logo

Migliaia di articoli e monografie sono stati scritti sui benefici e sui pericoli dell'alcol, ma la questione del consumo e delle norme rimane aperta. Questo articolo risponderà alla domanda se è possibile bere il vin brulè. Saranno considerati vari casi speciali, ad esempio, è possibile bere una bevanda a scopi medicinali, è possibile includere tali bevande nella dieta di una donna incinta, bambini.

Informazione Generale

La storia del vin brulé risale all'antica Roma: per conferire al vino un gusto speciale e preservarne le proprietà utili, vi furono aggiunte varie spezie.

Più tardi, nel Medioevo, gli europei iniziarono a riscaldare un vino simile con le spezie per dargli un gusto ancora più raffinato. Il nome di questa bevanda si traduce come "vino caldo".

La prima ricetta del vin brulè, compilata nel XIV secolo e raggiunta ai nostri tempi, è considerata tradizionale e semplice: cannella, zucchero, zenzero, pepe nero, noce moscata vengono aggiunti al vino rosso.

Da allora, il vin brulè è diventato una delle bevande "invernali" più amate nella maggior parte dei paesi europei, ognuna delle quali ha la sua ricetta per questa bevanda, e negli ultimi anni il "vino caldo" ha facilmente messo radici nel nostro paese.

Storia delle origini

Un famoso cocktail invernale di vino e spezie - vin brulè - ha i suoi vantaggi e le sue caratteristiche.

Con l'inizio del freddo, c'è il desiderio di coccolarti con il vin brulè, soprattutto se fa freddo durante una passeggiata.

Il vin brulè viene preparato sulla base di vini, succhi, spezie e frutta. Il vin brulé, i suoi benefici e i suoi danni vanno di pari passo, come tutte le bevande, il cui componente principale è una bevanda alcolica.

La presenza di etanolo in esso dilata i vasi sanguigni, aumentando la circolazione sanguigna, il che è molto buono se una persona è super raffreddata.

Le spezie - cannella, chiodi di garofano, zenzero, cardamomo, pimento - sono un'intera fonte di aromi e proprietà utili.

Ognuno di essi a modo suo aromatizza la bevanda con aroma e gusto, rendendola non solo calda, ma anche rilassante, stimolante dell'appetito, della vitalità, ecc..

Quando si utilizza il vin brulé, i benefici e i danni dipendono principalmente da come moderatamente usarlo..

In media, un classico cocktail caldo ha una forza di circa 10-12◦.

La dose sicura per il suo utilizzo è di circa 300 ml per il sesso più debole e 450 ml per il forte.

Se ti attieni a questa quantità di vin brulé, non farà alcun danno al corpo..

Le proprietà benefiche del vin brulè si espandono se includono succhi naturali, frutta e miele.

Vin brulè durante la gravidanza

Il vin brulé stesso ha una serie di proprietà utili:

  • è un mezzo per prevenire i raffreddori;
  • aumenta il livello di interferone nel sangue;
  • aiuta a rafforzare l'immunità;
  • ripristina la forza;
  • ha un effetto antisettico (a causa del vino rosso);
  • riscalda e tonifica (grazie alle spezie).

Tuttavia, ci sono controindicazioni: poiché il vin brulè contiene alcol e spezie che possono causare indigestione, la sua quantità per sera non deve superare più di due bicchieri.

Inoltre, non vale assolutamente la pena consumare questa bevanda per diabetici insulino-dipendenti, bambini di età inferiore ai diciotto anni, persone che guidano veicoli, nonché donne in gravidanza e in allattamento.

Ogni futura mamma si assicura che il bambino sia nato sano. E anche se c'è un'opinione che mezzo bicchiere di vino rosso non danneggerà il bambino e che "se lo vuoi davvero, puoi", vale la pena pensarci cento volte prima di consumare determinati cibi e bevande.

Il piacere di questo sarà fugace, ma le conseguenze potrebbero non essere molto piacevoli: dalle varie patologie dello sviluppo in un bambino alle malformazioni congenite.

Certo, ogni donna decide per se stessa, tuttavia è meglio trovare un'alternativa al desiderio "dannoso" piuttosto che incolpare se stessa per la sua frivolezza.

Per quanto riguarda il vin brulè, un'alternativa alla versione classica di questa bevanda può essere il vin brulè analcolico, che in quantità moderate non è controindicato per le donne in gravidanza!

Vin brulè analcolico - Programma medici

Come migliorare le proprietà benefiche del vin brulè?

Perché il vin brulè è utile?

È utile per quei componenti che sono inclusi in esso. Vino rosso secco di alta qualità: un deposito di oligoelementi e antiossidanti!

A piccole dosi, è in grado di combattere il colesterolo, liberando i vasi dalla loro presenza, stimolare l'appetito, distruggere batteri e virus, rafforzare l'immunità, ripristinare la forza e far fronte all'insonnia.

Cosa è più utile per il vin brulè? Certo, quelle vitamine e oli essenziali che fanno parte delle spezie utilizzate per farlo!

La cannella non solo dà un gusto e un aroma dolci, ma riduce anche il rischio di aterosclerosi, lo zenzero accelera i processi metabolici nel corpo, aiuta a far fronte ai cibi grassi, il cardamomo ha anche un grande effetto sul sistema digestivo.

Inoltre, le spezie migliorano l'azione dell'etanolo, espandendo i vasi sanguigni, mentre questa azione è più lunga.

C'è una domanda in azienda, è possibile per le donne incinte vin brulè? Una donna che si prepara a diventare madre può bere solo vin brulè analcolico.

Sono preparati sulla base di succhi e spezie naturali. In questo caso, non essere molto zelante con le spezie, poiché alcuni di essi possono causare bruciore di stomaco, sanguinamento e altre conseguenze negative in una donna incinta.

Spezie come zenzero, foglie di alloro, ecc. Dovrebbero essere evitate..

Modi da usare

Esistono diverse opzioni per il vin brulé analcolico, il cui ingrediente principale è il componente che sostituisce il vino.

Molto spesso, i succhi sono la base per tale vin brulè:

Il tè all'ibisco può anche essere un'ottima base per un tale drink..

È un errore pensare che la mancanza di alcol possa peggiorare il gusto del vin brulè. Al contrario, tale bevanda è considerata ancora più utile, con varie qualità toniche, fredde, rinfrescanti e di altro tipo, a seconda della sua componente principale.

Il più utile per le future mamme è il vin brulè al melograno analcolico, poiché il succo di melograno è ampiamente noto per le sue proprietà benefiche..

La ricetta per questa bevanda è molto semplice:

  • versare 1 litro di succo di melograno, duecento millilitri d'acqua in una casseruola;
  • aggiungere tre o quattro chicchi di cardamomo, un bastoncino di cannella, uno o due bastoncini di chiodi di garofano, scorza d'arancia, noce moscata (sulla punta di un coltello);
  • la miscela viene riscaldata, aggiungi un paio di cucchiai di miele e mescola fino a completa dissoluzione.

Il più comune è il vin brulè analcolico:

  • 1 arancia e mezzo limone vengono tagliati a fette, 1 mela - a fette, messi in una padella;
  • aggiungere tre o quattro piselli di pimento, due o tre gemme di chiodi di garofano; un cucchiaino di cannella; mezzo cucchiaino di zenzero;
  • versare il succo d'uva (1,5 l), riscaldare;
  • aggiungere tre cucchiai di miele, mescolare fino a completa dissoluzione.

Durante la preparazione del vin brulè, vale la pena assicurarsi che non bolle in ogni caso!

La bevanda aromatica viene versata in bicchieri di vetro alti e un delizioso biscotto di pan di zenzero, tagli di formaggio o carne sarà un'aggiunta eccellente ad esso..

Gravidanza e vin brulè

Gravidanza e vin brulè

Quando si invitano gli ospiti alle riunioni serali con vin brulè, è necessario sapere se il vin brulè è utile a tutti i propri ospiti.

Se ci sono bambini e donne incinte tra gli ospiti, allora vale la pena preparare separatamente per loro una versione analcolica di vin brulè.

Quindi la domanda è: è possibile bere il vin brulé durante la gravidanza scompare!

In effetti, in un cocktail caldo analcolico ci saranno solo succhi naturali, frutta, frutta secca e spezie! Vantaggio solido!

La principale minaccia all'uso del vin brulè nella versione classica è la presenza di alcol in esso.!

Dopo tutto, è lui che è controindicato nelle donne in gravidanza, nelle madri che allattano e nei bambini! Ora sai se puoi bere vin brulè per le donne incinte e come trattare la tua ospite incinta!

Misure precauzionali

Le donne incinte non devono lasciarsi trasportare e consumare anche vin brulé analcolico in grandi quantità.

Inoltre, alcuni punti da considerare:

  • se c'è una predisposizione alle allergie, non usare gli agrumi nella ricetta;
  • nelle prime fasi della gravidanza, la cannella non deve essere aggiunta alla bevanda, in quanto può stimolare le contrazioni uterine e provocare un aborto spontaneo.

Alla fine della gravidanza, dopo aver consultato il medico, è possibile aggiungere una piccola quantità di cannella alla bevanda.

Oggi, il vin brulé può essere tranquillamente definito una delle bevande più affascinanti e magiche. Nel tempo, gli amanti del "vino caldo" stanno diventando sempre più numerosi e le sue opzioni di cottura stanno diventando sempre più diverse.

Il vin brulè analcolico è un'ottima alternativa alla bevanda classica, preferita per le donne in gravidanza, non inferiore al gusto.

Vin brulè - una bevanda con l'aroma del Natale. Il programma "Vivere in salute!"

Ricetta video

È possibile bere vin brulé per bambini

Il vino rosso con cannella, limone, cardamomo e altre spezie quando riscaldato inizia a emettere un aroma straordinario che attira tutte le famiglie, senza eccezioni, compresi i minori. Ma devi pensarci cento volte prima di offrire una tazza di vin brulé a tuo figlio, indipendentemente dal fatto che il bambino vada all'asilo o sia al liceo.

Ai giovani eredi può essere offerta una versione analcolica del vin brulè, che viene preparato utilizzando le stesse tecnologie, ma il vino rosso viene sostituito con succo di ciliegia o mela. Proprio come l'alcol, non è necessario bollire il succo, scaldarlo bene, aggiungere miele, limone, mandarini o arance a fette. Come aromi naturali, puoi aggiungere cannella, chiodi di garofano, pimento nei piselli.

Come cucinare il vin brulé in casa ricetta analcolica

La bevanda è così gustosa che è improbabile che i membri adulti della famiglia trovino la forza per abbandonarla. È chiaro che il nome "vin brulè analcolico" non sarà corretto (quasi come l'alcool analcolico). Pertanto, è possibile annunciare un concorso per il miglior nome per una nuova bevanda straordinaria fatta secondo una ricetta originale inventata da tutta la famiglia..

Posso bere vin brulé scaduto

Il vin brulé, come altri prodotti alimentari, ovviamente, ha una sua shelf life, a volte viene trovata una bottiglia di una bevanda magica, nascosta per le vacanze e dimenticata, e quindi sopravvissuta alla shelf life. Ne vale la pena bere freddo o secondo la classica ricetta riscaldata, o, in generale, trovare un altro uso per esso.

Non esiste una risposta definitiva, la data di scadenza indica solo che la qualità del prodotto può cambiare e leggermente o radicalmente. Pertanto, il consumatore deve assumersi la responsabilità, decidere da solo se è pronto a rischiare la propria salute. A proposito, il gusto e la qualità del vin brulé possono cambiare in peggio anche prima della data di scadenza se le condizioni di conservazione non sono state soddisfatte (temperatura, umidità, illuminazione, ecc.).

Se il vin brulè è stato conservato in condizioni normali, ma è trascorsa la data di scadenza, puoi provare a valutarne l'aspetto: colore, aroma, gusto, inoltre, in forma fredda e riscaldata. Se non sono visibili deviazioni speciali, perché non continuare la degustazione. Se il colore è cambiato, la bevanda appare torbida, con fiocchi o sospensione precipitati, ha un odore e un'acidità non molto piacevoli, quindi è meglio rifiutarsi di usarlo.

Il vin brulè è una delle invenzioni più importanti dell'umanità; rende la nostra vita più luminosa, più profumata, più gustosa, più satura. Ma ci sono alcuni momenti in cui l'uso del vino caldo, riscaldato con spezie e frutta, dovrebbe essere affrontato con cautela.

Ora capisci se è possibile bere il vin brulè in determinate condizioni? Come lo bevi tu stesso? Dai ai bambini analcolici? Lascia la tua opinione o recensione per tutti sul forum.

È possibile per le donne incinte vin brulè sul vino?

Vin brulè durante la gravidanza: inverno, magico, analcolico! È possibile per le donne incinte vin brulè

Spesso, le madri a cui piace indulgere in alcol, sono interessate a un ginecologo, se è possibile bere birra analcolica o champagne durante la gravidanza. È opinione diffusa che tali bevande non siano solo innocue, ma anche in qualche misura utili. Nonostante il fatto che in tali prodotti la gradazione alcolica non superi lo 0,5%, deve essere consumata con estrema cautela.

Ciò è dovuto alle seguenti funzionalità:

  • nella produzione di vino e birra analcolici, vengono utilizzati componenti chimici e conservanti, a causa dei quali avviene il processo di schiumatura e la durata di conservazione della bevanda.Gli ingredienti sintetici possono influire negativamente non solo sulle condizioni del feto, ma anche sulla futura madre;
  • tracce di zolfo o muffa sono spesso presenti in tali bevande, che possono causare una grave reazione allergica;
  • a differenza dei vini ordinari, quelli analcolici vengono conservati non troppo a lungo e si deteriorano più velocemente. Ecco perché devi monitorare costantemente la data di scadenza della bevanda, altrimenti puoi essere molto avvelenato.

Se una donna vuole bere un po 'di vino nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, è meglio scegliere non un normale alcolico, ma un normale vino di alta qualità.

Il vin brulè è una meravigliosa bevanda aromatica che può scaldarci nelle serate autunnali più fredde. Ma a volte, a causa di varie circostanze, è necessario rifiutarlo a causa dell'alcool in esso contenuto. In questi casi, puoi preparare un cocktail analcolico in modo da non negarti una bevanda piccante. Come cucinare tale vin brulé a casa e su altre caratteristiche della bevanda nel nostro materiale.

Solo una tazza di vin brulè darà comfort e calore. Spezie piccanti con una leggera acidità astringente di succo di frutta, riscaldate alla temperatura ottimale, rivelano un aroma ricco e danno un piacevole retrogusto.

Nonostante l'assenza di alcol, una bevanda del genere dilata perfettamente i vasi sanguigni e accelera la circolazione sanguigna, che consente di riscaldarsi dall'interno. Ecco perché il vin brulè viene spesso venduto alle fiere invernali. Non è solo gustoso, ma anche una bevanda salutare. Lo zenzero e le spezie inclusi nel cocktail rafforzano le difese del corpo.

Quindi una bevanda del genere può essere utilizzata come profilassi contro i raffreddori nella stagione fredda.

Pertanto, per coloro che controllano la loro alimentazione, è meglio scegliere una ricetta per una bibita dietetica con ibisco. Ma queste non sono tutte le insidie ​​di un cocktail profumato. A causa delle spezie, contiene una grande varietà di oli essenziali che possono causare una reazione allergica..

Dovresti fare attenzione quando sei soggetto ad allergie, così come alle donne in gravidanza e in allattamento.

  • I componenti centrali che modellano il gusto di una bevanda sono: base (vino o succo), chiodi di garofano e cannella. Il resto viene aggiunto come desiderato..
  • Tutte le spezie sono meglio utilizzate nel loro insieme (non macinate) in modo che la bevanda possa essere facilmente filtrata.
  • Per migliorare la dolcezza, puoi aggiungere miele o zucchero. Controlla prima se tutti gli ospiti amano il vin brulè dolce. Se le opinioni sono divise, allora il miele o lo zucchero possono essere messi in una tazza per ogni ospite prima di servire.
  • Per evitare che il vin brulé assaggi “cotto”, non aumentare la temperatura di riscaldamento a più di 75 gradi e non riscaldare. E affinché le spezie rivelino meglio il loro gusto, devono essere diluite separatamente in una piccola quantità di acqua.
  • Quando il vino viene riscaldato, gli spiriti iniziano ad evaporare da esso, il che riduce la forza della bevanda. Per evitarlo, coprilo sempre..
  • Per il vin brulè analcolico, è adatto qualsiasi succo di frutta o bacche, ad esempio uva, mela, ciliegia, melograno o mora.
  • Nei supermercati del dipartimento di generi alimentari è possibile trovare la miscela finita per il vin brulè. Ha un vantaggio significativo: contiene una varietà di spezie. Se fai raramente una bevanda del genere, la miscela avrà un costo inferiore rispetto all'acquisto del resto dei condimenti separatamente. Ma c'è un aspetto negativo: non puoi "creare" e creare la tua versione della bevanda con le tue spezie preferite.
  • Succo di frutta - 1000 ml;
  • Acqua - 200 ml;
  • Garofano - 4 gemme;
  • Cannella - 1 stick;
  • Radice di zenzero - 2 centimetri;
  • Anice stellato - 2 pezzi.;
  • Sbucciare 1 limone;
  • Miele, da assaggiare.

Versa dell'acqua nella padella, quindi aggiungi tutte le spezie. Macina la buccia di limone e lo zenzero. Invia tutto in acqua per condire. Portare a ebollizione a fuoco lento e cuocere a fuoco lento (circa 10 minuti), in modo che le spezie rivelino il loro aroma e sapore.

Aggiungi il miele, mescola fino a completo scioglimento, quindi versa il succo. Scaldare l'intera miscela con il succo ad una temperatura di circa 70 gradi.

Secondo la ricetta classica, il vin brulè analcolico è pronto e devi solo filtrarlo attraverso un filtro e versarlo in circoli.

  • Succo di frutta - 1000 ml;
  • Acqua - 200 ml;
  • Mela - 2 pezzi.;
  • Arancione - 1 pz.;
  • Uvetta - 4 cucchiai. cucchiai;
  • Radice di zenzero - 2 cm;
  • Anadye - 2 stelle;
  • Garofano - 3 gemme;
  • Cardamomo - 2 chicchi;
  • Cannella: sulla punta di un coltello;
  • Noce moscata: sulla punta di un coltello;
  • Miele, da assaggiare.

Tagliamo l'arancia a metà e ne tagliamo diverse fette rotonde in base al numero di ospiti per la decorazione. Tagliare le rimanenti arance e mele, tre zenzero, aggiungere tutte le spezie, riempire con acqua e dare fuoco.

Quindi puoi andare in 2 modi: fai bollire e lascia fermentare per un'ora, oppure fai sobbollire per circa 10 minuti a fuoco basso. Quando i condimenti rivelano il loro aroma, puoi aggiungere del succo. Non appena le prime bolle e vapore scompaiono, il vin brulé deve essere rimosso dal fuoco.

La bevanda piccante è pronta! Colare o lasciare fette di frutta come decorazione.

  • Karkade (fiori di rosa sudanese) - 4 cucchiai;
  • Acqua - 1000 ml;
  • Garofano - 4 gemme;
  • Cannella - 1 stick;
  • Zenzero - 2 cm;
  • Noce moscata - sulla punta di un coltello.

Metti tutte le spezie nella padella e aggiungi acqua. Portare a ebollizione a fuoco basso e lasciar cuocere a fuoco lento per 7-10 minuti. Trascorso questo tempo, aggiungi il tè di ibisco all'acqua e continua a bollire per altri 3 minuti. Lasciare fermentare per 20 minuti per creare una bella tonalità rubino, quindi versarlo in porzioni in tazze.

Di norma, il vin brulè è una bevanda per incontri piacevoli con gli amici. È necessario berlo a piccoli sorsi, ogni volta assaporando un gusto ricco. Puoi usare una cannuccia spessa.

Se stai servendo un frullato caldo con fette di frutta, metti 2 provette in una tazza in modo che la pressione sia ancora e più facile da bere. I migliori utensili da vin brulè saranno tazze di vetro spesso con una maniglia.

Una bevanda del genere è bellissima in un bicchiere irlandese a forma di tulipano su una gamba corta con una maniglia.

Le tazze sono decorate con fettine di arancia, nella cui scorza puoi attaccare uno spicchio da sedimenti tesi. Per decorare il bordo del bicchiere in "brina", immergi il bicchiere poco profondo nell'acqua, quindi immergi lo zucchero e solo allora versa la bevanda.

Tradizionalmente, il vin brulè viene servito su una tavola dolce e pasticcini. Il cioccolato fondente, il pan di zenzero, lo strudel di mele o le noci saranno un ottimo spuntino. Il formaggio a pasta dura è ottimo anche per il gusto speziato della bevanda. Se il tuo cocktail non è troppo dolce con una piacevole astringenza, allora può essere servito con piatti principali. Il gusto speziato si abbina bene con selvaggina o bistecche..

Naturalmente, il vin brulè analcolico ha un sapore tutt'altro che tradizionale, la cui base è il vino. Ma come bevanda indipendente è molto buono: corroborante e allo stesso tempo rilassante, dolce e allo stesso tempo aspro e speziato. Rendi felici i tuoi ospiti preparando vin brulè per una cena comune!

La storia del vin brulé risale all'antica Roma: per conferire al vino un gusto speciale e preservarne le proprietà utili, vi furono aggiunte varie spezie.

Più tardi, nel Medioevo, gli europei iniziarono a riscaldare un vino simile con le spezie per dargli un gusto ancora più raffinato. Il nome di questa bevanda si traduce come "vino caldo".

La prima ricetta del vin brulè, compilata nel XIV secolo e raggiunta ai nostri tempi, è considerata tradizionale e semplice: cannella, zucchero, zenzero, pepe nero, noce moscata vengono aggiunti al vino rosso.

Da allora, il vin brulè è diventato una delle bevande "invernali" più amate nella maggior parte dei paesi europei, ognuna delle quali ha la sua ricetta per questa bevanda, e negli ultimi anni il "vino caldo" ha facilmente messo radici nel nostro paese.

  1. Non è necessario acquistare miscele già pronte per vin brulè, ma scegli separatamente cardamomo, chiodi di garofano secchi, un bastoncino di cannella, ecc..
  2. Le spezie vengono utilizzate gemme intere, bacchette o foglie - le spezie macinate rendono il vin brulè fangoso, è difficile filtrarlo.
  3. Quasi tutte le ricette di vin brulé hanno chiodi di garofano e cannella. È grazie a loro che il vin brulé è così profumato.
  4. Tutte le ricette di vin brulé sono suddivise condizionatamente in non diluite e diluite con acqua (non più di un bicchiere d'acqua per litro di vino). L'acqua rende il cocktail meno saturo. In un vin brulè con acqua, le spezie vengono prima riscaldate, quindi aggiungo vino e alla fine - il miele.
  5. Prima di bere vino caldo, insistere per non più di 15 minuti.
  6. Secondo gli standard tedeschi inespressi, una bevanda al vino con spezie con una forza inferiore al 7% non è più vin brulè.
  7. La bevanda calda finita viene filtrata attraverso un filtro.
  8. Il vin brulè viene cotto in porzioni per un certo numero di persone.

Il vin brulè è una bevanda popolare prodotta con vino rosso, a volte a base di succo o vino analcolico..

I fan di questa bevanda si chiedono se il vin brulè può essere per una madre che allatta. Dopotutto, è costretta a rifiutare determinati tipi di alimenti e alcol in modo che le sostanze nocive non vengano trasmesse attraverso il latte al bambino.

Argomento interessante, capiamo.

Il nome della bevanda deriva dalla lingua tedesca, che significa vino caldo.

Il vin brulè è perfetto per lunghe serate invernali. È in grado di riscaldare non solo il corpo, ma anche l'anima. La ricetta classica per questa bevanda comprende vino rosso e condimenti..

Ci sono una serie di regole che devono essere seguite durante la preparazione del vin brulè..

Informazione Generale

Più tardi, nel Medioevo, gli europei iniziarono a riscaldare un vino simile con le spezie per dargli un gusto ancora più raffinato. Il nome di questa bevanda si traduce come "vino caldo".

Da allora, il vin brulè è diventato una delle bevande "invernali" più amate nella maggior parte dei paesi europei, ognuna delle quali ha la sua ricetta per questa bevanda, e negli ultimi anni il "vino caldo" ha facilmente "messo radici" nel nostro paese..

Modi da usare

Esistono diverse opzioni per il vin brulé analcolico, il cui ingrediente principale è il componente che sostituisce il vino.

Molto spesso, i succhi sono la base per tale vin brulè:

Il tè all'ibisco può anche essere un'ottima base per un tale drink..

È un errore pensare che la mancanza di alcol possa peggiorare il gusto del vin brulè. Al contrario, tale bevanda è considerata ancora più utile, con varie qualità toniche, fredde, rinfrescanti e di altro tipo, a seconda della sua componente principale.

Il più utile per le future mamme è il vin brulè al melograno analcolico, poiché il succo di melograno è ampiamente noto per le sue proprietà benefiche..

La ricetta per questa bevanda è molto semplice:

  • versare 1 litro di succo di melograno, duecento millilitri d'acqua in una casseruola;
  • aggiungere tre o quattro chicchi di cardamomo, un bastoncino di cannella, uno o due bastoncini di chiodi di garofano, scorza d'arancia, noce moscata (sulla punta di un coltello);
  • la miscela viene riscaldata, aggiungi un paio di cucchiai di miele e mescola fino a completa dissoluzione.

Il più comune è il vin brulè analcolico:

  • 1 arancia e mezzo limone vengono tagliati a fette, 1 mela - a fette, messi in una padella;
  • aggiungere tre o quattro piselli di pimento, due o tre gemme di chiodi di garofano; un cucchiaino di cannella; mezzo cucchiaino di zenzero;
  • versare il succo d'uva (1,5 l), riscaldare;
  • aggiungere tre cucchiai di miele, mescolare fino a completa dissoluzione.

Durante la preparazione del vin brulè, vale la pena assicurarsi che non bolle in ogni caso!

La bevanda aromatica viene versata in bicchieri di vetro alti e un delizioso biscotto di pan di zenzero, tagli di formaggio o carne sarà un'aggiunta eccellente ad esso..

Misure precauzionali

Le donne incinte non devono lasciarsi trasportare e consumare anche vin brulé analcolico in grandi quantità.

Inoltre, alcuni punti da considerare:

  • se c'è una predisposizione alle allergie, non usare gli agrumi nella ricetta;
  • nelle prime fasi della gravidanza, la cannella non deve essere aggiunta alla bevanda, in quanto può stimolare le contrazioni uterine e provocare un aborto spontaneo.

Alla fine della gravidanza, dopo aver consultato il medico, è possibile aggiungere una piccola quantità di cannella alla bevanda.

Oggi, il vin brulé può essere tranquillamente definito una delle bevande più affascinanti e magiche. Nel tempo, gli amanti del "vino caldo" stanno diventando sempre più numerosi e le sue opzioni di cottura stanno diventando sempre più diverse..

Il vin brulè analcolico è un'ottima alternativa alla bevanda classica, preferita per le donne in gravidanza, non inferiore al gusto.

Vin brulè - una bevanda con l'aroma del Natale. Il programma "Vivere in salute!"

Up