logo

Il primo trimestre di gravidanza è il periodo più responsabile ed eccitante della vita della futura madre. Una sensazione indimenticabile quando ti rendi conto che una nuova vita è sorta in te. Naturalmente, è consigliabile pianificare una gravidanza e prepararsi in anticipo. Il destino di una piccola creatura, il suo futuro stato di salute e solo da cosa dipenderà, dipende dallo stile di vita e dal comportamento della mamma nel suo insieme.

Oltre alle emozioni positive, ci sono rischi nel primo trimestre di gravidanza. In questo periodo, si formano tutti gli organi e i sistemi del corpo del nascituro. Qualsiasi fallimento minaccia che il feto possa morire o nascere con malformazioni congenite.

Il primo trimestre di gravidanza secondo il calendario ostetrico dura fino a dodici settimane. Se il calcolo si basa sul calendario lunare, saranno tre mesi lunari. Oltre alle caratteristiche del trattamento delle malattie comuni nel primo trimestre di gravidanza, ci sono rischi più complessi di cui dovresti essere a conoscenza.

Le settimane più pericolose della gravidanza nel primo trimestre

Il primo trimestre di gravidanza è il momento più pericoloso, che richiede grande attenzione e cautela, mentre esiste la maggiore probabilità di un aborto o di un aborto..

Il primo dei periodi critici a cadere per 2-3 settimane di attesa del bambino. È allora che la cellula fecondata entra nell'utero.

In questo momento minimo, una donna potrebbe non sapere di essere incinta. Un aborto spontaneo in questo momento può verificarsi spontaneamente e passare sotto forma di mestruazioni.

Le cause di un aborto all'inizio del primo trimestre (da 2 a 3 settimane) possono essere:

  • Forte stress emotivo.
  • Lavoro fisico.
  • Sviluppo fetale difettoso.
  • miomi.
  • Le conseguenze dell'intervento chirurgico.
  • Processi infiammatori.

Il secondo periodo critico del primo trimestre cade su 4-6 settimane di sviluppo del bambino. È allora che si formano malformazioni incurabili nello sviluppo del bambino, che portano alla morte nell'utero. Nella pratica medica, si tratta di casi frequenti in cui la gravidanza è stata interrotta proprio per questo motivo.

Il terzo stadio si verifica in 8-12 settimane. In questo momento, la placenta si sta attivamente sviluppando e qualsiasi fattore negativo può influenzare e interrompere il suo sviluppo, il che porterà successivamente a una gravidanza congelata.

Sintomi di una gravidanza mancata nel primo trimestre

L'incapacità di sopportare un bambino sano durante la gravidanza è chiamata patologia. Abbastanza spesso, ciò si verifica immediatamente dal concepimento fino a un massimo di sei mesi. I medici consigliano vivamente di registrarsi con un ginecologo nelle prime fasi. La minaccia sta nel fatto che un feto che ha smesso di svilupparsi potrebbe non farsi sentire per molto tempo.

Segni che devono essere attenti:

  • Indebolimento del corpo.
  • Alta temperatura corporea.
  • Brividi.
  • Scarico dubbio con una miscela di sangue.
  • Cessazione della tossicosi.
  • Dolore dell'addome.
  • L'aumento del seno si ferma.
  • Quando si subisce un ultrasuono, non c'è battito cardiaco udibile nel feto.

Cause di una gravidanza congelata nel primo trimestre di gravidanza:

  • Fallimento della genetica - Mancata corrispondenza del cromosoma genitore.
  • Sviluppo ormonale nel feto: mancanza di progesterone e presenza di molti ormoni maschili androgeni.
  • Infezioni di vario tipo: l'immunità della gestante si indebolisce e il feto viene infettato da qualsiasi infezione.
  • Cattiva coagulazione del sangue.
  • Stile di vita sbagliato e inattivo, malnutrizione, mancanza di passeggiate all'aria aperta.

Distacco placentare

Oggi, uno dei problemi comuni. Nel primo trimestre, la malattia è guarita e, dopo aver preso tutte le precauzioni necessarie, non influenzerà la gravidanza. Al paziente vengono prescritti riposo a letto, antispasmodici, medicinali contenenti ferro e farmaci emostatici.

Il motivo principale del distacco del corion o della placenta è la contrazione dell'utero, poiché non ci sono fibre muscolari nella placenta e non ha la capacità di contrarsi.

Il secondo motivo è la cattiva circolazione sanguigna e la produzione ormonale insufficiente..

Con questa patologia, pur mantenendo la gravidanza, è probabile che il parto venga eseguito per taglio cesareo.

Cause di aborto spontaneo

Nelle prime fasi della gravidanza, un evento frequente è la minaccia di interruzione della gravidanza, che, se l'atteggiamento nei confronti della propria situazione è inappropriato, può provocare aborto spontaneo.

In quel momento in cui tutti i pensieri della futura mamma sono occupati dal nascituro, la scelta degli abiti per lui, il passeggino, la discussione sul nome, questo evento può colpire come un tuono da un cielo limpido. Secondo le statistiche, gli aborti spontanei si verificano più spesso nelle fasi iniziali della gravidanza - fino a tre mesi. In termini medici, questo processo ha un altro nome: l'aborto spontaneo, che nel 20% delle donne termina tragicamente. Ma, fortunatamente, la gravidanza può spesso essere salvata, l'importante è consultare un medico in tempo per chiedere aiuto.

I sintomi di un aborto spontaneo nel primo trimestre di gravidanza sono dolori all'addome inferiore e conseguente sanguinamento. Se presti attenzione a questi segni nel tempo, c'è la probabilità che la gravidanza continui. Ma solo con l'appello obbligatorio a un'istituzione medica.

Al fine di prevenire l'interruzione, è necessario conoscere tutti i possibili segni e cause di un aborto, in base al quale si verifica:

  • Genetica disturbata nel feto: si verificano oltre il 70% degli aborti. Secondo i risultati degli studi, fattori esterni (malattie virali, effetti di radiazione, ecc.) Influenzano le cellule dei genitori..
  • Cambiamenti ormonali: l'equilibrio degli ormoni nel corpo della madre è disturbato o la presenza di maschi nel feto porta ad un aborto spontaneo.
  • Fattore Rhesus negativo: il fattore madre spinge l'embrione concepito dal Rhesus positivo del secondo genitore. È possibile salvare la gravidanza se si ricorre all'aiuto dei medici in tempo.
  • Le infezioni a trasmissione sessuale diventano la ragione successiva per l'aborto. Il trattamento per loro deve essere effettuato prima della gravidanza.
  • Infezioni e infiammazioni generali (febbre, intossicazione). La rosolia, l'influenza, la polmonite sono diventati i leader nell'elenco delle malattie. Anche a volte mal di gola innocuo o tosse grave durante la gravidanza possono portare a tristi conseguenze.
  • Medicinali e tinture di erbe, il cui uso è vietato per le donne in gravidanza - influenzano negativamente lo sviluppo del futuro bambino.
  • Condizioni stressanti: una forte paura e un esaurimento nervoso possono influenzare negativamente un bambino non ancora nato.
  • Cattive abitudini: dipendenza da fumo e alcol, assunzione di droghe, diete malsane, bere caffè causano anche un aborto spontaneo.
  • Cadere o sollevare pesi senza successo: non influiscono spesso, ma possono provocare un processo abortivo, specialmente nelle donne che non sono abituate al lavoro fisico.

Quali metodi possono causare l'ovulazione descritti nella pagina.

Suggerimenti per la conservazione della gravidanza

Molte madri sono molto preoccupate per la domanda su come mantenere la gravidanza e dare alla luce un bambino sano e tanto atteso.

Ci sono molte risposte e suggerimenti pratici a questa domanda, e per evitare complicazioni nel primo trimestre, è necessario:

  • Escludere attività fisica.
  • Stai calmo.
  • Non vaporizzare in un bagno o vasca calda.
  • Non bere alcolici, eliminare le cattive abitudini.
  • Fai frequenti passeggiate all'aria aperta.
  • Dormi almeno 8 ore.
  • Mangia in modo corretto e completo.

L'obiettivo principale che una donna incinta dovrebbe avere è quello di dare alla luce un bambino sano e forte. Pertanto, non è necessario affrontare tutti i problemi familiari, è meglio spostarli sulle spalle dei propri cari. Dopotutto, il bambino dovrebbe essere tanto atteso da tutti e prendersi cura di lui, anche se non ancora nato, questa è la responsabilità di ogni membro della famiglia.

Periodi pericolosi di gravidanza

I periodi e le settimane più pericolosi di gravidanza

Quali sono i periodi più pericolosi di gravidanza, come minacciano e come comportarsi correttamente in una determinata situazione in un determinato momento? In questi periodi, i medici comprendono settimane di gestazione, quando la probabilità di aborto spontaneo o parto prematuro è massima. Ci sono settimane comuni a tutte le future mamme e individualmente per ognuna.

I periodi più pericolosi di gravidanza sono 4, 8, 12 settimane, cioè parte del primo trimestre. Queste sono le settimane in cui dovrebbero iniziare le mestruazioni, se non per la gravidanza. In queste settimane, il corio o il distacco di uovo fetale si verificano più spesso nelle donne. Questa patologia si manifesta tirando i dolori nell'addome inferiore e (o) sanguinando dal tratto genitale. Il trattamento consiste nell'assunzione di farmaci antispasmodici e progesterone - Dufaston per via orale o Utrozhestan per via vaginale. È importante che il distacco non si allarghi e che l'embrione mantenga un battito cardiaco ritmato. Il trattamento della minaccia di aborto spontaneo viene effettuato in ospedale. Cosa è pericoloso nelle prime fasi della gravidanza in questo caso? Naturalmente, fare sesso, in un modo o nell'altro, provoca ipertonicità uterina. In caso di distacco della placenta con sanguinamento, alle donne viene prescritto riposo a letto.

Le settimane pericolose di gravidanza potrebbero essere più lunghe. Quindi, spesso si osserva anche lo spotting durante il secondo trimestre di gravidanza, se il corion (placenta) si sovrappone alla faringe interna (cervice) o si trova molto in basso.

Non c'è modo di curare una presentazione o una posizione bassa della placenta. Ma c'è speranza che lei, insieme all'utero, salirà più in alto. La probabilità di un esito così favorevole è particolarmente elevata se la placenta si trova sulla parete anteriore dell'utero. Ma nel frattempo, è basso, a una donna viene raccomandato il riposo sessuale. Con l'attività fisica, devi anche stare attento. E in caso di sanguinamento, consultare immediatamente un medico o chiamare immediatamente un'ambulanza.

I periodi più pericolosi di gravidanza in termini di aborto tardivo sono 16-22 settimane. In alcune donne, la lunghezza della cervice inizia a diminuire drasticamente durante questo periodo e la faringe interna si apre. Questa patologia è chiamata insufficienza istmico-cervicale. Può essere dovuto a vari motivi, sia ormonali che meccanici, associati a lesioni della cervice che sono state ricevute prima della gravidanza, ad esempio a seguito dell'apertura della cervice durante l'aborto.

E soprattutto spesso, l'insufficienza istmo-cervicale viene diagnosticata nelle donne che portano due o tre feti. Apparentemente, a causa del grande carico sulla zona del collo. Durante la gravidanza gemellare, i periodi pericolosi sono di particolare importanza per il medico. Tali future madri hanno generalmente maggiori probabilità di avere un'ecografia con una misurazione della lunghezza della cervice. E se il collo è corto e l'età gestazionale è relativamente breve, i punti vengono posizionati su di esso. E in altri casi, un anello pessario viene messo sulla cervice.

La cosiddetta ipertonicità uterina, caratterizzata non solo dall'utero pietroso, ma anche da sensazioni dolorose, può portare all'apertura della cervice e talvolta allo scarico di liquido amniotico. L'ipertonicità viene diagnosticata in diverse fasi della gravidanza, ma più spesso a 16-20 settimane. E questo termine è considerato da molti medici un aspetto critico, poiché in caso di nascita un bambino del genere non può essere salvato. E le donne in questo periodo finiscono spesso in ospedale. Lì mettono contagocce con magnesia, fanno iniezioni "No-shpa" e "Papaverina". Sebbene in realtà l'ipertonicità comporti alcuni rischi solo nel caso di una cervice corta o ammorbidita. E per la rimozione dell'ipertensione ci sono vari metodi non farmacologici.

Dopo periodi di gravidanza eco-pericolosi sono più o meno gli stessi. Ma le future mamme non dovrebbero aspettare con cautela queste settimane. Devi cercare di goderti la gravidanza, non cercare problemi inesistenti e non provare le situazioni altrui. Quindi l'ipertonicità si disturberà meno spesso. Dopotutto, tutte le malattie dei nervi, come si suol dire. E in relazione alle donne in gravidanza, questa affermazione è particolarmente rilevante..

Le settimane più pericolose durante la gravidanza

La gravidanza è un momento indimenticabile nella vita di ogni donna. Segnalare l'inizio della gravidanza è, ovviamente, una buona notizia. Ma allo stesso tempo, ogni donna capisce che ora vale la pena apportare modifiche nella sua vita quotidiana. Dopotutto, ora è responsabile non solo della sua salute, ma anche della salute del futuro bambino. Nel ritmo moderno della vita, ci sono molti fattori potenzialmente pericolosi per una donna incinta: scarsa ecologia, cattiva alimentazione, attività fisica forzata. Le malattie croniche e persino lo stress possono provocare un aborto spontaneo. In ogni trimestre, i medici distinguono i periodi critici in cui ogni gestante dovrebbe essere particolarmente attenta alla salute. Considera ciascuno di essi.

Settimane pericolose del primo trimestre

Si ritiene che i primi tre mesi di gravidanza siano i più pericolosi, poiché la minaccia di aborto spontaneo è tre volte superiore nel primo trimestre. Durante questo periodo, si formano gli organi del futuro bambino. Naturalmente, un processo così importante per una donna non può passare inosservato. È caratterizzato da nausea, letargia, affaticamento e minzione frequente in una donna incinta. Si distinguono tre periodi critici..

Il primo è dal 14 ° al 21 ° giorno di gravidanza, quando la futura madre potrebbe non sapere di trovarsi in una posizione "interessante". In questo momento, l'ovulo fecondato invade la mucosa della parete uterina.

Questo periodo può presentare scostamenti se esiste uno dei seguenti fattori:

  • Nella struttura dell'utero, ci sono anomalie o cicatrici dopo le operazioni (dopo taglio cesareo);
  • L'embrione ha anomalie genetiche e cromosomiche;
  • Una donna incinta è stressata;
  • Malattie infettive e virali nella madre;
  • Fumare e bere.

Sotto l'influenza di questi fattori, può verificarsi un aborto spontaneo, che si manifesterà come sanguinamento simile alle mestruazioni.

Nel periodo da 4 a 6 settimane, ha luogo la deposizione degli organi vitali dell'embrione. Molti fattori possono influenzare la formazione di organi embrionali, motivo per cui alcuni medici definiscono questo periodo anche critico.

Dall'ottava alla dodicesima settimana di gravidanza, si verifica la crescita e lo sviluppo del "baby place", la placenta. Nel corpo di alcune donne, si verifica un'ondata ormonale, che può portare a uno sviluppo anormale della placenta e, di conseguenza (nel 75% dei casi), a un aborto o a una gravidanza persa.

In questo momento, non dovresti assumere antibiotici, ormoni, antidepressivi. Anche la ricezione di alcune erbe è indesiderabile, come consolida maggiore, fieno, ginepro, farfara, ecc. Si raccomanda di prestare attenzione alla microflora intestinale e dormire a sufficienza. Non è consigliabile essere sotto i raggi cocenti del sole.

Secondo le statistiche, il 25% di tutte le uova fecondate vive per circa 4 settimane e muore senza penetrare nella mucosa uterina. In questo momento, le donne non possono nemmeno sospettare che si sia verificato il concepimento.

Secondo trimestre: cosa temere

Il secondo semestre è il periodo da 13 a 24 settimane di gravidanza. Questa è la "media d'oro" quando si manifestano tossicosi, nausea e mal di testa, educazione fisica per le donne in gravidanza, passeggiate all'aria aperta.

La ristrutturazione ormonale nel corpo continua, spesso è caratterizzata da perdite vaginali. Il rischio di infezioni aumenta. Pertanto, eventuali cambiamenti nelle secrezioni richiedono un'attenzione vigile in questo trimestre: densità, colore, odore, bruciore.

Il corpo femminile è suscettibile al raffreddore durante la gravidanza, ma a 15-16 settimane un raffreddore può influenzare la formazione del tessuto osseo nell'embrione e a 19-20 settimane di gravidanza può influenzare la formazione di un uovo in una futura ragazza.

Il calendario delle gravidanze è noto a tutte le future mamme, ma lontano da tutti sanno a quali settimane prestare particolare attenzione.

Tuttavia, il periodo critico nel secondo trimestre di gravidanza è di 18-22 settimane. In questo momento, l'utero sta attivamente crescendo, manifestato da fenomeni spiacevoli come bruciore di stomaco, costipazione e mal di schiena. Esiste il rischio di interruzione anticipata della gravidanza per i seguenti motivi:

  • malattia infettiva della gestante;
  • indebolimento della cervice;
  • posizionamento improprio della placenta.

Riassumendo, nel secondo trimestre, occorre prestare particolare attenzione alle secrezioni ed è necessario trattare le infezioni sotto la supervisione di un medico.

I pericoli del terzo trimestre

Nel terzo trimestre di gravidanza, la maggior parte delle donne sperimenta un aumento della stanchezza, appare mancanza di respiro, dormono male. I principali pericoli che attendono una donna durante questo periodo di gravidanza sono associati alla nascita prematura. Il periodo critico nel terzo trimestre va dalle 28 alle 32 settimane di gestazione. In questo momento, il rischio di parto pretermine aumenta significativamente per i seguenti motivi:

  • disturbi ormonali;
  • invecchiamento precoce e distacco della placenta;
  • gestosi tardiva;
  • insufficienza placentare.

I segni tipici che la gravidanza è a rischio sono dolore doloroso e crescente nell'addome inferiore, febbre, comparsa di secrezione sanguinolenta.

Quindi, come abbiamo già deciso, ci sono settimane "critiche" in ogni trimestre di gravidanza. Nel primo - questa è la probabilità di sviluppare difetti nel feto e la minaccia di aborto spontaneo. Il secondo è il rischio di sviluppare infezioni vaginali e parto prematuro. Nel terzo - la nascita di un bambino prematuro. Al fine di evitare complicazioni per la salute e per la salute del bambino, è necessario essere registrati al più presto alla clinica prenatale e seguire le istruzioni dei medici. Sii attento a te stesso, perché non solo la tua salute dipende da te, ma anche la salute del tuo bambino non ancora nato!

Tempo pericoloso durante la gravidanza

Soddisfare:

I periodi critici della gravidanza sono il momento più pericoloso quando si porta un bambino, quando il rischio di aborto spontaneo aumenta significativamente sotto l'influenza di vari fattori negativi.

In termini di minaccia di aborti spontanei e una gravidanza non sviluppata, il primo trimestre è considerato il più pericoloso, perché in questo momento tutti gli organi e i sistemi del bambino sono posati e formati, e manca ancora una barriera emoplastica completa che può contenere almeno una parte delle sostanze pericolose.

Periodi pericolosi durante la gravidanza:

  1. 2-3 settimane;
  2. 4-6 settimane;
  3. 8-12 settimane;
  4. 18-22 settimane;
  5. 28-32 settimane.

Primo periodo critico

A 2-3 settimane, si verifica un periodo di impianto durante il quale l'ovulo fecondato inizia a invadere la parete uterina. In questo momento, la donna non è ancora a conoscenza del concepimento, quindi l'aborto spontaneo rimane sconosciuto e, in una certa misura, il più favorevole in termini psicologici.

Le principali cause di compromissione dell'impianto dell'embrione:

  1. Forte stress emotivo;
  2. Intenso sforzo fisico;
  3. Anomalie nello sviluppo dell'embrione;
  4. Fibromi uterini;
  5. Cicatrice sull'utero dopo l'intervento chirurgico;
  6. Endometrio difettoso dopo malattie infiammatorie e curettage dell'utero;
  7. Anomalie nella struttura dell'utero.

Il secondo periodo critico

Importante Il secondo momento pericoloso durante la gravidanza è di 4-6 settimane. Questo periodo è pericoloso non solo in termini di interruzione, ma anche nella formazione di gravi malformazioni del feto, spesso incompatibili con la vita. La gravidanza è spesso interrotta proprio a causa di queste anomalie dello sviluppo.

Terzo periodo pericoloso

Settimane pericolose per lo sviluppo dell'embrione si verificano anche alla fine del primo trimestre (8-12 settimane), principalmente a causa dello sviluppo attivo della placenta in questo momento. Eventuali fattori negativi possono causare violazioni della sua formazione e il verificarsi di anomalie dello sviluppo, che possono portare a uno sbiadimento della gravidanza o alla sua interruzione spontanea.

Le cause più comuni di aborti spontanei in questo periodo sono i disturbi ormonali:

  1. Interruzione della ghiandola tiroidea;
  2. Diminuzione della quantità di progesterone prodotto nel corpo;
  3. Un aumento del numero di ormoni sessuali maschili, che porta a una diminuzione degli estrogeni.

Quarto periodo pericoloso

La gravidanza durante il secondo trimestre nella maggior parte dei casi procede bene ed è giustamente considerato il momento più calmo, tuttavia in questi mesi sono presenti anche periodi pericolosi.

Il quarto periodo critico cade su 18-22 settimane, le principali cause di interruzione anticipata della gravidanza in questo momento sono:

  1. Infezioni a trasmissione sessuale (clamidia, ureaplasmosis, infezione erpetica, ecc.);
  2. Insufficienza istmico-cervicale (inferiorità della cervice);
  3. Patologia della placenta (presentazione completa e parziale, posizione nell'area della cicatrice postoperatoria, ecc.).

Quinto periodo critico

A 28-32 settimane, inizia l'ultimo periodo critico di gravidanza, che può portare a un parto prematuro.

Le cause più comuni di aborto:

  1. Distacco prematuro di una placenta normalmente localizzata;
  2. Gestosi tardiva;
  3. Insufficienza fetale;
  4. Anomalie del liquido amniotico.

Altri periodi pericolosi di gravidanza

Ulteriori rischi di aborto sono presenti anche se la donna incinta ha una storia di uno o più aborti. In questo caso, il periodo critico è la settimana di gravidanza durante la quale si sono verificati un aborto spontaneo, un congelamento dell'embrione o un parto prematuro.

Il motivo principale per evidenziare questa fase è considerato, prima di tutto, il momento psicologico. Una donna, sopravvissuta a un solo aborto, ha sempre paura di una ricorrenza di questa situazione, soprattutto al momento opportuno. La maggior parte degli specialisti consiglia di ricoverare una donna incinta in ospedale per il momento, dove, sotto la costante supervisione del personale medico, si sentirà più sicura..

Inoltre, i giorni delle presunte mestruazioni, ad es. il momento in cui una donna ha dovuto subire le mestruazioni in caso di non occorrenza del concepimento.

Come comportarsi in un lasso di tempo critico

Inoltre, l'assegnazione di periodi pericolosi non dice in alcun modo che ogni donna nella posizione sia a rischio immenso di interrompere la gravidanza. Tutto questo è individuale: molte mamme in attesa portano tranquillamente il loro bambino senza possibili complicazioni..

Non dovresti aspettare con paura per il periodo critico, in questo momento dovresti solo essere più attento alla tua salute e aderire ad alcuni avvisi:

  1. Esclusione di eccessivo stress fisico e mentale;
  2. Evitare situazioni stressanti;
  3. Riposo sessuale;
  4. Sonno pieno e relax;
  5. Rifiuto di lunghi viaggi.

Se compaiono segni patologici (dolore nell'addome inferiore, individuazione di qualsiasi quantità), è necessario contattare immediatamente il medico.

Periodi di gestazione critica: perché sono pericolosi??

Il meraviglioso periodo di attesa di un bambino per quasi ogni donna è tutt'altro che sereno: quante ansie, preoccupazioni e dubbi sorgono nelle future mamme in questo momento - semplicemente non possono essere contate. Nella maggior parte dei casi, tutte le paure sono vane: il bambino si sviluppa e cresce in modo sicuro. Tuttavia, va ricordato che ci sono periodi cosiddetti critici di gravidanza, quando la disattenzione a te stesso e al tuo corpo può portare a un risultato deplorevole: la sua interruzione spontanea.

Primo trimestre

L'inizio della nascita di una nuova vita nel corpo di una donna, o 2-3 settimane di gravidanza, è considerato il primo periodo critico. Ciò è dovuto al fatto che l'ovulo può essere fecondato, ma a causa di cambiamenti a causa di infiammazione, squilibrio ormonale, presenza di nodi, cicatrici, miomi o sinechia sulla mucosa interna dell'utero, l'impianto non si verifica, l'embrione muore e viene rimosso dal corpo della madre durante mestruazioni. Tuttavia, anche se si verifica l'impianto, l'embrione può smettere di svilupparsi e si verificherà un aborto spontaneo precoce e la ragione principale di questo decorso di eventi è l'anomalia cromosomica.

Il secondo periodo critico del primo trimestre inizia alle 8 e termina alle 12 settimane di gestazione. In questo momento, la causa principale dell'interruzione è la carenza ormonale, che interrompe il processo di formazione della placenta. Questa condizione può essere associata alla riduzione del lavoro del corpo luteo delle ovaie, all'eccessiva produzione di androgeni da parte delle ghiandole surrenali - ormoni sessuali maschili, nonché al malfunzionamento dell'ipofisi o della tiroide. La minaccia dell'aborto può essere eliminata con l'aiuto di un trattamento ormonale correttamente selezionato e tempestivo, che consentirà al bambino di sbriciolarsi in sicurezza prima della scadenza.

Inoltre, durante il primo trimestre di gravidanza, il feto può smettere di svilupparsi a causa dei seguenti fattori ambientali avversi:

  • madre che assume farmaci incompatibili con la gravidanza
  • condizioni di lavoro dannose
  • cattive abitudini
  • effetti fisici - radiazioni, vibrazioni, intenso allenamento sportivo, ecc..
  • malattie infettive acute (influenza, citomegalovirus, herpes, rosolia e altri)
  • gravi situazioni stressanti

E anche se il feto si sviluppa ulteriormente, l'impatto negativo della maggior parte di questi fattori può verificarsi dopo diversi mesi di gravidanza o anche dopo la nascita del bambino: possono essere disturbi anatomici o gravi malformazioni. Pertanto, l'intero primo trimestre dello sviluppo di una nuova vita può essere considerato "critico".

Secondo trimestre

Il terzo periodo critico di gravidanza cade a 18-24 settimane di gravidanza ed è più associato alla crescita attiva dell'utero. In questo momento, l'interruzione spontanea si verifica più spesso a causa dell'insufficienza istmo-cervicale (ICI), a seguito della quale l'ovulo cade per gravità, perde la sua integrità e avvia il meccanismo del travaglio. Tuttavia, l'accorciamento e l'espansione del canale cervicale rivelati tempestivamente consentono di suturare la cervice o di installare un pessario ostetrico e prolungare in sicurezza la gravidanza. Qui dovresti anche ricordare le malattie infettive, inclusa l'infezione intrauterina, che può interrompere la funzione della placenta, portare al deflusso di acqua dalla vescica fetale e un aborto tardivo.

Un altro motivo comune per interrompere il processo di sopportare il feto in questo momento è la placenta previa o la sua posizione bassa: per vari motivi, può esfoliare, causando gravi emorragie e morte fetale. Inoltre, in questo momento, la gravidanza potrebbe smettere di svilupparsi a causa dello sviluppo alterato del cervello e dei più importanti sistemi funzionali del bambino, causati dagli effetti dannosi di vari fattori negativi su di essi nel primo trimestre.

Terzo trimestre

In questo trimestre - a 28-32 settimane - c'è un quarto periodo critico. La minaccia di parto prematuro può verificarsi a causa dell'insufficiente funzionamento della placenta, del suo distacco prematuro, delle forme gravi di tossicosi tardiva nelle donne in gravidanza, dell'ICN e di vari disturbi ormonali. Inoltre, a causa dell'eccessivo allungamento dell'utero, la maggior parte delle gravidanze multiple termina proprio in questo momento. I bambini nati in questo periodo sono già vitali, ma necessitano di cure mediche qualificate a lungo termine.

Oltre a tutti i periodi sopra elencati, i periodi critici per le donne che hanno avuto perdite riproduttive in passato sono giorni di mestruazioni pianificate, aborti spontanei o "sbiadimento" di gravidanze. I medici ritengono che durante questi periodi il corpo possa "ricordare" la necessità di cambiamenti ormonali, quindi controllano attentamente le condizioni della futura madre e bambino e prescrivono il trattamento in modo tempestivo quando si verifica una minaccia.

Al fine di superare in sicurezza i periodi pericolosi della gravidanza, quando ci si avvicina a queste date, è necessario evitare qualsiasi sforzo fisico, stress e, se necessario, visitare un medico. Inoltre, se avverti dolore, spotting o altri sintomi fastidiosi, dovresti anche consultare un medico il prima possibile. Solo un atteggiamento attento verso te stesso aiuterà a sopportare in sicurezza un bambino sano e a partorire nel momento prescritto dalla natura.

Quali sono le settimane più pericolose nel primo trimestre. I periodi più pericolosi della gravidanza. Consultazioni e raccomandazioni del medico

Quali sono i periodi di gravidanza più pericolosi e come ridurre al minimo i rischi?

Per tutti e nove i mesi di calendario (10 ostetrici), una donna incinta dovrebbe prendere precauzioni speciali - dopotutto, dal momento in cui compaiono due strisce sul test e fino al primo pianto del bambino nella sala parto, è completamente responsabile di tutto ciò che accade con il bambino. Le azioni negligenti possono portare a tristi conseguenze. Tuttavia, durante la gravidanza, si distinguono i periodi più pericolosi, quando aumenta la probabilità di varie minacce. Quali sono le scadenze e come ridurre al minimo i rischi, descriveremo in questo articolo.

Qual è il pericolo??

Ginecologi e ostetrici esperti hanno da tempo notato che per l'intero periodo in cui ha il feto di una donna, anche se la sua gravidanza procede senza complicazioni, ci sono periodi di maggiore pericolo. Con la coincidenza di complicazioni e termini pericolosi, la gravidanza può finire.

Molto spesso, nel primo trimestre, una donna è minacciata da aborto spontaneo, così come una gravidanza congelata, in cui il feto muore, smette di svilupparsi, ma continua a rimanere nell'utero per qualche tempo. Nel secondo trimestre, ci sono alcune settimane in cui aumenta la probabilità di convulsioni, la gestosi. La seconda metà della gravidanza ha le sue "frontiere" allarmanti, all'incrocio delle quali aumenta la probabilità di parto prematuro.

I periodi critici non sono un mito popolare o una finzione, ma una realtà che deve essere conosciuta in anticipo per stare attenti e non compromettere la vita e la salute del bambino.

Diamo un'occhiata a ciascuno di questi periodi..

Primo trimestre

Il primo trimestre termina 13 settimane di gravidanza incluse. Questo periodo è, senza esagerare, il palcoscenico più importante. Un embrione cresce da diverse cellule, che si trasforma gradualmente in un feto. È durante questi tre mesi che si formano tutti gli organi e i sistemi del bambino, si formano arti, cervello, circolazione sanguigna, genitali. Eventuali effetti negativi nel primo trimestre (ad esempio, farmaci non controllati, un'infezione virale respiratoria acuta o altre infezioni virali, febbre alta, ecc.) Possono portare a conseguenze irreversibili - dalle patologie dello sviluppo del bambino alla sua morte e al suo rifiuto.

Un po 'più tardi, nel secondo trimestre, il bambino sarà protetto dalla placenta dalle tossine, i farmaci presi da sua madre - questa è la migliore barriera naturale, ma finora la placenta si sta solo formando e non funziona, il che significa che il bambino è completamente indifeso contro numerose minacce dall'esterno.

Il primo trimestre stesso è un termine molto pericoloso. Ma in esso, tuttavia, gli esperti identificano i tre periodi più pericolosi. Il primo è l'impianto di un uovo fecondato nello strato funzionale dell'endometrio uterino. Ciò si verifica circa una settimana dopo l'ovulazione, che corrisponde a 2-3 settimane ostetriche di gravidanza.

Il principale fattore di rischio in questo momento è la mancanza di impianto o rigetto dell'uovo fetale per diversi giorni dopo che è riuscito comunque ad attaccarsi alla parete uterina. Nella maggior parte dei casi, ciò accade impercettibilmente per una donna. Giusto in tempo o con un leggero ritardo, arriva la prossima mestruazione, ma la donna non si rende conto di essere incinta.

L'impianto può fallire a causa di molte ragioni, tra cui l'esposizione a sostanze tossiche (fumo, alcol, farmaci), stress e sconvolgimento emotivo, squilibri ormonali nel corpo di una donna, patologie fetali congenite incompatibili con la vita (selezione naturale), alto livello di i carichi che la donna sta vivendo in questo momento, così come la presenza di cambiamenti nell'endometrio uterino (endometriosi, cicatrici uterine dopo l'intervento chirurgico).

Abbastanza spesso, con l'impianto di un uovo fecondato, sorgono difficoltà nelle donne che soffrono di fibromi uterini, hanno anomalie anatomiche congenite o acquisite nella struttura dell'utero e anche nelle donne che hanno avuto diversi aborti, perché ogni curettage si assottiglia nell'endometrio.

Il secondo periodo pericoloso nel primo trimestre è di 4-6 settimane di gravidanza. In questo momento, inizia il ritardo, i test sono già "a strisce", ma questo è se è prevista una gravidanza. Se una donna non sospetta la sua "situazione interessante", allora sta aspettando le mestruazioni durante questo periodo e non si assicura sempre che la stessa nicotina o alcool, così come un paio di pillole per il mal di testa, non entrino nel corpo. In questo momento, ponendo gli inizi degli embrioni degli organi interni dell'embrione. I rischi di patologie e anomalie sono più elevati.

Il terzo periodo critico del primo trimestre è di 8-11 settimane di gravidanza. Durante questo periodo, la formazione intensiva della placenta. Ci possono essere improvvisi "salti" sullo sfondo ormonale, che può portare ad un aborto spontaneo. Inoltre, questo periodo è considerato uno dei più pericolosi in termini di probabilità di sbiadimento dello sviluppo fetale nell'utero.

Secondo trimestre

La mezza gravidanza è meritatamente considerata un periodo più calmo. Ci sono meno pericoli, il benessere della futura madre è migliore. Il bambino inizia a muoversi, ma mentre le sue dimensioni sono piccole e questi movimenti non causano disagio alla donna, piuttosto, la deliziano e la sorprendono. In questo periodo, il bambino inizia a crescere attivamente, tutti gli organi interni del bambino sono già formati.

La placenta ora non solo nutre il bambino e gli fornisce ossigeno, ma lo protegge anche da sostanze indesiderate che mantiene secondo il principio di una barriera vivente.

Nel secondo trimestre, c'è un periodo pericoloso durante il quale una donna dovrebbe essere attenta e cauta. Inizia alle 18 e termina con 21 settimane di gravidanza (incluso). È in questo momento che può verificarsi il cosiddetto "aborto tardivo", lo scarico dell'acqua. Il rischio di perdere una gravidanza è generalmente limitato a 21-22 settimane. La gravidanza non in via di sviluppo dopo questa settimana ostetrica è una rarità.

Le ragioni che possono portare ad aborto spontaneo in una data così tardiva (questo fenomeno si verifica nell'1-2% dei casi) sono spesso associate allo sviluppo dell'insufficienza istmico-cervicale, a seguito della quale la cervice è troppo debole per trattenere ulteriormente il feto in crescita. La faringe interna si apre, si verifica un aborto spontaneo. Inoltre, il motivo risiede spesso nella posizione errata del "luogo del bambino" (presentazione, distacco) o nelle infezioni genitali, che le donne potrebbero ammalarsi dopo la gravidanza.

Terzo trimestre

Il principale pericolo del terzo trimestre di gravidanza è la possibilità dell'inizio della nascita prematura, perché non è un dato di fatto che il bambino sarà pronto ad apparire nel nostro mondo - potrebbe non completare il processo di maturazione del tessuto polmonare, essere leggero. Queste sono le due principali cause di mortalità neonatale nei neonati prematuri..

Il più pericoloso nell'ultimo terzo del termine per portare le briciole è considerato il periodo da 28 a 32 settimane. In questo momento, la nascita pretermine non finisce necessariamente felicemente per la vita e la salute del bambino. La gestosi (tossicosi tardiva), l'invecchiamento precoce o il distacco del "posto del bambino", nonché l'insufficienza ischemico-cervicale, che è stata precedentemente diagnosticata, possono provocare il parto in questo momento..

Anomalie ormonali nel corpo della gestante, stress grave, aumento di peso eccessivo: tutti questi sono fattori di rischio.

Come evitare complicazioni?

Nel primo trimestre, una donna dovrebbe essere particolarmente attenta alla sua salute. Dovresti dire addio a una sigaretta e alcol al primo segno di una seconda striscia del test, o meglio, nella fase di pianificazione della gravidanza sei mesi prima del concepimento. Eventuali farmaci durante questo periodo non andranno a beneficio del bambino. L'eccezione sono gli ormoni prescritti dal medico, le vitamine, l'acido folico.

Una donna dovrebbe astenersi dal contatto con prodotti chimici domestici, vernici e vernici, acetone, benzina, nitrati e sali di metalli pesanti. Se il suo lavoro è correlato ad attività lavorative pericolose, dovrebbe essere fornito un certificato dalla consultazione delle donne nel luogo di lavoro - secondo la legge, una donna sarà trasferita a un lavoro meno pericoloso.

Le donne incinte dovrebbero dormire a sufficienza, mangiare bene. Il sesso non è controindicato se non vi è alcuna minaccia di aborto spontaneo. Puoi pilotare un aereo, ma con attenzione, sempre in assenza di una minaccia di interruzione della gravidanza. Nel primo trimestre, è necessario occuparsi della registrazione anticipata, superare tutti i test e superare l'esame. Se avverti dolore, scarico insolito dai genitali, dovresti consultare immediatamente un medico.

Nel secondo trimestre, le raccomandazioni sono le stesse, ma a una donna possono essere concessi alcuni farmaci, perché la placenta sta già svolgendo le sue funzioni di barriera. È importante visitare il medico secondo il programma, non perdere una visita alla consultazione. Identificare i problemi e minimizzarli in caso di problemi alla cervice, con la minaccia di aborto tardivo, una diagnosi tempestiva aiuterà. Nel 95% dei casi di minaccia, la gravidanza può essere salvata se una donna consulta un medico in modo tempestivo e non si siede a casa nell'aspettativa che "tutto andrà via da solo".

Nel terzo trimestre, è importante monitorare il peso, annotare i movimenti fetali e prevenire lo sviluppo della gestosi. Una donna dovrebbe essere preparata per il fatto di poter essere ricoverata in qualsiasi momento durante il periodo pericoloso del terzo trimestre per condurre una terapia sicura. Alcune delle future mamme a rischio sono ricoverate in ospedale "per ogni evenienza" in modo da poter sopravvivere al "periodo di crisi" sotto la supervisione di medici. Il gruppo a rischio comprende donne dopo fecondazione in vitro, con insufficienza istmico-cervicale, gestosi, gravidanza multipla, oligoidramnios grave o polidramnios.

In caso di dolore insolito o scarico anomalo, consultare immediatamente un medico. Meglio prevenire che curare. Da 32 settimane è meglio evitare di viaggiare in aereo, rilassarsi di più, non caricarsi di compiti a casa.

Rischi individuali

Ci sono periodi pericolosi individuali, che sono piuttosto difficili da spiegare nel linguaggio secco della scienza medica, ma ogni medico sa della loro esistenza. Se la precedente gravidanza di una donna si è conclusa con un aborto spontaneo o un congelamento fetale, ad esempio alla sedicesima settimana di gravidanza, è la sedicesima settimana della gravidanza successiva che sarà la più pericolosa per una donna in particolare. Abbastanza spesso, uno scenario negativo viene ripetuto alla settimana più vicina. Pertanto, al momento della registrazione, ricordati di ricordare nel modo più dettagliato possibile su quanto tempo e come sono terminate le tue precedenti gravidanze. Queste informazioni aiuteranno il tuo medico a pianificare come proteggere te e il tuo bambino nel tuo "momento critico"..

Le donne che non sono state in grado di rimanere incinta per molto tempo sono in genere più difficili da avere una gravidanza - la pratica mostra che nel 20% dei casi dopo un concepimento tanto atteso, si verifica un aborto precoce. Nel 15-20% dei casi, non è possibile trasmettere la gravidanza al parto e alle donne che sono state aiutate da riproduttologi in gravidanza durante il protocollo di fecondazione in vitro.

I screening di trimestre

Molte donne hanno paura e sono preoccupate per i risultati di questo test, pensando che sicuramente dirà se tutto è in ordine con il bambino o no. Ti aiuterò a comprendere numeri e compresse complessi.

Perché ho bisogno della prima proiezione?

Prima di tutto, lo screening non è solo un'ecografia o una donazione di sangue, è uno studio completo dello stato del corpo.

Il primo screening viene effettuato nel periodo di 11-13 settimane al fine di identificare la probabilità di dare alla luce un bambino con patologie cromosomiche, che sono spesso incompatibili con la vita e possono essere indicazioni di aborto. Pertanto, è importante identificarli il prima possibile..

È importante capire che l'esame di screening non fornisce una garanzia al 100% dell'assenza di patologie nel feto, ma mostra solo la loro probabilità.

Ad esempio, lo screening ha mostrato che rispetto ai tuoi indicatori, i rischi sono bassi, ma non esclusi. O viceversa: i rischi sono elevati, ma tutto è in ordine con il bambino. Sfortunatamente, ciò accade anche, poiché i risultati possono essere falsi positivi..

Quale ricerca dovrà andare

Soffermiamoci in dettaglio su tutti gli indicatori e le possibili procedure per identificare le patologie cromosomiche.

Lo screening perinatale viene eseguito per determinare la probabilità di avere un bambino con patologie come la sindrome di Down (cromosoma extra in 21 coppie), la sindrome di Edwards (cromosoma extra in 18 coppie) e la sindrome di Patau (cromosoma extra in 13 coppie).

Come ho detto, viene eseguito per un periodo di 11-13 settimane e si compone di 2 fasi: ecografia e esami del sangue per B-hCG e PAPP-A.

Durante l'ecografia vengono valutati lo spessore dello spazio del colletto del feto, la presenza e la dimensione dell'osso nasale.

Sangue venoso

B-hCG e proteina-A plasmatica associata alla gravidanza - PAPP-A (proteina-A plasmatica associata alla gravidanza) sono valutati nel sangue.

In base ai valori di B-hCG, si può giudicare il corso della gravidanza e la comparsa di deviazioni. La concentrazione massima dell'ormone viene osservata a 10-11 settimane, quindi diminuisce gradualmente e rimane costante fino alla fine della gravidanza.

PAPP-A è responsabile della formazione e della crescita della placenta. La sua concentrazione aumenta durante la gravidanza e dipende dal peso del feto e dal suo genere. La presenza di una patologia cromosomica in un bambino non ancora nato si manifesta con una diminuzione della sua concentrazione. Dopo 14 settimane, lo studio non è informativo, poiché la sua concentrazione può rimanere normale anche con una grave patologia cromosomica.

Importanti fattori aggiuntivi

È importante notare che devono essere presi in considerazione.

  • ✓ età incinta
  • ✓ peso
  • ✓ fumo
  • ✓ età gestazionale
  • ✓ numero di frutti
  • ✓ gara
  • ✓ se è stata effettuata la fecondazione in vitro e, in tal caso, la data del trasferimento
  • ✓ malattie concomitanti
  • ✓ caratteristiche della gravidanza (aborto minacciato, ad esempio)
  • ✓ assunzione di droghe
  • ✓ se la donna ha avuto bambini con patologie cromosomiche e la presenza di tale nei parenti

Il risultato del test dipenderà dall'accuratezza dei dati forniti..

Inoltre, i dati vengono inseriti in un programma speciale. In Russia, ce ne sono 2: PRISCA (Calcolo del rischio prenatale) e ASTRAIA.

I risultati dello screening nel programma PRISCA sono presentati come grafici e numeri. ASTRAIA differisce da PRISCA nella capacità non solo di ottenere dati sulla probabilità di avere un bambino con una patologia, ma anche di calcolare il rischio di sviluppare preeclampsia, una grave complicanza della gravidanza. Questo programma è stato sviluppato dalla Fetal Medicine Foundation (FMF). Il medico deve disporre di un certificato e una licenza adeguati per tali screening..

Riassumendo i risultati dello screening del primo trimestre, voglio dire che se hai più di 35 anni, hai una fecondazione in vitro, una patologia concomitante e supponi che fumi, allora ci aspettiamo naturalmente alti rischi di avere un bambino con una patologia. È come la probabilità di cadere in inverno quando è scivoloso, maggiore della probabilità di cadere in estate. Ma questo non significa che cadrai sicuramente in inverno. Questo è il caso dello screening.

Periodi pericolosi durante la gravidanza: come sopravvivere con calma

Nadezhda Guskova 08/08/2016 Siamo incinte

Buon momento a voi, cari lettori del blog. Parliamo oggi di un problema come i periodi pericolosi durante la gravidanza. Per 9 mesi, il corpo di una donna vive più volte momenti critici. Per alcuni, questi giorni passano inosservati. Altri potrebbero avere complicazioni. Ogni donna incinta dovrebbe conoscere i periodi in cui è necessario prestare particolare attenzione per proteggersi dai rischi. Discuteremo quindi quando puoi rilassarti e quando è meglio essere sicuri, quali raccomandazioni seguire per sopportare con calma e dare alla luce un bambino sano.

Primo trimestre: i periodi più pericolosi

I medici nel primo trimestre indicano un periodo di tempo compreso tra 1 e 12 settimane. L'embrione appena nato nell'utero è ancora molto debole e non è protetto da nulla. Gli organi riproduttivi, così come l'intero organismo, stanno cercando di adattarsi alla nuova situazione. Sono le prime 3 settimane dopo il concepimento che sono considerate le più pericolose dell'intero periodo di 9 mesi.

La minaccia è ancora maggiore quando una donna non è a conoscenza della sua situazione e non si è completamente preparata per lui. Dopotutto, una situazione del genere non è rara. Quando il concepimento di un bambino si presenta come previsto, molti vengono sottoposti a un esame preliminare, eseguono test per assicurarsi che non vi siano fattori negativi nel corpo.

In tali casi, la futura mamma di solito si protegge in anticipo da qualsiasi cosa possa danneggiare la sua salute. Ma se tutto è successo per caso, la signora può continuare a osservare cattive abitudini (fumo, alcol), sottoporsi ad attività fisica.

Naturalmente, dopo aver appreso della gravidanza, i più fortunati inizieranno a proteggersi. Tuttavia, coloro che non si sono preparati per la "situazione interessante" dovrebbero essere particolarmente attenti nelle prime 3 settimane del mandato..

Il secondo momento pericoloso del primo trimestre

Dopo essere sopravvissuto con successo ai primi giorni del concepimento, devi essere pronto per il secondo momento difficile dalle 8 alle 12 settimane (la fine del primo trimestre). In questo momento, un processo molto interessante e importante si svolge nell'utero della donna: la placenta inizia a formarsi. In futuro, proteggerà il bambino da tutti i tipi di infezioni, gli fornirà la nutrizione necessaria, l'ossigeno.

La sua crescita graduale inizia da 2-3 settimane, ma è in questo periodo (da 8 a 12-13 settimane) che le cellule della placenta sono particolarmente attive. Gli ormoni iniziano a "saltare" nel sangue, lo stato di salute può cambiare, si verifica una grave trasformazione nel corpo. È durante questo periodo che si verifica il maggior numero di aborti spontanei.

Fattori che hanno un effetto particolarmente negativo sulla gravidanza nel primo trimestre:

  • Cattive abitudini.
  • Eccessiva attività fisica.
  • Stress frequente.
  • Alcuni farmaci.
  • Infezioni virali o batteriche.
  • Processi infiammatori non risolti nel corpo.

Ma, care future madri, leggendo questo materiale, in nessun caso non è necessario esporsi all'eccitazione e risolvere problemi inesistenti. Milioni di donne vivono nel mondo che hanno concepito bambini completamente non pianificati, non sospettando il primo mese della loro situazione e conducendo una gravidanza pericolosa per la vita. Ciò non ha impedito loro di sopportare con calma e dare alla luce bambini sani. La cosa più importante è un atteggiamento positivo e calma i nervi!

Di seguito sono riportate raccomandazioni che dovrebbero essere seguite dalle donne nel primo trimestre per evitare minacce:

  • Iscriviti alla clinica prenatale, segui le raccomandazioni e gli appuntamenti del medico.
  • Proteggiti dallo stress psico-emotivo, meno nervoso, evita lo stress.
  • Ridurre l'attività fisica. Escursionismo e pulizia della casa sono accettabili. Non sollevare mai pesi..
  • Fornisci una buona alimentazione, ma non mangiare troppo.
  • Sii all'aria aperta di più, riposati.
  • Circondati di positivo (guarda solo buoni film, leggi buona letteratura, gioisci di più, sorridi).

Periodi pericolosi del secondo trimestre

Nel secondo trimestre, la minaccia è significativamente ridotta. Si forma la placenta, l'embrione è saldamente attaccato al "luogo". Durante questo periodo, una donna può aumentare leggermente il carico, ad esempio iscriversi alla ginnastica per le donne in gravidanza. Si consiglia di camminare di più in modo che il sangue circoli meglio e trasporta ossigeno attraverso i tessuti..

Il prossimo momento più critico si verifica nel periodo dalle 18 alle 24 settimane. Durante questo periodo, l'utero fa un brusco salto nella crescita, anche il peso del feto aumenta intensamente, aumenta il carico sul canale cervicale (cervice).

In questo momento, una donna può rilevare l'aspetto di una scarica debolmente sanguinante. Non c'è bisogno di battere il panico. Basta visitare un medico. Se il medico scopre che il canale cervicale si apre sotto stress e che la gravidanza è a rischio, è molto probabile che al paziente venga offerta una procedura di sutura. È innocuo e non doloroso.

Anche in queste settimane, il feto inizia a sviluppare attivamente il cervello. E devi essere particolarmente prudente per non contrarre l'infezione (influenza, bronchite, tonsillite, ecc.). La permanenza di microrganismi dannosi nel corpo può influenzare lo sviluppo della sostanza cerebrale nell'embrione.

Nel secondo trimestre, è necessario rispettare i seguenti consigli:

  • Non visitare serbatoi diversi dal proprio bagno (a causa della pressione del feto sulla cervice, potrebbe aprirsi leggermente, aumentando il rischio di penetrazione di infezioni).
  • Non sollevare nulla che pesa più di 1 kg (ricordare che il canale cervicale è a rischio).
  • Sii attento e preciso nel sesso (se autorizzato dal medico).
  • Bene, e, come al solito: un atteggiamento positivo, più gioia e sorrisi.

Terzo trimestre: superiamo le ultime crisi

Quindi, quali pericoli possono attendere nell'ultimo trimestre di gravidanza? C'è un rischio tra 28 e 32 settimane. Qui, care future madri, puoi già essere più tranquillo: il bambino ha guadagnato abbastanza forza per avere tutte le possibilità di sopravvivere a un parto prematuro. Ma, ovviamente, devi cercare di evitarli.

Al momento critico specificato, esiste la probabilità di sviluppare tossicosi tardiva (accade estremamente raramente), nonché insufficienza placentare. È in questi momenti che il corpo della donna sperimenta un'altra "rivoluzione ormonale".

Vale la pena notare che molto dipenderà dallo stato psico-emotivo della futura mamma. Molte donne, avvicinandosi al periodo di 7 mesi della loro gravidanza, iniziano a preoccuparsi della nascita pretermine, si “avvolgono” con varie “storie dell'orrore”, che minano inconsapevolmente la loro salute.

Per sopravvivere ai periodi pericolosi del terzo trimestre, si raccomanda:

  • Mantieni il sistema nervoso calmo.
  • Fai attenzione con l'attività fisica da 28 a 32 settimane.
  • Assicurati di fare un'ecografia per assicurarti che non vi siano distacchi di placenta.

I medici indicano anche che il pericolo aumenta ogni volta che una donna dovrebbe avere il ciclo mestruale. Pertanto, se il tuo ciclo prima del concepimento era regolare e puoi presumibilmente seguirlo, continua a mantenere un "calendario mestruale", annotando i giorni stimati del tuo ciclo. In questi giorni, fai attenzione, proteggiti da ogni tipo di stress, stress nervoso.

Suggerimenti generali su come sopravvivere con calma alle vulnerabilità

  • Non fare lunghi viaggi.
  • Non stare al sole o al freddo per molto tempo.
  • Devi provvedere a un sonno completo.
  • Attenzione durante i rapporti durante la gravidanza.
  • Non visitare luoghi affollati per evitare l'affollamento.
  • Rispettare l'igiene.
  • Mangia cibi di qualità, evita il cibo spazzatura.
  • Durante le epidemie di raffreddori stagionali, prendere misure (indossare una maschera, bere vitamine, non avvicinarsi ai malati).
  • Visita il tuo medico regolarmente. Chiamare immediatamente una clinica se vengono rilevati sintomi sospetti..

Sii attento al tuo corpo e alle tue sensazioni, circondati di emozioni positive e questo ti aiuterà a fare un bambino forte e sano.

Care future mamme, iscriviti agli aggiornamenti del blog per essere il primo a ricevere informazioni utili. E non dimenticare di condividere con gli amici un articolo sui social network. Sicuramente tra i tuoi amici ci sono quelli a cui sarà utile anche il materiale.

Up