logo

Oggi, i farmaci ormonali sono un modo abbastanza popolare per prevenire una gravidanza indesiderata. Con la giusta selezione, tali pillole non causano dipendenza o effetti collaterali, garantiscono un'alta percentuale di contraccezione e ti consentono di fare sesso liberamente in qualsiasi giorno del ciclo, senza preoccuparti di una protezione aggiuntiva e della probabilità di rimanere incinta.

Tuttavia, gli agricoltori non sempre raccomandano contraccettivi orali (OK) per prevenire la gravidanza - a volte un decorso ormonale, al contrario, aiuta a concepire un bambino più velocemente. Come funzionano i moderni prodotti farmaceutici, quali effetti hanno sul corpo femminile e in che modo influenzano successivamente la funzione riproduttiva? Cerca le risposte alle domande più frequenti sulle caratteristiche della gravidanza dopo aver preso OK nel nostro articolo!

In che modo i farmaci ormonali influenzano il corpo femminile? Le sottigliezze della contraccezione orale

Sugli scaffali delle moderne farmacie puoi trovare dozzine di varietà di pillole anticoncezionali che differiscono per attivo ed eccipienti, per concentrazione e forma. Un assortimento così ricco consente ai ginecologi di scegliere il rimedio ottimale per ogni paziente, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo, della storia clinica e di altre sfumature. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, ciascuna sostanza ormonale avrà approssimativamente lo stesso effetto, il che garantisce un'alta percentuale di protezione contro la gravidanza indesiderata:

  • soppressione dei meccanismi ovulatori, a seguito della quale viene inibito il lavoro delle ovaie, l'uovo non matura e, di conseguenza, l'inizio della gravidanza diventa impossibile;
  • ispessimento del muco cervicale nella cervice, attraverso il quale è molto più difficile per gli spermatozoi muoversi;
  • un cambiamento nella struttura della mucosa dell'utero, a causa del quale l'uovo dopo la fecondazione non può essere fissato in esso;
  • diminuzione della motilità degli spermatozoi nelle tube di Falloppio.

Nonostante la bassa percentuale di ormoni nei moderni contraccettivi, hanno un effetto significativo sul sistema riproduttivo delle donne, che dovrebbe essere preso in considerazione quando si verifica una gravidanza, sia desiderabile che non molto. In nessun caso dovresti scegliere il tuo OK "ad occhio" o su consiglio di un amico. I contraccettivi ormonali possono essere raccomandati solo dal medico curante che abbia familiarità con la tua storia medica e la tua storia medica - questo contribuirà a ridurre la probabilità di effetti collaterali sia per il paziente che per il suo bambino.

Pianificazione della gravidanza dopo OK: come aumentare le probabilità di successo?

Date le peculiarità dell'effetto di OK sulla funzione riproduttiva delle donne, molti riproduttologi concordano sul fatto che un breve corso di terapia ormonale non inibisce, ma, al contrario, stimola l'attività delle ovaie, aumentando la probabilità di gravidanza alla fine del ciclo. In ginecologia, questa funzione era chiamata effetto di rimbalzo, ovvero effetto di cancellazione. Secondo questo, un piccolo riposo ovarico (di solito da 3 mesi a sei mesi) dal lavoro quotidiano inizia una reazione a catena, quindi, dopo che il decorso ormonale è stato annullato, il sistema riproduttivo inizia a "lavorare" con una vendetta, aumentando di più volte la probabilità di successo del concepimento.

L'effetto di rimbalzo è considerato possibile solo se sono soddisfatte le seguenti condizioni:

  • i contraccettivi ormonali sono stati selezionati dal medico curante tenendo conto di tutte le caratteristiche fisiologiche di un particolare paziente;
  • durante la ricezione non ci sono stati effetti collaterali pronunciati;
  • il corso della contraccezione orale non ha superato i sei mesi;
  • una donna è completamente sana dal punto di vista ginecologico e i problemi con il concepimento non hanno una patologia clinica seria;
  • La ricezione OK, incluso il completamento del corso, è stata effettuata in conformità con tutte le raccomandazioni sulla contraccezione ormonale.

E anche se tutte le condizioni di cui sopra sono soddisfatte, nessuno specialista darà una garanzia al 100% di gravidanza dopo l'abolizione di OK - tutto dipende dalla reazione individuale del futuro corpo materno e dalle caratteristiche del suo ciclo mestruale.

Consigli utili

Per aumentare le possibilità di successo, è necessario affrontare correttamente la pianificazione della gravidanza mentre si assumono contraccettivi ormonali. Per fare questo, è necessario:

  • Fai la tua salute. Mentre il corpo riposa, hai tempo per passare regolarmente tutti i test e, se necessario, essere trattato per infezioni nascoste e altri problemi che influiscono sulla funzione riproduttiva. Il corso standard include l'esame da un ginecologo, l'ecografia degli organi pelvici e uno striscio per determinare la microflora vaginale, tuttavia, il medico curante può espandere questo elenco in base all'anamnesi del paziente. Trascorrere questo periodo con beneficio - quindi la probabilità di una gravidanza di successo sarà molte volte superiore.
  • Seguire le linee guida per prendere OK. Ogni compressa deve essere assunta approssimativamente alla stessa ora per 21 giorni, dopo di che si verifica una pausa settimanale. Non interrompere il ciclo e non modificare il tempo di assunzione del farmaco: ciò può influire negativamente non solo sulla qualità della contraccezione, ma anche sulla concezione successiva.
  • Prendi le vitamine per le future mamme. Il corso ormonale "elimina" le vitamine dal corpo, in particolare l'acido folico, necessario per la formazione del tubo neurale del feto. Pertanto, vale la pena iniziare un ciclo di multivitaminici o almeno acido folico in anticipo - tale prudenza eviterà ulteriormente una carenza di una sostanza utile. Inoltre, la futura mamma avrà bisogno di magnesio, iodio, selenio, vitamine dei gruppi B, C ed E.

Seguendo queste regole, aumenterai in modo significativo la probabilità di una gravidanza sana e completa dopo l'assunzione di contraccettivi ormonali.

Come è la gravidanza dopo la contraccezione ormonale?

Secondo le statistiche mediche disponibili, la tempestiva abolizione dei contraccettivi orali non influisce in alcun modo sul corso della gravidanza che si verifica immediatamente dopo il completamento del corso. I resti di sostanze ormonali vengono escreti in modo sicuro dal corpo della donna, senza influire sulla formazione del feto, anche se la contraccezione era lunga. Tuttavia, un tale esito positivo è possibile solo se il concepimento si è verificato immediatamente dopo l'abolizione di OK.

È possibile rimanere incinta mentre si prende il controllo delle nascite?

I contraccettivi orali moderni non sono solo sicuri, ma anche estremamente efficaci - con la giusta scelta di farmaci e il rispetto delle regole per l'ammissione, la percentuale di protezione contro la gravidanza indesiderata raggiunge il 99%. Tuttavia, il famigerato 1% rimane sempre, il che non esclude la possibilità di concepimento. Tuttavia, tale errore è trascurabile rispetto al numero di casi di gravidanza verificatisi sullo sfondo degli errori dei pazienti stessi che assumono pillole ormonali. Quindi, le cause più comuni della gravidanza durante un ciclo di terapia ormonale includono:

  • Errore nella scelta di uno strumento. L'unico che può prescrivere i contraccettivi corretti ed efficaci è il medico curante del paziente. Nessun consiglio da parte di fidanzate o interlocutori "esperti" del forum può essere oggettivo e utile: ciò che è l'ideale per uno può essere completamente inefficace per un altro. Inoltre, si dovrebbe tenere conto dello stato di salute e delle caratteristiche fisiologiche del corpo - questo eviterà gli effetti collaterali e fornirà il necessario grado di protezione.
  • Ricezione sbagliata. Questa è forse la causa più popolare della gravidanza durante l'assunzione del controllo delle nascite. Solo 1 pillola dimenticata, un regime abbattuto o un intervallo prolungato tra i metodi contraccettivi - e il livello di ormoni nel sangue non può più proteggere da un concepimento non pianificato.
  • Problemi di digestione. Un disturbo alle feci o il vomito riduce l'assorbimento degli ormoni della droga, quindi diminuisce anche la quantità di sostanza che entra nel flusso sanguigno. Di conseguenza, l'effetto del decorso può essere significativamente aggravato, specialmente se si assumono contraccettivi 1-2 ore prima del vomito.
  • Incompatibilità con altri medicinali. La somministrazione congiunta con determinati antibiotici, integratori alimentari e preparati a base di erbe può neutralizzare l'effetto contraccettivo delle compresse ormonali, quindi prima di iniziare qualsiasi corso, dovresti prima consultare il tuo ginecologo.

Se si verifica una gravidanza durante l'assunzione di contraccettivi ormonali, non fatevi prendere dal panico: i contraccettivi moderni non hanno praticamente alcun effetto negativo sulla formazione del feto. Tuttavia, il corso dovrebbe essere completato non appena scopri la sua inefficienza, e informa anche il tuo ginecologo e riproduttore su questo - ti diranno quali esami dovrebbero essere presi per eliminare i rischi minimi.

Possibili problemi dopo l'interruzione dei contraccettivi orali

Sfortunatamente, non tutto è così roseo come potrebbe sembrare a prima vista: in alcuni casi, le pillole ormonali non solo non aumentano, ma viceversa, riducono le possibilità di una gravidanza di successo. Di norma, ciò accade in presenza dei seguenti fattori:

  • uso prolungato di contraccettivi orali (più di un anno) o violazione delle raccomandazioni attuali: completamento incompleto del corso, somministrazione in momenti diversi, selezione dei componenti attivi senza tener conto delle caratteristiche fisiologiche;
  • la presenza di malattie ginecologiche non correlate al livello degli ormoni;
  • la comparsa di effetti collaterali sullo sfondo della terapia ormonale (vene varicose, angina pectoris, ipertensione, ecc.);
  • presenza di cattive abitudini (fumo, abuso di alcool), contro le quali la contraccezione orale è più difficile.

Ricorda che qualsiasi contraccettivo è principalmente un farmaco ormonale che riorganizza completamente il sistema riproduttivo, quindi è semplicemente irrealistico escludere completamente situazioni in cui tale ristrutturazione non andrà a beneficio della futura gravidanza..

Una delle possibili complicanze è la disfunzione ovarica, in cui non possono riprendersi da soli - questo richiederà un trattamento a lungo termine con altri ormoni e in un dosaggio completamente diverso. Inoltre, nelle donne che prendono OK per molto tempo, dopo la cancellazione, il ciclo mestruale e il metabolismo dei carboidrati-grassi sono spesso violati, il che aggrava ulteriormente i problemi esistenti con il concepimento. Ecco perché vale la pena discutere prima con il medico le caratteristiche del proprio corpo, la sua prontezza a concepire e sopportare un bambino, e solo allora procedere con la pianificazione della gravidanza dopo compresse ormonali!

Pillole anticoncezionali dopo l'atto della gravidanza

Informazione Generale

La maggior parte delle ragazze e delle donne moderne sono esperte nella contraccezione e conoscono i suoi metodi di base. Tra i quali, tra l'altro, ci sono francamente obsoleti e già completamente irrilevanti. Ad esempio, il metodo del calendario, quando viene calcolato il giorno approssimativo dell'ovulazione o il metodo del rapporto interrotto.

In conformità con la scala utilizzata per valutare l'efficacia dei metodi contraccettivi (Pearl Index), i metodi sopra indicati sono estremamente inefficaci. L'indice Pearl per loro è fissato rispettivamente a 25-40 e 18-27 punti. Per fare un confronto, il metodo di contraccezione barriera, in cui vengono utilizzati i preservativi, e alcuni altri farmaci su questa scala ottengono 2-3 punti.

Si ritiene che più basso è il Pearl Index, maggiore è la protezione contro la gravidanza non pianificata. Forse, tra tutti i metodi contraccettivi utilizzati per prevenire la gravidanza, i più efficaci sono le pillole anticoncezionali (mini-pillola, contraccettivi ormonali orali, noti anche come COC), nonché alcuni farmaci ormonali, come iniezioni o dispositivi intrauterini.

Naturalmente, anche le pillole per la gravidanza hanno i loro svantaggi, tuttavia, gli esperti affermano che i vantaggi di tale contraccezione più che coprire tutti i suoi aspetti negativi. Forse la principale difficoltà incontrata dalle donne che usano le pillole anticoncezionali è la necessità di assumere costantemente, in altre parole, l'assunzione giornaliera di questi farmaci.

Altrimenti, quando salti la pillola successiva, il rischio di rimanere incinta dopo il rapporto sessuale, durante il quale non hai usato, ad esempio, metodi contraccettivi di barriera, aumenta notevolmente. Cosa fare in una situazione del genere e cosa bere per non rimanere incinta? C'è una risposta corretta a queste domande: i contraccettivi di emergenza.

Che cos'è la contraccezione d'emergenza??

In medicina, il termine postcoitale, cioè contraccezione di emergenza, incendio o emergenza. Questo metodo è efficace dopo un rapporto non protetto. Inoltre, i contraccettivi di emergenza aiuteranno ad evitare la gravidanza quando assumono pillole anticoncezionali su base continuativa se la donna non poteva o dimenticava di assumere il medicinale più di due volte di seguito..

In generale, le pillole anticoncezionali di emergenza vengono utilizzate se e solo se il metodo principale di protezione contro il concepimento indesiderato ha fallito. Inoltre, è necessario riuscire a prendere tali pillole anticoncezionali dopo l'atto entro 72 ore. Altrimenti, anche queste pillole contraccettive di emergenza appositamente progettate per tali situazioni non aiuteranno a evitare una gravidanza indesiderata..

È importante sottolineare che, conformemente alle raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità (di seguito OMS), i contraccettivi di emergenza dopo un atto non protetto non dovrebbero essere usati dalle donne su base regolare. Poiché i composti ormonali inclusi nella composizione di tali farmaci possono influenzare negativamente non solo la funzione riproduttiva, ma anche l'intero organismo.

I contraccettivi di emergenza sono ancora un'alternativa più delicata all'interruzione chirurgica della gravidanza. Ma, come tutti i medicinali, devono essere assunti correttamente e non abusati..

Prima di passare a un esame più dettagliato delle pillole contraccettive di emergenza e parlare di come tali farmaci influenzano il corpo, vale la pena soffermarsi su alcuni problemi di base relativi al processo di concepimento. Per comprendere meglio il meccanismo d'azione delle pillole anti-gravidanza sul corpo femminile.

Quindi, affinché si verifichi una gravidanza, deve avvenire la fecondazione. Questa è una fusione delle cellule sessuali dei partner (sperma maschio e uova femminili), con conseguente formazione di cellule zigote (una cellula diploide che può "generare" un'altra cellula). Il rapporto sessuale da solo non può essere associato all'atto di fecondazione. Dal momento che non tutti i contatti tra un uomo e una donna sono stabiliti con l'obiettivo della procreazione.

Con un rapporto non protetto, lo sperma di un uomo entra naturalmente nella vagina femminile. È interessante notare che l'ambiente del corpo femminile è dannoso per lo sperma. Ciò è dovuto all'alto livello di acidità nella vagina. Pertanto, dopo l'eiaculazione, la stragrande maggioranza degli spermatozoi muore. Tuttavia, la parte più mobile di essi penetra comunque nell'utero e può portare alla fecondazione. Quanto puoi rimanere incinta dopo un rapporto non protetto?

Per rispondere a questa domanda, è necessario capire che per il concepimento, come si suol dire, "le stelle convergono", vale a dire:

  • una donna dovrebbe avere l'ovulazione durante questo periodo, per questo fenomeno è caratteristico uno stato di maturità dell'uovo. Se, per qualche motivo, durante la rottura del follicolo, l'uovo non "entra" nella tuba di Falloppio o non raggiunge la sua maturità, la fecondazione non avverrà;
  • lo sperma di un uomo deve essere abbastanza forte e mobile da superare l'ambiente acido della vagina e penetrare nella struttura dell'uovo;
  • quando lo sperma e l'uovo sono collegati, dovrebbe iniziare il processo di divisione dell'uovo fetale;
  • dovrebbe avvenire l'impianto dell'uovo fetale, nel corso della sua divisione nelle pareti dell'utero.

L'intero processo di fecondazione dura circa sette giorni. È durante questo periodo di tempo che si forma l'embrione che, con l'aiuto del corion (il precursore della placenta), si fissa nell'utero, dove cresce e si sviluppa nei successivi nove mesi. È importante sottolineare che i casi non sono rari quando le pillole contraccettive di emergenza non sono pericolose per il concepimento.

Ciò significa che anche se vengono osservate tutte le regole per l'uso delle pillole anticoncezionali di emergenza dopo il rapporto sessuale (ad esempio, devono essere assunte dopo un massimo di 72 ore per non rimanere incinta), può comunque verificarsi la fecondazione. Naturalmente, questi casi non sono la maggioranza e hanno maggiori probabilità di essere eccezioni. Tuttavia, la probabilità di "volare", come le persone chiamano una gravidanza indesiderata, è sempre lì, anche se si usano contraccettivi convenzionali.

Le pillole per la gravidanza indesiderata dopo l'atto sono divise in due categorie principali:

  • compresse del giorno successivo, ad es. farmaci che devono essere assunti nelle 24 ore successive al contatto non protetto. In effetti, una donna ha un massimo di 72 ore per far funzionare le pillole per la gravidanza e aiutare a evitare la fecondazione;
  • Contraccettivi orali combinati o contraccettivi orali combinati (il cosiddetto metodo Yuspe).

Per quanto riguarda i contraccettivi orali correlati ai contraccettivi orali combinati o ai farmaci della serie mini-pillola, questa non è una contraccezione intrinsecamente di emergenza. Dopo tutto, le pillole anticoncezionali devono essere assunte costantemente. Tuttavia, ci sono varietà di tali farmaci che possono essere utilizzati come compresse per non rimanere incinta dopo un atto che non è protetto da alcun contraccettivo.

Di norma, per questi scopi viene utilizzato un dosaggio aumentato di pillole anticoncezionali contenenti ormoni o antormoni. Inoltre, i metodi di contraccezione di emergenza comprendono l'installazione entro 120 ore dopo il rapporto non protetto del dispositivo intrauterino.

Come funzionano le pillole anticoncezionali??

Per la gravidanza, le pillole contraccettive di emergenza sono pericolose, perché contengono nella loro composizione chimica sostanze che impediscono l'inizio della fecondazione. I principali composti attivi in ​​compresse contro la gravidanza dopo un atto non protetto possono essere ormoni o antormoni.

I primi composti sono sostanze biologicamente attive che appartengono a proteine ​​o steroidi e sono prodotte da organi o tessuti di un organismo vivente. Gli ormoni vengono trasportati attraverso il flusso sanguigno da un organo all'altro e sono responsabili dell'attività fisiologica del corpo, ad esempio, del suo sviluppo e crescita, metabolismo e così via..

Come suggerisce il nome, gli antormoni sono composti opposti in azione agli ormoni. Sopprimono l'attività ormonale nel corpo..

È interessante notare che gli antormoni, per loro natura di origine esogena o endogena, sono spesso analoghi strutturali degli ormoni che sopprimono.

Quindi, prima di chiederti cosa bere per non rimanere incinta una pillola di contraccezione d'emergenza, dovresti ricordare che la composizione di questo tipo di farmaco può contenere:

  • levonorgestrel, cioè progestinico sintetico (ormone sessuale femminile steroide femminile), si trova in farmaci come Rigevidon, Escapel, Eskinor F, Postinor, Tetraginon;
  • mifepristone, ad es. Antiprogestin sintetico (antiormone), si trova in contraccettivi come Ginepriston, Renomelan, Miropriston, Agesta, Mifegin, Zhenale, Pencrofton.

Farmaci a base di levonorgestrel

Innanzitutto, parliamo di come funzionano il levonorgestrel e i farmaci che lo contengono. Quindi, le pillole che interrompono la gravidanza sono correlate alla contraccezione d'emergenza dopo la prima dose:

  • influenza immediatamente la composizione chimica dell'endocervice di muco (canale cervicale della cervice), aumentando anche la sua viscosità, rallentando così il processo di penetrazione dello sperma nella tuba di Falloppio;
  • agire sulle ovaie, impedendo l'uscita dell'ovulo maturo dal follicolo principale (purché le compresse vengano assunte prima dell'ovulazione), sopprimendo gli ormoni gonadotropici, che alla fine bloccano o ritardano il processo di ovulazione;
  • impedire l'impianto di un uovo fecondato da uno spermatozoo nelle pareti uterine per l'ulteriore sviluppo dell'embrione e la formazione di un posto "neonato". Affinché si verifichi un malfunzionamento della fecondazione, il levonorgestrel non solo modifica la struttura dell'endometrio, impedendogli così di entrare nella fase secretoria, senza la quale non si verifica l'ovulazione, ma influisce anche sulle tube uterine (falloppio). Di conseguenza, il numero di contrazioni diminuisce in modo significativo, il che porta a all'impossibilità di ottenere un uovo fecondato nella cavità uterina.

È importante sottolineare che è necessario bere i farmaci sopra elencati, che includono levonorgestrel, solo dopo aver consultato un medico. Inoltre, dovresti assolutamente leggere le istruzioni fornite con le compresse. Il fatto è che questi contraccettivi contengono enormi dosi di ormoni.

Dopo la loro assunzione nel corpo femminile, si verifica uno squilibrio ormonale, le cui conseguenze possono essere imprevedibili. Pertanto, gli esperti attribuiscono tali metodi di contraccezione a mezzi "usa e getta", che sono altamente scoraggiati a usare più di 4 volte l'anno. Inoltre, è severamente vietato utilizzare tale contraccezione d'emergenza più di una volta durante il ciclo mestruale..

Pillole contraccettive di emergenza (sono anche chiamate "pillole del giorno successivo" a causa delle specifiche dell'assunzione) - questo è un metodo efficace ma piuttosto controverso di protezione contro la gravidanza non pianificata. I medici affermano che dopo aver assunto tali farmaci una volta, si verificano gravi cambiamenti nel corpo, quindi ci vuole tempo per ripristinare completamente le funzioni del sistema riproduttivo della donna.

Preparazioni a base di Mifepristone

Cosa si può dire del secondo gruppo di preparazioni contraccettive di emergenza contenenti l'antiformone mifepristone: agiscono quasi come le pillole anticoncezionali contenenti levonorgestrel, ad es. anche:

  • inibire il processo di ovulazione;
  • cambiare la struttura dell'endometrio, il che porta all'impossibilità di fissare l'ovulo fecondato sulle pareti uterine;
  • rafforzare le contrazioni uterine, a causa di tale iperreattività, l'ovulo fecondato viene "espulso" dalla cavità uterina.

Vale la pena notare che per prevenire gravidanze indesiderate dopo un rapporto non protetto, è possibile utilizzare anche farmaci non ormonali, ad esempio supposte vaginali contenenti nonoxynol (Steridil, Nonoxynol) o benzalconio cloruro (Farmateks, Erotex). I suddetti farmaci si applicano non solo ai metodi di contraccezione espressa, poiché hanno un effetto spermatocida, il loro scopo è molto più ampio, a causa delle loro capacità antinfiammatorie, antibatteriche, antivirali e antifungine.

I nomi sopra elencati di compresse per la gravidanza dopo l'atto, non protetti con qualsiasi mezzo di contraccezione, tutt'altro. Attualmente, in qualsiasi farmacia esiste una buona selezione di tali farmaci. Puoi scoprire quali pillole anticoncezionali di emergenza vengono chiamate direttamente dal farmacista della farmacia, ma è meglio consultare un medico con queste domande. Dopotutto, tutti i farmaci (e i contraccettivi non fanno eccezione a questa regola) hanno le loro controindicazioni ed effetti collaterali.

Ciò è particolarmente vero per le donne con epatite B (allattamento al seno) o che soffrono di alcune malattie in cui grandi dosi di ormoni o antormoni possono diventare fatali. Lascia che non ci sia una risposta definitiva alla domanda se le pillole anticoncezionali correlate alla contraccezione postcoitale siano dannose, perché ciò che sarà buono ed efficace per alcuni potrebbe rivelarsi un grosso problema di salute per altri, nessuna donna dovrebbe usare questo metodo per risolvere il problema di indesiderate gravidanza senza previo parere medico.

Solo uno specialista sarà in grado, in primo luogo, di scegliere il farmaco giusto tenendo conto di tutte le caratteristiche individuali del paziente (una persona normale può semplicemente perdersi nei nomi delle compresse che non parlano della composizione, delle controindicazioni o degli effetti collaterali dopo un atto non protetto). E, in secondo luogo, è il medico che ti dirà come assumere correttamente i contraccettivi di emergenza in modo da non danneggiare il tuo corpo e ottenere il risultato desiderato.

Esistono diverse regole di base per l'assunzione della contraccezione postcoitale:

  • È necessario aderire chiaramente al periodo di utilizzo di tali farmaci. La stragrande maggioranza delle compresse deve essere assunta entro e non oltre 72 ore dopo il rapporto non protetto. Molte persone hanno una domanda, quanti giorni sono 72 ore? È noto che, in un giorno o in un giorno, 24 ore, quindi, 72 ore sono tre giorni o tre giorni. Si ritiene che la prima pillola della contraccezione d'emergenza dovrebbe essere bevuta il prima possibile, la seconda - in modo ottimale 12 ore dopo la prima o un massimo di 16 ore. È importante sottolineare che l'efficacia delle compresse dipende direttamente dalla durata della loro somministrazione. Si ritiene che i farmaci con levonorgestrel siano più efficaci entro 24 ore dopo il rapporto sessuale (efficacia del 95%). Quando vengono assunti dopo 48 ore, l'efficacia diminuisce all'85% e dopo 72 ore al 58%. Anche le compresse contenenti mifepristone vengono assunte entro 72 ore dal contatto.
  • È importante rispettare il dosaggio indicato nelle istruzioni per i farmaci o prescritto dal medico. Come accennato in precedenza, le pillole contraccettive di emergenza vengono assunte due volte dopo un certo periodo di tempo, ad esempio Postinor. Tuttavia, questa regola non è rilevante per tutti i farmaci. Eskinor Fili Escapel (contenente levonorgestrel) e Zhenale, Ginepriston, Mifolian (contengono mifepristone) bevono una compressa entro 72 ore dal rapporto sessuale.
  • È severamente vietato regolare da soli il dosaggio delle pillole anticoncezionali. Ciò può portare allo sviluppo di effetti collaterali e provocare gravi conseguenze negative (sanguinamento, infertilità). Si consiglia un paio d'ore prima di assumere pillole contraccettive di emergenza e quindi non mangiare cibo in modo che i composti biologicamente attivi vengano assorbiti meglio nel corpo. Se, dopo aver assunto il farmaco, si verifica il vomito, dovrai bere di nuovo la pillola.

Contraccettivi orali combinati

Vale anche la pena prestare attenzione al cosiddetto metodo contraccettivo Yuzpe. Come accennato in precedenza, i contraccettivi orali combinati familiari (contraccettivi orali combinati) possono essere utilizzati come contraccettivi di emergenza. Questo metodo può essere un'ottima soluzione per coloro che, per qualsiasi motivo, sono controindicati in pillole correlate alla contraccezione postcoitale..

Come contraccettivi di emergenza, è possibile utilizzare COC come: Ovidon, Tetraginon, Ovral, Rigevidon, Regulon, Novinet, Logest, Silest e altri. Di norma, tali compresse contengono ormoni: estrogeno, levonorgestrel, desogestrel, etinilestradiolo e progestinico.

Secondo le istruzioni, è necessario prendere KOC ogni giorno, uno alla volta. Tuttavia, questa regola può essere violata in caso di emergenza per prevenire una gravidanza indesiderata. La cosa principale è non esagerare, per non danneggiare il corpo. I seguenti dosaggi di contraccettivi orali combinati per la contraccezione postcoitale sono considerati sicuri:

  • da 2 a 4-5 compresse (a seconda del tipo di contraccettivo orale combinato) nella prima dose, che deve avvenire entro e non oltre tre giorni o 72 ore dopo il rapporto sessuale;
  • lo stesso numero di compresse deve essere bevuto 12 ore dopo la prima dose di COC.

L'efficacia di questo metodo dipende anche dal tempo di assunzione dei farmaci. Cioè, prima una donna ha bevuto pillole, maggiore è la probabilità che non si verifichi l'ovulazione e che non si verifichi la fecondazione.

Controindicazioni

Abbiamo parlato di come non rimanere incinta dopo l'atto "senza impegno". Ora è giunto il momento di discutere gli aspetti negativi della contraccezione d'emergenza e determinare chi non dovrebbe ricorrere a un metodo così intransigente.

Non ci sono benefici dalle pillole contraccettive di emergenza, a parte la calma psicoemotiva di una donna, ovviamente - questo è un dato di fatto. E quanto e quale danno possono portare?

È vietato l'uso di preparati contenenti levonorgestrel:

  • con patologia del tratto biliare;
  • con malattie del fegato, ad esempio insufficienza epatica;
  • nei casi in cui la gravidanza è stata confermata da un ginecologo, ad es. un uovo fecondato è stato impiantato con successo nella parete uterina;
  • quando il paziente ha 16 anni o meno;
  • con intolleranza al lattosio;
  • con malassorbimento di galattosio e glucosio;
  • con alcune malattie del tratto gastrointestinale, ad esempio la malattia di Crohn;
  • con l'allattamento al seno;
  • in presenza di tumori sensibili ai cambiamenti dello sfondo ormonale;
  • con violazione del ciclo mestruale;
  • con gravidanza ectopica;
  • in caso di malfunzionamento del sistema emostatico.

È vietato l'uso di preparati contenenti mifepristone:

  • con insufficienza epatica;
  • con porfiria;
  • con insufficienza renale;
  • con violazioni nel lavoro del sistema emostatico (coagulazione del sangue);
  • quando si assumono glucocorticoidi, ad esempio desametasone, prednisolone e così via;
  • quando si assumono anticoagulanti;
  • con insufficienza surrenalica;
  • con gravidanza confermata;
  • con l'allattamento al seno; P
  • in presenza di alcune malattie nella fase cronica;
  • con anemia;
  • donne di trentacinque anni;
  • con gravidanza extrauterina.

Naturalmente, ogni donna ha il diritto di decidere autonomamente quali moderni metodi di contraccezione o anche metodi alternativi da utilizzare per proteggere da una gravidanza indesiderata. Tuttavia, è sempre necessario pensare a quali conseguenze dannose possono verificarsi per il corpo quando si assumono determinati farmaci.

Le pillole anticoncezionali di emergenza o di "incendio" possono essere pericolose:

  • il rischio di sviluppare successivamente una gravidanza extrauterina, dovuta a una violazione del processo di trasporto di un uovo fecondato al suo posto nell'utero per un ulteriore sviluppo;
  • il rischio di sanguinamento uterino, che persino i professionisti medici non possono sempre affrontare con successo;
  • il rischio di infertilità, in particolare per le giovani donne il cui ciclo mestruale non è stato ancora stabilito;
  • il rischio di sviluppare la malattia di Crohn, una malattia infiammatoria cronica del tratto gastrointestinale, che colpisce tutte le sue parti (dalla cavità orale al retto);
  • il rischio di aumento della trombosi, che è provocato da alte dosi di ormoni contenuti in tutte, senza eccezione, compresse del giorno successivo, che porta a tromboembolia polmonare, ictus e persino effetto letale.

Secondo le donne che hanno sperimentato gli effetti delle pillole anticoncezionali di emergenza, gli effetti collaterali più comuni di questi farmaci sono:

  • nausea;
  • reazioni allergiche sotto forma di eruzione cutanea con prurito cutaneo;
  • gonfiore o tenerezza delle ghiandole mammarie (mastalgia);
  • emicrania;
  • dolore addominale inferiore;
  • forte mal di testa;
  • fatica;
  • instabilità emotiva.

Pillole abortive. Prezzo, dove acquistare, come usarlo correttamente

Il cosiddetto farmabort o l'aborto medico è spesso associato alla contraccezione d'emergenza. Tuttavia, questo è tutt'altro che la stessa cosa. Naturalmente, entrambi questi farmaci aiutano a evitare una gravidanza indesiderata, questo è solo il meccanismo d'azione e il tempo di assunzione delle cosiddette pillole per l'aborto è diverso.

Parliamo delle principali differenze tra l'aborto medico, che, secondo molti esperti, è più sicuro dell'intervento chirurgico, ad esempio l'aspirazione sotto vuoto o il curettage. Per quanto tempo le pillole per l'aborto possono essere efficaci per interrompere una gravidanza indesiderata?

Quindi, come accennato in precedenza, dopo un atto non protetto dalla gravidanza, le pillole anticoncezionali correlate alla contraccezione d'emergenza possono essere protette per 72 ore. I farmaci per l'aborto medico vengono utilizzati quando la gravidanza è già arrivata.

Quindi, quando puoi usare le pillole per l'aborto o per quanto tempo. Questi fondi possono essere prelevati nelle prime fasi della gravidanza (fino a 42 giorni di amenorrea, il primo giorno dell'ultimo ciclo mestruale).

Ciò significa che le pillole per l'aborto hanno un effetto sulla gravidanza fino al sesto massimo fino alla settima settimana..

Vale la pena notare che le pillole di aborto più efficaci influenzano l'uovo fetale ancora debolmente attaccato all'utero per un massimo di quattro settimane.

Durante questo periodo, lo sfondo ormonale del corpo femminile non ha ancora raggiunto l'apice dei suoi cambiamenti e puoi ricorrere all'uso di farmaci per interrompere una gravidanza indesiderata.

Va notato che le pillole per l'aborto non devono essere assunte senza controllo medico. Sebbene questo metodo di aborto sia considerato più sicuro dell'intervento chirurgico, è lungi dall'essere sempre che tutto vada liscio e senza conseguenze negative per il corpo femminile.

Per escludere possibili danni alla salute, è necessario consultare un ginecologo e assumere questo tipo di pillola solo in sua presenza in modo che uno specialista qualificato possa fornire assistenza rapida (ad esempio, se si apre un sanguinamento grave) e prevenire un grave esito dell'aborto medico. Sfortunatamente, non molte persone pensano a come le pillole per l'aborto possano essere pericolose..

Dopotutto, possono persino morire di morte se insorgono complicazioni e i medici non forniscono cure mediche urgenti alla donna. Pertanto, i farmaci per l'aborto medico contenenti mifepristone (una sostanza steroidea antirogestinica di origine sintetica), ad esempio Mifeprex o Mifegin, vengono assunti una volta alla dose di non più di 200 mg esclusivamente sotto controllo medico.

Il farmaco per l'aborto medico Mifegin

Mifegin, un farmaco prodotto da un produttore francese, come la sua controparte domestica, Mifeprex, contiene la stessa sostanza biologicamente attiva mifepristone nella sua composizione chimica, che blocca la produzione di progesterone a causa del suo effetto sui recettori del progesterone. Nel normale corso della gravidanza, un ormone steroideo come il progesterone, prodotto dal corpo luteo delle ovaie, forma l'endometrio, la cui funzione principale è quella di creare le migliori condizioni per lo sviluppo dell'embrione.

L'azione dei farmaci contenenti mifepristone dà esattamente l'effetto opposto (il miometrio è ridotto, la crescita delle prostaglandine aumenta), che alla fine porta alla prevenzione di una gravidanza indesiderata. Dopo un massimo di 48 ore dopo aver usato la pillola del tipo di aborto, la donna deve completare l'aborto medico e assumere farmaci come Misoprostol o Hemeprost.

Questi sono analoghi delle prostaglandine che stimolano il processo di "espulsione" del feto dall'utero. È molto importante capire che, al fine di evitare gravi complicazioni, il paziente deve essere sotto controllo medico obbligatorio per 2 ore dopo l'assunzione dei farmaci di cui sopra.

Al fine di verificare completamente che si sia verificato un aborto, una donna deve sottoporsi a un'ecografia due giorni dopo la procedura e quindi riapplicare al ginecologo in due settimane. Secondo gli esperti, l'efficacia di questo metodo raggiunge il 99%. Tuttavia, in alcuni casi, le pillole per l'aborto non aiutano a liberarsi completamente del feto, e quindi la donna deve sottoporsi a procedure spiacevoli come:

  • l'abrasione (curettage nella gente comune) è un'operazione volta a rimuovere l'uovo fetale, nonché alcune formazioni patologiche sulle mucose dell'utero;
  • l'aspirazione sotto vuoto (comunemente indicata come mini-aborto) è un metodo di aborto in cui il feto viene rimosso dall'utero utilizzando una speciale aspirazione sotto vuoto.

Come abbiamo detto sopra, l'aborto medico è considerato il modo più delicato per interrompere una gravidanza non pianificata, poiché non vi sono effetti meccanici sull'utero. Di conseguenza, le sue mucose non vengono danneggiate, il che elimina molte possibili complicazioni. Tuttavia, questo metodo ha anche una serie di controindicazioni, in cui è vietato l'uso di pillole per l'aborto:

  • malattie infiammatorie delle ovaie o dell'utero;
  • gravidanza extrauterina;
  • cicatrici sull'utero, dovute a operazioni precedentemente trasferite;
  • alcune malattie gastrointestinali.

Quando si esegue un aborto medico, possono verificarsi le seguenti complicazioni:

  • sanguinamento uterino;
  • reazioni allergiche;
  • nausea;
  • acuti dolori addominali;
  • aborto incompleto, ad es. una situazione in cui la gravidanza sta progredendo, poiché non si è verificato un rigetto fetale;
  • salti di pressione sanguigna;
  • vomito.

Prezzo delle pillole anticoncezionali

Il prezzo delle pillole anticoncezionali postcoitali dipende da diversi fattori. In primo luogo, il prezzo è influenzato dal produttore dei farmaci, in secondo luogo, il numero di compresse nel pacchetto e, in terzo luogo, la regione in cui vengono venduti i contraccettivi. Ad esempio, compresse popolari e diffuse come Postinor in Ucraina costano in media 200 grivna e in Russia 350 rubli.

Quanto costano le pillole per l'aborto? Il prezzo di questo tipo di farmaco dipende principalmente dal loro produttore. Inoltre, come accennato in precedenza, l'aborto farmacologico è una procedura medica che deve essere eseguita esclusivamente sotto la supervisione di un medico. Pertanto, il costo delle stesse pillole per l'aborto viene aggiunto al costo dei servizi di un ginecologo che controllerà il paziente e sarà in grado di aiutarla in modo tempestivo se qualcosa va storto come previsto.

Istruzione: laureato in medicina presso la Vitebsk State Medical University. All'università, ha diretto il Consiglio della Student Scientific Society. Ulteriore formazione nel 2010 - nella specialità "Oncologia" e nel 2011 - nella specialità "Mammologia, forme visive di oncologia".

Esperienza: lavoro nella rete medica generale per 3 anni come chirurgo (ospedale di emergenza di Vitebsk, Liozno CRH) e oncologo e traumatologo di distretto part-time. Lavora come rappresentante farmaceutico durante tutto l'anno presso Rubicon.

Presentate 3 proposte di razionalizzazione sul tema "Ottimizzazione della terapia antibiotica in base alla composizione delle specie di microflora", 2 opere hanno vinto premi nella rassegna repubblicana del riesame degli articoli di ricerca degli studenti (categorie 1 e 3).

Up