logo

La magnesia in gravidanza è un farmaco che un gran numero di donne riceve nel nostro paese. Un ampio spettro di azione e un prezzo piuttosto basso hanno solo aumentato la popolarità del farmaco. Ma è sicuro per la salute del feto e della madre? Scopriamolo.

10 problemi che combatte la magnesia

Il solfato di magnesio può non solo affrontare disturbi specifici, ma anche migliorare in generale le condizioni di una donna incinta. Ci sono molte opzioni per le quali durante la gravidanza il medico prescrive un contagocce di magnesia. Pertanto, molte future madri che si trovavano in ospedale durante il periodo di gestazione hanno ricevuto questo farmaco.

Il solfato di magnesio è efficace in:

  1. Ipertensione.
  2. Tossicosi tardiva.
  3. Tonus uterino.
  4. Carenza di magnesio.
  5. Edema.
  6. spasmi.
  7. Crisi epilettiche.
  8. Sindrome da ritardo fetale.
  9. Distacco placentare.
  10. Prevenzione dei coaguli di sangue.

È dimostrato che i preparati di solfato di magnesio influenzano positivamente il tessuto nervoso del feto, prevenendo così lo sviluppo della paralisi cerebrale.

Inoltre, la magnesia è un eccellente effetto sedativo. Con esso, puoi migliorare il sonno, alleviare la fatica, alleviare l'irritabilità e far sentire meglio una donna.

Metodi di trattamento con solfato di magnesio

Il metodo più famoso di usare il farmaco sono contagocce con magnesia. Ma in realtà, ci sono molti altri modi per introdurre un farmaco nel corpo.

I metodi di trattamento per una donna incinta dipendono dalla complessità delle sue condizioni e dalle caratteristiche del problema che deve essere affrontato.

La terapia con magnesia può verificarsi nelle seguenti opzioni:

  1. Per fleboclisi. Viene utilizzato in casi di emergenza in caso di forte deterioramento delle condizioni del paziente. In questo caso, entro pochi minuti si verifica un effetto positivo.
  2. Per via endovenosa, il solfato di magnesio è raccomandato per l'esacerbazione di situazioni come: aumento del tono uterino, comparsa di convulsioni, un singolo brusco salto di pressione. Le molecole del principio attivo del farmaco, che agiscono nel flusso sanguigno generale, agiscono rapidamente sui punti focali del problema e in 5 minuti puoi sentire sollievo.
  3. La somministrazione intramuscolare del farmaco viene eseguita se la donna incinta non ha indicatori critici che minacciano la vita del feto. Le iniezioni con magnesia possono essere prescritte se c'è uno stadio lieve di aumento del tono uterino o se ci sono problemi minori con la pressione sanguigna. La procedura viene eseguita in una clinica senza un rinvio in un ospedale.
  4. Polvere lassativa. La magnesia è spesso prescritta come lassativo lieve durante la gravidanza. La polvere è altamente solubile in acqua e il sangue non viene assorbito. Allo stesso tempo, rilassa delicatamente i muscoli degli organi interni ed elimina i problemi con le feci..
  5. Fisioterapia. Per i pazienti con convulsioni epilettiche o tendenza alla tromboflebite, il medico prescriverà l'elettroforesi con magnesia. Questo metodo ha un lungo effetto terapeutico e non ha un carico significativo sulla madre e sul bambino.

Durante il trattamento con il farmaco, è necessario un rigoroso monitoraggio della pressione sanguigna e del sistema respiratorio della donna.

È la somministrazione endovenosa del farmaco che è più comune, poiché la magnesia somministrata per via intramuscolare è caratterizzata da dolore e comparsa di ematomi nel sito di iniezione.

Caratteristiche del trattamento

Il corso del trattamento con un farmaco di magnesia è impostato rigorosamente individualmente, a seconda della gravità delle condizioni del paziente e dei suoi parametri fisiologici. La durata massima è di 7 giorni.

È consentito somministrare il farmaco solo al personale medico secondo la rigorosa prescrizione del medico curante.

Sono stati trovati studi. Con le donne in gravidanza che hanno ricevuto solfato di magnesio per lungo tempo, i bambini sono nati con anomalie. Potrebbe essere fratture costali, carenza acuta di calcio, anomalie scheletriche. Tali effetti sono stati riscontrati dopo un ciclo continuo del farmaco, comprendente più di 2 mesi.

A questo proposito, il classico corso di somministrazione sotto forma di contagocce e iniezioni non supera i 5 giorni. Il termine è esteso solo in caso di necessità urgente..

La procedura per la somministrazione del farmaco stesso è piuttosto lunga ed è accompagnata da sensazioni spiacevoli. Il farmaco viene somministrato solo in forma riscaldata. In questo caso, il tasso di introduzione gioca un ruolo enorme. L'iniezione troppo rapida del farmaco causerà il rapido sviluppo di effetti collaterali.

Il tempo medio per iniezione è di 10-15 minuti. Si consiglia di eseguire manipolazioni in posizione orizzontale. Spesso durante l'iniezione, la donna incinta può avvertire sudorazione, vertigini o nausea.

Se in questo momento una donna avverte un forte deterioramento delle condizioni o un disagio crescente, è necessario interrompere immediatamente la procedura per evitare gravi conseguenze.

Controindicazioni della magnesia

Il solfato di magnesio è stato usato con successo nel nostro paese per molti anni. Pertanto, è considerato un mezzo completamente sicuro. Tuttavia, gli esperti occidentali hanno un'opinione completamente diversa su questo argomento..

Credono che sia universalmente pericoloso da usare, poiché la magnesia ha una serie di effetti collaterali. Tra questi ci sono:

  • Vertigini
  • mal di testa;
  • aumento del lavoro delle ghiandole sudoripare;
  • vomito
  • debolezza;
  • debolezza;
  • abbassamento della pressione sanguigna.

Inoltre, prima di prescrivere un rimedio, un medico dovrebbe tenere conto delle controindicazioni esistenti, che non sono così poche:

  1. Ipersensibilità ai componenti.
  2. Ipotensione o bassa pressione sanguigna cronica.
  3. Problemi di respirazione in gravidanza.
  4. Fame di ossigeno nel feto.
  5. La mancanza critica di calcio nel corpo.
  6. Problemi ai reni e al fegato.
  7. Miastenia grave.
  8. Bradicardia acuta.

Inoltre, il trattamento con solfato di magnesio non è possibile in nessun momento. Il farmaco viene prescritto con estrema cautela nelle prime fasi della gravidanza e durante il periodo dell'allattamento al seno è severamente proibito.

Perché hai bisogno di un contagocce di magnesia durante la gravidanza?

Durante la gravidanza, possono svilupparsi complicazioni che influenzano non solo la salute della madre, ma anche il bambino. Quindi i medici mandano la donna in ospedale per il monitoraggio continuo e l'assunzione di farmaci. La magnesia in gravidanza è necessaria se viene diagnosticata la minaccia di interruzione. Parliamo di ciò che fa parte di questo farmaco quando è prescritto e di come influenza il paziente.

Perché un contagocce di magnesia durante la gravidanza

La magnesia (solfato di magnesio) è una polvere bianca. Prima dell'uso, viene allevato. Sono anche in vendita soluzioni iniettabili pronte per iniezione endovenosa e intramuscolare..

La magnesia somministrata per via endovenosa stimola l'eliminazione del liquido in eccesso, regola la pressione sanguigna e rilassa i muscoli. Inoltre, produce un effetto rilassante, anche sulle pareti vascolari, normalizza la frequenza cardiaca, allevia spasmi, crampi e agisce come un diuretico.

La magnesia in gravidanza è prescritta per le seguenti condizioni patologiche:

  • tossicosi ed edema nelle fasi finali della gravidanza;
  • profilassi di IUGR (ritardo della crescita intrauterina);
  • preeclampsia;
  • predisposizione alla trombosi;
  • ipertonicità uterina, la minaccia di aborto spontaneo in conseguenza di ciò;
  • ipertensione (pressione sanguigna);
  • eccitabilità nervosa eccessiva di una donna, eclampsia.

Tutti questi sintomi sono pericolosi in quanto indicano l'esistenza di una minaccia di aborto spontaneo, un effetto negativo sul sistema nervoso del feto. Per evitare questo, e utilizzare la magnesia.

Tutte queste condizioni sono associate a una mancanza di magnesio nel corpo di una donna, che si manifesta con convulsioni, sensazioni dolorose in tutto il corpo e debolezza. Il farmaco allevia i sintomi e compensa la carenza di macronutrienti.

Con gonfiore

L'uso della magnesia per via endovenosa durante la gravidanza è particolarmente consigliabile quando una donna ha edema. Il farmaco ha un effetto diuretico, rimuove l'acqua in eccesso dal corpo. Riduce il gonfiore..

Se esiste una minaccia di aborto spontaneo

Una donna incinta può perdere un bambino se ha un tono uterino aumentato. L'iniezione della soluzione deve essere effettuata solo da un medico in ospedale, poiché il farmaco penetra nella barriera placentare e può provocare depressione respiratoria e un calo della pressione sanguigna nel feto. Dopo la somministrazione del farmaco, viene controllata la quantità di ioni magnesio nel corpo, poiché un aumento significativo del loro numero è anche pericoloso con complicanze.

Con preeclampsia ed eclampsia

Preeclampsia ed eclampsia sono condizioni patologiche che si verificano come una complicazione della gravidanza e si manifestano come un aumento della pressione sanguigna a valori elevati. La pressione sanguigna materna è direttamente correlata ai vasi sanguigni del feto. In questo caso, la magnesia endovenosa all'inizio della gravidanza viene utilizzata per alleviare convulsioni provocate da queste condizioni.

Altre indicazioni

Poiché una soluzione di solfato di magnesio ha effetti coleretici, antiaritmici e lassativi, può essere prescritta nelle seguenti condizioni:

  • infiammazione della cistifellea;
  • infiammazione dei dotti biliari;
  • avvelenamento da sale di metalli pesanti;
  • stipsi;
  • a 38-39 settimane, se l'intestino della donna non viene pulito prima del parto.

Inoltre, il farmaco può essere utilizzato con un'assunzione insufficiente di magnesio nel corpo della madre con il cibo, con intossicazione e con malattie del sistema cardiovascolare.

Al fine di garantire che il principio attivo del farmaco agisca solo sul tratto gastrointestinale, la polvere viene diluita con acqua e assunta per via orale. La magnesia in questa forma fornisce un effetto lassativo..

In quali situazioni la magnesia dovrebbe essere scartata

Le istruzioni per l'uso elencano controindicazioni per il farmaco:

  • Gambero;
  • allergico ai componenti che compongono il farmaco;
  • bassa pressione sanguigna - acuta o cronica;
  • carenza di calcio nel corpo;
  • compromissione del funzionamento dei reni o del fegato;
  • mancanza di funzione respiratoria;
  • periodo di allattamento.

È vietato l'uso del farmaco in stato prenatale. Poiché viene rapidamente escreto, il farmaco deve essere sospeso due ore prima della nascita prevista. Un'eccezione è quando c'è una minaccia alla vita di una donna. Non è raccomandata la somministrazione di gocce di magnesia nel primo trimestre.

Caratteristiche del trattamento e del dosaggio

Il metodo di trattamento dipende da quale condizione patologica ha sviluppato la madre, nonché dalle condizioni della donna e del feto. È consentito l'uso del farmaco per via endovenosa, intramuscolare, come base per la fisioterapia e per via orale.

Come mettere un contagocce

Molto spesso, il solfato di magnesio viene utilizzato per via endovenosa nel secondo e terzo trimestre per fermare l'aumento del tono dell'utero. Negli ultimi mesi di gravidanza, non sono prescritti cicli a lungo termine di gocciolamento di magnesia per escludere l'insufficienza respiratoria nel feto, che può svilupparsi a causa di un eccesso di magnesio. Nelle fasi iniziali, è indesiderabile utilizzare questo farmaco, poiché è possibile il distacco della placenta.

Introducendo la soluzione tramite un contagocce, si ottiene un effetto rapido e duraturo. Non appena la sostanza entra nel flusso sanguigno, inizia ad agire quasi immediatamente. Di conseguenza, la pressione sanguigna diminuisce e i crampi scompaiono.

Un contagocce viene posto solo in un ospedale e sotto la supervisione di un medico. Durante la procedura, è vietato alzarsi dal letto o fare movimenti improvvisi, poiché in questo caso l'ago può uscire dalla vena e tutto il principio attivo entrerà sotto la pelle.

Regime di dosaggio

Prima dell'introduzione della soluzione, viene riscaldata. Successivamente, per 10-15 minuti, il solfato di magnesio viene iniettato in una vena. Entro 60 secondi, circa 1 ml della sostanza attiva deve entrare nel flusso sanguigno. Il regime posologico è determinato dal medico curante in base a una valutazione delle condizioni della donna. Tipicamente, viene utilizzata una soluzione al 25 percento con una singola dose di 20 ml. La concentrazione del principio attivo e la dose possono essere regolate. Sono calcolati sulla base dei risultati di un esame completo del paziente e di una valutazione obiettiva delle sue condizioni.

Il numero di iniezioni dipende dalla complicazione. Ad esempio, se una donna ha un grado iniziale di danno renale, un contagocce viene posizionato due volte al giorno, mentre con un grado medio del processo quattro volte.

Il processo di introduzione della magnesia è piuttosto lungo. Questo viene fatto per prevenire una forte riduzione della pressione sanguigna. Se dopo la procedura viene registrato un calo significativo della pressione nella donna incinta, il corso viene interrotto. Solo un'infermiera con esperienza dovrebbe mettere i contagocce per escludere lo sviluppo di infiammazione locale o necrosi dei tessuti molli.

Durata del corso: quanti giorni gocciolano magnesia durante la gravidanza

La durata del corso è determinata dal medico ospedaliero. Il numero massimo di giorni di somministrazione della magnesia è 7. Tuttavia, in alcuni casi, un professionista medico può finire di perdere un po 'prima. Durante il corso terapeutico, la donna incinta dovrebbe essere sotto la supervisione del medico curante. Controlla anche l'assunzione di vitamine e acido folico..

Magnesia è sicura

I benefici e i danni del solfato di magnesio sono stati dimostrati da molti studi. Gli effetti negativi del farmaco possono essere associati a una reazione allergica di una donna ai suoi componenti, nonché a molte altre ragioni. Se durante l'impostazione del contagocce si sono verificate sensazioni spiacevoli, in particolare prurito e bruciore nel sito di iniezione, è necessario contattare immediatamente il personale medico. Poiché gli effetti collaterali si sviluppano abbastanza rapidamente, dovresti essere estremamente attento quando usi il farmaco.

Effetti sul feto e sull'andamento del travaglio

Se non segui il regime posologico del farmaco, inizierà a fungere da farmaco. In altre parole, il feto sarà oppresso dal centro respiratorio, che influenzerà il cervello. La stessa condizione può causare una rapida somministrazione di un farmaco. Ecco perché il farmaco viene somministrato molto lentamente e rigorosamente in una dose calcolata dal medico.

La durata del corso è relativamente breve perché la sua assunzione per più di 10 giorni può provocare anomalie scheletriche nel bambino. L'uso del farmaco per meno di 7 giorni è praticamente sicuro non solo per il feto, ma anche per la madre.

Per quanto riguarda il parto, come menzionato sopra, il farmaco viene sospeso 2 ore prima della data prevista, in modo da non indebolire il travaglio.

Effetto collaterale e overdose

Gli effetti collaterali sono relativamente rari. Di quelli che sono stati registrati nelle donne, notiamo quanto segue:

  • violazione dell'attività cardiaca;
  • mal di testa, vertigini, rossore;
  • letargia, sonnolenza;
  • ansia;
  • debolezza;
  • sudorazione
  • eruzioni cutanee;
  • intorpidimento degli arti;
  • violazione dell'attività vocale;
  • abbassamento della pressione sanguigna.

Un sovradosaggio è pericoloso perché sono possibili perdita di coscienza e asistolia, specialmente nei casi in cui una donna ha malattie del sistema cardiovascolare. Con un sovradosaggio, sono state registrate violazioni nel lavoro del centro respiratorio del cervello del paziente e con un lungo ciclo di terapia nel bambino.

Interazione con altri farmaci

Se una donna sta usando altri farmaci, dovrebbe avvertire il medico curante su questo, poiché il solfato di magnesio in un modo speciale interagisce con altri medicinali:

  • tetracicline: ridurre l'efficacia;
  • miorilassanti: l'effetto è più pronunciato;
  • glicosidi cardiaci - la magnesia indebolisce il loro effetto;
  • nifedipina: una donna sentirà un aumento della debolezza muscolare.

È vietato l'uso del solfato di magnesio insieme a novocaina, salicilati, idrocortisone e fosfati. Sono inoltre vietati gli integratori alimentari e i preparati contenenti calcio..

Analoghi del farmaco

Al giorno d'oggi, con tono uterino, con convulsioni e con altre condizioni patologiche, non ci sono analoghi per la magnesia. Il farmaco può essere prodotto da diverse società con varie denominazioni commerciali, tuttavia, per il sollievo delle condizioni considerate, oltre al solfato di magnesio, non esistono sostanze medicinali efficaci e convenienti.

Il solfato di magnesio è un farmaco che è stato usato con successo nelle pratiche ginecologiche e ostetriche. Spesso viene utilizzato per mantenere la gravidanza nelle fasi successive. Si noti che prima del 2 ° trimestre, il principio attivo è inappropriato da utilizzare se non vi è alcuna minaccia per la vita della madre e del feto. La magnesia viene spesso somministrata per via endovenosa a causa del fatto che dà un effetto più velocemente. Il farmaco deve essere somministrato solo in ospedale e sotto la supervisione di un medico.

Magnesia in gravidanza - per la quale è prescritta nelle fasi precoci e tardive. Magnesia in gravidanza

Perché a una donna incinta viene talvolta prescritta la magnesia? Ciò accade se iniziano i problemi di salute della futura mamma o le condizioni del feto nell'utero. L'uso del magnesio durante la gravidanza regola, riduce il tono dell'utero, rilassa i muscoli, previene lo sviluppo di complicanze, aborto spontaneo e il rischio di parto prematuro.

Perché è necessario il solfato di magnesio durante la gravidanza?

Il solfato di magnesio ha una vasta gamma di azioni, le sue qualità utili aiutano i medici a fornire assistenza alle future mamme per il trattamento di varie patologie. Ha proprietà ipotensive, antispasmodiche, anticonvulsivanti, pacifica l'aritmia, dilata i vasi sanguigni, lenisce, agisce come agente lassativo, coleretico e tocolitico. La magnesia stabilizza il corpo della donna, allevia i crampi, rilassa i muscoli dell'utero, previene la minaccia dell'aborto, abbassa la pressione sanguigna.

Polvere di magnesia incinta

Il sale Epsom era chiamato polvere bianca, che è stato usato per trattare le convulsioni per più di cento anni. Ne viene preparata una sospensione amara, agisce come un agente coleretico e un forte lassativo. L'impulso di defecare si verifica spesso, più volte in breve tempo, sono pericolose per una donna incinta, poiché possono causare un aumento del tono uterino, provocare contrazioni. Per evitare la minaccia di aborto spontaneo, la polvere di magnesia viene raramente prescritta alle donne in gravidanza, solo come prescritto e sotto la supervisione di un ginecologo.

Elettroforesi con magnesia durante la gravidanza

La gravidanza detta le regole per il trattamento e la prevenzione delle condizioni dolorose di una futura madre. La fisioterapia è un metodo sicuro, delicato ed efficace. Sotto l'influenza di una corrente elettrica di piccola forza, le particelle della sostanza terapeutica penetrano profondamente attraverso i pori della pelle o delle mucose, si accumulano e vengono trasportate nell'organo desiderato. Il carico e l'impatto sul corpo della paziente incinta sono minimi: questo è un grande vantaggio elettroforesi. Anche con l'introduzione di piccole dosi di farmaci, si ottiene un effetto terapeutico duraturo..

Magnesia in gravidanza

A volte i metodi di trattamento delicati non sono sufficienti, quindi devi passare alle iniezioni: intramuscolare e endovenosa. La magnesia nelle prime fasi della gravidanza non è raccomandata; è sostituita da Papaverina e No-shpa. Nel 2 ° e 3 ° trimestre, è consentita una soluzione di solfato di magnesio, quindi le iniezioni vengono utilizzate negli ospedali e nelle cliniche prenatali. La concentrazione e la quantità del farmaco dipendono dalla salute della donna e dalle condizioni del feto nel suo grembo. Le iniezioni intramuscolari di magnesia sono dolorose, quindi i medici ricorrono spesso alla somministrazione endovenosa del farmaco.

Una soluzione di magnesia da un'ampolla può essere somministrata non diluita, ma più spesso viene diluita con una soluzione di cloruro di sodio o glucosio al 5%. Di norma, una volta una volta viene iniettato in una vena 20 ml di solfato di magnesio al 25%: questa è la dose più comune. Quante volte vengono fatte le iniezioni con Magnesia dipende dalla diagnosi e dalle condizioni della donna. Ad esempio, se un paziente ha un primo grado di nefropatia - il medicinale viene iniettato 2 volte al giorno, con un secondo grado - 4.

Per manipolazioni che utilizzano un ago lungo, il medicinale deve essere riscaldato. Nonostante la semplicità di somministrazione, sono possibili complicazioni: un processo infiammatorio può svilupparsi nel sito di iniezione. Pertanto, è impossibile eseguire una tale procedura a casa: un professionista in un istituto medico deve farlo. La magnesia viene introdotta lentamente, altrimenti il ​​paziente avvertirà dolore, debolezza, febbre, vertigini. L'impulso e la pressione al termine della procedura devono essere monitorati.

Perché la magnesia viene somministrata alle donne in gravidanza?

Uno dei modi sicuri ed efficaci per usare la magnesia durante il periodo di gravidanza è diventato contagocce. Sono usati per prevenire possibili complicazioni della gravidanza, sostenere il tono generale del corpo. Quanto dura il processo di flebo del farmaco, quanto spesso viene eseguita la procedura - dipende dalle condizioni del paziente. In ogni caso, la decisione viene presa dal medico, rigorosamente individualmente. Durante la gravidanza, la magnesia non gocciola molto rapidamente, quindi il paziente tollera più facilmente questa manipolazione.

Indicazioni per un contagocce

Perché la magnesia viene somministrata alle donne in gravidanza? Le indicazioni sono le seguenti:

  • c'è un eccesso di liquido nel corpo, ci sono gonfiori sul corpo;
  • ipertensione;
  • c'è una predisposizione alla tromboflebite o la malattia è già diagnosticata;
  • preeclampsia (tossicosi tardiva);
  • la presenza di attacchi convulsi, sindrome epilettica;
  • aumento del tono dei muscoli lisci dell'utero;
  • mancanza di magnesio nel corpo;
  • cattiva salute generale, debolezza, insonnia, irritabilità;
  • sospetta possibilità di distacco di placenta e sindrome del ritardo di crescita fetale.

Quando la magnesia è controindicata per le donne in gravidanza?

Con tutti i benefici del farmaco, dovrebbe essere detto sulle controindicazioni per il suo uso:

  • Un sovradosaggio di magnesio è pericoloso, può portare a un'interruzione del sistema respiratorio.
  • La magnesia in gravidanza è controindicata nella bassa pressione sanguigna, può portare a debolezza, sonnolenza, mal di testa, vomito, sudorazione, ansia e difficoltà del linguaggio.
  • Il solfato di magnesio è incompatibile con i preparati di calcio, non viene utilizzato all'inizio della gravidanza, viene annullato nello stato prenatale.

Effetti collaterali del solfato di magnesio

Con tutti gli indubbi benefici, l'uso del solfato di magnesio può causare effetti collaterali. Questo mal di testa, ansia, affaticamento, debolezza, sudorazione, vertigini, nausea, un aumento della quantità di urina che si verifica a seguito di una rapida somministrazione intramuscolare o endovenosa del farmaco, esacerbazione di malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale, sete, flatulenza, crampi allo stomaco, insufficienza respiratoria ed edema polmonare.

Come fare un contagocce con magnesia durante la gravidanza

I contagocce con magnesia possono causare disagio, poiché durante la somministrazione si verifica una sensazione di bruciore. La magnesia deve essere somministrata lentamente, la donna incinta deve essere in posizione orizzontale, i movimenti improvvisi del corpo possono causare vertigini e nausea. È molto importante osservare rigorosamente il dosaggio prescritto dal medico, la frequenza di somministrazione. Con la rapida introduzione del farmaco, si verifica la febbre, la respirazione accelera e si verifica l'insufficienza cardiaca. Per quanto tempo la magnesia gocciola in una donna incinta - dipende dalla gravità del decorso della malattia.

Recensioni

Irina, 26 anni, durante la gravidanza aveva paura di qualsiasi medicina. Ma la pressione sanguigna era alta, quindi apparve la tachicardia. Nel mezzo del mandato, fu nominata Magnesia. Entro una settimana, il polso si è calmato, la pressione del sangue è tornata alla normalità. Sgocciolarono lentamente, così che non provai alcun dolore. La minaccia di aborto è passata, la figlia è nata in tempo e in buona salute.

Natalia, 21 anni Prima di accettare le iniezioni endovenose, leggevo un mucchio di consigli utili sull'uso del magnesio in gravidanza. Mi hanno convinto che il farmaco è sicuro, al contrario, con il mio edema e la tossicosi tardiva non posso fare a meno di questo rimedio. A mia madre è stata anche prescritta la magnesia durante la gravidanza..

Lydia, 30 anni, i crampi mi hanno torturato durante la gravidanza, specialmente di notte. Questo non era il caso del primo figlio, ma poi sono dovuto andare in ospedale. Immediatamente prescritto un contagocce con solfato di magnesio, hanno detto che sarebbe stato un bene per me e il bambino. Tollera male le lunghe procedure, era molto malata. Ma i crampi sono passati. Lo strumento è vecchio, ma efficace.

Solfato di magnesio (soluzione / polvere): istruzioni per l'uso

Il solfato di magnesio, più comunemente noto come magnesia, viene spesso usato durante la gravidanza. Questo è un farmaco abbastanza efficace per prevenire aborti causati da ipertonicità uterina. È anche in grado di ridurre la pressione alta, gonfiore e ridurre i coaguli di sangue. Ma questo è lontano dall'intero elenco di possibilità del farmaco..

Istruzioni dettagliate per l'uso del farmaco

Composizione e azione farmacologica. Il farmaco è costituito da un principio attivo: sale di magnesio dell'acido solforico.

Basato sul metodo di utilizzo del farmaco, ha un effetto diverso sul corpo:

  • quando si prende polvere di solfato di magnesio all'interno - ha un effetto coleretico e lassativo;
  • con iniezione endovenosa o intramuscolare di una soluzione di magnesia (in fiale) - effetto antispasmodico, vasodilatatore, anticonvulsivante, diuretico e sedativo. Inoltre, il farmaco è in grado di ridurre l'ipertensione, aumentare il flusso sanguigno uteroplacentare e rilassare troppo il tessuto muscolare uterino.

L'introduzione della magnesia per via endovenosa consente di ottenere un effetto immediato. La durata del farmaco quando somministrato per via endovenosa è di 30 minuti.

Va tenuto presente che la rapida somministrazione di una soluzione di magnesia è inaccettabile!

Con un'iniezione intramuscolare, è necessario somministrare lentamente il farmaco.

Quando il farmaco viene iniettato in una vena con un contagocce, il solfato di magnesio viene pre-diluito con una soluzione di cloruro di sodio o glucosio e solo dopo che la miscela preparata inizia ad essere iniettata ad una velocità di 1 ml al minuto.

La soluzione per la somministrazione iv o v / m dovrebbe essere in una forma calda, ad es. devi prima riscaldare ogni fiala nel palmo delle mani.

Con l'iniezione intramuscolare di una soluzione di magnesia, il farmaco inizia ad agire un'ora dopo l'iniezione e la durata della sua azione raggiunge quasi 3-4 ore.

Metodo di somministrazione e dosaggio. Per la somministrazione i / me iv, viene utilizzata una soluzione al 20-25% di solfato di magnesio. La dose massima non è superiore a 40 g al giorno (polvere secca).

Quando somministrato, il dosaggio massimo è di 30 g al giorno. Per ottenere un effetto lassativo, è accettabile una soluzione di magnesia:

1) per via orale (diluendo 10-30 g di polvere in mezzo bicchiere d'acqua fino a quando si forma una sospensione e bevendolo a stomaco vuoto o prima di coricarsi);

2) sotto forma di clisteri (sciogliendo 10 g di polvere secca in 500 ml di acqua bollita calda).

Il superamento del dosaggio massimo è inaccettabile! Ciò può portare a un malfunzionamento del cervello della madre, oltre a causare l'inibizione del centro respiratorio nel feto..

Indicazioni e controindicazioni. Avendo una vasta gamma di effetti, la magnesia è prescritta per via orale con:

  • stipsi
  • colecistite e discinesia biliare ipotonica.

In / in o in / m la somministrazione del farmaco è prescritta per:

  • aritmie ventricolari, ipertensione arteriosa;
  • preeclampsia accompagnata da convulsioni;
  • la minaccia della nascita prematura;
  • aumento dell'eccitabilità nervosa;
  • carenza di magnesio;
  • terapia per distacco placentare prematuro;
  • eclampsia, preeclampsia;
  • epilessia, encefalopatia;
  • gonfiore e ritenzione urinaria.

Come qualsiasi altro medicinale, la magnesia ha una serie di controindicazioni:

  • ipotensione, bradicardia, altri gravi disturbi del cuore;
  • sanguinamento rettale e ostruzione intestinale;
  • grave insufficienza renale;
  • problemi respiratori;
  • periodo prenatale (non è possibile iniettare il farmaco 2 o meno ore prima del parto);
  • appendicite;
  • ipermagnesemia.

Effetti collaterali e overdose. In generale, gli effetti collaterali si osservano solo in presenza di una grande quantità di magnesio nel sangue.

In caso di sovradosaggio, possono comparire i seguenti sintomi:

  • vomito, nausea;
  • diarrea;
  • flatulenza;
  • confusione di coscienza;
  • vertigini e affaticamento;
  • sete e disidratazione;
  • nei casi più gravi, difficoltà respiratoria, arresto cardiaco.

Con un sovradosaggio di solfato di magnesio, i preparati di calcio vengono prescritti come antidoto.

Perché la magnesia viene prescritta in gravidanza??

Nella maggior parte dei casi, alle future mamme viene prescritto il solfato di magnesio per ridurre l'aumento del tono uterino. Il farmaco rilassa i muscoli lisci, contribuendo in tal modo a ridurre il rischio di aborto spontaneo (nel 1 ° e 2 ° trimestre) e di parto prematuro (nel 3 ° trimestre). Inoltre, alle donne in gravidanza con ipertensione viene prescritta la magnesia, come le iniezioni di pressione.

Se esiste una minaccia di aborto spontaneo o la probabilità di distacco di placenta, una soluzione di magnesia viene prescritta anche all'inizio della gravidanza. Il trattamento viene effettuato sotto la supervisione di un medico in un ospedale. Un ciclo settimanale di contagocce è di solito sufficiente per normalizzare il tono dell'utero e prevenire l'aborto spontaneo.

Nelle fasi successive, la magnesia è prescritta per il trattamento della gestosi. Il farmaco può prevenire lo sviluppo di paralisi cerebrale e ridurre il rischio di emorragia intracranica nel feto.

Ciò che una donna incinta deve sapere sulla magnesia?

1. Le donne in gravidanza devono essere consapevoli del fatto che, nonostante le iniezioni dolorose di una soluzione di magnesia, avvantaggiano la madre stessa e il suo bambino non ancora nato.

2. Le donne incinte non devono avere paura delle vampate di calore e della sudorazione eccessiva durante la somministrazione endovenosa. Una leggera sensazione di bruciore o una sensazione di calore in una vena è accettabile con questo metodo di somministrazione della magnesia, ma un forte dolore è già motivo di preoccupazione.

3. La donna incinta deve controllare in modo indipendente che dopo l'introduzione della soluzione di magnesia non si dimentichi di misurare la pressione sanguigna al fine di evitare una brusca diminuzione e prevenire l'insorgenza della successiva sincope.

Lievi vertigini, debolezza dopo somministrazione di magnesia dovrebbero scomparire entro pochi minuti. In caso di oscuramento degli occhi, debolezza eccessiva e nausea, è necessario informare il medico.

4. Studi recenti condotti da scienziati americani parlano dell'insicurezza di lunghi e continui cicli di magnesia durante la gravidanza.

Il magnesio è un antagonista del calcio e la somministrazione a lungo termine della magnesia aiuta a lavare il calcio dalle ossa del feto. Il corso non dovrebbe durare più di 7 giorni consecutivi. Se necessario, il trattamento con magnesia viene ripreso dopo una pausa.

5. Inoltre, le donne in gravidanza devono essere informate dell'inammissibilità dell'uso della magnesia contemporaneamente ai preparati di calcio e agli additivi biologicamente attivi..

6. L'ingestione di solfato di magnesio può portare a diarrea e disidratazione, senza avere alcun effetto sul tono dell'utero e sul grado di mancanza di magnesio nel sangue. Solo un contagocce di una soluzione di magnesia può salvare la vita di un bambino, quindi se c'è una minaccia di aborto spontaneo, non dovresti auto-medicare!

Magnesia in gravidanza: cosa è importante sapere per le future mamme?

Il solfato di magnesio è uno dei farmaci più comunemente prescritti per lo sviluppo di varie patologie della gravidanza. Se la futura mamma viene ricoverata in ospedale per un motivo o per l'altro, è molto probabile che questo farmaco venga utilizzato per il suo trattamento. Spesso la magnesia durante la gravidanza viene somministrata per via endovenosa nel tempo. A questo proposito, le donne hanno domande abbastanza logiche: quali sono le indicazioni e le controindicazioni per l'uso, quali effetti ha la magnesia sullo stato di salute della futura madre e bambino, ci sono effetti collaterali??

Azione in gravidanza

Il solfato di magnesio durante la gravidanza è usato per trattare una serie di malattie, in particolare è un rimedio efficace per la minaccia di interruzione della gravidanza..

Alle donne incinte viene prescritto Magnesia:

  • in presenza di liquido in eccesso nel corpo o gonfiore;
  • con la minaccia di interruzione della gravidanza fino a venti settimane;
  • con il rischio di parto prematuro (termine di oltre 20 settimane).

La magnesia nel corpo della gestante fornisce un corso attivo di vari processi metabolici. Aiuta il miglior assorbimento del calcio, quindi necessario per la formazione del sistema scheletrico del feto..

Questo farmaco inoltre rallenta significativamente l'attività delle sostanze coinvolte nello scambio di impulsi nervosi tra il sistema nervoso centrale e periferico..

Il solfato di magnesio ha le seguenti proprietà benefiche:

  • rafforza le pareti cellulari;
  • normalizza la composizione degli ioni, sia positivi che negativi;
  • riduce l'ipertono dei vasi sanguigni;
  • normalizza la pressione sanguigna;
  • riduce il tono della muscolatura liscia;
  • ha un effetto rilassante;
  • allevia la tensione nervosa;
  • allevia i crampi;
  • ha un effetto positivo sulle condizioni generali della donna incinta;
  • elimina l'edema, rimuove il liquido in eccesso dal corpo.

L'effetto del farmaco dipende dal metodo di utilizzo, pertanto può variare in modo significativo in ciascun caso.

All'interno, la magnesia è presa come coleretico o lassativo. Durante la gravidanza, viene somministrato per via endovenosa (intramuscolare) se è necessario rimuovere l'ipertono dei muscoli lisci dell'utero o come mezzo per combattere l'edema.

indicazioni

Il solfato di magnesio è usato nel trattamento di:

  • preeclampsia;
  • convulsioni di forme gravi;
  • ipertensione
  • convulsioni epilettiche, eclampsia;
  • all'encefalopatia;
  • rigonfiamento;
  • costipazione, flatulenza (orale);
  • per ridurre il rischio di parto pretermine.

Le indicazioni per la nomina di magnesia sono anche la presenza nel corpo della donna incinta di composti di metalli pesanti (la necessità di rimuoverli) e

quantità insufficiente di magnesio utile e necessaria per garantire i processi metabolici dell'elemento traccia.

Magnesia precoce e tardiva

A volte il solfato di magnesio viene utilizzato durante la gravidanza per un mese o anche diversi. L'eccezione è solo le prime 13 settimane, poiché durante questo periodo si formano tutti i sistemi degli organi interni del feto e l'ultima settimana prima del parto, poiché l'utero deve essere in buona forma per aprirsi.

La magnesia colpisce l'utero esclusivamente mentre si trova nel plasma sanguigno. L'effetto del farmaco si interrompe immediatamente dopo la sua rimozione dal corpo. Lo annullano, di regola, due ore prima della consegna, solo allora l'utero può aprirsi normalmente.

Finora non sono stati condotti studi sull'effetto del farmaco sul corpo del nascituro. Tuttavia, nella pratica mondiale, finora non sono state rilevate complicazioni dal suo utilizzo. Ma è importante che il medico prescriva il dosaggio esatto del farmaco. Un sovradosaggio può provocare complicazioni nel lavoro del sistema nervoso e degli organi respiratori del nascituro.

Dopo 20 settimane, quando si sono formati tutti i sistemi degli organi interni del feto, la magnesia, sebbene sia un farmaco, è meno pericolosa dell'ipertono dell'utero.

Caratteristiche del trattamento

Durante la gravidanza, il solfato di magnesio è prescritto solo da un medico e solo se ci sono indicazioni dirette per il suo uso. Vale la pena notare che il farmaco viene somministrato per via endovenosa o intramuscolare, ovvero vengono utilizzati contagocce o iniezioni.

La magnesia in gravidanza è prescritta per via endovenosa sotto forma di contagocce o iniezioni, meno spesso per via intramuscolare (a causa del dolore della procedura)

Per via endovenosa

Le iniezioni di magnesia vengono somministrate in caso di urgente necessità di mantenere una gravidanza. Dopo la somministrazione endovenosa, la circolazione sanguigna aumenta, i vasi si espandono e, di conseguenza, viene rimossa l'ipertono uterina (questa è la diagnosi più spesso fatta alle donne in gravidanza).

Il dosaggio del farmaco è determinato dal medico in base alle caratteristiche individuali del decorso della malattia e al corpo della donna incinta, alla sua età e al suo peso. Il solfato di magnesio viene prescritto due volte al giorno per la nefropatia allo stadio iniziale, quattro per gravi complicanze.

La magnesia viene anche somministrata per via endovenosa tramite un contagocce. Una donna incinta deve essere in uno stato rilassato e disteso. La procedura stessa richiede molto tempo, poiché il farmaco deve essere ingerito a piccole dosi e lentamente.

Sensazioni allo stesso tempo, la donna non si sente molto piacevole. Con la rapida introduzione della magnesia, aumentano solo gli effetti collaterali. Si osservano palpitazioni cardiache, febbre, mancanza di respiro, sudorazione.

per via intramuscolare

Per via intramuscolare, la magnesia viene praticata abbastanza raramente durante la gravidanza. Questo è direttamente correlato alle caratteristiche della via di somministrazione - è piuttosto doloroso. Inoltre, sullo sfondo di una generale riduzione dell'immunità nelle donne in gravidanza, dopo l'iniezione possono formarsi ascessi. Ancora una volta, il dosaggio e la durata del trattamento dipenderanno dalla gravità della malattia..

Le iniezioni di magnesia durante la gravidanza hanno diverse caratteristiche:

  1. la procedura è dolorosa e spiacevole;
  2. la somministrazione impropria del farmaco è irta di processi purulenti;
  3. la soluzione per la somministrazione deve essere calda;
  4. vengono utilizzate siringhe con una lunghezza dell'ago;
  5. la magnesia viene iniettata molto lentamente.

compresse

Quando ingerito, il solfato di magnesio con etichetta non viene assorbito nel sangue, quindi funziona solo nel tratto digestivo (tratto gastrointestinale) e ha un effetto estremamente lassativo.

Il solfato di magnesio è presente in vari preparati vitaminici per le donne in gravidanza, ma non influenza i muscoli lisci dell'utero ed è utile solo per compensare la mancanza di magnesio, nonché un sedativo e un lassativo.

Polvere

Sotto forma di polvere, la magnesia è abbastanza comune, ma proprio come con le compresse di magnesio solfato, dalla polvere non ci si può aspettare un effetto lassativo, poiché non viene assorbito dall'intestino..

La polvere di magnesio solfato viene assunta per via orale sciogliendola in una quantità sufficiente di acqua

Durante la gravidanza, la polvere viene prescritta in caso di costipazione prolungata, grazie alla quale raggiungono una maggiore motilità intestinale e un lieve effetto lassativo.

elettroforesi

A volte, se è necessario influenzare un organo specifico, alle future mamme viene prescritta l'elettroforesi (esposizione simultanea a corrente e sostanza elettrica) con magnesia. Tale trattamento è quasi indolore e il risultato è molto evidente..

Controindicazioni

Come qualsiasi farmaco, il solfato di magnesio ha una serie di controindicazioni.

L'uso della magnesia è proibito per:

  • ipersensibilità ai componenti del farmaco o allergie;
  • pressione ridotta;
  • nelle prime 13 settimane di gravidanza;
  • nel periodo prenatale, in quanto può indebolire le contrazioni;
  • malattie oncologiche;
  • patologie renali gravi;
  • malattie del tratto gastrointestinale nella fase acuta.

Anche la magnesia non deve essere assunta durante l'allattamento, sebbene l'allattamento al seno di solito segua la gravidanza e non durante questo periodo..

Durante la gravidanza, è consentito assumere preparati di calcio in combinazione con la magnesia..

Effetti collaterali

In alcune malattie, il trattamento con magnesia durante la gravidanza non solo ha un effetto benefico sulla salute, ma può anche portare a determinati effetti collaterali..

Tra questi ci sono:

  • diminuzione generale della pressione arteriosa e venosa;
  • mal di testa;
  • sensazione di vertigini rotazionali;
  • svenimenti
  • sintomi dispeptici di indigestione, come vomito, nausea;
  • disidratazione dovuta alla quantità di urina rilasciata;
  • sonnolenza e affaticamento;
  • ansia;
  • aumento della sudorazione.

Tali effetti collaterali possono verificarsi non solo dopo un ciclo di trattamento con magnesia, ma anche quando viene somministrato, quando il tasso di assunzione della sostanza è troppo veloce.

Il medico curante informa senza indugio la futura mamma su possibili complicazioni e durante il loro sviluppo durante la procedura può sospendere i suoi progressi o annullare del tutto il trattamento.

Il solfato di magnesio durante la gravidanza è uno dei farmaci più efficaci e innocui. Nonostante una serie di controindicazioni ed effetti collaterali, la magnesia è molto popolare perché per molti anni è stata utilizzata con successo. Ci sono situazioni frequenti in cui il corso del trattamento con questo agente ha permesso all'ostetrico-ginecologo di far fronte a complicazioni piuttosto gravi durante la gravidanza. Ma dobbiamo ricordare che l'introduzione della magnesia è sempre spiacevole e dolorosa. Pertanto, se non vi è alcuna necessità acuta per il suo uso, è meglio non usarlo.

Magnesia in gravidanza

Durante la gravidanza, spesso sorgono situazioni che richiedono cure mediche. La magnesia durante la gravidanza viene prescritta abbastanza spesso per ridurre il tono dell'utero e prevenire la nascita prematura. Consideriamo più in dettaglio cos'è questo farmaco.

Proprietà della magnesia

La magnesia, o magnesio solfato, ha la forma di una polvere bianca, dalla quale viene prodotta una soluzione per somministrazione intramuscolare o endovenosa o una sospensione per somministrazione orale. Il metodo di utilizzo di questo farmaco è selezionato in base alle indicazioni.

La magnesia è assunta per via orale per colecistite, costipazione, poiché ha un effetto lassativo e coleretico; usato per pulire l'intestino prima delle procedure diagnostiche, per avvelenare con sali di metalli pesanti.

Il solfato di magnesio, somministrato per via endovenosa o intramuscolare, ha la proprietà di abbassare la pressione sanguigna, esercitando un effetto in espansione sui vasi sanguigni, nonché un effetto diuretico (diuretico), stimolando l'eliminazione dei liquidi dal corpo. Nelle donne in gravidanza riduce il tono dei muscoli dell'utero.

Indicazioni per l'uso

Un contagocce con magnesia durante la gravidanza è prescritto nei seguenti casi:
• con ipertensione arteriosa;
• con aumento del tono muscolare dell'utero per prevenire la minaccia di aborto spontaneo o parto prematuro;
• ridurre l'edema;
• con gestosi, accompagnato da convulsioni;
• con una predisposizione alla tromboflebite;
• con una carenza di magnesio nel corpo;
• ai fini dell'effetto sedativo (sedativo).

Controindicazioni

Le controindicazioni all'uso di questo farmaco sono:
• ipotensione (bassa pressione sanguigna);
• grave bradicardia (battito cardiaco lento);
• fallimento renale cronico;
• intolleranza individuale;
• malattie gastrointestinali durante l'esacerbazione;
• periodo prenatale.
Secondo molte fonti, la magnesia nelle prime fasi della gravidanza (nel primo trimestre) non viene utilizzata. Molto probabilmente ciò è dovuto al fatto che non sono stati condotti studi sulla sicurezza dei suoi effetti sull'embrione emergente, il che significa che non si può dire con certezza che sia completamente sicuro. In pratica, i medici lo prescrivono a pazienti con ipertonicità uterina a loro discrezione, poiché il solfato di magnesio può essere l'unico modo per prevenire l'aborto.

Effetti collaterali

Di solito, il medico avverte il paziente della possibile insorgenza di alcuni effetti collaterali. Se si verifica uno dei seguenti sintomi, la decisione di continuare il trattamento viene presa individualmente in ciascun caso.

L'uso della magnesia durante la gravidanza può causare effetti collaterali come:
• mal di testa;
• nausea;
• debolezza generale e affaticamento;
• aritmia e bradicardia;
• inibizione del centro respiratorio;
• sete e sudorazione eccessiva;
• diminuzione dei riflessi tendinei;
• compromissione della parola;
• aumento dell'ansia.

Con un forte calo della pressione sanguigna, difficoltà respiratorie, una diminuzione della frequenza cardiaca, il trattamento con solfato di magnesio deve essere interrotto immediatamente.

Dosaggio della magnesia in gravidanza e caratteristiche dell'applicazione

La magnesia viene raramente somministrata per via intramuscolare durante la gravidanza perché tali iniezioni sono molto dolorose e lasciano i dossi. Tipicamente, il solfato di magnesio viene somministrato per via endovenosa con un contagocce, mentre si utilizza una soluzione al 25% del farmaco con una singola dose di 20 ml. La durata del trattamento è determinata in base alle condizioni della donna incinta e al grado di complicanze..

Prima dell'uso, il medicinale viene riscaldato alla temperatura corporea e iniettato nella vena molto lentamente, gocciola, usando un ago lungo. La rapida somministrazione del farmaco può provocare una forte diminuzione della pressione, che a sua volta porterà all'ipossia fetale (carenza di ossigeno).

Interazione con altri farmaci

Non è consigliabile combinare il solfato di magnesio con l'assunzione di integratori alimentari (additivi alimentari), nonché di preparati contenenti calcio (cloruro di calcio, gluconato di calcio). I preparati di calcio sono gli antidoti della magnesia, cioè ne neutralizzano l'effetto..

Il solfato di magnesio durante la gravidanza riduce l'assorbimento (assorbimento) degli antibiotici dal gruppo di tetracicline e fluorochinoloni, indebolisce gli effetti della tobramicina e della streptomicina, è incompatibile con l'alcol. Tuttavia, tutte queste sostanze, come l'alcol, sono vietate durante la gravidanza..

L'effetto della magnesia sul feto e sul decorso del travaglio

Non sono stati condotti studi clinici fondamentali sugli effetti della magnesia sulla gravidanza. Tuttavia, molti anni di esperienza nel suo uso sono considerati un argomento pesante a favore della sicurezza della terapia con magnesia. La magnesia è prescritta a quasi tutte le donne in gravidanza che cadono in ospedale "per la conservazione".

Come qualsiasi medicinale, il solfato di magnesio viene utilizzato quando l'effetto terapeutico atteso supera il possibile rischio per il feto. L'ipertonicità uterina è considerata un pericolo maggiore rispetto agli effetti collaterali del farmaco. In alcuni casi, un contagocce di magnesia è l'unico modo per mantenere una gravidanza..
La somministrazione a breve termine di magnesia nelle fasi successive è riconosciuta come assolutamente innocua. Ma con un lungo ciclo di trattamento, la sostanza farmacologica può accumularsi nel corpo, il che può causare ipossia e insufficienza respiratoria nel bambino. Inoltre, l'uso prolungato di magnesia elimina il calcio dal tessuto osseo del feto, che è pieno di fratture durante il parto. Secondo studi americani basati su casi registrati nella letteratura medica, le donne che hanno ricevuto magnesia per circa 10 settimane hanno avuto bambini con anomalie scheletriche, fratture costali e una carenza di calcio e fosforo nel sangue. Sulla base di questo, è stato scoperto che il periodo ottimale per il trattamento con magnesia è di 3-5 giorni, il massimo è di 7 giorni.
Immediatamente prima della nascita, l'introduzione della magnesia viene annullata. Questo farmaco viene escreto dal corpo entro poche ore, dopo di che la sua azione cessa e non può avere alcun effetto negativo sul travaglio e sull'apertura della cervice.

Magnesia: pulizia del magnesio

La magnesia è uno strumento aggiuntivo di alta qualità ed efficace utilizzato in campi della medicina come gastroenterologia, oncologia, ginecologia e neurologia.

Modulo per il rilascio

È usato nel 95% dei casi di appuntamento - una soluzione (è comunemente chiamata soluzione salina). Anche in vendita è una composizione secca (una forma per la preparazione di una sospensione, deve essere diluita una o più volte con acqua).

È richiesto il rilascio di ciascuna delle forme di MgSO4, poiché la polvere può essere utilizzata per preparare tipi di liquidi speciali: sospensioni e fiale per contagocce o iniezioni, che vengono iniettate in una vena o per via intramuscolare.

Le confezioni possono essere da 10 g, oltre a 25 g. Inoltre, la farmacia offre polvere o palline con la preparazione di solfato di magnesio, progettata specificamente per gli atleti.

Struttura

La magnesia, il solfato di magnesio o il sale di Epsom (i nomi di questo prodotto possono variare in alcune fonti) è una sostanza che contiene solo il sale di magnesio dell'acido solforico. Questa è una preparazione pura con l'unica sostanza attiva, senza ulteriori componenti diluenti e impurità..

Proprietà farmacologiche

Il magnesio è un antagonista del calcio fisiologico ed è in grado di spostarlo dai siti di legame. Regola i processi metabolici, la trasmissione neurochimica e l'eccitabilità muscolare, impedisce il flusso di ioni Ca2 + attraverso la membrana presinaptica, riduce la quantità di acetilcolina nel sistema nervoso periferico e nel sistema nervoso centrale.

Il deficit intracellulare di Mg2 + contribuisce allo sviluppo di aritmie ventricolari. Quando iniettato, blocca la trasmissione neuromuscolare (a dosi elevate ha proprietà curariformi) e previene lo sviluppo di convulsioni, provoca vasodilatazione periferica, rallenta la conduzione AV e riduce la frequenza cardiaca.

Quando somministrato per via orale, favorisce il rilascio di colecistochinina, irrita i recettori duodenali e ha un effetto coleretico. È scarsamente assorbito (non più del 20%), aumenta la pressione osmotica nel tratto gastrointestinale, provoca ritenzione di liquidi e la sua uscita (in base al gradiente di concentrazione) nel lume intestinale, aumentando la peristalsi per tutta la sua lunghezza, portando a movimenti intestinali (dopo 4-6 ore).

Il solfato di magnesio può essere usato per pulire l'intestino usando il prodotto, sia in compresse che in polvere. Lo strumento aiuta con costipazione cronica, con ipertensione, psoriasi, purifica il fegato ed è anche usato in ginecologia e cosmetologia..

indicazioni

La magnesia è usata per trattare le seguenti malattie e patologie:

  • In neurologia - epilessia, edema cerebrale, aumento dell'irritabilità nervosa, encefalopatia, sindrome convulsiva.
  • In cardiologia - ipopotassiemia e ipomagnesemia (deficit nel corpo di potassio e magnesio), aritmia ventricolare, tachicardia.
  • In terapia: avvelenamento da sali di metalli pesanti, asma bronchiale, sudorazione eccessiva, ritenzione urinaria, verruche, ferite e infiltrati.
  • In gastroenterologia - discinesia biliare, costipazione, colecistite.
  • In ostetricia e ginecologia - preeclampsia ed eclampsia, la minaccia della nascita prematura.

L'uso iniettabile del farmaco può ridurre la pressione sanguigna, prevenire lo sviluppo della sindrome convulsiva.

Il farmaco aiuta con costipazione, facendo fluire il fluido attraverso le pareti dell'intestino tenue e crasso e ha un effetto coleretico, antispasmodico..

Dosaggio e amministrazione

La forma di iniezione in fiale viene utilizzata sotto forma di iniezioni endovenose o intramuscolari. L'uso endovenoso del farmaco consente di ottenere il risultato atteso in 10-20 minuti, il risultato dura fino a due ore.

Con una crisi ipertensiva, lo stato convulsivo, agli adulti vengono prescritti 5-20 ml di una soluzione al 25% di magnesia per via endovenosa, lentamente. I pazienti notano una sensazione di diffusione del calore dal sito di iniezione in tutto il corpo, la velocità di somministrazione deve essere controllata dal benessere del paziente.

La polvere per somministrazione orale viene diluita con acqua potabile e assunta in determinati dosaggi:

  • discinesia biliare - 20 g del farmaco + 100 ml di acqua. 1 cucchiaio, 3 volte al giorno, 10 minuti prima dei pasti
  • costipazione - 20-30 g di polvere di magnesia + 100 ml di acqua. Bevi tutto il contenuto di notte o a stomaco vuoto. La stessa soluzione è disponibile per l'uso sotto forma di clisteri caldi..
  • avvelenamento - 20 grammi del farmaco per 200 ml di acqua, all'interno, 1 volta al giorno.

Controindicazioni

Ipersensibilità, ipermagnesemia. Per iniezione (opzionale): ipotensione arteriosa, depressione del centro respiratorio, grave bradicardia, blocco AV, grave insufficienza renale (clearance della creatinina inferiore a 20 ml / min), periodo prenatale (2 ore prima del parto).

Per somministrazione orale (opzionale): appendicite, sanguinamento rettale (incluso sospetto), ostruzione intestinale, disidratazione.

Effetti collaterali

Ingestione:

  • nausea,
  • vomito,
  • diarrea,
  • esacerbazione di malattie infiammatorie del tratto gastrointestinale,
  • disturbo dell'equilibrio elettrolitico (aumento della fatica, astenia, confusione, aritmia, convulsioni),
  • flatulenza,
  • dolore addominale spastico,
  • sete,
  • segni e sintomi di ipermagnesemia (specialmente con insufficienza renale).

Quando iniettato: segni e sintomi di ipermagnesemia - bradicardia, diplopia, rossore, sudorazione, diminuzione della pressione sanguigna, inibizione dell'attività del cuore e del sistema nervoso centrale, con una concentrazione di Mg2 + nel sangue

  1. 2-3-3 mmol / L - diminuzione dei riflessi tendinei profondi;
  2. 2,5–5 mmol / L - prolungamento dell'intervallo PQ ed espansione del complesso QRS sull'ECG;
  3. 4–5 mmol / L - perdita di riflessi tendinei profondi;
  4. 5-6,5 mmol / l - inibizione del centro respiratorio;
  5. 7,5 mmol / l - violazione della conduzione del cuore;
  6. 12,5 mmol / L - arresto cardiaco.

Inoltre, ansia, mal di testa, debolezza, atonia uterina, ipotermia. Ipocalcemia con segni di tetania secondaria è stata riportata con rilievo di eclampsia. Con una concentrazione plasmatica di magnesio eccessivamente elevata (ad esempio, con somministrazione endovenosa molto rapida, con insufficienza renale): nausea, parestesia, vomito, poliuria.

Utilizzare durante la gravidanza e l'allattamento

Le donne in gravidanza e in allattamento devono prestare particolare attenzione quando usano Magnesia a causa della sua rapida penetrazione nella circolazione sistemica e attraverso la barriera placentare. Il medico prescrive un medicinale quando i benefici del suo uso superano il probabile rischio.

Le iniezioni di magnesia in gravidanza vengono utilizzate per alleviare l'ipertono uterina. Le procedure vengono eseguite in un ospedale sotto la supervisione di uno specialista qualificato. Le precauzioni sono dovute ai probabili effetti collaterali per il corpo della madre (ipotensione) e il feto in via di sviluppo (depressione respiratoria).

La magnesia in gravidanza è indicata come diuretico per alleviare il gonfiore nell'ultimo trimestre. Il farmaco viene somministrato lentamente per via endovenosa, seguendo le dinamiche: frequenza cardiaca, pressione, riflessi tendinei, benessere generale.

Assegnazione ai bambini

Il trattamento della costipazione con magnesia non ha controindicazioni legate all'età, è solo necessario calcolare correttamente il dosaggio per i bambini. Gli adolescenti di età superiore ai 14 anni vengono preparati con una sospensione di 100 ml di acqua bollita calda e 15-30 g di polvere di magnesio solfato e per scoprire quanta Magnesia può essere somministrata a un bambino più piccolo, utilizzare la seguente formula.

La somministrazione intramuscolare o più spesso endovenosa di magnesia ai bambini viene utilizzata in caso di pressione intracranica o asfissia criticamente elevata. Il farmaco viene anche usato per trattare l'asfissia della nascita nei neonati, quindi possiamo ancora una volta dire con fiducia che la Magnesia è sicura e non ha controindicazioni legate all'età.

Interazione farmacologica

La magnesia può interagire con alcuni altri farmaci, specialmente in caso di iniezione o flebo:

  • Rilassanti muscolari - migliora il loro effetto.
  • Anticoagulanti, glicosidi cardiaci, fenotiazina - indeboliscono il loro effetto.
  • Nifedipina: causa grave debolezza muscolare.
  • Tobramicina e streptomicina: riduce il loro effetto antibatterico;
  • Ciprofloxacina: aumenta l'effetto di questo antibiotico.
  • Tetracicline: riduce l'assorbimento dal tratto digestivo e riduce la loro efficacia.
  • Il solfato di magnesio non è assolutamente compatibile con le seguenti sostanze:
  • Sali di arsenico.
  • Fosfati, carbonati e bicarbonati di metalli alcalini e alcalini terrosi (potassio, bario, stronzio).
  • Tartrati (sali ed esteri dell'acido tartarico).
  • Salicilati (sali di acido salicilico).
  • Antibiotici di lincosamide (Linkomicina e Clindamicina).
  • Novocaina.
  • idrocortisone.

In caso di sovradosaggio o avvelenamento con Magnesia, il gluconato o il cloruro di calcio vengono utilizzati come antidoto.

Analoghi

Il farmaco Magnesia ha diversi analoghi strutturali per il principio attivo. Questi sono farmaci come l'iniezione di magnesio solfato, Cormagnesinum, magnesio solfato Darnitsa e magnesio solfato.

Periodo di validità e condizioni di conservazione

Conservare in un contenitore ben chiuso, in un luogo buio e fuori dalla portata dei bambini, ad una temperatura da 15 ° C a 30 ° C..

Prezzo e condizioni di congedo dalle farmacie

Le soluzioni in fiale per iniezione sono rigorosamente secondo la prescrizione, la polvere è in vendita. Il costo accessibile del farmaco consente di includerlo nel trattamento di diversi gruppi di pazienti. Il prezzo al dettaglio è inferiore a Ginipral, Novocain, Phosphoricum o Papaverine, pomata per il dolore. A seconda della forma e della quantità di ml, il prezzo può variare da 17 a 65 rubli.

Up