logo

Molte giovani donne che hanno un figlio si rifiutano di andarsene e preferiscono aspettare la maternità a casa. Altri, al contrario, non vedono nulla di riprovevole nel passare una settimana o due in mare o semplicemente andare all'estero.

Vediamo se è possibile per le donne incinte volare su un aereo e dove è meglio trascorrere una vacanza, trovandosi in posizione.

Per quanto tempo le donne incinte possono pilotare un aereo??

Il problema del viaggio in aereo durante la gravidanza deve essere discusso con il medico. In assenza di complicazioni e di un decorso favorevole della gravidanza, è improbabile che lo specialista dissuada il paziente dal viaggiare.

Se parliamo dei tempi, la maggior parte degli ostetrici-ginecologi consiglia di volare su un aereo dopo il primo trimestre, ma non superare le 36 settimane. Il più "calmo" è il secondo trimestre.

Dopo 30 settimane, dovresti avere un certificato dal tuo medico sullo stato di salute che indica la durata della gravidanza. Tale documento può essere richiesto al momento della registrazione per un volo in aeroporto.

Dove è meglio andare?

Un lungo volo (verso la Repubblica Dominicana, il Messico, Cuba, la Tailandia, lo Sri Lanka o il Vietnam) può stancare notevolmente una donna in una posizione, quindi dovresti immediatamente rifiutare un simile viaggio. Aggiungi a questo il gonfiore, la tossicosi e la "dipendenza" dal bagno e vedi di persona che è meglio scegliere i paesi situati in un paio d'ore d'estate.

Alla domanda "Dove andare in congedo in gravidanza?" l'opzione migliore sarebbe l'Europa con un clima temperato e favorevole alla ricerca. Spagna, Italia, Grecia, Croazia, Montenegro, Albania, Francia, Cipro: qui le vacanze al mare possono essere combinate con instancabili passeggiate all'aria aperta. Puoi prendere una macchina e fare un giro tu stesso. Come parte del gruppo turistico, le donne in gravidanza potrebbero non essere molto a proprio agio e il percorso può essere molto stancante.

Al fine di rafforzare il sistema immunitario e la salute generale, è possibile scegliere le terme con sorgenti curative: Sivash sputa in Azov, Transcarpazia, Marianske Lazne nella Repubblica Ceca.

È possibile nuotare nel mare e prendere il sole in stato di gravidanza?

Una donna in una "posizione interessante" spesso rifiuta le "gioie estive stagionali", evitando l'esposizione al sole e nuotando nell'acqua.

E questo è fondamentalmente sbagliato! Naturalmente, l'esposizione al sole dovrebbe essere dosata, soprattutto perché l'abbronzatura si “attacca” alle donne in gravidanza molto più velocemente. Ma i raggi UV sono necessari per la futura mamma!

I bagni solari aiutano ad accelerare il metabolismo, aumentano l'immunità, migliorano il funzionamento delle ghiandole endocrine, la quantità di emoglobina nel sangue sta crescendo e molto altro!

L'abbronzatura è particolarmente utile per le donne in gravidanza che sono costantemente a corto di luce solare, ad esempio residenti nella regione settentrionale.

Sì, e nell'effetto positivo del nuoto non c'è dubbio!

L'acqua ti consente di alleviare lo stress e l'affaticamento, riduce il gonfiore. Il nuoto mantiene il tono di tutto il corpo, ti permette di allenare il respiro e i muscoli di tutto il corpo, inclusi i muscoli addominali, che sicuramente aiuteranno durante il parto.

Che tipo di direzione del "mare" scegliere per la futura mamma?

Se vuoi "visitare sicuramente il mare", ti consigliamo di prestare attenzione ai seguenti paesi:

PRIMAVERA: Emirati Arabi Uniti - marzo-maggio; Crimea - maggio; Italia - aprile-maggio; Spagna - aprile-maggio; Israele (maggio).

L'ESTATE non è il periodo migliore per viaggiare all'estero. Ti consigliamo di rimanere nella tua base climatica, rilassarti nel campeggio o stabilirti sulla riva del lago, fare più passeggiate e rilassarti dalla corsa quotidiana.

Luglio-Agosto può essere trascorso nella Repubblica Ceca, sul territorio dei laghi di montagna in Austria, nel Nord Italia.

Dalle destinazioni balneari dovresti scegliere: Crimea, Bulgaria, Grecia, Cipro - a giugno; Spagna - giugno, fine agosto; Paesi baltici - luglio, agosto.

AUTUNNO - un ottimo momento per brevi viaggi in climi più caldi.

A settembre, un mare comodo per nuotare ed emozionanti escursioni attendono in Spagna, Bulgaria, Crimea, Grecia, Cipro, Turchia e Malta.

Ad ottobre puoi andare in Grecia o in Tunisia.

A novembre, il più comodo degli Emirati Arabi Uniti.

I mesi INVERNALI sono meglio trascorsi in spa e spa. Certo, puoi andare negli Emirati Arabi Uniti, ma non guardare nemmeno a distanze più lunghe.!

Vi auguriamo un piacevole soggiorno, un'esperienza piacevole e una consegna facile.!

Gravidanza e aereo

Limitazioni e raccomandazioni per i voli durante la gravidanza.

La gravidanza è un momento molto importante ed eccitante per una futura madre. Allo stesso tempo, non si vuole cambiare il solito modo di vivere e negare il piacere, ad esempio, di viaggiare. Nonostante molti pregiudizi e storie dell'orrore, vogliamo dire: la gravidanza e i voli in aereo sono completamente compatibili! Tuttavia, vale sempre la pena considerare le tue caratteristiche individuali e ricordare una serie di regole, che discuteremo di seguito.

Aerei all'inizio della gravidanza

La gravidanza precoce non è considerata il momento migliore per volare su un aereo. Le donne incinte nel primo trimestre di gravidanza lamentano spesso nausea, mal di testa, malessere generale - tutto ciò è dovuto a cambiamenti ormonali nel corpo.

I sintomi spiacevoli possono peggiorare se ti trovi su un aereo nelle prime fasi della gravidanza. Inoltre, nel periodo fino a 12 settimane di gravidanza, esiste un alto rischio di aborto spontaneo e la differenza di altezza e pressione può peggiorare le condizioni del feto: la bassa pressione nella cabina può causare carenza di ossigeno sia per gli organi interni della madre che per il bambino.

Con uno sviluppo sano della gravidanza, la probabilità di danno da un volo è estremamente piccola, ma prima di salire su un aereo all'inizio della gravidanza, dovresti comunque considerare le possibili conseguenze.

Il momento più sicuro per volare durante la gravidanza

Il periodo più comodo e sicuro per volare in aereo durante la gravidanza va dalle 14 alle 27 settimane di gravidanza. A questo punto, il corpo è già abituato a un nuovo stato e la donna non è tormentata da attacchi di tossicosi. La pancia non è ancora così grande, il che significa che puoi viaggiare il più comodamente possibile.

La maggior parte delle compagnie aeree autorizza liberamente voli per donne in gravidanza fino a un periodo di 36 settimane (se la gravidanza è singleton) o 32 settimane (se i gemelli nascono).

Se hai bisogno di un volo in aereo durante la gravidanza in un secondo momento (4 settimane prima della data prevista di consegna), la compagnia aerea ti chiederà un referto medico e il permesso di volare dal medico supervisore. Secondo le informazioni sul sito Web di Aeroflot, la conclusione deve essere firmata non più di 7 giorni prima del volo. Queste precauzioni sono spiegate dal rischio di parto prematuro..

Le politiche delle compagnie aeree relative ai voli in stato di gravidanza possono variare, quindi prima di acquistare i biglietti, controlla se ti sarà permesso volare.

Nonostante il fatto che la compagnia aerea richiederà un documento ufficiale solo in caso di volo in tarda gravidanza, vale sempre la pena consultare uno specialista se si prevede di viaggiare in aereo.

Come rendere confortevole un volo durante la gravidanza

Alcune semplici regole ti aiuteranno a rendere il volo su un aereo durante la gravidanza il più comodo possibile:

  • Prova a scegliere un posto vicino al corridoio. Quindi sarai meno costretto nei movimenti e ti sarà più comodo alzarti per allungare. Non stare fermo: questo aumenterà il rischio di trombosi e vene varicose a cui le donne incinte sono inclini.
  • Quando ti registri, chiedi i posti in prima fila, dove c'è più spazio per le gambe, o proprio di fronte alla cabina - c'è meno turbolenza.
  • Acquista calze a compressione. Aiuteranno a mantenere le vene in buona forma senza sovraccaricarle e garantiranno un normale flusso sanguigno. Inoltre, aiuteranno a evitare l'edema, che colpisce i passeggeri normali dopo i voli..
  • Bevi più acqua. L'aria nella cabina è molto secca e ciò può causare disidratazione. Si consiglia a ogni passeggero di bere mezzo litro di liquido ogni ora..
  • Assicurati di viaggiare con abiti comodi che non ostacolino i movimenti e porta anche piccoli cuscini sotto il collo e nella parte bassa della schiena.
  • Mentre sei seduto, non dimenticare di allacciare la cintura di sicurezza.

Infine, ricordiamo ancora una volta che la gravidanza e i voli aerei non sono concetti reciprocamente esclusivi. Fatte salve alcune regole e precauzioni, oltre a consultare il medico, è possibile viaggiare in sicurezza.

Le donne incinte possono volare su un aereo?

Le donne incinte possono volare su un aereo?

Diciamo subito: le donne in gravidanza possono usare il trasporto aereo. Ma, come in molte questioni quotidiane, le future mamme devono fare i conti con la loro situazione e osservare una ragionevole cautela.

Quando decidi di fare un viaggio, parla con il medico. Se la gravidanza procede senza difficoltà, hai già superato il primo trimestre, ma sei ancora lontano dal parto, molto probabilmente, il medico ti augurerà solo un felice viaggio. In un altro caso, consiglierà il modo migliore per prepararsi al volo o consiglierà di utilizzare altri mezzi di trasporto.

Per quanto tempo le donne incinte possono volare in aereo?

Il Ministero della Salute e la maggior parte degli ostetrici-ginecologi non raccomandano voli per periodi superiori a 36 settimane.

Per un periodo dopo 30 settimane, è necessario disporre di una carta di scambio e di un certificato medico per una salute soddisfacente con l'indicazione dell'età gestazionale. È possibile richiedere questi documenti al momento della registrazione per un volo..

È possibile che ti venga chiesto di firmare una lettera di garanzia, che indica che la compagnia aerea declina ogni responsabilità per possibili conseguenze negative durante il volo.

Qual è il periodo più sicuro per la gravidanza??

Si ritiene che a seguito di voli nel primo trimestre, possano verificarsi anomalie nello sviluppo del feto o la minaccia di interruzione della gravidanza. Al momento non ci sono dati affidabili a conferma di ciò. Ma, seguendo il proverbio "Non c'è fumo senza fuoco", alcuni medici consigliano alle donne di astenersi dal volare durante questo periodo e credono che sia meglio volare nel secondo trimestre, il più calmo.

Cos'altro solleva preoccupazioni tra i medici quando si tratta di una gravidanza?

In primo luogo, si presume che le cadute di pressione durante il volo possano causare una rottura prematura della vescica fetale, in altre parole, una nascita prematura. Questo può portare a esperienze causate dalla paura del volo, dell'altitudine.

In secondo luogo, un contenuto insufficiente di ossigeno nell'aria interna può influire negativamente sul feto, specialmente se la futura mamma ha già dei problemi (ad esempio, patologia della placenta, anemia).

In terzo luogo, una lunga seduta su una sedia non molto comoda e non adatta alle donne in gravidanza può influire negativamente sulla circolazione sanguigna delle gambe, aumentare le manifestazioni delle vene varicose, tromboflebite. Nella cabina, dove la ventilazione viene effettuata artificialmente, molto spesso si verifica un aumento della temperatura e / o significativa aria secca. La conseguenza di ciò può essere una significativa perdita di umidità da parte dell'organismo. E infine, sebbene vi sia un ipotetico, ma comunque un pericolo associato alla radiazione solare quando si vola ad altitudini significative.

I fatti elencati per la stragrande maggioranza delle donne in gravidanza non giocheranno alcun ruolo, ma dopo tutto, il parto in aria accade, ed è improbabile che le donne pianifichino in anticipo...

Vacanze in mare e gravidanza: i limiti

Un viaggio al mare per molti russi è già diventato una tradizione annuale. Ma ad un certo punto si scopre che è previsto un rifornimento in famiglia. La futura mamma è in perdita: cosa fare? Rifiutare una vacanza tanto gradita e abituale o andare ancora in vacanza? La gravidanza e il mare sono una questione che preoccupa molte donne che si stanno preparando a diventare madri. Da un lato, sembra che il congedo di maternità trascorso sulla riva sabbiosa sia una grande opportunità per guarire e riposarsi. D'altra parte, sorge l'eccitazione - se il sole e l'acqua salata danneggeranno il futuro bambino. Il viaggio tanto atteso, l'hotel è prenotato in anticipo, ma cosa fare? Prima di tutto, è necessario chiarire quanto segue: lo stato di gravidanza non è doloroso per definizione. E di per sé, non può essere una controindicazione a tale viaggio; il più favorevole per viaggiare è il secondo trimestre di gravidanza; la moderazione è la condizione principale per non danneggiare la futura madre e il bambino; Tuttavia, ci sono un certo numero di circostanze in cui dovrai astenersi dal viaggiare. La maggior parte delle donne russe viaggiano con successo, visitano resort e nuotano nel mare, non solo senza il minimo danno, ma anche a beneficio del nascituro. Osservando tutte le norme di sicurezza, è possibile ridurre al minimo tutti i possibili rischi. Ma non puoi dimenticare i rischi. E, quindi, tutti i pro e i contro, è possibile per le donne incinte in mare.

Prima di decidere di fare un viaggio, la futura mamma dovrebbe consultare un medico in una clinica prenatale e valutare attentamente i pro ei contro. Se il medico non indica nello stato della donna e del feto alcuna deviazione dalla norma, allora puoi iniziare a preparare il viaggio. Prima di tutto, dovresti studiare tutti i resort e scegliere il percorso più ottimale. Se la futura mamma non soffre di malattie croniche e ha in generale ottime condizioni, può tranquillamente inviare in vacanza sulla costa. Ma un ginecologo che osserva una gravidanza può vietare a una donna di fare un simile viaggio..

Le cause di questo problema possono essere:

  1. La minaccia dell'aborto.
  2. Distacco o placenta previa.
  3. Grave tossicosi nella seconda metà della gravidanza (preeclampsia) con aumento della pressione sanguigna.
  4. Esacerbazione di malattie croniche.
  5. Tutti i tipi di reazioni allergiche.

Se tutti i suddetti motivi, fortunatamente, hanno superato la futura madre, allora le viene fornito il riposo sul mare. Ma non dimenticare che l'assenza di minacce per la salute e la gravidanza non dà ancora luce rossa per un viaggio in mare. È molto importante considerare le caratteristiche della gestazione.

È possibile nuotare nel mare durante la gravidanza?

Nel caso in cui una donna incinta sia assolutamente in salute e le venga persino mostrato di riposare in mare, sorge un'altra domanda: è possibile nuotare? Gli elementi utili contenuti nell'acqua di mare (iodio, potassio, magnesio, alghe) influiscono positivamente sul corpo della futura mamma, rafforzandolo e tonificandolo. Le onde e gli schizzi nel mare fungono da leggero idromassaggio. Nonostante tutti questi momenti piacevoli, è necessario ricordare la salute del nascituro e rispettare alcune regole:

  • Prima di entrare in acqua, valutare la sua purezza e sicurezza sul fondo..
  • Non nuotare in acque troppo fredde.
  • Non sovraccaricare te stesso, non fare nuotate lontane.
  • Nuotare nel mare è anche prendere il sole, che le donne in gravidanza devono limitare. Pertanto, non rimanere in acqua per troppo tempo.

Mare all'inizio della gravidanza

La gravidanza e il mare sono una combinazione pericolosa. È nel primo trimestre (dalla prima alla tredicesima settimana) nel corpo di una donna che si verificano i cambiamenti più importanti. In particolare, si formano gli organi interni del nascituro, appaiono chiari contorni degli arti e della testa. Nelle prime fasi, si verificano spesso aborti spontanei o si verificano anomalie fetali. Pertanto, nonostante le raccomandazioni dei medici, il più spesso possibile di stare all'aria aperta e nuotare, è consigliabile astenersi dal viaggiare verso il mare o almeno non guidare troppo lontano da casa. Con la tossicosi precoce, il riposo in mare dovrà essere abbandonato.

La fine della gravidanza

Il periodo più adatto per rilassarsi in mare durante la gravidanza è il secondo trimestre (14-25 settimane). In questo momento, si formano tutti gli organi interni del futuro bambino e la donna è abituata alle sue nuove condizioni e si sente calma e a suo agio. Ma il terzo trimestre (da 25 a 40 settimane) è un periodo inappropriato di gravidanza per una vacanza al mare. I due maggiori problemi di questo periodo sono la possibilità di sviluppare tossicosi tardiva e il rischio di parto prematuro. Se ti senti bene e non puoi rifiutare di riposare in mare per qualsiasi motivo, ricorda che devi assolutamente tornare a casa prima della 38a settimana, perché da questo momento può iniziare la nascita prematura.

Posso prendere il sole durante la gravidanza??

Se la gravidanza e il mare coincidono, tuttavia, evitare il sole aperto non funzionerà. Dato che a causa di un cambiamento nel background ormonale, l'abbronzatura sulla pelle della donna nella posizione diminuisce meglio e più velocemente, la tentazione di acquisire il colore della pelle del cioccolato prima del parto aumenta in modo significativo. I medici avvertono che essere sotto il sole in qualsiasi fase della gravidanza è molto pericoloso. Questo è irto di perdita di coscienza, vene varicose, sanguinamento uterino e pigmentazione indesiderata. Pertanto, per non danneggiare te stesso e il nascituro, devi considerare i seguenti punti:

  • Prendere il sole solo all'ombra: sotto un ombrello o un baldacchino.
  • Non essere in spiaggia dalle 11 alle 16 ore.
  • Non sdraiarsi su sabbia calda o ciottoli (solo su una sedia a sdraio).
  • Essere sulla spiaggia a una temperatura non superiore a 30 gradi.
  • Non prendere il sole a stomaco vuoto o eccessivamente pieno..

La futura mamma dovrebbe riposare solo in condizioni confortevoli, dove c'è la possibilità in qualsiasi momento di cercare assistenza medica. Un brusco cambiamento di clima per le donne nella situazione non è raccomandato, quindi, le più adatte a una donna russa che vive nella corsia centrale sono i paesi con un clima simile a quello a cui è abituata: Croazia, Francia, Spagna o Bulgaria. La Turchia, la Grecia e Cipro sono anche abbastanza adatte per le future mamme, anche se in estate fa abbastanza caldo lì. Repubblica Dominicana, Cuba, Tailandia, Messico, Maldive: queste sono le località preferite dagli amanti esotici. Tuttavia, è qui che la futura mamma dovrebbe in particolare pensare attentamente e soppesare i possibili rischi. Il pericolo per il normale corso della gravidanza può risiedere in un lungo volo, in un brusco cambiamento del clima e della temperatura dell'aria, nonché nel possibile contatto con infezioni locali. In tutta onestà, notiamo che nelle città di villeggiatura di questi paesi tutte le misure sono state prese per lungo tempo in modo che malattie specifiche non minaccino i turisti e anche nessuna vaccinazione sia richiesta per entrare in questi paesi. Tuttavia, la possibilità di infezione non può essere completamente esclusa e le vaccinazioni contro l'epatite, il tetano, la febbre tifoide, la poliomielite e l'encefalite giapponese, sebbene non obbligatorie, sono comunque raccomandate dall'OMS all'entrata in questi paesi. E questo suggerisce che il rischio di infezione, sebbene piccolo, ma è presente.

Controindicazioni mediche

Esistono numerose controindicazioni assolute e relative al viaggio durante la gravidanza. Le controindicazioni assolute sono complicazioni della gravidanza che rappresentano una chiara minaccia per il feto o la salute della futura madre, in presenza della quale la donna dovrebbe essere sotto la costante supervisione di un medico, fino al suo ricovero in ospedale.

Questi includono i seguenti:

  1. tono aumentato dell'utero;
  2. rischio di aborto spontaneo o parto prematuro;
  3. placenta previa;
  4. pressione sanguigna alta o bassa;
  5. anemia di 2 o 3 gradi;
  6. la presenza di malattie infettive;
  7. tossicosi precoce o gestosi (tossicosi tardiva) nell'ultimo trimestre;
  8. neoplasie genitali;
  9. predisposizione alle malattie allergiche;
  10. spotting del tratto genitale.
  11. la presenza di malattie croniche

Con una normale gravidanza multipla, puoi viaggiare da 12 a 28 settimane. Cicatrice dell'utero dopo taglio cesareo alla fine della gravidanza. Con una cicatrice ricca e senza complicazioni, puoi viaggiare fino alla 30a settimana. Anemia di grado 1 prima delle 12 e dopo 35 settimane. È interessante notare che nel periodo da 12 a 35 settimane in assenza di altre patologie, anche il riposo in mare ne trarrà beneficio.

Vantaggi di una vacanza al mare

Le vacanze al mare per una donna incinta non sono fortunatamente rischi e limiti continui. Con il giusto atteggiamento nei confronti della salute, le vacanze al mare hanno un effetto benefico sulle condizioni della futura mamma e bambino. L'acqua di mare è ricca di oligoelementi e il contatto quotidiano con essa aiuta a saturare la pelle e l'intero corpo con le sostanze necessarie, stimolando il metabolismo. L'aria vicino al mare è molto più utile dell'aria urbana, poiché è più satura di ossigeno e ozono e non contiene impurità dannose. 2-3 settimane trascorse da una futura madre sulla costa del mare gioveranno alla salute, miglioreranno il benessere e renderanno più confortevole il corso della gravidanza. Fare il bagno in acqua di mare e misurare il nuoto senza carichi: un'eccellente educazione fisica per la futura mamma. L'idromassaggio naturale migliora la microcircolazione del sangue e della linfa nella pelle e nei tessuti sottocutanei, che aiuta a prevenire ed eliminare l'edema, migliora l'afflusso di sangue agli organi interni, compresa la placenta, che alla fine aumenta la saturazione dei tessuti fetali con l'ossigeno. I bagni d'aria e le passeggiate all'aria aperta hanno un effetto tangibile sulla salute. Anche senza prendere il sole al sole aperto, una donna riceverà una quantità sufficiente di radiazioni ultraviolette, che contribuirà alla produzione di vitamina D. La vitamina D è necessaria per la corretta formazione del sistema scheletrico del feto, quindi stare all'aria aperta in una giornata di sole è una prevenzione dei rachitismi in un bambino non ancora nato.

Se sei incinta, puoi volare un aereo!

Cosa non deve semplicemente ascoltare la futura mamma, che ha deciso di volare in vacanza o in viaggio d'affari in aereo.

Quello che non devi ascoltare è una futura madre che decide di fare una vacanza o un viaggio d'affari in aereo: l'effetto delle cadute di pressione e delle radiazioni spaziali sul suo bambino e sul suo benessere personale, la collisione dell'aereo con navi spaziali e alieni... La maggior parte degli "spaventapasseri" sui voli che la futura mamma sente non più di un mito.

Tutti sanno che i passeggeri degli aerei subiscono cambiamenti nella pressione atmosferica, che portano alla fame di ossigeno. Insieme alla futura mamma, anche suo figlio ha una lieve ipossia. Questo è senza paura, perché il bambino si abitua a tali esercizi e sono persino utili. Ad esempio, una bambina nel grembo materno sente lieve ipossia quando è impegnata in esercizi fisici, e questo è anche considerato utile - perché? Perché ha ancora un passaggio attraverso il canale del parto, durante il quale la privazione di ossigeno sarà / potrebbe essere significativa. Ma con una gravidanza complicata, le cadute di pressione possono causare problemi imprevisti. Questi includono parto pretermine, distacco di placenta, coaguli di sangue e altre complicazioni..

Le prime 14 e le ultime 10-12 settimane sono i periodi più difficili e responsabili, poiché il corpo deve ancora adattarsi a un nuovo stato e ai cambiamenti ormonali. Inoltre, viaggiare durante la tossicosi, che colpisce la maggior parte delle donne in gravidanza, non è solo difficile, ma anche pericoloso. In questo momento, è meglio non andare lontano da casa e vivere in un'atmosfera familiare. Il momento più adatto per riposare e viaggiare è il secondo trimestre (da 14 a 28 settimane) di gravidanza. In questo momento, il nascituro è ben protetto e fattori esterni non hanno quasi alcun effetto su di lui. La tossicosi in una donna incinta, di regola, non è più lì, ma appare molta energia. Inoltre, lo stomaco non è ancora così grande da interferire con il movimento.

L'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) non raccomanda l'uso del trasporto aereo per le donne in gravidanza nei seguenti casi:

* gravidanza per 36 settimane (più di 32 settimane con gravidanza multipla);

* gravidanza complicata (patologia della gravidanza, aborto minacciato, ecc.);

* entro sette giorni dalla consegna.

Controindicazioni per viaggiare in tutte le fasi della gravidanza:

- la minaccia di aborto, placenta previa, polidramnios e oligohydramnios; cicatrice sull'utero dopo taglio cesareo;

- gravidanza dopo fecondazione in vitro o stimolazione dell'ovulazione;

- difetti e varie malattie degli organi genitali femminili; tossicosi tardiva (gestosi);

- anemia di II e III grado;

- esacerbazione di malattie croniche, tubercolosi, esacerbazione di infezione da herpetic e citomegalovirus, alcolismo e tossicodipendenza.

Commenti ginecologo Amin ASKHATOVA (intervista per dom.no): - Non consiglierei di utilizzare questo tipo di trasporto a lungo termine. Certo, il viaggio può terminare con successo, ma nessuno lo garantisce con certezza. Il velivolo subisce improvvisi cambiamenti della pressione atmosferica, che possono causare vasocostrizione e distacco prematuro della placenta, sanguinamento e persino parto prematuro. Inoltre, ci sono ancora fattori indesiderabili: rumore, carenza di ossigeno prolungata, vibrazioni e stress emotivo. In tali momenti è generalmente meglio astenersi dal percorrere lunghe distanze.

Scegli una compagnia aerea per... settimane

Molte delle donne incinte apprenderanno i requisiti speciali delle compagnie aeree per loro già al banco del check-in, perché sui biglietti non si dice una parola sulle sfumature del servizio passeggeri in una posizione interessante. Semplicemente non c'è posto per tutte le regole di questo documento. Ma se hai già acquistato un biglietto, l'ignoranza delle regole non esenta.

Al momento non ci sono prove scientifiche che il trasporto aereo durante la gravidanza aumenti il ​​rischio di parto prematuro. La nevrosi indotta dal volo può essere un fattore di rischio, poiché lo stress è associato ad un aumento del rilascio dell'ormone di rilascio di corticotropina (ormone dello stress), con una produzione prolungata di questo ormone, una persona non può più far fronte all'ansia crescente da sola. A causa del fatto che la nascita pretermine rimane il rischio n. 1 per le donne in gravidanza, le compagnie aeree hanno sviluppato regole speciali. I vettori come il fuoco hanno paura che il parto possa iniziare proprio durante il volo. Ed è facile indovinare il perché. Dopotutto, una tale emergenza potrebbe essere la ragione per effettuare un atterraggio di emergenza. Inutile dire che per la compagnia questo è carico di molti costi aggiuntivi e per gli altri passeggeri dello stesso volo - un inconveniente significativo. Prima di acquistare un biglietto aereo, chiedi quali regole esistono nella compagnia aerea prescelta.

Aeroflot sconsiglia di volare 4 settimane prima della data prevista di consegna e richiede la conferma di un medico. Se non esiste un certificato che indichi la data di nascita, il medico dell'aeroporto risolverà il problema. Aeroflot non consente i voli 7 giorni prima della data di consegna ed entro 7 giorni dalla consegna. Gli equipaggi di aerei di linea seguono una formazione speciale presso i centri di formazione medica. È interessante notare che Aeroflot è al primo posto in termini di numero di bambini nati su aeroplani, e questa circostanza ha dato origine a un detto ridicolo tra la gente: "Dai alla luce aeroplani Aeroflot!"

A Sky Express, le donne in gravidanza il cui termine - vuoi solo scrivere "data di scadenza" - scadranno entro le prossime 12 settimane; devi inviare il consenso scritto del tuo medico per il volo. Sarà necessario firmare obblighi che la compagnia aerea non è responsabile di possibili conseguenze negative per la madre o il feto. Lo stesso pezzo di carta verrà chiesto di accedere a Transaero. Qui è consentito il volo di donne in gravidanza, a condizione che venga eseguito entro e non oltre quattro settimane prima della data del parto previsto e non vi sia pericolo di parto prematuro. Le informazioni sulle condizioni della donna incinta, confermate da un certificato medico e una carta di cambio, devono essere fornite alla compagnia aerea.

Utair si impegna a trasportare donne in gravidanza il cui termine non superi le 30 settimane e chiederà anche la ricevuta che non ci siano richieste di risarcimento per le conseguenze. La ricevuta viene compilata quando si emette un biglietto presso l'agenzia o al check-in in aeroporto (se la ricevuta non è stata emessa presso l'agenzia).

Ma quali sono le regole delle compagnie aeree straniere (tabella dal sito Web helmi.ru):

È richiesto un certificato medico prima di 36 settimane di gravidanza, il volo non è consentito dopo 36 settimane

British Airways, Easyjet, British British, Air New Zealand

È richiesto un certificato medico dopo 36 settimane

United Airlines, Delta, Alitalia, Swissair, Air France, Lufthansa

Non sono ammessi voli dopo 36 settimane.

Northwest Airlines, KLM

Il volo dopo 34 settimane di gravidanza è consentito solo accompagnato da un medico

La gravidanza multipla non è consentita

Air Nuova Zelanda

Nota Bene: non importa cosa pensino i vettori aerei, non importa quanto abbiano paura e non costruiscano passeggeri in gravidanza - ricorda che hai ancora i tuoi diritti costituzionali. E nessuno ha il diritto di rifiutarti un volo - e devono mancare senza un certificato, e anche con i combattimenti. È vero, in assenza dei documenti necessari (certificati medici, carte di cambio, ecc.), Dovrai affrontare una battaglia ineguale con i rappresentanti della compagnia aerea, ci sono stati casi in cui i passeggeri sono stati rimossi dai voli senza un certificato. Come mostrano le recensioni nei forum, è molto più facile negoziare con le compagnie aeree straniere, monitorano la loro reputazione e solo la nostra, come al solito, resiste fino alla fine. Pertanto, studia in anticipo le regole per il trasporto di passeggeri in gravidanza: meno nervi spesi, migliore salute.

Caratteristiche del volo in una posizione speciale

1. Prima di un pasto dovresti mangiare un boccone, perché la fame contribuisce alla comparsa di sindromi da cinetosi. Porta in tasca un ematogeno o un cioccolato amaro, anche le caramelle acide ti aiuteranno. Prima di uscire di casa, puoi bere una tazza di zenzero debole (venduto nei dipartimenti di un'alimentazione sana, farmacie a base di erbe) o tè alla menta. Durante il volo, non guardare nelle finestre; se sei già malato, non leggere. Rilassati, inclina lo schienale della sedia e guarda dritto davanti a te. Porta con te un lettore con audiolibri, ti aiuteranno a distrarti e a non lanciare occhiate di panico (più giri la testa, peggio si blocca). Rimedi per la cinetosi consentiti durante la gravidanza: Air Sea e Vertigohel (omeopatia), ma prima di prenderli, consultare il medico. Porta in salone olio essenziale di limone, eucalipto o menta piperita..

2. Di norma, durante qualsiasi lungo viaggio devi sederti a lungo, le gambe diventano intorpidite, la circolazione sanguigna negli organi pelvici è disturbata. Trova l'opportunità di alzarti di nuovo e camminare, è estremamente importante per te. Togliti le scarpe non appena ti siedi sulla sedia. In volo, gli appositi cuscinetti per il collo torneranno utili e metteranno un rullo morbido o un plaid sotto la parte bassa della schiena. Quindi sedersi in una posizione non sarà così difficile. Prima del volo, puoi indossare speciali calze ant varicose. Non sederti in una posizione da piedi a piedi - contrariamente alla superstizione, a causa di una tale posa, i bambini goffi non nascono, la ragione è diversa. È solo che con questa posizione del corpo, la circolazione sanguigna nelle gambe della futura madre è disturbata, il che può portare a vene varicose. Alle madri esperte viene consigliato di trovare un modo per alzare le gambe più in alto - per esempio, in uno dei forum la ragazza racconta come si è periodicamente ritirata in bagno e si è seduta lì, con le gambe gettate sul lavandino. Un'idea molto intelligente, molto utile.

3. La cabina può essere soffocante o fredda. Le tue mucose, che durante il periodo di gravidanza hanno già un triplo carico, possono ribellarsi, questo minaccia di esacerbare il naso che cola "incinta". Porta con te Aqua Maris nel bagaglio a mano, oltre a una bottiglia da 0,33 di acqua termale o minerale (senza gas) per rinfrescare il viso.

4. Non allacciare le cinture di sicurezza a stomaco, ma solo sotto lo stomaco. I tempi di decollo e atterraggio non sono così lunghi, puoi tollerare e, come dimostra l'esperienza nelle catastrofi, aumenta la sicurezza di una donna e di un nascituro.

5. Assicurati di bere molti liquidi, circa 500 ml per un'ora.

6. Sull'aereo, i sedili più comodi sono in business class (posti ampi, maggiore distanza tra le file), nella prima fila della classe economica (maggiore distanza tra la sedia e la divisione interroom), sono seguiti dai sedili del corridoio nella prima gradi di classe economica (è più facile uscire nel corridoio). La maggior parte delle compagnie aeree, tra cui Aeroflot, ha vietato il fumo, quindi l'aria negli aerei è diventata più pulita. Ma poiché il flusso d'aria in essi passa dal naso alla coda, le ultime file nell'aereo sono ancora indesiderabili per le donne in gravidanza.

Vale la pena assumere alcuni farmaci "per facilitare" il volo?

Se sei sano, non hai bisogno di medicine. Pertanto, non è necessario essere indignati se il medico non le ha prescritto. Anche se succede che sono prescritti (no-shpu, papaverina), ma nella maggior parte dei casi la ragione sta nel famoso detto del Dr. Komarovsky "un medico deve prescrivere una pillola". Nessuno ha annullato gli effetti collaterali dei farmaci; i loro benefici durante il volo sono dubbi. Ma la consultazione di un medico è necessaria in ogni caso e quanto il medico è riassicurato dipende da te.

Che dire dell'assicurazione?

Qualsiasi pacchetto turistico standard include necessariamente una polizza assicurativa che garantisce il rimborso delle spese di trasporto medico e medico in caso di evento assicurato all'estero. Non esiste un tipo speciale di assicurazione per le donne nella situazione delle compagnie assicurative; la gravidanza non è un evento assicurato. La tua attenzione - un altro esperimento dal sito turist.ru. In un precedente articolo, è stato effettuato un tentativo di inviare un bambino su un volo indipendente. Questa volta, i rappresentanti del sito desiderano insistentemente assicurare un passeggero aereo in stato di gravidanza.

La ragione del nostro prossimo esperimento fu la storia di Seryozha Korsakov, che era nato in Turchia: volevamo assicurare la nostra corrispondente apparentemente incinta, che, secondo la leggenda, decise di recarsi negli Emirati Arabi Uniti e persino di immergersi lì, nel suo settimo mese di gravidanza. Di solito, i medici affermano che se il corpo è sano e la gravidanza procede normalmente, non ci sono ostacoli al viaggio. Inoltre, i medici spesso danno il permesso di volare in ritardo. Tuttavia, nessuno è al sicuro dalle sorprese. Non è noto come un singolo corpo femminile reagirà a eventuali cambiamenti legati ai viaggi: cambiamenti climatici, cambiamenti nello stile di vita, nuovi prodotti alimentari (che a volte provocano gastrite, colecistite e, di conseguenza, influiscono anche sul corso della gravidanza), cadute di pressione durante il volo - tutto può dare origine a vari problemi. Inoltre, la presenza di un gran numero di persone in un hotel o in un gruppo di escursioni è sempre associata al pericolo di diffusione di infezioni ed epidemie, che possono provocare problemi allo sviluppo di un bambino non ancora nato. E se le condizioni di una donna in una "posizione interessante" peggiorano improvvisamente e la sua gravidanza viene riconosciuta come la ragione, nella maggior parte dei casi dovrà pagare tutto dalla sua tasca.

"Mi scuso, ma non assicuriamo le donne in gravidanza", è stata la risposta di tutte le compagnie assicurative intervistate dal corrispondente Turist.ru, che hanno cercato di ampliare i termini di una polizza assicurativa standard per includere i rischi associati alla gravidanza. Inoltre, gli assicuratori non hanno nemmeno chiesto di quale periodo stessero parlando. Le notizie sulla situazione del cliente hanno causato un chiaro rifiuto. Contrariamente alla credenza popolare, per i nostri soldi, gli assicuratori non sono pronti ad assicurare contro tutto nel mondo. La gravidanza è riconosciuta dalle compagnie assicurative come un rischio troppo grave non coperto da alcun fattore al rialzo. Questa è una pratica mondiale: non assicurano per periodi essenziali da nessuna parte. Secondo Irina Tyurina, portavoce dell'Unione russa dell'industria dei viaggi (PCT), gli europei praticano un'assicurazione di viaggio quando sono in gravidanza fino a 8 settimane. In caso di problemi di salute di una donna durante questo periodo, non stiamo parlando della responsabilità dei medici per la vita della seconda persona - il bambino, cioè l'assistenza medica in questo caso viene fornita a una persona - assicurata -.

Sì, anche le donne in gravidanza sono persone: si stancano al lavoro e vogliono andare in vacanza. Tuttavia, a differenza della maggior parte dei cittadini che i medici stranieri tratteranno per i soldi delle compagnie assicurative, tutti i problemi risultanti dalla gravidanza non sono riconosciuti come eventi assicurativi (tuttavia, se i problemi di gravidanza sono il risultato di un incidente, l'assistenza, se registrata nella polizza, sarà reso). Problemi come sanguinamento, gravidanza ectopica possono verificarsi nelle prime fasi. In questi casi, le donne avranno bisogno di assistenza medica qualificata fino all'intervento chirurgico. Il paradosso della situazione è che in una fase iniziale una donna potrebbe non sapere ancora di essere incinta. A volte alcune donne con un ciclo interrotto non sono consapevoli della loro situazione fino a 4-5 mesi. Tutti i servizi medici all'estero sono molto costosi e persino essere in una clinica straniera è talvolta paragonabile al prezzo di vivere in un hotel d'élite. Secondo i rappresentanti delle compagnie assicurative, i costi più elevati sono per i medici negli Stati Uniti, in Canada, Giappone, Europa e Israele. Inoltre, per trasportare il paziente nella sua terra natale, saranno necessarie attrezzature speciali e un medico dovrà accompagnarla. Il prezzo di tali servizi ammonta a decine di migliaia di dollari, che sarà un importo completamente "insopportabile" per le famiglie povere che hanno risparmiato per una vacanza economica in una località straniera tutto l'anno.

Non c'è nulla di riprovevole nel fatto che le donne in posizione viaggino per il mondo - alla fine, solo le donne incinte e i loro mariti possono decidere se andare o no. Ma, andando in pellegrinaggio, non credono nemmeno che nessuno pagherà loro un certo numero di servizi medici, non pensano se hanno l'opportunità di finanziare autonomamente cure costose. Quindi, la maggior parte delle donne incinte che abbiamo intervistato ha affermato di non aver riflettuto su questo e sperato in aiuto della compagnia assicurativa. Non è consuetudine leggere attentamente la polizza assicurativa, non è consuetudine consultare i medici prima di visitare paesi esotici (il cui clima può provocare malattie croniche), non è consuetudine prendersi cura di noi stessi e della nostra salute e non è consuetudine essere responsabili della nostra disattenzione. Forse trasportare?!

Suggerimenti con esperienza: condividere i tuoi sentimenti

Questa pagina è "strappata" dal blog personale di una delle nostre madri. Ha deciso di condividere i suoi sentimenti riguardo al lungo volo che ha effettuato durante la gravidanza - un volo attraverso l'oceano! Il suo consiglio è utile a coloro che decidono di trascorrere in aria per più di 2-3 ore.

Per volare in vacanza tra la 25a e la 28a settimana di gravidanza, come ho fatto io, richiede una spericolata disperazione e la santa fede che il viaggio sarà per il bene di madre e bambino.

La prima cosa di cui mi sono preso cura era la mia condizione. Mi sento bene, la gravidanza passa senza minacce e complicazioni.

Ma dovresti certamente consultare uno specialista. Qui devi prendere in considerazione i dettagli della personalità del tuo medico. Alcuni hanno paura di assumersi la responsabilità e non firmano un permesso di volo, spaventando storie spaventose. Se vuoi davvero volare e sei sicuro della tua salute, consulta un ginecologo che è meno soggetto al panico per consigli e aiuto..

Il terzo. Hai già preso cura dell'assicurazione? Devi fare scorta di quella migliore che prevede situazioni in cui una donna incinta e il suo bambino hanno bisogno di aiuto d'emergenza.

Assicurati di studiare i requisiti della compagnia aerea prescelta per le donne in gravidanza, i loro termini e documenti.

Al momento del check-in, dimostra attivamente la tua posizione. Ti verrà dato un posto in base alla tua situazione!

Sull'aereo, non preoccuparti: è impossibile. Metti la mano sullo stomaco e cerca di calmarti. Non appena ho smesso di controllarmi, il mio stomaco si è stretto. Non appena mi sono rilassato, anche il bambino si è calmato.

Importante: prima dell'aereo, non sapevo di edema. Più precisamente, solo in teoria, dai libri. "Nel settimo cielo" mi sentivo a disagio ancora una volta a disturbare gli altri passeggeri con passeggiate in bagno e ritorno. Per il quale ho pagato con un terribile gonfiore: pochi giorni dopo l'arrivo, non potevo mettermi le scarpe su dita gonfie. Sentiti libero di andare in bagno! Lascia ogni 10 minuti! Sulla via del ritorno, non volevo più vedere salsicce anziché dita dei piedi, quindi ho visitato la stanza delle donne in ogni occasione. Anche solo per motivi di deambulazione, l'Edema è stato evitato!

E considera la mentalità del paese in cui stai volando (se è un altro paese). Lontano da tutto il mondo, le donne incinte ci mancheranno fuori turno, porteranno una valigia e cederanno. Ma non guarderanno con simpatia come un morire.

E infine...

Quando il forum di Rusmedserver nella sezione Ostetricia e Ginecologia pone un'altra domanda sul rischio di voli in ritardo, i medici lì amano scherzare: "E non dimenticare che è consuetudine nominare un bambino con il nome del capitano della nave!" E se una ragazza. Secondo le statistiche, ogni anno 5-7 bambini nascono in aereo, ma questa è la statistica dei casi mondiali. Come già accennato, non ci sono prove scientifiche che il volo possa provocare un parto prematuro se la gravidanza non è complicata. Alla fine, ci sono vantaggi ovunque: la figlia dell'egiziano Khaba Muhammad, che ha dato alla luce un bambino a bordo dell'aereo, dopo la nascita ha ricevuto il diritto di volare sulla compagnia aerea kuwaitiana Al-Jazeera per 18 anni. Si scopre che l'equipaggio era persino felice con un tale dono del destino a bordo. Ma questo caso è uno dei pochi, quindi vola durante la gravidanza senza inutili preoccupazioni e paure, tutto andrà bene!

Quanto tempo è sicuro volare su un aereo?

Il periodo di gravidanza comporta una serie di cambiamenti nella normale vita di una donna. Si riferiscono a molte aree e anche i voli su aerei appartengono qui. Valuta se le donne incinte possono volare su aerei e quali regole di volo esistono per loro.

Le date più sicure

Le regole di volo per le donne in gravidanza sono le stesse degli altri passeggeri. Ciò significa che la gravidanza e i voli sono compatibili, devi solo conoscere alcune sottigliezze e sfumature.

Primo trimestre

È possibile volare nelle prime fasi della gravidanza, probabilmente lo sa solo il medico che conduce la gravidanza. In generale, il volo non rappresenta una minaccia di aborto spontaneo, ma per sicurezza non è male consultare uno specialista. Il volo in anticipo può avere le seguenti conseguenze:

  • attacchi di tossicosi;
  • minzione persistente;
  • rigonfiamento;
  • fatica;
  • disturbi digestivi.

L'altitudine da sola non danneggerà un bambino non ancora nato, ma l'eccitazione del volo può. Prima di acquistare un biglietto, valuta il tuo benessere. Consultare un medico se necessario..

Secondo trimestre

Dalle 14 alle 27 settimane di gravidanza è il momento più favorevole per volare su un aereo. Per rendere il viaggio il più semplice e piacevole possibile, si raccomanda di osservare le seguenti precauzioni:

  1. Prova a muoverti di più. Cammina intorno alla cabina, muovi le gambe, cambia la posizione del tuo corpo.
  2. Le cinture di sicurezza dovrebbero essere sui fianchi e nella parte inferiore dell'addome - attenzione.
  3. I posti ottimali nella tua posizione sono nella parte anteriore dell'abitacolo. C'è il minimo tremolio.

Se ne hai la possibilità, acquista un biglietto in business class: lì ti sentirai a tuo agio durante il volo.

Assicurati di consultare un medico

Terzo trimestre

L'incapacità di fornire cure mediche tempestive è uno dei motivi per cui le donne in gravidanza non dovrebbero volare su aerei nel terzo trimestre. 25 settimane e oltre - il periodo in cui il feto è praticamente formato e praticabile. Se inizia un parto prematuro, nessuno sarà in grado di fornire assistenza medica in altezza.

Un periodo di 30 settimane in molti casi è una controindicazione ai voli, in particolare per le donne che si aspettano gemelli o la cui gravidanza è passata con complicazioni.

Quali possono essere stress e pericoli

Durante i voli durante la gravidanza, i cui termini hanno superato i 6 mesi, molte minacce sono in attesa di una donna. Ma con un'adeguata pianificazione del viaggio, è possibile evitarne uno qualsiasi..

Preparati al fatto che incontrerai alcune difficoltà, in particolare:

  1. Viaggiare in classe economica è difficile in quanto non sarai in grado di allungare le gambe e prendere la posa più comoda.
  2. Se sei seduto vicino alla finestra, dovrai spesso disturbare i tuoi vicini, poiché le donne incinte sono costantemente sopraffatte dalla voglia di andare in bagno.
  3. Se voli in un piccolo aereo privato, preparati al fatto che sentirai una differenza significativa di pressione. Nel tuo caso, è meglio scegliere una fodera di grandi dimensioni.
  4. Lo stress influisce notevolmente sul benessere di una donna incinta. Per minimizzarlo, viaggiare in business class.
  5. Se inizia un parto prematuro, non saranno in grado di fornire assistenza medica a bordo dell'aeromobile, quindi cerca di non volare in ritardo.

A causa delle persistenti paure delle donne riguardo ai voli negativamente, sono emersi molti miti sulla salute del bambino e della madre. Per ridurre l'ansia, dissipa il più comune di essi. Quindi, i miti sul volo su un aereo donne incinte:

  1. Nascita di un bambino con disabilità dello sviluppo. I voli non influenzano lo sviluppo di anomalie, piuttosto, è la genetica e lo stile di vita di una donna. Aerei protetti in modo affidabile dagli effetti delle radiazioni in quota.
  2. Alto rischio di contrarre infezioni respiratorie. Naturalmente, in luoghi di grandi folle in spazi ristretti, questo rischio aumenta a volte, ma tutti gli aerei hanno filtri speciali che assorbono più del 95% di microrganismi pericolosi. Pertanto, il rischio di infettarsi su un aereo è uguale al rischio di infettarsi a casa propria. Tuttavia, esiste la possibilità di infezione se un passeggero malato si siede accanto a te.
  3. Il verificarsi di trombosi. In effetti, il rischio di trombosi appare dal momento della gravidanza. Ma i voli sugli aeroplani aumentano davvero la probabilità di una tale condizione, ma non a causa dell'altitudine, ma a causa dei movimenti limitati. Pertanto, è necessario provare a camminare periodicamente intorno alla cabina e spostare le gambe in posizione seduta.
  4. Parto prematuro e aborto spontaneo. Nei forum materni, le donne spesso raccontano come, entro 2-3 settimane dopo il volo, abbiano avuto un aborto spontaneo o un parto prematuro. Sfortunatamente, circa il 20% delle donne affronta tali fenomeni. Per giustificare l'accaduto, spesso ricordano esattamente i viaggi aerei. In realtà, né la nascita pretermine, né gli aborti spontanei sono in alcun modo collegati all'aeromobile, tuttavia, possono insorgere a causa di stress dovuto al volo imminente.
  5. Ipossia. La malattia può colpire solo le donne in gravidanza affette da anemia. Un volo può influenzare lo sviluppo di un attacco solo se si verifica un incidente. Ma i passeggeri sono sempre dotati di maschere di ossigeno. Nelle situazioni più difficili, devono essere indossati in 18 secondi, altrimenti la perdita di coscienza non può essere evitata. Se sei sicuro di poterlo fare, il volo è sicuro per te.
  6. Disidratazione. La cabina è davvero molto secca, ma la disidratazione può essere evitata portando acqua pulita con sé o chiedendo al personale di bordo. Puoi lavare periodicamente il viso con acqua, bere 0,5 l ogni ora e gocciolare gocce a base di sale marino nel naso - e nessuna conseguenza di disidratazione ti influenzerà.

I miti dissipati non significano che tutti possano volare senza eccezioni senza minacciare la vita e la salute di una donna e di un bambino. Esistono numerose controindicazioni, tra cui:

  • periodo da 30 settimane di gravidanza;
  • gravidanza gemellare;
  • complicanze della gravidanza;
  • preeclampsia;
  • placenta previa completa;
  • anemia di 3 gradi;
  • tossicosi grave;
  • la minaccia di distacco di placenta;
  • gravidanza a seguito di fecondazione in vitro;
  • esacerbazione di malattie croniche.

Tuttavia, il medico può dare il permesso di volare anche in presenza di complicazioni, quindi ogni caso è individuale.

Se puoi, ottieni il supporto dei tuoi cari

Cosa fare se una donna incinta è malata

Una donna incinta su un aereo è spesso accompagnata da attacchi di nausea e vomito. Per ridurli o eliminarli completamente, è importante seguire le raccomandazioni:

  • Prima di salire sull'aereo, prova a mangiare facilmente, non mangiare troppo stretto;
  • se durante il volo hai voglia di mangiare, chiedi all'hostess un menu dietetico leggero;
  • se le regole della compagnia aerea lo consentono, porta il tuo solito cibo al salone per soddisfare la tua fame;
  • se ritieni che la condizione stia peggiorando, concentrati su un punto di fronte a te e resta fermo;
  • se il medico non ti ha proibito di bere il caffè, chiedi all'addetto alla cabina una piccola tazza - questo aiuterà ad alleviare i sintomi della nausea;
  • non assumere sedativi o sonniferi: possono solo aggravare la situazione;
  • cerca di non cedere allo stress e alla tensione nervosa. Ascolta la musica, guarda un film, leggi un libro o sfoglia una rivista - cosa ancora più importante, distogli le preoccupazioni.

Se sai di avere la tendenza alla nausea a bordo di un aereo, è meglio non viaggiare durante la gravidanza.

Requisiti per le donne in gravidanza delle compagnie aeree

I motivi sopra indicati per cui è meglio che le donne incinte non volino su un aereo costringano le compagnie aeree a introdurre alcune regole di volo:

  1. A partire dall'età di 8 mesi, le donne devono fornire un certificato del ginecologo attestante che il loro stato di salute è stabile. Aiuto valido per una settimana.
  2. Una settimana prima della nascita prevista, una donna dovrebbe essere con una donna accanto a lei, che sarà in grado di coordinare le azioni del medico se la nascita inizia a bordo dell'aereo. Senza una scorta non saranno ammessi sull'aereo.
  3. Alcune compagnie aeree offrono ai passeggeri la possibilità di compilare un questionario, in cui è necessario rispondere a diverse domande sul benessere e sulla salute. Ciò è necessario affinché il personale di bordo sappia cosa aspettarsi e come fornire il primo soccorso.
  4. Alcune compagnie aeree richiedono di firmare un documento secondo cui la donna è a conoscenza di tutti i rischi associati al volo.

In ogni caso, i voli sugli aerei durante la gravidanza non sono vietati, è importante solo rendersi conto di quanto sia sicuro in un caso particolare..

Consigli utili

Prima del volo, si consiglia di consultare un medico, anche se non si è preoccupati. Inoltre, le seguenti raccomandazioni aiuteranno a facilitare il volo:

  1. Porta con te tutti i documenti medici relativi alla gravidanza, le medicine necessarie. Scopri i telefoni dei medici che lavorano all'aeroporto di destinazione in modo che possano fornire assistenza tempestiva, se necessario.
  2. Durante il volo, i sacchetti di carta dovrebbero essere vicino a te. Chiedi anche all'assistente di volo di portare un morbido cuscino e un plaid.
  3. Indossa abiti e scarpe comodi e morbidi. Devono passare bene l'aria.
  4. Cerca di non essere nervoso durante il volo. Ricorda, se il medico ti ha permesso di volare, allora non c'è pericolo.
  5. Prova a scegliere voli non troppo lunghi. Rifiuta anche i voli con trasferimenti, in quanto sono molto stancanti.
  6. Se possibile, spostati di più, alzati per camminare intorno alla cabina.
  7. Entra nella cabina tra gli ultimi passeggeri.
  8. Porta una maschera medica con te.
  9. Bere almeno 0,5 L di acqua liscia pulita ogni ora..
  10. Prendi uno spray al sale marino nel salone e gocciola il naso ogni ora.
  11. Scegli seggi di fronte al velivolo, se puoi - in business class.

Se ti avvicini correttamente alla pianificazione del viaggio, nessuna paura sarà confermata. Segui le raccomandazioni del medico per dare alla luce un bambino sano.

Up