logo


Uno dei farmaci più popolari del gruppo di antinfiammatori non steroidei sia prima che oggi è l'aspirina (acido acetilsalicilico). Ci sono molte indicazioni e controindicazioni al suo scopo. Mezzi il cui principio attivo è l'acido acetilsalicilico: Aspirina, Aspirina Cardio, Trombo.
Una delle domande più urgenti è: l'acido acetilsalicilico è controindicato durante la gravidanza? Può essere usato in questo momento? Le opinioni dei medici su questo tema sono condivise.

Il concetto di aspirina, le sue proprietà e meccanismo

L'acido acetilsalicilsalicilico è un medicinale del gruppo dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Ha un'azione antinfiammatoria, antipiretica, analgesica (analgesica) e antiaggregazione (previene la trombosi e la coagulazione del sangue).

Il meccanismo d'azione di questo farmaco è complesso. Viene eseguito come segue:

  1. L'anestetico si verifica a causa dell'effetto inibitorio diretto del farmaco sul centro del dolore nel cervello.
  2. L'effetto anti-infiammatorio viene effettuato a causa della soppressione della sintesi dei mediatori infiammatori (prostaglandine, acido arachidonico), quindi, riducendo le manifestazioni: gonfiore, pletora dei tessuti.
  3. L'effetto antipiretico è dovuto a un effetto inibitorio diretto sul centro della termoregolazione nel cervello.

L'effetto antiaggregazione si verifica a causa della soppressione della formazione della sostanza del trombossano A2 nelle piastrine (cellule del sangue responsabili della coagulazione), riducendo così la coagulazione del sangue e prevenendo l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue (coaguli di sangue).

Inoltre, il farmaco riduce la formazione di altri fattori della coagulazione del sangue..

Le conseguenze dell'applicazione in momenti diversi

Il più grande pericolo è la nomina di Aspirina nel primo trimestre di gravidanza. Fino alla dodicesima settimana di gestazione, sono vietate anche dosi minime di ASA..

  1. Lo sviluppo di una gravidanza extrauterina;
  2. Distacco dell'ovulo;
  3. Aborto spontaneo precoce;
  4. Formazione di difetti alla nascita:
      Cranio facciale (palatoschisi, labbro leporino);
  5. Il tubo neurale (spina bifida - spina bifida);
  6. Cuore (difetto del setto atriale, tetralogia di Fallot). Si sviluppa con l'uso dell'aspirina dal 5 ° giorno dell'ultima mestruazione alla 9a settimana di gravidanza;
  7. Violazioni della formazione dei sistemi riproduttivo e urinario (ipospadia nei ragazzi);
  8. Deformazione delle costole e degli arti;
  9. polidattilia;
  10. Ernia diaframmatica;
  11. anoftalmia.

Nel II trimestre, l'uso di Aspirina in un dosaggio di 40-80 mg / die in pazienti con indicazioni dirette ha il minimo effetto sulla formazione del feto e sul corso della gravidanza. Tuttavia, la nomina di farmaci con acido acetilsalicilico nei primi trimestri di gravidanza non è raccomandata senza una chiara necessità clinica.

L'uso dell'aspirina per anestetizzare o abbassare la temperatura durante questo periodo è irto di:

  1. Sviluppo fetale ritardato;
  2. Distacco prematuro della placenta;
  3. Anemia

Se la donna incinta sta ancora assumendo il medicinale nei trimestri I e II, la dose del farmaco deve essere minima e il corso del trattamento deve essere ridotto il più possibile.

Nel III trimestre, l'uso dell'aspirina può causare una serie di complicazioni:


Da parte della madre:

    Emorragia postpartum;
  • Sorpasso in gravidanza;
  • Parto prolungato, lavoro debole;
  • Complicanze del parto (taglio cesareo, applicazione di una pinza ostetrica, estrazione sotto vuoto del feto);
  • Dal feto:
      Chiusura prematura del dotto arterioso, ipertensione polmonare;
  • Intossicazione congenita con salicilati con danno renale e sviluppo di insufficienza;
  • Basso peso alla nascita;
  • Sindrome di annullamento (agitazione, pianto monotono, irritabilità riflessa, ipertonicità);
  • Complicanze emorragiche: porpora trombocitopenica;
  • petecchie;
  • ematuria;
  • Kefalogematoma;
  • Emorragie subcongiuntivali;
  • Sanguinamento intracranico
  • Si osserva anche un effetto avverso dell'intera dose di Aspirina (300 mg e oltre) nel primo trimestre di gravidanza a livello di QI dei bambini e della loro capacità di apprendimento. Lo sviluppo fisico non soffre.

    L'uso dell'ASA nelle ultime settimane di gravidanza è una controindicazione all'anestesia epidurale, a causa dell'elevato rischio di sanguinamento, formazione di ematoma intravertebrale e compressione del midollo spinale.

    L'aspirina passa nel latte materno e può causare una diminuzione dell'attività piastrinica nel bambino. Durante l'allattamento, non è consigliabile utilizzare ASA.

    Le donne durante la pianificazione della gravidanza non devono assumere alcun farmaco del gruppo FANS, inclusa l'aspirina. Poiché blocca l'impianto di un uovo fecondato nella cavità uterina e aumenta il rischio di aborto spontaneo.

    Indicazioni per la nomina di acido acetilsalicilico

    Il farmaco è prescritto per un numero enorme di indicazioni. La gamma di applicazioni è ampia, puoi berla nelle seguenti condizioni:

    • Prevenzione della malattia coronarica (angina pectoris, infarto del miocardio).
    • Misure terapeutiche per l'ictus cerebrale e la prevenzione del suo verificarsi.
    • Trattamento delle malattie tromboemboliche o loro prevenzione (ad esempio, con protesi delle valvole cardiache, stenting).
    • Terapia dell'insufficienza venosa cronica.
    • Trattamento completo delle malattie aterosclerotiche.
    • Febbre (febbre) nelle malattie infettive e infiammatorie.
    • Sindrome del dolore di vari gradi di gravità (inclusi mal di testa, mal di denti).

    Indicazioni per l'appuntamento durante la gravidanza

    Secondo l'enciclopedia dei farmaci, l'uso del farmaco è controindicato durante il 1o e il 2o trimestre di gravidanza. Nel secondo trimestre è possibile un appuntamento, ma a condizione che i benefici necessari superino in modo significativo i rischi. Può essere prescritto in dosi minime (non più di 100 mg al giorno). Solo a un dosaggio superiore a 1500 mg al giorno il farmaco attraversa la placenta e colpisce il feto.

    Ci sono indicazioni in cui puoi bere il farmaco durante la gravidanza:

    Aspirina durante la gravidanza

    Perché e perché prescrivere l'aspirina durante la gravidanza

    L'aspirina è un farmaco che tradizionalmente molti di noi usano come antipiretico, meno spesso anestetico, ad esempio, se abbiamo mal di testa dopo aver bevuto alcolici. Dicono che questo farmaco ha una serie di controindicazioni e molti, soprattutto i bambini, non dovrebbero prenderlo. Tuttavia, a volte è prescritto anche alle future mamme che non dovrebbero assumere la maggior parte dei farmaci. Perché e perché prescrivere l'aspirina durante la gravidanza, a che ora e quali precauzioni dovrebbero essere prese per prevenire gravi conseguenze?

    Molte donne, sentendo parlare di aspirina (acido acetilsalicilico), cercano immediatamente informazioni sul suo uso nelle istruzioni. Ma poiché questo farmaco è prodotto da molte aziende farmaceutiche, le informazioni nelle istruzioni sulla possibilità di bere aspirina durante la gravidanza variano. In alcune istruzioni, la gravidanza è chiaramente prescritta in controindicazioni, in altre - il primo e il terzo trimestre. A chi credere, se il medico ha prescritto l'aspirina durante la gravidanza per fluidificare il sangue, forse non dovresti fidarti ciecamente del tuo ginecologo o ematologo?

    In realtà, questo farmaco è stato usato per molti anni al di fuori delle sue funzioni dirette. È prescritto per vari problemi cardiovascolari. E le indicazioni per l'uso dell'aspirina durante la gravidanza sono un alto rischio di preeclampsia e nelle fasi iniziali, fino a 30 settimane. La preeclampsia (o la gestosi) è una condizione molto pericolosa per la futura mamma e il suo bambino, caratterizzata da un aumento della pressione sanguigna, dall'aspetto e dall'aumento della concentrazione proteica nelle urine, edema grave. Spesso diagnosticato in madri molto giovani e in donne che decidono di diventare madri dopo 40 anni. Inoltre, le donne che lo hanno già conosciuto durante una precedente gravidanza hanno un aumentato rischio di gestosi. È a loro che alcuni medici hanno fretta di prescrivere l'aspirina durante la gravidanza nel primo trimestre come prevenzione della preeclampsia. Non è corretto. L'acido acetilsalicilico non ha teratogenicità. Tuttavia, ci sono alcuni studi scientifici che hanno mostrato un leggero aumento del numero di aborti precoci nelle donne che assumono questo farmaco. Inoltre, alcuni bambini hanno mostrato lievi difetti del sistema cardiovascolare (difetti del setto atriale) e diversi bambini avevano un difetto della parete addominale. Queste sono le possibili conseguenze dell'aspirina durante la gravidanza. Tuttavia, se hai iniziato a prendere questo farmaco, non sapendo di essere incinta o non sapendo che devi aspettare 2 trimestri - non importa. Se lo si desidera, la gravidanza non deve essere interrotta. Molto probabilmente, non ci saranno conseguenze per il bambino.

    Tuttavia, per non rischiare, l'aspirina nelle prime fasi della gravidanza non è prescritta. Il periodo più favorevole per la sua assunzione è il secondo trimestre. Dalla 14 alla 28 settimana. Ma non prima di 12 settimane. Dosaggio - 75-100 mg al giorno. Nel 3 ° trimestre di gravidanza, puoi prendere l'aspirina, ma di solito i medici riducono il dosaggio, poiché l'acido acetilsalicilico appartiene al gruppo di farmaci che tendono a portare alla chiusura prematura del dotto arterioso nel bambino e alla patologia polmonare. Inoltre, la pratica dell'uso dell'aspirina durante la gravidanza può causare emorragia intracranica in un bambino prematuro se la gestante ha assunto il farmaco durante l'ultima settimana prima del parto. Questi sono gli effetti collaterali dell'assunzione di aspirina durante la gravidanza, ovviamente, non si verificano in tutti. Tuttavia, i dosaggi giornalieri raccomandati per la prevenzione della preeclampsia sono minimi. 5-6 volte inferiore a quello che, ad esempio, è necessario per ridurre una volta la temperatura elevata. Pertanto, l'aspirina può essere assunta durante la gravidanza sotto la supervisione di un medico, inoltre, uno specialista esperto. Se hai avuto una grave gestosi durante la tua precedente gravidanza, assicurati di trovare un medico del genere. A proposito, l'assunzione di dosi minime di acido acetilsalicilico è anche la prevenzione dell'ipertensione arteriosa nelle donne in gravidanza e dell'insufficienza fetoplacentare. Queste conclusioni sono state fatte da medici stranieri, che sono molto attenti a prescrivere farmaci a gestanti. Questo è diverso dai medici russi.

    È possibile assumere aspirina cardio durante la gravidanza e in che modo questo farmaco differisce dall'aspirina normale? Per rispondere a questa domanda, basta guardare le istruzioni. La loro composizione è la stessa: acido acetilsalicilico. Solo nell'aspirina cardio, il suo dosaggio è di 100 mg, cioè molto piccolo, proprio quello di cui le future madri hanno bisogno. Se il medico prescrive l'assunzione di aspirina 75 mg, è possibile assumere ¾ compresse cardio.

    Allo stesso tempo, nonostante i magri dosaggi, il medico, prescrivendo l'aspirina al suo paziente, deve tenere conto delle controindicazioni durante la gravidanza per l'assunzione di questo farmaco. E questi includono grave insufficienza cardiovascolare, gravi lesioni allo stomaco e all'intestino, asma bronchiale, insufficienza epatica e renale.

    Posso prendere l'aspirina durante la gravidanza??

    Qualsiasi farmaco può essere pericoloso per una donna e un bambino non ancora nato durante la gravidanza. Anche i farmaci più apparentemente innocui hanno certamente degli avvertimenti sull'assunzione in questo momento. Ma cosa posso dire, le vitamine e quelle ammesse per le donne in gravidanza non sono sempre e non ce ne sono. Pertanto, quando si tratta di aspirina, difficilmente può essere chiamato un rimedio sicuro. Tuttavia, i medici a volte prescrivono questo farmaco non solo per il trattamento, ma anche per la prevenzione durante la gravidanza! Come capirli?!

    Rischi salicilici

    Le istruzioni per l'aspirina dicono che è controindicato per l'uso durante la gravidanza nel primo e terzo trimestre. Con il primo, tutto è chiaro, in questo momento avviene la posa e la formazione degli organi del bambino e qualsiasi intervento può essere pericoloso. Ma circa il terzo trimestre - il rischio di sanguinamento durante il parto aumenta a causa della capacità dell'aspirina di fluidificare il sangue, riducendone la coagulabilità. Tuttavia, la pratica dimostra che fino a 36 settimane è possibile prendere l'aspirina in alcune situazioni, che è inferiore.

    Molti medici non lo prescrivono affatto ai loro reparti, indipendentemente dalla durata e dalle indicazioni, selezionando altri farmaci che sono meno sicuri dal loro punto di vista. E tutto perché l'aspirina ha una composizione molto “aggressiva” e ferisce molti effetti collaterali gravi. Ad esempio, con l'acido acetilsalicilico, questo elenco è molto lungo e molto impressionante. Tra i probabili effetti collaterali più comuni del farmaco vi sono nausea, anoressia, gastralgia, diarrea; reazioni allergiche (rash cutaneo, edema di Quincke); compromissione della funzionalità epatica e / o renale; trombocitopenia, anemia, leucopenia, sindrome di Reye, formazione di asma bronchiale; lesioni erosive e ulcerative del tratto gastrointestinale, ipocoagulazione, sanguinamento; perdita dell'udito, broncospasmo, nefrite interstiziale, insufficienza renale acuta, sindrome nefrosica, meningite asettica, aumento dei sintomi di insufficienza cardiaca cronica, edema, aumento dell'attività delle transaminasi "epatiche" e altre.

    Sono stati condotti numerosi studi sugli effetti dell'aspirina sulla gravidanza e sullo sviluppo fetale. Ma risultati estremamente contraddittori non consentono di giudicare questo in modo più o meno inequivocabile. Tuttavia, tra gli argomenti "contro" l'aspirina durante la gravidanza, secondo i risultati di alcuni studi, i seguenti:

    • alto rischio di varie complicazioni della gravidanza;
    • c'è un'alta probabilità di aborto spontaneo;
    • rischio di distacco di placenta;
    • effetti negativi sulla crescita fetale;
    • sorpasso di gravidanza;
    • il rischio di sviluppare complicanze cardiache e polmonari nel neonato;
    • sanguinamento nelle donne e nei bambini durante il parto.

    E gli scienziati danesi hanno trovato una connessione tra l'assunzione di aspirina durante la gravidanza e le funzioni riproduttive compromesse e lo sviluppo della patologia testicolare nel feto maschio.

    Va notato che stiamo parlando delle solite dosi di aspirina che vengono assunte dalla gente comune al di fuori della gravidanza. Lo diciamo perché durante la gravidanza vengono solitamente prescritte microdosi di aspirina, ed è a questo dosaggio che non è solo sicuro, dicono alcuni esperti, ma anche utile per le future mamme e i loro bambini.

    Qual è la dose sicura di aspirina?

    Il dosaggio è molto importante. Modificando la dose del farmaco, puoi cambiare radicalmente il suo effetto sulla donna incinta e sul feto. Quindi, dall'aggressore, Aspirin si trasforma in un assistente. E c'è una spiegazione ragionevole per questo, basata su fatti scientifici..

    Posso prendere l'aspirina durante la gravidanza??

    Sfortunatamente, i disturbi nel sistema di coagulazione del sangue di una donna possono verificarsi in qualsiasi fase della vita, anche durante l'attesa della nascita di un bambino. Molti pazienti, sottoposti a un esame di routine da un medico, si chiedono perché gli sia stata prescritta l'aspirina durante la gravidanza..

    Nella maggior parte dei casi, quando prescrive questo farmaco, il medico ha un obiettivo: ridurre la viscosità del sangue e proteggere sia una donna che il suo bambino da complicanze cardiovascolari estremamente gravi.

    Informazioni generali sul farmaco

    Il componente attivo dell'aspirina è l'acido acetilsalicilico, una sostanza con attività antitrombotica. Il punto di applicazione di questo farmaco è la membrana cellulare delle piastrine. Se esposta a queste cellule, l'aspirina impedisce la formazione di coaguli di sangue all'interno dei vasi, mantenendo così il normale flusso sanguigno.

    L'aspirina è ampiamente prescritta nella pratica cardiologica per la prevenzione della tromboembolia nei pazienti dopo infarto del miocardio, che soffrono di fibrillazione atriale e insufficienza cardiaca cronica. Viene anche spesso usato per prevenire la formazione di coaguli di sangue dopo tromboflebite e vene varicose degli arti inferiori. Ma a quale scopo i medici prescrivono l'aspirina alle donne in gravidanza?

    Perché l'aspirina è incinta?

    Durante l'intero periodo del trasporto di un bambino, il corpo della donna subisce significativi sovraccarichi ormonali e gli ormoni sessuali influenzano direttamente la viscosità del sangue. Inoltre, l'utero in crescita comprime meccanicamente i grandi vasi sanguigni, causando la stasi del sangue nelle gambe. Entrambi i fattori predispongono allo sviluppo dell'insufficienza venosa periferica e della trombosi..

    Una situazione rara ma estremamente pericolosa nelle donne in gravidanza è la sindrome antifosfolipidica - una patologia autoimmune accompagnata da più coaguli di sangue nel lume dei vasi sanguigni. Questa malattia rappresenta una minaccia immediata per la salute e la vita di una donna e del suo bambino, e il modo migliore per prevenire possibili complicanze è la terapia volta a fluidificare il sangue.

    Perché viene prescritta l'aspirina durante la gravidanza? Per ridurre la viscosità del sangue e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Questo aiuta a evitare non solo complicazioni pericolose come infarto del miocardio, ictus ed embolia polmonare. L'aspirina migliora indirettamente la circolazione sanguigna nel cerchio uteroplacentare, quindi il bambino riceve più ossigeno.

    Utilizzare durante la gravidanza

    Quando si prende l'aspirina, è necessario prestare particolare attenzione, per non parlare del fatto che è severamente vietato prenderlo senza la raccomandazione di un medico. Ciò è dovuto al fatto che anche con il minimo eccesso di dose, l'acido acetilsalicilico inizia ad avere effetti negativi sul feto.

    Questo pericolo è particolarmente grave nel primo trimestre di gravidanza, poiché l'aspirina può causare un bambino:

    • spaccatura del labbro superiore e del palato duro;
    • disturbo congenito della struttura della colonna vertebrale e del midollo spinale - spina bifida;
    • anoftalmia o mancanza di un bulbo oculare;
    • difetti cardiaci e altre patologie congenite.

    Al fine di evitare lo sviluppo di queste complicanze, l'aspirina durante la gravidanza nelle prime fasi è prescritta solo a basse dosi..

    Perché i medici sono contrari alla prescrizione dell'aspirina alla fine della gravidanza? Questo farmaco può penetrare nella barriera utero-placentare, quindi da 10-12 settimane può essere assunto solo se è veramente necessario: ad esempio, se la donna incinta soffre di vene varicose delle gambe o le viene diagnosticata la sindrome antifosfolipidica.

    Nelle fasi successive, l'aspirina, se usata in modo improprio, può portare a:

    • sanguinamento nella madre;
    • emorragia negli organi interni, incluso il cervello;
    • danno alla mucosa gastrica;
    • gravi danni al fegato fetale e altre complicazioni.

    Quindi, è possibile prendere l'aspirina durante la gravidanza? Nelle fasi iniziali - a basse dosi e con cautela. Nel terzo trimestre di gravidanza, non dovresti mai bere l'aspirina, perché un ulteriore diradamento del sangue durante questo periodo è irto di sanguinamento uterino potenzialmente letale e morte del bambino.

    Istruzioni per l'uso durante la gravidanza

    L'acido acetilsalicilico è disponibile in diversi dosaggi con molti nomi commerciali:

    1. Aspirina società tedesca Bayer.
    2. Thrombo ACC prodotto dalla società farmaceutica austriaca Lannacher Heilmittel e dal russo LLC Valeant.
    3. L'aspirina Cardio, prescritta durante la gravidanza, è prodotta dalla stessa società tedesca Bayer.
    4. Le società di Acekardol Synthesis OJSC (Russia) e altre.

    Il dosaggio massimo di aspirina durante la gravidanza non deve superare i 100 mg. Altrimenti, il rischio di complicanze emorragiche aumenta in modo significativo. Il farmaco viene assunto 1 volta al giorno al mattino con i pasti. In nessun caso dovresti bere l'aspirina a stomaco vuoto, poiché ciò può causare danni alla mucosa con lo sviluppo di un'ulcera.

    Controindicazioni

    Se una donna soffre di asma bronchiale, non vale la pena sapere se può bere l'aspirina durante la gravidanza. Tale paziente deve rifiutare di assumere questo farmaco e trovare un altro agente antitrombotico. Ciò è dovuto al fatto che l'acido acetilsalicilico in sé diventa spesso un provocatore di attacchi asmatici.

    A causa del costante aumento dell'incidenza dell'ulcera peptica dello stomaco e del duodeno, la nomina dell'aspirina sta diventando un compito sempre più difficile. L'acido acetilsalicilico blocca la formazione di un certo tipo di prostaglandine - sostanze che forniscono ulteriore protezione per la mucosa gastrica dall'effetto aggressivo dell'acido cloridrico del succo gastrico. Pertanto, i pazienti con ulcera peptica, nonché sanguinamento gastrointestinale passato in passato, Aspirina non devono essere assunti.

    Misure precauzionali

    L'aspirina è lungi dall'essere un farmaco innocuo e ha una serie di effetti collaterali e indesiderati che, se si verificano, rappresentano una minaccia diretta per la salute della madre e del bambino. Fortunatamente, il rischio del loro verificarsi è minimo se una donna prende il farmaco rigorosamente alle dosi raccomandate dal suo medico.

    L'assunzione di aspirina deve essere interrotta immediatamente se compaiono i seguenti sintomi:

    1. La comparsa di lividi ed ematomi spontanei sulla pelle.
    2. Feci fetide fetide.
    3. Attacchi d'asma.
    4. Gravi vertigini, debolezza e pallore della pelle.
    5. Ipertensione.
    6. Dolore articolare acuto e gonfiore del tessuto circostante.
    7. Crampi addominali e mal di schiena.

    La prevenzione della trombosi è una direzione importante per preservare la gravidanza e garantire la nascita di un bambino sano. L'aspirina affronta bene questo compito ed è prescritta durante la gravidanza per fluidificare il sangue, ma senza consultare uno specialista competente, sarà solo dannoso. Segui i consigli del medico e in nessun caso non prendi le preparazioni di acido acetilsalicilico in modo arbitrario, in modo che la gioia della maternità non venga oscurata da complicazioni spiacevoli e talvolta molto pericolose. Ricorda che l'aspirina può essere bevuta durante la gravidanza solo nelle prime fasi..

    Postato da Pavel Shuravin, Dottore,
    appositamente per Mama66.ru

    Aspirina: uno strumento per la prevenzione delle complicanze vascolari nelle donne in gravidanza

    Nel periodo gestazionale, le donne non sono praticamente in grado di evitare malattie acute o condizioni dolorose, che richiedono la nomina di antidolorifici o farmaci antipiretici. Secondo le statistiche, dal 10 al 40 percento delle donne in gravidanza usa l'aspirina, nonostante il fatto che la maggior parte dei medici non lo consigli. Ciò è dovuto principalmente alle capacità recentemente scoperte di questo farmaco nel trattamento dei disturbi vascolari..

    Aspirina durante la gravidanza: componenti, principio di azione e forma di rilascio

    L'aspirina è un rappresentante di un gruppo di analgesici e antipiretici, che è stato registrato come medicina più di un secolo fa. Tra queste medicine, fu il primo farmaco che iniziò ad essere usato su scala nazionale. Secondo gli esperti, l'aspirina ha svolto un ruolo importante nell'aumentare l'aspettativa di vita delle persone nel ventesimo secolo. All'inizio del ventesimo secolo ha ripetutamente contribuito in modo decisivo alla lotta contro le epidemie di influenza in numerosi paesi europei. E già a metà dello stesso secolo, l'aspirina era riconosciuta come la medicina da banco più venduta al mondo..

    La sua storia è studiata non solo dai medici, ma anche dai professionisti del marketing, poiché ci sono due picchi di popolarità nel ciclo di vita di questo prodotto. Il primo, come notato sopra, è stato osservato negli anni '20 del secolo scorso, e il secondo è accaduto dopo la scoperta nel 1970 delle sue possibilità completamente nuove nel trattamento dei disturbi cardiovascolari. Oggi è possibile un terzo picco, poiché recenti studi mostrano i benefici dell'aspirina nel trattamento del cancro.

    Nel ventesimo secolo, l'aspirina è stata riconosciuta come la droga da banco più venduta.

    Il farmaco in questione è nell'elenco dei medicinali essenziali dell'Organizzazione mondiale della sanità e nell'elenco dei medicinali essenziali, approvato dal governo russo.

    Il principio attivo è l'acido acetilsalicilico (ASA). Questo composto si riferisce a farmaci antinfiammatori non steroidei che riducono la produzione di sostanze speciali nel corpo umano: le prostaglandine. Le prostaglandine colpiscono i recettori del dolore e lo sviluppo del processo infiammatorio. Grazie a queste proprietà, l'aspirina ha i seguenti effetti:

    • anestetico;
    • antinfiammatorio;
    • antipiretico.

    L'effetto dell'analgesico inizia a sentirsi 10-20 minuti dopo la somministrazione e dura diverse ore a seconda delle caratteristiche individuali: peso, età, suscettibilità all'acido acetilsalicilico.

    Le proprietà di cui sopra sono confermate da numerosi studi. L'avvento di analgesici più moderni ha spinto gli scienziati a studiare più in dettaglio le proprietà precedentemente sconosciute dell'ASA. È stato scoperto che questa sostanza riduce la capacità delle piastrine di aderire (aggregazione) e quindi può essere utilizzata per prevenire la trombosi, l'infarto e l'ictus. Di conseguenza, l'aspirina è stata classificata come un gruppo di agenti antipiastrinici per classificazione medica..

    Oggi puoi acquistare questo antipiretico nella seguente forma:

    • aspirina espressa compresse effervescenti ad azione rapida (ASA - 500 mg);
    • compresse effervescenti con vitamina C Aspirina-C (ASA - 400 mg, acido ascorbico - 240 mg);
    • Complesso di aspirina in polvere effervescente (ASA - 500 mg, fenilefrina - 15 mg, clorfenamina - 2 mg):
    • Aspirin Cardio compresse (ASA - 100 o 300 mg).

    Il medicinale è prodotto dalla società internazionale Bayer.

    Aspirin è disponibile in compresse rotonde bianche con un marchio su di esse.

    Posso usare le future mamme

    L'istruzione terapeutica afferma che i medicinali con acido acetilsalicilico non possono essere utilizzati nel periodo gestazionale da 1 a 12 e da 28 a 40 settimane. Nel secondo trimestre, l'ammissione è consentita, ma come prescritto dal medico e occasionalmente.

    L'Agenzia degli Stati Uniti per la sicurezza dei farmaci in gravidanza ha assegnato la categoria D a questo farmaco, il che significa che ci sono prove di un effetto negativo dell'ASA sul feto umano..

    I dati della maggior parte degli studi sono piuttosto contraddittori. Studi sugli animali hanno dimostrato che i salicilati nel primo trimestre causano malformazioni congenite nel bambino. Ma prove convincenti di effetti teratogeni sul feto non sono ancora state ricevute. In uno studio prospettico su 15.000 donne in gravidanza, non vi è stato alcun aumento dell'incidenza di difetti dello sviluppo nei neonati dopo che le madri hanno assunto ASA in anticipo.

    Secondo la maggior parte delle fonti mediche, l'uso di farmaci antinfiammatori non steroidei nel tardo periodo e l'acido acetilsalicilico in particolare sono considerati più pericolosi. Ciò aumenta il rischio delle seguenti complicanze:

    • mortalità perinatale;
    • emorragie nei neonati;
    • basso peso alla nascita;
    • aumento del periodo gestazionale;
    • ipertensione polmonare nel feto.

    Uno studio sull'effetto della quantità di farmaco assunta nel corso della gravidanza ha mostrato che in piccole dosi giornaliere (fino a 150 mg) l'aspirina non causa tali complicazioni.

    Aspirina e Aspirina Cardio

    Secondo il produttore, Aspirin Cardio è attualmente il farmaco più venduto di quelli che contengono ASA. È destinato alla prevenzione delle complicanze dei disturbi cardiovascolari. Contiene una sostanza attiva molte volte meno rispetto a un preparato convenzionale.

    Di norma, è impiegato a lungo. Pertanto, gli sviluppatori hanno messo la sostanza del farmaco in un guscio speciale, che è resistente al succo gastrico e si dissolve solo nell'intestino tenue. Pertanto, è stato possibile ridurre il grado di effetto negativo diretto dell'ASA sulle pareti dello stomaco. Sebbene molti esperti notino che l'inibizione della sola sintesi delle prostaglandine riduce le funzioni protettive della mucosa.

    I medici non possono rispondere alla domanda su quale tipo di farmaco sia preferibile per una donna incinta. Ognuno di loro ha il suo scopo. L'aspirina regolare è prescritta per il dolore e l'infiammazione e l'aspirina cardio - in caso di problemi con i vasi sanguigni e aumento della coagulazione del sangue..

    L'aspirina Cardio è spesso usata per prevenire la pre-eclampsia nelle donne in gravidanza.

    Quando assegnato a una donna incinta

    Come riportato sopra, l'aspirina in dosi standard per le future mamme può essere prescritta solo nel 2 ° trimestre e per alleviare i seguenti sintomi dolorosi che possono accompagnare sia le malattie infettive che i disturbi del sistema muscolo-scheletrico:

    • gola infiammata;
    • mal di denti e mal di testa;
    • dolore ai muscoli, alla colonna vertebrale e alle articolazioni;
    • febbre.

    Va notato che il farmaco viene utilizzato solo per alleviare i sintomi. Molto spesso, è prescritto in combinazione con antibiotici, antisettici e agenti antivirali..

    Alcuni medici suggeriscono che l'aspirina Cardio deve essere utilizzata a scopi profilattici prima e durante il periodo gestazionale, se una donna ha una predisposizione all'aborto abituale per tali motivi:

    • trombofilia congenita o acquisita - aumento della coagulazione del sangue;
    • disturbi sistemici del tessuto connettivo;
    • sindrome antifosfolipidica autoimmune, che interrompe il meccanismo della coagulazione del sangue.

    Questo agente antipiastrinico è anche prescritto se il medico suggerisce un'alta probabilità di insorgenza di insufficienza placentare e preeclampsia..

    Quest'ultima è una grave complicazione della gravidanza, accompagnata da ipertensione, comparsa di proteine ​​nelle urine, edema e disturbi del sistema nervoso. Questa condizione è una minaccia per la vita della donna e del feto. Dal 2015 al 2016, l'influenza delle basse dosi di aspirina sull'incidenza della preeclampsia è stata studiata in numerosi paesi dell'UE. Lo studio ha coinvolto circa 27.000 donne. È stato dimostrato che l'uso di un agente antipiastrinico a basso dosaggio ha ridotto del 60% la probabilità di questa patologia.

    Funzionalità dell'applicazione

    La decisione di utilizzare questo farmaco deve essere presa solo da un medico. Seleziona un regime terapeutico. L'automedicazione può portare a conseguenze irreparabili. Se l'aspirina ha lo scopo di anestetizzare o abbassare la temperatura, la dose singola massima non deve essere superiore a 1000 mg e la dose giornaliera non deve essere superiore a 3 g, ma di solito i medici per le donne in gravidanza riducono questi limiti della metà. L'aspirina deve essere assunta dopo i pasti. Le compresse effervescenti sono pre-dissolte in 200 ml di acqua. Una pausa tra ricevimenti adiacenti non può essere inferiore a quattro ore. Non è raccomandato l'uso di ASA in dosi abituali nel periodo gestazionale di più di tre giorni.

    Le istruzioni non indicano come usare il medicinale a piccole dosi durante la gravidanza. La guida della Cochrane Medical Community afferma che per la prevenzione della preeclampsia, un agente antiaggregante piastrinico da 75 mg al giorno dovrebbe essere preso dalla tredicesima settimana di gestazione. Altri esperti raccomandano una dose giornaliera da 100 a 150 mg. Se una donna incinta ha trombofilia, si consiglia l'assunzione di aspirina a basso dosaggio durante l'intero periodo gestazionale. In questo caso, la ricezione deve essere interrotta solo pochi giorni prima della nascita. La maggior parte dei medici prescrive Aspirin Cardio per prevenire complicanze vascolari. Si consiglia di prendere mezz'ora prima di mangiare e bere molta acqua. Se necessario, puoi usare la solita Aspirina. Per fare questo, prendi un quarto della pillola. Non ci sono condizioni speciali per l'abolizione del farmaco..

    Una compressa di Aspirin Cardio deve essere masticata bene e lavata con abbondante acqua

    Interazione con altre medicine

    Gli esperti non raccomandano allo stesso tempo durante la gestazione di essere trattati con aspirina e altri farmaci antinfiammatori non steroidei, poiché ciò aumenta la probabilità di erosione delle pareti del tratto gastrointestinale. La terapia combinata con anticoagulanti può causare sanguinamento.

    Controindicazioni dirette e possibili effetti collaterali

    Con tutti i vantaggi, il farmaco influisce negativamente sulla mucosa gastrica. Inoltre, in determinate circostanze, può provocare emorragie. Le donne in gravidanza non dovrebbero assumerlo nei seguenti casi:

    • intolleranza all'ASA;
    • esacerbazione dell'ulcera peptica nel tratto gastrointestinale;
    • emorragia interna;
    • forme gravi di patologia dei reni e del fegato;
    • grave insufficienza cardiaca;
    • asma innescato da farmaci antinfiammatori non steroidei.

    La frequenza e la gravità delle reazioni avverse dipendono direttamente dalla dose del farmaco. Molto spesso, l'aspirina provoca disturbi allo stomaco e all'intestino, al sistema di formazione del sangue e al sistema nervoso centrale:

    • vomito, nausea, bruciore di stomaco;
    • mal di testa, acufene, problemi di udito;
    • problemi con l'interruzione del sanguinamento dal naso, gengive, ferite;
    • eruzioni cutanee, prurito e bruciore.

    Se la futura madre ha tali fenomeni, è necessario informarne il medico. Annullerà l'agente antipiastrinico o cambierà il regime.

    Con l'uso dell'aspirina in una dose giornaliera superiore a 100 mg per chilogrammo di massa, si verifica un'intossicazione acuta. È caratterizzato da:

    • sonnolenza;
    • sordità;
    • confusione di coscienza;
    • spasmi.

    In caso di sovradosaggio grave, è necessario il ricovero immediato. Per eliminare le conseguenze, è necessario sciacquare lo stomaco, utilizzare carbone attivo e ripristinare l'equilibrio idrico.

    Opinioni dei medici sull'uso dell'aspirina nelle donne in gravidanza

    Oggi, quasi tutti i medici sono unanimi sul fatto che l'aspirina a basso dosaggio non influenzi il corso della gravidanza, ma è meglio usare farmaci più sicuri come analgesici e antipiretici. Ciò è anche indicato dal divulgatore della medicina occidentale basata sull'evidenza in Russia Elena Berezovskaya.

    Le moderne forme di aspirina hanno una digeribilità molto rapida e elevata e l'assenza di un effetto dannoso sulla mucosa del tratto gastrointestinale. A piccole dosi (da 40 a 150 mg al giorno), l'aspirina è sicura per la gravidanza..

    E.P. Berezovskaya

    "Infezioni da raffreddore durante la gravidanza"

    L'ostetrica-ginecologa e blogger Olga Belokon afferma che deve costantemente convincere i pazienti con il rischio di sviluppare preeclampsia per assumere l'aspirina, poiché la maggior parte dei medici ha ancora paura di usare questo farmaco nel periodo gestazionale.

    Lo specialista clinico Gerald Butler nel suo articolo "È sicuro assumere aspirina durante la gravidanza?" osserva che le donne in gravidanza con sindrome antifosfolipidica possono assumere antiaggreganti piastriniche in piccole quantità, sebbene non tutti i medici concordino con questo.

    Video: la dott.ssa Elena Berezovskaya sull'aspirina incinta

    Analoghi

    Da quando il brevetto di Bayer per ASK è scaduto, Aspirin ha ottenuto dozzine di analoghi completi in tutto il mondo. Oggi in Russia puoi trovare i seguenti farmaci con acido acetilsalicilico nelle farmacie:

    • Acido acetilsalicilico;
    • ACC trombotico;
    • Upsarin UPSA;
    • Cardi ASK;
    • Aspicore
    • Thrombopol.

    L'analogo più famoso di Aspirin Cardio è Cardiomagnyl. Contiene anche idrossido di magnesio, che compensa gli effetti dannosi dell'ASA sullo stomaco. Gli specialisti non possono privilegiare nessuno di questi strumenti..

    Tabella: aspirina e analoghi strutturali

    RICHIEDI contenutofabbricantePrezzo, rub.
    AspirinaDa 100 a 500 mg.Bayer (Germania).Da 118 per 20 compresse (100 mg).
    Acido acetilsalicilico500 mg.
    • Pharmstandard (Russia);
    • Borisov Plant (Bielorussia);
    • Dalchimpharm (Russia).
    Da 16 per 20 compresse.
    Thrombo ACC50/100 mg."G.L. Farma GmbH" (Austria).Da 48 a 28 compresse (100 mg).
    Upsarin UPSA500 mg.UPSA SAS (Francia).Da 176 per 16 compresse.
    Cardi ASK50/100 mg.Canonpharma (Russia).Da 55 a 30 compresse (100 mg).
    Aspicore100 mg.Vertice (Russia).Da 66 per 30 compresse.
    Thrombopol75 mg.Polpharma (Polonia).Da 49 a 30 compresse.
    Cardiomagnyl75/150 mg."Takeda GMBH" (Giappone).Da 134 per 30 compresse (150 mg).

    Foto: opzioni di sostituzione dell'aspirina

    Il paracetamolo e l'ibuprofene, considerati più sicuri dell'aspirina, sono i farmaci preferiti per il dolore e la febbre alta durante la gravidanza. Per il trattamento dell'insufficienza fetoplacentare, la Società russa di ostetrici e ginecologi raccomanda l'uso di dipiridamolo. Con una maggiore coagulabilità del sangue, vengono prescritte eparine a basso peso molecolare: Fraxiparin, Clexane, Fragmin.

    Nella nostra famiglia, l'aspirina è usata solo da mia madre, che è stata a lungo in pensione. Mia moglie non ha avuto problemi con la coagulazione del sangue durante il trasporto di un bambino. Per alleviare il dolore e abbassare la temperatura, preferisce usare il paracetamolo (Panadol) e l'ibuprofene (Nurofen). Ma mia madre l'aspirina di solito aiuta molto bene nelle fasi iniziali del malessere. Non appena la sua temperatura aumenta, la testa le fa male o si sente molto debole, prende una compressa di aspirina di notte e di solito si sente sana al mattino. Altri analgesici e antipiretici non agiscono in questo modo. Mi sembra che ciò sia dovuto proprio alla proprietà aggiuntiva del farmaco per fluidificare il sangue. E mia madre ha avuto problemi con i vasi sanguigni per molti anni. Ma per la prevenzione delle complicanze cardiovascolari, per qualche ragione, preferisce Cardiomagnyl..
    Tra le nostre conoscenze ci sono diverse donne che hanno avuto problemi con il feto. Quindi, nella prossima gravidanza, hanno seguito tutte le raccomandazioni dei medici, inclusa l'assunzione di 100 mg al giorno di acido acetilsalicilico per la prevenzione. Uno dei conoscenti prese Aspirin Cardio e l'altro Trombo ACC. Naturalmente, questo farmaco è stato uno dei tanti che sono stati loro prescritti: Utrozhestan, Dufaston, Magne B6, acido folico, Curantyl. È difficile dire quale di essi abbia dato il maggior contributo alla nascita di bambini sani. Ma una cosa è chiara che la complessa terapia con Aspirina nella composizione era efficace.

    Il paracetamolo e l'ibuprofene sono i farmaci di scelta per il dolore e la febbre nelle donne in gravidanza

    Recensioni sull'uso dell'acido acetilsalicilico in gravidanza

    Ho bevuto aspirina (culo trombotico 100) un mese prima dell'inizio del concepimento (abbiamo pianificato il bambino) e ho terminato alla settimana 35. Ogni mattina! Dal momento che ci sono testimonianze per l'analisi, significa.

    Stepnik

    https://forum.materinstvo.ru/index.php?view=findpost&showtopic=613718&p=15086774

    Ho bevuto aspirina per quasi tutta la gravidanza in cicli di 21 giorni in una dose: 1/2 compressa dopo colazione a giorni alterni, cioè ho bevuto 10 compresse in 21 giorni, quindi una pausa. Inoltre, il medico ha raccomandato la nostra aspirina "sovietica". TTT va tutto bene, andiamo già in giardino.

    Phoenix-123

    https://forum.materinstvo.ru/index.php?view=findpost&showtopic=613718&p=15083690

    In fase di pianificazione, mi è stata prescritta l'aspirina, anche senza test. Perché durante la gravidanza e durante l'assunzione di altri farmaci (ad esempio duphaston), il sangue può diventare più denso. E non ci saranno danni dall'aspirina del bambino.

    beauty_lisha

    https://www.babyblog.ru/community/post/living/3100777

    Ho bevuto quasi tutta l'ultima gravidanza. Grazie al cielo va tutto bene. Ricordo ancora che andavo spesso agli ultrasuoni. E ci sono stati momenti in cui il medico ha annullato l'aspirina e il bambino ha smesso di crescere. Il ritiro completo di aspirina era già quasi 9 mesi. Non c'erano sanguinamenti. La dose è minima! Ha dato alla luce se stessa, anche trascorsa 3 giorni.

    Anso

    https://forum.materinstvo.ru/index.php?view=findpost&showtopic=613718&p=39385609

    L'aspirina a basso dosaggio può essere utile per le future mamme se ci sono gravi problemi con un aumento della coagulazione del sangue, che può aumentare il rischio di complicanze della gravidanza. Lo scopo del farmaco deve essere giustificato da gestosi e emocromo precedentemente disponibili.

    Posso bere acido acetilsalicilico durante la gravidanza?

    Acido acetilsalicilico durante la gravidanza, è possibile aspirare durante la gravidanza nelle prime fasi?

    Uno dei farmaci più popolari del gruppo di antinfiammatori non steroidei sia prima che oggi è l'aspirina (acido acetilsalicilico). Ci sono molte indicazioni e controindicazioni al suo scopo. Mezzi il cui principio attivo è l'acido acetilsalicilico: Aspirina, Aspirina Cardio, Trombo.

    Una delle domande più urgenti è: l'acido acetilsalicilico è controindicato durante la gravidanza? Può essere usato in questo momento? Le opinioni dei medici su questo tema sono condivise.

    Il concetto di aspirina, le sue proprietà e meccanismo

    L'acido acetilsalicilsalicilico è un medicinale del gruppo dei FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei). Ha un'azione antinfiammatoria, antipiretica, analgesica (analgesica) e antiaggregazione (previene la trombosi e la coagulazione del sangue).

    Il meccanismo d'azione di questo farmaco è complesso. Viene eseguito come segue:

    1. L'anestetico si verifica a causa dell'effetto inibitorio diretto del farmaco sul centro del dolore nel cervello.
    2. L'effetto anti-infiammatorio viene effettuato a causa della soppressione della sintesi dei mediatori infiammatori (prostaglandine, acido arachidonico), quindi, riducendo le manifestazioni: gonfiore, pletora dei tessuti.
    3. L'effetto antipiretico è dovuto a un effetto inibitorio diretto sul centro della termoregolazione nel cervello.

    L'effetto antiaggregazione si verifica a causa della soppressione della formazione della sostanza del trombossano A2 nelle piastrine (cellule del sangue responsabili della coagulazione), riducendo così la coagulazione del sangue e prevenendo l'adesione delle piastrine e la formazione di coaguli di sangue (coaguli di sangue).

    Inoltre, il farmaco riduce la formazione di altri fattori della coagulazione del sangue..

    Indicazioni per la nomina di acido acetilsalicilico

    Il farmaco è prescritto per un numero enorme di indicazioni. La gamma di applicazioni è ampia, puoi berla nelle seguenti condizioni:

    • Prevenzione della malattia coronarica (angina pectoris, infarto del miocardio).
    • Misure terapeutiche per l'ictus cerebrale e la prevenzione del suo verificarsi.
    • Trattamento delle malattie tromboemboliche o loro prevenzione (ad esempio, con protesi delle valvole cardiache, stenting).
    • Terapia dell'insufficienza venosa cronica.
    • Trattamento completo delle malattie aterosclerotiche.
    • Febbre (febbre) nelle malattie infettive e infiammatorie.
    • Sindrome del dolore di vari gradi di gravità (inclusi mal di testa, mal di denti).

    Indicazioni per l'appuntamento durante la gravidanza

    Secondo l'enciclopedia dei farmaci, lo scopo del farmaco è controindicato durante il 1o e il 2o trimestre di gravidanza.

    Nel secondo trimestre è possibile un appuntamento, ma a condizione che i benefici necessari superino in modo significativo i rischi. Può essere prescritto in dosi minime (non più di 100 mg al giorno).

    Solo a un dosaggio superiore a 1500 mg al giorno il farmaco attraversa la placenta e colpisce il feto.

    Ci sono indicazioni in cui puoi bere il farmaco durante la gravidanza:

    1. Esistono malattie ereditarie associate alla trombosi (trombosi venosa profonda, tromboembolia nella famiglia immediata).
    2. Una donna incinta ha insufficienza venosa cronica (vene varicose).
    3. Diabete mellito, ipertensione arteriosa.
    4. La minaccia di aborto spontaneo e la minaccia di parto prematuro.

    Effetti collaterali del farmaco

    L'aspirina ha una vasta gamma di effetti collaterali. I più importanti di questi sono:

    • Sanguinamento, anemia (a causa dell'effetto anticoagulante).
    • Bruciore di stomaco, sensazione di nausea, vomito, mal di stomaco (effetto dannoso sulla mucosa gastrica).
    • Reazioni allergiche.
    • Compromissione della funzionalità epatica e renale.
    • Raramente vertigini, mal di testa, problemi di udito e vista.

    Durante la gravidanza, gli effetti collaterali rimangono gli stessi, ma sono più pericolosi, poiché c'è anche un effetto sul feto.

    Controindicazioni durante la gravidanza

    Come accennato in precedenza, è consigliabile non prescrivere questo farmaco alle ragazze in posizione. Solo in alcuni casi. Controindicazioni:

    1. Gravidanza nel 1 ° e 3 ° trimestre.
    2. Grave compromissione della funzionalità epatica e insufficienza renale acuta (insufficienza renale acuta).
    3. Asma bronchiale, anche asma innescato dall'aspirina.
    4. Malattie del sangue (diatesi emorragica, emofilia, malattia di von Willebrand, trombocitopenia).
    5. Ulcera peptica, sanguinamento gastrointestinale in passato.
    6. Allattamento e allattamento.

    Aspirina nelle prime fasi

    La nomina del farmaco nelle prime fasi (durante il 1o trimestre di gravidanza) può portare a difetti nello sviluppo del feto.

    Poiché è nelle prime fasi che si verifica solo la formazione del corpo, la posa dei suoi organi e qualsiasi intervento bruceranno porteranno a conseguenze negative.

    Possibili difetti: labbro leporino, palatoschisi, difetti cardiaci, IUGR (ritardo della crescita intrauterina), interruzione prematura della gravidanza (aborto spontaneo), distacco della placenta, insufficienza cardiaca e polmonare in un bambino.

    In nessun caso dovresti bere l'aspirina da solo nelle prime fasi. Solo un medico può decidere la necessità di un appuntamento.

    Aspirina nel secondo trimestre

    Durante questo periodo di gravidanza è il meno pericoloso in termini di sviluppo di complicanze. Ma questo non li esclude. Meglio usare droghe alternative..

    Aspirina nelle fasi successive

    Nel 3 ° trimestre, durante l'assunzione del farmaco, aumenta il rischio di sviluppare una nascita pretermine, così come la nascita e le emorragie postpartum.

    Forse in questo momento il bambino sviluppa difetti del sistema riproduttivo, insufficienza polmonare e cardiaca (aumento della pressione nell'arteria polmonare).

    Inoltre, l'aspirina aumenta il tono dell'utero, il che porta ad un allungamento del periodo di parto e un prolungamento della gravidanza, da cui lo sviluppo di ipossia fetale.

    lattazione

    I salicilati (acido acetilsalicilico) passano nel latte materno. Se l'aspirina viene utilizzata a piccole dosi, il suo effetto è minimo se assunto nel latte materno. Se la somministrazione del farmaco è regolare e in grandi dosi, possono svilupparsi effetti collaterali, il principale dei quali è la comparsa di una reazione allergica nel bambino.

    Sostituzione dell'aspirina in gravidanza

    Ci sono alternative a questo farmaco. Se è necessario abbassare la temperatura, è meglio prescrivere preparati di paracetamolo. Come agente antipiastrinico durante la gravidanza, puoi bere farmaci come Actovegin ed Eparina, ma anche con grande cura e tenendo conto delle controindicazioni.

    Pertanto, è importante ricordare tutte le indicazioni e le controindicazioni per la somministrazione di questo farmaco. In nessun caso non nominarti. L'aspirina è prescritta solo dal medico curante, dall'ostetrico-ginecologo, e solo in presenza di indicazioni vitali, quando il rischio successivo supera significativamente l'effetto positivo.

    L'aspirina beve durante la gravidanza?

    Qualsiasi farmaco, anche il più sicuro, può danneggiare una futura madre e il suo bambino, quindi sorge spontanea la domanda: è possibile assumere aspirina durante il periodo di gestazione. Con tutta l'apparente semplicità e sicurezza, la naturalezza di questo farmaco - può causare gravi deviazioni nella salute del nascituro nella fase di sviluppo fetale.

    • A cosa serve l'aspirina?
    • In che modo l'acido acetilsalicilico influisce sul feto?
    • Indicazioni per l'uso di aspirina.
    • Effetti collaterali e controindicazioni
    • Analoghi per donne in gravidanza

    A cosa serve l'aspirina?

    In relazione alle principali indicazioni per la nomina di Aspirina, vale la pena sapere che questo farmaco ha le seguenti proprietà:

    1. Antipiretico - influenza il centro della termoregolazione, aiuta a far scendere anche le alte temperature.
    2. Questo è un farmaco antinfiammatorio: inibisce la sintesi di mediatori che provocano infiammazione..
    3. È un farmaco fluidificante del sangue che previene la formazione di coaguli di sangue e l'intasamento dei vasi sanguigni..
    4. Efficace antidolorifico - aiuta a fermare e far fronte al dolore.

    In che modo l'acido acetilsalicilico influisce sul feto?

    Sull'uso dell'acido acetilsalicilico durante la gravidanza, i suoi effetti sul feto, sono stati condotti molti studi e come argomenti che i medici mettono contro l'assunzione di questo farmaco durante il periodo di gestazione, si possono distinguere i seguenti:

    • Alto rischio di complicanze fetali, anomalie genetiche nella crescita e nello sviluppo.
    • Alto rischio di aborto spontaneo.
    • Rischi di distacco della placenta o prolungamento della gravidanza.
    • Il rischio di sviluppare complicanze nel lavoro dei polmoni e del cuore nel feto è elevato.
    • Sanguinamento pesante in una donna incinta durante il parto.

    Pertanto, è così importante osservare il dosaggio prescritto dal medico curante e dal ginecologo osservatore che osserva la donna.

    Indicazioni per l'uso di aspirina

    Quindi è possibile bere acido acetilsalicilico durante la gravidanza? Le indicazioni per la nomina dell'aspirina per le dottoresse chiamano tali articoli e prescrizioni:

    • Quando viene diagnosticata una maggiore coagulabilità del sangue e il rischio di tromboflebite, viene prescritto per prevenire coaguli di sangue e blocco vascolare, ridurre la viscosità del sangue e migliorare il flusso sanguigno.
    • Con eccessiva viscosità del sangue - la cosiddetta sindrome antifosfolipidica nelle donne, che può interrompere il normale flusso sanguigno nel legamento madre-feto. È una tale patologia che può causare carenza di ossigeno fetale e aborto precoce.
    • Al fine di migliorare il funzionamento della placenta, l'acido acetilsalicilico diluisce il sangue e aumenta il livello delle piastrine, migliorando la nutrizione del feto attraverso il flusso sanguigno.
    • Quando si diagnosticano le vene varicose - in questo caso, l'aspirina viene prescritta in ¼ compresse non tanto per il trattamento di questa patologia quanto per alleviare le condizioni generali.

    A scopo preventivo, il farmaco viene prescritto per prevenire la preeclampsia, soprattutto se la donna in travaglio è a rischio di sviluppare questa patologia. La cosa principale è seguire le raccomandazioni del medico e non superare la dose raccomandata in ¼ compresse al giorno.

    Effetti collaterali e controindicazioni

    Le istruzioni per l'assunzione del farmaco prescrivono sempre controindicazioni ed effetti collaterali esistenti.

    Le controindicazioni all'assunzione del farmaco sono una tendenza al sanguinamento pesante e all'ipersensibilità al componente dell'aspirina, in particolare ai saliti.

    Durante la gravidanza e l'allattamento, la somministrazione di aspirina deve essere concordata con il medico curante, in particolare con la confluenza dei seguenti fattori:

    • Il corso di assunzione del farmaco è associato alla somministrazione simultanea di anticoagulanti o viene diagnosticato un malfunzionamento nel fegato.
    • Diagnosi di malfunzionamento del cuore e dei reni, diagnosi di angina pectoris.
    • Diagnosi di malattie gastrointestinali e ingrossamento della tiroide.
    • Diagnosi di asma bronchiale e altre malattie dell'apparato respiratorio.

    L'aspirina è anche controindicata per i bambini di età inferiore ai 12 anni, inoltre deve essere presa con cautela dalle donne in gravidanza - l'acido acetilsalicilico può entrare nel feto attraverso la placenta, ma solo se la dose giornaliera è superata in 1.500 mg.

    In relazione agli effetti collaterali, che possono provocare le seguenti deviazioni:

    • distacco di placenta e aborto spontaneo.
    • causare ritardo nella crescita intrauterina.
    • provocare emorragie generiche / postpartum.
    • patologie congenite dell'apparato respiratorio e cardiovascolare nel neonato, compromissione della funzione riproduttiva.
    • patologia della struttura e funzionamento dei testicoli nei ragazzi.

    In questo caso, stiamo parlando di una lunga e regolare assunzione di acido acetilsalicilico a grandi dosi - un singolo dosaggio non danneggerà.

    Perché il medico prescrive Cardiomagnyl durante la gravidanza: beneficio o danno e quando assumere le pillole?

    È possibile prendere il paracetamolo per le donne in gravidanza, scoprilo qui.

    Come usare la camomilla durante la gravidanza: http://mamafarma.ru/cold/romashka-pri-beremennosti.html

    Tuttavia, una donna può sviluppare una reazione allergica all'assunzione di aspirina o farmaci contenenti acido acetilsalicilico:

    • eruzioni cutanee come orticaria.
    • sviluppo di edema di Quincke e spasmi bronchiali, attacchi di asma.
    • effetti collaterali come nausea e vomito.
    • dolore allo stomaco e disturbo del suo lavoro, manifestandosi sotto forma di costipazione o diarrea.
    • vertigini e acufene.
    • il numero di piastrine nel sangue diminuisce a volte e mostra sanguinamento, si sviluppa anche l'anemia.

    Analoghi per donne in gravidanza

    Molto spesso, i medici preferiscono prescrivere altri composti e farmaci destinati a fluidificare la composizione del sangue rispetto all'aspirina alla futura mamma. Tali farmaci possono essere, ad esempio, Curantil o Actovegin.

    Se è necessario abbassare la temperatura corporea e ridurre il dolore, i medici chiamano il paracetamolo un mezzo eccellente e più efficace..

    Ma la decisione finale dovrebbe essere presa esclusivamente dal terapeuta o da un ginecologo che osserva una donna incinta.

    Non perdere di vista il fatto che l'acido acetilsalicilico fa parte di molti farmaci..

    Pertanto, prima di assumere questa o quella composizione farmacologica, è importante familiarizzare con la sua composizione e consultare in anticipo il medico, tenendo conto delle caratteristiche individuali del corpo.

    La pratica dell'automedicazione durante il periodo di gestazione è inaccettabile dalla futura mamma.

    Scopri i vantaggi dell'aspirina per la prevenzione della preeclampsia dal video:

    Posso bere aspirina (acido acetilsalicilico) durante la gravidanza?

    L'aspirina è un farmaco a base di acido acetilsalicilico..

    Determina le proprietà analgesiche, antinfiammatorie, antipiretiche e antipiastriniche (previene la formazione di coaguli di sangue) del farmaco, che funziona in modo abbastanza efficace.

    E, a quanto pare, quindi viene spesso utilizzato. Ma è possibile bere l'aspirina durante la gravidanza ed è sicuro per le donne in gravidanza, prenderemo in considerazione.

    Effetto sulla donna incinta e sul feto

    Indicazioni per l'uso

    Controindicazioni ed effetti collaterali

    Cosa può essere sostituito

    Effetto sulla donna incinta e sul feto

    Le istruzioni per il farmaco indicano che è vietato usarlo durante la gravidanza.

    Se si beve aspirina (acido acetilsalicilico) nel primo trimestre, si possono verificare difetti nello sviluppo dell'embrione e la probabilità di aborto spontaneo aumenta.

    E l'uso nel terzo trimestre influisce negativamente sulle condizioni del feto (causa ipertensione polmonare, che porta a un flusso sanguigno alterato e allo scambio di gas nei polmoni) e riduce anche l'eccitabilità dell'utero, che può causare un ritardo della gravidanza o l'interruzione del travaglio.

    Il ricevimento di acido acetilsalicilico negli ultimi mesi di gravidanza aumenta anche la probabilità di sanguinamento durante il parto.

    A volte i medici ritengono che i benefici dell'aspirina superino il danno e lo prescrivono alle donne in gravidanza, indipendentemente dall'età gestazionale, ma in micro dosi.

    Pertanto, è più sicuro usare l'aspirina nel secondo trimestre, in misura minore nel terzo. Nel primo trimestre viene utilizzato in casi gravi. In questo caso, l'aspirina durante la gravidanza è consentita solo in dosi estremamente ridotte.

    Indicazioni per l'uso

    In gravidanza, l'aspirina viene utilizzata solo come agente antipiastrinico. Rende il sangue più fluido e previene i coaguli di sangue. Pertanto, il movimento del sangue attraverso i vasi sanguigni, compresa la placenta, migliora..

    A piccole dosi, l'aspirina può essere prescritta alle donne in gravidanza:

    • con malattie extragenitali (diabete mellito, ipertensione);
    • con la minaccia di un precoce aborto spontaneo;
    • con la minaccia della nascita prematura;
    • per la prevenzione e il trattamento di forme gravi di gestosi (tossicosi della seconda metà della gravidanza);
    • per prevenire e curare l'insufficienza placentare;
    • con un frutto leggero.

    Controindicazioni ed effetti collaterali

    L'aspirina ha controindicazioni per l'uso in cui le donne in gravidanza non dovrebbero usarlo. Tra loro:

    • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
    • ulcera allo stomaco e 12 ulcera duodenale;
    • aumento della tendenza al sanguinamento;
    • insufficienza epatica;
    • insufficienza renale;
    • trattamento congiunto con anticoagulanti;
    • asma bronchiale causato da salicilati;
    • ipertensione arteriosa;
    • ingrandimento della tiroide.

    Durante l'assunzione di aspirina durante la gravidanza, possono verificarsi anche effetti collaterali. Quindi, il tratto gastrointestinale (dolore addominale, nausea, vomito, bruciore di stomaco) e il sistema nervoso (tinnito, vertigini) possono essere disturbati. Sono possibili reazioni allergiche sotto forma di orticaria, edema di Quincke, broncospasmo. Se si verificano effetti collaterali, la donna incinta dovrebbe consultare un medico.

    Dosaggio

    Per non provocare reazioni negative, puoi bere l'aspirina durante la gravidanza solo a piccole dosi - microdosi. La dose non deve superare 100 mg (0,1 g) al giorno.

    La quantità del farmaco prescritta dal medico deve essere assunta dopo i pasti con una grande quantità di liquido..

    Cosa può essere sostituito

    Se una donna ha bisogno di abbassare la temperatura corporea alta (38 gradi o più) o alleviare un mal di testa, invece dell'aspirina, può essere usato paracetamolo sicuro durante la gravidanza.

    Actovegin è ampiamente usato per prevenire i coaguli di sangue e migliorare il flusso sanguigno nella placenta durante la gravidanza. Migliora la microcircolazione e un farmaco relativamente sicuro come l'eparina. Ma è anche indesiderabile usarlo nel 1 ° e 3 ° trimestre, così come applicare a lungo.

    Inoltre, la correzione nutrizionale aiuterà anche a rendere il sangue meno denso. I fluidificanti del sangue includono bacche (lamponi, fragole, uva spina, ribes), verdure (barbabietole, aglio, cipolle), semi di girasole, cachi e biancospino. Allo stesso tempo, dovresti rifiutare o limitare l'uso di dolci e altri alimenti a base di carboidrati (patate, banane), che rendono il sangue denso.

    Le donne in gravidanza dovrebbero sapere che l'acido acetilsalicilico fa parte non solo dell'aspirina, ma anche di molti altri farmaci (ad esempio Citramon, Asfen, Askofen). Pertanto, l'assunzione di tali farmaci durante la gravidanza deve essere concordata con il medico.

    Acido acetilsalicilico per donne in gravidanza

    Elena Nikolaevna sotto la voce Medicinali e gravidanza

    Posso prendere l'aspirina durante la gravidanza (acido acetilsalicilico)

    Per molti anni, l'aspirina rimane un farmaco affidabile per mal di testa e febbre alta..

    A volte l'aspirina è prescritta a pazienti con vene varicose e alcune malattie cardiache. Pertanto, dopo che una donna ha scoperto la sua situazione interessante, spesso ha una domanda sulla sicurezza di assumere questo farmaco durante la gravidanza.

    Proprietà farmacologiche

    L'ampio spettro d'azione dell'aspirina consente di utilizzare il farmaco come trattamento sintomatico di molte malattie. L'aspirina contiene acido acetilsalicilico, che fornisce effetti antinfiammatori, analgesici, antipiastrinici e antipiretici.

    Dopo la somministrazione, il principio attivo del farmaco viene assorbito nel tratto digestivo e si diffonde in tutto il corpo, anche attraverso la barriera ematoplacentare..

    Ecco perché non è consigliabile assumere Aspirina (acido acetilsalicilico) nei periodi più critici della gravidanza: primo e ultimo trimestre di gravidanza.

    Nel primo trimestre, l'assunzione di aspirina può causare anomalie anatomiche nello sviluppo del feto. Nel periodo prenatale, l'acido acetilsalicilico può causare parto prematuro, sanguinamento uterino postpartum.

    Modalità di applicazione

    Nonostante le controindicazioni al farmaco, in alcuni casi alle donne in gravidanza viene ancora prescritta l'aspirina, ma la sua dose giornaliera non deve superare i 100 mg.

    Aspirina durante la gravidanza

    L'aspirina è uno dei tanti farmaci proibiti alle donne in gravidanza, soprattutto nelle prime fasi. Tuttavia, alcune fonti indicano la possibilità di utilizzo a piccole dosi. Perché è così, ed è possibile aggirare il divieto, parliamone oggi.

    1. Come sostituire l'aspirina durante la gravidanza

    L'aspirina o, in altre parole, l'acido acetilsalicilico, è abbastanza comune e familiare a molti di noi. Di solito è usato per la febbre e il mal di testa. Ma questo medicinale è sicuro durante la gravidanza? Posso prenderlo? Se è così, in quali dosi?

    Cosa devi sapere sull'aspirina

    L'acido acetilsalicilico, o aspirina, è un farmaco antinfiammatorio non steroideo.

    Con vari tipi di dolore o febbre, di solito prendere una compressa di aspirina è la prima cosa che viene in mente, perché è stata utilizzata con successo per quasi cento anni. Ad alte dosi, l'acido acetilsalicilico è efficace anche per il dolore grave, come quelli che sono preoccupati per l'artrite.

    • Come altri farmaci non steroidei, l'aspirina interferisce con la coagulazione del sangue, quindi in caso di lesioni aumenta il rischio di perdere una grande quantità di sangue. Inoltre, non puoi prendere l'aspirina se hai un intervento chirurgico, incluso non puoi berla se vai dal dentista.
    • L'uso frequente di aspirina aumenta il rischio di ulcera gastrica;
    • Si consiglia spesso l'assunzione di aspirina nel momento in cui si verifica un infarto. Mentre è in arrivo un'ambulanza, al paziente vengono somministrate 1 o 2 compresse. Se il paziente non è allergico all'acido acetilsalicilico, una compressa può aggiungere una possibilità di esito positivo.
    • L'acido acetilsalicilico non è raccomandato per l'uso continuo, le persone che soffrono di malattie epatiche e renali;
    • Non puoi prendere l'aspirina insieme ad altri anticoagulanti, cioè con farmaci che riducono la coagulazione del sangue, questo può portare a conseguenze molto spiacevoli;
    • Non è consigliabile bere alcolici se si è assunto aspirina;
    • L'aspirina aiuta ad aumentare il livello di interferone nel sangue, che ha attività antivirale, il che significa che rafforza il sistema immunitario..

    Aspirina durante la gravidanza - è possibile o no?

    Questo è un farmaco economico ed efficace, con cui quasi tutti hanno familiarità, ma è innocuo per l'uso durante la gravidanza.?

    L'aspirina è controindicata in gravidanza. Aumenta il rischio di aborto spontaneo nel primo trimestre e nelle fasi successive - aumenta il rischio di sanguinamento interno.

    Molti esperti ritengono addirittura che l'acido acetilsalicilico possa causare uno sviluppo anormale del feto e la comparsa di difetti, alterazione della formazione muscolare.

    Alcuni studi hanno dimostrato che l'assunzione di aspirina durante la gravidanza per lungo tempo può portare a una compromissione della funzione riproduttiva nel bambino, allo sviluppo di patologie dei testicoli nei ragazzi.

    L'aspirina può essere prescritta a una donna incinta solo se i test mostrano una coagulazione del sangue anormalmente elevata. Inoltre, l'aspirina viene utilizzata per prevenire una condizione pericolosa per le donne in gravidanza - preeclampsia, quando, a causa dell'elevata coagulabilità del sangue, si formano placche nei vasi della placenta e l'ossigeno e altre sostanze importanti non raggiungono il feto.

    La preeclampsia è una condizione molto pericolosa e può portare a un ictus di una donna e allo sviluppo anormale / lento del bambino, quindi se ti è stato diagnosticato questo e prescritto l'aspirina a piccole dosi, dovresti fare come consigliato dal medico.

    In ogni caso, anche se l'aspirina deve essere assunta, è sempre strettamente sotto la supervisione di un medico.

    Il valore è enorme Molti medici prescrivono piccole dosi di aspirina con aumento della coagulazione del sangue, ma, tuttavia, sono estremamente rare per escludere i rischi. Tuttavia, l'approccio più corretto durante la gravidanza è quello di cercare di non assumere alcun medicinale, solo se assolutamente necessario, perché sappiamo tutti che ci sono circa gli stessi benefici da loro - quanto danno.

    Ricorda sempre che l'aspirina fa parte di diversi farmaci e spesso ha nomi diversi, quindi controlla sempre la composizione di ciò che bevi o mangi. Di solito, l'acido acetilsalicilico è indicato nella composizione.

    Come sostituire l'aspirina durante la gravidanza

    Molto spesso, suggeriscono di sostituire l'aspirina con il paracetamolo, su quali effetti collaterali ha, leggi nell'articolo: Paracetamolo durante la gravidanza.

    Nonostante il fatto che molte persone pensino che il paracetamolo sia sicuro, questo non è del tutto vero, tuttavia, se lo prendi solo 1-2 volte con un raffreddore, ad esempio, sicuramente non causerà danni e sarà più sicuro dell'acido acetilsalicilico.

    È a causa del fatto che ogni medicina moderna ha effetti collaterali, è molto importante durante la gravidanza prendersi cura di se stessi, mangiare bene e rafforzare il sistema immunitario in modo da non doversi preoccupare di assumere farmaci dannosi per il bambino.

    • rischio di aborto spontaneo;
    • ci possono essere complicazioni della gravidanza.

    Scienziati danesi hanno stabilito una relazione tra l'uso dell'aspirina durante la gravidanza e lo sviluppo della patologia testicolare dei ragazzi e la compromissione della funzione riproduttiva.

    Ti ricordiamo che stiamo parlando delle dosi abituali del farmaco prescritte alle persone non gravide. Ne discutiamo perché, durante la gravidanza, l'aspirina è attribuita alle microdosi. E in tali dosi, è anche utile sia per il feto che per la donna.

    Dosaggio sicuro

    Di grande importanza durante l'assunzione di aspirina è la dose. Se si modifica la dose, i suoi effetti sul feto e sulla donna incinta cambiano contemporaneamente. Pertanto, l'aspirina passa nell'assistente dall'aggressore. E questo può essere spiegato scientificamente.

    L'aspirina può penetrare nella placenta e influenzare lo sviluppo del feto, solo in grandi quantità - più di 1500 mg al giorno. È allora che si osservano violazioni, ci può essere malnutrizione.

    E a piccole dosi, il veleno diventa una medicina e influenza la gravidanza solo positivamente. Pertanto, la dose ideale al giorno è di 100 mg. È regolato dal Ministero della Salute..

    In questo caso, la concentrazione minima del farmaco nel sangue della donna. E non influenzerà il feto.

    Cosa sono le aspirine attribuite alle donne in gravidanza??

    Se stai costantemente "distruggendo" il tuo mal di testa con l'aspirina, durante la gravidanza, il paracetamolo è più adatto. E sebbene le microdosi di aspirina per le donne in gravidanza siano utili e sicure, la attribuiscono solo quando c'è una forte necessità.

    Ad esempio, se il sangue coagula molto. Potrebbero esserci problemi nel fornire al feto sostanze nutritive e ossigeno se la donna ha un sangue scarsamente circolante e non è abbastanza fluida.

    Pertanto, una volta al giorno, deve essere usata 1/4 compressa se una donna incinta ha sospetti di malattia antifosfolipidica.

    Inoltre, una tale dose del farmaco previene lo spasmo vascolare e questo ha un buon effetto sulla placenta: il processo di invecchiamento della placenta rallenta, l'insufficienza placentare diminuisce, la circolazione placentare si normalizza.

    L'aspirina è molto raramente attribuita a donne in gravidanza con vene varicose. Bene, voglio ricordarti che per questo esiste un farmaco più sicuro chiamato Curantil. I medici raccomandano di sostituire l'aspirina con il cibo: carote, kiwi, mirtilli e barbabietole.

    Alle donne che sviluppano la preeclampsia viene anche attribuita la microdosi di aspirina. Dopotutto, rende possibile proteggersi dalla preeclampsia, alcuni studi hanno dato un tale risultato. Va ricordato che i ginecologi esperti attribuiscono l'aspirina alle future mamme con malattie reumatiche, dicono: tali donne non sviluppano nefropatite, ma il parto è difficile.

    Durante la gravidanza, dovrebbe essere utilizzata l'aspirina.?

    Puoi solo dire inequivocabilmente: non puoi usare Aspirin da solo.

    Sai, l'aspirina ha molti nomi ed è disponibile in una varietà di medicinali, ad esempio Nurofen. Tuttavia, ci sono farmaci controindicati durante la gravidanza, questi sono: Citramon, Cefecon, Coficil, Salicylamide, Sedalgin, Kversalin, Mesalazin, Methyl salicylate, Asfen, Askofen, Acelisin.

    Durante la gravidanza, sii attento e attento a te stesso. Se non sai qualcosa, chiedi al tuo medico.

    Posso bere aspirina durante la gravidanza??

    Di solito l'aspirina viene assunta come anestetico, ad esempio, quando fa male una testa o un dente. È possibile per una donna incinta bere l'aspirina se all'improvviso qualcosa fa male o ha il raffreddore?

    L'aspirina è una medicina di combinazione. L'acido acetilsalicilico, uno dei componenti, anestetizza, riduce la febbre e riduce l'infiammazione.

    La vitamina C è necessaria per compensare la mancanza di acido ascorbico.

    L'acido acetilsalicilico neutralizza l'azione di alcune sostanze che sono responsabili della sensazione di dolore e del suo aspetto nel corpo e la vitamina C rende il corpo più resistente alle infezioni.

    Se leggi attentamente l'annotazione del farmaco, noterai che durante la gravidanza, specialmente nel terzo trimestre, è severamente vietato assumere aspirina.

    Durante il primo trimestre, si formano organi e sistemi fetali, e quindi i farmaci sono vietati. E nell'ultimo trimestre, è vietato assumere aspirina, poiché può verificarsi sanguinamento durante il parto, ha un forte effetto dimagrante sul sangue e ne riduce la coagulazione.

    Il medico non prescriverà mai l'aspirina durante la gravidanza, perché l'acido acetilsalicilico contenuto in essa ha molti effetti collaterali e controindicazioni.

    Se il dosaggio viene superato, complicazioni come vomito, nausea, vertigini, dolore addominale, sonnolenza, confusione, arti tremanti, coma, disidratazione e persino la morte.

    Gli scienziati hanno condotto numerosi studi su come l'aspirina influenza un bambino non ancora nato e una gravidanza. Di conseguenza, più argomenti erano contrari. Ecco qui alcuni di loro:

    • alto rischio di complicanze durante la gravidanza;
    • alta probabilità di aborto spontaneo;
    • impatto negativo sullo sviluppo del nascituro;
    • l'insorgenza di malattie cardiache in un bambino;
    • forte sanguinamento prima e durante il parto.

    Se una donna incinta ha mal di testa, può assumere il paracetamolo, che, a differenza dell'aspirina, può essere assunto durante la gravidanza. Raramente, ma tuttavia, una donna incinta può essere prescritta analgin per alcune indicazioni.

    Ad esempio, se la futura mamma ha troppo sangue, deve bere l'aspirina per fluidificare il sangue in dosi molto ridotte.

    Con una cattiva circolazione sanguigna, le cellule e i tessuti mancano di ossigeno e il nascituro non riceve tutte le vitamine e i minerali necessari per la sua crescita e sviluppo.

    Posso prendere l'aspirina durante la gravidanza?

    Dal momento in cui una donna apprende che presto diventerà madre, tutta la sua vita inizia a cambiare radicalmente. Non solo la sua alimentazione, il tempo libero, alcune abitudini cambiano: la futura madre cerca di evitare tutto ciò che può danneggiare lei e il nascituro in un modo o nell'altro.

    Ma per quanto riguarda i molti farmaci che inizialmente erano destinati a migliorare la salute, in particolare quelli che sono da banco e che siamo abituati a prendere quando ne abbiamo bisogno? L'aspirina è una di queste droghe..

    Nell'articolo cercheremo di rispondere alla domanda se l'aspirina può essere incinta.

    Aspirina: informazioni generali

    Aspirina - Acido acetilsalicilico.

    Appartiene al gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei utilizzati per eliminare il dolore lieve o moderato (in particolare con l'artrite), nonché per ridurre la temperatura corporea elevata e l'intensità dei processi infiammatori.

    Inoltre, a causa dell'effetto dell'acido acetilsalicilico sulla funzione piastrinica, è spesso prescritto in caso di alto rischio di trombosi o aumento della coagulazione del sangue.

    Sugli scaffali delle farmacie, l'aspirina può essere trovata sotto forma di compresse gastrointestinali ed enteriche, nonché compresse solubili in acqua (aspirina effervescente).

    Medici esperti concordano sul fatto che una singola dose di aspirina durante la gravidanza non è in grado di danneggiare la salute della madre o del bambino. Ma per quanto riguarda l'uso regolare o frequente di questo farmaco, è necessario prestare estrema attenzione qui..

    Prima di tutto, prima di prendere l'aspirina durante la gravidanza, come qualsiasi altro farmaco, è necessario consultare un medico.

    Anche se hai sempre preso questo farmaco prima con un mal di testa o come antipiretico, è importante capire che non è così sicuro durante la gravidanza.

    Di norma, l'aspirina viene prescritta alle donne in gravidanza in casi eccezionali, a causa del fatto che può causare una serie di complicazioni. Ad esempio, le proprietà del farmaco per ridurre la coagulazione del sangue nel primo trimestre a volte causano un aborto spontaneo, mentre nel terzo trimestre l'assunzione di aspirina può portare a sanguinamento.

    Le possibili conseguenze dell'aspirina durante la gravidanza includono anche:

    • Distacco della membrana placentare;
    • Il ritardo del feto in sviluppo;
    • Complicanze polmonari e cardiache in un neonato.

    Vale la pena notare che ci sono casi in cui l'aspirina è indicata per le donne in posizione. La comparsa della sindrome antifosfolipidica (sindrome del "sangue appiccicoso"), che aumenta il rischio di aborto nelle sue fasi iniziali, è una di queste.

    Nelle donne che hanno subito diversi aborti spontanei, si forma spesso una tendenza a sviluppare questa sindrome. In tali situazioni, i medici curanti di solito prescrivono l'aspirina durante la gravidanza a piccole dosi.

    Il medicinale aiuta a ridurre la conta piastrinica nel sangue e lo diluisce.

    Controindicazioni all'uso dell'aspirina durante la gravidanza

    Alle donne incinte che hanno mai avuto sanguinamenti (uterino, intestinale, gastrico, ecc.) Non è raccomandato assumere aspirina. Inoltre, l'elenco delle controindicazioni include:

    • Malattie croniche del tratto gastrointestinale;
    • Nefropatia
    • Predisposizione al sanguinamento;
    • Asma
    • Malattie infiammatorie acute del tratto respiratorio superiore;
    • Ipersensibilità individuale ai componenti del farmaco;
    • Primo e terzo trimestre di gravidanza.

    Aspirina durante la gravidanza: effetti collaterali

    Secondo le recensioni, gli effetti collaterali più comuni dell'aspirina sono:

    • Dolore nella regione epigastrica;
    • Orticaria;
    • Rumore nelle orecchie;
    • Nausea;
    • vomito.

    Il problema dell'assunzione di aspirina durante la gravidanza, tra le altre cose, sta nel fatto che è abbastanza difficile identificarne gli effetti negativi. Il fatto è che quasi tutti gli effetti collaterali duplicano lo stato naturale della donna incinta, soprattutto se soffre di tossicosi.

    Pertanto, i medici a volte annullano la nomina di aspirina durante la gravidanza per convincere che è lui a causare sintomi spiacevoli.

    Nel caso in cui la futura mamma stessa sospetti l'insorgenza di effetti collaterali del farmaco, ma non vi è alcuna possibilità di contattare il medico, si consiglia di interrompere l'assunzione del farmaco fino a quando non ha luogo una consultazione con uno specialista qualificato.

    Deve essere chiaro che non vi è consenso sul fatto che l'aspirina possa essere somministrata alle donne in gravidanza..

    In quali quantità e come assumere questo farmaco, decide il medico, basandosi sulle caratteristiche individuali della donna incinta e sui risultati del suo esame.

    In generale, anche se ci sono prerequisiti per la prescrizione dell'aspirina a una donna durante la gravidanza, il medico di solito prende decisioni solo quando si assicura che i benefici dell'assunzione di questo medicinale superino tutti i possibili rischi.

    Acido acetilsalicilico durante la gravidanza

    La gravidanza è uno dei periodi importanti nella vita di ogni donna, che cambia completamente la sua vita abituale. Il periodo di gravidanza del bambino è accompagnato da una diminuzione dell'immunità e questo, a sua volta, aumenta il rischio di sviluppare raffreddori. Ogni donna si preoccupa della stessa domanda: "Quali farmaci dovrebbero essere preferiti durante la gravidanza?"?

    Uno dei farmaci noti e convenienti che sono spesso usati per trattare le malattie è l'acido acetilsalicilico durante la gravidanza..

    Aiuta non solo in un breve periodo di tempo a ridurre la temperatura corporea elevata e proteggere il corpo dagli effetti del virus, ma anche per alleviare il dolore.

    Nonostante l'efficacia di questo farmaco, i medici stanno ancora discutendo della possibilità del suo uso per il trattamento del raffreddore durante la gravidanza.

    In che modo l'aspirina influenza il feto?

    Dalle labbra degli operatori sanitari si può sentire un'unanime opinione che i farmaci contenenti acido acetilsalicilico sono severamente vietati in grandi dosi durante la gravidanza. Pone un grande pericolo non solo per il feto in via di sviluppo, ma anche per l'organismo della futura madre.

    Tuttavia, nonostante ciò, ci sono situazioni in cui questa aspirina è prescritta per le donne in gravidanza e in alcuni casi la sua assunzione diventa semplicemente necessaria.

    In ogni trimestre di gravidanza, si verifica un diverso effetto dell'aspirina sul corpo di una donna e sul feto:

      Nel primo trimestre, l'aspirina può portare ad aborto spontaneo.

    Il trattamento dell'acido acetilsalicilico nelle prime 12 settimane può provocare aborti spontanei o il feto mostrerà difetti dello sviluppo.

  • L'acido acetilsalicilico, che è stato prescritto negli ultimi mesi, ha un effetto negativo sulle condizioni generali del feto, cioè si sviluppa l'ipertensione polmonare e il suo risultato è un flusso sanguigno alterato e lo scambio di gas nei polmoni. Inoltre, c'è una diminuzione dell'eccitabilità dell'utero e la progressione di questa condizione può causare una gravidanza ritardata e un travaglio debole.
  • Il periodo più sicuro in cui sono consentite piccole dosi di aspirina è il secondo trimestre di gravidanza.

    Indicazioni per l'assunzione del farmaco

    L'appuntamento di acido acetilsalicilico è fatto solo se la sua somministrazione in un piccolo dosaggio è semplicemente necessaria per la salute di una donna.

    Le indicazioni per il trattamento con aspirina sono:

    • diagnosi nella madre di aumento della coagulabilità del sangue;
    • il rischio di aborto spontaneo nelle prime settimane di gravidanza;
    • una donna soffre di grave gestosi e grave tossicosi nella seconda metà della gravidanza;
    • prevenzione dell'insufficienza placentare e suo trattamento;
    • gli indicatori di peso fetale sono molto più bassi del normale;
    • trattamento delle vene varicose.

    In ogni caso, solo uno specialista può prescrivere il medicinale e solo in piccola quantità. È possibile ricorrere al trattamento con acido acetilsalicilico solo quando i benefici di prenderlo superano significativamente il possibile rischio per il feto.

    Controindicazioni

    I risultati degli studi medici hanno dimostrato che la nomina di aspirina durante la gravidanza è vietata, poiché il suo uso regolare in grandi dosi può portare allo sviluppo di varie complicanze.

    Non è consentito assumere acido acetilsalicilico nei seguenti casi:

      Malattia della tiroide - una delle controindicazioni all'uso del farmaco

    aumento del rischio di sanguinamento;

  • interruzione del funzionamento di tali organi vitali come i reni e il fegato;
  • malattia della tiroide;
  • la presenza di un'intolleranza femminile ai singoli componenti dell'acido acetilsalicilico;
  • malattie del tratto gastrointestinale;
  • combinazione di anticoagulanti e aspirina durante il trattamento
  • Per la loro natura dell'azione, gli esperti attribuiscono l'acido acetilsalicilico ad agenti forti e aggressivi, il cui apporto può portare allo sviluppo di patologie così gravi:

    • asma bronchiale;
    • Edema di Quincke;
    • Sindrome nevrotica;
    • disfunzione cardiaca.

    L'uso dell'aspirina per il trattamento di malattie anche in una persona sana può provocare lo sviluppo di fenomeni spiacevoli come prurito della pelle, varie eruzioni cutanee, problemi al tratto gastrointestinale e nausea.

    Tuttavia, anche se si è verificata una singola dose di questo farmaco durante la gravidanza, non preoccuparti molto.

    Il rischio di sviluppare tutti i tipi di complicanze è presente solo quando:

    • il farmaco viene assunto continuamente;
    • il trattamento viene effettuato utilizzando una grande dose di aspirina.

    Dosaggio e sostituibilità

    Affinché l'assunzione di acido acetilsalicilico non porti a conseguenze indesiderate, è necessario bere il farmaco solo in microdosi, che non supera i 100 mg al giorno. L'aspirina viene assunta immediatamente dopo un pasto con un po 'd'acqua..

    Nel caso in cui una donna si ammalasse di raffreddore durante la gravidanza, l'aspirina può essere sostituita con altri farmaci:

    1. Paracetamolo - è uno strumento sicuro, la cui ammissione è consentita durante la gravidanza. Il paracetamolo aiuta a ridurre la febbre e ad alleviare il mal di testa.
    2. Actovegin - è una buona profilassi che aiuta a prevenire i coaguli di sangue nel corpo di una donna, oltre a normalizzare il movimento del sangue nella placenta.
    3. L'eparina aiuta a migliorare la microcircolazione, ma non è consigliabile prenderla a lungo, così come nel primo e terzo trimestre di gravidanza.

    Le donne in una posizione interessante devono sapere che l'acido acetilsalicilico è un componente non solo dell'aspirina, ma anche di farmaci come Askofen, Asfen e Citramon. Per questo motivo, l'uso di tali farmaci deve essere coordinato con il medico.

    L'assunzione di farmaci durante la gravidanza rappresenta una certa minaccia per la salute della madre e del bambino, soprattutto se il trattamento viene effettuato con acido acetilsalicilico. Tuttavia, l'assunzione di questo medicinale rigorosamente come prescritto dal medico e alla giusta dose aiuterà ad evitare conseguenze indesiderabili e in alcuni casi addirittura a salvare la vita della futura mamma.

    Up