logo

Una delle infezioni più comuni è il papillomavirus umano (HPV). Oggi ci sono circa 600 milioni di persone infette da HPV nel mondo. Ogni anno il loro numero aumenta di 6 milioni. Il virus può causare danni alle donne in gravidanza. Oggi parleremo delle manifestazioni dell'infezione da HPV, della sua diagnosi, del trattamento e della prevenzione.

Contenuto relativo

Sono noti più di 100 tipi di HPV, di cui circa 40 colpiscono gli organi pelvici. L'agente causale viene trasmesso sessualmente (con sesso vaginale, orale e anale) e attraverso la famiglia attraverso uno stretto contatto fisico con una persona infetta.

Dopo la penetrazione nel corpo, il virus potrebbe non manifestarsi. Pertanto, molte persone non sanno di essere portatori di HPV. Il sistema immunitario di una sola persona sana può sconfiggere l'infezione senza alcun trattamento. Sfortunatamente, questo non succede sempre..

A causa di una diminuzione dell'immunità per una serie di motivi (gravidanza, altre infezioni, malattie endocrine, ecc.). L'HPV inizia a moltiplicarsi e l'infezione si manifesta: sulla pelle e sulle mucose (la localizzazione dipende dal tipo di virus) ci sono varie escrescenze del tipo di verruche. Il periodo di incubazione dura da 2-3 settimane a diversi anni.

Manifestazioni cliniche di infezione da HPV

L'infezione da HPV si verifica spesso senza manifestazioni. I sintomi non si sviluppano in tutti: papillomi piatti (verruche) possono apparire sulla pelle, nella vagina e sulla cervice e verruche genitali nel perineo.

Hanno spesso dimensioni ridotte (da pochi millimetri a un centimetro), superficie rosata o color carne, liscia o leggermente tuberosa. Le verruche genitali spesso crescono, si fondono, occupano grandi superfici.

In un quarto dei pazienti, i condilomi e i papillomi scompaiono da soli. Tuttavia, questo non significa una cura per l'infezione. Rimane nel corpo umano per tutta la vita e può verificarsi periodicamente. Sono anche possibili altri tipi di infezione da HPV..

HPV nella futura mamma

Per la gravidanza, una diminuzione dell'immunità è caratteristica. Pertanto, le donne incinte con HPV hanno spesso verruche genitali, che si manifestano da sole dopo il parto o l'aborto..

Il rischio di infezione intrauterina del feto HPV è minimo, poiché il bambino è protetto in modo affidabile dalla placenta. Se la madre non ha verruche genitali, la probabilità di trasmissione di infezione durante il parto durante il passaggio del bambino attraverso il canale del parto è estremamente bassa.

Le crescite estese di verruche genitali nella vagina e nel perineo che sono presenti in una donna in travaglio possono provocare emorragie durante il parto o rendere difficile la conduzione, nonché lo sviluppo della papillomatosi laringea in un bambino.

In questo caso, il medico sceglie le tattiche di consegna. Tuttavia, a causa della presenza di verruche genitali, la preferenza viene data al lavoro chirurgico molto raramente, poiché l'operazione non impedisce l'infezione del feto.

Noto subito: non esiste un trattamento specifico per l'infezione da HPV, poiché è impossibile distruggere il virus con qualsiasi farmaco. Avendo una volta, purtroppo, rimane per sempre! Come abbiamo detto, il corpo stesso può far fronte all'HPV - interrompere la sua riproduzione e l'inizio delle manifestazioni cliniche.

Pertanto, le donne che pianificano una gravidanza necessitano di un esame completo per tutti i tipi di infezioni a trasmissione sessuale, incluso l'HPV. In presenza di infezione da HPV, è necessario rafforzare l'immunità.

Ecco un elenco di misure che possono aumentare le difese dell'organismo e superare un virus pericoloso:

- eliminazione di altri tipi di infezioni che minano il sistema immunitario;
- individuazione e trattamento di malattie comuni, incluso endocrino;
- gestione dello stress;
- riposo sufficiente;
- attività fisica;
- prendendo farmaci immunostimolanti.

Voglio notare che durante la gravidanza, l'uso di farmaci antibatterici è possibile dopo 20 settimane e farmaci antivirali - dopo 28 settimane.

Rimozione di verruche genitali

La rimozione delle verruche genitali nella gestante è possibile non prima di 14 settimane. La scelta del metodo di trattamento (azoto liquido, terapia laser, solcoderma, ecc.) Viene effettuata dal medico, a seconda della posizione delle verruche genitali e dell'area della lesione..

Lo scopo dell'esposizione a uno di questi metodi è la distruzione delle verruche genitali. Al suo posto c'è gonfiore, arrossamento, necrosi (necrosi) dei tessuti. Quindi si forma una crosta, sotto la quale avvengono i processi di guarigione..

Il ripristino completo dell'epitelio normale della vagina, del perineo o della pelle si verifica dopo 2-6 settimane, a seconda dell'area di esposizione.

È inoltre necessario esaminare e identificare altri tipi di infezione sessuale. Se necessario, dopo la 20 ° settimana di gravidanza possono essere prescritti anche agenti antibatterici, antinfiammatori e antifungini..

Un partner o un coniuge dovrebbero essere trattati solo se hanno verruche genitali.

HPV e cancro cervicale

La manifestazione più pericolosa di HPV è il cancro cervicale. La relazione tra questi stati è stata a lungo dimostrata. È dovuto alla capacità del virus di penetrare più a fondo nello strato sottostante delle cellule staminali attraverso danni all'epitelio cervicale, che è la fonte di crescita dell'intero epitelio cervicale.

Il virus, invadendo le cellule progenitrici, cambia il loro genoma, che diventa la base per la crescita maligna dei "discendenti". Nel 2008, lo scienziato tedesco Harald zur Hausen ha ricevuto il premio Nobel per aver scoperto il ruolo dell'HPV nello sviluppo del cancro cervicale.

L'HPV provoca cambiamenti precancerosi e cancerosi non solo sulla cervice, ma anche nella vagina, sulla vulva, nell'ano.
Fortunatamente, non tutti i tipi di HPV sono coinvolti nello sviluppo del cancro. Oggi, 3 gruppi di virus si distinguono per la loro capacità di provocare lo sviluppo di un processo maligno:

1. cancro non cervicale che causa il cancro - tipi 1, 2, 3 e 5;

2. con un basso rischio di sviluppare il cancro cervicale - 6, 11, 42, 43, 44 tipi;

3. con un alto grado di rischio - 16, 18, 31, 33, 35, 39, 45, 51, 52, 56, 58, 59 e 68 tipi.

I tipi 16 e 18 sono considerati particolarmente pericolosi, perché causano il 70% di cancro cervicale, l'80% di cancro anale e il 40% di cancro vulvare e vaginale.

Diversi tipi di virus possono essere infettati contemporaneamente: la presenza di una verruca plantare non esclude la possibilità di sviluppare il cancro cervicale.

Inoculazione del cancro cervicale

La diffusione dell'infezione da HPV è associata a un cambiamento nel comportamento sessuale della società: l'inizio precoce dell'attività sessuale, numerosi partner sessuali, fumo, relazioni non tradizionali e insufficiente igiene intima. La situazione è aggravata dal fatto che l'uso del preservativo non protegge completamente contro l'HPV.

Ma c'è un modo! E ora abbiamo l'opportunità di prenderci cura della salute dei nostri figli. È stato creato un vaccino contro l'HPV, che deve essere somministrato a tutte le ragazze di età compresa tra 11 e 13 anni. In futuro proteggerà il tuo bambino dal cancro della cervice, della vulva, della vagina, dell'ano e delle verruche genitali nel perineo.

Le vaccinazioni non contengono un virus vivo, quindi non possono infettare una persona. Aumentano l'immunità, promuovono lo sviluppo di anticorpi contro il virus, che forniscono protezione contro il virus per molti anni. Entrambi i vaccini sono ben tollerati. Già in 62 paesi del mondo, la vaccinazione contro l'HPV è stata inclusa nei calendari nazionali delle vaccinazioni e la sua efficacia è stata confermata.

Ad esempio, in Australia, 3-4 anni dopo l'inclusione del vaccino tetravalente nel calendario nazionale delle vaccinazioni, l'incidenza della displasia cervicale nelle ragazze vaccinate è diminuita del 38% e le verruche anogenitali sono quasi svanite..

Ricorda: una malattia è più facile da prevenire che da curare!
Amore ed energia!

Papillomi durante la gravidanza

È raro che una gravidanza funzioni senza intoppi. La maggior parte delle donne ha sintomi spiacevoli associati a cambiamenti nel loro corpo. Uno dei problemi comuni durante il parto è il papilloma. In termini semplici, queste sono piccole formazioni che sembrano una papilla in apparenza. Sono di natura benigna e quindi devono essere rimossi. Ma è possibile rimuovere i papillomi sul corpo durante la gravidanza? Portano qualche pericolo per il nascituro e la tua vita? Troverai le risposte a queste domande nell'articolo.!

Le formazioni sono pericolose e devono essere rimosse?

Se hai papillomi durante la gravidanza, non emettere l'allarme e corri per rimuoverli. Nella maggior parte dei casi, l'educazione si svolge da sola e non rappresenta una minaccia per la salute della madre e del nascituro. Molto spesso compaiono sopra o vicino al collo, al viso, al petto, sotto le ascelle e all'inguine. I medici non conoscono ancora i motivi esatti della formazione di papillomi, ma sono convinti che compaiano indipendentemente dalle condizioni della pelle della donna.

Se i papillomi sono usciti anche prima della gravidanza, il loro numero aumenterà solo durante il periodo di gravidanza. Molto spesso questo accade nel secondo e terzo trimestre. Se credi alle statistiche, allora ogni 4 persone hanno tali formazioni. Inoltre, le statistiche mostrano che il più delle volte compaiono nelle persone di età superiore ai 50 anni, e quelle a rischio sono in sovrappeso e con diabete.

I papillomi sono pericolosi durante la gravidanza? La risposta è no. Sono pericolosi solo se cresciuti nella vagina. Un bambino che passa attraverso il canale del parto può essere infettato, quindi il trattamento delle formazioni nell'area menzionata è obbligatorio.

Possibili cause delle formazioni

Naturalmente, la formazione di papillomi non è influenzata dal fatto stesso della gravidanza, ma dai cambiamenti che comporta. L'aspetto delle neoplasie sul corpo è spesso associato a:

  • con ormoni: hanno un effetto diretto sull'attività del papillomavirus;
  • con vestiti scomodi: vestiti stretti possono strofinare alcune parti del corpo, a seguito delle quali possono apparire neoplasie;
  • con un aumento del peso corporeo: durante la gravidanza, la maggior parte delle donne ingrassa, il che può causare la suddetta malattia.

È possibile rimuovere i papillomi durante la gravidanza?

Posso semplicemente andare a rimuovere i papillomi durante la gravidanza? Questa domanda preoccupa molte donne che hanno riscontrato questo problema. In generale, se l'educazione si comporta normalmente, non è necessario eliminarla. Un buon medico scoraggerà una donna incinta dal trattamento della malattia prima del parto, perché, come già accennato, la maggior parte dei tumori passa da sola. Tuttavia, se interferiscono con una donna o c'è il rischio di ferirle, si consiglia di rimuoverle. I medici possono fare una delle diverse cose:

  • tagliare la gamba di una formazione cadente;
  • cauterizzare il papilloma con acido;
  • sbarazzarsene con un laser;
  • rimuovere la neoplasia con elettroterapia.

Se non vuoi cauterizzare le formazioni e desideri rimuoverle tu stesso, puoi provare i rimedi naturali. Ad esempio, spesso, per rimuovere i papillomi, le donne usano l'aglio: un piccolo segmento deve essere pulito su aree problematiche della pelle. Si consiglia di farlo regolarmente, perché l'istruzione non andrà via dopo la prima applicazione.

Puoi anche usare le cipolle. La sua fetta deve essere inumidita con aceto, quindi pulire le parti interessate del corpo con esso. Alcuni usano la cenere di montagna rossa: deve essere impastato, applicato alle neoplasie e fissato tutta la notte.

Prevenzione delle malattie

Affinché i tumori non crescano e non sia necessario rimuoverli successivamente, si consiglia di seguire una serie di misure preventive. È particolarmente importante farlo per le persone a rischio. Se non vuoi imbatterti in questo fastidio, allora:

  1. Controlla il tuo peso. Come abbiamo già detto, i chili in più sono una possibile causa di neoplasie. In modo da non far crescere papillomi durante la gravidanza e non doverli rimuovere, prova a mangiare cibi sani e controlla il peso corporeo.
  2. Usa i preservativi. E sebbene i preservativi non possano garantire una protezione del 100% contro la malattia, i medici raccomandano vivamente di usarli. È anche consigliabile limitarsi a un solo partner sessuale: i rapporti sessuali con uomini diversi aumentano il rischio di neoplasie. Dovresti sapere che i papillomi possono svilupparsi con qualsiasi forma di intimità: anche se non c'è penetrazione.
  3. Indossa abiti comodi. Il tuo stomaco crescerà, quindi è necessario acquistare in anticipo abiti spaziosi che non comprimano le singole parti del corpo. I prodotti devono essere gratuiti: non premere da nessuna parte e non strofinare nulla. Quindi, ovviamente, non puoi sicuramente proteggerti dai papillomi durante la gravidanza, ma almeno ridurre il rischio del loro sviluppo.

Il papillomavirus non influenza quasi mai il corso della gravidanza. Non è necessario rimuovere le neoplasie, ma è consigliabile consultare un medico e spiegare il problema. Uno specialista li esaminerà e deciderà se trattarli prima della consegna..

Infezione da papillomavirus durante la gravidanza: come diagnosticare e trattare

Infezione da papillomovirus durante la gravidanza - una malattia che può portare allo sviluppo di una condizione precancerosa in una futura madre e bambino.

Oggi scoprirai cos'è l'infezione da papillomovirus, i suoi effetti sul concepimento, sul feto e sulla gravidanza. Parliamo delle cause del suo aspetto, dei metodi di trattamento e di prevenzione.

Cos'è l'infezione da papillomovirus?

Il papillomavirus umano è una malattia infettiva comune. In un caso, non influisce negativamente su una donna incinta e un bambino. E in un altro - è una patologia seria.

Ad oggi, sono noti circa cento tipi di infezione da papillomavirus..

Si distinguono i virus oncogenici e non oncogenici della zona urogenitale. I papillomi che provocano lo sviluppo del cancro sono pericolosi:

  • HPV a basso rischio (bassa oncogenicità) - questi includono i sottotipi: 6, 11, 42, 43, 44;
  • il rischio medio di rischio oncogenico comprende tipi: 31, 33, 35;
  • l'alto rischio di oncogenicità è il più pericoloso e purtroppo
    una delle variazioni più comuni: particolarmente pericolosa durante la gravidanza 16 e 18, così come 39, 45, 51, 52, 56, 58, 59, 68.

I sottotipi non specificati sono papillomi non oncogeni..

Il virus è un rappresentante dei papovirus e contiene acido desossiribonucleico, che può essere modificato a causa di una serie di fattori.

Le proprietà virusogene possono verificarsi sia sulla pelle che sulle mucose e all'interno del corpo. I genitali esterni (labbra, pube, apertura vaginale e sua cavità) sono inclusi nell'area interessata.

Nel sito delle manifestazioni dell'HPV, si verificano cambiamenti nella struttura del tessuto, che l'occhio si manifesta come una verruca formata o papilloma.

Se il virus appartiene all'oncogeno (indipendentemente dal tipo), i cambiamenti neoplastici nella pelle sono di natura cancerosa. Benigno o maligno - dipende dagli accessori installati.

Lo sviluppo di papillomi si verifica in un contesto di ridotta immunità, che durante la gravidanza è una condizione normale.

Il corpo della donna incinta e il feto sono a rischio di sviluppare verruche genitali e papillomi, causando non solo disagio fisico, ma anche la probabilità di sviluppare condizioni precancerose.

La via di trasmissione dell'infezione è principalmente sessuale - le particelle di virus situate sulle mucose dei genitali passano da partner a partner, ma la malattia potrebbe non verificarsi immediatamente.

Un altro modo di trasmissione è il contatto domestico. È anche possibile un meccanismo di trasmissione verticale (da madre a figlio).

Effetto sul corpo e sul feto della donna incinta

Influenza sul concepimento

Il papillomavirus umano sottoposto a rilevamento umano è una controindicazione relativa (temporanea) alla pianificazione della gravidanza.

È in grado di infettare le cellule del trofoblasto, causando la loro mutazione. A sua volta, le cellule mutate provocano aborti spontanei all'inizio della gravidanza.

I trofoblasti promuovono il rigetto di un uovo appena attaccato nella mucosa uterina.

Dopo aver identificato la causa ed eliminato le verruche genitali, è possibile riprogrammare la gravidanza.

L'effetto dell'HPV sul feto

In utero, il bambino è protetto dagli effetti negativi del virus.

La minaccia è rappresentata da papillomi e condilomi del tipo 16 stabilito, situati in prossimità della cavità uterina: cervice, canale cervicale, vagina.

Il bambino, quando passa attraverso il canale del parto, "cattura" il virus, che è localizzato nei bronchi del bambino.

In altre località, non si sviluppa un effetto negativo sul feto.

Taglio cesareo raccomandato per le donne con HPV.

Effetti sulla gravidanza

La displasia locale delle mucose causata dall'infezione da papilloma è la base per lo sviluppo di condizioni precancerose.

Secondo gli studi, l'agente causale del carcinoma cervicale è l'HPV oncogenico.

Oltre alle neoplasie di varie origini, i condilomi causano una sensazione di disagio, con l'attrito, i vasi sanguigni scoppiano, causando sanguinamento.

Spesso cambiano la struttura delle mucose del canale del parto.

Le misure terapeutiche per eliminare le crescite vengono eseguite nel processo di gravidanza, nonché nel periodo postpartum e nel processo di pianificazione della gravidanza.

Le cause

L'infezione da papillomavirus può essere a lungo in un periodo di latenza, non manifestandosi in alcun modo.

Circa il 90% delle persone è portatore di HPV, ma le seguenti cause precedono l'insorgenza della malattia:

  • Diminuzione dell'immunità durante il periodo gestazionale;
  • Malattie immunitarie croniche
  • Forme acute di malattie croniche;
  • Riarrangiamento ormonale, causando cambiamenti nella struttura del tessuto cutaneo;
  • Patologie endocrine, comprese quelle ereditarie, ad esempio diabete mellito insulino-dipendente;
  • Danni ai luoghi di formazione di verruche, talpe, voglie;
  • Estremo aumento di peso, anche in sovrappeso.

Tutte le cause dello sviluppo della malattia sono direttamente o indirettamente associate a una diminuzione della funzione protettiva del corpo.

Diagnostica

È possibile determinare la presenza di neoplasie all'esame da un ginecologo, quando si contatta un venereologo.
Sintomi

  • Sigillare la pelle;
  • La comparsa di formazioni che ricordano il cavolfiore;
  • Prurito
  • Se localizzato nella cavità genitale: disagio, scarso scarso scarico.

Le principali misure diagnostiche per la rilevazione dell'infezione da papillomavirus includono:

  1. Esame microscopico della mucosa vaginale.
  2. Esame colposcopico.
  3. Diagnostica PCR: la principale manipolazione diagnostica che consente di determinare la presenza del virus e il suo tipo.
  4. Esame istologico: la biopsia ottenuta (un frammento di tessuto papilloma) viene esaminata per determinare la struttura del tessuto e determinare (se presente) la stadiazione del processo oncologico.

Lo scopo della diagnosi è identificare l'HPV e determinarne l'affiliazione. Il tipo stabilito consente il trattamento necessario..

Trattamento

Il trattamento principale è la rimozione di papillomi e verruche genitali esistenti. Metodi di rimozione:

Durante la gravidanza, la rimozione delle neoplasie può influire negativamente sul travaglio, quindi la procedura è rinviata al periodo postpartum..

Per ridurre gli effetti negativi sul feto e sulla madre, vengono prescritti farmaci:

  1. Unguenti e gel antivirali (Viferon, Acyclovir).
  2. Rimedi omeopatici che non influenzano il feto, come Anaferon.
  3. Agenti immunostimolanti sotto forma di supposte (supposte contenenti interferone).

Le procedure terapeutiche iniziano non prima di 28 settimane di gestazione.

Il papilloma virus umano in assenza di manifestazione esterna non necessita di trattamento.
I seguenti fatti influenzano la qualità del trattamento:

  • Una storia di malattie sessualmente trasmissibili;
  • Cambio frequente di partner sessuali;
  • Età superiore a 35 anni;
  • Vita sessuale precoce.

complicazioni

Possibili complicanze dei papillomi "non trattati":

  • Processi oncologici maligni. L'HPV rilevato in ritardo in assenza di trattamento può causare la morte del paziente;
  • Infezione secondaria dei siti di crescita;
  • Indicazione per un taglio cesareo (non sempre).

Prevenzione

È estremamente difficile prevenire la malattia, perché il virus è latente nel corpo.

Come profilassi, vengono utilizzati farmaci immunostimolanti (omeoterapia), si osservano la dieta della donna incinta e la terapia vitaminica.

Il vaccino HPV non esiste.

Esiste un vaccino "contro il cancro cervicale", che deve essere somministrato alle ragazze di età inferiore ai 14 anni, ma è in fase di sviluppo e miglioramento.

Papillomi durante la gravidanza: cause, trattamento, conseguenze

Durante la gravidanza, si verificano cambiamenti ormonali nel corpo di una donna, che colpiscono altri sistemi. Inizialmente, l'immunità è ridotta, a seguito della quale vengono attivate infezioni latenti e malattie croniche. I papillomi sono neoplasie benigne sulla mucosa e sulla superficie della pelle che sono causate dal papillomavirus umano. Se una donna ha precedentemente avuto un'istruzione sul corpo, quindi dopo un aggiustamento ormonale, possono aumentare di dimensioni e quantità.

Cause di papillomi nelle donne in gravidanza:

  1. 1. Ristrutturazione ormonale. Durante la gravidanza, c'è un aumento della produzione di ormoni che provocano la crescita delle cellule epiteliali.
  2. 2. Danni alla pelle. Le donne incinte stanno rapidamente ingrassando, a causa della quale i vestiti ordinari diventano stretti. A causa dell'attrito dei tessuti con la pelle, si verificano piccole crescite, che crescono e causano disagio. Dopo la nascita del bambino, i papillomi si dissolvono, senza intervento chirurgico.
  3. 3. Esacerbazione di malattie croniche.
  4. 4. Immunità indebolita.

Molto spesso, le neoplasie si verificano nelle donne che soffrono di obesità o diabete.

Il virus del papilloma durante la gravidanza ha gli stessi sintomi di una persona normale: piccole crescite sciolte, carnose, a volte di colore scuro, forma sulla pelle. Le dimensioni delle neoplasie possono variare da 1 a 5 mm. I papillomi possono essere singoli o multipli.

Durante il terzo trimestre, c'è una crescita attiva di neoplasie esistenti o l'emergere di nuove.

Durante la gravidanza, le crescite nelle donne si verificano più spesso sul petto, possono catturare capezzoli e aloni. I papillomi possono anche influenzare i dotti interni della ghiandola mammaria. Se sul petto sono presenti segni di HPV, la probabilità che si verifichino in altre parti del corpo è ridotta. Tra i principali luoghi di localizzazione dei papillomi durante la gravidanza, ci sono:

Tipo di crescita per localizzazioneDescrizione
Crescite sul pettoSi presentano sulla pelle della ghiandola mammaria e sono caratterizzati da una forma ovale. Il tumore si trova sopra la superficie del corpo, indolore e morbido al tatto. Con un trauma alla crescita, possono verificarsi dolore, infiammazione, sanguinamento minore
Crescite intraduttaliSi verificano nei dotti delle ghiandole mammarie. In presenza di un tale papilloma, si sente dolore, bruciore, compaiono secrezioni dal capezzolo
Papillomi sul colloL'evento più comune durante la gravidanza. La neoplasia è posizionata sulla gamba e ha una testa arrotondata. Tali escrescenze non influenzano il feto, ma causano disagio psicologico ed estetico
Educazione in luoghi intimiFormata dall'epitelio della regione inguinale e situata nella vagina, nella cervice. Se le escrescenze sono al di fuori dei genitali, questo non è pericoloso per il feto. I papillomi genitali infettano il feto con papillomavirus durante il passaggio attraverso il canale del parto
Papillomi sotto il senoSembrano piccole papule, si trovano sotto le ghiandole mammarie sulla piega della pelle. Non causano dolore, ma possono essere feriti e infettare la pelle sana.
Papillomi sui capezzoliLe crescite possono verificarsi sul capezzolo o sugli aloni del torace. I papillomi sono caratterizzati da una struttura morbida, superficie ruvida, colore chiaro. L'educazione in quest'area rende impossibile o doloroso allattare il bambino.

Le crescite che si sono verificate non sui genitali non sono dannose per la donna incinta o per il feto. Le minacce sono neoplasie nell'area genitale. In questa situazione, si osservano abbondanti secrezioni, che creano un ambiente favorevole per lo sviluppo del virus. A volte può verificarsi un malfunzionamento del sistema immunitario o disturbi ormonali.

Durante il parto, il virus del papilloma può essere trasmesso da madre a figlio. Ma nella maggior parte dei casi, il corpo del bambino è in grado di far fronte da solo al virus.

Se c'è un'infezione con HPV, che ha causato la comparsa di escrescenze genitali, un bambino in tenera età può manifestare papillomi nei bronchi, nella laringe, nelle corde vocali. Questa malattia si chiama papillomatosi del tratto respiratorio e richiede cure mediche immediate. La conseguenza della malattia può essere la comparsa di verruche genitali e organi genitali in un bambino.

Non è necessario rimuovere una singola crescita, poiché dopo il parto scompare da sola. Ma alcune neoplasie devono essere eliminate durante la gravidanza:

  1. 1. Se si sono verificate escrescenze sulla pelle del torace, delle mani, dei capezzoli. Quando si prende cura di un bambino o durante l'allattamento, può verificarsi un'infezione del bambino..
  2. 2. Le verruche sulle suole devono essere rimosse, poiché causano dolore.
  3. 3. Assicurati di rimuovere i papillomi situati alla vigilia della vagina o sulla cervice.

Durante la gravidanza, la pelle diventa sensibile e può comportarsi in modo imprevedibile con varie manipolazioni per rimuovere i papillomi.

Nel trattamento del papillomovirus durante la gravidanza, vengono utilizzate procedure mini-invasive, metodi medici e rimedi popolari. La terapia mira a rafforzare l'immunità, riducendo l'attività del virus, eliminando un difetto estetico.

Puoi sbarazzarti dei papillomi usando le seguenti tecniche minimamente invasive:

  1. 1. Elettrocoagulazione. Durante la procedura, si verifica l'esposizione alla corrente elettrica ad alta frequenza, con conseguente necrosi tissutale. Le crescite sono coperte di crosta, quindi scendono, senza lasciare traccia. Il metodo ha effetti collaterali: ricorrenza di neoplasie, cicatrici dei tessuti.
  2. 2. Criodistruzione. La pelle viene trattata con azoto liquido, a seguito del quale muoiono le neoplasie. Questa procedura viene eseguita raramente durante la gravidanza, poiché possono verificarsi irritazione della pelle e gonfiore dei tessuti..
  3. 3. Esposizione laser. Le escrescenze vengono distrutte dal raggio laser. Dopo questa procedura, il rischio di cicatrici dei tessuti e delle infezioni è minimo..
  4. 4. Distruzione delle onde radio. Questo è un metodo sicuro per eliminare le neoplasie sulla cervice. Basato sulla conversione della corrente elettrica in onde radio.
  5. 5. Trattamento chimico. Quando si verificano papillomi, viene utilizzato l'acido tricloroacetico.

Per il trattamento dei papillomi durante la gravidanza, vengono utilizzati farmaci:

Una drogaDescrizione
Agente immunostimolante, che contiene interferone umano. Donne in gravidanza prescritte come supposte rettali.
Un medicinale utilizzato per combattere il patogeno dell'HPV. Cominciano a usarlo nel 2-3 ° trimestre
Rimedio omeopatico caratterizzato da azione immunomodulante e antivirale. Prendi secondo le istruzioni
Antivirale per uso topico. L'unguento è usato per il trattamento e la prevenzione delle malattie virali
Il farmaco è caratterizzato da un effetto citostatico. Esegue un effetto cauterizzante e mummificante, favorisce la necrosi dei papillomi esterni

Il papillomovirus può essere trattato durante la gravidanza con l'aiuto di rimedi popolari:

  1. 1. Oli essenziali di liquirizia, limone, tea tree dovrebbero essere applicati ai papillomi 2 volte al giorno, per un mese.
  2. 2. Tagliare la foglia di aloe nel senso della lunghezza e applicare la polpa sull'area interessata per 3 ore. Eseguire la procedura due settimane, 2 volte al giorno.
  3. 3. Buccia di banana per elaborare le neoplasie ogni 4-5 ore. L'effetto della procedura arriva dopo alcuni mesi.
  4. 4. Applicare il succo di sorbo sulle escrescenze 5-10 volte al giorno.
  5. 5,2 kg di noci versano 5 litri di acqua, lasciare per 12 ore. Strumento pronto per aggiungere un bagno di acqua calda. La procedura viene eseguita 1 volta in 2 giorni per 20 minuti.
  6. 6. Macinare l'aglio, unirlo al burro e applicare sulla zona interessata per 3 ore. Quindi risciacquare con acqua calda.

È impossibile eliminare completamente l'agente patogeno e il virus. In alcune persone, può essere nel corpo per tutta la vita in una forma latente. Non è vietato partorire naturalmente con HPV. Il taglio cesareo viene eseguito solo in presenza di grandi papillomi, che impediscono il normale passaggio del travaglio.

In che modo l'HPV influisce sulla gravidanza?

Effetto sul corpo e sul feto della donna incinta

Esternamente, l'HPV appare in 2 forme:

    papillomi: escrescenze localizzate sulla pelle;

I papillomi crescono in colonie di condilomi - neoplasie localizzate nella regione anogenitale.

Le verruche genitali sono color carne

Durante la gravidanza, i tumori esistenti iniziano a progredire di dimensioni e nuove crescite si uniscono attivamente a loro. Di solito sono indolori al tatto, ma causano alcuni inconvenienti al posto della localizzazione..

La causa della comparsa dei papillomi è l'azione del virus, tuttavia, non tutti i tipi di escrescenze sono potenzialmente pericolosi per la donna e il feto. Crescite comuni sulla pelle, situate su collo, braccia, viso, ecc. non sono in grado di causare lo sviluppo dell'oncologia e influire sulla salute del nascituro. L'ansia dovrebbe causare condilomi, in particolare la crescita attiva durante la gravidanza. Possono essere feriti e sanguinare, a seguito della quale un'infezione può entrare nel corpo. Inoltre, durante la gravidanza, le perdite vaginali, che sono un ambiente benefico per la moltiplicazione delle infezioni, diventano frequenti..

Il virus infetta l'epitelio squamoso stratificato della pelle e delle mucose

Il papillomavirus non rappresenta una minaccia immediata per il feto, poiché vive non nel sangue, ma nelle cellule epiteliali. Ciò significa che il feto non può essere infettato in utero, ma esiste il rischio di infezione se il feto passa attraverso il canale del parto naturale. Tuttavia, questo fenomeno è caratteristico solo per i bambini di quelle donne in gravidanza a cui sono state diagnosticate verruche genitali. In questo caso, il taglio cesareo può essere eseguito durante il parto, riducendo significativamente il rischio di trasmissione del virus al feto.

Se il bambino è stato comunque infettato durante il parto, la probabilità di sviluppare papillomatosi laringea è alta. Questa è una malattia caratterizzata dalla comparsa di molteplici escrescenze nella laringe. La malattia è caratterizzata da frequenti recidive e può portare a insufficienza respiratoria, fino allo sviluppo dell'asfissia. Tuttavia, la papillomatosi laringea è piuttosto rara ed è considerata una malattia curabile..

Pericolo di infezione per la futura mamma

L'infezione da papillomavirus ha più di 100 diversi ceppi, che sono divisi in base al grado di oncogenicità. I tipi più pericolosi sono 16, 18, 31 e 33, portando allo sviluppo dell'oncologia. La caratteristica principale dell'azione di questi ceppi è che l'infezione e lo sviluppo del virus sono quasi asintomatici. Senza una diagnosi speciale volta a identificare l'HPV, è impossibile scoprire l'infezione nel corpo. Le specie di papillomavirus altamente oncogene di solito non portano alla comparsa di papillomi o verruche genitali, ma possono contribuire allo sviluppo di un tumore canceroso da quelli esistenti. Ciò è dovuto al fatto che una persona può essere infettata da diversi tipi di HPV.

Il papillomavirus non è in grado di provocare malattie intrauterine del feto o in qualche modo influenzare il corso della gravidanza. Tuttavia, può portare allo sviluppo di displasia, che è considerata un presagio di cancro cervicale. Questa condizione porta a un ciclo imprevedibile di gravidanza e può portare a parto prematuro o aborto spontaneo..

HPV tipo 16 e 18 durante la gravidanza

Questi ceppi sono considerati i più pericolosi, soprattutto se una donna viene immediatamente infettata da entrambi. Sono loro a essere più responsabili dell'oncologia. Quando vengono identificati questi tipi di papillomavirus, il monitoraggio costante da parte di un medico e la diagnosi regolare della carica virale sul corpo.

Durante la gravidanza, l'HPV passa dalla fase latente a quella attiva. Questo può essere monitorato non solo dal numero crescente di neoplasie, ma anche con l'aiuto di una diagnostica speciale che riflette la carica virale. Più alto è questo indicatore, più veloce è il processo di sviluppo oncologico che attende il paziente senza chirurgia.

Trattamento HPV durante la gravidanza

Ad oggi, non esiste una terapia che aiuti a liberarsi completamente dell'infezione da papillomavirus. I metodi di trattamento conservativi mirano ad aumentare l'immunità del paziente, che sopprime l'effetto dell'HPV. Tra questi metodi, sono allocati i seguenti strumenti:

  • farmaci antivirali (Acyclovir, Novirin, Alpizarin);
  • farmaci immunostimolanti (Isoprinosine, Likopid, Allokin-alpha);
  • agenti immunomodulatori (Panavir, Keravort).

Il loro scopo aiuta a sopprimere l'attività del virus nel corpo e migliora l'azione del sistema immunitario.

Colposcopia della cervice

Tuttavia, ci sono casi in cui il numero di neoplasie sta rapidamente progredendo. I papillomi situati sui genitali e in luoghi di trauma costante sono particolarmente pericolosi. La decisione di rimuoverli viene presa se:

  • le crescite diventano dolorose al tatto;
  • c'è un aumento dei singoli condilomi;
  • le neoplasie sanguinano;
  • interferiscono con processi fisiologici come defecazione o minzione.

Tali escrescenze devono essere rimosse utilizzando uno dei metodi chirurgici. Tra loro:

  1. Criodistruzione. La procedura è il congelamento del condiloma per esposizione all'azoto liquido. Le escrescenze dei tessuti muoiono, a seguito delle quali inizia a essere respinta dal corpo e cadere. Questo processo può richiedere parecchio tempo - fino a 6 settimane. La procedura è breve ed è spesso preferita a causa della convenienza.
  2. Distruzione laser. È considerato uno dei metodi di rimozione più sicuri consentiti dalle donne in gravidanza. Un raggio laser è diretto ai papillomi, sotto l'influenza del quale evaporano le cellule della crescita. Questo metodo di rimozione aiuta a prevenire l'ingresso dell'infezione nella ferita, grazie alla chiusura istantanea dei capillari. Questo metodo può essere utilizzato solo per piccole crescite, le cui dimensioni non superano i 5 mm.
  3. elettrocoagulazione Questa procedura si basa sull'azione di una corrente che distrugge i tessuti nell'area del danno virale. Più spesso usato per rimuovere le verruche che sporgono sopra la superficie della pelle. Questo metodo viene utilizzato principalmente a causa del basso costo della procedura, poiché questo tipo di rimozione non è completamente sicuro per una donna incinta.
  4. Metodo delle onde radio. L'eliminazione dei papillomi viene eseguita utilizzando un'onda radio alimentata nel sito di esposizione utilizzando un elettrodo speciale. Questo metodo è adatto per le donne in gravidanza, poiché la rimozione viene eseguita senza contatto e il periodo di recupero passa abbastanza rapidamente. Questo metodo può essere utilizzato per rimuovere le crescite anche in luoghi difficili da raggiungere..

Oltre ai metodi di cui sopra, esiste anche l'escissione chirurgica dei papillomi, che viene utilizzata solo in casi estremi. Per le donne in gravidanza, tale operazione può essere troppo traumatica, quindi è raramente prescritta. L'intervento chirurgico viene utilizzato principalmente se il condiloma è troppo grande ed è pericoloso rimuoverlo in altri modi..

Nel periodo postpartum, lo sfondo ormonale di una donna, così come il suo sistema immunitario, ritornano gradualmente alla normalità, a seguito della quale la crescita delle neoplasie rallenta. In questo momento, la donna deve rimuovere tutti i condilomi rimanenti e assumere farmaci che contribuiscono a un aumento più rapido dell'immunità.

complicazioni

La complicazione più comune dell'HPV è lo sviluppo dell'oncologia. Un tumore maligno può svilupparsi nella cervice, nella vagina, nella vulva, nell'ano. La maggior parte dei casi di oncologia sono attribuibili a 16 e 18 ceppi di infezione da papillomavirus..

Un altro rischio è il costante trauma dei papillomi esistenti, a seguito del quale l'infezione può entrare nel corpo attraverso di essi. La neoplasia lesa inizia a sanguinare e deteriorarsi, a causa della quale la mucosa è coperta di ulcere. Questa condizione può provocare la comparsa di un processo infiammatorio-infettivo..

Conclusione

Per prevenire le complicanze causate dall'HPV, una donna deve sottoporsi a un esame completo nella fase di pianificazione della gravidanza. Se è stata diagnosticata un'infezione da papillomavirus, il trattamento deve essere effettuato prima del concepimento per non compromettere la propria salute e quella del nascituro.

Le principali cause di papilloma durante la gravidanza, metodi di trattamento

Secondo varie fonti, il papilloma virus umano è presente nel 70-80% della popolazione, specialmente nelle donne. Di solito non infastidisce il "proprietario" fino a quando non c'è una sorta di malfunzionamento nel corpo o un'immunità indebolita, e questo è ciò che accade al corpo femminile durante la gravidanza. Perché compaiono i papillomi, in un periodo già difficile, perché sono pericolosi per mamma e bambino?

Cause di HPV nelle donne in posizione?

Uno dei motivi principali per l'attivazione del virus, ovviamente, è una diminuzione dell'immunità. Tutte le forze del corpo mirano a garantire la crescita e lo sviluppo del bambino, quindi la protezione della futura madre è significativamente indebolita.

Inoltre, diversi altri fattori provocatori si distinguono:

  • Cambiamenti ormonali Quantità eccessive di alcuni ormoni possono portare alla crescita delle cellule epidermiche..
  • Impatto meccanico e attrito cutaneo. Il peso della donna sta crescendo rapidamente, i suoi vecchi vestiti diventano angusti, le pieghe si formano sulla pelle. In relazione a ciò, lo sfregamento si verifica durante la deambulazione e i movimenti e in questi luoghi compaiono papillomi.

Indipendentemente dalla causa che ha causato la comparsa del papilloma, la papillomatosi indica sempre che è presente un virus nel corpo.

Trigger HPV

Poiché il sistema immunitario è indebolito, qualsiasi effetto esterno sul corpo può essere dannoso per la salute e provocare la crescita del tessuto epiteliale.

Prima di tutto, l'influenza della vita sessuale promiscua. L'HPV viene trasmesso principalmente attraverso il contatto sessuale, quindi, se la futura mamma non ha un partner permanente, il rischio di sviluppare la malattia aumenta.

Cattive abitudini come fumo, alcol e droghe sono un altro fattore di rischio significativo..

Una corretta alimentazione gioca un ruolo importante, perché con un eccesso o una carenza di determinate sostanze, soffrono tutti gli organi e sistemi, che influiscono sulle condizioni della pelle, sul peso della futura mamma e sulla salute dei vasi sanguigni.

La presenza di altri virus nel corpo (ad esempio, l'HIV) aumenta il rischio di papilloma, nonché la presenza di varie malattie endocrine (diabete mellito).

Segni e luoghi di localizzazione

Gli organismi sono diversi per tutti, quindi le dimensioni, la struttura, la densità e il colore dei papillomi possono variare significativamente nelle donne. In generale, possiamo dire che le neoplasie sono sempre evidenti se si trovano sulla superficie della pelle o delle mucose, sono indolori quando vengono premute, più spesso morbide.

Luoghi preferiti per papillomi nelle donne in gravidanza: viso, collo, organi intimi, torace, ascelle.

Sul collo

I papillomi sul collo durante la gravidanza non sono rari. Molto spesso, si verificano sui lati e sulla parte anteriore e posteriore del collo sono meno comuni.

Le formazioni hanno una struttura papillare, di piccole dimensioni (1-5 mm), leggermente ristretta alla base. A volte, al contrario, possono essere distinti dalla loro forma appuntita. Di solito le escrescenze sono leggermente più scure del colore della pelle.

Il pericolo delle neoplasie è che possono essere facilmente danneggiate da gioielli, abbigliamento (colletti, sciarpe), stress meccanico durante le procedure igieniche e pettinatura.

Sulla cervice

Il papilloma nell'area genitale, in particolare sulla cervice, è un problema comune delle donne in gravidanza. È impossibile vederli da soli, per la diagnosi, è necessario almeno un esame in una sedia ginecologica.

Il pericolo di questa localizzazione è nel rapido tasso di crescita delle neoplasie, poiché il calore e l'umidità sono le condizioni più favorevoli per la moltiplicazione del virus.

Tra i segni ci sono prurito, bruciore, disagio nell'area intima durante il sesso, comparsa di secrezione atipica. Se la papillomatosi cervicale non è associata ad alcuna infezione, di norma, la malattia è asintomatica e questa è la posizione più favorevole per la futura mamma.

Sul petto

Le neoplasie sul petto, principalmente nell'area degli aloni, sono morbide al tatto, piccole, ma hanno un colore scuro, fino al nero. Se i papillomi sono esclusivamente all'esterno, non disturbano la donna in travaglio, non ci sono sintomi concomitanti.

Se i fuochi compaiono all'interno delle ghiandole mammarie, il paziente lamenta scariche dai capezzoli, irrigidimento dei tessuti, bruciore e prurito. Pertanto, con la comparsa di escrescenze all'esterno, sarà necessaria la diagnostica per determinare se ci sono papillomi all'interno. Se il medico conferma la presenza di quest'ultimo sotto la pelle, l'allattamento al seno sarà impossibile..

Sui capezzoli

I papillomi possono prendere qualsiasi posto sul petto, ma sono ancora più comuni sui capezzoli..

La neoplasia in questo luogo aumenta rapidamente di dimensioni e provoca un certo disagio nella calza della biancheria intima, il petto prude, appare uno scarico biancastro.

I papillomi esterni sono facilmente distinguibili: sono morbidi, possono essere singoli e multipli, hanno sfumature dalla carne al marrone scuro. All'esame, il medico deve sondare il torace alla ricerca di papillomi interni.

Fa il corso della gravidanza?

Non c'è una risposta chiara a questa domanda, perché, in primo luogo, l'immunità e lo stato di salute delle diverse donne è diverso: in alcuni papillomi scompare indipendentemente dopo il parto, in altri il virus si combina con l'infezione e può portare a spiacevoli conseguenze.

In secondo luogo, ci sono opinioni diametralmente opposte dei medici riguardo al danno del papillomavirus durante la gravidanza. Alcune persone pensano che l'attività dell'HPV possa portare ad un aborto..

I più pericolosi sono i papillomi nella zona intima (vagina, cervice, labbra), perché causano disagio a una donna quando cammina e possono essere un "magnete" per varie infezioni.

Non è inoltre sicuro se il papilloma viene accidentalmente (o intenzionalmente) danneggiato, poiché la violazione dell'integrità della pelle in combinazione con un sistema immunitario indebolito costituisce un "gateway" per l'ingresso di altri agenti patogeni nel corpo (virus, funghi, batteri).

L'aspetto psicologico non è meno importante: la donna sarà nervosa, preoccupata, preoccupata per il possibile danno a lei e al bambino e le situazioni stressanti durante la gravidanza sono inaccettabili.

In generale, il rischio di papilloma durante la gravidanza è spesso aumentato e la malattia passa completamente dopo il parto senza lasciare traccia.

Conseguenze per il bambino

Su un bambino, il papillomavirus della madre si riflette molto raramente. Ciò si manifesta più spesso nella papillomatosi della laringe e del tratto respiratorio, ma questa patologia viene diagnosticata in casi isolati.

Anche se ciò accade, di norma, il corpo del bambino affronta da solo la patologia e la malattia passa senza lasciare traccia.

A quale medico dovrei andare?

I papillomi in varie parti del corpo richiedono un consiglio medico. È meglio consultare un dermatologo. Se c'è il sospetto di papillomi cervicali o neoplasie localizzate nell'area degli organi intimi, è necessario visitare un ginecologo.

Regime di trattamento

I papillomi non vengono spesso trattati durante la gravidanza: di solito dopo una diagnosi, il medico raccomanda di prendere precauzioni per non danneggiare la crescita, prescrive esami preventivi per monitorare le condizioni del papilloma.

Tuttavia, a volte è necessario un trattamento se il rischio è inferiore alle possibili conseguenze della malattia (ad esempio, se la crescita è localizzata nell'area genitale).

Terapia terapeutica

Molto spesso, il trattamento dei papillomi durante la gravidanza comporta l'uso di agenti esterni. Nelle fasi iniziali, può essere prescritto unguento Viferon.

Il farmaco è atossico e completamente sicuro per le donne in travaglio, consente di fermare la crescita del tumore e la diffusione del virus e nel tempo la crescita scompare.

Il gel antivirale e immunomodulante "Infagel" previene la crescita del papilloma e la crescita delle cellule atipiche. L'uso del gel è consentito dal 2 ° trimestre.

Soluzione meno comunemente prescritta "Solcoderm" e gel "Panavir".

La terapia farmacologica è determinata solo da un medico e tiene sempre conto della necessità di un trattamento in un caso particolare.

Intervento chirurgico

L'intervento chirurgico durante la gravidanza è indesiderabile, tuttavia, è possibile rimuovere singole formazioni in un luogo lontano dall'addome (collo, viso, mani). Attualmente, per questo viene utilizzata l'escissione tradizionale, rimozione o rimozione laser mediante un coltello radio, azoto liquido.

Ognuno di questi metodi ha controindicazioni e svantaggi, quindi il medico valuta i rischi, pesa tutti i pro e contro, riferisce sulle possibili conseguenze della donna in travaglio e quindi viene presa una decisione in merito alla necessità di un intervento chirurgico.

L'uso di rimedi popolari

I rimedi popolari sono il modo più sicuro per combattere i papillomi durante la gravidanza, ma il loro uso dovrebbe essere concordato con il medico.

Tra i metodi tradizionali si distinguono:

  • Impacco di patate crude grattugiato (applicato quotidianamente durante la notte).
  • Impacco di aceto di mele (applicato ogni 12 ore per 3-5 giorni).
  • Comprimere da una miscela di aceto, aglio e farina di segale (gli ingredienti vengono miscelati e ammorbiditi, l'impacco viene applicato per 3 giorni).

Hai bisogno di rimuovere le crescite durante questo periodo?

La rimozione di papillomi durante la gravidanza non è necessaria, tranne in casi eccezionali. Ad esempio, non è necessario rimuovere le verruche piatte su braccia e gambe, escrescenze morbide su viso, collo e petto, ascelle, stomaco, schiena, spitz su suole e palmi.

Fattori di rischio

Se dopo l'esame il medico conclude che non è necessaria la rimozione di papillomi, è meglio rimandare il trattamento fino al periodo postpartum. Tuttavia, è necessario essere consapevoli dei possibili rischi che possono portare a conseguenze indesiderabili:

  • L'esposizione meccanica agli indumenti o allo sfregamento mentre si cammina può danneggiare il papilloma, dopo di che si verifica un forte dolore e si apre il sanguinamento. Inoltre, il virus può diffondersi nelle aree vicine della pelle e portare alla comparsa di nuovi papillomi.
  • La presenza del virus nel corpo e la sua attività possono portare a una esacerbazione di malattie croniche, quindi bisogna fare attenzione a non contrarre una nuova infezione: evitare lunghe passeggiate a basse temperature, osservare misure igieniche, usare contraccettivi barriera durante il sesso.
  • Trascurare la propria salute durante la formazione di papillomi è inaccettabile, pertanto è necessario essere regolarmente esaminati da un medico (ginecologo, dermatologo), monitorare il cambiamento di colore e la crescita del papilloma e, quando compaiono nuovi sintomi di disturbo, assicurarsi di visitare uno specialista.
  • L'automedicazione può aggravare la situazione, quindi non puoi prescrivere farmaci per te stesso, compresi quelli popolari.

Possibili complicazioni

Molto spesso, i papillomi scompaiono senza lasciare traccia dopo il parto all'improvviso come sono apparsi. Tuttavia, la malattia può provocare conseguenze spiacevoli, tra cui:

  • Infezione infantile.
  • Lo sviluppo di un tumore benigno in un tumore maligno (cancro).
  • Suppurazione e sanguinamento dei papillomi con successiva infezione e complicanze della gravidanza e del parto.
  • La proliferazione di papillomi nell'area genitale può essere un ostacolo al parto naturale. In questo caso, viene utilizzato un taglio cesareo..

Prevenzione e vaccinazione HPV

La prevenzione della papillomatosi consiste nell'osservare semplici precauzioni: abbandonare le cattive abitudini, cambiare la dieta con una predominanza di cibi sani, ricchi di vitamine, evitare rapporti sessuali promiscui, mantenere l'igiene personale e visite regolari dal medico per esami preventivi.

La vaccinazione contro l'HPV è sicura nella fase di pianificazione della gravidanza: è richiesto un corso di vaccinazione, dopo di che il concepimento è accettabile. Tuttavia, dopo la fecondazione, i vaccini possono essere non solo inefficaci, ma anche non sicuri..

Non è consigliabile vaccinare intenzionalmente, ma se si è verificata la vaccinazione e la donna non era a conoscenza della gravidanza, ciò non minaccia il feto o la donna.

Il papillomavirus umano può essere nel corpo di una donna per decenni, senza farsi conoscere. Una diminuzione dell'immunità durante la gravidanza aumenta la probabilità di attivazione del virus, tuttavia, nella maggior parte dei casi, la papillomatosi non influisce sulle condizioni della madre e sullo sviluppo del bambino. La cosa principale è passare l'esame in tempo e seguire rigorosamente tutte le raccomandazioni del medico.

Up