logo

La piscina per le donne incinte non è solo un piacevole passatempo, ma una vera salvezza per la schiena stanca e le gambe gonfie. Essere in acqua consente alla futura mamma di dimenticare per un po 'la forza di gravità e di dare pieno relax ai muscoli tesi. Il nuoto regolare aiuta a rafforzare il sistema immunitario, aumenta la resistenza, ti insegna a controllare la respirazione ed è uno dei metodi di preparazione per la prossima nascita..

Uso della piscina per donne in gravidanza

Circa dieci anni fa, la maggior parte dei ginecologi proibiva ai loro pazienti di visitare la piscina pubblica, citando la mancanza di acqua pulita e un alto rischio di contrarre malattie infettive. Oggi la situazione è cambiata e sempre più spesso i medici non solo consentono, ma consigliano anche alle donne di nuotare in piscina durante la gravidanza. Qual è la ragione?

  • In primo luogo, le nuove piscine acquisiscono moderni sistemi di trattamento delle acque e il rischio di contrarre malattie infettive è ridotto.
  • In secondo luogo, molti centri fitness e complessi sportivi organizzano corsi speciali per donne in gravidanza. Per le mamme in attesa, è chiusa un'area separata in cui le donne possono nuotare senza paura di incontri accidentali con altri visitatori della piscina..
  • In terzo luogo, la medicina non si ferma, e oggi si ritiene che i benefici del nuoto in piscina siano significativamente superiori ai possibili danni alla madre e al bambino. Se vengono seguite alcune precauzioni di sicurezza, i probabili rischi possono essere ridotti al minimo..

Il nuoto in piscina influenza favorevolmente il corso della gravidanza e le condizioni del feto:

  • Essere in acqua allevia la tensione dai muscoli della schiena, delle ossa e delle articolazioni pelviche, della colonna vertebrale. Questi organi sperimentano uno stress tremendo durante la gravidanza. Il nuoto consente di rimuovere lo stress e alleviare una donna dal dolore e dal disagio.
  • Il nuoto rafforza i muscoli pettorali, ti insegna a controllare la respirazione, che gioverà durante il parto.
  • Esercizi regolari in piscina aumentano la resistenza e stimolano l'immunità. Si è notato che le donne che conducono uno stile di vita attivo hanno meno probabilità di soffrire di raffreddore durante la gravidanza..
  • Il nuoto è un ottimo modo per alleviare lo stress, spegnere la testa, calmarsi e rilassarsi. Per molte donne, 45 minuti in piscina diventano un vero outlet in una serie di giorni lavorativi.

Piscina in preparazione al parto

Il nuoto in piscina è una delle fasi di preparazione per il lavoro imminente. Mentre è in acqua, una donna incinta impara tre cose importanti:

  • Controllo della profondità e della forza della respirazione.
  • Resistenza e distribuzione uniforme del carico.
  • Rilassamento muscolare.

Nei centri perinatali che preparano le donne al parto, al nuoto viene data particolare attenzione. Il motivo è noto: è molto più facile per le future mamme esercitarsi in acqua quando il peso corporeo si sente meno. In piscina, una donna incinta maldestra ottiene una facilità senza precedenti. L'acqua allevia il dolore, elimina la tensione muscolare, rimuove l'affaticamento e favorisce il rilassamento. Tutti questi fattori aumentano significativamente l'efficacia delle lezioni e aiutano una donna a prepararsi adeguatamente per la nascita di un bambino.

Nuotare in piscina giova non solo al corpo. Le lezioni in acqua prestano attenzione alla preparazione psicologica al parto. La futura mamma acquisisce fiducia nelle sue capacità. Una donna guadagna potere sul proprio corpo e si rende conto che molti processi sono disponibili per il suo controllo. Nel parto, questo atteggiamento aiuta a concentrarsi sulle contrazioni, riduce il dolore e allevia le condizioni delle donne in travaglio.

Le lezioni in piscina sono anche un'occasione per immergersi nelle sensazioni del nascituro. Nell'utero, il bambino è nell'acqua e durante il nuoto la gestante è approssimativamente nelle stesse condizioni. Sente come l'acqua scorre intorno al suo corpo da tutti i lati, tocca la pelle, sostiene e dirige. Tutto questo il bambino vive per 9 mesi e per una donna incinta sarà utile fare un'esperienza simile.

Un esercizio merita un certo interesse, che viene praticato durante gli esercizi di gruppo in acquagym in preparazione al parto. Diverse donne stanno in fondo alla piscina, le gambe divaricate e formano una specie di corridoio. Una delle donne si tuffa e, trattenendo il respiro, fluttua attraverso il corridoio dall'inizio alla fine. Questo esercizio non solo allena la respirazione, ma simula anche il passaggio del bambino attraverso il canale del parto. Molte donne affermano che tali allenamenti li aiutano a sentire appieno ciò che prova il bambino e a sintonizzarsi per la nascita imminente..

Aerobica in acqua: allenamento in acqua per donne in gravidanza

Una futura mamma può farlo da sola visitando la piscina più volte alla settimana, tuttavia, allenarsi sotto la guida di un trainer esperto porterà il massimo beneficio. Le lezioni del gruppo assumono un significato speciale durante la gravidanza. Supportare altre donne attente alla salute è una parte importante della preparazione al parto..

Le lezioni di aerobica in acqua includono:

  • Allenamento di tutti i gruppi muscolari, legamenti, articolazioni. Focus su schiena e bacino.
  • Esercizi di respirazione, incluso trattenimento del respiro (immersione).
  • Nuoto libero.

In acqua, è conveniente provare le contrazioni senza rischi per il feto. Gli esercizi di rilassamento e contrazione muscolare sono fondamentali per prepararsi alla nascita imminente di un bambino. È importante portare le capacità acquisite all'automatismo, combinandole con una corretta respirazione - e poi nel travaglio il corpo addestrato stesso ricorderà ciò che deve essere fatto. È stato osservato che le lezioni in piscina facilitano il corso del processo di nascita e aumentano le possibilità di avere un bambino sano.

Immersioni durante la gravidanza

Le lezioni in gruppi specializzati per gestanti prevedono non solo l'aerobica in acqua, ma anche le immersioni. Trattenere il respiro a breve termine ed essere sott'acqua sono utili per una donna incinta. Gli allenamenti preparano il corpo per la nascita imminente, quando devi regolare la direzione, la profondità e la forza dei movimenti respiratori durante le contrazioni e i tentativi. Puoi farlo al di fuori della piscina, tuttavia, un lungo respiro trattenuto con uno sforzo fisico simultaneo (come nel parto) è possibile solo in acqua.

È interessante notare che tra i subacquei giapponesi - cacciatori di perle - sono nati quasi sempre bambini sani, forti e resistenti, il che indica l'utilità di questo esercizio per le future mamme.

Caratteristiche del nuoto nelle diverse fasi della gravidanza

Il nuoto in piscina è consentito in qualsiasi momento durante la gravidanza. I ginecologi consigliano ai loro pazienti di iniziare l'allenamento prima del concepimento. Un corpo preparato si adatta meglio alle nuove condizioni e le abilità acquisite aiutano a vivere più facilmente tutte le sensazioni spiacevoli che si manifestano nell'arco di nove mesi. Non c'è bisogno di aspettare fino all'arrivo della gravidanza: nuotare in piscina gioverà a qualsiasi donna, indipendentemente dai suoi piani riproduttivi.

All'inizio della gravidanza

Nel primo trimestre di gravidanza, il nuoto ha lo scopo di rafforzare tutti i gruppi muscolari, allenare la respirazione e stimolare l'immunità. Esercizi regolari aiutano a preparare il corpo a cambiamenti futuri. Si noti che le donne che visitano la piscina fin dall'inizio hanno maggiori probabilità di tollerare la tossicosi, adattarsi più rapidamente e continuare a condurre uno stile di vita attivo fino alla nascita.

  • Tossicosi. Con vomito frequente, è necessario interrompere temporaneamente la visita alla piscina.
  • Bassa pressione sanguigna Con grave debolezza e vertigini, non nuotare.
  • Rischio di aborto spontaneo. Con una scarica sanguinolenta dal tratto genitale, è vietata l'attività fisica e una visita alla piscina. Con moderato dolore alla trazione nella parte inferiore dell'addome (senza sanguinamento), è consentito il nuoto calmo (dopo aver consultato un ginecologo).

Alla fine della gravidanza

Nuotare in piscina diventa una vera salvezza per le future mamme durante questo periodo. Dopo 20 settimane, il carico sulla colonna vertebrale, sulle ossa e sui legamenti del bacino e dei muscoli della schiena cresce. Ci sono dolori nella regione lombare, il corpo diventa goffo. Più vicino alla consegna, le lunghe passeggiate sono un ricordo del passato e il nuoto le sta sostituendo. Esercizi regolari in piscina aiutano ad alleviare la tensione muscolare e rinunciare ad altri metodi di esposizione..

Misure precauzionali

Non è consigliabile visitare la piscina in tali situazioni:

  • La minaccia dell'aborto con la comparsa di spotting dal tratto genitale.
  • Grave tossicosi nelle prime fasi.
  • Malattie infettive acute.
  • Processi infiammatori nei genitali.
  • Malattie della pelle, inclusa eruzione allergica.
  • Intolleranza alla candeggina.
  • Esclusione del tappo mucoso prima del parto (aumento del rischio di infezione).

Non nuotare in caso di malessere e in qualsiasi condizione che richieda assistenza medica (alta pressione sanguigna, forti mal di testa, ecc.).

Domande frequenti

La pratica mostra che le donne incinte sono preoccupate per questi momenti:

  • Quanto tempo dovrei iniziare a nuotare in piscina? Una donna incinta con una buona salute e l'assenza di controindicazioni può fare acquagym o visitare autonomamente la piscina a qualsiasi età gestazionale - dal momento del concepimento fino al parto.
  • È possibile fare acquagym per chi non sa nuotare? Non solo possibile, ma necessario. Le lezioni si svolgono in acqua a una profondità ridotta e la maggior parte degli esercizi non richiede la capacità di nuotare. Puoi indossare volant sul braccio o un giubbotto per sicurezza.
  • Posso ottenere malattie a trasmissione sessuale, infezioni fungine quando visito la piscina? I moderni sistemi di depurazione delle acque riducono al minimo la probabilità di infezione, ma le precauzioni di sicurezza non saranno superflue. Quando si visita la piscina, è necessario utilizzare solo un asciugamano individuale e prodotti per l'igiene, non camminare a piedi nudi, fare la doccia prima e dopo l'allenamento.
  • Quale piscina è meglio scegliere? Per nuotare durante la gravidanza, qualsiasi piscina è adatta dove la futura mamma si sentirà a proprio agio. Vale la pena prestare attenzione ai sistemi di depurazione delle acque. È meglio iscriversi a gruppi speciali per donne in gravidanza o visitare la piscina durante le ore di punta..

Con tutte le precauzioni, nuotare in piscina sarà una preparazione eccellente per il parto, una fonte di emozioni positive e solo un buon modo per divertirsi..

Le donne incinte possono andare in piscina? Consulenza medica

La piscina incinta è una vera panacea raccomandata da ostetrici e medici. Numerosi esperimenti hanno dimostrato che la mancanza di mobilità costituisce una grave minaccia durante la gravidanza. In questo contesto, la tossicosi si intensifica, aumenta il rischio di aborto spontaneo, il travaglio si indebolisce. Pertanto, è tempo di alzarsi dal divano e prendere la nostra salute. Fare del suo meglio nelle lezioni di acquagym.

Durante la gravidanza, i medici raccomandano alle donne di visitare attivamente la piscina. Ma questo non dovrebbe essere un bagno al minimo, ma un lavoro mirato. Le lezioni in piscina per le donne incinte comprendono tre aree:

Diamo un'occhiata a ciascuno di essi individualmente..

L'obiettivo delle lezioni di acquagym è mantenersi in forma. Per fare questo, gli esercizi dovrebbero essere eseguiti camminando e correndo in acqua, facendo oscillare gambe e braccia. L'esercizio obbligatorio è lo stretching. L'acqua calda aumenta l'elasticità dei legamenti, che è così importante nel periodo postpartum.

I benefici della piscina durante la gravidanza

La full immersion in acqua è una procedura molto utile. Non solo contribuisce allo sviluppo fisico del corpo, ma aiuta anche il suo lato psicologico. L'immersione regolare aumenta il tempo di trattenimento del respiro, utile in seguito durante i tentativi. È anche utile che il bambino si abitui alle interruzioni nella consegna dell'ossigeno, perché durante la nascita è proprio questo disturbo che lo attende.

Guarda un video di aerobica per donne in gravidanza qui

Imparare a respirare correttamente con esercizi di respirazione

Il nuoto per le donne in gravidanza è un'altra parte importante della preparazione per una data significativa. Nell'acqua, la futura mamma sentirà la leggerezza del proprio corpo, si rilasserà e dimenticherà tutti gli stress e le preoccupazioni. È molto utile imparare a rilassarsi, a sentire come l'acqua avvolge delicatamente il tuo corpo..

Le lezioni in piscina per le donne incinte sono di indubbio beneficio: ti permettono di scaricare il sistema muscoloscheletrico, la colonna vertebrale, dare un carico sufficiente sul corpo, rafforzare i muscoli del bacino, del torace, aumentare la resistenza.

Una visita in piscina durante la gravidanza. Controindicazioni

Se non si tiene conto degli esperimenti sul proprio corpo e dell'allenamento spericolato, si può tranquillamente affermare che le procedure idriche sono indicate per tutte le donne in gravidanza. Tuttavia, il medico curante dovrebbe essere a conoscenza delle lezioni di acquagym. Come nessuno, è in grado di valutare meglio il rapporto tra rischio e beneficio per il nascituro e la salute della madre.

Ti diremo quali esercizi durante la gravidanza puoi fare a casa.

Scegli un fitness club con piscina dal nostro elenco di centri fitness a Mosca

Nonostante tutti i suoi benefici, il pool durante la gravidanza può anche essere dannoso in determinate situazioni. Questi includono i seguenti fenomeni:

  • malattie infettive;
  • dolore dopo l'allenamento;
  • appendicite cronica;
  • rischio di aborto spontaneo;
  • malattie del sangue sistemiche;
  • tossicosi grave;
  • malattie acute.

In quale piscina dovrebbe andare incinta??

Non essere fanatico delle procedure idriche. Se ti trovi in ​​una posizione meravigliosa, dovresti proteggere la tua salute ed essere attento a qualsiasi minaccia. Pertanto, quando si sceglie un pool, è meglio privilegiare l'opzione "specializzata", progettata specificamente per le donne in gravidanza. Qui sarai più sano e più divertente. È auspicabile che l'acqua della piscina fosse di mare o fluente. Assicurati di osservare il regime di temperatura. Se tutti questi requisiti saranno soddisfatti, un tale pool per le donne incinte sarà sicuramente non solo utile, ma anche un luogo piacevole dove trascorrere il tempo libero.

Piscina per donne in gravidanza: indicazioni e controindicazioni

Per molto tempo, la gravidanza non è considerata una malattia e quindi non è necessario eseguirla mentre giace a letto. Al giorno d'oggi, i ginecologi ostetrici consigliano sempre più alle donne che portano un bambino di condurre uno stile di vita moderatamente attivo, ovviamente, se non ci sono controindicazioni a questo. Una donna incinta con una grande pancia è più facile da spostare in acqua. Pertanto, visitare la piscina durante la gravidanza è un'ottima opportunità per mantenere il tono muscolare ed evitare un sovrappeso. Ma tutte le donne incinte possono andare in piscina? E cosa fare in piscina per una donna che trasporta un bambino?

Possono le donne in gravidanza in piscina

Una moderata attività in acqua ha un effetto benefico sul corpo di qualsiasi donna incinta, quindi quasi tutte le donne in gravidanza possono andare in piscina. Ma prima di iniziare a frequentare le lezioni in acqua, una donna dovrebbe prima consultare il suo ginecologo. Dal momento che ci sono ancora alcune controindicazioni per il nuoto in piscina durante la gravidanza:

  • malattie infettive;
  • malattie nel periodo acuto;
  • appendicite cronica;
  • malattie del sangue sistemiche;
  • tubercolosi acuta;
  • eclampsia;
  • preeclampsia;
  • crampi sistematici dopo l'esercizio fisico;
  • sanguinamento uterino;
  • aborti abituali;
  • tossicosi molto grave, accompagnata da vomito indomito.

Se una donna in attesa di un bambino non ha le suddette malattie e il suo medico non le proibisce di esercitare un'attività fisica moderata, gli esercizi per le donne in gravidanza in piscina le gioveranno solo.

Cosa fare in piscina

Tutte le lezioni in piscina per le donne incinte sono divise in tre tipi principali: immersioni, nuoto e aerobica in acqua. Consideriamo ogni tipo di occupazione separatamente.

Nuoto

Come tutti sappiamo, una forza galleggiante agisce su un corpo immerso nell'acqua e diventa più leggero. Pertanto, una donna in posizione, entrando in piscina, può sentirsi di nuovo leggera e senza peso. Il nuoto lento in acqua consente di alleviare temporaneamente l'aumento del carico non solo dalla colonna vertebrale, ma anche dall'intero sistema muscolo-scheletrico, rafforza i muscoli del torace, aumenta la resistenza e dà un esercizio moderato a tutti i gruppi muscolari. Tra l'altro, nuotare nella piscina incinta è una sorta di scarico psicologico, poiché è stato a lungo stabilito che stare in acqua ha un effetto benefico sul sistema nervoso, aiuta a evitare lo stress, consente di rilassarsi, ridurre l'ansia.

immersione

È utile per le donne che trasportano un bambino non solo nuotare lentamente in piscina, ma anche fare immersioni. Può sembrare sorprendente, ma i moderni ostetrici credono che l'esercizio che trattiene il respiro che le future madri praticano durante le immersioni aiuterà nel travaglio. Durante l'immersione, la donna trattiene il respiro e il bambino ha una mancanza di ossigeno a breve termine (ipossia). Se una donna incinta si tuffa regolarmente, il bambino nello stomaco si abitua a questa condizione e durante il parto è più facile tollerare l'ipossia intrauterina.

L'immersione durante la gravidanza è preferibile nella posizione "Float". Per fare ciò, una donna in posizione deve afferrare le ginocchia con le mani, prendere aria nei polmoni, trattenere il respiro e abbassare il viso nell'acqua. Si consiglia di trattenere il respiro per un massimo di un minuto e mezzo.

Aerobica in acqua

Le future mamme moderne vogliono essere non solo sane, ma anche belle. Gli esercizi fisici eseguiti in acqua permetteranno a una donna di mantenere il tono muscolare, non consentiranno di ingrassare. Istruttori qualificati stanno sviluppando una serie speciale di esercizi per le donne incinte in piscina. Sotto la supervisione di un allenatore, le donne in posizione, mentre sono in acqua, eseguono altalene con i piedi e le mani, camminano, sollevando le ginocchia in alto e anche correndo lentamente. Dopo aver completato la serie principale di attività sull'aerobica in acqua, si consiglia alle donne in gravidanza di eseguire esercizi di stretching, poiché gli esercizi fisici in acqua calda aiutano i legamenti a diventare più elastici.

Come puoi vedere, ci sono una vasta gamma di attività in piscina: puoi semplicemente sdraiarti sulla schiena come una stella marina, oppure puoi eseguire esercizi per mantenere il corpo in buona forma. Una donna che aspetta un bambino sceglie lei stessa come trascorrere del tempo in piscina.

Come scegliere una piscina

Non è consigliabile visitare la prima piscina o la piscina più vicina. Devi scegliere il "serbatoio" in cui un istruttore qualificato tiene lezioni speciali per le future mamme. Inoltre, una donna che trasporta un bambino deve prestare attenzione a come l'acqua viene disinfettata nella piscina. Per le donne incinte, non è consigliabile rimanere in acqua clorata, quindi è necessario privilegiare le piscine con acqua di mare o corrente..

Nella piscina, in cui vengono osservati gli standard sanitari e igienici, alla donna verrà chiesto di portare un certificato dal medico attestante che è sana e non soffre di malattie della pelle. Se non lo hai fatto, allora è meglio rifiutare di nuotare in una tale piscina, poiché non è noto quali malattie possano essere acquisite nell'acqua.

Le lezioni per le donne in gravidanza devono essere condotte non solo da un qualificato, ma anche da un istruttore attento. È obbligato non solo a dire come e quante volte eseguire ogni esercizio, ma anche a monitorare quanto la futura mamma riesce a fare questo, e offrirle un programma di allenamento individuale se non affronta il compito principale.

Cosa portare in piscina

  • costume da bagno (non è necessario acquistare un costume da bagno speciale per le donne in gravidanza, è possibile acquistare qualsiasi costume da bagno di grandi dimensioni);
  • certificato medico;
  • pantofole di gomma, devono essere con una suola scanalata, in modo che la donna non scivoli sulla piastrella;
  • cappuccio di gomma;
  • asciugamano;
  • bagnoschiuma;
  • borsa per biancheria bagnata.

Ora sai cosa può fare una futura mamma in acqua, a cosa devi prestare attenzione quando scegli una piscina e quali cose devi portare con te in classe.

Accesso alla piscina e gravidanza

Durante la gravidanza, una donna rifiuta molte cose e attività familiari, incluso lo sport. Pilates, fitness e altri tipi di carichi di potenza devono essere posticipati di almeno 9 mesi, quindi rimangono fitball e nuoto. Ma la piscina è dannosa durante la gravidanza, è possibile nuotare per mantenere il corpo in buona forma?

Pool di maternità - è pericoloso o no?

Il bagno diretto in acqua pulita, ovviamente, non danneggerà né la donna né il feto! Ma la piscina traboccante di adulti e bambini è pericolosa. Il fatto è che durante il bagno, una donna incinta può essere spinta o ferita, causando lesioni.

Pertanto, quando si visita la piscina, seguire alcune regole:

  • prova a nuotare la mattina quando praticamente non ci sono persone in piscina;
  • Scegliere solo stabilimenti balneari comprovati per evitare malattie fungine, Staphylococcus aureus e altre infezioni;
  • durante il bagno, osservare le misure di igiene personale, indossando pantofole di gomma e una cuffia per capelli;
  • Dopo il nuoto, assicurati di fare una doccia usando sapone e un asciugamano..

Importante! Il nuoto rafforza il corpo, quindi è molto utile visitare la piscina mentre si trasporta il bambino. Ma non puoi iniziare le lezioni senza prima consultare il tuo dottore - solo lui può sapere con certezza come l'attività fisica influenzerà il corso della gravidanza.

Uso della piscina per donne in gravidanza

Durante il nuoto, le immersioni o l'aerobica in acqua, una donna senza danni al bambino può perdere qualche chilo di troppo. Inoltre, il nuoto aiuta a rafforzare il corpo, evitare complicazioni durante il portamento del bambino e del parto:

  • il carico sulla colonna vertebrale è ridotto;
  • ridotto rischio di edema;
  • per 1 ora di nuoto, puoi perdere 200-230 kcal, che è necessario per le future madri che stanno attivamente ingrassando;
  • l'uso della piscina per le donne in gravidanza è che puoi allenarti a respirare correttamente;
  • l'immunità è rafforzata;
  • l'esercizio in acqua previene le vene varicose;
  • i muscoli pelvici si preparano al parto;
  • il carico psicoemotivo diminuisce;
  • la circolazione sanguigna migliora;
  • il corsetto muscolare è rafforzato;
  • c'è un aumento dell'attività, sonno migliorato.

Puoi nuotare sia nell'acqua ordinaria che in quella marina, che è arricchita con oligoelementi. In quest'ultimo caso, l'effetto del nuoto sarà ancora più evidente, perché l'acqua salata migliora la qualità della pelle e delle unghie, con un effetto benefico su tutti i processi del corpo.

Importante! Il pool per le donne incinte è così utile che è raccomandato da terapisti, ostetrico-ginecologi ed endocrinologi. Dopotutto, il nuoto aiuta a risolvere il problema di un rapido aumento di peso, mal di schiena, gonfiore.

Quando una piscina incinta è controindicata?

Nuoto tranquillo o semplici esercizi in acqua sono molto utili, ma rifiutare questo tipo di attività fisica è nelle seguenti situazioni:

  • rischio di aborto spontaneo;
  • malattie croniche, comprese le malattie del sistema cardiovascolare;
  • malattie della pelle e funghi;
  • malattie accompagnate da ulcere cutanee, come il diabete mellito;
  • tossicosi grave;
  • sanguinamento uterino;
  • malattie infettive e malattie sessualmente trasmissibili.

Se dopo le lezioni sei preoccupato per il mal di schiena o l'eccessiva affaticamento, allora dovresti sostituire il nuoto con un fitball o un altro tipo di attività fisica sicura per le donne in gravidanza.

Consigli! Visitare la piscina è 3-4 volte a settimana, dando allenamento 45-75 minuti.

Esercizi che puoi fare mentre nuoti

Durante il bagno, una donna incinta può eseguire i seguenti esercizi:

  • salti lenti in acqua;
  • stretching (spaccare in acqua, gambe oscillanti, camminare, alternarsi a gambe sollevate e altre);
  • si accovaccia nell'acqua a bordo piscina;
  • allenamento respiratorio;
  • esercizi per il relax;
  • immersioni;
  • allenamento dei muscoli del torace (nuoto lento, stringendo le mani piegate sul petto, ecc.);
  • lavorare con una palla o una tavola.

Uno qualsiasi degli esercizi di cui sopra deve essere eseguito senza fretta. E ricorda che un allenamento individuale o di gruppo deve essere seguito da un allenatore!

Cosa ti serve per iniziare a frequentare le lezioni di nuoto?

Per frequentare le lezioni, una donna avrà bisogno delle seguenti cose e documenti:

  • certificato che la donna incinta non soffre di malattie dermatologiche;
  • berretto di gomma e pantofole;
  • shampoo e gel doccia;
  • un asciugacapelli se devi frequentare le lezioni nella stagione fredda;
  • asciugamano, costume da bagno, accappatoio.

Inoltre, una donna dovrebbe portare con sé una bottiglia di succo di frutta, biscotti o un panino, perché il nuoto contribuisce a un buon appetito. Nota che l'ultimo pasto dovrebbe essere fatto 1 ora prima dell'allenamento, altrimenti, durante il nuoto, ci sarà una sensazione di pesantezza nello stomaco.

Riassumendo, vale la pena dire che il pool per donne in gravidanza è utile e sicuro. Pertanto, senza dubbio iscriviti a lezioni di gruppo o frequenta una formazione individuale, ma prima ottieni l'autorizzazione dal tuo ostetrico-ginecologo!

Trova il tuo sport

È piuttosto difficile rispondere alla domanda in modo inequivocabile: è possibile per le donne in gravidanza andare in piscina? Ogni donna incinta dovrebbe affrontare con competenza questo problema. Prima di visitare la piscina, è necessario consultare il proprio medico. In assenza di indicazioni, visitare la piscina ha un effetto benefico sulla salute della futura mamma e bambino.

Quando le donne incinte possono visitare la piscina?

Con l'approvazione di un ginecologo, puoi tranquillamente andare in piscina. È necessario ottenere consigli dettagliati di uno specialista che ti dirà quando puoi nuotare in piscina e quando è meglio astenersi.

Importante! Non trascurare il consiglio di un medico. Altrimenti, puoi aggravare la tua salute o il futuro bambino.

È meglio visitare la piscina quando la formazione del tappo mucoso è completa, il che impedisce la penetrazione di componenti dannosi nel canale cervicale della donna incinta. In altre parole, protegge completamente il bambino da influenze negative esterne.

Lo stadio della formazione del sughero inizia alla settima settimana di gravidanza. Ciò significa che nel primo semestre di gravidanza non è auspicabile andare in piscina (le prime 12 settimane). A partire dalla settimana 13, puoi nuotare. Quando arriva la 36a settimana, una visita alla piscina dovrebbe essere interrotta. In questo momento, la spina nella maggior parte delle donne in gravidanza inizia a esfoliare. Di conseguenza, esiste il rischio che varie infezioni entrino nel feto..

Nuoto di maternità

In acqua, il corpo diventa quasi senza peso, il che consente di scaricare la colonna vertebrale della futura mamma. Di conseguenza, la sensazione di pesantezza nel corpo della donna incinta è ridotta. Allo stesso tempo, il mal di schiena scompare, lo stato psico-emotivo si stabilizza.

Si consiglia di iniziare con un facile riscaldamento, è possibile schizzare sul lato in acqua. Quindi è necessario passare gradualmente al nuoto.

Attenzione! È altamente indesiderabile nuotare senza un allenamento preliminare! È necessario preparare il tuo corpo, che è già sovraccarico di gravidanza. Un approccio pulito e ordinato agli affari porterà risultati molto positivi per la salute della futura mamma e del suo bambino.

Quali sono i benefici del nuoto durante la gravidanza?

Al fine di dissipare le paure e i dubbi delle gestanti in merito alla salute del loro bambino, gli argomenti ragionati sui benefici del nuoto sono elencati di seguito:

  1. Lo spazio acquatico consente di alleviare la colonna vertebrale, evitando così l'osteocondrosi e il mal di schiena.
  2. Durante il nuoto, vengono consumate più calorie rispetto al normale sforzo fisico. In questo caso, la probabilità di allungare tendini e muscoli è quasi zero. Questa è la soluzione perfetta per le future mamme in sovrappeso..
  3. Il nuoto stabilizza il sistema cardiovascolare. Di conseguenza, il sangue e la linfa circolano meglio in tutto il corpo, la pressione sanguigna si normalizza e la forza dei vasi sanguigni e dei muscoli cardiaci aumenta. Un'ottima soluzione per ipertensione e vene varicose.
  4. Le manipolazioni in acqua aiutano a rimuovere il liquido in eccesso dai tessuti, in modo da poter eliminare l'edema.
  5. Nuotando e facendo immersioni in piscina, la futura mamma è ben preparata per il parto e sviluppa una corretta respirazione. A causa del ritardo nella respirazione durante l'immersione, aumenta anche la vitalità del bambino. Dato che durante il parto l'accesso dell'ossigeno al feto diminuisce, sarà più facile per il bambino farcela..
  6. Durante il nuoto, si sente un singolo elemento del bambino e della futura madre. L'unità armoniosa con il proprio bambino ha un effetto benefico sullo stato psico-emotivo di una donna incinta.
  7. Il nuoto aiuta a rafforzare l'immunità.

Quale donna incinta non dovrebbe andare in piscina

Incinta non dovrebbe visitare la piscina:

  • con ipertonicità uterina;
  • con abbondante scarico;
  • a rischio di parto pretermine;
  • soffre di grave tossicosi;
  • con malattie infettive;
  • durante un'esacerbazione di malattie croniche;
  • se si sentono male o hanno mal di testa;
  • con una reazione negativa alla candeggina;
  • se una storia di aborto spontaneo.

Quale piscina è migliore durante la gravidanza

Naturalmente, la priorità è una piscina di acqua di mare. Queste piscine sono piene di acqua naturale e viene aggiunto sale marino. I benefici del sale marino sono ormai noti a tutti gli abitanti del pianeta. Il trattamento dell'acqua viene effettuato mediante elettrolisi. Non ci possono essere dubbi sulla presenza di candeggina. L'acqua di mare ha un effetto benefico sulla condizione della pelle insieme alle sue terminazioni nervose.

Quando puoi andare in piscina per una gravidanza?

Gravidanza - per una donna è un momento felice aspettarsi un bambino. È anche molto responsabile: la vita della futura mamma è già stata fornita non solo a lei, deve anche temere per le condizioni del feto, che è molto vulnerabile. Pertanto, anche prima di andare in piscina, dovresti pensare se danneggerà il bambino.

Quando le donne incinte possono andare in piscina?

I ginecologi ritengono che il nuoto abbia un effetto benefico sulla salute della madre e del nascituro. Pertanto, il nuoto è consentito in tutte le fasi della gravidanza, tuttavia, con alcune restrizioni e sotto la supervisione di un medico.

Se nuotare presto?

Se una donna non sperimenta una grave tossicosi, una visita in piscina nelle prime fasi della gravidanza le gioverà solo. I muscoli si rilasseranno, ma non abbastanza da provocare un aborto spontaneo. Ma la gamma di emozioni positive renderà una donna più calma e allevia lo stato di ansia, che di solito è caratteristico di loro all'inizio della gravidanza.

Molto utile durante questo periodo e ginnastica in acqua. Rafforza fisicamente la futura mamma, la tempera. Pertanto, se il tuo concepimento è pianificato per determinati periodi, è meglio iniziare a visitare la piscina prima della gravidanza e, successivamente, continuare a farlo regolarmente.

Vi sono, ovviamente, alcune controindicazioni. La piscina non deve essere visitata se si osservano le seguenti condizioni:

  • chiara minaccia di aborto spontaneo;
  • problemi sanguinanti;
  • pressione sanguigna alta o bassa;
  • infettivi e raffreddori;
  • malattie della pelle ed eruzioni allergiche;
  • dolore durante e dopo il nuoto.

Infine, alcune mummie possono improvvisamente avere paura dell'acqua. In questo caso, non dovresti superarlo, è meglio sostituire l'occupazione in acqua con altri esercizi fisici.

Devo partecipare al secondo trimestre?

Il secondo trimestre è considerato il periodo più sicuro di gravidanza. Il feto in questo momento è già saldamente attaccato e i suoi organi principali sono già formati. Nel normale corso della gravidanza, visitare la piscina non è solo possibile, ma anche necessario.

Inoltre, si raccomanda non solo il nuoto passivo, ma anche una semplice serie di esercizi fisici:

  • afferrare il lato delle mani, accovacciarsi, quindi spingere dolcemente con i piedi;
  • utile cyclette, che deve essere eseguita, tenendo le mani sul lato;
  • sdraiati sullo stomaco e, tenendo il lato, tira più volte le gambe allo stomaco;
  • piegare lentamente e allungare le gambe in acqua.

Tali azioni ovviamente non danneggeranno il feto e la futura madre sarà piacevole e utile. Naturalmente, a un ragionevole grado di intensità - 3-4 approcci saranno abbastanza.

È abbastanza per sdraiarsi sull'acqua, rilassarsi. A proposito, se non sai nuotare, puoi anche visitare la piscina. È assolutamente sicuro solo accovacciarsi in acqua o sdraiarsi sulla sua superficie, tenendosi su un lato. Ma anche chi sa nuotare non dovrebbe nuotare fino a grandi profondità.

Alla fine della gravidanza?

In alcune piscine, ci sono raccomandazioni che vietano l'ammissione delle donne alle procedure di irrigazione per periodi gestazionali superiori a 6 mesi. Tale riassicurazione, ovviamente, è comprensibile, ma non sempre giustificata. Se il bambino è libero da patologie, il nuoto dovrebbe continuare.

Tuttavia, è necessario osservare alcune precauzioni:

  • è necessaria l'autorizzazione del ginecologo;
  • nelle fasi successive, è sufficiente 1 viaggio a settimana con un tempo di balneazione di circa 20-25 minuti;
  • è meglio usare costumi da bagno speciali per le donne in gravidanza;
  • è necessario abbandonare le scarpe scivolose, comportarsi con calma, non fare movimenti improvvisi.

In molte grandi città, gruppi speciali di donne in posizione stanno reclutando nei centri di nuoto. Puoi iscriverti lì. Se ciò non è possibile, scegli un orario per le visite in cui ci saranno meno visitatori. Rumore, frastuono e schizzi nella tua condizione sono inutili.

Non tutte le piscine sono disinfettate con acqua. E i disinfettanti non sono sempre completamente innocui.

È permesso nuotare nel parco acquatico?

Durante i primi due trimestri, il nuoto non è proibito. Con solo alcune limitazioni:

  • non è consigliabile utilizzare diapositive, in particolare torsioni, - la testa può girare con ulteriori conseguenze indesiderabili;
  • prestare attenzione all'aria interna. Lì, dove è troppo secco e caldo, è meglio non andare;
  • fare attenzione: in molti di questi stabilimenti pavimenti scivolosi;
  • dove ci sono molti bambini che giocano rumorosamente, c'è il rischio di ferire accidentalmente l'addome.

Una visita in questo luogo non dovrebbe durare a lungo. Se nuotare in piscina è rilassante, rimanere nel parco acquatico durante la gravidanza può stancarsi rapidamente.

Ma visitando le piscine all'aperto del resort, devi rifiutare completamente. L'acqua viene raramente trattata lì e non esiste un controllo medico dei nuotatori..

I benefici del nuoto durante la gravidanza

È sicuramente utile. Ci sono spiegazioni ragionevoli per questo:

  • il nuoto rilassa i muscoli, allevia lo stress della colonna vertebrale e lombare, che soffrono maggiormente durante la gestazione;
  • durante un soggiorno in acqua c'è una sorta di massaggio del corpo, che è molto utile in questa posizione;
  • il nuoto regolare in piscina allevia il gonfiore;
  • è stato notato che le madri che visitano la piscina non hanno difficoltà con l'allattamento successivo, poiché il flusso di sangue al torace durante il nuoto è sempre fornito per intero;
  • l'immersione è utile. Trattenere il respiro della madre abitua il feto alla mancanza di ossigeno per un po ', è molto utile durante il parto.

E infine, la procedura di nuoto stessa si rilassa e calma. E le donne durante la gestazione sono spesso irritabili.

L'acqua clorata è dannosa??

La maggior parte dei bacini della Russia usa il cloro per disinfettare l'acqua. Inoltre, la concentrazione del contenuto può essere diversa.

Un grande dosaggio può portare alle seguenti conseguenze:

  • penetrando attraverso i pori del corpo nel corpo di una donna, il cloro influisce negativamente sul feto. Più tardi, questo può manifestarsi sul bambino sotto forma di reazioni allergiche e persino lo sviluppo dell'asma;
  • anche i vapori di cloro inalato da una persona che fa il bagno sono ugualmente dannosi;
  • un'alta concentrazione di cloro nell'acqua può provocare malattie croniche del fegato e dello stomaco, incluso il nascituro.

Pertanto, dopo aver visitato le aree d'acqua chiuse, si consiglia di fare la doccia. Quindi la candeggina in eccesso verrà lavata via dalla pelle e i pori non saranno intasati con loro.

Quanta candeggina c'è dentro?

Ma anche prima di nuotare nelle piscine, dove vengono rispettati gli standard sanitari, i visitatori sono letteralmente tenuti a fare una doccia prima di nuotare. Il fatto è che la normale concentrazione di cloro nelle piscine per la disinfezione dell'acqua di solito non supera 0,6 ml / l. Questo non è un contenuto critico e non si fa sentire nell'acqua pura..

Ma sul corpo dei nuotatori, se non si sono fatti una doccia o lo hanno fatto troppo attentamente, rimangono secrezioni organiche di sudore e grasso. E il cloro, interagendo con qualsiasi materia organica, inizia a emettere vapori attivamente. Lo stesso processo si verifica quando l'acqua è scarsamente pulita..

Pertanto, si raccomanda alle donne in gravidanza di praticare il nuoto di osservare le seguenti precauzioni:

  • visitare le piscine con una buona reputazione e un monitoraggio affidabile delle condizioni dell'acqua;
  • Assicurati di fare una doccia prima e dopo le procedure;
  • più di 40 minuti nella zona dell'acqua per non essere.

Meglio ancora, visitare le piscine dove vengono utilizzati altri metodi di disinfezione, come la luce ultravioletta. Sfortunatamente, ci sono ancora poche di queste istituzioni in Russia, ma dopo qualche tempo i metodi moderni sostituiranno sicuramente la clorazione.

Quindi una visita in piscina durante la gravidanza è piuttosto una raccomandazione. Solo tu devi rispettare alcune regole di sicurezza. Quindi nuotare sarà utile sia per la madre che per il nascituro.

Nuoto durante la gravidanza - benefici o danni?

Ogni donna in previsione del bambino cerca di trascorrere questo periodo con il massimo beneficio per se stessa e il nascituro. Durante la gravidanza, è necessario non solo per mantenere il corpo in forma, ma anche per prepararlo al parto.

In questo articolo, ci soffermeremo sul nuoto per le donne incinte, i suoi effetti su periodi diversi e forniremo anche utili consigli pratici.

Posso nuotare in piscina durante la gravidanza?

Secondo gli esperti medici, il nuoto è uno dei tipi più parsimoniosi di attività fisica, importante per il corpo di una donna incinta. Quando si pratica in acqua, si verifica una distribuzione uniforme del carico sul corpo, mentre sono coinvolti praticamente tutti i gruppi muscolari. L'intensità dell'allenamento è regolata in base alle capacità individuali - dalle semplici manches per brevi distanze ai complessi di allenamento degli esercizi.

Nuoto durante la gravidanza - pro e contro

Come qualsiasi altra attività fisica, andare in piscina durante la gravidanza può avere un effetto benefico, oltre a danneggiare la salute della madre e del bambino. Considera gli argomenti principali da seguire quando decidi di acquistare un abbonamento.

I seguenti indicatori parlano a favore delle professioni nel pool:

  • Rafforzare il tono dei muscoli e del corpo nel suo insieme. Allo stesso tempo, durante l'allenamento, il corpo riceve carichi moderati - ciò di cui hai bisogno durante la gravidanza.
  • Scarico della colonna vertebrale. Le donne in posizione, che spesso avvertono dolore alla schiena e alle spalle, avvertono un significativo sollievo dall'esercizio fisico.
  • Il rafforzamento dei sistemi cardiovascolare e nervoso, nonché lo sviluppo dei muscoli respiratori durante il nuoto, consente di prepararsi efficacemente al parto.
  • Aumento dell'immunità generale.
  • Ridurre il livello di tensione generale e muscolare dovuta all'effetto rilassante e massaggio dell'acqua.
  • Un senso di soddisfazione morale e un aumento di forza dopo l'allenamento.

Tra i fattori negativi, si possono distinguere le controindicazioni individuali al nuoto durante la gravidanza, il rischio di contrarre una malattia di natura infettiva e gli effetti negativi dei reagenti utilizzati nel trattamento delle acque. Con un approccio attento alla scelta di un pool, è possibile eliminare due potenziali problemi su tre.

Nuoto in una piscina con acqua clorata

L'opinione dei medici sulla questione se sia possibile per le donne incinte nuotare in una piscina con candeggina, è stata divisa.

Da un lato, i medici sono chiaramente contrari alla visita di piscine clorate in gravidanza. Il cloro, essendo una sostanza tossica, è in grado di penetrare nel corpo attraverso la pelle. E anche una certa quantità di vapore emesso penetra attraverso le vie respiratorie. Gli studi di alcuni scienziati in questo settore hanno identificato i rischi di ulteriori manifestazioni di reazioni allergiche e asma in un bambino.

D'altra parte, esiste un punto di vista alternativo: il contenuto di cloro nelle piscine pubbliche non è così elevato da causare danni alla salute e i benefici del suo uso sono sproporzionatamente grandi. Le persone che fanno il bagno possono essere sicure della pulizia e dell'innocuità (in termini di presenza di batteri) dell'ambiente.

Nonostante le diverse opinioni degli esperti, alle donne incinte viene comunque consigliato di privilegiare le piscine utilizzando sistemi di trattamento dell'acqua alternativi. Se non ce ne sono nella tua città, consulta il tuo medico prima di iniziare le lezioni per evitare controindicazioni associate all'uso del cloro in piscina.

Controindicazioni

In alcuni casi, una visita alla piscina dovrebbe essere abbandonata per evitare complicazioni della gravidanza. Le principali controindicazioni possono essere:

  • Tossicosi pronunciata. Essere in acqua è pericoloso, perché sono possibili una forte riduzione della pressione sanguigna e un peggioramento delle condizioni generali.
  • La presenza di malattie infiammatorie. In acqua fredda, esiste un'alta probabilità di esacerbazione di processi infiammatori latenti e lievi.
  • Le convulsioni che accompagnano durante la gravidanza possono intensificarsi durante l'esposizione prolungata all'acqua.
  • Aborti spontanei e nascite premature in passato. In questo caso, i medici sono controindicati nuotando tra molte attività fisiche, in modo da non provocare un cambiamento nel tono uterino.
  • altri disturbi della gravidanza - sanguinamento, polidramnios, ecc..

Se viene rilevato uno dei segni di cui sopra, si consiglia di visitare la piscina solo dopo l'approvazione del ginecologo.

Nuoto nel primo, secondo e terzo trimestre di gravidanza

Nelle prime 12 settimane, i medici non raccomandano di visitare la piscina. Ciò è dovuto al fatto che il tappo mucoso, che impedisce la penetrazione di microbi patogeni nella cervice, sta solo iniziando a formarsi. Durante questo periodo, il più alto rischio di esporre il feto all'influenza di agenti patogeni infettivi.

A partire dal secondo trimestre, il nuoto può essere effettuato in assenza di controindicazioni fino a 36 settimane di gravidanza. Alla fine del terzo trimestre, il tappo mucoso inizia già a esfoliare, riaprendo il canale. Il rischio di infezione batterica aumenta di nuovo.

Esercizi di maternità in piscina

Le lezioni in acqua per le donne in gravidanza suggeriscono tre tipi di carichi:

I classici del nuoto stanno nuotando. Una delle migliori tecniche di nuoto per le donne in una posizione è giustamente considerata un gattonare. I medici raccomandano di monitorare la respirazione; dovrebbe essere uniforme e calma. Se necessario, fai delle brevi pause per rilassarti..

Immergersi significa immergersi sott'acqua e trattenere il respiro per un breve periodo. Tale allenamento rafforza molti sistemi corporei e ti consente di prepararti efficacemente al parto..

Lezioni di acquagym in gruppi specializzati per donne in gravidanza allenano la resistenza e aumentano il tono muscolare e l'elasticità. Il complesso contiene anche esercizi di respirazione. L'intero processo è supervisionato dal trainer.

Gli esercizi in piscina possono essere eseguiti indipendentemente. Di seguito è una delle opzioni per l'allenamento in acqua, applicabile nel secondo e terzo trimestre:

  1. Posizione di partenza - in piedi, spalle raddrizzate. I salti vengono eseguiti verso l'alto, mentre la gamba sinistra viene lanciata in avanti, il piede destro viene tirato indietro. Le mani stanno lavorando nella direzione opposta. Le parti cambiano dopo alcune ripetizioni.
  2. Posizione di partenza - sdraiati sulla schiena (è possibile utilizzare dispositivi di supporto), le gambe sono estese lungo la superficie dell'acqua. L'esercizio fisico consiste nel piegare le ginocchia e allargarle ai lati fino a quando i piedi si toccano.
  3. Esercizio "bici" a bordo piscina.
  4. Esercizio di respirazione: inspirare sopra l'acqua ed espirare molto a lungo nell'acqua.
  5. Esercizio "float" - stringendo le mani con le ginocchia, trattenere il respiro sott'acqua. Espirare lentamente in acqua..
  6. Gambe oscillanti, tenendo il lato. Movimenti avanti-indietro, sinistra-destra, circolare.

L'insieme degli esercizi può essere più vario e dipende dalle capacità fisiche e dal benessere..

Cosa considerare quando si nuota

Andando in piscina, gli esperti raccomandano alle donne in gravidanza di osservare ulteriori precauzioni:

  • Valuta attentamente la scelta delle scarpe in cui sarai in piscina. Le pantofole da nuoto con suola in gomma aiutano a evitare di scivolare su piastrelle scivolose.
  • Evitare di visitare la piscina durante le ore di punta. Scegli una mattinata per una lezione o un gruppo specializzato per donne in gravidanza con un numero limitato di partecipanti.
  • Mangiare davanti alla piscina - entro e non oltre 1,5 ore prima della lezione. Allo stesso tempo, anche il digiuno influisce negativamente sul benessere generale..
  • Devi andare gradualmente in acqua, abituandoti alla temperatura dell'acqua.
  • Per evitare il superlavoro, non rimanere in acqua troppo a lungo. Il carico ottimale è una sessione di bagno 30 minuti al giorno, 2-3 volte a settimana.
  • Dopo le procedure in acqua, non è consigliabile un lungo soggiorno in costume da bagno bagnato. Asciugati bene la testa con un asciugacapelli prima di uscire..
  • Quando fai esercizi attivi in ​​acqua, dovresti scegliere una piscina con misure di sicurezza aggiuntive. I corrimani aggiuntivi lungo i lati aiuteranno a rimanere in caso di deterioramento della salute sotto carico.

Qualunque sia la scelta delle attività quando si visita la piscina, l'importante è godersi il processo. E le raccomandazioni di cui sopra aiuteranno a rendere le lezioni sicure e sane per la futura madre e il suo bambino.

Piscina durante la gravidanza: è possibile?

Piscina durante la gravidanza - l'esercizio fisico moderato è solo benefico

Tutti sanno che i nostri lontani antenati vivevano in acqua. Sì, e anche nell'utero nuotiamo. Ecco perché quasi ognuno di noi è inconsapevolmente attratto dall'acqua, indipendentemente dal fatto che si tratti di una scommessa o di un pool. La domanda relativa alla possibilità di andare in piscina durante la gravidanza è del tutto naturale..

E la risposta è solo positiva, perché gli esercizi in acqua esercitano una pressione su tutti i gruppi muscolari, alleviando la tensione dalla colonna vertebrale. È importante capire che la gravidanza non è una malattia pericolosa e che un piccolo sforzo fisico con moderazione gioverà solo alla futura mamma e al suo bambino.

Quando si va in piscina, è importante considerare che ci sono ancora alcune controindicazioni riguardo alla visita della piscina. In particolare, ciò si riferisce alla presenza di cloro nella composizione dell'acqua. Pertanto, al fine di eliminare qualsiasi dubbio, è comunque meglio consultare prima il proprio medico.

I benefici del nuoto in una piscina incinta

L'indubbio beneficio del pool per le donne in gravidanza si manifesta come segue:

  • Rafforzare i muscoli del corpo nel suo insieme;
  • Il corpo della donna diventa più resistente, il che costituirà un vantaggio tangibile per la nascita imminente;
  • Nel processo di assunzione di procedure idriche, migliora la circolazione sanguigna, che elimina il ristagno di sangue nelle gambe e nella piccola pelvi. Questa non è solo la prevenzione delle vene varicose e delle emorroidi, ma fornisce anche un accesso senza ostacoli dell'ossigeno al feto;
  • In acqua, il carico sulla colonna vertebrale è ridotto. Ciò è particolarmente sentito da quelle donne che soffrono di forti dolori nella regione lombare;
  • Si allena il sistema respiratorio;
  • Durante il nuoto, il rischio che il feto prenda una posizione sbagliata è significativamente ridotto.

Quando la piscina durante la gravidanza può essere dannosa

Anche se ti senti bene, assicurati di consultare un medico prima di visitare la piscina. Molte donne sono confuse dalla presenza di cloro nell'acqua, che viene utilizzata per purificarlo. È dannoso per il bambino? In effetti, l'acqua nella piscina contiene così tanto cloro che non può danneggiare le donne in gravidanza e il loro bambino non ancora nato.

L'unica eccezione è il caso in cui vi sia un'intolleranza individuale a questo reagente. Se hai la possibilità di visitare la piscina in cui l'acqua viene purificata mediante ozonizzazione o trattamento a ultravioletti, allora dovresti privilegiarla..

Anche le controindicazioni per la visita sono i seguenti casi:

  • Grave tossicosi, che è accompagnata da un'eccessiva debolezza causata da vomito indomito;
  • Se il medico presenta un rischio di aborto spontaneo;
  • Se si osserva sanguinamento associato alla gravidanza. È necessario rimandare la campagna anche se esiste una minaccia del loro aspetto;
  • Se hai dolore dopo uno sforzo fisico, è meglio posticipare il bagno;
  • Se c'è un aumento della pressione sanguigna.

È anche importante considerare che l'ambiente umido della piscina, specialmente nelle docce, è un ambiente molto favorevole per lo sviluppo di batteri e funghi patogeni. Pertanto, è necessario fornire una protezione aggiuntiva nei loro confronti..

Quando nuotare in piscina durante la gravidanza

È meglio iniziare una visita in piscina nelle prime fasi della gravidanza, quando il corpo non è troppo debole. La piscina nel primo trimestre di gravidanza può essere visitata circa 3-4 volte a settimana, dando lezioni di circa 20 minuti.

1) Tossicosi durante la gravidanza: cos'è e se preoccuparsi.
2) In questo articolo, abbiamo esaminato i metodi più efficaci per punire i bambini.

In futuro, le sessioni di nuoto possono essere aumentate fino a 45 minuti. Non dovresti stare in acqua per molto tempo, poiché improvvisi sbalzi di temperatura possono danneggiare il bambino. In ogni caso, devi concentrarti sulla tua salute.

Il nuoto per le donne in gravidanza non è raccomandato quando si avvicina il termine del travaglio. Ciò è particolarmente vero per il periodo di scarico del tappo mucoso, nonché per la comparsa di dolore nell'addome.

Medici e molti istruttori ritengono che le procedure idriche dovrebbero essere avviate il più presto possibile. Idealmente, una donna dovrebbe visitare la piscina quando pianifica una gravidanza. Ciò contribuirà a preparare il corpo a un ulteriore sforzo fisico..

Prepararsi per un viaggio in piscina è la chiave per la salute

Per garantire che le procedure idriche siano esclusivamente benefiche, è importante scegliere la piscina giusta e seguire le precauzioni di sicurezza di base. Dopotutto, l'acqua non tollera la manipolazione negligente.

Quando si sceglie un pool, è necessario considerare i seguenti consigli:

  • Si consiglia di visitare la piscina in cui erano già tenute sessioni per le donne in gravidanza;
  • Un'ottima opzione sarebbe nuotare in un gruppo con donne in gravidanza;
  • Si consiglia di impegnarsi sotto la guida di un istruttore esperto che ti aiuterà nella scelta degli esercizi necessari;
  • Se possibile, dai la preferenza a quelle piscine che dispongono di attrezzature per una posizione più sicura in esse: maniglie, pendenze delicate, tappetini in gomma, ecc..

Precauzioni di base

Come ogni tipo di esercizio, il nuoto durante la gravidanza in piscina dovrebbe essere soggetto a determinate regole di sicurezza:

  • Prima di nuotare, è consigliabile assicurarsi che l'acqua soddisfi gli standard di qualità igienico-sanitari;
  • Se immerso in acqua, evitare sbalzi di temperatura improvvisi e significativi;
  • Durante il nuoto, evitare movimenti improvvisi. Si consiglia di nuotare nel solito stile. È vietato nuotare sulla schiena;
  • Le scarpe utilizzate in piscina dovrebbero avere una suola in gomma per evitare cadute su una superficie bagnata.

Quando decidi di visitare la piscina in un giorno specifico, ascolta i tuoi sentimenti. In presenza del minimo disagio o della comparsa di sensazioni spiacevoli, le procedure idriche devono essere abbandonate. Se sei già in acqua, dovresti lasciarlo immediatamente.

Aerobica in acqua per le donne incinte in piscina

Tutti gli esercizi in piscina per le donne in gravidanza possono essere suddivisi nei seguenti gruppi:

  • Allungamento muscolare;
  • Twisting;
  • Per imparare a respirare correttamente;
  • Rilassarsi.

Tutte le lezioni devono essere svolte solo sotto la supervisione di un istruttore per escludere eventuali lesioni..

Allunga a destra

Questi esercizi sono di base. Senza di essi, ulteriori studi sono vietati. Dopo aver nuotato un po ', salta in acqua, allargando le gambe il più possibile. Quindi puoi provare a sederti sul filo. Cammina nell'acqua, sollevando le gambe in alto e girando le braccia. Anche gli squat non fanno male. Questi esercizi aiutano a rilassare la colonna vertebrale e rafforzare i muscoli del pavimento pelvico. Anche il gonfiore delle gambe e delle braccia è alleviato..

Esercizi di torsione

Questi esercizi vengono eseguiti vicino al lato e aiutano a rafforzare i muscoli della schiena. Questi includono i seguenti esercizi:

  • Mettiti di fronte al lato, tenendo le mani. Siediti con i piedi appoggiati al muro, quindi spingi via, raddrizzando il busto;
  • Tenendo il lato, eseguire la "bici". Se è troppo difficile, basta ruotare le gambe, sollevandole in diverse direzioni;
  • Sdraiato a pancia in giù e tenendo il lato, tira le gambe allo stomaco.

Esercizi di trattenimento del respiro

Questi esercizi sono molto importanti perché consentiranno alle future mamme di controllare più facilmente la respirazione durante il parto. Tali esercizi includono l'inspirazione e l'espirazione nell'acqua. Durante le lezioni collettive, puoi ballare in una danza circolare e poi tuffarti in acqua a spese di.

1) Come scegliere uno scooter per un bambino: i principali consigli per scegliere un prodotto di qualità.
2) Ne vale la pena mangiare ananas per donne in posizione, abbiamo scritto qui.

Rilassante dopo l'esercizio

Il modo più semplice per rilassarsi è un esercizio in cui una donna giace con le spalle all'acqua e la testa appoggiata su un cuscino. La cosa principale qui è rilassare il tuo corpo e goderti la pace, allargando le braccia ai lati. Puoi anche sdraiarti sull'acqua con la testa immersa nell'acqua. Pertanto, vengono eseguiti esercizi di trattenimento del respiro simultanei.

Se hai l'opportunità di visitare la piscina e non ci sono controindicazioni, non dovresti negare a te stesso tale piacere. Una piscina durante la gravidanza aiuterà ad evitare forti dolori e ridurrà anche il rischio di problemi come la rottura del cavallo, poiché si verifica l'allenamento dei corrispondenti gruppi muscolari. Assicurati che, in base a determinate norme di sicurezza, il nuoto in piscina sia assolutamente sicuro sia per te che per il tuo bambino..

Posso nuotare in piscina durante la gravidanza?

Il nuoto è una forma popolare di attività fisica che coinvolge tutti i gruppi muscolari e funge da profilassi per molte malattie..

Scopriremo se per le donne incinte è sicuro andare in piscina e se vale la pena cambiare le solite attività in ogni trimestre.

Sfumature temporanee

Durante la gravidanza, la formazione di un tappo mucoso si verifica alla base del canale cervicale, che protegge il bambino dalle infezioni e da altri effetti dannosi. Il pericolo esiste:

  • nelle prime fasi quando il coagulo protettivo e la placenta sono nella fase di formazione;
  • a 9 mesi, quando non rimangono più di 3 settimane prima della consegna, il che aumenta il rischio di sughero.

In assenza di controindicazioni e accordo con il ginecologo, è possibile visitare la piscina in qualsiasi fase della gravidanza, ma il 2 ° trimestre è riconosciuto come il più sicuro. Alla settimana 14, i rischi di infezione sono ridotti al minimo e il benessere generale è migliorato..

Pro e contro del nuoto in piscina durante la gravidanza

Nuotare durante la gravidanza è un modo sicuro e benefico per mantenere l'attività fisica. La distribuzione uniforme del carico in tutto il corpo elimina la sensazione di dolore, riduce la probabilità di lesioni o sovraccarico di muscoli e articolazioni.

I principali vantaggi del nuoto includono:

  1. Allenare il sistema respiratorio. Tattiche respiratorie adeguate e una buona ventilazione dei polmoni arricchiscono il sangue di ossigeno. Gli esercizi di immersione prepareranno il bambino a una mancanza temporanea di ossigeno durante il passaggio del canale del parto.
  2. Stimolante funzione protettiva. Il principale vantaggio del nuoto è il rafforzamento dell'immunità. Le donne che visitano la piscina durante la gravidanza hanno meno probabilità di ammalarsi.
  3. Rafforzamento muscolare. I forti muscoli della schiena ti consentono di far fronte a un peso extra e ai muscoli del bacino e del perineo - con parto naturale.
  4. Controllo del peso. Se nuoti regolarmente in piscina, il corpo non perde il tono muscolare, il che è importante durante la gravidanza. Inoltre, viene attivata la peristalsi intestinale, che consente di liberarsi della costipazione.
  5. Normalizzazione dello stato psicoemotivo. L'attività allevia lo stress e attiva l'ormone della gioia.
  6. Miglioramento della circolazione sanguigna. L'aumento della circolazione sanguigna salva da gonfiore, vene varicose ed emorroidi. Una visita regolare migliora la qualità dell'allattamento, stimolata dal flusso di sangue ai polmoni e al cuore.
  7. Correzione della presentazione pelvica. Con una presentazione errata del feto, risolto dopo 30 settimane, i medici consigliano di nuotare in piscina. Il bambino prende la presentazione finale a 33-34 settimane, quindi assicurati di monitorare i cambiamenti.

Nonostante gli ovvi vantaggi delle classi, il pool ha i suoi svantaggi:

  1. Infezione Le piscine pubbliche sono pericolose per dermatomicosi, giardiasi, legionellosi, epatite A e altre malattie trasmesse attraverso acqua o superfici contaminate. Per evitare l'infezione, è importante rispettare le regole di sicurezza di base..
  2. La manifestazione di reazioni allergiche. L'allergene principale all'interno della piscina è la candeggina, che viene utilizzata per disinfettare l'acqua..

È sicuro per le donne incinte nuotare nella piscina di candeggina

Il cloro è un metodo di pulizia tradizionale e relativamente sicuro. Il pericolo si manifesta nei seguenti casi:

  1. Attività frequenti Durante le visite quotidiane, aumenta la quantità di sostanze assorbite formate dall'acqua clorata a contatto con la pelle e i capelli, aumentando la probabilità di allergie.
  2. Alto contenuto di cloro. L'avvelenamento grave può essere causato dalla concentrazione di vapore, quindi cerca di lasciare la stanza per eventuali segni di malessere.

Per sicurezza, le piscine di candeggina sono meglio evitare. Per le lezioni frequenti, scegli complessi più affidabili dotati di moderni metodi di pulizia (ozonizzazione, ionizzazione, irradiazione UV, disinfezione ad ultrasuoni) e riempiti con acqua termale.

Controindicazioni

La piscina per donne in gravidanza è una preparazione indispensabile prima del parto. Tuttavia, devi rifiutarti di visitarlo se hai le seguenti controindicazioni:

  1. Placenta previa. Una patologia rara, irta di sanguinamento con carichi aumentati.
  2. Tossicosi. La nausea rallenta la respirazione, peggiorando la qualità dell'allenamento e il malessere generale rende difficile l'esercizio. Il vomito frequente interrompe l'equilibrio sodio-potassio, causando convulsioni e un calo della pressione sanguigna.
  3. La presenza di una minaccia di aborto. Nel primo mese, c'è il rischio di ematoma retrocoriale e durante la gravidanza nelle fasi successive - nascita prematura.
  4. Malattie acute o croniche. Malattie del sistema cardiovascolare e del sistema muscolo-scheletrico, infezioni da elminti, infezioni da funghi, epilessia, cistite, ipertensione, tubercolosi, cistite, mughetto e altre patologie richiedono un trattamento obbligatorio.
  5. Gravidanza complicata, incluso sanguinamento, aumento del tono uterino e polidramnios.

Se si verificano sintomi allarmanti (dolori all'addome inferiore, cefalgia, comparsa di spotting), consultare un medico e rifiutarsi di nuotare fino alla diagnosi.

Aiuto in piscina per donne in gravidanza

Il certificato richiesto in piscina è un documento importante che garantisce la salute del visitatore e la sicurezza degli altri. Le donne in gravidanza, a differenza di altri visitatori, non hanno bisogno dell'opinione di un medico di malattie infettive. L'aiuto è fornito da un ginecologo che identifica possibili controindicazioni e regole per visitare la piscina.

La guida viene aggiornata almeno una volta ogni sei mesi. Alcune istituzioni che si preoccupano della sicurezza dei visitatori restringono i requisiti e chiedono nuovi documenti ogni trimestre.

Regole generali per visitare la piscina

Per le lezioni in piscina, le donne in gravidanza devono occuparsi della presenza delle seguenti cose:

  • pantofole di gomma con ondulazione sulla suola, protezione da infezioni fungine e pavimenti scivolosi;
  • costume intero, cuffia in gomma e occhialini da nuoto, risparmiando dagli effetti dannosi della candeggina;
  • asciugamani per doccia individuali, esclusa l'infezione attraverso asciugamani comuni;
  • spuntini leggeri e acqua potabile per ricostituire la forza dopo un allenamento.

Ci sono 3 opzioni per allenarti in piscina:

  1. Aerobica in acqua. Esercizi di gruppo con un trainer ti aiuteranno ad imparare la corretta tecnica di respirazione e lo stretching sicuro.
  2. Immersione. La trattenimento del respiro corto durante le immersioni è utile per gravidanze multiple, che richiedono più forza durante il parto.
  3. Nuoto tradizionale. Nuota il gattonare, segui la tecnica di respirazione e assicurati di fare delle piccole pause per reintegrare la tua forza.

La durata del nuoto dipende dall'età gestazionale:

  • nel primo trimestre, concentrati su 20-30 minuti e organizza 1 giorno di riposo dopo ogni visita alla piscina;
  • nel secondo trimestre, il tempo può essere aumentato a 45 minuti, ma assicurarsi di concentrarsi sulle condizioni generali, con segni allarmanti, ridurre la frequenza delle visite;
  • nel terzo trimestre, seguire le regole del trimestre precedente, ma fare attenzione con liquido amniotico e tappo mucoso e rispondere a qualsiasi cambiamento.

raccomandazioni

Ricorda che con una buona salute e l'assenza di controindicazioni, puoi nuotare in piscina in qualsiasi settimana di gravidanza. Per motivi di sicurezza, assicurarsi di seguire queste linee guida:

  1. Mangia 1,5 ore prima della lezione. A stomaco vuoto è pericoloso per debolezza e vertigini..
  2. Rimuovi il trucco prima delle lezioni e assicurati di fare una doccia. I residui di sostanze chimiche o proteine ​​possono reagire con la candeggina, causando allergie.
  3. Organizza un riscaldamento. Allungare delicatamente prima di entrare in acqua, riscaldando i muscoli e i legamenti.
  4. Tenere a destra. Non correre in pista e dare agli altri visitatori l'opportunità di sorpassare. Non rilassarti nel mezzo del percorso, ma scegli i luoghi in qualsiasi angolo della piscina.
  5. Fare il bagno ad una temperatura da 23 ° a 29 °. A temperature più basse, può essere provocato congelamento e, a temperature più elevate, un aumento di pressione o aborto spontaneo.
  6. Evita di saltare in acqua. L'estremo durante la gravidanza non è permesso.
  7. Usa la crema dopo il bagno in acqua con candeggina. Protegge da smagliature e pelle secca..

Posso nuotare in piscina durante la gravidanza?

Qual è l'uso della piscina per una donna incinta

Non molto tempo fa, i medici hanno categoricamente vietato alle pazienti in gravidanza di visitare una piscina pubblica. Il motivo principale di questa restrizione era l'alto rischio di infezione da acqua insufficientemente chiara. Tuttavia, oggi la situazione è cambiata radicalmente: la piscina durante la gravidanza non è più un pericolo. Ciò è dovuto alla nascita di innovativi sistemi di depurazione delle acque di alta qualità che riducono al minimo il rischio di infezione. In molti istituti, le donne in gravidanza praticano in un'area separata appositamente recintata e non possono incontrare altri visitatori..

La piscina durante la gravidanza migliora il benessere della futura mamma

I benefici del nuoto superano di gran lunga il rischio. Tali esercizi hanno un effetto benefico sulla salute del feto nell'utero e durante la gravidanza. I principali vantaggi di visitare la piscina:

  • Quando una donna si tuffa nell'acqua, la tensione muscolare scompare. La colonna vertebrale, le articolazioni e le ossa pelviche possono riposare un po '. Questo è molto importante, perché durante quasi tutta la gravidanza sono questi organi a soffrire molto di stress. Dopo una breve nuotata, una donna dimentica da tempo il dolore e il disagio che provoca il processo di sopportare un bambino.
  • Esercizi regolari in piscina aiuteranno a rafforzare i muscoli del torace, imparare a respirare correttamente sotto sforzo. Questo è utile per la futura mamma durante il parto.
  • Il nuoto aumenta la resistenza del corpo, rafforza la difesa immunitaria. La gravidanza non è un motivo per sdraiarsi costantemente sul divano. Le donne attive raramente prendono raffreddori.
  • L'acqua calda nella piscina ha un effetto benefico sul sistema nervoso e sullo stato psicologico. Durante il nuoto, la donna si rilassa, si calma, si libera dallo stress. Durante l'allenamento, puoi dimenticare tutti i problemi che si preoccupano nella vita di tutti i giorni.

Nonostante i numerosi vantaggi, assicurati di consultare il tuo medico prima di visitare la piscina. Il medico ti dirà sicuramente se sai nuotare, ti consiglia il tempo di allenamento ottimale.

Il nuoto può danneggiare una donna incinta?

Dopo aver studiato tutti gli avvertimenti dei medici, possiamo concludere che nuotare in piscina non è sempre sicuro. A volte nuotare in un luogo pubblico può danneggiare la salute di una donna e di un bambino non ancora nato. Le situazioni più pericolose:

  • Usando la tecnica sbagliata durante una nuotata a lunga distanza. In questo caso, immediatamente dopo il completamento della sessione, la donna si sentirà peggio, potrebbe avvertire dolore acuto o crampi.
  • Una reazione allergica ai farmaci contenenti cloro in acqua. Per evitare ciò, dare la preferenza alle piscine in cui l'acqua viene disinfettata con ultrasuoni, ultravioletti o ozono..
  • Infezione con un'infezione o un fungo. Questo pericolo è in attesa per le donne che visitano stabilimenti a basso costo in cui l'attenzione igienica è insufficiente..
  • Ipotermia del corpo a causa di acqua troppo fredda nella piscina. Un tale bagno "rinfrescante" provoca spesso crampi, provoca infiammazione, raffreddori.

Non sovraccaricare il corpo con esercizi fisici in acqua. Ciò può comportare un aumento del tono dell'utero e, di conseguenza, aborto spontaneo o parto prematuro. I medici non raccomandano di essere portati via dalle immersioni, poiché la trattenimento del respiro sott'acqua provoca la fame di ossigeno nel feto.

Quando è vietato nuotare in piscina

I medici distinguono una serie di controindicazioni per visitare la piscina durante il trasporto di un bambino. Queste restrizioni includono:

  • la minaccia di interruzione spontanea della gravidanza o del parto in anticipo rispetto al programma;
  • il rischio di sanguinamento dovuto alla placenta previa;
  • la presenza di malattie infettive degli organi genitali;
  • scarico con una miscela di sangue dalla vagina;
  • disagio nell'addome inferiore;
  • tossicosi grave, cattiva salute;
  • preeclampsia ed epilessia.

Una donna dovrebbe essere responsabile della propria salute. In nessun caso non iniziare le lezioni in piscina senza consultare un medico. Questa regola è particolarmente osservata rigorosamente dai pazienti che hanno avuto casi di aborto spontaneo. Nelle fasi successive, è necessario anche trattare l'attività fisica con cautela.

Caratteristiche di visitare la piscina in diversi periodi di gravidanza

Se la gravidanza procede senza patologie e complicazioni e la donna si sente bene, puoi visitare la piscina in qualsiasi fase della gestazione. Si consiglia di iniziare l'allenamento durante la pianificazione del concepimento. Quindi il tuo corpo sarà preparato per i carichi e nuove abilità renderanno facile il trasferimento di eventuali sensazioni spiacevoli..

Nella tarda gravidanza, nuotare in piscina aiuta ad alleviare il mal di schiena.

Nelle prime fasi, il nuoto aiuta a rafforzare i muscoli, allena il sistema respiratorio, rafforza il sistema immunitario. Se le lezioni sono regolari, con un carico ammissibile, il paziente tollererà più facilmente la tossicosi, sarà in grado di abituarsi facilmente alla sua nuova posizione.

Il terzo trimestre è un momento in cui il nuoto diventa non solo utile, ma anche un'esperienza molto piacevole. Rimuove il carico dalla colonna vertebrale, consente ai muscoli di rilassarsi, allevia il dolore nella parte bassa della schiena.

Restrizioni di classe

È necessario fare il nuoto o l'aerobica in acqua per le donne in gravidanza sotto la stretta supervisione di un istruttore professionista con un background medico. Se avverti dolore o malessere durante l'esercizio, interrompi immediatamente l'esercizio.

Studia attentamente le raccomandazioni dei medici in merito alle professioni in piscina:

  • Il corpo non dovrebbe mai essere freddo. Per fare questo, immergiti in acqua con una temperatura di almeno 28 ° C..
  • La lezione non dovrebbe durare più di 40 minuti.
  • Saltare dal piedistallo e tuffarsi in piscina con un inizio di corsa è severamente proibito. Un forte colpo all'acqua può danneggiare la salute della futura madre e feto.
  • Secondo le regole di sicurezza, è impossibile aggrapparsi ai delimitatori.
  • Se non hai le abilità appropriate, non nuotare fino a grandi profondità. Ricorda che può verificarsi un crampo in qualsiasi momento..
  • Evita i movimenti improvvisi in acqua, è anche vietato fare allenamenti intensi con un aumento del ritmo.
  • Si consiglia di mangiare 1-2 ore prima di visitare la piscina. L'esercizio fisico a stomaco vuoto o immediatamente dopo aver mangiato può influire negativamente sul tuo benessere..
  • Porta scarpe con suola antiscivolo per evitare lesioni accidentali..

L'osservanza esatta di tutte le regole di cui sopra ti consentirà di goderti il ​​nuoto in piscina senza preoccuparti della tua salute e del tuo benessere del feto nell'utero.

Anche se non hai mai visitato la piscina prima, durante la gravidanza devi pensare alla necessità di allenamenti così utili e divertenti. Gli studi hanno dimostrato che in assenza di controindicazioni, il nuoto è benefico non solo per la salute della madre, ma anche per il benessere del bambino. La circolazione attiva di sangue e linfa ti consente di saturare il corpo del bambino con l'ossigeno, prende facilmente la giusta posizione, sente le piacevoli emozioni che la madre sperimenta.

Piscina durante la gravidanza - beneficio o danno?

La donna incinta moderna non è quella donna calma e pacifica, dignitosa e talvolta persino passiva che era decine di anni fa. Le future future madri sono molto attive, intenzionali e curiose. Non riescono a stare fermi, vogliono vedere tutto, conoscere tutto e non dimenticare se stessi, amati. Oggi hanno l'opportunità di scegliere ciò che vogliono, senza dimenticare il corpo. La tendenza degli ultimi anni in questo senso per le donne in gravidanza è diventata un pool. Ma se è così utile, quanto è popolare e se ci sono restrizioni per le attività acquatiche, ne parleremo nell'articolo.

Le donne incinte possono andare in piscina?

La gravidanza non è una malattia, ma uno dei periodi indimenticabili nella vita di una donna. Sì, la futura mamma non si sente sempre bene - i cambiamenti ormonali nel corpo la influenzano, ma questo non è un motivo per trascorrere l'intera gravidanza sdraiata sul divano. L'esercizio fisico migliora non solo il benessere fisico, ma anche l'umore di una persona. Inoltre, non dimenticare che uno stile di vita sedentario può influire negativamente sul corso della gravidanza: ci sono rischi di aborto spontaneo, sintomi di aumento della tossicosi e attività lavorativa debolmente sviluppata. Quindi perché non dedicare diverse ore a una vigorosa attività fisica?

Le donne, d'altra parte, non dovrebbero preoccuparsi di aspettarsi un bambino. Come essere?

In questo caso, gli esercizi in piscina per le donne in gravidanza sono un'opzione ideale per un'attività fisica sicura con benefici per la salute. Naturalmente, non stiamo parlando di nuotate ad alta velocità su lunghe distanze. Ma nuotare per piacere al proprio ritmo o attività costruite con competenza non solo non ostacolerà, ma sono raccomandate per le donne in posizione. Il nuoto per le donne incinte sarà utile in qualsiasi momento: dal concepimento al momento in cui il tappo si stacca, cosa che non si può dire sulla visita al solarium in una posizione interessante

Vantaggi per le donne in gravidanza dal nuoto in piscina

Gli esercizi in acqua hanno un effetto positivo sul corpo di una donna che aspetta un bambino. In una situazione speciale con stress insoliti per il corpo, l'effetto acquisisce un grande significato:

  • in acqua, il carico sul sistema muscolo-scheletrico, compresa la colonna vertebrale, è ridotto;
  • viene attivato il lavoro del sistema cardiovascolare, che è importante per problemi di pressione e vene varicose nelle donne in gravidanza. Lo stesso effetto ha una sauna durante la gravidanza;
  • grazie al "massaggio" con acqua, il corpo della donna migliora e velocemente elimina l'edema;
  • vari tipi di esercizi, inclusa la semplice immersione, aiutano sia la donna che il bambino a prepararsi fisicamente alla nascita imminente;
  • una corretta respirazione durante il nuoto è utile anche al momento del parto;
  • una piscina durante la gravidanza permetterà a una donna di liberarsi dall'aumento di peso in eccesso;
  • oltre ad alleviare lo stress fisico, l'acqua calma psicologicamente, ti permette di alleviare lo stress e la fatica.

Affinché le lezioni nel pool possano portare una donna incinta a beneficio esclusivo della sua massima manifestazione, è necessario seguire alcune regole.

Precauzioni e controindicazioni

Nonostante il fatto che la risposta alla domanda se sia possibile per le donne incinte nuotare in piscina sia sicuramente positiva, non dimenticare le misure di sicurezza e alcune regole:

  • Quando si sceglie un pool per le classi, interessarsi alle condizioni, alle qualifiche del coach, ai requisiti per l'ammissione dei visitatori al pool (richieste, analisi, ecc.);
  • la preferenza dovrebbe essere data alle piscine con ozonazione o trattamento ultravioletto dell'acqua, con acqua corrente o di mare;
  • In nessun caso ingerire acqua clorata nella piscina;
  • Prima di iniziare le lezioni, consultare un medico da una clinica prenatale;
  • per tali attività, una donna non deve saper nuotare;
  • Puoi iniziare le lezioni anche durante il periodo di pianificazione della gravidanza;
  • tuffarsi, uscire ed essere in acqua non fa movimenti troppo acuti per non perdere l'equilibrio;
  • nel primo trimestre con una buona salute, è possibile eseguire esercizi in piscina incinta per mezz'ora a giorni alterni;
  • nelle fasi successive, per le lezioni sarà richiesto un comodo costume da bagno che non comprimerà lo stomaco;
  • il criterio principale per la continuazione / interruzione degli esercizi o delle lezioni in generale dovrebbe essere il benessere della donna incinta;
  • Non dimenticare l'igiene personale prima e dopo le lezioni in piscina.

Nonostante tutti gli effetti benefici sul corpo di una donna incinta in acqua, esiste un elenco di alcune restrizioni e controindicazioni, a causa delle quali dovrai rifiutare tali classi:

  • la minaccia di interruzione prematura della gravidanza;
  • altre cause durante la gravidanza, a causa delle quali l'attività fisica dovrebbe essere limitata o il riposo a letto dovrebbe essere prescritto;
  • sanguinamento uterino o scarico pesante dalla vagina;
  • manifestazioni gravi di tossicosi;
  • allergia alla candeggina (per piscine clorate);
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • deterioramento sistematico della salute dopo le lezioni;
  • scarico del muco di sughero.

Se una donna incinta è molto attratta dall'impatto positivo del nuoto in piscina, vuole nuotare, ma allo stesso tempo può includere se stessa nell'elenco delle controindicazioni, allora questo è un chiaro segnale che questa idea dovrebbe essere.

Pool di maternità e idee sbagliate di base

La popolarità di questo tipo di esercizio per le future mamme è naturalmente accompagnata da discussioni, dibattiti sul fatto che le donne in gravidanza possano andare in piscina e se.

Non sempre le informazioni che possono essere ascoltate da amici e conoscenti sono corrette. Quindi ci sono delusioni, che poi si diffondono rapidamente tra le donne in gravidanza. Per quanto riguarda le professioni nel pool, il più delle volte è possibile ascoltare i seguenti argomenti.

  1. In piscina, un'infezione può penetrare nel bambino. Come per il problema di fare il bagno durante la gravidanza, questa opinione non è vera, a condizione che il tappo non sia ancora uscito, il che protegge il bambino nell'utero dalla penetrazione di varie infezioni. La minaccia qui può essere solo in una certa misura per la madre se ingerisce acqua dalla piscina, cammina a piedi nudi in una doccia pubblica o sceglie una piscina in cui non è necessario eseguire alcun test per visitare;
  2. Le lezioni in piscina sono solo preparazioni per il parto in acqua. I benefici dell'esercizio in acqua per una donna incinta non sono determinati dall'aspetto e dalla postura desiderati del parto. Questi esercizi di per sé hanno un effetto benefico sul corpo e sul benessere di ogni donna incinta;
  3. Esercitarsi in acqua è una garanzia di lavoro facile. Nessuno può prevedere esattamente quando e come avverrà la nascita, né possono garantire che saranno perfetti. Nelle lezioni in piscina, puoi solo imparare ad ascoltare, ascoltare e controllare il tuo corpo in previsione del momento in cui nasce il bambino.

Conclusione

A causa del fatto che il corpo femminile subisce cambiamenti piuttosto acuti e drammatici durante il periodo del parto, le donne incinte non si sentono sempre fisicamente belle come sono felici della loro posizione.

Ma invece di mentire e soffrire per la trasformazione del proprio corpo, una donna può ridurre il suo disagio utilizzando attività sicure e utili in piscina. Non si tratta di allenamento sportivo o competizione, ma l'opportunità di godersi la gravidanza con benefici per la salute e buon umore.

Ti sei permesso di visitare la piscina durante la gravidanza? Qualcuno ha cercato di "saggiarti" con paure e avvertimenti infondati? Come ti sei sentito? Attendiamo i vostri commenti e collegamenti a questo e ad altri articoli del sito Web ItS Kids.

Nuoto durante la gravidanza - benefici o danni?

Ogni donna in previsione del bambino cerca di trascorrere questo periodo con il massimo beneficio per se stessa e il nascituro. Durante la gravidanza, è necessario non solo per mantenere il corpo in forma, ma anche per prepararlo al parto.

In questo articolo, ci soffermeremo sul nuoto per le donne incinte, i suoi effetti su periodi diversi e forniremo anche utili consigli pratici.

Posso nuotare in piscina durante la gravidanza?

Secondo gli esperti medici, il nuoto è uno dei tipi più parsimoniosi di attività fisica, importante per il corpo di una donna incinta. Quando si pratica in acqua, si verifica una distribuzione uniforme del carico sul corpo, mentre sono coinvolti praticamente tutti i gruppi muscolari. L'intensità dell'allenamento è regolata in base alle capacità individuali - dalle semplici manches per brevi distanze ai complessi di allenamento degli esercizi.

Nuoto durante la gravidanza - pro e contro

Come qualsiasi altra attività fisica, andare in piscina durante la gravidanza può avere un effetto benefico, oltre a danneggiare la salute della madre e del bambino. Considera gli argomenti principali da seguire quando decidi di acquistare un abbonamento.

I seguenti indicatori parlano a favore delle professioni nel pool:

  • Rafforzare il tono dei muscoli e del corpo nel suo insieme. Allo stesso tempo, durante l'allenamento, il corpo riceve carichi moderati - ciò di cui hai bisogno durante la gravidanza.
  • Scarico della colonna vertebrale. Le donne in posizione, che spesso avvertono dolore alla schiena e alle spalle, avvertono un significativo sollievo dall'esercizio fisico.
  • Il rafforzamento dei sistemi cardiovascolare e nervoso, nonché lo sviluppo dei muscoli respiratori durante il nuoto, consente di prepararsi efficacemente al parto.
  • Aumento dell'immunità generale.
  • Ridurre il livello di tensione generale e muscolare dovuta all'effetto rilassante e massaggio dell'acqua.
  • Un senso di soddisfazione morale e un aumento di forza dopo l'allenamento.

Tra i fattori negativi, si possono distinguere le controindicazioni individuali al nuoto durante la gravidanza, il rischio di contrarre una malattia di natura infettiva e gli effetti negativi dei reagenti utilizzati nel trattamento delle acque. Con un approccio attento alla scelta di un pool, è possibile eliminare due potenziali problemi su tre.

Nuoto in una piscina con acqua clorata

L'opinione dei medici sulla questione se sia possibile per le donne incinte nuotare in una piscina con candeggina, è stata divisa.

Da un lato, i medici sono chiaramente contrari alla visita di piscine clorate in gravidanza. Il cloro, essendo una sostanza tossica, è in grado di penetrare nel corpo attraverso la pelle. E anche una certa quantità di vapore emesso penetra attraverso le vie respiratorie. Gli studi di alcuni scienziati in questo settore hanno identificato i rischi di ulteriori manifestazioni di reazioni allergiche e asma in un bambino.

D'altra parte, esiste un punto di vista alternativo: il contenuto di cloro nelle piscine pubbliche non è così elevato da causare danni alla salute e i benefici del suo uso sono sproporzionatamente grandi. Le persone che fanno il bagno possono essere sicure della pulizia e dell'innocuità (in termini di presenza di batteri) dell'ambiente.

Nonostante le diverse opinioni degli esperti, alle donne incinte viene comunque consigliato di privilegiare le piscine utilizzando sistemi di trattamento dell'acqua alternativi. Se non ce ne sono nella tua città, consulta il tuo medico prima di iniziare le lezioni per evitare controindicazioni associate all'uso del cloro in piscina.

Controindicazioni

In alcuni casi, una visita alla piscina dovrebbe essere abbandonata per evitare complicazioni della gravidanza. Le principali controindicazioni possono essere:

  • Tossicosi pronunciata. Essere in acqua è pericoloso, perché sono possibili una forte riduzione della pressione sanguigna e un peggioramento delle condizioni generali.
  • La presenza di malattie infiammatorie. In acqua fredda, esiste un'alta probabilità di esacerbazione di processi infiammatori latenti e lievi.
  • Le convulsioni che accompagnano durante la gravidanza possono intensificarsi durante l'esposizione prolungata all'acqua.
  • Aborti spontanei e nascite premature in passato. In questo caso, i medici sono controindicati nuotando tra molte attività fisiche, in modo da non provocare un cambiamento nel tono uterino.
  • altri disturbi della gravidanza - sanguinamento, polidramnios, ecc..

Se viene rilevato uno dei segni di cui sopra, si consiglia di visitare la piscina solo dopo l'approvazione del ginecologo.

Nuoto nel primo, secondo e terzo trimestre di gravidanza

Nelle prime 12 settimane, i medici non raccomandano di visitare la piscina. Ciò è dovuto al fatto che il tappo mucoso, che impedisce la penetrazione di microbi patogeni nella cervice, sta solo iniziando a formarsi. Durante questo periodo, il più alto rischio di esporre il feto all'influenza di agenti patogeni infettivi.

A partire dal secondo trimestre, il nuoto può essere effettuato in assenza di controindicazioni fino a 36 settimane di gravidanza. Alla fine del terzo trimestre, il tappo mucoso inizia già a esfoliare, riaprendo il canale. Il rischio di infezione batterica aumenta di nuovo.

Esercizi di maternità in piscina

Le lezioni in acqua per le donne in gravidanza suggeriscono tre tipi di carichi:

I classici del nuoto stanno nuotando. Una delle migliori tecniche di nuoto per le donne in una posizione è giustamente considerata un gattonare. I medici raccomandano di monitorare la respirazione; dovrebbe essere uniforme e calma. Se necessario, fai delle brevi pause per rilassarti..

Immergersi significa immergersi sott'acqua e trattenere il respiro per un breve periodo. Tale allenamento rafforza molti sistemi corporei e ti consente di prepararti efficacemente al parto..

Lezioni di acquagym in gruppi specializzati per donne in gravidanza allenano la resistenza e aumentano il tono muscolare e l'elasticità. Il complesso contiene anche esercizi di respirazione. L'intero processo è supervisionato dal trainer.

Gli esercizi in piscina possono essere eseguiti indipendentemente. Di seguito è una delle opzioni per l'allenamento in acqua, applicabile nel secondo e terzo trimestre:

  1. Posizione di partenza - in piedi, spalle raddrizzate. I salti vengono eseguiti verso l'alto, mentre la gamba sinistra viene lanciata in avanti, il piede destro viene tirato indietro. Le mani stanno lavorando nella direzione opposta. Le parti cambiano dopo alcune ripetizioni.
  2. Posizione di partenza - sdraiati sulla schiena (è possibile utilizzare dispositivi di supporto), le gambe sono estese lungo la superficie dell'acqua. L'esercizio fisico consiste nel piegare le ginocchia e allargarle ai lati fino a quando i piedi si toccano.
  3. Esercizio "bici" a bordo piscina.
  4. Esercizio di respirazione: inspirare sopra l'acqua ed espirare molto a lungo nell'acqua.
  5. Esercizio "float" - stringendo le mani con le ginocchia, trattenere il respiro sott'acqua. Espirare lentamente in acqua..
  6. Gambe oscillanti, tenendo il lato. Movimenti avanti-indietro, sinistra-destra, circolare.

L'insieme degli esercizi può essere più vario e dipende dalle capacità fisiche e dal benessere..

Cosa considerare quando si nuota

Andando in piscina, gli esperti raccomandano alle donne in gravidanza di osservare ulteriori precauzioni:

  • Valuta attentamente la scelta delle scarpe in cui sarai in piscina. Le pantofole da nuoto con suola in gomma aiutano a evitare di scivolare su piastrelle scivolose.
  • Evitare di visitare la piscina durante le ore di punta. Scegli una mattinata per una lezione o un gruppo specializzato per donne in gravidanza con un numero limitato di partecipanti.
  • Mangiare davanti alla piscina - entro e non oltre 1,5 ore prima della lezione. Allo stesso tempo, anche il digiuno influisce negativamente sul benessere generale..
  • Devi andare gradualmente in acqua, abituandoti alla temperatura dell'acqua.
  • Per evitare il superlavoro, non rimanere in acqua troppo a lungo. Il carico ottimale è una sessione di bagno 30 minuti al giorno, 2-3 volte a settimana.
  • Dopo le procedure in acqua, non è consigliabile un lungo soggiorno in costume da bagno bagnato. Asciugati bene la testa con un asciugacapelli prima di uscire..
  • Quando fai esercizi attivi in ​​acqua, dovresti scegliere una piscina con misure di sicurezza aggiuntive. I corrimani aggiuntivi lungo i lati aiuteranno a rimanere in caso di deterioramento della salute sotto carico.

Qualunque sia la scelta delle attività quando si visita la piscina, l'importante è godersi il processo. E le raccomandazioni di cui sopra aiuteranno a rendere le lezioni sicure e sane per la futura madre e il suo bambino.

Nuoto durante la gravidanza: regole di sicurezza spesso dimenticate

In estate, le procedure idriche non sono solo piacevoli, ma anche utili per la futura mamma. Pertanto, il nuoto rimane uno degli sforzi fisici più parsimoniosi e piacevoli, specialmente durante la gravidanza. Tuttavia, affinché una donna incinta possa entrare in sicurezza nell'elemento acqua, è necessario tenere conto di alcune regole e sfumature.

Elena Kurbatova
Terapeuta, Voronezh

Qual è il nuoto utile per le donne in gravidanza? Uno dei punti più importanti è che nell'acqua il corpo diventa più leggero e il peso della futura mamma, che aumenta gradualmente con la crescita e lo sviluppo del bambino, praticamente non si fa sentire. Questo perché la densità dell'acqua è maggiore della densità dell'aria (specialmente dell'acqua salata), quindi l'acqua spinge i corpi meno densi e il corpo umano si trova in uno stato di semi-leggerezza. Ciò provoca l'arrivo di segnali non abbastanza familiari alla corteccia cerebrale dal sistema muscoloscheletrico, dal cuore, dai polmoni e da altri organi. Pertanto, anche la risposta del cervello viene modificata: la profondità della respirazione aumenta, il sistema cardiovascolare, i bioritmi, il sonno migliora, il metabolismo viene attivato e quindi il nuoto durante la gravidanza è considerato il miglior "medicinale" sia contro l'insonnia che contro l'eccessiva tensione nervosa.

Tale attività fisica durante la gravidanza non provoca tremori del corpo, che possono essere pericolosi in una posizione interessante. Ad esempio, puoi anche correre o saltare in acqua senza danneggiare il bambino. Non vi è alcun effetto pronunciato su colonna vertebrale, articolazioni, apparato legamentoso; i muscoli si rilassano, in particolare i muscoli della schiena, che porta un carico significativo durante la gravidanza.

Quando si eseguono movimenti, la resistenza all'acqua svolge il ruolo del massaggio, aumentando il flusso sanguigno in tutti gli organi e sistemi, attivando i processi metabolici, l'ossigeno e il rilascio di nutrienti sia nella madre che nel bambino e migliora il funzionamento delle valvole venose delle gambe (prevenzione delle vene varicose, emorroidi) e, di conseguenza, il deflusso di sangue è normalizzato. Tutto ciò previene la comparsa di edema, che sono frequenti compagni di gravidanza..

Durante il nuoto durante la gravidanza, i sistemi respiratorio e cardiovascolare migliorano e si allenano, perché per inspirare ed espirare, la resistenza all'acqua deve essere superata, quindi i muscoli respiratori si rafforzano gradualmente. Questo effetto è anche sui muscoli della schiena e dell'addome..

Se nuoti regolarmente durante la gravidanza, il sistema nervoso centrale inizia a regolare l'attività del cuore in modo più completo: il volume dell'ictus del cuore aumenta, il tono dei vasi arteriosi si normalizza e, a causa di ciò, la pressione sanguigna, se viene abbassata, aumenta e, se sollevata, può normalizzarsi.

Il nuoto nelle donne in gravidanza ha anche un eccellente effetto indurente: aumenta la resistenza del corpo agli effetti di condizioni ambientali avverse (principalmente a forti e fredde fluttuazioni di temperatura). Pertanto, l'acqua ha una temperatura inferiore rispetto al corpo umano, irritando i recettori del freddo, quindi, con una regolare immersione in acqua, la regolazione del calore migliorerà, la resistenza al freddo e aumenteranno i cambiamenti nelle condizioni di temperatura, riducendo in tal modo la suscettibilità al raffreddore, che influenzerà positivamente la salute e la salute della madre e baby.

Nuoto durante la gravidanza: attenzione ai dettagli

Andando a nuotare, una donna incinta dovrebbe prestare attenzione ad alcuni punti:

  • Una donna incinta non dovrebbe nuotare troppo spesso (quotidianamente o più volte al giorno) e più di 30 minuti, questo può portare al superlavoro di una futura madre.
  • È indesiderabile rimanere a lungo in un costume da bagno bagnato dopo il bagno: un ambiente caldo e umido, con un'alta probabilità contenente agenti patogeni, aggrava la candidosi o la cistite.
  • Avendo deciso di nuotare, devi ricordare che devi andare gradualmente in acqua, questo processo dovrebbe durare circa 5-7 minuti, in modo da non causare ipotermia del corpo e convulsioni. È anche indesiderabile dopo una lunga esposizione al sole entrare immediatamente in acqua, si consiglia di raffreddare all'ombra in modo che non vi sia una forte differenza di temperatura.
  • Non è auspicabile che una donna incinta nuoti in corsi d'acqua con acqua stagnante: il rischio di infezione dell'uretra con lo sviluppo o l'esacerbazione di cistite, mughetto e l'insorgenza di altre malattie è elevato. Inoltre, è indesiderabile visitare la piscina con un gran numero di persone e una pulizia non molto elevata. Può anche provocare l'insorgenza o l'esacerbazione di molte malattie urogenitali (mughetto, cistite, clamidia, ecc.) E allergie. Inoltre, con un grande affollamento di persone, una donna incinta sarà a disagio a nuotare o potrebbe essere spinta accidentalmente. Pertanto, è meglio scegliere piscine in cui si tengono lezioni specifiche per le donne in gravidanza o visitare quelle comuni al mattino, quando l'acqua è più pulita e meno visitatori. Dovresti prestare attenzione a ciò che disinfetta l'acqua. È meglio se questi sono metodi moderni senza l'uso di cloro (ozonizzazione, ionizzazione) con cambi d'acqua regolari..
  • Quando si riposa e si fa il bagno durante la gravidanza in bacini naturali, è consigliabile scegliere un'area familiare (dove non vi sono topografie sconosciute e pericolose sul fondo, fori, vasche idromassaggio, pietre, correnti veloci o fredde).
  • Quando si nuota durante la gravidanza in piscina, è necessario prestare attenzione alla presenza di speciali corrimano lungo il lato in modo che sia conveniente rimanere in acqua (quando si eseguono esercizi di aerobica in acqua o se la futura mamma è stanca). Per non scivolare, è consigliabile che la futura mamma sia in piscina in speciali ciabatte da bagno gommate che si tengono bene sul piede e non scivolano.
  • Non nuotare in acqua fredda. La temperatura dell'acqua non deve essere inferiore a 22 ° С.
  • Prima di andare a nuotare, soprattutto prima di frequentare le lezioni in piscina, dovresti consultare un ostetrico-ginecologo che è incinta.
  • Inoltre, le donne in gravidanza non dovrebbero nuotare se non si sentono bene..

Nuoto durante la gravidanza: cautela, crampi!

I crampi durante la gravidanza sono contrazioni muscolari dolorose involontarie. Abbastanza spesso, si verificano nelle donne in gravidanza e durante il nuoto. Nella maggior parte dei casi, questo vale per i muscoli del polpaccio. Il dolore acuto nel muscolo angusto di solito dura diversi minuti, quindi la tensione si attenua, il dolore si attenua, diventa doloroso, ma il disagio può durare fino a diversi giorni. Tali convulsioni, anche se leggermente espresse, sono piuttosto pericolose, perché cedendo al panico, la futura mamma potrebbe perdere il controllo del proprio corpo e le conseguenze potrebbero non essere le più favorevoli.

Pronto soccorso per crampi in gravidanza

  • Prima di tutto, devi calmarti, poiché il panico può aumentare ulteriormente lo spasmo muscolare.
  • Cerca di uscire dall'acqua il prima possibile, perché a terra alleviare un crampo è molto più facile. Chiama qualcuno per chiedere aiuto se non puoi uscire da solo.
  • Se si verifica uno spasmo muscolare, ad esempio, lontano dalla costa (questo vale per i bacini naturali), non è necessario nuotare febbrilmente indietro. Quindi puoi stancarti rapidamente e il crampo non diminuirà. È necessario cercare di rilassarsi, respirare profondamente e lentamente (poiché la respirazione frequente e nervosa può compromettere l'apporto di ossigeno da parte del bambino o portare a un'eccessiva contrazione dei muscoli dell'utero, nonché peggiorare il flusso sanguigno nel muscolo spasmodico e rendere difficile il rilassamento).
  • Esistono due modi per sbarazzarsi di un crampo in acqua: sdraiati sulla schiena, fai un respiro profondo in modo da poter rimanere in acqua. Quindi, tirando il ginocchio verso il petto, tenendo il piede, dovresti tirarlo bruscamente verso te stesso. Si consiglia di mantenere il piede in questa posizione il più a lungo possibile - se possibile fino a quando il crampo non scompare, fare di nuovo un respiro profondo e cercare di allungare il muscolo il più possibile (tuttavia, questo è più adatto a quelle donne incinte la cui pancia non è molto grande e la manipolazione è facile da fare). La seconda opzione è adatta a quasi tutti: devi fare un respiro profondo, immergere la testa nell'acqua, prendere la posizione del galleggiante, tenere il pollice del piede insieme alla mano opposta, tirare la punta del piede verso di te, mentre allo stesso tempo, provare a raddrizzare la gamba nel ginocchio.
  • Sulla riva, anche il muscolo ridotto deve essere stretto e quindi allungato. Per fare ciò, afferra le dita dei piedi, tirale bruscamente verso di te (mentre allontana il tallone da te) e, nonostante il dolore, cerca di mantenere il piede in questa posizione. Allo stesso tempo, è necessario massaggiare fortemente il muscolo teso. Inoltre, puoi applicare il ghiaccio dopo aver alleviato lo spasmo per ridurre il dolore (di 10-15 minuti).
  • Se la gamba non è molto ridotta o la futura mamma sente che sta per ridurre i muscoli e può raggiungere liberamente il fondo, allora puoi semplicemente stare su gambe dritte a piede pieno.
  • Dopo aver imparato un crampo in acqua, è consigliabile bere acqua: questo normalizza l'equilibrio sale-acqua nel corpo e riduce il dolore alle gambe dopo un crampo, e previene anche quelli successivi (cioè la probabilità di ricorrenza delle convulsioni dopo aver eliminato una convulsione). Per prevenire l'insorgenza di improvvisi crampi muscolari, è consigliabile assumere preparati di magnesio in combinazione con vitamina B6: ciò migliorerà gli impulsi neuromuscolari nei muscoli e, di conseguenza, li normalizzerà. Tuttavia, prima di prenderlo, è sempre necessario consultare un medico che sta osservando la futura mamma.

Perché si verificano crampi in gravidanza??

Molto spesso, le convulsioni nelle donne in gravidanza si sviluppano per i seguenti motivi:

  • sovrastanchezza, stress fisico prolungato durante il nuoto, carico intenso o acuto prolungato sui muscoli delle gambe durante il nuoto (questo è particolarmente vero per i muscoli non allenati e debolmente allenati, ad esempio, dopo una forte repulsione delle gambe dal lato della piscina o del fondo);
  • disidratazione del corpo (ad esempio, con tossicosi precoce, quando un abbondante vomito frequente porta alla perdita di liquidi da parte del corpo e con esso sali di potassio, calcio, sodio, compromissione dell'equilibrio, con conseguente riduzione della contrazione muscolare e rilassamento);
  • precedentemente ha subito lesioni di muscoli e legamenti;
  • restringimento dei vasi sanguigni dovuto all'esposizione a basse temperature quando si nuota in acqua fredda o quando si entra nell'acqua dopo un'esposizione prolungata al sole (con un improvviso raffreddamento, si verifica uno spasmo acuto dei vasi sanguigni). Il flusso sanguigno nei muscoli delle gambe si interrompe, la loro innervazione e si verifica un crampo;
  • più spesso in acqua fredda riduce i muscoli in quelle donne incinte che hanno malattie croniche della colonna vertebrale, poiché esistono già fattori predisponenti al verificarsi di convulsioni (a causa di cambiamenti distrofici nelle vertebre, presenza di ernie, sporgenze e quindi l'innervazione e il flusso sanguigno nei muscoli delle gambe, possono essere disturbati, a cui rispondono, e in acqua fredda questo può essere esacerbato);
  • carenza nel corpo di alcuni oligoelementi (in particolare calcio) che sono coinvolti nel processo di normali contrazioni muscolari.

Chi non dovrebbe nuotare?

Le donne in gravidanza possono nuotare in qualsiasi fase della gravidanza, tuttavia, ci sono controindicazioni per un tipo così parsimonioso di attività fisica. Non nuotare:

  1. con grave tossicosi, quando il vomito frequente disturba, poiché questa condizione può portare a uno squilibrio nell'equilibrio di potassio e sodio nel corpo e provocare crampi nell'acqua o portare a una diminuzione della pressione sanguigna nello stagno e peggiorare il benessere generale durante il nuoto;
  2. se la futura mamma ha avuto in precedenza aborti spontanei o nascite premature in modo da non provocare cambiamenti nel tono dell'utero, che possono essere pericolosi per il corso della gravidanza;
  3. con esacerbazione o presenza di malattie infiammatorie (ad esempio cistite, mughetto), sistema muscoloscheletrico, malattie del sistema cardiovascolare (ad esempio ipertensione con frequenti aumenti della pressione sanguigna superiore a 140/90 mm Hg, che può provocare pre o eclampsia ), con esacerbazione di osteocondrosi, artrite, ecc.;
  4. con vari disturbi del decorso della gravidanza: sanguinamento, polidramnios, aumento del tono uterino (che può manifestarsi con dolori crampi durante o dopo il nuoto, specialmente in acque relativamente fresche);
  5. se la futura mamma è preoccupata per i frequenti crampi nei muscoli delle gambe, anche non andare in profondità o in profondità nell'acqua, specialmente se è fresca.
Up