logo

Data di pubblicazione: 02.26.2020 | Visualizzazioni: 178

Secondo l'OMS, il latte materno è considerato l'alimento ottimale e sicuro per il bambino, che soddisfa i requisiti e le caratteristiche del corpo del neonato [2]. Diversi fattori influenzano la composizione del latte materno e questo non è solo lo sfondo ormonale di una donna che allatta, ma anche la sua alimentazione.

La composizione del vino bianco

Il vino bianco contiene oligoelementi come magnesio, sodio, ferro, calcio, fosforo, potassio e vitamina B2 - riboflavina. Allo stesso tempo, gli oligoelementi non rappresentano più del 3% dell'apporto giornaliero totale e la riboflavina è solo dello 0,6%. Questi valori sono troppo piccoli per parlare dell'utilità del consumo di vino bianco durante l'allattamento. Il vino bianco, come qualsiasi altro, è ricco di vari acidi: lattico, tartarico e malico. Tuttavia, l'88% della bevanda è acqua e il resto dei suddetti elementi, tra cui aldeidi, acetati, esteri, ammoniaca, vari pesticidi per la lavorazione dell'uva, additivi per migliorare il gusto, muffa del vino e conservanti, costituisce il 12%.

L'effetto del vino bianco sul processo di allattamento

L'effetto del vino bianco sul processo di allattamento è determinato dal fatto che quando il vino bianco entra nello stomaco, gli oligoelementi e l'etanolo in esso contenuti saranno nel sangue. Il comitato di esperti dell'OMS sui problemi legati al consumo di alcol afferma che il loro assorbimento nel sangue è di 15-30 minuti e dipende da diversi motivi: la quantità di cibo assunto prima di bere vino bianco e il peso corporeo di una donna che allatta. L'etanolo passa nel sangue in una quantità dell'8-10% e nel latte materno, come evidenziato da uno studio sull'effetto dell'alcool sull'allattamento al seno, N. Sinskaya alla Voronezh State Medical University. N.N. Burdenko, 11 ottobre 2016 [2, 4]

Effetto sul bambino

Nel 2014, la Conferenza di Volgograd sui principali problemi della medicina moderna ha sollevato la questione dell'effetto dell'etanolo sul bambino e sul processo di allattamento. Uno dei rapporti indicava che l'etanolo non veniva immagazzinato nel latte materno per lungo tempo, ma il suo livello dipendeva dal livello di etanolo nel sangue della madre. Ciò significa che mentre una donna che allatta ha un livello significativo di alcol nel sangue, anche il latte lo contiene. I livelli di picco vengono monitorati approssimativamente da mezz'ora a un'ora dopo aver bevuto vino, quindi diminuiscono. Sono state inoltre fornite prove che suggeriscono che l'etanolo stesso può inibire il processo di allattamento. [4]

Le conseguenze di una madre che allatta consuma vino bianco

RAMS raccomanda di limitare l'uso di bevande alcoliche durante l'allattamento [3]. È noto che il corpo dei neonati non può ancora scomporre e rimuovere l'etanolo a causa della mancanza di enzimi nel tratto digestivo, quindi l'escrezione dura diversi giorni e per tutto questo tempo l'etanolo ha un effetto dannoso sul bambino. È espresso come segue:

  1. Il vino bianco può influenzare il cambiamento del gusto del latte materno. Di conseguenza, il bambino rifiuta di allattare.
  2. Inibizione dell'allattamento.
  3. I bambini sviluppano allergie e disturbi digestivi.
  4. Quando una madre che allatta assume una grande dose di alcol, si verifica un avvelenamento a causa degli effetti tossici dell'etanolo.
  5. Disturbi del sonno e dell'attività del sistema nervoso del bambino si manifestano in pianto costante [4].
  6. La distruzione delle cellule cerebrali è ulteriormente espressa nel ritardo dello sviluppo mentale e fisico [1, 4].

Principi di consumo di vino bianco durante l'allattamento

  1. Entro 3 mesi dalla nascita del bambino, è severamente vietato l'uso dell'alcool madre durante l'allattamento. Si verifica la formazione dell'allattamento e il corpo del bambino si adatta solo al latte. [14]
  2. All'età di 3-6 mesi, è consentito utilizzare una dose di vino bianco che è sicura per la madre e il bambino, che è di 50 ml (1-2 sorsi). Da 6 mesi è consentito bere 150 ml di vino bianco (1 bicchiere). [3]
  3. Il vino deve essere selezionato secondo diversi criteri: forza e naturalezza. Più naturale è il vino e più basso è il grado, più sicuro è per madre e bambino.
  4. Prima dell'uso del vino bianco stesso, le donne che allattano devono nutrire il bambino e dargli da mangiare nel prossimo futuro. Per fare questo, è necessario preparare il latte espresso in anticipo, che dovrebbe essere sufficiente per diverse poppate.

Prima di bere una bevanda alcolica, si consiglia anche di mangiare strettamente. Pertanto, la quantità di etanolo che entra nel sangue può essere ridotta..

Sommario

È severamente vietato alle donne consumare vino bianco durante l'allattamento, tuttavia, osservando i principi di base dell'assunzione di bevande alcoliche da parte di una donna che allatta, il rischio di un impatto negativo sulla salute del bambino e il processo di allattamento può essere ridotto al minimo o addirittura eliminato..

È possibile allattare al vino?

L'alcol e i bambini sono cose incompatibili. Ma molte madri non possono rifiutare e concedersi un bicchiere di spumante in una festa festiva. L'allattamento al seno danneggia un bambino? Ci sono diverse opinioni su questo argomento. I dipendenti del negozio online "Daughters and Sons" offriranno una vasta selezione di prodotti dietetici che aggiungeranno varietà al menu di una madre che allatta.

Un bicchiere di vino durante l'allattamento

Le madri che allattano sanno come trattare con cura il menu del giorno, selezionando con cura i prodotti, evitando potenti farmaci. Tuttavia, sorseggiare champagne durante una festa rumorosa generale è una grande tentazione!

Come funziona il corpo femminile durante l'allattamento:

  • l'alcol viene assorbito più velocemente, più lentamente viene escreto. Dopo 10 minuti, è presente nel latte, scompare - dopo due ore;
  • è inutile decantare, mentre l'etanolo è nel sangue materno - è anche nel latte;
  • Il 10% dell'alcool bevuto entra nel latte;
  • l'alcol influisce sul gusto del latte materno.

Permettendosi di rilassarsi, la mamma dovrebbe ricordare: un sovradosaggio minaccia un avvelenamento grave del bambino. Se ti concedi un sorso di una bevanda naturale secca, bevi subito dopo l'alimentazione, in modo che l'alcol successivo esca dal corpo.

Importante!

È possibile allattare al vino rosso? Puoi bere un po ', ma la bevanda dovrebbe essere di alta qualità, naturale, in modo da non causare allergie al bambino e non forte. È meglio usare vino analcolico, che contiene la minima quantità di etanolo - 0,5%

Regole del vetro sicuro

Le opinioni dei pediatri in merito alla necessità di un'astinenza rigorosa durante il periodo dell'allattamento al seno dei bambini sono state divise. Alcuni categoricamente contro, altri - permettono un drink, osservando alcune regole:

  • il bambino dovrebbe avere tre mesi, prima di questa età, non è consentita una goccia;
  • dare da mangiare alla festa, l'alimentazione successiva dopo 2 ore;
  • È consentito 1 bicchiere di vino (non più di 150 ml);
  • l'opzione migliore è fare scorta di latte espresso per nutrire il bambino. Pratici sacchetti per la conservazione del latte Medela con fondo stabile, una chiusura in velcro affidabile.

L'avvertimento principale dei medici: non bere mai a stomaco vuoto! Insieme a un pasto solido, l'etanolo è meno assorbito nel sangue.

risultati

Il periodo di alimentazione è un momento meraviglioso e difficile. La mamma dovrebbe prendersi cura della salute del bambino, ma non è tenuta a sentirsi in ostaggio, privata delle gioie mondane. Tuttavia, la misura dovrebbe essere seguita sotto tutti gli aspetti. Quando il bambino compie 3 mesi (o meglio - 4), puoi occasionalmente concedere un bicchiere di vino secco naturale. Per la prima volta, assumere analcolici. Dopo aver bevuto un bicchiere di vino, cerca di non nutrire il bambino per 2-3 ore, in modo che il livello di alcol nel sangue diminuisca.

Se una madre che allatta ha bevuto un bicchiere di vino?

In molte famiglie, è consuetudine celebrare le festività con una festa, che include l'uso di un qualche tipo di alcol. In questo divertimento universale, le madri che allattano devono affrontare la domanda: cosa fare: rinunciare a qualsiasi bevanda alcolica o permettersi ancora uno o un altro bicchiere di vino o champagne?

Le opinioni sull'uso dell'alcol da parte delle donne che allattano nel mondo moderno sono divise: da un lato, le donne non sono assolutamente consigliate di bere alcolici, dall'altro, in alcune regioni, la voce popolare attribuisce la birra a quasi le proprietà di uno stimolante dell'allattamento.

Quindi puoi o non dovresti bere alcolici per una madre che allatta? E se possibile, ci sono condizioni e restrizioni speciali, oppure no?

L'alcol passa nel latte materno?

Una certa quantità di alcol passa nel latte materno. Dopo aver bevuto qualsiasi bevanda contenente alcol, il picco della gradazione alcolica nel latte si verifica dopo 30-60 minuti o dopo 60-90 minuti, se assunto con il cibo. E gradualmente cade, se non si beve più. Se una donna pesa in media 60 kg, una dose standard (1 drink 1) verrà rimossa dal latte in 2-3 ore. (Shulte, 1995). Maggiore è la dose totale, più tempo impiegherà.

Jack Newman, esperto di allattamento di fama mondiale, scrive quanto segue: “La concentrazione di alcol nel sangue e nel latte materno è più o meno la stessa. Pertanto, se nel sangue della madre lo 0,06% di alcol, quindi nel latte lo 0,06%. Man mano che la concentrazione di alcol nel sangue diminuisce, cadrà anche nel latte. Ma anche la birra analcolica venduta nel mio vicino supermercato contiene lo 0,6% di alcol, che è 10 volte più della norma dichiarata dello 0,06%. E questa non è la quantità che può danneggiare il cervello di un bambino. "

Crede che l'idea della necessità di un'astinenza totale dall'alcol durante l'allattamento non sia altro che uno dei miti che circondano le donne che allattano e una restrizione non necessaria alle madri che allattano: “Un consumo ragionevole di alcol non dovrebbe essere completamente escluso. Come con la maggior parte delle altre sostanze, una piccola quantità di alcol passa nel latte. La madre può bere un po 'di alcol e continuare ad allattare come al solito. Un divieto totale di alcol è un altro modo in cui limitiamo la vita delle madri che allattano ”..

Inoltre, Jack Newman nel suo blog ha condiviso l'esperimento di una madre, condotto un anno fa. Questa madre ha avuto l'opportunità di utilizzare l'attrezzatura di un moderno laboratorio di tossicologia per controllare la gradazione alcolica nel suo latte. Si preparò un cocktail di circa 50 ml di vodka e 280 ml di sprite, lo bevve per mezz'ora e dopo mezz'ora, ha pompato del latte per l'analisi e, dopo un'altra ora, ha pompato una seconda porzione. Durante questo periodo, non ha bevuto o mangiato nient'altro, in modo da non imbrattare l'immagine dell'effetto della bevanda alcolica sul latte. La prossima volta questa donna ha continuato l'esperimento e ha bevuto un bicchiere di birra e due bicchieri di vino (ciascuno con un volume di circa 170 ml), e allo stesso modo ha espresso latte un'ora e due dopo aver iniziato a bere alcolici.

Nel latte, espresso un'ora dopo l'inizio del consumo di un cocktail alcolico con vodka, la gradazione alcolica era dello 0,0137%. Ciò equivale all'incirca alla diluizione di 50 ml di vodka in 70 litri di acqua. Per fare un confronto, la gradazione alcolica nel kefir di tre giorni è circa 60 volte superiore rispetto al latte umano un'ora dopo aver bevuto un cocktail alcolico. E in una porzione espressa dopo due ore, non è stato trovato alcol nel latte.

Dopo tre porzioni di alcol, il quadro era più complicato: dopo un'ora, lo 0,03749% di alcol era contenuto nel latte e dopo due ore - 0,00629%. [dati dell'esperimento citati da 3.]

Carlos Gonzalez, un altro noto medico, un pediatra spagnolo, ritiene anche che anche se mia madre bevesse 3 drink 1 al giorno, è preferibile continuare l'allattamento al seno allo svezzamento temporaneo del bambino.

Nello studio "Allattamento al seno e alcol", pubblicato sulla rivista "Clinical Pharmacology and Toxicology" nel 2013, sulla base di una meta-analisi di altri articoli scientifici, hanno concluso: "Anche nel caso teorico di grave intossicazione della madre, il bambino non è esposto a quantità clinicamente significative di alcol".

Al fine di calcolare autonomamente la quantità di alcol nel latte dopo qualsiasi quantità di alcol bevuto, è possibile utilizzare qualsiasi calcolatore di alcol nel sangue progettato per gli appassionati di auto.

Allo stesso tempo, la maggior parte delle madri che leggono questo articolo dovranno ubriacarsi in modo tale che la gradazione alcolica nel latte raggiunga cifre significative. Se il livello di alcol è superiore allo 0,15%, una persona di solito si sente notevolmente ubriaca. E a un livello superiore allo 0,55%, la stragrande maggioranza è già ubriaca nella soletta. Quindi, è molto difficile immaginare una situazione in cui il latte materno avesse più dello 0,55% di alcol. E se ricordi la birra molto analcolica di cui sopra, quindi anche sul latte di madri ubriache morte, secondo gli standard dell'industria alimentare, puoi tranquillamente mettere il timbro "analcolico". Naturalmente, speriamo che nessuno dei lettori conduca un simile esperimento su se stesso e sui propri figli, e lasciamo questo fatto in una serie di curiosità divertenti.

Aggiungiamo che anche evitare assolutamente l'alcol nella vita è molto difficile. Per fare un confronto, puoi tenere conto del fatto che l'alcool, ad esempio, secondo alcuni dati, il kefir può essere dello 0,024-0,05%, nelle banane fino allo 0,06%, nelle mele e in alcuni succhi di frutta fino allo 0,1%.

Un'altra osservazione interessante è che la concentrazione massima di alcol nel sangue delle madri che allattano è inferiore a quella delle madri che non allattano usando gli stessi volumi di alcol. Non si sa perché, ma, a quanto pare, la presenza stessa di lattazione riduce la concentrazione di alcol nel sangue, sebbene allo stesso tempo sia quelli che allattano che quelli che non allattano si sentano uguali di buon umore.

Un sottoprodotto tossico della trasformazione dell'alcol da parte dell'organismo - acetaldeide - non penetra affatto nel latte materno.

Raccomandazioni delle organizzazioni ufficiali

I pediatri australiani proibiscono completamente di bere alcolici nel primo mese. Se il bambino ha più di un mese, la dose non deve superare 1 bevanda standard 1, bevuta immediatamente dopo la poppata della madre (in modo che il tempo passi prima della successiva poppata). Se una madre ha intenzione di bere di più, dovrebbe esprimere il latte in anticipo (per nutrire il suo bambino dopo aver bevuto alcolici - circa "Mamma latte") e saltare una poppata "(Gilda, 2006).

Tuttavia, la maggior parte delle organizzazioni ufficiali di sostegno all'allattamento al seno ritiene che l'uso una tantum di piccole porzioni di bevande alcoliche sia considerato relativamente sicuro in determinate condizioni per garantire questa sicurezza: offrono alle madri che allattano una pausa dai loro pasti mentre bevono alcol o esprimono il latte.

Secondo le raccomandazioni dell'American Academy of Pediatrics: "Se la dose è piccola e l'esposizione non è regolare, il rischio per il bambino è basso". (Hale 2008). Ciò significa che è consentito l'uso di droghe contenenti alcol e occasionalmente - l'uso di bevande alcoliche. "Occasionalmente, in occasioni speciali, sono accettabili piccole dosi di bevande leggere, ma in seguito dovresti evitare l'allattamento al seno per le successive 2 ore." (Gartner et al, 2005).

Su raccomandazione dei ricercatori americani, bere alcolici è consentito solo con il cibo, in quanto ciò riduce la sua concentrazione nel latte del 38% (Pepino, Menellf 2008).

In Olanda, si applica la seguente regola: 3 ore per rimuovere una dose standard (+ tre ore per rimuovere ciascuna successiva) (Consiglio sanitario olandese, 2005).

Allatta la madre dopo aver bevuto alcolici?

No, questo è inutile. La gradazione alcolica nel latte dipende solo dalla gradazione alcolica nel sangue.

Anche se lo giochi in sicurezza e pensi di dover aspettare dopo un bicchiere di vino, devi solo aspettare: l'alcool del latte nel tuo petto lascerà esattamente come dal sangue, poiché viene elaborato dal corpo.

E il dottor Jack Newman afferma addirittura che i rischi sono esagerati: “Non è necessario esprimere in anticipo e fare una scorta di latte per poter bere. Inoltre, non ha senso aspettare un certo tempo dopo aver bevuto una bevanda alcolica. La quantità di alcol che entra nel latte è così piccola che non può danneggiare il bambino. ".

L'unica opzione quando ha senso esprimere il latte dal torace al sollievo: se sei attualmente lontano dal bambino, non c'è modo di nutrirsi e il torace è pieno e inizia a causare disagio.

Devo stare attento?

Indipendentemente dall'allattamento al seno e dalla presenza di qualsiasi quantità di alcol nel latte materno, è importante monitorare le tue condizioni ed essere estremamente cauti se la mamma si sente ubriaca.

Sotto l'influenza dell'alcool, un genitore o qualsiasi altro adulto che si prende cura di un bambino non dovrebbe essere autorizzato in nessuna circostanza in cui possa addormentarsi con il figlio (su un letto o un divano accanto al bambino, su una sedia o in una poltrona con il bambino tra le braccia).

Bere riduce la capacità della madre di rispondere ai bisogni del bambino, sia che stia allattando o meno. In tali situazioni è prudente e sicuro chiedere a qualcuno di sobrio di aiutare a prendersi cura di un bambino.

Le donne stesse sono in grado di prendere decisioni sicure e salutari in base alla loro esperienza di vita, alle circostanze esistenti e alle scelte informate. Naturalmente, ciò che è sicuro per un bambino adulto, che viene applicato al torace due o tre volte al giorno, non sarà sempre sicuro per un neonato, e ancora di più per un bambino piccolo o prematuro.

Molte madri che allattano trovano consigliabile smettere e smettere di bere alcolici non appena avvertono l'inizio dei primi segni di intossicazione.

Cos'altro devi sapere quando bevi alcolici da una madre che allatta?

Una bevanda standard 1 porta al fatto che il bambino succhia di più, ma riceve meno latte e diventa gradualmente letargico e assonnato, e 4,5 ore dopo che l'alcol entra nel latte materno, i bambini diventano più vigili. (Mennella 2001A)

L'alcol aumenta anche la produzione di prolattina, riducendo al contempo la produzione di ossitocina (Pepino Teff2005), che può peggiorare il deflusso di latte dal seno. A causa di tutte queste caratteristiche, durante le vacanze di Capodanno, quando lo champagne è considerato un attributo integrale della vacanza, il numero di chiamate alle lattostasi aumenta tra i consulenti dell'allattamento al seno.

Non aver paura se dopo una festa con vino o champagne per domani sembrerà che la quantità di latte sia diminuita e il bambino venga applicato più spesso. I ricercatori nel loro lavoro "L'allattamento al seno e l'alcool" affermano che la produzione di latte dopodomani aumenterà significativamente più di quanto sarà necessario per ripristinare il precedente livello di lattazione. Piuttosto, sarà ragionevole continuare a nutrire il bambino su richiesta, in modo che il sistema biologico "seno - bambino" tornerà in equilibrio..

Quanto spesso posso bere durante l'allattamento?

Tutto ciò che è stato detto sopra era legato al bere episodico, quando una madre che allatta a volte si concede piccole dosi di bevande alcoliche o contenenti alcol. Certo, devi distinguere tra bere regolarmente in quantità significative e un paio di bicchieri di vino che una donna che allatta vuole gustare a una cena festiva in un ristorante.

Il servizio sanitario nazionale inglese raccomanda di limitarsi a non più di 1-2 bevande alcoliche standard una o due volte alla settimana. Alle donne che allattano non è categoricamente raccomandato di consumare regolarmente grandi dosi di liquore duro, poiché ciò può avere un effetto negativo sullo sviluppo del bambino.

Più piccolo è il bambino, maggiore è il danno che può causare bevendo regolarmente. Alcuni studi associano l'uso regolare di alcol (più di 5 bevande a settimana 1) a un ritardo nello sviluppo psicomotorio del bambino..

A causa dell'immaturità del fegato, il corpo di un bambino di età inferiore ai tre mesi impiega il doppio del tempo di un adulto per far fronte all'alcol. Tuttavia, poiché una madre riceve una piccola quantità di alcol che è stato ingerito nel latte materno, quando la madre prende una singola bevanda alcolica, questa differenza nella percentuale di escrezione di alcol ricevuto dal latte materno rispetto agli adulti in tali condizioni nella recensione, il cui collegamento è indicato sopra, è chiamata clinicamente insignificante.

Anche negli studi, è stato notato che l'alcol influisce sul sonno di un bambino, ma finora i cambiamenti nella durata e nel ritmo del sonno sono così poco studiati che gli scienziati non si impegnano a dire nulla sulla loro profondità e sulle possibili conseguenze.

Un consumo eccessivo di alcol può avere l'effetto più negativo principalmente sulla madre che allatta, secondo il dottor Gonzalez. La persona ubriaca scopre la coordinazione e diminuisce l'attenzione, ha una probabilità tre volte maggiore di cadere rispetto alla persona sobria e se un bambino piccolo è vicino o tra le sue braccia, potrebbe soffrire accidentalmente. Ecco perché bere regolarmente è pericoloso per qualsiasi adulto che si prende cura di un bambino piccolo, indipendentemente dall'allattamento..

I risultati:

Le donne che allattano sono membri a pieno titolo della nostra società e non hanno nulla di cui preoccuparsi di bevande speciali durante le vacanze. Certo, non dovresti fare una rissa da ubriaco con un bambino in braccio ogni notte durante le vacanze di Capodanno, inoltre, i postumi di una sbornia anche per una madre che allatta non è la cosa più piacevole. Bere alcol è dannoso principalmente per la salute degli adulti, non dei loro figli..

Alcuni esperti dell'allattamento al seno ritengono che un divieto totale di bere alcolici possa indurre una donna a svezzare il suo bambino prima di farlo senza un tale divieto. Le madri che allattano possono sentirsi tagliate fuori dal loro ambiente sociale e cadere fuori dalla vita se non bevono affatto alcolici, poiché un bicchiere simbolico di champagne è diventato un attributo indispensabile di molti eventi della nostra vita.

La decisione se bere o meno l'alcol e quale strategia scegliere quando allattare (fare una scorta di latte espresso, interrompere le poppate secondo le varie raccomandazioni o semplicemente nutrire il bambino su richiesta) spetta alla madre. "Milk Mom" ​​raccomanda a tutte le donne di prestare attenzione alla propria salute.

Le informazioni di cui sopra sono solo a scopo informativo e non come guida all'azione..

Appunti:

1. 1 bevanda = 15 alcool puro o 30-40 ml di alcolici o 120-150 ml di vino o 360 ml di birra

2. Il tempo dall'inizio dell'assunzione di alcol alla pulizia del latte materno per le donne con pesi diversi: il tasso stimato di rimozione dell'alcool è costante a 15 mg / dl e le donne hanno un'altezza media (1,62 mo 5′4 ") 8

Cosa dicono i medici: è possibile allattare il vino al seno

Sulla "dose sicura" di alcol durante le vacanze, molte giovani madri che allattano spesso parlano nei forum. Non tutti fanno una domanda eccitante al medico, preferendo informazioni su Internet. Tuttavia, molti consumano ancora vino, come una delle bevande alcoliche più deboli, durante l'allattamento..

Il debunking dei miti

Mito n. 1: una madre che allatta a volte ha bisogno di bere vino perché aiuta a migliorare la formazione del sangue ed è generalmente benefica..

Fatto: il danno derivante dal bere alcolici sarà molto più che buono. Sarà molto più ragionevole migliorare la composizione del sangue con l'uso di succo di melograno..

Mito n. 2: puoi bere vino durante l'allattamento, perché il bambino dormirà meglio.

Fatto: il bambino si addormenterà più velocemente, lo è davvero. Ma non dormirà bene e a lungo. I sogni diventeranno superficiali, irrequieti, a causa delle tossine dell'alcool che il bambino si sveglia spesso.

Mito n. 3: non puoi bere vino, quindi non puoi nemmeno lo yogurt. Contiene anche alcool!

Fatto: durante l'allattamento, si consiglia di bere non più di 500 ml di kefir al giorno, in modo che non causi coliche e rigurgito, problemi con le feci. La bevanda è utile per ripristinare la microflora intestinale in quantità ragionevoli. Nella fase di produzione, il latte viene lavorato con enzimi speciali, in modo che il prodotto finale contenga alcol in quantità minime - non più dell'1%. L'alcool non penetra affatto nel latte. Pertanto, confrontare il kefir con il vino non è ragionevole.

È permesso bere

Alcune madri durante l'allattamento rifiutano completamente qualsiasi tipo di bevanda alcolica, droghe contenenti alcool e dolci da dessert. Ciò è particolarmente vero per quelle donne che sono consapevoli della loro dipendenza dall'alcol. Le madri moderne cercano di proteggere il bambino dai danni dell'alcol.

La scienza ha dimostrato che l'ingestione di alcol nel latte materno avviene in pochi minuti. Il corpo di una donna durante l'allattamento assimila il vino in breve tempo e si mostra lentamente, motivo per cui è importante sapere quanta bevanda puoi bere.

L'assorbimento di vino secco nel sangue richiede meno di mezz'ora e una bevanda gassata scorrerà attraverso le vene dopo dieci minuti. Nel latte materno è circa il 10% dell'alcool del volume che è caduto nel flusso sanguigno.

Importante! Nel corpo di un neonato, non si verificano processi di fermentazione della disgregazione alcolica. Pertanto, la dose minima per un adulto può essere fatale per un bambino!

Le molecole di etanolo penetrano nel latte direttamente dal sistema circolatorio, quindi un pompaggio abbondante e frequente durante una festa non influirà sull'accelerazione dell'eliminazione dell'alcol. Il tempo di uscita dei prodotti di decadimento del vino dipende direttamente dal volume della bevanda. Quindi, 2 bicchieri di vino secco verranno rimossi dal corpo di una madre che allatta per almeno 6 ore.

Nonostante tutte le accuse sull'indubbio danno dell'alcol durante l'allattamento, molte donne trascurano ancora le raccomandazioni. In particolare, usano vino e champagne, che, secondo molti, non rappresentano un grande pericolo per i neonati.

C'è una dose sicura

Un buon vino a dosi limitanti ha un effetto positivo su vasi sanguigni e cuore, polmoni, migliora il metabolismo. Ma questo non riguarda i sostituti a buon mercato. È severamente vietato usarli durante l'allattamento.

Lo stesso si può dire del vino analcolico, che contiene solo lo 0,5% di alcol. Questa bevanda contiene molti additivi chimici, coloranti e conservanti. Il vino fatto in casa è più naturale, ma può essere molto forte. Pertanto, l'uso di tale bevanda è possibile se il suo grado è minimo.

I medici affermano che un bicchiere di vino con una capacità di 50 g può essere bevuto se il bambino ha già sei mesi. Se il bambino è più giovane, anche un sorso di bevanda è tossico per lui. Bere vino bianco secco di migliore qualità a base di prodotti naturali con un livello minimo.

Prima di bere vino, è necessario allattare al seno il bambino e mangiarsi strettamente per ridurre la quantità di alcol assorbito. Puoi anche pre-esprimere il latte o acquistare una miscela per il bambino. Puoi nutrirlo di nuovo con il tuo latte non prima di dopo 3 ore.

Lettera sincera del lettore! Tirato fuori la famiglia dalla fossa! Ero sull'orlo. Mio marito ha iniziato a bere quasi immediatamente dopo il nostro matrimonio. In primo luogo, un po ', per guardare nel bar dopo il lavoro, vai in garage con un vicino. Sono tornato in me quando ha iniziato a tornare ogni giorno molto ubriaco, maleducato, bevendo uno stipendio. È diventato davvero spaventoso quando la prima volta ha spinto. Io, quindi una figlia. La mattina dopo mi sono scusato. E così in un cerchio: mancanza di denaro, debiti, abusi, lacrime e. percosse. E la mattina scuse. Perché non ci abbiamo provato, nemmeno in codice. Per non parlare delle cospirazioni (abbiamo una nonna che, come tutti gli altri, ha tirato fuori, ma non mio marito). Dopo aver programmato, non ho bevuto per sei mesi, tutto sembrava migliorare, hanno iniziato a vivere come una famiglia normale. E un giorno - di nuovo, indugiò al lavoro (come diceva) e si trascinò sulle sopracciglia la sera. Ricordo ancora le mie lacrime quella sera. Mi sono reso conto che non c'era speranza. E da qualche parte, dopo due o due mesi e mezzo, mi sono imbattuto in un alcotossico su Internet. In quel momento, ho completamente lasciato cadere le mani, mia figlia generalmente ci ha lasciato, ha iniziato a vivere con la mia ragazza. Ho letto del farmaco, recensioni e descrizione. E, soprattutto non sperando, ha comprato - non c'è nulla da perdere. E cosa ne pensi. Ha iniziato ad aggiungere gocce a suo marito la mattina nel tè, non se ne accorse. Tre giorni dopo, sono arrivato a casa in tempo. Sobrio. Dopo una settimana, ha iniziato a sembrare decente, la sua salute è migliorata. Bene, qui gli ho confessato che faccio scivolare le gocce. Ha reagito adeguatamente a una testa sobria. Di conseguenza, ha bevuto un corso di alcotossico e per sei mesi hanno alzato l'alcool al lavoro, la figlia è tornata a casa. Ho paura di scherzare, ma la vita è diventata nuova! Ogni sera ringrazio mentalmente il giorno in cui ho scoperto questa cura miracolosa! Consiglio a tutti! Salva famiglie e persino vite! Leggi qui il rimedio per l'alcolismo..

Se, dopo aver bevuto alcolici, la mamma ha le vertigini, la nausea o la sonnolenza, non è desiderabile nutrire il bambino. Altrimenti, riceverà un grave grado di avvelenamento, che potrebbe provocare la morte.

Dovremo aspettare circa un giorno affinché il corpo della donna ritorni alla normalità. In questo momento, il bambino deve essere alimentato con latte espresso pre-preparato e alimentato con la miscela di latte. È necessario filtrare ripetutamente ogni 6 ore per evitare la mastite e il ristagno del latte.

Influenza sul bambino

Il bambino può abbandonare per sempre il seno, se applicato dopo aver assunto alcool. Questo perché l'alcol modifica il gusto del latte. Inoltre, il vino può diventare un agente che provoca una reazione allergica o aumentare l'intolleranza al cibo consumato e causare allergie crociate..

L'alcol ha i seguenti effetti sul corpo del bambino:

  • provoca una diminuzione della difesa immunitaria;
  • provoca un ritardo nello sviluppo intellettuale, concentrazione, memoria e linguaggio;
  • distrugge le cellule della corteccia cerebrale;
  • provoca letargia e sonnolenza.

Molti sono interessati a quanto puoi iniziare a consumare: fino a 3 mesi, il fegato dei bambini non si è ancora formato e non può nemmeno elaborare piccole dosi di etanolo..

Recensioni di giovani madri

Su Internet puoi trovare molti forum e singoli commenti su articoli sull'uso del vino durante l'allattamento. A volte si trovano storie molto inaspettate e persino scioccanti..

Maria: Stavo allattando al seno da 18 mesi e non ho bevuto nulla - né naturale, né fatto in casa, né conservavo alcolici. Non volevo nemmeno. Dopo aver completato l'allattamento, ho provato ad una festa con degli amici un po 'di vino alla ciliegia che loro stessi hanno preparato. Sebbene la fortezza fosse, come si diceva, miserabile, mi portò via da un bicchiere.

Olga: Un bicchiere di vino o 5 sigarette possono aiutarmi quando mio marito mi porta. Anche la salute psicologica è importante. Ed è per questo che penso sia meglio bere e fumare, e poi godersi i sorrisi del bambino. Il marito di solito si infuria nel fine settimana quando è seduto a casa con noi. Se vuoi, sgridami, ma so come mi sento meglio. Con una mamma soddisfatta e il bambino sarà contento.

Regina: Ora ovunque e ovunque ci sono giovani donne che, dopo la nascita di un bambino, si immaginano essere il centro di correttezza e purezza. Loro, con le loro istruzioni, avvelenano il marito, quindi i bambini, alla fine, rimangono soli. Voglio dire, qualsiasi follia dovrebbe avere una linea. Se vuoi un drink, bevi, non fare del male a nessuno.

Eugene: Durante la gravidanza, mi sono concesso mezzo bicchiere di vino. Ma poi mi vergognavo di fronte al mio bambino. Adesso ha già 9 mesi, non bevo affatto. Nel nuovo anno, un'amica ha trascorso la notte con suo figlio di un anno, ha bevuto quasi una bottiglia di vino. Non voleva togliermi la miscela. Ha detto che non avrebbe dato da mangiare a suo figlio. E per qualche ragione non considera il suo veleno da latte "ubriaco".

Informazioni importanti

Il vino per l'allattamento viene preferibilmente sostituito con succo di melograno o kefir. L'alcol influisce negativamente sul bambino, causando allergie, nausea, ansia, problemi di salute e sviluppo.

A volte molecole di etanolo in grandi quantità causano la morte del bambino. Il danno al bambino da alcol bevuto da una madre che allatta è innegabile.

Nei giorni festivi, puoi permetterti una dose sicura di vino naturale senza additivi, a condizione che il bambino abbia sei mesi e abbia conservato per lui latte espresso o una miscela di latte. E in presenza di problemi psicologici è meglio contattare uno psicologo e non risolverli con alcol o sigarette.

Ricorda che la salute di tuo figlio dipende dall'assistenza materna e dalle relazioni dei genitori..

Vino per l'allattamento

I medici hanno sempre insistito e insisteranno sui pericoli assoluti dell'alcol per le madri che allattano. I giovani genitori si chiedono se questo divieto sia valido per un bicchiere di champagne in vacanza, ma raramente osano discutere i loro dubbi con gli esperti. Quindi esiste davvero la dose "sicura"?

• L'alcool passa nel latte materno e può danneggiare la salute del bambino. Dopo aver bevuto un bicchiere di vino secco, una madre che allatta deve attendere almeno 1,5 ore prima che questa sostanza venga escreta.
• È completamente inutile esprimere il latte materno per ridurne il contenuto alcolico. Il latte si schiarirà da solo nel momento in cui l'etanolo non viene più rilevato nel sangue di una donna.
• Se una madre che allatta ricorda anche un singolo caso di irresistibile brama di alcol, farebbe meglio a rifiutare categoricamente qualsiasi bevanda, dessert o persino medicine contenenti alcol per la durata dell'alimentazione.

Come l'alcol passa nel latte materno?

Nelle donne che allattano, in connessione con le caratteristiche del metabolismo, l'alcol viene assorbito più velocemente e più lentamente viene espulso. Circa il 10 percento della quantità di alcol nel sangue sarà presente nel latte materno..

Vediamo cosa succede se una donna beve 150 ml di vino secco. Nei primi 15-20 minuti, l'alcol non raggiungerà l'intestino superiore e non inizierà ad essere assorbito. Se ha bevuto un bicchiere di vino dopo una cena abbondante, l'etanolo apparirà nel sangue dopo 30-40 minuti. Lo champagne o qualsiasi altro spumante viene assorbito molto più velocemente! Dopo 5-10 minuti, una madre che allatta può sentire la sua influenza su se stessa..

Quindi l'alcol entra nel flusso sanguigno e il 10 percento di questa quantità va nel latte materno. Quindi, già mezz'ora dopo aver bevuto un bicchiere di vino secco o 15-10 minuti dopo aver bevuto champagne, una piccola quantità di alcol sarà nel latte, che può raggiungere il bambino.

La concentrazione di alcol nel latte è indipendente dal pompaggio. Non appena l'alcol viene neutralizzato nel sangue della madre, la sua concentrazione nel latte diminuirà immediatamente. Ciò significa che l'alcool scomparirà dalla sua composizione 3 ore dopo aver assunto 150 ml di vino secco o 2 ore dopo aver bevuto 100 ml di champagne semisweet. Due bicchieri di vino secco, bevuti uno dopo l'altro, verranno visualizzati più a lungo - fino a 6 ore. E se una madre che allatta è molto piccola e pesa meno di 55 kg, allora anche di più.

Norme di sicurezza

Quindi, in modo che un bicchiere di vino in onore della vacanza non danneggi né il bambino né sua madre, devi considerare diverse condizioni:

• il bambino deve avere più di 3 mesi, prima di questa età è vulnerabile agli effetti di concentrazioni anche scarse di alcol;
• il grado della bevanda dovrebbe essere minimo (l'alcool forte viene assorbito ed escreto più a lungo);
• se il bambino è piccolo e necessita di allattamento ogni 2-2,5 ore, sua madre deve limitarsi a 150 ml di vino secco o 100 ml di champagne in modo che l'alcol scompaia dal latte al momento della successiva alimentazione;
• il bambino dovrebbe essere nutrito subito prima della festa;
• vale la pena preparare una fornitura di latte espresso per nutrire il bambino, se necessario;
• se la madre che allatta ha bevuto una dose sicura di vino, ciò non significa che in questo giorno possa bere altre bevande alcoliche.

C'è un problema?

Per le giovani madri che conoscono una irresistibile brama di alcol, c'è solo una raccomandazione: non un grammo di alcol. Anche le popolari gocce antinfluenzali a base di influenza omeopatica a base di alcol possono portare a una perdita di autocontrollo..

Tali madri devono ricordare due divieti più severi. È categoricamente impossibile nutrire un bambino in uno stato di estrema intossicazione! Se una donna ha le vertigini dall'alcol, ha la nausea o il sonno, gli stessi sintomi possono essere osservati in un bambino che ha nutrito il latte. Solo per il bambino, questo significa avvelenamento grave, e può finire molto più triste che per sua madre.

Bere vino durante l'allattamento: conseguenze

Gradazione alcolica nel sangue e nel latte materno

Il pericolo di alcol durante l'alimentazione è evidenziato dai processi che si verificano nel corpo della madre. Dopo mezz'ora, l'alcol passa nello stomaco. La sua digeribilità rallenta se la mamma ha mangiato bene prima.
Lo spumante viene assorbito dopo un quarto d'ora. Gli studi hanno dimostrato che entro mezz'ora dall'ingestione, un decimo dell'alcool è nel latte materno. Se una donna ha preso un bicchiere di vino, 20 ml andranno al bambino. Questo volume è circa un terzo del bicchiere.

Prepararsi per le vacanze

I fatti di cui sopra indicano la necessità di prendersi cura in anticipo del cibo per il bambino se si intende bere 1-2 bicchieri di vino. Dopo aver bevuto, è vietato allattare al seno il bambino per 3-6 ore. Quando ti prepari per l'evento festivo, segui le regole:

  1. Esprimere il latte in anticipo manualmente o con un tiralatte. La raccolta aiuterà quando il bambino vuole mangiare.
  2. Prendi la formula per l'infanzia adatta all'età del neonato. Compenserà la mancanza di latte espresso..
  3. Mangia prima di bere alcolici. Fai uno spuntino durante la festa..
  4. Dai da mangiare al tuo bambino prima dell'evento.
  5. Assicurati la qualità della merce. Se stai visitando, porta con te una bottiglia di buon prodotto..
  6. Dopo sei ore, scola il latte e versa. Non lo dia al bambino: l'etanolo è ancora presente nel liquido.

Il rispetto di semplici regole ti consentirà di gustare un drink di qualità e prevenirne l'impatto negativo sulla salute del bambino..

Allergia

Oltre all'avvelenamento e danni al sistema nervoso, il vino per un neonato è pericoloso in quanto provoca una reazione allergica. Anche una bevanda naturale contiene:

  • sostanze chimiche utilizzate per la lavorazione delle viti;
  • veleno di vespa;
  • conservanti;
  • muffa.

Una volta nel corpo, gli alcoli migliorano la circolazione sanguigna, dilatano i vasi sanguigni. Di conseguenza, le sostanze nocive vengono assorbite più rapidamente. Se una persona è soggetta ad allergie, il vino provocherà un attacco. Con l'uso regolare di una bevanda alcolica da parte della madre, il bambino sviluppa intolleranza ad altri prodotti.

Quanto tempo posso nutrire il mio bambino dopo l'alcol?

Il periodo che può essere sostenuto senza nutrire il neonato dipende dal dosaggio dell'alcool. Dopo 100 ml di bevanda, gli alcoli lasciano il corpo in 3 ore. Ogni 50 ml di vino aumenta di 2 volte il periodo di eliminazione dell'alcool dal sangue. Se la mamma ha bevuto 2 bicchieri, dovrà dar da mangiare al bambino dopo 6 ore.

Il periodo di eliminazione dell'alcool è influenzato anche dalla carnagione del corpo della donna. Nelle madri piene, il processo è più veloce. Snello sbarazzarsi di alcol 1,5 volte più a lungo.

Ricorda! L'intervallo minimo che deve essere mantenuto dal prendere il vino all'alimentazione del bambino è di 3 ore. Il processo di rimozione completa degli alcoli dal sangue dura fino a un giorno.

Come bere vino con HB senza danni al bambino?

Per eliminare completamente l'ingresso di etanolo nel corpo del bambino, le madri che allattano possono bere vino,

seguendo le raccomandazioni seguenti:

  1. Metti le briciole sul petto prima della festa;
  2. Esprimere il latte in anticipo, calcolando la sua quantità per l'alimentazione nelle successive 6 ore. Se questo non ha funzionato e la quantità e la qualità della bevanda non sono state conformi alle raccomandazioni dei medici, è meglio alimentare temporaneamente la miscela;
  3. Nella domanda su quale vino scegliere, concentrarsi sulla qualità e la forza della bevanda;
  4. Non bere a stomaco vuoto;
  5. Esprimi il latte dopo aver preso una bevanda alcolica per 6 ore - non è adatto all'alimentazione.

Nota: non dovresti provare a "diluire" il vino con composta, succo, acqua minerale, bevendoli in parallelo con l'alcol. Ciò non influisce sulla concentrazione di alcol nel sangue.

Anche il Dr. Komarovsky non esclude l'uso del vino da parte di una madre che allatta per un'occasione degna. Fatte salve le raccomandazioni di cui sopra, questo non farà assolutamente alcun danno al bambino e la mamma sarà in grado di diversificare la sua dieta e la routine quotidiana dei suoi genitori. Tuttavia, è importante ricordare che l'esagerazione della quantità di alcol consumata rende una donna assonnata, un po 'lenta e persino irritabile. Allo stesso tempo, il bambino ha costantemente bisogno delle cure della mamma e del controllo vigile.

Segui le tue capricci femminili, senza dimenticare che la tua gioia principale è la maternità.

Gradazione alcolica nel sangue e nel latte materno

A causa delle caratteristiche strutturali del corpo femminile, le bevande contenenti alcol vengono assorbite nel sangue molto rapidamente ed escrete molto lentamente. Il periodo di eliminazione del corpo dall'alcol dipende da diversi fattori, come il peso della donna, la quantità di bevanda consumata, la sua qualità. Più leggera è la signora, più veloce è l'alcool. E maggiore è il volume di ubriaco, più tempo sarà a liberare il corpo dall'alcol.

A seconda del corpo della madre, circa il 10-15% dell'alcool che ha consumato passerà nel latte materno. Ad esempio, per ottenere tutto l'alcool dopo 1 bicchiere di vino, ci vorranno circa 3-4 ore e con peso leggero ancora di più.

Il bambino è ancora molto debole e non ancora completamente preparato per le condizioni del mondo esterno, nuovo per lui. Le funzioni di protezione stanno appena iniziando a svilupparsi, il fegato del bambino non è ancora in grado di far fronte anche a piccole dosi di alcol. Un bambino di età inferiore a 3 mesi avrà bisogno di un tempo significativamente più lungo per far fronte alle tossine alcoliche rispetto a un adulto.

Tutte le madri dovrebbero ricordare che la tossicità delle bevande alcoliche può causare allergie, coliche e altri disturbi digestivi. L'alcol può provocare una forte partenza del corpo, sono noti casi fatali. Gli effetti negativi dell'alcol:

  1. L'alcol modifica il gusto e la composizione del latte materno, causando rigetto e malcontento di una piccola persona. Spesso i bambini in questi casi rifiutano completamente il seno.
  2. La presenza di tossine nelle bevande porta a reazioni allergiche, gonfiore, crampi e avvelenamento del corpo del bambino. L'alcol influisce negativamente sul sistema nervoso centrale, a volte causando problemi con il sonno.
  3. L'alcol etilico provoca danni allo strato di aspirazione dello stomaco, causando dolore acuto, nausea e mancanza di appetito.
  4. L'alcol provoca aritmia in un bambino, debolezza, abbassa la pressione sanguigna.
  5. L'alcool viola la capacità di concentrazione, rallenta la produzione della lattazione ormonale (ossitocina). Un aumento nel bere è direttamente proporzionale a una diminuzione del latte materno.
  6. Le reazioni del corpo materno e infantile rallentano.

Per le donne che conoscono la loro passione per le bevande alcoliche, bere rigorosamente non è raccomandato. Anche una piccola gradazione alcolica nelle droghe può portare a un esaurimento. Queste donne devono ricordare: è severamente vietato nutrire un bambino in uno stato di estrema intossicazione. Se una madre avverte vertigini, nausea o sonnolenza da una bevanda contenente alcol, gli stessi sintomi sono possibili in un bambino a seguito dell'alimentazione del suo latte. A differenza della madre, per il bambino sarà un grave avvelenamento.

Perché analcolico

È facile per un adulto decidere tra vino normale e senza alcool, a seconda dello stato di salute, del giorno della settimana e della disponibilità di tempo libero. Ma per una donna che ha recentemente dato alla luce un bambino, tale scelta non è prevista. Dopotutto, tutti sanno quanto sia importante e benefico l'allattamento al seno per un corpo in crescita. Una grande quantità di informazioni è disponibile su questo argomento. Il bambino riceve tutti gli elementi e le sostanze necessari per una crescita e uno sviluppo sani. Se una donna ha un processo di allattamento per nutrire completamente il suo bambino con latte materno, questo gli fornirà una forte immunità. Il rispetto della dieta della madre è molto importante per tutto il periodo dell'HB.

Visualizza questo post di Instagram

Postato dal consulente GV Stavropol (@milkisfine) il 14 aprile 2019 alle 8:54 PDT

Quanto alla quantità accettabile per l'uso con HS, questo è un massimo di cinquanta millilitri e non più di due o tre volte al giorno. In vacanza, puoi permetterti un bicchiere o due. In millilitri, questo non è più di duecento in un giorno intero. Se sei interessato a sapere se è possibile bere di più, la risposta sarà negativa.

L'uso di vino analcolico durante l'allattamento, in conformità con tutti i requisiti e le raccomandazioni, consentirà alla mamma di fare una piccola varietà nella sua dieta durante questo importante periodo. Dopotutto, il buon umore e il relax danno forza e salute.

Il risultato di uno studio

Una madre ha avuto l'opportunità di dare il suo latte per le prove al fine di controllare il livello di alcol in quel latte. E così si è scoperto.

La mamma si è mescolata una bevanda di 50 millilitri di vodka e 280 millilitri di sprite. L'ho bevuto per mezz'ora. Dopo un'altra mezz'ora, ha espresso il latte per l'analisi, e dopo un'altra ora ha consegnato la seconda porzione. Durante questo periodo, non ha bevuto o mangiato nulla, in modo da non imbrattare l'immagine dell'effetto di un cocktail alcolico sul latte.

Il giorno successivo, mia madre ha bevuto un bicchiere di birra e due bicchieri di vino (ciascuno con un volume di circa 170 millilitri). E allo stesso modo ha visto il latte un'ora dopo e due anni dopo averlo bevuto.

Cosa si è rivelato nelle analisi di laboratorio. Nel latte, un'ora dopo l'inizio del consumo di un cocktail alcolico con vodka, la gradazione alcolica era dello 0,014%. Questo è approssimativamente equivalente a come se 50 millilitri di vodka fossero diluiti in 70 litri di acqua. Per fare un confronto: il kefir per tre giorni contiene 0,6% di alcol, che è 45 volte di più. Due ore dopo, nel latte non è stato trovato alcun tipo di alcool..

Dopo tre bevande alcoliche, la situazione era peggiore. Dopo un'ora, il latte conteneva alcool allo 0,04%. E dopo due ore, 0,007% di alcol.

Danno dell'alcool per il bambino

L'etanolo è più pericoloso per un bambino fino a 3-6 mesi. Il suo fegato non riesce nemmeno a far fronte a una piccola dose di alcol, la cui rimozione richiede 3 volte più a lungo rispetto a un adulto. Quando l'etanolo entra nel corpo di un bambino:

  1. Colpisce negativamente il sistema del cuore e dei vasi sanguigni, può rallentare la frequenza delle contrazioni, il che porta a una violazione del ritmo della respirazione;
  2. Aumenta l'ansia, provoca apatia;
  3. Viola l'attività del sistema nervoso. Quasi immediatamente dopo l'alimentazione, il bambino si addormenta, avvertendo una leggera euforia. Ma il suo sonno è irrequieto, superficiale, diventa breve. Il bambino non può riposare completamente e riguadagnare forza, il suo benessere generale sta peggiorando;
  4. Causa un ritardo nello sviluppo mentale, con grandi quantità di alcol o il suo consumo sistematico, il rischio di deviazioni aumenta più volte;
  5. Conduce a un sistema digestivo turbato, infiammazione della mucosa gastrica, esofago, causa gonfiore, coliche;
  6. Forma una dipendenza dall'alcol, dosi sistematiche portano alla dipendenza di un bambino: successivamente, può essere capriccioso se non ha ricevuto un po 'di etanolo con il latte. Nei bambini le cui madri hanno bevuto alcol durante l'allattamento, in futuro è comparsa più spesso la dipendenza da alcol.

Allo stesso tempo, l'alcol influisce negativamente sulla produzione di latte. Il seno viene versato più forte, creando l'aspetto di una migliore lattazione. Ma il bambino non mangia, a causa del contenuto di acqua, del deterioramento delle proprietà nutrizionali e gustative del latte. Se bevi alcolici regolarmente, l'allattamento potrebbe interrompersi completamente..

L'alcol passa nel latte materno

L'alcool penetra immediatamente in tutti gli organi attraverso il flusso sanguigno. Prima di bere un bicchiere di vino, le giovani madri non dovrebbero solo pensare al passaggio dell'alcol nel latte materno, ma anche allo stato del loro fegato. I salti ormonali portano a un cambiamento nelle funzioni di questo organo e metabolismo. Con tali violazioni, l'etanolo si diffonderà rapidamente in tutto il corpo e lo lascerà molto lentamente. L'alcool entra nel latte dopo 30 minuti. Il tempo di decomposizione di una sostanza dipende dal peso e dalle condizioni della madre. Se vuoi prendere alcolici, devi rispettare le seguenti regole:

  • Ricorda l'età del bambino. Fino a 3 mesi, un piccolo organismo è troppo sensibile all'alcol, che può causare avvelenamento.
  • Non puoi bere vino, vodka, champagne o cognac un'ora prima dell'alimentazione, perché il fegato e il pancreas non hanno il tempo di elaborarli.
  • Considera il tuo peso quando prendi cibi contenenti alcol. Più è piccolo, più a lungo dovrai aspettare che l'etanolo lasci il corpo.
  • Puoi bere un bicchiere di vino, 250 ml di birra o 30 ml di brandy al giorno. Non puoi prenderli insieme.

Data di scadenza

Dipende dal tipo di vino e dalle condizioni di conservazione. Ma dopo l'apertura, qualsiasi vino si deteriorerà dopo un massimo di 2-3 giorni, anche in condizioni ideali di conservazione. Per prolungare la durata della bevanda, puoi versarla in un contenitore più piccolo. Nei ristoranti pompano aria utilizzando strumenti speciali, ma a casa è difficile e poco pratico.

Se la mamma ha deciso di bere alcolici, allora è meglio bere un po 'di vino in un ristorante, piuttosto che comprare una bottiglia intera, che si deteriorerà ancora prima di essere bevuta. Puoi anche invitare ospiti che non faranno scomparire il prodotto.

Le conseguenze del bere vino

È un errore credere che l'effetto del vino rosso passerà inosservato al piccolo organismo del bambino. Naturalmente, un piccolo drink in vacanza non si manifesterà in cambiamenti patologici. Ma il consumo regolare di qualsiasi liquido contenente alcol ha un effetto negativo sulla salute delle briciole:

  • Sviluppo. Gli esperti affermano che i bambini le cui madri hanno bevuto bevande contenenti alcol sono in ritardo rispetto ai loro coetanei nello sviluppo motorio e intellettuale. La differenza è particolarmente evidente nel primo anno di vita. Gli scolari allevati con tale latte materno non si distinguono per le capacità eccezionali e di solito studiano male..
  • Intossicazione. L'effetto dell'alcool è dovuto all'avvelenamento del corpo. Un bambino debole è particolarmente vulnerabile, quindi una piccola dose di etanolo provoca intossicazione delle briciole. Potrebbe avere vertigini, vomito, mancanza di respiro.
  • Apparato digerente. Soffre di esposizione all'alcool. In questo caso, si possono osservare le seguenti manifestazioni: colica, nausea, dolore addominale, infiammazione della mucosa e dell'intestino, mancanza di appetito, scarso assorbimento del latte.
  • Immunità. Indebolisce e porta a frequenti malattie con un lungo periodo di riabilitazione. Il bambino cresce lentamente e aumenta di peso, cosa che per i bambini è un parametro di sviluppo importante. Questo è un argomento forte per non bere alcolici, perché ogni madre è interessata alla salute del suo bambino.
  • Problemi di lattazione. L'etanolo abbassa la concentrazione di ossitocina nel sangue. Questo ormone è responsabile del rilascio di latte dal seno. La sua quantità insufficiente porta al fatto che il bambino difficilmente succhia il cibo, mentre si stanca rapidamente e si addormenta affamato.

Un drink può essere buono per una donna??

L'uso di champagne per la madre solo in quanto una donna può sfuggire alle preoccupazioni, sbarazzarsi del nervosismo. Tuttavia, per il bambino porterà solo danni. Pertanto, le madri devono cercare un modo alternativo per rilassarsi, poiché la salute del bambino si forma nei primi due anni e il latte materno è una fonte indispensabile di nutrimento..

Ne vale la pena "viziarlo", a seguito di un fugace desiderio di bere? Ovviamente no. Ad esempio, è possibile sostituire una bevanda alcolica con uno champagne per bambini analcolico.

Molto spesso si consiglia alle donne che allattano di bere dello champagne per aumentare la quantità di latte materno. Gli studi hanno dimostrato che l'alcol aumenta la prolattina, che è responsabile dell'allattamento, ma inibisce anche la produzione di ossitocina. Ciò significa che il latte non può essere completamente escreto dal seno..

Una donna che beve un bicchiere di champagne la sera può soffrire di ristagno di latte al mattino e il bambino non sarà in grado di ottenerne abbastanza. Inoltre, il latte avrà un sapore e un odore strani..

Caratteristiche dell'uso e selezione del vino durante l'allattamento

Tra le bevande alcoliche, il vino è generalmente considerato uno dei più utili, se, ovviamente, si può parlare di utilità qui. Ad esempio, si ritiene che il vino rosso in piccole quantità abbia un effetto positivo sul sistema nervoso e sul cuore, abbia un effetto antinfiammatorio sulla cavità orale, inibisca lo sviluppo delle cellule tumorali, dilata i vasi sanguigni e, quindi, prevenga infarti, ictus. Sicuramente molte madri dopo nove mesi di gravidanza senza alcool vorrebbero rilassarsi e permettersi un bicchiere di vino almeno per una vacanza. Tuttavia, vale la pena osservare alcune regole se non si desidera che le proprie azioni influiscano negativamente sulla salute del bambino..

Il mercato offre una selezione abbastanza ampia di vini, a cosa vale la pena prestare attenzione? Prima di tutto, dovresti essere interessato alla qualità del prodotto, a un buon produttore e alla durata di conservazione del prodotto, quindi - alla concentrazione di alcol. È più basso nel vino secco e ammonta al 10 - 12%, nei vini semi-secchi 11 - 13%, nei vini fortificati - 14 - 18%

Naturalmente, più bassa è la percentuale di alcol, migliore è la tua situazione. Considera vini rossi, bianchi, champagne e vino analcolico.

vino rosso

Questo tipo di vino è tra i preferiti dalla sua utilità, quindi se sei determinato a bere vino, è meglio scegliere questa opzione. Il vino rosso contiene antiossidanti che, secondo gli scienziati, possono rallentare l'invecchiamento delle cellule, che tuttavia non è un assioma. Oltre al vino, prodotti più innocui, come frutta secca e melograni, possono anche avere effetti benefici sul sangue e sui vasi sanguigni..

Il succo di melograno può competere con il vino rosso in pratica

vino bianco

Questa versione della bevanda praticamente non differisce dal vino rosso, la particolarità è il metodo di preparazione, secondo il quale le uve vengono sbucciate. Tuttavia, tale differenza ruba il vino bianco anche agli antiossidanti presumibilmente utili.

Champagne

Gli scienziati ritengono che i benefici dello champagne siano paragonabili ai benefici del vino rosso, poiché contiene antiossidanti che aiutano a ridurre la pressione sanguigna e migliorare la funzione cardiaca. Tuttavia, il contenuto di queste sostanze utili qui è un ordine di grandezza inferiore. Inoltre, i gas contenuti in questa bevanda possono causare coliche, aumento della formazione di gas nel bambino.

Ci sono molti gas nello champagne, possono causare coliche e flatulenza in un bambino

Vino analcolico

Nonostante il nome, una piccola percentuale di alcol in tale vino è ancora presente. Inoltre, gli antiossidanti sono immagazzinati in esso e viene prodotto per evaporazione o congelamento dell'alcool dal vino normale. Per le madri che allattano, questa opzione di vino non è chiaramente la più vantaggiosa a causa dei suoi conservanti e additivi alimentari dannosi..

Anche il vino analcolico a causa di additivi nella composizione non è raccomandato per l'allattamento

Rosso o bianco - quale vino scegliere?

Le madri che allattano ora devono avvicinarsi alla scelta del tipo di vino utilizzato non solo sulla base delle proprie preferenze di gusto, ma anche tenendo conto di quale di loro porterà il minor danno al neonato. Questa tabella aiuterà con la soluzione di questa domanda. Ecco i pro e i contro di diversi tipi di vino.

vino rossovino bianco
+-+-
Effetto benefico sul sistema cardiovascolareUn falso può compromettere seriamente la salute di mamma e bambinoNormalizza il metabolismoSignificativamente meno antiossidanti del vino rosso
Abbassa il colesterolo cattivoControindicato nelle donne con ipertensioneRimuove la seteSmalto dentale dannoso
Grazie ai semi d'uva contiene antiossidantiAiuta a raffreddori
Il vino rosso secco è più sano di altre varietàBlocca la nausea
È più efficacemente acquisito e rimosso da un organismo

Miti popolari

Esistono diverse idee sbagliate riguardo al vino durante l'alimentazione:

  1. Benefici per la formazione del sangue. Le bevande naturali di buona qualità hanno un effetto benefico sul corpo adulto se consumate in piccole quantità. Ma l'alcool che contengono influisce negativamente sulla salute del bambino. Per normalizzare il livello di emoglobina nel sangue durante l'epatite B, è meglio usare altri metodi concordati con il medico;
  2. Il bambino dorme meglio se la mamma beve un po 'di vino la sera. Si addormenta più velocemente, ma la qualità del riposo sta diminuendo. Il sonno diventa superficiale, il bambino è capriccioso, spesso si sveglia;
  3. Dopo aver bevuto vino, puoi decantare fino all'allattamento. Ciò non proteggerà il bambino, poiché l'alcool rimarrà nel latte fino a quando non verrà rimosso dal sangue.

Quando decidono se bere vino durante l'allattamento o meno, molti sono guidati dall'esperienza dei conoscenti. Sono evidenti rari cambiamenti nelle condizioni del bambino. Ma l'effetto dell'alcol su un corpo fragile può manifestarsi in futuro, influenzando negativamente lo sviluppo del bambino.

Le ragioni del divieto assoluto di alcol durante l'alimentazione

Nonostante i benefici apportati all'organismo dal vino in piccoli volumi, ci sono una serie di fattori a causa dei quali la bevanda è severamente vietata:

  1. Il latte cambia gusto. Il vino usato durante l'alimentazione a volte fa sì che il neonato rifiuti il ​​seno.
  2. Intossicazione. Le sostanze nocive contenute nell'alcool influenzano negativamente il sistema nervoso, portano a sonno irrequieto, piangono e distruggono il cervello e il fegato. Le tossine provocano avvelenamento, digestione difficile, problemi con le feci nelle briciole.
  3. Danni alla mucosa gastrica. L'appetito del bambino scompare, si verificano dolore addominale, crampi, vomito.
  4. Riduce la produzione di latte Dopo aver bevuto vino, il corpo rilascia l'ormone ossitocina, che inibisce l'allattamento. Con l'assunzione regolare di alcol, la madre diventa meno latte.
  5. Palpitazioni cardiache, ipotensione. L'etanolo presente nella bevanda influisce sul funzionamento del cuore, restringe i vasi sanguigni.

Attenzione! Fino a 3 mesi dopo la nascita, l'assunzione di alcol da parte della madre che allatta, anche a dosi minime, è vietata, poiché l'avvelenamento del neonato diventa la causa della sua morte.

Alcune donne, considerando se è possibile bere vino per una madre che allatta, danno scuse scientificamente ingiustificate:

  1. L'assunzione costante di una piccola quantità di vino contribuisce alla formazione del sangue. Tuttavia, l'etanolo presente nell'alcol interrompe il funzionamento di organi e sistemi nel corpo di un neonato. Per aumentare l'emoglobina, utilizzare metodi sicuri: assunzione di succo di melograno, consumo di frutta e verdura, farmaci prescritti dal medico.
  2. Un bambino dorme meglio se beve vino il giorno prima. Il bambino si addormenta rapidamente, ma il suo sonno è superficiale. Il bambino si sveglia spesso, piange.
  3. Dopo una dose bevuta di alcol, il latte può essere espresso. Idea sbagliata, poiché completamente l'etanolo viene rimosso dal sangue entro 24 ore.

La possibilità di bere vino durante l'allattamento dipende dall'atteggiamento della donna nei confronti della maternità. Una madre coscienziosa è pronta a sacrificare il dubbio dubbio di un bicchiere di bevanda inebriata per il bene della salute del bambino senza ricordare a medici e altri.

Linee guida per l'uso del prodotto

Se, tuttavia, una donna sta per bere, allora devi seguire le regole per bere vino durante l'allattamento:

Ci sono modi alternativi per divertirsi e passare facilmente il tempo senza un bicchiere di vino, godendosi la vita.

  1. È severamente vietato bere alcolici nei primi tre mesi dopo il parto. Questo vale sia per la birra che per i vini analcolici. Il problema dell'assistenza infermieristica alla birra è considerato in modo più dettagliato qui..
  2. La dose massima sicura è di 50 g della bevanda. Dopo che il bambino ha raggiunto i sei mesi, puoi aumentarlo a un bicchiere (vetro).
  3. L'opzione più sicura è un vino bianco secco a bassa gradazione alcolica. È importante che sia naturale, costoso, senza additivi nocivi.
  4. Puoi permetterti un paio di sorsi solo dopo l'allattamento.
  5. Se una donna ha bevuto un bicchiere di vino, è necessario almeno 3 ore per rifiutare l'alimentazione. Se durante questo periodo si verificano vampate di calore, è necessario decantare il latte e versarlo.

Alcol e latte materno

I medici non raccomandano alle donne di consumare vino regolarmente durante l'allattamento. Le particelle di etanolo compaiono immediatamente nel sangue e da esso - nel latte. Gli studi hanno dimostrato che un bambino ottiene il 10% dell'alcool bevuto da sua madre.

Negli adulti, l'etanolo contenuto nella bevanda viene neutralizzato ed escreto dal fegato. Gli organi del neonato non sono sufficientemente sviluppati e non producono composti che neutralizzano l'alcol. Il volume del vino, insignificante per la mamma, può essere pericoloso per il bambino.

Tuttavia, seguendo le raccomandazioni dei medici e facendo i preparativi, una donna può permettersi l'alcol. In piccoli volumi, il vino normalizza il funzionamento del cuore, allevia la depressione se è una bevanda naturale senza additivi chimici e non un sostituto economico.

Importante! Durante l'allattamento, usa vino fatto in casa. È fatto con prodotti naturali e non contiene impurità dannose

Un dosaggio innocuo per un bambino è considerato di 1-2 sorsi (fino a 50 ml). Quando il bambino raggiunge i sei mesi, è consentito bere 1 bicchiere (fino a 150 ml). Tuttavia, bere alcolici non dovrebbe essere trasformato in un'abitudine quotidiana. Sorseggia vino per festeggiare o rafforzare la tua forza, ma non più di 1-2 bicchieri a settimana.

Vino rosso e allattamento

Il vino rosso bevuto durante l'allattamento aumenta l'emoglobina, migliora la formazione del sangue e normalizza la pressione sanguigna. La bevanda supera i prodotti alcolici in termini di numero di elementi utili. Un bicchiere di vino bevuto a cena guarisce, vale a dire:

  • migliora la funzione cardiaca;
  • serve come prevenzione delle patologie cardiovascolari;
  • disinfetta la mucosa;
  • riduce la probabilità di sviluppare oncologia;
  • allevia lo stress.

Ma il prodotto è caratterizzato da un'alta gradazione alcolica. Un bicchiere di vino rosso minaccia la salute del bambino e provoca effetti collaterali alla mamma sotto forma di attacchi di nausea, vertigini, debolezza, emicrania.

È possibile che il vino di una madre che allatta dipenda dalla qualità del prodotto. Scegli Church Cahors o acquista un drink da venditori privati ​​di fiducia, nei negozi dell'azienda. Anche forte naturale di un sostituto economico a base di additivi chimici.

Vino bianco per l'allattamento

Il vino bianco viene prodotto rimuovendo la buccia dalle bacche. Non ci sono molte sostanze utili in esso, ma non è inferiore al rosso in forza. La bevanda disseta bene e ha una serie di proprietà utili per il corpo:

  • elimina le tossine;
  • accelera il metabolismo;
  • liquefa e rimuove l'espettorato dai polmoni;
  • rinforza le pareti vascolari;
  • rimuove il colesterolo;
  • normalizza l'acidità dello stomaco;
  • visualizza i radionuclidi;
  • rallenta l'invecchiamento.

Ma il vino bianco, bevuto durante l'allattamento, non è meno dannoso per il bambino del rosso. Include alcoli che influenzano negativamente il neonato. Il vino offerto a una madre che allatta a una celebrazione o in un'occasione speciale dovrebbe essere naturale, da un fornitore di fiducia. Bevi in ​​piccoli volumi per non danneggiare il neonato.

Vino analcolico

Di recente, il vino analcolico è apparso sugli scaffali dei negozi. È prodotto dalla tecnologia classica, quindi l'alcool viene rimosso per riscaldamento, distillazione o filtrazione..

La bevanda contiene 2 volte meno calorie. Ma quando si rimuove l'alcool da esso, la maggior parte delle sostanze utili se ne vanno. Per conservare a lungo il prodotto, vengono aggiunti composti ormonali, sostanze chimiche.

Sebbene la gradazione alcolica in essa contenuta non sia superiore a quella del kefir (0,5%), il vino analcolico consumato durante l'allattamento non può essere definito utile. Gli additivi chimici causano uno squilibrio ormonale nel corpo della madre, che a volte porta alla perdita di latte.

Su una nota! Una buona alternativa al vino è il succo di melograno naturale diluito a metà con acqua o composta di frutta. Queste bevande aumentano l'immunità, l'emoglobina, stimolano l'allattamento senza danni alla salute..

Alcol durante l'allattamento - Komarovsky sull'effetto dell'alcool sul corpo del bambino

La nascita di un bambino è una responsabilità considerevole per tutti i genitori, e in particolare per sua madre, poiché è il suo stile di vita che determinerà il destino e la salute del bambino in futuro. Di norma, durante la gravidanza, le future mamme aderiscono a tutte le regole della dieta. Tuttavia, durante l'allattamento, e specialmente quando è in ritardo, alcuni genitori appena fatti iniziano a concedersi tali punti deboli come un bicchiere di vino.

L'assunzione di alcol debole durante l'allattamento Komarovsky e molti altri pediatri non sono categoricamente vietati. Oggi, la questione dell'influenza dell'alcool debole rimane un punto controverso. E anche se i medici domestici non raccomandano vivamente di berlo alle madri che danno il latte, si ritiene generalmente che un bicchiere di vino rosso o un cocktail a basso contenuto di alcol non abbia rischi per la salute del bambino.

Per capire questo problema, devi capire come l'alcol entra nel latte e successivamente danneggia la salute del bambino.

Come l'alcol passa nel latte materno?

L'alcool e l'allattamento non sono la migliore combinazione. Va notato che nel corpo delle madri che allattano, il vino viene assorbito più rapidamente e, al contrario, viene escreto più lentamente. In appena mezz'ora, le molecole di etanolo contenute nel vino entrano nel flusso sanguigno, e molto più rapidamente ciò accade con lo spumante - solo 10 minuti.

L'alcool passa nel latte di una madre che allatta attraverso il sangue. Di conseguenza, non importa quanto spesso viene eseguita la decantazione. Va notato che dopo poche ore dopo la festa c'è una concentrazione massima di alcol nel latte materno.

Alcol atmosferico dal latte materno

I seguenti fattori determinano direttamente la concentrazione di alcol nel sangue, rispettivamente, nel latte materno:

  1. Peso della mamma. Il processo di rimozione dell'alcool dal sangue e dal latte della madre dipende direttamente dal peso della donna.
  2. La quantità di liquore duro consumata. È logico supporre che meno ubriaco, più veloce sarà espulso tutto l'eccesso
  3. Disponibilità di snack. Non bere bevande forti a stomaco vuoto.

Cosa pensa Komarovsky di bere alcolici durante l'allattamento

Il medico pediatrico Komarovsky afferma che l'alcool durante l'allattamento ha un effetto diverso sul bambino. Quindi, secondo il pediatra, una donna che allatta può bere un bel po 'di birra. E se usi bevande di alta qualità in quantità minima, è possibile ottenere un certo beneficio sotto forma di vitamine contenute nel malto d'orzo e nel lievito di birra.

Naturalmente, oltre alle vitamine, le bevande schiumose contengono vari conservanti che, a loro volta, non porteranno alcun risultato positivo né al corpo di una giovane madre né a suo figlio. Tuttavia, se tuttavia la giovane donna non riesce a resistere alla tentazione di bere un bicchiere di birra, Komarovsky consiglia di smettere di scegliere un drink in una bottiglia di vetro.

Sebbene il medico pediatra si opponga a divieti categorici sull'uso di alcol, è profondamente convinto che bevande alcoliche forti come la vodka, il whisky o il cognac possano avere effetti irreversibili sulla salute del bambino. Guarda il video in cui Yevgeny Komarovsky condivide preziose informazioni sull'allattamento al seno, nonché le risposte alle domande più frequenti degli studenti nella sua "scuola".

Qual è il pericolo di bere alcolici per un bambino

Tutto dipende dalla frequenza con cui la mamma beve un bicchiere della bevanda "proibita". In un bambino il cui genitore raramente si concede tali punti deboli, i medici rivelano segni come stanchezza e sonnolenza. Tuttavia, possono verificarsi conseguenze più negative nei bambini le cui madri sono spesso dipendenti dal bere. Consideriamo i risultati dell'effetto dannoso delle bevande forti nell'HS.

  1. Il bambino diventa eccessivamente eccitabile. Questo perché l'alcol ha un effetto negativo sul sistema nervoso centrale del bambino. Di conseguenza, il bambino diventa sbilanciato, interrompe il sonno e in alcuni casi il bambino diventa letargico, perde la sua energia.
  2. Quando il genitore abusa di bevande alcoliche, al bambino viene diagnosticato un battito cardiaco accelerato e compare respiro corto. Ciò porta a gravi conseguenze..
  3. Vale anche la pena notare come l'alcol influisce negativamente sul tratto digestivo. Vale a dire, aggrava gli attacchi di coliche, che, a loro volta, sono dovuti alla mancanza di microflora nei bambini. Inoltre, esiste un rischio nello sviluppo tardivo dei bambini in termini psicofisici.
  4. Un altro organo per bambini vulnerabili che soffre di intossicazione è il fegato. Il fegato di un neonato stesso non può far fronte agli effetti dell'etanolo contenuto nell'alcool. E anche una piccola dose può portare a malfunzionamenti di questo corpo.
  5. E la conseguenza peggiore è il rischio che il bambino diventi dipendente dall'alcol. A causa dell'atteggiamento irresponsabile del genitore, può sviluppare dipendenza, perché l'effetto dannoso dell'alcol sul corpo fragile di un bambino è molto più forte che su un adulto.

Gli effetti sopra elencati possono diventare più pronunciati se si beve alcolici..

Cosa fare se non riesci a rimuovere l'alcool al 100%

Nel caso in cui una madre che allatta non riesca ancora durante il GV o per qualche motivo è impossibile abbandonare completamente l'alcool, dovrebbero essere seguite diverse regole che aiuteranno a minimizzare l'effetto negativo dell'etanolo sul bambino:

  1. Dai da mangiare al tuo bambino prima di una festa con l'alcol. Ricorda che è necessario fornire la quantità di cibo "sicura" richiesta, esprimere latte "pulito" in modo che sia sufficiente per diversi pasti per il bambino.
  2. Determina la dose massima consentita di bevande alcoliche: cento millilitri di vino o birra sono il tuo "margine di sicurezza".
  3. Esprimere il latte in anticipo e conservare in frigorifero..
  4. Non dare mai al tuo bambino latte "avvelenato", se presente. Ricorda, questo danneggerà solo tuo figlio..
  5. Dai la preferenza a prodotti di buona qualità, anche se il prezzo di questa bevanda supererà le tue aspettative finanziarie, perché la salute di tuo figlio è molto più costosa.

Quindi per riassumere. Probabilmente nessuno discuterà del fatto che il tempo della pianificazione della gravidanza, la gravidanza stessa e il periodo dell'allattamento al seno sono fasi importanti nella nascita di una nuova piccola vita. I futuri genitori dovrebbero capire quanto sia importante questa volta nel successivo sviluppo del bambino. Durante l'allattamento, il bambino tanto atteso riceve le sue primissime e necessarie vitamine e minerali, che in futuro aiuteranno a formare una forte immunità e benessere. E affinché il bambino possa svilupparsi al massimo beneficio, dovresti farti una domanda: vale la pena mettere a rischio il tuo bambino preferito bevendo un bicchiere di una bevanda "ostile"? Il periodo pettorale "vola" molto rapidamente ed è del tutto possibile sopravvivere senza alcool.

Come proteggere un bambino

I medici pediatrici, tra cui il famoso pediatra russo Komarovsky E.O., avvertono: quando si beve vino, è importante prendere provvedimenti in anticipo che aiuteranno a proteggere il bambino da possibili spiacevoli conseguenze:

  • Rispettare la misura. Quanto una giovane madre beve alcolici dipende dalle sue condizioni e dalla capacità di prendersi cura di suo figlio. Ovviamente, una donna ubriaca rappresenta un potenziale pericolo per un bambino.
  • Bevi bevande di qualità. Quale vino è meno pericoloso? Certo, qualità. È composto da ingredienti naturali, non contiene coloranti o conservanti. A proposito, questi additivi contengono vino analcolico.
  • Non cercare di accelerare il processo di eliminazione dell'alcool. Il pompaggio di latte avvelenato è inutile: l'etanolo non verrà rimosso da esso prima che dal sangue della madre.
  • Soddisfa l'appetito del bambino. Prima di consumare vino, devi nutrire il bambino. È ancora meglio aspettare un sonno notturno, perché durante questo periodo il bambino dorme a lungo e non ha bisogno di cibo.
  • Non dare al bambino un torace. Almeno tre ore dopo aver bevuto, è necessario astenersi dall'alimentazione. Si consiglia di esprimere in anticipo il latte "analcolico".
  • Non dare al bambino un torace. Almeno tre ore dopo aver bevuto, è necessario astenersi dall'alimentazione. Si consiglia di esprimere in anticipo il latte "analcolico".

Rifiutare il consumo di alcol dovrebbe essere la madre di bambini di età inferiore ai tre mesi. Il corpo del bambino non è formato e completamente indifeso. Tale frivolezza può portare a gravi avvelenamenti. L'allattamento al seno è un grande momento della vita di una donna, che non dura così a lungo. E durante questo periodo, puoi abbandonare completamente l'alcol, perché la vita di un piccolo uomo nelle mani di sua madre e la salute del bambino dipende dalla sua scelta giusta.

Come preparare

Le donne che allattano devono decidere da sole se bere e quanta alcool bere. Tuttavia, la madre, che si sta preparando per la festa, dovrebbe prepararsi a proteggere il bambino da tutti i tipi di problemi. Come farlo?

  1. Cerca di dare da mangiare al bambino poco prima delle vacanze, perché la futura ricezione sicura avverrà solo dopo che le madri si sentiranno sobrie.
  2. Non c'è bisogno di bere molto alcol. Limitati alla dose più bassa possibile: cento grammi di vino, abbastanza birra per mamma e bambino.
  3. Il latte materno deve essere travasato in anticipo e posto in frigorifero. Il volume del prodotto deve essere calcolato per due o tre pasti (a seconda di quanto la donna si aspetta di bere).
  4. Se, dopo aver bevuto, il seno della madre è pieno, è impossibile nutrire il bambino con tale latte "avvelenato". È necessario decantare il prodotto e smaltirlo.
  5. Le madri che allattano sono birra adatta senza gradi alcolici. Naturalmente, al momento dell'acquisto di un tale prodotto, è necessario monitorare attentamente la sua qualità. Compra un drink senza coloranti chimici o conservanti.

Le bevande alcoliche non sono i migliori "amici" delle donne che allattano. Naturalmente, nessuno può vietare alla mamma di bere alcolici, ma dopo aver bevuto altri cento grammi, dovrebbe essere preparata per le probabili conseguenze negative per la salute del bambino. Pertanto, il vino o la birra sono prodotti completamente opzionali nella dieta di una madre che allatta.

Prima di decidere se bere vino durante l'allattamento o meno, devi sapere qualcosa sulla capacità dell'alcol di passare nel latte materno. L'etanolo viene assorbito così rapidamente nel sangue di una madre che allatta mentre viene lentamente escreto. Vino secco - entro mezz'ora e spumante - letteralmente nei prossimi 10 minuti.

  1. L'alcol è strettamente controindicato per una giovane madre nei primi tre mesi di vita di un bambino. Anche piccole dosi di alcol possono essere mortali per i bambini..
  2. Nelle prime 6-7 ore dopo le libagioni, è meglio astenersi dall'allattamento al seno. Per fare questo, esprimi il latte in anticipo e dai loro da mangiare.
  3. Dai da mangiare al bambino prima della festa.
  4. Una buona alternativa al pompaggio è la formula del latte. Deve essere acquistato in anticipo, se non a portata di mano..
  5. Scegli vino di marchi costosi e famosi per essere sicuro della qualità della bevanda. È meglio optare per vino bianco secco con un piccolo grado.
  6. Se il bambino ha meno di 6 mesi, è meglio sorseggiare alcune volte una madre che allatta, non superando una dose di 50 grammi. Se hai più di sei mesi, puoi permetterti un bicchiere.
  7. Tieni traccia non solo di ciò che bevi, ma anche di ciò che mangi. Scegli piatti che sicuramente non causeranno allergie per te o il tuo bambino.
  8. In nessun caso dovresti allattare al seno un bambino, ma non dimenticare di esprimerti per evitare possibili mastiti.

Questi consigli aiuteranno la giovane madre a prendere una decisione importante, a rendere la sua vacanza giusta e a non danneggiare il bambino.

L'allergia è anche possibile.

Vino di alta qualità, la cui fabbricazione non utilizza vari aromi e lieviti, spesso non provoca reazioni allergiche da un corpo sano. Attualmente, nella ricerca del rapido profitto e della popolarità, i produttori di vino peccano con vari conservanti e additivi sintetici, che incidono negativamente sul consumatore. Le impurità nel vino lo rendono più allergenico di tutti i prodotti contenenti alcol..

Un bicchiere di vino rosso bevuto agisce sui vasi, il loro tono cambia, il flusso sanguigno viene attivato. Allo stesso tempo, il vino può aumentare la reazione allergica degli alimenti ai cibi consumati, come pesce, noci, formaggio, frutta, ecc..

Come scegliere e a cosa prestare attenzione?

La scelta della birra per una madre che allatta deve essere affrontata con particolare responsabilità e attenzione. Puoi identificare i criteri principali per scegliere la migliore qualità di questa bevanda al luppolo

  • Produttore. La maggior parte degli acquirenti insegue marchi di noti produttori, pensando che siano saldati utilizzando la tecnologia originale, che è spesso lontana dal caso. Si consiglia di scegliere i produttori locali.
  • Struttura. Nella vera birra, contiene solo luppolo, acqua, malto e lievito. Il contenuto di coloranti artificiali e conservanti danneggia il corpo della madre e del bambino e può provocare una reazione allergica..
  • Data di scadenza. Più breve è la durata, migliore è. Per la birra in negozio, il valore normale è di 3 mesi.
  • Tara. La preferenza dovrebbe essere data alle bottiglie di vetro scuro e alle lattine di alluminio. Sono migliori delle bottiglie di plastica e trasparenti per proteggere la bevanda dalla penetrazione di ossigeno e luce..
  • Gradazione alcolica e densità. Spesso le madri trascurano questo criterio di selezione. Naturalmente, la quantità di alcol dovrebbe essere minima. Vale anche la pena ricordare che il rapporto normale tra alcol e densità dovrebbe essere approssimativamente da 1 a 2,5.

Miti comuni su alcol e allattamento

Molte donne che allattano al seno sono estremamente sensibili a vari tipi di voci e miti. Alcune madri, ben consapevoli e comprensive delle morti del bere alcolici in questo periodo, prendono ancora alcool. E agiscono in questo modo, guidati da numerosi miti, che si rivelano un'invenzione ordinaria.

Mito 1: il vino rosso è buono per l'allattamento.

È opinione diffusa che sia possibile e utile bere vino rosso a una madre che allatta. I sostenitori di questa speculazione si basano su fatti ben noti che affermano che le sostanze benefiche contenute in una bevanda d'uva naturale hanno un buon effetto sul funzionamento del sistema cardiovascolare e degli organi che formano il sangue.

Il vino rosso di alta qualità abbassa davvero il colesterolo e può andare a beneficio di un adulto (se consumato non più di 50 g). Ma questo non si applica alla lattazione, è improbabile che il vino, anche il migliore e il più naturale, andrà a beneficio di un bambino piccolo.

Qualsiasi tipo di alcol è pericoloso durante l'allattamento.

Per quanto riguarda la madre, se vuole ottenere benefici per il corpo, è più sicuro bere succo d'uva naturale. Contiene tutte le stesse sostanze nutrienti e vitali, ma non include l'etanolo fatale per un neonato. A proposito, il succo di melograno è estremamente utile per il sangue..

Mito 2: il vino culla un bambino

Molte nonne consigliano vivamente alle madri che allattano di prendere un po 'di vino prima di allattare. Dì, da questo il sogno del bambino sarà più forte e più lungo. Il bambino, infatti, cenando con tale latte, si addormenterà abbastanza rapidamente.

Ma il suo sogno sarà irrequieto e doloroso. E tutto a causa degli effetti dell'etanolo, che provoca coliche e dolori addominali. Invece di un riposo di una notte intera, la madre praticamente non dormirà e si alzerà costantemente dal bambino, che soffre di disagio, e lo calmerà.

Mito 3: anche il kefir è dannoso, poiché ha una laurea

Molti identificano alcuni tipi di prodotti lattiero-caseari con l'alcol, perché contengono un certo grado di alcol. E rigorosi aderenti di completa sobrietà durante l'allattamento, hanno paura di bevande salutari come:

  • abbronzatura;
  • ayran;
  • koumiss;
  • kefir.

Ma tale paura si rivela in realtà solo un'altra storia dell'orrore. Kefir, come altri rappresentanti dei prodotti lattiero-caseari, è una bevanda estremamente salutare che una madre che allatta dovrebbe portare alla sua dieta. È vero, in quantità strettamente moderate e non tutti i giorni. Kefir servirà bene e aiuterà a ripristinare la salute della donna dopo il parto, normalizzare la digestione e il tratto digestivo.

La gradazione alcolica nel kefir è minima, è utile da bere a una madre che allatta, ma non molto spesso

E a causa del fatto che i prodotti lattiero-caseari hanno il proprio grado, è trascurabile e non è in grado di danneggiare né la madre né il bambino. A proposito, in alcuni prodotti il ​​contenuto di alcol etilico è addirittura superiore rispetto allo stesso kefir, che contiene lo 0,04-0,05% di alcol. Per esempio:

  • formaggio (0,2%);
  • kvas (0,04%);
  • pane integrale (0,1%);
  • agrumi (fino allo 0,02%);
  • banane mature (0,06%);
  • crauti (0,05%);
  • e nel succo di mela e uva (per inciso, sono inclusi nella dieta degli alimenti per bambini), il livello di alcol varia nello 0,35%.

Mito 4: durante l'allattamento, puoi bere vino analcolico

Le bevande al vino che non contengono alcool non sono raccomandate per le persone normali che non sono gravate dall'allattamento al seno. Sebbene tali prodotti siano davvero sicuri, ma solo in termini di esposizione al corpo dell'etanolo. Ma contiene un'enorme quantità di conservanti, additivi chimici, dolcificanti e aromi.

Non dimenticare che i vini analcolici da testare contengono ancora etanolo, sebbene trascurabile (solo 0,4-0,5%). Ma un tale livello di alcool è abbastanza per causare danni significativi alla salute del bambino, data la quantità di chimica contenuta in tale bevanda. Pertanto, il vino analcolico durante l'allattamento non è raccomandato categoricamente.

Mito 5: puoi bere champagne, scompare rapidamente

Lo champagne, come qualsiasi spumante durante il periodo dell'allattamento, non è meno pericoloso di altri tipi di alcol. Una bevanda alcolica satura di anidride carbonica viene rapidamente assorbita nel flusso sanguigno e in grande quantità nel latte materno. Inoltre, lo champagne provoca soprattutto lo sviluppo di coliche nelle briciole e problemi digestivi.

Qualsiasi alcool durante l'allattamento provoca danni irreparabili al bambino.

I medici hanno dovuto affrontare casi in cui una donna, dopo aver usato solo un paio di bicchieri di spumante, è diventata la colpevole dell'intossicazione da alcol più pesante del bambino. Questa bevanda è estremamente pericolosa e dannosa durante l'allattamento..

Dal bicchiere al latte


Il processo di assorbimento inizia già nella cavità orale, continua nello stomaco e nell'intestino crasso, filtrando attraverso la mucosa, sebbene la maggior parte della sostanza entri nel flusso sanguigno dall'intestino tenue. Più avanti lungo il flusso sanguigno si diffonde ai tessuti e agli organi, penetrando nei fluidi biologici, compreso il latte materno. L'intero processo non richiederà più di 10-15 minuti.

La concentrazione di alcol nel sangue e nel latte è approssimativamente uguale, fino al 10% della quantità bevuta. I fattori più importanti che influenzano questa figura sono:

  • usare a stomaco vuoto o pieno;
  • quantità e contenuto alcolico;
  • peso materno.

Si pone immediatamente la questione se sia possibile allattare il vino a tutti.?

La risposta è inequivocabile: per un bambino, la presenza di alcol è dannosa, perché i suoi organi interni (vale a dire il fegato, che rimuove diligentemente le tossine dal corpo), non sono pronti per un tale carico, che può portare a gravi conseguenze. I bambini di età inferiore a tre mesi sono particolarmente sensibili..

Champagne

Lo champagne è un tipo di spumante. Lo champagne può essere chiamato solo vino prodotto nella regione francese della Champagne. Deve soddisfare determinati requisiti..

Nel contesto della considerazione dell'effetto dell'alcool sull'allattamento al seno, non ci importa se si tratterà di champagne o di altri spumanti.. Lo champagne contiene anidride carbonica, che si forma a seguito della fermentazione

Accelera l'assorbimento dell'alcool, l'etanolo entra più rapidamente nel sangue, mentre una parte dell'alcool viene assorbita attraverso la cavità orale ed entra nel cervello, bypassando il fegato. Pertanto, lo champagne entra nel latte materno più velocemente del vino normale. Ma l'elaborazione dell'alcol da parte dell'organismo sarà anche più veloce.

Lo champagne contiene anidride carbonica, che si forma a seguito della fermentazione. Accelera l'assorbimento dell'alcool, l'etanolo entra più rapidamente nel sangue, mentre una parte dell'alcool viene assorbita attraverso la cavità orale ed entra nel cervello, bypassando il fegato. Pertanto, lo champagne entra nel latte materno più velocemente del vino normale. Ma l'elaborazione dell'alcol da parte dell'organismo sarà anche più veloce.

Up