logo

La cistite è un processo infiammatorio della vescica e una delle malattie più gravi del sistema genito-urinario. La malattia è principalmente caratteristica della metà femminile della popolazione a causa delle caratteristiche anatomiche della struttura dell'uretra, il canale femminile è ampio e corto, questo consente all'infezione di entrare facilmente. Circa il 50% delle donne soffre di cistite durante la gravidanza, la malattia è pericolosa a causa di complicazioni non solo per la madre, ma anche per il bambino, quindi richiede un trattamento immediato. Cistite negli uomini: cause, sintomi e trattamento.

Le cause

Il motivo principale che la cistite si sviluppa durante la gravidanza è la vita attiva dei batteri patogeni Escherichia coli - Escherichia coli. Altri agenti patogeni sono la clamidia, lo stafilococco, lo Pseudomonas aeruginosa e vari funghi. Le condizioni che si creano durante il periodo di gestazione sono più seducenti per tali "ospiti", perché durante la gravidanza, lo sfondo ormonale cambia in modo significativo e la microflora batterica delle mucose cambia, anche nelle aree intime. I microbi penetrano nell'uretra dopo un atto con un partner o in seguito al mancato rispetto delle norme igieniche dopo lo svuotamento dell'intestino, di cui E. coli è considerato residente.

Fattori che contribuiscono alla malattia:

  • indebolimento dell'immunità - l'inibizione delle difese del corpo porta a un calo delle barriere e della penetrazione, riproduzione di batteri, che in uno stato sano già esistono sulle mucose degli organi genitali;
  • ipotermia: abbastanza spesso la cistite nelle donne in gravidanza si sviluppa dopo un'ipotermia o un raffreddore, è molto importante che le gambe della donna siano sempre calde, la protezione dal freddo e dal vento è necessaria per la parte bassa della schiena, il basso ventre e l'area degli organi genitali esterni;
  • uso a lungo termine di farmaci - un uso a lungo termine di farmaci i cui metaboliti vengono escreti nelle urine e causano irritazione della vescica, sono anche in grado di provocare cistite, inoltre, tali farmaci riducono il sistema immunitario del corpo e cambiano lo sfondo ormonale;
  • allergie: le reazioni allergiche a vari fattori ambientali diventano lo sfondo per la propagazione di batteri patogeni nel tratto urinario e nella vescica, possono essere allergie a cosmetici e prodotti per l'igiene, prodotti alimentari e articoli per l'igiene intima;
  • surriscaldamento - quando la vescica si surriscalda (facendo bagni caldi, visitando bagni e saune), la composizione della microflora delle mucose può cambiare, questo può innescare lo sviluppo della cistite nelle donne in gravidanza;
  • esacerbazione di malattie croniche della vescica - con esacerbazione di altre malattie, si unisce il rischio di infezione secondaria.

I fattori di rischio per lo sviluppo della cistite sono integrati da condizioni stressanti, indossando intimo sintetico stretto, superlavoro, processi infettivi in ​​altri organi, in particolare gli organi del sistema genito-urinario. La cistite tardiva della gravidanza può svilupparsi a seguito di rilassamento fisiologico della vescica, ristagno di urina, pressione di un utero allargato.

Sintomi

La cistite durante la gravidanza si manifesta in forma acuta o cronica. La cistite acuta ha una natura improvvisa e sintomi pronunciati, molto spesso si sviluppa dopo l'ipotermia. La malattia diventa cronica in assenza di un trattamento adeguato, nel qual caso i suoi sintomi sono lenti, potrebbe non comparire affatto in determinati periodi, tuttavia, durante i periodi di esacerbazione si sentono, inoltre, liberarsi del tipo cronico è molto più difficile.

Segni di cistite acuta

I segni della cistite in forma acuta sono causati da un processo infiammatorio acuto che si verifica nella vescica e nel canale urinario.

  • minzione frequente con una piccola quantità di urina;
  • sensazione di bruciore e dolore acuto durante la minzione;
  • falso impulso alla toilette, sensazioni di svuotamento incompleto della vescica;
  • dolore nell'addome inferiore;
  • urina torbida; nelle urine possono essere rilevate impurità di sangue e pus;
  • aumento della temperatura corporea;
  • intossicazione.

Nota! La forte intossicazione del corpo e la febbre sono la prova diretta che la malattia è entrata in una fase grave, richiede un intervento medico e un trattamento adeguato.

Qual è il pericolo di cistite acuta? La forma acuta della malattia è una minaccia non solo per la salute della madre, ma anche per la sicurezza della vita del feto: il processo infiammatorio può arrivare ai reni e causare lo sviluppo di pielonefrite.

Sintomi di cistite cronica

I sintomi della cistite durante la gravidanza in forma cronica sono meno pronunciati. Le principali manifestazioni della malattia sono dolore durante la minzione, minzione frequente, nonché produzione di urina insieme a impurità purulente.

L'intensità del dolore dipende dalla frequenza della minzione. La donna incinta sente i dolori di disegno nel perineo lungo il percorso uretrale. Inoltre, può provare malessere generale e stress associati a questa condizione..

Il trattamento della cistite cronica, diversamente dall'acuto, non comporta l'uso di farmaci antibatterici, la terapia ha una natura più lunga e complessa, mira non solo all'eliminazione dei batteri nocivi, ma anche alla normalizzazione della microflora e al rafforzamento dell'immunità generale.

Le conseguenze della patologia

La cistite durante la gravidanza nelle prime fasi non è così pericolosa come nella tarda gravidanza. Inoltre, abbastanza spesso una donna scopre di trovarsi in una posizione in cui le viene diagnosticata la presenza di una malattia infiammatoria della vescica. Ma anche la cistite all'inizio della gravidanza diventa spesso un fattore a causa del quale appariranno processi patologici più gravi se non si consulta immediatamente un medico e si sottopone al trattamento necessario.

La conseguenza più pericolosa della cistite durante la gravidanza è la pielonefrite (un processo infiammatorio che si verifica nei reni). I batteri patogeni penetrano negli ureteri nei reni. Nelle donne in gravidanza, il rene destro è principalmente interessato. Nella pielonefrite acuta, una donna incinta ha bisogno di essere ricoverata, altrimenti questa condizione minaccia la salute della madre e del bambino. Le conseguenze possono essere un aborto spontaneo, un parto prematuro, una carenza di peso fetale.

Diagnostica

Con lo sviluppo dei primi sintomi della cistite, una donna deve consultare un medico e quindi sottoporsi a una diagnosi. Solo dopo aver ricevuto i risultati, il medico farà una diagnosi accurata e prescriverà un trattamento al paziente..

Le principali misure diagnostiche per identificare un processo infiammatorio della vescica:

  • analisi generale delle urine - se c'è un'infiammazione nel corpo, il conteggio dei globuli bianchi aumenta e vengono rilevate anche le proteine;
  • esame del sangue generale - con cistite nelle donne in gravidanza, aumento della VES;
  • Ultrasuoni dei reni e della vescica: il metodo è necessario per determinare lo stato del sistema urinario;
  • analisi batteriologica delle urine: consente di identificare e determinare l'agente causale del processo infettivo.

Nota! È necessario selezionare correttamente l'urina per studi generali e batteriologici in modo che il risultato sia affidabile. Per l'analisi al mattino, la parte centrale dell'urina viene raccolta in un barattolo sterile, è necessario consegnarla al laboratorio per un'ora e mezza o due ore.

Trattamento

La cistite nel primo trimestre di gravidanza e successivamente può essere trattata solo con farmaci che non sono assolutamente dannosi per la vita e la salute della futura madre e feto. È particolarmente necessario essere particolarmente cauti nei confronti dei farmaci antibatterici, ma non solo gli antibiotici, ma anche i farmaci per altri scopi possono essere prescritti solo da un medico, è impossibile condurre una terapia indipendente in ogni caso. Tetracicline e sulfamidici sono estremamente controindicati per le donne in gravidanza, gli antibiotici di tali gruppi possono danneggiare il feto in via di sviluppo.

Terapia antibiotica

I principali farmaci antibatterici per il trattamento della cistite sono monurali e amoxiclav, queste compresse e polvere sono consentite per l'uso quando portano un bambino e non influenzano negativamente la madre o il feto in via di sviluppo. I medicinali monurali e amoxiclav - medicinali per cistite durante una gravidanza di nuova generazione, alleviano rapidamente i sintomi e alleviano il dolore.

Monurale più efficace: abbastanza 1 bustina di polvere per eliminare il dolore. Il trattamento con Amoxiclav dura da 5 a 14 giorni. Qualsiasi farmaco può essere selezionato come medicinale di prima scelta, dopo l'antibiotico, il medico deve prescrivere alle donne in gravidanza medicinali che rimuoveranno l'intero volume di urina dalla vescica, normalizzeranno la microflora delle mucose e aumenteranno anche l'immunità generale.

Kanefron

Kanefron è un rimedio di erbe naturale altamente efficace, è spesso prescritto alle donne in gravidanza per curare la cistite, i principi attivi del farmaco non solo fermano i sintomi, ma eliminano anche la causa della malattia. Il farmaco non ha praticamente controindicazioni, è facilmente tollerato dai pazienti che si trovano in posizione e non danneggia il feto.

L'azione del farmaco Kanefron:

  • normalizza il lavoro della vescica e dei reni;
  • migliora l'effetto dei farmaci antibatterici e previene lo sviluppo di infezioni;
  • promuove il rilassamento dei vasi del tratto urinario, che assicura la rimozione senza ostacoli del liquido in eccesso dal corpo di una donna incinta e allevia il gonfiore;
  • migliora l'afflusso di sangue ai reni;
  • ha un effetto antispasmodico.

Il trattamento della cistite durante la gravidanza con Kanefron in breve tempo aiuta ad alleviare le condizioni generali e ridurre i sintomi della cistite e altre malattie infettive e infiammatorie del sistema urinario. Il farmaco ha anche un effetto preventivo e previene lo sviluppo dell'urolitiasi..

Rimedi popolari

Cosa fare una donna incinta per sbarazzarsi della cistite? La risposta alla domanda sta nelle ricette della medicina tradizionale, tuttavia, si dovrebbe capire che il rimedio popolare per la cistite durante la gravidanza dovrebbe essere autorizzato dal medico curante.

Il principale rimedio popolare che aiuta ad eliminare il processo infiammatorio nella vescica è il mirtillo rosso. I mirtilli contengono sostanze benefiche e acidi che uccidono E. coli e altri batteri patogeni. L'uso frequente di bevande alla frutta con mirtilli rossi contribuisce all'ossidazione dell'ambiente nello stomaco, i batteri non sono più in grado di trattenere la mucosa e vengono eliminati dal corpo. Nota! Si consiglia di utilizzare bevande alla frutta calde, i ribes hanno anche proprietà simili, è possibile aggiungere mirtilli rossi alla bevanda.

Cosa possono liberarsi dalle donne in gravidanza con cistite:

  • Radice di cinorrodo (2 cucchiai), in forma schiacciata, versare un bicchiere di acqua bollita, far bollire con un bagno d'acqua e lasciare per 15-25 minuti. Filtrare prima di bere, bere 3 volte al giorno per ½ tazza, dopo trenta minuti si può mangiare.
  • Le bacche di sorbo rosso e le foglie di mirtillo rosso vengono prese in un rapporto di 3: 1, versare 1 tazza di acqua bollente, insistere e filtrare per due o tre ore. Prendi una tale infusione 30 minuti prima di un pasto, una dose di 3 millilitri al giorno, 100 millilitri. In un bicchiere, puoi aggiungere un cucchiaio di miele.
  • Il ribes nero ha un effetto antinfiammatorio. Per preparare la medicina dovrebbe prendere 6 cucchiai. l foglie schiacciate della pianta e versare 1 litro di acqua bollente, è necessario insistere per almeno un'ora. È consentito aggiungere miele o zucchero al brodo finito. Prendi un decotto cinque - sei volte al giorno, dose - 1 cucchiaio.
  • Per preparare la medicina successiva, è necessario versare un cucchiaio di erbe di aneto con 1,5 tazze di acqua bollente, lasciare per 30 minuti. Bere prima dei pasti in 30 minuti, dosaggio - un terzo di un bicchiere.
  • È utile che le donne in gravidanza prendano il brodo di farina d'avena, è molto semplice cucinarlo: dovresti prendere un bicchiere di avena e versare 2 tazze di acqua appena bollita, quindi bollire di nuovo a bagnomaria, far bollire fino a quando il volume si riduce della metà. Puoi aggiungere miele al brodo preparato, prendere la medicina ½ tazza, il regime è tre volte al giorno.

I rimedi popolari sono stati usati fin dai tempi antichi, questo è un modo efficace e sicuro, riconosciuto anche dalla medicina ufficiale. Si noti che la maggior parte dei farmaci per il trattamento della cistite, ad eccezione degli antibiotici, sono di origine vegetale. Ma, nonostante ciò, non puoi nemmeno usare i decotti alle erbe senza avvisare il medico curante su questo. Il medico deve essere a conoscenza di tutti i mezzi e i preparativi che prende una donna incinta. Inoltre, prima di assumere qualsiasi medicinale, è necessario assicurarsi che non vi siano allergie.

Prevenzione

Ora sai come trattare la cistite durante la gravidanza, ma come prevenire lo sviluppo del processo infiammatorio della vescica? Per una donna che aspetta un bambino, la malattia è più facile e migliore da prevenire, piuttosto che da eliminare.

La prevenzione della cistite durante la gravidanza deve essere iniziata prima del concepimento del bambino. Quando pianifica un bambino, la futura mamma dovrebbe sottoporsi a una visita medica completa ed eliminare tutti i problemi medici, se presenti. Le infezioni croniche devono essere curate prima della gravidanza. Anche la carie avanzata o la tonsillite possono in seguito diventare le principali cause dello sviluppo della cistite nelle donne in gravidanza, nonché causare infezioni di altri organi interni.

Non puoi ignorare il lato delle misure preventive relative all'igiene personale della futura mamma. Una donna ha bisogno di lavare quotidianamente con acqua calda con detergenti a pH neutro, è ancora meglio eseguire una procedura simile al mattino e alla sera. Ma alle donne in gravidanza è vietato fare bagni caldi, questo eviterà il surriscaldamento e la penetrazione di detergenti e batteri nei genitali.

Le donne in gravidanza dovrebbero fare attenzione alla loro salute e immunità, è necessario mangiare più vitamine, rafforzare le funzioni protettive del corpo ed evitare anche ipotermia e raffreddori.

Nutrizione

La prevenzione delle malattie infettive e infiammatorie comprende anche la selezione e l'osservanza di una dieta. La nutrizione dovrebbe essere razionale e includere cibi sani. Sono utili varietà a basso contenuto di grassi di pesce e carne, latticini e prodotti a base di latte acido, verdure e frutta in forma fresca, in umido e al forno. Ma i piatti fritti, salati, affumicati e piccanti del menu dovranno essere esclusi.

Bere dovrebbe essere osservato, dovrebbe essere abbondante. Puoi bere acqua, decotti e tè, bevande alla frutta. È vietato bere alcolici, bevande gassate, succhi di agrumi, caffè e bevande contenenti caffeina..

Come risultato di un forte consumo di alcol, le donne incinte vanno spesso in bagno, e questo è corretto - anche se non c'è bisogno di andare in bagno ogni 2-3 ore, ciò assicurerà la rimozione senza ostacoli di liquidi e batteri in eccesso dal corpo.

Cistite o gravidanza?

La cistite è una malattia infiammatoria delle pareti della vescica. Nella pratica urologica, una delle patologie più comuni. Può avere un decorso acuto e cronico. I sintomi principali: disagio o indolenzimento nell'addome inferiore, minzione frequente con dolori, spotting nelle urine, intossicazione (febbre, debolezza, malessere generale). La presenza di tutti i sintomi è facoltativa.

I gruppi più vulnerabili sono le donne durante la menopausa e la gravidanza. Ciò è dovuto alle caratteristiche anatomiche del corpo femminile. L'uretra è ampia, corta, più accessibile per la penetrazione di agenti nocivi.

Quali cambiamenti si verificano dopo la fecondazione

Prima di ritardare le mestruazioni, una donna incinta potrebbe non essere consapevole dello sviluppo di un uovo fecondato. Soprattutto se non aveva intenzione di rimanere incinta. Il rilevamento dell'ovulo, i cambiamenti caratteristici nell'utero per diverse settimane non saranno disponibili per l'ecografia o le mani di un ginecologo. Ma gli ormoni stanno già lavorando, mirati a sopportare il feto. Questo è progesterone e corion - gonadotropina umana (hCG). È sulla determinazione nelle urine di hCG che sono dirette speciali strisce per test di gravidanza.

Un uovo fecondato si sviluppa nelle tube di Falloppio per una settimana. È diviso molte volte e ottiene il nome zigote. Un nuovo background ormonale prepara gli organi riproduttivi per l'impianto e il supporto del feto. Il 7 ° - 8 ° giorno del concepimento, lo zigote cresce fino alla mucosa della parete uterina. Inizia la formazione di elementi di organi, sistemi, la placenta.

Poiché i sistemi riproduttivo e urinario funzionano insieme, possono fuorviare la somiglianza dei sintomi nello sviluppo di determinate condizioni. Vediamo se la cistite acuta può essere un segno di gravidanza.

Sintomi simili di gravidanza e cistite

Lo speciale background ormonale della gravidanza, i processi nell'utero, nelle tube di Falloppio causano un complesso di sintomi precoci caratteristici: affaticamento, affaticamento, nausea, possono esserci dolori o fastidi all'addome inferiore.

Un tale complesso di sintomi imita l'intossicazione e le sindromi dolorose delle malattie urologiche. Poiché il quadro clinico è simile, una donna può considerare la cistite come il primo segno di gravidanza. Per tali reclami, è importante consultare un medico. Se questi sono davvero i primi sintomi della fecondazione, trattare la cistite immaginaria significa danneggiare il normale sviluppo dell'embrione. Se il dolore nell'addome inferiore, l'impurità del sangue nello scarico è attribuita all'infiammazione, puoi saltare la minaccia dell'aborto spontaneo.

Alcune donne attribuiscono alla loro nuova condizione frequente bisogno di urinare. Quindi, la cistite può essere percepita come il primo segno di gravidanza prima del ritardo delle mestruazioni. Questo è un malinteso.

Fino a quando l'utero allargato inizia a comprimere la vescica, tali processi non sono interconnessi. La sua crescita inizia nel secondo trimestre.

Quindi, avendo frequenti impulsi e assumendo l'inizio del concepimento, è necessario visitare un medico.

La ritenzione urinaria è un segno di imminente concezione

Non è un segreto che durante la gravidanza tutti gli organi subiscano l'adattamento a un nuovo stato. Anche la vescica subisce cambiamenti speciali. Fattori che influenzano la sua funzione:

  • utero in crescita;
  • rilassamento dei muscoli lisci grazie al progesterone;
  • sfondo psico-emotivo instabile;
  • meno stile di vita mobile.

Di conseguenza, le pareti del tratto urinario perdono il tono desiderato. La forza muscolare non è sufficiente per espellere tutta l'urina raccolta. Difficoltà a urinare con la vescica piena. Spesso l'urina perde spontaneamente. Con problemi regolari nell'uso del bagno, il disagio appare sotto forma di tensione, che provoca dolori al pube. Lo svuotamento ritardato della vescica è un'occasione per vedere un medico. Esame, è possibile identificare se il sintomo ha una connessione con la fecondazione, la cistite o un'altra condizione.

Minzione frequente: manifestazione di gravidanza o qualcos'altro

Un altro sintomo insidioso è la minzione frequente. Ci sono molte ragioni per questo. Questi possono essere fattori naturali: bere molti liquidi, eccitazione, assumere determinati farmaci, tipi speciali di diete dimagranti. Le cause patologiche sono diverse:

  • problemi urologici (cistite, uretrite, urolitiasi);
  • patologie ginecologiche (fibromi o prolasso uterino);
  • malattie a trasmissione sessuale (gonorrea, clamidia, tricomoniasi);
  • disturbi metabolici (diabete mellito);
  • disturbi neurologici (vescica neurogena, distonia vegetativa-vascolare).

L'esame alla vigilia e durante la gravidanza ha lo scopo di identificare e trattare tali condizioni. Di solito, la presenza di altre sindromi caratteristiche consente di differenziare l'aumento fisiologico dalla patologia.

Come trattare la cistite durante la gravidanza

Non solo una combinazione spiacevole, ma anche pericolosa: cistite e gravidanza. Quasi ogni seconda donna incinta aspetta questa formidabile complicazione. Può essere sotto forma di un processo acuto o esacerbazione di un processo cronico. L'infiammazione della vescica è dannosa sia di per sé che del rischio di infezione ascendente, che coinvolge gli ureteri e i reni. La vicinanza anatomica dell'uretra con i genitali esterni provoca un'infezione secondaria della vagina. È difficile sopravvalutare l'importanza della diagnosi tempestiva e del trattamento della cistite durante la gravidanza.

Quando prescrivono medicinali alle donne in posizione, i medici aderiscono alla "regola d'oro". Afferma: "il pericolo del trattamento dovrebbe essere inferiore al rischio di conseguenze negative". Prima di iniziare la terapia, è necessario identificare l'agente patogeno. Se viene rivelata la presenza di flora patogena nelle urine, gli antibiotici non possono farne a meno. La scelta del farmaco viene effettuata in diverse direzioni:

  1. L'azione è mirata al microrganismo identificato.
  2. La massima concentrazione dovrebbe essere determinata nelle urine..
  3. Effetti collaterali minimi

Dopo aver terminato il corso dell'antibiotico, l'effetto dovrebbe essere riparato con preparati a base di erbe (Nefrokea, Orinatoio, Kanefron). La loro azione determina lo spostamento dell'acidità delle urine verso l'acido. Questo è un ambiente sfavorevole per la propagazione della flora patologica. Farmaci antipiretici, antinfiammatori, antispastici, terapia di disintossicazione saranno usati come trattamento sintomatico..

Anche il regime generale è importante: una dieta moderata, un consumo eccessivo, un minimo di stress fisico ed emotivo. Decotti vegetali, bevande alla frutta (cenere di montagna, cinorrodo, equiseto, mirtillo rosso) sono utili come liquidi. L'elenco della terapia usata dipende dalle condizioni della futura madre e feto.

Cosa succederà se la cistite non viene trattata in anticipo

L'assenza di trattamento è inaccettabile quando si porta un bambino. Se la cistite viene superata nel primo trimestre, il corpo deve ricevere un aiuto adeguato. Un periodo di sviluppo fino a 14 settimane è il più pericoloso. C'è un segnalibro di tutti gli organi. Il rischio di aborto spontaneo è molto elevato..

Una malattia incontrollata minaccia l'effetto teratogeno (sviluppo di difetti alla nascita) dell'embrione. E la gravidanza stessa - una rottura.

Inoltre, l'aumento dell'intossicazione riduce le difese del corpo. La barriera placentare si indebolisce, le tossine e la flora patogena penetrano nella vescica fetale. L'infezione fetale precoce minaccia di gravi patologie e persino la morte.

Per quanto riguarda la donna incinta, il percorso ascendente porterà infiammazione ai reni. Se l'infezione entra nella fibra circostante, questo minaccia la diffusione di focolai purulenti lungo gli organi pelvici. Lo sviluppo di tali processi aggraverà la gravità della malattia, complicando il corso della gestazione. Al fine di evitare complicazioni per mamma e bambino, la cistite nelle prime fasi richiede un trattamento competente.

Prevenzione dell'infiammazione della vescica nelle donne in gravidanza

È auspicabile identificare e trattare i focolai di infezioni croniche prima dell'inizio della fecondazione. L'infiammazione di lunga durata del tratto genitale può anche provocare cistite nelle donne in gravidanza. Richiedono una riabilitazione tempestiva.

Nonostante l'assenza di tali problemi in passato, durante la gravidanza, si dovrebbe prestare attenzione alla loro prevenzione. È tempo di registrarsi con il ginecologo e sottoporsi a un esame attento. Proteggi il corpo da affaticamento e ipotermia. Rimedi neutri consigliati per la toilette inguinale.

Non dobbiamo dimenticare le misure generali di rafforzamento: buona alimentazione, passeggiate all'aria aperta, prevenzione dell'inattività fisica. La dieta prevede l'esclusione di cibi piccanti e speziati, caffè, tè forte. La quantità di fluido deve essere adeguatamente aumentata (in assenza di controindicazioni). È importante svuotare regolarmente la vescica. La gravidanza comporta cure speciali e attenzione al corpo..

Può esserci cistite dopo il concepimento

La cistite è una malattia infiammatoria della vescica che può essere infettiva o non infettiva. Il decorso della patologia è accompagnato da segni caratteristici: dolore durante la minzione, dolore nell'addome inferiore, a volte compaiono impurità nel sangue nelle urine e un odore sgradevole.

Il consiglio dell'urologo: "Prima di tutto, vorrei dire che non è possibile utilizzare dispositivi medici potenti senza prescrizione medica. Ottimo per la prevenzione delle malattie aiuta. Leggi di più "

Poiché la vescica è vicina all'utero e alle appendici, sorge la domanda se la cistite possa influenzare negativamente il concepimento e la gravidanza. Vale immediatamente la pena notare che qualsiasi malattia infiammatoria influisce negativamente sul corso della gravidanza, quindi è consigliabile prendersi cura della propria salute durante il periodo di pianificazione del concepimento.

La cistite influisce sul concepimento di un bambino?

Spesso, i pazienti con una forma cronica della malattia sono interessati a un ginecologo se la cistite influenza il concepimento. L'infiammazione della vescica può influire negativamente sulla fertilità di una donna in alcuni casi, in particolare, con un'infezione dell'organo e l'assenza di un trattamento tempestivo.

La vescica non influenza direttamente il processo di concepimento, ma si trova nella pelvi, vicino agli organi riproduttivi della donna. Se il processo infettivo progredisce costantemente nella vescica e nell'uretra, presto passerà nella vagina, nelle ovaie e nell'utero, che è irto di formazione di aderenze e infertilità.

Se una donna sta pianificando un bambino, deve capire che il processo infiammatorio nei genitali non è il modo migliore per influenzare lo sviluppo del feto. Anche se, per miracolo, si verifica una gravidanza, con la cistite, il rischio di interruzione prematura della gravidanza, infezione del feto con un'infezione, aumenta il danno renale.

Inoltre, la cistite acuta dopo il concepimento dovrà essere trattata in ogni caso. Un'infezione viene trattata con antibiotici, che nella maggior parte dei casi sono controindicati durante la gravidanza a causa di un effetto negativo sul feto.

Per evitare complicazioni, si raccomanda di curare la cistite prima di concepire un bambino. Durante la pianificazione e la gravidanza, è necessario seguire misure preventive, aderire a una dieta moderata e fortificata al fine di evitare la ricaduta della malattia.

Cistite in segno di gravidanza

Molte donne si lamentano della cistite dopo il concepimento il giorno successivo e si chiedono se questa condizione possa essere un segno di gravidanza. Se i segni della malattia sono comparsi entro pochi giorni dal rapporto, questa condizione non può essere considerata un segno di gravidanza..

Il fatto è che il concepimento è un processo complesso e piuttosto lungo che richiede almeno una settimana. Quando il seme entra nella vagina della donna, i gameti si muovono attraverso l'utero e le tube di Falloppio per diverse ore. La fecondazione si verifica nella tuba di Falloppio.

Un uovo fecondato non finisce immediatamente nell'utero. Entro 5 giorni, si divide e si muove lentamente lungo la tuba di Falloppio. E solo 5-6 giorni dopo l'impianto del rapporto embrionale.

Ma anche in una data così precoce, è impossibile parlare della manifestazione di eventuali primi sintomi della gravidanza, perché lo sfondo ormonale della donna non è cambiato abbastanza. L'embrione è molto piccolo e non può in alcun modo irritare la vescica e causare cistite, minzione frequente e altri sintomi della gravidanza. Ecco perché la cistite come segno di concepimento è un mito..

Ma comunque, perché una donna ha iniziato la cistite subito dopo il concepimento? In questo caso, parlano di una malattia come la cistite postcoitale. Questo è un tipo di cistite che si verifica immediatamente dopo il rapporto sessuale o poche ore dopo. La cistite postcoitale è direttamente correlata al processo di concepimento..

Urologo: se vuoi liberarti della cistite in modo che non ritorni più, devi solo sciogliere Leggi di più »

Un sesso eccessivo può provocare patologie sullo sfondo di una malattia cronica della vescica. Inoltre, la cistite postcoitale può verificarsi quando le malattie sessualmente trasmissibili sono infette, se i contraccettivi vengono utilizzati in modo improprio e anche a causa della negligenza delle norme di igiene personale.

Trattamento per cistite al concepimento

Se una donna ha iniziato a concepire la cistite, ma allo stesso tempo ha pianificato un bambino e il sesso non era protetto, dovresti assolutamente informare il tuo medico al riguardo. Se l'impianto dell'embrione è già avvenuto, sarà necessario selezionare farmaci e metodi terapeutici che non danneggino il bambino.

Sfortunatamente, è possibile scoprire se la gravidanza è avvenuta o meno, solo 2-3 settimane dopo il rapporto attraverso l'ecografia. E quindi, il metodo non garantisce risultati accurati in una data così precoce, tutto dipende dalla qualità dell'attrezzatura e dall'esperienza del sonologo.

Il trattamento della cistite durante la gravidanza e la sospetta gravidanza dipende dalla gravità della condizione. A volte è sufficiente bere Kanefron o una simile fitopreparazione con un effetto diuretico e antinfiammatorio. Gli antibiotici per la cistite sono selezionati individualmente, il più spesso prescritto Monural.

Se la cistite si verifica dopo il concepimento, è meglio prendere un congedo per malattia e sdraiarsi a casa per diversi giorni. È vietato riscaldare l'addome inferiore, bere alcolici, è necessario seguire una dieta, esclusi salati, speziati, grassi, molto dolci e cibi con coloranti, aromi e conservanti.

Prevenzione

Se una donna sta pianificando un bambino e soffre periodicamente di cistite, deve assolutamente pensare a prevenire questa malattia. Per evitare la cistite dopo il concepimento, è necessario osservare le seguenti raccomandazioni:

  • condurre uno stile di vita sano, rafforzare l'immunità;
  • mangiare bene, evitare l'obesità e l'esaurimento;
  • assicurarsi che la piena salute sessuale del partner;
  • osservare le regole di igiene intima;
  • non fumare o bere alcolici;
  • evitare l'ipotermia, vestirsi sempre in base al tempo;
  • durante il periodo di pianificazione, essere esaminati insieme al partner e, se necessario, essere curati prima del concepimento.

Conclusione

CHE COSA DICONO IL MEDICO?

Dottore in scienze mediche, dottore onorato della Federazione Russa e membro onorario dell'Accademia delle scienze russa, Anton Vasiliev:

“Ho curato malattie del sistema genito-urinario da molti anni. Secondo le statistiche del Ministero della Salute, la cistite nel 60% dei casi diventa cronica.

L'errore principale è stringere! Prima inizi il trattamento per la cistite, meglio è. Esiste uno strumento raccomandato per l'autotrattamento e la prevenzione della cistite a casa, poiché molti pazienti non cercano aiuto a causa della mancanza di tempo o di vergogna. Questo è Ureferon. È il più versatile. Non ha componenti sintetici, il suo effetto è morbido, ma palpabile dopo il primo giorno di somministrazione. Allevia l'infiammazione, rafforza le pareti della vescica, la sua mucosa, ripristina l'immunità generale. Adatto a uomini e donne. Per gli uomini, ci sarà anche un piacevole bonus: una maggiore potenza. "

La cistite il giorno dopo il concepimento non è un sintomo della gravidanza, ma una grave malattia infiammatoria. Non dovresti sperare che la cistite passi da sola, deve essere iniziata per essere trattata quando compaiono i primi sintomi spiacevoli. Prima inizia la terapia, meglio è per una donna e il suo bambino non ancora nato se la paziente è incinta.

Cistite come segno di gravidanza - vero o mito

Letteralmente dal primo giorno del concepimento, il corpo di una donna subisce molti cambiamenti sia nello stato ormonale che a livello fisico.
La comparsa di cistite acuta, nonché un'esacerbazione della forma cronica della malattia sono tutt'altro che rari nelle primissime fasi della gravidanza.

Quindi, la cistite può essere un segno di gravidanza?

Cosa succede dopo il concepimento

A partire dalla gravidanza molto precoce (anche prima del ritardo delle mestruazioni), una maggiore quantità di ormoni - progesterone ed estrogeni - inizia a essere prodotta nel corpo di una futura madre. La loro azione è mirata in ogni modo a mantenere la gravidanza.

Si verificano le seguenti modifiche:

  • la funzione contrattile dell'utero diminuisce;
  • aumenta l'afflusso di sangue agli organi della zona genitale, a causa del quale le pareti dell'utero diventano più larghe e gonfie;
  • i muscoli dell'utero, della vescica, del terzo inferiore dell'intestino diventano rigidi (il loro tono diminuisce);
  • la composizione della microflora della vagina cambia.

Inoltre, un nuovo ormone, hCG, viene aggiunto al progesterone e agli estrogeni, che è sintetizzato dalla membrana villo dell'embrione.

Tutti questi fattori sono prerequisiti per la comparsa della vera cistite o dei suoi sintomi senza causare infiammazione della vescica..

Sintomi simili di gravidanza e cistite

L'infiammazione della mucosa del rivestimento della vescica si manifesta principalmente:

  • acuti dolori alla fine della minzione nella zona appena sopra il pube;
  • frequenti impulsi per un piccolo bisogno con una piccola quantità di urina rilasciata e una sensazione di svuotamento incompleto della vescica;
  • un aumento della temperatura corporea (spesso fino a 38-38,5 gradi);
  • l'urina può diventare più scura e torbida. Ma tali indicatori sono talvolta difficili da determinare ad occhio nudo;
  • in alcuni casi, ci sono macchie di sangue nelle urine.

Durante la gravidanza, anche prima del ritardo delle mestruazioni, si possono osservare manifestazioni simili.

A differenza della cistite, non c'è dolore acuto nella tentazione di urinare e il processo porta sollievo.

Circa 5 giorni dopo l'ovulazione e il concepimento, l'uovo fetale si attacca alla parete uterina. Questo processo in alcuni casi è accompagnato da danni a un piccolo numero di capillari, che porta al rilascio di una piccola quantità di sangue. È anche molto spesso considerato un sintomo della cistite, mentre la vescica non ha nulla a che fare con essa..

Un aumento della temperatura corporea può essere causato da cambiamenti ormonali. Ma la differenza tra una tale reazione del corpo dalla manifestazione della cistite è che la temperatura durante la gravidanza senza infiammazione non supera mai i 37,5 gradi. Gli indicatori sopra questa figura indicano la presenza di un processo infettivo.
La combinazione di tali manifestazioni nelle prime settimane dopo il concepimento può essere interpretata da una donna come l'insorgenza di cistite.

Ecco perché molte donne considerano la cistite come il primo segno di gravidanza..

Cistite durante la gravidanza

Un cambiamento nello stato ormonale porta a una diminuzione dell'immunità locale e un cambiamento nella composizione della microflora vaginale. Tali condizioni sono più favorevoli per l'inizio della riproduzione attiva di microrganismi patogeni e persino opportunistici che portano all'infiammazione della vescica.

Nel primo caso, l'agente patogeno entra nella vescica dall'esterno (se non viene seguita l'igiene personale, con contatto sessuale non protetto, ecc.). Salendo attraverso l'uretra, entra nella vescica e inizia la sua aggressività, portando all'insorgenza della cistite.

Nel secondo caso, i microrganismi che fanno parte della normale composizione della microflora, quando si verificano condizioni favorevoli, iniziano a moltiplicarsi rapidamente. Molto spesso, la cistite è causata da E. coli, Klebsiella, stafilococco, ecc..

Spesso, un medico con sospetta infiammazione della vescica nelle donne in età fertile raccomanda di sottoporsi a un ulteriore esame ginecologico per escludere la gravidanza. È molto importante sapere quando si scelgono i farmaci per il trattamento.

Cosa fare

Può essere molto difficile distinguere la cistite da manifestazioni di gravidanza da soli.
Per assicurarti infine se la cistite è un segno di gravidanza e se lo è affatto, devi superare una serie di test.

In primo luogo, è necessario condurre un'analisi delle urine, che rivelerà la presenza o l'assenza di leucociti, globuli rossi, batteri e altre impurità aggiuntive. Il numero e il rapporto di questi indicatori forniscono al medico informazioni sulla posizione e la natura dell'origine del processo infiammatorio (spesso, può verificarsi disagio durante la minzione con malattia renale, che si verifica spesso anche durante la gravidanza).

In secondo luogo, se è possibile una gravidanza, è necessario donare il sangue da una vena per determinare il livello di hCG.

I risultati di questa analisi determinano non solo la presenza della gravidanza, ma anche la sua durata.

Parallelamente, viene effettuata la coltura batterica dell'urina per determinare l'agente patogeno e la sua resistenza a determinati antibiotici.

Se la cistite, in segno di gravidanza, è stata confermata clinicamente, il medico si avvicina alla scelta dei farmaci per il trattamento più attentamente. Di solito, viene data preferenza agli agenti uroseptici a base vegetale, nonché un aumento del volume giornaliero totale di liquidi e cibi che aiutano a ripristinare la mucosa della vescica e rimuovere le tossine (ad esempio mirtilli rossi, mirtilli rossi, decotti di piantaggine, camomilla, ecc.).

Se necessario, vengono prescritti farmaci antibatterici con un minimo effetto tossico, approvati per l'uso nel primo trimestre di gravidanza.

La presenza di dolore nell'addome inferiore e la minzione frequente possono essere sia i primi segni di gravidanza che i sintomi della cistite. In ogni caso, è necessario consultare un medico per stabilire una diagnosi accurata. Ciò contribuirà a prevenire la diffusione dell'infezione nelle parti superiori del sistema urinario, oltre a regolare tempestivamente lo stile di vita in gravidanza.

Cistite durante la gravidanza

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La cistite durante la gravidanza è un evento molto comune. In realtà, questo è un processo infiammatorio che copre la mucosa della vescica, causando una violazione delle sue funzioni.

Le statistiche dicono che il 10% del numero totale di donne in gravidanza ha questo problema in diverse fasi della gravidanza. Molto spesso, questo gruppo di "rischio" comprende le donne che hanno precedentemente avuto questa malattia o che hanno il cosiddetto. una forma cronica di cistite, che contribuisce a una esacerbazione della malattia su uno sfondo di ridotta immunità, una violazione della microflora della vagina (vaginosi batterica), nonché cambiamenti nello sfondo ormonale del corpo femminile durante la gestazione. La cistite infettiva si sviluppa a causa della riproduzione attiva della flora opportunistica e di vari agenti patogeni (Escherichia coli, Micoplasmi, stafilococchi, tricomonadi vaginali, clamidia, streptococchi, ecc.). La cistite durante la gravidanza si verifica a causa delle caratteristiche strutturali del sistema urinario del corpo femminile, in particolare della vicinanza del tratto urinario all'utero. Naturalmente, i sintomi della cistite (dolore nella parte inferiore dell'addome, forte dolore durante la minzione, minzione frequente, ecc.) Causano ansia, panico e paure per la salute del bambino nelle donne in gravidanza. In questo caso, solo uno specialista medico aiuterà, che diagnosticherà e prescriverà un corso efficace di trattamento.

Codice ICD-10

Cistite come primo segno di gravidanza

La cistite durante la gravidanza non deve essere confusa con la minzione rapida, che spesso indica che è iniziata una gravidanza. La cistite è una malattia infiammatoria della vescica, non un segno che una donna sia rimasta incinta. Tuttavia, molti considerano il frequente bisogno di andare in bagno nelle prime settimane di gravidanza (da 7 a 8 settimane) proprio come cistite. Il fatto è che dopo il concepimento nei genitali di una donna, il flusso sanguigno aumenta e l'utero in risposta all'impianto dell'embrione diventa più eccitabile. Poiché è associato alla vescica per la sua innervazione, anche una piccola quantità di urina in essa provoca la minzione della donna. Pertanto, si verifica la compressione meccanica della vescica da un utero allargante. Allo stesso tempo, una donna incinta non sperimenta alcun disagio o dolore lancinante che accompagna la vera cistite. Entro la fine del primo trimestre, lo sfondo ormonale di una donna torna alla normalità e l'utero occupa una posizione sopra il livello dell'utero, cessando di esercitare pressione sulla vescica. Di conseguenza, la frequente voglia di andare in bagno cessa.

La cistite come primo segno di gravidanza non dovrebbe essere presa sul serio, tuttavia, la minzione frequente in combinazione con altri segni dovrebbe allertare la donna. Ad esempio, se l'impulso alla toilette è accompagnato da dolore, febbre e un deterioramento delle condizioni generali, c'è motivo di credere che una donna incinta abbia cistite su uno sfondo di immunità indebolita e infezione. In ogni caso, una visita dal medico dissiperà tutti i dubbi e aiuterà a stabilire una vera diagnosi..

Sintomi della cistite durante la gravidanza

La cistite durante la gravidanza è accompagnata da tali sintomi principali come:

  • minzione frequente (inclusa la minzione falsa), accompagnata dal rilascio di una piccola quantità di urina e da una sensazione di svuotamento insufficiente della vescica;
  • una sensazione di bruciore durante la minzione;
  • il rilascio di urina torbida con un odore pungente;
  • la presenza di impurità di sangue e pus nelle urine;
  • una sensazione di oppressione nell'addome inferiore, dolore e una sensazione di disagio nella zona pelvica;
  • febbre.

I sintomi della cistite durante la gravidanza sono provocati da una serie di fattori che causano lo sviluppo della malattia: una diminuzione dell'immunità durante la gravidanza, una "ristrutturazione" ormonale nel corpo della donna, ipotermia e infezione nella donna incinta. È necessario tenere conto del fatto che la gravidanza provoca spesso la crescita del lievito nella vagina e la disbiosi vaginale è uno dei fattori che contribuiscono allo sviluppo della cistite. Il decorso di questa malattia durante la gravidanza può essere nascosto, senza manifestare alcun sintomo pronunciato. Nei casi più gravi, oltre ai principali sintomi della cistite, una donna incinta può essere disturbata dalla nausea e persino dal vomito. Ecco perché, al minimo sospetto dello sviluppo della cistite, è necessario consultare immediatamente un medico per un esame approfondito e una diagnosi accurata. Un'analisi generale dell'urina e del sangue aiuterà a identificare la malattia nelle fasi iniziali e ad affrontare questo problema il più presto possibile al fine di evitare lo sviluppo di una pericolosa complicazione sotto forma di pielonefrite (infiammazione dei reni). Uno specialista esperto prescriverà il miglior trattamento, tenendo conto di tutti i rischi relativi al bambino materno e non ancora nato.

Cistite all'inizio della gravidanza

La cistite durante la gravidanza è considerata una delle malattie più comuni, che può avere complicazioni molto pericolose se non trattata o iniziata. Come risultato di questa malattia, la mucosa della vescica si infiamma. Molto spesso, l'inizio della cistite è associato all'inizio della gravidanza, quando vari agenti patogeni e infezioni attaccano gli organi del sistema genito-urinario femminile. Secondo i medici, ciò è dovuto alle caratteristiche strutturali del corpo della donna, nonché a pronunciati cambiamenti a livello fisiologico e ormonale, che si osservano in ogni donna sullo sfondo dello sviluppo della gravidanza.

La cistite all'inizio della gravidanza, dalla sua origine, può manifestarsi in una forma infettiva o non infettiva. Tra i motivi principali dello sviluppo della cistite non infettiva vi sono l'indebolimento dell'immunità della donna incinta, grave affaticamento, ipotermia, disbiosi intestinale, colpite (disbiosi vaginale), nonché irritazione o danni alla mucosa della vescica dovuti a procedure mediche. Va tenuto presente che se una forma futura di una futura madre ha già una forma cronica di cistite, ciò garantisce una ricaduta della malattia. I cambiamenti nel sistema ormonale durante la gravidanza, così come l'inibizione dell'immunità, diventano prerequisiti per la riproduzione intensiva della microflora patogena e varie infezioni che possono causare l'infiammazione di un organo come la vescica. La forma infettiva di cistite è solitamente causata dal cosiddetto. “Microflora condizionatamente patogena” e agenti patogeni dannosi (Escherichia coli, trichomonadi vaginali, stafilococchi o streptococchi, clamidia, ureaplasmi, micoplasmi, ecc.).

La cistite all'inizio della gravidanza può verificarsi sia in forma acuta che cronica. Nella cistite cronica, di solito i sintomi della malattia sono lievi, mentre la forma acuta della malattia è accompagnata da una serie di segni, il principale dei quali è un forte dolore di natura debilitante durante la minzione. In questo caso, l'urina può diventare torbida e contenere impurità nel sangue, il che indica un processo infiammatorio. Per una diagnosi accurata della cistite, una donna incinta deve contattare immediatamente un istituto medico per sottoporsi a una visita medica: fare un esame delle urine (generale, analisi di Nechiporenko, batteriologica); sottoporsi a diagnosi di DNA delle infezioni e degli ultrasuoni del sistema genito-urinario; essere esaminato per identificare la possibile disbiosi della microflora vaginale. Se la diagnosi di cistite viene confermata, il medico deve prescrivere un trattamento efficace alla donna incinta, tenendo conto delle sue condizioni e dei possibili rischi per il feto. Nonostante il fatto che durante la gravidanza, molti farmaci siano severamente vietati, i moderni progressi della medicina possono far fronte rapidamente alla malattia senza rischi per il bambino. A tal fine, vengono utilizzati farmaci speciali, nonché antibiotici di origine "vegetale", che hanno un effetto risparmiante sulla salute della futura mamma e del suo bambino. Uno dei metodi più efficaci per il trattamento della cistite nella fase iniziale della gravidanza è il cosiddetto. "Instillazione della vescica" - l'introduzione di farmaci direttamente nell'organo malato. Una donna incinta potrebbe aver bisogno di molte di queste manipolazioni per eliminare completamente i sintomi dolorosi della cistite, alleviare l'infiammazione e prevenire possibili ricadute.

Per una riuscita guarigione, una donna incinta dovrebbe consultare un medico in modo tempestivo per evitare lo sviluppo di gravi complicanze, in particolare pielonefrite (infiammazione dei reni), bambini a basso peso alla nascita e nascite premature. L'automedicazione e l'assunzione di medicina tradizionale senza consultare un medico possono portare a tristi conseguenze, quindi è meglio ignorare i suggerimenti "intelligenti" di fidanzate, nonne e madri "intelligenti" e fidarsi solo di uno specialista medico.

Cistite all'inizio della gravidanza

La cistite durante la gravidanza può essere causata da una serie di motivi, tra cui l'immunosoppressione (depressione dell'immunità) e i cambiamenti nel background ormonale del corpo di una donna incinta. Spesso c'è una forma infettiva di cistite nelle donne in gravidanza, che è associata al processo infiammatorio, che di solito è causata dalla riproduzione attiva di vari microrganismi, un'infezione batterica o Escherichia coli (Escherichia coli). Ciò è dovuto alla speciale struttura del sistema urogenitale delle donne (la loro lunghezza dell'uretra è molto più corta di quella degli uomini e si trova vicino all'ano).

La cistite all'inizio della gravidanza può essere di origine non infettiva e può essere causata, ad esempio, da allergeni sotto forma di spray igienici, schiume da bagno, creme spermicide, nonché alimenti (noci, legumi, cavoli, ecc.). La malattia (specialmente la sua forma cronica) provoca ipotermia, oltre a frequenti superlavori sullo sfondo di un sistema immunitario soppresso di una donna incinta. È la cistite cronica che manifesta la sua ricaduta all'inizio della gravidanza, quando il corpo della donna incinta diventa indifeso contro molte infezioni a causa dell'immunità indebolita. Indipendentemente dal periodo di trasporto di un bambino, una donna è severamente vietata l'automedicazione a causa di pericolose complicazioni della malattia. È particolarmente importante tenere conto del fatto che molti farmaci (ad esempio, antibiotici di un numero di tetraciclina e sulfamidici) sono strettamente controindicati per le donne in gravidanza. Pertanto, il trattamento della cistite dovrebbe essere prescritto solo da un medico, tenendo conto delle condizioni della futura madre e dello sviluppo del feto. Con una visita tempestiva a uno specialista medico, una donna incinta sarà in grado di evitare molti problemi pericolosi, in particolare l'infezione renale.

Nelle prime fasi della gravidanza, i medici sono particolarmente cauti nel decidere il trattamento del paziente, poiché l'effetto di alcuni farmaci può essere una grave minaccia per il feto. Ciò vale anche per la cistite, che richiede un approccio speciale al trattamento, tenendo conto di tutti i possibili rischi, sia per la futura mamma che per il suo bambino. Il pericolo di questa malattia risiede nel suo effetto negativo sul feto: il bambino può nascere prematuramente o con un deficit di peso corporeo.

Cistite tardiva della gravidanza

La cistite durante la gravidanza può verificarsi sia all'inizio del periodo di gestazione che alla fine. Indipendentemente da ciò, il trattamento di questa malattia deve essere effettuato da un medico esperto che prescriverà al paziente i farmaci più risparmianti.

La cistite tardiva della gravidanza può essere causata da un'infezione o da cambiamenti fisiologici nel corpo di una donna. Il fatto è che alla fine della gravidanza, un utero notevolmente ingrandito comprime gli organi pelvici, compresa la vescica. Pertanto, il deflusso di urina è difficile, il che, a sua volta, porta alla sua stagnazione nella vescica. Ciò provoca una maggiore riproduzione di varie piante patogene..

L'esame di una donna incinta, oltre a superare i test e i test medici necessari, aiuterà il medico a stabilire la diagnosi finale al fine di prescrivere il trattamento ottimale per la cistite. Va notato che nella seconda metà della gravidanza, l'assunzione di molti farmaci (inclusi gli antibiotici di un numero di penicilline e cefalosporine) ha già meno probabilità di mettere in pericolo il feto, perché È protetto in modo affidabile dalla placenta. Inoltre, la medicina moderna ti consente di affrontare la malattia in altri modi. Ad esempio, un trattamento alternativo per la cistite è una procedura di instillazione. Questo metodo prevede la somministrazione di farmaci attraverso l'uretra direttamente nella vescica..

Non è raccomandato prescrivere a donne in gravidanza antibiotici di un numero di tetracicline, aminoglicosidi, sulfamidici o sulfamidici. Se il medico attribuisce tali farmaci antibatterici alla futura mamma, è necessario rifiutare il trattamento e consultare un altro specialista, poiché questi farmaci sono severamente vietati durante la gravidanza. Possono causare ittero fetale e danni permanenti ai nervi cranici..

Dati i sintomi della malattia, l'urologo dovrebbe diagnosticare la donna incinta per determinare il percorso di infezione, patogeno, stadio della cistite (cronica o acuta). Pertanto, la terapia deve essere selezionata con estrema cautela, usando farmaci assolutamente sicuri per la futura mamma e il feto in via di sviluppo. La cistite nella tarda gravidanza, che è accompagnata da un forte dolore, bruciore durante la minzione e la presenza di un'impurità di sangue nelle urine, viene solitamente trattata con un agente antibatterico che viene escreto dal corpo in misura maggiore con l'urina e ha un minimo di effetti collaterali per una donna incinta e il suo bambino.

Cistite acuta durante la gravidanza

La cistite durante la gravidanza può verificarsi sia in forma cronica che acuta. La forma acuta di cistite è improvvisa in natura e molto spesso si verifica dopo l'ipotermia o a seguito dell'esposizione ad altri fattori, in particolare l'infezione della vescica.

La cistite acuta durante la gravidanza è sempre accompagnata da un processo infiammatorio acuto e si manifesta sotto forma dei seguenti sintomi:

  • aumento del bisogno di urinare, seguito dal rilascio di una piccola porzione di urina;
  • forte dolore e sensazione di bruciore durante la minzione, a volte di natura permanente;
  • falso impulso a svuotare la vescica;
  • dolore nell'addome inferiore;
  • grave intossicazione;
  • torbidità delle urine, in cui si possono osservare impurità di sangue e pus;
  • un forte aumento della temperatura.

Va notato che gli ultimi due sintomi segnalano uno stadio grave della cistite. Il decorso acuto della malattia è caratterizzato da un'intensità gradualmente crescente del dolore sperimentato durante la minzione. In questo caso, il dolore può assumere una natura permanente, ma nella maggior parte dei casi è direttamente correlato all'atto della minzione. La minzione imperativa espressa a volte porta all'incontinenza urinaria.

La cistite acuta durante la gravidanza è pericolosa per la salute della futura mamma e rappresenta una minaccia per il feto, perché il processo infiammatorio può coprire non solo la vescica di una donna incinta, ma anche i reni, causando lo sviluppo di una complicanza pericolosa: la pielonefrite. Con un decorso più lieve della malattia, una donna incinta può avvertire solo dolori all'addome inferiore e pollakiuria moderatamente espressa (minzione rapida). In questo caso, di solito si verificano bruciore e dolore alla fine del processo di minzione. Succede che questi sintomi scompaiono dopo un paio di giorni da soli, senza un trattamento speciale. Ma molto spesso, la cistite acuta dura 6-8 e talvolta 10-15 giorni, a seconda della gravità, nonché della presenza di una malattia concomitante nel corpo femminile, a causa della quale il processo infiammatorio si intensifica. In questo caso, è necessaria una visita medica aggiuntiva..

Per quanto riguarda il trattamento della cistite acuta, è quasi sempre accompagnato dalla nomina di farmaci per le donne in gravidanza con effetti antispasmodici, antinfiammatori e antibatterici, tenendo conto di tutti i rischi per il feto. Il trattamento può durare circa 3-5 giorni, di solito non più di una settimana. Metodi di trattamento efficaci possono ridurre significativamente i sintomi delle manifestazioni acute della malattia. Se si verifica una ricaduta dopo il trattamento, la donna incinta deve visitare nuovamente uno specialista e sottoporsi a un secondo esame.

Cistite cronica e gravidanza

La cistite durante la gravidanza di solito si manifesta in forma acuta, ma ci sono casi frequenti in cui i sintomi della malattia sono lievi e c'è un quadro "sfocato" dello sviluppo della malattia. In questo caso, possiamo parlare della manifestazione della cistite in forma cronica.

Cistite cronica e gravidanza: come si adattano questi due concetti? Va notato che la forma cronica di cistite si verifica sullo sfondo di un trattamento improprio o di cistite acuta non trattata, che si osserva nella storia di una donna incinta. In effetti, la cistite cronica ha un decorso recidivante o procede come un processo continuo con lievi segni della malattia. Se parliamo della stagione in cui di solito si ripresenta la cistite cronica, l'esacerbazione di questa malattia si verifica più spesso nel periodo autunno-primavera, quando esiste un rischio di ipotermia a causa del tempo instabile. Tuttavia, durante la gravidanza, il periodo dell'anno non gioca un ruolo importante. Di solito, una forma cronica di cistite nelle future mamme si manifesta quando si verificano cambiamenti fisiologici nel corpo femminile, in particolare un aumento dell'utero, che mette sotto pressione altri organi della piccola pelvi, compresa la vescica.

La cistite cronica può essere considerata sotto forma di scompenso delle forze protettive del sistema urinario. I suoi sintomi principali sono dolore, pollakiuria (minzione rapida) e piuria (escrezione di pus nelle urine). L'intensità del dolore dipende dalla frequenza degli impulsi di urinare. Il dolore di natura tirante si trova di solito nel perineo lungo il percorso dell'uretra. Ai primi sintomi che indicano una manifestazione di cistite cronica, una donna incinta dovrebbe consultare un medico. Dopo un'accurata diagnosi della malattia basata sui risultati di analisi e studi medici, il medico prescriverà il trattamento più parsimonioso alla futura mamma usando procedure e farmaci fisioterapici che non rappresentano una minaccia per la salute della donna incinta e del suo bambino.

Esacerbazione della cistite durante la gravidanza

La cistite durante la gravidanza si verifica sullo sfondo dell'immunità indebolita della donna incinta e dei cambiamenti ormonali nel suo corpo, a causa dei quali vi è una violazione della microflora vaginale naturale. Di conseguenza, aumenta il rischio di sviluppare varie infezioni. Molte donne che si trovano in una "posizione interessante" soffrono di questo disturbo durante la gravidanza. Le cause dell'esacerbazione della cistite dipendono anche in gran parte dai cambiamenti fisiologici nel corpo di una donna incinta: quando nasce un bambino, il tono del sistema urogenitale è molto ridotto. Questo fattore, a sua volta, porta al ristagno di urina, al parziale svuotamento della vescica e, di conseguenza, allo sviluppo dell'infezione.

L'esacerbazione della cistite durante la gravidanza è spesso associata a una ricaduta della forma cronica di cistite, che si manifesta dopo l'ipotermia o con una diminuzione del funzionamento del sistema immunitario. Se una donna ha già riscontrato un problema di cistite prima della gravidanza, allora, molto probabilmente, avrà maggiori probabilità di esacerbare questa malattia durante il periodo di gravidanza di un bambino rispetto ad altre donne. Se parliamo dei tempi, quindi molto spesso la cistite si ricorda all'inizio della gravidanza. Naturalmente, misure preventive tempestive riducono il rischio di sviluppare la malattia.

I sintomi di esacerbazione della cistite sono gli stessi che sono sintomi concomitanti di questa malattia: minzione rapida con una leggera escrezione di urina, taglio del dolore nell'addome inferiore e sensazione di bruciore durante la minzione, impurità del sangue e pus nelle urine. Se l'esacerbazione del disturbo è acuta, tutti questi sintomi sono accompagnati da febbre.

La diagnosi di cistite nelle donne in gravidanza, prima di tutto, comporta un esame ginecologico, nonché un esame del corpo per la presenza di infezioni genitali e disturbi della microflora vaginale. Con l'esacerbazione della cistite, è necessario escludere la possibilità dell'esistenza di altre fonti di infezione che potrebbero provocare una ricaduta della malattia. Tra tali fonti, si possono distinguere varie malattie dei denti e del tratto gastrointestinale, disbiosi, malattie ORL e tonsillite cronica. Con una ridotta immunità durante la gravidanza, anche la carie banale può portare ad esacerbazione della cistite.

La cistite durante la gravidanza crea molti problemi per le future mamme, in particolare per quanto riguarda il trattamento. Solo una terapia complessa aiuterà a far fronte rapidamente alla malattia, incluso l'uso di preparati immunitari, agenti antibatterici efficaci e farmaci che ripristinano la microflora naturale del corpo femminile, tenendo conto solo dei possibili rischi per la salute della futura mamma e del suo bambino.

Up