logo

Teraflu è un medicinale per l'influenza e il raffreddore. Contiene sostanze che consentono di abbassare la temperatura, anestetizzare e alleviare infiammazioni e allergie.

Probabilmente tutti conoscono il farmaco Teraflu. Questo strumento è popolare, attivamente pubblicizzato e venduto in qualsiasi farmacia senza prescrizione medica. Aiuta ad alleviare i sintomi di malattie virali acute, è conveniente prenderlo. Bere una tazza di bevanda calda è molto più bello che ingerire compresse amare. In che modo questo strumento influenza il corpo e se tutti dovrebbero usarlo, leggi sotto.

Posso bere questo farmaco durante l'allattamento?

Prima di tutto, quando si sceglie un farmaco, ci concentriamo sulle raccomandazioni del produttore.

In effetti, chi altro tranne lui dovrebbe sapere cosa esattamente nella preparazione e come questa o quella sostanza influisce sul corpo umano.

Tuttavia, la sfumatura è che è necessario dimostrare empiricamente la sicurezza del medicinale. E chi farà esperimenti su madri che allattano (per non parlare del fatto che nessuno vi parteciperà volontariamente). Nelle istruzioni per i medicinali, puoi trovare le seguenti formulazioni:

  1. possibile utilizzo secondo le indicazioni;
  2. forse se il beneficio atteso per la madre è superiore al potenziale rischio per il bambino;
  3. non sono stati condotti studi clinici, consultare il medico;
  4. deve essere usato con cautela durante la gravidanza e l'allattamento.

Nella maggior parte dei casi, i produttori sono riassicurati, non volendo assumersi la responsabilità di possibili conseguenze negative. Quindi nelle istruzioni a Teraflu è scritto che è vietato prendere l'allattamento.

L'uso di questo farmaco influisce sul latte materno. Teraflu viene escreto dal corpo insieme ad esso, il che può influenzare negativamente il bambino, poiché non ha affatto bisogno di queste sostanze e può danneggiare un piccolo corpo.

Indicazioni per l'uso

Teraflu è un rimedio per il trattamento sintomatico. Cioè, infatti, non cura, ma rimuove semplicemente i sintomi caratteristici di una malattia respiratoria virale acuta, come:

  • temperatura;
  • dolore muscolare;
  • congestione nasale;
  • mal di testa.

Se queste manifestazioni non interferiscono in modo particolare e c'è un'opportunità per tollerare, allora è meglio rifiutare di assumere il farmaco (è meglio aderire a questo principio costantemente, e non solo durante l'allattamento). Bere abbondanti, arieggiare, umidificare saranno molto più utili.

Vale anche la pena considerare che il calore è una reazione del sistema immunitario. Pertanto, il corpo combatte i virus, produce anticorpi contro di loro. Senza una particolare necessità di intervenire in questo processo non ne vale la pena.

Controindicazioni ed effetti collaterali

Il principale ingrediente attivo di Teraflu è il paracetamolo. Questo è uno degli analgesici antipiretici più studiati, è sicuro nelle dosi terapeutiche ed è il farmaco di scelta per bambini e donne in gravidanza. Anche con un sovradosaggio, il rischio di complicanze è minimo..

Se nel teraflu fossero contenuti solo paracetamolo e agenti aromatizzanti, durante l'allattamento potrebbe essere prescritto a bambini e donne.

Il medicinale contiene sostanze aggiuntive:

  1. fenilefrina cloridrato;
  2. feniramina maleato.

Hanno un elenco molto più ampio di controindicazioni, ad esempio:

  • glaucoma;
  • ipertensione e altre malattie del sistema cardiovascolare;
  • porfiria epatica;
  • malattia della tiroide;
  • aterosclerosi.

Entrambe queste sostanze hanno un effetto vasocostrittore, quindi, se assorbite nel sangue, causano il restringimento delle arteriole. Dai risultati positivi: le manifestazioni della rinorrea sono ridotte (in altre parole, il moccio smette costantemente di fluire), la respirazione nasale è facilitata. Sono possibili effetti collaterali associati a un effetto vasocostrittore, vale a dire:

  • palpitazioni, dolore al cuore;
  • mal di testa, vertigini;
  • nausea, depressione respiratoria;
  • debolezza, tremore.

Naturalmente, tali condizioni si verificano in rari casi, ma sono possibili e questo è confermato dalla ricerca. Non mettere a rischio te stesso e la salute di tuo figlio.

L'effetto è uguale all'assunzione di Teraflu e i rischi sono minimi. Teraflu durante l'allattamento è prescritto come farmaco combinato che può combattere efficacemente i segni di raffreddore e influenza allo stesso tempo. È efficace contro le alte temperature, il dolore, le manifestazioni allergiche..

Come influenza l'allattamento e il bambino durante l'alimentazione?

Le istruzioni per il farmaco indicano che è controindicato in gravidanza e allattamento (HB). Il farmaco ha molti effetti collaterali che possono influenzare negativamente le condizioni di una giovane madre

Non sono stati condotti studi clinici sugli effetti di Teraflu sulla lattazione. Se consideriamo questo farmaco come un rimedio complesso di tre sostanze attive, possiamo concludere che ogni sostanza contenuta nel farmaco ha il suo effetto sul corpo.

Nel caso in cui il medico non abbia prescritto questo farmaco su base obbligatoria, è impossibile usarlo e allo stesso tempo continuare ad allattare il bambino. Durante l'allattamento, la migliore soluzione per il raffreddore sarà il riposo e i rimedi popolari, ma solo se il caso non viene trascurato e non grave.

    Paracetamolo.

Secondo gli studi, meno dell'uno percento della dose assunta dalla madre penetra nel latte. Una tale quantità di sostanza non può avere alcun effetto pronunciato sul corpo del bambino. Il paracetamolo non influenza l'allattamento. Feniramina maleato.

È assorbito nel sangue e nel latte materno, ha un effetto vasocostrittore. Può aumentare la pressione intracranica, la pressione sanguigna, quindi non sono stati condotti studi su infermieristica e neonati. fenilefrina.

Provoca il restringimento dei vasi periferici, può portare a un forte aumento della pressione sanguigna. A causa di possibili complicazioni, l'effetto di questa sostanza sul processo di allattamento non è stato studiato..

Sì, puoi fare appello a studi generali che dimostrano che la concentrazione di farmaci assunti dalla madre nel latte materno è molto più bassa rispetto al sangue. E anche queste dosi minime di sostanze prima collasseranno per lo più nello stomaco del bambino e solo allora penetreranno nel sangue.

Con un maggior grado di probabilità, non avranno alcun effetto sul corpo. Ma vale la pena rischiare e provalo per te e il tuo bambino? Soprattutto quando si tratta di medicina sintomatica.

Consigli per l'uso con le madri HS

Se, tuttavia, i sintomi di un raffreddore non ti consentono di fare affari con calma e il bambino e non ci sono altri medicinali ad eccezione di Teraflu, puoi prendere una bustina. Prima di usare Teraflu è meglio nutrire il bambino. Se sono già stati introdotti alimenti complementari, la soluzione ottimale è saltare una o due poppate, sostituendole con porridge o purè di verdure. Va ricordato che non è possibile assumere più di tre bustine al giorno.

La massima concentrazione di sostanze attive nel sangue si nota dopo 1-1,5 ore, dopo di che diminuisce. È necessario impegnarsi molto per non nutrire il bambino almeno due o tre ore dopo l'ammissione, il più a lungo possibile.

Trattamenti freddi alternativi

Se un raffreddore è inteso come una malattia virale respiratoria acuta (e molto spesso lo è), allora non ci sono farmaci che distruggono i virus, il che significa che non ci sono cure. Il corpo stesso li affronta perfettamente per 3-5 giorni, un massimo di una settimana.

Metodi di trattamento alternativi possono alleviare la condizione:

  • bevande calde (bevanda alla frutta, tè verde con miele, brodo di rosa canina);
  • gocce saline nel naso;
  • vestiti caldi;
  • aria umida e fresca nella stanza (temperatura 18-20 ° C, umidità 40-60%).

Le bevande dovrebbero essere bevute a piccoli sorsi e non zelanti con la quantità. Bere molta acqua innescherà una corsa al latte e questo può portare a un ristagno. Ai fini della prevenzione, puoi esprimere un paio di volte, specialmente se senti dolore e pesantezza al petto.

Un raffreddore può essere causato da ipotermia. In questo caso, l'equilibrio della microflora della mucosa è disturbato e si possono notare sintomi come tosse, mal di gola, congestione nasale. Farmacia e rimedi popolari aiuteranno a far fronte a questo..

Rimedi popolari

Il miele aiuta con il raffreddore, deve essere assunto in piccole porzioni, dissolvendosi nella cavità orale. Ha un lieve effetto antimicrobico, ammorbidisce il mal di gola e riduce il dolore. Puoi effettuare inalazioni con oli essenziali (eucalipto, tea tree), faciliteranno la respirazione e aiuteranno a scaricare meglio il muco.

Contrariamente alla credenza popolare, l'uso di erbe e tasse durante l'allattamento è indesiderabile. L'effetto dei preparati a base di erbe non è stato studiato, poiché molti fattori influenzano l'assorbimento, la concentrazione e l'escrezione di sostanze attive dal corpo. Meglio scegliere prodotti farmaceutici con comprovata sicurezza.

Prodotti della farmacia

Esistono numerosi farmaci che hanno un effetto esclusivamente locale e sono approvati per l'uso durante l'allattamento..

Questi sono strumenti come:

  • IRS®19. Lo spray respiratorio immunomodulante ti consente di sbarazzarti dei sintomi di un raffreddore due volte più velocemente.
  • Givalex spray. Antisettico orale con attività analgesica, antinfiammatoria e antipiretica.
  • Paracetamolo. Farmaco anestetico e antipiretico, riduce la temperatura, allevia il dolore muscolare.
  • Nasonex, Fluticasone. Per facilitare la respirazione nasale.

Il periodo di gravidanza e allattamento è il più importante nella vita di ogni donna. Il desiderio di dare al bambino il meglio non sta solo nella cura di lui, ma anche nella capacità di stabilire le priorità. Resistere per due o tre giorni senza droghe con ARVI è sotto il potere di qualsiasi persona. Se i farmaci sono ancora necessari, dovresti sempre ricordare la necessità di consultare preventivamente un medico.

È possibile per la madre che allatta teraflu?

È possibile per la madre che allatta teraflu?

Con un raffreddore, ARVI è spesso molto malata. Febbre, dolore, testa, gola, gonfiore del naso. Ed è doppiamente più difficile per una donna che allatta, perché non ha tempo per rilassarsi - deve prendersi cura del bambino. Vorrei bere una medicina magica che ti aiuterà presto. Le borse Teraflu ci promettono un rapido sollievo e recupero. Ma è possibile teraflu per le madri che allattano?

Composizione, effetto del farmaco

Teraflu è un farmaco completo per il trattamento efficace dell'influenza e di altri raffreddori (vedi Devo prendere il vaccino antinfluenzale per una madre che allatta?). Ha un effetto antipiretico, decongestionante, analgesico, antistaminico. La sua composizione comprende i seguenti principi attivi:

  • paracetamolo (paracetamolo);
  • fenilefrina (fenilefrina);
  • feniramina maleata (feniramina maleat).

Il paracetamolo allevia la febbre, anestetizza e ha un leggero effetto antinfiammatorio. La fenilefrina ha un effetto sintomatico. Riduce il gonfiore e l'eccessivo riempimento dei vasi sanguigni con i vasi sanguigni, restringe i vasi della mucosa nasale, facilitando immediatamente la respirazione. La feniramina maleata agisce antiallergico. Riduce il disagio e il prurito al naso, agli occhi, alla lacrimazione e allo scarico dal naso..

La forma di rilascio di teraflu è una polvere granulare bianco-gialla per la preparazione di una soluzione per bere. È granulare, friabile. Il produttore include aromi e ingredienti aromatici - additivi di limone, cannella e mela. Si scopre una bevanda fragrante e gustosa, che è piacevole da bere.

Teraflu durante l'allattamento

Le istruzioni per il farmaco indicano chiaramente che l'assunzione di teraflu durante l'allattamento e la gravidanza è impossibile. Ciò è dovuto al gran numero di effetti collaterali di questo farmaco. Inoltre entrerà nel latte materno e in nessun caso dovresti rischiare la salute del bambino.

Notiamo i seguenti effetti collaterali di teraflu:

  • vertigini, sonnolenza, secchezza delle mucose in bocca, palpitazioni cardiache, aumento del nervosismo, insonnia;
  • tutti i tipi di violazioni dell'apparato digerente - dalla costipazione alla diarrea, nausea, ecc.
  • orticaria, varie eruzioni cutanee;
  • ipertensione, disturbi metabolici, problemi di diversione delle urine, ecc..

Questo medicinale è controindicato per i bambini di età inferiore ai dodici anni. Ma alcuni terapisti prescrivono il teraflu alle madri che allattano. Ci deve essere una buona ragione per questo e l'effetto dell'esposizione dovrebbe superare i possibili rischi. Durante questo periodo, sarà necessario trasferire temporaneamente o permanentemente il bambino all'alimentazione artificiale ed esprimere il latte. È impossibile prendere teraflu con GV in modo indipendente e senza alcun motivo..

Ma nella stragrande maggioranza dei casi, puoi andare d'accordo con un raffreddore con altri farmaci più sicuri, rimedi popolari testati nel tempo e metodi fisioterapici. Bevi molto liquido caldo, risciacqua il naso con acqua, gargarismi con soda, furacilina (vedi Furacilina per l'allattamento), ecc. Riduci la temperatura solo quando supera i 38 ° C. E, soprattutto, rilassati di più. E tra pochi giorni la malattia si ritirerà e la salute migliorerà rapidamente. Teraflu durante l'allattamento è controindicato.

Può teraflu allattare al seno imother.su- tutto per la futura mamma

Come non infettare un neonato, scegliere medicine sicure ed efficaci? Teraflu è un popolare farmaco completo per il trattamento del raffreddore. Descrizione del farmaco, possibilità di utilizzo durante l'allattamento - ne parleremo più avanti.

È possibile per la madre che allatta teraflu?

La stagione autunno-inverno, così come il periodo dell'epidemia di malattie virali, è il momento più pericoloso per una donna che allatta. Dopotutto, dopo il travaglio, l'immunità si indebolisce e molta forza e vitamine vengono consumate dal corpo della madre per produrre latte. Come sopravvivere questa volta per non raccogliere il virus e non infettare il bambino?
Per evitare possibili reazioni negative, è meglio sostituire TeraFlu alle madri che allattano con analoghi consentiti del farmaco. Questi includono:

  1. Compresse di Panadol. Non sono stati riscontrati effetti collaterali nei neonati durante l'assunzione di un farmaco del genere. Ma è meglio usare la medicina con il permesso del medico. Viene escreto dal corpo dopo tre ore, quindi è possibile combinarlo con la gua.
  2. Solpadein. Come con TeraFlu, l'uso è raccomandato solo dopo aver consultato un medico.
  3. Maxicold. Non assolutamente sicuro, ma approvato per l'uso durante l'allattamento.
  4. Ergoferon. Prima di assumere il medicinale, è necessario consultare anche un terapista. Molto spesso prescritto per una grave minaccia per la salute delle madri. Tuttavia, non ha praticamente effetti collaterali, ha effetti antinfiammatori e immunomodulatori.

Per ogni madre premurosa, la salute del bambino dovrebbe essere soprattutto. Pertanto, quando compaiono una malattia catarrale o i primi segni di influenza, è meglio che una donna che allatta usi metodi alternativi di protezione contro il virus. E solo in caso di emergenza è necessario ricorrere a cure mediche con le raccomandazioni appropriate di un medico.

Con un raffreddore, ARVI è spesso molto malata. Febbre, dolore, testa, gola, gonfiore del naso. Ed è doppiamente più difficile per una donna che allatta, perché non ha tempo per rilassarsi - deve prendersi cura del bambino. Vorrei bere una medicina magica che ti aiuterà presto. Le borse Teraflu ci promettono un rapido sollievo e recupero. Ma è possibile teraflu per le madri che allattano?

Quindi, durante l'allattamento, la medicina tradizionale sarà la migliore opzione di trattamento. La sua base è l'uso di una grande quantità di liquido caldo. Può essere un brodo di rosa selvatica, tè al lampone, bevanda allo zenzero con miele. Bevande di ribes, mirtilli rossi e mirtilli rossi satureranno il corpo con vitamina C, virus, tossine, batteri saranno presto rimossi dal corpo.

Non appena la madre che allatta ha avvertito i primi sintomi di un raffreddore, può usare la medicina "Grippferon". Non ha controindicazioni, è consentito durante l'allattamento. Si raccomanda inoltre alle donne che allattano al seno i loro bambini di utilizzare supposte Viferon. È un farmaco abbastanza sicuro ed efficace..

Cosa fare ad una donna ad una temperatura? Se è inferiore a 38,5 gradi, non sparare con le droghe. Puoi applicare salviette all'aceto e bere tè al lampone. Quando la temperatura è salita sopra questo indicatore, puoi bere una compressa di paracetamolo o baby panadol, nurofen. Va notato che una temperatura elevata in una donna che allatta può portare a un "esaurimento" del latte.

Se una donna è preoccupata per il mal di gola grave, è necessario assumere farmaci antinfiammatori locali. Questi sono esorali, iodinolo, strepsils. Si raccomandano anche frequenti gargarismi con infusi di camomilla, eucalipto, salvia. Puoi lubrificarlo con una soluzione di Lugol.

In caso di naso che cola, è meglio che una donna che allatta usi gocce contenenti estratti di piante. Pinosol, soluzione salina, acquamarina sono ideali per questa categoria di pazienti.

Se un mal di testa disturba, allora è consentito prendere il no-shpu come anestetico.

Una donna che allatta deve proteggersi e in nessun caso congelarsi. Se ciò accade, sente i segni iniziali di un raffreddore, quindi il tè di tiglio sarà il modo migliore per evitare lo sviluppo di un disturbo. Bevi due o tre tazze con miele.

Accendi la lampada aromatica con olio essenziale di abete, limone, eucalipto, arancia. Tali semplici misure possono aiutare a prevenire lo sviluppo della malattia..

Analoghi

Ci sono un numero enorme di farmaci che nella loro azione non sono inferiori a Teraflu e sono ammessi a una madre che allatta. Questi farmaci includono:

  • Panadol compresse. Quando lo si utilizza, vale la pena ricordare che il principio attivo passa nel latte materno e viene escreto con esso. Pertanto, prima di assumere il farmaco, è necessario consultare un medico. Gli studi non hanno confermato un effetto negativo sul bambino. Il periodo di eliminazione (T1 / 2) dura fino a tre ore. Escreto principalmente nelle urine.
  • Solpadein. Il suo uso durante l'allattamento è consentito solo secondo le indicazioni e sotto la supervisione di un medico.
  • Maxicold. È consentito l'uso del medicinale, ma solo con cautela prima dell'uso, è necessario scoprire i possibili effetti collaterali e in che modo la somministrazione del farmaco influenzerà il bambino.
  • Ergoferon. L'uso di Ergoferon durante l'allattamento è possibile solo dopo aver consultato un medico. Il suo effetto sul corpo durante l'allattamento non è stato studiato. Pertanto, Ergoferon è prescritto solo quando un grave pericolo sotto forma di complicanze o ricovero in ospedale è "minacciato" dalla salute della madre. Il vantaggio innegabile di Ergoferon è che non ha quasi effetti collaterali o sono insignificanti. Ergoferon è considerato un buon agente antinfiammatorio e immunomodulante..

Quale rimedio scegliere e quanto prendere dipende dal medico decidere. L'automedicazione durante l'allattamento è controindicata. Dal momento che non si conoscono gli effetti dei farmaci, è possibile causare danni irreparabili non solo alla salute, ma anche al benessere del neonato.

Composizione, effetto del farmaco

Mezzi della società di produzione svizzera Novartis. TeraFlu è realizzato sotto forma di polvere per la preparazione di una soluzione da assumere per via orale. La sua composizione comprende:

  1. Le sostanze inattive, gli additivi responsabili del gusto della soluzione, influiscono sul periodo di utilizzo accettabile.
  2. Sostanze che influenzano i sintomi della malattia, ingredienti attivi. Questi includono:

, il paracetamolo, combatte la febbre, agisce come anestetico e antinfiammatorio. Una sostanza che viene facilmente assorbita ed escreta dal corpo. Quindi, già entro un'ora, le particelle della sostanza si dissolvono completamente nel sangue e vengono escrete in un giorno. Il paracetamolo viene rilasciato più attivamente attraverso i reni e solo l'1% del dosaggio consentito passa nel latte materno. Pertanto, per un bambino è un mezzo completamente sicuro.

, la fenilefrina cloridrato, la sostanza restringe i vasi sanguigni, ha un effetto benefico sul sistema respiratorio e allevia il gonfiore delle mucose. È stato stabilito che il massimo effetto può essere ottenuto utilizzandolo come spray o per via endovenosa. E sotto forma di soluzione, se assunto per via orale (come TeraFlu), è peggio assorbito e non funziona a piena forza.

, feniramina maleato, una sostanza appartenente alla categoria degli antistaminici. Agisce direttamente sui recettori, bloccando così lo sviluppo di una reazione allergica ed eliminando le sue possibili manifestazioni: gonfiore delle mucose, naso che cola, arrossamento e lacrimazione degli occhi, nonché prurito al naso e starnuti.

Viene assorbito nel sangue e raggiunge la massima concentrazione in 1-1,5 ore dopo l'uso. L'efficacia del principio attivo può essere avvertita dopo un'ora e per tutto il giorno. Come parte di una preparazione complessa, la sostanza non è stata completamente studiata, quindi, durante l'allattamento, bere non è particolarmente raccomandato. Se la feniramina passa nel latte materno, il bambino può manifestare reazioni negative sotto forma di allergie.

Teraflu è un farmaco completo per il trattamento efficace dell'influenza e di altri raffreddori (vedi Devo prendere il vaccino antinfluenzale per una madre che allatta?). Ha un effetto antipiretico, decongestionante, analgesico, antistaminico. La sua composizione comprende i seguenti principi attivi:

  • paracetamolo (paracetamolo);
  • fenilefrina (fenilefrina);
  • feniramina maleata (feniramina maleat).

Il paracetamolo allevia la febbre, anestetizza e ha un leggero effetto antinfiammatorio. La fenilefrina ha un effetto sintomatico. Riduce il gonfiore e l'eccessivo riempimento dei vasi sanguigni con i vasi sanguigni, restringe i vasi della mucosa nasale, facilitando immediatamente la respirazione. La feniramina maleata agisce antiallergico. Riduce il disagio e il prurito al naso, agli occhi, alla lacrimazione e allo scarico dal naso..

La forma di rilascio di teraflu è una polvere granulare bianco-gialla per la preparazione di una soluzione per bere. È granulare, friabile. Il produttore include aromi e ingredienti aromatici - additivi di limone, cannella e mela. Si scopre una bevanda fragrante e gustosa, che è piacevole da bere.

"Teraflu" è un medicinale combinato per alleviare i sintomi del raffreddore comune, aiuta a ridurre il gonfiore, allevia il dolore, ha un effetto antipiretico, aiuta a eliminare l'infiammazione.

I principali principi attivi attivi sono paracetamolo, fenilefrina, finiramina e sostanze aggiuntive sono:

  • sostanza ascorbica, reagenti di mela e limone, fosfato osseo e additivo alimentare E637, sale di sodio, sostanze naturali per l'aroma di "mela" e "cannella" - componenti del prodotto "mela e cannella";
  • sostanza ascorbica, sale sodico, reagenti mela e limone, colorante alimentare, zucchero, biossido di titanio, per aroma - "Limone" e additivo E542 - fanno parte del prodotto "Limone".

Il paracetamolo allevia la febbre, aiuta ad alleviare il dolore, l'infiammazione.

La fenilefrina riduce il gonfiore, ha un effetto vasocostrittivo sul naso, sacche d'aria.

La feniramina lenisce i dotti lacrimali, la mucosa nasale, allevia il prurito.

Esiste in polvere per uso orale, con la forma di piccoli granuli senza grumi, di colore bianco con macchie gialle. La miscela pronta per l'uso ha una consistenza torbida di un colore oscuro, ma con un aroma distinto. La sostanza è confezionata in piccoli sacchetti, il cui numero in una confezione è di 10 pezzi..

Estratto da una dichiarazione fiduciosa sul pacchetto "contro l'influenza e il raffreddore comune", apriamo le istruzioni e leggiamo la composizione del farmaco.

Ed ecco una sorpresa! Si scopre che oltre l'80% di Teraflu è banale paracetamolo e un altro 12% è acido ascorbico!


Farmaco economico ed efficace

Ma, forse, non è solo una questione di trucco pubblicitario, perché il farmaco include anche altre sostanze? Bene, continuiamo a leggere le istruzioni.

In effetti, qui sono presenti altri due componenti, questa volta non così familiari: feniramina maleato (20 mg) e fenilefrina cloridrato (10 mg). La loro dose, rispetto al paracetamolo, è insignificante, ma chiariremo comunque cosa è in gioco.

La feniramina maleata è un antistaminico, ovvero un rimedio per allergie, orticaria, congiuntivite e dermatite. Come componente aggiuntivo, è incluso in un numero enorme di farmaci "antivirali". Nella sua forma pura, non è venduto nel nostro mercato, ma, in linea di principio, esiste. Come controindicazione, il produttore svizzero indica il periodo dell'allattamento al seno (applicare solo in casi estremi, come indicato dal medico).

La fenilefrina cloridrato è un adrenomimetico, cioè una sostanza che stimola la produzione di adrenalina nelle ghiandole surrenali. Come parte di Teraflu, la fenilefrina svolge la funzione di ripristinare la respirazione nasale: riduce il gonfiore delle mucose, aumenta il deflusso del sangue e, di conseguenza, restringe i vasi.

Oltre ai tre componenti citati, Teraflu contiene numerosi eccipienti: saccarosio, acido citrico, coloranti e aromi. Tutti, come indicato da lui stesso, cioè, non hanno nulla a che fare con il trattamento.

L'efficacia di una tale "composta" contro il virus è una domanda retorica. Tuttavia, continuando a leggere le istruzioni, scopriamo rapidamente: il farmaco non è destinato a curare la malattia, ma solo a combattere i suoi sintomi. Non discutiamo: ridurre il raffreddore comune e ridurre la febbre in caso di influenza è anche importante, ma, come già immaginiamo, può essere fatto molto più economico, mentre il produttore di paracetamolo non ci assicurerà che il suo farmaco cura l'influenza!

La forma principale di rilascio del farmaco è una polvere per soluzione e somministrazione orale. Varie combinazioni di aromi (limone, mela e cannella, arancia, mele di bosco, mentolo).

Meno comunemente, Teraflu può essere trovato in altre forme: capsule, sospensione, compresse e granuli (Teraflu immuno), che vengono utilizzati come integratore alimentare per integrare la carenza di vitamina C.

C'è anche uno spray Lar Teraflu per la spruzzatura nella cavità orale (con mal di gola grave). Questo farmaco ha una composizione completamente diversa, ma anche nulla di "antivirale": l'antisettico benzoxonium cloruro e la lidocaina (anestetizza bloccando la trasmissione degli impulsi nervosi).

Integratore alimentare Polvere per diluizione con acqua Compresse Teraflu Spray per la gola

Cosa può sostituire il paracetamolo con l'allattamento


L'ibuprofene può essere usato da una madre che allatta in alternativa al paracetamolo

Il paracetamolo è prodotto da centinaia di aziende diverse in tutto il mondo con marchi diversi. La mia famiglia cerca di non essere coinvolta nelle medicine sintetiche, ma questo farmaco è sempre presente in un kit di pronto soccorso. La moglie ha usato più volte il paracetamolo durante l'allattamento. Non sono state osservate reazioni avverse dal bambino. Inoltre, in alternativa, il gabinetto di medicina di famiglia ha la droga Ibuprofen o il suo marchio più famoso Nurofen. Si riferisce a farmaci antinfiammatori non steroidei, è approvato per l'uso durante l'allattamento. L'ibuprofene, oltre all'effetto analgesico e antipiretico, ha anche un pronunciato effetto antinfiammatorio. Rispetto ad altri FANS, l'ibuprofene provoca significativamente meno reazioni avverse. Secondo gli studi, l'effetto terapeutico dell'assunzione di questo medicinale si fa sentire dopo quindici o venti minuti. Secondo l'esperienza di utilizzo del paracetamolo e dell'ibuprofene nella nostra famiglia, non si può privilegiare alcun farmaco. Il primo viene solitamente utilizzato nei casi in cui il processo infiammatorio non è pronunciato. Il secondo è usato se l'ARVI è accompagnato da un forte arrossamento della gola e da una abbondante scarica dal naso..

Nel mercato farmaceutico globale, ci sono diverse centinaia di marchi commerciali di paracetamolo. Nelle farmacie della CSI, puoi scegliere questo farmaco con nomi diversi come la produzione della Russia e di altri paesi..

Tabella: confronto tra marchi commerciali di paracetamolo comuni in Russia

PanadolEfferalganTsefekon NParacetamolo-AltpharmPerfalgan
Moduli di rilascio
  • sospensione;
  • compresse;
  • supposte rettali.
  • compresse effervescenti;
  • sciroppo;
  • supposte rettali.
Supposte rettali.Supposte rettali.Soluzione per infusione.
, Regno Unito.UPSA SAS, Francia.Nizhpharm, Russia.Altpharm, Russia.Bristol Myers Squibb, Stati Uniti
Prezzo, rub.Da 50 a 12 compresse (500 mg).Da 150 per 16 compresse (500 mg).Da 75 per 10 pezzi.Da 49 per 10 pezzi (250 mg).Da 130 per bottiglia (100 ml).

Galleria fotografica: marchi commerciali di paracetamolo popolari in Russia

Il panadolo è prodotto dalla società farmaceutica inglese dal 1956. Efferalgan è un analogo completo del paracetamolo ed è prodotto in Francia, mentre il cefalone N è prodotto in Russia sotto forma di supposte rettali, mentre il paracetamolo-Alfarm è un analgesico e un antipiretico prodotto sotto forma di supposte rettali. Perfalgan è una soluzione per paracetam.

Come trattare una mamma che allatta a freddo

L'annotazione al farmaco suggerisce che questo farmaco, oltre alle proprietà antipiretiche, ha anche effetti analgesici e decongestionanti. Inoltre, funge da rimedio per le allergie. La composizione combinata del farmaco ne consente l'uso durante le malattie infettive o infiammatorie. Molte varietà di influenza e SARS provocano quasi sempre febbre, mal di testa, brividi, naso che cola, ecc..

TeraFlu non influenza batteri, virus, cioè non elimina la causa della malattia. Pertanto, come principale strumento di trattamento, non viene utilizzato, ma viene utilizzato solo per interrompere temporaneamente i primi segni di un raffreddore o una malattia virale.

Il farmaco ha lo scopo di eliminare i seguenti sintomi:

  1. Mal di testa, dolore muscolare.
  2. Congestione nasale, che è spesso accompagnata da secrezione mucosa.
  3. Dolori muscolari e articolari.
  4. Starnuti frequenti.
  5. Rossore, lacrimazione o prurito nella zona degli occhi.
  6. Brividi e temperatura mite.

La completa sicurezza del farmaco per le donne che allattano non è stata ancora dimostrata, quindi prima di usarlo e in assenza di altri rimedi improvvisati a casa, è necessario leggere attentamente le controindicazioni e la composizione del farmaco.

Cosa serve?

Teraflu durante l'allattamento è prescritto come farmaco combinato che può combattere efficacemente i segni di raffreddore e influenza allo stesso tempo. È efficace contro il calore, il dolore, le manifestazioni allergiche. Il farmaco ha lo scopo di ridurre le seguenti manifestazioni negative:

  • anestesia,
  • come antitosse,
  • sedativo,
  • vasocostrizione,
  • calo di temperatura,
  • antistaminico.

Questo medicinale per l'allattamento è prescritto esclusivamente da un medico. Aiuta con:

  • infezioni respiratorie acute,
  • influenza,
  • sinusite,
  • rinite allergica.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso

Il farmaco Teraflu contiene una serie di controindicazioni e reazioni avverse. La presenza in una donna di diabete mellito o ipersensibilità ai componenti del farmaco indica che il farmaco non può essere utilizzato in questo paziente. È vietato utilizzare Teraflu anche con alcolismo, gravidanza, ipertensione portale e altri disturbi. Secondo le istruzioni per l'uso durante l'allattamento, il farmaco è anche controindicato.

Il medicinale è usato nel trattamento di sintomi di natura infettiva o infiammatoria, con malattie respiratorie acute, virus, raffreddore, influenza.

Ogni sostanza che fa parte del farmaco ha una serie di controindicazioni per l'uso, che aiuteranno a proteggere le persone dalle possibili conseguenze negative del trattamento.

Non è consentito l'uso o è consentito utilizzare con cautela l'agente terapeutico "Teraflu" quando una persona:

  • pronunciata sensibilità a determinate sostanze del farmaco;
  • grave compromissione del funzionamento del fegato, sistema renale;
  • malessere cardiovascolare prolungato;
  • tipo grave di ipertensione;
  • feocromocitoma;
  • teriotoxicosis;
  • la ghiandola prostatica è soggetta ad adenoma e accumula urina;
  • anemia emolitica;
  • glaucoma ad angolo chiuso;
  • attacchi di epilessia;
  • diabete;
  • età inferiore a 12 anni;
  • asma bronchiale;
  • gli inibitori della monoamino-ossidasi vengono consumati;
  • mancanza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • durante la gravidanza;
  • l'allattamento al seno.

Durante il trattamento o dopo, si verificano spesso piccole deviazioni del corpo, in genere temporanee.

Il paziente può avvertire secchezza delle fauci, vertigini, mal di testa. Molto spesso iniziano a manifestarsi sonnolenza, grave affaticamento, disturbi del sonno, disturbi del ritmo cardiaco. C'è anche una maggiore irritabilità, nervosismo.

Anche il lavoro del tratto digestivo non rimane senza conseguenze, poiché potrebbero esserci attacchi di nausea o vomito, flatulenza, costipazione o diarrea.

La pelle è coperta di febbre di ortica. Il livello ematico delle piastrine, i globuli bianchi diminuisce, inizia l'anemia emolitica.

La fenilefrina è in grado di provocare l'insorgenza di ipertensione arteriosa, espansione patologica delle pupille, deviazioni del cuore. Anche i sistemi endocrino e genito-urinario sono a rischio e hanno difficoltà a urinare.

La feniramina contribuisce all'essiccazione del guscio interno dell'occhio, la cavità orale. Una persona spesso vuole dormire, compaiono segni di epilessia, la funzione del tratto biliare è compromessa.

Ciò accade estremamente raramente, ma esiste il rischio che il paziente cada in coma.

In effetti, Teraflu non è così innocuo come potrebbe sembrare. Inoltre, poiché tutte le sostanze attive che fanno parte del farmaco (anche l'acido ascorbico) hanno controindicazioni, l'elenco delle conseguenze pericolose derivanti da tale trattamento aumenta in modo significativo.

* La tabella mostra gli effetti collaterali che sono caratteristici di ciascuna delle due sostanze separatamente. Tuttavia, in realtà, con la loro azione reciproca, il rischio è notevolmente aumentato a causa dell'effetto neurotossico simultaneo della feniramina ("spegnimento" di alcuni neurotrasmettitori) e dell'effetto stimolante della fenilefrina ("accensione" di altri neurotrasmettitori).


Nausea e vomito non sono la cosa peggiore che può accadere.

In tutta onestà, notiamo che il principale pericolo dell'assunzione di Teraflu non è, ovviamente, con saccarosio, coloranti o vitamina C, e nemmeno con i due componenti molto specifici sopra menzionati, vale a dire il paracetamolo, perché questa sostanza è la base del farmaco.

Sfortunatamente, la situazione si presenta continuamente quando combiniamo l'assunzione di polveri effervescenti "contro l'influenza e il raffreddore comune" con altri metodi di trattamento a cui siamo abituati, in particolare, con l'uso di farmaci antipiretici, senza pensare che il risultato sia lo stesso principio attivo entra letteralmente nel nostro corpo in una dose di "cavallo".

I principali indicatori di TeraFlu

Se quanto sopra non è sufficiente per prendere una decisione sulla possibilità di utilizzare Teraflu durante l'allattamento, diciamo senza mezzi termini: questa è una cattiva decisione!

Tutte le istruzioni per il farmaco (anche in relazione allo spray) indicano un lieve avvertimento sull'indisponibilità del suo utilizzo sia durante la gravidanza che durante l'allattamento. Per i bambini di età inferiore ai 12 anni, la polvere è direttamente controindicata (nello spray, la restrizione è valida fino a 4 anni). Il produttore osserva che tali avvertimenti sono dettati esclusivamente dalla mancanza di studi clinici che confermerebbero la sicurezza del farmaco, tuttavia sembra che una persona saggia non debba sedersi su una stufa calda per capire quanto sia doloroso.

La buona notizia: il paracetamolo come farmaco antipiretico, analgesico e antinfiammatorio può essere assunto da una madre che allatta se si sente davvero male! Questo farmaco ha una tossicità minima e passa nel latte materno in quantità molto limitata (con una singola dose - non più dello 0,23% della dose presente nel sangue della madre).

Ma se il medicinale è necessario, è meglio assumere il paracetamolo ordinario rispetto alla composizione della polvere di Teraflu, dove non ci sono sostanze sicure, la cui presenza, infatti, determina l'indicazione del produttore dell'incompatibilità del farmaco con la gravidanza, l'allattamento e l'infanzia.

Prima di iniziare a prendere il farmaco, una madre che allatta deve assicurarsi che i componenti siano sicuri per il bambino e la sua efficacia nella lotta contro virus e raffreddori.

Puoi parlare dell'efficacia del farmaco se ha un effetto positivo sul decorso della malattia, ne riduce la durata o funziona bene come misura preventiva durante il periodo di riabilitazione. Gli indicatori di prestazione determinano la composizione del farmaco (che contiene il principio attivo) e il dosaggio.

Quando si confrontano i nomi TeraFlu e TeraFlu Extra, si scopre che le varietà del farmaco differiscono nella percentuale di componenti attivi e che il farmaco con un contenuto inferiore di antipiretico non ha la dose minima raccomandata del farmaco.

Pertanto, l'effetto desiderato non sarà raggiunto e per migliorare il benessere, la madre dovrà riprendere la polvere. Per questo motivo, aumenterà il contenuto di altri componenti che rappresentano un potenziale rischio per la salute del bambino. Pertanto, il medico dovrebbe prescrivere il dosaggio e il nome del farmaco.

Per valutare la sicurezza del farmaco, vale la pena considerare ogni singolo componente. Nel dosaggio autorizzato, il paracetamolo non rappresenta un pericolo per una madre che allatta, allevia efficacemente la febbre e anestetizza. Fatte salve le raccomandazioni del terapeuta sull'assunzione del farmaco, esso causa meno conseguenze negative di analgesici simili. Non controindicato durante l'allattamento.

La fenilefrina non è un farmaco completamente sicuro per la vasocostrizione e la distribuzione di farmaci senza prescrizione medica è consentita, ma solo come uno degli altri componenti della combinazione. Oltre a tutti i medicinali che restringono i vasi sanguigni, non è raccomandato per l'alimentazione naturale. Ma tra i suoi analoghi, è meno in grado di causare reazioni avverse. Esposizione infantile non completamente compresa.

La feniramina è controindicata nei pazienti con GV, poiché influenza negativamente il bambino e provoca uno stato di sonnolenza nella madre. Questo, oltre ai sintomi dell'influenza e all'effetto della malattia sul sistema nervoso centrale, complica il normale stile di vita della mamma.

Poiché solo il paracetamolo è isolato da componenti sicuri, né TeraFlu né TeraFlu Extra sono raccomandati per l'uso durante l'allattamento.

Non appena sono comparsi i primi sintomi di un raffreddore, è necessario prendere la medicina appropriata per prevenire la diffusione della piaga. Tuttavia, non è sempre possibile interrompere la malattia nelle prime fasi. Quindi il noto farmaco Teraflu viene in soccorso. Una madre che allatta può alleviare i sintomi con questo farmaco??

Le istruzioni per il farmaco indicano chiaramente che l'assunzione di teraflu durante l'allattamento e la gravidanza è impossibile. Ciò è dovuto al gran numero di effetti collaterali di questo farmaco. Inoltre entrerà nel latte materno e in nessun caso dovresti rischiare la salute del bambino.

Notiamo i seguenti effetti collaterali di teraflu:

  • vertigini, sonnolenza, secchezza delle mucose in bocca, palpitazioni cardiache, aumento del nervosismo, insonnia;
  • tutti i tipi di violazioni dell'apparato digerente - dalla costipazione alla diarrea, nausea, ecc.
  • orticaria, varie eruzioni cutanee;
  • ipertensione, disturbi metabolici, problemi di diversione delle urine, ecc..

Questo medicinale è controindicato per i bambini di età inferiore ai dodici anni. Ma alcuni terapisti prescrivono il teraflu alle madri che allattano. Ci deve essere una buona ragione per questo e l'effetto dell'esposizione dovrebbe superare i possibili rischi. Durante questo periodo, sarà necessario trasferire temporaneamente o permanentemente il bambino all'alimentazione artificiale ed esprimere il latte. È impossibile prendere teraflu con GV in modo indipendente e senza alcun motivo..

Ma nella stragrande maggioranza dei casi, puoi andare d'accordo con un raffreddore con altri farmaci più sicuri, rimedi popolari testati nel tempo e metodi fisioterapici. Bevi molto liquido caldo, sciacqua il naso con acqua, gargarismi con soda, furacilina (vedi Furacilina per l'allattamento), ecc..

Nessuna donna che allatta è al sicuro dal non ammalarsi. Ma la scelta delle medicine per le mamme dovrebbe essere affrontata con più attenzione e attenzione rispetto alla gente comune. Il noto farmaco teraflu è consentito per le donne che allattano durante il raffreddore? Cosa dovresti sapere su di lui?

Brevemente sulla medicina

Teraflu è un farmaco prescritto per i pazienti con raffreddore, influenza. Febbre, rinite, brividi, dolori muscolari, congestione nasale: questi sono i segni che servono come base per la prescrizione di un medicinale. Teraflu ha proprietà antinfiammatorie, analgesiche e antiallergiche. Sono raggiunti a causa del contenuto di paracetamolo e feniramina maleato nel medicinale..

Le istruzioni per il farmaco affermano che è controindicato in gravidanza e allattamento. E questo è dovuto agli effetti collaterali di teraflu. Tra questi ci sono insonnia, mal di testa, gola secca, occhi e naso, affaticamento, vertigini, nervosismo, sonnolenza, vomito, nausea, palpitazioni, orticaria.

Le istruzioni si riferiscono anche a possibili disturbi digestivi (costipazione, diarrea). Il farmaco può anche influenzare il sistema cardiovascolare aumentando la pressione sanguigna, soprattutto se c'è una tendenza a questo. Può influenzare negativamente il sistema nervoso, che a volte si manifesta con attacchi di epilessia..

Come puoi vedere, l'elenco degli effetti collaterali del farmaco è così ampio che non dovresti rischiare la salute durante l'assunzione. Sebbene alcuni terapeuti prescrivano il farmaco come una necessità oggettiva, valutare la minaccia per la salute del bambino e della donna. Tuttavia, con l'enorme assortimento di rimedi freddi di oggi e la disponibilità di ricette di medicina tradizionale, puoi sempre trovare un'alternativa al teraflu. Questa è una droga potente, quindi è meglio rifiutarla alle madri che allattano.

Molto spesso si verifica una situazione in cui una madre che allatta al seno un bambino è malata. Nel periodo autunno-inverno, le madri spesso soffrono di raffreddore e influenza. Di fronte a questo problema, una donna pone 2 domande:

  1. Come non infettare un bambino?
  2. Come viene trattato in modo che i prodotti chimici del medicinale non penetrino nel latte e non danneggino il bambino?

Teraflu è un farmaco prescritto per un paziente con influenza e raffreddore. I sintomi per la prescrizione di questo medicinale sono febbre, brividi, congestione nasale, naso che cola, dolori muscolari. Al suo centro, questo medicinale ha effetti antinfiammatori, antiallergici e analgesici. Tali effetti sono raggiunti dal contenuto di fenilefrina e feniramina maleato nel teraflu paracetamolo.

Le istruzioni per questo farmaco indicano che teraflu è controindicato durante l'allattamento e durante la gravidanza.

  • mal di testa,
  • affaticabilità veloce,
  • insonnia,
  • gola secca,
  • naso secco,
  • pelle secca,
  • vertigini,
  • sonnolenza,
  • nervosismo,
  • palpitazioni,
  • vomito e nausea,
  • eruzioni cutanee e orticaria,
  • diarrea o costipazione.

E questi sono solo sintomi esterni. Teraflu durante l'allattamento o durante la gravidanza può influenzare il sistema cardiovascolare (aumento della pressione sanguigna (specialmente per i pazienti con ipertensione)), il sistema endocrino e il sistema nervoso. In presenza di gravi problemi di salute, sono possibili attacchi di epilessia e coma..

Tuttavia, ho più volte sentito da donne amiche che i terapisti prescrivono ancora teraflu per l'allattamento. Questo farmaco è prescritto alle madri quando vi è una necessità oggettiva, soppesando i pro ei contro, valutando correttamente la minaccia per la salute della madre e del bambino. Pertanto, automedicare e assumere ciò che mi ha sempre aiutato ”non ne vale la pena. Bere teraflu durante l'allattamento deve essere prescritto solo da un medico e se ci sono serie ragioni di preoccupazione per la salute di una madre che allatta.

È importante ricordare che se hai il raffreddore o l'influenza, smetti di allattare. Sebbene quando si usano farmaci (incluso teraflu) prescritti da un medico, è meglio scegliere l'alimentazione artificiale per il bambino. E affinché il latte della mamma non scompaia, è necessario esprimerlo.

Il teraflu è un farmaco potente, quindi, con manifestazioni minori dei sintomi di un raffreddore, è meglio abbandonare il suo uso da parte delle madri che allattano. È meglio essere trattati in questa posizione con rimedi popolari e medicine con ingredienti a base di erbe.

Dovrei prendere durante l'allattamento

È vietato assumere teraflu alle madri che allattano secondo le istruzioni. Tuttavia, non ci sono dati esatti che spiegano questo. Si può presumere che con GV il farmaco sia ancora accettabile per l'uso, se il medico lo ritiene appropriato. Non è stato condotto uno studio sull'azione di sostanze attive sul corpo di una donna durante l'allattamento. Pertanto, è difficile dire con certezza quale rischio per un bambino sta assumendo questo farmaco durante l'allattamento. Alcune fonti affermano che il farmaco è proibito a causa del gran numero di gravi effetti collaterali che minacciano una madre che allatta. Tuttavia, gli esperti prescrivono ancora questo rimedio per il raffreddore comune. Allo stesso tempo, si consiglia di non alimentare il bambino con il latte durante la terapia. Oppure chiedono di esprimere il latte materno in anticipo e congelare per il futuro. I bambini possono assumere questo farmaco? Per i bambini di età inferiore ai 12 anni è vietato l'uso di questo farmaco.

Come TeraFlu si comporta con le guardie e durante la gravidanza

Poiché gli studi clinici sulle donne che allattano sono estremamente pericolosi, l'effetto del farmaco e le conseguenze dell'assunzione durante la gravidanza e l'allattamento non sono stati stabiliti. Pertanto, TeraFlu non è consigliato da bere durante l'allattamento. Se, tuttavia, una donna decide di usare questo farmaco, devono essere prese in considerazione le seguenti informazioni.

Periodo di applicazione

La principale qualità nella caratterizzazione di TeraFlu è il suo effetto a breve termine. Cioè, il farmaco elimina i segni della malattia (ARVI, influenza) solo nei primi tre giorni, non di più. Il farmaco non è in grado di curare la malattia, può solo eliminare i sintomi. Se dopo tre giorni non ci sono effetti positivi, questo è un altro motivo per andare in clinica.

Dal momento che TeraFlu, un farmaco combinato, ogni componente ha controindicazioni. E quando combinati, i principi attivi agiscono ancora di più sul corpo e aggravano le reciproche azioni. In generale, non dovresti assumere il farmaco se il paziente ha:

  • sensibilità a qualsiasi componente del farmaco,
  • patologie associate al funzionamento dei reni, del fegato,
  • forma grave di malattia cardiovascolare,
  • ipertensione arteriosa grave,
  • feocromocitoma,
  • tireotossicosi,
  • anemia emolitica,
  • glaucoma ad angolo chiuso,
  • somministrazione concomitante di inibitori della monoamino ossidasi,
  • segni di epilessia,
  • la presenza del diabete,
  • asma bronchiale,
  • uso nei bambini di età inferiore a 12 anni, gravidanza e allattamento, inclusi.

Effetti collaterali

L'elenco degli effetti collaterali non è in alcun modo inferiore all'elenco delle controindicazioni. Vale a dire:

  • prurito, eruzione cutanea, orticaria o gonfiore,
  • stato eccessivamente eccitabile,
  • difficoltà a dormire,
  • diminuzione delle prestazioni psicomotorie,
  • sonnolenza aumentata,
  • vertigini,
  • attacchi di vomito, nausea e dolore allo stomaco,
  • ipertensione, frequenza cardiaca,
  • bocca asciutta,
  • aumento della pressione oculare,
  • problemi di minzione.

Un sovradosaggio dei principi attivi di TeraFlu provoca anemia e effetti tossici su organi come i reni e il fegato..

A causa del fatto che il farmaco provoca sonnolenza, il paziente dovrebbe limitarsi a svolgere determinati compiti. Non guidare, svolgere il lavoro associato a una gestione tecnica complessa. Poiché la concentrazione dell'attenzione viene persa durante l'assunzione del farmaco, è meglio rifiutare qualsiasi allenamento.

Con l'allattamento, il farmaco è approvato per l'uso solo come indicato dal terapeuta. Per adulti e adolescenti (di età superiore ai 12 anni) TeraFlu viene utilizzato nel seguente ordine:

  1. Per una ricezione, prendere solo un pacchetto.
  2. La miscela viene sciolta in un bicchiere di acqua bollente (puoi lasciarla raffreddare leggermente, a una temperatura di 70 gradi).
  3. Sorseggia un drink a piccoli sorsi, preferibilmente caldo.

In 24 ore non puoi assumere più di tre bustine. L'intervallo tra l'assunzione del farmaco può resistere a 4-6 ore. Non ci sono restrizioni sull'ora del giorno raccomandate per l'uso, ma per evitare sonnolenza, è meglio bere una bevanda calda di sera e di notte.

In questo caso, dovrai certamente sottoporsi a un ciclo di trattamento, preferibilmente senza svezzare il bambino dal torace. Un modo sufficientemente efficace per combattere il raffreddore è il farmaco "Teraflu", ma se può essere usato durante l'allattamento?

Da cosa, da cosa è fatta la medicina

Nella composizione di questo farmaco, puoi trovare i seguenti principi attivi:

  • paracetamolo. Usato come antinfiammatorio. In grado di ridurre rapidamente la temperatura. Ottimo analgesico;
  • feniramina maleato. Utilizzato per ridurre l'attività del centro di starnuti, riduce la sensazione di congestione nasale. Inoltre, restringe il lume dei vasi del naso, riduce l'iperemia delle mucose;
  • fenilefrina cloridrato. Utilizzato per ridurre il gonfiore della mucosa nasale e ridurre la quantità di essudato rilasciato durante il raffreddore.

Le sostanze aggiuntive includono:

  • acido citrico;
  • citrato di sodio diidrato;
  • stearato di magnesio;
  • fosfato di calcio e così via.

Pertanto, i principi attivi determinano l'obiettivo principale e gli obiettivi di questo farmaco.

Up