fermentato.
  4. Per stimolare l'attività motoria dell'intestino, è necessario mangiare verdure - almeno 400 g, bacche e frutta - circa 300 g, bere succhi (preferibilmente con polpa) - 200-300 ml.
  5. Al fine di prevenire l'anemia sideropenica, si raccomanda di ottenere fino a 10 mg di ferro (dalla carne) negli alimenti.

La dieta dovrebbe essere abbastanza varia

Obbligatorio per un elenco di ciò che gli alimenti possono e devono essere consumati da una madre che allatta, è l'uso di una quantità sufficiente di tutti i principali gruppi alimentari:

  • carne e pesce;
  • pane e prodotti da forno;
  • groppa;
  • burro e oli vegetali;
  • uova, latte e prodotti lattiero-caseari;
  • verdure, frutta e bacche.

Elenco di alimenti che una donna in travaglio non può essere inclusa nella dieta

Il requisito principale per l'alimentazione di una madre che allatta: il cibo dopo il parto dovrebbe essere pieno e sicuro. Sicurezza significa non solo freschezza e qualità, ma metodi di cottura. Ad esempio, è necessario ridurre al minimo l'uso di:

  • fritto - è un pericolo cancerogeno;
  • salato: trattiene i fluidi nel corpo, causando edema e aumento della pressione sanguigna;
  • in scatola - può causare botulismo, avvelenamento; è possibile solo la conservazione in fabbrica per i bambini: purè di patate, succhi di frutta;
  • alimenti affumicati - pericolo cancerogeno.

Inoltre, questi prodotti sono dannosi per il funzionamento del fegato e del tratto gastrointestinale, provocano una violazione del metabolismo dei grassi e la deposizione di colesterolo nelle pareti dei vasi sanguigni, pertanto, né una madre che allatta né il suo bambino sono completamente utili.

Placche aterosclerotiche nei vasi

Per lo stesso motivo, non appoggiarti a piatti troppo grassi e piccanti. L'elenco degli alimenti che non possono essere mangiati o bevuti da una madre che allatta include:

  • alcool, bevande energetiche, soda dolce;
  • stoccafisso, funghi e altri prodotti che possono causare botulismo o intossicazione alimentare;
  • pesce crudo;
  • piatti piccanti e troppo piccanti (ad esempio con aglio, rafano e altre spezie piccanti);
  • cibi insoliti (ad esempio frutti tropicali luminosi) che la madre non ha mangiato prima della gravidanza e del parto - non è noto come il corpo del bambino reagirà a loro.

Quando si scelgono prodotti alimentari, una donna dovrebbe sempre pensare alla possibile reazione del bambino e rifiutare cibi che possono indurlo ad aumentare la formazione di gas e coliche: legumi, cavolo crudo, noci, soda. Se la madre tollera normalmente questi prodotti e il bambino non ha una reazione negativa nei loro confronti, possono essere consumati in piccole quantità.

Se la madre ama gli agrumi e continua a mangiarli dopo il parto, questo può essere fatto a condizione che questi prodotti non causino manifestazioni allergiche al bambino:

  • ansia
  • disturbi del sonno e delle feci;
  • sbalzi d'umore;
  • eruzioni cutanee.

Di norma, il bambino trasferisce con calma il cibo che sua madre ha mangiato per tutta la vita prima di nascere.

Menù esemplare di una donna appena nata

Immediatamente dopo il parto, una madre che ha speso molta energia ed energia inizia a superare la fame e le domande su cosa può essere mangiato da una donna che ha appena partorito. Come risulta da tutto quanto sopra, puoi portare all'ospedale di maternità tutto ciò che una donna vuole mangiare dopo il parto, se questi non sono prodotti proibiti.

Ogni istituzione medica ha le sue regole, quindi l'elenco dei prodotti vietati deve essere concordato con il personale dell'ospedale in modo che la metà dei portati non debba essere recuperata. In genere, un divieto negli ospedali di maternità include:

  • salsicce;
  • sottaceti;
  • verdure crude;
  • cioccolato;
  • agrumi;
  • caffè;
  • cibi in scatola, anche latte condensato.

Tutto il resto che viene cotto in umido o bollito, puoi mangiare la mamma dopo il parto.

Dopo essere stata trasferita nel reparto dopo il parto, una donna in travaglio può essere nutrita con qualsiasi primo piatto: brodo di pollo magro con cracker fatti in casa, borsch estivo o zuppa di cavolo. Nonostante una fame evidente, non è necessario mangiare troppo nelle prime ore: è necessario ricordare che andare in bagno può essere doloroso e i tentativi di costipazione possono portare allo stiramento delle suture perineali.

Ricette interessanti

Affinché il periodo dell'allattamento al seno non si trasformi in un altro onere per una donna che ha appena partorito, deve mangiare secondo le sue preferenze di gusto, con piacere e comprensione del fatto che condivide il suo pasto con il bambino indirettamente. Meno restrizioni saranno introdotte nella dieta, più velocemente il bambino si adatta alle tradizioni nutrizionali della famiglia, formerà preferenze simili per il cibo. Ecco alcune ricette che puoi non solo mangiare dopo la consegna a una madre che allatta, ma che possono diventare il piatto preferito della famiglia.

Tagliatelle Siberiane

Versare un pezzo di pollo domestico o tacchino con 1,5 litri di acqua, portare ad ebollizione. Dopo aver rimosso la schiuma dal brodo, salare, aggiungere la cipolla tritata finemente e un po 'di carote grattugiate, cuocere fino a quando la carne è pronta.

Separatamente, sbattere 1 uovo in una ciotola con un pizzico di sale, raffreddare impastare con farina, arrotolare in uno strato sottile. Tagliare lo strato in strisce larghe 5 cm e ogni striscia in spaghetti sottili (non più di 2-3 mm). Versare nel brodo bollente, lasciar bollire per 1 minuto e togliere dal fuoco. I noodles vanno bene con i cracker fatti in casa.

Verdure ripiene (zucchine, pomodori, peperoni)

Preparare la carne macinata, aggiungere la cipolla tritata finemente - circa la metà del volume di carne e ¼ del volume - riso crudo, ben lavato in acqua corrente, sale.

Zucchine giovani crude tagliate in cilindri di circa 8 cm di lunghezza. Togliete la polpa con un cucchiaino (può essere aggiunta al ripieno). I "tubi" risultanti ripieni di carne macinata. Se la carne forzata è più grande delle zucchine, puoi farcire alcuni peperoni dolci o pomodori medi (sono anche presi crudi e la polpa viene scelta con un cucchiaio), il piatto combinato sembra più bello.

Riempi le verdure ripiene in una casseruola, versa dell'acqua bollente per coprire un po 'e fai cuocere a fuoco basso.

Nel frattempo, separa lo stufato separatamente in una padella - cipolle tritate, carote, peperoni e pomodori (puoi usare la polpa estratta) fino a cottura.

Quando il riso nella carne macinata è completamente bollito, versare nella padella lecho, cospargere con erbe fresche tritate (raccolta prezzemolo, coriandolo, aneto e basilico), portare a ebollizione e togliere dal fuoco.

Cosa non puoi fare dopo il parto: 10 divieti importanti

Dopo la nascita di un bambino, molte madri vogliono tornare rapidamente al loro precedente stile di vita, tornare alla loro forma, immergersi nell'educazione del bambino. Tuttavia, il periodo postpartum è molto importante, perché in questo momento il corpo della madre viene ripristinato e la salute futura della madre dipende da come viene ripristinato. Pertanto, molti medici raccomandano alle madri di seguire alcune raccomandazioni che ridurranno significativamente il rischio di complicanze ed effetti avversi. In questo articolo, esamineremo 10 divieti principali che non dovrebbero essere violati per evitare problemi di salute..

Non usare i tamponi dopo il parto

Alla domanda: "È possibile usare i tamponi dopo il parto?", I medici rispondono categoricamente "No". Poiché gli intensi cambiamenti ormonali che si verificano nelle prime sei settimane dopo la nascita sono accompagnati da rigetto di lochia, gli esperti raccomandano vivamente di utilizzare solo cuscinetti speciali, ma in nessun caso tamponi. Inizialmente, i lochia sono abbastanza abbondanti e contengono molto sangue e particelle delle membrane. Alla fine, lo scarico diventa trasparente e scarso. Ma anche dopo, è troppo presto per usare i tamponi. Separatamente, vale la pena dire che se una donna ha partorito con lacrime e crepe nel suo cavallo, l'uso di tamponi è severamente proibito! I medici raccomandano di usare i tamponi solo dopo la ripresa del ciclo mestruale, quando la scarica si normalizza e avrà uno stato uniforme.

Nel periodo successivo, è molto importante osservare l'igiene, lavare i genitali dopo aver visitato il bagno. Questo deve essere fatto con acqua bollita con l'aggiunta di un decotto di erbe medicinali. È anche importante cambiare regolarmente le guarnizioni - ogni due ore, anche se non sono riempite.

La negligenza igienica può portare alla crescita di batteri e allo sviluppo di infiammazione..

Non automedicare dopo il parto

Anche se la mamma non è riuscita a stabilire l'allattamento al seno, l'automedicazione e l'assunzione di farmaci senza prescrizione medica non è consigliabile. Per le donne che allattano al seno, il divieto di farmaci è ancora più importante. Dopotutto, la maggior parte dei farmaci passa nel latte materno e influisce negativamente sulla salute del bambino. Entrando nel latte, portano alla distruzione degli organi e dei sistemi del bambino. Gli effetti collaterali possono verificarsi in un bambino sotto forma di aumento dell'irritabilità, lacrimazione, gonfiore, diminuzione dell'appetito e comparsa di disbiosi. Tutto ciò può influire negativamente sul lavoro del fegato, sul cuore del bambino e su altre funzioni della sua salute. Una giovane madre dovrebbe ricordare che prima di assumere farmaci anche per il mal di testa, deve sempre consultare un medico, che può consigliare di interrompere l'allattamento per un po 'ed esprimere il latte per mantenere l'allattamento. Di norma, i farmaci vengono rimossi entro 24-48 ore dopo l'assunzione del medicinale. Una categoria speciale di farmaci comprende anticonvulsivanti, ormoni, vasocostrittori, antibiotici, sedativi, contraccettivi ormonali e persino alcune erbe.

Non automedicare, se parliamo di temperatura corporea elevata dopo il parto. Non "essere trattati" con paracetamolo o ibuprofene, i motivi possono essere molto gravi. Ricorda che è importante consultare un medico, anche se sei sicuro che la temperatura sia aumentata a causa del comune raffreddore o del ristagno del latte..

Non indossare una benda se ci sono controindicazioni

Molte madri considerano la fasciatura sicura e unica cosa utile, con la quale è possibile accelerare il ripristino della figura e tornare alle forme precedenti. Tuttavia, la benda non ha solo proprietà cosmetiche, ma anche medicinali, quindi non dovresti usare la benda da sola, senza consultare un medico, poiché ha alcune controindicazioni e indicazioni rigorose. Un medico dell'ospedale di maternità può raccomandare di indossare una benda se ci sono indicazioni dirette per questo. Se non ci sono controindicazioni ovvie, in ogni caso, si rivolga al medico.

Quindi, per quali motivi, il medico può prescrivere indossare una benda:

  • dolore dopo taglio cesareo;
  • problemi al sistema muscoloscheletrico: curvatura della colonna vertebrale, scoliosi, osteocondrosi, radicolite, ecc..
  • stomaco cadente e smagliature;
  • diminuzione del tono del corsetto muscolare.

Per quanto riguarda le controindicazioni, indossare una benda, è possibile elencare quanto segue:

  • punti nel perineo;
  • malattia renale e chiamato gonfiore;
  • problemi gastrointestinali;
  • malattie della pelle o allergiche ed eruzioni cutanee.

Una benda dopo il parto è sicuramente una cosa conveniente, ma va ricordato che nel periodo postpartum per la perdita di peso, è necessario dedicare tempo all'attività fisica, che affronterà l'attività in modo molto più efficace.

Non andare a dieta

Il desiderio naturale della mamma dopo il parto è di perdere rapidamente peso. Pertanto, molti scelgono una dieta, che spesso include il rifiuto di determinati alimenti e la limitazione del numero di calorie. I medici esperti non consigliano di farlo, inoltre, se la madre sta allattando. È assolutamente necessario seguire una certa dieta durante l'allattamento, quindi è necessario limitare i cibi grassi, piccanti, salati, fritti, mentre è importante osservare il contenuto calorico degli alimenti, che dovrebbero essere in media 2200-2500 kcal al giorno. Allo stesso tempo, non dovresti limitare la quantità di cibo per "perdere l'eccesso". Il corpo stesso tornerà alla normalità quando il liquido in eccesso fuoriesce e il volume del sangue circolante diminuisce. In circa due mesi, tutti i principali organi e sistemi di una donna riorganizzano il loro lavoro dopo la fine della gravidanza.

Non puoi fare il bagno nel periodo postpartum

Non essere in ritardo con lo svuotamento della vescica

Ogni donna dopo il parto dovrebbe monitorare lo svuotamento tempestivo della vescica. È meglio andare in bagno ogni 2-3 ore, anche se non c'è bisogno di urinare. Il fatto è che la sensibilità della vescica può diminuire dopo il parto, ciò è dovuto al fatto che l'utero, che si allunga dopo il parto, non esercita pressione sulla vescica. Il tono della vescica diminuisce, le sue pareti si gonfiano e si allungano notevolmente, cambiando la posizione della cavità addominale e degli organi pelvici a causa della grande quantità di urina. Questa condizione è irta dello sviluppo di cambiamenti infettivi e infiammatori negli organi del sistema urinario, nonché dell'infiammazione e delle complicanze della condizione dall'utero, dalle appendici e dall'intestino.

Con la minzione regolare, l'utero si contrae e viene ripristinata la posizione corretta degli organi che si trovano nel bacino. Inoltre, aderendo a questo regime, una donna smetterà rapidamente di sanguinare dal tratto genitale e ci sarà un completo ripristino del loro lavoro. Di solito, qualche tempo dopo la nascita, il processo urinario si normalizza..

Non puoi fare sesso nel periodo postpartum

Dopo la nascita, i ginecologi non raccomandano di fare sesso per 6-8 settimane. Durante questo periodo, il sistema riproduttivo della madre viene ripristinato, c'è una diminuzione delle dimensioni dell'utero a dimensioni normali. Anche durante questo periodo, la maggior parte delle donne mantiene la dimissione postpartum (lochia), e ciò rende anche necessaria l'astinenza dal sesso dopo il parto. Il sesso precoce dopo il parto può essere spiacevole per una donna e persino causare dolore a causa della vagina secca. Una libido sottovalutato di una donna che ha partorito è un evento normale, se dopo il parto non vuoi fare sesso, questa è solo una difesa naturale contro le complicazioni e la gravidanza indesiderata. Nel tempo, tutto si normalizza.

Dopo il parto con taglio cesareo, il ginecologo può raccomandare il riposo sessuale fino a 1-2 mesi. Anche la sutura sull'utero e la sutura sulla pelle dell'addome devono guarire prima che la coppia ritorni alla vita sessuale.

Soprattutto spesso, il prolungamento del periodo di astinenza sessuale è associato alla sutura dopo rotture dei tessuti molli del canale del parto o episiotomia. Se una donna ha avuto un parto complicato con lacrime perineali, devi aspettare che le suture guariscano. Non puoi disturbarli, altrimenti potrebbero disperdersi. Inoltre, a causa dei punti sul perineo, il sesso dopo il parto può essere doloroso e la donna stessa avrà paura di riprendere la vita sessuale. Vale anche la pena notare che se sul perineo sono stati posti punti (a causa di episiotomia o lacrime dei tessuti interni), una donna non dovrebbe sedersi dopo il parto per 3 settimane. Ciò è necessario affinché i tessuti siano completamente ripristinati e non vi siano divergenze di cuciture.

In caso di complicanze postpartum (ad esempio, curettage della cavità uterina dopo il parto), alle donne può essere vietato il sesso fino a 1-2 mesi. Successivamente, il periodo può essere esteso alla completa guarigione del canale del parto. Se si sono verificate complicazioni, il medico dirà alla coppia quando puoi fare sesso.

Non perdere o rimandare le visite dal ginecologo

Di norma, una visita dovrebbe essere immediatamente dopo una riduzione della scarica sanguinosa postpartum - lochia. Durante il parto, usando un taglio cesareo dal medico può essere effettuato a 6-8 settimane, a questo punto le cuciture sul perineo hanno il tempo di guarire un po ', il che consente un esame di qualità. In questo caso, è necessario assicurarsi che il muco da separare sia leggero e senza impurità sanguinanti, nel caso contrario, una visita dal medico non deve essere rinviata. Non puoi ritardare la visita, anche con un aumento della temperatura corporea, questo può indicare un'infiammazione dell'utero o suture interne. La comparsa di un odore sgradevole, un forte sanguinamento o un forte dolore, dovrebbe anche avvisare la mamma. Qualsiasi arrossamento e infiammazione delle suture esterne indicano un'infezione attaccata. Pertanto, il primo esame dopo la consegna da parte di un ginecologo deve essere effettuato poche settimane dopo la dimissione. Se si verificano i sintomi allarmanti sopra descritti - consultare immediatamente un medico, solo in questo modo è possibile evitare complicazioni pericolose.

Non è possibile praticare sport, scaricare la stampa

Entro 2-3 mesi dopo il parto, una donna non dovrebbe praticare sport attivi, durante i quali è possibile un'intensa attività fisica. Inoltre, non è possibile saltare, correre, eseguire esercizi associati al sollevamento di pesi superiori a 3,5 kg. Nel periodo postpartum, dovrebbero essere evitati anche esercizi relativi al carico sui muscoli addominali, come ad esempio: sollevare entrambe le gambe dalla posizione supina, portare le ginocchia piegate al torace dalla posizione supina, sollevare la parte superiore del corpo dalla posizione supina, alternare oscillazioni delle gambe. Questi esercizi possono provocare sanguinamento uterino o interrompere i processi dell'utero che ritornano al suo stato originale..

Prima di iniziare gli sport dopo il parto, è consigliabile sottoporsi a un esame da un ginecologo, soprattutto se ci sono state complicazioni del periodo postpartum o del taglio cesareo. In assenza di controindicazioni, è possibile tornare ai carichi prenatali, tenendo conto della forma fisica. È meglio iniziare a caricare i muscoli addominali con esercizi di respirazione, inclinazione e rotazione del corpo, grazie a loro i muscoli obliqui sono allenati.

Un esercizio popolare tra molti è il vuoto addominale, che è certamente un buon modo per mantenere il tono dei muscoli addominali, tuttavia è controindicato per una madre che ha recentemente partorito. Per iniziare l'esercizio, tutte le secrezioni postpartum dovrebbero uscire, dopo di che dovresti aspettare almeno altri 2 mesi. Altrimenti, è possibile sanguinamento ripetuto, avvelenamento del corpo con tossine..

Leggi di più su come perdere peso dopo il parto, abbiamo parlato in questo articolo..

Non rifiutare l'aiuto e fai tutto da solo

Nel periodo postpartum, molte donne hanno una milza associata a difficoltà incontrate nella cura di un bambino e delle faccende domestiche. All'inizio, è particolarmente difficile per la mamma stabilire un modo di vivere ed entrare in un ritmo. Una donna lotta per essere una buona madre, per far fronte ai suoi doveri, ma ogni difficoltà porta alla disperazione e ad sforzi ancora maggiori da parte sua. Vedendo le condizioni della donna, i suoi parenti stanno cercando di aiutarla in casa. Tuttavia, a causa della ristrutturazione del corpo, dei cambiamenti ormonali e di uno stato postpartum depressivo, tale aiuto può offendere una madre coniata di recente. Le potrebbe sembrare che i parenti la considerino una povera padrona e mamma.

Gli psicologi esperti raccomandano vivamente di non provare a rifare da soli tutte le faccende domestiche, anche se sembra che nessuno le farà meglio di te. Puoi e dovresti chiedere a tuo marito o a uno dei tuoi parenti. Se non puoi contare sull'aiuto, puoi rimandare le preoccupazioni che non riguardano direttamente mamma e bambino e senza le quali non accadrà nulla di catastrofico. Cerca di distribuire le responsabilità in casa, in modo che ci sia tempo per riposare. Quando il bambino si addormenta, non correre a correre per stirare i vestiti, sdraiarsi e riposare con lui. Una madre calma e riposata è molto più importante per un bambino rispetto ai pannolini perfettamente stirati. Se ti sembra che inizieranno a condannarti per la stiratura o una casa non pulita, quindi chiedi aiuto ai tuoi cari, lasciali sedere con il bambino e fai tranquillamente affari.

Ricorda che con uno stress prolungato, la difesa immunitaria del corpo diminuisce. La mancanza di sonno e riposo provoca l'insorgenza o l'esacerbazione di varie malattie, la diminuzione dell'umore e lo sviluppo di gravi conseguenze. Nel tempo, tutto funzionerà e avrà un ritmo normale.

Nutrire una madre che allatta dopo il parto

La nutrizione dopo il parto per una donna che allatta ha molte caratteristiche e divieti. Dopotutto, la composizione e la quantità del latte materno dipendono direttamente da questo. I capricci del bambino dovuti a cattiva salute, a un breve sonno, a costipazione: tutte queste sono conseguenze della mancata osservanza della dieta da parte di una madre che allatta. Quindi cosa devi mangiare in modo che il bambino sia sano e calmo?
La nutrizione nei primi mesi dopo il parto dovrebbe essere facile, ma frequente, i nuovi alimenti dovrebbero essere introdotti attentamente, osservando la reazione del bambino. Non dimenticare le restrizioni sul cibo spazzatura. Considera i principi di base della formazione dei menu per una giovane madre.

Perché è importante mangiare bene??

Una corretta alimentazione della madre dopo il parto assicurerà l'allattamento, il benessere e la salute del neonato.

Tutto ciò che la madre ha mangiato entra nel corpo del bambino con il latte materno e può provocare conseguenze negative:

  1. Colica gonfia e grave.
  2. Costipazione o viceversa, diarrea.
  3. Per alcuni prodotti, possono verificarsi manifestazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea. Altre informazioni sulle allergie nei neonati →
  4. Degustazioni e cibi aromatici compromettono il gusto del latte e il bambino può rifiutarsi di allattare..
  5. L'alimentazione impropria di una madre che allatta dopo il parto può avere un effetto eccitante sul sistema nervoso del bambino.

A seguito di una dieta, una donna fornirà anche a se stessa e alla sua famiglia un buon riposo. Dopotutto, un bambino che non soffre di coliche o costipazione dorme meglio, mangia bene e aumenta di peso.

Un bambino del genere cresce e si sviluppa tranquillamente senza soffrire di prurito allergico e dolore costante nella pancia e la madre non è nervosa nel tentativo di calmare il bambino. Inoltre, una dieta equilibrata e regolare, ad esclusione di fritti e grassi, aiuterà una donna a liberarsi dei chili in più guadagnati durante la gravidanza.

Molto dipende dalle abitudini alimentari della madre durante la gravidanza. Se una donna in precedenza consumava costantemente cachi, mele, prugne, quindi dopo il parto puoi anche aggiungere questi prodotti alla dieta. Tuttavia, se la madre non ha mangiato questi frutti prima e dopo il parto è stata portata via dal loro consumo, è possibile che il bambino abbia un'allergia.

Il menu deve essere progettato in modo tale che nella dieta quotidiana siano stati:

Nutrizione nei primi tre giorni dopo la nascita

Il problema di seguire una determinata dieta dovrebbe essere considerato da una donna non solo dopo la comparsa del bambino, ma anche durante la gravidanza. Con scarsi test, il medico può consigliarle di limitare l'uso di determinati alimenti per non provocare un deterioramento.

Pochi giorni prima della nascita, è meglio abbandonare eccessi come:

  • cioccolato;
  • noccioline
  • caffè, tè forte, cacao;
  • fragole, pomodori, pesce rosso;
  • piatti affumicati o salati;
  • agrumi e vari cibi esotici.

L'uso di prodotti lattiero-caseari è anche meglio ridurre. Quindi, proteggerai il neonato dalla diatesi immediatamente dopo la nascita.

Il cibo il primo giorno dopo la nascita dovrebbe consistere in piatti preparati al momento e leggeri, senza condimenti piccanti e aromatici. Dopotutto, durante questo periodo, una donna inizia ad avere un processo di allattamento e ad abituare il suo bambino.

È meglio limitarsi ai cereali nell'acqua, un uovo sodo o un pezzo di carne magra, puoi mangiare una zuppa magra senza friggere. Sono ammessi dolci, una mela cotta, una banana e un semplice biscotto.

C'è un'opinione secondo cui per aggiungere latte, una donna ha bisogno di un drink abbondante. Non è così, poiché bere molti liquidi può portare a vampate di calore e ristagno di latte nel petto. Dopotutto, un neonato mangia molto poco.

Coloro che hanno partorito con taglio cesareo non dovrebbero mangiare cibi ricchi di fibre: verdure e frutta crude, pane integrale, crusca. Nei primi giorni dopo l'intervento chirurgico, è meglio limitarsi all'acqua senza gas.

La fine della prima settimana dopo la nascita

Una donna che allatta non dovrebbe morire di fame. Mangiare dopo il parto nei primi giorni dovrebbe essere frequente e frazionario, idealmente - dopo ogni poppata dovresti mangiare cibo leggero e bere tè caldo o composta.

Alla fine della prima settimana dopo la nascita di un bambino, la mamma può:

  1. Tè caldo zuccherato, succo di mirtillo rosso, composta di frutta secca, decotti alle erbe.
  2. Verdure al vapore: barbabietole, zucchine o melanzane, carote, zucca con un paio di gocce di olio vegetale.
  3. Dal pane nero o di segale, puoi preparare i cracker per il tè o la zuppa.
  4. Introduci alcune fettine di pesce di mare a basso contenuto di grassi nella dieta, osservando il benessere del bambino.
  5. Un po 'di purè di patate o pasta.
  6. Manzo bollito a basso contenuto di grassi.
  7. Latticini (non più di 300 g al giorno).
  8. Una volta al giorno, assicurati di mangiare zuppa magra o borsch senza cavolo.
  9. Aggiungi con attenzione noci e formaggio a pasta dura al tuo menu.
  10. Mangia una banana e due mele cotte al giorno.

Introduci attentamente nuovi prodotti nella tua dieta in piccole porzioni, osservando attentamente la reazione del bambino ad essi.

Le porzioni devono essere piccole, quindi la mamma non guadagna chili di troppo..

Nutrizione nelle prime 4 settimane dopo la nascita

Sono passate diverse settimane dalla nascita del bambino, il bambino è cresciuto un po ', e sembrerebbe che la mamma possa tornare alla sua solita dieta, ma no. La nutrizione nel primo mese dopo la nascita è importante come nei primi giorni.

Durante questo periodo, le madri che allattano sono autorizzate:

  • tutti i cereali sull'acqua, tranne riso, mais e grano;
  • puoi mettere un po 'di burro nel porridge;
  • fette magre di manzo o pollame bolliti;
  • latte, yogurt;
  • frutta cotta, verdure crude verdi.

Puoi preparare frittelle di ricotta e casseruole con la ricotta aggiungendo frutta secca o bacche. È consentito aggiungere un po 'di panna acida ai piatti..

Quando introduci nuovi prodotti nella tua dieta, dovresti essere guidato da una serie di regole:

  1. Usa un nuovo piatto al mattino, ma è meglio al mattino e controlla attentamente la reazione del bambino.
  2. Aggiungi solo un nuovo prodotto al giorno.
  3. Se il bambino ha mostrato eruzioni cutanee o è diventato nervoso e capriccioso, allora è meglio rifiutare di usare un nuovo piatto. Per comodità di osservazione e sistematizzazione delle informazioni, è necessario tenere un diario nutrizionale..
  4. Inserisci nuovi prodotti nel tuo menu in piccoli pezzi. Con una buona reazione del bambino, la porzione può essere aumentata al pasto successivo.

Periodo di allattamento al seno

Naturalmente, la nutrizione nel primo mese dopo la nascita è molto limitata, ma dopo 8-12 settimane può essere notevolmente ampliata.

In questa fase, è consentito aggiungere:

  1. Alcuni dolci (marshmallow, marmellata, caramelle naturali). Scegli un prodotto con un numero minimo di coloranti, senza odori chimici estranei, con una breve durata.
  2. Frutta secca (uva passa, prugne secche, albicocche secche, datteri). Possono essere consumati in natura e aggiunti a vari piatti. Non dimenticare di lavare bene la frutta secca prima di mangiare, e ancora meglio - cospargili di acqua bollente.
  3. Diversificare il menu con altri tipi di pesce.
  4. Un po 'di mais bollito e giovani piselli, senza dimenticare di notare le condizioni del bambino dopo l'introduzione di nuovi prodotti.
  5. Frutta fresca di stagione (pesche, albicocche, prugne, mele non varietà rosse). Delle bacche - caprifoglio, mirtilli, ribes bianco e uva spina.
  6. Quattro mesi dopo il parto, puoi aggiungere succhi di frutta appena spremuti al tuo menu, ma è meglio diluirli con acqua bollita e bere non più di un bicchiere al giorno.

Restrizioni nutrizionali per le madri che allattano

Con quello che puoi mangiare dopo il parto, abbiamo capito. Ma questi prodotti non dovrebbero essere consumati da una donna durante l'allattamento al seno un bambino:

  1. Bevande alcoliche e cibo da fast food. È meglio escluderli anche in fase di gravidanza per evitare problemi di salute..
  2. Gli agrumi sono forti allergeni, inoltre devono essere rimossi dalla dieta di una madre che allatta. Nel periodo autunno-inverno, è meglio dare la preferenza a un brodo di cinorrodo o crauti, hanno anche molta vitamina C.
  3. Le torte da negozio, le torte alla crema e le caramelle con alcool devono essere sostituite con semplici biscotti. Se vuoi davvero, puoi cuocere una torta da solo preparando una crema pasticcera con latte magro.
  4. Molte donne bevono il tè con l'aggiunta di latte, considerando questa bevanda utile per l'allattamento. Ma non è così. Anche il latte di vacca intero è considerato un allergene e deve essere consumato con estrema attenzione, in piccole quantità. Meglio ancora, sostituire con la capra.
  5. Gli alimenti grassi, fritti, affumicati e salati sono proibiti non solo per una madre che allatta, ma anche per una donna incinta.

Nei primi giorni dopo il parto, la nutrizione della donna è molto limitata, questo è necessario per il benessere della donna in travaglio e del bambino. Mangiare cibi sani può aiutare il lavoro del tratto gastrointestinale del tuo neonato ed evitare tali spiacevoli problemi come coliche, gonfiore e costipazione. Più tardi, la dieta della mamma si espanderà, arrivando a quella che era prima della gravidanza.

Menu di esempio per la settimana

La madre che allatta può mangiare molti alimenti, il numero di pasti dovrebbe essere di almeno 4 al giorno. Se una donna vuole perdere peso, il cibo dovrebbe essere diviso in piccole porzioni, ma è necessario mangiare 6-7 volte al giorno. Va ricordato le regole del trattamento termico di alimenti, frutta cruda, verdure dovrebbero essere consumate in piccole quantità, mentre è necessario garantire che il bambino non abbia problemi con la digeribilità del latte.

Menu di esempio per la settimana:

Giorno della settimanaColazioneCenaHigh teaCena
LunediPorridge di farina d'avena sull'acqua, verdure in umido, latte cotto fermentatoZuppa di verdure, patate lesse, petto di pollo bollitoTè alla camomilla, biscotti, bananaMaccheroni, funghi in umido, frutta secca
martedìUovo sodo, broccoli in umido, pane e burro, tèPesce bollito, porridge di riso, ricotta con pera, compostaKefir, Charlotte con mela, biscottiCasseruola di verdure, polpette al vapore, yogurt
mercoledìPorridge d'orzo, zucchine bollite, frutta secca, kefirPasta, vitello in umido, insalata con verdure, tè dolceMela cotta, essiccazione, latte cotto fermentatoZuppa di pesce, uovo sodo, pane e burro, composta
giovediRicotta con panna acida, biscotti, tèPorridge di mais, verdure bollite, pollame, latte cotto fermentatoBiscotti, frutta secca, kefirZuppa di polpette, riso con verdure, composta
VenerdìPorridge di grano saraceno con gulasch di manzo, sandwich al formaggio, kefirSpezzatino di verdure, carne di coniglio al forno, tè con biscottiCasseruola di riso, essiccazione, frutta in umidoGnocchi con ricotta, purea di frutta, latte
SabatoPurè di patate con pesce al forno, yogurt naturale, bananaFarina d'avena con burro, polpette di carne di pollo al forno con mele, frutta in umidoCasseruola, succo o composta di frutta fatta in casaCheesecakes con panna acida, insalata con verdure, tè
DomenicaPorridge di riso con mela, panino al formaggio ryazhenkaZuppa di pesce, insalata di barbabietole (piccola quantità), cotolette al vapore, tèBiscotti, ricotta, tè verdeCasseruola con carne e patate, uovo sodo, composta di frutta secca

Se consideriamo le varie varianti del menu, possiamo vedere che non hanno dolci, caffè, cioccolato. I prodotti che contengono molto zucchero sono dannosi in questo caso, i dolci possono essere sostituiti con pastiglie, marmellate fatte in casa, caramelle gommosa e molle, pasticcini, ecc..

La cosa principale, ricorda che il tuo menu dovrebbe essere bilanciato e il cibo regolare. Anche con un elenco minimo di alimenti consentiti, puoi mangiare gustoso e vario. E per aiutare la mamma, le nostre ricette per l'allattamento sono utili..

Autore: Alla Shevchuk,
appositamente per Mama66.ru

Up