logo

Micoplasmi e ureaplasmi: un'infezione che può essere asintomatica. Questi microrganismi causano gravi malattie dell'apparato genito-urinario e del tratto respiratorio. Sono particolarmente pericolosi per le donne in gravidanza, poiché possono influire sul corretto corso della gravidanza, causare polidramnios e parto prematuro. Con una malattia, il rischio di infezione del feto aumenta notevolmente.

Che cos'è il micoplasma e l'ureaplasma?

Il micoplasma e l'ureaplasma sono infezioni, i cui agenti causali sono i microrganismi più piccoli appartenenti alla famiglia dei micoplasmi. Sono simili tra loro nella loro struttura e proprietà. I microrganismi della famiglia non hanno una membrana cellulare e il DNA, quindi è difficile attribuirli a batteri o virus. Occupano un collegamento intermedio. I microrganismi penetrano nella mucosa umana e parassitizzano nelle cellule degli organi genitali e del tratto respiratorio.

La famiglia Mycoplasma (Mycoplasmaсea) ha più di 100 varietà. Il gruppo più numeroso è occupato dai micoplasmi - oltre 100 specie. Gli ureaplasmi hanno solo cinque varietà.

Non tutti i micoplasmi sono in grado di provocare malattie del tratto respiratorio e del sistema genito-urinario. Le più pericolose tra loro sono solo tre varietà: Mycoplasma genitalium (Mycoplasma genitalium), Mycoplasma hominis (Mycoplasma hominis), Mycoplasma pneumoniae (Mycoplasma pneumoniae), tra due ureaplasmi Ureaplasma parvum (ureaplasma uremicum parumum).

Ureaplasmi di entrambe le varietà e micoplasmi genitalium e hominis provocano una malattia del sistema urogenitale di donne e uomini. Mycoplasma pneumoniae parassita principalmente sul sistema respiratorio dei bambini, causando bronchite, asma, polmonite.

Il rilevamento di ureaplasma e micoplasma non indica sempre la presenza o lo sviluppo di una malattia. Gli scienziati hanno dimostrato che questi microrganismi possono essere l'ambiente naturale del corpo umano. Come percentuale di donne sane che hanno una normale vita sessuale, l'ureaplasma viene rilevato nel 40%, il micoplasma nel 20%. Gli uomini hanno meno probabilità di diventare portatori di questi microrganismi. I micoplasmi possono anche essere trovati nella mucosa nei bambini, così come negli adulti che non sono sessualmente attivi. Spesso i microrganismi non si manifestano per tutta la vita. E solo quando si presentano determinate condizioni per la propagazione dei micoplasmi (ad esempio, una diminuzione dell'immunità, un cambiamento nella flora naturale del corpo), possono comparire sintomi della malattia.

Sintomi della malattia

Con la moltiplicazione dei microrganismi del micoplasma e dell'ureaplasma, le donne spesso avvertono dolore acuto durante la minzione e il bruciore dei genitali, il muco cagliato viene rilasciato dalla vagina. Il dolore può verificarsi durante il rapporto e può essere accompagnato da sanguinamento. I microrganismi provocano anche disagio nella parte bassa dell'addome, dolore nella parte bassa della schiena e nelle articolazioni.

Negli uomini, sono possibili i seguenti sintomi: prurito e bruciore dell'organo genitale, che sono aggravati dal rapporto sessuale o durante la minzione; scarico dal pene e compromissione della qualità dello sperma, dolore all'inguine.

Il periodo di incubazione per la moltiplicazione dei micoplasmi e degli ureaplasmi è di circa 3-4 settimane dopo la presunta infezione, quindi i sintomi potrebbero non comparire immediatamente, ma dopo alcune settimane.

Se noti la manifestazione di alcuni sintomi in te stesso, contatta immediatamente, per le donne, un ginecologo, per gli uomini, un urologo. Il medico prescriverà dei test. Per rilevare la presenza o l'assenza di microrganismi, viene prelevato un tampone dal canale cervicale o dall'uretra. Poiché gli ureaplasmi e i micoplasmi non hanno una membrana cellulare, sono insensibili alla maggior parte dei farmaci. Per identificare la loro sensibilità agli antibiotici, è necessariamente prescritta un'ulteriore analisi.

Modi di infezione da micoplasmi e ureaplasmi

La principale via di infezione è attraverso la mucosa del corpo. L'infezione si verifica principalmente attraverso il contatto sessuale, anche attraverso il sesso orale, motivo per cui la micoplasmosi e l'ureaplasmosi sono spesso indicate come malattie sessualmente trasmissibili (malattie sessualmente trasmissibili).

L'infezione dei bambini avviene in modo verticale, cioè anche durante la gravidanza, i microrganismi attraversano la placenta e infettano il feto. Inoltre, il bambino può essere infettato durante la nascita quando passa attraverso il canale del parto. Se durante la gravidanza una donna rivela la presenza di microrganismi, dopo il parto, al bambino vengono sottoposti tutti i test necessari e il trattamento prescritto.

Molti medici affermano che l'infezione da micoplasmi può verificarsi attraverso il contatto familiare. Ma è improbabile. L'infezione si verifica quando le persone condividono articoli per l'igiene personale per lungo tempo..

Ureaplasma - la causa dell'aborto spontaneo (aborto spontaneo)

Durante la gravidanza, così come durante la sua pianificazione, i ginecologi raccomandano di eseguire un test dell'ureaplasma per prescrivere il trattamento in tempo. Non dimenticare che questi microrganismi sono opportunisti, non causano sempre danni alla salute. I micoplasmi possono esistere nascosti nel corpo umano, ma quando si presentano loro condizioni favorevoli, iniziano a moltiplicarsi attivamente. Durante la gravidanza, l'immunità di una donna diminuisce drasticamente, il corpo smette di combattere i microrganismi, permettendo alla malattia di entrare nella fase acuta. L'esacerbazione dei micoplasmi durante la gravidanza può portare a gravi conseguenze: infezione del feto attraverso la placenta e aborto spontaneo. Inoltre, aumenta il rischio di infezione del bambino durante il parto.

Perché l'ureaplasma sta aumentando notevolmente la probabilità di un aborto? Durante la gravidanza, i microrganismi iniziano a distruggere la cervice, si ammorbidisce e si allenta, il che porta all'apertura precoce della faringe e provoca un parto precoce e aborti spontanei. Per evitare gli effetti dannosi dell'ureaplasma sulla cervice, il medico prescrive un trattamento appropriato. Se l'apertura della faringe uterina ha iniziato a verificarsi, in questo caso solo la sutura aiuterà.

Trattamento dell'ureaplasma durante la gravidanza

Quando si identifica l'ureaplasma nel corpo di una donna incinta, sorge la domanda sul trattamento della malattia. Qui, una donna incinta può incorrere in un problema: ci sono opinioni opposte dei medici. Alcuni ritengono che sia necessario un trattamento, altri (principalmente aderenti alle opinioni europee sulla medicina) ritengono che se l'ureaplasma non è nella fase attiva, non è necessario trattarlo. Al fine di determinare l'attività dell'ureaplasma nella donna incinta, il medico prescrive ulteriori test. Se non ci sono complicazioni e la minaccia di aborto spontaneo, il trattamento viene prescritto dopo 30 settimane. Al momento, esiste il minor rischio di effetti negativi del farmaco sul feto. Dopo il trattamento, la donna può essere sicura che il bambino non verrà infettato quando passa attraverso il canale del parto. Se esiste una minaccia di aborto spontaneo, il trattamento viene prescritto immediatamente. Il medico seleziona i farmaci individualmente per ogni donna. Non dimenticare che il trattamento deve essere effettuato da entrambi i partner sessuali.

Fasi del trattamento dell'ureaplasma durante la gravidanza

Il trattamento dell'ureaplasma è prescritto da un ginecologo e si svolge sotto la sua stretta supervisione. Non puoi impegnarti nell'automedicazione, questo può danneggiare la salute della madre e del bambino. Di solito, il trattamento si svolge in più fasi:

  1. palcoscenico. Identificazione dell'ureaplasma. Il paziente con sospetto ureaplasma, ed eventualmente anche test programmati per la presenza di microrganismi. Quando viene rilevato l'ureaplasma, il medico di solito prescrive un esame aggiuntivo per la sua sensibilità agli antibiotici.
  2. palcoscenico. Se la malattia viene rilevata all'inizio della gravidanza, il medico può prescrivere un agente immunomodulante. Ad esempio, viferon. Questo medicinale può essere usato dopo la 14a settimana di gravidanza, aumenta l'immunità della madre e aumenta la resistenza del corpo all'ureaplasma. Viferon non influisce negativamente sulla salute della madre e del bambino.
  3. palcoscenico. Farmaci antivirali. Il trattamento antibatterico è prescritto dopo 20 settimane. La medicina moderna consente di scegliere un antibiotico per il trattamento dell'ureaplasma, che ha un danno minimo al feto. Il medico prescrive il medicinale individualmente per ogni donna, tenendo conto delle caratteristiche del suo corpo, della sensibilità dei microrganismi agli antibiotici e del grado di distribuzione.
contenuto ↑

Il pericolo dei micoplasmi durante la gravidanza

I micoplasmi nel corpo di una donna incinta sono molto pericolosi sia per la madre che per il nascituro. Due varietà sono particolarmente patogene: il micoplasma genitalium e il micoplasma hominis. Questi microrganismi parassitano sulle cellule della mucosa e causano infezioni acute del sistema genito-urinario. Il loro sviluppo attivo può provocare un aborto spontaneo o una nascita precoce.

Trattamento di micoplasmosi durante la gravidanza

Il trattamento della micoplasmosi nelle donne in gravidanza si verifica solo come prescritto dal medico e sotto la sua stretta supervisione. Il rischio per il feto nel paziente sorge se l'indice di microrganismi per 1 ml supera 100 CoE. A tassi bassi, il trattamento di solito non è prescritto.

Prima di selezionare la medicina necessaria, il medico indirizza la donna a un'ulteriore analisi, che rivela la sensibilità dei microrganismi agli antibiotici. Molto spesso vengono prescritti antibiotici del gruppo macrolidi. Hanno il minimo effetto sul feto e sono efficaci nel trattamento della micoplasmosi. Gli antibiotici sono di solito prescritti dopo 12 settimane di gravidanza, quando si formano tutti i principali organi del bambino. Il corso del trattamento è breve, ma più efficace. La malattia si ripresenta raramente. Di solito, il medico prescrive agenti immunomodulatori agli antibiotici per aumentare l'immunità di una donna. Spesso durante la gravidanza, le proprietà protettive del corpo diminuiscono, consentendo ai microrganismi di moltiplicarsi attivamente. Il successo del trattamento dipende dallo stato di immunità di una donna incinta.

Il trattamento della micoplasmosi si svolge necessariamente in entrambi i partner sessuali, in che modo il trattamento del micoplasma e dell'ureaplasma negli uomini negli articoli.

Micoplasmosi e ureaplasmosis, conseguenze per le donne in gravidanza.

La micoplasmosi e l'ureaplasmosis sono pericolose durante la gravidanza sia per la madre che per il feto. Le malattie possono provocare nella fase iniziale di un bambino un attaccamento improprio della placenta. I microrganismi sono in grado di influenzare le pareti dell'utero e penetrare nella placenta fino al feto. Nelle prime fasi, il rischio di aborti spontanei aumenta drasticamente, poiché l'utero entra in uno stato di tono a causa dell'infiammazione. Inoltre, gli ureaplasmi e i micoplasmi causano la friabilità dei tessuti interni, la cervice si ammorbidisce e inizia ad aprirsi, il che può causare aborti spontanei del bambino. Per gli stessi motivi, la malattia può provocare un parto precoce in un secondo momento..

Dopo il parto, l'endometrite uterina si verifica spesso a causa del processo infiammatorio. La gente lo chiamava "febbre della maternità".

Se durante la gravidanza, con l'aiuto di analisi, vengono rilevati microrganismi di micoplasmosi e ureaplasmosis nella loro forma attiva, il medico prescriverà i farmaci necessari. Non trascurarli, perché un trattamento tempestivo aiuterà a evitare le spiacevoli conseguenze delle malattie.

Segni, diagnosi e trattamento della micoplasmosi

Fatti del micoplasma

I micoplasmi sono i microrganismi più semplici che non hanno un nucleo e sono in grado di auto-riproduzione. Appartengono al regno di Procariotae, classe Mollicutes, famiglia Micoplasmataceal. Questa famiglia comprende due generi: micoplasma e ureaplasma. Esistono più di 100 specie, 14 sono presenti nel corpo umano e 4 possono causare la malattia:

  • M. pneumoniae;
  • M. hominis;
  • M. genitalium;
  • U. urealyticum.

La micoplasmosi nelle donne può verificarsi in modo acuto, cronico o sotto forma di trasporto asintomatico

Ad oggi, M. pneumoniae è l'unica specie la cui patogenicità è stata dimostrata per l'uomo. Causa malattia respiratoria. Altre specie, oltre a quelle respiratorie, possono causare malattie del sistema genito-urinario, immunitario, muscoloscheletrico, endocrino e nervoso. In questo caso, la micoplasmosi associata a M. genitalium è soggetta a trattamento obbligatorio e M. hominis e U. urealyticum sono considerati flora opportunistica.

Oltre alla semplice struttura, i micoplasmi attirano gli scienziati con la loro influenza su altri virus: in loro presenza, l'HIV e il citomegalovirus si moltiplicano più velocemente. Possono anche causare immunodeficienza..

La differenza tra micoplasma e ureaplasma

L'ureaplasma è un micoplasma che scompone l'acido urico e può causare infiammazione del tratto genito-urinario. Nel 60% dei casi fa parte della normale microflora della vagina, quindi una donna può essere portatrice asintomatica di questa infezione.

L'ureaplasmosi si verifica in determinate condizioni:

  • uno squilibrio nella microflora vaginale, accompagnato da una diminuzione dei lattobacilli;
  • la presenza di altri agenti patogeni: clamidia, gonococco, Trichomonas, herpes, ecc.
  • riduzione dell'immunità dovuta a malattia, chirurgia, stress cronico, ipotermia o gravidanza.

I sintomi dell'infezione urogenitale sono assenti in portatori sani

L'ureaplasma viene trasmesso sessualmente o a casa se non si osserva l'igiene personale. L'infezione può verificarsi in modo acuto o cronico e portare alla sterilità o complicare il corso della gravidanza.

Non ha una clinica specifica, quindi un medico può diagnosticare solo dopo aver identificato U. urealyticum nel materiale di prova e l'assenza di altri agenti patogeni.

Modi di infezione e caratteristiche dell'infezione da micoplasma

La micoplasmosi urogenitale è accompagnata da infiammazione degli organi genito-urinari ed è causata esclusivamente dai micoplasmi.

Modi di entrata dei micoplasmi nel corpo:

  • sessuale - la più comune, quindi, la micoplasmosi viene spesso definita infezione a trasmissione sessuale;
  • famiglia - articoli per l'igiene personale generale, biancheria da letto e l'uso di servizi igienici pubblici spiega l'infezione da micoplasma in bambini e adolescenti che non vivono sessualmente;
  • ascendente - dalla vagina, attraverso il canale cervicale, l'infezione entra nella cavità uterina e quindi, attraverso le tube di Falloppio, nella cavità addominale;
  • da madre a bambino - attraverso la placenta o durante il parto;
  • aereo - caratteristico solo per M. pneumoniae e sviluppo di malattie respiratorie.

I micoplasmi sono presenti nel corpo di una persona sana e ad una concentrazione fino a 104 CFU / ml non sono dannosi per la salute. Nelle donne, si trovano più spesso nella vagina, meno spesso nel canale cervicale e nell'uretra. Negli uomini, questi microrganismi si trovano nell'uretra e nel prepuzio. In concentrazioni superiori a 102-104 UFC / ml, causano malattie genito-urinarie.

La moltiplicazione dei micoplasmi è influenzata dal pH del mezzo in cui si trovano. Una donna in buona salute ha un ambiente acido della vagina con un valore pH di 3,3-4,4. Il suo passaggio dal lato alcalino a 6,5-8 promuove la riproduzione attiva dei micoplasmi e lo sviluppo dell'infiammazione. Tale variazione del pH porta a una diminuzione del numero di lattobacilli nella microflora vaginale a seguito dell'assunzione di antibiotici, insufficienza ormonale, stress e altri fattori.

Caratteristiche dell'infezione da micoplasma:

  • le manifestazioni di micoplasmosi sono simili ai sintomi di altre infezioni genito-urinarie, che causano difficoltà nella diagnosi;
  • raramente acuto, principalmente un decorso cronico ne è caratteristico;
  • lo sviluppo dell'infezione dipende dalla sensibilità dell'organismo ospite ad esso;
  • la natura dell'infiammazione dipende dalle vie del micoplasma che entra nel corpo;
  • la micoplasmosi è accompagnata da reazioni del sistema immunitario: i difetti in essa complicano il decorso e aumentano la sensibilità del paziente alle infezioni;
  • con il flusso sanguigno, i micoplasmi dell'organo interessato si diffondono in tutto il corpo, il che porta a una generalizzazione del processo.

Il trattamento della micoplasmosi è obbligatorio in presenza di fattori aggravanti

Il pericolo di infezione da micoplasma risiede nella sua capacità di innescare altri processi e malattie patologiche: crescita di tumori maligni, sindrome da affaticamento cronico, AIDS, artrite non specifica, morbo di Crohn, ecc..

Forme e sintomi di micoplasmosi

Dopo essere entrati nel corpo, i micoplasmi colpiscono la mucosa degli organi interni, causando infiammazione, compromissione della microcircolazione, edema e necrosi. Quando si accumulano nei tessuti e si diffondono con il flusso sanguigno in tutto il corpo, secernono sostanze tossiche che colpiscono il sistema nervoso, le articolazioni, il cuore e il sistema respiratorio. Il periodo di incubazione dura in media dai 5 ai 30 giorni.

A seconda della via di ingresso, si distinguono la micoplasmosi respiratoria e urogenitale. Ognuno di loro ha le sue caratteristiche..

La micoplasmosi respiratoria procede come ARVI o polmonite ed è caratterizzata da febbre, dolore ai muscoli e alla gola, tosse e rinite. La malattia può essere complicata da otite media, sinusite, congiuntivite, meningite.

La micoplasmosi urogenitale procede come uretrite, cervicite, endometrite, salpingooforite, colpite, prostatite e altre malattie del sistema genito-urinario. La micoplasmosi in una donna è accompagnata da:

  • secrezioni mucose;
  • bruciore e prurito;
  • dolore durante la minzione;
  • tirando dolori nella parte inferiore dell'addome e nella parte bassa della schiena;
  • disagio e dolore durante il rapporto sessuale.

È necessaria la consultazione del medico e il trattamento della micoplasmosi. La loro assenza può portare alla sterilità e allo sviluppo della patologia cronica del tratto genito-urinario.

Micoplasmosi nelle donne in gravidanza

Per una donna incinta, l'infezione da micoplasma è pericolosa con le seguenti complicanze:

  • aumento della quantità di liquido amniotico;
  • tossicosi tardiva;
  • infiammazione delle membrane;
  • insufficienza fetoplacentare.

Questa non è solo la causa di una gravidanza grave, ma anche la minaccia di aborto spontaneo e parto prematuro. Nelle donne in gravidanza con infezione da micoplasma, 1,5 volte più spesso rispetto a quelle sane, il parto inizia prematuramente. Non è stato ancora stabilito che la micoplasmosi sia l'unica ragione per l'aborto spontaneo nelle prime fasi, ma quando si esaminano gli embrioni dopo un aborto spontaneo nel 17% dei casi, insieme ad altri microrganismi, sono stati rilevati segni di infezione da micoplasma.

La causa dell'infertilità e dell'aborto spontaneo può essere la micoplasmosi urogenitale

L'infezione da micoplasma intrauterino provoca anomalie e malformazioni fetali. Meningite, polmonite, lesioni della pelle, fegato, reni, occhi e parto - non tutte le possibili conseguenze della micoplasmosi.

Test di micoplasmosi

L'infezione da micoplasma non ha manifestazioni specifiche, pertanto vengono utilizzati metodi diagnostici di laboratorio per effettuare una diagnosi. Come materiale di prova per sospetta micoplasmosi respiratoria, espettorato, tamponi rinofaringei, vengono prelevati tamponi bronchiali. Per determinare l'agente causale delle infezioni genito-urinarie, vengono esaminati i raschiamenti degli archi vaginali, della mucosa uretrale e del canale cervicale, nonché la porzione centrale di urina mattutina.

Vengono utilizzati 3 gruppi di test di laboratorio per micoplasmosi:

  1. Culturale. La loro essenza risiede nella semina del materiale studiato sui mezzi nutritivi. Questi metodi consentono di identificare l'agente patogeno con un'accuratezza del 100%, ma richiedono molto tempo e richiedono il rigoroso rispetto delle regole di selezione dei media..
  2. immunologica Hanno lo scopo di identificare antigeni patogeni o anticorpi ad esso. La precisione di questi metodi varia dal 50 al 70%.
  3. Biologico Molecolare. La reazione a catena della polimerasi o PCR rileva il DNA del micoplasma nel materiale in esame con un'accuratezza del 99%.

Il medico effettua una diagnosi di micoplasmosi quando viene rilevato un agente patogeno nella quantità di 104 CFU / ml o più. La diagnosi di micoplasmosi è di particolare importanza nelle donne in gravidanza, così come nelle coppie che intendono avere un bambino.

Trattamento per micoplasmosi

La concentrazione di micoplasmi nel materiale in esame è inferiore a 104 CFU / ml e l'assenza di sintomi indica trasporto e non richiede terapia. In tutti gli altri casi, è indicato il trattamento della micoplasmosi, finalizzato a ridurre la frequenza delle esacerbazioni e la gravità dell'infiammazione, seguita dall'eliminazione dell'agente patogeno.

La terapia dovrebbe essere completa e interessare tutte le cause della malattia: eliminare l'agente patogeno e stimolare il sistema immunitario. In ogni caso, il medico lo seleziona individualmente. Per combattere il patogeno, vengono utilizzati antibiotici ad ampio spettro - tetracicline. Un buon risultato è la loro combinazione con immunomodulatori.

La micoplasmosi rappresenta una grave minaccia per la salute e la funzione riproduttiva. È diffuso tra la popolazione in età fertile, quindi la sua diagnosi e il trattamento sono un problema urgente. L'esame regolare e il rapporto sessuale ordinato, eliminando le principali cause di questa infezione, sono di fondamentale importanza nella sua prevenzione..

Quanto è pericoloso il micoplasma durante la gravidanza??

La futura mamma, in attesa del bambino, viene sottoposta a numerosi test diversi. La maggior parte di essi è obbligatoria, mentre altri sono assegnati a una donna secondo le indicazioni. A volte il medico raccomanda di effettuare un'analisi per il micoplasma e l'ureaplasma durante la gravidanza, poiché queste infezioni sono determinate in uno studio. L'ureaplasma non è una malattia pericolosa, nella maggior parte delle persone è asintomatica e non influisce negativamente sul corpo. Tuttavia, spesso sia l'ureaplasma che il micoplasma vengono rilevati contemporaneamente durante la gravidanza, e questa è già una patologia abbastanza seria. In tale situazione, l'ureaplasma complica il decorso e il trattamento del micoplasma. Il micoplasma è più pericoloso. Considera quali sono le cause e i sintomi del micoplasma e qual è il trattamento per questa malattia.

Cos'è

I micoplasmi sono patogeni della micoplasmosi, un processo infiammatorio nel corpo umano. Sono microrganismi unicellulari che occupano un posto intermedio tra virus e batteri. A differenza dei batteri, i micoplasmi non hanno una parete cellulare; sono separati dall'ambiente esterno dalla membrana citoplasmatica.

Alcuni esperti non considerano i micoplasmi come microrganismi patogeni, poiché si trovano anche in persone completamente sane. Secondo altri scienziati, i micoplasmi possono portare allo sviluppo di molte malattie gravi dopo il fallimento del sistema immunitario umano.

Esistono molti tipi diversi di micoplasmi, ma due sono pericolosi: micoplasma genitalium e micoplasma hominis. I genitali del micoplasma si trovano spesso nelle malattie del sistema genito-urinario. Il micoplasma hominis è più patogeno e quindi più pericoloso durante la gravidanza..

I suddetti tipi di microrganismi vivono sui tessuti mucosi del sistema genito-urinario. Possono causare infiammazione della vagina, dell'uretra, della cervice. Quasi sempre, gli agenti causali della micoplasmosi sono trasmessi sessualmente. E molto raramente c'è infezione nel modo domestico (attraverso biancheria da letto, biancheria intima, costume da bagno, asciugamani).

Sintomi di micoplasmosi durante la gravidanza

Secondo i medici, circa il 40% dei casi è asintomatico. Questa è l'insidiosità di questo disturbo. I micoplasmi possono anche non causare sintomi spiacevoli a una donna..

Tuttavia, circa il 60% dei pazienti ha segni di tale infezione. I sintomi più comuni sono perdite vaginali leggere e quasi trasparenti. Inoltre, possono comparire prurito dei genitali, disagio durante la minzione, dolore durante il rapporto sessuale. Di solito i primi sintomi della malattia si verificano 14 giorni dopo l'infezione.

Qual è la micoplasmosi pericolosa per la futura mamma

Durante la gravidanza, il micoplasma può avere un effetto negativo sul suo decorso. Le frequenti conseguenze dell'infezione sono polidramnios e attaccamento improprio della placenta. A causa di danni alle pareti della vagina e della cervice, il processo infiammatorio è in grado di influenzare le membrane amniotiche. Di conseguenza, il tono dell'utero aumenta e può verificarsi un aborto spontaneo (nelle fasi iniziali) o una nascita prematura (nelle fasi successive)..

Fortunatamente, l'infezione intrauterina del feto con micoplasmosi è molto rara. La placenta diventa un ostacolo per il bambino nei microrganismi.

Tuttavia, esiste un grande rischio che il bambino venga infettato durante il canale del parto. In genere, tali bambini soffrono del sistema bronco-polmonare, sviluppano processi infiammatori nel naso, nella faringe, nei bronchi e nei polmoni. Nei neonati, il sistema riproduttivo può essere interessato. La micoplasmosi è una causa comune di congiuntivite, polmonite congenita, meningite, sepsi neonatale. Più debole è il bambino, più difficile sarà la malattia per lui. A volte un'infezione non può verificarsi immediatamente dopo la nascita, ma dopo diversi anni.

Altre complicanze del micoplasma durante la gravidanza includono le seguenti patologie:

  • endometrite (un processo infiammatorio nella cavità uterina), precedentemente chiamato "febbre materna";
  • annessite - infiammazione delle ovaie e delle tube di Falloppio;
  • pielonefrite - un processo infiammatorio nel sistema pielocaliceale del rene.

Nella maggior parte dei casi, lo sviluppo di queste malattie provoca la gravidanza del micoplasma hominis.

Diagnostica

La difficoltà nel determinare i micoplasmi è che sono molto piccoli e non è possibile vederli in un normale striscio.

Metodi di laboratorio come la coltura, l'immunofluorescenza, il saggio di immunosorbenti enzimatici e la reazione della polimerasi sono usati per rilevare l'infezione. Per la coltivazione di micoplasmi, viene utilizzato un mezzo speciale, che non è disponibile in tutti i laboratori ordinari.

Trattamento

I principali agenti utilizzati nel trattamento della micoplasmosi sono i farmaci antibatterici. La micoplasmosi deve essere trattata solo da un medico. Molto spesso, gli antibiotici di scelta per una futura madre sono farmaci del gruppo macrolidi. Ma anche questi farmaci non sono raccomandati per le donne fino alla 12a settimana di gravidanza. La terapia per micoplasmosi comprende anche vitamine e immunostimolanti.

Dopo aver subito il trattamento, una donna dovrebbe visitare un medico per un esame. Tuttavia, è necessario sapere che i test ripetuti per il micoplasma vengono somministrati solo un mese dopo la fine della terapia.

Se il micoplasma viene rilevato durante la gravidanza, la donna deve sottoporsi al trattamento prescritto dal medico. Non aver paura delle conseguenze di tale trattamento, i moderni prodotti farmaceutici consentono di scegliere il farmaco più sicuro per la futura mamma. Seguendo tutte le raccomandazioni del medico, una donna sarà in grado di sconfiggere la malattia e dare alla luce un bambino sano.

Micoplasmosi durante la gravidanza

La micoplasmosi è una malattia infettiva causata da microrganismi unicellulari. I micoplasmi sono un intermediario tra virus e batteri.

A differenza dei batteri, non hanno una parete cellulare. La membrana citoplasmatica li separa dall'ambiente esterno. I micoplasmi crescono in un ambiente privo di cellule, che li distingue dai virus. Parassitano nelle cellule e fuori dal corpo e muoiono senza un mezzo nutritivo..

Nel 1937, l'esame microscopico del micoplasma fu trovato nelle donne, nel 1958 - negli uomini. Nel 1979, è stato scoperto che questi microrganismi possono causare processi infiammatori. Si trovano nel corpo di persone sane. E secondo alcuni scienziati, sono completamente innocui. Altri medici affermano che il micoplasma è pericoloso per il corpo e inizia a manifestarsi quando si verifica un'insufficienza del sistema immunitario.

Esistono molte varietà (≈ 200). Può causare micoplasmosi - 14. 2 tipi sono pericolosi per l'uomo:

  1. micoplasma genitalium (micoplasma genitalium);
  2. micoplasma hominis (micoplasma hominis).

Il primo tipo di micoplasma è stato scoperto molto più tardi rispetto ad altre specie ed è meno comune. Ma il micoplasma genitalium è al 100% patogeno, causando una serie di conseguenze negative per il corpo:

  • difficile da rilevare;
  • porta sempre a un processo infiammatorio nel sistema genito-urinario;
  • riduce l'immunità di MPS;
  • aumenta il rischio di infezione da HIV;
  • danneggia lo sperma, riduce la loro motilità.

L'infezione può verificarsi attraverso la trasmissione sessuale e domestica. I microrganismi patogeni penetrano nelle zone profonde dell'MPS, causando gravi danni alle cellule. Se viene rilevato il micoplasma genitalium, è necessario un trattamento serio..

Oltre agli antibiotici accuratamente selezionati, vengono utilizzati anche metodi locali: lavaggi (supposte) con un antibiotico per le donne e per gli uomini - supposte uretrali. Dopo il corso del trattamento, vengono prese misure per ripristinare una flora sana.

Il secondo tipo - mycoplasma hominis può essere presente nell'MPS di uomini e donne, senza manifestare nulla.

Micoplasma durante la gravidanza

La malattia da micoplasmosi rappresenta una grave minaccia per una donna incinta e un feto. È più difficile trattare eventuali infezioni durante la gravidanza, poiché è necessario selezionare farmaci con effetti collaterali minimi.

Nel 40% dei casi, la malattia è latente e asintomatica. E molte donne non sono consapevoli della sua presenza. Quando si registra in connessione con la gravidanza, la rilevazione del micoplasma durante l'esame diventa una spiacevole sorpresa per il paziente.

Nel restante 60% dei casi, la malattia si manifesta con sintomi simili ad altre infezioni del sistema genito-urinario: scarico leggero (trasparente), prurito e dolore nei genitali. Questi segni si verificano dopo l'infezione, il periodo di incubazione è di diverse settimane (1-5). Negli uomini, la micoplasmosi può essere la causa di debole potenza, prostatite, uretrite.

La dimensione dei microrganismi è così piccola che non è facile rilevarli al microscopio in uno striscio. Inoltre, non hanno un guscio e non sono verniciati. Crescono molto lentamente quando si semina su un mezzo nutritivo. Viene effettuata un'analisi non solo per la presenza di infezione, ma anche per determinare il tipo e la quantità di micoplasmi. Il micoplasma hominis viene diagnosticato più spesso durante la gravidanza nelle donne esaminate..

Se la micoplasmosi viene diagnosticata in donne in gravidanza, è necessario un trattamento adeguato. La malattia interrompe il corso della gravidanza, causando polidramnios e una violazione dell'attacco della placenta. L'aborto spontaneo può verificarsi a causa di un aumento del tono dell'utero, della nascita prematura. I casi di infezione intrauterina del feto attraverso la placenta sono rari. Ma alla nascita, il bambino viene infettato da micoplasmosi dalla madre.

I micoplasmi nelle ragazze colpiscono i genitali. Spesso soffrono i bronchi e i polmoni dei neonati. Successivamente, sorgono anche una serie di complicazioni che incidono negativamente sulla salute e sullo sviluppo del bambino.

Ureaplasmosis

Ureaplasma: batteri che vivono sulla mucosa del tratto urinario e sui genitali delle persone. In precedenza, l'ureaplasma apparteneva al micoplasma, quindi veniva isolato in una forma separata per la proprietà di dividere l'urea.

Questi organismi opportunistici possono vivere in persone sane senza causare disagio. Ma sotto determinati fattori, possono causare malattie dell'MPS. L'infezione si verifica principalmente attraverso il contatto sessuale con il corriere, i neonati dalla madre, raramente attraverso la famiglia. In un terzo delle ragazze appena nate, l'ureaplasma si trova sui genitali, molto meno spesso nei ragazzi.

Esistono 2 tipi di questi microrganismi: ureaplasma parvum, ureaplasma urealyticum. La metà delle donne è portatrice di ureaplasmi. Negli uomini, si verifica spesso l'autoguarigione da questa infezione e i suoi portatori diventano molto meno comuni. L'ureaplasmosi può causare:

  • uretrite negli uomini;
  • infiammazione dell'utero e appendici nelle donne;
  • parto prematuro e aborto spontaneo;
  • urolitiasi;
  • eventualmente contribuire allo sviluppo della prostatite.

Per prescrivere un trattamento, è necessario determinare la causa delle suddette patologie. Può essere sia ureaplasmi che altri microrganismi..

effetti

Spesso è l'inizio della gravidanza che incoraggia una donna a sottoporsi a un esame. Ed è la gravidanza che porta ad una esacerbazione della malattia ed è molto pericolosa per la madre e il nascituro. Bene, se una coppia, pianificando una gravidanza, viene esaminata per le infezioni a trasmissione sessuale e viene sottoposta a trattamento. Se il micoplasma viene rilevato durante la gravidanza, la selezione del trattamento è complicata e la madre e il bambino sono a rischio aggiuntivo. Gli antibiotici forti sono usati per il trattamento. E tutti i farmaci hanno effetti collaterali, che non possono che influenzare la gravidanza e lo sviluppo fetale..

La presenza di micoplasma nel corpo è una vera minaccia per il suo corso normale e, inoltre, il sistema immunitario della donna si indebolisce durante questo periodo. Rischi per la gravidanza con micoplasmosi:

  • polidramnios;
  • aborti spontanei;
  • congelamento fetale;
  • nascita prematura.

Possibili complicanze postpartum:

  • vaginite (infiammazione della vagina);
  • annessite (infiammazione genitale cronica) che porta alla sterilità;
  • endometrite (infiammazione della cavità uterina), la cosiddetta "febbre materna";
  • annessite (infiammazione delle tube di Falloppio e delle ovaie);
  • pielonefrite (infiammazione della parte pielocalicea del rene);

I bambini nascono indeboliti, con patologie del sistema bronco-polmonare. Soffrono di frequente infiammazione nel rinofaringe, bronchi e polmoni, sono possibili polmonite congenita, sepsi neonatale. L'infezione può provocare congiuntivite, meningite, colpire reni, fegato, sistema nervoso, linfonodi. Le conseguenze dell'infezione possono verificarsi immediatamente e anche dopo molti anni.

Le complicazioni sorgono con la fase attiva della malattia. Se la malattia non si manifesta e la donna è solo portatrice di micoplasmosi, è necessario seminare questa infezione per tenerla sotto controllo.

Diagnostica

Dimensioni troppo ridotte, mancanza di membrana e colorazione del micoplasma rendono difficile la rilevazione microscopica di questi microrganismi. Pertanto, gli strisci vengono prelevati mediante immunofluorescenza o reazione a catena della polimerasi (PCR).

Metodi diagnostici di laboratorio:

  • semina;
  • MIF - metodo di immunofluorescenza;
  • PCR - reazione a catena della polimerasi;
  • ELISA (dosaggio di immunosorbenti enzimatico) per la rilevazione di anticorpi.

Per coltivare il micoplasma, viene utilizzato un tipo speciale di terreno di coltura per la semina..

Quando conducono ricerche, cercano di determinare la presenza di microrganismi, tipo e quantità, effetto patogeno sul corpo. La diagnosi di micoplasmosi è un processo complesso..

Trattamento

Il trattamento della micoplasmosi viene effettuato nel secondo trimestre di gravidanza. Usa farmaci che stimolano il sistema immunitario, vitamine, integratori alimentari e agenti antibatterici. Gli antibiotici per una donna incinta sono mostrati nel gruppo dei macrolidi e possono essere assunti solo dopo la 12a settimana.

È possibile superare la malattia e dare alla luce un bambino sano sottoponendosi al trattamento sotto la supervisione di un medico e osservando tutte le sue istruzioni. Solo lui può scegliere il corso del trattamento e i farmaci più adatti, in modo da non danneggiare il bambino, per garantire il normale corso della gravidanza.

Se il trattamento non viene eseguito correttamente, può verificarsi resistenza agli antibiotici. Con CFU (unità formanti colonie) in 1 ml inferiore a 100, l'effetto negativo sulla gravidanza del farmaco può essere superiore ai microrganismi del micoplasma. Con questi indicatori, il trattamento antibiotico non viene eseguito..

Un mese dopo il corso del trattamento, è necessario sottoporsi a una seconda diagnosi di laboratorio per assicurarsi che la malattia sia sconfitta. Il partner regolare della donna deve essere esaminato e trattato per prevenire la reinfezione..

Micoplasmosi durante la pianificazione della gravidanza

La micoplasmosi è una malattia infiammatoria infettiva del tratto genito-urinario, il cui agente causale è il micoplasma, un microrganismo che occupa una posizione intermedia tra organismi unicellulari e rappresentanti di batteri e virus. Esistono diverse decine di tipi di micoplasmi, di cui solo quattro sono considerati pericolosi - causando complicazioni nella sfera riproduttiva: micoplasma hominis, micoplasma fermentano, micoplasma genitalium, ureaplasma urealitikum (o T-micoplasma).

Possibili modi di infezione

L'effetto patogeno dei micoplasmi genitali sul corpo umano non è stato ancora completamente studiato. Alcuni esperti attribuiscono l'agente causale a microrganismi condizionatamente patogeni che vivono permanentemente sulle mucose e causano infiammazione solo in condizioni avverse. E altri considerano il micoplasma un patogeno assoluto - la principale causa di gravi malattie infiammatorie - uretrite, cistite, pielonefrite, cervicite, vaginite, endometrite postpartum.

Viene rilevata la presenza di micoplasmi sulle mucose degli organi genitali femminili:

  • con vaginosi batterica - nel 25-52% dei casi
  • nei processi infiammatori negli organi pelvici - nel 40-76% dei casi
  • con endometrite - nel 40% dei casi
  • con aborto spontaneo - nel 45-75% dei casi
  • con patologie dell'utero cervicale - nel 20-56% dei casi
  • con infertilità - nel 22-85% dei casi

Inoltre, l'identificazione di microrganismi nella vagina delle donne si verifica 2-3 volte più spesso rispetto all'uretra degli uomini.

L'infezione da micoplasma può essere trasmessa:

  • durante i rapporti sessuali
  • ascendente dalla vagina al canale cervicale, cavità uterina, tube di Falloppio e cavità addominale
  • da focolai di infezione situati in altri organi, attraverso linfa o sangue
  • percorso verticale dalla madre al feto attraverso la placenta

Sintomi e possibili complicanze della micoplasmosi

La micoplasmosi è caratterizzata da un lungo decorso ricorrente, resistenza alla terapia antibatterica e ha un pronunciato effetto dannoso sulle cellule del corpo:

  • interrompe il metabolismo di proteine, aminoacidi e acidi nucleici
  • provoca cambiamenti cromosomici nelle cellule germinali ed embrionali
  • porta a risposte immunitarie compromesse
  • promuove la coagulazione del sangue
  • attiva la sintesi di prostaglandine - sostanze che innescano il meccanismo di rigetto fetale durante la gravidanza

La micoplasmosi urogenitale non presenta sintomi specifici particolarmente pronunciati e talvolta è completamente asintomatica. Ad esempio, negli uomini, nella maggior parte dei casi, la malattia si manifesta sotto forma di trasporto e presenza di anticorpi appropriati nel sangue, a volte l'unico sintomo può essere l'uretrite. E le donne si lamentano più spesso di bruciore e lieve prurito nell'area genitale e comparsa di secrezioni. Inoltre, questa condizione può essere accompagnata da sintomi clinici periodici di altre malattie: salpingite, cistite, endocervicite ed endometrite. Il periodo di incubazione della micoplasmosi è in media di 10 giorni.

Inoltre, l'infezione da micoplasma in assenza di un trattamento adeguato e tempestivo può portare allo sviluppo delle seguenti gravi complicanze:

  • aborto spontaneo
  • endometrite cronica
  • infertilità
  • insufficienza fetoplacentare
  • anomalie fetali
  • trasmissione di infezione al feto
  • alterata formazione di spermatozoi (negli uomini)

Pertanto, per prevenire possibili complicazioni durante la gravidanza, uno studio sulla micoplasmosi genitale dovrebbe essere completato anche prima della pianificazione del bambino.

Diagnosi della malattia

La micoplasmosi può essere rilevata in modo affidabile solo con l'aiuto di metodi di laboratorio per lo studio di strisci dalla vagina, dall'uretra e dal canale cervicale.

Per fare ciò, applicare:

  1. Il metodo culturale Questa è una cultura sui mezzi nutritivi per valutare la quantità di micoplasmi nelle secrezioni. In questo caso, una concentrazione superiore a 104 CFU / ml è considerata un valore diagnostico per determinare lo sviluppo della malattia, poiché una concentrazione inferiore può essere presente nel corpo di una persona sana.
  2. Metodo di reazione a catena della polimerasi (PCR). Questo studio consente di identificare l'agente patogeno, ma non consente di determinarne la concentrazione.
  3. Metodi immunologici. Questi metodi possono rilevare gli antigeni del micoplasma e rilevare la presenza di anticorpi nel corpo.
  4. Altri metodi diagnostici Ciò include il metodo di reazione di immunofluorescenza indiretta, la reazione di emoagglutinazione e il test immunoenzimatico. Tuttavia, questi tipi di studi sono usati meno spesso, poiché hanno una bassa sensibilità al patogeno..

Trattamento per micoplasmosi

Poiché i micoplasmi genitali sono classificati come microflora opportunistica, l'obiettivo principale del trattamento è ridurre la frequenza delle recidive e ridurre la gravità del processo infiammatorio negli organi colpiti dall'infezione. In alcuni casi, quando si esegue una terapia altamente efficace, l'agente patogeno viene completamente eliminato..

La terapia antibatterica che utilizza diversi gruppi farmacologici di antibiotici (doxiciclina, tetraciclina, ofloxacina e altri) viene eseguita solo se viene rilevato il micoplasma di genitalium. Se vengono trovati altri tipi di micoplasmi, la base per la prescrizione di farmaci può essere la perdita riproduttiva, la preparazione per la gravidanza, la fertilità compromessa e la gravidanza complicata. Insieme alla terapia antibiotica, vengono prescritti farmaci antifungini, metranidazolo ed enzimi. Inoltre, viene utilizzata anche la fitoterapia: estratti di aglio, radice di gatto, echinacea a foglie strette. Durante la gravidanza, il trattamento inizia non prima di 2 trimestri.

L'efficacia della terapia viene valutata 2-4 settimane dopo la fine del trattamento per ridurre i titoli dei micoplasmi o la loro scomparsa.

Per molti anni sono stato osservato da un ginecologo-endocrinologo. Ho studiato e testato indipendentemente me stesso omeopatia, fitoterapia e altri metodi di terapia non tradizionali. Mamma di gemelli naturali che hanno attraversato una gravidanza difficile e un periodo postpartum difficile.

Micoplasma e ureaplasma durante la gravidanza: conseguenze per il bambino, trattamento, sintomi

Nonostante il fatto che principalmente i micoplasmi e gli ureaplasmi siano microflora condizionatamente patogeni, non tutto è così semplice.

Pertanto, con l'individuazione accidentale del micoplasma sugli organi genito-urinari di uomini e donne durante l'esame, la questione se il trattamento debba essere effettuato deve essere determinata dal medico.

Mycoplasma genitalium: questo tipo è il tipico rappresentante delle infezioni a trasmissione sessuale e causa cervicite, vaginite, prostatite, pielonefrite e altre malattie del sistema genito-urinario.

Il trattamento viene effettuato se:

  • Rilevato genitalium da micoplasma. Il micoplasma genitalium - il più patogeno dei micoplasmi - un tipo di micoplasma, che la maggior parte dei ricercatori considera patogeno, cioè che causa in modo univoco la malattia;
  • se sono stati identificati altri tipi di micoplasmi (micoplasma hominis, ureaplasma urealitikum) correlati alla microflora opportunistica, ma in grandi quantità (più di 10.000 CFU per 1 ml di materiale biologico studiato) e se in una donna o in un uomo possono essere rilevati almeno segni minimi di infezione e infiammatoria processi
  • quando vengono rilevati i micoplasmi, anche gli uomini e le donne che vengono esaminati per l'infertilità sono soggetti a trattamento, poiché i micoplasmi spesso portano allo sviluppo di processi infettivi e infiammatori latenti, che sono molto difficili da identificare; ma sono proprio tali malattie che spesso portano alla sterilità;
  • se viene rilevato qualsiasi tipo di micoplasma in una donna durante l'esame durante la pianificazione della gravidanza; la gravidanza è accompagnata da una diminuzione dell'immunità e i micoplasmi in questo momento possono causare una malattia e durante la gravidanza la micoplasmosi è pericolosa sia per la madre che per il bambino;

Se i tipi opportunistici di micoplasmi vengono rilevati in piccola quantità e una persona non ha manifestazioni di micoplasmosi, di solito non vengono trattati.

Se vengono rilevati nelle donne già nella fase della gravidanza, non vengono trattati - in questo caso, le donne vengono semplicemente osservate.

Perché cercare ureaplasma e micoplasma?

Se nulla ti disturba, non dovresti cercare micoplasma e ureaplasma.

Se ci sono segni di infiammazione, allora gli ureaplasmi e i micoplasmi sono considerati i colpevoli nell'ultima curva, se non hanno trovato nulla di "peggio".

Se hai trovato l'ureaplasma e ci sono segni di infiammazione, non correre a prendere antibiotici. Per prima cosa devi assicurarti di come questi microbi siano responsabili dell'infiammazione.

Tuttavia, in alcuni casi, gli ureaplasmi o i micoplasmi sono rilevati come i soli patogeni nell'infiammazione. In tali casi, potrebbero esserci motivi per la diagnosi di ureaplasmosis e micoplasmosi. Il trattamento di micoplasmosi e ureaplasmosis può essere indicato:

  • Con accertato rischio di complicanze della gravidanza.
  • In infertilità, se non vengono stabilite altre cause.
  • Con un'operazione pianificata o una procedura non sicura sui genitali (in modo da non portare germi nella ferita).
  • Se ci sono segni di infiammazione confermati da una diagnosi accurata. Diagnosi accurata dell'ureaplasmosis.

Un metodo classico per diagnosticare l'ureaplasmosi e la micoplasmosi (il gold standard) è quello di seminare materiale dal tratto urogenitale in un ambiente speciale con il rilascio dell'agente patogeno. Il conteggio microbico è importante..

I dati della ricerca batteriologica dovrebbero indicare che il contenuto (titolo) degli ureaplasmi è 10.000 per 1 ml (10 ^ 4) e il titolo di altri batteri rilevati dovrebbe essere almeno 10 volte inferiore.

Maggiori informazioni sulle analisi >>

Cosa succederà se non tratti la micoplasmosi nelle donne

Esistono diversi gruppi delle conseguenze più probabili di questa malattia, che è attualmente in una fase passiva:

  • Con un po 'di stress per il corpo, si attivano i patogeni, che causeranno il processo infiammatorio. Se il suo trattamento non è iniziato in tempo o è inefficace, l'infiammazione può trasformarsi in una forma cronica, che sarà molto più difficile da eliminare. Le conseguenze delle malattie infiammatorie: la probabilità di una gravidanza extrauterina, morte fetale, gravidanza prematura, scarica precoce di liquido amniotico, infertilità tubarica femminile e così via;
  • La micoplasmosi è particolarmente pericolosa durante la gravidanza..

Ureaplasma, micoplasma: diagnosi accurata e trattamento efficace di micoplasmosi, ureaplasmosis

L'infezione intrauterina è una rarità, ma la probabilità di infezione durante il passaggio del canale del parto è molto alta. Ciò può causare infiammazione delle mucose del bambino, bronchite, polmonite o trasporto a lungo termine..

Maggiori informazioni sul micoplasma nei bambini >>

e sulla micoplasmosi respiratoria >>

Bene, per completare il quadro, ecco le opinioni dei medici su questo argomento:

È qui che sta il segreto delle "controversie tra scienziati": il fatto è che una posizione suona davvero così:

"Il Mycoplasma genitalium deve essere sempre trattato".

E il secondo: "Mycoplasma Hominis è condizionatamente patogeno".

Come puoi vedere, queste affermazioni NON sono contraddittorie.

Il micoplasma hominis è uno dei tipi di micoplasmi, microrganismi speciali che occupano uno stadio intermedio tra protozoi, virus e batteri. Questi sono microrganismi condizionatamente patogeni, cioè sono uno dei componenti della normale microflora batterica delle mucose del tratto urinario di una persona sana, ma con una diminuzione dell'immunità e il superamento di una certa soglia di concentrazione di microrganismi, possono causare malattie infiammatorie del tratto urogenitale. Oggi i micoplasmi che parassitano sulle membrane cellulari sono la principale causa di malattie infiammatorie degli organi genito-urinari. La via dell'infezione è prevalentemente sessuale, la fonte dell'infezione è una persona malata o un portatore asintomatico.

Trattamento dell'ureaplasma e del micoplasma nelle donne

L'infezione può verificarsi segretamente per lungo tempo o manifestarsi sotto l'influenza di vari fattori, ad esempio, a causa di cambiamenti ormonali, diminuzione dell'immunità e infezioni associate. Forme di infezione micoplasmatica: latente, acuta, cronica, ricorrente. I sintomi sono diversi, che è associato alle caratteristiche anatomiche della struttura degli organi genitali femminili e maschili. Negli uomini, l'infezione da micoplasma si manifesta sotto forma di uretrite o prostatite, accompagnata da prurito, bruciore e minzione rapida e dolorosa. Le donne sono caratterizzate dallo sviluppo di vaginite o cervicite da micoplasma, che si manifestano con prurito, bruciore, disagio nell'addome inferiore e nell'area genitale, secrezione mucosa dal tratto genitale, dolore durante il rapporto sessuale. L'infezione cronica da micoplasma a lungo termine può portare a tristi conseguenze: patologia della gravidanza e infertilità. È anche possibile la trasmissione di infezione da madre a figlio - per via transplacentare durante la gravidanza o durante il parto. In questo caso, l'infezione da micoplasma nel neonato si manifesta sotto forma di meningite, setticemia e infezioni del tratto respiratorio.

Mycoplasma hominis DNA

Il metodo PCR è una reazione a catena della polimerasi che consente di identificare la presenza della regione desiderata di materiale genetico nel materiale biologico Maggiori informazioni sul metodo PCR: le sue varietà, i vantaggi e le applicazioni nella diagnostica medica.

Valori di riferimento - normali (Mycoplasma hominis (micoplasmosi), DNA (PCR), qualitativo, raschiatura)

Le informazioni relative ai valori di riferimento degli indicatori, nonché la composizione degli indicatori inclusi nell'analisi, possono variare leggermente a seconda del laboratorio.!

Lo studio è qualitativo, il risultato è definito come "positivo" / "rilevato" o "negativo" / "non rilevato"

  • Sospetto di infezione da micoplasma, in particolare con frequenti cambiamenti nei partner sessuali.
  • Malattie infiammatorie lente del sistema genito-urinario (specialmente in assenza di clamidia, gonococco, Trichomonas, M. genitalium).
  • Malattie del sistema respiratorio di eziologia sconosciuta.
  • Pianificazione della gravidanza (entrambi i coniugi devono essere esaminati).
  • Aborto spontaneo, sterilità.
  • 1 mese dopo la fine della terapia antibiotica per monitorarne l'efficacia.
  • HIV.

Aumenta i valori (positivo)

  • La rilevazione del DNA di M. hominis in combinazione con sintomi di infiammazione e assenza di altri agenti patogeni patogeni (clamidia, gonococco, Trichomonas, M. genitalium) indica la presenza di infezione da micoplasma.
  • Rilevazione del DNA di M. hominis in una piccola quantità senza segni di patologia del sistema genito-urinario, indica trasporto o micoplasmopositività.

Diminuzione (negativa)

Il risultato è "negativo" / "non rilevato":

  • È improbabile la presenza di infezione da M. hominis.

Sintomi e trattamento del micoplasma e dell'ureaplasma negli uomini

La presenza di più malattie contemporaneamente, ad esempio clamidia, ureaplasmosis e micoplasmosi nel corpo umano, è chiamata infezione mista. La terapia delle infezioni miste è piuttosto complicata e deve essere eseguita con farmaci efficaci.

Guarire o non guarire - questa è la domanda

Il trattamento principale per le infezioni miste di clamidia + ureaplasmosis + micoplasmosi sono gli antibiotici ad ampio spettro. Inoltre, il numero di farmaci antibatterici usati per trattare le infezioni miste dovrebbe essere ridotto al minimo. Pertanto, è necessario scegliere un farmaco con un ampio spettro di azione e non prescrivere due o tre farmaci, ognuno dei quali ha uno spettro relativamente piccolo di attività antibatterica.

Oltre agli antibiotici, possono essere usati vari agenti per trattare le infezioni miste che riducono la gravità dei sintomi e migliorano la penetrazione degli agenti antibatterici nel fuoco dell'infiammazione. Attualmente, i seguenti farmaci sono usati come adiuvanti nel trattamento delle infezioni miste:

  • Immunomodulatori dal gruppo di interferoni, ad esempio Pirogeno, Immunale, Genferone, Viferon, Likopid, Imunomaks, Polyoxidonium, ecc.;
  • Agenti enzimatici, ad esempio Wobenzym, Flogenzim, Lidaza e altri;
  • Farmaci che migliorano la microcircolazione, ad esempio Trental, Curantil, ecc.;
  • Multivitaminici complessi, ad esempio Centrum, Vitrum, Alphabet, Multi-Tabs, ecc.;
  • Probiotici, ad esempio Bifidumbacterin, Bifiform, Lactobacterin, ecc.;
  • Procedure fisioterapiche (ad es. Stimolazione elettrica dell'uretra, terapia laser, magnetoterapia, terapia vibroacustica).

Oggi, tra medici e pazienti, si può spesso sentire l'opinione che il trattamento delle infezioni miste possa iniziare dopo che sono noti i risultati della cultura batteriologica sulla sensibilità dei microrganismi agli antibiotici. In linea di principio, questo approccio è giustificato, tuttavia, non per quanto riguarda l'ureaplasmosi mista + micoplasmosi + clamidia. Il fatto è che la clamidia sono microrganismi intracellulari che sono difficili da seminare sul terreno, e quindi la determinazione della loro sensibilità agli antibiotici da parte della cultura batteriologica è semplicemente impossibile. Pertanto, per iniziare il trattamento dell'infezione mista, non è necessario effettuare colture batteriologiche con la determinazione della sensibilità dei microrganismi ai vari antibiotici.

Per iniziare il trattamento, è necessario scegliere un antibiotico dannoso per tutti e tre i microrganismi: clamidia, micoplasmi e ureaplasmi. Attualmente, ci sono diversi gruppi di antibiotici altamente efficaci - fluorochinoloni e macrolidi, che sono dannosi per tutti e tre i microbi - micoplasmi, clamidia e ureaplasmi. Macrolidi e fluorochinoloni efficaci contro i micoplasmi, gli ureaplasmi e la clamidia sono mostrati nella tabella..

Fluorochinoloni e macrolidi per il trattamento di infezioni miste: clamidia + micoplasmosi + ureaplasmosis devono essere assunti in dosi standard da 10 a 14 giorni.

Club di discussione del Russian Medical Server> Forum delle consultazioni mediche> Urologia e andrologia> Infezioni o malattie sessualmente trasmissibili> Trattamento dell'ureaplasmosis da clamidia

Visualizza la versione completa: Trattamento di ureaplasmosi da clamidia

Ciao. Ho trovato clamidia e ureaplasmosis.

L'analisi è stata effettuata per quanto riguarda la prostatite. Il dolore alla destra nella regione inguinale, che dà al perineo e al pene, è doloroso durante la minzione. Il dolore si intensifica dopo lo sforzo fisico (tennis) e di notte. Ho questi sintomi per 3 mesi. Il medico urologo ha diagnosticato la prostatite e l'epididimite. Ha prescritto un trattamento con ceftriaxone, microclysters con dimexide. Dopo aver letto il forum, mi sono reso conto che il dottore è denso. Vivo in una piccola città, non c'è alternativa particolare. Ti prego, dimmi se posso recuperare me stesso e curare mia moglie usando il sommato 1gr. 1-7-14 giorni? È possibile vivere sessualmente durante il trattamento, giocare a tennis e vapore nella vasca da bagno? Quanto tempo dopo la fine del trattamento devo fare un'analisi di follow-up? Come si può distinguere un falso sommato in una farmacia o usare analoghi meno contraffatti. Grazie per la risposta.

- In primo luogo, è meglio che tua moglie visiti un medico e faccia i test, solo dopo questo trattamento; il medico può darvi entrambi consigli per il trattamento, tenendo conto della vostra visita dall'urologo. Durante il trattamento è possibile vivere sessualmente, giocare a tennis e immergersi nel bagno? Durante il trattamento, si raccomanda il rifiuto dell'attività sessuale o l'uso di un preservativo. Il resto è tutto possibile. Quanto tempo dopo la fine del trattamento devo fare un'analisi di follow-up? -1,5-2 mesi Immediatamente per informazioni, link utili:

È molto difficile proteggersi dai falsi. L'azitromicina è il principale ingrediente attivo. Nomi dei sinonimi: sumamed, zitrolide, ecc. Vedi: dire quale di questi set è autentico è quasi impossibile.

Cara Maria Yuryevna. Mia moglie ha superato uno striscio di PCR. Il risultato è lo stesso di me: la clamidia e l'ureaplasma. Siamo stati trattati con 1gr sommato per 1-7-14 giorni. Il dolore all'inguine durante il mio trattamento è quasi scomparso. Tuttavia, una settimana dopo la fine del trattamento, dopo una leggera ipotermia, ha ripreso con rinnovato vigore. Fa male al pube a destra (sensazione di una scheggia), dà al pene, il dolore è leggermente alleviato dopo la minzione o dopo l'eiaculazione. Piccola scarica trasparente dall'uretra, una leggera sensazione di bruciore durante la minzione. Mia moglie non ha sintomi. Ma un anno fa ha avuto un aborto spontaneo, probabilmente legato al trasporto di malattie sessualmente trasmissibili. Vogliamo davvero un figlio e per questo dobbiamo essere curati. Dimmi, la comparsa dei sintomi in me significa che il trattamento con la somma non ha avuto successo ?

Oooooooo! Ureaplasma! Miti su ureaplasma e mycaplasma!

Summamed 100% era autentico, l'ho ottenuto tramite un amico di un farmacista con una serie completa di certificati e persino un rapporto di laboratorio. Come costruiamo un ulteriore trattamento? Puoi consigliare un buon specialista a Kiev o in Dpepropetrovsk. O forse intraprenderesti il ​​nostro trattamento in contumacia a pagamento? Grazie in anticipo per la tua risposta..

Dimmi, la comparsa dei sintomi di nuovo in me significa che il trattamento con la somma non ha avuto successo? Summamed 100% era autentico, l'ho ottenuto tramite un amico di un farmacista con una serie completa di certificati e persino un rapporto di laboratorio. Come costruiamo un ulteriore trattamento? Puoi consigliare un buon specialista a Kiev o in Dpepropetrovsk.

- la risposta a questa domanda può dare il risultato di un'analisi di controllo 1,5-2 mesi dopo il trattamento sia per te che per tua moglie - tuttavia, potrebbe non essere un'infezione, a giudicare dai reclami, potrebbe richiedere una seconda consultazione di un urologo - sfortunatamente, non te lo dirò, soprattutto perché qui molto probabilmente non hai bisogno di un dermatologo, ma di un urologo

O forse intraprenderesti il ​​nostro trattamento in contumacia a pagamento? :) tutto quello che posso fare in termini di informazioni, quindi cercherò di farlo gratuitamente, non c'è trattamento in contumacia; ma seriamente, penso che non puoi fare a meno di un urologo qui - scrivi, se questo: bo:

Possono esserci ureaplasma e micoplasma in persone sane?

Il rilevamento di ureaplasmi o micoplasmi non è sempre un segno di malattia..

Il micoplasma hominis e l'ureaplasma sono considerati rappresentanti della flora normale e possono essere trovati in molti adulti sessualmente attivi, ma senza alcun sintomo della malattia.

Studi moderni hanno dimostrato che tra tutte le donne sane che hanno una normale vita sessuale, oltre il 40% è portatore di ureaplasmi e oltre il 20% è portatore di micoplasmi. Negli uomini sani, questi microbi sono solo leggermente meno comuni rispetto alle donne.

I portatori sani di ureaplasmi e micoplasmi possono essere anche bambini (compresi i neonati), nonché adulti che non sono sessualmente attivi..

In molte persone, questi microbi non possono causare la malattia per molto tempo e compaiono solo in determinate condizioni, ad esempio con una diminuzione dell'immunità, un cambiamento nella microflora degli organi genitali (vedi vaginosi batterica), ecc..

Come si verifica l'infezione da ureaplasmosis e micoplasmosi??

Ureplasmosis e micoplasmosi vengono trasmesse principalmente attraverso uno stretto contatto con il corriere dell'infezione: durante il sesso (vaginale o orale), nonché da una donna infetta al bambino durante la gravidanza o il parto.

L'infezione da ureaplasmosis o micoplasmosi durante il normale contatto familiare, in una piscina o in una sauna è estremamente improbabile, poiché questi microbi muoiono rapidamente fuori dal corpo umano.

Sebbene la principale via di trasmissione di queste infezioni sia attraverso uno stretto contatto fisico, la micoplasmosi e l'ureaplasmosi non sono malattie a trasmissione sessuale.

Il rilevamento di micoplasmosi o ureaplasmosis in uno dei partner non deve essere considerato come un segno del suo tradimento, poiché molto spesso può passare molto tempo dal momento dell'infezione. In particolare, nelle persone che sono state infettate durante il parto da madri malate, l'infezione potrebbe non manifestarsi per molti anni.

Ureaplasmosis nei bambini: modi e cause di infezione, conseguenze, diagnosi e trattamento, prevenzione

Una delle malattie più comuni nei bambini è l'ureaplasmosis. Circa il 33% delle ragazze nasce con una malattia infettiva, i ragazzi hanno meno probabilità di soffrire di manifestazioni di questa patologia. L'ureaplasma nei bambini è debole.

È IMPORTANTE DA SAPERE! L'unico strumento per sbarazzarsi dei parassiti raccomandato dai medici! Leggi di più…

La patologia infettiva si riferisce a una flora condizionatamente patogena, questo concetto significa che i parassiti sono presenti nel corpo del bambino, tuttavia, potrebbero non provocare lo sviluppo della malattia.

Brevemente sul parassita

Gli ureaplasmi sono chiamati piccoli parassiti privi di un guscio. Habitat: microflora dei genitali, tratto urinario.

Avendo scoperto questo batterio, è stato assegnato al genere Mycoplasmas, quindi è stata isolata una specie separata, poiché il parassita è in grado di dividere l'urea.

Gli ureaplasmi sono minuscoli microrganismi che sono vicini alle dimensioni di grandi virus, i parassiti sono privi di acido desossiribonucleico, parete cellulare. Il batterio è limitato dall'ambiente esterno dalla membrana citoplasmatica.

Il microrganismo è in grado di passare attraverso i pori, sviluppare rapidamente resistenza a vari farmaci antibatterici. La dimensione dei microrganismi più piccoli è di 0,3 micron.

La riproduzione dei microrganismi più piccoli avviene all'interno della cellula. Il ciclo di sviluppo è di 6 giorni..

Gli ureaplasmi penetrano nel corpo di un bambino, distruggendo la membrana di una cellula sana. Danno alla membrana cellulare, sviluppo di una reazione infiammatoria.

Il parassita è saldamente attaccato alle membrane delle cellule epiteliali del tratto genito-urinario, il corpo non è in grado di rimuovere in modo indipendente i batteri con un flusso di urina.

I professionisti medici distinguono 14 tipi sierologici di ureaplasma. Tre tipi di microrganismi che richiedono un trattamento predominano nei bambini. Questi batteri sono i parassiti parvum, urealiticum e specie.

Cause di sviluppo e fattori di rischio

L'ureaplasmosi ha un alto livello di infettività. La malattia viene trasmessa al neonato dalla madre. I batteri entrano nel corpo delle briciole lungo il percorso verticale dell'infezione, i microrganismi difettosi causano una nascita prematura, causano il congelamento del feto.

Prima di fare un passo serio - per concepire un bambino, dovresti sottoporti a un esame completo. Il rilevamento della malattia durante la gravidanza porterà molti problemi alla madre, al feto.

La patologia infettiva inizia a essere trattata alla settimana 20. L'unico modo efficace per sbarazzarsi dell'ureaplasmosis è assumere potenti farmaci antibatterici che possono causare lo sviluppo di patologie fetali. Dopo 20 settimane di gravidanza, il rischio di complicanze è minimo.

Se una donna non era a conoscenza della presenza di una malattia che è stata scoperta durante la gravidanza, il parto con diagnosi di ureaplasmosis causerà l'infezione del bambino.

I batteri difettosi possono infettare un feto nell'utero. Gli ureaplasmi nei neonati vengono rilevati nel 17% dei casi, il parassita potrebbe non apparire per un lungo periodo. La via di infezione intrauterina si verifica in presenza di infezione da liquido amniotico.

I batteri sono in grado di penetrare nel feto attraverso il tratto digestivo e urogenitale, la pelle, gli occhi. Il bambino è anche infetto dalla via ematogena attraverso la placenta infetta (vasi del cordone ombelicale).

Provocare fattori di rischio:

  • soppressione della difesa immunitaria del sistema genito-urinario;
  • raffreddori;
  • ipotermia;
  • assunzione prolungata e incontrollata di antibiotici.

L'infezione del bambino si verifica dopo la nascita. Ad esempio, se il bambino avesse bisogno di un'operazione di trapianto d'organo urgente. Questa via di infezione è rara.

L'infezione entra nel corpo del neonato attraverso l'uretra, la cavità orale. Una volta nel tratto genitale delle briciole, l'ureaplasma si nasconde o inizia una violenta attività patogena.

La nascita di un bambino sano significa che la malattia infettiva non si manifesterà. Con una ridotta immunità del bambino, i batteri iniziano a moltiplicarsi rapidamente, danneggiando gli organi che si frappongono.

La durata del periodo di incubazione va da 3 giorni a 3-5 settimane, a volte il periodo che va dall'insorgenza dei batteri all'insorgenza dei sintomi della malattia aumenta a 2 mesi, fino alla manifestazione di un fattore provocatorio.

Complicanze e conseguenze

L'ureaplasmosi nei bambini, se l'infezione si è verificata in utero, porta alla nascita di un bambino con un peso ridotto, parto prematuro.

La malattia non passa sempre inosservata. A volte un'infezione causa una serie di complicazioni.

Gli ureaplasmi nei neonati possono portare allo sviluppo delle seguenti patologie:

  • polmonite acuta;
  • avvelenamento del sangue;
  • displasia broncopolmonare;
  • meningite;
  • infiammazione della vagina, vulva, ovaie, appendici uterine, reni;
  • infertilità.

Tali conseguenze dell'infezione non appaiono sempre. Tuttavia, la donna nella posizione dovrebbe sapere, prendere in considerazione il grado di rischio, adottare misure per evitare tali complicazioni.

Antibiotici per ureaplasma: tipi e applicazione, costo

Il pericolo dei micoplasmi durante la gravidanza

La micoplasmosi è particolarmente pericolosa per le donne in posizione. Il più delle volte, scopriranno di lui alla clinica prenatale solo al momento della registrazione.

Verificare la presenza di infezioni nascoste, inclusi i micoplasmi, prima della gravidanza.

Qual è la micoplasmosi pericolosa per la futura madre e il suo bambino? Questa malattia può essere la causa del decorso anomalo della gravidanza. Le frequenti conseguenze della micoplasmosi nelle donne in gravidanza sono un attacco improprio della placenta, polidramnios.

I microrganismi colpiscono le pareti della vagina, della cervice. Il processo infiammatorio può anche andare alla membrana amniotica.

Nelle prime fasi della gravidanza, può verificarsi l'aborto spontaneo, poiché il tono uterino può aumentare.

In un secondo momento, può iniziare la nascita prematura. La probabilità del loro verificarsi con micoplasmosi è 2-3 volte superiore.

Ecco perché è necessario un trattamento tempestivo del micoplasma durante la gravidanza..

I microrganismi non influenzano il feto, poiché sono protetti dalla placenta. Naturalmente, ci sono casi di infezione intrauterina, ma queste sono solo delle eccezioni alle regole.

Durante il parto, esiste il rischio che il bambino venga infettato da micoplasmosi quando passa attraverso il canale del parto. Nei bambini nati da madri infette, non è il sistema urogenitale ad essere colpito più spesso, ma l'albero broncopolmonare. Durante il parto, i micoplasmi possono influenzare i genitali solo nelle ragazze.

I bambini soffrono di infiammazione del naso, della faringe, dei bronchi e dei polmoni. La micoplasmosi è principalmente la causa di sepsi neonatale, meningite, polmonite congenita, congiuntivite.

Più debole è il sistema immunitario nei bambini, più grave sarà la malattia. Vale la pena notare che in un bambino, la micoplasmosi dopo la nascita potrebbe non verificarsi. L'infezione può causare spiacevoli conseguenze in futuro..

La malattia può causare complicazioni postpartum. La più pericolosa è l'endometrite, che è un'infiammazione dell'utero. Questa malattia nella vecchia letteratura era chiamata "febbre materna". Potrebbero esserci anche le seguenti complicanze della micoplasmosi:

  • vaginite cronica - infiammazione della vagina;
  • annessite (sviluppo di processi infettivi cronici e infiammatori): questa condizione può causare infertilità femminile;
  • sviluppo di pielonefrite - infiammazione che colpisce il sistema pielocaliceale dei reni.

Molto spesso, queste condizioni si verificano a causa di infezione da micoplasma hominis durante la gravidanza.

Sintomi e metodi per rilevare i micoplasmi durante la gravidanza

La malattia è pericolosa perché in circa il 40% dei casi è nascosta. Può essere completamente asintomatico e non causare una donna in posizione di sospetto.

Molti conosceranno questa diagnosi già durante l'esame dal medico curante. Tali casi possono essere letti nelle discussioni sul micoplasma durante la gravidanza nei forum.

Nel 60% dei casi, la malattia si fa sentire.

I primi segni possono comparire poche settimane dopo l'infezione.

I sintomi della micoplasmosi sono gli stessi di altre infezioni genito-urinarie, appare la secrezione. Molto spesso sono leggeri, persino trasparenti.

Il prurito può anche verificarsi nella zona genitale, disagio durante la minzione, dolore durante il rapporto sessuale.

Elenco dei possibili sintomi:

  • scarico leggero o trasparente, abbastanza moderato;
  • bruciore, prurito (genitali);
  • sensazioni dolorose o semplicemente spiacevoli durante la minzione e durante il contatto sessuale;
  • quando l'utero e le sue appendici sono già interessati dal processo infiammatorio, la donna può avvertire dolore periodico nell'addome inferiore.

In genere, questi sintomi possono essere scambiati per manifestazioni di mughetto e non dare loro un significato speciale..

Nel frattempo, l'infezione si diffonderà ulteriormente, causando erosione, uretrite cronica, endocervicite mucopurulenta, endometrite e aderenze degli organi pelvici.

Domande frequenti:

In precedenza sono stati scoperti micoplasmi e ureaplasmi, non ho ricevuto alcun trattamento e ora sto pianificando una gravidanza. Cosa dobbiamo fare?

In questa situazione, è necessario superare test ripetuti per micoplasmi e ureaplasmi e visitare il ginecologo con i risultati dell'analisi..

È possibile che dall'ultima analisi, l'immunità abbia superato questa infezione e ora non ci siano più micoplasmi e ureaplasmi, o il loro numero non rappresenta una minaccia per la futura gravidanza.

Se i test per micoplasma e ureaplasma sono positivi, tu e il tuo partner potreste aver bisogno di cure prima di pianificare una gravidanza.

Sono incinta e ho avuto micoplasmi / ureaplasmi. È pericoloso?

I micoplasmi e gli ureaplasmi possono influenzare la gravidanza. Le donne in gravidanza a cui sono stati diagnosticati micoplasmi o ureaplasmi hanno un rischio aumentato delle seguenti complicanze:

  • "Mensile", o avvistamento nel primo trimestre di gravidanza;
  • minacciato l'aborto;
  • mancata gravidanza e aborto spontaneo nel primo o nel secondo trimestre di gravidanza;
  • infiammazione della vagina e della cervice durante la gravidanza;
  • scarico prematuro di liquido amniotico;
  • nascita prematura;
  • la nascita di un bambino con peso corporeo ridotto (inferiore a 2500 g);
  • febbre dopo il parto (febbre materna).

Il micoplasma o l'ureaplasma possono provocare un aborto spontaneo?

Sì, questi batteri possono causare un aborto spontaneo. Il rischio più elevato di aborto si osserva se la donna incinta ha segni di vaginosi batterica. Il trattamento aiuta a ridurre il rischio di aborto.

Il micoplasma o l'ureaplasma possono danneggiare un bambino non ancora nato?

Sfortunatamente, può. Se si è scoperto che una donna incinta ha micoplasmi e ureaplasmi, il nascituro ha un rischio maggiore di micoplasmosi congenita, che si manifesta con polmonite, meningite, ittero prolungato e altri disturbi.

Bene, infine, forse tutto non è poi così male:

L'HIV è solo una delle molte infezioni a trasmissione sessuale (IST).

Tuttavia, molte malattie sessualmente trasmissibili aumentano significativamente il rischio di trasmissione dell'HIV e alcune sono particolarmente pericolose per le persone sieropositive. Questo articolo fornisce un riepilogo di alcune IST..

Sifilide

La sifilide ai nostri tempi è un'infezione che può essere curata completamente, a meno che, ovviamente, non sia stata fatta la diagnosi corretta. Inizia con la formazione di un'ulcera indolore (chancre), che si forma nel sito di infezione. Tuttavia, il chancre può trovarsi in un posto poco appariscente, ad esempio all'interno della vagina, e succede che passa inosservato. Al contatto con il chancre, la sifilide viene facilmente trasmessa a un altro partner.

L'infezione può essere determinata da un esame del sangue speciale dopo 3-4 settimane, può anche essere determinata nel liquido delle ulcere e nel liquido cerebrospinale. La sifilide viene trattata con successo con antibiotici, ma la sifilide non trattata può portare a danni al sistema nervoso e ad altri sistemi e organi del corpo. In questo caso, il danno da sifilide è solitamente impossibile da riparare.

Anche senza trattamento, il cancro scompare dopo circa tre settimane. Successivamente, il paziente sviluppa una sifilide secondaria, che è spesso, sebbene non sempre, accompagnata da un'eruzione cutanea specifica. Senza trattamento, l'eruzione cutanea dura fino a 4-6 settimane e passa da sola.

La sifilide è particolarmente pericolosa per le persone con HIV, poiché le infezioni si influenzano a vicenda..

La sifilide porta ad un aumento della carica virale dell'HIV e ad una diminuzione dello stato immunitario. Inoltre, per le persone con HIV, il rischio di neurosifilide è molto più elevato - danno al sistema nervoso, quindi la sifilide viene talvolta definita infezione opportunistica associata all'HIV. Inoltre, la sifilide è meno curabile nelle persone sieropositive..

La presenza di sifilide in uno dei partner aumenta il rischio di trasmissione dell'HIV da due a cinque volte. Inoltre, se una persona ha già la sifilide, potrebbe esserci un rischio di ritrasmissione dell'infezione, che può peggiorare il decorso della malattia. Se una persona è sessualmente attiva, si consiglia di sottoporsi a un test di sifilide ogni 6 mesi, il che è particolarmente importante per le persone con HIV. Il test della sifilide è raccomandato anche a tutte le persone che hanno avuto rapporti sessuali non protetti. La sifilide può essere pericolosa in sé, ma il trattamento e la diagnosi di questa infezione contribuiscono anche alla prevenzione dell'HIV nella popolazione..

La diagnosi e il trattamento della sifilide sono particolarmente difficili per le persone con HIV..

Tuttavia, senza trattamento, l'agente causale della sifilide - spirochete - rimarrà nel corpo, il che può portare a malformazioni, danni al cervello e morte. Le fasi della sifilide possono verificarsi implicitamente o si sovrappongono, non seguono sempre lo stesso modello, quindi non è possibile la diagnosi solo per sintomi. In genere, i primi sintomi includono la formazione di un cancro indolore dopo 3 settimane o più, che dura fino a 6 settimane e poi scompare. Spesso la prima fase della sifilide è accompagnata da un aumento dei linfonodi. La fase secondaria della sifilide può essere accompagnata da un'eruzione cutanea che appare spesso sui palmi e sulla pianta dei piedi. Altri sintomi possono includere febbre, affaticamento, mal di gola, perdita di capelli, perdita di peso, linfonodi ingrossati, mal di testa e dolori muscolari..

La sifilide viene trasmessa durante il sesso vaginale, anale e orale, nonché da madre a figlio, in casi molto rari è possibile la trasmissione con baci (in presenza di ulcere della bocca). Molto spesso, la sifilide viene trasmessa dal contatto con il chancre e dal fluido secreto da esso. In qualsiasi fase della sifilide, può essere trasmessa da madre a figlio, il che può portare a morte fetale e difetti alla nascita nel bambino. Pertanto, alle donne sono raccomandati test per la sifilide all'inizio, così come durante la gravidanza e un trattamento speciale per prevenire l'effetto dell'infezione sul feto.

Chlamydia

La clamidia è una delle malattie sessualmente trasmissibili più comuni e una delle più nascoste, poiché di solito va in modo asintomatico. La clamidia è un parassita microscopico che può portare alla sterilità sia negli uomini che nelle donne. Nelle donne, la clamidia infetta la cervice e può diffondersi nell'utero, nelle tube di Falloppio e nelle ovaie. Ciò può portare a infiammazione pelvica, infertilità e gravidanza ectopica. La malattia infiammatoria pelvica si sviluppa nel 40% delle donne con clamidia. Per le donne sieropositive, le malattie infiammatorie sono particolarmente pericolose e peggiori da trattare, quindi la clamidia è particolarmente problematica per le donne con HIV.

In rari casi, la clamidia porta alla sindrome di Reiter, specialmente nei giovani uomini, che porta a infezioni agli occhi, uretrite e artrite. I sintomi della clamidia includono:

  • Scarico dal pene o dalla vagina.
  • Dolore durante la minzione.
  • Sanguinamento mestruale eccessivo.
  • Dolore durante i rapporti vaginali nelle donne.
  • Sanguinamento tra le mestruazioni o dopo il rapporto sessuale.
  • Dolore addominale, nausea o febbre.
  • Infiammazione della cervice o dell'intestino.
  • Gonfiore e dolore nei testicoli.

Tuttavia, il 75% delle donne con clamidia non ha sintomi. Spesso le donne scoprono un'infezione quando lo trovano con un partner o quando vedono un medico sull'infertilità.

I sintomi possono durare da 7 a 20 giorni. Negli uomini, la clamidia di solito provoca sintomi di infezione da uretra. Solo uno su quattro uomini non ha sintomi.

La clamidia viene trasmessa attraverso il sesso vaginale e anale, nonché da madre a figlio. In casi molto rari, può essere trasmesso da una mano all'altra in presenza di spermatozoi o perdite vaginali sulla mano. Come molte malattie sessualmente trasmissibili, la clamidia aumenta il rischio di trasmissione dell'HIV nel sesso non protetto.

I preservativi sono molto efficaci nella prevenzione della clamidia. La clamidia è talvolta confusa con la gonorrea e altre malattie. Per una diagnosi corretta, è necessaria un'analisi di uno striscio della mucosa o delle urine. La clamidia può essere curata completamente con un ciclo di antibiotici.

Citomegalovirus (CMV)

Il citomegalovirus (CMV) è un virus trasmesso attraverso i fluidi corporei. Come l'HIV, è un'infezione incurabile. Il CMV è molto spesso trasmesso sessualmente. Il CMV di solito non appare nel corpo ed è pericoloso solo durante la gravidanza, poiché può essere trasmesso al feto e con immunodeficienza. Nella fase dell'AIDS, questa infezione può portare a malattie molto gravi..

L'infezione da CMV nella stragrande maggioranza dei casi è completamente asintomatica. Tuttavia, la ritrasmissione del virus, come spesso accade, può causare l'attivazione del virus e sintomi dolorosi..

Le manifestazioni di infezione da CMV, comprese quelle con uno stato immunitario molto basso, possono includere:

  • Linfonodi ingrossati, affaticamento cronico, debolezza, febbre (CMV - una delle cause della mononucleosi).
  • Problemi digestivi: nausea, vomito, diarrea cronica.
  • Deficit visivo.

Il CMV si trova nella saliva, nello sperma, nel sangue, nelle secrezioni cervicali e vaginali, nelle urine e nel latte materno. Può essere trasmesso attraverso baci e stretti contatti familiari, da madre a figlio e trasfusioni di sangue. Tuttavia, molto spesso viene trasmesso attraverso il sesso vaginale, anale e orale.

A CMV viene diagnosticato un esame del sangue speciale. Questo test è raccomandato per tutte le persone con HIV, così come per le donne in gravidanza o che stanno pianificando una gravidanza. I preservativi proteggono dal CMV nel sesso vaginale, anale e orale, ma in altre situazioni sono possibili rischi..

Gonorrea

La gonorrea è anche una STI molto comune. È causato da un batterio, che può portare a infertilità, artrite e problemi cardiaci. Nelle donne, la gonorrea può causare infiammazione pelvica. La gonorrea durante la gravidanza può portare ad aborto spontaneo e morte fetale..

La gonorrea può essere asintomatica. I sintomi nelle donne includono:

  • Minzione frequente, a volte dolorosa.
  • Irregolarità mestruali, dolore addominale inferiore.
  • Dolore durante il sesso.
  • Scarico vaginale giallo o giallo-verde.
  • Gonfiore o indurimento della vulva.
  • Artrite.

I sintomi negli uomini includono secrezione dal pene e dolore durante la minzione. I sintomi possono comparire 1-14 giorni dopo la trasmissione. Nell'80% delle donne e nel 10% degli uomini, la gonorrea è completamente asintomatica..

La gonorrea viene trasmessa attraverso il sesso vaginale, anale e orale. Può essere determinato analizzando un tampone dalla vagina, dall'uretra, dal retto o dalla gola. Spesso con la gonorrea è presente anche la clamidia ed entrambe le infezioni devono essere trattate.

I preservativi sono molto efficaci nel prevenire la gonorrea. Come molte altre malattie sessualmente trasmissibili, la gonorrea aumenta più volte il rischio di trasmissione dell'HIV attraverso il sesso non protetto. La gonorrea è facilmente curabile dagli antibiotici.

Epatite B"

L'epatite B viene facilmente trasmessa sessualmente, ma può essere prevenuta con la vaccinazione. Senza trattamento, nella prima ora dopo la nascita, anche il 90% dei bambini nati da madri con epatite "B" ha questo virus. L'epatite B è molto più facile per le persone con HIV e porta anche a conseguenze più gravi per l'infezione da HIV. Tutte le persone sessualmente attive, comprese quelle sieropositive, sono raccomandate per la vaccinazione contro l'epatite B..

L'epatite può passare completamente inosservata. Tuttavia, alcune persone possono comparire nelle prime quattro settimane dopo la trasmissione: forte affaticamento, mal di testa, febbre, perdita di appetito, nausea e vomito, dolore addominale, urine scure, feci chiare, ingiallimento della pelle e / o del bianco degli occhi (“ittero” ).

L'epatite B viene trasmessa durante il sesso vaginale, anale e orale e spesso viene trasmessa anche con siringhe non sterili.

L'epatite B viene diagnosticata con un esame del sangue. Nella maggior parte delle persone, il virus stesso scompare dal corpo entro le prime 4-8 settimane. Tuttavia, nel 20-30% l'infezione diventa cronica, cioè rimane per tutta la vita.

I preservativi forniscono una protezione sufficiente contro l'epatite B durante il sesso, ma si raccomanda la vaccinazione per una maggiore protezione..

erpete

Due virus causano eruzioni da herpes: l'herpes-1, che di solito provoca un “raffreddore sulle labbra”, e l'herpes-2, che di solito è associato solo all'herpes genitale. Entrambi i virus vengono trasmessi sessualmente. Durante la gravidanza, l'herpes è associato a un rischio di aborto spontaneo e l'attivazione dell'infezione durante la gravidanza può essere dannosa per il feto..

Molto spesso, l'herpes viene trasmesso quando un partner ha l'herpes herpes. Come molti altri virus, l'herpes rimane nel corpo per tutta la vita ed è un'infezione incurabile..

L'herpes provoca un'eruzione cutanea con vescicole specifiche, di solito molto dolorose, che possono apparire sui genitali, all'interno della vagina, sulla cervice, nell'ano, sui glutei, sulla bocca o altrove. Le manifestazioni dell'herpes possono essere accompagnate da dolore e prurito nell'area interessata, bruciore durante la minzione, aumento dei linfonodi nell'inguine, febbre, mal di testa e malessere generale.

L'herpes può essere asintomatico per molto tempo, le prime manifestazioni dell'herpes possono comparire diversi anni dopo la trasmissione. È necessario seguire una rigorosa igiene quando si verificano eruzioni cutanee da herpes, lavarsi accuratamente le mani dopo aver toccato la ferita, soprattutto evitare di toccare gli occhi. Le manifestazioni dell'herpes diventano più frequenti con una diminuzione del funzionamento del sistema immunitario. Pertanto, nelle persone con HIV con basso stato immunitario, l'herpes si manifesta in modo più forte, doloroso, è meno curabile e può assumere forme gravi.

L'herpes viene trasmesso attraverso il contatto sessuale, anche quando viene toccato. Con il sesso orale non protetto, l'herpes può essere trasmesso dalla cavità orale ai genitali. L'herpes è di solito trasmesso dal contatto della mucosa con le ulcere, ma c'è anche un rischio appena prima della loro comparsa. A volte l'herpes viene trasmesso anche in assenza di manifestazioni esterne. La presenza di herpes genitale aumenta il rischio di trasmissione dell'HIV durante il sesso non protetto di 4-6 volte.

Le eruzioni cutanee da herpes possono essere confuse con altre infezioni e malattie, quindi è necessario che vengano esaminate da un medico. Sebbene non ci sia modo di curare l'herpes, esiste una cura per i suoi sintomi. Acyclovir e valaciclovir sono prescritti per combattere i sintomi e prevenire nuove manifestazioni..

I preservativi riducono significativamente il rischio di trasmissione dell'herpes, ma non lo eliminano completamente. Si consiglia ai partner di astenersi dall'attività sessuale quando compaiono le ulcere fino a quando non scompaiono completamente. Inoltre, piccole dosi di herpes prescritte dal medico possono ridurre il rischio di trasmissione dell'herpes..

HPV e verruche genitali

Il papillomavirus umano (HPV) è molto facilmente trasmesso sessualmente. Esistono più di 60 tipi di HPV. Alcuni di loro portano alla formazione di verruche genitali - verruche genitali, altri sono completamente asintomatici. Alcuni HPV che non causano sintomi sono associati ad un aumentato rischio di cancro cervicale e di ano. Nelle persone con HIV, gli effetti dell'HPV possono essere più pronunciati a causa di un sistema immunitario indebolito. In particolare, hanno maggiori probabilità di avere verruche genitali e, per le donne sieropositive, il rischio di cancro cervicale è molto più elevato.

Le verruche genitali possono formarsi sui genitali, nell'ano, raramente nella gola. Di solito sono indolori, a volte pruriginosi, spesso sembrano cavolfiori in miniatura. Senza trattamento, le verruche genitali possono causare disagio. Si sviluppano più velocemente durante la gravidanza, la trasmissione di altre infezioni, con una diminuzione dello stato immunitario.

L'HPV è facilmente trasmesso dal sesso vaginale e anale. In rari casi, l'HPV viene trasmesso da madre a bambino durante il parto. L'HPV viene diagnosticato esaminando un campione di tessuto. Per la prevenzione delle malattie oncologiche associate all'HPV, viene eseguita un'analisi citologica degli strisci della mucosa cervicale (Pap test) e della coloscopia.

L'HPV è un'infezione incurabile. Tuttavia, la diagnosi e il trattamento precoci possono prevenire il cancro cervicale. Le verruche genitali possono apparire di nuovo, ma possono essere rimosse chirurgicamente - con chirurgia convenzionale, chirurgia laser o criochirurgia. Esistono anche speciali rimedi esterni per ridurre le verruche genitali. I preservativi riducono il rischio di trasmissione dell'HPV, ma non escludono il rischio di trasmissione. Recentemente è apparso un vaccino per prevenire i ceppi di HPV associati a cancro e verruche genitali..

Ureaplasmosis

L'ureaplasmosi è una malattia causata dall'ureaplasma (Ureaplasma urealyticum). L'ureaplasma si riferisce ai microbi intracellulari, come il micoplasma.

Gli ureaplasmi sono piccoli microrganismi con un diametro di circa 0,3 micron. Negli uomini, la malattia colpisce l'uretra e la ghiandola prostatica. Quando si esaminano pazienti con malattie infiammatorie croniche (colpite, cervicite, endometrite, annessite), gli ureaplasmi sono spesso isolati. A volte si trovano in persone praticamente sane. Pertanto, si ritiene che gli ureaplasmi possano esibire attività patogena o causare il loro trasporto senza manifestazione di processi patologici. Le proprietà patologiche degli ureaplasmi si manifestano in determinate condizioni del corpo, quando la resistenza diminuisce - dopo le operazioni, durante l'infiammazione, le malattie generali o le loro esacerbazioni.

Molto spesso, l'ureaplasmosis si verifica con la micoplasmosi. Entrambi questi agenti patogeni (ureaplasma e micoplasma), che occupano una posizione intermedia tra virus e batteri, appartengono a microbi intracellulari e sono trasmessi sessualmente.

Spesso, l'infezione da ureaplasma si verifica nelle persone che soffrono di tricomoniasi e / o gonorrea..

Molto spesso, i giovani che cambiano spesso partner sessuali sono infettati dall'ureaplasma..

Infezione e sintomi

L'infezione da ureaplasmosis (micoplasmosi) si verifica sessualmente. Il periodo di incubazione può durare da 2-4 settimane. L'inizio della malattia può passare completamente inosservato e possono comparire sintomi di uretrite. Negli uomini, l'uretrite ureaplasma è spesso accompagnata da balanopostite. Il paziente può lamentarsi di scarico dall'uretra al mattino, bruciore durante la minzione, la sua temperatura corporea è elevata e le sue condizioni generali sono peggiorate.

A volte i sintomi spiacevoli scompaiono da soli, senza alcun trattamento. Alcune persone possono successivamente sperimentare ricadute della comparsa di tali sintomi, mentre altre no, ma le ragioni di ciò non sono state ancora chiarite. Pertanto, l'ureaplasmosis continua a rimanere per i medici una delle malattie più incomprensibili e misteriose..

effetti

Nonostante il fatto che spesso l'ureaplasmosis sia asintomatica, se non trattata, può causare le seguenti malattie:

  • Malattia infiammatoria pelvica
  • Calcoli alla vescica e ai reni.
  • Infertilità.
  • prostatite

Diagnostica

I principali metodi diagnostici sono metodi di ricerca culturale. Di solito, vengono utilizzate diverse tecniche per ottenere risultati più accurati:

  • Metodo culturale (batteriologico)
  • Determinazione degli antigeni del micoplasma mediante RIF o ELISA
  • Metodo sierologico
  • Metodo della sonda genetica
  • Metodo delle particelle attivato
  • Metodo di reazione a catena della polimerasi (PCR)

Trattamento

Il trattamento dell'ureaplasmosi è prescritto solo da un medico, tenendo conto delle caratteristiche della biologia del patogeno e della resistenza agli antibiotici dei ceppi.

Il trattamento comprende non solo l'uso di farmaci antibatterici, fisioterapia, instillazione, ma anche correzione dello stile di vita: dieta, rifiuto dall'alcol, rifiuto della vita sessuale durante il trattamento.

Per prescrivere un trattamento adeguato per l'ureaplasmosis, è necessario conoscere le manifestazioni cliniche dei processi infiammatori, i risultati di un esame microbiologico completo. Ciò ti consentirà di scegliere il farmaco necessario in grado di sopprimere l'infezione..

Prevenzione

I principali metodi per la prevenzione della upeaplasmosis sono l'uso del preservativo e l'esame preventivo di laboratorio.

Gonorrea (gonorrea)

La gonorrea è un'infezione classica a trasmissione sessuale. L'agente causale della malattia è il gonococco (Neisseria gonorrhoeae).

Con questa malattia, è possibile danneggiare l'uretra (uretra), il retto, la faringe e gli occhi.

Infezione da gonorrea

Negli uomini che fanno sesso con uomini, nella maggior parte dei casi, l'infezione da gonorrea si verifica con il sesso anale e orale non protetto.

Le infezioni con mezzi domestici sono estremamente rare. Ci sono due ragioni per questo:

  1. Il gonococco muore rapidamente fuori dal corpo umano.
  2. Per l'infezione, è necessario che un numero adeguato di gonococchi entri nel corpo.

Il metodo di infezione familiare non può garantire che si ottenga il giusto numero di gonococchi. Pertanto, la causa dell'infezione non può essere rappresentata da water, piscine, vasche da bagno, piatti comuni e asciugamani.

La probabilità di infezione da contatto anale non protetto con un paziente con gonorrea è di circa il 50%.

Con il sesso orale, la probabilità di infezione è inferiore. Tuttavia, data la prevalenza della faringite gonococcica asintomatica tra le prostitute, il sesso orale non protetto con un partner occasionale può facilmente causare infezione..

Il periodo di incubazione della gonorrea negli uomini è di solito da 2 a 5 giorni.

Sintomi di gonorrea negli uomini:

  • Dolore durante la minzione e / o secrezione bianco-giallastra dall'uretra.
  • La faringite gonococcica (danno alla faringe) è spesso asintomatica. A volte si manifesta come mal di gola.
  • La proctite gonococcica (danno al retto) è generalmente asintomatica. Possibile dolore nel retto, prurito e secrezione dal retto.
  • Faringite gonococcica e proctite gonococcica si verificano principalmente negli uomini che hanno rapporti sessuali con uomini e donne.

Complicanze della gonorrea

Negli uomini, la complicazione più comune è l'infiammazione dell'epididimo - epididimite. Quando i gonococchi entrano negli occhi, si verifica la congiuntivite gonococcica.

Con la diffusione dei gonococchi ad altri organi, si verifica un'infezione gonococcica disseminata. Ciò colpisce le articolazioni, la pelle, il cervello, il cuore e il fegato.

Diagnosi di gonorrea

Per diagnosticare la gonorrea, avere i sintomi da soli non è sufficiente. Conferma della diagnosi con metodi di laboratorio.

La diagnosi di gonorrea acuta negli uomini si basa generalmente sui risultati di uno striscio generale. Nella gonorrea cronica negli uomini sono necessari metodi di ricerca più precisi: PCR o cultura.

Trattamento della gonorrea

La gonorrea è un'infezione molto comune. Uno dei motivi di questo fenomeno è l'automedicazione. Fino ad ora, molti sono in imbarazzo a cercare aiuto professionale da istituzioni specializzate e preferiscono curare la gonorrea e molte altre malattie sessualmente trasmissibili con antibiotici a base di penicillina a casa. Tale "trattamento" spesso non ha alcun risultato e porta a gravi complicazioni e conseguenze sulla salute. Pertanto, per il trattamento di qualsiasi IST, contattare uno specialista che può scegliere il regime terapeutico più efficace per te.

Dato che nel 30% dei casi, la gonorrea è combinata con la clamidia, il trattamento dovrebbe includere: un farmaco attivo contro i gonococchi e un farmaco attivo contro la clamidia.

È molto importante informare i tuoi partner sessuali della malattia, anche se nulla li disturba, e convincerli a sottoporsi a esame e trattamento. Dopotutto, un decorso asintomatico non riduce il rischio di complicanze.

Se ti riprendi, ma il tuo partner sessuale non lo fa, puoi facilmente infettarti di nuovo..

Prevenzione della gonorrea

Smettere di fare sesso o usare un preservativo ogni volta che fai sesso.

Sifilide

La sifilide è un'infezione classica a trasmissione sessuale. L'agente causale è il treponema pallido (Treponema pallidum). La sifilide è caratterizzata da un decorso lento e progressivo. Nelle fasi successive, può portare a gravi danni al sistema nervoso, agli organi interni e alla morte..

Infezione da sifilide

Negli uomini che fanno sesso con uomini, nella maggior parte dei casi, la sifilide si verifica con il sesso anale e orale non protetto.

I pazienti con sifilide primaria (con ulcere genitali, nella bocca o nel retto) sono i più contagiosi..

L'infezione da sifilide domestica è estremamente rara. La maggior parte dei casi associati a infezione domestica sono in realtà casi non comprovati di infezione sessuale. Ciò è dovuto al fatto che il treponema pallido (Treponema pallidum) muore rapidamente fuori dal corpo umano. La probabilità di infezione da un singolo contatto sessuale con un paziente con sifilide è di circa il 30%.

Il periodo di incubazione della sifilide

Il periodo di incubazione della sifilide è di solito 3-4 settimane (da 2 a 6 settimane).

Sintomi della sifilide

I sintomi della sifilide sono molto diversi. Variano a seconda dello stadio della malattia..

Esistono tre fasi della sifilide:

  1. Sifilide primaria Si verifica dopo la fine del periodo di incubazione. Nel sito di penetrazione del patogeno nel corpo (genitali, mucose della bocca o del retto), si verifica un'ulcera indolore con una base solida (chancre duro). 1-2 settimane dopo l'insorgenza dell'ulcera, aumentano i linfonodi più vicini (con localizzazione dell'ulcera in bocca, ingrandimenti sottomandibolari, con danno agli organi genitali - inguinali). Un'ulcera (il cancro duro) guarisce autonomamente entro 3-6 settimane. dopo il verificarsi.
  2. Sifilide secondaria Inizia 4-10 settimane dopo la comparsa dell'ulcera (2-4 mesi dopo l'infezione). È caratterizzato da un'eruzione cutanea simmetrica in tutto il corpo, compresi i palmi e le piante dei piedi. Il verificarsi di un'eruzione cutanea è spesso accompagnato da mal di testa, malessere, febbre (come nel caso dell'influenza). I linfonodi aumentano in tutto il corpo. La sifilide secondaria si presenta sotto forma di esacerbazioni e remissioni alternate (periodi asintomatici). In questo caso, è possibile la caduta dei capelli sulla testa, così come la comparsa di escrescenze color carne sui genitali e nell'ano (ampi condilomi).
  3. Sifilide terziaria. Si verifica in assenza di trattamento molti anni dopo l'infezione. Ciò colpisce il sistema nervoso (compresi cervello e midollo spinale), ossa e organi interni (incluso cuore, fegato, ecc.). La sifilide terziaria è l'ultimo stadio dello sviluppo della malattia e porta alla morte.

Diagnosi della sifilide

La diagnosi si basa su esami del sangue per la sifilide. Esistono molti tipi di esami del sangue per la sifilide. Sono divisi in due gruppi: non treponemici (RPR, RW con antigene cardiolipina) e treponemici (RIF, RIBT, RW con antigene treponemico).

Per gli esami di massa (negli ospedali, nelle cliniche) utilizzare esami del sangue non treponemici. In alcuni casi, possono essere falsi positivi, cioè essere positivi in ​​assenza di sifilide. Pertanto, un risultato positivo degli esami del sangue non treponemici deve essere confermato dagli esami del sangue treponemici.

Per valutare l'efficacia del trattamento, vengono utilizzati esami del sangue non treponemici in forma quantitativa (ad esempio RW con antigene cardiolipinico). Gli esami del sangue treponemici rimangono positivi dopo aver sofferto la sifilide per tutta la vita. Pertanto, per valutare l'efficacia del trattamento, NON vengono utilizzati esami del sangue treponemici (come RIF, RIBT, RPGA).

Trattamento della sifilide

Il trattamento della sifilide dovrebbe essere completo e individuale. La base per il trattamento della sifilide sono gli antibiotici. In alcuni casi, prescrivere un trattamento che integri gli antibiotici (immunoterapia, farmaci riparatori, fisioterapia, ecc.).

Fino ad ora, molti sono in imbarazzo a cercare un aiuto professionale in istituti specializzati e preferiscono curare la sifilide e molte altre malattie sessualmente trasmissibili con antibiotici a casa. Tale "trattamento" spesso non ha alcun risultato e porta a gravi complicazioni e conseguenze sulla salute. Pertanto, per il trattamento di qualsiasi IST, contattare uno specialista che può scegliere il regime terapeutico più efficace per te.

Se ti riprendi, ma il tuo partner sessuale non lo fa, puoi facilmente infettarti di nuovo..

È molto importante informare i tuoi partner sessuali della malattia, anche se nulla li disturba, e convincerli a sottoporsi a esame e trattamento. Dopotutto, un decorso asintomatico non riduce il rischio di complicanze.

Prevenzione della sifilide

Smettere di fare sesso o usare un preservativo ogni volta che fai sesso.

Up