logo

Durante la gravidanza, una donna passa molti test, iniziando con quelli generali: sangue, urina e terminando con quelli specifici, prescritti molto meno frequentemente per alcune indicazioni. Uno di questi studi è la cardiotocografia (CTG) - una misurazione della frequenza cardiaca (HR) e la reazione dell'attività cardiaca fetale alle contrazioni uterine.

CTG è un metodo altamente informativo che va quasi alla pari con l'esame ecografico e la doplepleometria. Secondo i suoi risultati, puoi vedere il quadro completo delle condizioni del feto in via di sviluppo, valutare il lavoro del sistema cardiovascolare e successivamente adottare le corrette tattiche di nascita e controllare pienamente il loro processo.

Volendo ricevere informazioni dettagliate sull'attività cardiaca del loro bambino, molte donne nella situazione si chiedono per quanto tempo dovrebbero fare CTG o con quale frequenza dovrebbe essere fatta questa diagnosi? Questo studio ha alcune caratteristiche, causate dallo sviluppo di organi e sistemi vitali del feto..

Informazioni sulla cardiotocografia fetale

CTG è uno studio ad ultrasuoni basato sull'effetto Doppler, in cui le onde vengono riflesse dagli oggetti in movimento. Con esso, la frequenza cardiaca viene misurata non solo a riposo, ma si notano anche cambiamenti sullo sfondo dei movimenti fetali, delle contrazioni uterine e anche sotto l'influenza di varie condizioni esterne. Tale esame, per la sua semplicità, assoluta innocuità e indolore, nonché un elevato contenuto informativo, viene utilizzato abbastanza spesso. È usato per monitorare le condizioni del bambino nell'utero ed è indispensabile in tutte le fasi del travaglio.

Quando è programmato un test cardiaco fetale?

Fino alla 18a settimana, l'attività cardiaca fetale non è regolata dal sistema nervoso autonomo e solo alla 19a settimana di sviluppo le terminazioni nervose parasimpatiche iniziano ad avvicinarsi al muscolo cardiaco. Ma solo allora l'attività motoria del bambino inizia a influenzare la frequenza cardiaca, riducendola. I nervi del reparto simpatico spuntano entro la settimana 28 e causano una reazione inversa: l'attività del bambino accelera il battito del suo cuore.

La procedura stessa può effettivamente essere eseguita da 23-24 settimane, ma non sarà possibile fornire una corretta interpretazione dei dati. In questo momento, un aumento o una diminuzione della frequenza cardiaca può essere dovuto all'ingestione di sostanze biologicamente attive dal corpo materno nel sangue fetale. E anche un chiaro ciclo di attività e il resto del feto non si è ancora sviluppato.

Appuntamento pianificato per il sondaggio

Alla domanda su quante settimane hanno CTG, è chiaramente indicato nell'ordine del Ministero della Salute, che recita: "Con una gravidanza normale, il primo CTG viene eseguito per 28 settimane e poi ogni dieci giorni".

Ma come dimostra la pratica, gli ostetrici che osservano il corso della gravidanza raccomandano di sottoporsi a CTG in assenza di violazioni 2 volte al mese, a partire da 32 settimane. Con una gravidanza complicata, vengono utilizzati altri intervalli.

Prescrizione per una gravidanza complicata

Per una gravidanza con complicazioni, ci sono le seguenti raccomandazioni per CTG, che dovrebbero essere seguite per controllare la situazione:

  • quando la gravidanza viene posticipata - ogni 4-5 giorni dopo la data stabilita di parto;
  • un conflitto di gruppi sanguigni o fattori Rh - due volte al mese;
  • con una diminuzione o un aumento del volume del liquido amniotico e dei difetti cardiaci - ogni settimana;
  • insufficienza fetoplacentare e tireotossicosi - settimanali.

Ogni 10 giorni, CTG viene messa incinta di un bacino stretto, con un feto grande, placenta previa senza sanguinamento. E anche con una storia di rosolia, ipertensione, processi infiammatori nel sistema genito-urinario. Assicurati di fare un CTG del feto alle future mamme dopo i 35 anni. Con una diminuzione dell'attività del feto o del suo congelamento per diverse ore dopo 32 settimane, la cardiotocografia viene immediatamente prescritta - potrebbe essere necessario causare un parto prematuro per salvare il bambino.

CTG - aiuto affidabile nella scelta delle tattiche del parto

La cardiotocografia non è una diagnosi fondamentale per la scelta della tattica del parto, ma grazie ad essa è possibile controllare la situazione e, prima del parto e all'inizio del travaglio. In molti casi, questo studio può contribuire alla scelta delle tattiche del lavoro. Poiché la procedura può essere eseguita spesso, esiste un'eccellente opportunità per prendere la decisione giusta nel più breve tempo possibile..

Se è stato pianificato di condurre il parto in modo naturale e il travaglio non inizia - la gravidanza viene ritardata, quindi il CTG viene eseguito:

  • nel giorno previsto o successivo;
  • con buoni risultati ogni 4-5 giorni.

All'inizio di 41–42 settimane, viene determinata una consultazione dei medici con le tattiche del parto: per eseguire la stimolazione, attendere ancora o applicare il metodo chirurgico. In una situazione del genere, vale sicuramente la pena fare CTG: questo ti permetterà di scegliere l'opzione migliore.

Come tenere sotto controllo la nascita?

La cardiotocografia durante il parto viene eseguita per tutte le donne, indipendentemente dalla situazione, in quanto ciò consente di identificare la minima violazione delle condizioni del bambino e, senza perdere tempo, se necessario, adottare misure di emergenza. Per le contrazioni del parto semplice, è necessario eseguire la procedura ogni 3 ore e in presenza di complicanze si consiglia più spesso o continuamente.

Lo studio offre l'opportunità all'ostetrico di capire come il bambino porta il carico alla nascita. La frequenza cardiaca tra le contrazioni è 110-160, quindi in presenza di ipossia, la frequenza aumenta al di sopra di 160 e quindi diminuisce. Questo è un tipo di segnale per i medici che è necessario stimolare il processo di nascita. A seconda della situazione, è possibile scegliere uno dei diversi modi per la consegna anticipata: metodo ostetrico, pinza o estrattore sotto vuoto, perineo- o episiotomia.

Condurre ricerche

La stessa procedura è abbastanza semplice nel suo modo di condurre e non richiede molto tempo. L'ostetrico determina il momento ottimale per eseguire CTG durante la gravidanza e spiega alla futura mamma come prepararsi per ottenere i risultati più informativi.

Formazione

Per sottoporsi alla procedura, la donna non ha bisogno di fare complicati metodi preparatori, abbastanza per dormire bene, mangiare e mantenere la calma. Lo stress o un cattivo umore possono portare a distorsioni nei risultati. Assicurati di visitare il bagno, dato che la procedura può richiedere fino a un'ora o anche un'ora e mezza.

Prima del CTG, si consiglia di mangiare cioccolato, poiché un aumento dello zucchero nel sangue della madre contribuirà all'attività del feto. Spesso ci sono situazioni in cui il bambino dorme durante la procedura e deve attendere che la fase del sonno passi alla fase di veglia, che impiega 30-40 minuti e prolunga significativamente l'esame. Un trucco così dolce risolverà questo problema..

Il medico deve informare la donna incinta che la procedura verrà eseguita in posizione prona o semi-seduta e raccomandare di portare con sé un cuscino, per una posizione comoda durante l'esame.

Per un po 'di tempo prima dell'inizio dello studio, devi camminare, allungare un po' - questo aiuterà a far uscire il bambino dalla fase di riposo.

I risultati più affidabili si ottengono durante la scia del feto. A causa dell'influenza di molti fattori sull'ottenimento dei test per CTG, vengono eseguite 2-4 procedure per diversi giorni per ottenere i risultati più accurati.

Procedura

Per una lettura di successo, una donna ha bisogno di sistemarsi comodamente su un divano - reclinabile o in posizione sul fianco. Non vale la pena sdraiarsi sulla schiena: è sia scomodo che può influire negativamente sui risultati.

Per ottenere una registrazione della frequenza cardiaca e delle contrazioni uterine del bambino, il diagnostico utilizza uno stetoscopio per trovare il luogo in cui i segnali cardiaci del bambino vengono monitorati in modo più accurato. Quando si usano le cinture, un sensore ad ultrasuoni viene fissato alle donne in gravidanza in questo punto sull'addome, che fissa il battito cardiaco fetale e un estensimetro viene installato nell'addome inferiore per catturare le contrazioni uterine.

Il battito cardiaco e le contrazioni uterine del bambino vengono registrati dai sensori ed elaborati dal programma del dispositivo, che vengono successivamente visualizzati sullo schermo del monitor. Molti dispositivi riflettono la frequenza cardiaca fetale e le contrazioni uterine in grafici separati..

C'è una minaccia per il bambino e per quanto tempo?

I dati ottenuti sono registrati su un supporto elettronico o cartaceo, simile a un nastro per un cardiogramma del cuore, e decodificati da uno specialista. Naturalmente, il medico che esegue la procedura vede immediatamente evidenti deviazioni e, se sono necessarie misure urgenti, lo segnala immediatamente.

In situazioni in cui le condizioni del bambino non sono critiche, i risultati possono essere dati alle mani della donna e viene inviata all'ostetrica con loro per ottenere un'interpretazione più approfondita e, se necessario, per successive raccomandazioni. E qui già ogni madre premurosa, interessata alla salute del suo bambino non ancora nato, può guardare il programma e conoscere le attività del suo cuore. In questo caso, è meglio avere un'idea delle norme e delle possibili deviazioni nel correntegramma.

Battito cardiaco

I valori massimi e minimi delle contrazioni cardiache del feto sono registrati sul cardiogramma, ma il medico-diagnostico è interessato all'indicatore medio, la cui norma è 110-160 battiti al minuto.

Variabilità

Dopo il ritmo cardiaco, si stimano la frequenza e l'ampiezza delle contrazioni cardiache del bambino. Sulla curva del tokogramma ci sono molti piccoli denti e diversi alti. Piccole sono le deviazioni dal ritmo basale. Normalmente, a 32–39 settimane non ci sono più di 6.

Ma contarli non è così semplice, quindi, molto spesso i medici danno una stima dell'ampiezza delle deviazioni, espressa in variazioni dell'altezza dei denti, la cui norma è di 11-25 battiti al minuto. Ridurre questo indicatore a o meno di 10 colpi può avvisare i medici.

Tuttavia, è necessario considerare quante settimane viene eseguita la CTG - se il periodo è inferiore a 28 settimane, questa non è una patologia. Se il periodo è più lungo, dovresti ripetere la procedura: forse il bambino era solo in uno stato di sonno. Il superamento della norma di questo indicatore può indicare l'aggrovigliamento del cordone ombelicale o la presenza di ipossia.

Accelerazione e decelerazione della frequenza cardiaca

Per valutare questo indicatore, i denti alti vengono studiati su un tokogramma a 32–38 settimane di gravidanza. Quando viene eseguita la procedura su dispositivi obsoleti, alla donna viene chiesto di premere un telecomando speciale mentre si sposta il feto. I dispositivi moderni non hanno già bisogno di questa azione: registrano automaticamente l'attività del bambino.

Quando un bambino si muove, il suo cuore inizia a battere più spesso e questo viene visualizzato sul grafico con un polo alto. Questo si chiama accelerazione e la sua norma è considerata almeno due in 10 minuti. L'accelerazione potrebbe non essere visualizzata durante lo studio, ma non farti prendere dal panico - forse il bambino sta solo dormendo.

Rallentamento: a 35–39 settimane sembra che le punte crescano. Non è necessario preoccuparsi se, dopo l'accelerazione, si verifica una decelerazione breve e superficiale, quindi il grafico ritorna al ritmo medio. Il pericolo sono rallentamenti di grande ampiezza. In questo caso, è necessario confrontare il primo programma con il secondo, su cui sono registrate le contrazioni uterine: possono rallentare il ritmo.

I vantaggi della cardiotocografia sono evidenti: grazie ad essa, puoi controllare le condizioni del feto, prepararti per la nascita imminente, identificare i problemi con lo sviluppo del bambino nel tempo e trovare soluzioni. Inoltre, la procedura è assolutamente indolore e innocua per la madre e il bambino, perché se la madre è preoccupata per la domanda se il CTG è dannoso o per quanto tempo è meglio sottoporsi, la risposta non è dannosa e il medico sceglierà il termine, guidato dal benessere della donna incinta e dalle norme prescritte.

CTG del feto durante la gravidanza

Uno degli studi importanti nel terzo trimestre è il CTG durante la gravidanza. Questo metodo di ricerca consente di valutare in modo completo le condizioni del feto, il bambino soffre di ipossia. Viene eseguito per quasi tutte le donne in gravidanza nel terzo trimestre, e specialmente in preparazione al parto, nonché nel processo del parto.

Qual è il CTG del feto durante la gravidanza

La cardiotocografia viene eseguita durante la gravidanza al fine di ottenere dati sulle contrazioni cardiache e sul lavoro del cuore fetale in combinazione con la sua attività motoria, contrazioni uterine e reazioni al feto..

Di solito, questo studio su donne in gravidanza è combinato con ultrasuoni e dopplerometria (uno studio speciale sul flusso sanguigno nei vasi della placenta, del cordone ombelicale e del feto).

Questi esami consentono di identificare eventuali anomalie durante la gravidanza che interferiscono con il normale sviluppo del bambino, il che consentirà al medico di prescrivere il trattamento in tempo.

Quando vengono prescritti CTG durante la gravidanza?

In casi speciali, gli specialisti possono raccomandare CTG durante la gravidanza da 29 settimane, ma di solito lo studio viene utilizzato dopo la 31a settimana di gravidanza, quando i risultati dell'esame rifletteranno i dati più affidabili..

Fino a questo momento, gli organi fetali sono ancora immaturi e i dati potrebbero non essere del tutto precisi e veri. Quando si esegue CTG, è auspicabile che il bambino sia relativamente calmo, poiché i risultati ottenuti con CTG dipenderanno anche dai suoi movimenti.

Pertanto, il momento esatto della procedura sarà determinato dal medico in base alle indicazioni. Pertanto, la risposta alla domanda sulla durata del CTG durante la gravidanza va dalle 30-32 settimane di gravidanza al parto.

Quanto spesso CTG durante la gravidanza?

Se durante la gravidanza vengono rilevate complicazioni, il CTG viene prescritto più spesso, fino al monitoraggio quotidiano - questo studio non danneggia il feto e la madre.

Inoltre, i CTG possono essere eseguiti anche durante il parto, questo è necessario nei casi in cui è necessario determinare le condizioni generali del bambino e decidere su un'ulteriore gestione del lavoro.

Sarà richiesto un controllo speciale per i bambini in nascite complicate, con entanglement cordonale o con altre patologie della gravidanza.

Come fanno i CTG durante la gravidanza

Il CTG durante la gravidanza è una procedura assolutamente sicura e indolore. Non danneggia né la madre stessa né il feto. Il CTG è particolarmente interessante per quelle donne che lo incontrano per la prima volta e sono interessate a quello che faranno.?

Prima di tutto, in ufficio, il medico chiederà alla donna di assumere una posizione comoda sdraiata o sdraiata, a volte seduta, in modo da poter trascorrere comodamente l'ora successiva. Sarà importante rilassarsi ed essere calmo. Diversi sensori sono collegati allo stomaco:

  • uno dei sensori a ultrasuoni, registrerà la frequenza cardiaca fetale;
  • il secondo è un estensimetro con cui verranno registrate le contrazioni delle pareti dell'utero;
  • potrebbe esserci anche un sensore aggiuntivo per l'agitazione o un pulsante nella mano della donna, che guadagna con ogni movimento distinto.

Esistono dispositivi moderni che registrano e analizzano i grafici, producendo risultati in un sistema a punti.

CTG durante la gravidanza: come prepararsi

Sebbene la procedura non sia difficile, necessita di alcuni preparativi.

Prima della procedura, dovresti avere un morso, poiché dovrai sederti a lungo senza muoverti davvero, andare in bagno e rilassarti, dimenticando tutti i problemi e gli eventi.

Assicurati di spegnere il telefono e di non parlare. Prima della procedura, vale la pena spostarsi un po 'in modo che il bambino non dorma e la registrazione abbia avuto successo.

Vale la pena familiarizzare con la procedura in modo da non cambiare la posizione del corpo molto più tardi e non influire sulla registrazione, poiché in media, la registrazione dura almeno mezz'ora e di solito circa un'ora.

Ciò è necessario per stabilire con precisione la frequenza delle contrazioni del cuore del feto e la reazione alla contrazione delle pareti dell'utero. I risultati più affidabili si ottengono in assenza di problemi durante la gravidanza.

A volte le donne ottengono un CTG scarso durante la gravidanza, mentre si sentono benissimo, e non ci sono deviazioni nello stato di gravidanza, questo richiede un secondo studio per escludere la fase del sonno fetale e influenzare gli effetti collaterali sui risultati..

CTG durante la gravidanza: normale

È importante "leggere" correttamente i dati ottenuti con CTG. Di solito, i risultati vengono registrati su un nastro speciale e la loro valutazione viene effettuata da un ostetrico-ginecologo.

I dispositivi moderni possono emettere immediatamente un modulo con risultati completi e una valutazione di CTG. I buoni risultati sono:

  • la frequenza delle contrazioni cardiache nell'intervallo di 108-160 battiti / min con uno stato calmo del feto e 125-180 battiti / min con agitazione. In questo caso, dovrebbe essere rilevato un ritmo cardiaco uniforme;
  • la diffusione della frequenza delle contrazioni del cuore va da 5 a 25 battiti / min;
  • raramente c'è un rallentamento delle contrazioni cardiache, mentre la diminuzione non supera i 15 battiti / min;
  • l'accelerazione della contrazione cardiaca si verifica non più di due volte per studio con un'ampiezza non superiore a 15 battiti / min;
  • il numero di contrazioni uterine non supera di oltre il 15% le contrazioni cardiache del bambino.

In presenza di 6-8 punti, vengono eseguiti esami ripetuti e rimozione del CTG, se il risultato è stabile, il bambino ha un'ipossia lieve e rimovibile.

Quando il numero di punti è 0-5, vengono poste gravi deviazioni nello sviluppo del feto, l'ipossia minaccia la sua vita e sono necessarie misure urgenti. In questo caso, alle donne in gravidanza viene immediatamente prescritta la terapia o il problema del taglio cesareo viene risolto (se si tratta di CTG durante il parto).

Il CTG durante la gravidanza è una procedura assolutamente innocua che consente di valutare in modo relativamente rapido e accurato le condizioni del bambino e durante il parto aiuta con ulteriori tattiche di gestione del lavoro.

Perché CTG durante la gravidanza, cosa mostra questo esame e come viene eseguito?

Per essere sicuri di un esito positivo della gravidanza, della salute del feto e successivamente del neonato, è necessario uno studio cardiotocografico (CTG) nelle future donne in gravidanza nel terzo trimestre.

Nella pratica ostetrica, il CTG durante la gravidanza viene eseguito nell'ordine delle misure pianificate per monitorare le condizioni della madre e del bambino. Dato il quadro clinico e determinate circostanze, l'esame viene eseguito 2 o più volte. Il numero di studi determinato dal ginecologo osservando la gravidanza.

Cos'è la cardiotocografia fetale??

Una donna che ha ricevuto in direzione LCD per CTG, non preoccuparti che questo studio durante la gravidanza possa in qualche modo danneggiare il bambino. Questa è una procedura assolutamente indolore e innocua progettata per registrare l'attività cardiaca fetale e le contrazioni uterine in dinamica. Per la ricerca CTG, viene utilizzata una tale combinazione di tecniche diagnostiche come la fonocardiografia contemporaneamente alla dopplerometria..

Ciò che mostra?

Durante CTG, la funzione cardiaca del bambino viene registrata da una sonda ad ultrasuoni con una frequenza di 1,5-2 MHz. I dati ricevuti vengono visualizzati per mezzo di segnali digitali, sonori e luminosi, nonché graficamente - su carta millimetrata.

Il risultato della cardiotocografia è rappresentato da due grafici:

  • un tachogramma che riflette la frequenza cardiaca fetale;
  • un isterogramma che registra l'intensità delle contrazioni uterine.

Per quanto tempo?

Il tempo in cui il CTG viene eseguito durante la gravidanza a volte è correlato alle circostanze che circondano il periodo gestazionale. Il periodo più comune per CTG fetale è la gestazione di 32 settimane. Lo studio consente di prescrivere tempestivamente la terapia necessaria per la conferma delle condizioni patologiche.

Alcuni esperti ritengono che un CTG di successo (con risultati affidabili) prima delle 32 settimane di gravidanza sia tecnicamente impossibile. Ma con il sospetto di varie patologie, i medici prescrivono uno studio quando il periodo è di 28 settimane ed eseguono CTG ripetuti fino al parto e persino durante il travaglio.

In quali casi è prescritto?

Oggi il CTG è un tale studio prenatale, che è incluso nell'elenco dei metodi standard per il monitoraggio dello sviluppo intrauterino, cioè viene eseguito in tutte le donne in gravidanza. È stato notato sopra in quale settimana di gravidanza eseguono CTG del feto come previsto - il 32. In precedenza, cioè dalla settimana 28, CTG può essere prescritto se:

  • c'è il rischio di parto prematuro;
  • si osservano patologie nello sviluppo della placenta;
  • il feto è inattivo;
  • cavo fetale intrecciato;
  • la madre ha una malattia cronica o una storia ostetrica gravata.

Com'è?

Dopo aver appreso come eseguire CTG durante la gravidanza, le donne si liberano delle preoccupazioni inutili e attendono la procedura, come il primo incontro con il bambino, poiché durante lo studio, i battiti del suo cuore saranno chiaramente udibili. Caratteristiche generali:

  1. La procedura CTG durante la gravidanza viene eseguita utilizzando un dispositivo speciale con due sensori dotati di cinghie.
  2. Usando le cinghie, i sensori sono fissati sull'addome di una donna incinta, uno cattura la frequenza cardiaca del bambino, l'altro reagisce al tono dell'utero.
  3. Il tachigrafo viene trasmesso attraverso l'altoparlante incorporato, quindi il battito del cuore del bambino viene trasmesso molto forte.

Nella maggior parte delle cliniche del KTG, si svolge su vecchie apparecchiature che non rispondono ai movimenti fetali, una donna deve monitorare indipendentemente l'aspetto della sua attività facendo clic su un pulsante speciale. Ciò provoca spesso risultati distorti, poiché la futura mamma potrebbe non notare un leggero movimento o non avere il tempo di premere il pulsante.

La stessa attrezzatura più moderna cattura i movimenti fetali e registra automaticamente i dati necessari. Una donna può solo mentire con calma dalla sua parte.

Quanto tempo ci vuole?

Nonostante il fatto che nel processo di ricerca CTG, una donna non sia tenuta a fare alcuno sforzo, molti di loro sono preoccupati per quanto tempo impiega questa procedura nel tempo. Ciò dipende dal successo dell'ottenimento dei dati, che può richiedere 30 minuti o 60. Poiché gli indicatori di dinamica sono importanti per la valutazione del quadro clinico, spesso si deve attendere a lungo per spostare il feto e persino indurlo a essere attivo se si scopre che il bambino si è addormentato. È impossibile prevedere il comportamento del bambino all'interno dell'utero, quindi, quanto CTG verrà fatto in tempo - il più delle volte dipende dal suo comportamento.

Come prepararsi per la procedura?

È utile che la futura mamma apprenda come prepararsi al CTG durante la gravidanza, in modo che durante lo studio non ci siano situazioni che lo richiedono. CTG non richiede preparazioni speciali. Dato il tempo della sua detenzione, una donna dovrebbe assicurarsi che durante la procedura nulla la distragga e la tormenti (sete, fame, ecc.). Ecco perché i medici raccomandano poco prima del CTG:

  • avere un morso leggero;
  • vai in bagno;
  • bevi un pò d'acqua.

Su richiesta della donna incinta durante lo studio, può trovarsi in posizione prona o reclinata, il che è importante per le donne con difficoltà respiratorie e altre caratteristiche.

Norme e interpretazione del risultato

Quando si riassumono e si valutano i risultati del CTG, vengono presi in considerazione diversi indicatori dello stato del feto:

  • frequenza cardiaca basale (FC): la frequenza cardiaca media del feto, o ritmo basale, fissata per almeno 10 minuti;
  • variabilità: l'ampiezza della frequenza cardiaca, un parametro complesso dell'attività cardiaca del bambino, che riflette la deviazione del ritmo dal basale, normalmente 5-25 battiti al minuto;
  • accelerazione - picchi nell'accelerazione della frequenza cardiaca corrispondente ai denti alti sul grafico, normale - 2 volte in 10 minuti durante l'agitazione;
  • decelerazione - rallentamento del ritmo (picchi inferiori dei denti), normale - superficiale o assente.

Sulla base di una serie di fattori, si forma una valutazione generale della PSP (un indicatore dello stato del feto) - da 0 a 3. Su questa scala, i valori di non più di 1 sono considerati CTG standard.

  1. I valori compresi tra 1 e 2 indicano il rischio di manifestazioni iniziali di anomalie nel feto.
  2. I valori da 2 a 3 aumentano la probabilità di gravi anomalie nel feto.
  3. Con PSP più di 3, si sospetta la sua condizione critica.

Esistono altre scale o sistemi di misurazione, ad esempio, proposti dagli scienziati Gauthier e Fischer. Secondo queste scale, le valutazioni dello stato al momento del CTG (32-34 settimane di gestazione) hanno la gradazione opposta:

  • quando si valuta CTG 8, 9, 10 punti - la norma;
  • 5-7 punti - il risultato è preoccupante;
  • 4 o meno punti - un'alta probabilità di violazioni significative.

I punti sono costituiti da vari fattori, tra cui la frequenza cardiaca fetale. Punti di riferimento per la decrittazione:

  • l'intervallo di valori normali della frequenza cardiaca nel 3 ° trimestre è di 110-160 battiti al minuto;
  • Una frequenza cardiaca fetale superiore a 200 battiti al minuto indica tachicardia e probabilità di disturbi della conduzione cardiaca;
  • Una frequenza cardiaca inferiore a 100 colpi è definita come bradicardia, che, di regola, è un sintomo di ipossia fetale, ma anche una reazione all'ipotermia materna, l'uso di alcuni farmaci da essa.

La bradicardia fetale durante il travaglio può anche verificarsi a seguito di una compressione prolungata della testa del bambino attraverso il canale del parto. Succede che i bambini che hanno avuto a lungo la bradicardia intrauterina sono nati senza anomalie patologiche, tra cui l'ipossia.

Recensioni Recensioni

Il fatto che il CTG sia una procedura sicura e indolore è anche indicato dalle recensioni di gestanti che hanno subito questo studio. La maggior parte delle donne descrive con entusiasmo i propri sentimenti quando ha sentito il battito forte di un piccolo cuore dentro di sé, ha ascoltato i movimenti del bambino, lo ha "rallentato" in modo che si svegliasse.

Molte future donne in travaglio, in particolare alla 40a settimana di gravidanza, hanno avuto un problema con un'attività insufficiente del feto, a causa della quale l'apparato CTG non è stato in grado di rilevare la frequenza cardiaca in dinamica. Le donne hanno condiviso la loro esperienza sul modo migliore per "svegliare" il bambino, farlo muovere (su consiglio degli ostetrici ZhK):

  • poco prima della procedura, bere succo, mangiare una mela, una carota o un cioccolato;
  • durante CTG - accarezzando o pettinando l'addome, toccandolo con le dita, spingendo leggermente;
  • respira profondamente.

Se l'apparato CTG riesce a registrare la frequenza cardiaca del bambino sia in uno stato calmo che con agitazione attiva e non vengono rilevate deviazioni, la procedura dura non più di 20 minuti.

Perché i CTG durante la gravidanza sono normali e cosa mostra

Il CTG o cardiotocografia è uno dei metodi di diagnosi prenatale ed è molto diffuso negli ostetricia moderna per la semplicità dello studio, l'assenza di effetti negativi sulla madre e sul feto, l'accessibilità e l'ottenimento di risultati affidabili e informativi. La base dello studio è la registrazione delle contrazioni cardiache fetali (frequenza cardiaca) e della sua attività motoria, nonché delle contrazioni uterine. Dopo aver registrato questi indicatori su un nastro di calibrazione, si ottiene una versione cartacea dei risultati CTG, che viene valutata dall'ostetrico-ginecologo e fa una conclusione. Sulla base delle conclusioni ricevute, il feto viene valutato e, in base alle indicazioni, viene emesso il trattamento o il trattamento urgente o di emergenza.

L'essenza della cardiotocografia

La frequenza cardiaca fetale viene valutata a riposo, durante lo spostamento e rispetto alle contrazioni uterine. Inoltre, la frequenza cardiaca e l'attività motoria di un bambino vengono valutate se esposte a fattori esterni. Pertanto, CTG e CTG non stress sono distinti usando stimoli esterni o test funzionali: cardiotocografia da stress. Dai test funzionali si applicano:

  • test di ossitocina - somministrazione endovenosa di una dose minima di ossitocina;
  • Test mammario - irritazione meccanica dei capezzoli;
  • test di atropina - somministrazione endovenosa di una piccola dose di atropina;
  • test acustico - esposizione a stimoli sonori;
  • test di palpazione - un tentativo di spostare l'estremità pelvica o la testa attraverso la parete anteriore dell'addome.

Quando si registrano gli indicatori, vengono visualizzati tre grafici su un nastro di carta - su uno, vengono registrate le contrazioni uterine, sul secondo - contrazioni cardiache fetali e sul terzo - i suoi movimenti. La ricerca cardiotocografica si basa sull'effetto Doppler - il riflesso delle onde ultrasoniche dalle parti contraenti del feto e dalle pareti dell'utero. Il sensore che rileva le contrazioni cardiache del bambino è ultrasonico e il sensore che registra le contrazioni uterine è tensometrico.

Date e ora del CTG

Uno studio cardiotocografico è prescritto da 30 a 32 settimane di gestazione. Ciò è dovuto alla formazione di una chiara connessione tra i movimenti del feto e la sua attività cardiaca e la comparsa di periodi di sonno e veglia del bambino. Pertanto, il tempo tra le 9:00 e i 2 giorni e dalle 19:00 a mezzanotte è considerato un momento favorevole per la ricerca.

Secondo la testimonianza (corso patologico della gestazione), il CTG viene eseguito prima, da un periodo di 28 settimane. Fino alla 28a settimana, lo studio non viene condotto, poiché è impossibile ottenere risultati chiari e affidabili..

Con una gravidanza normale, la cardiotocografia viene eseguita ogni 10 giorni. La presenza di complicanze della gestazione e l'ottenimento di risultati soddisfacenti da studi precedenti richiede una ripetizione del CTG dopo 5-7 giorni. Se viene rilevata la carenza di ossigeno nel feto, il CTG viene eseguito quotidianamente o a giorni alterni fino a quando il feto viene normalizzato durante il trattamento o per decidere su un taglio cesareo urgente / di emergenza. La cardiotocografia viene eseguita anche durante il travaglio, circa ogni 3 ore, sebbene sia consigliabile condurre l'intero primo periodo sotto la supervisione del CTG.

Come prepararsi allo studio

La preparazione speciale prima di cardiotocography non è effettuata. Ma la donna incinta viene introdotta alle regole che deve osservare alla vigilia dello studio:

  • fare colazione o cenare da 1,5 a 2 ore prima della rimozione del CTG (lo studio non viene eseguito a stomaco vuoto o immediatamente dopo aver mangiato);
  • svuotare la vescica prima della procedura (la durata dello studio è di 20 - 40 - 90 minuti);
  • smetti di fumare 2 ore prima del CTG (se hai una cattiva abitudine);
  • dormire a sufficienza alla vigilia dello studio;
  • non fare movimenti durante la procedura;
  • firmare il consenso scritto per condurre ricerche.

Qual è lo scopo della cardiotocografia?

Nell'ordine del Ministero della Salute della Federazione Russa (n. 572, 1 ° novembre 2012), la cardiotocografia fetale viene eseguita per ogni gestante almeno tre volte in un periodo da 32 a 40 settimane (in assenza di complicazioni della gravidanza) e senza fallo durante le contrazioni. Gli obiettivi del CTG nell'ultimo trimestre e nel parto:

  • calcolo della frequenza cardiaca fetale;
  • contare le contrazioni uterine;
  • diagnosi di sofferenza fetale e decisione sul completamento della gravidanza o del parto.

Indicazioni per ricerche più frequenti durante la gestazione e / o il parto:

  • storia ostetrica gravata (aborto, aborto spontaneo, parto prematuro, parto morto, ecc.);
  • gestosi;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • una mancanza di globuli rossi ed emoglobina nelle donne;
  • incompatibilità immunologica del sangue materno e fetale per fattore Rh o gruppo sanguigno;
  • gravidanza post-termine (42 e più settimane);
  • mancanza o eccesso di liquido amniotico;
  • minaccia di parto pretermine;
  • controllo del trattamento per FPF e ipossia fetale;
  • ritardo della crescita intrauterina, basso peso fetale stimato;
  • gravidanza multipla;
  • uno studio di controllo dopo aver ricevuto risultati insoddisfacenti del CTG precedente;
  • malattie extragenitali di una donna (diabete mellito, patologia dei reni, ghiandola tiroidea, ecc.);
  • riduzione / scomparsa dei movimenti fetali o della sua violenta attività motoria;
  • diagnosticato anomalie fetali del feto;
  • grande peso del feto;
  • trauma all'addome;
  • entanglement del collo fetale con un cordone ombelicale, rilevato mediante ultrasuoni;
  • cicatrice sull'utero;
  • bassa placenta o placenta previa;
  • cattive abitudini di una donna incinta (abuso di alcol, fumo, consumo di droghe).

Come va lo studio

Il paziente si trova sul divano in posizione prona sul lato sinistro o semi-seduto. Tale postura impedisce la compressione della vena cava inferiore, che influisce negativamente sulle condizioni del feto (aumento della frequenza cardiaca, aumento dell'attività motoria). Il dottore mette sulla pancia di una donna una cintura speciale su cui si trova l'estensimetro in modo che si trovi sul lato dell'angolo destro dell'utero. Dopo aver trovato il posto del miglior ascolto del battito cardiaco fetale, la pelle della pancia incinta viene lubrificata con gel e un sensore a ultrasuoni è attaccato a questa zona. La futura mamma ha messo un telecomando in mano con un pulsante, facendo clic su cui noterà i movimenti fetali durante lo studio. La durata del CTG è da 20 a 40 minuti, che è determinata dai cicli di sonno e veglia del bambino (di solito lo stato di riposo e l'attività del feto cambiano ogni 30 minuti). La registrazione del ritmo basale delle contrazioni cardiache fetali viene eseguita per almeno 20 minuti fino a quando non si notano 2 movimenti del bambino per una durata di 15 o più secondi e provocano un aumento della frequenza cardiaca di 15 contrazioni in 60 secondi. Lo studio descritto si chiama cardiotocografia esterna..

La cardiotocografia interna viene eseguita solo durante il travaglio nelle seguenti condizioni:

  • liquido amniotico scomparso;
  • apertura della faringe uterina di 2 cm o più.

Quando si esegue un CTG interno, uno speciale elettrodo a spirale è attaccato alla pelle del precursore del bambino e le contrazioni dell'utero sono fissate attraverso un estensimetro attaccato all'addome o attraverso un catetere inserito nella cavità amniotica. Il CTG interno viene eseguito secondo rigorose indicazioni ostetriche ed è usato raramente..

Decodifica di un cardiotocogramma

L'analisi del cardiotocogramma ottenuto comprende lo studio dei seguenti indicatori:

  • Ritmo basale. Riflette la frequenza cardiaca del feto. Per determinarlo, viene calcolata la frequenza cardiaca media nell'arco di 10 minuti. Normalmente, la frequenza cardiaca a riposo del feto è di 110-160 battiti al minuto, con agitazione 130-190. Il normale ritmo basale non va oltre questi indicatori.
  • Variabilità di un ritmo. L'indicatore che riflette il valore medio delle deviazioni dal ritmo basale. Normalmente, è nell'intervallo di 5 - 25 battiti cardiaci al minuto. Le deviazioni dal ritmo basale sono chiamate oscillazioni. Distingue tra oscillazioni veloci e lente. Veloce sono quelle fluttuazioni che si notano ad ogni battito del cuore del feto, ad esempio: 138, 145, 157, 139 e oltre. Le oscillazioni lente si notano in un minuto di battiti cardiaci. Quando il ritmo cambia di meno di 3 battiti al minuto (esempio: da 138 a 140), viene indicata una bassa variabilità del ritmo basale. Una variazione della frequenza cardiaca in 1 minuto da 3 a 6 battiti (esempio: da 138 a 142) indica una variabilità media. Se la frequenza cardiaca fetale in 1 minuto cambia di 7 o più battiti (esempio: da 138 a 146), ciò indica un'alta variabilità del ritmo. La variabilità del ritmo normale è elevata con oscillazioni istantanee.
  • Accelerazione, decelerazione. Le accelerazioni sono chiamate picchi o chiodi di garofano, diretti verso l'alto sul grafico. Cioè, l'accelerazione è un aumento della frequenza cardiaca fetale di 15-25 colpi per 1 minuto, che insorge in risposta a propri movimenti, contrazioni uterine o test funzionali. Indicano una condizione soddisfacente del bambino (2 o più accelerazioni nell'arco di 10 minuti). Le delezioni, al contrario, sono picchi diretti verso il basso sul grafico e sono caratterizzati da una diminuzione della frequenza cardiaca fetale di 30 battiti al minuto e della durata di 30 o più secondi. Nel CTG normale, non si osserva alcuna decelerazione o ce ne sono pochi e la profondità non supera i 15 battiti in 15 secondi.
  • Cambiamenti periodici. Fluttuazioni del battito cardiaco fetale derivanti da contrazioni uterine.
  • Ampiezza. L'indicatore nota la differenza tra il ritmo basale della frequenza cardiaca fetale e i cambiamenti periodici.
  • Mescolando. Il loro numero è determinato dallo stato di riposo e dall'attività del feto. Normalmente, il bambino dovrebbe spostarsi da 6 a 8 volte all'ora. Ma il numero di movimenti diminuisce durante il sonno o durante la fame di ossigeno, quindi l'indicatore viene valutato insieme ad altri.

Risultati della decrittazione CTG:

  • Cardiotocogramma normale. Il ritmo basale è compreso tra 120 e 160 battiti cardiaci al minuto, l'ampiezza della variabilità del ritmo va da 10 a 25 in 60 secondi, non ci sono decelerazioni, 2 o più accelerazioni sono registrate in 10 minuti.
  • Cardiotocogramma dubbioso. Il ritmo basale è compreso tra 100 e 120 battiti cardiaci al minuto o tra 160 e 180 battiti cardiaci in 60 secondi. L'ampiezza della variabilità del ritmo è inferiore a 10 o superiore a 25. Le accelerazioni non sono fisse, le decelerazioni basse e brevi sono registrate.
  • Cardiotocogramma patologico. Il ritmo basale è di 100 o meno battiti al minuto o supera 180. Si nota un ritmo monotono con un'ampiezza di variabilità inferiore a 5 battiti per 60 secondi. Sono state registrate decelerazioni espresse e variabili (con una forma diversa). Compaiono decelerazioni tardive (30 secondi dopo l'inizio delle contrazioni uterine). Ritmo sinusoidale.

Valutazione fetale di Fisher

La conclusione finale sul cardiotocogramma viene emessa dopo aver calcolato i punti che Fisher ha descritto nella sua scala. Il numero di punti è determinato dalla frequenza cardiaca fetale, dalla variabilità del ritmo, dall'assenza o presenza di decelerazioni e accelerazioni.

Bilancia pesapersone Krebs modificata:

Indice1 punto2 punti3 punti
Frequenza cardiaca fetaleMeno di 100 o oltre 180100-120 o 160-180121-160
Oscillazioni lenteMeno di 3 battiti al minuto3-5 battiti al minuto6–25 battiti al minuto
Numero di oscillazioni lente> 3 per studio3-6Oltre 6 durante lo studio
AccelerazioneNon registrato1–4 in 30 minutiOltre 5 in 30 minuti
cancellazioneIn ritardo o variabileVariabile o in ritardoPresto o assente
Movimenti fetaliNon marcato1-2 in 30 minutiPiù di 3 in 30 minuti

Il punteggio consente al medico di pubblicare le seguenti conclusioni:

  • CTG indica una condizione soddisfacente del feto con un punteggio totale di 8 - 10;
  • CTG indica i segni iniziali di carenza di ossigeno fetale con punteggio 5 - 7 punti (è necessario un ulteriore esame: ultrasuoni con Doppler, valutazione del profilo biofisico del feto);
  • CTG indica una condizione minacciosa del feto, che richiede il ricovero immediato della donna incinta e la risoluzione del problema del parto (di norma, si tratta di un taglio cesareo di emergenza).

Fattori di distorsione

Ottenere risultati imprecisi nel cardiotocogramma può essere dovuto a:

  • mangiare troppo o condurre uno studio a stomaco vuoto;
  • prendendo sedativi;
  • stress in gravidanza;
  • attività fisica di una donna prima dello studio (salire le scale, camminare a passo svelto);
  • peso eccessivo della donna incinta (è difficile per il sensore riconoscere il battito cardiaco fetale);
  • bere alcolici e fumare alla vigilia del CTG;
  • installazione impropria di un sensore a ultrasuoni o essiccazione di un gel conduttivo;
  • gravidanza multipla;
  • dormienza fetale (è necessario prolungare il tempo di rimozione del CTG).

Video: Perché CTG è necessario durante la gravidanza?

Attenzione! Questo articolo è solo a scopo informativo e in nessun caso è materiale scientifico o consulenza medica e non può sostituire la consultazione di persona con un medico professionista. Per diagnosi, diagnosi e trattamento, contattare un medico qualificato!

Come viene eseguito il CTG del feto e cos'è?

Come viene fatto CTG?

Cardiotocografia, ecco come sta l'abbreviazione medica CTG. Un metodo per testare la salute del feto, basato sulla registrazione e sulla valutazione della sua frequenza cardiaca in varie posizioni, in pace, in dinamica, sotto l'influenza di varie condizioni esterne ed interne. Parliamo di come viene fatto il CTG del feto e di cosa si tratta.

Un tale studio aiuta a rilevare tracce di ipossia, una mancanza di ossigeno nel feto, che rende difficile sintonizzarsi sui cambiamenti nel corpo della madre che derivano da varie influenze, un cambiamento nell'ambiente. L'ipossia è accompagnata da un ritardo nella crescita e nello sviluppo del bambino e aumenta la probabilità di varie inesattezze durante il parto e nei primi giorni di vita. Pertanto, il CTG è una fissazione una tantum delle contrazioni dell'utero e del battito cardiaco di un bambino, secondo le recensioni.

Si distinguono due tipi di cardiotocografia:

CTG esterno. Gli indicatori delle contrazioni uterine e dei battiti cardiaci fetali sono determinati senza penetrare nella pelle, applicando il dispositivo alla parete dell'addome di una donna incinta. Nel processo di analisi, vengono utilizzati sensori speciali. La prima ecografia corregge il battito cardiaco fetale, la seconda è tensometrica, in particolare per l'analisi delle contrazioni uterine. Non ci sono controindicazioni al metodo CTG esterno, viene utilizzato durante la gravidanza e durante il processo di nascita per determinare le condizioni del feto dal CTG.

CTG diretto si svolge alla nascita. Un elettrodo ECG è attaccato alla testa del bambino e un catetere viene inserito nella cavità uterina.

Applicazione

Un CTG a Mosca è prescritto da un ginecologo a circa 30 settimane, più o meno quindici giorni. Le indicazioni più precise della condizione del feto possono essere osservate solo a partire dalla trentaduesima settimana. È in questo momento che viene stabilito il regime di dinamica e il resto del feto. La durata del sonno o del riposo del feto è di circa 30 minuti, questo deve essere preso in considerazione per evitare errori durante il CTG.

Se la gravidanza va bene, verrà rilevata la frequenza CTG fetale e il medico prescriverà la procedura non più di 1 volta a settimana. In caso di gravidanza meno favorevole, il CTG viene prescritto ogni 5 giorni o da un cambiamento nel benessere della donna incinta. Il CTG obbligatorio viene eseguito durante la nascita stessa nel primo e nel secondo periodo. Il medico determina la frequenza di CTG, in base ai risultati dello stato della madre e del bambino

Il momento migliore per la cardiotocografia è quando si osserva la massima attività del feto dalle 9.00 alle 14.00 e dalle 19.00 alle 24.00 ora di Mosca. È meglio eseguire la cardiotocografia a stomaco vuoto, o significativamente dopo aver mangiato, non oltre un'ora dopo la somministrazione di glucosio. È necessario seguire rigorosamente le regole, anche se il tempo non è stato rispettato, il CTG successivo deve essere eseguito secondo tutti gli standard stabiliti. Il glucosio influisce sulla dinamica del feto, non dimenticarlo, in modo che i risultati del CTG del feto non siano errati.

Processi

La cardiotocografia esterna viene eseguita in una posizione comoda per una donna incinta, seduta o sdraiata, la cosa principale è che si osserva il battito cardiaco fetale, non in tutte le posizioni è possibile. La cardiotocografia sdraiata sulla schiena non è raccomandata a causa del rischio di pressione uterina sui vasi sanguigni e, di conseguenza, un risultato impreciso dell'analisi della frequenza cardiaca fetale e della posizione uterina. Un dispositivo ad ultrasuoni esterno è posizionato all'esterno dell'addome della donna incinta in un luogo con una migliore udibilità del battito cardiaco fetale e un estensimetro è attaccato al bordo dell'angolo destro dell'utero. In media, la durata della registrazione CTG a Mosca è di circa quaranta minuti, la durata è ridotta a 15 minuti, secondo le recensioni, se gli indicatori fetali CTG hanno raggiunto il risultato desiderato.

Alla nascita, la cardiotocografia viene eseguita per 20 minuti. Se si osservano anomalie nella donna che partorisce, il tempo di CTG aumenta.

Metodo per ottenere informazioni

Secondo il metodo per ottenere informazioni sulla cardiotocografia, si distinguono due tipi e includono le seguenti varietà:

  • Analisi non-stress: l'attività cardiaca fetale è fissata in posizioni normali della sua posizione con la registrazione di movimenti ed etichette sulla dinamica del cardiotocogramma;
  • Analisi dello stress da ossitocina. Le contrazioni sono causate dall'introduzione di una soluzione di ossitocina nelle vene e monitorano il processo dei battiti cardiaci fetali;
  • Test mammario (test con attivazione dei capezzoli). Le contrazioni sono causate dall'esposizione alle ghiandole mammarie con un mezzo di pressione sui capezzoli con le dita. L'irrigazione dei capezzoli viene eseguita direttamente dalla donna incinta prima dell'inizio di contrazioni frequenti, questo viene controllato per mezzo di un cardiotocografo. Questo metodo è il più affidabile in relazione a quanto precedentemente descritto e presenta significativamente meno deviazioni.

Influenza diretta sul feto:

Analisi acustica - la creazione di riflessi del battito cardiaco di un bambino non ancora nato, rispondendo a suoni fastidiosi.

Test riflessi - idrolisi dell'attività cardiaca fetale, che reagisce a un effetto esterno stabilito dalle connessioni riflesse tra l'integrità della madre e il feto, questo processo è molto raro.

decrittazione

Caratterizzando la posizione del feto situato nell'utero di una donna, si distinguono i seguenti segni:

  1. Frequenza cardiaca - dati cardiaci;
  2. Frequenza cardiaca intermedia direttamente contrazioni cardiache tra contrazioni;
  3. Variazione di frequenza basale;
  4. Accelerazione della frequenza cardiaca;
  5. Frequenza cardiaca.

I punteggi fetali di CTG sono considerati i più importanti per la diagnosi, una parte esterna del processo è una valutazione esterna delle condizioni di una donna incinta. CTG è stato usato per molto tempo e finora non esiste l'apparato più accurato per determinare le condizioni del feto.

Monitor fetale per cardiotocografia CTG. Conferenza per i medici

Conferenza per i medici "Monitor fetale per cardiotocografia CTG". Una conferenza per i medici è condotta dal ginecologo Zhushman Vladimir Vladimirovich.

La lezione ha affrontato i seguenti problemi:

  • Metodo CTG di registrazione dell'attività cardiaca fetale, che caratterizza in modo più accurato lo stato funzionale del feto nei periodi ante e intrapartum
  • Registro moderno dei cardiomonitori: attività cardiaca fetale, contrazioni uterine, movimento fetale
  • Sensore di registrazione cardiaca: basato sul principio di Doppler (sensore ad ultrasuoni)
  • Contrazioni uterine
  • Disco
    • Posizione del paziente: mezzo seduto o laterale (compressione della vena cava inferiore sdraiata)
    • Una sonda ad ultrasuoni è montata sulla parete addominale anteriore nell'area di maggiore udibilità dei toni cardiaci fetali.
    • Il sensore TOKO è installato nel fondo uterino
    • Il sensore di movimento fetale viene posizionato nella mano (il paziente nota indipendentemente il movimento)
  • Punteggio CTG (test antistress)
    • Ritmo basale (120-160 al minuto). valore medio
      • Tachicardia> 160
      • Bradicardia 15 colpi per> 15 sec.
    • Test da sforzo (test di ossitocina): una reazione di attività cardiaca in risposta a contrazioni uterine. Il tasso di introduzione di ossitocina 0,01 UI al minuto in soluzione salina. Controindicazioni: placenta previa, flusso di liquido amniotico, cicatrice uterina, distacco di placenta
    • In 10 minuti 3 contrazioni: uno stress test positivo in caso di decelerazione tardiva (questo è negativo).

    Materiale aggiuntivo per la lezione

    Il CTG è un metodo di valutazione funzionale delle condizioni del feto basato sulla registrazione della frequenza dei suoi battiti cardiaci e dei loro cambiamenti a seconda delle contrazioni uterine, dell'azione di stimoli esterni o dell'attività del feto.

    Lo scopo dell'osservazione del cardiomonitoraggio è la diagnosi tempestiva di una violazione dello stato funzionale del feto, che consente di scegliere le tattiche appropriate delle misure terapeutiche, nonché il tempo e il metodo di consegna ottimali.

    I principali vantaggi di questo metodo:

    • la possibilità di organizzare un monitoraggio dinamico nel corso patologico della gravidanza.

    I moderni cardiomonitor si basano sul principio Doppler, il cui uso consente di registrare i cambiamenti negli intervalli tra i singoli cicli dell'attività cardiaca fetale, che vengono convertiti in variazioni della frequenza cardiaca e visualizzati sotto forma di luce, suono, segnali digitali e immagini grafiche (cardiotocogramma).

    L'attività cardiaca fetale può essere registrata utilizzando 2 tipi di sensori:

    • non invasivo (sonda ecografica esterna);

    • invasivo (fissando l'elettrodo a spirale sulla parte anteriore del feto con registrazione ECG diretta).

    Durante la gravidanza, viene utilizzato solo CTG non invasivo. Attualmente è il più comune nel parto, poiché l'uso di sensori esterni non ha praticamente controindicazioni e non causa complicazioni.

    La registrazione delle contrazioni cardiache viene eseguita su un nastro che si muove a una velocità di 1, 2, 3 cm / min. Per il lavoro, è possibile utilizzare una delle velocità indicate, tuttavia, maggiore è la velocità di registrazione, più difficile è valutare la variabilità del ritmo a causa della lunghezza della registrazione.

    Il CTG non deve essere eseguito a stomaco vuoto o entro un'ora dopo la somministrazione endovenosa di una soluzione di glucosio. La durata della registrazione della frequenza cardiaca fetale con una curva visivamente soddisfacente durante la gravidanza è di 20-30 minuti e se vengono rilevati ritmi patologici, è di 40-60 minuti. Nel periodo intranatale, con la forma normale della curva, la registrazione dovrebbe durare almeno 20 minuti o per 5 contrazioni.

    La posizione dei sensori. Per condurre lo studio, un sensore ultrasonico esterno è montato sulla parete addominale anteriore della madre nell'area della migliore udibilità dei suoni cardiaci fetali. In gravidanza, vicino alla presentazione a tempo pieno e alla testa del feto, viene installato un sensore di battito cardiaco nella linea mediana dell'addome sotto l'ombelico: questo è il posto più probabile per ricevere un segnale audio stabile. In gravidanza e parto prematuri, il sensore viene installato più vicino all'articolazione pubica e con la presentazione pelvica è più vicino alla parte inferiore dell'utero. Se si ottiene un segnale di qualità soddisfacente, il sensore viene fissato con una cinghia. In caso contrario, scegliere una nuova posizione spostando il sensore e modificando l'angolazione.

    Registrazione delle contrazioni uterine. I dispositivi sono inoltre dotati di estensimetri per la registrazione simultanea dell'attività contrattile dell'utero. Durante l'incontro, la pressione sull'estensimetro situata sull'addome della donna incinta aumenta in proporzione alla pressione intrauterina e viene convertita dal sensore in impulsi elettrici, registrati sotto forma di una curva. Per registrare le contrazioni uterine, un estensimetro è installato nel fondo uterino.

    Pertanto, il cardiotocogramma rappresenta due curve, combinate nel tempo: una mostra la frequenza cardiaca del feto e l'altra mostra l'attività contrattile dell'utero. La curva di attività uterina, oltre alle contrazioni uterine, registra anche l'attività motoria del feto. Nei moderni monitor fetali, viene fornito un telecomando speciale con cui la donna incinta può rilevare indipendentemente i movimenti fetali.

    L'uso del gel. Immediatamente prima dell'esame, il sensore di frequenza cardiaca (ultrasuoni) o l'area dell'addome in cui verrà posizionato viene imbrattato con gel acustico. Il gel non viene applicato al sensore per la registrazione dell'attività contrattile dell'utero.

    Durata del CTG. Il tempo minimo di registrazione è di 10 minuti. Se a questo intervallo si ottengono tutti i segni di benessere, è possibile interrompere la registrazione..

    Se vengono rilevati ritmi inquietanti, il CTG viene eseguito fino a quando compaiono segni di benessere o fino a 60 minuti.

    Quando vengono identificati ritmi patologici, viene presa una decisione su ulteriori tattiche terapeutiche in qualsiasi fase della registrazione dei battiti cardiaci.

    Di fondamentale importanza nella valutazione delle condizioni del feto è il periodo della sua attività. È importante che almeno una parte del periodo di attività del feto, accompagnato dai suoi movimenti, sia registrato durante CTG.

    La scelta del tempo e della frequenza dell'esame. La frequenza del monitoraggio CTG in regime ambulatoriale durante la gravidanza dipende dal grado di rischio di patologia perinatale. Può variare da una volta ogni 3-4 settimane in un gruppo a basso rischio di donne in gravidanza a una volta ogni 10-14 giorni in gruppi ad alto rischio. Se necessario, il CTG deve essere eseguito ogni 2-3 giorni, o più spesso, anche più volte al giorno. Se durante la gravidanza vengono rilevati segni cardiotocografici di ipossia, lo studio viene condotto quotidianamente fino a quando il feto non viene normalizzato o fino a quando non viene presa una decisione sulla necessità del parto. Le ore più sfavorevoli per la ricerca, fornendo informazioni false positive sul cattivo stato del feto, sono dalle 4 alle 9 del mattino e dalle 14 alle 19 di sera.

    La scelta dei locali per l'esame. La stanza dovrebbe essere il più confortevole possibile, ricordando un normale soggiorno. L'accesso ai locali di estranei (altre donne in gravidanza, personale medico) dovrebbe essere rigorosamente limitato. Una donna dovrebbe essere informata della durata massima possibile dello studio di 60 minuti prima dell'inizio dello studio al fine di evitare l'eccitazione. La registrazione dovrebbe essere eseguita nella posizione più comoda per una donna.

    Il CTG è un ulteriore metodo diagnostico strumentale e le informazioni ottenute a seguito dello studio riflettono solo una parte dei complessi cambiamenti patofisiologici che si verificano nel sistema madre - placenta - feto. Pertanto, le informazioni ottenute durante lo studio vengono confrontate con i dati clinici e i risultati di altri studi.

    Quando si decodifica la registrazione, vengono determinati numerosi indicatori che presentano segni normali e patologici che possono valutare in modo affidabile lo stato di reattività del sistema cardiovascolare del feto.

    PARAMETRI DI FREQUENZA CARDIACA FETALE

    La valutazione del cardiotocogramma inizia con l'analisi della BSES, che significa la frequenza cardiaca media del feto senza tenere conto della frequenza cardiaca del feto durante l'accelerazione e la decelerazione.

    Pertanto, il BSEC è determinato nelle seguenti condizioni:

    • mancanza di movimenti fetali;

    • negli intervalli tra le contrazioni dell'utero;

    • esclusi i periodi di accelerazione e decelerazione.

    Con una gravidanza a termine e una normale condizione del feto, la frequenza cardiaca va da 120 a 160 battiti / min (media 140-145 battiti / min).

    Secondo Voskresensky S. L., la frequenza cardiaca alla vigilia della morte prenatale (cioè il giorno o anche il giorno dello studio) è nei valori digitali medi della banda di frequenza indicata (cioè circa 140 battiti / min), e non i suoi limiti. Pertanto, l'indicatore della frequenza basale si riferisce a criteri non informativi per la valutazione delle condizioni del feto nel periodo prenatale [3].

    Tachicardia. Una frequenza cardiaca superiore a 160 battiti / min, che viene registrata per più di 10 minuti, si qualifica come tachicardia, nell'intervallo 161-180 battiti / min è caratterizzata da tachicardia moderata e più di 180 battiti / min - come pronunciato (Figura 1). Si distinguono i seguenti motivi per lo sviluppo della tachicardia:

    • Malformazioni e insufficienza della funzione cardiaca fetale.

    • Febbre di una donna incinta.

    • Ipertiroidismo in una donna incinta.

    • Gli effetti delle droghe.

    Figura 1. Tachicardia. Ritmo basale 165 battiti / min. Non c'è accelerazione. Variabilità salvata

    Secondo la ricerca di Voskresensky S.L., la frequenza cardiaca del feto superiore a 160 battiti / min con la stessa frequenza si verifica sia nel gruppo di frutti sani sia nel gruppo che è deceduto prima del parto - 4% (P95% = 2-7%) e 3% (P95% = 1-8%), rispettivamente [3].

    Cioè, il significato della tachicardia per un risultato avverso è esagerato, tuttavia, anche la sua ignoranza è inaccettabile. Nel periodo prenatale, con la sua rilevazione episodica e la variabilità della frequenza cardiaca elevata, indica che le registrazioni coincidevano con la fase di veglia. Questa è la norma, non un'indicazione per il taglio cesareo. Quindi, quando la tachicardia è presente per più di mezz'ora ed è combinata con una bassa variabilità della frequenza cardiaca, è un segno di disfunzione generale.

    Pertanto, nella valutazione clinica della tachicardia come sintomo del malessere, non è il livello del ritmo basale stesso che conta, ma la sua variabilità.

    bradicardia Una diminuzione della frequenza cardiaca inferiore a 120 battiti / min, registrata per più di 10 minuti, è caratterizzata da bradicardia, che è causata dall'attivazione della parte parasimpatica del sistema nervoso autonomo del feto (Figura 2).

    Figura 2 - Bradicardia. Ritmo basale 100 bpm.

    Le cause che portano alla bradicardia includono:

    • Grave ipossia fetale.

    • Malformazioni del cuore fetale.

    • L'uso di droghe con effetto b-blocking.

    • Ipotensione materna.

    • Grave ipoglicemia materna, che contribuisce allo sviluppo dell'ipossiemia.

    • Compressione a cavo lungo.

    • Infezione intrauterina, che porta a cambiamenti strutturali nel miocardio e alterata conduzione.

    Nonostante il fatto che una bassa frequenza cardiaca basale nel periodo prenatale possa essere una conseguenza dell'uso di droghe, molto spesso si verifica con grave ipossia fetale cronica, di solito sullo sfondo di un ritmo cardiaco lineare o sinusoidale già formato del feto.

    Un ritmo basale inferiore a 110 battiti / min si verifica in 1 caso per 100-200 cardiotocogrammi in caso di ipossia fetale cronica e in condizioni soddisfacenti nell'1% [3].

    Pertanto, l'insorgenza di bradicardia, se prima vi era una normocardia, è un segno cardiotocografico di progressivo deterioramento del feto. Anche se la frequenza cardiaca non ha raggiunto numeri critici.

    Variabilità del battito cardiaco. La caratteristica del ritmo basale è integrata da una valutazione della sua variabilità. La variabilità del ritmo basale è costituita da molti componenti: l'ampiezza delle oscillazioni, la loro frequenza di ripetizione, le fluttuazioni della frequenza basale, la presenza di accelerazioni e decelerazioni. Ma spesso l'ampiezza e la frequenza di oscillazione sono riferite alla variabilità..

    La frequenza della variabilità del ritmo è il numero di fluttuazioni della frequenza basale che si verificano in 1 minuto. Questo parametro può essere determinato dal numero totale di vertici (oscillazioni) o dal doppio del numero di vertici rivolti in una direzione (Figura 3).

    Figura 3 - Determinazione della frequenza in base al numero di vertici di oscillazione rivolti verso l'alto - 8

    Questo termine si riferisce alla differenza tra il massimo assoluto e il minimo di tutte le oscillazioni e viene calcolato a intervalli di registrazione di 10 minuti. Il calcolo non includerà l'accelerazione e la decelerazione. L'ampiezza delle oscillazioni determina l'ampiezza della registrazione CTG ed è un indicatore importante dell'attività cardiaca fetale (Figura 4).

    Figura 4 - L'ampiezza delle oscillazioni di 20 battiti al minuto

    Normale nel periodo prenatale sono considerati valori dell'ampiezza delle oscillazioni di oltre 6 battiti / min. L'elevata variabilità della frequenza cardiaca fetale in risposta a qualsiasi situazione stressante in questo momento indica l'assenza di ipossia cronica e buone riserve compensative del feto.

    TIPI DI VARIABILITÀ DI RITMO BASE

    Nella pratica clinica, viene ampiamente utilizzata la seguente classificazione dei tipi di variabilità del ritmo basale (Hammacher, 1968):

    • digitare 0 ("muto") - 0-3 bpm / min (Figura 5);

    • tipo I (a bassa tenuta) - 3-6 bpm / min (Figura 6);

    • tipo II (ondulato o vibrante) - 25 battiti / min (Figura 7);

    • Tipo III (salato o rampante) - 25 o più bpm (Figura 8).

    Figura 5 - Tipo “muto” o “zero” di variabilità del ritmo basale

    Figura 6 - Tipo di inibizione bassa della variabilità del ritmo basale

    Figura 7 - Un tipo ondulato di variabilità del ritmo basale

    Figura 8 - Saltatore o "salto" della variabilità del ritmo basale

    Si distingue anche un ritmo sinusoidale (Figura 9), in cui il modello di registrazione CTG assume la forma di un'onda sinusoidale. Quando si rileva un ritmo sinusoidale e si confermano i segni della sofferenza fetale utilizzando altri metodi di diagnosi complessa, è consigliabile un parto chirurgico precoce, poiché è possibile la morte fetale prenatale.

    Figura 9 - Ritmo sinusoidale

    La caratteristica più importante del cardiotocogramma sono le lente fluttuazioni transitorie della frequenza cardiaca del feto sotto forma di accelerazioni, chiamate accelerazione e contrazioni, che sono chiamate decelerazione.

    Sul cardiotocogramma, l'accelerazione (Figura 10) si manifesta con un aumento temporaneo della frequenza cardiaca fetale di 15 battiti / min o più, della durata di almeno 15 secondi (media 20-60 s).

    Figura 10 - Accelerazione

    Le accelerazioni hanno spesso una forma triangolare e un vertice, la loro ampiezza è generalmente nell'intervallo di 20-30 battiti al minuto.

    • Accelerazione sporadica - cambiamenti nel ritmo basale associati a movimenti fetali o con cause attualmente non determinate.

    • Accelerazione periodica - accelerazione del ritmo basale che si è verificato in risposta alle contrazioni.

    • Accelerazione regolare - registrata a intervalli di tempo approssimativamente uguali e chiaramente non associata a movimenti o contrazioni fetali.

    A causa del fatto che l'ampiezza delle oscillazioni prolungate può variare da 0 a 25 battiti / min o più, l'identificazione dell'accelerazione con un aumento temporaneo della frequenza cardiaca di 15 battiti / min può essere difficile e tale cambiamento può essere preso come un'oscillazione. In questi casi, l'accelerazione dovrebbe prendere tali cambiamenti nella frequenza cardiaca a cui la loro ampiezza supera l'ampiezza delle oscillazioni.

    L'accelerazione prolungata (Figura 11) ha un significato prognostico doppio. Possono essere una reazione fisiologica del battito cardiaco a una serie di movimenti fetali. Come fenomeno episodico, può essere osservato con una gravidanza normale. Tuttavia, i movimenti rapidi di un feto sano si verificano spesso nelle fasi iniziali dell'ipossia acuta. Pertanto, quando si rileva un'accelerazione prolungata, è necessario ripetere lo studio CTG.

    Figura 11 - Accelerazione prolungata

    Le decelerazioni sono riduzioni temporanee della frequenza cardiaca fetale di 15 battiti al minuto o più per una durata di almeno 15 secondi.

    Le delezioni spontanee (indipendentemente dalle contrazioni uterine) e periodiche (associate all'attività uterina) si distinguono..

    • dip 0 - decelerazioni di tipo picco, che non durano più di 30 secondi, ampiezza 20-30 battiti / min;

    • dip 1 - decelerazioni precoci, sincrone alle contrazioni, durata 20-50 s, ampiezza 30-60 battiti / min;

    • dip 2 - rallentamenti tardivi, il ritmo rallenta dopo 30-60 secondi dall'inizio dell'incontro, durando più di 60 secondi, l'ampiezza è di 1060 battiti / min. Con un'ampiezza superiore a 70 battiti / min, la prognosi è considerata sfavorevole, le decelerazioni tardive a forma di U-.V-.W si distinguono per forma;

    • dip 3 - decelerazioni variabili. La combinazione di dip 1 e dip 2, ampiezza 30-90 bpm, durata 30-80 secondi o più.

    Le decelerazioni precoci (Figura 12) sono una reazione compensativa del sistema cardiovascolare a causa della pressione sulla testa del feto, che può essere causata da contrazioni uterine.

    Le decelerazioni iniziali sono caratterizzate da una forma regolare con un apice liscio. Il loro inizio e fine nel tempo coincidono con l'azione di fattori irritanti e l'ampiezza il più delle volte non supera i 30 bpm.

    Di norma, in presenza di decelerazioni precoci, non vi sono violazioni della variabilità del ritmo basale, tachicardia o bradicardia.

    Le decelerazioni tardive (Figura 13) sono un segno di una violazione della BMD e dell'ipossia fetale progressiva. Le delezioni tardive sulle registrazioni hanno una forma regolare con un vertice (la durata della riduzione e il ripristino della frequenza cardiaca coincidono), la frequenza cardiaca diminuisce dopo l'inizio della contrazione uterina, ritardata di 20-60 s. La massima diminuzione si nota dopo il picco di contrazione e il ripristino della frequenza cardiaca al livello iniziale si verifica dopo la fine dell'incontro.

    Le decelerazioni tardive sono spesso accompagnate da variabilità del ritmo basale compromessa, tachicardia o bradicardia. La comparsa di una singola decelerazione tardiva senza disturbi nella variabilità del ritmo basale non provoca preoccupazione dal feto, ma richiede un controllo dinamico più attento.

    Figura 13 - Eliminazioni tardive

    Un segno prognostico sfavorevole è la decelerazione tardiva persistente, non eliminabile, combinata con una diminuzione della variabilità del ritmo basale dovuta all'aumento dell'ipossia e all'acidosi metabolica..

    Le decelerazioni variabili non coincidono sempre nel tempo con contrazioni uterine o con movimenti fetali; sono caratterizzate da una forma irregolare di registrazione a forma di V, U e W. L'ampiezza della decelerazione variabile varia ampiamente - da 30 a 90 bpm e la loro durata va da 30 a 60 s. Al picco della decelerazione della frequenza cardiaca, è spesso inferiore a 100 bpm (Figura 14).

    Figura 14 - Decelerazioni variabili

    Decelerazioni variabili gravi non rilevabili e continue con lento recupero della frequenza cardiaca al livello iniziale e altri disturbi del ritmo basale indicano grave ipossia fetale e acidosi.

    VALUTAZIONE VISIVA DEI CARDIOGRAMMI

    Attualmente, i punteggi più comuni per la valutazione di CTG nella nascita di Fischer e coautori (1976) (tabella 1), Savelyeva G.M. (1984) (tabella 2), la classificazione proposta dal Comitato perinatale della Federazione internazionale degli ostetrici e ginecologi (1987) ( tabella 3).

    Tabella 1 - Scala di valutazione di CTG (W. Fisher, 1976)

Up