logo

"Vestnik ATOR", con l'aiuto di ginecologi e assicuratori, ha redatto una serie di suggerimenti e raccomandazioni più importanti di cui le donne incinte avranno bisogno durante la pianificazione, la preparazione, il volo e il soggiorno durante una vacanza estiva al mare - dalla scelta dell'assicurazione alle regole di abbronzatura e alimentazione sicure.

I dettagli e le sfumature dell'organizzazione delle ferie estive durante la gravidanza sono stati segnalati a Vestnik ATOR:

Natalia Badikova, ostetrica-ginecologa con 13 anni di esperienza, uroginecologa, candidata a scienze mediche

Julia Alcheeva, direttrice esecutiva di ERV Insurance Company, il principale attore nel mercato assicurativo del monoturismo in Russia.

Dalla nostra recensione imparerai:

  • In quale periodo di gravidanza posso volare in vacanza e in cui è meglio rimanere a casa
  • In quale settimana di gravidanza puoi volare in vacanza all'estero
  • Quale assicurazione scegliere per la gravidanza
  • Cosa devi fare prima di lasciare una donna incinta e quali documenti prendere
  • Quali sintomi è meglio per una donna incinta posticipare il viaggio
  • Aereo, auto, treno - che è più sicuro per le donne in gravidanza?
  • È possibile per le donne incinte passare attraverso uno scanner durante l'ispezione in aeroporto
  • Viaggio aereo durante la gravidanza: come comportarsi e cosa portare con sé
  • Quale paese scegliere per una vacanza al mare durante la gravidanza
  • Come prendere il sole durante la gravidanza
  • Dove è sicuro nuotare in gravidanza - mare o piscina
  • Come mangiare incinta in vacanza
  • Cosa fare se scopri la gravidanza durante le tue vacanze

I. PIANIFICAZIONE DI UNA VACANZA IN GRAVIDANZA

QUANDO IL GRAVIDANTE PUO 'VOLARE IN VACANZA E QUANDO È MEGLIO STARE A CASA

In ogni caso, una decisione su un viaggio durante la gravidanza deve essere presa solo dopo aver superato gli esami e le analisi necessari - per verificare il normale corso della gravidanza, escludere condizioni patologiche.

Per eliminare i rischi della prenotazione anticipata, le donne in gravidanza dovrebbero sempre stipulare un'assicurazione estesa quando acquistano un tour - con l'opzione di assicurazione annullamento viaggio attivata. Se hai appreso della gravidanza più tardi rispetto all'acquisto di un tour, questa assicurazione dovrebbe essere acquistata separatamente, così come un'assicurazione medica speciale (ma ne parleremo più avanti).

Secondo medici e assicuratori, se non ci sono controindicazioni mediche, è meglio andare in vacanza al mare con viaggi aerei nel secondo trimestre di gravidanza, con alcune restrizioni - nella prima e nella prima metà del terzo trimestre (fino a 31 settimane)

"L'età gestazionale va da 14 settimane a 23 settimane, secondo la pratica medica, il periodo più" calmo "e relativamente sicuro per i voli e qualsiasi viaggio", afferma Natalya Badikova, ostetrico-ginecologa.

Gravidanza da 14 settimane a 23 settimane, secondo la pratica medica, il periodo più "calmo" e relativamente sicuro per i voli e qualsiasi viaggio

Secondo i medici, il punto non è solo che le donne in gravidanza hanno spesso tossicosi fino a 12 settimane, che si manifesta in affaticamento, nausea, cattiva salute, cambiamenti nelle preferenze del gusto, ecc., Che, ovviamente, non contribuiscono a un riposo tranquillo. Ma il fatto è che fino alla 14a settimana inclusa nel corpo della donna c'è un'intensa “posa” di base di tutti i sistemi e gli organi del bambino - ed è importante per lei non interferire. Inoltre, in Russia, lo screening più importante durante la gravidanza viene eseguito alla fine del primo trimestre - dalle 11 alle 14 settimane. Questo screening comprende la diagnostica ecografica specializzata, il calcolo del rischio individuale di avere un bambino con patologia cromosomica e una serie di studi complessi. È estremamente indesiderabile perdere, quindi è meglio escludere del tutto un viaggio lontano dal luogo dell'osservazione medica dalle 11 alle 14 settimane di gravidanza.

La stessa regola si applica per 18-21 settimane - in questo momento, le donne in gravidanza vengono sottoposte a un secondo screening (diagnosi perinatale delle anomalie dello sviluppo fetale, uno studio molto importante), quindi è necessario essere alla portata della clinica in cui è condotto e pianificare correttamente le date di inizio e fine del tour per superare questo esame.

PRIMA DI QUALSIASI SETTIMANA DI GRAVIDANZA PUOI VOLARE SULLE VACANZE ALL'ESTERO DELLA GRAVIDANZA

Si noti che il terzo trimestre di gravidanza non è generalmente raccomandato per i viaggi con viaggi aerei e cambiamenti climatici. In particolare, i medici ritengono estremamente indesiderabile andare in vacanza dalla 28a settimana di gravidanza fino al parto, se:

  • c'è una storia ostetrica e ginecologica gravata (aborto precedente, aborti spontanei, mancate gravidanze, gravi malattie ginecologiche, ecc.)
  • ci sono gravi malattie concomitanti somatiche, comprese le malattie autoimmuni
  • è una gravidanza multipla (gemelli o terzine).

Tuttavia, se la gravidanza procede normalmente, senza complicazioni, un turista può andare in vacanza al mare all'estero, ma in modo che si concluda entro e non oltre 31 settimane di gravidanza.

Perché esattamente questo periodo? Il punto non è solo l'aumento del rischio in questa fase, ma anche che tutti i prodotti assicurativi speciali esistenti in Russia con opzioni per le donne in gravidanza forniscono una copertura assicurativa per le spese mediche per le donne in gravidanza fino a un massimo di 31 settimane. Pertanto, tutti i viaggi di donne in gravidanza, a partire da 32 settimane, non sono assicurati da alcuna compagnia assicurativa. Semplicemente non esistono politiche di questo tipo, il che significa che le complicazioni o le nascite premature all'estero minacciano enormi importi addebitati per il trattamento.

Dopo 32 settimane, sia i medici che gli assicuratori danno a tutti un buon consiglio: non viaggiare all'estero, a meno che non si tratti di alcune situazioni di vita difficili. Questo consiglio dovrebbe essere preso estremamente sul serio. Le statistiche del più grande assicuratore di viaggi, ERV, sono deludenti: 9 donne su 10 che cercano assistenza medica all'estero per complicazioni della gravidanza perdono il bambino.

Infine, ricordiamo un altro fattore. Con un'età gestazionale di 30-34 settimane, viene eseguita un'ecografia nel luogo di osservazione della donna incinta. Cioè, durante questo periodo è anche meglio essere nella zona di copertura della struttura sanitaria, dove si svolge il monitoraggio della gravidanza.

QUALE ASSICURAZIONE PER SCEGLIERE INCINTO

“La prima cosa che i turisti dovrebbero capire: per le donne incinte che viaggiano all'estero, hanno bisogno di un'assicurazione speciale e separata con opzioni specifiche per le donne incinte. Nessuna delle polizze assicurative di base sul mercato, che viene fornita "di default" in un normale pacchetto turistico, copre i rischi di complicanze della gravidanza per un periodo di 12-31 settimane. In questo caso, il turista deve chiedere all'agente di viaggio o stipulare un'assicurazione aggiuntiva nell'ambito di un programma speciale ", ha affermato il direttore esecutivo di ERV Insurance Company.

Per le donne in gravidanza che viaggiano all'estero, è necessaria un'assicurazione speciale e separata con opzioni specifiche per le donne in gravidanza - questa non è l'assicurazione che è già nel pacchetto turistico

La stragrande maggioranza delle compagnie assicurative russe non include nei programmi di base e nei rischi di complicanze della gravidanza fino a 12 settimane. L'unica eccezione sul mercato è l'assicurazione ERV, che anche nella versione "base" riconosce le complicazioni della gravidanza fino a 12 settimane come evento assicurato, in quanto è possibile che l'assicurato non potesse conoscere la sua gravidanza nelle fasi iniziali.

I prodotti assicurativi per le donne incinte, a partire dal periodo di 12-13 settimane, sono nell'assortimento di tutti i principali attori del mercato assicurativo, un turista può scegliere tale assicurazione in base a una serie di opzioni, l'importo della copertura assicurativa o il prezzo.

Per quanto riguarda le assicurazioni che coprono i rischi fino a 31 settimane di gestazione (questo è il periodo massimo), ce ne sono relativamente pochi. L'assicurazione più “completa” è di nuovo con ERV (tariffa Optima): oltre al termine fino a 31 settimane incluso, la copertura comprende le spese mediche non solo per le donne, ma anche 10 mila euro per la cura di un bambino in un istituto medico in caso di parto prematuro (altre compagnie coprono solo spese mediche materne). Questo importo è sufficiente per l'assistenza a lungo termine di un bambino che utilizza attrezzature speciali in Europa o in Turchia.

E, naturalmente, l'assicurazione deve necessariamente includere l'opzione "annullamento del viaggio" (nella vita di tutti i giorni è anche chiamata "assicurazione di viaggio"). Le condizioni della donna incinta stanno cambiando e può accadere che prima del viaggio lei abbia controindicazioni al volo. È importante ricordare che se un turista vola con suo marito, i suoi figli, altri parenti, riceveranno l'intero importo dell'intero tour solo se viene rilasciata la "assicurazione di viaggio" per tutti (e non solo per la donna incinta).

COSA DEVI FARE PRIMA CHE LA DONNA INCINTA È UNA VACANZA E QUALI DOCUMENTI PRENDERE

Prima del viaggio (3-7 giorni), è necessario visitare il terapista e il ginecologo frequentante, ottenere consigli e, se necessario, sottoporsi ai test e alle procedure prescritti.

È necessario chiedere al medico di rilasciare un certificato per la compagnia aerea sulla durata della gravidanza e l'assenza di controindicazioni mediche (senza di essa, se ci sono segni esterni di gravidanza, alcuni vettori potrebbero non consentire a bordo dell'aeromobile).

“Oltre all'assicurazione, ai documenti di viaggio e ai passaporti, dovresti anche prendere una carta di scambio, specialmente se vai in Russia. Per comodità e tranquillità, un vacanziere può anche prendere un estratto dal medico curante con la sua anamnesi, gli appuntamenti, i risultati dell'ultima ecografia, lo screening, ecc., E tradurli, se non nella lingua del paese ospitante, quindi almeno in inglese ", consiglia il medico ginecologo Natalya Badikova.

Sarebbe anche positivo se il medico curante potesse essere in contatto con il turista durante le vacanze. I moderni servizi di telemedicina lo consentono. Ad esempio, prima del viaggio, è possibile verificare con il proprio medico se consulta in remoto in un'applicazione speciale o acquistare un abbonamento a diverse consultazioni di telemedicina di un operatore di telemedicina di fiducia. A proposito, anche i ginecologi si consultano da remoto.

QUALI SONO I SINTOMI CHE È MEGLIO POSITARE UN VIAGGIO

“Disegnare dolori nell'addome inferiore nel primo trimestre di gravidanza, tirando, dolori crampi o tensione (contrazioni false e vere) - nel secondo e terzo trimestre di gravidanza prima del viaggio - una campana d'allarme. Questi sono motivi incondizionati per cure mediche immediate. L'individuazione brunastra o, soprattutto, la colorazione scarlatta in qualsiasi fase della gravidanza, acquosa nel secondo e terzo trimestre è anche un'occasione per vedere immediatamente un medico e non andare in aeroporto ", afferma Natalya Badikova.

Tra gli altri "cattivi" segni che indicano la necessità di consultare tempestivamente un turista con un medico c'è un forte mal di testa, accompagnato da acufene. Questi possono essere i primi segni di gestosi o preeclampsia. Ragioni per rinviare il viaggio per la donna incinta - vomito, diarrea e esacerbazione di malattie concomitanti.

Affinché una donna incinta possa annullare in sicurezza il viaggio per motivi di salute e non perdere denaro, quando acquista un tour o separatamente (ma al massimo 5 giorni prima della partenza), è necessario stipulare un'assicurazione di viaggio per tutti i partecipanti al tour, di cui abbiamo già parlato. Di norma, il suo costo è del 5% del tour totale.

II. VOLI IN GRAVIDANZA

AEREO, AUTO, TRENO - CHE COSA È SICURO PER LE DONNE INCINTE?

Contrariamente alla credenza popolare, un aereo non è affatto il mezzo di trasporto più "rischioso" per le donne in gravidanza.

“Molte persone pensano che la cosa più sicura per le donne in gravidanza di viaggiare in auto è perché puoi fermarti dove vuoi. Ma non è così. Quindi, mentre si agita in una macchina, non si agita da nessuna parte, nemmeno su un treno. Dossi, brusche frenate, situazioni di emergenza pericolose sulla strada: tutto ciò influisce molto negativamente sullo stato di gravidanza. Inoltre, prolungata mancanza di esercizio fisico, cinetosi, odore di benzina - questo può innescare una cascata di reazioni patologiche ", afferma il dott. Badikova.

Per quanto riguarda il treno, quindi se si tratta di un comodo treno espresso, e soprattutto se il viaggio non è lungo (3-4 ore, Sapsan), allora può essere preso in considerazione. Puoi anche considerare i nuovi express a due piani "Mosca-Sochi". In altri casi, soprattutto se il treno è vecchio, con bagni adatti all'età, i medici raccomandano di pensare a un aereo anziché a un treno.

PU THE IL MODO INCINTO PASSARE LO SCANNER DURANTE LA PROIEZIONE IN AEROPORTO

Solo le macchine a raggi X sono pericolose, quindi dovresti scoprire che tipo di scanner all'aeroporto. Se sul dispositivo è presente un'icona corrispondente, è necessario mostrare al dipendente dell'aeroporto un certificato di gravidanza e passare attraverso altre procedure di screening.

Tuttavia, i moderni dispositivi negli aeroporti non sono pericolosi per le donne in gravidanza. “I moderni scanner per aeroporti utilizzano un campo elettromagnetico a bassa frequenza. Non si tratta di radiazioni ionizzanti, non vi è alcun danno al corpo della donna incinta e al bambino da esso, così come dagli ultrasuoni ", afferma Natalya Badikova.

VOLO DURANTE LA GRAVIDANZA: COME IMPARARE E COSA PRENDERSI

I viaggi aerei hanno anche i propri fattori che possono influire negativamente sulla salute delle donne in gravidanza. Ci sono rischi, ma se una donna incinta si sente bene e i medici non hanno obiezioni alle vacanze, puoi volare.

In primo luogo, queste sono le differenze di pressione sanguigna durante il decollo e l'atterraggio. Di solito lottano con questo creando uno stato di riposo (in volo è necessario prendere un cuscino speciale con boost regolabile, tappi per le orecchie usa e getta, una maschera per il viso) e una bevanda abbondante (acqua naturale senza gas). Puoi tranquillamente acquistare acqua all'aeroporto dopo aver attraversato il confine. È anche bello portare con te una barretta di cioccolato fondente (in caso di cadute di pressione e solo per uno spuntino).

In secondo luogo, si tratta di inattività fisica e di una lunga permanenza in posizione seduta, quindi le donne in gravidanza dovrebbero scegliere, se possibile, durante questo periodo della loro vita, destinazioni per rilassarsi con un volo breve (3-5 ore)

Ove possibile, le donne in gravidanza dovrebbero scegliere durante questo periodo delle loro destinazioni di vita per rilassarsi con un volo breve (3-5 ore)

Perché? “Una lunga permanenza in posizione seduta porta a un ristagno nel bacino. Ciò può interrompere il flusso sanguigno negli organi pelvici, compreso l'utero, e causare un cambiamento nella funzione intestinale. I cappi intestinali gonfi possono esercitare pressione sull'utero, possono causare ipertensione, che in alcuni casi può causare un aborto ”, spiega Natalya Badikova. Come affrontare questo rischio? È semplice: durante il volo, devi provare a camminare più spesso in cabina, alzarti, cambiare la posizione del corpo, fare ginnastica leggera per gambe e braccia.

Quando si prende un volo (nel bagaglio a mano), una donna incinta non dovrebbe dimenticare di prendere prodotti per l'igiene (salviettine umidificate, cuscinetti usa e getta, ecc.), Acqua micellare (non più di 100 ml consentiti sull'aereo) - per idratare la pelle in volo, una serie di preparativi (se i preparati sono rari e soggetti a prescrizione medica, è meglio prendere una prescrizione per loro, a volte con una traduzione autenticata - per evitare difficoltà alla frontiera).

Inoltre, le donne in gravidanza dovrebbero prendersi cura della maglieria a compressione in volo. Dovrebbe essere calze o gambaletti (la classe di compressione dovrebbe essere determinata dal medico curante). Nel secondo e terzo trimestre, una fasciatura prenatale dovrebbe essere indossata per il volo. Per il periodo del volo, una donna dovrebbe indossare biancheria intima di cotone e un reggiseno con spalline larghe.

In volo, è meglio che le donne incinte indossino scarpe comode, in mocassini o pantofole leggeri.

III. RESTO DELLA SPIAGGIA IN GRAVIDANZA

QUALE PAESE SCEGLIERE PER UNA VACANZA SUL MARE DURANTE LA GRAVIDANZA

L'elenco di tali paesi è determinato da una combinazione di tre fattori principali. In primo luogo, come abbiamo già detto, queste dovrebbero essere destinazioni con un volo breve (fino a un massimo di 5 ore).

In secondo luogo, dovrebbe essere la Russia o paesi non esotici stranieri con un clima relativamente temperato e una dieta adattata alla nostra cucina. I paesi con climi eccessivamente caldi e cucina esotica dovrebbero essere evitati..

“L'acqua e il cibo che non sono caratteristici della nostra dieta, ad esempio, nei paesi dell'America meridionale e centrale, nel sud-est asiatico, possono provocare tossicosi nelle donne in gravidanza nel primo trimestre, anche se non ce l'hai. È anche provocato dal calore. Il fatto è che l'impulso per lo sviluppo della tossicosi nelle donne in gravidanza può essere l'ipoglicemia (mancanza di glucosio). E si verifica in un clima caldo a causa della maggiore evaporazione dell'umidità dalla pelle, del consumo eccessivo e, di conseguenza, della mancanza di appetito e di lunghi intervalli di assunzione di cibo ", afferma il dott. Badikova.

I medici consigliano alle donne in gravidanza di scegliere quei paesi per una vacanza al mare dove la temperatura media giornaliera (attenzione - non giornaliera, ma media) nel luogo e durante il resto non supera i 30,5 gradi Celsius.

Le donne incinte dovrebbero scegliere per una vacanza al mare quei paesi in cui la temperatura media giornaliera (non giornaliera, ma media) durante il periodo di vacanza non supera i 30,5 gradi Celsius

Non vale la pena scegliere donne in gravidanza per una vacanza in un paese in cui esiste il rischio di contrarre infezioni da giardiasi e in generale malattie infettive (encefalite giapponese, febbre dengue, Zika, ecc.). Dovrebbe essere esplicitamente escluso dalle visite nei paesi in cui si raccomanda di vaccinarsi in anticipo (l'elenco è disponibile sul sito web Rospotrebnadzor). I medici raccomandano vivamente che le donne in gravidanza non vengano vaccinate contro qualsiasi malattia - questo può avere conseguenze fatali per il bambino, poiché qualsiasi vaccino passa attraverso la barriera placentare.

In terzo luogo, per le donne in gravidanza, oltre al clima e al cibo, un altro fattore dovrebbe essere preso in considerazione quando si sceglie una destinazione per il relax: la disponibilità e il livello di medicina nel paese e in hotel. La preferenza durante la gravidanza dovrebbe essere data ai paesi con medicina avanzata (almeno nei resort) e quando si sceglie un hotel, si dovrebbe chiedere al proprio agente di viaggio se c'è un medico in hotel (di norma, visita hotel di alto livello).

La scelta di una donna incinta nel primo e nel secondo trimestre, quindi, scende al seguente elenco di destinazioni: questi sono Russia, hotel decenti in Turchia, Spagna, Italia, Grecia, Cipro, Croazia, Bulgaria, Montenegro, Slovenia e Repubblica Ceca. Puoi anche andare nei paesi del Golfo (preferibilmente negli emirati sviluppati degli Emirati Arabi Uniti - Dubai e Abu Dhabi, o in Qatar), e scegliere con cura un hotel, preferendo di alto livello.

È meglio escludere i paesi dell'Africa equatoriale, del Sud-est asiatico e di entrambe le Americhe durante la gravidanza dalla loro lista - a causa del lungo volo, del clima caldo, del cibo insolito, del rischio di malattie infettive e in alcuni casi anche della necessità di vaccinazioni.

Come prendere il sole durante la gravidanza

Va tutto bene e la turista incinta è al resort sulla spiaggia. L'estate e la spiaggia significano il sole, e qui anche i dottori hanno i loro consigli. Il sole, ovviamente, porta una donna incinta in positivo (vengono rilasciate più endorfine), riempie la carenza di vitamina D tipica dei residenti nei paesi del nord.

In primo luogo, le donne incinte dovrebbero essere evitate dal sole e persino nuotare nel mare (a causa del riflesso della luce solare dalla superficie dell'acqua) dalle 12.00 alle 16.00.

In secondo luogo, e per il resto del tempo è necessario considerare attentamente la protezione dai raggi solari. “Durante la gravidanza, una donna ha spesso iperpigmentazione. Data l'esposizione al sole durante le vacanze, c'è un'alta probabilità che le macchie dell'età, le lentiggini che compaiono durante la gravidanza su parti aperte del corpo non scompaiano. Pertanto, è necessario che una donna incinta prenda in vacanza prodotti per la protezione solare, con un fattore di protezione di almeno 50 - meglio di più. È auspicabile che la vitamina E faccia parte di un tale prodotto. E subito dopo l'esposizione al sole, è necessario applicare un prodotto speciale dopo l'abbronzatura, idratando ulteriormente la pelle ", afferma Natalya Badikova.

È necessario che una donna incinta prenda in vacanza prodotti per la protezione solare con un fattore di protezione di almeno 50, preferibilmente di più. È desiderabile che la composizione fosse vitamina E

In particolare, i medici considerano una linea di dispositivi di protezione come Sanosan, Lierak, Uriage, dal budget, ad esempio Garnier, come mezzi ben collaudati. Ma tutto è individuale e, nella scelta del marchio e, soprattutto, della composizione del prodotto, è meglio seguire i consigli del ginecologo presente.

I ginecologi raccomandano fortemente ai turisti di portare un costume da bagno chiuso sulla spiaggia, eliminando la luce solare diretta sull'addome. "Sarà molto bello prendere un berretto con una visiera grande o un cappello con tesa - per escludere gli effetti del sole sul viso, poiché i rischi di macchie di età nelle donne in gravidanza sono molto alti", consiglia la dott.ssa Natalya Badikova.

DOVE SICURO INCINTO DI NUOTO - MARE O PISCINA

Le donne in gravidanza possono tranquillamente nuotare nel mare, se fa caldo, a proprio agio per la temperatura di una donna. La durata del soggiorno è fino al primo momento in cui la donna incinta sente "freddo". Un altro suggerimento: le donne in gravidanza non vogliono stare in costume da bagno a lungo. Alle prime sensazioni spiacevoli, è meglio cambiare i vestiti e quindi portare con te più di un set.

Allo stesso tempo, dicono gli esperti, il mare per le donne incinte è sicuramente preferibile alla piscina.

"L'acqua eccessivamente clorata in alcune piscine può portare a cambiamenti nella microflora della vagina e, in definitiva, alla vaginosi batterica o all'infiammazione di questa zona", afferma Natalya Badikova. Dopo la piscina, è anche meglio per una donna incinta eseguire un trattamento esterno (solo esterno!) Di luoghi intimi con miramistina o mezzi simili.

COME ALIMENTARE INCINTO SULLA VACANZA

La dieta in hotel è meglio rimanere invariata, vicino all'insieme di prodotti che una donna mangia a casa, dicono i medici. Consigli eseguibili, in particolare con il sistema all-inclusive: il buffet dell'hotel consente di scegliere quasi ogni tipo di cibo.

Tuttavia, ci sono dei limiti: ad esempio, qualsiasi bevanda gassata dovrebbe essere esclusa; al posto del tè verde, è meglio bere nero. E tutti i prodotti esotici per noi, compresi frutta e verdura del sud, dovrebbero essere aggiunti alla dieta gradualmente, in piccole porzioni, a partire da 3-4 giorni di vacanza.

“Non vale la pena mangiare più di due frutti insoliti al giorno (ad esempio mango). Se stiamo parlando di succhi appena spremuti, allora questo è un sostituto di frutta (o frutta - o succhi da loro). Tali succhi dovrebbero essere bevuti rigorosamente dopo i pasti, non a stomaco vuoto, al fine di evitare una maggiore secrezione di acido cloridrico e bruciore di stomaco ", spiega il medico di Badikova..

COSA FARE SE IMPARA SULLA GRAVIDANZA DURANTE UNA VACANZA

Il turista ha saputo della sua gravidanza, mentre era già in vacanza, e tornerà in aereo. Questo succede. Se non ci sono momenti di disturbo (spotting, dolore, ecc.), Non contattare il medico locale. Cosa bisogna fare già in questo periodo?

I medici consigliano in questo caso di cambiare immediatamente la dieta in una più frazionaria, escludere alcol, caffè, fumo (se esiste una tale abitudine), includere più carne, pesce, pollo nella dieta. In questo caso, è necessario limitare il consumo di frutta e verdura arancione e rossa brillante - in modo da non formare una sindrome allergica.

Per quanto riguarda il trasferimento in aeroporto e il volo stesso, la donna incinta nelle prime fasi deve escludere il sollevamento pesi.

ATTENZIONE:

Ancora più interessanti materiali di ATOR sono nel nostro canale su Yandex.Zen.

Troverai corsi online gratuiti, webinar e cataloghi elettronici di tour operator sul portale "Academy ATOR".

Per le OFFERTE SPECIALI attuali degli operatori turistici nei tour all'estero e in Russia, consultare la sezione STR del portale ATOR.

Mare e gravidanza: quando, dove e se costa?

Un viaggio al mare per molti russi è già diventato una tradizione annuale. Ma ad un certo punto risulta che la famiglia dovrebbe ricostituire.

La futura mamma è in perdita: cosa fare? Abbandonare una vacanza tanto ambita e familiare, o andare ancora al mare?

Ma succede anche che una donna non è stata in vacanza per molto tempo, ma proprio nel momento in cui l'opportunità sembrava finalmente cambiare la situazione, scopre della sua situazione insolita. E se l'hotel è già prenotato? Cosa fare?

Prima di tutto, devi capire quanto segue:

    la gravidanza non è dolorosa per definizione. E di per sé, non può essere una controindicazione a tale viaggio;

il più favorevole per viaggiare è il secondo trimestre di gravidanza;

la moderazione è la condizione principale per non danneggiare la futura madre e il bambino;

  • Tuttavia, ci sono un certo numero di circostanze in cui dovrai astenersi dal viaggiare.
  • La maggior parte delle donne russe viaggiano con successo, visitano resort e nuotano nel mare, non solo senza il minimo danno, ma anche a beneficio del nascituro.

    Tuttavia, quando una donna incinta lascia i suoi soliti posti e va al mare per nuove emozioni e impressioni, acquisirà senza dubbio un'enorme carica positiva, che compensa la lieve aumento della probabilità di complicanze della gravidanza.

    Dovrei andare al mare incinta?

    Quale paese scegliere?

    Prima di decidere di fare un viaggio, la futura mamma dovrebbe consultare un medico nella clinica prenatale e valutare attentamente i pro e i contro.

    Se il medico non indica nello stato della donna e del feto eventuali deviazioni dalla norma, allora puoi iniziare a preparare il viaggio.

    Prima di tutto, dovresti studiare tutti i resort e scegliere il percorso più ottimale. La scelta dovrebbe essere determinata dai seguenti criteri:

    1. La stagione in cui una donna viaggerà verso il mare.
    2. Lontananza del paese di villeggiatura dal luogo di residenza permanente.
    3. Differenza di zone climatiche e fusi orari.
    4. La durata del viaggio e il tipo di trasporto su cui devi arrivare.
    5. Età gestazionale.

    Allo stesso tempo, una donna ha ancora alcune scelte. Ma in ogni caso, non puoi decidere una vacanza "selvaggia".

    La futura mamma dovrebbe riposare solo in condizioni confortevoli, dove c'è la possibilità in qualsiasi momento di cercare assistenza medica.

    La Turchia, la Grecia e Cipro sono anche abbastanza adatte per le future mamme, anche se in estate fa abbastanza caldo lì. Ma con le precauzioni necessarie, la futura mamma potrà sentirsi abbastanza a suo agio lì.

    Una grande opportunità per rilassarsi in mare, senza uscire ora dalla Russia: questa è la penisola di Crimea. A differenza delle località caucasiche, l'aria della Crimea è meno satura di umidità, per cui il caldo è molto più facile da trasportare.

    Tra le future mamme potrebbero esserci amanti esotici che preferiscono riposare in paesi che hanno caratteristiche distintive significative rispetto alla Russia.

    Tali caratteristiche di solito includono un clima specifico, animali e piante stravaganti, nonché costumi locali esclusivi. Repubblica Dominicana, Cuba, Tailandia, Messico, Maldive: queste sono le località preferite per gli amanti esotici.

    Tuttavia, è qui che la futura mamma dovrebbe in particolare pensare attentamente e soppesare i possibili rischi. Il pericolo per il normale corso della gravidanza può risiedere in un lungo volo, in un brusco cambiamento del clima e della temperatura dell'aria, nonché nel possibile contatto con infezioni locali.

    In tutta onestà, notiamo che nelle città di villeggiatura di questi paesi tutte le misure sono state prese da molto tempo in modo che malattie specifiche non minaccino i turisti, e nemmeno le vaccinazioni sono necessarie per entrare in questi paesi.

    Tuttavia, la possibilità di infezione non può essere completamente esclusa e le vaccinazioni contro l'epatite, il tetano, la febbre tifoide, la poliomielite e l'encefalite giapponese, sebbene non obbligatorie, sono comunque raccomandate dall'OMS all'entrata in questi paesi. E questo suggerisce che il rischio di infezione, sebbene piccolo, ma è presente.

    Le malattie passate, così come le vaccinazioni da loro effettuate durante la gravidanza, possono causare danni irreparabili a un bambino non ancora nato.

    Forse è meglio non viaggiare in questi paesi durante la gravidanza.

    Controindicazioni mediche

    Esistono numerose controindicazioni assolute e relative al viaggio durante la gravidanza..

    Le controindicazioni assolute sono complicazioni della gravidanza che rappresentano una chiara minaccia per il feto o la salute della futura madre, in presenza della quale la donna dovrebbe essere sotto la costante supervisione di un medico, fino al suo ricovero in ospedale.

    Questi includono i seguenti:

  • tono aumentato dell'utero;
  • rischio di aborto spontaneo o parto prematuro;
  • placenta previa;
  • pressione sanguigna alta o bassa;
  • anemia di 2 o 3 gradi;
  • la presenza di malattie infettive;
  • tossicosi precoce o gestosi (tossicosi tardiva) nell'ultimo trimestre;
  • neoplasie genitali;
  • predisposizione alle malattie allergiche;
  • spotting del tratto genitale.
  • Le controindicazioni relative sono considerate tali condizioni di gravidanza in cui vi è un lieve aumento del rischio di complicanze durante il viaggio, ma al momento dell'esame prima del viaggio, le condizioni della donna sono stabili e non richiedono un trattamento o un attento monitoraggio:

      Gravidanza multipla durante periodi di possibile minaccia di interruzione. Con una normale gravidanza multipla, puoi viaggiare da 12 a 28 settimane.

    Cicatrice dell'utero dopo taglio cesareo alla fine della gravidanza. Con una cicatrice ricca e senza complicazioni, puoi viaggiare fino alla 30a settimana.

    Anemia di grado 1 prima delle 12 e dopo 35 settimane. È interessante notare che nel periodo da 12 a 35 settimane in assenza di altre patologie, anche il riposo in mare ne trarrà beneficio.

    La presenza di malattie croniche. Nel primo e terzo trimestre di gravidanza, le donne incinte con malattie croniche non possono viaggiare, ma il secondo trimestre è precisamente il periodo in cui anche le malattie croniche possono essere curate nelle località marittime.

  • Una storia di aborti spontanei, gravidanza, bambini grandi o piccoli, infertilità o parto morto. Questi dati possono essere restrizioni di viaggio a discrezione del medico curante..
  • Consigli e raccomandazioni dei medici

    Dando il consenso al viaggio della sua paziente, il medico che la osserva nella clinica prenatale fornirà le istruzioni necessarie su come proteggersi dalle complicazioni durante il periodo in cui sarà lontana da casa.

    Il consiglio dei medici di solito si riduce a quanto segue:

    abbandonare attività e stress eccessivi (non arrampicarsi sulle montagne, non andare in bicicletta, non nuotare con l'attrezzatura da sub);

    conoscere in anticipo la disponibilità del centro medico più vicino e la possibilità di chiamare l'assistenza di emergenza durante il soggiorno;

    aderire alla dieta - mangiare regolarmente, non mangiare cibi non familiari, frutta e verdura devono essere lavati;

    non bere acqua grezza;

    non prendere il sole al sole aperto;

    nuotare solo nelle aree designate, preferibilmente piscine recintate con acqua di mare;

    Vantaggi di una vacanza al mare

    Le vacanze al mare per una donna incinta non sono fortunatamente rischi e limiti continui. Con il giusto atteggiamento nei confronti della salute, le vacanze al mare hanno un effetto benefico sulle condizioni della futura mamma e bambino.

    L'aria vicino al mare è molto più utile dell'aria urbana, poiché è più satura di ossigeno e ozono e non contiene impurità dannose. 2-3 settimane trascorse da una futura madre sulla costa del mare gioveranno alla salute, miglioreranno il benessere e renderanno più confortevole il corso della gravidanza.

    Fare il bagno in acqua di mare e misurare il nuoto senza carichi: un'eccellente educazione fisica per la futura mamma.

    L'idromassaggio naturale migliora la microcircolazione del sangue e della linfa nella pelle e nei tessuti sottocutanei, che aiuta a prevenire ed eliminare l'edema, migliora l'afflusso di sangue agli organi interni, compresa la placenta, che alla fine aumenta la saturazione dei tessuti fetali con l'ossigeno.

    I bagni d'aria e le passeggiate all'aria aperta hanno un effetto tangibile sulla salute. Anche senza prendere il sole al sole aperto, una donna riceverà una quantità sufficiente di radiazione ultravioletta, che contribuirà alla produzione di vitamina D.

    La vitamina D è necessaria per la corretta formazione del sistema scheletrico del feto, quindi stare all'aria aperta in una giornata di sole è la prevenzione del rachitismo in un bambino non ancora nato.

    Cosa dovresti assolutamente portare con te in vacanza

    Oltre al normale bagaglio, ogni donna incinta che viaggia per riposare al mare dovrebbe avere con sé:

    Scambia la carta dalla clinica prenatale, con i risultati delle analisi, delle prescrizioni e delle raccomandazioni del medico incorporato in essa.

    Politica MHI e politica VHI (se presenti).

    Kit di pronto soccorso con medicinali prescritti dal medico, nonché con quelli che potrebbero essere necessari.

  • Acqua potabile e la quantità richiesta di prodotti familiari.
  • contenuto ↑

    Come comportarsi in mare

    Affinché la futura mamma possa rilassarsi completamente e ricaricare con energia e positività fino alla nascita, deve seguire alcune regole di comportamento in vacanza.

    La condizione principale è di non sovraccaricare il proprio corpo e di non prendere parte ad attività pericolose. Quando nuoti nel mare, non nuotare lontano dalla costa, ma è meglio nuotare in luoghi dove puoi sempre mettere i piedi sul fondo.

    Non arrampicarsi sulle montagne, poiché la differenza di pressione atmosferica può causare un cambiamento di pressione all'interno dell'utero e causare un aborto spontaneo.

    Tutte le passeggiate devono essere fatte su terreno pianeggiante. Il momento migliore per camminare è la mattina prima delle 11.00 e la sera dopo le 17.00.

    Durante il periodo di massima attività solare, si dovrebbe astenersi dal camminare, poiché le donne in gravidanza sono più inclini al surriscaldamento e al colpo di calore rispetto ad altre.

    Se una donna incinta visita il parco acquatico, non dovresti usare le attrazioni al suo interno. Nuoto normale e semplici esercizi in acqua sono sufficienti.

    Circondato da un gran numero di altri vacanzieri, i luoghi dove viene fumato dovrebbero essere evitati. È severamente vietato bere alcolici di qualsiasi grado e provare insoliti piatti esotici. Anche il caffè dovrebbe essere astenuto..

    Riassumere

    Andare in vacanza in una posizione interessante, la cosa principale è migliorare la salute e ricaricarsi con emozioni positive, in modo che il parto sia facile e il successivo periodo di cura per il neonato, che richiede tanta forza morale e fisica, sia il più semplice possibile.

    Con un approccio responsabile alla tua salute e la scelta di un luogo di riposo, questo è abbastanza realizzabile.

    Quindi, la procedura per la futura madre, che sta pianificando di trascorrere le vacanze con beneficio e piacere, dovrebbe essere la seguente:

    Visita un medico in una clinica prenatale per identificare possibili controindicazioni al viaggio. Se non ci sono controindicazioni, il medico dovrebbe dare consigli su come mantenere la salute e il benessere durante il riposo.

    Tenendo conto delle raccomandazioni ricevute dal medico, scegliere il paese e il luogo di riposo, che consente di ricevere assistenza medica qualificata di emergenza, se necessario.

    Risolvi il problema del trasporto in modo che la strada sia la più breve e comoda.

    Studia attentamente le informazioni su ciò che è dannoso e ciò che avvantaggia la futura madre e il bambino durante il loro soggiorno in mare.

  • Raccogli tutto ciò di cui hai bisogno e disponi i documenti.
  • In effetti, oltre al comportamento corretto e al rispetto di tutte le raccomandazioni mediche, una condizione molto importante per un corretto riposo è l'equilibrio interno e la completa assenza di pensieri negativi.

    Mare e gravidanza: pro e contro

    Ogni futura mamma, in attesa di un viaggio al mare, prova un po 'di ansia per la sua salute e ancora di più - per la salute del suo futuro bambino. Indubbiamente, le emozioni positive sono molto utili per le donne in gravidanza, che è ricca di relax in mare, ma prima di arrivare a una decisione finale, è necessario valutare attentamente i pro e i contro.

    L'effetto dell'acqua di mare

    L'acqua di mare ha un effetto molto benefico sul corpo umano. Oltre al sale da tavola, è ricco di sali di potassio, calcio e magnesio così necessari per noi. Inoltre, l'acqua di mare contiene ioni rame e ferro. Ma i suoi “componenti” più preziosi per l'organismo della futura madre sono iodio e selenio. Molte persone sanno che lo iodio ha un effetto positivo sullo sviluppo delle capacità mentali del nascituro e sul selenio - sul normale corso della gravidanza.

    Inoltre, l'acqua di mare, a causa dell'elevato contenuto di sali, irrita la pelle, causando l'espansione dei piccoli vasi. Grazie a ciò, un'efficace respirazione cutanea si sviluppa quando il corpo emana anidride carbonica e assorbe ossigeno con l'aiuto delle cellule della pelle. Questo, a sua volta, porta a un miglioramento del metabolismo, alla normalizzazione della pressione sanguigna, a livelli più bassi di zucchero nel sangue e all'eliminazione del gonfiore..

    L'influenza dell'aria di mare

    Le vacanze al mare non sono solo balneari, ma anche aria di mare, con cui conferirai te stesso e il futuro bambino. L'aria di mare è ricca di ioni con carica negativa, che influenzano favorevolmente la pressione sanguigna, i processi di ossido-riduzione e il volume del sangue circolante.

    Poiché la maggior parte delle famose località marittime si trovano nella zona a clima caldo, ci sono sempre molti giorni di sole. Il sole, insieme al mare, ha anche un effetto positivo sul corpo di una donna incinta. Esiste persino un termine come elioterapia: esposizione alla luce solare sul corpo umano a fini terapeutici e profilattici.

    Le radiazioni infrarosse e ultraviolette, che sono ricche di luce solare, a causa della penetrazione di 1 mm sotto la pelle, avranno i seguenti effetti sulla salute del corpo di una donna incinta:

    • aumenta la produzione di vitamina D, che fungerà da prevenzione prenatale del rachitismo nel feto
    • il metabolismo è normalizzato
    • i microbi vengono uccisi (i reparti negli ospedali sono noti per "quarzo" con raggi UV)
    • aumenta l'immunità

    L'aria di mare e il sole sono particolarmente utili per le madri in gravidanza immunoconflitta, nonché per altre categorie di donne in gravidanza prive di luce solare (residenti nelle regioni settentrionali, studenti, ecc.)

    Quanto puoi andare al mare?

    Da quanto sopra risulta che il mare ha un buon effetto sul corso della gravidanza. Ma, prima di recarti nel luogo di riposo, dovresti familiarizzare con le principali raccomandazioni e avvertenze dei medici:

    1. Pianificare un viaggio al mare è possibile solo per quelle donne incinte la cui gravidanza procede senza complicazioni. Altrimenti, un tale riposo può influire negativamente sulla loro salute..

    2. Alle donne la cui età gestazionale è inferiore a 12 o superiore a 34 settimane non è consigliabile andare in vacanza al mare. Nel primo caso, si verifica la formazione della placenta e degli organi vitali e questi processi dovrebbero avvenire nelle condizioni più confortevoli. Nel secondo caso, esiste il rischio di parto prematuro e l'acqua di mare può accelerarli, provocando un tono indesiderato dei muscoli uterini durante questo periodo.

    3. Per il periodo della gravidanza, dovresti dimenticare i "selvaggi" delle vacanze economiche. È necessario prendersi cura delle condizioni di vita più confortevoli..

    4. Se il mare è freddo, è meglio astenersi dal nuoto, altrimenti può causare un aumento del tono dei muscoli dell'utero. La temperatura dell'acqua non deve essere inferiore a 22⁰С. Dovresti anche nasconderti dal sole cocente, proteggendoti dal surriscaldamento.

    5. Anche con una pancia molto piccola, dovresti dimenticare tutti i tipi di attività acquatiche. Il nuoto a breve termine più comune porterà il massimo beneficio alla futura mamma. Aiuterà a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, che è una prevenzione ideale delle vene varicose, che spesso accompagnano la gravidanza.

    6. Lasciando il mare, non bisogna correre per farsi una doccia. È necessario consentire ai sali marini che ricoprono la pelle di penetrare nei pori per avere un effetto benefico sia sul corpo della madre che sul feto.

    7. Mentre sei in acqua, devi ascoltare i tuoi sentimenti. Se il corpo della futura madre era coperto di pelle d'oca, allora questo è il primo segno di ipotermia, il che significa che dovresti immediatamente smettere di fare il bagno. Lo stesso vale per l'aspetto nei muscoli di una sensazione di affaticamento. In entrambi i casi, dovresti riposare, comodamente seduto sulla sabbia calda..

    Le vacanze al mare sono controindicate per le donne in gravidanza con le seguenti diagnosi:

    Il problema qui è che con una placenta bassa, ogni carico, anche il più piccolo, può causare sanguinamento. Questa funzione è determinata mediante ultrasuoni..

    La minaccia dell'aborto

    Con questa diagnosi, il riposo a letto è necessario e non si può parlare di viaggi in mare.

    Tossicosi della seconda metà della gravidanza

    Questo problema è accompagnato da gonfiore, comparsa di proteine ​​nelle urine, aumento della pressione sanguigna, quindi rimanere in nuove condizioni, nonché un cambiamento nella dieta, possono aggravare tutti i sintomi negativi. In questo caso, fare il bagno con l'aggiunta di sale marino può essere un'ottima alternativa a una gita al mare..

    Esacerbazione di allergie e tutti i tipi di malattie croniche

    In questo caso, non puoi assolutamente uscire di casa, poiché in qualsiasi momento potresti aver bisogno di assistenza medica qualificata.

    Coloro che hanno superato tutta questa "felicità" possono tranquillamente radunarsi sulla costa. Il momento migliore per una vacanza è il secondo trimestre di gravidanza, poiché una donna in questo periodo si sente molto più a suo agio. Ciò significa che una vacanza al mare non solo gioverà a lei e al suo bambino non ancora nato, ma anche a molte emozioni positive e ricordi piacevoli!

    Gravidanza e relax in mare

    Articoli di esperti medici

    La gravidanza e il mare sono una questione che preoccupa molte donne che si stanno preparando a diventare madri. Da un lato, sembra che il congedo di maternità trascorso sulla riva sabbiosa sia una grande opportunità per guarire e riposarsi. D'altra parte, sorge l'eccitazione - se il sole e l'acqua salata danneggeranno il futuro bambino.

    Vacanze al mare durante la gravidanza

    È possibile combinare la gravidanza e il mare dipende dallo stato di salute di una donna in particolare. Se la futura mamma non soffre di alcuna malattia cronica e ha una condizione eccellente in generale, allora può tranquillamente mandare a riposare sulla costa.

    Ma il ginecologo che osserva la gravidanza può vietare a una donna di fare un simile viaggio. Le cause di questo problema possono essere:

    • La minaccia dell'aborto.
    • Distacco o placenta previa.
    • Grave tossicosi nella seconda metà della gravidanza (preeclampsia) con aumento della pressione sanguigna.
    • Esacerbazione di malattie croniche.
    • Tutti i tipi di reazioni allergiche.

    Se tutti i suddetti motivi, fortunatamente, hanno superato la futura madre, allora le viene fornito il riposo sul mare. Ma non dimenticare che l'assenza di minacce per la salute e la gravidanza non dà ancora luce rossa per un viaggio in mare. È molto importante considerare le caratteristiche della gestazione.

    Mare all'inizio della gravidanza

    La gravidanza e il mare sono una combinazione pericolosa. È nel primo trimestre (dalla prima alla tredicesima settimana) nel corpo di una donna che si verificano i cambiamenti più importanti. In particolare, si formano gli organi interni del nascituro, appaiono chiari contorni degli arti e della testa.

    Nelle prime fasi, si verificano spesso aborti spontanei o si verificano anomalie fetali..

    Pertanto, nonostante le raccomandazioni dei medici, il più spesso possibile di stare all'aria aperta e nuotare, è consigliabile astenersi dal viaggiare verso il mare o almeno non guidare troppo lontano da casa.

    Con la tossicosi precoce, il riposo in mare dovrà essere abbandonato.

    La fine della gravidanza

    Il periodo più adatto per rilassarsi in mare durante la gravidanza è il secondo trimestre (14-25 settimane).

    In questo momento, si formano tutti gli organi interni del futuro bambino e la donna è abituata alle sue nuove condizioni e si sente calma e a suo agio..

    Ma il terzo trimestre (da 25 a 40 settimane) è un periodo inappropriato di gravidanza per una vacanza al mare. I due maggiori problemi di questo periodo sono la possibilità di sviluppare tossicosi tardiva e il rischio di parto prematuro. Se ti senti bene e non puoi rifiutare di riposare in mare per qualsiasi motivo, ricorda che devi assolutamente tornare a casa prima della 38a settimana, perché da questo momento può iniziare la nascita prematura.

    È possibile nuotare nel mare durante la gravidanza?

    Nel caso in cui una donna incinta sia assolutamente in salute e le venga persino mostrato di riposare in mare, sorge un'altra domanda: è possibile nuotare?

    Gli elementi utili contenuti nell'acqua di mare (iodio, potassio, magnesio, alghe) influiscono positivamente sul corpo della futura mamma, rafforzandolo e tonificandolo. Le onde e gli schizzi nel mare fungono da leggero idromassaggio.

    Nonostante tutti questi momenti piacevoli, è necessario ricordare la salute del nascituro e rispettare alcune regole:

    • Prima di entrare in acqua, valutare la sua purezza e sicurezza sul fondo..
    • Non nuotare in acque troppo fredde.
    • Non sovraccaricare te stesso, non fare nuotate lontane.
    • Nuotare nel mare è anche prendere il sole, che le donne in gravidanza devono limitare. Pertanto, non rimanere in acqua per troppo tempo.

    Posso prendere il sole durante la gravidanza??

    Se la gravidanza e il mare coincidono, tuttavia, evitare il sole aperto non funzionerà. Dato che a causa di un cambiamento nel background ormonale, l'abbronzatura sulla pelle della donna nella posizione diminuisce meglio e più velocemente, la tentazione di ottenere il colore della pelle del cioccolato prima del parto aumenta in modo significativo.

    I medici avvertono che essere sotto il sole in qualsiasi fase della gravidanza è molto pericoloso. Questo è irto di perdita di coscienza, vene varicose, sanguinamento uterino e pigmentazione indesiderata. Pertanto, per non danneggiare te stesso e il nascituro, devi considerare i seguenti punti:

    • Prendere il sole solo all'ombra: sotto un ombrello o un baldacchino.
    • Non essere in spiaggia dalle 11 alle 16 ore.
    • Non sdraiarsi su sabbia calda o ciottoli (solo su una sedia a sdraio).
    • Essere sulla spiaggia a una temperatura non superiore a 30 gradi.
    • Non prendere il sole a stomaco vuoto o eccessivamente pieno..

    Gravidanza e Mar Morto

    Molte donne che stanno pianificando di trascorrere un congedo di maternità in una città termale si chiedono se la gravidanza e il Mar Morto siano compatibili.?

    Per cominciare, tutto dipende dallo stato di salute della futura mamma. Se la ginecologa osservatrice le consente di superare lunghe distanze, non può trovare una vacanza al mare migliore rispetto al Mar Morto.

    L'aria che la circonda è intrisa di sale che il sole è meno pericoloso di, ad esempio, in Turchia o Crimea. Con un soggiorno salutare in spiaggia, è quasi impossibile prendere il sole. Ma va ricordato che è pericoloso riposare sul Mar Morto a giugno / luglio, perché durante questo periodo il sole è molto aggressivo.

    Se la futura mamma ama nuotare, riposare nel Mar Morto non le andrà bene, perché è controindicato che si tuffi completamente e si stenda sulla superficie dell'acqua curativa. Qui le è permesso di bagnare la pelle solo con acqua di mare e spruzzarci i piedi.

    Gli effetti del mare sulla gravidanza

    Gravidanza e mare, nonostante l'elenco di conseguenze spaventose e controindicazioni, una combinazione molto utile.

    La futura mamma, in vacanza sul mare, si libera dallo stress, ripristina il sistema nervoso, rinforza il corpo e lo satura di utili oligoelementi.

    Per riposare in riva al mare era comodo e senza conseguenze negative, ricorda:

    • Una donna incinta non dovrebbe andare in vacanza da sola.
    • Pensa ai più piccoli dettagli prima di andare in mare: dal trasporto arriverai ai documenti necessari.
    • Il primo giorno di vacanza, lascia che il corpo si abitui: non correre immediatamente in spiaggia.
    • Controlla il tuo soggiorno in acqua e al sole.
    • Ai primi disturbi e segni sospetti, consultare un ginecologo o tornare a casa.

    E ricorda che la tua condizione non è una malattia, quindi la gravidanza e il mare sono compatibili e, inoltre, benefici per la tua salute e la salute del nascituro.

    Le donne incinte possono nuotare e prendere il sole? Regole di riposo per le future mamme

    Le donne incinte dovrebbero riferirsi al regime di riposo con ancora maggiore attenzione..

    “Io e mio marito vogliamo andare in vacanza al mare, ma sono preoccupato. Il fatto è che sono incinta e leggo che le donne nella mia posizione non sono consigliate di nuotare e prendere il sole. È così? E dove dovrei rilassarmi quest'estate? ” Tamara, 28 anni

    Uno stereotipo è ancora vivo, dicendo che le mamme in attesa dovrebbero prendersi cura di se stesse ed evitare di prendere il sole e nuotare. Ma va ricordato che la gravidanza non è una malattia e le donne durante questo periodo dovrebbero fare tutto ciò che sarà benefico per se stessi e per il bambino.

    La prima regola è la moderazione!

    La natura è un fedele aiuto per coloro che hanno a cuore la propria salute. La cosa più importante è ricordare che qualsiasi medicinale è utile solo quando si osserva il dosaggio. Quindi, un tablet diventerà il tuo assistente, ma se prendi l'intero pacchetto in una volta, le conseguenze possono essere imprevedibili..

    Lo stesso si può dire del riposo sotto il sole estivo e del nuoto. Anche se non sei incinta, non dovresti passare tutto il giorno sotto i raggi torridi. E le future madri dovrebbero riguardare il regime di riposo con ancora maggiore attenzione.

    Tuttavia, non c'è nulla di complicato in questo. E seguendo le regole menzionate in questo articolo, puoi rilassarti in modo piacevole e produttivo.

    L'abbronzatura non è nemica delle donne in gravidanza

    Prendere il sole è un modo eccellente per rafforzare il corpo. L'elioterapia (cioè la terapia del sole) è la chiave per un buon umore, che è importante per una futura madre e il suo bambino.

    Ma i raggi del sole hanno altri benefici. Ad esempio, aiutano ad accelerare il metabolismo, aumentare l'immunità, migliorare il funzionamento degli organi interni e delle ghiandole..

    E prendere il sole aumenta la produzione di vitamina D3. È lui che è responsabile dell'assimilazione del calcio da parte dell'organismo, necessario per le donne in gravidanza. Uno dei problemi più comuni che le future madri devono affrontare è la caduta dei capelli, l'esfoliazione delle unghie e, naturalmente, i problemi con i denti..

    È per questo motivo che il medico prescrive farmaci contenenti calcio alle donne in gravidanza e prendere il sole sarà uno strumento eccellente per il loro uso. E non è tutto: la vitamina D3 è una garanzia che il bambino non svilupperà il rachitismo e che le ossa del suo scheletro si formeranno correttamente. Perché - esci al sole!

    Come prendere il sole durante la gravidanza

    Il corpo di una donna incinta è esposto alla luce solare molto più che in altri periodi. Il fatto è che lo sfondo ormonale cambia e questo fattore migliora la formazione di melanina, il pigmento che dona alla pelle una bella tonalità di abbronzatura. La futura madre potrebbe invece avere macchie di età su aree cutanee aperte.

    Tuttavia, questa non è affatto la conseguenza più terribile di una prolungata esposizione al sole. Molto peggio è il surriscaldamento. Il feto non ha ancora formato meccanismi di termoregolazione, e quindi l'entusiasmo della madre per prendere il sole può causare problemi nel funzionamento del sistema nervoso e del cervello del nascituro. Per evitare ciò, è necessario osservare una serie di raccomandazioni.

    Regole di abbronzatura maternità

    • Dimentica il lettino abbronzante. Il tuo amico è il sole.
    • La luce solare diretta è pericolosa per le donne in gravidanza. Sulla spiaggia, è meglio nascondersi sotto un ombrello, in natura - per sedersi all'ombra degli alberi. Non preoccuparti dell'abbronzatura: per ottenere una bella tonalità della pelle al cioccolato, non è necessario arrostire al sole.
    • Il momento migliore per prendere il sole è la mattina, prima delle 11 e la sera, dopo 15 ore. Nel pomeriggio, quando il sole è più attivo, è meglio rimanere in casa.
    • Se la temperatura supera i 30 gradi, si consiglia di abbandonare il viaggio in spiaggia. Prendere il sole in questi giorni può essere preso durante piacevoli passeggiate..
    • Sulla spiaggia, siediti su una sedia a sdraio: ciottoli e sabbia si scaldano fino a 60 gradi e oltre, il che minaccia di surriscaldarsi. Inoltre, una sedia a sdraio ti consente di tenere la testa alta, e questo è utile.
    • Scegli i vestiti correttamente: dovrebbero essere spaziosi e "traspiranti". Non dimenticare il copricapo (è meglio un cappello a tesa larga, perché è necessario nascondere il viso dai raggi ed evitare macchie di età) e gli occhiali da sole, e il rossetto igienico salverà le tue labbra dall'essiccarsi. E, naturalmente, non uscire al sole senza usare la crema solare.
    • Bere molto - almeno 2-3 litri al giorno. Fai attenzione a portare sempre con te l'acqua (non bevande zuccherate e gassate, ma l'acqua più comune). Quindi eviterai la disidratazione.

    Tutti vogliamo essere belli, ma le mamme in attesa non dovrebbero dimenticare: prendere il sole per loro non è un mezzo per ottenere una tonalità della pelle al cioccolato, ma una procedura utile per un bambino non ancora nato. Quindi, devi prendere il sole correttamente e non troppo a lungo.

    Incinta e acqua: è possibile nuotare?

    Il nuoto è un grande sport. Allena tutti i tipi di muscoli (inclusi i muscoli addominali, che aiuteranno durante il parto) e la respirazione, allevia l'affaticamento e il gonfiore. In acqua, la futura mamma sarà di nuovo in grado di sentire la calma in tutto il suo corpo.

    Ma non affrettarti ad entrare nel primo serbatoio d'acqua. Per prima cosa assicurati che sia pulito. Gli esperti non raccomandano di nuotare in acque stagnanti, cioè in stagni e laghi. Il sistema immunitario delle gestanti è indebolito e quindi una varietà di infezioni causate dai microrganismi di questi bacini idrici sono più dannose per le donne in gravidanza. Ma visitare la piscina sarà completamente sicuro.

    Non nuotare se la temperatura dell'acqua non supera i 20 gradi. Il sottoraffreddamento non è meno pericoloso del surriscaldamento.

    Non nuotare a lungo. Non appena senti i primi segni di affaticamento, vai a terra e fai una pausa. Cerca di non nuotare lontano, perché la probabilità di convulsioni nelle donne in gravidanza aumenta in modo significativo.

    Pensa prima di entrare in acqua. Strofina i piedi e i polpacci, piega e piega le gambe, mettiti in piedi. Quindi eviterai i crampi.

    È utile non solo nuotare, ma anche impegnarsi in semplici esercizi fisici in acqua: svolte, inclinazioni, sollevamento e abbassamento di braccia e gambe. Ma sulle immersioni e le immersioni è tempo di dimenticare.

    E, soprattutto: i raggi ultravioletti ti colpiscono anche in acqua. Pertanto, riassumi il tempo trascorso in spiaggia e il tempo che passi a nuotare, in modo da non rimanere al sole troppo a lungo.

    Mare, mare... Possono andare le donne incinte?

    Non solo possibile, ma necessario! Nell'acqua di mare contiene una massa di oligoelementi e sali che rafforzano e tonificano il corpo.

    Cosa cercare durante un viaggio in mare?

    • Il brusco cambiamento climatico è il tuo nemico. È meglio scegliere luoghi con un clima marino mite. In Russia, un'ottima opzione può essere una vacanza nella regione di Kaliningrad sul Mar Baltico o sul Mar Nero all'inizio o alla fine della stagione delle vacanze.
    • Non dovresti rilassarti sulle famose spiagge affollate. L'immunità indebolita delle donne in gravidanza richiede privacy, non folle.
    • Spesso il fondale è roccioso e ancora più pericolosi sono i coralli che possono tagliare le gambe. Porta con te speciali pantofole di gomma che proteggono i tuoi piedi dalle ferite..
    • Devi proteggerti da possibili infezioni degli organi genitali. Gel e creme per l'igiene intima ti aiuteranno in questo..

    Il mare è utile non solo al corpo, ma anche all'anima (o, se vuoi, alla psiche). La contemplazione del surf calma e sintonizza i pensieri positivi: di cos'altro ha bisogno una donna incinta?.

    Ogni gravidanza è individuale

    E infine, parleremo di dove iniziare. Più precisamente, cosa bisogna fare prima di tutto quando si pianifica una vacanza. Certo, stiamo parlando di andare dal dottore.

    Solo uno specialista, dopo aver valutato i pro ei contro, ti dirà se è possibile prendere il sole e nuotare, se andare al mare e, in tal caso, con quale modalità di trasporto.

    I medici delle migliori cliniche SMC con tutte le responsabilità daranno consigli su come costruire una vacanza per una donna incinta. Segui i loro consigli, segui le regole di stare al sole e in acqua, e quindi le tue vacanze estive saranno non solo piacevoli, ma anche utili e sicure..

    Up