logo

Una gravidanza desiderata è un eccellente stato di aspettativa della nascita di un bambino per qualsiasi donna. Sfortunatamente, oltre a momenti e problemi piacevoli, questo processo può essere accompagnato da un deterioramento del benessere della futura madre. A causa di cambiamenti nel corpo, sorgono o si ripresentano alcune malattie, i cui sintomi causano disagio e ansia alla donna per le sue condizioni.

Un mal di testa lancinante è una di queste manifestazioni, che non consente a una donna incinta di godere appieno della sua posizione. E il fatto che tali sintomi possano essere più volte segnali di gravi problemi di salute aggrava la situazione attuale. Quando si va dal medico, vengono prescritti molti test ed esami, ma la maggior parte degli specialisti considera la risonanza magnetica del cervello durante la gravidanza come il metodo diagnostico più informativo e indolore.

Perché la risonanza magnetica è il metodo di scelta?

La risonanza magnetica (MRI), per la sua specificità, è l'esame più appropriato, soprattutto per le donne in attesa. La procedura non comporta un carico di radiazioni, non richiede interventi chirurgici e, nella maggior parte dei casi, elimina l'introduzione di vari farmaci o sostanze chimiche.

Il metodo, basato sulle vibrazioni elettromagnetiche e sulla reazione degli atomi di idrogeno in essi presenti nel corpo umano, combina qualità che assicurano una diagnosi rapida e affidabile e spesso non necessitano di esami ausiliari. La risonanza magnetica è non invasività, alta precisione, contenuto informativo e velocità.

Quando si nomina questa procedura, le donne che si preoccupano della salute del nascituro hanno immediatamente dubbi e domande al medico se la risonanza magnetica può essere eseguita per le donne in gravidanza e influenzerà lo sviluppo del bambino? Gli esperti in tali situazioni trovano sempre argomenti sufficienti per convincere e l'esame viene eseguito in modo sicuro.

Esiste un pericolo per le donne in gravidanza con risonanza magnetica?

Dozzine di anni fa, i medici hanno cercato di non raccomandare molti esami, inclusa la risonanza magnetica durante la gravidanza, e il trattamento doveva essere prescritto in base ai sintomi diagnosticati. Ciò è stato spiegato da possibili effetti dannosi sulla madre e sul feto. Ma gradualmente, con il miglioramento dell'attrezzatura utilizzata a fini diagnostici, è stata ridotta la necessità di elevata potenza e sono stati condotti numerosi studi scientifici per identificare i disturbi patologici dopo le procedure prescritte.

Nel corso degli anni di osservazione di pazienti sottoposti a esame di risonanza magnetica, non si sono verificate reazioni associate a un deterioramento dello stato di salute dei pazienti, pertanto, se necessario, a volte i medici raccomandano di eseguire questa diagnosi anche per le donne in gravidanza. Anche nel primo trimestre, quando è in corso la posa degli organi e dei sistemi principali del feto, non vi è pericolo di diagnosticare la testa, soprattutto se la donna è tormentata da mal di testa e altri sintomi che riducono la qualità della vita caratteristica delle malattie del cervello.

Quando viene prescritta la risonanza magnetica durante la gravidanza?

Durante l'attesa del bambino, numerosi cambiamenti nel corpo della donna possono causare malattie, in cui, quindi, la difficile situazione della futura madre si trasformerà in sofferenza continua. E oltre ai sintomi, la donna incinta si preoccuperà della sua salute e delle condizioni del bambino.

Se una donna è stata portata dal medico da sensazioni spiacevoli nella testa o dolore di una causa inspiegabile, manifestazioni di incidente cerebrovascolare, vertigini, acufene, perdita dell'udito, trauma, lividi alla testa, menomazione visiva, perdita di coscienza, lo specialista consiglia una risonanza magnetica, quindi non dovresti rimandare la procedura, ma meglio conoscere la diagnosi il prima possibile e ottenere consigli per il trattamento.

Anche se il medico non può prescrivere un corso completo di terapia a causa della gravidanza, raccomanderà comunque di risparmiare il trattamento e forse di adattare il suo stile di vita. I sintomi non sono sempre segni pericolosi di gravi malattie - nella maggior parte dei casi, le normali lesioni nervose che si verificano con l'osteocondrosi possono portare a mal di testa.

Da tali sensazioni dolorose, una donna incinta sarà aiutata da un corso del solito massaggio della testa e del collo o da rimedi popolari alternativi che non sono pericolosi per il corpo. Pertanto, la risonanza magnetica a volte non è solo un metodo diagnostico, ma anche una sorta di sedativo per una donna incinta.

Quali patologie vengono diagnosticate?

Le malattie che iniziano con i suddetti sintomi sono molte e la maggior parte di esse può essere rapidamente curata se rilevata nelle prime fasi dello sviluppo..

La risonanza magnetica della testa rivelerà le seguenti patologie:

  • foci oncologici;
  • disturbi vascolari;
  • anomalie ipofisarie;
  • malattie nervose;
  • emorragie, colpi;
  • disturbi strutturali del cervello;
  • cause di mal di testa e altri sintomi.

Grazie alle capacità della risonanza magnetica, puoi scattare foto di qualsiasi proiezione del cervello, che fornirà un esame dettagliato dei suoi organi da tutte le angolazioni e vedrà anche le più piccole violazioni che possono oscurare la vita di una donna incinta.

Quindi non devi condannarti per diversi mesi di sofferenza mentre aspetti che nascano i bambini, ma piuttosto consulta il consiglio di uno specialista che vuole aiutare a sbarazzarsi delle spiacevoli manifestazioni della malattia.

Raccomandazioni sulla procedura di rischio minimo

Non importa quanto si parli della sicurezza della risonanza magnetica, molto probabilmente le donne incinte avranno paura di sottoporsi a questo esame. Anche la comprensione che il medico non prescrive irragionevolmente uno studio non allevia sempre il desiderio di eludere la diagnosi. Quindi è possibile utilizzare alcuni consigli per evitare rischi derivanti dall'esposizione a campi elettromagnetici..

In primo luogo, se i sintomi non sono molto pronunciati e c'è un'opportunità per aspettare, allora è meglio sottoporsi a una risonanza magnetica alla fine del primo trimestre, quando si formano tutti gli organi del feto e nulla può influenzare il loro sviluppo. In secondo luogo, vale la pena scegliere una clinica con attrezzature moderne, che non richiede l'uso di potenti onde elettromagnetiche per ottenere risultati di ricerca. Poiché i dispositivi MRI obsoleti utilizzavano un campo magnetico molto più forte.

In terzo luogo, al fine di essere completamente sicuri della completa sicurezza per il bambino, è meglio trovare una clinica in anticipo o discutere i dettagli della procedura, consentendoti di non immergere completamente tutto il tuo corpo nel tubo del tomografo, ma solo inserire la testa lì. In ogni caso, anche con tutte le regole e i consigli, va ricordato che la risonanza magnetica è un metodo assolutamente innocuo che può aiutare a sbarazzarsi delle manifestazioni dolorose di molte malattie..

Posso fare una risonanza magnetica durante la gravidanza??

I moderni metodi diagnostici durante la gravidanza possono mantenere la salute di donne e bambini. Uno di questi metodi di ricerca è la risonanza magnetica. Le donne in gravidanza possono averne bisogno in due casi: quando è necessario controllare lo stato di salute della futura mamma o le condizioni del feto.

La diagnosi del feto viene di solito effettuata per prima tramite ultrasuoni.

Come viene eseguita un'ecografia ginecologica? La dottoressa di diagnostica ecografica "Expert Orenburg Clinic" afferma Anna Poskrebysheva

I dati della ricerca ecografica che indicano la presenza di una patologia o, più raramente, un'ipotesi da parte di un medico di diagnostica ecografica sulla sua presenza (ad esempio, ernia diaframmatica congenita) servono come base per una risonanza magnetica del feto, poiché questo metodo consente di ottenere informazioni più accurate che il medico curante deve scegliendo le tattiche di gestione della gravidanza o prescrivendo un trattamento. Il possibile sviluppo alterato del feto, come difetti del sistema nervoso centrale, organi addominali, nonché neoplasie ed ernie, sono tutti determinati dalla risonanza magnetica..

Esempi di risonanza magnetica fetale possono essere trovati qui.

Malformazioni gravi possono essere indicazioni per la risonanza magnetica fetale, quando viene deciso il problema di interrompere una gravidanza per motivi medici. Secondo uno studio Philips condotto in un ospedale in India, a seguito della risonanza magnetica, al 21% delle donne è stata negata la diagnosi di anomalie fetali ottenute mediante ultrasuoni e nel 16% dei casi, le anomalie identificate non hanno richiesto l'interruzione della gravidanza, come inizialmente ipotizzato.

Puoi leggere di più sulla diagnosi di malformazioni congenite del feto qui.

Nella maggior parte dei casi, l'ecografia viene utilizzata per diagnosticare il feto. Tuttavia, ci sono situazioni in cui la diagnostica ecografica è difficile da eseguire - ad esempio, se c'è un eccesso di peso nella donna incinta, se il feto si trova in una posizione sfortunata nel terzo trimestre, ecc. Pertanto, il medico può raccomandare una risonanza magnetica.

Quando è controindicata la risonanza magnetica? Dice il direttore esecutivo di Clinic Expert Orenburg

Podlevskikh Yuri Andreevich

Molte donne sono preoccupate per la domanda: è possibile effettuare una risonanza magnetica durante la gravidanza? La procedura danneggerà il nascituro? In che modo la risonanza magnetica influisce sulla gravidanza??

Alcuni credono ancora che durante una risonanza magnetica, una persona riceva una dose di radiazioni ionizzanti, ma non è così. La scienza moderna suggerisce che la risonanza magnetica è completamente innocua. L'effetto dell'apparato MRI si basa sul campo magnetico creato dai magneti situati nel suo anello. Un campo magnetico agisce sugli atomi di idrogeno nel corpo umano, che iniziano quindi a risuonare sotto l'influenza di un segnale elettromagnetico. Questa risonanza viene fissata e convertita in un'immagine tridimensionale di tessuti e organi su vari piani. Allo stesso tempo, il campo magnetico non danneggia il corpo, quindi tutti possono ottenere una risonanza magnetica, comprese le donne in gravidanza dal 2 ° trimestre.

Sulla base della ricerca scientifica condotta, delle linee guida di sicurezza per gli studi di risonanza magnetica e dell'ordine n. 572n del Ministero della Salute della Federazione Russa datato 1 novembre 2012, questo metodo può essere utilizzato per l'esame delle donne in gravidanza a partire dalla 18a settimana.

Nonostante l'innocuità del metodo, la RM non è raccomandata nel primo trimestre di gravidanza. Si ritiene che durante questo periodo il feto sia molto vulnerabile all'azione di fattori teratogeni. Nel primo trimestre ha luogo la posa degli organi e dei sistemi del feto. Inoltre, le dimensioni del cervello fetale sono molto piccole e su molti dispositivi sarà difficile ottenere immagini chiare. Il funzionamento dell'apparato MRI è accompagnato da un forte rumore e generazione di calore, potenzialmente questo può influenzare il feto.

A partire dal 2 ° trimestre, è possibile sottoporsi a risonanza magnetica senza paura durante la gravidanza e influenzare il feto tutte le volte che è necessario, in assenza di controindicazioni.

Iscriviti per una risonanza magnetica del feto qui

La risonanza magnetica fetale è un metodo esperto che consente di effettuare una diagnosi assolutamente accurata e confermare o confutare i risultati degli ultrasuoni.

Risonanza magnetica durante la gravidanza

Le donne in posizione sono controindicate in molti metodi di diagnosi delle malattie mediante radiazioni ionizzanti: radiografie, fluorografia, tomografia computerizzata. Il metodo più sicuro per lo sviluppo di un feto è la risonanza magnetica..

Tale installazione hardware opera con il metodo di produzione di campi magnetici di diverse potenze che causano la risonanza delle particelle interne del corpo. I sensori raccolgono segnali risonanti e li inviano per l'elaborazione a un computer, che a sua volta visualizza l'immagine risultante sullo schermo. Le radiazioni ionizzanti dannose non vengono utilizzate in questo processo, quindi non hanno un effetto dannoso sugli organismi della madre e del bambino.

Effettuare una risonanza magnetica durante la gravidanza non è controindicato, a partire dal secondo trimestre. Le prime fasi hanno i loro termini e condizioni..

È possibile effettuare la risonanza magnetica nelle fasi iniziali della gravidanza?

Nelle prime dodici settimane senza un'emergenza è necessario sottoporsi a tomografia. Ciò è dovuto al fatto che il feto sta appena iniziando a formarsi; quasi tutti gli organi vengono deposti. A causa della scarsa conoscenza dell'effetto dei campi magnetici di diversa intensità sullo sviluppo intrauterino del feto, la RM viene assegnata alle donne in gravidanza nelle fasi iniziali solo se esiste un pericolo diretto per la vita della madre e del bambino.

Nelle fasi successive della MR, l'esame è considerato assolutamente sicuro. Trent'anni di esperienza nell'uso di questo metodo si sono rivelati innocui, quindi se il medico ti invia per uno studio, non dovresti avere paura.

Viene diagnosticato non solo le malattie sofferte dalla futura mamma, ma anche il processo di sviluppo del bambino. La risonanza magnetica visualizza anomalie e anomalie nella formazione del feto nelle prime fasi, che consente di prescrivere il trattamento corretto il prima possibile.

Il processo di conduzione di una risonanza magnetica della testa per le donne in gravidanza

La gravidanza è un grande peso per il corpo, che sta subendo una potente trasformazione ormonale. Il lavoro di tutti gli organi, incluso il sistema cardiovascolare, dipende dall'equilibrio ormonale. Oltre a questo fattore, ci sono situazioni in cui la futura mamma subisce lesioni domestiche. Al fine di rilevare il problema in tempo ed eliminare il pericolo per il bambino, il medico può rivolgersi per la diagnosi.

Il metodo di risonanza magnetica esamina patologie e malattie come:

  • condizione post-traumatica;
  • sospetto di cancro, cisti;
  • anomalie nel lavoro dei vasi cerebrali.

Il processo non provoca disagio, non richiede una preparazione dettagliata. È sufficiente venire in clinica con un pacchetto di documenti che danno un'idea della presenza o del sospetto di una malattia indagata (rinvio da un medico e una cartella clinica).

Nella clinica sarai registrato e invitato nella stanza in cui è installata l'apparecchiatura.

Il tomografo si presenta come un "tunnel" cilindrico con un divano retrattile - trasportatore. Il paziente è posizionato su un divano, sensori speciali sono installati intorno al cranio, il corpo è fissato in uno stato stazionario.

Poiché l'esame viene eseguito solo nell'area della testa, non è necessario posizionare l'intero corpo all'interno dell'unità. Questo elimina anche il minimo effetto sul feto e inoltre non provoca un attacco di paura dello spazio chiuso.

Le ragioni per la nomina della risonanza magnetica ai pazienti in posizione

Per sua stessa comprensione e desiderio, la futura mamma non può seguire una tale procedura. Per fare questo, devi avere un rinvio dal medico curante e una decisione finale sull'ammissione alla procedura dello specialista di guardia - un radiologo, che prende in una clinica di tomografia.

Il metodo MR è spesso prescritto a causa dell'impossibilità di esaminare in altri modi, ad esempio la radiazione ionica aggressiva è strettamente controindicata per le donne nella posizione. La risonanza magnetica può confermare o confutare la diagnosi stabilita dai risultati dei test. Se viene indicato l'aborto pretermine, lo studio può mostrare con precisione se questo dovrebbe essere fatto o evitato..

Un altro motivo per cui è possibile ottenere un rinvio alla risonanza magnetica è la difficoltà nell'esecuzione di un'ecografia a causa della difficile visione della posizione del bambino nell'utero all'ultima data. È difficile condurre un esame ecografico con un paziente in sovrappeso e l'obesità della cavità addominale.

Indicazioni per la risonanza magnetica durante la gravidanza

Se uno specialista ti indirizza alla tomografia RM, ci sono davvero delle ragioni per questo. Possono essere della seguente natura:

  • sospetta patologia nello sviluppo del feto;
  • sospetto del verificarsi di neoplasie oncologiche, determinazione dei loro contorni e localizzazione, presenza di metastasi;
  • diagnosi di disturbi nel sistema nervoso centrale;
  • malattia cardiovascolare;
  • lesioni
  • danno alla colonna vertebrale, ernia;
  • anomalie nel funzionamento e nel funzionamento del tratto digestivo, ecc..

In caso di mal di testa acuto o cronico, al paziente viene prescritta una risonanza magnetica del cervello. Con dolore costante alla schiena, alla parte bassa della schiena, al collo o dopo una lesione, viene eseguita una risonanza magnetica della colonna vertebrale.

Controindicazioni

Nel primo trimestre, cercano di non prescrivere la procedura o di eseguirla con grande cura. Ci sono diverse ragioni per questo:

  • Nelle prime fasi, si verifica la posa e la formazione di tutti gli organi vitali del bambino. È importante per la futura mamma proteggere il bambino dall'influenza di fattori ambientali aggressivi e non esporre il corpo a carichi aggiuntivi, come aumento del rumore e della febbre. Durante la sessione MR, l'unità emette un suono monotono e produce molto calore.
  • Anche se permettiamo la possibilità di eseguire la tomografia nelle fasi iniziali, c'è un'alta probabilità che le immagini ottenute non saranno in grado di aiutare nella diagnosi. Questo perché il feto è ancora troppo piccolo e molto mobile, non è in grado di fissare la sua posizione per molto tempo.
  • La controindicazione incondizionata per la procedura è la presenza nel corpo umano di corpi estranei in metallo (impianti, corone dentali, frammenti) o dispositivi elettronici (pacemaker). La procedura sarà anche messa in discussione in presenza di tatuaggi con impregnazioni metalliche.
  • Con una forte paura di uno spazio chiuso, non dovresti passare attraverso una sessione in un'installazione chiusa. È meglio scegliere un'istituzione medica che utilizza dispositivi di tipo aperto con intercapedini d'aria, in questo caso la claustrofobia cesserà di essere una controindicazione.
  • L'epilessia e i disturbi mentali diventeranno un ostacolo alla sessione, poiché è probabile che il paziente non possa essere immobilizzato durante il processo..
  • C'è anche una controindicazione per un peso fino a duecento chilogrammi. I tomografi semplicemente non sono prodotti sotto peso sopra questo indicatore. Al momento della registrazione presso la clinica, specificare quale peso massimo serve l'installazione MR in questo istituto.

Per riassumere: risonanza magnetica durante la gravidanza, è possibile fare?

Riassumendo tutto quanto sopra, riassumiamo: uno studio di MR può essere fatto per le donne in posizione. Ciò è dimostrato dai medici di tutto il mondo, la trentennale esperienza nell'applicazione di questo metodo dimostra che numerosi esperimenti condotti su animali. Innocuo per madre e figlio.

Se confrontiamo diversi tipi di diagnosi, il metodo MR è raccomandato per una donna incinta, poiché non produce radiazioni ionizzanti dannose. Ad esempio, una risonanza magnetica della testa durante la gravidanza sembra preferibile a una TAC che genera raggi X. Rispetto agli ultrasuoni, la tomografia è più istruttiva e ha un potenziale maggiore..

Va notato che durante la gravidanza, la risonanza magnetica con contrasto di solito non è prescritta. I farmaci chimici sono controindicati per le future madri e una soluzione contenente iodio o un contrasto a base di sali di gadolinio possono causare resistenza allergica al corpo. L'effetto sul corpo di questi farmaci sul bambino è poco compreso.

Per quanto riguarda l'uso di agenti di contrasto durante l'allattamento, i produttori indicano un periodo di astinenza di due giorni dall'allattamento dopo l'uso del contrasto. È meglio giocare al sicuro e astenersi dall'allattamento al momento indicato..

Risonanza magnetica cerebrale all'inizio della gravidanza

La risonanza magnetica viene eseguita per le donne in gravidanza e il solo feto. Le mamme sono prescritte in caso di sospetti tumori cerebrali, emorragie, traumi e patologie del sistema nervoso centrale. A un feto viene prescritta una tomografia in caso di sospetto di difetti dello sviluppo intrauterino.

Non esiste una risposta vera, nessuno può dire se la RM cerebrale può essere eseguita durante la gravidanza. Entro la fine del secolo scorso, gli esperti hanno sostenuto che la diagnostica magnetica del corpo è dannosa sia per la madre che per il feto. Tuttavia, i vantaggi dell'imaging a risonanza magnetica vengono rivelati ogni anno..

Oggi, la maggior parte dei medici diagnostici dirà che è possibile eseguire una risonanza magnetica del cervello in gravidanza. Ma portare un feto è una controindicazione relativa alla ricerca. Piuttosto, è visto come riassicurazione e prevenzione delle mutazioni genetiche. Ciò è particolarmente vero per il primo trimestre di gravidanza - i primi tre mesi.

Il problema della possibilità di condurre una risonanza magnetica del cervello fetale durante la gravidanza è apparso durante il periodo di innovazione della tomografia magnetica come metodo di ricerca medica. Quindi, a causa dell'imperfezione del dispositivo diagnostico, specialisti e pazienti avevano una forte opinione che il campo magnetico fosse dannoso per la mamma e il nascituro.

I primi tomografi magnetici erano dispositivi imperfetti che emettevano un forte rumore e al suo interno era affollato e caldo durante lo studio. Quindi, le pazienti in gravidanza hanno ceduto al disagio psicologico piuttosto che al vero fisiologico. Le donne incinte hanno dovuto trascorrere in media 30 minuti in un tomografo. È stato spiacevole e spaventoso per coloro che non hanno familiarità con la medicina e la ricerca informatica..

I moderni tomografi magnetici, a differenza di quelli vecchi, sono un dispositivo silenzioso e spazioso, il cui studio non porta disagio. Dispositivi di riduzione del rumore sono installati nei dispositivi. Ciò livella l'effetto del rumore acustico sullo stato psicologico delle donne in gravidanza..

Quali sono i limiti

La risonanza magnetica non può essere eseguita in gravidanza in questi casi:

  1. Se nel corpo del paziente sono installati dispositivi metallici ed elettronici, ad esempio un driver di frequenza cardiaca artificiale, un apparato cocleare, una pompa automatica per insulina.
  2. Se la mamma pesa più di 120 kg. A causa del corpo massiccio, semplicemente non si adatta al dispositivo diagnostico.
  3. Se la donna incinta ha endoprotesi, ferri da maglia in metallo o piastre ossee.

Con limitazione, vengono utilizzati agenti di contrasto. Problema - Una preparazione farmacologica contiene sostanze che potenzialmente possono causare una reazione allergica. Quest'ultimo può causare gravi complicazioni in un adulto sano, per non parlare della vulnerabile madre incinta e del feto. Il contrasto è usato solo per indicazioni vitali - quando la madre o il bambino minacciano la morte.

Procedura di sicurezza

Parlando della nocività e della sicurezza del metodo, dovremmo menzionare il concetto di "valore soglia". Affinché qualsiasi sostanza possa danneggiare il corpo, la sua quantità deve superare un certo livello. Per ogni sostanza, questa barra è diversa, così come le diverse suscettibilità individuali del corpo. Superando il valore consentito, il pericolo aumenta. Per la risonanza magnetica esiste una tale soglia.

La potenza di un tomografo medio standard è fino a 1,5 Tesla. Nell'intera storia dell'esistenza della diagnostica del computer digitale con tale potenza, non c'è mai stato un caso di danno causato da un campo magnetico.

A differenza della tomografia computerizzata, che utilizza raggi X relativamente aggressivi, la risonanza magnetica si basa su un campo magnetico morbido. Inoltre, ogni giorno una persona incontra questo fenomeno fisico: il campo magnetico della Terra e del Sole, una presa di corrente, un ferro da stiro, un forno a microonde, una TV e un frigorifero. Pertanto, quando parlano della nocività della procedura, di solito non significano danni al campo magnetico, ma un effetto collaterale di questo effetto: il riscaldamento dei tessuti.

Più il feto è vecchio, più è resistente ai parassiti esterni. Ciò significa che un danno di uguale forza influirà sulla salute del feto in diverse fasi della maturazione in diversi modi. Quindi, ci sono tre fasi dello sviluppo fetale:

  • Primo trimestre. Il bambino nell'utero ora ha un'alta sensibilità a tutto: mancanza di ossigeno o nutrizione. La risonanza magnetica cerebrale precoce non è raccomandata, poiché è estremamente difficile anticipare e prevedere la risposta fetale a un campo magnetico. Lo studio è anche controindicato perché i primi tre mesi sono la base per lo sviluppo del bambino. Qualsiasi deviazione minima dalla norma può portare a gravi problemi di salute in futuro. Pertanto, la risonanza magnetica non deve essere eseguita nel primo trimestre di gravidanza..
  • Secondo trimestre - 3-6 mesi. Il feto è diventato più resistente alle sostanze irritanti. Se durante il primo trimestre il feto si è sviluppato normalmente e non vi erano sospetti di deviazioni, lo studio può essere condotto.
  • Terzo trimestre - 6-9 mesi di sviluppo. In questo momento, le donne in gravidanza possono eseguire la risonanza magnetica senza paura per la salute del bambino.

Consigli per le mamme

Affinché la risonanza magnetica venga eseguita con il massimo beneficio e con un danno minimo e il risultato abbia un alto valore diagnostico, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  1. La diagnosi viene eseguita meglio nella prima metà della giornata. In questo momento, il feto è più calmo. È inattivo, il che significa che la distorsione dell'immagine sarà minima.
  2. 3-4 ore prima dello studio non puoi mangiare. Inoltre, prima della procedura, devi venire con una vescica e un intestino vuoti.
  3. Porta tuo marito o la tua ragazza alla procedura. Sebbene la procedura non sia pericolosa, alcune donne si ispirano ai danni e quindi sono preoccupate. Una persona cara può calmare.
  4. Se sdraiarsi sul divano durante lo studio è diventato difficile respirare, puoi girarti di lato. Non distorcerà l'immagine.

L'avanzamento della procedura per le donne in gravidanza è lo stesso degli altri pazienti.

Posso fare una risonanza magnetica durante la gravidanza?

La risonanza magnetica è uno studio in cui una persona viene collocata in un tubo speciale, simile a un cilindro, e all'interno vengono misurati i campi elettromagnetici dai suoi organi e tessuti interni. Queste informazioni vengono inviate a un computer, analizzate dal programma e il medico valuta il risultato finale.

È possibile fare una risonanza magnetica durante la gravidanza. Effetto sul feto

Ogni futura mamma, quando le viene prescritta questa procedura, è preoccupata: è possibile eseguire una risonanza magnetica per le donne in gravidanza??

I medici confermano: la risonanza magnetica è una procedura sicura. Questa fiducia si basa su numerosi studi condotti dagli anni '70. il secolo scorso, quando questa procedura era diffusa.

Le statistiche continuano ancora oggi..

Per quanto riguarda le donne in gravidanza, la risonanza magnetica viene eseguita solo se non è possibile sottoporsi a un altro esame e ricevere informazioni in un altro modo..

Non vogliono disturbare di nuovo le future madri, perché la procedura non è piacevole. E gli viene data la tomografia quando i loro problemi di salute sono troppo gravi..

Quando si esegue una risonanza magnetica durante la gravidanza, una donna in posizione può mentire non solo sulla schiena, ma anche dalla sua parte.

Nel tomografo, il paziente viene posizionato in avanti nelle gambe o viene utilizzato un apparato di tipo aperto. Questo viene fatto in modo che la donna non provochi un attacco di claustrofobia.

Quindi i dottori attendono che il bambino smetta di muoversi e quindi iniziano lo studio.

La risonanza magnetica obbligatoria è prescritta per le donne in gravidanza con forte dolore nel corpo, con trauma cranico, sospetta patologia del sistema nervoso centrale o con gravi alterazioni vascolari.

Se una paziente incinta desidera sottoporsi a una risonanza magnetica per la profilassi, è meglio trasferirla nel periodo postpartum. Il contrasto introdotto può scatenare una grave reazione allergica.

Viene prescritta una risonanza magnetica del feto per confermare i sospetti di patologie intrauterine incompatibili con la sua vita dopo la nascita.

La tomografia è raccomandata al mattino quando il bambino è più calmo. Se il bambino si sposta frequentemente, i risultati del test saranno inaccurati.

In alcune cliniche è consentita la presenza del coniuge della futura madre o di qualcuno vicino.

Se la diagnosi preliminare viene confermata, il farmaco viene immediatamente prescritto.

In casi estremi di identificazione di una patologia incurabile, i genitori sono invitati a interrompere la gravidanza, ma la decisione è volontaria e individuale. Il medico non può accettarlo da solo.

Caratteristiche della risonanza magnetica nel primo trimestre. Gli effetti della tomografia

Il feto nei primi tre mesi è molto vulnerabile. Se non vi è alcuna indicazione urgente, provare a non ricorrere alla procedura di risonanza magnetica.

Se una donna ha fatto una risonanza magnetica, non sapendo di essere incinta, non le verrà prescritto un trattamento aggiuntivo. La procedura non influirà sullo sviluppo del feto, sebbene lo studio stesso sia accompagnato da un certo disagio:

  • non puoi muoverti;
  • respirare pesantemente;
  • starnuti, tosse;
  • parlare.

Nei bambini le cui madri hanno fatto una risonanza magnetica nelle prime fasi, non vi sono deviazioni nello sviluppo fisico o psicologico.

Vantaggi e svantaggi della ricerca durante la gravidanza

I medici evidenziano diversi vantaggi significativi di questo metodo di ricerca:

  • ottenere un'immagine tridimensionale ad alta definizione - ciò aumenta l'accuratezza della diagnosi e facilita la diagnosi;
  • mancanza di radiazioni dannose. Pertanto, la tomografia può essere eseguita anche per i bambini;
  • ottenere immagini di organi interni che non sono visibili con gli ultrasuoni. Midollo spinale, ad esempio, o orecchio interno;
  • contrasto che aiuta a studiare i tumori senza una biopsia e ottenere la capacità di monitorare le fasi del cancro.

Inoltre, il metodo presenta alcuni svantaggi:

  • la procedura dura da mezz'ora e può raggiungere diverse ore;
  • per tutto questo tempo il paziente dovrebbe rimanere immobile, e questo è difficile, specialmente per una donna incinta in cui il bambino si sposta periodicamente;
  • a volte si notano rumori fastidiosi da un apparecchio funzionante e un aumento della temperatura ambiente;
  • difficile da tollerare dalle persone che soffrono di claustrofobia;
  • se la risonanza magnetica viene eseguita ai bambini, vengono anestetizzati in modo da non muoversi durante lo studio;
  • l'ind indesiderabilità di condurre una gravidanza precoce;
  • la presenza nel corpo umano di metallo (apparecchi acustici, pacemaker, placche);
  • l'alto prezzo di questo studio. Ciò è dovuto al fatto che l'apparecchiatura, il suo funzionamento e le ulteriori riparazioni sono molto costosi e che devono essere osservate condizioni speciali in una stanza con un tomografo.

Indicazioni per la risonanza magnetica

L'elenco delle indicazioni cresce ogni anno, il metodo consente di diagnosticare con successo più malattie.

Indicazioni per la risonanza magnetica per una paziente incinta:

  1. Risonanza magnetica del cervello di una donna incinta. È prescritto per forti mal di testa, tumori, lesioni, ischemia e disabilità visiva..
  2. Risonanza magnetica della colonna vertebrale (toracica, lombosacrale, cervicale e coccige). Se il paziente lamenta lesioni alla schiena, ernie, forte dolore, gonfiore, osteocondrosi e dolore acuto al collo.
  3. Risonanza magnetica del feto. Non tutti i medici sono in grado di condurlo, perché il bambino è piccolo e si muove. Questo studio è prescritto se un'ecografia mostra una patologia. Quindi la risonanza magnetica dovrebbe confermare la diagnosi o confutarla. È inutile fare una tomografia nel primo mese di gravidanza, perché un embrione di queste dimensioni non viene visualizzato.
  4. Risonanza magnetica degli organi pelvici. Una donna incinta può lamentare dolore addominale, sangue nelle urine e feci. La risonanza magnetica mostrerà se ci sono indicazioni per il ricovero in ospedale per la conservazione. Il problema è anche causato da cicatrici che rimangono sui tessuti interni se la futura mamma aveva una malattia infettiva.

Preparazione allo studio

Non è necessario prepararsi alla risonanza magnetica.

Ma ci sono alcuni punti a cui dovresti prestare attenzione:

  • per la risonanza magnetica pelvica, è necessario utilizzare un paio di bicchieri d'acqua in anticipo in modo che la vescica sia meglio visibile.
  • La risonanza magnetica mediante contrasto suggerisce un test preliminare sugli allergeni.
  • Prima della procedura, è necessario rimuovere tutti gli oggetti metallici. L'abbigliamento dovrebbe anche essere senza cerniere, bottoni, bottoni. In cosmesi, potrebbero esserci anche particelle metalliche: è meglio non tingere prima di una risonanza magnetica.
  • Non portare telefoni e carte di plastica nella stanza con il tomografo. Potrebbero essere danneggiati a causa dell'esposizione a campi magnetici..
  • in presenza di impianti e tatuaggi, un medico dovrebbe essere avvertito. Molto probabilmente in questo caso, la risonanza magnetica verrà sostituita dalla tomografia computerizzata, che non risponde al metallo.
  • per sicurezza, il paziente dovrà passare attraverso un metal detector prima della procedura.

Procedura

  1. Il paziente giace su un tavolo orizzontale allungabile. La posizione principale è sul retro, ma alle donne incinte è permesso di mentire sul lato sinistro, perché il feto preme con il suo peso e per lungo tempo non mentirai.
  2. Durante lo studio, non puoi muoverti, ciò influisce sulla qualità dei risultati. Ciò è particolarmente importante con la risonanza magnetica della colonna vertebrale. Il paziente è fissato con cinghie e rulli nel collo e negli arti. Puoi bere un sedativo.
  3. Se il tomografo funziona troppo forte, è consentito l'uso di cuffie o tappi per le orecchie.
  4. Il tomografo ha una comunicazione vocale integrata in modo che il paziente possa ascoltare il medico e seguire le sue istruzioni.

Il referto medico e le foto vengono pubblicati il ​​giorno successivo..

Controindicazioni di risonanza magnetica durante la gravidanza

A volte le controindicazioni sono temporanee e possono essere completamente eliminate. Ma ci sono divieti assoluti:

  • stimolatore cardiaco;
  • impianti metallici per qualsiasi scopo;
  • eccesso di peso corporeo, limite massimo consentito - 120 kg.
  • malattia renale cronica, patologie neurologiche, epilessia.
  • tatuaggi con una componente metallica;
  • dispositivo intrauterino, piercing;
  • periodo di riabilitazione dopo interventi sul cuore o sul cervello;
  • claustrofobia;
  • lo stato nervoso della paziente incinta;
  • insufficienza cardiaca.

La risonanza magnetica è una procedura utile per la diagnosi e sicura per i pazienti, ma le donne incinte dovrebbero fare attenzione e non avere la tomografia senza necessità speciale.

Quando una coppia sta pianificando una gravidanza, la tomografia indicherà possibili problemi che potrebbero danneggiare il bambino e la madre. Inoltre, la procedura stessa non influisce sul concepimento. Dopo una risonanza magnetica con un contrasto, è necessario resistere il giorno prima del rapporto in modo che la sostanza venga escreta dall'organismo.

La tomografia può danneggiare durante la gravidanza

Una donna incinta deve rinunciare alla maggior parte dei farmaci e dei servizi medici a causa dei loro effetti negativi sul feto. Pertanto, una risonanza magnetica durante la gravidanza può essere eseguita solo quando assolutamente necessario, in altri casi è meglio rimandare la procedura diagnostica. Scopriremo come la risonanza magnetica degli organi interni della madre influisce sul futuro bambino e se la pianificazione della gravidanza è possibile se la donna ha recentemente eseguito una risonanza magnetica.

Il principio della risonanza magnetica e il suo effetto sul corpo umano

Il metodo di risonanza magnetica si basa sulla risposta dei nuclei di atomi di elementi chimici quando esposti a campi magnetici elevati. Tutti i tessuti umani differiscono nei tipi di cellule di cui sono composti. Le cellule hanno anche differenze nella struttura, quindi reagiscono in modo diverso alle onde elettromagnetiche. Il tomografo cattura accuratamente le risposte degli atomi e le converte in una forma grafica della presentazione delle informazioni. Pertanto, il risultato della diagnosi sono immagini di alta qualità di organi e tessuti interni in varie proiezioni.

Con l'avvento di questo metodo di ricerca nell'uomo, alcune preoccupazioni sono associate. Il termine "radiazione elettromagnetica", "campo magnetico", "tensione" e soprattutto "alta tensione" ha sempre suscitato paura nell'umanità. In precedenza, la procedura diagnostica era chiamata risonanza magnetica nucleare, il che la rendeva ancora più spaventosa: è spaventoso immaginare come le cose che influenzano il livello nucleare possano influenzare una persona. Scopriremo se l'effetto dell'imaging a risonanza magnetica sul corpo è così pericoloso e se è possibile eseguire la risonanza magnetica durante la gravidanza..

Possibili rischi di diagnosi

La gravidanza non è il momento migliore per la sperimentazione. Le donne incinte devono rinunciare a tutto ciò che può influire negativamente sul feto. Questo include anche medicine ed erbe. Ma ci sono patologie che possono causare un bambino non ancora nato più danni rispetto al trattamento di questa malattia. La prescrizione dovrebbe essere giustificata e correlata ai potenziali rischi che comportano. Pertanto, la diagnosi deve essere verificata esaminando attentamente la gestante.

La radiografia è uno dei metodi diagnostici più popolari ed economici. Ma è associato alle radiazioni: durante l'esame, il paziente riceve una dose di radiazioni, che può avere conseguenze negative per la gravidanza, specialmente nelle prime fasi. Pertanto, per una donna incinta, è consigliabile sostituire la radiografia con altri metodi di ricerca relativamente sicuri. Uno di questi è la risonanza magnetica..

La pratica a lungo termine ha dimostrato che la risonanza magnetica è completamente sicura per l'uomo. Pertanto, la diagnosi su un tomografo non danneggia la salute di una donna e del suo bambino non ancora nato. Durante il II e III trimestre di gravidanza, questa procedura è prescritta senza paura. Ma nelle prime fasi della gravidanza (I trimestre), i medici raccomandano di abbandonare la risonanza magnetica, se questo non è urgentemente necessario. Dopotutto, è durante questo periodo che vengono posati tutti gli organi del feto.

Gli studi sugli animali hanno dimostrato che la risonanza magnetica non influisce negativamente sulla gravidanza precoce. Pertanto, nelle prime 12 settimane tale procedura non viene eseguita esclusivamente per motivi di sicurezza: tali esperimenti non sono stati condotti nell'uomo.

Risonanza magnetica e pianificazione della gravidanza

Si raccomanda a una donna che sta pianificando una gravidanza di sottoporsi a esami e fare test per identificare le malattie che potrebbero interferire con il concepimento o la gravidanza di un bambino. E questo è semplicemente necessario se per molto tempo (1 anno o più) non è stata in grado di rimanere incinta. A tal fine, a volte viene prescritta la risonanza magnetica. Usando questo metodo, puoi vedere ciò che la radiografia o l'ecografia degli organi della gestante non mostreranno. Pianificare una gravidanza dopo una risonanza magnetica è immediatamente possibile, poiché la procedura non ha conseguenze per il corpo della donna. Se la diagnosi ha mostrato la presenza di patologie, allora è meglio pianificare il bambino dopo una cura di successo.

La risonanza magnetica durante la pianificazione della gravidanza è il modo migliore per scoprire la presenza di possibili malattie che la futura mamma potrebbe non conoscere. E la salute ideale di una donna riduce significativamente i rischi di avere un bambino con patologie congenite..

A volte capita che subito dopo una risonanza magnetica, una donna nota i primi segni di gravidanza. Ciò significa che la procedura è stata eseguita con un uovo fetale già formato. Ma non devi preoccuparti delle possibili conseguenze per il feto, che ha appena iniziato la sua formazione. Ci sono casi in cui le donne, ignare della loro situazione, sono state esaminate su un tomografo. Hanno dato alla luce bambini sani senza deviazioni, perché la procedura è sicura per tutti.

Quando è necessaria una diagnosi

La risonanza magnetica durante la gravidanza è prescritta solo per confermare o confutare una diagnosi che rappresenta una minaccia per la salute o la vita di una donna incinta o del feto. Permesso:

  • Fare una risonanza magnetica della colonna vertebrale con le sue lesioni e patologie (spostamento dei dischi, ernie intervertebrali);
  • Uno studio degli organi pelvici, se un'ecografia non ha dato i risultati desiderati;
  • RM della testa e del cervello durante la gravidanza, se si sospetta un tumore;
  • Esecuzione di una procedura per rilevare le malattie del sistema nervoso centrale;
  • Esame, se i test non sono normali e le cause delle deviazioni non sono determinate da altri tipi di diagnostica.

Se si sospetta l'oncologia, è possibile eseguire una risonanza magnetica con contrasto per esaminare attentamente le condizioni dei tessuti molli. Questo è l'unico modo per rilevare neoplasie da 1 mm di diametro e determinarne il tipo. Tuttavia, un agente di contrasto è controindicato nel primo trimestre. In un secondo momento, il contrasto è accettabile, ma solo se la donna non è allergica alla composizione del contrasto inserito. È sicuro sia per la madre che per il feto, perché non entra in reazioni all'interno del corpo e viene rapidamente espulso da esso. Ma i dottori sono riassicurati e non hanno fretta di prescrivere uno studio simile alla futura mamma.

Quando viene prescritta una tomografia fetale

Durante la gravidanza, la risonanza magnetica può essere assegnata per esaminare non solo le donne, ma anche il futuro bambino. La necessità di tale procedura sorge se:

  • L'esame ecografico del feto non è possibile a causa dell'obesità della madre.
  • Il feto è posizionato in modo errato, il che rende difficile studiarlo in altri modi.
  • I risultati dello screening hanno mostrato anomalie del feto ed è necessaria la loro conferma o confutazione prima della conclusione artificiale della gravidanza per motivi medici.

Durante la gravidanza, la risonanza magnetica del feto viene eseguita raramente: per monitorare il suo sviluppo, sono sufficienti i dati ottenuti esaminando il sangue della madre e gli ultrasuoni del nascituro. Un tale metodo di ricerca viene utilizzato nei casi in cui sorge la domanda di mantenere o interrompere una gravidanza.

Controindicazioni

Questo tipo di diagnosi è controindicato per una donna incinta nei seguenti casi:

  • C'è un primo trimestre di gravidanza. Questa è una controindicazione relativa, ma di solito i medici ti consigliano di aspettare fino al secondo trimestre.
  • Una donna pesa più di 130-200 kg. Il dispositivo è progettato per un carico specifico, il cui valore massimo varia a seconda dei diversi modelli di tomografi.
  • Una donna ha oggetti metallici che non possono essere rimossi prima della procedura (corone dentali in metallo, impianti, pacemaker e ferri da maglia).
  • La donna incinta soffre di epilessia. Un attacco può verificarsi all'interno del dispositivo, soprattutto se una donna è preoccupata.
  • C'è un'allergia alla composizione del mezzo di contrasto o c'è una storia di asma bronchiale, febbre da fieno (questa controindicazione si applica solo alla risonanza magnetica con contrasto).

Una delle controindicazioni alla risonanza magnetica durante la gravidanza è la claustrofobia (paura degli spazi confinati). All'interno del dispositivo in questo caso, potrebbe provare forte paura, la futura madre non sarà in grado di rimanere immobile. Lo stress è dannoso per il bambino e le immagini sfocate da movimenti caotici non daranno una vera idea della salute della donna incinta. Tuttavia, c'è un'eccezione: questa è una risonanza magnetica del cervello. Può essere eseguito immergendo solo la testa nel tomografo, mentre l'intero corpo rimane fuori e la donna vede lo spazio aperto.

Il mito principale della risonanza magnetica è che la procedura è di vitale importanza per il paziente se decide di farlo con impianti o altri oggetti metallici. Le persone raccontano storie che il metallo è rovente, lascia ustioni e talvolta oggetti metallici esplodono dal corpo sotto l'influenza di un campo magnetico ad alta intensità. Ma tutto ciò è finzione. La presenza di metallo nella risonanza magnetica non danneggerà nemmeno una donna incinta e il suo feto. L'unica conseguenza possibile sono risultati di ricerca distorti. Ma questo è solo se si tratta di un ferromagnete in metallo. Altri metalli non influiscono sull'affidabilità della diagnosi. Pertanto, verifica con il tuo medico di cosa sono fatte le dentiere o le parentesi graffe.


La risonanza magnetica durante la gravidanza è sicura sia per il feto che per la futura mamma. Questo studio fornisce informazioni più accurate rispetto ad altri metodi diagnostici. Ma per motivi di sicurezza durante il periodo di gravidanza, viene prescritto solo in situazioni eccezionali. Ad esempio, se i risultati degli ultrasuoni mostrano malformazioni del feto. In questo caso, la RM è necessaria per prendere la decisione giusta e razionale sulla conservazione o l'interruzione della gravidanza.

Imaging a risonanza magnetica durante la gravidanza: possibili danni

Durante la gravidanza, è necessario controllare il processo di sviluppo fetale e le condizioni della futura mamma. Nei casi in cui gli esami e le analisi tradizionali non sono informativi, eseguire la risonanza magnetica. Tuttavia, la RM è sicura durante la gravidanza??

È possibile eseguire la tomografia per le donne in gravidanza?

La risonanza magnetica quando si trasporta un bambino è una procedura diagnostica accettabile, tuttavia, deve essere concordata con il medico che guida il paziente.

L'evento descritto non è pericoloso sia per il corpo della madre che per il nascituro, perché i fenomeni di risonanza non hanno un effetto pericoloso che potrebbe portare a conseguenze indesiderate.

Il metodo è relativamente giovane e al momento non ci sono prove scientifiche affidabili dell'effetto negativo delle onde magnetiche su una donna e un bambino durante il suo sviluppo intrauterino. Studi simili su popolazioni animali sono stati condotti senza effetti avversi..

Perché la tomografia per le donne in gravidanza?

La gravidanza non è una patologia, tuttavia, la condizione della donna e del nascituro richiede un atteggiamento parsimonioso. La tomografia magnetica viene eseguita per le future mamme in casi estremi - se necessario, una diagnosi dettagliata dei processi patologici nel corpo di una donna e del feto.

Foglio letture

Se è impossibile diagnosticare un organo specifico con altri metodi, è possibile indicare una diagnosi di risonanza magnetica. Stiamo parlando di casi clinici con il sospetto della formazione di tumori benigni o maligni, di lesioni gravi per la salute, nonché di un periodo di esacerbazione di malattie croniche o comparsa di malattie gravi (ictus).

La risonanza magnetica può essere indicata per:

  • sospetto della formazione di gravi patologie dello sviluppo del bambino in condizioni di impossibilità di ottenere un quadro clinico completo mediante ultrasuoni;
  • l'impossibilità di condurre un'ecografia a causa del sovrappeso della madre;
  • posizione non riuscita del bambino per l'esame ecografico alla fine della gravidanza.

Secondo le statistiche, quasi il 21% dei casi di rilevazione della diagnosi mediante ultrasuoni, che mostra l'interruzione della gravidanza in corso, sono stati confutati dopo un ulteriore studio di risonanza magnetica.

Risonanza magnetica precoce

In assenza di urgenza, pericolo per la salute o la vita, i medici non prescrivono una risonanza magnetica. Tuttavia, ciò costituisce in larga misura un'assicurazione aggiuntiva anziché prevenire il pericolo per il bambino.

Non esiste una strategia medica speciale per l'azione (prescrizione di farmaci) in situazioni in cui una donna ha effettuato una risonanza magnetica senza sospettare una gravidanza.

Le paure generali dei medici riguardo alla risonanza magnetica all'inizio della gravidanza possono essere attribuite al fatto che in questa fase dello sviluppo, il feto non ha una guaina protettiva ed è esposto all'esterno.

Se ci sono indicazioni per la scansione all'inizio della gravidanza, i medici preferiscono usare la risonanza magnetica anziché la TC a causa dell'innocuità del campo magnetico, in contrasto con le radiazioni a raggi X da un tomografo computerizzato.

Il metodo diagnostico più dannoso

Le statistiche dicono: i bambini che hanno subito una risonanza magnetica durante l'utero non hanno successivamente patologie dello sviluppo.

Limitazioni dello studio

Ci sono controindicazioni assolute e relative all'esame. Per chiarezza, li scriveremo nella tabella seguente:

AssolutoParente
- stimolatore cardiaco
- impianti nel corpo (metallo, ferromagnetico, elettronico)
- Apparato di Ilizarov
- peso del paziente superiore a 120 kg
- claustrofobia (è possibile la tomografia a caratteri aperti)
- tatuaggi sul corpo del paziente (in presenza di composti metallici nei coloranti)
- condizioni inadeguate del paziente
- gravi condizioni di una donna
- sistemi di staffe, dentiere sui denti
- necessità di monitoraggio
- 1 trimestre di gravidanza
- protesi valvolari, stimolanti nervosi, dispositivo intrauterino

Nel caso della tomografia magnetica che utilizza il contrasto, le restrizioni assolute includono anche: il periodo di gravidanza, malattia emolitica, insufficienza renale.

Caratteristiche dello studio per le future mamme

Una delle caratteristiche della diagnosi delle donne in posizione è l'incapacità di trovare la futura mamma nella posizione di "sdraiarsi sulla schiena" mentre la gravidanza avanza. Quando si esegue una risonanza magnetica durante la gravidanza, il paziente può mentire sul lato sinistro.

Al fine di evitare la comparsa di disagio nel processo di trovarsi in uno spazio limitato, il paziente viene posizionato in avanti nell'apparato. Lo studio inizia solo dopo che il bambino ha smesso di muoversi.

Gli esperti raccomandano una risonanza magnetica per le donne in gravidanza al mattino o alla sera, perché durante questi periodi il bambino è più calmo.

Ricerca sul cervello

La diagnosi di risonanza magnetica del cervello durante la gravidanza è indicata nei seguenti casi clinici:

  • neoplasie nella zona locale;
  • patologia del sistema vascolare del cervello;
  • disturbi della ghiandola pituitaria;
  • fallimenti nella circolazione sanguigna del cervello;
  • lesioni cerebrali traumatiche;
  • malattie del sistema nervoso centrale;
  • forte mal di testa di natura oscura.

La diagnostica viene eseguita in modalità tradizionale. In caso di probabilità di sviluppare un attacco di claustrofobia, vale la pena usare attrezzature aperte.

Esame della colonna vertebrale incinta

È possibile eseguire la risonanza magnetica della colonna vertebrale nelle donne in posizione. I pazienti spesso ricorrono a tale procedura durante questo periodo di vita. Questo fatto è spiegato dal crescente carico sulla colonna vertebrale man mano che il feto cresce, il che stimola la manifestazione di patologie neurologiche..

I sintomi di base in questi casi sono indolenzimento e disagio. Tra le indicazioni comuni per il sondaggio:

  • ernia intervertebrale;
  • osteocondrosi;
  • tumori maligni nell'area locale.

Indipendentemente dalla posizione della donna all'interno del tomografo, i risultati della risonanza magnetica saranno informativi.

Tomografia magnetica del feto

Durante il periodo di gestazione, il medico può mostrare una risonanza magnetica del feto. Questa misura è necessaria per diagnosticare lo sviluppo di patologie incompatibili con la vita del bambino..

La procedura viene eseguita, di solito al mattino. Allo stesso tempo, il comfort psicologico e uno stato di fiducia della madre sono raggiunti attraverso la presenza di parenti o il nascituro del bambino.

Se è stata identificata una patologia incompatibile con la vita del feto o della madre, la responsabilità dei medici include un avvertimento sulle probabili conseguenze di ulteriori eventi. Inoltre, la decisione presa dai genitori è volontaria.

RM a contrasto

Nella pratica medica, un'immagine precisa e chiara durante uno studio di RM può essere ottenuta usando un mezzo di contrasto chiamato gadolinio. Tuttavia, a causa del fatto che il componente ha la capacità di superare la barriera placentare e non ci sono dati affidabili sugli effetti sulla formazione del feto, la RM con il contrasto è vietata per l'uso da parte di donne in gravidanza.

Tomografia e pianificazione della gravidanza

Se ritieni che le statistiche e l'opinione della maggior parte degli specialisti tecnici, la diagnostica MRI sia innocua per il corpo e non influisca sul processo di preparazione al concepimento. Al contrario, la risonanza magnetica aiuta a diagnosticare patologie emergenti che interferiscono con il concepimento senza la formazione di una terapia appropriata. In tali circostanze, la tomografia magnetica può essere considerata una necessità durante la pianificazione della gravidanza..

Quanto tempo dopo la procedura puoi rimanere incinta

Gli esperti affermano che la diagnostica MRI durante la pianificazione della gravidanza può essere eseguita in qualsiasi momento. Secondo le statistiche mediche, la tomografia magnetica non influisce negativamente sulla funzione riproduttiva di una donna, indipendentemente dal suo genere.

Servizi e costi

A causa dell'elevato costo dell'attrezzatura diagnostica MRI, non tutte le strutture sanitarie dispongono dell'attrezzatura adeguata. Ciò è rilevante in relazione ai centri statali e regionali..

Organizzazioni commerciali e agenzie governative nelle grandi città conducono sondaggi simili..

Il prezzo varia a seconda dello stato della clinica, dell'area di studio e dell'attrezzatura utilizzata. Nelle istituzioni pubbliche, la diagnostica MRI costerà una donna incinta di 4-9 mila rubli. Nelle cliniche private, il prezzo è alquanto caro: una donna deve pagare per la diagnosi di circa 11 mila rubli. Questa differenza di prezzo è spiegata dalle qualifiche del personale medico addetto, dalla politica dei prezzi del centro e dal livello delle attrezzature utilizzate.

L'esame gratuito è possibile se il tipo di servizi descritto è incluso nella polizza assicurativa del paziente.

La diagnosi di risonanza magnetica delle donne in gravidanza, come nei casi tradizionali, è un metodo efficace che viene utilizzato per la diagnosi dettagliata delle condizioni del feto e della donna incinta. Cercano di non prescrivere lo studio a una donna nelle prime fasi della gravidanza; nel caso di pazienti in posizione, non ricorrono alla procedura con contrasto.

Le caratteristiche diagnostiche delle gestanti sono ridotte alla possibilità di modificare la posizione del paziente all'interno del tomografo (da dietro a lato) e di condurre ricerche in determinati periodi della giornata (quando il feto è meno attivo). A causa della mancanza di prove degli effetti avversi della tomografia magnetica sul sistema riproduttivo delle donne, la pianificazione della gravidanza non è un motivo per rifiutare di condurre un esame.

Up