logo

La naftitina può essere usata durante la gravidanza? Questa domanda sorge spesso..

È successo che alla nostra gente piace davvero usare le gocce di vasocostrittore per qualsiasi congestione nasale. In gran parte a causa dell'effetto immediato e della facile disponibilità nella rete di farmacie, i vasocostrittori che cadono per combattere il raffreddore comune hanno conquistato la fiducia e l'amore delle persone.

La naftitina è forse il trattamento più comune per il raffreddore comune. Le donne incinte spesso usano questo farmaco durante il raffreddore, senza consultare il proprio medico.

Oggi parleremo della possibilità di utilizzare Naphthyzin durante la gravidanza, dei suoi possibili effetti collaterali sulla madre e sul feto.

Scoprirai anche quali caratteristiche dell'uso delle persone naftitzina, comprese le donne in gravidanza, possono incontrare durante il trattamento del raffreddore.

Durante la gravidanza, una donna soffre di raffreddore più spesso, poiché il sistema immunitario è in qualche modo depresso. E senza raffreddore, molte donne in gravidanza hanno un problema di congestione nasale quasi durante la gravidanza. Questo fenomeno si chiama "rinite incinta"..

In questa condizione, il gonfiore della mucosa nasale non si verifica a causa di un'infezione virale o batterica, ma a causa di cambiamenti ormonali nel corpo di una donna. In questo caso, una donna in posizione, oltre alla congestione nasale, non avverte alcun sintomo. La salute generale non è disturbata.

A questo proposito, le future madri sono alla ricerca di una soluzione ai problemi di congestione nasale. E, di regola, fallo da solo. Guidati dall'esperienza acquisita prima della gravidanza, le donne usano spesso la naftizina.

Naphthyzin - gocce di vasocostrittore. Cominciano ad agire quasi all'istante. Ripristina la respirazione nasale a causa del fatto che causano il restringimento dei vasi periferici della mucosa nasale.

Pertanto, il gonfiore della mucosa viene ridotto, viene prodotto molto meno muco.

L'uso della naftitina è un trattamento sintomatico. Cioè, le gocce non influenzano la vera causa della difficoltà nella respirazione nasale, non influenzano la durata della malattia. Allevia solo uno dei sintomi della malattia: il naso che cola..

Nell'annotazione al farmaco, puoi leggere le informazioni che la naftizina durante la gravidanza e durante l'allattamento possono essere utilizzate solo sotto la supervisione di un medico.

Cioè, non tutto è così semplice. Questa non è una medicina così innocua come sembra a prima vista. È prescritto solo nei casi in cui l'effetto terapeutico atteso per la madre superi il potenziale rischio di effetti collaterali nel bambino.

Secondo la classificazione della American Federal Commission on Food and Drug Administration (FDA), il Naphthyzinum è un farmaco della categoria C. La lettera C nel nome della categoria significa "Attenzione" - usare con cautela.

In altre parole, il rischio di un effetto negativo del farmaco non è escluso. Quei farmaci che non hanno subito studi clinici completi o effetti negativi sull'embrione sono stati identificati nella categoria C..

A questo proposito, le donne in gravidanza nelle prime fasi, durante la posa di tutti gli organi e sistemi del feto, la naftisina non è prescritta.

I medici ritengono che le gocce nasali possano esercitare un effetto vasocostrittivo non solo nell'isolamento della cavità nasale. Si suggerisce che possano anche influenzare contemporaneamente il lume dei vasi della placenta o il cervello del feto. È pericoloso rallentare il flusso sanguigno nella placenta e può portare alla fame di ossigeno fetale.

A causa di tali disturbi metabolici nella placenta, il bambino non riceve ossigeno e sostanze nutritive che gli vengono consegnati con il sangue.

Ci sono controindicazioni all'uso della naftitina:

  • rinite cronica;
  • ipertensione;
  • gestosi di II-III grado, manifestata da edema grave e ipertensione;
  • disturbi del ritmo cardiaco, inclusa tachicardia;
  • aterosclerosi;
  • diabete;
  • tireotossicosi (aumento della funzione tiroidea);
  • alcune malattie degli occhi;
  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • somministrazione concomitante di alcuni antidepressivi (inibitori delle monoamino ossidasi - MAO). Inoltre, dopo la fine del ciclo di inibitori MAO per altri 14 giorni, non è possibile assumere la naftizina.

Il farmaco sotto la supervisione di un medico può essere utilizzato come parte della terapia complessa per le seguenti malattie:

  • processo infiammatorio nei seni paranasali (sinusite);
  • processo infiammatorio delle tube uditive (otite media);
  • rinite vasomotoria o allergica moderata o grave.

In caso di uso forzato della naftizina e dei suoi analoghi nelle donne in gravidanza, il corso del trattamento con tali farmaci non deve superare 3-5 giorni. Non seppellire il naso più spesso di 3-4 volte al giorno.

Cioè, è necessario osservare una pausa di sei ore. Altrimenti, la somministrazione prolungata e impropria di naftitina può provocare la dipendenza del corpo dal principio attivo. In questo caso, il farmaco per lo scopo previsto smette di agire e aumenta la probabilità di effetti dannosi sul corpo.

Per ottenere un effetto terapeutico, alcune persone continuano a gocciolare nel naso invece delle 1-2 gocce prescritte, ad esempio 3-4 gocce del farmaco. Di conseguenza, una persona può perdere temporaneamente la capacità di distinguere gli odori a causa del blocco dei recettori olfattivi. In questo caso, ripeto, il rischio di effetti collaterali negativi aumenta di un ordine di grandezza.

Le conseguenze negative dell'utilizzo della naftitina:

  • mal di testa;
  • nausea;
  • reazioni di irritazione locale;
  • la formazione di una forma atrofica di rinite dovuta all'essiccamento della mucosa;
  • palpitazioni, aumento della pressione sanguigna;
  • aumento del gonfiore della mucosa nasale.

Anche se il farmaco ti è stato prescritto da un medico, se compaiono manifestazioni negative, devi interrompere urgentemente l'assunzione e consultare un medico.

In medicina, esiste una cosa come la "rinite da farmaci". Questo è un gonfiore cronico della mucosa nasale a seguito dell'uso prolungato di gocce di vasocostrittore.

Questo è un circolo vizioso. La congestione nasale costringe una persona a usare le gocce - il loro effetto è a breve termine - dopo che l'edema riprende con rinnovato vigore.

Pertanto, è meglio non iniziare il trattamento con farmaci vasocostrittori. E in generale, dovresti provare a usarli solo in casi estremi. E in caso di emergenza, applicare una volta a notte per garantire un sonno tranquillo.

Le donne in gravidanza con raffreddore dovrebbero iniziare con i seguenti metodi per facilitare la respirazione nasale:

  • Lavaggio o irrigazione della cavità nasale con soluzioni saline (Salin) o soluzioni di acqua di mare (Aquamaris, Humer, Quicks) o soluzione salina. Ciò ridurrà il gonfiore della mucosa e arrossirà meccanicamente gli agenti patogeni (virus, batteri) dalla mucosa.
  • Durante la gravidanza, le gocce oleose di pinosolo non sono controindicate. Il farmaco agisce in modo più delicato rispetto alle gocce di vasocostrittore convenzionali. Ma vale la pena considerare che gli oli essenziali contenuti in Pinosol possono provocare una reazione allergica in una donna incinta. Pertanto, le donne, in particolare con una predisposizione alle allergie, devono essere discusse con il medico la possibilità di usare Pinosol.
  • Puoi utilizzare topicamente (sulle ali del naso) unguenti contenenti mentolo, che facilita la respirazione nasale. Questo è ora meno popolare e, più recentemente, il noto asterisco o unguento Dr. Mom.

Non dimenticare che prima di utilizzare qualsiasi farmaco, è necessario consultare il proprio medico. Infatti, in ogni caso, sarà in grado non solo di scegliere il trattamento necessario ed efficace, ma anche di scoprire la causa di tale disturbo.

Solo il trattamento mirato della vera causa della malattia, e non la terapia sintomatica, curerà la malattia..

Se l'uso di gocce da un raffreddore, in particolare Naphthyzin, ha già portato a croniche, cioè a farmaci (causati dall'uso prolungato di agenti vasocostrittivi), rinite, allora tutto è complicato. Nessun altro modo per ripristinare la respirazione nasale ti aiuterà, perché la causa dell'edema risiede nelle condizioni patologiche dei vasi e delle mucose e non nella malattia.

Riepilogo: è assolutamente inaccettabile utilizzare Naphthyzin durante la gravidanza senza consultare e il parere di un medico, poiché gli effetti collaterali possono influenzare negativamente le condizioni del feto e le condizioni generali della donna incinta.

Spesso le donne in gravidanza soffrono di naso che cola. A volte si verifica a causa di un raffreddore e può anche essere un sintomo di una reazione allergica. Puoi eliminare la congestione nasale con l'aiuto di farmaci speciali. Tuttavia, non tutti i fondi sono consentiti quando si sopporta un feto. Uno dei farmaci con controversa sicurezza durante la gravidanza è la naftizina. Nonostante la sua efficacia, il farmaco può causare reazioni avverse.

La naftitina è un farmaco vasocostrittore. A causa del principio attivo naphazoline, è incluso nel gruppo di agenti anti-cognitivi. La soluzione viene utilizzata per il raffreddore comune, riducendo i suoi sintomi.

Come risultato dell'esposizione al corpo, egli:

  • aumenta la pressione sanguigna;
  • restringe i vasi sanguigni del tipo periferico;
  • dilata gli alunni;
  • elimina i processi infiammatori nei luoghi di applicazione.

Nonostante aiuti ad eliminare le manifestazioni del comune raffreddore, la naftitina non cura la malattia e non allevia l'infiammazione del corpo nel suo insieme. Il farmaco non è raccomandato per più di una settimana, in quanto può creare dipendenza. Maggiori informazioni sul trattamento della rinite con rimedi popolari →

Tra le indicazioni del farmaco, si notano manifestazioni:

  • rinite acuta;
  • fieno naso che cola;
  • forme acute e croniche di laringite;
  • eustachite acuta;
  • edema laringeo allergico;
  • edema laringeo a seguito di irradiazione;
  • iperemia delle mucose del tratto respiratorio superiore;
  • congiuntivite cronica;
  • disturbi astenici.

Inoltre, il farmaco è prescritto in terapia di combinazione con farmaci nel trattamento della congiuntivite batterica, urolitiasi e anestetici locali.

Secondo le istruzioni per l'uso, la naftizina durante la gravidanza è prescritta solo in caso di necessità urgente.

Il farmaco è disponibile in due forme: sotto forma di gocce (10 ml ciascuna) e spray (15 ml ciascuna). Le gocce sotto forma di una soluzione allo 0,05% sono chiamate per bambini. Possono essere utilizzati sia per gli occhi che per il naso. A un dosaggio dello 0,1% le gocce vengono utilizzate solo nel naso a causa dell'alta concentrazione della soluzione. Lo spray può essere utilizzato solo per eliminare i sintomi di un naso che cola..

Il farmaco viene venduto a basso prezzo - da 26 a 70 rubli.

Secondo le istruzioni, la naftitina non è vietata durante la gravidanza, ma non è ufficialmente autorizzata. Ciò è dovuto alla mancanza di diagnosi di laboratorio del farmaco nelle donne che prevedono la nascita di un bambino. Tuttavia, il suo utilizzo deve essere estremamente giustificato..

La classificazione internazionale dei farmaci, in base alla quale viene valutato l'effetto dei farmaci sul feto, classifica la naftizina come gruppo C.

I farmaci della terza categoria non vengono studiati in questo settore. Se tali test sono stati effettuati su animali, durante la gestazione si è notato spesso un effetto negativo sui loro embrioni.

Durante l'eliminazione dei comuni sintomi del raffreddore, vengono instillate 1-2 gocce di naftizin in ciascuna narice. È possibile ripetere la procedura non prima di dopo 6 ore. È meglio instillare il farmaco la sera prima di coricarsi per garantire la normale respirazione durante il riposo.

La naftitina non deve essere utilizzata da donne in gravidanza per più di 3-4 giorni. Ciò è dovuto al fatto che il farmaco crea dipendenza. A causa del suo uso per un periodo più lungo, i vasi sanguigni possono perdere la capacità di espandersi e contrarsi in modo indipendente.

Molto spesso, durante la gravidanza, alle donne viene prescritta naftitina per bambini. Le gocce sono meno aggressive sulla mucosa a causa della minore concentrazione della soluzione. Tuttavia, vale la pena ricordare che anche può essere riapplicato non più spesso di una volta ogni 2-3 settimane. Maggiori informazioni sui farmaci sicuri per il raffreddore comune durante la gravidanza →

Molte donne incinte che usano il farmaco nella vita di tutti i giorni si chiedono se è possibile utilizzare le gocce di naftitina durante la gravidanza. Tuttavia, non tutti sanno che può influire negativamente sul corpo femminile e sulla salute del nascituro:

  1. Naphthyzin agisce sulle navi, restringendole. Ecco perché con il suo utilizzo si ottiene un effetto positivo dopo un breve periodo di tempo. In questo caso, il farmaco agisce non solo sui vasi del naso, ma anche nel cervello. In gravidanza durante questo periodo può sentirsi male, mal di testa, nausea, irritabilità, aumento della pressione sanguigna.
  2. Il farmaco può restringere i vasi nella placenta. In questo caso, la circolazione sanguigna è disturbata. Successivamente, il feto può soffrire di mancanza di ossigeno, grave ipossia. Altre informazioni sull'ipossia fetale →
  3. A causa del maggiore grado di tossicità, la naftitina può portare ad avvelenamento. Se il farmaco non viene assunto secondo le istruzioni, le conseguenze possono essere gravi.
  4. Oltre ad abituarsi al farmaco, il corpo può soffrire di "rinite naftitina". Questa diagnosi è stata identificata nel corso della ricerca dai medici. Con questa malattia, il naso è costantemente in uno stato di congestione dopo un uso prolungato di naftizina.
  5. Se l'uso del farmaco è molto lungo, nel naso possono formarsi corpi cavernosi pieni di sangue. In questo caso, la mucosa cresce e blocca l'accesso dell'ossigeno attraverso il naso. A volte è necessario un intervento chirurgico per eliminare questa pericolosa conseguenza..

Nonostante l'assenza di controindicazioni per le future mamme nelle istruzioni per il farmaco, vale la pena rinunciare all'uso della naftizina durante la gravidanza.

Dal punto di vista categorico è necessario escludere il farmaco nel primo trimestre, quando tutti gli organi e i sistemi dell'embrione vengono deposti. Nel 2 ° e 3 ° trimestre, il rischio è ridotto. Tuttavia, durante questo periodo, non dovresti essere coinvolto nel farmaco: il suo uso deve essere rigorosamente prescritto dal medico.

La naftitina ha un considerevole elenco di controindicazioni. Il farmaco è proibito per le persone che soffrono di:

  • rinite cronica;
  • ipertensione
  • tachicardia;
  • aterosclerosi;
  • diabete mellito;
  • tireotossicosi;
  • alcune malattie degli occhi.

È vietato assumere il farmaco quando si verificano reazioni individuali al principio attivo e durante l'assunzione di inibitori MAO. Dovrebbe anche essere escluso con la terapia antidepressiva. Non utilizzare il farmaco per eliminare i sintomi del raffreddore comune nei bambini di età inferiore a 1 anno.

L'uso della naftizina può essere accompagnato dalla comparsa di vari effetti collaterali, come:

  • mal di testa;
  • nausea;
  • iperemia reattiva;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • tachicardia;
  • gonfiore delle mucose;
  • bradicardia;
  • rinite atrofica.

Durante la gravidanza, la comparsa di uno qualsiasi degli effetti collaterali può influire negativamente sul feto..

La naftitina è un mezzo abbastanza vecchio per eliminare i sintomi di un raffreddore. È stato sostituito da nuovi farmaci che potrebbero facilitare la respirazione.

  1. I mezzi sicuri ed efficaci sono i farmaci a base di acqua di mare. Sono arricchiti con minerali e sale, che hanno un effetto antisettico. I batteri vengono eliminati durante il loro uso e i seni vengono puliti durante il lavaggio. Tali medicinali come Salin, Aquamaris, Aqualor non causano effetti collaterali, quindi sono sicuri sia per la madre che per il bambino.
  2. Puoi alleviare la condizione con un naso che cola a causa di gocce d'olio. Il pinosolo non solo ammorbidisce la mucosa, ma combatte anche l'infiammazione nel naso. Tuttavia, il suo uso è consentito se la donna non è soggetta ad allergie. Ciò è dovuto alla presenza nella composizione di piante medicinali ed erbe.
  3. Un effetto positivo con il naso che cola è fornito dalle gocce di Xylen, Nazivin per bambini. Eliminano in modo sicuro i suoi sintomi..

La naftizina è già un ricordo del passato grazie all'avvento di un gran numero di nuovi farmaci. Tuttavia, molte donne in gravidanza usano ancora un rimedio provato. Se è impossibile rifiutare le gocce, è meglio usare Nazivin per bambini, è indispensabile osservare il dosaggio e la durata della somministrazione. Vale la pena ricordare che il farmaco deve essere prescritto dal medico curante, a seconda della causa del raffreddore comune. Quindi si può evitare l'impatto negativo sul corpo della futura madre e figlio.

Autore: Yana Martynenko,
appositamente per Mama66.ru

Come trattare un naso che cola? Le donne in gravidanza possono gocciolare naftizina? Le donne incinte iniziano a gocciolare naftizina nel naso durante la gravidanza, ma i medici lo sconsigliano vivamente. Qual è la droga pericolosa e quali possono essere le conseguenze dell'assunzione? Proveremo a rispondere a queste domande ora..

La naftitina è un farmaco otorinolaringoiatrico, il cui componente principale è il nitrato di naphazolina (10 ml), una soluzione dello 0,05% o 0,1%. Gli eccipienti includono acido borico e acqua purificata.

Naphthyzin è un vasocostrittore. Salendo sulla mucosa nasale, il farmaco riduce il gonfiore e allevia la congestione nasale, permettendoti di respirare liberamente.

Il farmaco ha il seguente effetto:

  • aumenta la pressione sanguigna;
  • restringe i vasi sanguigni periferici;
  • dilata le pupille degli occhi;
  • riduce i processi infiammatori nella mucosa nasale;
  • riduce la velocità degli anestetici locali.

Naphthyzine è usato per:

  • rinite;
  • sangue dal naso;
  • eustachyite;
  • sinusite;
  • gonfiore della laringe;
  • rinoscopia e altre procedure chirurgiche;
  • laringite;
  • disturbo astenopico;
  • infiammazione della mucosa nasale;
  • periodo postoperatorio sull'organo respiratorio.

Utilizzato anche per la congiuntivite causata da allergie e come farmaco locale che rallenta l'assorbimento degli anestetici.

Gocce per il naso sono disponibili per ogni persona con qualsiasi livello di reddito. Il costo della naftizina varia da 33 a 75 rubli, a seconda del produttore e del dosaggio del farmaco.

Esistono due forme di implementazione delle gocce nasali:

  1. Bottiglie contagocce (volume 10 ml).
  2. Spray Bottle (15 ml).

I consumatori scelgono qualsiasi opzione conveniente per loro. Lo spray è usato solo per il naso..

Il farmaco viene erogato in farmacia senza prescrizione medica.

La naftitina può essere considerata sicura durante la gravidanza, l'istruzione è silenziosa. Secondo la classificazione internazionale dei farmaci, queste gocce nasali sono classificate nella categoria C - il terzo gruppo a rischio. Questa categoria comprende farmaci che non sono stati testati clinicamente in donne in gravidanza..

I medici possono prescrivere eventuali gocce da un naso che cola per un normale paziente con rinite. Con le donne in gravidanza, la situazione è molto più complicata. Data la loro situazione, non è raccomandato l'uso di droghe.

In ogni caso, è necessario trattare un naso che cola. Soprattutto se ha il raffreddore. Le istruzioni per l'uso della naftizina durante la gravidanza non sono ufficialmente limitate. Tuttavia, i medici consentono che venga assunto solo quando altri mezzi non aiutano o dopo interventi chirurgici. Ma devi capire cosa succede nel corpo dopo aver usato il farmaco.

La naphazolina restringe i vasi periferici non solo nella mucosa nasale, ma anche nell'utero e nella placenta. Applicando naftizina durante la gravidanza, una donna è a rischio di ipossia fetale. Detto questo, non è possibile utilizzare il farmaco con oligoidramnios.

Inoltre, le gocce vasocostrittive non sono raccomandate per i bambini fino a un anno, perché causano un aumento della pressione sanguigna. Per lo stesso motivo, i medici raccomandano di non usare la naftizina durante l'allattamento. Le gocce per il naso influenzeranno negativamente il sistema cardiovascolare, digestivo e nervoso del bambino.

La particolarità di questo farmaco è che crea dipendenza non solo nelle donne in gravidanza, ma anche in altre persone. La naftizina non tratta le principali cause del raffreddore comune, ma migliora solo le condizioni e consente la respirazione attraverso il naso.

Dopo l'instillazione, la mucosa nasale si asciuga. Con l'uso prolungato, i capillari non si rinnovano naturalmente. L'uso di naftizina atrofia i vasi sanguigni.

L'acido borico viene aggiunto alla composizione delle gocce nasali come elemento ausiliario. Anche durante l'URSS, era considerata una sostanza inefficace e tossica, ed è stata bandita da donne e bambini in allattamento e in gravidanza.

Alla domanda: "È possibile per Naphthyzinum incinta?" il medico potrebbe non dare una risposta definitiva. Poiché in alcune situazioni non c'è nulla che sostituisca il farmaco.

Molte mamme in attesa si chiedono "posso gocciolare naftitina durante la gravidanza?" I farmacisti raccomandano di aderire al parere di un medico. Assicurati di leggere l'annotazione prima dell'uso. Se una donna incinta ha altre malattie che sono nell'elenco delle controindicazioni, la naftitina dovrebbe essere dimenticata, scegliendo un altro analogo efficace.

Controindicazioni:

  • rinite allergica;
  • rinite cronica;
  • diabete;
  • alcune malattie degli organi visivi, tra cui la sindrome dell'occhio secco, il glaucoma;
  • aterosclerosi;
  • intolleranza alla naphazolina;
  • ipertensione;
  • tireotossicosi;
  • Distrofia bollosa di Fuchs;
  • assunzione di inibitori MAO.

Le gocce di naphthyzinum non devono essere utilizzate categoricamente durante la gravidanza nel primo trimestre. In questo momento, si forma il sistema circolatorio del feto. Il restringimento delle piccole navi può avere effetti irreversibili. Le gocce sono in grado di provocare un aborto precoce.

In un secondo momento, il rischio di patologie diminuisce, ma non è ancora consigliabile assumere la naftizina. Prima di utilizzare questo farmaco, consultare uno specialista..

La naftitina durante la gravidanza può essere gocciolata in casi eccezionali. Il naphthyzinum per le donne in gravidanza viene instillato in 1-2 gocce non più di 2 volte al giorno. Se possibile, sostituire la naftizina con un'altra droga, meno dannosa..

Gli effetti della naftizina durante la gravidanza possono essere gravi:

  1. Addictive. Se il farmaco viene gocciolato più spesso del necessario e per lungo tempo, le navi periferiche non saranno in grado di recuperare da sole. Una sensazione di bruciore, gonfiore della mucosa, mancanza di respiro e altri sintomi spiacevoli infastidiranno fino all'arrivo della successiva "dose" di naftitina.
  2. Rinite medicinale Poiché il farmaco non cura, ma allevia solo i sintomi, con un uso prolungato, aumenta solo il volume delle secrezioni. E un naso che cola è difficile da trattare.
  3. Atrofia della mucosa. Appare non solo dopo l'uso della naftitina, ma anche altre gocce. Secchezza, bruciore e mancanza di odore compaiono all'interno del naso.
  4. Fame di ossigeno nel feto. Il farmaco ha un effetto sul sistema circolatorio dell'utero e della placenta. Anche la naftitzina durante la gravidanza provoca le stesse conseguenze per il feto.
  5. Malattie del sistema cardiovascolare. A causa delle sue proprietà farmacologiche con l'uso frequente di naftitina, possono svilupparsi: ipertensione, iperemia, aumento della pressione, tachicardia, bradicardia e altre malattie.

Prima di scegliere un farmaco che allevierà le condizioni del tratto respiratorio, è necessario scoprire la causa del raffreddore comune:

  1. Il naso che cola causato dall'infezione richiede un trattamento immediato. Le complicazioni di un raffreddore possono portare a malformazioni fetali o all'interruzione della gravidanza. Per facilitare la respirazione, il naso viene lavato con Aqua Maris, Pinosol o vengono utilizzate altre inalazioni. Per la rinite infettiva, il medico prescrive Griferon e Viferon. Tutti i farmaci sono prescritti tenendo conto dell'intolleranza e del verificarsi di una reazione allergica in una donna incinta.
  2. Una rinite allergica è trattata da Dolphin, Aqualor e Aqua Maris. Se necessario, individualmente, uno specialista può prescrivere antistaminici. Assicurati di eliminare la causa della reazione allergica..
  3. La rinite durante la gravidanza si verifica più spesso nel primo trimestre. È possibile utilizzare soluzioni saline Aqua Maris e altri. Se il naso è chiuso e il lavaggio non aiuta, è necessario contattare l'otorinolaringoiatra.

Molte donne durante la gravidanza sono aiutate dall'unguento Asterisk. È sicuro, facilita la respirazione, ma non elimina le cause del raffreddore comune..

Farmaci vasocostrittori non raccomandati per le donne in gravidanza:

  • Naphthyzine;
  • Oxymetazaline;
  • Xylometazolite;
  • Nazivin, così come i loro derivati.

Se la futura mamma prevede di trattare un naso che cola con metodi di medicina alternativa, deve consultare un medico. Per eliminare la rinite, vengono utilizzati decotti dalle erbe. Possono essere lavati o seppelliti dal naso.

Invece di gocce nasali, puoi usare succo di carota o mela naturale. Kalanchoe combatte efficacemente con il naso che cola. La pianta riduce il gonfiore dei tessuti mucosi e riduce la quantità di secrezioni. Kalanchoe è raccomandato per i primi sintomi di un raffreddore.

È necessario fare pappa dalle foglie e aggiungere acqua bollita. Con questa soluzione, sciacquare il naso o instillare 3-4 volte al giorno. Con la rinite virale, l'aglio aiuta. I chiodi di garofano tritati vengono versati con acqua bollita e infusi per 30 minuti. Quindi, instillare il fluido risultante nelle narici un paio di volte al giorno.

L'aloe ha un effetto antibatterico e antinfiammatorio. L'agave contiene vitamine benefiche, tra cui A, B, E, C e 20 aminoacidi. Il succo di aloe fresco deve essere gocciolato nel naso.

Le inalazioni di cipolla sono note fin dall'antichità. La testa della pianta deve essere schiacciata e versare acqua bollente. Tenendo la testa sopra i vapori, viene eseguita l'inalazione. Inoltre, gocce fresche di cipolle possono essere immediatamente instillate nel naso.

Per facilitare la respirazione durante la gravidanza, puoi usare oli essenziali. La menta e l'eucalipto devono essere diluiti con acqua bollita. La miscela risultante può essere immediatamente gocciolata nel naso..

Conoscendo i rischi per il feto, molte donne incinte non chiedono più "è possibile la naftitina durante la gravidanza?". La responsabilità per la salute del bambino spetta sempre alla madre. Per facilitare la respirazione, una donna incinta dovrebbe consultare un medico. Lo specialista sceglierà individualmente un metodo delicato di trattamento e efficaci gocce nasali..

Autore: Khatuna Gabelia, pediatra,
appositamente per Moylor.ru

Il naso che cola e la congestione nasale durante la gravidanza sono comuni. Molte donne ai primi segni di difficoltà respiratorie usano la naftizina, tuttavia vale la pena che la futura mamma lo faccia? Considera come agisce sul corpo e quanto è sicuro il suo uso, perché molti medici sono contrari all'uso della naftitina anche in casi estremi.

La naftitina è un agonista adrenergico topico. Ha un pronunciato effetto vasocostrittore. Il principale ingrediente attivo è la naphazolina. Quando applicato alle mucose del naso, il farmaco riduce l'edema e facilita la respirazione, a causa del fatto che la naftitina riduce il flusso di sangue ai vasi periferici nel naso, riducendo così la quantità di muco. Il sollievo della respirazione si verifica quasi immediatamente dopo l'applicazione e dura fino a 6 ore.

Le gocce contenenti 0,1% di naphazoline si applicano solo per via nasale

  • Flacone contagocce da 10 ml con un contenuto di naphazoline dello 0,05% o 0,1%;
  • spray con ugello spruzzatore 15 ml con un contenuto di naphazoline dello 0,05% o 0,1%.

Le gocce con un contenuto dello 0,05% appartengono ai preparati dei bambini, possono essere utilizzate sia con il metodo nasale che per inalazione. Gocce contenenti 0,1% di naphazoline e spray di varie concentrazioni vengono applicate solo per via nasale.

La naftitina è diventata una droga molto popolare, in quanto si è affermata come uno strumento efficace ed economico nella lotta contro il raffreddore comune. Secondo le istruzioni, il suo uso durante il periodo di trasporto del bambino è possibile quando il beneficio atteso per la madre è superiore al rischio di danneggiare il nascituro.

Le ragioni principali per l'utilizzo del farmaco nelle donne in gravidanza:

  • rinite acuta;
  • rinite allergica;
  • sinusite;
  • rinoscopia;
  • laringite;
  • rinite in gravidanza.

I cambiamenti nel background ormonale durante la gravidanza possono influenzare la permeabilità vascolare e causare la cosiddetta rinite delle donne in gravidanza - un tipo di rinite vasomotoria. È causato da una violazione dei meccanismi di reazione neuro-riflessa alle irritazioni (aria fredda, odore pungente) della mucosa nasale. Tale rinite non è suscettibile di trattamento, passa da sola entro 7-10 giorni dopo la nascita.

La naftitina non cura la malattia, ma allevia solo i sintomi. Restringe i vasi sanguigni, ma non elimina il fattore che ha causato gonfiore e difficoltà respiratorie. Per una cura efficace, devi trovare ed eliminare la causa della malattia, e questo può essere fatto solo da un medico.

Usa Naphthyzinum mentre aspetti il ​​bambino è possibile solo in rari casi e solo quando prescritto da un medico.

Nel primo trimestre, quando si verifica la formazione degli organi del bambino, è categoricamente sconsigliato l'uso della naphazolina. Una volta nel sangue, può causare una contrazione vascolare in tutto il corpo, che porta ad un aumento della pressione sanguigna e un flusso sanguigno alterato nella placenta. Quando si utilizza la naftizina all'inizio della gravidanza, esiste un potenziale rischio di conseguenze negative sullo sviluppo del feto: malformazioni congenite, minaccia di aborto spontaneo, minaccia di ipossia fetale con restringimento dei vasi della placenta. Nel caso in cui i farmaci siano indispensabili, il dosaggio e il regime posologico devono essere chiaramente monitorati da un medico.

L'uso della naftizina nel secondo trimestre è più sicuro per il bambino, tuttavia non esclude le conseguenze negative e gli effetti collaterali se usato in modo errato, vale a dire un sovradosaggio.

Il terzo trimestre non fa eccezione e non è inoltre consigliabile utilizzare la naftizina durante questo periodo, casi rari per l'uso sono un bisogno urgente, quando altri farmaci sono impotenti.

Naso che cola durante la gravidanza - un evento comune

La naftitina ha una serie di controindicazioni generali secondo le istruzioni:

  • ipersensibilità al componente attivo - naphazoline;
  • ipertensione arteriosa;
  • glaucoma ad angolo chiuso;
  • diabete;
  • grave aterosclerosi;
  • rinite cronica;
  • gravi patologie oculari;
  • tachicardia.

Inoltre, questo farmaco non può essere assunto con inibitori MAO..

Secondo la valutazione della categoria di rischio FDA per il feto, la naphazolina ha ricevuto la categoria C, il che significa: studi sugli animali hanno mostrato un effetto negativo sul feto e studi simili non sono stati condotti su donne in gravidanza, tuttavia, i potenziali benefici associati all'uso di questo medicinale nelle donne in gravidanza possono giustificare il suo utilizzo, nonostante il rischio.

L'uso della naftizina, come i suoi analoghi contenenti naphazoline, porta alla dipendenza dopo 3-4 giorni di utilizzo, è vietato usarli per più di 5 giorni consecutivi. In caso di mancato rispetto di questa condizione, l'efficacia del farmaco viene ridotta, il che richiede un aumento della dose e un uso più frequente e ciò porta alla comparsa di una reazione avversa del corpo al farmaco.
I principali effetti collaterali dell'assunzione di naftisina:

  • tachicardia;
  • mal di testa;
  • nausea;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • rinite farmacologica;
  • dipendenza da naftizina;
  • secchezza e gonfiore delle mucose nasali.

E c'è anche il rischio che dopo aver assunto Naphthyzin non puoi più farne a meno, i vasi nella cavità nasale perderanno la capacità di lavorare in modo indipendente, quindi è importante fare una pausa tra i corsi per almeno due settimane ed è meglio abbandonarlo completamente.

Quando si utilizza Naphthyzin, è molto importante osservare il dosaggio prescritto dal medico e in nessun caso aumentarlo, altrimenti esiste il rischio di reazioni avverse, che è estremamente pericoloso durante la gravidanza. La dose abituale per un adulto è da 1 a 3 gocce in ciascun passaggio nasale fino a 4 volte al giorno, viene utilizzato naftizz con un contenuto dello 0,1% del principio attivo. Per quanto riguarda le donne in gravidanza, il medico può prescrivere una concentrazione infantile con lo 0,05% in una singola dose prima di coricarsi.

È importante ricordare che solo un medico può prescrivere una dose e un regime.

La futura mamma dovrebbe fare attenzione quando prende questo farmaco e usare una pipetta per misurare chiaramente il numero richiesto di gocce, perché sappiamo già le conseguenze di un sovradosaggio.

La naftitina ha un gran numero di analoghi con un principio attivo comune: la naphazolina. Tutti appartengono a farmaci vasocostrittori e hanno le stesse controindicazioni, l'uso di questi farmaci durante la gravidanza non è raccomandato. It:

I preparati di xilometazolina e ossimetazolina hanno lo stesso effetto. I più famosi: Nazivin, Nazalong, Nazol, Nok-Spray, Rinazolin e altri.

È noto che durante il periodo in cui una donna porta un bambino, il suo corpo è soggetto a stress aggiuntivo. Deve proteggere non solo se stessa, ma anche il bambino che sta crescendo. Pertanto, è così importante che la futura mamma controlli la sua salute, l'alimentazione, trascorra abbastanza tempo all'aria aperta e si protegga dalle malattie virali stagionali.

Ma a volte, nonostante tutte le precauzioni, una donna incinta può prendere un raffreddore e ammalarsi. In questo momento, si trova improvvisamente di fronte alla domanda su come trattare un raffreddore e come sbarazzarsi di sintomi come tosse, mal di gola, febbre o naso che cola. Se tutto è chiaro con evidenti sintomi catarrali e dovresti contattare immediatamente il medico, allora dovresti parlare separatamente di un naso che cola.

Il naso che cola causa molti problemi a tutti. E per la futura madre, può diventare un vero disastro. Ricorda che deve essere trattato un naso che cola. Dopotutto, crea problemi non solo per la donna, ma anche per il feto. Certamente, i farmaci che hanno aiutato prima emergono immediatamente nella memoria, come gocce di naftitina o altri vasodilatatori per il raffreddore comune. Ma la naftizina può essere usata durante la gravidanza, danneggerà il nascituro?

Non esiste ancora consenso su questo problema. In ogni caso, è importante sapere cosa provoca un naso che cola. È una conseguenza di un raffreddore? Infatti, abbastanza spesso nelle donne in gravidanza da molti mesi, può verificarsi rinite delle donne in gravidanza, che si verifica a causa di cambiamenti ormonali nel corpo ed è la sua reazione a un feto in crescita. Inoltre, la congestione nasale può essere il risultato di una reazione allergica. Pertanto, è molto importante, prima di pensare se la naftitina è dannosa per un bambino che si sviluppa e cresce nell'utero, è necessario comprendere la natura dell'inizio di un raffreddore.

Il naso che cola è pericoloso per il feto??

In genere, un naso che cola è un segnale che il corpo avverte di un pericolo imminente, come un raffreddore o un'allergia. Pertanto, un naso che cola è un grande pericolo per il feto in via di sviluppo. Nelle prime fasi della gravidanza, un naso che cola di origine virale è in grado di entrare nell'utero attraverso il sangue, che può servire a interrompere la gravidanza, ad es. aborto spontaneo. La causa della congestione nasale fino a 8 settimane di gravidanza può influire sulla formazione fetale e portare a gravi malattie..

Nelle fasi successive della gravidanza, un naso che cola è pericoloso perché, a causa della congestione nasale nella madre, il bambino non avrà abbastanza ossigeno in entrata. Ciò provoca sia ritardo della crescita intrauterina che aumento di peso fetale..

La naftitina può essere usata durante la gravidanza??

È meglio non ricorrere all'aiuto di farmaci vasodilatatori e non trattare il raffreddore comune con metodi alternativi a casa senza consultare uno specialista. Dopotutto, qualsiasi, sia popolare che droga, potrebbe non essere sicuro per il bambino.

Gocce di naftitina entrano nel flusso sanguigno generale e causano un restringimento di tutti i vasi sanguigni nel corpo, compresa la placenta, che può portare a ipossia fetale. Naturalmente, le opinioni degli esperti in materia sono divise. Alcuni consigliano di non usare la naftitina durante la gravidanza, ma di utilizzare solo soluzioni saline e formulazioni saline per trattare il raffreddore comune. Questi prodotti non contengono alcun medicinale e sono un analogo medico dei metodi di trattamento domiciliare..

Altri medici consentono l'uso della naftitina durante la gravidanza se il naso che cola è di origine virale, ma solo come ultima risorsa, se i metodi popolari popolari non aiutano.

Le donne in gravidanza con naftitzina devono sempre osservare la frequenza e seguire rigorosamente il dosaggio indicato. È importante ricordare che le gocce non devono essere utilizzate per più di 3 giorni consecutivi. Si consiglia di instillare naftizina nel naso appena prima di coricarsi, in modo che il raffreddore comune non interferisca con la futura madre e il feto.

È vietato trattare una rinite allergica con naftitina e qualsiasi altra goccia di vasodilatatore per il naso..

Riassumendo, possiamo dire che non è consigliabile utilizzare la naftizina durante la gravidanza, ma se c'è un bisogno urgente, si consiglia di usarlo solo al picco del raffreddore comune, quando una grave congestione nasale causerà ansia nel bambino.

Il naso che cola è una delle malattie più comuni. Pertanto, la sua manifestazione durante la gravidanza non è una sorpresa per nessuno. Per un naso che cola, non è necessario prendere un raffreddore o prendere un virus. Va tenuto presente che quando si trasporta un feto, le mucose di una donna sono predisposte all'edema. Pertanto, è apparsa una tale diagnosi: rinite delle donne in gravidanza. Questo periodo è caratterizzato da una speciale sensibilità del corpo ai fattori ambientali. Questo si esprime in esacerbazioni di varie malattie (comprese le allergie, che necessariamente accompagneranno un fastidioso naso che cola). La congestione nasale e la mancanza di respiro sono i sintomi principali che causano una sensazione tutt'altro che piacevole. In cerca di sollievo e conforto, molti si precipitano in farmacia per acquistare un noto farmaco chiamato "Naphthyzine". E qui sorge una domanda del tutto equa se le donne nella stessa posizione debbano fare lo stesso?

È possibile usare il farmaco "Naftizin" per le donne in gravidanza?

Questa domanda è abbastanza importante. Il farmaco "Naphthyzinum" durante la gravidanza deve essere usato con estrema cautela. E solo in quei casi in cui il naso che cola è peggiorato così tanto che altri mezzi non portano sollievo (o la loro acquisizione è attualmente impossibile). Tuttavia, molti esperti vietano ancora l'uso di questo farmaco durante la gravidanza. Questa precauzione è sostenuta dal fatto che, entrando nel flusso sanguigno, molti dei componenti che compongono il farmaco "Naphthyzin" contribuiscono alla vasocostrizione. Inoltre, esiste un'alta probabilità di aumento della pressione sanguigna. Tutti questi fattori si riflettono nella placenta, che in alcuni casi porta a gravi conseguenze (fino all'ipossia fetale, che è più pericolosa per il primo trimestre).

Nel caso in cui sia impossibile fare a meno di questo farmaco e il medico abbia prescritto il farmaco "Naphthyzine" durante la gravidanza, il trattamento deve essere effettuato in stretta conformità con il dosaggio prescritto nelle istruzioni. Tutti sanno che non è possibile assumere determinati farmaci per più di tre giorni consecutivi, poiché può verificarsi dipendenza. Gocce "Naphthyzinum" è una di quelle droghe che danno dipendenza. Un'opzione ideale per una donna incinta sarebbe quella di usare il farmaco di notte in modo che il corpo possa riposare durante il sonno e aumentare le sue difese. I medici che sono categoricamente contrari alla prescrizione della naftitina durante la gravidanza raccomandano di trovare un sostituto più adatto e meno pericoloso per questo farmaco. Ad esempio, tratta un naso che cola con formulazioni di sale, varie soluzioni saline. Le inalazioni sono considerate molto utili, così come un leggero massaggio del naso. Tali metodi di trattamento complesso faciliteranno notevolmente la respirazione nasale, senza danneggiare né la futura mamma né il bambino.

Istruzioni per l'uso del farmaco "Naphthyzinum" durante la gravidanza

Le gocce "Naphthyzinum" non sono vietate alle donne in gravidanza. Ciò è comprensibile anche dopo aver letto le istruzioni, che indicano la possibilità di utilizzare il prodotto durante il periodo di gestazione e l'allattamento. Da ciò ne consegue che l'uso di gocce di naftitina da parte delle donne in gravidanza è abbastanza accettabile. L'elenco delle controindicazioni indica malattie come rinite cronica, ipertensione, aterosclerosi grave, tachicardia e intolleranza individuale al farmaco. La decisione finale sul fatto che la Naftizin sia dannosa per le donne in gravidanza dovrebbe essere presa dal medico, tenuto conto dello stato generale di salute.

Le gocce "Naphthyzinum", destinate al trattamento del raffreddore comune nei bambini, differiscono nel numero di sostanze attive. È prescritto per un anno e solo con complicazioni di malattie. Il fatto che l'uso del farmaco sia consentito ai bambini può indurre una donna incinta a pensare alla sua sicurezza assoluta, ma questo non è vero. Nonostante il fatto che l'effetto della droga per bambini "Naphthyzin" sul corpo sia inferiore, il suo uso può anche portare a conseguenze negative..

Il farmaco "Naphthyzinum" durante la gravidanza, sebbene non sia proibito (come menzionato sopra), è indesiderabile e il suo uso dovrebbe essere giustificato dalla raccomandazione del medico curante. Se la futura madre non può fare a meno dell'uso del farmaco, allora dovrebbe stare molto attenta. Nonostante il corso di trattamento di sette giorni consentito dalle istruzioni, l'uso di gocce di naftitzina non dovrebbe essere più di tre giorni consecutivi. Seppellirlo nel naso tre volte al giorno (non più di due o tre gocce). Usando il farmaco con cautela ed evitando l'abuso, puoi fare a meno di possibili conseguenze negative.

Quando il naso è bloccato e la respirazione è difficile, la futura mamma diventa irritabile e nervosa. La maggior parte delle donne va immediatamente in farmacia e acquista un rimedio provato per la congestione nasale: le gocce di naftitina. Poche persone pensano se la naftitina è possibile durante la gravidanza e come questo possa influenzare il feto che cresce nell'utero..

Durante il periodo di gestazione, il corpo della donna è più suscettibile agli effetti di virus, infezioni e allergeni. La futura mamma non può trascorrere 9 mesi al chiuso, temendo fattori ambientali sfavorevoli e, naturalmente, visitare luoghi affollati può ammalarsi. Molto spesso con infezioni virali, il sintomo principale è un naso che cola e una congestione nasale..

Di norma, un naso che cola durante la gravidanza è un fenomeno abbastanza comune e non solo i virus, ma anche allergeni, polvere e detergenti sintetici causano la rinite. Ciò è dovuto alla tendenza della mucosa nasale a gonfiore a causa di cambiamenti ormonali nel corpo durante la gestazione. In ginecologia viene chiamato un naso che cola di gestanti - rinite di donne in gravidanza.

Il principio attivo delle gocce nasali di naftitina è la naphazolina. È importante capire che questo farmaco è sintomatico, cioè la naftizina durante la gravidanza non curerà il naso che cola, ma solo per un po 'eliminerà i suoi sintomi. Di norma, il farmaco viene utilizzato per facilitare la respirazione nasale ed eliminare il gonfiore della mucosa nasale.

La rinite durante la gravidanza non scompare in pochi giorni, in contrasto con il comune raffreddore causato da un'infezione virale. Un naso che cola a causa di cambiamenti ormonali nel corpo di una donna incinta può durare diverse settimane o mesi. La naftizina di droga per quasi un minuto facilita la respirazione nasale e allevia il gonfiore della mucosa nasale. In questo caso, l'effetto terapeutico delle gocce è molto lungo - fino a 12 ore.

Molte future madri sono perplesse da quali normali gocce nasali di naftitina possono essere pericolose? Durante la gravidanza, il pericolo della naftitina è che, salendo sulla mucosa nasale, il farmaco viene assorbito all'istante, non avendo un effetto locale, ma generale sul corpo.

I farmaci che includono naphazoline creano dipendenza se usati per più di 5 giorni. L'uso della naftizina durante la gravidanza per un periodo più lungo riduce significativamente l'effetto locale del farmaco, quindi la donna è costretta ad aumentare costantemente la dose e ridurre gli intervalli tra l'instillazione del naso. In questo caso, aumenta anche l'effetto complessivo della naftizina sul corpo, che può portare a conseguenze negative sul feto..

A causa del restringimento dei vasi della placenta, causato da grandi dosi di naftitina, il feto può essere carente di ossigeno e sostanze nutritive.

Durante la gravidanza, la naftizina non appartiene a sostanze proibite, tuttavia, è necessario comprendere le possibili conseguenze con l'aumento delle dosi e l'uso del farmaco per più di 3-4 giorni. I ginecologi consentono l'uso della naftzina solo in situazioni estreme, quando la respirazione nasale è compromessa, il che influisce sulla qualità della vita della futura mamma. In questo caso, è necessario mantenere l'intervallo tra l'uso di gocce per almeno 12 ore. I medici raccomandano l'uso della naftitina infantile durante la gravidanza, che differisce dall'adulto solo nel dosaggio del principio attivo ed è dello 0,05%. Nonostante il fatto che il dosaggio del farmaco per bambini sia inferiore, la futura mamma dovrebbe capire che le gocce non devono essere abusate in modo da non causare dipendenza al corpo e le complicazioni di cui sopra per il feto.

Le principali indicazioni per l'uso della naftizina durante la gravidanza sono:

- infiammazione dei seni;

- rinite di varia origine, accompagnata da congestione nasale;

- reazioni allergiche, che sono accompagnate da gonfiore della mucosa nasale;

La naftitina durante la gravidanza è meglio usata di notte, instillando 1-2 gocce in ciascuna narice per facilitare la respirazione nasale. Per l'instillazione, utilizzare solo una pipetta, che aiuterà a non violare il dosaggio esatto. Ricorda che l'uso di dosi elevate del farmaco e una diminuzione dell'intervallo tra le instillazioni possono portare alla dipendenza e alla riduzione dell'effetto terapeutico. Inoltre, l'uso prolungato di naftizina porta alla secchezza delle mucose nasali e alla fragilità dei vasi sanguigni.

I farmaci a base di naphazoline sono controindicati per l'uso in questi casi:

- malattie degli organi del sistema endocrino nella gestante;

- aumento della pressione intraoculare;

- ipertensione arteriosa o preeclampsia;

La respirazione nasale in gravidanza può essere complicata per molte ragioni. Il più importante di questi sono le infezioni virali o catarrali, che contribuiscono alla comparsa di rinite e rendono difficile la respirazione di una donna. In questa situazione, non puoi fare nulla, poiché una malattia progressiva può danneggiare sia la futura mamma che il suo bambino.

Ma il trattamento del raffreddore comune è complicato dal fatto che in questa posizione la maggior parte dei farmaci è controindicata. Pertanto, molte donne in gravidanza, avendo preso un raffreddore, sono interessate a una farmacia se la naftizina è possibile durante la gravidanza, perché, come sapete, elimina la congestione nasale e facilita la respirazione.

La naftitina è un farmaco contenente naphazolina (un principio attivo), quindi ha un effetto vasocostrittore locale simile all'adrenalina. Come risultato dell'uso della naftitina, i piccoli vasi sanguigni della mucosa nasale si restringono, causando una diminuzione dell'edema e una diminuzione della produzione di secrezioni.

Se si utilizza il farmaco in una dose aumentata, restringe tutti i vasi del corpo femminile, compresi i vasi della placenta. E secondo gli ultimi dati dei medici, il farmaco è difficile da dosare. Il fatto è che ora la medicina è confezionata in speciali flaconi contagocce. Se scavi nel naso da solo, è molto difficile dosare le gocce e, di conseguenza, puoi superare molte volte la dose consentita.

Il restringimento dei vasi della placenta provoca la fame di ossigeno nell'embrione, che è molto pericoloso. Pertanto, è molto importante dosare correttamente la naftizina durante la gravidanza per evitare un effetto sistemico..

La naftitina può essere utilizzata se il pericolo per la donna incinta supera il possibile rischio per il nascituro. Naturalmente, la respirazione libera è estremamente importante per una donna incinta, perché se la donna incinta non riesce a respirare normalmente, il bambino sperimenta la fame di ossigeno (ipossia). Tuttavia, come abbiamo scritto sopra, l'ipossia può verificarsi anche con l'uso della naftizina, specialmente se il medicinale viene gocciolato in modo incontrollato.

I farmaci a base di naphazoline hanno un'altra proprietà molto spiacevole: il fenomeno della dipendenza o tachifilassi. Con l'uso prolungato del farmaco, il suo effetto vasocostrittore diminuisce. Pertanto, quando si supera la dose, l'effetto terapeutico non viene raggiunto e l'effetto collaterale aumenta.

Quando si utilizza la naftizina, è necessario osservare la periodicità e seguire il dosaggio raccomandato dal medico. È importante ricordare che il farmaco non può essere utilizzato per più di tre giorni consecutivi. È meglio instillare naphthyzin prima di coricarsi in modo che il naso che cola non disturbi un sonno tranquillo.

Secondo le istruzioni, la naftizina può essere utilizzata per malattie otorinolaringoiatriche acute, per rinite, edema laringeo e anche dopo interventi sul tratto respiratorio superiore. Non è possibile utilizzare il farmaco per l'ipertensione arteriosa e l'aterosclerosi vascolare, con maggiore attività della ghiandola tiroidea e naso che cola cronico.

Alcuni medici non raccomandano l'uso di questo farmaco durante il periodo di gravidanza, ma usano formulazioni di sale e soluzione salina per trattare la rinite. Altri esperti consentono l'uso della naftitina per il comune raffreddore di origine virale, ma solo come ultima risorsa, se i trattamenti più delicati non aiutano..

In caso di sovradosaggio di un farmaco, una donna incinta può manifestare effetti collaterali: aumento del polso, nausea e mal di testa. La più pericolosa è la difficoltà nel riconoscere un sovradosaggio, perché la nausea e il mal di testa nelle donne in gravidanza si verificano abbastanza spesso.

Non utilizzare questo farmaco con antidepressivi. I medici non raccomandano di instillare naftizina in caso di rinite allergica, poiché, in effetti, qualsiasi altra goccia di vasodilatatore.

Pertanto, durante la gravidanza, la naftitina potrebbe diventare un farmaco efficace che aiuta a liberare i passaggi nasali per allergie e raffreddori, se allo stesso tempo non ha agito su tutto il corpo. Pertanto, ai primi segni di malessere, una donna incinta dovrebbe consultare un medico che probabilmente le prescriverà sostituti della naftitina completamente sicuri ed efficaci.

La naftitina è un medicinale per eliminare la congestione nasale, la cui utilizzazione non si pone solo in caso di raffreddore. Spesso, le donne incinte soffrono della cosiddetta rinite delle donne in gravidanza, inoltre, durante la gravidanza, aumenta il rischio di sviluppare una rinite allergica, anche se non era mai stato prima.

Il principio attivo del farmaco è la naphazolina. Come sostanze ausiliarie, la composizione del prodotto comprende acqua purificata e acido borico, che ha un effetto antisettico (disinfettante), senza causare irritazione.

È importante saperlo! L'acido borico è considerato un antisettico tossico e inefficace, quindi, durante l'Unione Sovietica, è stato vietato per uso medico da donne in gravidanza e in allattamento, nonché nel trattamento dei bambini.

L'effetto terapeutico si ottiene a causa dell'effetto vasocostrittore della naphazolina, che riduce il flusso sanguigno alla mucosa nasale, che riduce l'edema e quindi aumenta la clearance nella narice per il passaggio dell'aria.

Dopo l'instillazione della naftitina nel naso, il sollievo si verifica dopo 5 minuti. L'effetto terapeutico dura fino a 4-6 ore.

La naftizina viene rilasciata sotto forma di:

  • gocce in flaconi contagocce da 10 ml;
  • spruzzare con un ugello spray in un flacone da 15 ml.

Le gocce dello 0,05% sono considerate per bambini e sono adatte per l'instillazione sia nel naso che negli occhi. La naftitina allo 0,1% può essere gocciolata solo nel naso, poiché per la mucosa dell'occhio tale soluzione è troppo concentrata.

Lo spray viene usato solo per via nasale..

Naphthyzine erogato senza prescrizione medica.

  • rinite acuta e stagionale;
  • sinusite;
  • eustachite acuta;
  • laringite (cronica o acuta).

In caso di congiuntivite allergica o cronica, il medico può raccomandare di instillare gli occhi con naftitina allo 0,05%, che aiuta ad alleviare l'edema congiuntivale e ad alleviare lacrimazione, arrossamento e disagio.

Si raccomanda alle donne in gravidanza di usare Naphthyzinum 0,05% in gocce. Con la rinite, è necessario gocciolare 2-3 gocce del farmaco in ciascuna narice non più di 2-3 volte al giorno.

Quando si utilizza uno spray, 1-3 dosi del farmaco devono essere iniettate in ciascuna narice non più di 4 volte al giorno.

Prima del suo utilizzo, rimuovere il tappo protettivo tenendo la bottiglia in verticale. Se il farmaco non è stato ancora utilizzato, spruzzare più volte nell'aria fino a ottenere una nuvola di aerosol uniforme.

Successivamente, la punta del distributore viene inserita nella narice e preme con forza l'applicatore, mentre fa un piccolo respiro.

Dopo l'uso, l'applicatore viene chiuso con un cappuccio. Il farmaco viene conservato in un luogo buio senza accesso alla luce solare..

Nel trattamento sintomatico della congiuntivite, viene instillata una soluzione allo 0,05% in ciascun occhio, tirando delicatamente la palpebra inferiore, 1-2 gocce non più di 3 volte al giorno.

Si raccomanda di completare il trattamento immediatamente dopo l'eliminazione dei sintomi indesiderati della malattia nasale, anche se ci sono voluti solo 2 giorni. Il farmaco non può essere utilizzato per più di 7 giorni consecutivi.

Un secondo corso è possibile solo dopo pochi giorni. In poche parole, si consiglia di utilizzare la naftitina per 3-5 giorni (ma non più di 7 giorni), quindi fare una pausa di 2-3 giorni e, se necessario, riprendere il trattamento per 3-5 giorni.

Questo regime di trattamento è spiegato dal fatto che la naphazolina è una sostanza specifica, dall'uso prolungato di cui diminuisce l'efficacia della vasocostrizione, semplicemente smettono di rispondere al medicinale. Di conseguenza, l'edema si intensifica solo, la rinite atrofica "più" inizia a svilupparsi, si verifica la dipendenza dal farmaco.

Inoltre, la nafazolina secca la mucosa nasale e quando si utilizza il farmaco per più di 7 giorni consecutivi, i vasi sanguigni diventano fragili e si osservano sempre più sangue dal naso.

I colliri Naphthyzin non possono essere utilizzati con:

  • gravi patologie oculari;
  • liquido oculare insufficiente (sindrome dell'occhio secco);
  • aumento della pressione intraoculare (glaucoma);
  • Distrofia bollosa di Fuchs.

Le gocce spray e nasali sono controindicate in:

  • aumento persistente della pressione sanguigna;
  • tachicardia;
  • ipertiroidismo;
  • rinite atrofica e cronica;
  • ipersensibilità al principio attivo;
  • diabete.

Attenzione! Gocce dello 0,1% non devono essere utilizzate per il trattamento di bambini di età inferiore ai 15 anni.

Dopo l'uso della naftitina, sono possibili reazioni laterali:

  • sistema nervoso centrale sotto forma di mal di testa;
  • sistema cardiovascolare (aumento della pressione, iperemia reattiva, aumento della frequenza cardiaca);
  • apparato digerente sotto forma di nausea.

Quando la naftitina viene instillata negli occhi, il prurito e il bruciore si intensificano per un breve periodo, dopo di che vengono eliminati in modo indipendente. Le pupille si dilatano e, con l'uso prolungato, la pressione all'interno dell'occhio aumenta.

Se usi la preparazione nasale per più di 7 giorni, aumenta il rischio di sviluppare rinite atrofica e gonfiore delle mucose.

Con il trattamento simultaneo con naftizina e farmaci che abbassano la pressione sanguigna, l'efficacia di quest'ultima diminuisce.

Quando si assumono naftizina e farmaci che stimolano l'attività del sistema nervoso, l'effetto di quest'ultimo è potenziato.

Gli anestetici locali iniziano ad essere assorbiti lentamente, quindi la loro durata aumenta.

Se diversi farmaci vengono instillati negli occhi contemporaneamente, la naftitina ridurrà il loro effetto.

Se usi Naphthyzine più spesso di quanto prescritto o inietti dosi superiori a quelle consentite, la donna può avvertire aumento della pressione, nausea e vertigini, frequente mal di testa.

I sintomi scompaiono dopo l'interruzione del farmaco.

Dopo il primo utilizzo della naftitina, i pazienti lamentano secchezza e bruciore, ma presto passano. In rari casi, si sviluppa edema di Quincke..

L'efficacia del trattamento diminuisce con l'uso prolungato del farmaco, si sviluppa la dipendenza. Il rischio di sviluppare un naso che cola aumenta, in cui si verifica una congestione nasale dopo la sospensione della naftizina.

I colliri dilatano le pupille, la vista perde nitidezza. Pertanto, dovresti evitare il lavoro che richiede maggiore attenzione e concentrazione..

Attenzione! La durata del farmaco dopo l'apertura è di 28 giorni..

La naphazolina con assunzione prolungata provoca dipendenza, mentre il farmaco smette di alleviare la congestione nasale.

Inoltre, il farmaco inizierà ad essere assorbito nel sangue e diffuso in tutto il corpo, contribuendo al restringimento dei vasi sanguigni nell'utero. E questo può portare a una violazione del flusso sanguigno utero-placentare e, di conseguenza, all'ipossia fetale e al suo ritardo nello sviluppo. A questo proposito, si raccomanda alle donne in gravidanza di usare naftizina 0,05% nei bambini.

È meglio seppellire solo nel passaggio nasale chiuso 1-2 gocce non più di 3 volte al giorno. Non usare la naftizina per più di 5 giorni. Ma non puoi lasciare la congestione nasale senza trattamento. Con il gonfiore della mucosa nasale, i passaggi respiratori non riescono a perdere abbastanza ossigeno per il bambino e la madre. Ciò minaccia lo sviluppo della stessa ipossia..

Se hai lo 0,1% di naftitina, usalo con cautela. Meglio fare un flagello da un batuffolo di cotone o semplicemente da cotone, lasciar cadere 1-2 gocce di soluzione su di esso e inserirlo nel passaggio nasale. La respirazione migliorerà.

Poiché durante la gravidanza, i medici raccomandano di evitare l'uso di vasocostrittori, è meglio sostituire la naftizina con un'altra.

La tabella seguente mostra cosa dovrebbe essere preso esattamente al posto della naftitina in vari casi.

Che preoccupazioni?atto
Rinite infettivaLe malattie infettive nelle prime fasi richiedono un trattamento immediato. Un'infezione non trattata può causare malformazioni fetali o aborto involontario. Prescrivere un detergente per il naso (ad es. Aqua Maris), Pinosol (se non c'è allergia ai suoi componenti) e varie inalazioni. Con la rinite virale, vengono inoltre prescritti Viferon, Grippferon e farmaci simili. Con la rinite batterica, il medico prescrive un antibiotico.
Rinite allergicaIl contatto con l'allergene deve essere eliminato. È indicato il rossore nasale con soluzione salina (Aqua Maris, Aqualor o Dolphin). Un allergologo è prescritto da un allergologo individualmente e solo se assolutamente necessario..
Rinite in gravidanzaSpesso trovato nel primo trimestre, a volte le donne soffrono durante l'intero periodo di gravidanza. Indicato per l'uso con Aqua Maris o qualsiasi altra soluzione salina per lavare il naso. Con grave congestione nasale, consultare un medico di persona.

La naftitina non cura, elimina solo i sintomi spiacevoli dovuti al restringimento dei vasi della mucosa nasale. Ma poiché questo rimedio è economico e ad azione rapida, è diventato abbastanza popolare nel trattamento del raffreddore comune..

Sì, la congestione nasale scompare in pochi minuti, ma con l'uso prolungato del farmaco, la mucosa nasale si asciuga costantemente, le sue cellule perdono la capacità di recupero e gli stessi capillari non possono più espandersi o contrarsi senza stimolanti esterni. E poi diventa avvincente, e una persona non può più immaginare la vita senza Naphthyzin, aumentando ogni volta la dose del farmaco. Questa dipendenza equivale alla droga.

Una donna cercherà freneticamente la sua "droga" nella sua borsa nel mezzo della notte se la fiala sotto il cuscino termina improvvisamente. Il panico si accumula quando non c'è nemmeno una goccia di Naphthyzin in casa, la psiche reagirà a questo con un attacco di soffocamento, anche se in realtà una persona può respirare facilmente con la bocca, nulla minaccia la sua vita. È tutto nella testa e niente di più.

In questo caso, è necessario "scendere" gradualmente il farmaco, passare prima alla forma infantile del farmaco o diluire le gocce di naftitina con acqua un po 'mentre vengono utilizzate, quindi ridurre la frequenza del suo uso e quindi rifiutarsi di prenderlo del tutto.

Oppure, inizia a gocciolare naftizina in una sola narice. Quando la mucosa viene ripristinata, la respirazione si normalizza e questo sarà sufficiente per respirare senza una sensazione di soffocamento. E poi basta smettere di gocciolare del tutto.

Ci vuole forza di volontà, ma dopo un po 'la mucosa si riprenderà e capirai che puoi fare a meno delle gocce.

Up