logo

L'ibuprofene durante la gravidanza è un farmaco che non è raccomandato per l'uso senza prescrizione medica. Un farmaco antinfiammatorio non steroideo consente di eliminare rapidamente ed efficacemente le sensazioni di dolore di diversa localizzazione, abbassando la temperatura corporea elevata a segni fisiologici. Lo strumento non può essere definito completamente sicuro per le donne in gravidanza, pertanto l'automedicazione con il suo uso non è consentita.

È possibile utilizzare agenti di ibuprofene in gravidanza precoce e tardiva??

L'ibuprofene non deve essere assunto a lungo nel primo trimestre di gravidanza. Una singola dose di farmaco è autorizzata a fermare un attacco di dolore acuto e infiammazione. La somministrazione regolare del farmaco a una donna incinta all'inizio della gravidanza aumenta il rischio di aborto e sviluppo di mutazioni genetiche nel feto. I farmaci sistematici provocano un'esacerbazione delle malattie gastrointestinali e l'insorgenza di sanguinamento interno.

È vietato prendere l'ibuprofene nel terzo trimestre. Il farmaco rallenta la secrezione di prostaglandine, che elimina il dolore e il processo infiammatorio, ma nelle ultime fasi della gravidanza, la mancanza di questo ormone porta a nascite tardive e difficili.

L'uso a lungo termine di farmaci non steroidei provoca lo sviluppo di patologie del sistema cardiovascolare nel feto, l'insufficienza renale, nei casi più gravi, porta alla morte del bambino.

Controindicazioni

L'ibuprofene ha una serie di controindicazioni che non ne consentono l'utilizzo da parte di tutte le persone senza eccezioni..

Controindicazioni all'uso del farmaco:

  • gastrite
  • colite;
  • insufficienza renale;
  • patologia ulcerosa del tratto digestivo;
  • processi infiammatori nell'intestino;
  • malattie cardiache, vasi sanguigni;
  • Sindrome di Steven Johnson;
  • malattia del fegato
  • intolleranza personale o scarsa digeribilità dei componenti che fanno parte del farmaco.

Nonostante il fatto che lo stato di gravidanza non sia tra le controindicazioni, è possibile utilizzare il medicinale solo previo coordinamento con il ginecologo e sotto il suo controllo.

Proprietà dell'ibuprofene, la forma di rilascio di farmaci basati su di esso

L'ibuprofene è un farmaco antinfiammatorio non steroideo. Il farmaco è disponibile sotto forma di:

  • compresse biconvesse rosa;
  • capsule verdi rigide contenenti polvere bianca all'interno;
  • consistenza viscosa con profumo di arancia;
  • supposte bianche lisce;
  • gel incolore con un odore specifico;
  • unguento giallo chiaro.

I preparati con ibuprofene vengono utilizzati principalmente per il sollievo dei processi infiammatori e del dolore. Se assunto per via orale, il farmaco ha un effetto antipiretico e immunostimolante: il principio attivo stimola la formazione di interferoni endogeni che proteggono le cellule dai virus. Il medicinale previene la fusione piastrinica e riduce la tensione superficiale delle membrane cellulari.

Modalità di applicazione

Le istruzioni per l'uso includono l'uso orale di compresse di ibuprofene. Il corso della terapia farmacologica non può durare più di cinque giorni consecutivi. Tuttavia, per le donne in gravidanza, è consigliabile limitarsi a un singolo uso di questo medicinale..

Durante la gravidanza, una donna può ricevere una dose minimamente efficace del farmaco: per i pazienti adulti il ​​cui peso supera i 30 kg, non possono essere assunti più di 1200 mg di farmaco al giorno. Questa dose deve essere suddivisa in 3-4 dosi, a intervalli di 6 ore.

Se necessario, utilizzare l'unguento all'ibuprofene, una piccola quantità del prodotto deve essere applicata su un'area precedentemente pulita della superficie della pelle. Per un giorno, puoi strofinare l'unguento non più di quattro volte di seguito.

Indicazioni per l'uso durante la gravidanza

L'ibuprofene in gravidanza viene prescritto per eliminare:

  • processi infiammatori del sistema muscolo-scheletrico;
  • febbre con raffreddore e influenza;
  • nevralgia;
  • infiammazione degli organi pelvici;
  • bronchite e polmonite;
  • mal di denti, mal di testa e dolori muscolari;
  • Malattie ORL;
  • gonfiore della pelle vicino ai focolai di infiammazione;
  • dolore e distorsione di lussazione articolare.

Come prendere l'ibuprofene durante la gravidanza - dosaggi

Se necessario, alle donne in gravidanza l'ibuprofene viene prescritto in un dosaggio standard destinato agli adulti, ovvero una compressa da 200 mg tre o quattro volte al giorno o una compressa da 400 mg 2 volte al giorno. La dose giornaliera massima consentita non deve in nessun caso superare i 1200 mg, cioè sei compresse da 200 mg o 3 compresse da 400 mg.

Le compresse di ibuprofene devono essere assunte dopo i pasti, lavate con acqua. Gli intervalli tra le dosi del farmaco non devono essere inferiori a quattro ore. Di solito, alle donne incinte viene prescritto l'uso dell'ibuprofene per 3-5 giorni. In ogni caso, il regime di trattamento viene compilato individualmente. Una donna che aspetta un bambino non dovrebbe apportare correzioni da sola..

Quando l'ibuprofene è controindicato nelle donne in gravidanza?

L'uso dell'ibuprofene è inaccettabile in presenza di:

  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • asma bronchiale aspirina - ipersensibilità ai farmaci antinfiammatori non steroidei, espressa da rinite allergica, tosse e respiro corto;
  • ulcere allo stomaco e perforazione della parete intestinale;
  • gravi patologie del sistema cardiovascolare, del fegato e dei reni;
  • disturbi emorragici;
  • eczema e lesioni cutanee purulente - con uso esterno.

Classificazione di sicurezza ibuprofene FDA

La FDA è l'autorità statunitense per la qualità dei medicinali e degli alimenti. Durante la ricerca di prodotti farmaceutici, gli specialisti di questa struttura classificano i farmaci in diverse categorie, tenendo conto di quanto siano pericolosi per un bambino non ancora nato.

I ricercatori della FDA hanno assegnato l'ibuprofene alla categoria B. La classe B può indicare una di queste due cose:

  • sono stati condotti studi su animali in gravidanza e non hanno dimostrato che il farmaco influisce negativamente sul feto e non sono stati condotti test su donne in gravidanza;
  • studi su animali in gravidanza hanno dimostrato che il farmaco può influenzare negativamente il feto, ma durante i test con le persone, i rischi per il feto non sono stati confermati.

Ma queste informazioni si applicano solo all'ibuprofene nei primi due trimestri di gravidanza.

Ricerca sulla droga

Per il terzo trimestre, i ricercatori hanno assegnato l'ibuprofene alla categoria D, cioè lo hanno riconosciuto pericoloso per il feto. Il fatto è che questo farmaco influenza la contrattilità dell'utero, il travaglio e il tasso di maturazione della cervice. Sullo sfondo della sua ammissione, il parto può iniziare in anticipo o, al contrario, una donna dovrà dare alla luce un bambino e quindi la nascita dovrà essere stimolata. Entrambe le situazioni influiscono negativamente sulla salute di madri e bambini..

Pertanto, è severamente vietato assumere il medicinale descritto solo negli ultimi tre mesi di gravidanza (da 29 a 40 (42) settimane ostetriche).

Reazioni avverse nella gestante e conseguenze per il bambino

Non dovresti avere paura delle reazioni avverse dopo una singola dose. In caso di trattamento prolungato, sorgono le seguenti complicazioni:

  • mucosa orale secca;
  • vertigini e mal di testa;
  • acufene, problemi di udito;
  • respiro affannoso;
  • disturbi del tratto digestivo, accompagnati da bruciore di stomaco, nausea, vomito e diarrea;
  • infiammazione nel fegato e nel pancreas;
  • eruzione cutanea, prurito, rinite allergica, in casi gravi - edema di Quincke;
  • ipertensione arteriosa e aritmie cardiache;
  • anemia, disturbo emorragico;
  • disturbi del sistema nervoso centrale - irritabilità o, al contrario, debolezza e apatia.

Effetti collaterali

L'uso dell'ibuprofene, come qualsiasi altro farmaco, può provocare lo sviluppo di manifestazioni negative da parte del corpo umano.

Effetti collaterali:

  • sistema circolatorio: disturbi dell'intero sistema, sviluppo di agranulocitosi, anemia, aumento della probabilità di sanguinamento gastrico, comparsa di ematomi emorragici;
  • ENT: la comparsa di ulcere, irritazioni, accompagnate da dolore;
  • reazioni allergiche: orticaria, gonfiore dei tessuti e delle mucose, edema di Quincke, broncospasmo, shock anafilattico;
  • CNS: sviluppo di forme asettiche di meningite, aumento dell'irritabilità;
  • cuore e vasi sanguigni: insorgenza di patologie cardiache sotto forma di insufficienza, infarto del miocardio, aumento della pressione sanguigna;
  • organi del tratto digestivo: nausea, dolore epigastrico, esacerbazione della malattia di Crohn, colite;
  • organi sensoriali: visione alterata, udito;
  • sistema urinario: sviluppo di insufficienza renale.

I pazienti con lupus eritematoso devono essere particolarmente attenti all'ibuprofene, solo una compressa assunta durante la gravidanza può aumentare il rischio di sviluppare meningite asettica.

Quali sono i possibili sostituti dell'ibuprofene??

Se la donna incinta ha controindicazioni per l'assunzione di ibuprofene, è possibile sostituirlo con paracetamolo. Questa sostanza colpisce delicatamente il corpo, ma è meno efficace. Se entro 30-40 minuti dall'assunzione del medicinale basato su di esso, l'effetto terapeutico non si verifica, assumere:

  • Nurofen È un analogo completo dell'ibuprofene ed è disponibile nelle stesse forme di dosaggio. Durante la gravidanza, è vietato l'uso di Nurofen Plus, che contiene codeina, un analgesico oppioide che aumenta il rischio di sviluppare malformazioni fetali del sistema cardiovascolare e del sistema nervoso centrale.
  • Ibufen - una preparazione per bambini sotto forma di sospensione con un odore fruttato.
  • Papaverina. Disponibile sotto forma di compresse, iniezione e supposte. È prescritto per gli spasmi dei muscoli lisci del tratto digestivo.
  • No-shpu: un analogo della papaverina, utilizzato anche per aumentare il tono uterino.
  • Aspirina. Questo farmaco viene utilizzato in casi estremi quando è impossibile sostituirlo con un altro medicinale. L'uso a lungo termine dell'aspirina provoca aborti spontanei, insorgenza di malformazioni fetali e comparsa di sanguinamento vaginale.

Nonostante la sicurezza dell'ibuprofene se usato con saggezza, molti medici raccomandano di astenersi dall'assumere farmaci non steroidei durante la gravidanza. Per eliminare la febbre, le ossa doloranti e il mal di gola, prendi decotti alle erbe basati sulla corteccia di salice bianco, ranuncolo, zenzero, curcuma, eucalipto e salvia. Per evitare complicazioni, prima di assumere la medicina tradizionale, è necessario consultare un medico.

Condividi con gli altri!

Interazione con altri farmaci e caratteristiche di ricezione

I sintomi in cui l'ibuprofene può essere assunto sono caratteristici di molte malattie, quindi i FANS sono spesso bevuti con altri farmaci, sia come prescritto da un medico che arbitrariamente. Ma non tutti i farmaci possono essere combinati tra loro. Ad esempio, l'ibuprofene aumenta la tossicità di alcuni antibiotici, usalo attentamente con i diuretici (diuretico).

Quando si prende l'ibuprofene insieme all'alcol o poco tempo dopo, l'effetto dei FANS si riduce a nulla. Pertanto, una persona è costretta a bere un'altra pillola del farmaco, e questo è già irto di un sovradosaggio.

Durante l'assunzione di ibuprofene, è necessario seguire le istruzioni ricevute dal medico che ha prescritto il farmaco. Di solito, gli esperti consigliano alle donne in gravidanza di berlo una volta come mezzo di cure di emergenza. Se i sintomi persistono, interrompere il trattamento e consultare un medico per un consiglio.

L'uso del farmaco nel secondo e terzo trimestre

L'uso nel secondo trimestre di gravidanza è sicuro per il bambino. Ma nel terzo semestre, l'uso di questo farmaco non è raccomandato. Ciò è dovuto a diverse circostanze..

  1. In questa fase della maturazione fetale, l'ibuprofene può influenzare la situazione. Il fatto è che è in grado di bloccare l'azione degli ormoni che influenzano un ruolo importante nello sviluppo di un bambino.
  2. Il farmaco può portare alla chiusura dell'arteria del bambino, che può interrompere lo sviluppo del sistema respiratorio del bambino.
  3. Possibile modifica del termine di consegna. Durante l'assunzione di ibuprofene, sono possibili sia nascite pretermine che tardive.

Secondo le istruzioni, la dose di Ibuprofene al giorno per gli adulti non deve superare i 1200 mg, cioè 6 compresse da 200 mg o 3 compresse da 400 mg del principio attivo. Ma le donne in gravidanza sono prescritte per una singola dose e non come mezzo di terapia continua. Nonostante la relativa sicurezza dell'ibuprofene nel I e ​​II trimestre, non dobbiamo dimenticare che la sostanza supera facilmente la barriera placentare e il suo effetto sul feto e sulla gravidanza non è stato studiato a fondo..

Analoghi

Gli specialisti medici non raccomandano categoricamente l'uso simultaneo di ibuprofene e altri medicinali del gruppo di farmaci antinfiammatori non steroidei. Se per qualche motivo la futura mamma non può usare l'ibuprofene a scopi terapeutici, si consiglia di usare farmaci simili. Per arrestare il dolore o la reazione infiammatoria, durante la gravidanza, è possibile utilizzare i seguenti farmaci:

Inoltre, come alternativa equivalente all'ibuprofene e ai farmaci elencati, è possibile utilizzare il paracetamolo (Panadol) o il No-shpa. La selezione dei medicinali, i loro dosaggi e la frequenza di somministrazione devono essere indirizzati dal medico curante. Questo non vuol dire che sia meglio - Ibuprofene o un analogo del Nurofen, poiché entrambi i farmaci hanno le loro indicazioni e controindicazioni.

Oltre alla medicina ufficiale, le medicine omeopatiche come Traumeel S e Viburkol contenenti estratto di belladonna, fiori di camomilla, erbe del sonno e carbonato di calcio sono ampiamente utilizzate nel trattamento delle donne in gravidanza. Gli specialisti di medicina alternativa usano curcuma, zenzero, arnica, corteccia di salice bianco ed estratto di ranuncolo di campo per alleviare la reazione infiammatoria, ridurre la temperatura corporea e ridurre il dolore. È importante ricordare che prima di utilizzare qualsiasi tecnica non convenzionale, una donna incinta dovrebbe consultare uno specialista medico.

Nurofen per bambini

Nurofen per bambini è un buon antidolorifico durante la gravidanza, ma non senza effetti collaterali. È permesso essere preso nel primo o nel secondo trimestre di gestazione. Non è possibile utilizzare il farmaco dopo 30 settimane a causa di una diminuzione del volume del liquido amniotico nei pazienti trattati.

Nurofen può essere assunto non solo come anestetico. Il farmaco allevia non solo il dolore, ma elimina la febbre.

Indicazioni per l'uso del nurofen nelle donne secondo le istruzioni del produttore:

  • Se il beneficio dell'assunzione supera il rischio di formazione fetale, è consentito in 1,2 trimestre;
  • Controindicato nel 3 ° trimestre a causa dell'alta probabilità di provocare un parto prematuro a causa di contrazioni uterine.

Se è necessario interrompere l'assunzione di Nurofen durante l'allattamento, è necessario interrompere l'allattamento..

Con una diminuzione dell'immunità durante la gravidanza, esiste il rischio di infezioni virali. Il mal di denti si intensifica in questo contesto. C'è un forte desiderio di assumere i soliti antidolorifici: Baralgin, Ketoral, Nise, Nurofen. Pensa, non tutti i farmaci sono adatti per sopportare il feto.!

Dosaggio e durata della somministrazione

L'ibuprofene deve essere assunto rigorosamente dopo un pasto per ridurre al minimo l'effetto negativo sul tratto gastrointestinale. Il dosaggio deve essere prescritto da un medico. Di solito è minimo. Se per gli adulti la dose raccomandata del farmaco è di 0,8 mg al giorno, quindi durante la gravidanza - 0,4 mg al giorno e 0,2 mg per una singola dose.

Di norma, l'ibuprofene è prescritto solo per una singola dose in casi eccezionali. Se è necessario il suo uso sistemico, ad esempio con l'artrite reumatoide, il trattamento deve essere rigorosamente controllato da uno specialista.

A molti può sembrare che l'uso locale di prodotti a base di ibuprofene sia meno pericoloso dell'uso di compresse o sciroppo all'interno. Tuttavia, gli studi hanno confermato che il componente attivo sotto forma di un unguento, sebbene assorbito dal sangue più lentamente, ha un effetto simile. Pertanto, l'uso di forme di ibuprofene per uso esterno non è meno rischioso per le donne in gravidanza.

Recensioni

La gravidanza è un periodo meraviglioso, ma molto eccitante, perché una donna è ora responsabile non solo di se stessa, ma anche della salute del bambino. Sfortunatamente, le donne in gravidanza molto spesso sono esposte a vari virus e infezioni e si fanno sentire vecchie lesioni. Non dovresti aspettare fino a quando la schiena, che è stata ferita 2 anni fa, inizia a fare male o diventa scomodo da masticare a causa di un dente non trattato. Al primo appuntamento con il medico, chiedi quale tipo di farmaci per alleviare il dolore, il calore e i processi infiammatori nel corpo che puoi prendere, tenendo conto della tua storia medica. Ma se usare l'ibuprofene mentre aspetti un bambino dipende da te e dal tuo medico.

Essere una madre è ciò che ogni donna sogna. Periodo

la gravidanza nella sua vita è associata a qualcosa di indimenticabile e sorprendente. Tuttavia, dimentichiamo che è in questo periodo che siamo responsabili non solo di noi stessi, ma anche del bambino. Pertanto, è necessario essere estremamente attenti e cercare di evitare gli effetti di fattori esterni negativi. Ogni donna che è già riuscita a sentire su se stessa cosa significhi indossare "sotto il seno di un bambino" sarà d'accordo sul fatto che nessuna gravidanza è impossibile senza malattia. In effetti, è durante questi nove mesi che una donna è più vulnerabile che mai.

Quindi ti sei ammalato.

Come sbarazzarsi di una malattia esistente per non danneggiare il bambino?

Questa domanda è davvero la più importante. Tutti i dottori del mondo, quando prescrivono farmaci a una donna incinta, prima di tutto pensano di non fare del male a suo figlio. Va notato che risolvere questo problema non è così semplice. In questo articolo, il college medico tiensmed.ru (www.tiensmed.ru) parlerà di uno di quei pochi farmaci che possono essere utilizzati durante la gravidanza. esso
Ibuprofene. Vale immediatamente la pena notare che questo può essere fatto solo come indicato da un medico.
Ibuprofene: proprietà, indicazioni per l'uso Innanzitutto, alcune parole sul farmaco stesso. L'ibuprofene è un farmaco antinfiammatorio non steroideo che ha effetti antinfiammatori, analgesici e antipiretici. L'ibuprofene è usato per trattare malattie come annessite, radicolite, borsite

, gotta, nevralgia,
proctite
e alcuni altri. Questo farmaco ha anche trovato la sua ampia applicazione nella lotta contro mal di testa, muscoli e mal di denti. Se hai qualche tipo di malattia respiratoria, l'ibuprofene ti aiuterà a curarla..

E ora, per quanto riguarda l'uso dell'ibuprofene durante la gravidanza, l'uso di questo farmaco durante la gravidanza ha sia i suoi svantaggi che i suoi vantaggi. Iniziamo, ovviamente, con i professionisti. Quindi, l'ibuprofene è considerata una delle scelte più ragionevoli durante la gravidanza. Questo farmaco è molto più sicuro per il corpo di una donna incinta rispetto alla stessa aspirina. Numerosi studi scientifici hanno confermato che l'ibuprofene non ha alcun effetto negativo sullo sviluppo del bambino nell'utero, se assunto durante il primo e il secondo trimestre di gravidanza. Se, di nuovo, l'ibuprofene viene confrontato con l'aspirina, allora non è un anticoagulante rispetto al secondo. Pertanto, non sarà in grado di causare emorragie e creare una minaccia di aborto spontaneo. Tuttavia, ripetiamo di nuovo: può essere utilizzato solo come indicato dal medico! Non automedicare mai.!

Per quanto riguarda gli svantaggi, tutti possono farsi sentire solo se l'ibuprofene viene usato da una donna nel terzo trimestre di gravidanza. Il fatto è che questo farmaco tende a inibire la contrazione del muscolo uterino. Il suo uso può anche causare la chiusura tempestiva del dotto botallale (arterioso), che a sua volta può contribuire allo sviluppo dell'ipertensione polmonare in un bambino

. Un altro svantaggio di questo farmaco è che può portare a bloccare gli ormoni responsabili del processo di nascita. Tienilo a mente e non prendere l'ibuprofene negli ultimi mesi prima del parto. L'uso di questo farmaco nel terzo trimestre di gravidanza può anche influenzare negativamente il movimento del sangue all'interno del cuore e dei vasi sanguigni del bambino.

Immediatamente vogliamo attirare l'attenzione delle future madri sull'uso dell'ibuprofene durante l'allattamento. L'uso di questo farmaco durante l'allattamento è possibile, poiché i componenti dell'ibuprofene non influenzano la secrezione e la qualità del latte.

L'uso dell'ibuprofene durante la gravidanza sembra essere risolto. Ora voglio dire alcune parole sugli integratori alimentari di Tiens Corporation, che ogni donna incinta dovrebbe usare. Puoi usarli durante la gravidanza abbastanza tranquillamente, poiché non sono in grado di danneggiare né te né il tuo bambino. Tutti gli integratori alimentari di questa società sono costituiti solo da componenti naturali naturali. Puoi comprare qualcosa come Biocalcium, Biozinc, Propoli e così via. Usando questi integratori alimentari, puoi fornire al tuo corpo e al tuo bambino tutte le vitamine necessarie, oltre a rafforzare il sistema immunitario, che è anche importante.

ATTENZIONE! Le informazioni pubblicate sul nostro sito Web sono informative o popolari e vengono fornite a un vasto pubblico per la discussione. La prescrizione di farmaci deve essere eseguita solo da uno specialista qualificato, in base all'anamnesi e ai risultati diagnostici.

L'ibuprofene è uno dei farmaci antinfiammatori non steroidei. Contiene la stessa sostanza, che ha effetti analgesici, antinfiammatori e antipiretici. Posso portarlo alle donne in gravidanza con il raffreddore, prendere in considerazione ulteriormente.

La composizione e la forma del farmaco

Il principio attivo del farmaco è l'ibuprofene. La quantità di sostanza attiva viene determinata in base alla forma di rilascio del farmaco:

Il moduloConcentrazione di sostanza attiva
compresse200 mg o 400 mg per 1 compressa
Unguento50 mg per 1 g di unguento
Sospensione100 mg per 5 ml di sciroppo
candele60 mg per 1 candela

Vale la pena ricordare che le controindicazioni e gli effetti collaterali elencati di seguito si riferiscono direttamente al rimedio stesso e non alla forma del suo rilascio.

L'ibuprofene è consentito durante la gravidanza?

L'uso continuo del farmaco è controindicato nel 1 ° e 3 ° trimestre di gravidanza, poiché esiste una probabilità di aborto spontaneo, lo sviluppo di mutazioni congenite e geniche. Il principio attivo del farmaco penetra nel feto, a seguito del quale può causare lo sviluppo di un gran numero di varie patologie congenite. Non escluso:

  • aumento della contrattilità dell'utero;
  • l'inizio della nascita pretermine, accompagnato da gravi complicazioni.

Inoltre, l'uso prolungato del farmaco può provocare una esacerbazione di gastrite precedentemente guarita, ulcere gastriche e duodenali, nei casi più gravi, si apre il sanguinamento gastrointestinale.

Un'assunzione regolare di ibuprofene può essere prescritta durante il 2o trimestre di gravidanza per eliminare il dolore intenso e normalizzare la temperatura corporea. Ma tutte le azioni devono essere coordinate con il medico, altrimenti esiste il rischio di gravi danni al feto.

Una singola dose di ibuprofene durante la gravidanza non è praticamente pericolosa, quindi viene utilizzata per alleviare il dolore acuto o per abbassare rapidamente la temperatura.

In generale, l'ibuprofene è uno dei farmaci antipiretici più sicuri consentiti durante la gravidanza, ma stiamo parlando solo di ammissione a breve termine, ma non regolare.

Indicazioni per ibuprofene

Di norma, questo strumento è prescritto per i seguenti scopi:

  • Per il trattamento di vari tipi di malattie reumatoidi, nonché per deformare l'osteoartrosi. Il trattamento più efficace per l'artrite reumatoide sarà se la terapia viene eseguita nelle prime fasi dello sviluppo della malattia - prima che si verifichi un grave cambiamento articolare.
  • Come antipiretico per il trattamento sintomatico della febbre provocata da malattie infettive.
  • Per il trattamento dell'emicrania, del dolore dopo un infortunio, un intervento chirurgico o un mal di denti.

In alcuni casi, l'ibuprofene viene assunto durante il parto se è necessario rallentare il travaglio e come anestetico..

Per quanto riguarda il metodo di applicazione, il farmaco viene utilizzato per somministrazione orale rigorosamente dopo aver mangiato, a causa della quale l'impatto negativo sullo stato del tratto gastrointestinale è ridotto al minimo. Un singolo dosaggio è di 1 compressa. È vietato prendere più di 3 pezzi al giorno.

Per migliorare l'effetto del trattamento, il dosaggio può essere aumentato, ma solo dopo aver consultato uno specialista. La dose massima giornaliera è di 1200 mg (6 compresse). Quando compaiono notevoli miglioramenti, il dosaggio viene gradualmente ridotto.

Nei casi in cui il farmaco viene prescritto durante il trattamento dell'artrite reumatoide e implica un lungo ricevimento, la futura mamma dovrebbe costantemente venire per un esame da uno specialista.

L'ibuprofene ha alcune controindicazioni, che includono:

  • la presenza di ipersensibilità al principale principio attivo del farmaco;
  • Asma "aspirina";
  • disturbo emorragico (in particolare scarsa coagulabilità del sangue con rischio di sanguinamento);
  • la presenza di malattie erosive del tratto gastrointestinale;
  • grave interruzione del fegato e dei reni.

La terapia con ibuprofene viene eseguita con estrema cautela se ci sono problemi nel cuore..

L'uso di questo farmaco per un periodo piuttosto lungo è severamente proibito, poiché sono possibili effetti collaterali. Ma in alcuni casi, anche una singola ammissione può provocare la comparsa di effetti collaterali, dopo lo sviluppo del quale viene annullata la somministrazione del farmaco.

Gli effetti collaterali dell'ibuprofene includono:

  • la comparsa di una reazione allergica (ad esempio orticaria, ecc.);
  • disturbo dell'apparato digerente - vomito, nausea, disturbi delle feci.

In alcuni casi, a seguito dell'assunzione di questo farmaco, appare un forte mal di testa che non scompare per molto tempo. Si verificano disturbi del sonno, esiste una probabilità di compromissione della funzionalità renale.

La probabilità che l'assunzione di ibuprofene causi effetti collaterali è massima nel 3 ° trimestre di gravidanza.

Quali farmaci possono sostituire l'ibuprofene?

La farmacia ha vari farmaci antinfiammatori non steroidei, tra cui gli analoghi completi dell'ibuprofene sono:

Se questi farmaci non sono disponibili, possono essere sostituiti con farmaci come No-Shpa, Paracetamol (Panadol).

Video: Ibuprofene incinta di 29 mesi

Nel prossimo video, lo specialista ti dirà se una singola dose del farmaco è sicura durante la gravidanza e perché tutti i farmaci antinfiammatori non steroidei non sono raccomandati nel terzo trimestre:

Il ricevimento dell'ibuprofene durante il periodo del parto deve essere effettuato con molta attenzione e solo dopo aver consultato uno specialista. Grazie a questo approccio, la futura mamma può proteggere se stessa e suo figlio da conseguenze e complicazioni negative. Anche nei casi in cui il medico prescrive questo farmaco, la sua ricezione non dovrebbe durare più di 2-3 giorni.

Up