logo

Tutte le future mamme sono consapevoli dei benefici delle vitamine, in particolare dell'acido ascorbico (vitamina C). È ampiamente usato per rafforzare l'immunità, eliminare i sintomi di raffreddore e influenza. Tuttavia, oggi sono noti altri effetti dell'acido ascorbico, che sono importanti da ricordare per una donna incinta. Questo articolo è dedicato agli effetti della vitamina C sul corpo della madre e del feto..

Contenuto relativo

Scoperta della vitamina C

La storia della scoperta della vitamina C è associata al trattamento di una malattia grave e mortale - lo scorbuto. Nei secoli XVII-XVIII, hanno sofferto i marittimi che sono stati privati ​​di una corretta alimentazione. La malattia si manifestava con debolezza, sanguinamento delle gengive, eruzione cutanea, emorragie sulla pelle. Nel 18 ° secolo, un chirurgo della Marina britannica, J. Lind, scoprì che lo scorbuto può essere curato aggiungendo frutta e verdura fresca alla dieta..

L'effetto della vitamina C è dovuto alla sua partecipazione alla formazione del collagene, che fa parte della pelle, dei vasi sanguigni, del tessuto connettivo, che è importante per mantenere le gengive sane. L'assenza di acido ascorbico nella dieta umana per diversi mesi porta alla carenza di collagene e allo sviluppo dello scorbuto.

Oggi è dimostrato che anche la vitamina C svolge un ruolo importante in numerosi processi metabolici, tra cui l'attivazione di vitamine del gruppo B, incluso l'acido folico, la conversione del colesterolo in acidi biliari, la formazione di ormoni tiroidei e la penetrazione del glucosio nelle cellule. Uno dei più importanti è la funzione antiossidante. Soffermiamoci su più in dettaglio..

Effetto antiossidante e diabete gestazionale

La vitamina C è un antiossidante - una sostanza che protegge il corpo dai radicali liberi (composti attivi dell'ossigeno), il cui eccesso è coinvolto nella comparsa di una serie di malattie, tra cui cardiovascolari e tumorali.

Le complicanze della gravidanza nel 4% dei casi sono il diabete mellito gestazionale (DM). Può verificarsi anche in quelle donne il cui zucchero nel sangue era normale prima del concepimento. Le cause del diabete gestazionale non sono state completamente comprese. Non è escluso il ruolo dei cambiamenti ormonali che bloccano l'azione dell'insulina materna e provocano l'insorgenza di insulino-resistenza (insensibilità dei tessuti all'insulina).

Durante la gravidanza, il diabete è pericoloso a causa dello sviluppo di una serie di complicanze (preeclampsia, infezione, polidramnios, ecc.). I neonati di madri con diabete gestazionale hanno maggiori probabilità di soffrire di macrosomia (aumento di peso superiore a 4 kg).

Nelle madri diabetiche e nei loro bambini, la protezione antiossidante generale del siero di sangue è compromessa. Nei neonati con macrosomia, lo spettro dei lipidi nel sangue cambia: aumenta il contenuto di colesterolo "cattivo" e trigliceridi.

Gli integratori di vitamina C ed E aiutano a ripristinare la protezione antiossidante durante la gravidanza ed eliminare i radicali liberi in eccesso e possono influenzare la tolleranza al glucosio. Saturare la dieta della futura mamma con frutta e bacche può ridurre la probabilità di sviluppare il diabete gestazionale. Se la malattia persiste, è necessario contattare l'endocrinologo per la correzione della glicemia.

Vitamina C per Anemia

Durante la gravidanza, il bisogno di ferro di una donna aumenta notevolmente. La sua presenza prevede i seguenti processi:

-emopoiesi nella madre (consumata 500 mg) e nel feto (280-290 mg);
-crescita e funzionamento della placenta (25-100 mg);
-recupero dei globuli rossi dopo il parto (150 mg);
-allattamento (400 mg).

La carenza di ferro è la principale causa di anemia: diminuzione dell'emoglobina e carenza di ossigeno nei tessuti, ipossia fetale.

L'assorbimento di ferro da alimenti e droghe contribuisce all'acido ascorbico. È necessario per l'accumulo di ferro e aumentare le sue riserve sotto forma di molecole di una ferritina proteica solubile in acqua immagazzinata nel fegato, nella milza e nel midollo osseo. La vitamina C colpisce un'altra proteina del sangue - la transferrina, che effettua il trasporto di ioni ferro attraverso il sistema circolatorio..

Pertanto, le donne in gravidanza, in particolare con una gravidanza multipla e la presenza di anemia, oltre a prodotti contenenti ferro e proteine ​​di origine animale (carne, fegato, pesce, latticini e prodotti a base di latte acido, porridge di grano saraceno, verdure crude), è necessario reintegrare la dieta con frutta, ribes nero, cinorrodi, cavolo contenente vitamina C..

Rottura prematura delle membrane

Quasi il 5-10% di tutte le gravidanze è complicato dalla rottura prematura delle membrane (PRPO), che è un fattore importante negli esiti indesiderati. Un aumento del rischio di PRPO è associato a una carenza di oligoelementi, in particolare la vitamina C. Quest'ultimo, che svolge un ruolo importante nel metabolismo del collagene, aumenta la resistenza delle membrane alla rottura.

Oggi è dimostrato che la somministrazione giornaliera di vitamina C alla dose di 100 mg alle donne con parto pretermine in passato può ridurre il rischio di PRPO del 13%, parto prematuro in una gravidanza reale - del 30%.

L'effetto positivo della vitamina C sui vasi sanguigni è stato confermato dagli scienziati che hanno esaminato i fumatori in gravidanza. La nicotina porta a un deterioramento dell'apporto di sangue al feto a causa di una diminuzione del flusso sanguigno della placenta. Gli integratori di vitamina C alleviano gli effetti dannosi della nicotina sui vasi sanguigni della placenta e lo sviluppo del feto, che aiuta a prevenire distacco di placenta e parto prematuro nei fumatori..

Questo fatto è presentato nell'articolo solo per sottolineare l'effetto positivo dell'acido ascorbico sull'emodinamica nel sistema madre-placenta-feto.

L'effetto dell'acido ascorbico sulla microflora vaginale

L'acido ascorbico riduce l'acidità della vagina, prevenendo la crescita di batteri patogeni e contribuendo al ripristino e al mantenimento della normale flora vaginale (lattobacilli).

L'uso vaginale di vitamina C (vaginorum C) nelle donne in gravidanza inibisce la crescita degli anaerobi (gardnerella, ecc.), Causando lo sviluppo della vaginosi batterica (BV). Questa malattia è accompagnata da bruciore, indolenzimento e secrezione vaginale con un odore sgradevole..

I farmaci antibatterici comunemente usati per trattare la BV non dovrebbero essere usati nella prima metà della gravidanza. Allo stesso tempo, l'appuntamento di vitamina C nel 20% delle future mamme può alleviare la condizione, sbarazzarsi di prurito e bruciore nella vagina.

Malattie allergiche in un neonato

L'alimentazione è una componente importante del supporto vitale della futura mamma. Dopotutto, fornisce i mattoni che parteciperanno alla crescita e allo sviluppo del bambino. Oggi è dimostrato che l'insorgenza di dermatite atopica (AD) in un neonato in una certa misura dipende dalla qualità della nutrizione durante la gravidanza.

In questa malattia, gli allergeni alimentari, che entrano nel tratto gastrointestinale del bambino con strutture immunitarie immature, provocano la produzione di immunoglobuline E. Queste sono proteine ​​protettive in grado di fissarsi rapidamente su cellule della pelle, mucose, cellule del sangue speciali (mastociti e basofili). Di questi ultimi vengono rilasciati principi attivi (istamina, serotonina, eparina, ecc.) Che colpiscono i vasi sanguigni. Ecco come si sviluppano le manifestazioni cliniche della dermatite atopica e, successivamente, dell'asma bronchiale..

L'uso di alimenti ricchi di vitamina C durante la gravidanza può influenzare la formazione di strutture del sistema immunitario situate nell'intestino e ridurre il rischio di malattie allergiche nel bambino.

Vitamina C e coagulazione del sangue

La causa di molte complicazioni della gravidanza, incluso l'aborto spontaneo, è una violazione del sistema di coagulazione del sangue della futura madre, la cosiddetta trombofilia. Questa è la tendenza a sviluppare coaguli di sangue (coaguli di sangue). Si sviluppa quando una donna ha mutazioni (cambiamenti) nei geni responsabili dell'attività dei fattori della coagulazione del sangue.

Nelle donne in gravidanza con trombofilia, il flusso di sangue placentare è disturbato a causa della trombosi, si verificano attacchi di cuore, che causano aborti spontanei, placenta staccata, parto prematuro, gestosi, preeclampsia ed eclampsia.

Oggi è stato stabilito che gli effetti dell'acido ascorbico sulla coagulazione del sangue sono ambigui e dipendono dal suo livello nel siero. Se la concentrazione di vitamina C rientra nei limiti normali, allora non influenza la coagulabilità del sangue o la sopprime leggermente..

Carenza di acido ascorbico, che agisce sui vasi sanguigni, accelerando i processi di perossidazione lipidica e attivando piastrine, aumenta la coagulazione del sangue e provoca contemporaneamente sanguinamento.

La nomina di vitamina C in dosi minime (100-250 mg) porta a una riduzione della coagulazione. Al contrario, grandi dosi di vitamina C (più di 1000 mg) accelerano la coagulazione del sangue, contribuendo alla formazione di coaguli di sangue, che viene utilizzato per sanguinamento al di fuori della gravidanza. L'eccesso di acido ascorbico può compensare l'effetto terapeutico degli anticoagulanti (warfarin).

Conclusione: l'uso di vitamina C a piccole dosi (100-250 mg), nonché un consumo moderato di bacche e frutti a causa dell'effetto positivo su piastrine e colesterolo, svolgono un ruolo importante nella prevenzione delle complicanze trombotiche durante la gravidanza e ulteriori malattie cardiovascolari..

I pazienti con trombofilia e aborto spontaneo richiedono inoltre una terapia antipiastrinica. È prescritta da un medico.

Eccesso di vitamina C e urolitiasi

Nonostante gli effetti positivi della vitamina C, è necessario consultare il proprio medico prima di prenderlo. Dopotutto, ci sono effetti collaterali che si verificano con un sovradosaggio di vitamina.

Pertanto, l'uso di acido ascorbico in quantità molto superiori alle dosi raccomandate è irto di formazione di ossalati nelle urine e comparsa di calcoli renali.

La dose giornaliera massima consentita di vitamina C è di 1500 mg. Le donne in gravidanza devono assumere 100-250 mg di acido ascorbico al giorno. È nella giusta quantità inclusa nei multivitaminici più popolari (elevit, natalben supra, ecc.).

Felice maternità!
Sempre con te, Olga Pankova

Vitamina C durante la gravidanza

Durante il portamento del feto nella vita di una donna e del suo ambiente, inizia un periodo straordinario e responsabile. La sua posizione cambiata richiede cambiamenti nel suo comportamento e nella sua dieta, e i suoi cari cercano di aiutarla in questo. Le preferenze alimentari della futura mamma cambiano, possono persistere per un certo periodo di allattamento al seno il bambino.

È improbabile che ci sarà una persona che sfiderà i benefici delle vitamine in questo periodo difficile per il corpo femminile. Il fiore all'occhiello del team vitaminico - la vitamina C durante la gravidanza è responsabile del risultato favorevole di un processo biologico unico.

Perché l'acido ascorbico è importante per le donne in gravidanza??

In primo luogo, durante la maturazione del feto di quasi quaranta settimane, si verifica una formazione irregolare dei suoi organi. Irregolare perché accordi e cervello, cuore, intestino e fegato si sviluppano a loro volta. All'inizio, si forma una placenta attraverso la quale avviene lo scambio di gas e sostanze tra gli organismi nascenti e quelli materni..

Tutta questa grandiosa "costruzione" richiede materiali - proteine. Le vitamine sono generalmente associate indirettamente alla sintesi proteica. Fanno parte degli enzimi, durante l'attività di cui si verificano tutti i processi chimici. L'acido ascorbico è l'unico che è direttamente coinvolto nella produzione di proteine. Pertanto, una certa quantità è necessaria per il corpo più di altre sostanze organiche.

In secondo luogo, la vitamina C partecipa a molte reazioni di recupero che sono importanti per la futura mamma, tra cui:

  • sintesi di componenti del tessuto connettivo (elastina e collagene) per la formazione della cartilagine e delle ossa del feto;
  • assorbimento di ferro nell'intestino, la gravidanza è spesso accompagnata da una carenza di un utile elemento chimico, una diminuzione dell'emoglobina nel sangue;
  • la formazione di alcune forme di vitamina D.

In terzo luogo, l'acido ascorbico protegge dai composti chimici dannosi, durante la tossicosi blocca la formazione di pericolosi prodotti metabolici, rimuove le tossine (composti di piombo, arsenico, benzene e cianuro) dal corpo.

In quarto luogo, la vitamina C previene la comparsa di smagliature sulla pelle di una donna incinta, sollevandola da spiacevoli problemi.

In quinto luogo, un acido organico solubile in acqua ha una struttura chimica fragile, viene immediatamente distrutto dall'esposizione alla temperatura. Come alcune vitamine, non può essere almeno parzialmente sintetizzato nel corpo o accumularsi. L'isomero naturale deve entrare costantemente dall'esterno. Nel corpo di una donna incinta, rispettivamente, in doppia quantità, circa 100 mg al giorno.

Altre comuni funzioni anti-zingotiche

  1. Gli scienziati medici hanno dimostrato che 20 mg al giorno sono sufficienti per un adulto per superare la carenza di vitamina S. Altrimenti, la mancanza di acido ascorbico minaccia gengive sanguinanti, allentamento e perdita dei denti. Tutti questi sono i sintomi inerenti a una formidabile malattia: lo scorbuto..
  2. I medici prescrivono più volte un aumento della dose minima di vitamina C a coloro che manifestano:
    • impatto ambientale negativo (aumento o diminuzione della temperatura dell'aria, salti di pressione atmosferica, contaminazione di gas);
    • ulteriore stress fisico o mentale;
    • stress ed eccitazione.

Tutti questi fattori portano alla distruzione della salute dei residenti di megalopoli..

  • Con una mancanza di acido ascorbico nel corpo, si osserva una diminuzione del peso corporeo e una debolezza generale, il sistema circolatorio soffre:
    • le pareti dei vasi sanguigni della pelle, le mucose, gli organi interni diventano facilmente permeabili e si formano emorragie;
    • il cuore batte più forte, il suo ritmo normale è rotto;
    • ci sono dolori nella zona del muscolo cardiaco, mancanza di respiro.
  • La vitamina C è il miglior guardiano del corpo nella lotta contro varie infezioni, la base per creare una forte immunità. Gli specialisti medici regolano in modo inequivocabile la sua dose quando prescritto come profilassi nel complesso trattamento di molte malattie, specialmente in autunno, inverno, primavera.
  • Una ricchezza di vitamina C e altro ancora

    L'idea di una vitamina anti-zingotica sarà incompleta se non si menziona il suo "collega" - permeabilità alla vitamina - routine (indicato dalla lettera P). Insieme formano un'unica comunità vitaminica efficace nei processi chimici e biologici del corpo, con lo stesso meccanismo d'azione attivo su di essi, sintomi simili di carenza vitaminica e fonti naturali comuni.

    Particolarmente ricchi di acido ascorbico e vitamina P sono le verdure e le bacche, le erbe e le piante selvatiche, che devono essere nella dieta nutrizionale della futura mamma. Gli esperti ritengono che nella dieta quotidiana, frutta e verdura dovrebbero essere nel rapporto tra le specie 3: 5, nella categoria di peso - 100: 400 grammi, escluse le patate. È preferibile mangiare frutta e verdura nella loro forma grezza, quindi vengono immagazzinate più vitamine e altre sostanze biologicamente attive.

    Dosaggio - Soprattutto!

    A discrezione del medico che controlla la gravidanza della donna, la dose abituale di vitamina C può essere aumentata:

    • nel primo e terzo trimestre;
    • donne che fumano che non riescono a liberarsi della dipendenza per il momento in cui portano il feto; Inoltre, i medici raccomandano di iniziare a prendere medicine fortificate 2 mesi prima della gravidanza pianificata;
    • lavorare attivamente madri in attesa.

    Tuttavia, l'uso di un eccesso di complessi multivitaminici o vitaminici (l'acido ascorbico è una parte di quasi tutti) comporta il pericolo di:

    • manifestazioni di intolleranza individuale al farmaco;
    • reazioni allergiche ad esso;
    • possibile danno ai reni e al pancreas.

    Le forme farmaceutiche (compresse, confetti, iniezioni) di vitamina C devono essere utilizzate da donne in gravidanza secondo le istruzioni del medico. Lo stato normale non solo del corpo femminile, ma anche del feto dipende dal suo corretto dosaggio..

    Acido ascorbico durante la gravidanza: chi può e non dovrebbe avere controindicazioni, pro e contro della vitamina C

    Acido ascorbico durante la gravidanza: pro e contro, regole per l'ammissione e raccomandazioni dei medici

    Ogni persona ricorda la gioia dell'infanzia quando ha visto il giallo "ascorbicum". Nemmeno uno dei dolci più deliziosi potrebbe essere paragonato a una piccola compressa acida. Durante la gravidanza, molte donne ricordano il gusto dimenticato da tempo dell'infanzia e provano un grande piacere nel prendere la vitamina C..

    Questo accade per un motivo: durante la gravidanza, il corpo ha particolarmente bisogno di acido ascorbico, perché viene consumato il doppio del solito.

    Tuttavia, vale la pena porre una domanda: è possibile che le donne in gravidanza bevano acido ascorbico in compresse o compresse, la vitamina C può causare danni se assunta durante la gravidanza?

    I benefici della vitamina C per la futura mamma

    L'acido ascorbico favorisce la sintesi di elastina e collagene. Queste sostanze si trovano nelle ossa, nella cartilagine e nei vasi sanguigni. Una quantità sufficiente di elastina e collagene aiuterà la futura madre ad evitare i seguenti problemi:

      Malattie dell'apparato muscolo-scheletrico. Molto spesso stiamo parlando di sinfisite, divergenza dell'articolazione pubica.

    Questo problema si verifica in ogni quinta donna ed è la causa più comune di taglio cesareo.

  • La comparsa di strie (smagliature). Certo, questa non è una malattia, ma spesso provoca una donna non un po 'di disagio psicologico.
  • Bleeding. Molte donne in gravidanza avvertono un aumento del sanguinamento dal naso e dalle gengive. La vitamina C rafforza le pareti dei capillari e dei vasi sanguigni.
  • Lacune durante il parto. Grazie all'elastina e al collagene, l'elasticità di tutti i tessuti del corpo aumenta, quindi la nascita di un bambino è meno traumatica.
  • Oltre alla sintesi di queste importanti sostanze, l'acido ascorbico durante la gravidanza favorisce un migliore assorbimento del ferro attraverso il tratto digestivo e riduce anche la quantità di ferro persa quotidianamente dal corpo. Aiuta a prevenire l'anemia - la complicanza più comune della gravidanza..

    Aiuterà ad evitare raffreddori e SARS, che possono influenzare negativamente sia la mamma che il bambino.

    Ciò che è utile per il bambino?

    La vitamina C ha un effetto non solo sulla futura mamma, ma anche sul bambino. Migliora il flusso sanguigno fetale-materno, la conduttività dei vasi della placenta (luogo del bambino) e satura il feto con ossigeno e sostanze nutritive.

    Questo aiuta ad evitare una formidabile complicazione come l'ipossia. L'ipossia può portare alla nascita di un bambino piccolo e indebolito. Nei casi più gravi, l'ipossia porta alla morte del feto.

    È molto importante che fin dai primi giorni di vita del tuo bambino, la giusta quantità di tutte le vitamine e i minerali necessari per lui entri nel suo corpo. Nel prossimo articolo, spiegheremo perché la vitamina D è necessaria per i neonati.?

    E per coloro che hanno ancora piani per concepire un bambino sano e forte, ti suggeriamo di familiarizzare con i benefici dell'acido folico e di altre vitamine per uomini e donne quando pianifichi una gravidanza.

    Dosaggio

    Quanto acido ascorbico possono usare le donne in gravidanza in una dose giornaliera? Il fabbisogno giornaliero medio dipende dal trimestre. Sono necessarie circa 30 mg di vitamina C per le donne in gravidanza nel primo trimestre e 60 mg nel secondo e terzo trimestre.

    Il dosaggio giornaliero massimo possibile di vitamina C è di 2 grammi. Allo stesso tempo, tutti gli altri complessi farmacologici presi devono essere presi in considerazione - possono anche contenere acido ascorbico aggiuntivo.

    Prima di iniziare a prendere, è necessario consultare il proprio ostetrico-ginecologo.

    Controindicazioni

    È sempre possibile consumare acido ascorbico durante la gravidanza? Nonostante l'ovvia utilità della vitamina C, l'assunzione durante la gravidanza può essere tutt'altro che sempre.

    Le controindicazioni includono:

    • tendenza alla trombosi e alla tromboflebite;
    • diabete delle donne in gravidanza;
    • reazioni allergiche individuali;
    • aborti passati e nascite pretermine.

    Il medico deve decidere se si dispone di una qualsiasi di queste controindicazioni sulla base di un esame e di una storia.

    Overdose

    A volte con un'assunzione lunga e incontrollata, si verifica un sovradosaggio. Con un eccesso di vitamina C durante la gravidanza, si avvertono i seguenti sintomi:

    • mal di testa;
    • insonnia;
    • vomito
    • diarrea;
    • ipertensione.

    Precauzioni: quando e perché le donne in gravidanza non devono assumere questo oligoelemento?

    È importante sapere che l'acido ascorbico può interrompere una gravidanza. Ciò è dovuto al fatto che migliora la risposta immunitaria del corpo.

    In questo caso, il feto viene percepito come un oggetto alieno e pericoloso, che deve essere eliminato..

    Vengono prodotti anticorpi speciali che, a loro volta, innescano la formazione di ossitocina, un ormone che provoca il travaglio.

    La vitamina C durante la gravidanza è una sostanza vitale coinvolta in molti processi metabolici e immunitari del corpo. Dovresti ricevere una quantità sufficiente di acido ascorbico con il cibo e nei complessi vitaminici.

    Ma la vitamina C, come qualsiasi farmaco, dovrebbe essere presa con cautela solo dopo la nomina di un ostetrico-ginecologo che abbia familiarità con la tua storia di gravidanza e altre caratteristiche del corpo.

    Acido ascorbico durante la gravidanza - è possibile berlo e perché è necessario

    Sei ben consapevole dell'importanza delle vitamine per una donna incinta. Tuttavia, le vitamine non sono completamente innocue. Devi prenderli correttamente, tenendo conto delle esigenze del tuo corpo. È consentito l'acido ascorbico durante la gravidanza? Scopri in questo articolo..

    Cos'è l'acido ascorbico

    L'acido ascorbico, o vitamina C, è uno dei più potenti antiossidanti. Questa sostanza ha molte proprietà utili. L'assunzione inadeguata di acido ascorbico o il suo assorbimento incompleto nel corpo possono portare a gravi problemi di salute..

    Quali sono le funzioni dell'acido ascorbico nel corpo??

    1. Incluso nel collagene. Questa sostanza ha una funzione di supporto per l'intero tessuto connettivo. Più collagene - meno rughe hai, più forti sono le articolazioni;
    2. Incluso nella struttura delle membrane cellulari. Grazie a questo, l'acido ascorbico rafforza i denti, le ossa e le pareti dei vasi sanguigni - solo quegli organi che si indeboliscono maggiormente durante la gravidanza;
    3. La vitamina C è coinvolta in tutti i processi redox del corpo, quindi responsabile della formazione di energia;
    4. Migliora il processo di conversione di altre vitamine e aminoacidi nelle forme più accessibili al corpo. A causa di ciò, riduce il bisogno quotidiano di vitamine e minerali;
    5. Aiuta a sostenere la tua immunità proteggendo le cellule dalla penetrazione di microrganismi;
    6. Partecipa ai processi di coagulazione del sangue, prevenendo il sanguinamento dal naso e dalle gengive, il verificarsi di lividi;
    7. Migliora le condizioni di pelle, capelli e unghie, assicurandone l'idratazione;
    8. Fornisce disintossicazione del corpo. La vitamina C è in grado di legare varie tossine e promuoverne l'eliminazione dal corpo;
    9. Aumenta l'assorbimento del ferro. Fornisce il suo accumulo nei tessuti;
    10. La vitamina C è anche in grado di normalizzare la microflora delle mucose. Ciò accade a causa della normalizzazione del pH e dell'inibizione della crescita batterica..

    Tutti questi processi nel tuo corpo soffrono significativamente durante la gravidanza, poiché un feto in crescita richiede un'enorme quantità di energia e sostanze nutritive..

    Prescrizione di vitamina C durante la gravidanza

    L'acido ascorbico è possibile durante la gravidanza? Indubbiamente, il tuo corpo durante la gravidanza richiede l'appuntamento di questa vitamina e anche in dosi elevate. Tuttavia, deve essere usato con cautela. La dose massima giornaliera di questa sostanza non deve superare i 200 mg.

    • La partecipazione della vitamina C alla sintesi del collagene previene la comparsa di smagliature su stomaco e fianchi (se hai già avuto smagliature, cosa fare e cosa consigliano gli esperti, leggi l'articolo Smagliature durante la gravidanza >>>). La sua capacità di aumentare l'immunità protegge te e il tuo bambino dagli effetti di virus e batteri;

    Come proteggersi dal raffreddore e cosa fare se, tuttavia, il virus ti sconfigge, scopri l'articolo Colds durante la gravidanza >>>

    • L'acido ascorbico stimola la formazione di serotonina. Pertanto, anche con lo squilibrio ormonale che si verifica durante la gravidanza, avrai un buon umore;
    • L'uso regolare di acido ascorbico da metà gravidanza rafforza i vasi sanguigni e riduce il rischio di sanguinamento durante il parto;
    • Se hai l'anemia, l'uso di acido ascorbico dovrebbe essere obbligatorio, in combinazione con integratori di ferro. Tale trattamento aiuterà non solo a ripristinare il sangue, ma anche a proteggere il bambino dallo sviluppo di anemia;
    • Lo squilibrio ormonale durante la gravidanza può portare allo sviluppo del mughetto. Per prevenire questa condizione, l'acido ascorbico è prescritto sotto forma di applicazioni vaginali (il mughetto è una malattia piuttosto spiacevole. Per ulteriori informazioni, consultare l'articolo Tordo durante la gravidanza >>>).

    Ci sono delle controindicazioni

    1. La principale controindicazione all'assunzione di acido ascorbico durante la gravidanza è un'allergia ad esso. La vitamina C è una delle vitamine più allergeniche. Pertanto, se sai che mangiando un'arancia o un limone, sei coperto da un'eruzione cutanea - non abusare di acido ascorbico;
    2. Non è consigliabile assumere acido ascorbico in caso di gastrite o ulcera allo stomaco. Tuttavia, è un acido che influenzerà negativamente la mucosa di uno stomaco già danneggiato (c'è un articolo reale sul sito: gastrite durante la gravidanza >>>);
    3. L'acido ascorbico durante la gravidanza non è nella sua forma pura, ma con glucosio, è controindicato in presenza di diabete mellito;

    Se nessuna di queste condizioni ti disturba, puoi tranquillamente assumere acido ascorbico durante la gravidanza nei dosaggi raccomandati..

    L'unico punto è che è meglio iniziare a prendere questa vitamina regolarmente dal secondo trimestre. Gli organi fetali sono già completamente formati e il rischio di effetti collaterali sarà significativamente più basso. Informazioni su come il bambino si sviluppa durante la gravidanza, leggi l'articolo Sviluppo del bambino nell'utero >>>.

    L'acido ascorbico durante la gravidanza nelle prime fasi può causare rigetto fetale, anche se questo è abbastanza raro.

    Dove posso ottenere la vitamina C

    Puoi assumere acido ascorbico durante la gravidanza nel primo trimestre con il cibo. La più grande quantità di questa vitamina si trova nei seguenti alimenti:

    • patate;
    • cavolo marino;
    • mele verdi
    • uva spina, ribes, kiwi, arance e limoni (leggi l'articolo correlato: Limone durante la gravidanza >>>);
    • cavolo bianco.

    L'assunzione giornaliera di almeno uno di questi alimenti ti aiuterà a mantenere livelli adeguati di vitamina C nel tuo corpo..

    Mangia alimenti contenenti eventuali vitamine di cui hai bisogno correttamente. Queste sostanze vengono distrutte se esposte a temperature elevate e acido ascorbico anche quando interagiscono con oggetti metallici.

    Pertanto, gli alimenti contenenti acido ascorbico sono meglio consumati crudi. Inoltre, è indesiderabile tagliarli o grattugiarli finemente..

    In un secondo momento, soprattutto se ci sono indicazioni, è possibile utilizzare la forma di dosaggio della vitamina. L'acido ascorbico è disponibile in varie forme: confetti, compresse con e senza glucosio e compresse solubili. È incluso nei complessi multivitaminici. Con una grave tossicosi, ti verranno consigliate iniezioni di acido ascorbico durante la gravidanza.

    Se non sei ancora incinta, ma stai per avere un bambino, non è necessario assumere ulteriormente la vitamina C. Abbastanza per mangiare pienamente e correttamente. Quando si pianifica una gravidanza, l'acido ascorbico non è prescritto, poiché può aumentare lo stato immunitario del corpo e ciò influirà negativamente sulla capacità dell'utero di prendere un uovo.

    Come ogni vitamina, l'acido ascorbico è utile in dosi moderate. La sua carenza minaccia lo sviluppo di gravi patologie, ma l'eccesso può anche causare complicazioni sotto forma di reazione allergica.

    Acido ascorbico durante la gravidanza - benefici e rischi

    L'istinto materno è un sentimento molto forte che rende possibile proteggere il bambino molto prima della nascita del bambino. Fin dalle prime fasi della gravidanza, non appena una donna scopre la sua nuova posizione, cerca di cambiare le sue abitudini, il cibo, lo stile di vita. Di norma, le donne sane smettono di fumare, l'alcool, cercano di rimanere più all'aria aperta. Un problema a parte è l'alimentazione e le vitamine. I ginecologi moderni non raccomandano alle future madri di bere inutilmente complessi multivitaminici, soprattutto se la donna ha un'alimentazione adeguata: contiene latticini, carne, pesce, frutta e verdura. L'eccezione è l'acido folico: è necessario bere. Se una donna vive in una regione con un basso contenuto di iodio nel suolo, deve essere prescritto lo iodio. Per indicazioni speciali, una donna potrebbe aver bisogno di magnesio. Ma le future mamme cercano di procurarsi tutto il necessario e, soprattutto, di proteggersi dal raffreddore.

    Come sapete, la vitamina C, l'acido ascorbico, combatte meglio contro le malattie virali. L'immunità durante la gravidanza diminuisce, a volte aumenta il rischio di ammalarsi. Questa è una vitamina molto necessaria e importante per qualsiasi corpo, specialmente per una donna incinta. Ma come capire che ti manca?

    Segni di carenza di acido ascorbico

    Per capire se è necessario assumere ulteriormente acido ascorbico, è necessario sapere come si manifesta la carenza di vitamina C nel corpo..

    1. Una persona con una mancanza di vitamina C nel corpo ha un'immunità molto bassa, non può resistere a virus esterni ed è costantemente malata. Spesso, queste persone si aggrappano alla nuova SARS, non avendo il tempo di affrontare le vecchie infezioni. Inoltre, le malattie stesse sono abbastanza difficili da tollerare - con febbre alta, cattiva salute, grave intossicazione.
    2. Con carenza di vitamina C, si avverte indolenzimento osseo durante il movimento..
    3. Una donna diventa passiva o irritabile, appare l'apatia, lo stato nervoso è instabile. Se la futura madre lavora, la mancanza di vitamina influenza la concentrazione e l'attenzione, la memoria peggiora, le prestazioni diminuiscono.
    4. La carenza di vitamina C può essere giudicata dallo stato dei vasi sanguigni. La mancanza della quantità richiesta di vitamina C rende i tessuti deboli, i lividi rimangono sulla pelle anche dopo un leggero contatto fisico o pressione. Appare anche l'epistassi..
    5. Un'altra prova di carenza vitaminica è il sanguinamento e la friabilità delle gengive, l'apertura dello spazio radicale, in alcuni casi, la perdita dei denti.
    6. La vitamina C colpisce l'emoglobina, si sviluppa l'anemia.
    7. La mancanza di vitamina C influisce sull'appetito, una donna rifiuta di mangiare, perde peso.
    8. La mancanza di acido ascorbico colpisce la pelle della futura mamma - l'epidermide diventa secca e irritata, screpolata.

    In casi complessi, si sviluppa la malattia dello scorbuto, che può portare alla formazione di ulcere non cicatrizzanti sul corpo. Durante la gravidanza, questa malattia è estremamente pericolosa per il bambino nell'utero. Ecco perché una donna dovrebbe monitorare attentamente il proprio corpo e rispondere a qualsiasi cambiamento..

    I benefici dell'acido ascorbico in gravidanza

    Abbiamo già scoperto che la mancanza di vitamina C nel corpo è estremamente indesiderabile, ma in che modo l'acido ascorbico influisce sulla gravidanza?

    1. Uno dei principali problemi delle donne in gravidanza sono le malattie frequenti. L'immunità è ridotta, tutte le forze del corpo sono mirate alla crescita e allo sviluppo del bambino nell'utero. È estremamente indesiderabile ammalarsi durante la gravidanza: in primo luogo, l'intossicazione e la febbre alta sono pericolose per il feto e, in secondo luogo, non è possibile assumere medicine, soprattutto nelle prime fasi. Ma siamo tutti persone, lavoriamo in gruppo, è molto difficile evitare le malattie. La vitamina C aiuta a rafforzare l'immunità indebolita: questa è un'ottima prevenzione della SARS.
    2. Una quantità sufficiente di acido ascorbico nel corpo di una donna incinta rafforza i vasi sanguigni, stringe la placenta, riduce il rischio di invecchiamento precoce ed esfoliazione. Placenta sana - adeguata alimentazione del bambino, mancanza di carenza di ossigeno.
    3. Come notato, l'acido ascorbico è necessario per l'elasticità della pelle, è molto importante per una donna incinta, specialmente nelle fasi avanzate. L'acido ascorbico proteggerà la futura madre dalle smagliature o minimizzerà il loro numero.
    4. L'acido ascorbico neutralizza i prodotti durante il loro decadimento, facilitando il metabolismo nel corpo. Ciò significa che la vitamina C aiuta a ridurre le manifestazioni di tossicosi. Inoltre, la vitamina conferisce agli alimenti un'acidità speciale e gli alimenti acidi aiutano a far fronte a una sensazione di nausea..
    5. Un altro problema comune nelle donne in gravidanza è l'emoglobina bassa, l'anemia sideropenica. Anche se consumi molto ferro, non sarà completamente assorbito senza la giusta quantità di acido ascorbico, queste sostanze agiscono in coppia.
    6. Inoltre, l'acido ascorbico ha un effetto positivo sullo stato psicologico di una donna, la rende più resistente allo stress e alla calma, aiuta a rivivere i problemi della casa e del lavoro..
    7. Particolarmente utile è l'acido ascorbico prima del parto, perché rende i tessuti più elastici ed elastici, ciò consente a una donna di partorire senza lacrime, facilita il passaggio del bambino attraverso il canale del parto.
    8. L'acido ascorbico è anche molto necessario per il bambino nell'utero - fornisce il suo sviluppo fisico e mentale, aiuta l'immunità a formare.
    9. Molto spesso, una donna durante la gravidanza incontra malattie del sistema muscoloscheletrico, una delle più comuni è la sinfisite o una discrepanza dell'articolazione pubica. Tra gli altri, uno dei motivi per lo sviluppo della patologia è la mancanza di vitamina C nel corpo.
    10. L'acido ascorbico aumenta la coagulazione del sangue, questo riduce il rischio di sanguinamento uterino durante il parto.
    11. Molto spesso, le donne durante il periodo in cui hanno un bambino incontrano vene varicose. Un carico nettamente aumentato, molto peso - tutto ciò influenza lo stato delle vene, la malattia si sviluppa durante la gravidanza. E l'acido ascorbico ti consente di mantenere in buone condizioni vene e vasi sanguigni.
    12. L'acido ascorbico neutralizza e rimuove dal corpo sostanze tossiche, tossine e metalli pesanti. Inoltre, la vitamina C aiuta a ridurre il colesterolo nel sangue..

    L'acido ascorbico può essere assunto in compresse o in polvere, i preparati più popolari a base di vitamina C sono Ascorutin, Tsevikap, Asvitol, Rostvit, ecc. Ma è molto più utile e piacevole usare cibi con un alto contenuto di acido ascorbico. Tra i detentori del record per il contenuto di questa vitamina si possono identificare rosa canina, peperoni rossi, ribes nero, olivello spinoso, prezzemolo, cavoletti di Bruxelles, aneto, kiwi, agrumi, fragole, spinaci, rafano, ecc..

    Danno dell'acido ascorbico

    Inoltre, l'acido ascorbico ha controindicazioni. Non dovresti assumere un integratore vitaminico se hai la tendenza a trombosi, trombosi o tromboflebite. Inoltre, l'acido ascorbico deve essere eliminato in caso di diabete mellito e storia di aborto spontaneo. Inoltre, l'acido ascorbico può causare intolleranza individuale, in caso di reazione allergica, è necessario eliminare un'assunzione aggiuntiva di vitamina..

    Ricorda che l'acido ascorbico non è un dolce innocuo che puoi mangiare in qualsiasi quantità. Ricorda la tua salute e il bambino nell'utero, prendi la vitamina C solo come indicato, non superando le dosi consentite.

    Video: cosa succederà se mangi molto acido ascorbico

    Le donne in gravidanza possono usare l'acido ascorbico?

    Durante il portamento di un bambino, una donna dovrebbe visitare regolarmente un medico, sottoporsi a test e, se necessario, assumere vitamine e farmaci. Un medico può prescrivere vitamina C durante la gravidanza. Assumere la quantità necessaria di vitamine aiuterà a mantenere la salute della madre e aiuterà il corpo a svilupparsi correttamente.

    Prescrizione di vitamina C durante la gravidanza

    L'acido ascorbico viene assunto durante la pianificazione della gravidanza. Il farmaco aiuta il corpo a rafforzare la difesa immunitaria, rafforza le pareti dei vasi sanguigni, promuove un migliore assorbimento del ferro, prevenendo così lo sviluppo di anemia.

    Durante la gravidanza, i farmaci o l'integrazione devono essere monitorati da un medico..

    Se usato in modo errato, l'acido ascorbico può essere pericoloso. Le raccomandazioni del medico devono essere rigorosamente rispettate..

    Proprietà chimiche e fisiche dell'acido ascorbico.

    Posso prendere durante la gravidanza

    Le donne in gravidanza possono assumere vitamina C solo dopo aver consultato un medico. Se usato in modo errato, le vitamine possono danneggiare la madre o il bambino.

    Secondo l'OMS, in alcuni casi, l'uso di acido ascorbico durante la gravidanza può provocare un rischio di rottura prematura delle membrane delle membrane..

    Alle donne in gravidanza non è vietato l'uso di acido ascorbico con glucosio. Questo farmaco può essere prescritto per la regolazione del metabolismo, con intossicazione o insufficienza renale..

    In 1 trimestre

    Lo sviluppo tempestivo del feto richiede la presenza nel corpo della giusta quantità di acido ascorbico. Non è raccomandato per le donne in gravidanza di assumere questo farmaco nel primo trimestre, può aumentare il tono uterino. Dovresti controllare l'uso di alimenti ricchi di vitamina C. Il fatto è che l'immunità di una donna può assumere il feto per un organismo estraneo, che deve essere eliminato. Tale reazione può causare un aborto spontaneo..

    Nel 2o trimestre

    In un secondo momento, l'uso di vitamina A è giustificato. Nel secondo trimestre, il feto inizia a svilupparsi più attivamente, la madre e il bambino hanno bisogno di più nutrienti. L'acido ascorbico rinforza le pareti dei vasi sanguigni e riduce anche la probabilità delle vene varicose.

    Entrando nel corpo di una donna che trasporta un bambino, l'acido ascorbico rafforza la difesa immunitaria del corpo e il feto, assorbendolo, si adatta alle condizioni esterne.

    Nel 3 ° trimestre

    L'uso di acido ascorbico nel terzo trimestre riduce la probabilità di smagliature, aumenta l'elasticità della pelle, riducendo così il rischio di rotture durante il parto e sarà più facile per il bambino passare attraverso il canale del parto.

    Spesso, l'emoglobina diminuisce durante la gravidanza ed è difficile per il corpo far fronte a un doppio carico. Nella maggior parte dei casi, questi problemi scompaiono dopo il parto, ma i medici controllano il livello di emoglobina e prescrivono preparazioni di ferro per normalizzarlo, poiché un basso livello di emoglobina può essere pericoloso per lo sviluppo del feto..

    Il ferro è ben assorbito insieme all'acido ascorbico, quindi in farmacia puoi acquistare forme di ferro già pronte insieme alla giusta quantità di acido ascorbico.

    Forme di rilascio e tariffa giornaliera per le donne in gravidanza

    Le donne in gravidanza devono assumere vitamine, medicinali o integratori alimentari solo dopo aver consultato il proprio medico.

    Solo un medico può prescrivere il dosaggio necessario del farmaco.

    Nel mercato farmaceutico, l'acido ascorbico è presentato in varie forme:

    • dragée;
    • compresse effervescenti;
    • compresse masticabili;
    • sciroppi;
    • polveri;
    • soluzioni iniettabili.

    Il medico sceglierà la forma appropriata di rilascio e il giusto dosaggio.

    Caramelle gommose

    1 compressa di acido ascorbico ricoperta di zucchero contiene 50 mg di ingrediente attivo.

    Pop

    Una compressa effervescente rotonda contiene 250 mg di ingrediente attivo. Questa forma del farmaco deve essere sciolta in 200 ml di acqua. I pop non devono essere masticati, ingeriti o assorbiti. Durante la gravidanza, vengono prescritti 250 mg al giorno in un periodo di 10-14 giorni. Altre vitamine diverse dalla vitamina C possono essere incluse nei pop..

    iniezioni

    La vitamina C viene rilasciata come iniezione per somministrazione endovenosa o intramuscolare. 1 ml di soluzione contiene 50 mg di sostanza attiva. Le iniezioni vengono utilizzate per ricostituire le riserve di vitamine nel corpo quando la somministrazione orale non è possibile..

    La vitamina C nelle fiale viene assorbita dall'organismo meglio della forma della compressa.

    Le forme di iniezione durante la gravidanza sono prescritte solo in caso di emergenza.

    Polvere

    L'acido ascorbico sotto forma di polvere viene utilizzato per la preparazione di bevande. Una bustina (1 g) viene sciolta in 1 litro di acqua, la soluzione risultante deve essere bevuta preparata al momento.

    Pillole masticabili

    Il farmaco viene rilasciato sotto forma di compresse masticabili con un dosaggio di 25 mg, 50 mg e 75 mg del principio attivo. Dovrebbero essere presi dopo i pasti..

    Controindicazioni ed effetti collaterali

    L'assunzione di medicinali con vitamina C può nuocere.

    Non puoi assumere acido ascorbico durante la gravidanza se ci sono le seguenti controindicazioni:

    • diabete;
    • tromboflebite;
    • reazioni allergiche;
    • trombosi;
    • ipersensibilità.

    L'assunzione di acido ascorbico è controindicata se una donna incinta soffre di diabete.

    Quando una donna incinta usa alte dosi di vitamina C, lo scorbuto può svilupparsi in una somministrazione endovenosa neonatale di alte dosi del farmaco può causare l'interruzione della gravidanza a causa dell'estrogenemia.

    Si deve usare cautela quando:

    • deficit di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
    • emocromatosi;
    • anemia sideroblastica;
    • talassemia;
    • iperossaluria;
    • oxalose;
    • urolitiasi.

    Gli effetti collaterali si manifestano sotto forma di riduzione delle prestazioni, nausea, vomito, diarrea, mal di stomaco, eruzioni cutanee ed eruzioni cutanee, disturbi metabolici.

    Se si verificano effetti collaterali, è necessario interrompere l'assunzione di vitamina C e consultare un medico.

    Alimenti ricchi di vitamina C.

    La donna incinta dovrebbe cambiare la dieta aggiungendo cibi ricchi di vitamina C. È necessario informare il medico che la donna incinta riceve acido ascorbico con il cibo, il medico cambierà il dosaggio del farmaco. Le sostanze in eccesso nel corpo rappresentano un pericolo per il feto e la madre durante il periodo di gestazione.

    Alimenti ricchi di vitamina C..

    Ci sono molti prodotti che sono superiori agli agrumi nel contenuto di acido ascorbico. Questi prodotti includono:

    1. Il cinorrodo secco contiene 1100 mg di acido ascorbico per 100 g Usato per preparare sciroppo, infuso, tè.
    2. I cinorrodi freschi contengono meno vitamina C, solo 650 mg.
    3. Crespino (500 mg) è usato in cucina e medicina tradizionale.
    4. Frutti maturi di peperone dolce (400 mg)
    5. Peperoncino piccante (242 mg).
    6. Olivello spinoso (200 mg).
    7. Broccoli (89 mg).
    8. Cavolfiore (70 mg).
    9. Spinaci (55 mg).
    10. Foglia di alloro (46 mg).
    11. Limone (40 mg).
    12. Sedano (38 mg).

    Questi prodotti sono utili non solo per le donne che hanno un bambino, ma anche per bambini, adulti, nel periodo postoperatorio. Se la dieta di una donna incinta contiene regolarmente cibi ricchi di vitamina C, non sarà necessario assumere preparati di acido ascorbico.

    Prima di assumere acido ascorbico quando si trasporta un bambino, è necessario consultare uno specialista. Le donne in gravidanza non devono superare il dosaggio raccomandato dal medico. L'uso di alte dosi di vitamina C può portare allo sviluppo di disturbi nel corpo della madre e del feto.

    Valuta l'articolo, per favore!

    Dai il tuo voto agli articoli da 1 a 5:

    Punteggio medio: 0 / 5. Voti: 0

    Ancora nessuna valutazione, sii il primo a valutarla!

    Siamo spiacenti che questo articolo si sia rivelato inutile per te.!

    Cerchiamo di migliorare.

    Dimmi come possiamo migliorare questo articolo.?

    Acido ascorbico durante la gravidanza

    I benefici dell'acido ascorbico in gravidanza

    L'acido ascorbico durante la gravidanza aiuta ad aumentare la resistenza del corpo di una futura madre

    La vitamina C è una sostanza solubile in acqua che agisce come antiossidante. È coinvolto in molti processi nel corpo: la formazione di collagene, la sintesi di ormoni steroidei, stimola la sintesi dell'interferone.

    L'acido ascorbico durante la gravidanza svolge le seguenti funzioni:

    1. rafforzare l'immunità. Durante il periodo di gestazione, il corpo femminile è più suscettibile a varie infezioni che influenzano negativamente lo sviluppo del feto;
    2. contribuisce allo sviluppo e al normale funzionamento della pelle, dei denti, delle ossa del feto e della madre;
    3. aumenta la resistenza del corpo allo stress e alla fatica;
    4. neutralizza le tossine dal cibo, contribuisce alla loro eliminazione;
    5. normalizza il cervello;
    6. riduce la formazione di nitrosammine;
    7. rafforza le pareti vascolari. Ciò consente di ridurre la perdita di sangue durante il parto e di accelerare il recupero del corpo femminile;
    8. partecipa alla conversione dell'acido folico in folati;
    9. aiuta a rimuovere il colesterolo;
    10. stimola la sintesi di elastan e collagene.

    L'acido ascorbico favorisce l'assorbimento di vitamina D e ferro, che rinforza il tessuto osseo. La ricezione di una quantità sufficiente di questa sostanza nel corpo di una donna incinta contribuisce al corretto sviluppo intrauterino del bambino.

    Come prendere l'acido ascorbico durante la gravidanza?

    È possibile per le donne in gravidanza avere la vitamina C? Sì, ma l'ammissione nel primo trimestre dovrebbe essere limitata.

    Questa vitamina entra nei tessuti non solo con il cibo. Per reintegrare la sua quantità, è possibile utilizzare i farmaci. Ma è importante osservare il dosaggio. Non deve superare i 100 mg al giorno.

    Nel primo trimestre, la quantità che viene fornita con il cibo è di solito sufficiente. Una grande quantità di vitamina si trova negli agrumi, ribes nero, cachi, patate al forno, ecc. Ma anche questi alimenti utili dovrebbero essere consumati con moderazione..

    Per quanto riguarda i preparati con vitamina C, è meglio astenersi da loro all'inizio della gravidanza, assumerli può essere pericoloso, soprattutto per coloro che hanno già riscontrato il problema dell'aborto spontaneo nelle prime fasi. L'acido ascorbico rafforza la difesa immunitaria contro gli agenti estranei e il bambino nell'utero è estraneo al corpo della madre. Pertanto, l'uso aggiuntivo di droghe può portare ad aborto spontaneo.

    Prima del concepimento, l'uso di acido ascorbico è necessario in un dosaggio standard. Un'eccezione possono essere le donne che hanno una storia di problemi di fecondazione e gestazione.

    Il medico può prescrivere un appuntamento aggiuntivo nel secondo trimestre. Ma il dosaggio deve essere osservato (la decisione è presa dal medico). In un secondo momento, la vitamina C è necessaria per prevenire la minaccia di aborto spontaneo. Migliora anche l'elasticità dei tessuti. Pertanto, il rischio di rotture, la comparsa di smagliature è ridotta e si verifica un recupero più rapido dopo il parto. La pelle non si incurva quando scompare l'addome e quando si perde peso, ma assume rapidamente la sua forma precedente.

    Nel II trimestre, è necessaria l'assunzione di acido ascorbico, il dosaggio è fissato dal medico

    L'acido ascorbico migliora la coagulazione del sangue, che aiuta a ridurre il rischio di sanguinamento del travaglio. Il dosaggio di vitamina nel secondo e terzo trimestre è in media di 60 mg al giorno. I medici prescrivono spesso l'assunzione di vitamine insieme ad altre sostanze medicinali se è necessario sostenere il corpo della madre o se ci sono problemi nello sviluppo del bambino.

    Possibili controindicazioni

    Nonostante tutti i benefici dell'acido ascorbico, il suo uso aggiuntivo non è sempre consentito. Durante la gravidanza, una donna dovrebbe considerare controindicazioni.

    • un alto grado di densità del sangue o coagulazione, una tendenza a formare coaguli di sangue;
    • diabete, poiché le compresse possono contenere lattosio;
    • tromboflebite;
    • intolleranza individuale o aumento del rischio di allergie.

    Non assumere da soli compresse di acido ascorbico. Per prima cosa devi consultare un medico e prendere in considerazione le caratteristiche del corso della gravidanza. Dovrebbe anche essere chiaro che la vitamina entra nel corpo con il cibo e il suo uso aggiuntivo può causare un sovradosaggio..

    Nel terzo trimestre di gravidanza, l'assunzione di vitamina C aiuterà a preparare il corpo per le nascite future.

    Cosa succederà in caso di sovradosaggio?

    Devi capire che qualsiasi farmaco, anche le vitamine, può dare effetti collaterali e, con un uso eccessivo di esso, è possibile un sovradosaggio, che è estremamente indesiderabile per una futura madre.

    Se viene superata l'assunzione giornaliera del farmaco, i seguenti sintomi sono caratteristici:

    • aumento della temperatura generale;
    • nausea e vomito;
    • vertigini;
    • confusione:
    • disturbi del sonno.

    Con l'uso prolungato di dosi più elevate del farmaco, il feto e la madre possono avere un disturbo metabolico, problemi di coagulazione del sangue e dopo il parto, il bambino può avere una sindrome da astinenza con complicanze.

    La risposta alla domanda "Le donne in gravidanza possono usare la vitamina C?" ovvio: è possibile. L'acido ascorbico è una sostanza che deve necessariamente entrare nel corpo di una donna incinta ogni giorno. La vitamina lo protegge dagli effetti negativi di fattori interni ed esterni, aiuta il feto a formarsi e svilupparsi correttamente.

    Tuttavia, se usato in modo improprio, può causare danni, specialmente nel primo trimestre di gravidanza. E se alla futura mamma viene prescritto un complesso multivitaminico o l'assunzione di un singolo farmaco, il suo dosaggio deve essere calcolato da uno specialista tenendo conto dell'assunzione di acido ascorbico con il cibo, le caratteristiche della condizione della donna incinta e del feto. Quindi l'uso di una vitamina così utile porterà solo benefici!

    Vitamina C durante la gravidanza: effetto, dosaggio e conseguenze dell'assunzione incontrollata

    La vitamina C, nota anche come acido ascorbico, è un antiossidante solubile in acqua che può neutralizzare i radicali liberi. Svolge un ruolo importante nella resistenza del corpo alle infezioni, partecipa al processo di cicatrizzazione e cicatrizzazione delle ferite e all'assorbimento del ferro da vari prodotti, necessario per la prevenzione dell'anemia. Un'adeguata assunzione di vitamina C per le donne in gravidanza aiuta a mantenere la salute materna e garantire lo sviluppo fetale.

    Il corpo non è in grado di conservare a lungo l'acido ascorbico e conservarlo per il futuro, quindi è necessario il suo uso quotidiano, che è garantito dall'inclusione di frutta e verdura nella dieta. Sfortunatamente, con tossicosi o disturbi digestivi, che si trovano spesso nelle future mamme, c'è una diminuzione dell'assunzione di nutrienti. È possibile bere vitamina C in aggiunta durante la gravidanza, se il cibo non fornisce la sua norma e ciò che minaccia un sovradosaggio?

    Perché la vitamina C

    L'acido ascorbico è un partecipante necessario in molti processi del corpo relativi sia alla madre che al bambino nell'utero:

    1. La vitamina C è importante nella sintesi delle proteine ​​strutturali - collagene, che è un componente della cartilagine, delle ossa e di altri tessuti, quindi è necessario per curare ferite, fratture e lussazioni, ripristinare e mantenere la salute della pelle, la crescita ossea. L'acido ascorbico migliora l'elasticità della pelle, quindi riduce il rischio di smagliature (strie). Una quantità sufficiente di collagene previene il sanguinamento delle gengive e le emorragie sottocutanee derivanti dalla fragilità delle pareti dei vasi sanguigni.
    2. Come antiossidante, protegge le cellule del corpo dagli effetti ossidanti dei radicali liberi.
    3. Aiuta a combattere le infezioni e aiuta a neutralizzare le tossine prodotte da batteri e virus patogeni e aiuta anche a rimuovere arsenico, piombo e benzene dal corpo. Vitamina C - un componente importante dei globuli bianchi - globuli responsabili dello sterminio dei microrganismi patogeni.
    4. L'acido ascorbico aiuta l'organismo ad assorbire il ferro, che mantiene un livello normale di emoglobina nel sangue ed evita l'anemia. È anche una partecipante necessaria alla formazione della forma attiva di vitamina D e acido folico..
    5. La vitamina aiuta a far fronte all'aterosclerosi, poiché inibisce l'accumulo di colesterolo e regola il metabolismo lipidico..
    6. L'acido ascorbico è coinvolto nella formazione dei tessuti del bambino, rafforza i vasi sanguigni della placenta, fornisce ossigeno sufficiente al feto e riduce anche il rischio di distacco della placenta.

    La carenza di vitamina C porta a gravi complicazioni per la salute della madre e del bambino. Quindi, secondo una ricerca di scienziati danesi, la sua inclusione nella dieta delle donne in gravidanza gioca un ruolo importante nello sviluppo ottimale del cervello fetale, e questo deve essere fatto fin dall'inizio, quando si posano gli organi e i sistemi del bambino.

    I primi segni di carenza di vitamina C includono malattie gengivali, capelli fragili, pelle ruvida e secca, lividi rapidamente e tagli a guarigione lenta. La complicazione più nota della carenza di acido ascorbico è lo scorbuto, che è caratterizzato da una sintesi alterata del collagene e dalla perdita della forza del tessuto connettivo. Questo porta a sanguinamento delle gengive e alla distruzione dei capillari sotto la pelle. È vero, per iniziare lo sviluppo di questa condizione, è necessaria l'ipovitaminosi a lungo termine - più di un mese e i sintomi visibili compaiono non prima del quarto mese.

    È possibile assumere vitamina C durante la gravidanza e durante la pianificazione?

    Alle donne in gravidanza vengono prescritti integratori di vitamina C più spesso per ipovitaminosi (compresi quelli causati da tossicosi), malattie infettive, anemia, ulcere, colite ed enterite, sanguinamento uterino, nonché sovraccarichi mentali e fisici e malattie della pelle..

    In condizioni normali, consumare una quantità sufficiente di vitamina C dal cibo è il modo migliore per ottenerlo per le donne in gravidanza, soprattutto perché è contenuto in grandi dosi di frutta e verdura. Quindi, 50 grammi di ribes nero, olivello spinoso, peperone o due arance possono più che compensare la tariffa giornaliera di una donna incinta.

    Nelle catene di farmacie, i farmaci con acido ascorbico sono molto diffusi. Utili in alcuni casi, a volte vengono utilizzati in modo incontrollabile. L'assunzione di vitamina C non deve superare l'assunzione giornaliera raccomandata, specialmente durante la gravidanza..

    Una donna non dovrebbe dimenticare la vitamina C quando pianifica una gravidanza, perché il corpo deve essere preparato per un periodo difficile per lui. Le future mamme coscienti iniziano questo processo sei mesi prima del concepimento: abbandonare le cattive abitudini, scegliere cibi sani, fare i test necessari, scoprire quali vitamine e minerali mancano al corpo. Il dosaggio necessario di vitamina C durante la pianificazione della gravidanza è determinato dal medico.

    L'assunzione incontrollata o il sovradosaggio di vitamina C durante la pianificazione della gravidanza porta alle seguenti conseguenze:

    • l'uso prolungato di oltre 2 grammi al giorno può aggravare la gotta o portare alla formazione di calcoli renali;
    • si nota che alte dosi di acido ascorbico possono creare dipendenza e, con una brusca interruzione del farmaco, si verificano sintomi simili all'ipovitaminosi;
    • un'alta dose una tantum di vitamina C porterà a nausea, crampi addominali, affaticamento, mal di testa, insonnia e diarrea;
    • Gli effetti a lungo termine del sovradosaggio regolare includono un aumentato rischio di sviluppare il morbo di Parkinson, infiammazione dell'esofago, alterazioni dei globuli rossi, formicolio o irritazione della pelle, ispessimento dei vasi sanguigni vicino al cuore e complicanze del tratto urinario;
    • nel diabete, dosi eccessivamente alte di acido ascorbico possono portare ad un aumento della glicemia.

    Oltre alle complicazioni di cui sopra, l'eccesso di vitamina C durante la gravidanza può portare ai seguenti problemi:

    • Secondo studi statistici, l'abuso di vitamina durante la gravidanza può causare sintomi di scorbuto in un neonato.
    • Una grande dose di vitamina C, presa alla volta, durante la gravidanza aumenta il rischio di parto prematuro e la comparsa di pressione sanguigna pericolosamente alta, questo è uno dei "metodi popolari" per interrompere una gravidanza indesiderata. L'effetto è associato alla partecipazione della sostanza alla sintesi degli ormoni corticosteroidi.

    Molti degli effetti di un sovradosaggio possono essere evitati fornendo una maggiore produzione di urina con diuretici e bevendo molti liquidi..

    Dosaggio e istruzioni per l'uso durante la gravidanza

    La vitamina C è prescritta sia per la prevenzione che per scopi medicinali. Nel primo caso, si raccomanda una dose di 50-100 mg al giorno per gli adulti e 25-75 mg per i bambini. Poiché durante la gravidanza e l'allattamento è necessaria una dose maggiore di acido ascorbico, vengono prescritti 300 mg al giorno per un massimo di 15 giorni a scopo profilattico, quindi il dosaggio viene ridotto a 100 mg. Per il trattamento dell'ipovitaminosi e di altre malattie, una singola dose è di 50-100 mg. Gli adulti lo prendono 3-5 volte al giorno, i bambini - 2-3 volte.

    L'uso del farmaco richiede cautela in caso di problemi renali, diabete mellito, predisposizione ai coaguli di sangue. Se l'acido ascorbico è stato usato per lungo tempo, è importante monitorare la funzionalità renale, la glicemia e la pressione sanguigna.

    La norma della vitamina C durante la gravidanza

    Le donne in gravidanza hanno bisogno di circa 85 mg di vitamina C al giorno. Se l'età della madre non ha raggiunto i 18 anni, 80 mg sono sufficienti per lei, ma questo è il limite inferiore dell'uso di acido ascorbico. Il livello massimo consentito è di 2 grammi al giorno per le donne di età superiore ai 18 anni e di 1800 mg per le ragazze di età inferiore ai 18 anni.

    La maggior parte delle donne non ha bisogno di un ulteriore consumo di acido ascorbico durante la gravidanza, poiché è facile ottenere l'assunzione giornaliera di vitamina C dal cibo. Quindi, 100 g di peperone rosso lo contengono in una quantità di 250 mg, 100 g di ribes nero o olivello spinoso - 200 mg ciascuno, 100 g di arancia, cavolo, fragole o pompelmo - 60 mg.

    Quando si pianifica una gravidanza, si raccomanda inoltre di aumentare il dosaggio minimo di vitamina C a 80-100 mg. Ciò è dovuto alla sua partecipazione all'assorbimento della vitamina E e alla sintesi dell'acido folico, i componenti più importanti della normale funzione riproduttiva. La funzione immunologica dell'acido ascorbico non ha poca importanza, poiché l'infertilità è spesso il risultato di infezioni..

    Varietà di vitamina C

    Nelle farmacie, l'acido ascorbico può essere trovato in molte forme: dalle deliziose compresse agrodolci alle fiale con una soluzione. Qual è la differenza?

    1. Iniezione. Queste sono fiale, in cui 50 mg di acido ascorbico cadono su 2 ml di soluzione. Durante la gravidanza, la vitamina C viene utilizzata per via endovenosa se è necessario accelerare il suo rifornimento o se è impossibile farlo per via orale, ad esempio in caso di malattie del tratto gastrointestinale o tossicosi durante la gravidanza. Prescrizione disponibile.
    2. Dragee. Le palline gialle ascorbiche familiari fin dall'infanzia contengono 50 mg di vitamina C. Durante la gravidanza, se indicato, vengono consumate sei compresse al giorno dopo i pasti, ma non più di 15 giorni. Successivamente, la dose viene ridotta a due pezzi.
    3. Compresse masticabili. Le grandi compresse bianche, tra cui acido ascorbico (da 25 a 100 mg), glucosio o destrosio (zuccheri) ed eccipienti (amido, stearato di calcio, acido stearico), sono un altro mezzo popolare e più familiare per fornire all'organismo vitamina C.
    4. Compresse effervescenti. Una compressa contiene 250 mg di acido ascorbico e un impressionante elenco di eccipienti: carbonato di sodio e bicarbonato, acido citrico, saccarosio, aroma, riboflavina sodio fosfato (vitamina B2), saccarina sodica (dolcificante), macrogol 6000 (polimero per il controllo dell'assorbimento degli ingredienti, non digeribile ), benzoato di sodio (conservante), povidone K-30 (componenti del solvente). Il tablet viene sciolto in acqua e bevuto dopo i pasti.
    5. Polvere. La confezione contiene 1 o 2,5 grammi di acido ascorbico. Si propone di diluirlo in una quantità sufficientemente grande di acqua (1 o 2,5 litri) e durante la gravidanza, utilizzare 300 ml per 10-15 giorni, dopo - 100 ml. Sono disponibili anche confezioni di polvere per la preparazione di una bevanda effervescente con vari gusti e aromi che, in termini di dosaggio e composizione, generalmente assomigliano alle compresse.

    In ciascuna di queste forme di dosaggio, la vitamina C è la stessa. Ma le compresse effervescenti, oltre alla vitamina C, contengono "chimica" - conservanti, aromi, edulcoranti, che è meglio evitare durante la gravidanza.

    La vitamina C è coinvolta in molti processi, ma prima di tutto si tratta di reazioni redox e sintesi di collagene. Una quantità sufficiente di acido ascorbico è facile da ottenere dal cibo, ma in alcuni casi è necessario utilizzarlo sotto forma di preparati farmaceutici. Durante la gravidanza, la vitamina C viene prescritta per la malnutrizione dovuta a tossicosi o malattie gastrointestinali, con sanguinamento uterino, infezioni, sovraccarico fisico ed emotivo. Come qualsiasi farmaco farmaceutico, richiede cautela nell'uso e aderenza accurata al dosaggio.

    Autore: Evgenia Limonova,
    appositamente per Mama66.ru

    La terapia vitaminica è giustificata solo con carenze vitaminiche, che sono estremamente rare nei paesi sviluppati. Durante la gravidanza, può essere giustificato solo l'uso di acido folico. La vitamina C, venduta in farmacia, si ottiene sinteticamente. Cioè, non è affatto ciò che è contenuto in un'arancia. Molti scienziati ritengono che le vitamine sintetiche siano praticamente inutili e non innocue. Le singole frazioni di vitamina C sintetica, infatti, sono una vitamina inferiore, priva della struttura complessa necessaria per l'assimilazione da parte dell'organismo. Di conseguenza, quest'ultimo è costretto ad estrarre i componenti mancanti dai suoi stessi tessuti. Esiste un processo peculiare di derubare il corpo, che si trasforma in una carenza ancora maggiore di vitamine e minerali. È stato osservato che una donna che ha assunto vitamine sintetiche durante la sua gravidanza è carente di calcio e l'integrazione con vitamina C aumenta il rischio di parto prematuro.

    Up