logo

La tossicosi è un'intossicazione del corpo. Ci sono una serie di ragioni per l'errore, ma parleremo di tossicosi durante la gravidanza, i suoi sintomi, provocando fattori e rischi. Secondo le statistiche di tre donne in gravidanza, due soffrono di diversi gradi di tossicosi. In forma lieve e moderata, l'intossicazione provoca inconvenienti e complica il trasporto del bambino, ma in condizioni gravi, se non si riceve un trattamento tempestivo in ospedale, rappresenta una vera minaccia per la salute e la vita di entrambi.

Cosa rientra nella categoria della tossicosi durante la gravidanza?

Portare un bambino con manifestazioni di intossicazione del corpo e senza alcuno dei suoi segni è ugualmente considerato la norma. Tuttavia, le donne in gravidanza sono abituate a pensare che la tossicosi li accompagnerà invariabilmente nei primi mesi, a partire dal momento del concepimento e terminando con il periodo dei primi movimenti del bambino.

Per capire perché i sintomi e i segni della tossicosi compaiono in linea di principio, è necessario sapere cos'è la tossicosi durante la gravidanza. Il termine si riferisce a una serie di condizioni patologiche che provocano un notevole peggioramento della condizione con la manifestazione di sintomi extragenitali.

I suoi primi segni possono essere avvertiti anche prima di un test di gravidanza e la conferma di una diagnosi da parte di un medico. È questo fattore che determina l'abitudine di confrontare nausea e vertigini (i primi segni di tossicosi) con la gravidanza.

Ma in effetti, la tossicosi nelle donne in gravidanza non dovrebbe essere affatto necessaria, inoltre, è un segno dubbio, dato che i sintomi sono aspecifici e spesso assomigliano ai segni di una serie di malattie somatiche.

Spesso, le manifestazioni individuali della cosiddetta intossicazione in una donna incinta non sono altro che il risultato della percezione psicogena di una nuova condizione che non è correlata allo sviluppo dell'embrione nell'utero. La tossicosi somatica colpisce donne emotive suggestive con caratteristiche psicologiche.

Come e in quali forme si manifesta la tossicosi durante la gravidanza

I principali segni di tossicosi nelle donne in gravidanza sono:

  • attacchi di vomito e nausea (il sintomo più evidente si manifesta nell'85% delle gravidanze precoci);
  • salivazione;
  • eruzione cutanea e irritazione;
  • corea;
  • asma bronchiale;
  • epastosi e malattie del fegato;
  • osteomalacia.

Esistono 3 forme di gravità dell'intossicazione:

La forma lieve non richiede trattamenti speciali e ricoveri. Per migliorare le condizioni di una donna incinta, è sufficiente osservare una dieta e un regime di riposo, camminare di più e impegnarsi in tutti i possibili esercizi fisici, ad esempio lo yoga.

La forma media di tossicosi prevede l'assunzione di vitamine e il miglioramento dei farmaci a casa, sempre nel rispetto della dieta e della routine quotidiana. Le forme gravi di tossicosi comportano il ricovero in ospedale e il trattamento con l'identificazione di possibili patologie che hanno provocato una condizione simile.

Cosa causa l'avvelenamento della donna incinta?

L'opinione finale dei medici su ciò che provoca la manifestazione della tossicosi in vari gradi di gravità non è presente ai giorni nostri. Molto dipende dalle caratteristiche fisiologiche del corpo della donna. Tuttavia, è possibile distinguere una serie di fattori che provocano il suo sviluppo:

  • Interruzioni ormonali.
  • Placenta acerba.
  • Protezione fetale.
  • Fattore psicologico.
  • Malattie croniche.
  • Età.
  • Eredità.
  • Gravidanza multipla.

In ordine per ogni articolo.

Tempeste ormonali - il principale provocatore

Le interruzioni ormonali nel corpo di una donna incinta sono inevitabili. Dal momento in cui l'uovo viene impiantato nella cavità uterina all'interno della gestante, tutto cambia, compresi i livelli ormonali, che aumentano o diminuiscono, causando conseguenze: la tossicosi nelle sue manifestazioni "migliori" con nausea e vomito.

Incinta, soggetta a cambiamenti ormonali, avverte improvvisi cambiamenti dell'umore, reagisce bruscamente a odori e sapori, cambia preferenze. Man mano che l'embrione cresce, lo sfondo ormonale si normalizza, il corpo si abitua ai cambiamenti e non reagisce così bruscamente ai nuovi processi. I miglioramenti nell'eliminazione dei sintomi manifesti della tossicosi dovrebbero essere previsti più vicino alla fine del primo trimestre.

Placenta acerba - una barriera debole

Una placenta formata in modo incompleto è anche la causa dell'intossicazione del corpo nel periodo fino a 12-13 settimane. In questo momento, la madre non è protetta dai prodotti di decadimento dell'embrione, quindi è costretta a sperimentare tutti gli "incantesimi" della tossicosi nelle prime fasi.

Protezione dei minori

I medici ritengono che la nausea e persino il vomito nei primi 3 mesi più importanti della gravidanza, quando vengono posti gli organi principali (polmoni, cuore, tratto gastrointestinale e altri) e il sistema del corpo del bambino, la natura ha pianificato di proteggerlo dai prodotti dannosi.

Di solito le donne in gravidanza non riescono a mangiare e nemmeno a vedere esattamente i prodotti dannosi o potenzialmente pericolosi per il bambino, con un alto rischio di contenere microrganismi patogeni. La nausea e il riflesso del vomito impediscono l'ingresso di sostanze nocive nel corpo della madre e del bambino.

Malattie e debolezza immunitaria

Anche le malattie croniche o non completamente guarite di una donna incinta influenzano la tossicosi. Si tratta di un sistema immunitario indebolito, non in grado di far fronte a nuovi test. Identificare i rischi aiuterà a identificare ed eliminare i problemi con il rafforzamento associato dell'immunità con complessi vitaminici e minerali..

Autoipnosi e instabilità emotiva

Un'enorme influenza sulla manifestazione della tossicosi è esercitata da ragioni psicologiche. Le donne incinte sono spesso sospettose e irrequiete. Molti sono instabili per lo stress, irritabili, emotivi. Tutto ciò in combinazione porta ad una maggiore eccitabilità del sistema nervoso, manifestazioni di intossicazione in varie forme senza rinforzo da problemi fisiologici.

In una parola: le future madri si ispirano a essere malate, vomito, assonnate, ecc. Pertanto, cercano di circondarsi di una maggiore attenzione e, nella maggior parte dei casi, completamente inconsciamente.

Età non infantile

La categoria di età comprende donne di età superiore ai 35 anni. Sono più difficili da tollerare in gravidanza e molto spesso rispondono a una nuova condizione con manifestazioni di tossicosi di gravità variabile. Più giovane è la madre, più facile è durante la gravidanza, senza contare le ragazze di età inferiore ai 18 anni, così come le donne in gravidanza più anziane, affrontano una serie di problemi a causa del sistema riproduttivo incompleto.

Fattore ereditario e materia di gravidanza multipla

La tossicosi può essere trasmessa attraverso la linea femminile. Non esiste una garanzia al cento per cento dell'eredità del problema, ma è presente la probabilità della ripetizione dell'esperienza della madre o della nonna. Le probabilità di intossicazione aumentano se una donna ha riscontrato questo problema durante la gravidanza.

Colpisce le condizioni della futura madre e la gravidanza multipla. Due o più embrioni all'interno dell'utero richiedono molte volte più risorse, causando cambiamenti ancora più attivi nel corpo, che spesso portano alla manifestazione di tossicosi. Come consolazione, vale la pena notare che le donne che soffrono di intossicazione nei primi mesi hanno un rischio molto più basso di aborto spontaneo rispetto alle donne in gravidanza senza nausea e vomito.

Gestosi: pericolo e ricerca

La tossicosi tardiva è un fenomeno spiacevole e pericoloso. Ogni donna incinta sarà in grado di riconoscerlo da una serie di segni. Di norma, inizia alla fine del secondo trimestre e si manifesta con forte nausea e vomito abbondante. La donna diventa irritabile, sbilanciata, soffre di esacerbazione dell'olfatto.

Uno dei principali segni di gestosi è il gonfiore. Sono i precursori delle complicazioni di una donna incinta. In parallelo, i cambiamenti arbitrari della pressione sanguigna e un aumento, o viceversa, una diminuzione della massa sono inquietanti. In tali casi, la tossicosi è un'indicazione per il ricovero in ospedale per l'esame e il successivo trattamento. Lo screening per la tossicosi tardiva comprende:

  • pesatura;
  • misurare la pressione sanguigna più volte al giorno;
  • contabilità di diuresi;
  • esami del sangue per determinare il numero di globuli rossi ed emoglobina, una volta alla settimana - UAC per ematocrito;
  • analisi generale delle urine;
  • una volta alla settimana una prova di Nichiporenko;
  • campioni di Reberg e Zimnitsky;
  • esami del sangue biologico;
  • studio della composizione degli elettroliti nel sangue e dell'equilibrio acido-base;
  • Ultrasuoni e CT
  • ECG;
  • consultazione di anestesista, optometrista, medico di medicina generale ed emostasiologo.

Maggiore è il livello di intossicazione nella tarda gravidanza, più difficile sarà trattare la gestosi. Tuttavia, una prognosi favorevole attende quasi tutte le mamme che si affretteranno a chiedere aiuto prima che la situazione peggiori..

tossicosi

Informazione Generale

La tossicosi è una condizione patologica del corpo che si verifica a seguito dell'esposizione a tossine esogene o sostanze nocive di origine endogena.

Per uno stato di tossicosi, sono caratteristici una manifestazione di disturbi neurologici, disturbi del flusso sanguigno periferico, tachicardia, cambiamenti nel colore della pelle e una diminuzione della pressione sanguigna. A causa della presenza di disfunzione del tratto gastrointestinale, la tossicosi si manifesta con nausea, diarrea, vomito, anoressia. Con la tossicosi si verificano danni permanenti ai reni e al fegato. Il metabolismo dell'acqua-elettrolita è disturbato, si osservano una serie di deviazioni nello stato acido-base.

Tipi di tossicosi

È consuetudine distinguere tra diversi tipi di tossicosi. Quindi, per la tossicosi con insufficienza surrenalica acuta, che si manifesta più spesso nella meningococcemia, è caratteristico un forte aumento della temperatura corporea: può arrivare fino a 39-40 gradi. La pelle della persona diventa pallida, compaiono segni di ansia. Sulla pelle possono apparire macchie rossastre di varie tonalità. Più tardi, un'eruzione polimorfica appare sulla pelle. Dopo un po ', una persona viene sopraffatta da letargia generale, letargia, difficoltà respiratoria, quindi può svilupparsi stupore, che in seguito si trasforma in coma. Con questo tipo di tossicosi, si manifesta in una persona una scomparsa precoce della circolazione sanguigna.

Con la tossicosi con insufficienza epatica, che si sviluppa a seguito dell'esposizione a virus, il grado iniziale della malattia passa come SARS o un'infezione gastrointestinale. Questa malattia si manifesta più spesso nei bambini di età inferiore ai tre anni. Poiché i sintomi si verificano spesso attacchi di vomito indomito, aumento del tono muscolare, crampi. Poco dopo compaiono anche sintomi neurologici: letargia, confusione, crampi, respirazione troppo frequente e profonda. Un coma può svilupparsi in poche ore. La tachicardia aumenta gradualmente, la temperatura corporea può aumentare.

Nella tossicosi con insufficienza renale acuta si osserva una caratteristica triade di sintomi: insufficienza renale acuta, anemia emolitica acuta acquisita e trombocitopenia. Questa forma di tossicosi può verificarsi a seguito di infezioni respiratorie virali e gastro-virali, vaccinazione. Tra gli altri sintomi di questa condizione, va notato la presenza di gonfiore sul viso, vomito, dolore addominale, diarrea, oliguria. Più tardi, le funzioni del sistema cardiovascolare sono notevolmente disturbate, inizialmente abbassando gradualmente la pressione sanguigna aumenta. Ci sono anche segni di disidratazione e sintomi di gastroenterite. La malattia può essere facilmente determinata da un esame del sangue..

Un trattamento efficace per la tossicosi richiede un approccio integrato. È importante rimuovere il veleno dal corpo, scoprire le cause dell'avvelenamento e introdurre antidoti specifici.

Tossicosi delle donne in gravidanza

La tossicosi delle donne in gravidanza è tutta una serie di cambiamenti patologici nel corpo di una donna incinta. Di norma, tali cambiamenti si verificano nella prima metà della gravidanza. Molto spesso, la principale manifestazione di tossicosi precoce è il vomito. Una condizione simile si verifica nelle donne completamente sane, tuttavia, coloro che in precedenza avevano sofferto di malattie della cistifellea e del pancreas, la manifestazione della tossicosi è più pronunciata rispetto a una persona sana. Nel processo di sviluppo e progressione della tossicosi delle donne in gravidanza nel corpo femminile, si verificano disturbi nel metabolismo dei carboidrati, grassi, proteine, sale d'acqua. Successivamente, si può verificare esaurimento, riduzione del peso. In questo caso, il paziente continua a perdere liquidi. A volte è anche possibile la manifestazione di notevoli cambiamenti distrofici in un numero di organi interni, nonché nel sistema nervoso centrale.

Le manifestazioni della tossicosi delle donne in gravidanza in un modo o nell'altro sono caratteristiche di circa il 90% delle donne. La tossicosi può manifestarsi con vomito di breve durata e nausea mattutina o serale. Una condizione simile dura fino alla tredicesima settimana di gravidanza. In questo caso, non stiamo parlando di patologia.

Per determinare la gravità della condizione di una donna incinta, viene utilizzata una classificazione delle fasi del vomito. Quindi, al primo stadio, una donna si sente generalmente soddisfacente e si verificano episodi di vomito non più di cinque volte al giorno. Il vomito è di solito una reazione al cibo o all'olfatto. Nella seconda fase della tossicosi nelle donne in gravidanza, il vomito si verifica più spesso - fino a dieci volte al giorno. Una donna perde rapidamente peso, ha tachicardia periodica, a volte l'acetone appare nelle urine. Nella terza fase della tossicosi nelle donne in gravidanza, il vomito può verificarsi fino a 25 volte al giorno, una donna si sente estremamente male. In questo caso, il vomito può verificarsi con il minimo dei movimenti. L'impulso aumenta a 120 battiti al minuto e anche la temperatura corporea può aumentare. L'acetone viene rilevato nelle urine; c'è anche un alto contenuto di creatina.

I dottori

Akhmadullina Marina Konstantinovna

Ponomareva Tatyana Grigoryevna

Garibidi Elena Vladimirovna

Trattamento di tossicosi in gravidanza

Il trattamento della tossicosi nelle donne in gravidanza nella maggior parte dei casi viene eseguito in regime ambulatoriale, mentre è molto importante monitorare costantemente la dinamica del peso corporeo di una donna. Tuttavia, con la manifestazione del vomito del secondo e terzo stadio, deve essere trattato già in ambito ospedaliero. La diagnosi della gravità della tossicosi viene effettuata in base ai risultati dell'analisi del sangue e delle urine, conducendo un elettrocardiogramma e utilizzando un sondaggio dettagliato del paziente.

È importante affrontare in modo completo il trattamento della tossicosi precoce. A volte un medico prescrive a una donna di assumere farmaci che influenzano il sistema nervoso centrale, vitamine, antistaminici. Inoltre, la donna deve rispettare il regime prescritto dal medico. A volte una condizione grave è un'indicazione per l'aborto: questo è possibile con una condizione molto grave e una cattiva salute della donna, con l'inefficacia dei metodi proposti dal medico per le successive 6-12 ore, nonché con lo sviluppo della distrofia epatica acuta. Di norma, tutte le manifestazioni di tossicosi nelle donne in gravidanza si interrompono immediatamente dopo il parto o l'aborto..

Farmaco

Cause di tossicosi nelle donne in gravidanza

Il motivo principale della manifestazione dei sintomi di tossicosi durante la gravidanza è una violazione dell'adattamento del corpo a questa condizione, nonché la manifestazione di una reazione patologica del corpo in una nuova posizione. Come le ragioni principali che portano alla manifestazione della tossicosi, gli esperti indicano una serie di disturbi nel corpo di una donna. Questi sono processi infiammatori nei genitali, nell'utero; patologia nello sviluppo dell'utero, nello stato dell'endometrio; disturbi endocrini. La tossicosi può anche verificarsi a seguito di cambiamenti nel sistema nervoso centrale, che non consentono il corretto trattamento degli impulsi provenienti dall'uovo fetale. Tali cambiamenti provocano una violazione dei cambiamenti fisiologici nelle ghiandole endocrine, nei processi metabolici e nel lavoro di numerosi sistemi corporei. A causa di disturbi metabolici, prodotti intermedi che causano tossicosi del corpo in generale.

Più spesso, la tossicosi delle donne in gravidanza si manifesta in donne che in precedenza avevano sofferto di gravi malattie, non mangiavano correttamente, sono sovraccariche di lavoro e non si conformano completamente al regime di riposo e sonno.

Classificazione di tossicosi in gravidanza

La più corretta e appropriata oggi è la divisione della tossicosi in due gruppi. Quindi, la tossicosi precoce appare nella prima metà della gravidanza e la tossicosi tardiva nella seconda metà. Di norma, la tossicosi tardiva si verifica negli ultimi mesi di gravidanza. A sua volta, la tossicosi precoce si divide in vomito di donne in gravidanza, vomito eccessivo, ptyalism. La tossicosi tardiva può verificarsi come idropisia delle donne in gravidanza, neuropatia, uno stato di preeclampsia ed eclampsia.

A volte compaiono anche forme più rare di tossicosi, che includono asma bronchiale, dermatosi, tetania, ittero. Fenomeni simili si verificano durante qualsiasi periodo della gravidanza..

Con la tossicosi precoce, che di solito si verifica nel primo trimestre di gravidanza, si verificano varie manifestazioni. I sintomi di questa condizione sono debolezza, salivazione eccessiva, riluttanza a mangiare, cambiamenti nel gusto. Il vomito provoca disidratazione, una donna perde peso, la pelle si affloscia. Il polso diventa più frequente, la pressione sanguigna diminuisce.

Una donna deve dirle al ginecologo curante di tutti i sintomi. È importante pesarsi regolarmente per controllare se ci sono salti di peso in una direzione o nell'altra..

Con la tossicosi tardiva compaiono sintomi più gravi. Di norma, questa condizione si verifica intorno alla ventesima settimana dopo il concepimento e dura fino al giorno della nascita. In questo caso, la nausea praticamente non si verifica, ma la donna ha gonfiore delle estremità e, più tardi, il viso. A volte il gonfiore si verifica in tutto il corpo. Il livello della pressione sanguigna aumenta e non può essere ridotto nemmeno con l'aiuto di droghe. Se non si cerca assistenza medica in tempo, la tossicosi tardiva delle donne in gravidanza può causare gravi danni agli organi interni. In questo caso, una donna sperimenterà una serie di sintomi che influenzano negativamente la sua vitalità generale: sono possibili vertigini e mal di testa, problemi di udito e visione. Lo stato di eclampsia è il grado più grave di tossicosi tardiva. In questo caso, una donna perde conoscenza, inizia a crampi. Tale condizione può persino causare la morte a causa di emorragia cerebrale, respiratoria acuta, renale, insufficienza cardiaca. C'è anche un'alta probabilità di distacco della placenta.

La tossicosi tardiva deve essere trattata esclusivamente in ospedale, osservando un rigoroso riposo a letto e rispettando tutte le raccomandazioni del medico. È importante eliminare lo stress, consumare un minimo di cibi salati, assumere farmaci che abbassano la pressione sanguigna. A volte con tossicosi tardiva, alle donne in gravidanza viene prescritta l'introduzione di preparati proteici.

Ma in casi particolarmente gravi con fallimento del trattamento, l'eclampsia può essere prevenuta solo interrompendo la gravidanza..

Prevenzione della tossicosi in gravidanza

La prevenzione della tossicosi deve essere ricordata prima del concepimento. Per fare questo, dovresti affrontare correttamente la pianificazione della gravidanza: sbarazzarsi del peso in eccesso, aderire a una dieta a basso contenuto di grassi, condurre uno stile di vita attivo, in modo che la forma fisica sia il più perfetta possibile. È dimostrato che la forma fisica influenza direttamente la manifestazione della tossicosi: più si sente a suo agio e migliore è il suo aspetto, minore è il rischio di tossicosi durante la gravidanza.

Già nelle prime settimane di gravidanza, è necessario sottoporsi a un esame e ottenere tutte le consultazioni necessarie dal proprio medico. Dovresti assumere complessi vitaminici contenenti vitamina B6 e vitamina C, ridurre al minimo il contenuto di sale nella tua dieta quotidiana, consumare almeno 75 grammi di proteine ​​ogni giorno. Le donne che avvertono l'inizio della tossicosi dovrebbero iniettare ancora più proteine.

Mangiare una donna incinta dovrebbe spesso, ma le porzioni dovrebbero essere relativamente piccole. Il cibo non dovrebbe essere molto caldo. È altrettanto importante ogni giorno bere molti liquidi: la menta o il tè verde al limone e un decotto di rosa canina aiutano a prevenire la nausea e il vomito..

Se la nausea prevale ancora, dovresti sempre portare caramelle, cracker, frutta, una piccola parte delle quali aiuterà a fermare la nausea. Al fine di prevenire la tossicosi, il sonno progressivo e il riposo diurno sono molto importanti. In questo caso, è consigliabile rilassarsi in una stanza fresca e ventilata.

L'esercizio fisico aiuta anche a far fronte alla nausea. Tuttavia, puoi solo fare esercizi leggeri o fare yoga. Ma anche l'attività fisica leggera deve essere approvata dal medico curante.

Le donne incinte dovrebbero evitare il fumo passivo, che può anche scatenare la tossicosi..

Per prevenire la tossicosi tardiva nella seconda metà della gravidanza, l'assunzione di liquidi deve essere leggermente ridotta per evitare la sua ritenzione nei tessuti e, di conseguenza, l'insorgenza di edema. Alimenti proteici a basso contenuto di grassi, verdure e cereali dovrebbero predominare nella dieta. Dovresti dormire almeno nove ore al giorno. Una donna incinta nelle fasi successive dovrebbe monitorare attentamente il peso. Un aumento troppo forte e forte può essere un segnale dell'inizio della tossicosi.

Che cos'è la tossicosi: segni, quando e come si manifesta

Durante il periodo di gravidanza, si verificano cambiamenti ormonali nel corpo di una donna. Sono particolarmente pronunciati nel primo trimestre, il che porta alla comparsa di sintomi caratteristici che indicano disturbi metabolici, disfunzioni del sistema cardiovascolare e nervoso. Pertanto, la tossicosi non è solo nausea e vomito..

Che cos'è la tossicosi??

La natura della tossicosi non è completamente compresa nemmeno dagli specialisti in questo campo. Delle principali ipotesi, vengono avanzate:

  1. Durante lo sviluppo intrauterino, a causa di varie sostanze antigeniche della madre e del bambino, la donna inizia a sviluppare anticorpi, che causano grave intossicazione.
  2. Un'altra spiegazione della tossicosi si basa sulla reazione del sistema nervoso centrale: paura del parto o paure per la salute e la vita del feto.
  3. La placenta produce ormoni speciali, a seguito dei quali il feto influisce sul metabolismo della gravidanza.
  4. L'ipotesi neuro-riflessa è la più popolare quando l'interazione degli organi interni e del sistema nervoso centrale gioca un ruolo nello sviluppo delle deviazioni.

Tipi di tossicosi

La patologia può verificarsi sia nella fase iniziale che in quella avanzata della gravidanza..

Capillare

Al suo centro, questa patologia può essere considerata avvelenata da tossine, che a lungo influenzano il corpo di una donna incinta. In una fase iniziale, ciò è dovuto alla formazione della placenta, che richiede la connessione di una grande quantità delle risorse del corpo della futura madre.

Nella prima metà della gravidanza, i corpi chetonici si trovano spesso nei test delle urine di donne in gravidanza che lamentano nausea, debolezza, vertigini e vomito. A questo proposito, vi è una corrispondente reazione del sistema immunitario, ristagno di sangue nei capillari e spasmo di piccoli vasi, con conseguente formazione di sostanze sotto ossidate, tra cui vi sono corpi chetonici.

Durante questo periodo, la placenta, che protegge il bambino dalle influenze esterne, è il suo organo principale, che continua a svilupparsi fino a circa 14 settimane. Per tutto questo tempo, il corpo in gravidanza si sbarazza delle tossine vomitando. Nella fase successiva, la placenta funziona in modo indipendente e gli attacchi nella maggior parte dei casi si fermano.

Endogeno

L'endotossicosi della seconda metà della gravidanza si manifesta con i seguenti disturbi:

  • eclampsia;
  • preeclampsia;
  • hepatosis;
  • nefropatia;
  • proteine ​​nelle urine;
  • rigonfiamento
  • ipertensione.

Con la tossicosi endogena, il corpo di una donna soffre di prodotti di decomposizione prodotti nel suo stesso corpo. Ciò accade a causa di interruzioni dell'attività degli organi responsabili della disintossicazione (reni, fegato, ecc.).

Cause di tossicosi durante la gravidanza

Tra le cause della patologia, la seguente.

Cambiamenti ormonali

Dal momento della fecondazione nel corpo di una donna inizia la ristrutturazione ormonale, che si manifesta:

  • in maggiore emotività, ansia, paure di varie eziologie;
  • un forte aumento del livello di ormoni nel sangue, che il sistema nervoso non ha il tempo di affrontare;
  • violazione delle funzioni dei nuclei subcorticali del cervello, attivazione della zona responsabile del riflesso del vomito, che si manifesta in attacchi dolorosi di nausea e vomito;
  • nel processo di sviluppo e crescita dell'embrione, i prodotti della sua attività vitale iniziano a fluire nel sangue, contribuendo a un deterioramento del benessere generale.

Sullo sfondo dei cambiamenti in atto, una donna incinta diventa eccessivamente irritabile, permalosa, il suo senso dell'olfatto peggiora. Dopo qualche tempo, il livello degli ormoni si normalizza e lo sviluppo della gravidanza procede alla fase successiva, quando il corpo non percepisce più l'embrione come un corpo estraneo.

La probabilità di sviluppare tossicosi

Molti esperti ritengono che la comparsa di tossicosi sia la protezione del feto dagli effetti dannosi di fattori avversi. La probabilità di un disturbo aumenta se una donna:

  • non mentalmente pronto per la maternità;
  • ha una predisposizione genetica:
  • fuma molto;
  • rimase incinta in tenera età, quando il corpo non era ancora pronto per partorire un bambino;
  • ha malattie croniche della tiroide, del tratto gastrointestinale, del fegato, dei reni, ecc.
  • impegnato con un duro lavoro;
  • sperimentare un forte stress emotivo.

Segni di tossicosi nelle donne in gravidanza

È quasi impossibile non notare le manifestazioni della patologia:

  1. Una donna incinta cambia spesso le sue sensazioni gustative, inizia a mangiare piatti e prodotti che non ha mai consumato prima. Succede, e viceversa, quando i tuoi cibi preferiti possono diventare spiacevoli.
  2. A volte c'è un aumento della salivazione, manifestata periodicamente o costantemente.
  3. Spesso l'appetito diminuisce, gli aromi abituali prima della gravidanza vengono percepiti in modo inadeguato, compaiono attacchi di vertigini.

Ogni giorno, il livello di progesterone di una donna aumenta, a causa del quale diventa nervosa, si stanca rapidamente, ha sonnolenza diurna e sbalzi d'umore improvvisi. Tra i sintomi più eclatanti si notano:

  • l'inizio della tossicosi si manifesta con una leggera nausea, vomito con un lieve ritiro del contenuto che si verifica non più di 5 volte al giorno, una leggera perdita di peso corporeo - fino a 3 kg;
  • nella fase intermedia, sono possibili fluttuazioni della pressione sanguigna, vomito fino a 10 volte al giorno, indipendentemente dall'assunzione di cibo, perdita di peso fino a 7 kg, nausea e debolezza costanti;
  • manifestazioni più gravi sono caratterizzate da una diminuzione della pressione, brividi, febbre, aumento della frequenza cardiaca, disidratazione dovuta a vomito frequente (fino a 20 volte al giorno), perdita di peso fino a 5 kg a settimana;
  • a 13-14 settimane possono comparire eruzioni cutanee, accompagnate da prurito, irritabilità, sbalzi d'umore improvvisi.

Per quanto tempo appare e scompare la tossicosi?

Molto spesso, l'insorgenza di sintomi caratteristici si verifica nella 5-6a settimana di gravidanza, ma a volte può accadere molto prima: al primo ritardo delle mestruazioni o alla prima settimana del concepimento. Le donne hanno avuto casi di nausea o vomito anche il giorno dopo il rapporto sessuale, se la coppia non ha usato metodi contraccettivi. Ma questi motivi non hanno nulla a che fare con la tossicosi e possono essere spiegati da un fattore psicologico o dalle cadute di pressione sanguigna..

Nella maggior parte dei casi, i sintomi scompaiono a 12-14 settimane, quando la placenta è già completamente formata. Il prossimo trimestre è quasi sempre calmo. La patologia può riprendere a 3 trimestre. Durante questo periodo, la malattia ha un altro nome: gestosi. È possibile che sia iniziato nell'ultimo trimestre, che è abbastanza rischioso per una donna in travaglio. Pertanto, dovrebbe essere in ospedale sotto la costante supervisione dei medici.

Quando preoccuparsi?

La tossicosi grave prolungata è pericolosa per i disordini metabolici, una diminuzione del contenuto di calcio e fosforo, che può portare ad ammorbidimento delle ossa e fratture. È possibile sospettare l'esistenza di tali violazioni da crampi alle gambe o alle braccia. Con il vomito quotidiano, ripetuto più volte nel corso di diverse settimane, si verifica una grave disidratazione del corpo, minacciando gravi conseguenze sia per il feto che per la donna stessa, fino all'inizio del coma.

Nella maggior parte dei casi, i sintomi caratteristici iniziano a disturbarla per un periodo di 18 settimane:

  • incapacità di mangiare;
  • nausea e vomito debilitanti fino a 10 volte al giorno;
  • generale deterioramento del benessere;
  • perdita o assenza di aumento di peso;
  • gonfiore delle gambe;
  • proteinuria - la comparsa nelle urine di proteine.

Come ridurre la tossicosi durante la gravidanza?

Anche alle prime manifestazioni di tossicosi, il medico dirige la donna incinta a sottoporsi a test delle urine per la presenza di corpi chetonici e acetone, nonché a un esame del sangue generale e biochimico. Se i risultati sono molto più alti del normale, il paziente viene posto in ospedale. Con una lieve forma di patologia, una donna può essere curata a casa sotto la supervisione di una consulenza femminile specializzata. Non esiste un trattamento speciale per questa patologia, ma ci sono raccomandazioni generali e un approccio individuale per ciascun paziente.

Dieta

In nessun caso dovresti avere fame di tossicosi, perché affinché il feto si sviluppi correttamente, deve ricevere tutte le sostanze di cui ha bisogno in modo tempestivo. Nella dieta della futura mamma dovrebbero esserci verdure, frutta, pane integrale, miele. Estremamente utile:

  • carota;
  • ribes nero;
  • barbabietola;
  • prezzemolo;
  • carne;
  • latte;
  • pesce;
  • zucca;
  • fiocchi di latte;
  • anguria;
  • mele
  • fragole selvatiche.

Questi prodotti contribuiscono sufficientemente all'ingresso nel corpo di oligoelementi e vitamine, proteine ​​e carboidrati. Le zuppe sono preparate solo su decotti di verdure: zuppa di barbabietola, zuppa di cavolo, ecc. Dovresti escludere dal menu i prodotti che causano un riflesso del vomito. Si consiglia un'alimentazione parziale, almeno 5 pasti al giorno. Nella tossicosi grave 1 volta a settimana, puoi fare una giornata di digiuno: patata, mela, ricotta, kefir, ricotta di mele e altri.

Anche la prevenzione è importante, consistente in uno stile di vita sano, frequenti passeggiate all'aria aperta, l'uso di complessi vitaminici e il sonno completo. È sempre consigliabile tenere a portata di mano cracker, noci, uvetta o una fetta di pane. I movimenti improvvisi che possono causare nausea devono essere esclusi. Si consiglia di bere molti liquidi per prevenire la disidratazione dovuta al vomito..

Trattamento farmacologico

Non ci sono farmaci completamente innocui per la donna incinta e il feto, quindi è inaccettabile selezionarli da soli. Dovrebbero essere prescritti esclusivamente da un medico, tenendo conto del minor danno e se è già impossibile fare a meno delle cure mediche. Gli effetti di tali farmaci si basano su una diminuzione del riflesso del vomito. I ginecologi spesso prescrivono a questo scopo:

  • Emetrol, che aiuta a ridurre la voglia di vomitare e rimuovere i gas dall'intestino;
  • Pepsid e Zantak - rimedi per bruciore di stomaco e nausea;
  • Zofran, che allevia bene la nausea durante la chemioterapia, ma è prescritto per la tossicosi;
  • La compazina è un farmaco antiemetico che non può essere assunto contemporaneamente ai farmaci antiallergici.

Se la donna incinta non ha tossicosi

Alcuni sono allarmati dal fatto che una donna incinta non abbia segni di tossicosi, credendo che ci siano disturbi nel suo corpo. Tali assunzioni sono infondate. L'assenza di questo problema per la futura mamma indica solo che ha una scorta sufficiente di sostanze necessarie nel suo corpo, e quindi riesce a far fronte a carichi aumentati in un breve periodo, fornendo al feto sufficientemente tutte le sostanze necessarie.

La gravidanza senza tossicità presenta numerosi vantaggi:

  • garantisce un atteggiamento emotivo positivo stabile, senza irritazione, sonnolenza, apatia e debolezza;
  • elimina completamente la possibilità di un aborto spontaneo;
  • fornisce tutti gli elementi necessari del bambino nell'utero.

C'è tossicosi negli uomini??

Secondo gli psicologi, la tossicosi non ha solo ragioni fisiologiche, ma anche psicologiche. Questa versione è stata ripetutamente confermata nella pratica, quando la patologia riguardava sia le mogli che i loro coniugi. Tali casi stanno diventando più comuni e i medici spiegano questo fenomeno come una componente esclusivamente emotiva. Non sono stati riscontrati disturbi organici del tratto digestivo o di altri organi negli uomini che soffrono di tossicosi. Inoltre, non mangiavano alimenti che potevano causare nausea o vomito..

Questa condizione provoca un umore psicologico quando il marito è molto preoccupato per lo stato di salute di sua moglie e del nascituro, in relazione al quale il suo corpo cerca di adattarsi alla femmina e alleviare parzialmente la sofferenza della moglie incinta. Un uomo inizia convulsioni che ricordano la tossicosi alcolica: nausea, vertigini, persino svenimenti, a causa dei quali ha quasi completamente perso la capacità lavorativa. Dopo il parto, tutti i sintomi scompaiono da soli.

I semplici rimedi in questa condizione non aiutano. Gli psicologi consigliano agli uomini di calmarsi e di avere fiducia in una nascita riuscita, instillando la stessa fiducia nel coniuge..

Che cos'è la tossicosi??

Cause di tossicosi, come affrontare la tossicosi

Una donna con un'espressione dolorante, chinata sul lavandino in una posizione molto chiara. Nel cinema, le donne incinte sono spesso rappresentate in questo modo: per le persone inesperte in medicina, la tossicosi si riferisce agli stessi attributi "in servizio" della gravidanza come una voglia irresistibile di sottaceti. Che cos'è davvero la tossicosi e può essere evitata?

La natura della tossicosi

Per cominciare, determineremo l'argomento della nostra conversazione. Di solito, la parola "tossicosi" significa solo nausea e vomito. La comprensione medica di questa parola è in qualche modo diversa dall'ordinario: nei libri di testo sull'ostetricia, la tossicosi è considerata come tutti i cambiamenti patologici nel corpo di una donna che possono apparire nel primo trimestre di gravidanza. Questi includono non solo nausea e vomito, ma anche alcuni altri spiacevoli fenomeni.

Nonostante numerosi studi, non è stato ancora possibile trovare la causa della tossicosi. Ma esistono alcune ipotesi. Uno di questi è questo: il bambino fin dai primi giorni di vita fetale è un organismo diverso dalla madre nella sua composizione antigenica, contro il quale vengono prodotti anticorpi nella donna incinta, presumibilmente causando tossicosi. Alcuni credono che la tossicosi possa essere il risultato di emozioni negative: paure per il bambino, paura del parto.

La teoria più popolare e giustificata dell'inizio della tossicosi è la cosiddetta teoria del neuro-riflesso, secondo la quale un ruolo importante nello sviluppo della malattia è giocato dai disturbi nella relazione tra il sistema nervoso centrale e gli organi interni. Tutti sanno che durante la gravidanza, molte donne diventano più lunatiche, irritabili, in lacrime. Questo perché, durante la gestazione del bambino, le strutture subcorticali del cervello storicamente “più vecchie” iniziano a lavorare in modo più intenso del solito, mentre di solito la persona che si trova nella fase più alta dell'evoluzione ha una corteccia più attiva. Ma le strutture subcorticali formano la maggior parte dei riflessi protettivi e la natura saggia, proteggendo la gravidanza, fa funzionare questa parte del cervello della futura madre con maggiore efficienza. Nelle strutture subcorticali si trova il centro del vomito, nonché le zone e le cellule olfattive che "controllano" gli organi interni, tra cui stomaco, cuore, vasi sanguigni, polmoni e ghiandole salivari. Pertanto, nausea e vomito possono essere preceduti da fenomeni quali approfondimento del respiro, aumento della frequenza cardiaca, aumento della saliva, pallore dovuto al vasospasmo.

Nel meccanismo della tossicosi, anche gli ormoni prodotti dalla placenta svolgono un ruolo, grazie al quale la placenta e il feto iniziano a "controllare" il metabolismo del corpo materno. L'aspetto di un nuovo "leader" non è sempre apprezzato dal sistema nervoso e dagli organi interni della donna incinta, e rispondono ad esso con sintomi di tossicosi.

Ma qualunque sia la causa di questa condizione, non c'è dubbio che una cosa: tutte queste ragioni sono in qualche modo connesse al desiderio del corpo di preservare la nuova vita che è nata al suo interno. Avendo capito questo, sarà più facile per te accettare le manifestazioni di tossicosi e affrontarle..

È possibile far fronte alla nausea?

Sebbene nessuno sia al sicuro dalla tossicosi, è stato osservato che il più delle volte si verifica nelle donne in gravidanza che soffrono di malattie croniche del tratto gastrointestinale, del fegato, della ghiandola tiroidea, nonché nelle donne che hanno subito aborti artificiali e malattie infiammatorie croniche degli organi genitali. I fattori predisponenti sono lo stress nervoso frequente e la malnutrizione, il tipo di costituzione astenica.

Proviamo a capire quali manifestazioni della tossicosi precoce possono essere affrontate da soli e quando cercare aiuto.

La manifestazione più comune di tossicosi è il vomito, che può verificarsi a frequenze diverse, a seconda della gravità della tossicosi..

Nella lieve tossicosi, il vomito si verifica non più di 4-5 volte al giorno e può essere accompagnato da una prolungata o costante sensazione di nausea. In questo caso, la perdita di peso corporeo è assente o piccola - 1-3 kg (fino al 5% del peso corporeo prima della gravidanza). Questa condizione è facilmente curabile a casa..

Nei casi più gravi, il vomito si verifica fino a 10-20 volte al giorno ed è accompagnato da salivazione, mentre le condizioni generali della donna sono significativamente peggiorate, si verificano debolezza, apatia. Una quantità significativa di liquido viene persa con vomito e saliva, si verifica disidratazione e il metabolismo è compromesso. La pelle diventa secca, pallida, la pressione sanguigna diminuisce, il polso aumenta, si verifica la costipazione, la quantità di urina separata diminuisce, la temperatura aumenta. La perdita di peso corporeo può arrivare fino a 5-8 kg (fino al 10% del peso corporeo iniziale). Con la progressione di questa forma di tossicosi, si sviluppa gradualmente una violazione del metabolismo del sale acquatico, delle proteine, dei carboidrati e dei grassi, dell'equilibrio acido-base e vitaminico e delle funzioni delle ghiandole endocrine. In questa situazione, l'assunzione di nutrienti per il feto è fortemente interrotta ed è durante questo periodo che la posa e la formazione di tutti i principali organi e sistemi del bambino.

Anche con lievi manifestazioni di tossicosi, il medico ti indirizzerà ai test. Dovrai fare un test delle urine per i corpi di acetone e chetoni, esami del sangue biochimici e generali. Nei casi più gravi della malattia, il paziente verrà posto in ospedale. Con un grado lieve e più comune di tossicosi, sarai trattato a casa sotto la supervisione di una dottoressa.

Per eliminare il disagio, è necessario prestare attenzione alla dieta. Con la tossicosi, l'appetito non è sempre disturbato, a volte è persino elevato, ma più spesso anche l'aspetto del cibo non provoca emozioni positive, a volte ci vuole molto sforzo per costringerti a deglutire anche un pezzo. Pertanto, puoi soddisfare i tuoi capricci culinari introducendo nella dieta ambiti cetrioli salati, panini dolci o frutta esotica. Il cibo dovrebbe essere preso spesso, 5-6 volte al giorno, ma le porzioni dovrebbero essere piccole e il menu vario..

Va tenuto presente che i cibi molto caldi o molto freddi provocano rapidamente vomito. I prodotti dovrebbero essere facilmente digeribili, contenere una quantità sufficiente di vitamine. È meglio bere acqua minerale alcalina, tè alla menta. Se noti che la secrezione di saliva è notevolmente aumentata, i collutori con soluzioni abbronzanti che riducono questo processo, ad esempio infusioni di salvia, camomilla e menta, ti aiuteranno. Se la nausea e il vomito si verificano al mattino, immediatamente dopo il risveglio, prova a fare colazione a letto, metti alcuni cracker, fette di limone o gomma alla menta accanto al letto. È particolarmente bello se in questa situazione il futuro papà si dimostrerà un gentiluomo e ti offrirà una colazione leggera e sana.

Se la nausea inizia nel pomeriggio, quindi, molto probabilmente, colpisce la tensione nervosa e la fatica. In questo caso, puoi bere una raccolta calmante, motherwort o valeriana.

Nel caso in cui il medico rilevi cambiamenti nelle analisi, la freccia della bilancia devia ostinatamente ogni giorno a sinistra e il suo benessere peggiora, molto probabilmente, dovrà andare in ospedale. Il compito del medico in primo luogo sarà il ripristino del fluido, delle proteine, dei sali persi. Affinché sostanze nutritive e vitamine entrino direttamente nel sangue, ti verrà dato un contagocce. Per sopprimere il vomito e la nausea, vengono utilizzati agenti che bloccano il riflesso del vomito. Poiché, come già accennato, lo stato del sistema nervoso ha un impatto significativo sulla gravità della manifestazione della tossicosi, quindi per la tua tranquillità in ospedale verranno creati regimi medici e protettivi. Inoltre, ti verranno prescritti farmaci con un effetto calmante e con una maggiore salivazione, farmaci che inibiscono l'azione delle ghiandole salivari. Forse verranno utilizzati metodi di esposizione non farmacologica: agopuntura, ipnotica e psicoterapia, fito-, aromaterapia. Ciò contribuirà a ridurre il numero di farmaci che possono avere un effetto indesiderato sull'embrione in via di sviluppo..

Quando l'aumento di peso diventa evidente a seguito del trattamento, la diuresi giornaliera (la quantità di urina rimossa), nonché il polso, la pressione sanguigna e la temperatura vengono normalizzati, il vomito si interrompe o diventa meno frequente, è possibile tornare al normale ambiente familiare e mettersi al lavoro. In rari casi, il trattamento complesso per diversi giorni è completamente inefficace e quindi la gravidanza deve essere interrotta.

Altre manifestazioni di tossicosi

Le forme più rare di tossicosi includono dermatosi, ittero benigno delle donne in gravidanza, rinite (naso che cola) delle donne in gravidanza, osteomalacia.

Se in qualsiasi periodo di 6 giorni hai avvertito prurito, alcune parti della pelle sono diventate rosse, quindi molto probabilmente hai eczema in gravidanza. Poiché le malattie della pelle sono estremamente diverse, al fine di escludere altri disturbi, è necessario consultare un dermatologo che, insieme a un ostetrico-ginecologo, ti aiuterà a scegliere i farmaci giusti. Con questa patologia, devi seguire una dieta: rifiuta cibi come cioccolato, agrumi, gialli, rossi ed esotici e mangia pesce e pollo non più di una volta alla settimana.

La rinite (naso che cola) delle donne in gravidanza è molto simile all'allergia, di solito scompare nei primi giorni dopo la nascita. Per eliminare sensazioni spiacevoli, si consigliano anche farmaci antiallergici e gocce nasali per ridurre la quantità di muco secreto..

Se, guardandoti allo specchio, noti che la pelle è diventata gialla, molto probabilmente è l'ittero delle donne in gravidanza. Ma devi ricordare che l'ittero può essere una manifestazione di epatite infettiva o qualsiasi malattia del fegato, della cistifellea, del pancreas, quindi devi assolutamente scoprire cosa è associato a una così insolita metamorfosi del colore della tua pelle.

Come risultato di un aumento dell'assunzione di calcio da parte del feto, la futura madre può avere un deficit che porta all'ammorbidimento delle ossa (questo si chiama osteomalacia delle donne in gravidanza). Di conseguenza, può comparire dolore osseo. Quindi, a una dieta ricca di calcio, raccomandata a tutte le future mamme, è necessario aggiungere farmaci contenenti questo elemento. Ma per scoprire che le sensazioni spiacevoli nelle braccia e nelle gambe sono associate a questa particolare complicazione, dovresti assolutamente consultare un medico.

Up