logo

9 settembre 2019

Il morbillo è una malattia infettiva causata da un virus che si diffonde attraverso goccioline trasportate dall'aria. Ciò accade in una fase precoce attraverso lo scarico dalla bocca, dalla gola e dal naso. Si ritiene che gli studi sulla malattia di questi bambini, tuttavia, dimostrino che il numero di anni non ha un ruolo. Il periodo di incubazione non richiede più di 2 settimane..

Il sintomo principale che indica l'inizio del malessere sono le macchie che compaiono in bocca, che portano allo sviluppo della faringite. Dopo 2-3 giorni, appare una piccola eruzione cutanea sul viso e sulla testa, che dopo un po 'di tempo si diffonde in tutto il corpo. In questo caso, la febbre, la tosse secca possono aumentare e può iniziare congiuntivite o rinite. A causa di questi sintomi, l'insorgenza di disturbi è talvolta confusa con influenza o SARS..

Il vaccino aiuterà a proteggere gli adulti dal morbillo, i cui sintomi sono comparsi in altri. Le persone rimangono portatrici fino a quando l'eruzione cutanea non cessa di staccarsi. Il pericolo è che più anni ha un paziente, più grave è la malattia. I sistemi di protezione si riducono drasticamente e vi è la possibilità di complicazioni, come epatite, otite media, meningite o polmonite. Pertanto, la migliore protezione contro le infezioni, a qualsiasi età, è la vaccinazione contro il morbillo..

Fatti interessanti:

  • Secondo il 1900, 13 persone su 100 mila sono morte per infezione.
  • Dal 1920, gli studi hanno dimostrato che nella maggior parte dei casi la malattia colpisce il sistema nervoso centrale.
  • I nati e vaccinati dal 1963 al 1967 con un vaccino morto furono attaccati da una forma atipica della malattia. E questo significava che la tensione si adattava e diventava più pericolosa, il che causava danni al cervello.
  • Negli anni '90, il disturbo colpiva i bambini di età inferiore a 1 anno. Il CDC statunitense ha stabilito che le loro madri sono state vaccinate, il che significa che l'immunità non viene trasmessa da madre a figlio.

Vaccino contro il morbillo per adulti

Vaccini contro il morbillo

Di quale vaccino contro il morbillo sono necessarie persone di tutte le età per proteggersi dal virus? Sieri registrati usati per trattare il malessere in Russia.

I monovaccini comprendono il vaccino secco (Russia) e Ruvaks (Francia). Ci sono anche quelli combinati, tra i quali ci sono Priorix a tre componenti (Belgio) e MMP II (USA), nonché un farmaco a due componenti domestico che colpisce anche la parotite.

Appare la vaccinazione con un mono-vaccino e la protezione contro tre infezioni: morbillo, rosolia e parotite. L'iniezione viene iniettata nella spalla o per via intramuscolare, ma non in altre parti del corpo, perché hanno uno spesso strato di grasso.

Quando viene somministrato un vaccino contro il morbillo agli adulti

Se è stata eseguita una sola procedura, durante l'infanzia è necessaria una rivaccinazione, questo può essere fatto somministrando il monovaccino agli adulti. Ogni paese ha il proprio programma approvato dal Ministero della Salute. Secondo lui, una vaccinazione gratuita era stata prescritta prima dei 35 anni e prevedeva che non fosse stato precedentemente vaccinato e che non fosse malato. Per fare questo, devi solo contattare il terapista locale, che, dopo l'esame e l'analisi, scriverà un rinvio alla stanza di trattamento. Quando viene fatto a un adulto, se non è stato vaccinato e non era malato, ma ha avuto contatti con il paziente? La sostanza viene somministrata durante i primi tre giorni, indipendentemente dall'età del paziente.

Quante volte ricevono il vaccino contro il morbillo per gli adulti?

Con un intervallo di 3 mesi, il farmaco deve essere somministrato 2 volte.

Effetti collaterali della vaccinazione contro il morbillo negli adulti

  • arrossamento e gonfiore del sito di iniezione;
  • dolori articolari;
  • aumento della temperatura;
  • infiammazione del tratto respiratorio superiore.

Il pericolo è che dopo la somministrazione della sostanza negli adulti, possa verificarsi edema di Quincke. Una reazione individuale è possibile, ad esempio, varie manifestazioni di allergie, orticaria, molto meno spesso durante la somministrazione del farmaco, si verificano negli adulti meningite, polmonite, encefalite o miocardite.

Controindicazioni alla vaccinazione contro il morbillo per gli adulti

  • Disturbi cronici al momento dell'esacerbazione o della SARS.
  • La procedura NON viene eseguita in caso di allergia agli antibiotici, rimedio contro il morbillo o anche se gli adulti sono allergici alle proteine ​​dell'uovo di uccello.
  • Le complicazioni minacciano le donne durante la gravidanza e l'allattamento, quindi la somministrazione del farmaco deve essere ritardata.

Ho bisogno del vaccino contro il morbillo per gli adulti?

Tutti sono liberi di decidere autonomamente, tuttavia solo due iniezioni sono in grado di includere funzioni protettive. Immunità per 10-12 anni - ecco quanto funziona la vaccinazione negli adulti. Particolare attenzione dovrebbe essere rivolta ai viaggiatori, come in alcuni paesi, si verificano ancora focolai di malattia mortale.

Il programma delle vaccinazioni per adulti è abbastanza semplice, con un intervallo non superiore a sei mesi, vengono somministrate due dosi del farmaco. Una volta ogni 12 anni, è possibile eseguire la rivaccinazione..

Se un adulto è contagioso dopo che la vaccinazione preoccupa molti, il siero contiene microrganismi vivi, ma sono molto deboli, in modo che nessuno soffrirà di morbillo. Succede che la procedura non aiuta, e una persona può sbarazzarsi del morbillo, lo schema di vaccinazione per gli adulti non offre una garanzia completa, ma in questo caso tutto passerà rapidamente e facilmente, senza conseguenze.

Vaccinazione contro il morbillo per le donne in gravidanza

Risposte Rybko Yuri Yuryevich

Vice capo medico per la salute pubblica e l'assistenza sanitaria di una clinica medica privata LLC Profi, Khabarovsk. Membro del Comitato per lo sviluppo del sistema sanitario privato del Consiglio per l'imprenditorialità del Territorio di Khabarovsk.

"In generale, la gravidanza non è una controindicazione per l'immunizzazione. Inoltre, in base alla situazione epidemiologica, le commissioni immunologiche delle istituzioni mediche possono rivedere le assegnazioni mediche, anche per le donne in gravidanza. Tuttavia, con il morbillo, la situazione è abbastanza specifica. I vaccini vivi, che includono il morbillo, sono controindicati nelle donne in gravidanza. La vaccinazione è possibile solo nella fase di pianificazione della gravidanza, preferibilmente con almeno un mese di anticipo. In casi di emergenza, al contatto con il paziente, è possibile l'introduzione dell'immunoglobulina. Nel caso in cui una donna non fosse ancora a conoscenza della sua gravidanza, ma sia stata vaccinata, anche questa non è un'indicazione per l'aborto, ma richiederà un esame e un'osservazione più approfonditi da parte dei medici. L'allattamento al seno non impedisce la vaccinazione contro il morbillo. ".

Incontra Chagina Ekaterina Aleksandrovna

Medico ostetrico-ginecologo del servizio medico online.

“I vaccini contro il morbillo sono composti da virus attenuati (attenuati artificialmente), tali vaccini sono chiamati vivi. Il loro vantaggio è l'alta attività, sono necessari due vaccini per sviluppare un'immunità stabile contro la malattia. Durante la gravidanza, un'attività così elevata è negativa, poiché anche un virus del morbillo indebolito con bassa virulenza in teoria può causare cambiamenti irreparabili nel corpo di una donna incinta. Un ulteriore rischio è una pronunciata reazione allergica alle sostanze attive e ausiliarie del liofilizzato.

Non sono stati condotti studi speciali su donne in gravidanza ed è improbabile che ciò sia possibile. Poiché non è noto con certezza se il vaccino possa avere un effetto dannoso sul feto in caso di vaccinazione / rivaccinazione di una donna, il vaccino non deve essere somministrato durante la gravidanza. Dopo la vaccinazione, la gravidanza deve essere evitata per 3 mesi..

È consentito vaccinare le donne durante l'allattamento con la decisione di un medico, tenendo conto della valutazione del rapporto tra il possibile rischio di infezione e i benefici della vaccinazione. Qui devi sempre ricordare dell'ipersensibilità a qualsiasi componente del vaccino ed esercitare estrema cautela nel prendere una tale decisione. ".

Risposte Kondrakhin Andrey Petrovich

Farmacologo clinico, Centro scientifico finanziato dal bilancio dello Stato federale "Centro farmaceutico mirato federale", Ministero della sanità della Russia, Candidato di scienze mediche.

“Se parliamo di vaccinazione, bisogna sottolineare che tutto ciò è legato all'immunizzazione. Ogni incontro con qualsiasi infezione lascia quasi sempre una memoria immunologica, come affrontare la malattia. Grazie a lei, non siamo ammalati. La vaccinazione è stata inventata molto tempo fa. E il suo obiettivo era proteggere l'umanità dalle epidemie di gravi malattie infettive.

Ad esempio, puoi offrirti di vedere cosa sta succedendo nel mondo. Quindi, secondo i resoconti dei media in Ucraina, 261 persone si sono ammalate di morbillo in una settimana. La situazione del morbillo si sta sviluppando da 2 anni. Dall'inizio del 2019, 56.861 persone si sono ammalate. 18 persone sono morte per complicazioni. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, il paese è al primo posto per incidenza. Tutto questo è il risultato di una bassa vaccinazione della popolazione. Lo stato non è stato in grado di vaccinare e nel 2016 il 42% dei bambini di età superiore a un anno è stato in grado di ricevere il vaccino. La rivaccinazione ha raggiunto il 31% dei bambini di età pari a 6 anni, il tasso più basso. La cosa più triste è che a causa della possibilità di viaggiare all'estero, potresti essere accidentalmente infettato dal morbillo dalla popolazione dell'Europa e dell'Asia centrale.

Per quanto riguarda la vaccinazione nelle donne in età fertile, nelle donne in gravidanza e nelle ragazze, il suo obiettivo principale è proteggere, proteggere la donna e il nascituro durante la gravidanza dalle malattie infettive e proteggere i neonati nei primi mesi di vita.

Di solito, alla prima visita dal ginecologo, quando la gravidanza è pianificata per una ragazza o una donna, la cosiddetta storia delle vaccinazioni (la storia delle vaccinazioni) è molto dettagliata. Ciò significa che è necessario documentare la disponibilità di alcune vaccinazioni (serie, anno e quando è stato somministrato il booster). E questo è particolarmente importante nelle relazioni di infezioni come la varicella, la rosolia, il morbillo. In casi dubbi quando non è possibile chiarire prove documentali, è in corso uno studio per identificare gli anticorpi contro queste infezioni. In casi dubbi, viene eseguito un esame del sangue per la presenza di anticorpi contro queste malattie. Se non ci sono state vaccinazioni, la futura mamma espone se stessa e il nascituro ai pericoli che portano alle infezioni e, soprattutto, può diventare una fonte di infezione, perché un corpo non vaccinato si ammala molto più duramente e imprevedibilmente. E durante la gravidanza, quando il sistema immunitario viene soppresso, questa è una condizione normale durante la gravidanza, i rischi di ammalarsi aumentano. E i virus diventano più pericolosi per una persona non vaccinata.

Il calendario delle vaccinazioni è sviluppato dai principali istituti del paese (virologi, specialisti in malattie infettive, epidemiologi) ed è pubblicato sul sito web del Ministero della sanità della Russia. Indica quali vaccini e quando devono essere vaccinati. In particolare, afferma che una donna incinta non deve essere vaccinata con vaccini virali vivi contro morbillo, parotite, varicella, rosolia. Se necessario, eseguire l'immunizzazione di emergenza per le malattie sopra elencate. Nelle donne non vaccinate, l'immunoprofilassi con preparati immunoglobulinici umani (normali e specifici) viene effettuata in tutte le fasi della gravidanza. In tali casi, l'immunoglobulina umana può essere utilizzata nelle donne in gravidanza in caso di prevenzione di emergenza e trattamento di altre malattie, ma è necessario secondo le istruzioni contenute nelle istruzioni elaborate dal produttore. Questi farmaci non sono controindicati per una donna incinta. I vaccini virali inattivati ​​e vivi utilizzati dalle madri che allattano non sono pericolosi per i bambini e le madri stesse. Gli anticorpi che si trovano nel latte materno non influenzano la risposta immunitaria del bambino quando vaccinati..

Da tutto quanto sopra, si può concludere che l'uso del vaccino vivo contro il morbillo nelle donne in gravidanza è controindicato (impossibile). È possibile essere vaccinati durante il periodo di alimentazione, ma il medico deve valutare i rischi in modo che i benefici del vaccino prevalgano sul possibile rischio. In caso di morbillo, come menzionato sopra, l'immunoglobulina umana viene utilizzata come misura preventiva.

Esistono linee guida in caso di malattie da malattie infettive "MU 3.3.1.1123-02.3.3.1. Profilassi del vaccino. Monitoraggio delle complicanze legate al vaccino e loro prevenzione ".

Come si può vedere da questo articolo, le donne in gravidanza sono a rischio e la loro prevenzione da una malattia pericolosa, che è il morbillo, è un compito fondamentale. È meglio farsi vaccinare prima della gravidanza "..

Risposta di Gogoladze Hatiya Tamazovna

Medico generico, chirurgo, oncologo, ostetrico-ginecologo.

Il morbillo è quasi la malattia virale acuta antroponica, altamente contagiosa più comune al mondo, causata dal virus del morbillo, è trasmessa da goccioline trasportate dall'aria ed è accompagnata da intossicazione, catarro del tratto respiratorio superiore, caratterizzata da due onde d'onda e un'eruzione chiazzata-papulare sulla pelle. L'agente causale del morbillo è un virus estremamente sensibile e cambia sotto l'influenza di fattori fisici ambientali..

Sintomi di morbillo: naso che cola, febbre, tosse secca, ossessiva, congiuntivite, arrossamento e gonfiore della mucosa faringea, ingrossamento dei linfonodi cervicali, scarso sonno, letargia, rash chiazzato-papulare sulla pelle (l'eruzione cutanea inizia attorno alla linea del cuoio capelluto, sulla faccia del collo e dietro le orecchie, quindi l'eruzione cutanea si diffonde fino al torace e allo stomaco e l'ultima eruzione cutanea si diffonde alle braccia e alle gambe.).

Interessante da sapere! Il vaccino contro il morbillo è stato creato nel 1963.

La vaccinazione (vaccinazione, immunizzazione) è uno dei modi migliori per proteggere i bambini dalle malattie infettive che hanno causato malattie gravi prima che siano disponibili le vaccinazioni. Crea immunità artificiale a determinate malattie. Per questo, vengono utilizzati antigeni relativamente innocui (molecole proteiche), che fanno parte dei microrganismi (virus) che causano la malattia. I microrganismi possono essere virus, come il morbillo o i batteri.

La vaccinazione contro il virus del morbillo è obbligatoria, viene effettuata nel primo anno di vita e quindi rivaccinata nel sesto anno di vita di un bambino. Particolare attenzione è rivolta alla gravidanza e alla vaccinazione contro il morbillo, dati gli alti fattori di rischio di aborto spontaneo, la vaccinazione contro il morbillo durante la gravidanza è controindicata soprattutto nel primo trimestre di gravidanza, poiché è durante questo periodo che il feto si trova in una condizione particolarmente pericolosa e dipende da tutti i fattori esterni che lo influenzano e più vulnerabile.

Cioè, la gravidanza è una controindicazione per la vaccinazione contro il morbillo.

L'unica misura preventiva è la vaccinazione: un vaccino contro il morbillo 3 mesi prima della gravidanza. La vaccinazione all'inizio della gravidanza è vietata. Per quanto riguarda l'immunizzazione per le madri che allattano, i vaccini più moderni sono pienamente compatibili con l'allattamento..

Le vaccinazioni caricano il sistema immunitario, di conseguenza entro 2-4 settimane immediatamente dopo l'iniezione, il corpo si indebolisce e non può fornire piena resistenza all'attacco del virus. Per non ammalarsi, è meglio rifiutarsi di visitare luoghi pubblici mentre si è in uno o un altro stato somatico (gravidanza, periodo di alimentazione) e, se ciò non è possibile, utilizzare misure precauzionali, indossare una maschera medica.

È possibile bere alcolici dopo la vaccinazione contro il morbillo?

Affinché le funzioni immunitarie funzionino correttamente, è necessario essere sani nella stanza di trattamento. Sia prima che dopo la vaccinazione, non bere alcolici, perché il siero del morbillo carica inoltre il sistema immunitario. Pertanto, questa domanda dovrebbe scomparire da sola.

Cosa non si può fare dopo la vaccinazione contro il morbillo

L'elenco è piuttosto piccolo:

  • non è possibile strofinare e pettinare il sito di iniezione;
  • nelle prime ore di astenersi da bagni caldi e attività fisica.

Fatto interessante! Nel 2000, 545 mila pazienti sono stati registrati in tutto il mondo; nel 2017 questa cifra è scesa a 110 mila. Ciò significa che l'immunizzazione ha ridotto la mortalità tra i bambini dell'80%. Ecco perché, nel 2001, la Fondazione delle Nazioni Unite, la Croce Rossa e l'OMS si sono uniti per combattere contro le malattie pericolose in modo che nessun bambino sia nato con una sindrome da rosolia congenita e muoia per terribili infezioni virali..

Vaccinazione contro il morbillo per i bambini

Per la prima volta, la vaccinazione contro il morbillo per i bambini viene effettuata in base alla situazione epidemiologica nel paese. Se il rischio di infezione è elevato, il programma standard può essere trascurato e il vaccino verrà somministrato entro 9 mesi. Ripetutamente eseguito in 16-18 mesi. Se la situazione nel paese rientra nei limiti normali, la vaccinazione viene effettuata in 1 anno. Il secondo nel tempo è adatto per immunizzare contro il morbillo, la rosolia a un bambino insieme e lo fanno a 6 anni. Per questo, viene utilizzato un farmaco combinato, che viene iniettato nei bambini, creando così un'armatura da diversi virus contemporaneamente, considerare il nome del vaccino. Prima di ciò, i genitori pensano: "Vaccino contro il morbillo per i bambini, che è meglio?".

Programma del morbillo

Vaccini contro il morbillo

Ai bambini può essere prescritto sia un singolo vaccino sia una vaccinazione combinata, quindi è necessario sapere come si chiama il vaccino e dove viene prodotto.

Esistono due vaccini combinati importati: MMP II (USA) e Priorix (Belgio), entrambi mirano anche alla parotite e alla rosolia.

Le droghe domestiche sono bicomponenti ed esistono in due versioni:

  • con parotite;
  • e agente patogeno di rosolia.

Può esserci qualsiasi vaccinazione, l'unica differenza è che i farmaci importati proteggeranno immediatamente dal morbillo da tre infezioni, un vaccino russo dovrà essere acquistato per proteggere completamente la salute.

Risposta al vaccino contro il morbillo

Dopo la vaccinazione, in alcuni casi, i bambini possono manifestare effetti collaterali, come:

  • reazioni allergiche;
  • crampi e raramente, ma possono verificarsi danni al sistema nervoso;
  • anche dopo che i microrganismi viventi entrano nel corpo, la temperatura corporea può aumentare fino a 40 gradi.

Il calore, l'eruzione cutanea e la congiuntivite nei bambini sono solo una piccola reazione dopo la vaccinazione e il risultato della malattia può essere molto peggio.

Le vaccinazioni hanno controindicazioni e se le si trascura e si somministra il farmaco ai bambini, le conseguenze possono essere imprevedibili..

Controindicazioni per la vaccinazione contro il morbillo nei bambini

  • AIDS;
  • oncologia;
  • intolleranza alle proteine;
  • disturbi acuti;
  • immunodeficienza;
  • complicanze dopo l'immunizzazione primaria;
  • prendendo immunoglobuline o prodotti sanguigni.

Se un bambino è contagioso dopo la somministrazione del medicinale è di interesse per molti genitori i cui figli non sono ancora protetti dal morbillo. La medicina è composta da agenti patogeni viventi, ma la loro concentrazione è così piccola che non sono in grado di infettare qualcuno. Pertanto, non è necessario limitare la comunicazione con i bambini, anche se la procedura è stata recente, il contatto non è pericoloso per gli altri.

Effetti della vaccinazione contro il morbillo sui bambini

Nonostante il tipo di vaccinazione somministrata ai bambini con un farmaco combinato o mono-vaccino contro il morbillo, la reazione sarà la stessa.

  • arrossamento e gonfiore nella zona di iniezione;
  • infiammazione del tratto respiratorio superiore;
  • la comparsa di un'eruzione cutanea;
  • diminuzione dell'appetito;
  • calore.

È importante che la reazione del corpo del bambino sia diversa, quindi dopo la somministrazione del farmaco uno non avrà alcuna complicazione e la temperatura non aumenterà affatto, mentre l'altro avrà 39 dopo 2-3 giorni e comparirà un'eruzione cutanea.

Il vaccino contro il morbillo è pericoloso

Le mamme di tutto il mondo sono interessate a una domanda: la vaccinazione è pericolosa e cosa accadrà se il rimedio contro il morbillo non viene somministrato ai bambini. Negli ultimi anni, il movimento di agenti antivirali che si oppongono alla vaccinazione in generale sta guadagnando slancio nel mondo. Il loro argomento principale è che i preparati contengono molte sostanze nocive e portano all'autismo e ad altre spiacevoli conseguenze nei bambini in età prescolare. Pertanto, non si preoccupano di come proteggersi dal virus e credono che senza un vaccino contro il morbillo, senza vaccinazione, i bambini saranno molto meglio.

Fai vaccinazioni contro il morbillo

Le coppie in attesa di un bambino sono a un bivio, è necessario vaccinarlo contro il morbillo e quale vaccinazione viene somministrata ai bambini? L'Organizzazione mondiale della sanità sottolinea fortemente la necessità di immunizzare, a partire dai bambini piccoli. Questo è il modo migliore per affrontare varie infezioni pericolose..

Fatto interessante! Tutti gli argomenti anti-vaccinazione si basano sulla ricerca di Andrew Wakefield, che ha pubblicato un articolo nel 1998 che indicava che l'autismo si verificava in alcuni bambini dopo un trattamento farmacologico a tre componenti (PCC). Tuttavia, in seguito, grazie alla testimonianza dei genitori, è stato dimostrato che l'autismo nei bambini è apparso prima della vaccinazione. Successivamente si è scoperto che tutti i pazienti con Wakefield provenivano da una serie di programmi anti-vaccinazione. E, soprattutto, il ricercatore ha sottolineato i vaccini combinati e ha insistito sull'uso di un farmaco monocomponente, che lui stesso ha brevettato prima dello studio.

Quanto dura il vaccino contro il morbillo?

Se una persona è stata vaccinata secondo lo schema, le funzioni protettive funzionano per 25 anni. Tuttavia, è difficile verificarlo e i medici hanno deciso di mantenere stabile la barriera per 12 anni.

Booster del morbillo

Una persona riceve le prime due dosi di medicina durante l'infanzia, a 1 anno e 6 anni, la terza sarà necessaria già a 16-17 anni, in modo che i giovani alla soglia dell'età fertile abbiano una potente difesa per il futuro. Successivamente, il booster può essere assunto una volta ogni 12-15 anni. Sfortunatamente, ci sono volte in cui le persone vaccinate vengono comunque infettate. Allo stesso tempo, c'è un leggero deterioramento del benessere, che passa rapidamente.

È particolarmente importante vaccinare i bambini in età prescolare, come il loro decorso della malattia è molto difficile. Inoltre, se il vaccino dipende spesso dal fatto che il bambino sarà portato all'asilo o a scuola, perché se il vaccino non è stato somministrato, mette in pericolo altri bambini.

Preparazione del morbillo

  • Al fine di condurre una procedura primaria o ripetuta, è necessario essere in buona salute indipendentemente dall'età del paziente. Problemi cronici respiratori acuti o esacerbati causano un rinvio delle visite nella sala di vaccinazione.
  • Non esporre il bambino a surriscaldamento o ipotermia, perché tutto ciò introduce l'immunità in uno stato di stress e la successiva somministrazione del farmaco caricherà ancora di più il corpo.
  • Prima della vaccinazione, conducono un test e scoprono se il bambino è allergico al bianco d'uovo. Per fare questo, applicare una piccola quantità di proteine ​​grezze sulla superficie interna delle labbra, attendere non più di 5 minuti. Se le labbra sono gonfie, è necessario informare il medico che selezionerà una sostanza diversa per la procedura.
  • I medici raccomandano di limitare il consumo di alcol agli adulti pochi giorni prima e dopo le visite in ospedale. L'alcol ha un effetto distruttivo su tutti gli organi e non consente al sistema immunitario di adempiere pienamente alle sue funzioni protettive.
  • Se segui le raccomandazioni del medico, non puoi preoccuparti di come il bambino sarà sottoposto alla procedura e se il vaccino ha causato danni.

Il morbillo è pericoloso

I genitori sono interessati ai medici, il vaccino viene somministrato ai bambini del morbillo? Nessuno può costringere una persona a somministrare un farmaco a se stesso o al proprio bambino. Ma non dimenticare che questa è una malattia mortale.

Nel 2018, l'Organizzazione mondiale della sanità ha registrato 229 mila casi, di cui 136 mila morti, che è quasi il 60%.

Una mortalità così elevata è dovuta allo sviluppo di gravi conseguenze, come disidratazione, edema cerebrale e infezioni del tratto respiratorio. Questi sintomi colpiscono persone non vaccinate di età superiore a 30 anni e bambini di età inferiore a 5 anni.

Vaccino contro il morbillo

Il vaccino contro il morbillo è la migliore misura preventiva in grado di proteggere da una grave malattia infettiva..

Molti adulti non vaccinati soffrono di malattie infantili. Puoi essere infettato da goccioline trasportate dall'aria a contatto con il corriere della malattia o malato. A volte una persona potrebbe non sapere ancora di avere il morbillo, poiché il periodo di incubazione dura circa 2 settimane..

L'inizio della malattia può essere facilmente confuso con la SARS o l'influenza. Si verificano fenomeni catarrali, la temperatura aumenta, può iniziare la congiuntivite. Quindi il gonfiore del viso, le macchie sulla mucosa in bocca sono attaccate e un'eruzione cutanea di solito si verifica nel terzo giorno.

La comparsa di macchie in bocca è un segno distintivo del morbillo (macchie di Filatov-Koplik all'interno delle guance ed enanthem sulla mucosa faringea). Un'eruzione cutanea è caratterizzata da un aspetto sequenziale e scomparsa in diverse parti del corpo. Innanzitutto, le eruzioni cutanee sono localizzate sulla testa, sul viso, sul collo, quindi cadono sul corpo. Entro 3 giorni, scompaiono nella stessa sequenza in cui sono sorti..

Il trattamento è sintomatico Terapia antivirale non sviluppata.

Pericolo di morbillo per adulti

In età adulta, il morbillo è molto difficile. La malattia riduce drasticamente l'immunità del paziente, causando complicazioni sotto forma di polmonite, epatite, sinusite, otite, bronchite, pielonefrite, meningite e meningoencefalite, cheratite, eustachite.

Tutte le complicanze possono portare a conseguenze imprevedibili, ma le più pericolose sono la meningoencefalite, che colpisce il sistema nervoso e l'encefalite, che porta alla morte in un quarto di tutti i casi.

La vaccinazione è l'unico modo per proteggersi dal morbillo e non per ottenerlo durante l'infanzia o l'età adulta..

Quando e dove ricevono il vaccino contro il morbillo?

Per gli adulti, i vaccini contro il morbillo vengono somministrati secondo il programma specifico per paese. Fino all'età di 35 anni, ogni persona ha diritto alla vaccinazione gratuita, a condizione che non sia stato malato e non sia mai stato vaccinato contro il morbillo. Inoltre, indipendentemente dall'età, la vaccinazione contro il morbillo è gratuita per coloro che hanno avuto contatti con persone infette, ma non sono stati precedentemente malati o vaccinati..

Se un solo vaccino è stato somministrato a una persona durante l'infanzia, viene vaccinato allo stesso modo di un adulto che non è mai stato vaccinato contro questa malattia, due volte con un intervallo di tre mesi tra le somministrazioni. L'immunità così ottenuta è resistente al virus per 12 anni..

Il vaccino contro il morbillo viene somministrato agli adulti sotto la pelle o per via intramuscolare nel terzo superiore della spalla. A causa dell'abbondante grasso nel gluteo, non vengono vaccinati, come in qualsiasi altra parte del corpo, inclini alla formazione di foche.

Consigli di viaggio

Se vuoi viaggiare per il mondo, i medici raccomandano di conoscere la situazione epidemiologica in un determinato paese. Negli ultimi 5 anni, l'epidemia di morbillo è scoppiata in Germania, Turchia, Singapore, Tailandia e Italia. Prima di visitare altri paesi, è possibile vaccinarsi urgentemente almeno un mese prima della data di partenza prevista.

Linee guida per la vaccinazione contro il morbillo

Se la vaccinazione viene eseguita in conformità con tutte le regole, la prima vaccinazione dovrebbe essere somministrata a un bambino di età compresa tra 1 e 1 anno e mezzo, ma nei paesi con una soglia di morbilità aumentata, i bambini possono iniziare a essere vaccinati da 6 mesi.

La seconda dose di vaccinazione viene somministrata per consolidare il risultato del primo, lo sviluppo di un'immunità aggiuntiva in caso di formazione insufficiente e nel caso in cui il primo vaccino sia stato perso per qualche motivo.

Le date della vaccinazione contro il morbillo coincidono con le stesse date per rosolia e parotite. Ecco perché a volte queste vaccinazioni vengono eseguite in modo completo, proteggendo i bambini con una iniezione alla volta da tre gravi infezioni.

Azione vaccinale

Un vaccino contro il morbillo costituisce un'immunità contro questa malattia per 20 anni. Tuttavia, all'età di sei anni, è necessario rivaccinare, poiché alcuni bambini erano insensibili al virus introdotto all'età di uno, altri hanno indebolito l'immunità contro il morbillo, quindi vengono vaccinati due volte per una migliore protezione.

Durante la terza vaccinazione, che di solito si verifica nel periodo adolescenziale di 15-17 anni, le persone ricevono spesso la vaccinazione multicomponente, perché alla vigilia dell'età fertile, ragazze e ragazzi hanno bisogno di protezione contro la rosolia e la parotite e la componente del morbillo rafforza semplicemente la protezione già formata.

Tipi di vaccini contro il morbillo

Oggi in Russia vengono utilizzati diversi tipi di vaccini contro il morbillo. Tutti loro sono divisi in mono-vaccini volti a combattere solo il morbillo e vaccini combinati che aiutano a proteggere il corpo da altri virus pesanti allo stesso tempo..

I monovaccini registrati e utilizzati in Russia includono:

  1. Vaccino contro il morbillo secco.
  2. Vaccino francese Ruvaks (Aventis Pasteur).

Tra i vaccini combinati (multicomponente) ci sono:

  1. Vaccino russo contro la parotite.
  2. Il vaccino americano a tre componenti MMP II.
  3. Vaccino Priorix belga in tre parti.

I vaccini multicomponente che proteggono contemporaneamente da morbillo, parotite e rosolia possono essere acquistati indipendentemente nei centri di vaccinazione o nelle farmacie. I vaccini russi contro il morbillo sono disponibili in cliniche regolari.

È importante ricordare che i vaccini monocomponenti vengono somministrati esclusivamente alle spalle o alle scapole, mentre i preparati multicomponenti importati possono anche essere somministrati per via intramuscolare secondo le istruzioni.

Chiunque può scegliere i vaccini per se stesso o per il proprio bambino. Tuttavia, molto spesso, per l'introduzione di vaccini multicomponente che non sono previsti dal Ministero della Salute, dovranno essere acquistati da soli.

Monovaccini (solo componente del morbillo)

ZhKV (vaccino vivo contro il morbillo)

Il monovaccino domestico vivo dal morbillo è una misura efficace di protezione contro il morbillo già il 28 ° giorno dopo l'iniezione. Nei prossimi 18 anni, una persona può essere calma per la sua immunità contro questa infezione..

Tra le principali controindicazioni di un singolo vaccino, i medici chiamano l'esacerbazione di malattie croniche, infezioni virali e batteriche acute, cancro, HIV, reazioni allergiche ai componenti del farmaco per iniezione. Inoltre, è impossibile usare ZhKV insieme a immunoglobuline e sieri.

Ruvax (Aventis Pasteur, Francia)

Il vaccino francese Ruvax monovirus aiuta a prevenire l'infezione da morbillo 2 settimane dopo la vaccinazione. L'effetto della vaccinazione dura 20 anni. I medici raccomandano Ruvax per la vaccinazione dei bambini, in condizioni di aumento delle condizioni epidemiologiche o in altri casi di vaccinazione di età inferiore a 1 anno. Le controindicazioni per la vaccinazione con Ruvaks sono le stesse di ZhKV, inoltre Ruvaks non può essere usato per coloro che si sottopongono a radiazioni, terapia con corticosteroidi, applicare citostatici.

Vaccini combinati

MMP II (morbillo, rosolia, parotite)

Il vaccino americano contro tre gravi infezioni di MMP-II è ben consolidato nella moderna pratica immunologica. Può essere somministrato contemporaneamente alla vaccinazione con vaccino DTP, DTP, poliomielite o varicella, a condizione che ogni iniezione venga effettuata in diverse parti del corpo.

Tra le principali controindicazioni per l'iniezione di MMP-II, i medici distinguono la gravidanza, l'HIV, l'esacerbazione di varie malattie croniche, le allergie alla neomicina e le uova di gallina.

Priorix (morbillo, rosolia, parotite)

Il secondo vaccino popolare contro la tripla minaccia infettiva è Priorix, prodotto dalla stessa azienda farmaceutica del famoso DTP - Infanrix. Il tasso di purificazione del vaccino di questa azienda è molto elevato, quindi la reazione alla vaccinazione è meno pronunciata.

Le controindicazioni per la somministrazione di Priorix sono esattamente le stesse di MMP-II, inoltre questo vaccino non può essere somministrato con dermatite da contatto con neomicina e fasi acute delle malattie dello stomaco.

Vaccino contro la parotite (Russia)

Il vaccino russo per la parotite-morbillo a due componenti viene somministrato alle persone secondo il programma di vaccinazione approvato dallo stato, a 1 e 6 anni, e quindi con rivaccinazioni di adulti.

Le principali controindicazioni per l'uso di un tale vaccino a due componenti, i medici includono:

  • periodi di gravidanza e allattamento;
  • shock anafilattico, allergie;
  • oncologia;
  • gravi reazioni e complicanze derivanti dall'uso precedente di questo vaccino;
  • varie malattie nella fase acuta.

Vaccino contro il morbillo

Il vaccino russo a due componenti contro il morbillo e la rosolia è completamente simile al vaccino contro la parotite. È importante ricordare che quando si usano vaccini a due componenti, è anche necessario acquistare un monovaccino con il componente di protezione mancante per la completa immunità contro le comuni infezioni virali.

Regole generali per i genitori

Alla vigilia di qualsiasi proposta di vaccinazione, il bambino deve essere protetto da contatti di terze parti, al fine di evitare l'infezione da eventuali infezioni. Inoltre, non è necessario vaccinare un bambino per raffreddarlo, irradiarlo al sole, surriscaldare o acclimatarsi. Il sistema immunitario è molto sensibile a tutti gli stress che sono tutti gli effetti di cui sopra e la vaccinazione è anche un fattore di stress per l'immunità. Con una combinazione di reazioni allo stress, sono possibili un fallimento nel lavoro di formazione di anticorpi e una violazione della produzione dell'immunità desiderata.

Vaccinazione di bambini secondo il programma di vaccinazione

Al fine di evitare tutte le possibili complicanze, la patologia del sistema nervoso e altre gravi conseguenze del morbillo, tutti i bambini devono essere vaccinati contro il morbillo secondo il programma di vaccinazione in vigore nell'area. Al momento, l'età minima di un bambino per la vaccinazione contro il morbillo è di 9 mesi, poiché fino a questo punto gli anticorpi materni devono proteggere il bambino. E l'immunità del neonato è abbastanza debole da tollerare la vaccinazione e formare gli anticorpi necessari. Anche all'età di 9 mesi con l'introduzione del vaccino contro il morbillo, l'immunità si verifica solo nel 90% dei bambini. Con l'introduzione di un tale vaccino in 12 mesi, l'immunità si forma in quasi tutti i vaccinati.

Pertanto, il periodo ottimale per la vaccinazione iniziale è considerato un'età umana di 1 anno. Ma nelle regioni con una difficile situazione epidemiologica, si raccomanda di iniziare a vaccinare i bambini prima, da qui l'indicatore di 9 mesi. In questo caso, la nuova vaccinazione inizia a essere effettuata tra 15-18 mesi.

Nei paesi con un quadro epidemiologico calmo, è consuetudine vaccinare i bambini per la prima volta a 1 anno di età e successivamente rivaccinare a 6. Questa tattica di vaccinazione ha sradicato gli scoppi di morbillo in molte regioni.

Vaccinazione per adulti

Gli adulti sono soggetti alla vaccinazione contro il morbillo con la prevista introduzione di una vaccinazione multicomponente di morbillo-parotite-rosolia, in caso di emergenza prima di recarsi in paesi in cui esiste un quadro epidemico instabile, a contatto con persone malate, se il vaccino non è stato somministrato prima. In questa situazione, è possibile essere vaccinati per tre giorni dopo un contatto pericoloso. Ma prima di viaggiare in un altro paese, la vaccinazione deve essere effettuata in anticipo - almeno 1 mese prima della partenza.

Vaccinazione contro il morbillo e gravidanza

Durante il periodo di gravidanza, l'infezione da morbillo è molto pericolosa, può portare all'aborto e a tutti i tipi di malformazioni fetali. A causa del fatto che il vaccino contro il morbillo contiene virus vivi, è controindicato durante la gravidanza. Una donna deve prendersi cura della propria sicurezza prima di pianificare la gravidanza e ottenere la vaccinazione necessaria.

Allergia al morbillo Allergia

La maggior parte dei vaccini moderni sono realizzati con albume d'uovo. Se c'è un'allergia alle proteine ​​nelle uova in diversi periodi della vita di un bambino, espressa come edema di Quincke, orticaria, shock anafilattico, il bambino non dovrebbe ricevere un vaccino contro il morbillo.

Per scoprire se esiste il rischio di una tale reazione allergica, è necessario:

  • inumidire un dito pulito nel bianco d'uovo crudo;
  • ungere la superficie interna del labbro del bambino con questo dito;
  • con leggero gonfiore delle labbra nei prossimi 5 minuti, vale la pena concludere che la vaccinazione con vaccini standard non è possibile.

Se vengono identificate allergie, è necessario che il medico scelga un sostituto per il vaccino standard e vaccini con un altro farmaco..

Controindicazioni alla vaccinazione

Tra le controindicazioni per la vaccinazione in un adulto, si distinguono le infezioni virali respiratorie acute o le malattie croniche che sono esacerbate al momento della vaccinazione proposta. Con questi sintomi, i medici rimandano la vaccinazione, in media, per un mese.

Ci sono controindicazioni assolute per la vaccinazione negli adulti, tra cui i medici chiamano la stessa allergia alle uova di uccelli, reazioni allergiche agli antibiotici, precedenti vaccinazioni, gravidanza e allattamento.

Nei bambini, le controindicazioni iniettabili contro le infezioni virali sono:

  • qualsiasi malattia nella fase acuta;
  • immunodeficienza primaria;
  • AIDS;
  • l'uso di preparati di sangue, immunoglobuline alla vigilia;
  • complicanze associate alla precedente vaccinazione;
  • intolleranza agli aminoglicosidi, proteine;
  • oncologia.

Possibili reazioni al vaccino

Nel corso normale, la vaccinazione contro il morbillo negli adulti provoca:

  • leggero arrossamento del sito di iniezione;
  • temperatura fino a 37,5 gradi;
  • fenomeni catarrali;
  • dolori articolari.

Ma è anche possibile che si verifichino reazioni avverse molto pericolose: shock allergico, orticaria, edema di Quincke. Anche in casi particolarmente rari e gravi negli adulti possono comparire encefalite, polmonite, meningite, miocardite. Al fine di evitare tali conseguenze, la vaccinazione deve essere effettuata pur essendo completamente in salute e alla vigilia dell'evento, è necessaria una consultazione con un immunologo e l'uso di antistaminici.

Risposta alla vaccinazione nei bambini

Tra le reazioni infantili comuni alla vaccinazione contro il morbillo, i medici chiamano:

  • gonfiore e arrossamento del sito di iniezione;
  • alcuni fenomeni catarrali;
  • il verificarsi di un'eruzione cutanea;
  • scarso appetito;
  • aumento della temperatura durante i primi 6 giorni dopo la vaccinazione.

Inoltre, tutti i suddetti sintomi possono manifestarsi a vari livelli. La temperatura può aumentare leggermente e può raggiungere livelli di 39-40 gradi, possono essere presenti altri sintomi o possono essere assenti, ma allo stesso tempo dovrebbero scomparire gradualmente 16 giorni dopo la vaccinazione.

Reazioni avverse dopo la vaccinazione

Le complicazioni di vari sintomi ed effetti collaterali dei vaccini contro il morbillo non sono comuni. A volte la temperatura può aumentare come effetto collaterale, a volte sono possibili congiuntivite o eruzioni cutanee. Tutti i sintomi sono tipici per un periodo di 5-18 giorni dopo la somministrazione del farmaco. Tale corso del periodo post-vaccinazione è considerato naturale..

Le complicazioni della vaccinazione, i medici includono:

  • tutti i tipi di reazioni allergiche che possono essere prevenute assumendo antistaminici prima e dopo la vaccinazione;
  • convulsioni febbrili nei bambini a causa di una temperatura molto elevata, che può anche essere anticipata assumendo paracetamolo all'inizio della febbre;
  • in un caso su un milione si verificano gravi lesioni del sistema nervoso.

È importante capire che tutte le complicazioni che si sviluppano a seguito della vaccinazione sono significativamente più deboli di quelle che possono verificarsi con il trasferimento del morbillo reale.

Posso ammalarmi dopo la vaccinazione

Fondamentalmente, sebbene il vaccino contenga virus vivi, sono così indeboliti che non sono in grado di provocare una malattia a tutti gli effetti. Spesso il vaccino può causare un qualche tipo di morbillo in una forma molto debole, tali reazioni procedono facilmente e scompaiono da sole, dopo un massimo di 18 giorni dopo l'iniezione. Una persona in questo stato non è contagiosa per gli altri..

Tuttavia, a volte la vaccinazione non provoca la formazione di immunità contro la malattia e una persona può sviluppare completamente il morbillo quando viene vaccinata. Questo fenomeno in medicina si chiama fallimento dell'immunità vaccinale e può essere osservato in una piccola percentuale di tutte le persone.

Quale vaccino è meglio

Con una composizione completamente diversa di vaccini domestici e importati, tutti sono altamente efficaci nel controllo del morbillo. Esistono 2 differenze significative tra queste vaccinazioni. In primo luogo, i vaccini domestici vengono preparati sulla base di uova di quaglia e analoghi stranieri vengono realizzati sulla base di uova di gallina. Se sei allergico a uno di questi componenti, devi optare per un altro vaccino..

In secondo luogo, i vaccini importati hanno una composizione multicomponente e proteggono immediatamente da tre malattie infettive: morbillo, parotite e rosolia, che è molto conveniente in termini di vaccinazione. Quando si scelgono i vaccini domestici, le vaccinazioni dovranno essere fatte 2-3 volte in ogni periodo della vita. Ma nella clinica locale puoi ottenere gratuitamente solo il vaccino domestico, quindi devi affrontare la vaccinazione consapevolmente, valutando i pro ei contro.

Quanti colpi di morbillo sono necessari

Il numero di vaccinazioni contro il morbillo nel corso della vita è determinato dall'età in cui la persona è stata vaccinata per la prima volta. Quando la vaccinazione inizia a 9 mesi, una persona dovrà subire 4-5 somministrazioni di vaccini nella vita: a 9 mesi, a 15 mesi, a 6 anni, a 16 e a 30 anni. Alla vaccinazione iniziale all'anno, il numero di iniezioni successive viene ridotto di 1.

In assenza di vaccinazione all'età di uno, la prima vaccinazione dovrebbe essere provata il prima possibile - a 2-4 anni, e la successiva dovrebbe essere fatta secondo il piano all'età di sei anni alla vigilia della scuola. Durante la vaccinazione primaria di una persona di età superiore ai 6 anni, gli viene somministrata una doppia dose del farmaco con un intervallo di 1-6 mesi.

Quanta immunizzazione del morbillo funziona

La durata minima dell'immunità post-vaccinazione contro il morbillo raggiunge i 12 anni. Se una persona è stata adeguatamente vaccinata due volte, la sua protezione può durare fino a 25 anni, ma questo è difficile da verificare.

L'obiettivo principale dell'immunizzazione è proteggere i bambini in età prescolare, il cui morbillo è particolarmente difficile. In età adulta, è possibile effettuare le vaccinazioni successive ogni 10-15 anni.

A volte anche le persone vaccinate ottengono il morbillo. Tuttavia, in questo caso, il rischio di complicanze è trascurabile e la malattia procede facilmente e rapidamente..

Informazioni sanitarie più aggiornate e pertinenti sul nostro canale Telegram. Iscriviti: https://t.me/foodandhealthru

Specialità: specialista in malattie infettive, gastroenterologo, pneumologo.

Esperienza totale: 35 anni.

Istruzione: 1975-1982, 1MI, San Gig, specializzazione superiore, specialista in malattie infettive.

Titolo di studio scientifico: medico di altissima categoria, candidato in scienze mediche.

Formazione:

  1. Malattie infettive.
  2. Malattie parassitarie.
  3. Condizioni di emergenza.
  4. HIV.

Vaccino contro il morbillo - vaccini, regole di immunizzazione, reazioni e complicanze

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Il morbillo è un'infezione abbastanza grave che, prima dell'introduzione della vaccinazione come misura di prevenzione della malattia, il 90% dei bambini di età inferiore ai 10 anni era malato. Il morbillo è contagioso, trasmesso da goccioline trasportate dall'aria o per contatto diretto. Inoltre, il virus che causa l'infezione circola esclusivamente in una popolazione di persone. Contrariamente alla diffusa convinzione che il morbillo è un'infezione innocua per i bambini che è meglio che un bambino si ammali, le statistiche sulla mortalità per questa malattia non sembrano così rosee.

Ad oggi, la mortalità del morbillo anche con una terapia tempestiva e di alta qualità parte dal 5 al 10%. Nel 2001, su raccomandazione dell'Organizzazione mondiale della sanità, i vaccini contro il morbillo sono stati introdotti nei calendari nazionali o nei programmi di immunizzazione in molti paesi, per cui entro il 2008 è stato possibile ridurre il numero di morti per infezione da 750.000 a 197.000, cioè quasi 4 volte.

Oltre al pericolo di morte, il morbillo può verificarsi con conseguenze avverse sotto forma di complicanze, come encefalite, enteropatia con perdita di proteine, panencefalopatia sclerosante e patologia del sistema nervoso a progressione lenta. La frequenza di queste gravi complicanze varia da 1 caso per 1000 casi a 1 su 10.000.

Vaccino contro il morbillo

Ad oggi, la vaccinazione contro il morbillo si è dimostrata altamente efficace nella prevenzione dei casi di infezione, nonché una significativa riduzione del numero di decessi a seguito del decorso avverso della malattia. L'immunizzazione del morbillo è necessaria per tutte le persone, in particolare i bambini di età inferiore ai 5 anni, poiché è in questa categoria di età che l'infezione è più grave e il rischio di morte o complicanze è maggiore rispetto ai bambini più grandi.

È noto che il decorso del morbillo aggrava la carenza di vitamina A nel corpo, a causa della malnutrizione in un adulto o in un bambino. Pertanto, se le condizioni di vita del bambino sono tutt'altro che ideali e la qualità del cibo non soddisfa le norme di consumo di vitamine e minerali, è necessario essere vaccinati per prevenire l'infezione.

Attualmente, ci sono vaccini monovalenti per il morbillo, che contengono solo un componente e polivalenti. Polyvalent contiene diversi componenti (non solo contro il morbillo). Oggi nel mondo vengono prodotti i seguenti vaccini multivalenti con componente del morbillo:
1. Morbillo, rosolia.
2. Morbillo, rosolia, parotite.
3. Morbillo, rosolia, parotite, varicella.

L'efficacia del vaccino monovalente contro il morbillo e polivalente con il componente del morbillo è la stessa, quindi la scelta del farmaco è determinata da fattori di convenienza, ecc. L'Organizzazione mondiale della sanità consente l'ingresso nel mercato farmaceutico solo di vaccini contro il morbillo efficaci e sicuri, in modo da poter utilizzare qualsiasi vaccino. Inoltre, tutti i vaccini contro il morbillo hanno la proprietà di intercambiabilità, ovvero una vaccinazione può essere effettuata con un farmaco e il secondo con un altro completamente diverso, ciò non influirà sull'efficacia e non causerà conseguenze negative.

Il vaccino contro il morbillo è disponibile sotto forma di polvere essiccata appositamente - liofilizzato, che viene diluito con un solvente prima della somministrazione. Il farmaco deve essere conservato in condizioni fredde o congelate, a una temperatura compresa tra –20 e –70 o С, tuttavia il solvente non deve essere congelato.

Quando si utilizza il vaccino, va ricordato che dopo aver diluito il liofilizzato, la preparazione finita, lasciata per 1 ora a una temperatura di 20 ° C, perderà la sua capacità di indurre l'immunità contro l'infezione esattamente la metà. E quando il farmaco è pronto per la somministrazione per 1 ora a una temperatura di 37 ° C, perde completamente le sue proprietà e diventa di fatto inutilizzabile. Inoltre, il vaccino contro il morbillo perde le sue proprietà sotto l'influenza della luce solare diretta, quindi deve essere conservato in flaconi colorati. Dopo che il vaccino è stato sciolto, deve essere conservato in frigorifero per non più di 6 ore. Trascorso questo tempo, tutti i vaccini inutilizzati devono essere eliminati..

Vaccinazione contro morbillo-rosolia-parotite

Il vaccino contro morbillo-rosolia-parotite contiene tre componenti che consentono di somministrare un farmaco in un'unica iniezione che avvia la formazione dell'immunità non a una, ma immediatamente a tre infezioni. Questo vaccino ha una bassa reattogenicità, che non è superiore a un vaccino monovalente esclusivamente contro il morbillo.

Nel vaccino contro morbillo-parotite-rosolia si possono usare vari sottotipi di virus del morbillo, ad esempio Edmonston, Enders, Piebles, Schwartz, Edmonston-Zagreb, Moraten e AIC - C, CAM - 70, TD - 97, Leningrado - 16, Shanghai - 191. Le differenze tra tutti questi tipi di virus del vaccino sono insignificanti e non superano lo 0,6%. Inoltre, si osserva la massima variabilità nei ceppi CAM - 70, TD - 97, Leningrado - 16, Shanghai - 191. Qualsiasi tipo di vaccino contro il morbillo crea un'immunità eccellente contro il virus del morbillo selvaggio. Ad oggi, non sono state identificate opzioni per la trasmissione del tipo di vaccino del virus del morbillo da una persona vaccinata a un'altra.

Il complesso vaccino a tre componenti contro morbillo-rosolia-parotite contiene sorbitolo, gelatina idrolizzata e antibiotico Neomicina come conservanti e sostanze stabilizzanti. Grazie a queste sostanze stabilizzanti, il vaccino contro morbillo-rosolia-parotite non contiene un composto di mercurio, tiomersale (mertiolato), come conservante. A causa di ciò, il pericolo di possibili effetti collaterali dall'ingestione di composti di mercurio nel corpo viene completamente eliminato, il che rende il farmaco completamente sicuro.

Tuttavia, l'assenza di un conservante - il mertiolato impone rigide condizioni di conservazione per il vaccino. Prima di dissolversi, il liofilizzato viene conservato in luogo freddo o congelato, a una temperatura non inferiore a –70 ° C. Prima di somministrare il vaccino, la polvere viene diluita, questa soluzione deve essere posta in un flacone colorato, poiché il farmaco non è stabile sotto l'influenza della luce solare. La soluzione finita può essere utilizzata solo per 6 ore, a condizione che sia conservata in frigorifero durante questo periodo di tempo. Se la soluzione rimane per 1 ora a una temperatura di 20 ° C, allora perderà le sue proprietà della metà e lo stesso periodo di tempo a 37 ° C - il vaccino diventerà completamente viziato.

Il vaccino contro morbillo-rosolia-parotite è conveniente per la vaccinazione, poiché consente di ridurre il numero di iniezioni e viaggi in clinica. Se un bambino o un adulto ha già avuto un'infezione (ad esempio morbillo, rosolia o parotite), puoi scegliere un vaccino senza un componente che il corpo umano ha già riscontrato. Ma puoi anche ottenere il vaccino contro morbillo-rosolia-parotite - quindi il componente con cui la persona è già stata ammalata verrà semplicemente distrutto dalle cellule immunitarie esistenti. Il vaccino in questo caso non porterà danni, ma aiuterà solo a formare l'immunità ad altre infezioni, i cui componenti contengono un farmaco complesso.

Ho bisogno del vaccino contro il morbillo??

Il vaccino contro il morbillo ha le seguenti proprietà positive: previene le epidemie di infezione, riduce la mortalità e la disabilità e consente anche di limitare la circolazione del virus nella popolazione. La reattività della vaccinazione contro il morbillo è molto bassa, non ci sono praticamente complicazioni. Ad esempio, una complicazione come l'encefalite si verifica in 1 caso su mille malati e in 1 caso su 100.000 vaccinati. Come puoi vedere, il rischio di sviluppare una grave complicazione in caso di vaccinazione contro il morbillo è 100 volte inferiore rispetto alla trasmissione completa dell'infezione.

Si ritiene che le infezioni come il morbillo, la rosolia o la varicella siano migliori per ammalarsi durante l'infanzia, poiché sono meglio tollerate e quindi forniscono l'immunità alla vita. Tuttavia, questa posizione è molto unilaterale e irresponsabile. Quindi, il vaccino fornisce una riduzione significativa del numero di virus circolanti nella popolazione, poiché le persone vaccinate non si ammalano e il microbo non ha semplicemente nessun posto dove vivere e riprodursi. In questo caso, con una politica di immunizzazione attiva, è possibile eliminare il virus del morbillo dalla popolazione umana - quindi la prossima generazione farà completamente tranquillamente senza vaccinazione, come, ad esempio, è uscito con il vaiolo, che non è stato vaccinato dagli anni '80 del 20 ° secolo. Pertanto, l'immunizzazione dei bambini contro il morbillo può aiutare i nipoti, che potrebbero non averne affatto bisogno. Altrimenti, ogni generazione di bambini sarà costretta a soffrire di morbillo e altre infezioni, continuando questo circolo vizioso.

Un neonato ha protezione contro il morbillo per qualche tempo, quindi raramente sono infetti. Se la madre era malata di morbillo o era stata vaccinata contro l'infezione, gli anticorpi nel sangue del bambino rimangono da 6 a 9 mesi, fornendo l'immunità dalla malattia. Tuttavia, questa non è una garanzia, perché con un basso titolo di anticorpi o alta attività del virus, il bambino può ancora contrarre questa pericolosa infezione.

Il morbillo non è affatto innocuo come si pensa comunemente, poiché nell'80% dei casi questa infezione è complicata:

  • otite media;
  • laringite;
  • tracheiti;
  • bronchite;
  • polmonite.

Spesso queste malattie acquisiscono una natura cronica e procedono molto dolorosamente, formando una costante mancanza di ossigeno nel bambino e un focus infiammatorio. Ciò è dovuto al fatto che il virus viola l'immunità locale delle vie aeree del bambino, a seguito della quale qualsiasi infezione batterica può svilupparsi molto facilmente e senza ostacoli. Pertanto, il morbillo aumenta la suscettibilità alle malattie infiammatorie del sistema respiratorio..

A causa di tutti questi fattori, esiste un'opinione obiettiva che un bambino abbia bisogno di un vaccino contro il morbillo. Lo aiuterà a proteggerlo dal rischio di malattie infiammatorie croniche post-morbillo del sistema respiratorio e ridurrà il carico sul sistema immunitario, senza costringerla a combattere con un agente patogeno a tutti gli effetti.

Perché è necessario il vaccino contro il morbillo - video

Vaccino contro il morbillo per adulti

Oggi in Russia, la necessità di vaccinare il morbillo per gli adulti è dovuta a due ragioni principali. In primo luogo, il paese ha una sfavorevole situazione epidemiologica; vi è un gran numero di migranti provenienti da altre regioni che sono portatori di varie infezioni, incluso il morbillo. Pertanto, al fine di attivare l'immunità al morbillo acquisita durante l'infanzia, un'altra dose del vaccino viene somministrata agli adulti di età inferiore ai 35 anni.

In secondo luogo, in diverse regioni della Russia, grazie agli sforzi intrapresi per vaccinare i bambini contro il morbillo, è stato possibile ridurre il numero di casi di 10-15 volte. Il vaccino di solito funziona in modo efficace per 20 anni, dopo i quali è necessaria la rivaccinazione. Tuttavia, quando l'incidenza del morbillo era maggiore, il numero di virus circolanti era maggiore, quindi il sistema immunitario delle persone vaccinate ha riscontrato un microrganismo, ma la persona non ha avuto un'infezione. Durante tale contatto del sistema immunitario della persona vaccinata con il tipo selvaggio di virus, è stata attivata la sua difesa e non è stata necessaria la rivaccinazione. E quando non c'è contatto con il virus del morbillo selvaggio, il sistema immunitario ha bisogno di una dose aggiuntiva del vaccino per mantenere l'immunità alle infezioni. Ecco perché gli esperti nel campo dell'epidemiologia e della medicina sono giunti alla conclusione sulla necessità della vaccinazione contro il morbillo negli adulti di età inferiore ai 35 anni.

Gli adulti possono rifiutare le vaccinazioni, spiegando come segue: "Mi ammalerò, bene, okay, non sono più un bambino - sopravviverò in qualche modo". Tuttavia, ricorda che ci sono bambini intorno a te, persone anziane per le quali puoi diventare una fonte di infezione. Inoltre, le complicanze del morbillo negli adulti sono piuttosto pericolose, poiché possono essere glomerulonefrite, miocardite e congiuntivite con danni alla cornea dell'occhio, perdita dell'udito (sordità). Pertanto, come persona responsabile e matura, è necessario vaccinarsi contro questa infezione in età adulta. Inoltre, il vaccino contro il morbillo è necessario per tutti gli adulti che entrano in contatto con una persona malata. E poiché oggi quasi tutti i bambini sono vaccinati, il virus provoca una malattia negli adulti che non sono stati vaccinati o non hanno avuto un'infezione.

Vaccinazione contro il morbillo

I bambini hanno bisogno di un vaccino contro il morbillo perché questa infezione può causare gravi complicazioni neurologiche o persino la morte. Ad oggi, un vaccino contro il morbillo deve essere somministrato non prima dei 9 mesi di età. Ciò è dovuto a due circostanze - in primo luogo, gli anticorpi materni proteggono il bambino fino a 6 - 9 mesi e, in secondo luogo, a sei mesi, il sistema immunitario del bambino non è ancora in grado di rispondere adeguatamente all'introduzione del vaccino contro il morbillo e forma l'immunità - cioè, il vaccino sarà semplicemente inutile.

L'introduzione della vaccinazione contro il morbillo nei neonati di 9 mesi porta alla formazione dell'immunità nell'85 - 90% dei vaccinati. Ciò significa che nel 10-15% dei bambini dopo la vaccinazione a 9 mesi di età non si forma l'immunità ed è necessaria una seconda dose del farmaco. Quando si vaccinano i bambini all'età di 1 anno, l'immunità si forma nel 100% dei bambini. Pertanto, l'Organizzazione mondiale della sanità considera l'età di un bambino di età il momento migliore per la vaccinazione contro il morbillo..

Tuttavia, i paesi in cui la situazione epidemiologica del morbillo è sfavorevole sono costretti a somministrare il vaccino ai bambini il più presto possibile, cioè dall'età di 9 mesi. La conseguenza di questa tattica è la presenza del 10-15% dei bambini che non hanno ricevuto protezione dalle infezioni dopo una singola dose del farmaco. A questo proposito, nei paesi che introducono il vaccino contro il morbillo a 9 mesi, vengono nuovamente immunizzati a 15-18 mesi in modo che tutti i bambini possano sviluppare l'immunità alle infezioni. Questa tattica ha mostrato una buona efficienza ed efficacia..

In Russia, la situazione epidemiologica non è così deplorevole, pertanto la vaccinazione contro il morbillo può essere somministrata a bambini di età pari a 1 anno. È a questa età che la vaccinazione è prevista nel calendario nazionale delle vaccinazioni. Per prevenire possibili epidemie dell'epidemia nei gruppi di bambini, viene introdotta una seconda dose del vaccino per attivare l'immunità all'età di 6 anni, prima che il bambino entri a scuola. Questa tattica della profilassi del morbillo ha permesso di eliminare completamente i focolai di infezione nelle scuole, quindi oggi è quasi impossibile osservare una situazione in cui l'intera classe è in congedo per malattia con la stessa diagnosi. E 10 anni fa questa situazione era abbastanza tipica per le città russe.

Vaccino contro il morbillo all'anno

L'introduzione del vaccino contro il morbillo all'anno è dovuta a tre fattori principali:
1. A questa età, gli anticorpi protettivi materni del bambino che vengono trasmessi attraverso la placenta scompaiono completamente.
2. È l'età di 1 anno che è ottimale per l'immunizzazione contro il morbillo, poiché l'immunità si forma in quasi il 100% dei bambini.
3. I bambini di età inferiore a 5 anni sono molto sensibili al morbillo, spesso si ammalano e soffrono di un'infezione con complicazioni successive.

Pertanto, al fine di prevenire l'infezione da morbillo nelle categorie vulnerabili di bambini di età compresa tra 1 e 5 anni, è necessario vaccinare il prima possibile. Dopo la vaccinazione a 1 anno, il bambino riceve l'immunità, che lo protegge in modo affidabile dalle infezioni. Il vaccino contro il morbillo da parte di bambini di un anno è facilmente tollerato, causando raramente reazioni che si verificano da 5 a 15 giorni dopo l'iniezione e passano molto rapidamente.

Nei bambini, il morbillo è pericoloso per le sue complicanze del sistema nervoso, principalmente la formazione di encefalite e meningite, nonché danni ai polmoni sotto forma di grave polmonite. Queste complicanze del morbillo sono state osservate in 1 bambino su 1000 infetti. Un vaccino può provocare complicazioni sotto forma di danno al sistema nervoso in 1 bambino su 100.000 bambini vaccinati.

Con l'invecchiamento del bambino, con il morbillo, il rischio di sviluppare complicanze dal sistema nervoso diminuisce, ma aumenta il rischio di altre condizioni, ad esempio miocardite, pielonefrite, neurite ottica e del nervo uditivo, che può causare un grave deterioramento della salute e una riduzione significativa della qualità della vita.

Quanti colpi di morbillo sono necessari?

Il numero di vaccini contro il morbillo dipende dall'età della prima vaccinazione. Quindi, se il primo vaccino è stato somministrato a un bambino di 9 mesi, la vaccinazione totale sarà di 4 - 5: il primo a 9 mesi, poi a 15-18 mesi, a 6 anni, a 15 - 17 anni e a 30 anni. Se il primo vaccino contro il morbillo è stato somministrato a 1 anno, la vaccinazione totale sarà 3-4, cioè il primo all'anno, quindi a 6 anni, a 15-17 anni e a 30 anni.

Se il bambino non è stato vaccinato contro il morbillo all'anno, gli viene somministrata una dose il più presto possibile (ad esempio, a due, tre o quattro anni). Dopo questa vaccinazione, la prossima routine viene posta a sei anni, prima di entrare a scuola.

Se un adulto o un bambino di età superiore a 6 anni viene vaccinato per la prima volta, vengono somministrate due dosi del farmaco, con un intervallo tra loro di almeno 1 mese. L'intervallo ottimale in questa situazione tra la prima e la seconda dose del vaccino è di sei mesi.

Età dell'immunizzazione (calendario delle vaccinazioni)

Secondo il calendario nazionale delle vaccinazioni, la vaccinazione contro il morbillo viene effettuata all'età di:

  • 1 anno;
  • 6 anni;
  • 15-17 anni.

Se la madre non ha immunità contro il morbillo (la donna non era malata e non era stata vaccinata), il programma per immunizzare il suo bambino è il seguente:
  • 9 mesi;
  • 15-18 mesi;
  • 6 anni;
  • 15-17 anni.

Se un bambino di età inferiore a 6 anni non ha ricevuto un vaccino contro il morbillo, secondo il calendario del calendario nazionale, la vaccinazione viene effettuata il prima possibile. In questo caso, il secondo vaccino viene somministrato secondo il programma - a 6 anni, ma in modo che passino almeno sei mesi tra le due dosi. Avanti - di nuovo nei tempi previsti: a 15 - 17 anni.

Se un bambino di età superiore a 6 anni non è stato vaccinato contro il morbillo, vengono somministrati due vaccini con un intervallo di sei mesi, non appena se ne presenti l'occasione. La prossima vaccinazione nei tempi previsti - a 15 - 17 anni.

Dove ottenere il vaccino contro il morbillo?

Il vaccino contro il morbillo può essere consegnato nella stanza di vaccinazione della clinica nel luogo di residenza o di lavoro. In questo caso, è necessario scoprire in quali giorni viene effettuata l'immunizzazione del morbillo, se necessario, iscriversi e venire a prendere il vaccino. Oltre alla clinica municipale, il vaccino può essere consegnato presso speciali centri di vaccinazione o cliniche private accreditate per queste procedure mediche. In presenza di allergie o altre malattie somatiche, il vaccino contro il morbillo può essere somministrato in reparti di immunologia specializzati negli ospedali multidisciplinari..

I centri di vaccinazione privati ​​forniscono un servizio di vaccinazione a domicilio quando arriva una squadra speciale, valuta le condizioni della persona, decide se somministrare o meno il farmaco. Questo metodo di immunizzazione riduce al minimo il rischio di prendere un raffreddore o ottenere l'influenza a causa di essere nei corridoi della clinica.

Dove viene iniettato il vaccino??

Il vaccino contro il morbillo viene somministrato per via sottocutanea o intramuscolare. I luoghi più preferiti per la somministrazione di farmaci sono la parte esterna della spalla al confine del terzo medio e superiore, la coscia o la regione sottoscapolare. I bambini vengono vaccinati ogni anno nella coscia o nella spalla ea 6 anni - sotto la scapola o la spalla. La scelta del sito di iniezione è determinata dallo sviluppo dello strato muscolare e del tessuto sottocutaneo nel bambino. Se non c'è abbastanza muscolo sulla spalla e molto tessuto adiposo, l'iniezione viene eseguita nella coscia.

Il vaccino non deve entrare nella pelle, poiché in questo caso si formerà un sigillo e il farmaco entrerà lentamente nel flusso sanguigno, a seguito del quale la manipolazione potrebbe essere completamente inefficace. Anche l'iniezione nel gluteo dovrebbe essere esclusa, poiché lo strato di grasso è fortemente sviluppato qui e la pelle è abbastanza spessa, il che crea difficoltà per la corretta somministrazione del vaccino.

Azione vaccinale

La vaccinazione contro il morbillo fornisce a una persona l'immunità per un periodo di tempo sufficientemente lungo - una media di 20 anni. Oggi, gli studi hanno rivelato l'immunità attiva contro il morbillo e nelle persone vaccinate fino a 36 anni fa. In relazione alla durata del vaccino, molte persone potrebbero chiedere: "Perché la rivaccinazione del morbillo per un bambino di 6 anni, quando sono passati solo 5 anni dalla prima vaccinazione?" Questa necessità è dovuta al fatto che dopo il primo vaccino contro il morbillo in 1 anno, l'immunità si forma nel 96-98% dei bambini e il 2-4% rimane senza una protezione affidabile. Pertanto, la seconda mira a garantire che i bambini che non hanno affatto formulato immunità o che siano indeboliti possano ricevere una protezione affidabile contro le infezioni prima di iniziare la scuola.

La terza immunizzazione all'età di 15-17 anni viene effettuata con un farmaco complesso contro la parotite-morbillo-rosolia. A questa età, è molto importante rivaccinare ragazzi e ragazze per la parotite e la rosolia, che possono influire negativamente sulla capacità di sopportare i bambini e la componente del morbillo è semplicemente aggiuntiva, stimolando il mantenimento e la conservazione dell'immunità esistente alle infezioni.

Morbillo dopo la vaccinazione

Il vaccino contro il morbillo contiene virus vivi, ma molto attenuati che non sono in grado di causare un'infezione completa. Tuttavia, dopo l'iniezione possono verificarsi reazioni ritardate simili ai sintomi del morbillo. Queste reazioni al vaccino si sviluppano da 5 a 15 giorni dopo la vaccinazione, procedono facilmente e passano da sole, senza alcun trattamento. Sono queste le reazioni che le persone prendono per il morbillo causato dalla vaccinazione..

Tuttavia, potrebbe verificarsi un'altra situazione. La vaccinazione non può portare alla formazione di immunità, quindi un bambino o un adulto a contatto con il virus è facilmente infetto e malato. Se i sintomi simili al morbillo si sviluppano tra 5 e 15 giorni dopo l'iniezione, questa è una reazione al vaccino. Se si osservano sintomi del morbillo in qualsiasi altro momento, questa è un'infezione completa associata al fallimento dell'immunità vaccinale.

Dopo il vaccino contro il morbillo

Poiché la vaccinazione contro il morbillo è una manipolazione volta a indurre una risposta attiva del sistema immunitario al fine di formare l'immunità alle infezioni, non sorprende che possa provocare lo sviluppo di varie reazioni da parte del corpo. Il primo giorno dopo l'iniezione del farmaco, la temperatura può aumentare leggermente, possono comparire un sigillo e lieve indolenzimento nel sito di iniezione. Questi sintomi scompaiono da soli e rapidamente..

Esistono anche alcune reazioni ritardate che si verificano da 5 a 15 giorni dopo l'iniezione. Queste reazioni sono una variante della norma e non indicano una patologia o una malattia dovuta alla vaccinazione. Le reazioni si formano spesso sulla prima dose del farmaco e la seconda e le successive causano conseguenze molto meno frequentemente.

Risposta al vaccino

Molte persone considerano le reazioni di vaccinazione naturali le conseguenze della vaccinazione. Puoi chiamare questi fenomeni come preferisci: la cosa principale da ricordare è che questa non è una patologia, ma una normale reazione del corpo umano, a causa delle sue caratteristiche individuali. Considera la risposta principale al vaccino contro il morbillo.

Febbre. La temperatura può essere osservata il primo giorno dopo la vaccinazione e 5-15 giorni. L'aumento della temperatura in alcune persone è insignificante, e in altri, al contrario, fino a una febbre di 40 ° C. La reazione di temperatura dura da 1 a 4 giorni. Poiché la temperatura non aiuta la formazione dell'immunità dopo la vaccinazione, deve essere abbassata con preparazioni di paracetamolo o ibuprofene. Le alte temperature possono causare crampi, specialmente nei bambini..
Il vaccino contro morbillo-rosolia-parotite è un'eruzione cutanea. Una varietà di piccole eruzioni papulari di colore rosa sono state osservate in circa il 2% di quelle vaccinate nei giorni 5-15 dopo la vaccinazione. L'eruzione cutanea può coprire tutto il corpo o può essere solo in luoghi separati, molto spesso dietro le orecchie, sul collo, sul viso, sui glutei, sulle mani. L'eruzione cutanea scompare da sola e non richiede trattamento. Se il bambino è soggetto a reazioni allergiche, può formarsi un'eruzione cutanea il primo giorno dopo l'iniezione.

Gli effetti collaterali della vaccinazione contro il morbillo si verificano con la stessa frequenza con l'introduzione di vaccini monovalenti e multivalenti. L'esperienza con i vaccini contro il morbillo e gli studi hanno dimostrato che non esiste alcuna relazione tra vaccini, autismo, sindrome di Guillain-Barré e infiammazione intestinale. Inoltre, la vaccinazione non aumenta il rischio di successivo sviluppo della patologia del sistema nervoso. Gli effetti collaterali, oltre alla febbre e all'eruzione cutanea, includono tosse, rinite e linfonodi ingrossati.

complicazioni

Le complicanze della vaccinazione contro il morbillo comprendono le seguenti condizioni, che si formano a causa dell'esposizione al vaccino:

  • manifestazioni allergiche gravi (shock anafilattico, orticaria, esacerbazione delle allergie esistenti);
  • crampi su uno sfondo di alta temperatura;
  • encefalite e panencefalite;
  • polmonite;
  • diminuzione della conta piastrinica nel sangue;
  • dolore all'addome;
  • glomerulonefrite;
  • miocardite;
  • shock tossico.

Le allergie sono associate alla presenza di antibiotici nel vaccino - Neomicina o Kanamicina e frammenti di albume (quaglia o pollo). Le convulsioni sono un riflesso dell'alta temperatura, non l'effetto dei componenti del vaccino. Una grave complicazione della vaccinazione è l'encefalite, che si sviluppa in 1 su 1.000.000 di vaccinati. Va ricordato che l'encefalite è anche una complicazione del morbillo stesso, che si sviluppa in 1 su 2000 pazienti. Il dolore addominale spesso non è direttamente correlato al vaccino, ma è dovuto all'attivazione di malattie croniche esistenti. La polmonite si forma a causa dell'ingresso di batteri dal tratto respiratorio superiore nei polmoni. Una diminuzione della conta piastrinica è una reazione fisiologica che è asintomatica e non fa male..

La complicazione sotto forma di shock tossico è speciale, poiché questa condizione è causata dalla contaminazione del preparato vaccinale con microrganismi - stafilococchi.

Vaccino contro il morbillo - controindicazioni

Ci sono controindicazioni temporanee e permanenti.

Le controindicazioni temporanee includono:

  • periodo acuto di qualsiasi malattia ed esacerbazione della patologia cronica;
  • gravidanza;
  • tubercolosi;
  • somministrazione di emoderivati ​​o immunoglobuline.

Dopo il parto e il recupero, può essere somministrata la vaccinazione contro il morbillo. Dopo la somministrazione di prodotti sanguigni, la vaccinazione può essere effettuata in un mese.

Le seguenti condizioni sono controindicazioni permanenti:

  • allergia agli antibiotici aminoglicosidici (Neomicina, Kanamicina, Gentamicina, ecc.);
  • allergia alle proteine ​​delle uova di gallina e di quaglia;
  • tumori;
  • grave reazione alla precedente somministrazione del vaccino.

In presenza di queste condizioni, la vaccinazione contro il morbillo non deve essere somministrata..

Importare il vaccino contro morbillo-rosolia-parotite

La principale differenza tra i vaccini importati e quelli domestici è la presenza di proteine ​​delle uova di gallina, poiché questo substrato viene utilizzato per far crescere particelle virali. Nei vaccini russi sono presenti proteine ​​dell'uovo di quaglia. Esistono vaccini complessi di morbillo-rosolia-parotite importati - MMR-II (US-Dutch), Prioriks (belga) e Hervevax (inglese). Esiste anche un vaccino contro il morbillo monovalente - Ruvax (francese).

Il vaccino importato contro morbillo-rosolia-parotite consente una vaccinazione di strass contro tre infezioni. E le droghe domestiche, di regola, vengono somministrate sotto forma di due iniezioni - una droga di morbillo-rosolia e la seconda - parotite. In questo senso, un vaccino importato è più conveniente, poiché comporta solo un'iniezione, non due. Le reazioni dopo la vaccinazione con vaccini domestici e importati sono osservate esattamente nello stesso numero di casi.

Autore: Nasedkina A.K. Specialista in ricerca biomedica.

Up