logo

"Una madre anziana", le labbra si contorcono, se una donna dà alla luce il suo primo figlio a 35 anni. "Si è legata troppo presto alla casa, ha dovuto vivere per se stessa", dicono le madri di 20 anni. Quando è il momento migliore per avere un primogenito?

Secondo Eurostat, l'età della "giovane madre" è aumentata negli ultimi 20 anni. Solo la metà delle donne nell'UE è diventata madre per la prima volta prima dei 29 anni. Il 40,6 per cento delle donne preferisce avere figli di età inferiore ai 39 anni. L'età media di una giovane madre ha 28 anni. La medicina ha prolungato la durata e la qualità della vita umana, ma quanto ci si può fidare della funzione riproduttiva?

Dal punto di vista della scienza

Ostetrici, ginecologi e scienziati ripetono costantemente: più giovane è la donna, maggiore è la probabilità che lei partorirà un bambino sano e il suo corpo non soffrirà molto. La gravidanza è un momento in cui il corpo di una ragazza è esposto a un carico pesante. Pertanto, più giovane è la ragazza, più velocemente si riprenderà dopo il parto. Con l'età, il numero di uova diminuisce e questo è materiale biologico insostituibile. Dato lo stile di vita di molte ragazze (alcol, fumo, cibo spazzatura, molti partner sessuali, uno stile di vita "notturno"), anche la qualità delle uova sta diminuendo. E se un uomo ha l'opportunità di "lavorare" sulla qualità del materiale biologico - per abbandonare le cattive abitudini e migliorare la composizione chimica del biomateriale, le donne non hanno tale opportunità.

Ricercatori all'università. Erasmo da Rotterdam per 30 anni ha analizzato i dati sulle gravidanze e sul parto di oltre 58 mila donne. Il risultato dello studio è stato il cosiddetto "calcolatore della fertilità" - un tavolo in cui una donna è la migliore per avere un primo figlio se vuole diventare madre due volte o tre volte. Dick Hubbema, uno dei ricercatori, ha affermato che i suoi colleghi hanno parlato dell'erroneità dello studio a causa della sua lunghezza nel tempo. Ma l'idea era di compilare non solo un "calcolatore della fertilità", ma anche di raccogliere informazioni da generazioni con altri valori, conoscenza dei contraccettivi.
Secondo i ricercatori, più una donna vuole avere figli, prima dovrebbe diventare madre. Se sogna una famiglia con tre figli, allora ha 23 anni. Se due - quindi fino a 27 anni.
Uno dei partecipanti allo studio, Alan Pacy, un professore dell'Università di Sheffield, sostiene che non puoi aspettare. Coloro che ritengono che il problema della gravidanza possa essere posticipato all'età di 30+ saranno delusi. È necessario parlare con ragazze delle scuole superiori e studenti delle scuole elementari in modo che inizino a pianificare la loro vita prima, tenendo conto della nascita di un bambino.

Dal punto di vista di psicologi e sociologi

I media scrivono materiale su celebrità - attrici, cantanti e altre personalità famose, che hanno portato il loro primo figlio dopo 30 anni. La ragazza ha pensato che "posso farlo anch'io." Ma i media non hanno riportato i dettagli di questo processo: quanti tentativi falliti, le difficoltà di sopportare, circa la fecondazione in vitro, il numero di tentativi di fecondazione in vitro. In una parola, l'intera "cucina" rimane dietro le quinte.

John Mirowski, un sociologo dell'Università del Texas ad Austin, sostiene: l'età biologicamente migliore per avere figli è 20+, ma nella società questo è visto da un punto di vista negativo. Se il primo bambino è apparso all'età di 20 anni o meno, è probabile che sia nato fuori dal matrimonio. Diventerà anche un ostacolo all'istruzione superiore e potrebbe causare la cristallizzazione dello stato negativo di una ragazza.
Anche se la ragazza è sposata, allora 20 anni è ancora troppo giovane per avere una prole, dice Mirowski. Il figlio di Michelle Norton è apparso all'età di 21 anni, ma quando le viene chiesto della sua età, dice che lei ha 25 o 27 anni. Sul blog "Early mom" Michelle ha scritto che in questo modo vuole evitare domande spiacevoli agli altri.

Mirowski aggiunge che oltre agli sguardi laterali degli altri, c'è un altro grave problema. "Molti ventenni non sono abbastanza responsabili per prendersi cura di un bambino", afferma John. Il professor Mirowski, tenendo conto del calcolo della maturità emotiva e dell'età biologica, afferma che l'età migliore per diventare madre per la prima volta è di 29 anni. A questo punto, una donna riceverà un'istruzione superiore, sarà in grado di fare una carriera, "vivere per se stessa" e costruire un rapporto forte con suo marito in modo che possano resistere alla "prova del primo figlio".

Cosa dicono gli storici

Secondo il censimento del 1897, oltre la metà delle spose in Russia non aveva più di 20 anni. Per una ragazza, spesso questa età aveva 13-16 anni. Una ragazza non sposata all'età di 19 anni era già considerata "obsoleta", le spose di 20 anni sono state completamente respinte come "stare in piedi nelle ragazze" e i 25 anni sono stati chiamati "secoli". Secondo questi dati, si può capire che le ragazze precedenti sono diventate madri quasi immediatamente, poiché "erano fisicamente pronte per questo" - cioè dall'età di 13 anni.

Una donna del XIX secolo, sposandosi tra i 16 ei 20 anni, divenne madre ogni 2 anni, mentre era in grado di farlo. a che ora una donna dovrebbe diventare madre, non ci sono articoli scientifici su questo argomento. Una donna potrebbe dare alla luce 15 bambini, dei quali non sempre sopravvivono tutti e 15. Nel libro di Boris Nikitin "Noi, i nostri figli e nipoti" c'è una simile affermazione: "La mamma deve essere forte. Gli spartani credevano che solo una madre forte avrebbe dato alla luce un guerriero forte. Secondo gli standard odierni, se una donna in fuga sviluppa una velocità di oltre quattro delle sue crescite al secondo, se alza le gambe da una vis alla barra orizzontale 5-10 volte di seguito e riesce a sollevarsi fino al mento, questo promette un parto più facile, più veloce e indolore. È utile per una futura mamma non solo "camminare all'aria aperta", ma anche correre, nuotare e fare ginnastica speciale ". Il libro è stato scritto nel 1978. Pertanto, prima una donna diventa madre, meglio è.

Come iniziano e vanno le prime nascite

Segni di una nascita in avvicinamento

La prima gravidanza è sempre accompagnata da eccitazione. Per monitorare lo sviluppo del feto, è importante registrarsi tempestivamente, visitare regolarmente un ginecologo e sottoporsi a esami. Il processo di consegna dipende in gran parte dal corso della gestazione.

La prima nascita inizia tra 38-42 settimane

Il fatto che presto una donna diventerà madre è indicato da segni caratteristici:

  • Alcune settimane prima della nascita, l'addome cade. Le donne attente notano cambiamenti visivi. Quasi tutte le mamme in attesa sentono come sta cambiando la loro condizione. Quando l'addome viene abbassato, il feto viene spostato nella cavità pelvica. Allo stesso tempo, la pressione sul tratto digestivo e sul diaframma diminuisce. La donna incinta nota che è diventata più facile respirare, ha smesso di tormentare il bruciore di stomaco, la sensazione di disagio durante il pasto è scomparsa.
  • In media, un sughero parte in una settimana. Questa educazione si trova nella cervice e durante la gravidanza protegge il feto dalle infezioni. Visivamente, il sughero ricorda un grumo di muco e il suo volume totale può raggiungere i 50 ml. Il colore del nodulo può variare dal trasparente al marrone e lo scarico avviene in parti.
  • Per 1-3 giorni, il peso corporeo diminuisce. Poco prima della nascita, la futura mamma può notare un calo di peso. È associato a un cambiamento nel background ormonale, in virtù del quale il liquido in eccesso lascia il corpo. Oltre alle squame, la scomparsa dell'edema e la maggiore voglia di urinare possono indicare questo.

I tempi dei precursori della nascita possono variare da caso a caso. Alcuni potrebbero non notare che il tappo si sta allontanando, poiché ciò accadrà nella prima fase della consegna. Altri possono anche notare dolore osseo pelvico causato dalla loro divergenza. Molti sperimentano disagio nell'addome inferiore, causato da un aumento dei movimenti fetali..

Come riconoscere le contrazioni dell'allenamento

Tutte le future madri dovevano sapere di false contrazioni. Quando si porta il primogenito, può essere difficile riconoscerli. Molte donne, sentendo dolore e disagio alla settimana 20-25, hanno paura. È necessario essere preparati al fatto che in questo momento ci sono il cosiddetto "allenamento" o le contrazioni di Brexton - Hicks.

Una caratteristica distintiva di questa condizione dal periodo di lavoro attivo è la mancanza di stabilità. Le contrazioni di allenamento dello strato muscolare uterino si verificano spontaneamente e scompaiono altrettanto rapidamente. La futura mamma sente il mal di stomaco. Molti lo paragonano alla pietrificazione. Allo stesso tempo, le sensazioni di scoppio appaiono nel bacino, ma non dovrebbero essere accompagnate da dolore o secrezione di liquidi.

La gravidanza con il primo figlio ha meno probabilità di finire con un parto pretermine.

I combattimenti di allenamento si verificano spesso in risposta a un irritante - durante l'attività fisica, la guida, mentre si fanno i compiti. Mentre ti avvicini alla nascita, la futura mamma avvertirà più spesso false contrazioni dell'utero.

Quanto tempo e come inizia la prima nascita

La consegna è considerata urgente - avvenendo in tempo - se iniziano nell'intervallo da 37 a 42 settimane. La madre media, in cui il portamento ha avuto luogo senza complicazioni, partorisce in un periodo di 39-40 settimane. È possibile determinare la data di un evento importante approssimativamente dalla data dell'ultima mestruazione.

Un parto di emergenza senza complicazioni inizia normalmente con contrazioni produttive dell'utero o scarico di liquido amniotico. In questa fase, è necessario contattare immediatamente l'ospedale o chiamare un'ambulanza.

Se una donna va all'istituzione ostetrica prima di 37 settimane con contrazioni produttive, il personale medico agisce in base alla situazione. Quando ti consente di interrompere il processo e ritardare la consegna, viene utilizzata questa opportunità. Le nascite che iniziano in un periodo da 22 a 37 settimane sono considerate premature.

Accade che non accada nulla a 42 settimane. In questo caso, viene eseguita la stimolazione, la cui tecnica dipende dalle condizioni del paziente.

Per quanto tempo

Le donne incinte sono particolarmente preoccupate per il problema di come avviene la nascita. Nessun esperto può dire in anticipo per quanto tempo dovrà apparire un bambino. La durata normale media della prima nascita va da 9 a 12 ore.

Il parto rapido è caratterizzato da una durata più breve. In questo caso, la futura mamma partorirà in 4-6 ore. Con questo risultato, alle donne viene data particolare attenzione nelle nascite successive, in quanto possono essere ancora più veloci.

Il processo di consegna potrebbe essere ritardato. Quando appare il primogenito, questo accade abbastanza spesso.

In questa situazione, la consegna dura più di 12 ore e spesso richiede l'uso di stimolanti. Con un processo prolungato, è importante monitorare le condizioni del feto, poiché può deteriorarsi bruscamente.

La procedura di consegna comprende periodi, ognuno dei quali ha una durata media. Devi capire che l'orario standard è approssimativo e può variare per ogni donna in travaglio.

Come capire che il parto è iniziato

2 eventi possono indicare l'inizio del parto: il deflusso di liquido amniotico e l'inizio di contrazioni regolari. Di solito non c'è alcun problema con il deflusso dell'acqua, poiché è abbastanza difficile confondere questo evento con qualcosa. Un'altra cosa, quando si tratta della cosiddetta perdita di liquido amniotico. Questa è una situazione in cui l'integrità della vescica fetale è leggermente disturbata e il liquido amniotico viene rilasciato in piccole porzioni. Questo è il motivo per cui una donna che ha prestato attenzione al costante scarico abbondante acquoso dovrebbe consultare urgentemente un ginecologo. Esiste un test amniotico che consente di distinguere il liquido amniotico dalle altre secrezioni. Tale test viene anche venduto nella rete di farmacie, ma è meglio contattare immediatamente uno specialista.

La differenza tra combattimenti regolari e combattimenti di allenamento è che i veri combattimenti si verificano dopo determinati periodi di tempo uguali, aumentando gradualmente in frequenza e durata. Non svaniscono quando sono immersi in un bagno caldo e quando assumono antidolorifici. Una donna in una situazione del genere dovrebbe registrare l'ora dell'inizio dell'incontro e la sua durata. Se l'intervallo tra loro è di 5 minuti o meno, allora è tempo di andare in ospedale.

Esiste ancora un sintomo terribile come il sanguinamento, che è anche la ragione della chiamata immediata di un'ambulanza e di un ricovero in ospedale di emergenza, ma questa è già una variante della patologia e non ci soffermeremo su di essa.

Il primo periodo è il processo di apertura della cervice

L'apertura della cervice è necessaria per garantire il passaggio senza ostacoli del bambino attraverso il canale del parto. La contrazione è una contrazione crescente delle fibre muscolari negli strati dell'organo genitale. Il tono appare in uno dei segmenti dell'utero e si diffonde gradualmente su tutta la superficie. In questo momento, il collo si contrae, seguito da una piccola apertura.

La nascita del primo figlio spesso richiede più tempo del successivo

All'inizio del travaglio produttivo, l'apertura del collo è aperta di 1-2 cm Per diverse ore, la durata degli episodi di ipertonicità aumenta e il divario tra loro diminuisce. Il primo periodo di lavoro è diviso in due fasi:

  • stadio latente - divulgazione fino a 4 cm;
  • fase attiva - divulgazione al massimo

La parte iniziale della nascita è la più lunga. Termina quando la cervice cessa di essere sentita..

Il secondo periodo - settimanale - la nascita del primo figlio

Le future madri hanno più paura del secondo stadio del parto, ma di solito non dura più di 30 minuti. Quando trasportano un primogenito, la maggior parte delle donne non capisce come un bambino possa passare attraverso il canale del parto. La struttura fisiologica, i cambiamenti ormonali, i riflessi muscolari e il lavoro degli ostetrici aiutano in questo.

Nel secondo periodo, la donna in travaglio sente uno sforzo. Di solito in questo momento il paziente viene trasferito nella sala parto. Alcune cliniche praticano il parto in acqua o in verticale. Questo momento è concordato in anticipo..

L'espulsione del feto si verifica durante lo sforzo e la contrazione dello strato muscolare dell'organo genitale. Il primogenito di solito nasce dopo 2-4 tentativi. In caso di complicanze, gli ostetrici utilizzano l'intervento strumentale come indicato: episiotomia o estrazione sotto vuoto.

Il terzo periodo - la nascita del posto di un bambino

Pochi minuti dopo aver rimosso il bambino dalla donna in travaglio, si verificano nuovamente contrazioni involontarie dell'utero. Sono necessari per espellere la placenta con le membrane fetali. Normalmente, ciò dovrebbe accadere da solo, ma alcuni casi richiedono la separazione manuale del posto del bambino.

È importante che i medici si assicurino che tutti gli elementi risultino intatti. In caso di violazione dell'integrità della placenta, esiste un rischio elevato che una parte del posto del bambino rimanga nella cavità uterina. Ciò minaccia sanguinamento, infezione e richiede un successivo intervento chirurgico. Il parto termina con il trattamento degli organi genitali interni ed esterni.

Condizione dopo il parto: caratteristiche del periodo postpartum

Nei primi minuti dopo il completamento, alla donna viene fornita l'assistenza necessaria. Se la situazione lo richiede, vengono applicati punti di sutura, antibiotici, ormoni per ridurre l'utero, vengono introdotti farmaci per prevenire l'emorragia postpartum.

Entro 2-3 ore, il paziente è sotto la supervisione di professionisti medici. Durante questo periodo, il freddo viene applicato all'addome per fermare l'emorragia. In assenza di complicanze dopo 2-3 ore, il paziente viene trasferito nel reparto.

Successivamente, viene organizzato un soggiorno separato del neonato o insieme alla madre, a seconda delle condizioni di entrambi.

Si consiglia di applicare il bambino sul petto più spesso, poiché la stimolazione dei capezzoli provoca una contrazione dell'utero. Le statistiche mostrano che le donne che allattano guariscono più velocemente. Entro una settimana dalla nascita del bambino, la madre coniata di recente può sentire movimenti addominali simili ai movimenti fetali. Sono causati dalla funzione intestinale. Nel periodo postpartum, è necessario monitorare la regolarità della minzione, poiché le urgenze espresse sono generalmente assenti.

Dopo la prima nascita, che non è stata accompagnata da complicazioni, vengono dimessi dal 4 ° al 5 ° giorno. In precedenza, il paziente veniva esaminato su una sedia e veniva eseguita un'ecografia pelvica. Individualmente, il medico fornisce raccomandazioni per il recupero e, se necessario, prescrive farmaci.

La prima nascita è una procedura entusiasmante. È importante avere buon umore e obbedire agli ostetrici. È indispensabile preselezionare un'istituzione ostetrica. Dopo la dimissione dall'istituto ostetrico, una donna deve visitare il ginecologo locale entro e non oltre 2 mesi dopo.

Quando dare alla luce? Gli scienziati hanno definito l'età ideale per la comparsa dei bambini

In alcune situazioni della vita, la scelta è generalmente ovvia. Se usare un preservativo durante il primo sesso con un nuovo partner (sì), se c'è shawarma da un chiosco dubbioso lontano dalla civiltà (no). Ma quando è il momento di avere un bambino (e ne vale la pena) - per molti, il problema è discutibile. Cosa dice la scienza al riguardo?

A prima vista, la risposta è ovvia: non esiste un'età che sia l'ideale per tutti. Su questo argomento, sarebbe possibile chiudere, se non per una circostanza: la fertilità non dura una vita. Ecco perché puoi scegliere l'età in cui la gravidanza sarebbe passata con conseguenze minime negative per la salute..

Un po 'di teoria

È importante ricordare che una donna nasce con un set completo di uova: in media ce ne sono 1-2 milioni. Teoricamente, puoi rimanere incinta dopo la prima mestruazione, con la quale il corpo mostra che è pronto. Quindi è disponibile l'intera serie di uova. Ma ovviamente, questa è una cattiva opzione, e vietata nella maggior parte dei paesi, dove l'età del consenso inizia più tardi. Il corpo, forse, è pronto, ma tutto il resto... In generale, le gravidanze adolescenziali e i primi bambini sono costose sotto tutti gli aspetti, e non solo per una giovane madre.

Pertanto, l'età migliore per dare alla luce bambini dai 20 ai 30 anni. Durante questi anni, il corpo è completamente sviluppato, la salute non è rovinata, sono presenti responsabilità e altre qualità necessarie. In media, dopo 32 anni, la fertilità sta diminuendo e dopo 37 questo processo sta accelerando. Una donna di età inferiore ai 40 anni ha in media il doppio delle possibilità di rimanere incinta nei giorni favorevoli rispetto a una che ha più di 20 anni. Ma in generale, puoi dare alla luce un bambino sano prima della menopausa, che si verifica tra i 50 e i 55 anni.

La gravidanza dopo i 30 (e più lontano, il più forte) è associata ad un aumentato rischio di anomalie cromosomiche come la sindrome di Down e può anche terminare con un parto prematuro o essere accompagnata da diabete gestazionale. Naturalmente, questo non significa che non dovresti nemmeno provare, devi solo tenere a mente queste funzionalità. Invece, le statistiche mostrano un risultato interessante. Uno studio condotto nel Regno Unito ha scoperto che i bambini di età compresa tra 10 e 11 anni nati da madri di età compresa tra 35 e 39 anni, in media, hanno capacità cognitive più sviluppate rispetto ai bambini piccoli. Ciò è dovuto principalmente a un più alto livello di istruzione dei genitori e a una migliore situazione finanziaria..

E altri aspetti?

Quindi, la natura "vota" per la gravidanza tra i 20 e i 30 anni. Ma nel nostro tempo di infinito colpo e moda per una lunga educazione, non tutti partoriranno senza rimanere saldamente in piedi. Ecco perché anche i fattori sociali devono essere presi in considerazione. Se una donna avrà un bambino in futuro, puoi iniziare a pianificare in anticipo. Ad esempio, scopri quante uova hai: hai tempo di manovrare prima che sia troppo tardi.

La decisione finale in ogni caso spetta alla donna. La scienza ha fatto molti passi avanti e può aiutare sia le madri molto giovani che quelle molto mature, ma se possibile è meglio non ritardare: con la nascita di un bambino, tutto è solo all'inizio.

L'età ideale di una donna per il parto

Circa 30 anni fa si credeva ancora che se subito dopo il matrimonio la ragazza non fosse rimasta incinta, allora qualcosa non andava e il parto dopo 25 anni è molto tardi. Ora una donna incinta non sorprende nessuno nemmeno dopo 40 anni. Le ragazze moderne vogliono vivere per se stesse, spensierate, risparmiare un po 'di capitale, qualcuno sta comprando un appartamento, una macchina.

Certo, ognuno può gestire la propria vita come vuole, solo i medici e gli psicologi su questo argomento hanno le proprie opinioni e argomenti.

Punto di vista ufficiale della medicina

I medici, a differenza degli psicologi, hanno le loro opinioni sull'età ottimale per il parto. Il corpo femminile inizia a fiorire dall'età di 19 anni, è completamente pronto per la gravidanza:

  • la formazione degli organi genitali interni è stata completata con successo;
  • le ovaie mantengono un livello normale di ormoni;
  • i muscoli della vagina hanno raggiunto la fermezza e l'elasticità desiderate;
  • le ossa pelviche sono sufficientemente mobili, il che è importante durante il parto;
  • la stampa addominale è forte e può aiutare i tentativi;
  • la ragazza non ha ancora malattie croniche;
  • durante il parto, fondamentalmente, non ci sono lacune e complicazioni;
  • le giovani donne guariscono più velocemente.

Molti ginecologi consigliano di partorire fino a 30 anni. Più la donna è anziana, meno è probabile che rimanga incinta. Oltretutto:

  • spesso tali donne in travaglio non assistono alla data di scadenza;
  • potrebbe esserci un complicato decorso della gravidanza;
  • le donne di età superiore ai 30 anni hanno il 20% in più di probabilità di avere complicanze.

Un'altra sfumatura importante: a questa età, aumenta il rischio di avere un bambino con patologia o malattia congenita.

Cosa dicono i sociologi

Dopo un'indagine su donne con istruzione superiore tra i 29 e i 34 anni, è stato rivelato che quasi tutti gli intervistati hanno posto la carriera e il benessere materiale al primo posto.

Non puoi discutere con i fatti

Fisiologia

Con l'avvento delle mestruazioni, la gravidanza può già verificarsi, ma il corpo stesso a questa età non è ancora pronto per un tale carico. Esiste il rischio di complicanze a carico dei reni e del cuore, il parto naturale potrebbe non essere possibile a causa di una divergenza impropria delle tende da sole pelviche.

Lo sviluppo completo termina all'età di 18 anni. Ma dopo 25 anni, il corpo inizia a invecchiare. Il livello di progesterone è ridotto. Il testosterone, al contrario, sta diventando più grande e questo è il rischio di non informare il bambino.

Totale - fisiologi per 20-25 anni.

Psicologia

Il parto richiede un cambiamento nella loro vita abituale per il benessere del bambino. Molte ragazze che decidono di partorire non sono psicologicamente pronte per questo. In seguito, questo può portare a antipatia per il proprio figlio, pretese a lui o provocare depressione di una giovane madre e cattive relazioni in famiglia.

Solo acquisendo l'esperienza sociale necessaria e superando (preferibilmente) un test di volontà puoi diventare genitori.

Totale - 24-27 anni.

Sociologia

Il piccolo uomo ha bisogno non solo della cura e dell'amore di sua madre, ma ha anche bisogno di vestiti, medicine, pannolini, giocattoli e molto altro. Al giorno d'oggi, tutto questo non è così economico.

Quindi all'inizio è importante decidere su un lavoro a tempo indeterminato e guadagnare credibilità lì per avere un supporto finanziario affidabile per prendersi cura di un piccolo familiare.

Totale - 25-28 anni.

A proposito di gravidanza precoce

Non è fortemente raccomandato rimanere incinta e partorire prima dei 16-18 anni. Una ragazza di questa età non ha ancora raggiunto il pieno sviluppo fisico. La formazione della placenta fetale richiede ormoni progesterone ed estrogeni, che non sono sufficienti nel giovane corpo. Possibili complicazioni, lacrime, sanguinamento uterino.

Il futuro papà non può sostenere finanziariamente la famiglia, causando le esperienze della ragazza incinta, il turbamento del suo sistema nervoso e la depressione.

Da parte degli psicologi, esiste un divieto categorico, poiché la ragazza non ha una prontezza morale per una vita difficile e responsabilità materne.

Incinta a 30-40 anni con il suo primo figlio

Le donne di questa età sono abbastanza responsabili, si stanno preparando per l'imminente maternità consapevolmente e meditatamente. Frequentano le lezioni nella clinica prenatale, monitorano attentamente la loro salute e il loro regime. Inoltre, si sono preparati finanziariamente e hanno fiducia nel loro futuro prospero..

Ma una diminuzione dell'ormone estrogeno dopo 30 anni può ridurre la probabilità di concepimento o causare una complicanza complessa durante la gravidanza. Questa condizione è accompagnata da edema, diminuzione della pressione, presenza di proteine ​​nelle urine, che può provocare una nascita prematura o la morte di un bambino non ancora nato.

Inoltre, i tessuti che diventano meno elastici possono strapparsi, questo richiederà operazioni ostetriche ausiliarie, non innocue. Può iniziare prematuramente a separare la placenta, lasciare presto l'acqua, non abbastanza forza per il parto, sanguinamento uterino, ipossia del cervello del bambino.

Spesso un bambino nato da una madre dopo 30 anni ha disabilità fisiche e mentali e la madre corre il rischio di sviluppare il cancro al seno o il diabete.

È pericoloso partorire dopo 40 anni

Di solito, i medici non accolgono con favore tali nascite, ma non ce ne sono così tante: solo il 50% delle donne è in grado di rimanere incinta e gli aborti spontanei sono più comuni. Gli stessi rischi e complicazioni rimangono come dopo i 30 anni..

Nascono soprattutto bambini sani, ma la probabilità di patologie congenite è alta. Un bambino può anche nascere con la sindrome di Down. Ma l'oncologia degli organi pelvici, queste donne si ammalano meno spesso. Oltre a ciò, vivono più a lungo..

Gli psicologi, a loro volta, temono che una madre secolare sarà troppo patrocinata e coccolerà un bambino, privandolo dell'indipendenza.

Quanti anni hanno la prima gravidanza in diversi paesi?

Gli statistici hanno stabilito che ora le donne partoriscono per la prima volta 4-5 anni dopo rispetto a 20 anni fa, cioè più spesso dopo i 25. Ciò è evidente soprattutto nei paesi europei:

  • Ragazze bulgare e rumene - nel 25-26,
  • Spagnolo e italiano - 30-31,
  • Russi - nel 26-27.

Totale, l'età media va dai 20 ai 26-27 anni. La cosa principale è che tutti i bambini previsti nascono prima dei 30-34 anni.

Pro della prima nascita a 34 anni per la mamma

  1. La donna è in buona salute, poiché è più coscientemente sottoposta a esami medici e nel corso delle sue malattie croniche.
  2. Il corpo è ringiovanito dal rilascio di ormoni.
  3. Da un punto di vista psicologico, una donna di questa età ha una psiche stabile, una relazione già stabilita con il suo partner e una conoscenza affidabile per la corretta educazione di un bambino.

Tutti gli scienziati hanno opinioni diverse sull'età ottimale per la prima nascita. Ma tutti concordano sul fatto che la ragazza dovrebbe maturare non solo fisicamente, ma anche psicologicamente. Deve completare la sua istruzione, acquisire una specializzazione, acquisire esperienza lavorativa e non dipendere finanziariamente da nessuno..

Ma in generale, ogni donna ha il diritto di scegliere quando darle alla luce. La cosa principale è tenere conto di tutti i rischi e cercare di far crescere il bambino sano, felice e amato da mamma e papà..

Tarda gravidanza Quanti anni posso dare alla luce?

Lidia Yudina, AMF: Leyla Vladimirovna, un significativo aumento del tasso di natalità non si è ancora verificato. La demografia è un problema sociale o medico.?

Leyla Adamyan: Quando una donna decide di partorire, è guidata dalla situazione nella sua famiglia e nel suo paese. Pertanto, la demografia è principalmente un problema sociale, perché dipende dalle condizioni materiali, dallo stile di vita, dalle condizioni di lavoro, dai piani per il futuro. Tuttavia, stiamo aumentando il numero di coppie sterili, quindi il contributo medico al problema demografico è molto elevato. Una storia a parte è la mortalità materna, perinatale e infantile. Questi sono i principali indicatori con cui viene valutata l'assistenza sanitaria in tutti i paesi del mondo. Nel nostro paese, il tasso di natalità è aumentato e il livello di mortalità infantile e materna è diminuito. La creazione di una rete di centri perinatali in cui la mamma e il bambino possono ricevere qualsiasi tipo di assistenza medica è il progetto più ambizioso che è stato realizzato nel settore sanitario negli ultimi anni..

Il parto è stress

- 32 centri perinatali in tutto il paese - non tanto, considerando quanti ospedali maternità rurali sono chiusi.

- Sono contrario alla chiusura di piccoli ospedali di maternità dove sono presenti personale medico e attrezzature connesse. Ma come ostetrico-ginecologo con 45 anni di esperienza, so quante complicazioni possono verificarsi durante il parto e quindi penso che una donna incinta dovrebbe essere indirizzata all'ospedale di maternità o al centro perinatale dopo l'esame, dove può essere fornita un'adeguata assistenza medica.

- Sempre più donne durante il parto possono essere attribuite a persone anziane.

- In precedenza, le cosiddette donne di 30 anni nel lavoro. Ora in Russia, così come in tutto il mondo, spesso partoriscono più vicino ai 40 anni. Il termine "vecchio nato" è in passato, ma il problema non è scomparso. Le attività riproduttive devono essere affrontate in tempo. All'età di 40 anni, le donne accumulano malattie (cardiovascolari, ginecologiche) che danno un contributo indesiderato durante la gravidanza e il parto.

- La gravidanza e il parto sono stress per il corpo anche in giovane età e nelle donne mature, quelle croniche possono peggiorare e spesso possono insorgere nuove malattie. Ringiovanisci non il parto, ma la gioia di avere un bambino. Tuttavia, i medici, indipendentemente dall'età, supportano una donna che prevede di partorire. Soprattutto quando si tratta di prime nascite. Dopotutto, la gravidanza e il parto per le donne fungono da vaccino contro tutte le malattie. È stato dimostrato che, ad esempio, l'allattamento al seno è di grande importanza non solo per il bambino (fornendo un'immunità stabile alle infezioni e adattamento all'ambiente esterno), ma anche per la madre, perché (questo è dimostrato dalla scienza e dalla pratica) serve come prevenzione delle malattie del seno.

Congelare e dare alla luce

- Recentemente ci sono state informazioni secondo cui tutte le donne in travaglio nel nostro paese saranno sottoposte a test genetici obbligatori..

- Ho un doppio atteggiamento nei confronti di questo. Gli esami possono essere inclusi nella procedura per fornire assistenza medica solo dopo che appare la fiducia nella loro affidabilità..

- Quanti anni considerano i medici critici per la gravidanza??

- 38 anni sono considerati un'età critica nella pianificazione della fecondazione in vitro. In questo momento, la donna ha un bell'aspetto e si sente bene, ma gli esami mostrano già un esaurimento della fornitura di follicoli e tessuto ovarico.

Tuttavia, non dobbiamo dimenticare le caratteristiche individuali del corpo. La differenza tra passaporto ed età biologica può essere molto significativa. Ci sono donne che rimangono in stato di gravidanza indipendentemente all'età di 50 anni e ci sono quelle che sono costrette a ricorrere alla fecondazione in vitro molto prima. Una donna può scoprire con precisione il suo limite riproduttivo superando un esame (analisi per il livello degli ormoni sessuali, ultrasuoni per determinare la riserva ovarica delle ovaie e un esame del sangue per l'ormone antimuller).

- I medici possono aiutare una donna a prolungare la sua età riproduttiva oggi??

- Oggi una donna può partorire a qualsiasi età. In primo luogo, l'efficacia della fecondazione in vitro è del 30-35% (che corrisponde alla probabilità di una gravidanza naturale) e cresce di anno in anno. In secondo luogo, ogni donna che non pianifica una gravidanza nei prossimi anni ha l'opportunità di ricorrere alla crioconservazione - congela le sue uova, il tessuto ovarico o gli embrioni per usarle in futuro. Questa procedura è raccomandata per le donne con cancro prima di iniziare il trattamento, nonché per coloro che, per ragioni oggettive, non stanno pianificando una gravidanza nel prossimo futuro. Nel nostro paese ci sono già bambini nati dopo la crioconservazione.

Quale delle stelle è diventata madre dopo 40 anni

46 anni: Ilze Liepa. Ha dato alla luce una figlia a 46 anni e dopo 3 mesi è tornata sul palco.

44 anni: Olga Kabo. Ha dato alla luce un secondo figlio - un figlio - a 44 anni.

42 anni: Olga Drozdova. Ha dato alla luce un figlio a 42 anni. Lui e Dmitry Pevtsov hanno provato a dare alla luce un figlio di 15 anni di matrimonio.

41 anni. Kristina Orbakaite. Ha dato alla luce un terzo figlio - figlia - a 41 anni.

41 anni. Marina Mogilevskaya

Ha dato alla luce una figlia a 41 anni. Sognavo un bambino dall'età di 30 anni, ma rimandavo a lungo a causa del lavoro.

40 anni: Svetlana Permyakova. Ha dato una figlia a 40 anni. Per molto tempo non sono riuscito a trovare un candidato adatto per il ruolo di marito.

Tarda gravidanza Quanti anni posso dare alla luce?

2 marzo 2020, 16:20 ["Argomenti della settimana"]

Per la maggior parte della popolazione del nostro paese, i bambini sono un dono precoce del destino. Il canale RT ha scoperto che in media nelle famiglie piene e felici il bambino appare all'età di 26 anni madre. Quando 20 anni fa, le donne hanno preferito partorire in 19-21 anni. Coloro che sono rimasti svegli fino a questi anni erano molto preoccupati per la loro vita personale. Ora le statistiche delle donne russe durante il parto mostrano che stanno lentamente posticipando la comparsa dei bambini a causa delle ambizioni di carriera. La stessa cosa accade nei paesi europei, dove 30-35 anni sono considerati l'età normale per la creazione di una famiglia.

Ma se alcune ragazze prendono questa decisione consapevolmente, allora il 10% delle donne russe ha problemi con la gravidanza nei loro giovani anni. Alcune coppie divorziano a causa della sterilità di entrambi i partner, qualcuno prende figli da orfanotrofi. E ci sono fortunati a cui vola la cicogna dopo 35-40 anni. Oggi ne parleremo. Pertanto, se stai cercando la risposta alla domanda: "A che età può partorire una donna?" - congratulazioni, l'hai trovato.

  • Pro e contro: quanti anni è in ritardo per partorire?
  • Quando è tardi per partorire?
  • Quanti anni posso rimanere incinta??
  • Quanti anni posso dare alla luce?
  • Quanti anni ha il parto sicuro??

L'incredibile storia di una donna indiana durante il parto:

Omkari Panwar - questo è il nome della donna più anziana del mondo dall'India. La sua storia è sorprendente ed è un'altra discussione per le giovani madri. Durante la vita di una donna, sono nate solo ragazze. Omkari sognava un erede, ma c'erano sempre meno possibilità e tempo. All'età di 70 anni, Panvar decise di sottoporsi a una procedura di fecondazione in vitro. La domanda "per quanto tempo puoi partorire" - non era interessata. I medici hanno avvertito che questo è un grande rischio per la vita di non una giovane donna indiana, ma è riuscita a insistere da sola. Inoltre, ha speso i suoi ultimi soldi, venduto un toro, terra e preso un prestito. Alcune settimane dopo, i ginecologi hanno confermato che gli embrioni sono nell'utero e sono in gravidanza. Dopo 8 mesi, nacquero due bambini. Ragazzo e ragazza. Così, Omkari Panvar è diventata la madre più anziana ed è entrata nel Guinness dei primati.

In che misura ciò sia opportuno e corretto, lei lo sa solo. Valutare negativamente un simile atto in qualche modo non è molto, dire che è giusto è in qualche modo sbagliato... In ogni caso, la donna indiana ha dato al mondo due nuove persone. La cosa principale è che il loro destino abbia successo, perché la madre è lontana da un giovane e la vita dovrà imparare senza di lei.

A che età dare alla luce un bambino, tutti i pro e i contro

Le donne che partoriscono dopo i 35 anni sono chiamate "primipare secolari". Tuttavia, il parto dopo i 40 anni è incluso negli standard e nessuno condanna tali decisioni. Solo i medici possono avvertire di gravi pericoli, difficoltà nella via della "tarda madre". Come abbiamo scritto in precedenza, la tendenza alla nascita tardiva proveniva da Europa e America. Le donne degli Stati europei e americani credono che inizialmente il loro dovere debba essere realizzato nella vita. Impara completamente, costruisci una carriera di successo, goditi i momenti della giovinezza e poi preparati per il primogenito. Se il parto diventa in ritardo per questi motivi, allora tutto è super.

Ma c'è un rovescio della medaglia. In Russia, ci sono sempre più donne malate che al momento non possono rimanere incinta o partorire. Resta da sperare in costose moderne tecnologie riproduttive. E loro, come sai, non sono economici.

Sfortunatamente, non possiamo aiutare le donne che soffrono di problemi di riproduzione con consigli. Ma per i professionisti della mamma, il sito web "Argomenti della settimana" ha trovato tutti i vantaggi e gli svantaggi della tarda gravidanza.

+-
1. Gli psicologi hanno dimostrato che a livello psicologico una donna è pronta a partorire da più di 30 anni. All'età di 30-35 anni, percepisce la sua "posizione incinta" in modo più positivo. Non si deprime, cerca di monitorare le condizioni fisiche. Trasporta e alleva il bambino con calma, dandogli più tempo delle giovani madri.
2. A che ora partorire per ringiovanire? Dopo i 35 anni! Dicono che questo è un mito comune, ma per niente. Durante la gravidanza, le donne producono molto ormone estrogeno. Tonifica il tessuto muscolare, rinforza le ossa e minimizza il rischio di ipertensione. Passiamo di nuovo allo sfondo psicologico delle donne. Avendo partorito a 35-40 anni, si sentono più giovani perché sono giovani madri e non nonne di 40 anni.
3. Ci sono molti cambiamenti fisiologici e chimici interni positivi. Nelle madri successive, il livello di stress diminuisce, le mestruazioni possono passare più facilmente, la menopausa arriva dopo. Abbassa il colesterolo e l'ictus..
1. È difficile rimanere incinta. Medici, gli scienziati avvertono sempre che rimanere incinta dopo i 35 anni sta diventando più difficile. La capacità di generare figli sta diminuendo. Inoltre, il bambino di una madre in ritardo può nascere con la sindrome di Down. La percentuale mostra: il rischio di avere un bambino giù nelle madri tardive è 9 volte maggiore.
2. Possono verificarsi problemi di salute. Soprattutto riguarda il diabete, l'ipertensione. Tali ostacoli si verificano nel 6% delle donne in ritardo nel lavoro. Ma molto spesso, la gravidanza ha successo e senza complicazioni. Le complicanze sono associate a una produzione insufficiente di ormoni all'età di 40 anni. Pertanto, se hai intenzione di partorire e hai già meno di 40 anni, assicurati di consultare un medico e consegnare tutti gli ormoni riproduttivi per l'analisi.
3. Le donne anziane prendono "otodnyaki" dal parto un po 'più a lungo rispetto alle giovani donne. Infezioni genitali, possono comparire sanguinamenti. Il latte materno viene prodotto peggio e i bambini vengono trasferiti all'alimentazione artificiale.

C'è un'affermazione neutrale per molti. Con la gravidanza legata all'età, il taglio cesareo viene eseguito più spesso, poiché i tessuti femminili interni non sono più elastici. Ma la futura madre deve decidere se è più o meno... "Ma non fa male" - come dicono i ginecologi.

A che età può partorire una donna?

Sergei Vasiliev, capo medico del secondo ospedale di maternità di Minsk, afferma che devi partorire prima dei 35 anni. Dopo 35 anni, una donna è invasa da varie malattie fisiologiche che possono causare la sindrome di Down in un bambino. Gli anni ottimali sono 25-28 anni, secondo il ginecologo.

Rimanere incinta e quanti anni puoi dare alla luce il tuo primo figlio?

Non è un problema tanto nell'età di una donna, ma nelle malattie che si manifesta dopo 40 anni. Questo può essere un forte aumento di peso, ipertensione, malattie cardiovascolari. Tutto influenzerà la salute del futuro bambino. Sebbene anche le giovani madri siano esposte a questi rischi.

Fino a che età non è troppo tardi per partorire - fino a 35 anni, quindi c'è una probabilità di complicanze della condizione della madre e del feto. Tuttavia, i medici fanno concessioni e aiutano a partorire all'età di 45-50 anni. Ma la probabilità di rimanere incinta da sola è del 15%, molto spesso ricorrono alla procedura di fecondazione in vitro e usano una cellula donatrice.

Lo stesso processo di gravidanza delle madri tardive, è consigliabile iniziare a 34-36 anni. Il corpo della donna è ancora giovane e può lavorare per due. Non sosteniamo che dopo 35 anni sarai perfettamente preparato psicologicamente e socialmente, ma la fisiologia richiede l'aspetto di un bambino in modo da non doverti preoccupare - fino a 26 anni. Se c'è un'opportunità e un desiderio di dare alla luce 30, fallo con tutti i mezzi.

Quanti anni ha una donna per dare alla luce bambini?

Come dimostra la storia della donna indiana di 70 anni, una donna può partorire fino alla fine. Ma la cosa è diversa. Tutto si basa sulla qualità della gravidanza, sulla sua tolleranza e, soprattutto, sulla capacità di rimanere incinta con l'aiuto di funzioni riproduttive personali e non utilizzando trattamenti costosi.

Il sociologo americano John Mirowski ritiene che l'età ideale per il parto sia di 29 anni. Fino all'età di 29 anni, una donna sarà in grado di laurearsi, costruire una carriera, trovare il suo quartiere sociale e controllare la sua relazione con suo marito usando il tempo. Le donne incinte di età superiore ai 30 anni hanno una situazione finanziaria stabile, hanno esperienza di vita e si stanno intenzionalmente avvicinando alla crescita di un bambino.

Anche i ginecologi sostengono questa opinione, perché fino all'età di 30 anni il corpo femminile ara non molto peggio che a 20. Ma prima della fine della gravidanza, raccomandano di rafforzare le loro condizioni fisiche e solo dopo - fertilizzano il bambino desiderato.

L'età in cui una donna può partorire dipende da come vive e da quali abitudini ha. Se una ragazza è riuscita a formare e desidera un figlio a 22 anni, allora perché no? E se ciò accadesse nel 35-40 - per favore! Basta sottoporsi all'esame e ottenere le raccomandazioni di un ginecologo, quindi dare una nuova vita felice a questo mondo.

Sostienici: l'unica fonte di ragione in questo momento difficile

Quanti anni è meglio avere un primo figlio?

Le cellule riproduttive femminili vengono donate a una donna nelle prime settimane dopo il suo concepimento. Le loro scorte stanno diminuendo ogni anno della loro vita..

Ogni donna ha il suo orologio biologico: qui tutto è individuale. È necessario monitorare la tua salute femminile. Fino a 30 anni, visitare un ginecologo vale 1 volta all'anno in assenza di lamentele. Dopo 30 anni - 2 volte all'anno.

La morte attiva dell'uovo inizia a 37-38 anni. Pertanto, è meglio dare alla luce il primo bambino prima di questa età. Certo, puoi partorire all'età di 18 anni, ma questa è raramente una gravidanza deliberata e desiderata.

Vale la pena pianificare la gravidanza per evitare rischi e minacce..

Prima del concepimento, dovresti controllare la tua salute e, se necessario, quindi guarire. Visita un ginecologo, un dentista, elimina le cattive abitudini e controlla una corretta alimentazione, escludi gli alimenti a rapida preparazione.

Il dott. Komarovsky ritiene che in assenza di problemi di salute per i genitori, vale la pena pianificare il concepimento tra gennaio e febbraio per dare alla luce in autunno. Ciò contribuirà a organizzare l'indurimento del bambino prima dei mesi invernali..

Se la salute non è molto buona, vale la pena provare a concepire in autunno, quando nella dieta c'è una quantità sufficiente di frutta e verdura e il corpo si riposa dopo i mesi estivi.

COSA DICONO LE STATISTICHE

Ed ecco come è cambiata l'età della madre alla nascita del primogenito nel mondo

L'età media della madre alla nascita del suo primo figlio nei paesi dell'OCSE, 1995 e 2014

QUANDO E CON QUALE DIFFERENZA È MEGLIO A NASCERE UN SECONDO E TERZO BAMBINO

Il secondo e il terzo figlio, di regola, sono già previsti. Pertanto, è possibile prevedere la differenza di età tra i bambini.

La differenza di età consigliata è di 3-4 anni. Il bambino più grande sa già come vestirsi, è, conosce le regole di comportamento nei luoghi pubblici. Molto può essere spiegato al bambino e capirà.

La differenza di 6-7 anni ha anche i suoi vantaggi. Il bambino più grande sta già andando a scuola ed è più facile per la mamma avere a che fare con il più giovane in sua assenza.

Vale la pena ricordare che maggiore è la differenza di età tra i bambini, minori saranno gli interessi e il terreno comune che avranno.

PRIMA DI RACCOMANDARE L'ETÀ

La nascita tardiva nel mondo moderno sta diventando la norma e l'età non è più un ostacolo.

Il corpo femminile conserva la fertilità fino a 45-50 anni. Pertanto, il secondo e il terzo figlio possono partorire in modo sicuro durante questo periodo.

Il livello di medicina e vita è cresciuto. Le donne che controllano la loro salute, conducono uno stile di vita attivo e mangiano il cibo giusto, e a 40 e 50 anni possono facilmente sopportare e dare alla luce un bambino sano.

I medici occidentali ritengono che una donna incinta di 40-50 anni possa essere paragonata a una ragazza in salute perché la gravidanza e il parto hanno un effetto curativo sul corpo..

Il rischio di ictus, il colesterolo è ridotto, la menopausa arriva più tardi e la menopausa è facile.

Il rettore dell'Istituto di psicologia perinatale Galina Filippova ritiene che il parto in età adulta dia ai genitori altri 15 anni di vita, prolungando la loro giovinezza psicologica. Raggiungono un obiettivo: educare e mettere in piedi il loro neonato.

Gli scienziati del Regno Unito scrivono che i bambini nati dopo i 40 anni sono più facili da adattare al mondo e più veloci dei loro coetanei. La ragione di ciò è che dopo i 40 anni i genitori sono più calmi ed equilibrati, non impulsivi e più attenti ai figli.

I compiti principali durante la tarda gravidanza:

Osservare un medico e sottoporsi a tutti gli esami in modo tempestivo.

Fai un test per le anomalie cromosomiche del feto e altre patologie.

Non aver paura del parto, non ascoltare nessuno e non prestare attenzione alle opinioni negative da.

Età riproduttiva: quanti anni può dare alla luce una donna

L'età ideale per la nascita del primo figlio è quella che è, perché dipende e qual è la ragione? Cento anni fa (per la storia non c'è un divario così grande) una donna che ha partorito il suo primo figlio a 25 anni è stata un evento raro. A questa età, la madre della famiglia è riuscita a dare alla luce almeno due figli, perché si sono sposati prima - dopo i 20 anni, le probabilità di un matrimonio felice stavano rapidamente calando.

Oggi non si può dire che il parto dopo i 25 anni sia troppo tardi. Inoltre, le statistiche mostrano che in Russia e nei paesi dell'ex Unione Sovietica, le prime nascite sono iniziate in media all'età di 25-26 anni. Si scopre che le donne sono rimaste incinte dopo aver ricevuto una professione e i primi anni di consolidamento sul posto di lavoro.

  1. Periodo favorevole: a quale età è meglio partorire
  2. Qual è l'età ottimale per la nascita del primo figlio
  3. Età adatta per avere un secondo figlio
  4. Il “soffitto” della maternità: quanti anni puoi dare alla luce
  5. Suggerimento: quanti anni puoi dare alla luce una donna (video)

Periodo favorevole: a quale età è meglio partorire

È impossibile dare una risposta monosillabica, poiché oltre alla fisiologia vale la pena prendere in considerazione i fattori sociali. Molte donne moderne decidono di rimanere incinta solo dopo aver ricevuto un'istruzione, hanno una propria abitazione, in una parola, una sorta di garanzie sociali, come si dice, in tasca. Allo stesso tempo, il modo di pensare occidentale non è stato ancora adottato: si stanno sempre più sforzando di dare alla luce dopo il 30 e in seguito, quando non sono stati risolti solo i problemi materiali e di carriera, ma anche l'esperienza del viaggio, la cosiddetta "vita per se stessi".

Se basato sulla fisiologia, il periodo riproduttivo di una donna può essere suddiviso in diversi sotto-periodi. Tutti sono adatti per la nascita di un bambino - le funzioni riproduttive funzionano, una donna è fisicamente in grado di concepire e dare alla luce.

Periodi di maternità:

  • 17-20 anni,
  • Da 20 a 30 anni,
  • Da 30 a 40 anni,
  • 40 anni e oltre.

Non ci sono consigli universali qui. Per qualcuno, lo sviluppo naturale degli eventi sarebbe la maternità precedente, quando una ragazza molto giovane decide di diventare madre. Senza istruzione, forse senza una base materiale stabile, tuttavia, una donna può facilmente decidere un bambino. E una certa percentuale di questi casi ha molto successo: in giovane età, il corpo si riprende rapidamente, non reagisce così bruscamente alla mancanza di sonno, la giovane madre riesce molto ed è ottimista per il futuro.

Ma dire che questo è il periodo più favorevole per la nascita di un bambino è chiaramente impossibile. La salute fisica può essere leggermente più avanti della vitalità psicologica, la cosiddetta genitorialità cosciente. A questa età, non tutte le ragazze comprendono che avere un figlio è completamente preparato per la genitorialità: comprendere gli aspetti dell'educazione, prendersi cura di un bambino, responsabilità 24 ore su 24.

Qual è l'età ottimale per la nascita del primo figlio

I ginecologi stessi ritengono che il secondo periodo dell'età riproduttiva di una donna (quello dai 20 ai 30 anni) sia il più adatto. A circa 25-26 anni, c'è un picco nella prontezza fisiologica e psicologica per la nascita di un bambino. Il corpo è ancora giovane, ma non in crescita, si sta solo preparando per il parto.

Qual è l'età favorevole di 25-27 anni,

  • Una donna non ha ancora malattie croniche che complicano la gravidanza,
  • Anche la salute ginecologica è normale a questa età (media),
  • Questa è una buona età per il concepimento, poiché ci sono ancora alcuni anni sani in riserva per le successive gravidanze.

Devi capire che questa età è considerata ottimale e perché è più facile concepire un bambino in questi anni. Le ovaie lavorano a piena capacità, ma dopo 30 le loro funzioni inizieranno lentamente a svanire. Quindi, oggi, per molte donne, all'età di 35 anni, le ovaie invecchiano prematuramente, la fornitura di uova è esaurita (vengono deposte prima della nascita della ragazza) e potrebbero esserci problemi con il concepimento.

Età adatta per avere un secondo figlio

In questo caso, viene preso in considerazione anche il fattore di recupero del corpo della madre dopo la prima nascita. È consigliabile che trascorrano almeno due anni tra le nascite. In questo caso, ci sono più possibilità per una gravidanza di successo e sarà più facile per la madre stessa sopportare il bambino quando il primo è cresciuto un po '.

Il periodo di 3-4 anni è considerato il periodo prenatale ottimale. Se la prima nascita è avvenuta nel periodo di 25-27 anni e la seconda - in 28-32 anni, sia psicologicamente che fisiologicamente, la donna rientra in una norma condizionale. Questo, ovviamente, non è altro che dati medi: gli scienziati hanno semplicemente calcolato in quali casi le donne si sono riprese più velocemente, quando le seconde nascite sono state più facili, ecc..

Inoltre, quando il secondo figlio nasce 3-5 anni dopo il primo:

  • L'utero "ricorda ancora" il primo processo di nascita, il canale del parto è più pronto per le nuove nascite, il che le rende più brevi e facili,
  • Non è così difficile per una donna sospendere psicologicamente la sua carriera, molti congedo di maternità di fila è molto più facile di un nuovo congedo di maternità dopo un altro scatto di carriera.

Bene, la nascita di un terzo figlio, se si vuole davvero mantenere la norma, non dovrebbe essere posticipata fino all'età di 35 anni. La cosa principale è che le donne valutino chiaramente le loro opportunità, i rischi e comprendano quanta energia è necessaria per la gravidanza successiva e per crescere un altro bambino. È più corretto imparare l'età consigliata non dai consigli medici generalizzati, ma dal tuo ginecologo e terapista.

Il “soffitto” della maternità: quanti anni puoi dare alla luce

Tutti sanno che in Europa e negli Stati Uniti, l'asticella dell'età riproduttiva femminile è in aumento. Grazie alle ultime tecnologie, ci sono sempre più donne specifiche per età nel lavoro e quando una donna ha figli dopo 45 anni, nessuno svenirà per la sorpresa. Se lo sfondo ormonale è in grado di supportare la gravidanza, una donna è sana, quanti anni ha - una domanda secondaria.

Ma i rischi sono rischi. Pertanto, è necessario valutare con fermezza la propria condizione - per essere esaminati più spesso, per capire che non tutto può funzionare la prima volta. Esiste la minaccia di dare alla luce un bambino con patologie genetiche, ma oggi può essere identificato in un momento adatto per interrompere la gravidanza. Questa non è la più grande consolazione, ma sia una donna che un uomo di età che decidono di rimanere incinta dovrebbero pensare in modo ragionevole e considerare possibili scenari..

Per dare alla luce un bambino sano, le donne in gravidanza devono:

  • Tempo di registrarsi e passare attraverso un elenco completo di esami, sarà più autentico dell'elenco delle future mamme in attesa,
  • Assicurati di consultare un genetista,
  • Anche prima della gravidanza, per risolvere i problemi delle malattie croniche,
  • Visita uno psicologo, se la futura mamma è irrequieta alla vigilia di un importante evento imminente, voglio parlare con qualcuno.

Quanto avere tutti i bambini al momento del parto è una questione puramente personale. Al giorno d'oggi, alle donne vengono date più opportunità per la maternità, la scadenza sta aumentando, è considerata la norma per partorire dopo i 40 anni. Età estrema, età media sono sempre più condizionate.

Suggerimento: quanti anni puoi dare alla luce una donna (video)

L'età normale per la gravidanza è quando consapevolmente, data la tua disponibilità psicologica, fisiologica e materiale, decidi di diventare madre. Idealmente, con il pieno accordo su questo problema con suo marito. E devi pensarci su non un paio di settimane, ma vieni coscientemente.

Up