logo

La rivista è stata creata per aiutarti in momenti difficili in cui tu o i tuoi cari affrontate un qualche tipo di problema di salute!
Allegolodzhi.ru può diventare il tuo assistente principale sulla strada della salute e del buon umore! Articoli utili ti aiuteranno a risolvere problemi di pelle, sovrappeso, raffreddore, ti diranno cosa fare con problemi di articolazioni, vene e vista. Negli articoli troverai segreti su come mantenere la bellezza e la giovinezza a qualsiasi età! Ma gli uomini non sono rimasti senza attenzione! Per loro c'è un'intera sezione in cui possono trovare molti consigli e consigli utili sulla parte maschile e non solo!
Tutte le informazioni sul sito sono aggiornate e disponibili 24/7. Gli articoli vengono costantemente aggiornati e controllati da esperti in campo medico. Ma in ogni caso, ricorda sempre, non dovresti mai automedicare, è meglio contattare il medico!

Iodomarina durante la gravidanza

Iodio durante la gravidanza

Lo iodomarina durante la gravidanza viene prescritto sempre di più. In questo caso, l'appuntamento non viene preso da un endocrinologo, ma da un ginecologo. Naturalmente, durante la gravidanza, aumenta il bisogno di minerali e vitamine da parte del corpo, ma è tutto chiaro sullo iodio?

Funzione iodio

Lo iodio è necessario per il nostro corpo per il corretto funzionamento della ghiandola tiroidea. È coinvolto nella produzione dei suoi ormoni. Con una mancanza di iodio nel corpo, la ghiandola tiroidea soffre. E il normale funzionamento della ghiandola tiroidea è importante per il lavoro del cuore, del sistema nervoso e del sistema immunitario..

La maggior parte delle regioni del nostro paese è considerata carente di iodio. Ciò è dovuto al fatto che il nostro cibo è povero di iodio. Ce n'è molto poco nelle piante, mangiamo raramente cavolo marino, elaboriamo pesci ricchi di calore con iodio, distruggendo questo elemento; inoltre, ci sono molti sali di metalli pesanti nei pesci di mare, quindi non è il cibo migliore per le future mamme. E non tutti sono consapevoli dei benefici del sale iodato, sebbene sia esso, e non il normale sale da tavola, che deve essere usato in cucina. Ecco perché si raccomanda alla maggior parte della popolazione del nostro paese di consumare 150-200 microgrammi di iodio al giorno sotto forma di farmaci.

Va notato che lo iodio durante la gravidanza è particolarmente necessario. Durante questo periodo di vita di una donna, aumenta la necessità di questo microelemento. Sfortunatamente, le possibilità compensative del corpo della futura madre non sono illimitate e molto presto la carenza di iodio influenzerà il futuro bambino.

Nel primo trimestre di gravidanza, si verifica la formazione di tutti i principali organi e sistemi del bambino. La carenza di iodio porta a un cambiamento nel background ormonale della madre, che a sua volta può causare un malfunzionamento in qualsiasi fase della formazione fetale. Prima di tutto, la carenza di iodio può influenzare la formazione del cervello di un bambino. Nel primo trimestre, il bambino non ha ancora formato la propria ghiandola tiroidea ed è assolutamente dipendente dagli ormoni della madre.

Per evitare problemi dopo il concepimento, è necessario iniziare a bere iodomarina quando si pianifica una gravidanza e almeno per 6 mesi, in modo da poter preparare bene il corpo per il parto. È importante non perdere tempo, altrimenti è improbabile che il tuo bambino diventi uno studente di successo in futuro, abbia una buona memoria e ingegnosità.

La questione se bere iodomarin durante la gravidanza dovrebbe, ovviamente, essere decisa dal medico. Ma non puoi trascurare questa raccomandazione se l'hai ricevuta. La carenza di iodio può non solo provocare errori nello sviluppo del cervello di un bambino, ma anche innescare un meccanismo protettivo. Il corpo della madre si adopererà per sbarazzarsi del carico aggiuntivo. In situazioni gravi, gli aborti non sono rari.

Come prendere iodomarina durante la gravidanza deve essere consigliato da un medico. Ciò dipenderà dalla regione in cui vive la donna. In caso di dubbi sulla salute, è anche consigliabile chiedere il parere di un endocrinologo, avendo precedentemente donato sangue per gli ormoni e aver effettuato un esame ecografico della ghiandola tiroidea. È molto consigliabile per tutte le future mamme fare un esame del sangue per TSH (ormone stimolante la tiroide) + svT4 (tiroxina libera) per un periodo di 8-12 settimane.

Lo iodomarina 200 durante la gravidanza è il farmaco più comune e sicuro. L'OMS afferma che il fabbisogno di iodio della futura madre è di 200-250 mcg al giorno. Se a una donna incinta viene prescritto iodomarin durante la gravidanza, il dosaggio sarà di 1 compressa contenente 200 microgrammi di iodio o due compresse da 100 microgrammi due volte al giorno. Esattamente! Lubrificare le unghie con iodio e applicare altri metodi popolari per arricchire il corpo con questo microelemento non ne vale la pena. Con l'eccezione di mangiare i cibi ricchi di cui abbiamo scritto sopra.

L'aumentata necessità di iodio nel corpo persiste per tutti i 9 mesi di gestazione e per l'intero periodo dell'allattamento al seno. Di conseguenza, la risposta alla domanda "quanto bere iodomarina durante la gravidanza" sarà la seguente: l'intero periodo. È indispensabile iniziare a bere pillole diversi mesi prima della gravidanza pianificata, durante tutti i 9 mesi, durante il periodo dell'allattamento al seno e altri sei mesi dopo.

Lo iodomarina durante le revisioni della gravidanza da parte di coloro che l'hanno preso, diventa positivo, poiché il farmaco non ha effetti collaterali, solo se la donna soffre di ipertiroidismo (aumento della funzionalità tiroidea). Per il resto, questo farmaco è sicuro nelle dosi consigliate..

Iodomarina (Iodomarina) durante la gravidanza. Recensioni, istruzioni, danni, benefici, analoghi, prezzo

Secondo le statistiche dell'Organizzazione mondiale della sanità, la carenza di iodio endemico è registrata nella maggior parte della Russia. Ciò significa che la composizione del suolo e dell'acqua del micronutriente più importante non è sufficientemente contenuta e pertanto nella dieta quotidiana i russi ricevono solo 1/3 della quantità richiesta.

La carenza di iodio è estremamente pericolosa per una donna durante la gravidanza e per una madre che allatta. Nell'infanzia e nell'adolescenza, anche il normale sviluppo mentale e fisico dipende in gran parte da un prezioso oligoelemento. Secondo gli esperti, le gravi conseguenze della carenza di iodio possono essere evitate assumendo farmaci come lo iodomarina contenente la quantità richiesta di una sostanza sana.

Composizione, forma di rilascio e prezzo

Lo iodomarina è prodotto in compresse comode e in diverse opzioni di dosaggio, il che semplifica la somministrazione per pazienti di diverse categorie.

  • Iodomarina 100 - con un contenuto di 0,131 mg di ioduro di potassio in ciascuna dose, che equivale a 0,1 mg di iodio. Nella confezione da 50 o 100 pezzi. Il farmaco contiene lattosio monoidrato (come ausiliario). È importante sapere per coloro che soffrono di intolleranza al lattosio..
  • Iodomarina 200 - con una quantità doppia di ioduro di potassio in ciascuna dose - 0,262 mg, che equivale a 0,2 mg di iodio. Nella confezione da 50 o 100 compresse. Il componente lattosio è presente anche in questa variante del farmaco..
  • Bioadditivo "Iodomarin per la futura mamma". Il contenuto in 1 dose di iodio (sotto forma di ioduro di potassio) è 0,225 mg. Altri 2 componenti del supplemento dietetico - acido folico - 0,4 mg e vitamina B12 - 0,002 mg. Queste due vitamine non sono sintetizzate nel corpo, ma, come lo iodio, sono estremamente importanti per il normale sviluppo del bambino. E quindi, la futura mamma ha bisogno di ricevere queste sostanze in una quantità corrispondente alla norma quotidiana. Sono questi dosaggi di acido folico e cianocobalamina (B12) che si trovano in 1 compressa di un integratore alimentare. Nessun lattosio monoidrato nella composizione.

La tabella seguente mostra il costo medio di imballaggio di un prodotto contenente iodio:

NomeModulo per il rilascioPrezzo (valore medio, rub.)
Iodomarin 100Imballaggio 100 tab.130
Iodomarin 200Imballaggio 100 tab.210
Iodomarina per la futura mammaImballaggio 30 tab.350

Meccanismo di azione

Lo iodio è quell'elemento prezioso che è coinvolto nella sintesi degli ormoni tiroidei: tiroxina (contiene più del 60% di iodio) e triiodotironina.

L'effetto degli ormoni tiroidei su quasi tutti i processi fisiologici è difficile da sopravvalutare, poiché queste sostanze:

  • contribuire al normale funzionamento del cervello e dell'intero sistema nervoso;
  • influenzare la termoregolazione;
  • partecipare a tutti i processi metabolici;
  • sostenere il normale funzionamento del cuore e dei vasi sanguigni;
  • regolare il sistema riproduttivo;
  • attivare il metabolismo;
  • promuovere la formazione e la crescita delle strutture e dei tessuti cellulari;
  • contribuire al processo di trasmissione degli impulsi nervosi.

Durante la gravidanza, sono gli ormoni della tiroide materna che sono responsabili del normale sviluppo intrauterino del bambino. Ad esempio, gli ormoni tiroidei determinano le fasi della creazione e della crescita delle cellule cerebrali..

Dall'inizio della gravidanza a 3 mesi, quando il bambino non ha ancora la propria ghiandola, la ghiandola tiroidea materna è costretta a lavorare di più, sintetizzando gli ormoni "per due", che è quasi il 40% in più. Pertanto, il dosaggio di iodio per la loro produzione deve essere aumentato.

Iodomarina durante la gravidanza (le recensioni degli esperti non sono ambigue: la quantità richiesta di iodio è di 250 mcg al giorno), è indicata per compensare la carenza di iodio.

La normale formazione del corpo del bambino in termini di deposizione e sviluppo di cellule nervose, strutture del sistema muscolo-scheletrico, tessuto tiroideo è impossibile senza un'adeguata quantità di iodio. E una donna dovrebbe ricevere questo prezioso oligoelemento durante la gravidanza alla dose prescritta dal medico.

Indicazioni per l'uso

Inizialmente, la carenza di iodio influisce negativamente sulle capacità intellettuali: provoca danni alla memoria, riduce la velocità di pensiero e le capacità analitiche. Tutto ciò accade sullo sfondo di una rapida stanchezza e perdita di forza..

In alcuni casi, la ghiandola tiroidea inizia a crescere per compensare la mancanza di ormoni aumentando la massa delle cellule produttrici. Un tale allargamento della ghiandola in volume si chiama gozzo endemico. Uno dei tipi è il gozzo eutiroideo diffuso, quando la ghiandola viene ingrandita e allo stesso tempo produce una quantità sufficiente di ormoni.

Durante la gravidanza, la carenza di iodio è caratterizzata dai seguenti sintomi:

  • deterioramento del benessere;
  • picchi di pressione;
  • aumento di peso veloce;
  • tossicosi precoce, intensificazione dei suoi sintomi;
  • irritabilità;
  • fatica.

Ma le conseguenze più gravi della carenza di iodio nel dare alla luce un bambino sono l'insorgenza di patologie dello sviluppo in lui.

Il farmaco Iodomarin è prescritto nei seguenti casi:

  • con una carenza di iodio per prevenire lo sviluppo di malattie causate da carenza di iodio (incluso gozzo endemico), specialmente nelle donne in gravidanza e in allattamento, nonché nei bambini;
  • come profilassi per il ri-sviluppo del gozzo (dopo un'operazione per rimuoverlo) o alla fine di un ciclo di preparazioni ormonali tiroidee;
  • nel trattamento del gozzo eutiroideo diffuso, sviluppato a causa di carenza di iodio (in bambini, adolescenti e adulti di età non superiore ai 40 anni).

Controindicazioni ed effetti collaterali

Il medicinale non deve essere assunto se viene fatta una diagnosi:

  • ipertiroidismo (ipertiroidismo, quando la ghiandola aumenta di dimensioni e produce quantità eccessive di ormoni);
  • gozzo nodulare (ad eccezione della preparazione preoperatoria della ghiandola tiroidea, quando lo iodio viene utilizzato per sospendere il suo lavoro);
  • adenoma tossico (è un tumore benigno della tiroide che può produrre ormoni, causando in tal modo sintomi di aumento dell'attività - ipertiroidismo);
  • tumore maligno alla tiroide;
  • dermatite erpetiforme (questa malattia è caratterizzata da un'alta sensibilità allo iodio).

Lo iodomarina non è usato per l'intolleranza al lattosio. Non è possibile assumere medicine se si osserva ipotiroidismo (ad eccezione del tipo di ipotiroidismo causato dalla carenza di iodio).

Nella maggior parte dei casi, quando lo iodomarina viene assunto alla dose raccomandata, il farmaco non ha effetti collaterali. Molto raramente, si verificano reazioni allergiche sotto forma di eruzioni cutanee ed estremamente raramente - edema di Quincke (questa è una reazione istantanea sotto forma di grave gonfiore della pelle, delle mucose).

Iodomarina durante la pianificazione della gravidanza

Un prezioso oligoelemento ha un effetto diretto sul sistema riproduttivo: poiché la carenza di iodio rende difficile la normale funzione tiroidea, si verifica un malfunzionamento ormonale che può causare infertilità.

Pertanto, quando si pianifica un bambino, nella maggior parte dei casi vengono prescritti farmaci contenenti iodio. Di norma, si consiglia di iniziare a prendere alcuni mesi prima del concepimento pianificato.

Quando si pianifica una gravidanza, lo iodomarina, come qualsiasi altro medicinale, deve essere prescritto da un medico. Non puoi fare affidamento esclusivamente su recensioni positive sullo strumento, hai bisogno di un approccio individuale. Secondo i risultati della ricerca, tenendo conto delle specificità della dieta e delle condizioni di vita della futura mamma, lo specialista sarà in grado di prescrivere il dosaggio necessario della preparazione di iodio.

Ad esempio, una donna vive in una città costiera e nella sua dieta quotidiana - pesce e frutti di mare, ricchi di oligoelementi insostituibili; più molto iodio nel terreno, nell'acqua e quindi negli alimenti. In questo caso, sarà probabilmente necessario aggiungere iodio in dosi inferiori..

Un'altra opzione se la regione di residenza è endemica (cioè geograficamente determinata) da carenza di iodio, come la Russia centrale.

Il pericolo di carenza di iodio durante la gravidanza?

Secondo studi condotti da scienziati britannici, si è concluso: maggiore è la carenza di iodio riscontrata dalla futura mamma, più pronunciati sono i problemi di sviluppo del suo bambino.

All'età di 8 anni, tali bambini hanno avuto difficoltà nell'esprimere pensieri, a 9 anni c'erano difficoltà con la lettura e la comprensione di ciò che leggevano. E queste conseguenze sono il risultato di una mancanza insignificante (non critica) di un prezioso oligoelemento nel corpo della madre.

Lo iodomarina durante la gravidanza (recensioni e articoli di specialisti informano sull'esperienza positiva dell'uso del farmaco) alla dose prescritta dal medico compensa completamente la carenza di iodio. Pertanto, riducendo il rischio di patologie dello sviluppo nel bambino.

La carenza di iodio può causare:

  • aborto spontaneo;
  • il verificarsi di anemia nelle donne in gravidanza;
  • carenza di ossigeno in un bambino;
  • una complicazione così pericolosa come la gestosi (in particolare, parto prematuro, quando la probabilità di morte della madre o del bambino è alta);
  • ipotiroidismo (produzione insufficiente di ormoni tiroidei) in un bambino;
  • sviluppo di ritardo mentale, bassa statura in un neonato;
  • perdita dell'udito in un bambino.

È importante capire che tutte le patologie che il bambino riceverà in utero a causa della carenza di iodio materno, sarà impossibile curare e correggere in futuro.

Posso bere durante la gravidanza?

Lo iodomarina durante la gravidanza (recensioni su numerosi siti di donne - conferma di questo) è prescritto dai medici abbastanza spesso.

Se una donna incinta:

  • vive in aree con una carenza di iodio;
  • incapace di mangiare spesso pesce e frutti di mare;
  • suscettibile a raffreddori, lamentele di debolezza, perdita di forza, compromissione della memoria e altre manifestazioni di carenza di iodio;

quindi, dopo aver condotto gli esami necessari, il medico prescriverà molto probabilmente un farmaco contenente iodio. L'importanza dell'elemento traccia per il corretto sviluppo intrauterino del bambino è descritta in dettaglio sopra. Per quanto riguarda la dose del medicinale, il suo calcolo tiene conto della quantità di oligoelementi forniti con il cibo e l'assunzione giornaliera di iodio è di 250 mcg.

"Iodomarin per la futura mamma" è prescritto durante la gravidanza

Dose scientificamente giustificata del farmaco Iodomarin 100 per una donna che si prepara a diventare madre e per una madre che allatta - 100-200 mcg (in compresse da 1 o 2 pezzi) al giorno.

La dose giornaliera di Iodomarin 200 compresse non deve superare 1 pezzo. Il farmaco contenente iodio deve essere assunto dopo la colazione o dopo un altro pasto e bere 1/2 tazza di acqua. Se lo si desidera, l'acqua può essere sostituita con succo o latte. Queste sono le linee guida generali riportate nell'annotazione..

Solo un medico è autorizzato a determinare il dosaggio individuale del farmaco e la durata del corso di somministrazione. Lo iodomarina può essere prescritto per l'uso durante l'intero periodo di gestazione. Di norma, nel secondo trimestre, è necessario un aggiustamento del dosaggio, ciò è dovuto, in particolare, alla formazione e all'inizio del lavoro della ghiandola tiroidea del bambino.

Devo bere il farmaco durante l'allattamento?

Lo iodomarina durante la gravidanza (recensioni del farmaco e raccomandazioni per l'ammissione devono essere ottenute dal medico) è prescritto come fonte di un utile oligoelemento - questo è noto a molte donne. Ma va notato che anche dopo il parto durante l'allattamento, lo iodio è estremamente importante per la salute del neonato.

Il latte materno è un prodotto unico dal quale il bambino riceve non solo tutte le sostanze necessarie per la crescita e lo sviluppo. Ci sono anche speciali composti protettivi nel latte materno che proteggono dalle infezioni e influenzano la creazione del sistema immunitario del neonato..

Secondo alcuni indicatori, la composizione del latte materno non dipende dalla dieta, ad esempio dalla quantità di sodio, potassio, calcio e altri macronutrienti. Al contrario, oligoelementi iodio, selenio e zinco entrano nel corpo della madre esclusivamente con il cibo. Di conseguenza, con una mancanza di iodio nel latte materno, il bambino inizia a sperimentare gli effetti negativi di questa carenza..

  • Dal lato del sistema nervoso: il processo di creazione di connessioni tra cellule e diverse parti del cervello, che si svolge durante i primi 2 anni di vita, è inibito. Di conseguenza - un rallentamento dello sviluppo intellettuale.
  • Dal sistema endocrino: con carenza di iodio, inizia la crescita del tessuto tiroideo, si forma il gozzo.
  • La mancanza di ormoni tiroidei influisce negativamente sullo sviluppo di ossa, tessuti muscolari, legamenti, che spesso porta alla contrazione.

Per evitare gravi manifestazioni di carenza della sostanza necessaria, alle madri che allattano viene solitamente prescritto iodomarina al dosaggio determinato dal medico secondo le indicazioni. Poiché lo ioduro di potassio (il principio attivo del farmaco) passa nel latte materno in quantità sufficiente, non è necessario somministrare medicinali aggiuntivi a un bambino che allatta.

Overdose

Se il farmaco viene utilizzato nelle dosi prescritte, non deve verificarsi un sovradosaggio.

In rari casi, dal 2 ° trimestre di gravidanza, senza un aggiustamento della dose di ioduro di potassio, possono comparire sintomi di un eccesso di iodio:

  • Disturbi del tratto digestivo - nausea, diarrea, vomito.
  • Mal di testa.
  • Eruzione cutanea.
  • Palpitazioni cardiache (tachicardia).
  • Debolezza, sonnolenza.
  • Brividi.
  • Rinorrea.
  • Rigonfiamento.
  • Aumento di peso.
  • Salivazione eccessiva.

È estremamente raro che un sovradosaggio di ioduro di potassio sviluppi una condizione chiamata "iodismo". Segni caratteristici: ingiallimento della pelle, gusto metallico in bocca, vomito e diarrea, sete, gonfiore e irritazione delle mucose, eruzioni cutanee dolorose.

Confronto con Iodactiv

Entrambi i fondi sono fonti di iodio, ma differiscono nella composizione e nella direzione dell'azione..

IodomarinAttività di iodio
MedicinaleIntegratore alimentare.
Il principale principio attivo è

Ioduro di potassio 100/200 mcg.

Il principale principio attivo è

Iodcasein 50 mcg.

Approvato per l'uso a qualsiasi età..Approvato per l'uso dai 14 anni.
Per la prevenzione e il trattamento del gozzo (endemico, eutiroideo).Fonte aggiuntiva di iodio.
Disponibile in compresse da 50, 100 pezzi..Disponibile in compresse da 40, 80, 200 pezzi..
Periodo di validità - 3 anni..Periodo di validità - 18 mesi.

Analoghi

A causa dell'urgenza del problema della carenza di iodio sugli scaffali delle farmacie, è possibile trovare più di una dozzina di farmaci simili di diversi produttori. La tabella mostra gli analoghi completi di Iodomarin - farmaci identici nelle sostanze attive e simili nelle forme di rilascio.

TitoloStrutturaPrezzo (medio)
Equilibrio di iodioIoduro di potassio 100/200 mcg (contiene lattosio)
  • Imballaggio n. 50 (tab. 100 mcg) - da 100 rubli.,
  • Imballaggio n. 50 (tab. 200 mcg) - da 140 rubli.
Ioduro di potassioIoduro di potassio 100/200 mcg
  • Imballaggio No100 (tab. 100 mcg) - da 76 rubli.,
  • Imballaggio n. 100 (tab. 200 mcg) - da 107 rubli.
Ioduro di potassio RenevalIoduro di potassio 100/200 mcg
  • Imballaggio n. 110 (tab. 100 mcg) - da 80 rubli.,
  • Imballaggio n. 110 (tab. 200 mcg) - da 90 rubli.
MicroiodideIoduro di potassio 100 mcg (contiene lattosio)
  • Imballaggio n. 100 (tab. 100 mcg) - da 130 rubli.

Il costo dei farmaci contenenti un elemento prezioso non è elevato, il che rende la iodoterapia alla portata di tutti coloro che ne hanno bisogno..

Per riferimento, il tasso di assunzione di iodio (al giorno) secondo l'OMS è il seguente:

  • 150 mcg di iodio sono necessari per gli adulti;
  • 120 mcg è richiesto per i bambini dai 5 ai 12 anni;
  • 90 mcg dovrebbero essere ricevuti dai bambini piccoli (dalla nascita ai 5 anni);
  • 250 mcg - la norma per le donne "in posizione" e le madri che allattano.

Oltre a prendere farmaci contenenti iodio, non è superfluo includere spesso cibi ricchi di questo oligoelemento nel menu.

Come: alghe, diversi tipi di pesce, fegato di merluzzo, caviale di pesce, frutti di mare (calamari, cozze, gamberi), prodotti lattiero-caseari con bifidobatteri, ricotta con 9% di grassi e meno, noci, semi, carote, barbabietole, zucca, patate, aglio, cipolle, sedano, grano saraceno, feijoa, frutta secca, cachi, banane, mirtilli rossi.

Termini e condizioni di conservazione

Il farmaco è adatto per l'uso entro 3 anni dalla data di rilascio. È meglio conservare in un luogo fresco e asciutto (a una temperatura dell'aria non superiore a 25 gradi), proteggendo dall'esposizione alla luce solare.

Il farmaco Iodomarin ha una buona tolleranza. Questo è importante, poiché sia ​​per la prevenzione della carenza di iodio che durante la gravidanza è necessario assumere il medicinale per lungo tempo. Solo prescrivere un farmaco contenente iodio da solo, secondo le recensioni della rete, è categoricamente sconsigliato. Qui è necessario un consulto medico dopo una serie di studi.

Autore: Sofya Prokhorova

Design dell'articolo: Vladimir il Grande

Video su Iodomarin

L'azione, il dosaggio e gli effetti collaterali di iodomarina:

Perché alle donne in gravidanza viene prescritto lo iodomarina?

In Russia, circa il 70% della popolazione manca di iodio. Questo elemento è una parte importante degli ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea. Con una diminuzione della sua attività, il metabolismo è disturbato, l'intelligenza, la capacità lavorativa sono ridotte e appare irritabilità. La carenza di iodio peggiora durante vari periodi della vita: nell'adolescenza, negli anziani, nonché durante la gravidanza e l'allattamento. La prevenzione della carenza di iodio nel sopportare un bambino deve essere effettuata per tutti i 9 mesi. La mancanza di questo elemento porta a gravi complicazioni, le più pericolose delle quali sono un aborto spontaneo, un ritardo nello sviluppo mentale del bambino. Lo iodomarina durante la gravidanza è prescritto a quasi tutte le donne. È il farmaco più comune per prevenire le condizioni di carenza..

Indicazioni e controindicazioni Iodomarin durante la gravidanza

In Russia, la carenza di iodio si trova in tutte le regioni, anche nelle Primorye. A questo proposito, è stato adottato un modello per la prevenzione generale della carenza. Le donne in gravidanza hanno bisogno di questo elemento in quantità ancora maggiori rispetto ad altri gruppi di persone, perché è necessario per il normale sviluppo del feto, in particolare il suo sistema nervoso.

Il fabbisogno giornaliero di donne in gravidanza e in allattamento con iodio è di 200 mcg. Allo stesso tempo, insieme al cibo, in media, vengono ricevuti circa 40-60 microgrammi. Ovviamente, i farmaci contenenti iodio non possono essere eliminati. Pertanto, la gravidanza può essere considerata una delle indicazioni per l'assunzione di Iodomarin. Questo farmaco è prescritto per prevenire patologie dello sviluppo del feto e aborto spontaneo.

Controindicazioni per l'uso del farmaco Iodomarin durante la gravidanza sono l'iperteriosi, l'ipersensibilità alle dosi farmacologiche di iodio, il cancro alla tiroide (o il sospetto di esso). Inoltre, non dovrebbe essere usato per l'ipotiroidismo causato non da carenza di iodio, ma da altre cause..

Iodomarina e gravidanza: istruzioni

Nel corpo, lo iodio garantisce il normale funzionamento della ghiandola tiroidea. Prende parte alla produzione di ormoni. Se questo elemento non è sufficiente, il funzionamento del sistema nervoso, del cuore e dell'immunità viene interrotto. Una persona sente costante affaticamento, irritabilità, memoria peggiora, diminuisce la prestazione, diminuisce il desiderio sessuale, compaiono mal di testa e dolori muscolari.

Durante la gravidanza, aumenta la necessità di questo oligoelemento. L'ammissione di Iodomarin consente di evitare problemi di salute non solo nella madre, ma anche nel bambino.

Iodomarina nelle prime fasi

Nelle prime fasi della gravidanza, lo iodomarina è particolarmente necessario per una donna, poiché il bambino non ha ancora la propria ghiandola tiroidea e le sue condizioni sono completamente determinate dagli ormoni della madre. Nel 1 ° trimestre, la posa e la formazione di tutti gli organi e sistemi ha luogo. La carenza di iodio provoca un cambiamento nei livelli ormonali nelle donne, che può influenzare questi processi. La formazione del cervello nel feto è più disturbata e successivamente si sviluppano gravi patologie nella sfera psicomotoria (cretinismo).

L'assunzione di Iodomarina durante la gravidanza e durante la sua pianificazione riduce il rischio di aborto spontaneo e l'interruzione dello sviluppo fetale. Affinché il corpo sia preparato per avere un bambino, vale la pena iniziare a bere compresse sei mesi prima del presunto concepimento.

Iodomarina nelle fasi avanzate

Quando un medico prescrive Iodomarin durante la gravidanza, la donna pone la domanda: per quanto tempo dovrei prendere il farmaco? La necessità di iodio rimane elevata per tutti i 9 mesi, nonché durante l'allattamento.

Se questo elemento non è sufficiente nel 2 ° e 3 ° trimestre, il rischio di sviluppare ipossia nel feto, malformazioni, ipotiroidismo congenito è elevato. Nelle fasi successive vi è una crescita attiva e uno sviluppo dello scheletro.

A livello del tessuto osseo, gli ormoni tiroidei sono coinvolti in due processi:

  • nella divisione delle cellule da cui si formano le ossa;
  • nella deposizione di minerali - calcio e fosforo - nelle ossa.

Pertanto, lo sviluppo del tessuto osseo e cartilagineo dipende direttamente dall'assunzione di iodio nel corpo del nascituro.

Lo iodomarina è necessario per una donna non solo durante la gravidanza, ma anche durante l'allattamento. La carenza di iodio può causare latte insufficiente e, nei casi più gravi, una completa cessazione della sua produzione.

Come prendere iodomarin durante la gravidanza

Lo iodomarina 200 è spesso prescritto durante la gravidanza, le istruzioni per esso contengono informazioni che è sufficiente per le donne incinte a prendere 1 compressa al giorno. Il numero "200" in questo caso indica la quantità di iodio in 1 pz. (200 mcg).

Se nella farmacia più vicina c'è solo Iodomarin 100, durante la gravidanza sarà necessario assumere 2 compresse al giorno. Lo stesso dosaggio è rilevante per il periodo dell'allattamento..

Lo iodomarina durante la gravidanza come mezzo per prevenire una carenza dovrebbe essere presa 1 volta al giorno, dopo un pasto. C'è un'opinione che l'assorbimento di iodio sarà migliore se prendi una compressa con latte, ma non ci sono prove cliniche per questo. Puoi bere il farmaco con qualsiasi liquido.

Come bere iodomarin durante la gravidanza? Il corpo di ogni donna è unico, quindi il dosaggio esatto di Iodomarina durante la gravidanza sarà determinato dal medico.

Possibili effetti collaterali

Lo iodomarina durante la gravidanza è prescritto dai medici quasi senza paura, poiché gli effetti collaterali della sua somministrazione sono estremamente rari. Tutti si riferiscono a casi di intolleranza individuale a dosi farmacologiche di iodio - più di 1000 mcg / giorno. In altre parole, le reazioni avverse possono svilupparsi con un uso eccessivo del farmaco. La dose di Iodomarina durante la gravidanza è di 200 mcg / die, si chiama fisiologica e non può danneggiare il bambino o la madre..

Se si beve accidentalmente un gran numero di compresse, è necessario consultare immediatamente un medico. Possono comparire diarrea, dolore addominale, nausea, vomito, un sapore di metallo in bocca e oscuramento delle mucose..

Durante la gravidanza, l'assunzione di una quantità sufficiente di iodio nel corpo della donna previene il ritardo della crescita intrauterina, i disturbi nella formazione dei sistemi nervoso e scheletrico fetale e la comparsa di ipotiroidismo nel neonato. Una delle conseguenze più gravi della carenza di iodio è un aborto spontaneo, il cretinismo in un bambino (ritardo mentale e fisico). Inoltre, questo elemento preserva la salute della futura mamma: normalizza il metabolismo, funge da prevenzione di alcune malattie del sistema endocrino, nervoso e cardiovascolare.

È meglio iniziare a bere compresse di iodomarina nella fase di pianificazione della gravidanza, il farmaco ha un effetto positivo sulla qualità del sistema riproduttivo. Durante la gravidanza, è necessario prenderlo continuamente alle dosi raccomandate dal medico. Dopo la nascita di un bambino, aiuta a produrre abbastanza latte materno. Come prendere e quanto bere Iodomarin durante la gravidanza e dopo il parto, uno specialista dirà alla donna.

Postato da Olga Khanova, Dottore,
appositamente per Mama66.ru

Lo iodomarina deve essere assunto durante e dopo la gravidanza

Lo iodomarina durante la gravidanza è usato per prevenire la carenza di iodio nelle donne e nel feto. Il medicinale contiene ioduro di potassio, che stimola l'attività secretoria della ghiandola tiroidea. Durante la gravidanza, la necessità di iodio aumenta quasi 2 volte. Senza di essa, la biosintesi degli ormoni tiroidei - triiodotironina (T3) e tetraiodotironina (T4) è impossibile. Gli stati di deficit influenzano negativamente il sistema endocrino, provocando disfunzione tiroidea sia nelle donne che nei bambini.

Devo bere iodomarin durante la gravidanza e quando pianifico un bambino

Lo iodomarina è un medicinale del gruppo di farmaci tiroidei che influenza la produzione di ormoni contenenti iodio. Contiene ioduro di potassio che, sotto l'influenza dell'enzima ioduro perossidasi, si trasforma in iodio elementare. La necessità di questo oligoelemento aumenta con il portamento del feto. Lo iodio è coinvolto nella biosintesi della tri- e tetraiodotironina, che hanno uno spettro di proprietà fisiologiche generali:

  • aumentare la domanda di ossigeno nei tessuti;
  • stimolare lo sviluppo fisico e mentale;
  • aumentare la pressione sanguigna;
  • accelerare l'attività motoria;
  • influenzare la funzione secretoria del fegato;
  • partecipare al metabolismo e al catabolismo;
  • stimolare la biosintesi dell'ormone della crescita;
  • regolare lo scambio di acqua, ecc..

Gli endocrinologi prescrivono iodomarin per la futura mamma al fine di prevenire patologie tiroidee. Durante la gravidanza, la carenza di iodio peggiora a causa dello sviluppo attivo del feto. La mancanza di un microelemento è irta non solo di malattie della tiroide, ma anche di un aborto spontaneo.

Lo iodomarina è prescritto a oltre il 70% dei pazienti durante la gravidanza. Per prevenire le malattie congenite nel bambino, il farmaco viene assunto tutti e 3 i trimestri.

Iodomarina durante la pianificazione della gravidanza: caratteristiche del ricovero

Nella fase di pianificazione della gravidanza, è necessario essere esaminati non solo da un ginecologo, ma anche da un endocrinologo. Quando si rivelano malattie nascoste, viene prescritto un trattamento per prevenire complicazioni durante il periodo di gestazione. Secondo le statistiche, nel 75-80% delle donne identifica la carenza di iodio.

L'acido folico e lo iodomarina durante la pianificazione della gravidanza riducono la probabilità di patologie congenite nel bambino. Le indicazioni per l'assunzione di vitamine e farmaci contenenti iodio sono:

  • prevenzione e cura della carenza di iodio;
  • prevenzione della carenza di iodio dopo chirurgia tiroidea;
  • gozzo eutiroideo materno.

Lo iodomarina influenza il metabolismo, la distribuzione di energia, il lavoro dei sistemi endocrino e riproduttivo. Nella fase di pianificazione della gravidanza, la dose giornaliera del farmaco è determinata dall'endocrinologo. In assenza di malattia della tiroide, è standard: 100 mcg al giorno. Per le donne con carenza di iodio, il dosaggio è raddoppiato - 200 mcg al giorno.

Nel 96% dei casi, la carenza di iodio acquisita è curabile con lo iodomarina. La terapia nella pianificazione del concepimento ha lo scopo di ripristinare il volume e l'attività secretoria della ghiandola tiroidea. La cura completa delle patologie endocrine previene l'insufficienza tiroidea congenita in un bambino.

Nella fase di pianificazione della gravidanza, gli esperti raccomandano di determinare lo stato tiroideo delle gestanti. Fornire bisogni fisiologici quotidiani di ioduro di potassio previene il congelamento fetale, l'aborto spontaneo, il cretinismo in un bambino.

Quanto e come bere iodomarin durante la gravidanza

La carenza di tiroide porta a malfunzionamenti dei sistemi immunitario, digestivo, nervoso, riproduttivo, escretore, cardiovascolare. Affinché la gravidanza proceda senza complicazioni, alla maggior parte delle donne viene prescritto lo iodomarina. Pertanto, le future madri spesso chiedono ai medici per quanto tempo prendere il farmaco.

Si consiglia agli endocrinologi di assumere un prodotto contenente iodio in ogni trimestre di gravidanza. Il dosaggio è determinato dallo stadio di sviluppo fetale. Se, prima del concepimento, il fabbisogno giornaliero di iodio non supera i 100 mcg, durante la gestazione aumenta quasi 2 volte.

Istruzioni per l'uso Iodomarin:

  • Gravidanza precoce. Nel 1 ° trimestre, vengono deposti gli organi vitali del feto. Lo sviluppo dei propri ormoni contenenti iodio inizierà solo alla 18a settimana di gravidanza e prima di ciò, lo sviluppo di tutti i sistemi avviene a causa degli ormoni materni. Nei primi 3 mesi di gestazione, la sintesi di tetraiodotironina nelle donne aumenta del 40%. Lo iodomarina 200 durante la gravidanza soddisfa pienamente il fabbisogno giornaliero di iodio.
  • Scadenze tardive. La carenza di iodio nel 2 ° e 3 ° trimestre è irta di ipossia e congelamento fetale. Per prevenire le complicanze, le donne devono continuare a prendere lo iodomarina alla dose prescritta dal medico. Se, secondo i risultati delle analisi, il livello degli ormoni tiroidei nel corpo aumenta in modo significativo, la dose viene dimezzata.

Lo iodomarina è prodotto sotto forma di compresse con 100 μg o 200 μg di ioduro di potassio. Prendi il medicinale 1 volta al giorno, 200 mcg dopo i pasti. Per evitare l'irritazione della mucosa gastrica, bere 200 ml di acqua.

Preparazioni di iodio durante l'allattamento

Una madre che allatta deve sostenere la produzione intensiva di ormoni tiroidei prendendo preparati di iodio. La mancanza di oligoelementi nel corpo dei bambini è patologie pericolose del sistema nervoso e cardiovascolare. Pertanto, durante l'intero periodo di lattazione, assumere 1 compressa (200 μg) di iodomarina al giorno.

Per quanto tempo prendere Iodomarin per l'allattamento, decide il medico. La necessità di una terapia dipende dallo stato tiroideo della donna e del bambino. Allo stesso tempo, si tiene conto del fatto che il livello di iodio nel latte materno è 30 volte superiore rispetto al plasma sanguigno.

Durante l'allattamento, è necessario monitorare il benessere del bambino. Con sintomi di sovradosaggio, il trattamento con Iodomarin viene interrotto. Un eccesso di iodio nel corpo del bambino è indicato da:

  • gonfiore;
  • ingiallimento della pelle;
  • pianto;
  • disturbi del sonno;
  • rigetto del seno;
  • feci molli;
  • iperattività.

I cambiamenti nel comportamento del bambino sono la base per contattare un pediatra. Un sovradosaggio di Iodomarin è accompagnato da segni di allergia alimentare, eruzioni cutanee.

Chi non dovrebbe assumere Iodomarin

Lo iodomarina è un farmaco farmaceutico che in alcuni pazienti provoca effetti indesiderati e malattie secondarie. Controindicazioni alla nomina di compresse durante la gravidanza sono:

  • ipersensibilità allo ioduro di potassio;
  • dermatite erpetiforme;
  • diatesi emorragica;
  • grave tireotossicosi;
  • adenoma autonomo della tiroide;
  • tubercolosi polmonare.

Con la tireotossicosi latente, il farmaco viene assunto in dosi fino a 150 μg di ioduro di potassio al giorno. Se a una donna viene diagnosticato un gozzo diffuso durante la gravidanza, la dose massima giornaliera è di 300-100 mcg di farmaco.

Lo iodomarina non è usato per il cancro alla tiroide e l'ipotiroidismo. L'eccezione si applica solo alle malattie causate da condizioni di carenza di iodio..

Reazioni avverse e overdose

Un sovradosaggio di iodomarina durante la gravidanza non è meno pericoloso della carenza di iodio. Si manifesta intossicazione, che è indicata dai seguenti sintomi:

  • colorazione delle mucose in viola scuro o marrone;
  • dolore nell'intestino;
  • feci molli;
  • disidratazione;
  • impurità insanguinate nelle feci;
  • stato di shock.

Il sovradosaggio cronico di iodomarina porta allo iodismo. Questa condizione patologica è accompagnata da:

  • congiuntivite;
  • eruzioni cutanee simili all'acne;
  • gonfiore delle mucose;
  • congestione nasale;
  • agitazione nervosa;
  • gusto metallico in bocca;
  • febbre.

La somministrazione profilattica di ormoni contenenti iodio durante la gravidanza raramente provoca reazioni avverse nelle donne. Ma a volte l'assunzione di farmaci a dosi superiori a 200 mcg porta a:

  • gonfiore delle ghiandole salivari;
  • angioedema (edema di Quincke);
  • tachicardia;
  • ansia senza causa;
  • diarrea;
  • aumento della sudorazione;
  • eruzioni cutanee;
  • dolore epigastrico;
  • disturbi del sonno;
  • tremore alle mani;
  • irritabilità.

I componenti attivi di Iodomarin superano facilmente la barriera placentare e penetrano nel corpo dei bambini. Pertanto, è necessario rifiutare di assumere il medicinale con elevata sensibilità allo ioduro di potassio o ad effetti indesiderati.

L'abuso di Iodomarin durante la gestazione è irto di gozzo e ipotiroidismo nel bambino.

Analoghi del farmaco

Esistono molti agenti contenenti iodio simili per effetto terapeutico allo iodomarina. Per prevenire la carenza di iodio e le patologie tiroidee durante la gestazione, vengono utilizzati:

  • Iodovital;
  • Antistramine;
  • Microiodide;
  • Iodio normale;
  • Attività allo iodio;
  • Ioduro Farmak;
  • Ioduro di potassio Reneval;
  • Iodtirox;
  • Yodex.

Non ci sono analoghi strutturali di Iodomarin con esattamente la stessa composizione chimica. I sostituti importati e nazionali contengono altri eccipienti. Alcuni provocano reazioni allergiche. Pertanto, prima di iniziare la terapia, è necessario consultare il proprio medico.

Durante la gravidanza, gli endocrinologi consigliano di assumere farmaci con un contenuto minimo di componenti altamente allergenici - Lactogon, Iodine Balance.

La durata della terapia deve essere concordata con il medico.

Lo iodomarina è uno dei farmaci efficaci per prevenire la carenza di iodio. È prescritto dal 70% dei pazienti durante la gravidanza. Il trattamento viene effettuato con l'assunzione insufficiente di iodio con il cibo - fino a 300 mcg / giorno. A causa di possibili effetti collaterali, le compresse vengono assunte in un dosaggio prescritto da uno specialista. Non è possibile estendere la terapia senza consultare un endocrinologo. Il trattamento a lungo termine con iodomarina a una dose superiore a 1 mg / die è pericoloso a causa di una diminuzione della sintesi degli ormoni tiroidei e dell'ipotiroidismo.

Iodomarin

Struttura

Lo iodomarina contiene 100 o 200 μg di iodio sotto forma di ioduro di potassio (ioduro di potassio), nonché componenti ausiliari: lattosio sotto forma di monoidrato (lattosio monoidrato), carbonato di magnesio di base (carbonato di magnesio), gelatina (gelatina), amido carbossimetilico di sodio (carbossimetil sodio amido), biossido di silicio colloidale (biossido di silicio colloidale), magnesio stearato (magnesio stearato).

Modulo per il rilascio

Lo iodomarina è una compressa cilindrica piatta, bianca, di forma rotonda, con un rischio e uno smusso.

  • Iodomarin 100 è confezionato in bottiglie da 50 o 100 pezzi (in una confezione da 1 bottiglia).
  • Iodomarin 200 è confezionato in blister da 25 pezzi (in un pacco da 2 o 4 blister).

effetto farmacologico

Correzione della carenza di iodio.

Farmacodinamica e farmacocinetica

L'uso di iodomarina è indicato per il trattamento e la prevenzione delle malattie della tiroide.

Lo iodio è un minerale essenziale per il corpo umano, un oligoelemento vitale, senza il quale la normale attività della ghiandola tiroidea (ghiandola tiroidea) è impossibile..

I suoi ormoni regolano il lavoro del cervello, del cuore, dei sistemi nervoso e vascolare, delle ghiandole mammarie, delle ovaie nelle donne e dei testicoli negli uomini, assicurano il corretto corso dei processi metabolici nel corpo (comprese proteine, carboidrati e grassi), sono attivamente coinvolti nel metabolismo energetico, nonché responsabile della crescita e del normale sviluppo del bambino.

L'uso di iodomarina consente di compensare la carenza di iodio in caso di assunzione insufficiente di esso nel corpo con il cibo, che è particolarmente importante durante l'infanzia, durante i periodi di gestazione e allattamento, nonché per le persone che vivono in zone geochimiche con terreno e acqua poveri di iodio.

Lo iodio che penetra nel corpo in quantità fisiologiche consente di normalizzare le dimensioni della tiroide nei bambini e nei giovani adulti, nonché il rapporto tra gli ormoni tiroidei T3 e T4 e il livello di ormone stimolante la tiroide..

Dopo la somministrazione orale, lo iodio viene quasi completamente assorbito nell'intestino tenue, dopo di che viene distribuito nello spazio intercellulare per 2 ore e si accumula nella tiroide, nelle ghiandole salivari e mammarie, nei reni e nello stomaco.

La concentrazione nel plasma sanguigno dopo l'applicazione della dose standard di p / os è compresa tra 10 e 50 ng / ml, mentre la concentrazione di iodio nel latte materno, nella saliva e nel succo gastrico è 30 volte superiore alla sua concentrazione nel plasma sanguigno.

La ghiandola tiroidea contiene il 75% di tutto lo iodio contenuto nel corpo (da 10 a 20 mg).

Dal corpo, lo iodio viene eliminato principalmente insieme all'urina e anche - in misura minore - ai polmoni e al contenuto intestinale.

Indicazioni per l'uso

Indicazioni per l'uso del farmaco:

  • prevenzione del gozzo endemico (associato a insufficiente iodio nell'habitat);
  • prevenzione della ricorrenza del gozzo dopo la fine di un ciclo di trattamento conservativo con preparazioni di ormoni tiroidei o rimozione chirurgica;
  • trattamento del gozzo eutiroideo indotto da carenza di iodio (non tossico diffuso) in bambini, adolescenti e adulti di età inferiore ai 40 anni.

Controindicazioni

Le controindicazioni all'uso di iodomarin sono:

Con adenoma tiroideo tossico (sindrome di Plummer), gozzo nodulare, l'uso del farmaco in dosi superiori a 300 mcg al giorno è controindicato. Un'eccezione è la necessità di nominare un blocco iodato della tiroide prima dell'intervento chirurgico su questo organo.

Si consiglia di evitare la prescrizione di fondi:

  • durante la terapia con iodio radioattivo;
  • pazienti con diagnosi di carcinoma tiroideo, nonché se si sospetta un tumore canceroso.

Lo iodomarina può essere assunto con ipotiroidismo??

Lo iodomarina per l'ipotiroidismo è prescritto solo nei casi in cui quest'ultimo si è sviluppato in un contesto di grave carenza di iodio.

Effetti collaterali

Il trattamento del gozzo diffuso non tossico nei neonati, nei bambini e negli adolescenti, nonché l'uso di iodomarina a scopi profilattici (a qualsiasi età), di norma, non provoca effetti collaterali.

In rari casi, sullo sfondo di un uso prolungato del farmaco, è possibile lo iodismo: infiammazione asettica della pelle e delle mucose nell'area in cui viene escreto lo iodio (nell'area dei seni paranasali, delle ghiandole salivari, del tratto respiratorio).

Si manifesta sotto forma di sintomi "catarrali" (lacrimazione, congiuntivite, naso che cola, tosse, "febbre da iodio", ecc.), Bronchite, comparsa di un sapore metallico in bocca e un odore caratteristico dalla bocca, aumento della salivazione, orticaria, aumento della sete, colorazione cavità orale, diarrea, convulsioni, debolezza, vertigini, dolore e sensazione di bruciore alla gola, un'eruzione cutanea speciale (iododerma) e acne “iodio”. Il vomito è giallo o blu.

In casi estremamente rari, possono svilupparsi dermatite esfoliativa o edema di Quincke..

Quando si utilizza il farmaco in una dose superiore a 150 mcg / die, l'ipertiroidismo latente (mascherato) passa spesso in una forma manifesta (vero ipertiroidismo).

L'uso prolungato del farmaco in una dose superiore a 300 mcg / die può provocare tireotossicosi indotta da iodio (in particolare, è altamente probabile che si sviluppi in pazienti anziani che hanno una storia di gozzo per un periodo sufficientemente lungo; in presenza di una malattia di base o di gozzo nodulare ).

Istruzioni per Iodomarin (metodo e dosaggio)

Istruzioni per l'uso Iodomarin 100

Per prevenire il gozzo, Iodomarin per i bambini di età inferiore a 12 anni (compresi i neonati) deve essere assunto 1 / 2-1 compresse / giorno La dose giornaliera per i pazienti di età superiore a 12 anni è di 1-2 compresse / giorno..

Durante la gravidanza e l'allattamento, si consiglia l'assunzione di 2 compresse al giorno. Iodomarina 100 (200 mcg / giorno).

Per prevenire la ricaduta del gozzo, assumere 1-2 compresse / giorno.

Regime posologico per gozzo eutiroideo:

  • pazienti di età inferiore ai 18 anni (compresi i neonati) - 1-2 compresse / giorno;
  • adulti sotto i 40 anni - 3-5 compresse / giorno.

Le compresse devono essere assunte per via orale dopo un pasto con molti liquidi. Per i bambini, il farmaco viene precedentemente disciolto nel latte o nel succo di frutta.

A scopo profilattico, si consiglia di bere iodomarina per diversi anni. Se indicato, il farmaco può essere prescritto a vita.

Il trattamento del gozzo nei neonati prevede l'assunzione di compresse per 14-30 giorni, di norma tutti gli altri pazienti (bambini, adolescenti e adulti) devono assumere il farmaco da sei mesi a un anno. In alcuni casi, potrebbe essere necessario un trattamento più lungo..

Istruzioni per l'uso Iodomarin 200

Per la prevenzione della carenza di iodio e del gozzo endemico (nei casi in cui la quantità di iodio che entra nel corpo di un adulto non superi 150-200 mcg / giorno), è necessario assumere:

  • ¼-½ tab./giorno (50-100 mcg / giorno) - per bambini di età inferiore a 12 anni (compresi i neonati);
  • ½-1 tab./giorno (100-200 mcg / giorno) - per pazienti di età superiore a 12 anni;
  • 1 compressa / giorno (200 mcg / die) - per le donne in gravidanza e durante l'allattamento.

Per prevenire il ripetersi di gozzo con carenza di iodio dopo tiroidectomia, nonché dopo aver completato il corso della terapia con preparazioni di ormoni tiroidei, ai bambini e agli adulti vengono prescritti giornalmente 1-2 compresse / giorno.

Il trattamento del gozzo eutiroideo prevede l'assunzione di:

  • da 100 a 200 microgrammi di iodio al giorno (½-1 compressa di Iodomarin 200) - per i bambini;
  • da 300 a 500 microgrammi di iodio al giorno (da 1 ½ a 2 ½ compresse) - per adulti.

Come prendere Iodomarin 200?

Si consiglia l'assunzione delle compresse dopo i pasti. Vengono lavati con una quantità sufficiente di liquido, ad esempio un bicchiere d'acqua. Per i bambini di età inferiore ai tre anni (compresi i neonati), le compresse devono essere macinate in polvere prima della somministrazione.

L'assunzione del farmaco come misura preventiva è generalmente raccomandata da diversi mesi a diversi anni, spesso per tutta la vita. Per il trattamento del gozzo nei neonati, di solito sono necessarie da 2 a 4 settimane, per i bambini più grandi e gli adulti - da sei mesi a un anno o più.

In generale, il medico curante decide individualmente il dosaggio e la durata del farmaco per la prevenzione o il trattamento delle malattie della tiroide.

Overdose

I sintomi di un sovradosaggio di Iodomarin sono:

  • vomito riflesso (in questo caso, il vomito è blu, a causa della presenza di componenti contenenti amido nel cibo);
  • colorazione delle mucose in marrone;
  • diarrea (possibilmente melena, cioè feci nere e catramose);
  • mal di stomaco.

Nei casi più gravi sono possibili disidratazione e shock. Ci sono stati anche casi di stenosi dell'esofago e insorgenza del fenomeno dello "iodismo".

In caso di intossicazione acuta, al paziente viene mostrata la lavanda gastrica con soluzione di amido, una soluzione di tiosolfato di sodio al 5% o proteine ​​(fino a rimuovere tutte le tracce di iodio), terapia anti-shock, la nomina di un trattamento sintomatico per correggere l'equilibrio idroelettrolitico disturbato.

In caso di intossicazione cronica, interrompere l'assunzione del farmaco.

Con l'ipotiroidismo indotto dallo iodio, lo iodomarina deve essere sospeso. In questo caso, il trattamento mira a normalizzare il metabolismo prescrivendo preparati di ormoni tiroidei.

Se, sullo sfondo dell'uso del farmaco, si sviluppa una tireotossicosi indotta da iodio in forma lieve, il paziente non richiede un trattamento specifico. In casi più complessi, è necessaria la terapia tireostatica (va ricordato che il suo effetto è sempre ritardato).

Con crisi tireotossica, sono necessarie cure intensive, plasmacitosi o rimozione della tiroide.

Interazione

L'eccessivo contenuto di iodio diminuisce e l'inadeguatezza aumenta l'efficacia del trattamento dell'ipertiroidismo con farmaci tireostatici. In relazione a ciò, prima di bere questi farmaci, così come durante il trattamento dell'ipertiroidismo, dovresti - ove possibile - evitare di assumere iodio in qualsiasi forma.

D'altra parte, i farmaci tireostatici inibiscono la trasformazione dello iodio in un composto organico nella ghiandola tiroidea e, quindi, possono causare gozzo.

La terapia combinata con alte dosi di iodio e preparati contenenti sali di litio può provocare ipotiroidismo e gozzo.

Alte dosi di iodomarina in combinazione con diuretici risparmiatori di potassio possono causare iperkaliemia..

Condizioni di vendita

Condizioni di archiviazione

Le compresse vengono conservate a una temperatura di 10-25 gradi Celsius fuori dalla portata dei bambini..

Data di scadenza

istruzioni speciali

L'iperkaliemia può svilupparsi con la terapia iodomarina in pazienti con insufficienza renale..

La composizione delle compresse comprende lattosio, quindi non devono essere assunte in pazienti con deficit di lattasi, intolleranza al galattosio o sindrome da malassorbimento di glucosio-galattosio.

Analoghi di Iodomarin

I sinonimi di Iodomarin 100 sono: Antisturmina, Iodio Vitrum per bambini, Ioduro 100, Iodio Vitrum 100 μg, Iodandina 100 μg, Equilibrio di iodio 100 μg, Microiodide 100, Ioduro di potassio Reneval 100 μg.

Analoghi strutturali di Iodomarin 200: 9 mesi Ioduro di potassio, Vodio iodio 100 μg, Vitrum iodio 200 μg, Iodantino 200 μg, 200 μg di bilancio iodio, Microioduro 200, Ioduro di potassio Reneval 200 μg.

Equilibrio di iodio o iodomarina - che è meglio?

L'equilibrio di iodio e lo iodomarina sono farmaci generici. Dopo aver analizzato il motivo per cui viene loro prescritto come bere l'uno e l'altro rimedio, lo spettro delle controindicazioni, nonché le possibili interazioni farmacologiche, possiamo concludere che l'unica differenza tra i farmaci è una piccola differenza di prezzo (il bilancio dello iodio è leggermente più economico della sua controparte).

Iodomarina durante la gravidanza e l'allattamento

Le donne in gravidanza e l'allattamento hanno un aumentato bisogno di iodio.

Nel primo trimestre, quando si verificano la posa e la formazione dei principali organi e sistemi del bambino, l'assunzione insufficiente di questo microelemento può causare un cambiamento nel background ormonale nella madre e, di conseguenza, una formazione fetale compromessa (principalmente il cervello del bambino).

Nei bambini che non hanno ricevuto abbastanza iodio durante il periodo di sviluppo prenatale, sono possibili patologie dello sviluppo del sistema nervoso, problemi con la ghiandola tiroidea (fino alla comparsa di neoplasie in esso), difetti mentali e ritardo mentale.

Nelle prime fasi della gravidanza, il feto non ha la propria ghiandola tiroidea, quindi è completamente dipendente dagli ormoni della madre. Pertanto, per evitare problemi dopo il concepimento, i medici raccomandano di iniziare a bere preparati di iodio durante la pianificazione di una gravidanza (in modo ottimale - entro sei mesi, in modo che il corpo sia ben preparato per trasportare un bambino).

Inoltre, la carenza di iodio può innescare il lancio di un meccanismo protettivo: percependo la gravidanza come un carico aggiuntivo, il corpo della madre si sbarazzerà in ogni modo di esso. In casi particolarmente gravi, si verifica spesso un aborto spontaneo..

Quando si utilizza lo iodomarina per le donne in gravidanza e in allattamento, si deve ricordare che lo ioduro di potassio ha la capacità di penetrare nella placenta e nel latte materno. Pertanto, il farmaco deve essere assunto rigorosamente alle dosi raccomandate..

Il dosaggio durante la gravidanza, di norma, è il seguente - 200 mcg / die: Iodomarin 200 durante la gravidanza è prescritto per assumere 1 compressa al giorno, Iodomarin 100 - 2 compresse al giorno.

Recensioni su Iodomarin

Le recensioni su Iodomarin 100 e le recensioni su Iodomarin 200 sono per lo più positive. L'uso del farmaco a scopi medicinali può ridurre i sintomi della malattia, mentre assumono pillole a scopo profilattico, molte persone notano una diminuzione dell'irritabilità, un miglioramento della salute e della memoria generali e un aumento della concentrazione.

Non meno buone recensioni su Iodomarin durante la gravidanza. Nelle donne, l'uso di questo agente impedisce lo sviluppo di condizioni di carenza di iodio e malattie correlate, normalizza il flusso di proteine, lipidi e carboidrati e garantisce il normale funzionamento del cervello e del sistema cardiovascolare.

Per un bambino, un apporto sufficiente di iodio è la chiave per il normale sviluppo fisico e mentale.

In alcune recensioni, le persone scrivono che l'assunzione di Iodomarin li ha aiutati a portare il peso a livelli normali. Quindi, posso usare il farmaco per dimagrire? Gli endocrinologi rispondono a ciò che è possibile, ma solo secondo la testimonianza del medico.

In alcune situazioni, l'eccesso di peso è una conseguenza della ridotta funzione tiroidea, quindi non è possibile perderlo né con l'aiuto delle diete o con l'attività fisica.

Il produttore non consiglia l'assunzione di iodomarina per ipotiroidismo, tranne, tuttavia, nei casi in cui la malattia è associata a una chiara carenza di iodio.

Va ricordato che la regolazione della secrezione degli ormoni tiroidei è responsabile dell'ormone pituitario tirotropina, ma la regolazione dell'influenza dell'ipofisi sulla ghiandola tiroidea è responsabile degli ormoni dell'ipotalamo, che, a loro volta, sono controllati dalla corteccia cerebrale.

Gli ormoni tiroidei colpiscono anche la ghiandola pituitaria, l'ipotalamo, un numero di ghiandole endocrine, il corso dei processi metabolici, lo stato degli organi interni e i loro sistemi.

Pertanto, l'assunzione incontrollata di Iodomarin per perdere peso può provocare gravi violazioni del normale ritmo dell'attività della ghiandola tiroidea e, di conseguenza, l'intero sistema endocrino del corpo con tutte le conseguenze che ne conseguono.

Per una lieve stimolazione della funzione tiroidea e l'attivazione dei processi metabolici, si consiglia di rivedere prima la dieta integrandola con cibi ricchi di iodio (frutti di mare, cipolle, aglio, melanzane, barbabietole, ravanelli, cachi, pompelmi, ecc.), O almeno sostituire sale iodato regolare.

Lo iodomarina è usato come integratore alimentare. Puoi prenderlo per la perdita di peso solo dopo aver consultato un medico e non superare la dose raccomandata.

Prezzo di iodomarina, dove acquistare

Il prezzo di Iodomarin 100 nelle farmacie russe è di circa 145 rubli per un pacchetto di No. 100, il prezzo di Iodomarin 200 è di circa 215 rubli per un pacchetto di 100 e circa 135 rubli per un pacchetto di 50.

Quanto costa lo iodomarina in Ucraina?

È possibile acquistare Iodomarin 100 n. 100 in media per 70-77 UAH, il prezzo di Iodomarin 200 - da 58 UAH (per l'imballaggio n. 50)

Up