logo

Il mal di denti può verificarsi in qualsiasi momento, non un'eccezione e il periodo di gravidanza. Inoltre, a causa delle caratteristiche fisiologiche durante la gravidanza, i denti di una donna sono particolarmente vulnerabili e le situazioni in cui è richiesto un trattamento urgente o l'estrazione dei denti durante la gravidanza non sono affatto rare.

In linea di principio, durante il periodo di gestazione, il trattamento e l'estrazione dei denti non sono molto desiderabili, motivo per cui le donne incinte sono invitate a risolvere tutti i problemi dentali nella fase di pianificazione della gravidanza. Dopo tutto, visitare un dentista non è solo l'effetto dei farmaci sul corpo, ma anche uno stress grave, controindicato sia per la madre che per il feto.

Ma nella vita, le situazioni sono diverse e se hai un forte dolore, allora è molto peggio per te e per le condizioni del tuo bambino non ancora nato sopportarlo e rifiutare il trattamento.

La gravidanza non è una controindicazione assoluta al trattamento o all'estrazione del dente, ma dovresti assolutamente informare il tuo medico sulla tua situazione, sarà in grado di scegliere i metodi di trattamento più delicati. Il dentista condurrà una diagnosi completa delle condizioni della cavità orale, ti fornirà raccomandazioni per l'igiene personale e per la prevenzione della carie e, se necessario, ti farà riferimento al chirurgo per rimuovere il dente durante la gravidanza.

Nell'odontoiatria moderna, ci sono anestetici speciali che non danneggiano il feto, non sono in grado di penetrare nella placenta. Tuttavia, qualsiasi intervento chirurgico è stressante per il corpo e l'estrazione dei denti non fa eccezione. Pertanto, durante la gravidanza, i denti vengono rimossi solo in caso di necessità urgente, mentre si cerca di evitare interferenze nel primo e terzo trimestre di gravidanza.

Succede che durante la gravidanza, i problemi con l'ottavo molare, cioè i denti del giudizio, che possono causare gravi disagi a una persona, peggiorano. In una situazione normale, il medico non avrebbe esitato a prescrivere la rimozione, ma dopo la rimozione del G8 varie complicazioni si sviluppano troppo spesso, inclusi processi infiammatori che richiedono un successivo trattamento con antibiotici. Naturalmente, durante la gravidanza, assumere tali farmaci è altamente indesiderabile.

Se possibile, è meglio posticipare l'estrazione dei denti durante la gravidanza, ma se le indicazioni per l'intervento chirurgico sono troppo gravi, è necessario eseguire l'operazione, poiché il mal di denti acuto costante o la presenza di un processo infiammatorio cronico farà molto più danno dello stress causato dalla rimozione e dall'uso da parte del medico di anestetici si intende.

Le donne in gravidanza possono rimuovere i denti

È possibile per le donne in gravidanza rimuovere i denti, purtroppo, una domanda piuttosto urgente tra le future mamme. La gravidanza è un periodo in cui il corpo di una donna è particolarmente vulnerabile e il metabolismo del calcio è molto disturbato e, di conseguenza, lo smalto dei denti viene distrutto e compaiono indicazioni urgenti per il trattamento terapeutico e talvolta per l'estrazione del dente.

Certo, andare dal dentista è uno stress grave, che aggrava solo lo stato di gravidanza. E non c'è nulla di utile nel processo di trattamento e di estrazione del dente durante il portamento di un bambino - no. Ma anche peggio - dolore costante, che influenza negativamente le condizioni generali della futura mamma, e attraverso di lei - e le condizioni del bambino in crescita. Un fattore negativo è la presenza di un focus costante di infezione, che è qualsiasi lesione cariosa, perché se hai una scelta tra se rimuovere un dente malato o sopportare il dolore,

I dentisti consigliano di eseguire il trattamento o l'estrazione del dente, indipendentemente dalle loro condizioni, e concentrandosi esclusivamente sulle indicazioni per il trattamento dentale. Ora ci sono tecnologie e farmaci che sono adatti per il trattamento delle donne in gravidanza, e persino l'anestesia non porterà alcun danno al bambino. Per alleviare il dolore, i dentisti usano farmaci che non hanno la capacità di penetrare nella barriera placentare e agiscono esclusivamente sul corpo femminile.

Ginecologi - gli ostetrici sono più cauti sulla questione se le donne in gravidanza possano rimuovere i denti. Raccomandano il trattamento dopo diciotto settimane, quando la placenta è già formata e protegge in modo affidabile il bambino in crescita, e fino a trentadue-trentacinque settimane, ritenendo che in un secondo momento, lo stress eccessivo può diventare un fattore che provoca il parto prematuro. Ma tali restrizioni, ovviamente, non si applicano ai casi in cui la situazione non è troppo grave e c'è una reale opportunità di posticipare il trattamento. Se una donna è tormentata da un forte dolore quasi ogni notte, o un dente del giudizio esplode in lei, la cui crescita è accompagnata dallo sviluppo di pericoronite, quindi rimuovere i denti il ​​più presto possibile.

Prevenzione delle malattie dentali durante la gravidanza

La cosa più importante durante la gravidanza dovrebbe essere con particolare attenzione alle procedure igieniche che aiutano a mantenere la cavità orale in condizioni adeguate. Le paste sono scelte al meglio con ingredienti naturali: menta, olio di chiodi di garofano, olivello spinoso, salvia, ecc. Le paste ad alto contenuto di calcio e fluoruro sono fantastiche..

Assicurati di pulire gli spazi interdentali con un semplice strumento come il filo interdentale. Sfortunatamente, gli utenti russi per qualche ragione ignorano questo importante argomento, che fornisce una migliore igiene orale.

Quasi tutte le donne in gravidanza al primo esame, il medico prescrive l'assunzione di preparati vitaminici e complessi minerali, oltre a dare raccomandazioni sulla nutrizione durante la gestazione. Assicurati di seguire tutte le raccomandazioni del tuo medico, le vitamine e una dieta ragionevole ti aiuteranno a ottenere tutte le sostanze necessarie che supportano il tuo corpo e forniscono tutto il corpo necessario del tuo bambino.

Se segui tutte le semplici regole sopra elencate, il rischio di malattie dei denti e delle gengive diminuirà in modo significativo, ed è del tutto possibile che non entrerebbe nemmeno nella tua testa per chiedersi se le donne in gravidanza possano rimuovere i denti. Qui puoi vedere le parentesi graffe fotografiche, quali sono le varietà, cosa danno e come usarle.

Per ogni evenienza, ti consigliamo di leggere i sintomi del cancro..

È possibile rimuovere i denti durante la gravidanza?

Le donne incinte sono una categoria speciale di pazienti all'appuntamento dal dentista. Non è sempre possibile applicare a loro quegli approcci terapeutici che sono considerati classici per la gente comune. Dopotutto, il corpo della futura madre subisce molti cambiamenti, compresi i cambiamenti ormonali, le sue funzioni protettive sono ridotte. Ecco perché aumenta il rischio di vari tipi di malattie ed è necessaria un'attenta selezione delle misure terapeutiche. Questo vale per l'odontoiatria chirurgica. Quindi, impariamo se è possibile per le future mamme rimuovere i denti? Cosa considerare quando si fa questo?

Quando una donna scopre la sua posizione interessante, inizia già il processo di ristrutturazione del lavoro dell'intero organismo. Il calcio, che viene fornito con il cibo, è diviso in due. Ciò significa che una carenza di una sostanza così importante può contribuire allo sviluppo della carie. Quando colpisce le cavità dei denti, lo Staphylococcus aureus, che è molto pericoloso per la madre e il feto, può essere lì. Per un organismo sano, tale flora non è sempre una minaccia e il corpo può farcela senza conseguenze. Ma per una futura madre con ridotta immunità, i focolai di infezione nella cavità orale sono fonti pericolose di batteri patogeni. Va notato che durante il periodo di gestazione, di norma, aumenta la patogenicità della flora orale, rispettivamente, aumenta il rischio di carie e malattie parodontali. Ciò è confermato da numerosi studi medici..

Sulla base di quanto precede, i ginecologi consigliano sempre alle future madri in fase di gravidanza di pianificare la cura dei loro denti, curare quelli problematici, consultare un dentista, in modo che non mettano a rischio la salute del feto e la propria. Durante la preparazione per la gravidanza si raccomanda la rimozione pianificata degli organi masticatori.

Ma non tutte le donne seguono i consigli dei medici e molte hanno la necessità di un trattamento chirurgico dei denti nei diversi trimestri di gravidanza. Va notato che in questo momento vengono rimossi rigorosamente in base alle indicazioni di emergenza. Può essere, ad esempio, infiammazione purulenta, flusso.

Anestesia e gravidanza: i denti possono essere estratti con l'analgesia

Il mal di denti provoca poche emozioni positive nelle persone. Ma cosa succede se il dente in una donna incinta fa male? La maggior parte degli antidolorifici non sono ammessi durante il periodo di gestazione. Va ricordato che la causa principale del dolore acuto è la carie e un dente non trattato diventa una fonte di infezione pericolosa per il feto. Quindi sorge la domanda per le donne: è possibile per le donne in gravidanza estrarre i denti con l'anestesia, perché può avere un effetto negativo sul bambino? Proviamo a capire e rispondere a questa domanda difficile.

Gravidanza e Odontoiatria

I dentisti, come gli ostetrici-ginecologi, ti consigliano di prenderti cura della salute dentale in anticipo, prima di pianificare una gravidanza. Quando si registra per una gravidanza su un display LCD, una donna riceve un foglio di bypass in cui gli specialisti traggono le proprie conclusioni sullo stato di salute del paziente, in cui l'elenco include la consultazione del dentista.

All'esame, il medico determinerà i denti danneggiati e prescriverà il trattamento. La priorità sarà la terapia conservativa, vale la pena tirarla fuori solo nei casi più estremi.

Perché è necessario trattare i denti malati durante la gravidanza?

Il mal di denti porta a:

  • a stress aumentato a causa di disagio costante. Il corpo della madre è in uno stato eccitato, che il bambino certamente sente;
  • i denti malati diventano un ostacolo al cibo, il che significa che il bambino non ha nutrienti;
  • rinviando la rimozione "per dopo", è possibile ottenere la sua completa distruzione e infiammazione delle gengive.

Rimozione dei denti durante la gravidanza: sì o no

Il trattamento odontoiatrico al momento è notevolmente diverso dalle procedure eseguite 20-30 anni fa. L'odontoiatria si è fatta avanti. Gli ultimi antidolorifici inventati con effetti collaterali minimi.

Lo studio dei farmaci per l'anestesia ha permesso di usarli quando si estraggono i denti per una categoria speciale di cittadini: bambini, donne in gravidanza, anziani, pazienti che soffrono di reazioni allergiche a sostanze contenute in preparati medici.

Durante la gravidanza, è consentito eseguire procedure dentali: eseguire il trattamento senza anestesia, trattare o estrarre i denti sotto l'influenza dell'anestesia locale, rimuovere i depositi dallo smalto.

Vietato categoricamente per le donne "in posizione":

  • impianto;
  • protesi dentarie;
  • sbiancamento senza il consiglio di un medico;
  • antibiotici senza emergenza.

La gravidanza non è una controindicazione all'intervento dentale, non è vietato estrarre i denti, tuttavia l'intervento chirurgico deve essere giustificato.

Condizioni patologiche che richiedono un trattamento obbligatorio:

  • la carie è una malattia causata da batteri patogeni. La carie causa carie e porta alla perdita dei denti;
  • la gengivite è un evento comune nelle donne in gravidanza a causa di cambiamenti ormonali. Questa è un'infiammazione della mucosa gengivale;
  • la stomatite, come la gengivite, è una conseguenza dei cambiamenti nel corpo di una donna;
  • flusso - un processo infiammatorio accompagnato da dolore acuto;
  • pulpite - danno ai tessuti molli. È caratterizzato da un aumento del dolore..

Tutte le suddette malattie possono essere accompagnate da dolore e febbre..

Quanto tempo è meglio estrarre i denti

A seconda dell'età gestazionale, la procedura di rimozione viene eseguita in modo diverso o per niente..

I trimestre di gravidanza

Nel periodo fino a dodici settimane, il feto è la deposizione di tutti gli organi vitali. La placenta non formata è ancora privata della capacità di proteggere il feto da influenze negative esterne.

Nel primo trimestre, i medici non raccomandano categoricamente le procedure dentali, poiché una situazione stressante può causare il tono dell'utero, che è irto di gravi conseguenze.

II trimestre di gravidanza

Un periodo di 14-27 settimane è ottimale per la rimozione con anestesia. Durante questo periodo, il bambino è protetto dalla barriera placentare. Gli anestetici applicati sono sicuri sia per il bambino che per la madre.

Inoltre, nel secondo trimestre, l'addome ha ancora dimensioni abbastanza accettabili, il che consente alla futura mamma di sentirsi a proprio agio sulla poltrona del dentista. Il secondo trimestre è considerato il più sicuro per le procedure di estrazione dei denti..

III trimestre di gravidanza

Dopo l'inizio di 35 settimane di gravidanza, non è necessario estrarre i denti, l'eccezione sono le situazioni di emergenza (rimozione del nervo, attenzione purulenta). Per così tanto tempo, un viaggio dal dentista può terminare con una nascita prematura, indipendentemente dal fatto che l'anestesia sia stata utilizzata o meno..

I "denti del giudizio" non possono essere estratti durante la gravidanza, perché:

  • è un'operazione complessa e traumatica;
  • l'intervento chirurgico è accompagnato da un aumento della temperatura corporea;
  • dopo la rimozione, viene prescritto un ciclo di assunzione di antibiotici per prevenire complicanze e lo sviluppo del processo infettivo.

L'anestesia può essere usata durante la gravidanza?

Durante il periodo di gravidanza, è possibile e necessario estrarre i denti con l'uso dell'anestesia, poiché possono sopportare il dolore e, peggio ancora, assumere antidolorifici, che è molto più pericoloso per un bambino. Nell'odontoiatria moderna vengono utilizzati anestetici che non attraversano la barriera placentare e non influiscono sul feto..

Anestesia usata

In genere, i dentisti usano farmaci contenenti adrenalina come anestetico. Queste sostanze bloccano il dolore e riducono il rischio di sanguinamento dopo l'intervento chirurgico. Ma per i pazienti in posizione, usano farmaci con un contenuto minimo di adrenalina, dal momento che tonifica l'utero e aumenta la pressione. Sostituirli con agenti di articaina:

La concentrazione di adrenalina in essi è 1: 200000. Inoltre, i preparati di articaina sono ipoallergenici, hanno un effetto calmante sulla cavità orale infiammata. Possono essere utilizzati durante l'allattamento, poiché i fondi non penetrano nel latte materno.

Quando è richiesta l'anestesia

La pulizia iniziale della carie e della placca non deve essere accompagnata da un trattamento con anestesia. Il dolore in queste procedure è insignificante. La carie complicata viene eliminata solo in anestesia locale. Inoltre, l'atteggiamento psicologico della gestante influenza il corso del trattamento.

Controindicazioni

Come con qualsiasi intervento chirurgico, ci sono controindicazioni all'uso dell'anestesia. Questi durante la gravidanza includono:

  • intolleranza individuale ai componenti;
  • malattie neurologiche;
  • violazioni dell'omeostasi del sangue;
  • processi infiammatori della cavità orale.

Prevenzione e raccomandazioni generali

Per non estrarre i denti durante la gravidanza o per trasferirlo il più facilmente possibile, vale la pena seguire il consiglio dei medici. I dentisti raccomandano:

  • Visita l'ufficio del dentista almeno due volte all'anno.
  • È necessario condurre un trattamento prima della gravidanza: trattare la carie, riempire i buchi e riorganizzare la cavità orale.
  • Strappare e trattare i denti in difficoltà e solo dalle 14 alle 27 settimane di gravidanza.
  • Non automedicare con farmaci antinfiammatori e antibatterici.

Per quanto tempo un dente può essere rimosso in modo sicuro durante la gravidanza??

La gravidanza è una posizione speciale di una donna attorno alla quale si formano molti miti su ciò che può e non può essere fatto durante questo periodo..

Infatti, visitare un dentista durante la gravidanza è vietato solo in alcuni casi. Si raccomanda alle donne in gravidanza di visitare periodicamente il dentista per pulire la cavità orale dai germi e sbarazzarsi di malattie che il corpo non può affrontare, nelle prime fasi.

Il trattamento dentale è vietato nel periodo del primo e terzo trimestre, poiché nel primo c'è la principale formazione degli organi del bambino e nel terzo aumenta l'eccitabilità uterina. In questo momento, è controindicato usare sostanze irritanti dall'ambiente esterno. Il secondo trimestre è il più sicuro per il trattamento dentale..

Quando rimuoverlo?

Il trattamento e l'estrazione del dente è una procedura che può essere eseguita durante il trasporto del bambino. Naturalmente, durante questo periodo, tali manipolazioni hanno le loro caratteristiche. I dentisti di otto e terzi molari raccomandano di strappare solo se assolutamente necessario. Il fatto è che in questo contesto, può svilupparsi un processo infiammatorio che influenzerà negativamente il feto. I medici raccomandano di estrarre un dente in presenza di tali indicazioni:

  • In presenza di sindrome del dolore acuto, che non può essere fermata dai farmaci. Lo stress che si verifica con un dolore prolungato ha un effetto diretto sulla psiche di una donna, rispettivamente, influenza gravemente il bambino.
  • Il molare è influenzato dalla carie, contro la quale il processo infiammatorio colpisce la gomma.
  • Con infiammazione del nervo (pulpite), se non fosse possibile alleviare il dolore con i farmaci.
  • Se il dente è danneggiato (rotto o rotto), che provoca dolore durante il pasto.
  • Sullo sfondo della malignità.

Otto dentisti raccomandano di rimuoverli dopo il parto, ma in alcune situazioni vengono comunque estratti.

Ciò è necessario per il dolore acuto che non è suscettibile di cure mediche, nonché per l'eruzione dolorosa, accompagnata dallo sviluppo del processo infiammatorio.

Quindi vale la pena per le donne in gravidanza di rimuovere i denti?

Questo problema non perde la sua rilevanza tra le donne in attesa di un bambino. La gravidanza è un periodo durante il quale il corpo femminile ha una maggiore vulnerabilità, che porta all'interruzione del metabolismo del calcio e alla successiva deformazione dello smalto, che è una seria indicazione per il trattamento e talvolta le procedure di estrazione dei denti. Certo, stare nella poltrona del dentista è un vero stress, aggravato dalle caratteristiche mentali della futura madre. Ma il dolore costante si manifesta in modo più spiacevole nello stato fisico ed emotivo del paziente e del bambino nell'utero. In questo caso, la presenza di un focus costante di infezione può essere attribuita a un fattore negativo, che può includere qualsiasi lesione di un grado o di altra gravità.

Possiamo parlare della presenza di una vasta gamma di farmaci che hanno superato tutti i test necessari e possono essere utilizzati durante il trattamento di una donna incinta. La speciale composizione di alcuni farmaci consente loro di essere assorbiti solo nella cavità orale, senza penetrare nel flusso sanguigno, e quindi non danneggiano il bambino. In caso di forte dolore e conferma dell'indicazione per l'estrazione del dente, è necessario contattare specialisti competenti, tenendo conto delle specifiche del trattamento dei pazienti in attesa di un bambino, in modo che il farmaco antidolorifico sia selezionato correttamente.

Leggi anche: puoi rimuovere i denti durante la gravidanza

Come è la procedura

La rimozione viene eseguita dal chirurgo-dentista in presenza di alcune indicazioni. In questo caso, una donna deve passare attraverso diverse fasi:

  1. Esame radiografico. Spesso le radiografie non vengono utilizzate tra le donne in gravidanza, ma se assolutamente necessario, non possono essere evitate. Durante la sessione, il corpo della ragazza è coperto con un grembiule di piombo, quindi il bambino non viene danneggiato.
  2. Anestesia. L'anestesia viene somministrata per iniezione. Quando si trasporta un bambino, vengono utilizzati solo mezzi sicuri. Uno di questi è la lidocaina. Il farmaco non danneggia il feto.
  3. Rimozione di un dente malato. Dopo l'anestesia, il paziente non avverte dolore. L'intera procedura, di norma, non richiede più di 5-10 minuti.
  4. Riabilitazione. Per evitare complicazioni, a una donna vengono prescritti risciacqui con decotti a base di erbe e controllo della temperatura corporea.

Pochi giorni dopo, la ragazza deve venire dal medico per un esame di routine. Se si presentano determinate complicazioni, il medico seleziona il trattamento giusto.

Rimozione dell'allattamento al seno

Se è meglio attendere un periodo condizionatamente sicuro per rimuovere un dente del giudizio durante la gravidanza, quindi durante un periodo di allattamento (allattamento), non è necessario ritardare una visita dal medico.

  • Per alleviare il dolore, i medici usano farmaci che vengono rimossi dal latte materno entro poche ore. Il dentista comunicherà in precedenza al paziente le caratteristiche dell'anestetico utilizzato in modo che pre-esprima il latte per nutrire il bambino nel periodo postoperatorio.
  • Il medico selezionerà i farmaci appropriati necessari per una guarigione efficace e non passerà nel latte materno per il paziente dopo una discussione con il terapeuta.
  • Se, dopo la rimozione, si verifica una complicazione e il paziente necessita di un ciclo di trattamento antibiotico, il medico segnalerà la necessità di trasferire temporaneamente il bambino all'alimentazione artificiale, come anche piccole dosi di antibiotici nel latte materno causeranno un grave disturbo del tratto digestivo nel bambino.

Qual è il momento migliore per un intervento chirurgico?

Durante la pianificazione del concepimento e durante il periodo di gestazione, la madre dovrebbe essere molto attenta alla sua salute, compreso lo stato della cavità orale. Con lo sviluppo di sintomi negativi, è necessario contattare il dentista, indipendentemente dal termine.

Potresti essere interessato a: 6a settimana di gravidanza

Ad ogni fase della gravidanza, le procedure dentali hanno le loro caratteristiche:

  • Il primo trimestre è considerato il più pericoloso, poiché è nelle prime fasi del feto che vengono posati tutti gli organi e sistemi interni. A questo proposito, nel periodo da 1 a 13 settimane, qualsiasi manipolazione medica nella cavità orale è indesiderabile. Il chirurgo può estrarre un dente in situazioni estremamente difficili, ad esempio con la pulpite.
  • Il secondo trimestre è considerato il più favorevole per le operazioni dentali. Dalle 14 alle 27 settimane, gli organi vitali del bambino sono già formati, quindi i rischi sono minimi.
  • Nelle fasi avanzate (28-40 settimane), i medici raccomandano di provare a escludere l'estrazione dei denti, poiché questo è stressante per la mamma.

Durante il portamento del bambino, qualsiasi trattamento deve essere eseguito con estrema cautela sotto stretto controllo medico. Se la mamma sviluppa sintomi negativi dopo essere andata in studio dentistico, non dovresti aspettare fino a quando non passano da soli. Una donna ha bisogno di vedere un medico.

Cosa fare dopo essere tornati a casa?

Dopo aver completato questa procedura, possono comparire vari effetti collaterali (infiammazione del pozzo, gonfiore, sangue, lividi, pus o un lampo di dolore). Per prevenire tali fattori, è importante seguire queste linee guida:

  1. Dopo un certo tempo - circa venti minuti, dovresti estrarre il batuffolo di cotone dal buco formato nel dente. Non consentire a un batuffolo di cotone di rimanere più a lungo, poiché si tratta di un'area infettiva.
  2. Per prevenire la comparsa di gonfiore, utilizzare il ghiaccio avvolto in un asciugamano attaccato alla guancia dove si trova il foro. Tenere premuto per 3-4 minuti, quindi fare una pausa di cinque minuti e applicare un nuovo impacco di ghiaccio. Si consiglia di ripetere da quattro a sei volte.
  3. All'inizio del sanguinamento gengivale, è necessario lasciare un pezzo di una benda sterile nel foro per dieci minuti e misurare anche gli indicatori della pressione sanguigna, poiché quando aumenta, è un provocatore sanguinante. Se necessario, assumere il farmaco appropriato.

Dopo un'operazione di estrazione dentale sperimentata (tre ore), è vietato:

  1. Mangia qualsiasi cibo (alternativa - acqua normale a temperatura ambiente).
  2. Eventuali procedure idriche devono essere posticipate di alcune ore..
  3. È esclusa un'eccessiva attività fisica, perché ora hai bisogno di riposo per il corpo che è sopravvissuto allo stress.
  4. Non toccare il foro del foro con la lingua e nessun oggetto, in modo da non causare infiammazioni.
  5. Non è consigliabile aprire troppo la bocca e alzare la voce (se ci sono cuciture).
  6. È anche vietato sciacquarsi la bocca.

Per accelerare il recupero e prevenire le successive infiammazioni, è necessario assorbire un po 'di permanganato di potassio, clorexidina, nonché un'infusione di erbe (camomilla, salvia) nella cavità orale, mantenendola nella cavità orale.

Per prevenire gravi effetti collaterali, lo specialista deve essere guidato nel suo lavoro dai seguenti principi:

  1. Eseguire correttamente un'operazione dentale per rimuovere i denti e solo dopo l'autorizzazione del medico curante del paziente che sta aspettando un bambino, tenendo conto delle sfumature in ogni trimestre.
  2. Isolare la futura mamma dalle circostanze stressanti che possono sorgere (tempo minimo di attesa in linea, l'uso di antidolorifici adeguati e, se possibile, non ritardare la procedura, trattarla con comprensione psicologica).
  3. Non si deve dimenticare che è possibile ricorrere all'uso dei raggi X per ottenere immagini e redigere un piano di trattamento solo in caso di emergenza.
  4. Introdurre una quantità minima di anestetici per alleviare il dolore del paziente.
  5. Effettuare un test appropriato - se il paziente può tollerare antidolorifici per escludere la reazione anafilattica e le successive complicazioni che possono verificarsi.

Al fine di disinfettare lo spazio orale al termine di un'operazione per rimuovere i denti di una paziente incinta, è necessario prescrivere farmaci a bassa tossicità (consultare un medico femminile).

Quali sono le complicazioni dopo la rimozione?

L'estrazione di un dente malato, come qualsiasi altro intervento chirurgico, spesso causa complicazioni. Durante la sessione o poche ore dopo, il paziente può sviluppare complicanze della seguente natura:

  • Lesione alla mascella.
  • Danneggiamento del tessuto gengivale causato da frammenti.
  • Lesione a un molare o incisivo situato nella porta accanto.
  • Shock, svenimento.
  • La sconfitta del seno mascellare.
  • Ematoma.
  • emorragia.
  • Lo sviluppo del processo infiammatorio.

Inoltre, si osserva spesso la neurite: infiammazione del nervo, riduzione dei muscoli della mascella, infiammazione del foro formata dopo l'estrazione del dente.

Con visite tempestive dal dentista, queste complicanze possono essere eliminate senza conseguenze per la salute della madre e del bambino.

Ragioni per la rimozione dei denti

Le indicazioni per l'intervento chirurgico nel trattamento dei denti nelle donne in gravidanza sono piuttosto limitate:

  • dolore acuto prolungato;
  • trauma alla mascella o a un singolo dente;
  • tumori maligni nel collo della radice e nella cisti dei denti;
  • infiammazione purulenta.

Dolore acuto prolungato o infiammazione purulenta: i motivi per cui è necessario eseguire l'estrazione del dente

Oltre a forti dolori e fastidi durante il mangiare, questi problemi portano molti danni al corpo della donna e allo sviluppo del feto. L'infiammazione da un dente può facilmente passare agli altri e i microrganismi patogeni entrano nel flusso sanguigno e si diffondono in tutto il sistema circolatorio. Inoltre, il dolore della masticazione impedisce a una donna di mangiare correttamente, il che significa che il bambino riceve meno nutrienti. Bene, lo stress che la futura mamma sperimenta non giova in alcun modo al bambino.

Leggi anche: trattamento dentale nel 3 ° trimestre di gravidanza

Il mal di denti influisce negativamente sulla salute del feto

Ma tutto ciò non si applica ai denti del giudizio. La loro rimozione è un processo complesso con un alto rischio di sviluppare complicanze, compresi i processi infiammatori. Sono trattati solo con antibiotici, che per una donna in una posizione non promette nulla di buono, e quindi le donne in gravidanza non tirano fuori i denti del giudizio. In caso di forte dolore, l'unica alternativa accettabile è il trattamento, anche con un effetto temporaneo. La cosa principale è aspettare un periodo sicuro in cui una donna partorisce e riacquista forza.

Il pericolo di una procedura durante la gravidanza

Nel primo, secondo e terzo trimestre di gravidanza, non bisogna dimenticare il pericolo di interventi chirurgici. Ecco perché il medico prescrive l'intervento chirurgico solo come ultima risorsa. Innanzitutto, tirare un dente è controindicato nelle ragazze impressionabili, per le quali questa manipolazione è uno shock psicologico.

Inoltre, l'anestesia e i raggi X hanno spesso un effetto negativo, senza il quale l'operazione sarebbe stata impossibile. Nonostante ciò, spesso sorgono situazioni nella vita delle donne in gravidanza in cui è semplicemente necessario un viaggio nello studio dentistico. Ciò si applica ai casi di dolore acuto o allo sviluppo di un grave processo infiammatorio..

Esperto utente e moderatore di commenti. Istruzione medica superiore e oltre 5 anni di pratica reale.

Chiedi a Xenia

Quando si contatta un medico, la mamma dovrebbe sicuramente informare lo specialista della sua delicata situazione. Il dentista sceglierà metodi di trattamento sicuri che aiuteranno a ridurre al minimo il rischio di alcune complicanze..

I dettagli di questa procedura in diversi trimestri

Se riesci a tollerare, gli esperti raccomandano vivamente di attendere il secondo trimestre, dato che la donna incinta si sente a suo agio, poiché gli effetti della tossicosi sono diminuiti, un aumento delle dimensioni dell'addome è appena avanti. In una situazione estrema che può causare un'infezione purulenta, una donna si sottopone a un intervento chirurgico per rimuovere i denti malati senza esitazione, come indicato dalle indicazioni.

Vale la pena notare che le prime settimane dopo il processo di concepimento sono della massima importanza, dato che l'uovo si trasforma in un embrione, in cui gli elementi vitali del corpo si sviluppano gradualmente. È del tutto naturale che la paura di visitare il dentista, l'uso di analgesici appropriati e la necessità di raggi X comportino alcuni rischi per il feto. Allo stesso tempo, dovrebbe essere tenuto presente che il dolore intollerabile e l'infezione purulenta sono più pericolosi di questa operazione con i denti durante questo periodo. Tutto il resto, il dolore insopportabile può portare a contrazioni delle pareti uterine, provocare ipertonicità. Allo stesso tempo, i medici consigliano di provare a rinviare la procedura in questione per il terzo mese di gravidanza.

Quindi, il periodo dal quarto al sesto mese. In questa fase, il feto si forma con lo sviluppo graduale di organi importanti. Le procedure dentali che influenzano l'umore psicologico della donna incinta non rappresentano alcun pericolo per il feto, il che ci consente di chiamare questo periodo più efficace per visitare l'ufficio del dentista. Ma non è consigliabile imbiancare e sostituire i denti. Gli specialisti raccomandano il secondo trimestre per sbarazzarsi dei problemi dei denti, che influenzano lo stato psicologico di una donna incinta, così come un bambino che sente tutte le paure di una futura madre.

I medici sono estremamente riluttanti a trattare i pazienti nelle fasi finali, che hanno un background logico e molti anni di esperienza di lavoro con donne che hanno un bambino. Uno stomaco cresciuto, sensazioni spiacevoli con una lunga permanenza nella stessa posizione su una sedia nell'ufficio del dentista, disagio psicologico - possono accelerare l'approccio al parto a causa del verificarsi di ipertonia.

Tali situazioni non sono rare durante una donna che trasporta un bambino, quando c'è una esacerbazione del dolore nei denti del giudizio, causando un particolare disagio (febbre, aumento del dolore alle gengive, che influenza le condizioni generali). In una situazione normale, uno specialista dovrebbe procedere con la rimozione, ma vale la pena ricordare che l'eliminazione di questi denti ("otto") provoca lo sviluppo di processi infiammatori che richiedono una terapia farmacologica coerente, che non è utile mentre il bambino è in attesa. Naturalmente, se possibile, è meglio rimandare la procedura, ma il dolore costante e acuto o un lungo processo infiammatorio possono fare molto più danni dello stress causato dalla rimozione e dall'uso di antidolorifici.

Raccomandazioni generali nel periodo postoperatorio

Dopo che la futura mamma ha rimosso il dente, deve passare un periodo di riabilitazione. È importante seguire rigorosamente le raccomandazioni del medico. Questi includono:

  • Puoi mangiare dopo l'estrazione solo dopo 3-4 ore.
  • Non applicare un termoforo sulla zona interessata.
  • Puoi prendere antidolorifici solo con prescrizione medica. Spesso, il paracetamolo è usato per alleviare il dolore. Il dentista può anche prescrivere un disinfettante come Amoxiclav.
  • Al mattino e alla sera si consiglia di lavarsi i denti e di utilizzare i risciacqui antisettici.
  • Dopo aver mangiato, sciacquare la bocca per rimuovere i detriti alimentari.
  • Per prevenire lo sviluppo del processo infiammatorio, si consiglia di sciacquare la cavità orale con decotti di erbe (camomilla, calendula, serie).

Potresti essere interessato: Recensioni Test di gravidanza Clearblue

Per strappare un dente dovrebbe essere solo in uno studio dentistico. In questo caso, è necessario considerare attentamente la scelta della clinica e del medico. Se compaiono sintomi allarmanti dopo la manipolazione medica, consultare un dentista.

Testimonianze di pazienti e medici indicano che solo l'aiuto tempestivo di un medico e l'implementazione di tutte le sue raccomandazioni aiutano a evitare molti problemi in futuro.

Misure preventive

Prevenire le malattie della cavità orale è molto più semplice e sicuro che curarlo in seguito. La base della prevenzione sono le procedure igieniche, la cui qualità e regolarità dipendono direttamente dalla salute dei denti. È molto importante scegliere il dentifricio giusto: dai la preferenza alle composizioni con ingredienti naturali: olio di chiodi di garofano, estratti di salvia e menta, olivello spinoso.

Dentifricio preventivo

Un buon risultato è dato dalle paste con un alto contenuto di fluoro e calcio, che sono così carenti nei denti da questo periodo cruciale. Basta non essere coinvolti in loro, poiché un eccesso di questi elementi porta anche a problemi ai denti. È meglio alternare le paste al fluoro con paste contenenti calcio e fare periodicamente una pausa usando il dentifricio più comune durante questo periodo. Ma le composizioni sbiancanti sono controindicate per le donne in gravidanza: assottigliano lo smalto che, con una carenza di calcio nel corpo, provoca lo sviluppo della carie.

ROKS Dentifricio in calcio attivo Calcio attivo

Oltre alla spazzolatura quotidiana al mattino e alla sera, è necessario risciacquare i denti dopo aver mangiato, anche dopo un morso leggero.

Collutorio

I piccoli pezzi di cibo lasciati tra i denti rimuovono bene il filo interdentale, quindi non trascurarlo.

Uso del filo interdentale

Di tanto in tanto, sciacquare il decotto a base di erbe di timo, camomilla, salvia, calendula, equiseto e altre piante medicinali. Eliminano efficacemente i processi infiammatori, hanno un effetto rassodante sul tessuto gengivale e alleviano l'alitosi. Come risciacquo, sono assolutamente innocui per le donne in gravidanza. Ci sono anche molti prodotti farmaceutici con un effetto preventivo e terapeutico. Questi collutori sono abbastanza efficaci, ma prima di acquistarli, dovresti consultare un dentista.

Decotto alla camomilla

Trattamento farmacologico dopo la procedura

Per escludere complicazioni e guarigione precoce della ferita, i medici spesso prescrivono il trattamento con determinati farmaci. In questo caso, vengono utilizzati i seguenti medicinali:

  • Antidolorifici. Il paracetamolo è considerato relativamente sicuro. Dovrebbe essere preso a 500 mg non più di quattro volte al giorno. La dose giornaliera non può superare i 4 grammi.
  • Antibiotici. Amoxiclav è usato durante la gravidanza. Gli vengono prescritti 375 mg ogni 8 ore..
  • Risciacquare con antisettici. Per fare questo, puoi usare una soluzione debole di permanganato di potassio, perossido di idrogeno, una soluzione pallida di iodio.

Se il paziente ha sensazioni dolorose, in nessun caso il paziente deve riscaldare l'area. Ciò può causare complicanze emorragiche..

Che tipo di antidolorifici può rimanere incinta

Esistono diversi tipi principali di sostanze usate come antidolorifici..

Preparati di articaina - Articain, Ultracain, Ubistesin

La sostanza Artikain è classificata come anestetico locale del gruppo ammide. Arikan è una polvere bianca o crema che si dissolve in acqua o alcool..

Questo antidolorifico viene utilizzato quando si eseguono semplici operazioni dentali, come la rimozione di uno o più denti, l'elaborazione e la rimozione della carie, la rettifica della superficie dei denti prima di installare le protesi.

Ultracaine è completamente trasparente e completamente inodore. Fondamentalmente, questo farmaco viene utilizzato per rimuovere i nervi e la chirurgia ortopedica. Il farmaco blocca la trasmissione degli impulsi nervosi, cioè una persona perde completamente la sensibilità. Valido per 1-5 ore.

Nell'anestesia locale viene utilizzata anche una soluzione chiara di Ubistesin. A differenza di ultracain, la sua azione inizia in un paio di minuti, mentre almeno 10 minuti passeranno prima dell'azione di Ultracain. Allo stesso tempo, il tempo di azione è significativamente ridotto - fino a 45 minuti. La controindicazione all'uso di questo metodo di anestesia è l'ipersensibilità ai solfiti nella composizione delle sostanze utilizzate..

Mepivacaine - Scandonest, Mepivastesin, Carbocaine

Anche le preparazioni con mepivacaina appartengono al gruppo delle ammidi. Scandonest è classificato come farmaco locale per l'anestesia, viene somministrato a persone con ipertensione arteriosa, diabete e insufficienza cardiaca. Consigliato a coloro che sono controindicati nel restringimento dei vasi sanguigni. L'azione si verifica dopo 2 minuti, termina in base alla dose, dopo 20-40 minuti.

Importante! La mepivastesina è un anestetico dell'anestesia di conduzione. Gli effetti e le controindicazioni della mepivastesina sono simili a quelli più abbandonati.

La carbocaina viene utilizzata nel formato di soluzioni al 2 e 3% per l'ipersensibilità, è prescritta per le persone con malattie cardiovascolari, diabete, allergie ai farmaci contenenti zolfo.

Foto 1. Il farmaco Scandonest, utilizzato per l'anestesia locale, è disponibile come soluzione iniettabile al 3% in cartucce con un volume di 1,8 ml.

Prevenzione delle malattie dentali durante la gravidanza

Qualsiasi malattia è più facile da prevenire che da curare. Durante il portamento del bambino, una donna dovrebbe aderire a semplici regole di prevenzione, che aiuteranno a evitare di andare dal dentista. Questi includono:

  • Lavarsi i denti due volte al giorno.
  • Dopo ogni pasto, sciacquare la bocca con acqua calda. Puoi anche usare decotti di erbe.
  • Le paste sono scelte al meglio con l'aggiunta di ingredienti naturali (estratti di erbe, vitamine, minerali).
  • Ogni 2-3 mesi, è necessario sostituire uno spazzolino da denti..
  • Una donna incinta dovrebbe avere una quantità sufficiente di alimenti ricchi di fosforo e calcio nella sua dieta quotidiana..
  • È importante smettere di fumare, poiché contribuisce alla formazione del tartaro.

Se la mamma ha trovato segni negativi in ​​se stessa, non ritardare il viaggio dal medico.

Nella fase iniziale, qualsiasi malattia è molto più facile da curare rispetto alle complicanze..

Farmaci approvati per alleviare il dolore

L'anestesia generale viene utilizzata in casi eccezionali quando la situazione minaccia la vita della madre. Questa procedura ha un forte effetto sul sistema nervoso di un bambino in via di sviluppo. Pertanto, l'anestesia generale viene utilizzata solo quando viene rilevata una malignità nella cavità orale.

Ma è possibile per le donne in gravidanza strapparsi i denti con un'iniezione locale? Sì, ma la scelta è leggermente limitata. I medicinali approvati includono farmaci moderni:

  1. Se la situazione è semplice, la novocaina viene utilizzata come spray. Il paziente deve essere avvisato che la saliva non può essere ingerita..
  2. "Ultracain" è usato per alleviare il dolore grave, ma il medico calcola individualmente un dosaggio sicuro in base al peso della donna.
  3. "Ubistesin" anestetizza bene e non è in grado di penetrare nella barriera placentare. È dimostrato che il medicinale non danneggia il corpo e il feto della madre.

Le donne che si rivolgono all'odontoiatria sono spesso preoccupate se le donne in gravidanza possono estrarre un dente con un'iniezione. Anzi, a volte la situazione è urgente e senza anestesia, non molti accetteranno di seguire questa procedura. I medici usano antidolorifici che non hanno un effetto dannoso, quindi puoi fidarti dello specialista, indicando la tua condizione.

Perché hai problemi ai denti durante la gravidanza??

È noto che durante il periodo di gestazione, il corpo femminile subisce un carico tremendo. Tutti gli organi e i sistemi della futura madre stanno lavorando in modalità di emergenza. Tali fattori provocatori possono causare problemi alla cavità orale:

  • I cambiamenti ormonali comportano la friabilità delle gengive sullo sfondo dell'aumentata circolazione sanguigna in quest'area. A questo proposito, il rischio di sviluppare stomatite, carie e altri problemi è significativamente aumentato.
  • Cambia nel gusto. Durante situazioni delicate, molte madri sono attratte dall'acidità, dal salato, dal dolce. In questo contesto, lo smalto dei denti soffre.
  • La tossicosi provoca vomito frequente, perdita di appetito. Ciò provoca una diminuzione dei minerali e delle vitamine utili nel corpo..
  • Diminuzione dell'immunità. Le malattie dentali si verificano spesso quando si indebolisce l'immunità locale e generale in una donna incinta.

Potresti essere interessato a: tira l'addome inferiore durante la gravidanza nelle prime fasi senza scarico

Per escludere condizioni indesiderabili, una donna deve stare attenta alla sua dieta. È importante includere nella dieta verdure, frutta, carne, pesce, latticini e prodotti a base di latte acido. Ciò contribuirà a rafforzare l'immunità e ridurre il rischio di sviluppare malattie orali..

Indicazioni per la chirurgia

Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • dolore acuto;
  • crescita errata del dente del giudizio durante la gravidanza;
  • diffondendo rapidamente la carie con forte dolore, la radice viene completamente distrutta;
  • infiammazione purulenta delle gengive, tessuto dentale;
  • febbre dovuta a malattie dei denti;
  • neoplasia;
  • lesione, frattura del dente.

La decisione sull'estrazione del dente in una donna incinta dovrebbe essere presa da uno specialista. Molti hanno paura di uno studio dentistico fin dall'infanzia. Durante la gravidanza, dovresti superare la tua paura e curare un dente cattivo senza innescare l'infiammazione. Non c'è bisogno di aspettare fino a quando il dolore diventa insopportabile e provare a superare la malattia da solo. Metodi alternativi di mal di denti non possono essere eliminati.

Se il dente è infiammato e fa male, è necessario visitare il dentista al più presto possibile, i medici di guardia prendono senza un appuntamento presso la clinica distrettuale o in un centro medico specializzato. Non rifiutare di rimuovere il dente del giudizio a causa della paura o della riluttanza. L'infiammazione purulenta non influirà nel modo migliore sul feto. I microrganismi patogeni possono essere trasmessi al bambino, il più pericoloso dei quali è lo Staphylococcus aureus.

Estrazione dei denti della saggezza: cosa devi sapere?

Durante la pianificazione del concepimento, il medico può consigliare alla ragazza di rimuovere gli otto problemi, poiché dopo la gravidanza non è consigliabile farlo a causa dello sviluppo di complicazioni frequenti.

L'estrazione in una posizione delicata viene effettuata solo in situazioni di emergenza. Le indicazioni sono le seguenti:

  • Dolore acuto che non è suscettibile di cure mediche.
  • Rilevazione del cancro.
  • La presenza di cisti in quest'area.
  • Split molari e frequenti traumi alle gengive e alle guance.
  • Pulpite, flusso.

Il dentista consiglierà anche di tirare un dente malato con una grave lesione cariosa. Il fatto è che in quest'area si accumula un numero enorme di agenti patogeni, il che è estremamente indesiderabile durante la gravidanza.

Si raccomanda di rimuovere molari o incisivi distrutti da 14 a 35 settimane. La chirurgia è indesiderabile in date precedenti o successive.

Caratteristiche

L'estrazione del dente durante la gravidanza ha caratteristiche. Il medico deve essere informato sulla situazione, i tempi, se ci sono complicazioni, i farmaci assunti.

Importante! Il periodo migliore per la manipolazione è il secondo trimestre e l'inizio del terzo. Nei primi mesi, gli organi del bambino vengono solo posati e la barriera placentare non è completamente formata, quindi c'è il rischio di aborto spontaneo. Nelle ultime settimane, l'intervento chirurgico può portare alla nascita prematura.

Il dentista determina quanto sia critica la situazione. Se possibile, l'operazione viene rinviata al 2o trimestre o nel periodo postpartum. In caso contrario, eseguono l'intervento, tenendo conto delle seguenti sfumature:

  1. Diagnostica. L'esposizione ai raggi X dovrebbe essere minima. Pertanto, le immagini sono realizzate con moderni dispositivi digitali: radiofisiografo, tomografo 3D.
  2. Anestesia. I denti devono essere sempre rimossi in anestesia. Grandi dosi sono indesiderabili. Inoltre, il farmaco dovrebbe contenere meno adrenalina possibile: accelera il battito cardiaco. L'anestesia generale è vietata.
  3. Medicinali Usa solo quei farmaci che non sono in grado di penetrare nella placenta e influenzano il feto. Gli antibiotici in gravidanza sono prescritti quando il rischio per la salute della madre supera il danno al bambino. Molto spesso, viene prescritta l'amoxicillina. È considerato il più innocuo, ma non sono stati condotti studi completi..

Il periodo migliore per la manipolazione è il secondo trimestre e l'inizio del terzo.

Rimozione del nervo durante il periodo di gestazione

Abbiamo già scoperto che l'estrazione del dente durante la gestazione è possibile solo quando assolutamente necessario. Ciò è spiegato dal fatto che non tutti i medicinali per alleviare il dolore e il trattamento sono consentiti alla mamma in caso di complicanze. La rimozione di un nervo infiammato spesso aiuta ad evitare la rimozione. Questa opzione di trattamento viene spesso utilizzata in un periodo delicato ed è considerata molto efficace..

Quando si verifica dolore acuto, il medico può provare a curare il nervo interessato e prolungare così la vita del dente. Se i farmaci sono inefficaci, devi ancora rimuoverlo. Come l'estrazione dei denti, anche la rimozione dei nervi durante la gravidanza è considerata una procedura indesiderata. L'operazione non è raccomandata nelle fasi iniziali e dopo 35 settimane. L'intervento viene effettuato solo in caso di dolore acuto che non può essere interrotto con analgesici..

In precedenza, l'operazione era molto dolorosa. Sapendo questo, molti sono andati dal dentista con grande preoccupazione. Ora, una buona anestesia viene utilizzata per rimuovere un nervo malato. Nell'arsenale dei medici, un'ampia selezione di farmaci senza adrenalina che possono essere utilizzati durante la gestazione.

Anestesia in gravidanza

Cominciamo con l'anestesia dentale durante la gravidanza. Non puoi farne a meno spesso.

La buona anestesia è il fondamento di qualsiasi trattamento.

Se il paziente soffre, è improbabile che il medico riesca a eseguire tutte le manipolazioni in modo di qualità. Per un trattamento efficace, il medico ha bisogno di un paziente calmo e rilassato con la bocca spalancata. E questo è possibile solo in assenza di dolore. Solo casi estremamente rari di allergie possono indurre un medico a rifiutare un'iniezione con un anestetico.

Successivamente, risponderemo alla domanda principale: è possibile utilizzare l'anestesia durante la gravidanza?

Quindi, nell'arsenale dei dentisti ci sono antidolorifici moderni che non sono controindicati per le donne in gravidanza. Questi farmaci non sono tossici e vengono rapidamente eliminati dal corpo. E, soprattutto, non superano la barriera emoplacentare e, di conseguenza, sono sicuri per il bambino. Prima dell'appuntamento, devi informare il dentista delle caratteristiche della tua situazione, di una possibile allergia o reazione all'anestesia.

Se il medico si occupa della normale carie durante la gravidanza, il trattamento sarà semplice e veloce. Tutte le manipolazioni (lavorazione dei denti, asciugatura, installazione e riempimento del riempimento) e preparazioni sono utilizzate ed eseguite localmente e non minacciano la salute della madre e del feto.

Soprattutto, il trattamento dentale fa paura con il dolore che un dentista può causare. Le donne in gravidanza possono trattare i denti con anestesia e iniezione anestetica? Certo che puoi, vale la pena persino dirlo: devi farlo. Dopotutto, il dolore e, soprattutto, le sue aspettative, la paura sono stress e nervi extra che la futura madre non ha affatto bisogno. Lo stress ha un effetto molto negativo sul bambino.

Naturalmente, nessuno farà un'anestesia generale per una donna incinta solo per salvarla dal tormento sulla poltrona del dentista. Le conseguenze di tale passaggio non sono confrontabili con nessuna operazione dentale..

Come vengono trattate le donne in gravidanza? In anestesia locale di ultima generazione. Tali droghe agiscono in modo puntuale, solo nel luogo che deve davvero essere anestetizzato. Inoltre, anche penetrando nel sangue, non attraversano ancora la barriera placentare tra la madre e il feto.

Se il trattamento per la futura mamma è ancora necessario, viene data preferenza ai moderni anestetici locali. Sono ipoallergenici e ben tollerati dall'organismo. Tali antidolorifici non penetrano nella barriera placentare e non danneggiano il bambino.

Anestesia adrenalina alta. Tali farmaci sono stati usati in passato in cliniche e potrebbero provocare crampi muscolari. Questo è esattamente ciò di cui hanno paura gli ostetrici-ginecologi e le stesse donne incinte, rifiutando completamente qualsiasi sollievo dal dolore.

Nella maggior parte delle cliniche moderne, tali formulazioni non sono state utilizzate per molto tempo, tuttavia, per proteggere te stesso, è meglio farlo: al momento della registrazione dal medico, spiega che sei incinta e che non dovresti usare l'anestesia con un alto contenuto di adrenalina. All'appuntamento del dentista, assicurati di nuovo che l'anestesia sia sicura..

Gli interventi chirurgici nelle donne in gravidanza in qualsiasi momento vengono eseguiti solo per indicazioni urgenti. Qual è questa testimonianza? Lesioni ai denti e processi infiammatori purulenti nella cavità orale. Tutte le altre operazioni possono essere considerate pianificate e rinviate fino al periodo postpartum..

Up