logo

L'acqua è necessaria per tutti gli esseri viventi. Ma molti pediatri consigliano ai giovani genitori di non dare acqua ai neonati fino a quando non raggiungono una certa età. Questa raccomandazione è legata alle peculiarità dell'alimentazione del bambino, ai suoi bisogni individuali, quindi i genitori del bambino dovrebbero sapere se devono dare acqua al neonato, durante l'allattamento.

È necessario mungere il bambino

Il latte materno contiene tutto ciò di cui un bambino ha bisogno. Circa il 90% di esso è liquido, quindi, mentre il bambino viene alimentato con latte materno, non è necessario dargli nulla in più. Ciò è dovuto al fatto che il corpo del bambino non distingue ancora tra liquido e acqua, riceve tutto il necessario con il latte.

Se il bambino ha bisogno di più liquidi, allora richiede solo più spesso un seno, mentre consuma latte anteriore, che non è così denso e saturo. Il corpo femminile sente i bisogni del bambino e si adatta ad esso.

Fino a quando il bambino raggiunge l'età di 5-6 mesi (durante l'allattamento), non ha bisogno di acqua. Inoltre, l'eccesso di liquido nel corpo di un bambino può essere pericoloso quanto la sua mancanza. Un'eccezione è l'alimentazione artificiale del bambino con miscele. In questo caso, ha solo bisogno di acqua.

Perché non puoi bere acqua con un bambino fino a 6 mesi

I neonati iniziano a bere acqua all'età di 6 mesi. Tutto dipende dalla qualità e dalla quantità di latte materno nella madre. Il pediatra dovrebbe decidere a quale età il bambino dovrebbe bere acqua. I genitori dovrebbero capire che lo stomaco del bambino è piccolo, delle dimensioni di un pugno del bambino, riempirlo con acqua può avere conseguenze negative:

  • il rischio di sviluppare un dysbacteriosis in un bambino aumenta 3 volte;
  • la quantità di nutrienti necessari al corpo diminuisce (tutto lo spazio libero nello stomaco è dato all'acqua);
  • è difficile rimuovere la bilirubina, che provoca l'ittero fisiologico nei neonati:
  • si verifica un sovraccarico dei reni, i sali vengono attivamente espulsi dal corpo.

Se una donna dà acqua a un bambino invece del latte materno, la sua produzione può essere significativamente ridotta. Non vi è alcuna garanzia che l'acqua che entra nel corpo sia pulita e sicura. Anche nell'acqua bollita, rimangono sostanze dannose per il neonato.

Che tipo di acqua può essere data a un bambino in gv

Pediatri e genitori dovrebbero essere molto severi sulla qualità dell'acqua utilizzata dai bambini che allattano. È vietato dare ai bambini:

  • Acqua bollita. Nel processo di ebollizione, solo un piccolo numero di batteri viene distrutto. I composti del cloro presenti in tale acqua sono dannosi per i bambini.
  • Acqua da fonti aperte (bene, bene). L'acqua di pozzo contiene nitrati e batteri nocivi per il corpo con un sistema immunitario immaturo..
  • Acqua minerale o gassata. Tale acqua provoca coliche ed è dannosa per lo stomaco..
  • L'acqua filtrata passa attraverso un filtro standard. Il liquido purificato in questo modo è sicuro per gli adulti, ma non adatto ai bambini..

I bambini sono autorizzati a dare esclusivamente acqua in bottiglia. Può essere acquistato in farmacia o supermercato. Sulle bottiglie con acqua destinate ai bambini piccoli la designazione corrispondente contiene. L'acqua in bottiglia contiene:

  • fino a 200-300 mg / l di minerali;
  • fino a 60 mg / l di calcio;
  • fino a 5-20 mg / l di potassio;
  • fino a 20 mg / l di sodio;
  • fino a 10-35 mg / l di magnesio.

L'acqua in bottiglia viene conservata dopo aver aperto la bottiglia per non più di 1 giorno in un luogo fresco, preferibilmente in un frigorifero in un contenitore di vetro. Bollire tale acqua non è raccomandato.

L'acqua acquistata è costosa. Al fine di risparmiare denaro, è possibile acquistare un filtro per l'acqua per bambini. L'acqua purificata da lui viene utilizzata per bere e preparare miscele. Al momento dell'acquisto, prestare attenzione alla qualità della plastica. È consigliabile che un tale filtro sia approvato da un pediatra..

Come effettuare il dosaggio con acqua

L'acqua viene spesso utilizzata per il latte durante l'allattamento. Se il bambino sente il bisogno di liquido, non lo rifiuterà. Il doping viene effettuato utilizzando uno speciale biberon con un ciuccio o un normale cucchiaino. In quest'ultimo caso, il bambino non solo riceverà la quantità di acqua di cui ha bisogno, ma imparerà anche come usare un cucchiaio, che faciliterà successivamente l'alimentazione.

Durante il dosaggio, un ruolo importante è giocato dalla temperatura dell'acqua. Deve essere riscaldato a 26-30 gradi Celsius. Per fare ciò, basta abbassare la bottiglia in un contenitore di acqua calda. Quando un bambino cresce, la temperatura dell'acqua viene abbassata e portata a 20 gradi Celsius.

Di quanta acqua ha bisogno un bambino che allatta?

La quantità di acqua consumata da un bambino in particolare durante l'allattamento è individuale. Se il bambino viene alimentato esclusivamente con latte materno, al giorno non ha bisogno di più di 1-2 ore. Cucchiai d'acqua. Questo è di circa 30-70 ml. Con l'alimentazione artificiale, la quantità di acqua aumenta. Altrimenti, i bambini iniziano a soffrire di coliche, la costipazione è possibile. Norm - 100 ml di liquido al giorno. La maggior parte del bambino necessario arriva con il latte, quindi è sufficiente il numero specificato di cucchiai d'acqua durante l'allattamento. Ma se il bambino rifiuta di bere liquidi in così piccola quantità, non è necessario forzarlo.

Intossicazione infantile da latte

L'eccesso di liquido nel corpo del bambino può portare all'intossicazione idrica del corpo. Il motivo è:

  • bere più acqua del necessario dalla madre che allatta (7-8 bicchieri al giorno sono sufficienti per aumentare il latte materno);
  • saldatura forzata di acqua al bambino;
  • uso frequente di clisteri;
  • bambino che ingoia acqua durante il bagno.

I reni del bambino, sebbene completamente formati, non sono ancora in grado di espellere tutta la quantità di acqua che usano. Ciò porta a una violazione del bilancio idrico salino e all'avvelenamento.

I principali sintomi di intossicazione da acqua in un bambino

Se il bambino ha intossicazione da acqua, ciò può essere compreso dalla comparsa dei seguenti sintomi:

  • vomito
  • deflusso della zona intorno agli occhi;
  • irritabilità, pianto;
  • sonnolenza
  • il rilascio di grandi quantità di sudore;
  • contrazioni di arti e muscoli del viso.

Con una significativa intossicazione del corpo per un lungo periodo di tempo, esiste il rischio di sviluppare ritardo mentale e persino paralisi cerebrale. Segni di intossicazione possono apparire indipendentemente da quale acqua sia stata somministrata al bambino.

L'opinione dei pediatri

I pediatri raccomandano di dosare il bambino con acqua durante l'allattamento e l'allattamento nei periodi caldi. I bambini devono ricevere regolarmente liquidi. I segni di disidratazione del bambino sono una fontanella cascante, pelle secca intorno agli occhi. I bambini iniziano ad agire e chiedono più seno.

Nel caldo, raccomanda non solo di finire il bambino, ma anche di pulirlo con acqua. Il corpo ha bisogno di acqua per la vita, ma il suo uso eccessivo, soprattutto da parte dei bambini, può avere conseguenze negative. Esiste sempre il pericolo che bere regolarmente acqua da un bambino lo costringa ad abbandonare il latte. Durante l'allattamento, l'acqua non è sempre necessaria. Se il bambino non beve acqua, non è necessario forzarlo.

È possibile dare acqua ai bambini

Tutte, senza eccezione, le giovani madri sono interessate a sapere se è possibile dare acqua ai neonati e se dovrebbe essere fatto. L'opinione dei pediatri e il consiglio delle generazioni più anziane di solito non coincidono. Le nonne affermano di aver dato ai loro bambini acqua nei primi giorni di vita del bambino e i medici moderni raccomandano di farne a meno.

Cosa dovrebbe fare una giovane mamma per trovare la soluzione giusta? Valuta se il bambino ha bisogno di acqua e cosa spiega il rifiuto della sua introduzione nella dieta del neonato.

Il punto chiave qui è il tipo di alimentazione del bambino.

Il neonato ha bisogno di acqua durante l'allattamento

I pediatri ritengono che l'allattamento al seno di un neonato copra il bisogno di liquidi del corpo. Ciò è spiegato dal fatto che l'85% del latte materno è costituito da acqua e il resto sono i nutrienti necessari. Questa percentuale copre il bisogno di bere del bambino.

Tuttavia, ad alcune madri sembra che il bambino abbia bisogno di bere di più, soprattutto quando fa caldo. Va tenuto presente che l'acqua ubriaca farà sgretolare le briciole e berrà meno latte. Di conseguenza, il bambino riceverà meno vitamine e minerali.

Inoltre, prima dell'introduzione di alimenti complementari, questa situazione può provocare una diminuzione dell'allattamento, poiché il bambino non succherà tutto il latte dal petto. Di particolare importanza sono i mangimi notturni, a causa del fatto che l'ormone della produzione di latte viene sintetizzato più attivamente di notte.

Inoltre, esiste il rischio di alterare l'equilibrio dei batteri nell'intestino del bambino. È naturale che il latte materno sia ideale per la formazione di una microflora sana, e tutto il resto può scuotere l'equilibrio naturale e causare un rischio di disbiosi nel bambino.

Un altro aspetto negativo: il bambino può rifiutare di allattare. Molto spesso, l'acqua viene bevuta da una bottiglia con un ciuccio, che è molto più facile da succhiare di un seno. Per questo motivo, il bambino può preferire questo particolare metodo di alimentazione.

L'acqua può essere somministrata a un neonato che è in HB solo quando ha la febbre o la diarrea. È anche accettabile dare a un bambino acqua con un decotto di aneto o finocchio per coliche. Ciò contribuirà allo scarico di gas nel bambino.

Si raccomanda che un bambino che mangia latte materno inizi a dare acqua contemporaneamente all'introduzione di alimenti complementari. Il bambino può rifiutare, quindi non insistere, ma offrire di nuovo in una settimana o due.

Nutrire i bambini che sono alimentati artificialmente e in modo misto

I bambini allattati artificialmente ricevono una quantità impressionante di proteine, il che significa che hanno bisogno di acqua. Quando viene calcolata la quantità per l'alimentazione della miscela, l'acqua non viene conteggiata come cibo. Con l'alimentazione mista, anche il bambino ha bisogno di acqua.

La norma dell'acqua per un bambino di età pari a 1 mese con alimentazione mista o artificiale è fino a 200 ml al giorno. Se il bambino beve riluttante, allora nulla la disturba e non è necessaria acqua.

Quale acqua è adatta per i neonati

L'acqua per i bambini è preferibile a speciale. Nelle farmacie puoi trovare un'acqua speciale restaurata per i bambini. La bottiglia deve indicare l'età a cui è destinata. Se non è possibile acquistare acqua in bottiglia, è adatta anche l'acqua ordinaria. Ma vale la pena ricordare che un bambino può essere bevuto solo con acqua bollita.

Il più utile è l'acqua di fusione. La ricetta è semplice: devi versare l'acqua normale in un contenitore e metterla su un foglio di cartone nel congelatore. Dopo un po 'di tempo, dopo aver congelato l'acqua, la ciotola viene estratta e lasciata scongelare a temperatura ambiente.

La migliore temperatura dell'acqua per i bambini che mungono è di 22-25 ° C.

Come dare acqua ai bambini

È ottimale bere il bambino da un cucchiaio. Quindi puoi controllare la quantità di acqua che bevi e, nel caso di GV, il bambino non imparerà a bere attraverso il capezzolo.

Quando posso dare acqua a un neonato

Un bambino che riceve latte materno può ricevere acqua solo dopo l'applicazione sul seno, altrimenti lo stomaco si riempie e il bambino non mangia la quantità desiderata di latte. Per decidere quanta acqua dovrebbe essere data ai bambini al giorno, i genitori hanno bisogno. Normalmente, un bambino beve 10-30 ml di acqua al giorno fino a 2 mesi.

Con IV, l'acqua dovrebbe essere offerta al bambino tra i pasti, a condizione che il bambino non mostri segni di ansia.

Tuttavia, se i genitori vedono sintomi di disidratazione, il bambino deve ricevere da bere. I seguenti segni indicano una mancanza di acqua:

  • il bambino diventa insolitamente letargico o lunatico;
  • il bambino batte le palpebre molto raramente;
  • la pelle diventa pallida, il peeling, si verificano secchezza;
  • anche la lingua diventa secca;
  • la minzione è rara e l'urina diventa scura e con un odore pungente;
  • appare costipazione;
  • la fontanella nei neonati inizia ad affondare;
  • quando un bambino viene offerto da bere, afferra avidamente un ciuccio (cucchiaio, bevitore).

La regola di base non è quella di sperimentare il bambino soprattutto nei primi mesi di vita. L'acqua è necessaria nel corpo del bambino, ma i genitori devono controllarne l'assunzione e seguire le raccomandazioni degli specialisti.

Come consigliato dal Dr. Komarovsky E.O. nell'articolo "Domanda dei bambini: bere o non bere": "Non ha senso far bere acqua a un bambino sano... Offri la tua attività e bevi o non bevi - il bambino deciderà da solo".

Quando posso dare acqua a un neonato durante l'allattamento??

Il latte materno non è solo cibo per il bambino, ma anche una bevanda, perché a 9/10 è costituito da acqua.

Il corpo di una donna può adattarsi alle esigenze del bambino, determinando la composizione del latte in base alle sue esigenze. Sembra che non sia necessaria acqua aggiuntiva, tuttavia ci sono situazioni in cui il bambino merita ancora il doppiaggio. Quando posso dare acqua a un neonato durante l'allattamento, in questi casi non puoi farlo?

Quando dare acqua a un neonato durante l'allattamento?

La mungitura di un bambino di età inferiore a 3 mesi deve essere raccomandata solo da un pediatra. Ai bambini più grandi può essere data acqua senza paura per aver abbandonato il seno. Se un bambino è felice di bere acqua, non dovresti privarlo del bere. La disidratazione è molto pericolosa, è importante che i genitori ricordino il rapido metabolismo del neonato e una significativa perdita di umidità.

Grudnichkov è meglio iniziare a bere all'età di 4 mesi e più. Si raccomanda di farlo tra l'allattamento. Il volume di acqua consumato al giorno è individuale per ogni bambino, tuttavia i pediatri consigliano di non somministrare ai bambini più di 100 ml di liquido per 1 kg di peso corporeo al giorno. Ciò include anche il latte materno, quindi l'acqua rappresenta da 30 a 70 ml, a seconda delle esigenze del bambino.

Puoi bere il tuo bambino sia da una bottiglia che con un cucchiaio. La seconda opzione è preferibile, poiché in futuro ammorbidirà il processo di introduzione di alimenti complementari, il bambino ricorderà cos'è questa posata e a cosa serve. Non dimenticare che i neonati hanno ancora un volume molto piccolo dello stomaco, quindi non è necessario somministrare molta acqua alla volta. All'inizio bastano 2-3 cucchiaini da tè.

In alcuni casi la necessità di liquidi aumenta in modo significativo. Ad esempio, una mancanza di umidità è causata da aria interna troppo secca o surriscaldamento. Quando fa caldo, anche i bambini perdono molta umidità e devono bere.

  • minzione rara;
  • mucose secche, pelle, lingua;
  • discesa della fontanella.

I medici raccomandano di somministrare acqua per raffreddori e altre malattie che sono accompagnate da un aumento della temperatura corporea. Spesso l'acqua aiuta se una piccola persona singhiozza.

Posso dare acqua ai neonati? Cosa dicono i principali esperti?

Il famoso pediatra E.O. Komarovsky sostiene che i bambini non dovrebbero essere costretti a bere acqua se non vogliono. Tuttavia, i genitori dovrebbero periodicamente offrire da bere al bambino, perché a questa età non può ancora dimostrare di avere sete. Mamma e papà, stare con il bambino, dovrebbero sempre portare una bottiglia pulita di acqua potabile speciale per i bambini dalla nascita.

Komarovsky osserva che se c'è una carenza di latte materno, questa è una controindicazione all'acqua potabile. Il corpo femminile si adatta alle esigenze del bambino e, se viene applicato meno spesso sul seno, il latte può scomparire del tutto.

Evgeny Olegovich presta attenzione al tipo di acqua che può essere data ai neonati. Bollito è "morto", gli animali non lo bevono, non ha nulla a che fare con il bere naturale. Il medico non vede nulla di sbagliato nell'uso di composta, salsiccia, gelatina, bevanda alla frutta, se questi prodotti sono adatti all'età del bambino e non sono controindicati a causa di allergie e altre possibili patologie.

La pediatra Irina Vostrikova afferma che i neonati non devono essere drogati se una donna che allatta riceve abbastanza liquidi ogni giorno e beve almeno 2 litri di acqua pulita al giorno. Inoltre, nella stagione calda tra le poppate, al bambino possono essere somministrati 10-15 ml di acqua, ma solo se non lo rifiuta. Si consiglia di non superare la norma giornaliera in 150-200 ml di acqua, altrimenti il ​​carico sul tratto gastrointestinale potrebbe aumentare in modo significativo. A volte puoi dare acqua di notte, questo vale per quei casi in cui il bambino si è svegliato e piange, ei genitori sono sicuri che non ha fame.

In quali casi è impossibile dare acqua ai neonati durante l'allattamento?

La regola principale alla quale i giovani genitori devono attenersi è di non dare acqua al bambino se non lo chiede e non lo desidera, nonché in assenza di sintomi di disidratazione. Durante i primi tre mesi di vita, il neonato non ha bisogno di essere drogato. Se la madre sente che il bambino ha sete, dagli solo un petto. Il latte aiuterà a compensare la perdita di liquidi, mentre il bambino berrà esattamente quanto gli serve.

Inoltre, non è necessario fornire acqua extra se il bambino è malnutrito. Dopo aver bevuto un po 'd'acqua, potrebbe avere una falsa sensazione di sazietà e smetterà di "lottare" per il latte nel petto di sua madre.

L'eccesso di acqua può causare diarrea. Se il liquido non è sufficientemente purificato e filtrato, l'infezione può entrare nel corpo del bambino, causando gravi malattie che sono molto difficili da combattere nei neonati.

  • bollito dal rubinetto (quando bolle, non tutti i batteri muoiono, mentre un tale liquido contiene composti di cloruro pericolosi per i bambini);
  • da fonti aperte (possibilmente il contenuto di nitrati, batteri nocivi e altri componenti pericolosi per i bambini);
  • minerale e gassato;
  • dalle normali caraffe filtranti per uso domestico destinate agli adulti;
  • se la bottiglia di fabbrica non ha la marcatura corrispondente che è destinata ai bambini, indicando l'età del bambino;
  • se è trascorso più di un giorno dall'apertura della vodka per bambini che è stata conservata fuori dal frigorifero;
  • da produttori sconosciuti, acquisiti in luoghi di commercio sospetti, con integrità dell'imballaggio rotta, scaduti.

Un omino ha bisogno di acqua dalla nascita. Se il bambino viene allattato al seno, durante i primi mesi di vita, riceve una quantità sufficiente di liquido con il latte materno. Tuttavia, ci sono situazioni in cui è ancora necessario mungere un neonato. Prima di dare acqua al tuo bambino, dovresti assolutamente consultare un pediatra.

autore esperto: Andrei Gennadievich Smirnenko,

pediatra, candidato in scienze mediche, omeopata

Cosa pensi quando puoi dare acqua a un neonato, cari lettori? Scrivi i tuoi pensieri e opinioni nei commenti!

Se al bambino viene data dell'acqua

C'è qualche vantaggio nella saldatura con acqua? Come sono correlati l'acqua e la disbiosi? Cosa fare se il bambino ha caldo? Quando dare acqua al tuo bambino?

La risposta alla domanda se i bambini hanno bisogno di acqua è abbastanza semplice. Cerca solo di tornare mentalmente, anche cento anni fa. E pensiamo, quante madri hanno sempre abbastanza acqua pulita (apparentemente bollita) per dare al suo bambino senza rischi per la sua salute? Per molte migliaia di anni di evoluzione umana, i bambini nei primi mesi di vita non hanno ricevuto acqua, perché ciò ha comportato un pericolo diretto per la loro vita. Cioè, per una persona come specie biologica, è insolito che i bambini piccoli bevano. Come, tuttavia, per altri mammiferi - i cuccioli iniziano a ricevere acqua quando iniziano a mangiare lo stesso cibo dei loro genitori. Se parliamo non solo di buon senso, ma anche di giustificazioni mediche, l'Organizzazione mondiale della sanità, nonché le ultime istruzioni del Ministero della Salute della Federazione Russa, suggeriscono di non dare bevande aggiuntive ai bambini allattati al seno senza particolari indicazioni mediche, fino a circa sei mesi. Perchè così?
Il primo pericolo è la malnutrizione. Lo stomaco del bambino ha le dimensioni del suo pugno ed è in grado di accettare ed elaborare una quantità limitata di cibo in entrata (nel primo mese di vita è 1/5 - 1/6 del peso corporeo al giorno). E la particolarità del sistema nervoso del neonato è tale che l'acqua provoca un falso senso di sazietà. Pertanto, è importante che la madre capisca: se suo figlio ha bevuto 100 ml di acqua, non ha ricevuto 100 ml di latte. Inoltre, la crescita e lo sviluppo del bambino dipendono dal latte e l'acqua non gli porta assolutamente alcun beneficio.
Il secondo pericolo è una diminuzione della produzione di latte. Il latte viene prodotto in risposta alla suzione del bambino, vale a dire quanto il bambino ha succhiato - tanto latte arriverà successivamente. Se la madre ha dato l'acqua al bambino, allora succherà di meno. Particolarmente pericolosi a questo proposito sono il bere notturno del bambino con acqua, perché durante l'alimentazione notturna viene stimolata la produzione dell'ormone prolattina, che aumenta la produzione giornaliera di latte. Ciò significa che il bambino che nutre il seno di sua madre durante la notte, quindi si fornisce la quantità necessaria di latte durante il giorno. E se i "sostenitori" consigliano alla madre "di ingannare il bambino con acqua in modo che non si preoccupi di notte" - pensa che probabilmente puoi ingannare il bambino, ma non puoi ingannare il sistema naturale di produzione del latte...
Il terzo pericolo è una violazione del naturale equilibrio dell'apparato digerente del bambino. Un bambino nasce con un intestino sterile e fino a circa sei mesi c'è un'inoculazione attiva della sua microflora benefica. Il latte materno aiuta a formare e mantenere l'equilibrio naturale dei batteri nell'apparato digerente e tutto ciò che un bambino riceve oltre al latte materno durante questo periodo di vita peggiora questo equilibrio. E se la pratica del bere sta diventando costante, molto spesso nel bambino si riscontra un eccesso di microflora dannosa rispetto a quella benefica, il fenomeno stesso che i nostri medici di solito chiamano disbiosi. Gli studi condotti dall'Organizzazione mondiale della sanità mostrano specificamente che la maggior parte dei bambini allattati esclusivamente al seno durante i primi 6 mesi sono sani e crescono bene. E i bambini che, oltre al latte materno, hanno ricevuto acqua o tè, hanno sofferto di disturbi intestinali tre volte più spesso rispetto ai bambini che erano stati allattati al seno... Hai bisogno di un tale rischio?
Il quarto pericolo è la probabilità di insufficienza mammaria. L'acqua viene solitamente somministrata da una bottiglia con un capezzolo, che spesso porta i bambini a una "confusione di capezzoli", ovvero un rifiuto di succhiare il seno della madre a favore di una bottiglia.
Consideriamo ora gli argomenti di coloro che insistono sulla necessità di dare briciole d'acqua.
"L'acqua aiuta a eliminare l'ittero infantile"
L'ittero provoca la bilirubina, che è un enzima liposolubile. Non solubile in acqua, ma liposolubile. Cioè, l'acqua non viene escreta dal corpo, ma escreta precisamente con il colostro e successivamente con il latte, che, a differenza dell'acqua, contiene le proporzioni ottimali per i grassi del bambino.
“Il latte è lo stesso cibo del porridge, per esempio. La fame deve essere soddisfatta del cibo e la sete del bere. Altrimenti, il bambino riceve calorie extra! "
In effetti, la consistenza del latte e dei cereali è completamente diversa. Il latte è composto per l'85-90% di acqua. Se gli adulti mangiassero costantemente lo stesso cibo liquido, allora non avrebbero alcuna supposizione che fosse necessario diluirlo ancora di più... Inoltre, fino a una certa età, un bambino piccolo non fa distinzione tra fame e sete. Ecco perché, come già accennato, l'acqua crea una sensazione di falsa sazietà in lui, sostituendo il latte materno. Spostiamo l'enfasi: poiché ottenere acqua non è biologicamente giustificato, è giusto dire che il bambino che è allattato esclusivamente al seno riceve "calorie extra", ma che il bambino che viene drogato con acqua perde le calorie necessarie.
"L'acqua dovrebbe essere data se fuori fa caldo e la stanza ha aria secca"
In effetti, in estate, lo smorzamento è sostenuto dal calore e in inverno - dall'aria secca in una stanza riscaldata. Tuttavia, molti studi sono stati condotti in tutto il mondo in paesi secchi e caldi (ad esempio, in India ad una temperatura di 35-40 ° C e umidità dal 10 al 35%; in Pakistan ad una temperatura di 27,4-40,7 ° C e umidità dal 24 al 77%; in tropici a una temperatura compresa tra 4 e 41 ° C e umidità dal 9 al 60%), il che ha dimostrato in modo inequivocabile che i bambini a cui è stato somministrato solo il seno hanno sofferto meno di disidratazione rispetto a quelli che sono stati nutriti con latte materno e sono stati munti. Il fatto è che il latte materno contiene la concentrazione ottimale di tutti i sali e i minerali necessari per il bambino - a proposito, se un adulto soffre di disidratazione, si raccomanda anche di ripristinare l'equilibrio dell'umidità non con acqua normale, ma con una soluzione di sali appositamente selezionati... Quindi, se La mamma pensa che sia caldo per il bambino - non dovrebbe essere aggiunto con acqua, ma è più facile vestire e ventilare la stanza! Un bambino che ha sete chiederà semplicemente a sua madre il seno più spesso. In condizioni di caldo estremo, puoi pulire il corpo del bambino con acqua fresca e l'aria della stanza renderà l'umidificatore a vapore o l'atomizzatore semplice meno asciutto, ma in questo caso, l'acqua è desiderabile all'esterno e non all'interno del corpo del bambino...
"Se un bambino è malato, non puoi fare a meno dell'acqua: ripristinerà l'equilibrio dell'umidità, aiuta a eliminare i virus con l'urina e i farmaci possono essere sciolti in esso"
Quanto sopra, non esiste un'unica funzione con la quale il latte materno non sia in grado di affrontare meglio dell'acqua. La stessa medicina che il bambino farà del suo meglio per sputare fuori quando diluito in acqua, prenderà molto più favorevolmente con il latte materno espresso, che aiuterà anche un migliore assorbimento.
"Mio figlio a volte si calma solo dopo aver ricevuto una bottiglia d'acqua."
La parola chiave qui è bottiglia. Per molte ragioni diverse, a volte un bambino vuole succhiare qualcosa, ma non il torace di sua madre. Due dei modi più semplici e innocui per calmare un bambino che non ha bisogno del seno di sua madre in questo momento è succhiare il dito pulito o solo dormire, perché il più delle volte i bambini che sono stanchi delle impressioni diurne si comportano in questo modo prima di addormentarsi.
"Tutti hanno sete e i bambini non fanno eccezione!"
Ci sono molti alimenti che gli adulti possono mangiare in sicurezza, ma che causeranno grossi problemi nei bambini, perché il loro sistema digestivo non è ancora abbastanza maturo. Un tentativo di nutrire un bambino, concentrandosi sui bisogni di uno stomaco adulto, porterebbe a gravi conseguenze. La maggior parte dei bambini stessi si rifiuta di bere l'acqua che viene loro offerta e inizia a dissetarsi solo dopo 9-12 mesi.

Come dare acqua a un neonato con l'allattamento al seno e artificiale?

Ciao cari lettori! Oggi discuteremo di una questione importante e controversa per molti genitori: come dare acqua a un neonato? Ci sono differenze se il bambino sta allattando o sta allattando artificialmente? Le opinioni dei pediatri differiscono, quindi prenderemo in considerazione tutti i lati del problema al fine di prendere la decisione giusta..

Oggi discuteremo di una questione importante e controversa per molti genitori: come dare acqua a un neonato? Ci sono differenze se il bambino è allattato al seno o al seno??

Un neonato ha bisogno di acqua?

Il corpo di ogni persona è costituito per l'85% di acqua. È la base per tutti i tessuti, sangue e linfa, partecipa ai processi di pulizia e nutrizione. Pertanto, i genitori sono preoccupati: è necessario finire il bambino? Come dare fluido e calcolare il suo volume? Solo 10-15 anni fa, l'opinione dei pediatri su questo tema era inequivocabile: il latte materno contiene tutte le sostanze necessarie e qualsiasi alimento complementare o acqua pura viola solo il regime alimentare. Sostenevano che il bambino potesse rifiutare il seno a favore del biberon.

Negli ultimi anni sono comparsi numerosi bambini, che fin dai primi giorni vengono trasferiti all'alimentazione artificiale per vari motivi. Nonostante l'alta qualità delle miscele, non possono sostituire il latte materno in termini di contenuto e benefici. Inoltre, molti produttori aggiungono zucchero, amido e altri tipi di addensanti alla composizione. Ciò influisce negativamente sul processo di digestione, si verificano problemi con i movimenti intestinali..

Pertanto, i pediatri sono inequivocabilmente sicuri nel rispondere alla domanda: l'acqua deve essere somministrata ai bambini? Certo che dare! Tuttavia, la sua quantità dipende direttamente dall'età e dal tipo di alimentazione del bambino. Il volume aumenta gradualmente dopo il primo mese di vita: il bambino inizia a muoversi di più, suda, quindi il corpo ha bisogno di un costante rifornimento del bilancio idrico.

La quantità di acqua offerta dipende dall'età e dal tipo di alimentazione del bambino.

Quando dare acqua a un neonato?

I medici raccomandano di monitorare attentamente il benessere del bambino, di fare affidamento non solo sui consigli di un pediatra e delle nonne. È obbligatorio somministrare vodichka a un neonato nelle seguenti situazioni:

  • Quando il riscaldamento centrale è acceso nella stanza, c'è aria secca, bassa umidità nella stanza.
  • Nella stagione calda nelle giornate estive.
  • Con aumento della sudorazione del bambino.
  • Se il bambino è malato, ha la febbre o la febbre.
  • Per un intestino turbato o feci molli. L'acqua aiuta anche a bilanciare il vomito..

Assicurati di mungere il neonato con ittero. L'acqua contribuisce all'eliminazione accelerata dei composti tossici, normalizza il livello di aumento della bilirubina. Aiuta a evitare la disidratazione durante intossicazione alimentare..

Quante volte al giorno offrire un'acqua per neonati dipende da molte circostanze. La cosa principale è non dimenticare i principali segni di mancanza di liquido nel corpo:

  • Sudorazione. Pertanto, il corpo cerca di mantenere l'equilibrio della temperatura con imperfetta termoregolazione.
  • Le labbra diventano secche, ruvide, screpolate.
  • Affondamento della fontanella sulla bambina, che è facile sentire o notare ad occhio nudo. Questo è il primo segno di grave disidratazione, che minaccia gravi complicazioni, disfunzione renale..
  • Il bambino diventa letargico e sonnolento, rifiuta il latte o una miscela, è molto capriccioso.
  • La quantità di urina diminuisce, acquisisce un'ombra scura e un odore pungente. Normalmente, un neonato svuota la vescica fino a 20 volte al giorno, quindi i genitori dovrebbero prestare attenzione alle condizioni del pannolino.
  • La placca può apparire negli angoli delle labbra o sulla lingua. Ha una tonalità biancastra, diventa la causa dello sviluppo dell'infezione, della candidosi.

Medici ben noti, tra cui il Dr. Komarovsky, non danno chiare raccomandazioni su quanti anni dovrebbe avere un bambino. Tuttavia, spiegano che il bambino non dovrebbe essere costretto a bere: devi solo monitorare attentamente la reazione, non sostituire il latte o il latte con acqua.

Come dare acqua a un neonato durante l'allattamento?

Con una nutrizione completa da donna, il suo latte materno ha una composizione equilibrata, contiene molte vitamine e aminoacidi preziosi. Si basa su fino al 90% di acqua, che riempie l'equilibrio del liquido in modo naturale. Pertanto, i medici ritengono che questa quantità sia sufficiente per un normale metabolismo e per mantenere la salute delle briciole.

Durante l'allattamento, ai bambini deve essere offerta acqua per 3-4 settimane. La cosa principale è seguire una certa dose e regole:

  • Non dare liquidi prima dell'allattamento: riempirà un piccolo volume dello stomaco, ridurrà la fame e un appetito sano. Ciò influisce negativamente sull'aumento di peso e sullo sviluppo del bambino.
  • Dopo il latte materno, puoi offrire un po 'di acqua pulita per lavare via i resti di cibo dall'interno delle guance e della lingua. Ciò ridurrà il rischio di crescita di batteri e funghi patogeni e previene lo sviluppo di stomatite..
  • Non dare spesso liquidi: i pediatri raccomandano a un bambino di età inferiore ai 3 mesi solo 50-60 ml di acqua al giorno.
  • In modo che il bambino non abbandoni il seno, è giusto offrire un po 'd'acqua da un cucchiaino. La testa deve essere leggermente sollevata, con attenzione e lentamente versare il liquido nell'angolo della bocca. Con disidratazione e rifiuto di bere, puoi usare una siringa senza ago.
In modo che il bambino non abbandoni il seno, è giusto offrire un po 'd'acqua da un cucchiaino.

Avendo capito se è necessario mungere un neonato, è necessario ricordare la fragile salute delle briciole. Una volta, i genitori possono somministrare non più di 2 cucchiai di liquido, in modo da non danneggiare i reni e il sistema urinario.

Come dare acqua a un neonato con alimentazione artificiale?

La composizione delle miscele di latte è caratterizzata da una maggiore quantità di proteine ​​del lattosio e zucchero. Per abbattere e accelerare il metabolismo, è necessaria acqua pura. Quanto dovrebbe essere somministrato a un bambino con un'alimentazione mista o artificiale? I pediatri suggeriscono di usare piccole dosi dal primo giorno dopo la nascita, raccomandando quanto segue:

  • Al giorno, nei primi 1-3 mesi sono richiesti 100 ml di acqua. A poco a poco, il volume aumenta a 150-200 ml, che è diviso in parti uguali (6-7 volte al giorno).
  • Durante la saldatura, è possibile utilizzare una bottiglia separata con un ciuccio. Dopo aver raggiunto i sei mesi, è meglio passare a bevitori speciali con un naso conveniente.
  • Se è necessario introdurre acqua di aneto o un decotto di finocchio, è necessario prendere in considerazione il volume totale di liquido: ciò contribuirà ad evitare il gonfiore, non influenzerà l'appetito.
  • Non c'è bisogno di offrire un drink 30–40 minuti prima dell'alimentazione: questo attenua l'appetito, costringendoti a rifiutare una bottiglia con il composto.

Anche con l'alimentazione artificiale, dare una vodichka a un neonato dovrebbe essere senza coercizione. I volumi possono aumentare in climi caldi, alte temperature, surriscaldamento del corpo. Con l'introduzione di alimenti complementari, succhi e frutta fresca, le esigenze iniziano a diminuire..

Separatamente, è necessario menzionare un maggiore uso da parte dei bambini di acqua senza segni di disidratazione o sete. Una caratteristica può essere osservata con le malattie del sistema endocrino, il diabete mellito. Se la situazione dura a lungo, è meglio chiedere il parere di un pediatra, per superare ulteriori test.

Singhiozzo

Per un neonato, il singhiozzo prolungato è un problema comune che spesso preoccupa i genitori. Si verifica quando l'aria viene ingerita durante l'alimentazione, il raffreddamento di briciole o la sete. Il bambino dovrebbe essere sollevato verticalmente con una "colonna", rassicurato o avvolto in una coperta calda. Se l'attacco non va via, devi berlo con acqua a temperatura ambiente: 2 cucchiaini sono sufficienti per alleviare lo spasmo dei muscoli del diaframma.

Che tipo di acqua è meglio dare a un neonato?

I genitori dovrebbero fare attenzione alla scelta dell'acqua per il neonato. Il benessere e la salute del bambino dipendono dalla sua qualità. Secondo le raccomandazioni dei medici, deve rispettare una serie di standard:

  • salinità totale inferiore a 200 ml / l;
  • contenuto di potassio non superiore a 5 mg / l;
  • livello di sodio non superiore a 20 mg / l;
  • contenuto di magnesio non superiore a 10-20 mg / l.
I genitori dovrebbero fare attenzione alla scelta dell'acqua per il neonato. Il benessere e la salute del bambino dipendono dalla sua qualità..

Quale acqua scegliere per un neonato? I medici raccomandano di prestare attenzione alle serie speciali per bambini prodotte da associazioni e aziende di alimenti per bambini. Subiscono numerose procedure di pulizia, sono rigorosamente controllati per il contenuto di impurità e batteri. È meglio acquistare piccole bottiglie e imballaggi in volume: dopo l'apertura, devono essere utilizzati entro 1-2 giorni.

È possibile dare a un neonato dell'acqua da una fonte naturale? L'acqua di sorgente contiene spesso una grande quantità di impurità minerali, composti di cloro, potassio o sodio. Praticamente non scompaiono quando bolle o filtrano, interrompendo l'equilibrio minerale nel corpo del bambino.

Oggi abbiamo discusso su come dare acqua a un neonato, quale dosaggio dovrebbe essere seguito con l'allattamento artificiale o al seno. Tuttavia, tutte le raccomandazioni sono approssimative e per ogni bambino, la norma del bere dovrebbe essere selezionata individualmente. E quale metodo hai usato durante il doppiaggio di tuo figlio?

Iscriviti agli aggiornamenti del nostro sito e condividi la tua esperienza nei commenti qui sotto!

Quanta acqua dare a un neonato?

Con l'aspetto del primogenito in famiglia, i giovani genitori hanno molte domande: come fare il bagno, nutrire, vestire, fasciare. Le generazioni più anziane, rappresentate dai nonni, condividono volentieri le loro esperienze e conoscenze, senza tener conto del fatto che nel corso di diversi decenni, gli approcci allo sviluppo dei neonati e alla loro alimentazione potrebbero cambiare. Un ostacolo può essere anche la domanda più innocua: se dare da bere in più a un neonato e quanta acqua dovrebbe bere al giorno.

In precedenza, l'acqua per un neonato era necessariamente presente nella dieta. Ora, secondo le raccomandazioni di pediatri esperti, un bambino allattato al seno non può essere munto, se non surriscaldato, non è malato e non sente alcun disagio. Ma ogni mamma dovrebbe sentire il suo bambino e reagire in tempo ai problemi. In quali casi un bambino deve essere bevuto e quanta acqua dovrebbe bere, tutti i genitori dovrebbero sapere.

Acqua per l'allattamento al seno per un neonato

Un bambino sano fino a 6 mesi non ha bisogno di bere di più - ha bisogno di abbastanza acqua contenuta nel latte materno. Le mamme sanno che convenzionalmente il processo di alimentazione può essere suddiviso in 2 fasi: la prima, in cui il bambino succhia il cosiddetto latte "anteriore", e la seconda, quando il latte "posteriore" viene secreto.

Nella prima fase, il bambino soddisfa la sete e, a causa del latte "dorsale", che ha una percentuale più alta di contenuto di grassi, si gorgoglia. Pertanto, è importante nutrire il bambino per almeno 10 minuti, in modo che abbia il tempo di aspirare il latte "posteriore", grazie al quale aumenterà di peso.

Se i primi sei mesi di vita di un bambino cadono in autunno, inverno, primavera, è in buona salute e i suoi genitori mantengono condizioni di temperatura ottimali nell'appartamento, quindi il bambino potrebbe benissimo fare a meno dell'acqua aggiuntiva. Ma se nella stanza in cui vive il bambino, fa caldo (temperatura superiore a 20 gradi), asciutto (umidità inferiore al 50-70%), vestilo calorosamente e si surriscalda, quindi il bambino ha bisogno di bere ulteriormente.

Devi anche dare da bere al tuo bambino se:

  • ha costipazione;
  • si ammalò, la temperatura corporea aumentò;
  • scrive raramente, il che può indicare una mancanza di acqua nella dieta.

Acqua artificialmente minuscola

Qualunque cosa dicano i produttori di alimenti per bambini, le miscele sono diverse dal latte materno e non vengono assorbite dal corpo del bambino. I bambini nutriti artificialmente che sono alimentati con miscele sature hanno maggiori probabilità di sperimentare costipazione e sono possibili reazioni allergiche..

I pediatri raccomandano di iniziare un bambino artificialmente molto prima di un bambino che beve il latte della mamma. Puoi dargli da bere dopo un periodo di neonato - da 4-5 settimane.

Come e quale acqua dovrebbe essere data al bambino

Avendo deciso di dare da bere al bambino, i genitori di solito incontrano domande così problematiche: quanto spesso bere, quante volte, a che ora, che acqua, per riscaldarlo o no.

Si consiglia ai pediatri di bere il bambino tra i pasti, circa un'ora dopo aver mangiato. Se il bambino è ansioso, piange, puoi offrirgli un po 'd'acqua in qualsiasi momento, ma non prima di allattare. Il bambino ha un piccolo stomaco, se beve acqua, allora può rifiutare il latte, quindi è meglio dargli un po 'd'acqua dopo aver mangiato. Pediatri e consulenti per l'allattamento al seno consigliano di dare all'acqua del bambino da un cucchiaio. Quindi i genitori possono controllare la quantità di bevanda alla volta.

Un artista che mangia già miscele di bottiglie può già bere da loro. Naturalmente, per le passeggiate, è più conveniente per tutte le madri usare bottiglie d'acqua. La sua temperatura non dovrebbe essere inferiore a 20-25 gradi e all'inizio, quando si immergono le briciole, è consigliabile riscaldare l'acqua fino a 30 gradi.

Molte madri vogliono sapere la risposta esatta alla domanda "Quanta acqua dovrei dare a un neonato?" Per quanto ha bisogno di dissetarsi. In genere, i pediatri raccomandano di concentrarsi su questi numeri: circa 30 ml al giorno per 1 kg di peso del bambino. Devi monitorare il bambino e regolare il suo regime di consumo: se c'è costipazione, il bambino è caldo, suda, non fa pipì, puoi offrirgli più acqua. Di solito, a un bambino vengono dati un paio di cucchiai alla volta, guardandolo bere, avidamente, con piacere o con riluttanza.

Il prossimo ostacolo per i genitori del primogenito è la domanda su quale tipo di acqua dargli: bollito, primavera o speciale in bottiglia per i bambini. L'opzione più semplice e sicura per la psiche di mamme e papà è l'acqua bollita. I bambini di età superiore ai 3-6 mesi possono ricevere acqua da bere in farmacia o in un negozio. I produttori affermano che ha subito una pulizia speciale ed è progettato specificamente per il corpo dei bambini. Come dimostra la pratica, i genitori del 2 °, 3 ° figlio, mentre cresce, gli danno da bere la stessa acqua che bevono loro stessi - primavera, purificata da filtri o una tavola minerale di gusto neutro.

Per dare da bere a un neonato o non dare, i genitori devono decidere, valutando il benessere del bambino e lo stato del suo ambiente. Le giovani mummie e papà devono ricordare alcune regole "d'oro":

  1. Devi bere il bambino se la temperatura dell'aria intorno a esso è superiore a 20-22 gradi. Più caldo e secco, più velocemente il bambino perde liquido e deve essere riempito con acqua aggiuntiva.
  2. Assicurati di dare acqua per coliche intestinali e altri problemi con la pancia. In precedenza, l'acqua "aneto" era considerata una panacea per costipazione, gazik, ora quasi tutti capiscono che devi dare al tuo bambino bere acqua - aiuterà i succhi intestinali a digerire il cibo.
  3. Inizialmente, l'acqua deve essere riscaldata a 30 gradi, i bambini di età superiore a 3 mesi possono già ricevere acqua a temperatura ambiente.

Il bambino decide se bere o meno, la cosa principale per i genitori è fornirgli condizioni confortevoli (temperatura, umidità), vestirsi correttamente, senza arrotolarsi e senza surriscaldarsi, e offrire un po 'd'acqua tra le poppate. Nei giorni caldi durante le passeggiate, se il bambino sta sudando intensamente, la mamma dovrebbe sempre avere una bottiglia d'acqua a portata di mano per berlo e prevenire il surriscaldamento. Osservando attentamente il suo bambino, la mamma imparerà a riconoscere tutti i segni in breve tempo e saprà chiaramente quando il bambino ha sete e ha bisogno di acqua extra.

È possibile dare acqua ai neonati, quando e quanto?

L'acqua è una sostanza necessaria per ogni organismo vivente. Una persona può vivere senza acqua per non più di 3-5 giorni. Questo fluido curativo contribuisce al buon funzionamento di tutti gli organi, partecipa attivamente a tutte le reazioni chimiche che si verificano nel corpo, eccita, pulisce i vasi sanguigni e le articolazioni, rimuove le sostanze nocive, normalizza la temperatura corporea.

È accettabile per i latticini

Il regime alimentare dei neonati ha le sue caratteristiche associate al metodo di alimentazione e alle condizioni generali del corpo con un'immunità che non si è ancora formata. Pertanto, la domanda sulla necessità e le regole per bere durante l'infanzia preoccupa tutti i genitori.

Quando posso dare acqua a un neonato? Fino a 4-6 mesi, il latte materno è il principale alimento e bevanda per il bambino, soddisfacendo idealmente tutte le sue esigenze..

È molto importante organizzare correttamente l'alimentazione nelle prime settimane di vita, perché il latte, ricco di sostanze nutritive e calorie, è in grado di fornire al bambino tutto il necessario, mantenere l'equilibrio della microflora e formare l'immunità.

Poiché la maggior parte del latte materno è acqua, un bambino in buona salute che lo utilizza riceve tutto il liquido che ha riempito. Inoltre, non è necessario diluire un alimento principale già sufficientemente liquido. Pertanto, i pediatri non raccomandano di annaffiare un bambino fino a 4 mesi di età fino a quando lo stomaco non è abbastanza forte.

Un tratto digestivo pieno di liquido, non ancora completamente formato, sarà difficile da gestire con l'aumento del carico. L'acqua in eccesso non porterà alcun beneficio al corpo e potrebbe avere conseguenze indesiderate per la salute del bambino:

  • riempire un posto destinato al latte e quindi una mancanza di calorie e sostanze nutritive necessarie;
  • la difficoltà nel lavoro dei reni immaturi del bambino e l'eliminazione delle sostanze benefiche provenienti dal latte materno;
  • un aumento della bilirubina nel sangue, che porta all'ittero infantile;
  • rischio di disbiosi e intossicazione da acqua.

Se offri l'acqua del bambino al posto del seno, come molti fanno, ad esempio, di notte, la madre potrebbe interrompere l'allattamento e, per evitare ciò, dovrà trascorrere molto tempo e uno sforzo extra per pompare il latte, mentre ciò non è necessario.

Inoltre, un bambino abituato a prendere liquidi dal capezzolo può rilassarsi e alla fine rinunciare al seno: dopo tutto, una tale suzione non richiede molto sforzo.

Alcuni genitori sono fuorviati dall'avidità con cui il bambino si attacca alla bottiglia proposta e beve tutto il liquido. Questo comportamento non è spiegato dalla sete, ma da un riflesso di suzione sviluppato, che distingue tutti i bambini, soprattutto se hanno fame.

D'altra parte, la scarsità d'acqua non è meno pericolosa per il bambino del suo eccesso: un aumento del metabolismo e una maggiore attività motoria richiedono un regolare rifornimento di liquidi. Ecco perché la risposta - è possibile dare acqua a un neonato e come mantenere il normale bilancio idrico - solo un pediatra può.

Come determinare se un bambino ha abbastanza acqua

Se si verificano i seguenti segni di disidratazione, il bambino ha bisogno di liquido aggiuntivo:

  • minzione rara;
  • letargia generale o, al contrario, aumento dell'ansia;
  • secchezza e pallore della pelle;
  • lingua secca e mucose;
  • perdita di appetito;
  • colore saturo e odore pungente di urina;
  • il verificarsi di costipazione;
  • l'avidità con cui il bambino gli afferra il petto, la bottiglia o la tazza.

È possibile determinare se un bambino ha abbastanza liquido o no utilizzando il metodo del "pannolino bagnato". I bambini sani urinano 20-25 volte al giorno. Per un giorno, hanno contato 12 o più pannolini bagnati, il che significa che tutto va bene. Meno è necessario per saldare. Il colore dell'urina può anche indicare disidratazione. Più scuro del solito - bevi con urgenza.

In quali casi devi dare acqua a un neonato

È possibile dare acqua ai bambini in determinate circostanze? Ci sono situazioni in cui è necessario finire di bere un bambino. Il pediatra prescrive che il bambino sia allattato al seno durante qualsiasi malattia o in caso di condizioni esterne avverse, tra cui calore intenso e aria secca, cioè in situazioni in cui il bambino ha aumentato la sudorazione, causando disidratazione.

L'opinione degli esperti su quanti anni è possibile iniziare a mungere i bambini in condizioni di cattiva salute o di calore, divergono. Molti esperti, tra cui il Dr. Komarovsky, ritengono che in tali situazioni, il bambino dovrebbe ricevere acqua già nel primo mese di vita e, secondo l'OMS, prima dell'introduzione di alimenti complementari, i bambini non dovrebbero essere bevuti anche in circostanze avverse.

Un'alternativa al dosaggio può essere l'applicazione più frequente al seno (almeno 1 volta all'ora durante il giorno e 3 volte durante la notte): una grande percentuale di acqua nel "latte anteriore", non satura di proteine, aiuta a soddisfare la sete e mantenere l'equilibrio idrico nel corpo al giusto livello.

Le medicine prescritte dal medico possono anche essere sciolte nel latte. Inoltre, spesso fai il bagno, bagna e asciuga il bambino con acqua. Tali misure aiutano perfettamente a far fronte alla sete e al surriscaldamento. E solo se tutto ciò non è abbastanza, devi offrire ai bambini un po 'd'acqua, ma solo dopo aver consultato un medico.

Per prevenire la disidratazione, è necessario creare un microclima favorevole nella stanza del bambino: la temperatura è di circa 20 ℃ e l'umidità va dal 50 al 70%. Quando fa caldo, si consiglia di rimuovere i vestiti in eccesso e i pannolini da un bambino. Se l'aria è troppo secca, utilizzare umidificatori..

In quale altro caso devi dare acqua a un neonato durante l'allattamento? Il bambino deve essere drogato se ha:

  • Disturbi digestivi: aumento della formazione di gas, costipazione e altri disturbi gastrointestinali.
  • Calore. In questa situazione, l'acqua aiuterà a ripristinare il normale equilibrio di liquidi nel corpo..
  • Singhiozzo: contrazione dei muscoli della laringe o del diaframma. Una piccola quantità di acqua aiuterà a far fronte a questa condizione..

È possibile somministrare un neonato con diarrea? È necessario compensare non solo la perdita di liquidi, ma anche la perdita di sali, quindi è necessario fornire una soluzione speciale per la reidratazione. Puoi cucinarlo da solo aggiungendo una piccola quantità di sale, soda e zucchero all'acqua bollita.

È possibile somministrare acqua con coliche nello stomaco? È meglio usare acqua di aneto (infusione di semi di aneto). Elimina la formazione di gas.

Un neonato dovrebbe bere acqua con ittero? Se i sintomi dell'ittero persistono per più di 3 settimane, oltre al latte materno, il bambino deve bere almeno 100 ml di acqua al giorno.

Come dare acqua a un neonato

Ora su come mungere un bambino con acqua. Offri al tuo bambino un drink in più tra le poppate principali, ma non di fronte a loro, altrimenti mangerà male e non ingrasserà. Se il bambino rifiuta l'acqua, non insistere e non forzare. Vuole bere - sicuramente berrà. La briciola non può essere limitata sia nel bere che nel sovraccarico.

C'è un'opinione secondo cui il bambino è cattivo e non vuole bere acqua normale, perché è insipido e quindi deve essere addolcito. I pediatri non lo approvano. In primo luogo, la pancia di un bambino può gonfiarsi dall'acqua dolce. E in secondo luogo, la carie, il diabete e l'obesità potrebbero svilupparsi dai dolci in futuro. Ma se vuoi davvero rendere la bevanda più attraente, è meglio usare non zucchero, ma fruttosio e in una quantità minima - non più di un cucchiaino da tè per 200 ml.

Esistono diversi modi per dare acqua a un bambino. Puoi bere da una bottiglia con un ciuccio anatomico, da un caffè o un cucchiaino. A volte usa una siringa o un contagocce. Quando il bambino è un po 'più grande, puoi iniziare ad abituarlo alla tazza.

Come mungere i bambini dopo aver aggiunto cibi complementari

A che età è necessario iniettare più liquidi nella dieta di un bambino? La necessità di acqua sorge con l'inizio dell'uso di cibi solidi, a circa 4-6 mesi.

Con un nuovo pasto, il corpo riceve una maggiore quantità di calorie, il che aumenta la necessità di liquidi aggiuntivi. L'acqua facilita notevolmente il processo di digestione del cibo ricevuto e previene la costipazione.

Dovresti iniziare ad abituare un bambino all'acqua con una piccola quantità, circa mezzo cucchiaino, aumentandolo gradualmente. Non bere il bambino prima dei pasti: questo può portare a una perdita di appetito.

Non meno importante è la temperatura del liquido. L'acqua troppo fredda provoca il rischio di ipotermia di un organismo fragile e l'acqua calda può bruciare la mucosa gastrica. 20 ℃ - indicatore ottimale della temperatura dell'acqua.

Quantità consentita di acqua

Il normale funzionamento del corpo dipende dalla quantità di liquido aggiuntivo, quindi è importante determinare correttamente quanta acqua dare al bambino. Se il bambino ha disidratazione associata a qualche malattia, la quantità di acqua viene determinata dal pediatra in base alle condizioni e al peso del bambino.

EtàIl volume di acqua al giorno, ml
1-3 mesi.10-30
4-6 mesi.30-50
7-12 mesi.70-100
1-1,5 anni100-150
1,5-3 anni150-300

In caso di mancanza d'acqua dovuta al calore o all'aria secca, puoi mungere il bambino in base alle sue esigenze.

Ai bambini di 4-6 mesi dovrebbero essere offerti 30-60 ml al giorno, poiché il latte contiene già la quantità necessaria di acqua e un bambino che riceve alimenti artificiali o misti dovrebbe bere circa 100-200 ml al giorno. Tuttavia, tale calcolo dovrebbe essere di natura individuale e adeguato da un medico.

Se un bambino sano non vuole acqua, non è necessario forzarlo o convincerlo. Non addolcire mai l'acqua: un tale liquido non disseta e non porta benefici.

Quale acqua è adatta per i bambini

Il sistema digestivo di un neonato è altamente sensibile a qualsiasi cambiamento nella dieta, compresa l'introduzione di acqua. Tutto ciò che entra nel corpo del bambino dovrebbe essere di alta qualità ed essere assolutamente sicuro. Pertanto, è necessario determinare quale acqua dovrebbe essere somministrata al neonato. Ecco il numero di elementi utili che l'acqua che soddisfa tutti gli standard dovrebbe includere in una quantità di 1 litro:

  • oligoelementi - da 200 mg;
  • calcio - fino a 60 mg;
  • magnesio - da 10 a 35 mg;
  • sodio - fino a 20 mg;
  • potassio - 5-20 mg.

L'acqua di rubinetto bollita ordinaria non soddisfa questi requisiti: è troppo dura, contiene una certa quantità di impurità estranee dannose e perde anche tutte le proprietà benefiche nel processo di ebollizione.

Può essere utilizzato solo con un filtro per bambini in plastica ecologica. Conservare l'acqua purificata in una ciotola di vetro o una bottiglia di plastica contrassegnata con "7".

Né l'acqua minerale né quella gassata sono adatte ai bambini. L'acqua distillata e deionizzata può essere somministrata a un bambino non prima di 3 anni.

L'opzione migliore è l'acqua in bottiglia appositamente preparata per i bambini che contiene tutto ciò di cui hai bisogno nelle giuste proporzioni, è pulita e non ha bisogno di essere bollita, morbida e piacevole da gustare. Puoi acquistarlo in farmacia e conservare dopo l'apertura della bottiglia dovrebbe essere in frigorifero per non più di un giorno.

Come innaffiare un bambino con un'alimentazione artificiale e mista

Il liquido extra diventa necessario per il bambino quando inizia a usare formule per bambini contenenti più sostanze ipercaloriche rispetto al latte. Ha bisogno di acqua soprattutto durante la stagione calda o le malattie. In tale situazione, è necessario iniziare a dare acqua, indipendentemente dall'età. È necessario finire il bambino tra le poppate. In questo caso, è meglio usare non una bottiglia con un ciuccio, ma un cucchiaio o un bevitore.

È molto difficile indovinare i bisogni di un neonato. A volte il suo corpo ha bisogno di acqua extra e di uno speciale regime alimentare.

Bere dovrebbe innanzitutto portare benefici al bambino e non essere dannoso per la salute, quindi, prima di introdurre un nuovo liquido nel menu, dovresti sempre consultare un pediatra che determinerà la quantità di acqua da dare al neonato, in base all'età e alle condizioni generali del bambino.

Up