logo

La gravidanza è il periodo più bello, ma anche il più cruciale nella vita di una donna. Un gran numero di problemi che si sono accumulati sulle spalle delle donne può oscurare la gioia dell'imminente maternità. E queste preoccupazioni sono molto diverse: dall'acquisto di un passeggino all'eliminazione dei problemi associati all'appassimento della bellezza. La cosa principale da ricordare è che tutto ciò è temporaneo. E la persistenza nel raggiungere i loro meravigliosi obiettivi sarà premiata con la bellezza preservata dopo la nascita del bambino.
Insieme a tossicosi, mancanza di respiro e mal di schiena, si verificano anche problemi della pelle. Quali sono questi problemi e come affrontarli nella nostra recensione di oggi.

7 problemi di pelle nelle donne in gravidanza: identificare ed eliminare

streamers

Il flagello principale di tutte le donne in gravidanza, affrontate fino all'80% delle donne. Le smagliature sono espresse sul basso addome sotto forma di strisce rosa o rossastre. Migliaia di donne in gravidanza hanno difficoltà con le smagliature, ma molto spesso senza successo. In primo luogo, un fattore ereditario, dal quale non si può arrivare da nessuna parte, può svolgere un ruolo importante qui. Se sai che tua madre ha avuto problemi simili, fai scorta in anticipo con creme e lozioni speciali vendute in ogni farmacia. Anche le vitamine A ed E nelle soluzioni oleose aiuteranno qui. Idratante e detergente per la pelle e una corretta alimentazione contribuiranno a ridurre il rischio di smagliature. E il massaggio non sarà mai superfluo. Solo su un corso di massaggio è meglio parlare con il medico. Potresti avere controindicazioni.

7 problemi di pelle nelle donne in gravidanza: identificare ed eliminare

cloasma

Il cloasma è la maggiore pigmentazione di un'area limitata della pelle. Si verifica a seguito di cambiamenti nel background ormonale di una donna incinta. Ancora una volta, il cloasma non è possibile per tutti. E non necessariamente quelli che hanno avuto problemi di pelle iniziali prima della gravidanza. Le macchie scure possono coprire alcune parti del viso: fronte, guance, naso, mento.
Non ci sono misure preventive e trattamenti per il cloasma durante la gravidanza. Qualsiasi agente schiarente deve essere usato con cautela, poiché gli additivi contenuti nella "candeggina" della pelle possono danneggiare il feto. Anche il peeling con acidi è inaccettabile, poiché questa procedura è intrinsecamente stressante. E lui, a sua volta, può portare alla comparsa di nuovo cloasma. Le macchie sulla pelle possono essere temporaneamente mascherate. Se esci da qualche parte e ti senti timido su questi punti, usa fondotinta e matite.

7 problemi di pelle nelle donne in gravidanza: identificare ed eliminare

Acne, Acne, Acne

Si scopre che l'argomento "brufolo" è possibile non solo nell'adolescenza. A causa dell'eccessiva secrezione di ormoni, c'è un abbondante rilascio di grasso dalle ghiandole sebacee. Ciò porta alla comparsa di eruzioni cutanee su viso, collo, schiena. È impossibile schiacciare l'acne, è pericoloso dalla penetrazione dell'infezione nel flusso sanguigno con tutte le complicazioni che ne conseguono. La pulizia meccanica non garantisce inoltre che non vi siano successive irritazioni o infiammazioni..
Usa detergenti che non contengono acido salicilico, alcool, vitamina A, ormoni. Tutti i tipi di unguenti e compresse possono influire negativamente sullo sviluppo del feto. Per prevenire la comparsa di un'eruzione cutanea può essere una bevanda abbondante e una corretta alimentazione. Forse il tuo sistema ormonale manca di alcuni alimenti e afferma di essere disordinato per l'acne. Consulta il tuo medico cosa dovresti mangiare e cosa non mangi affatto..

7 problemi di pelle nelle donne in gravidanza: identificare ed eliminare

Phlebeurysm

Le vene varicose si verificano a causa dell'ulteriore flusso di sangue al feto. E qui, anche il fattore ereditario svolge un ruolo importante. Dopo aver visto i primi sintomi delle vene varicose, consultare immediatamente un medico, perché è necessario affrontare il problema all'inizio. L'espansione varicosa può "passare" alla tromboflebite e questa è una malattia pericolosa sia per la madre che per il bambino. Un trattamento adeguato delle vene varicose può essere prescritto solo da uno specialista.
Le misure di prevenzione non saranno superflue. Per mantenere una buona forma fisica e migliorare il flusso sanguigno nelle vene, prova a fare ginnastica, nuotare, prendere l'abitudine di fare una doccia di contrasto. Evita di visitare lo stabilimento balneare e non indossare scarpe col tacco alto. Assicurati di usare una benda dopo 20 settimane. Non incrociare le gambe e cercare di mettere i piedi su una collina.

7 problemi di pelle nelle donne in gravidanza: identificare ed eliminare

papillomi

In alcune donne in gravidanza, si formano piccoli papillomi sotto le ascelle, sul collo o sotto il petto. Ciò si verifica a seguito dello sfregamento della pelle sulla pelle o della pelle sugli indumenti. Tali escrescenze compaiono a causa dell'eccessiva crescita dello strato superiore della pelle. Dopo il parto, scompariranno da soli. Oppure possono essere rimossi nel salone di bellezza, ma non durante la gravidanza.

7 problemi di pelle nelle donne in gravidanza: identificare ed eliminare

Fard in gravidanza

A prima vista, può sembrare la natura inverosimile di questo problema. Tuttavia, il rossore visibile agli altri è un dato di fatto. Il proprietario delle guance rosse potrebbe anche non sentirlo. Le guance non brillano di calore, come di eccitazione e vergogna. Qui sono ormoni completamente diversi. L'aumento del volume di sangue in tutto il corpo e, in particolare, sulla superficie della pelle del viso, è dove scorre il sangue alle guance. Più brillantezza grazie al forte lavoro delle ghiandole sebacee. Il risultato è una faccia piena di calore. Di conseguenza, la donna incinta ricorda una persona che è preoccupata o piange. Far fronte al fascino di un fard è particolarmente impossibile. Lui stesso passerà quando partorirai. Nel frattempo, goditi l'originale bellezza russa!

7 problemi di pelle nelle donne in gravidanza: identificare ed eliminare

Linea scura

Alcune donne hanno una linea sottile sulla pancia dall'ombelico al pube. Prima della gravidanza, può essere un colore bianco, appena percettibile. Molte ragazze vivevano e non sapevano della sua esistenza fino alla gravidanza. Ma sotto l'influenza degli ormoni, da qualche parte più vicino alla metà della gravidanza, questa linea invisibile si scurisce e diventa evidente. In alcune donne, questa linea si insinua persino sopra l'ombelico. La linea scura è più evidente nelle donne scure. È inutile combattere, tutto sparirà dopo il parto.
Goditi la gravidanza e rimani bellissima!

Perché durante la gravidanza la pelle diventa secca, si sbuccia e diventa rossa e cosa si può fare?

La pelle secca durante la gravidanza è un evento abbastanza comune. Durante la gestazione, il corpo femminile sperimenta grave stress e stress, quindi tutti gli organi lavorano in modo diverso. Il corpo della donna incinta viene ricostruito, il che influisce sull'aspetto, in particolare sulle proprietà della pelle. Diventa secco e traballante. Più spesso si manifesta sulle mani, ma si osserva anche secchezza su viso, collo, stomaco, gambe.

Cause di pelle secca e desquamata nelle donne in gravidanza

I cambiamenti nelle condizioni della pelle durante la gravidanza sono diversi. Diversi fattori provocano questo:

  • Trasparenza. Si osserva a causa dell'aumento del flusso sanguigno in una donna incinta. Il sangue entra nel feto.
  • Prurito della pelle sull'addome, sul torace (vedi anche: prurito della pelle alla fine della gravidanza). Appare principalmente nel 2 ° e 3 ° trimestre, quando sono allungati, aumentano di volume.
  • Caldo pizzicante. A 9 mesi, a causa dell'aumento della sudorazione, si osservano prurito e vesciche. Fornisce questa mancanza di vitamina A.
  • Smagliature sullo stomaco, fianchi. Incontra quasi tutte le mamme in attesa. Pericoloso solo se accompagnato da dolore.
  • Macchie cianotiche sulle gambe. Appare durante l'ipotermia, rimanere in condizioni climatiche fredde. Passa dopo il parto.
  • Macchie scure sul viso. Si verificano nelle donne con la pelle pallida. Scompaiono dopo la nascita del bambino.

Secchezza e desquamazione della pelle causano altri motivi. Il principale è la mancanza di acqua nel corpo. Nel primo trimestre, molti soffrono di uno squilibrio nel bilancio del bere. Il consumo di acqua dovrebbe essere aumentato, poiché è necessario per:

  • aumentare il volume del sangue;
  • formazione di liquido amniotico;
  • crescita uterina;
  • sviluppo di organi.

Il fluido dal corpo della futura mamma viene fornito principalmente per soddisfare le esigenze del bambino. Se una donna non beve abbastanza, l'acqua viene consumata dai suoi tessuti. Ciò minaccia la perdita di elasticità e l'essiccazione del tegumento. Alla fine del 2 ° e 3 ° trimestre, il consumo di acqua dovrebbe essere ridotto, poiché inizia a persistere nei tessuti della gravidanza.

In caso di malfunzionamento della ghiandola tiroidea, che si verifica nelle donne in gravidanza, gli ormoni vengono prodotti in quantità maggiori o minori. Ciò minaccia l'ipotiroidismo, i cui sintomi sono pelle secca, capelli fragili e unghie. Osservato anche:

  • Aumento degli estrogeni. Sospende le ghiandole sebacee, la cui funzione è l'idratazione della pelle. Principalmente prurito e arrossamento dei palmi e dei piedi.
  • Riduzione del progesterone L'elasticità della pelle diminuisce, compaiono secchezza e acne.

Devo segnalare i sintomi al mio medico??

Qualsiasi cambiamento nelle condizioni durante la gravidanza non deve essere trascurato. È necessario informare il medico della pelle secca, nonostante il fatto che questo sia un evento comune per una donna incinta. Identificherà la causa e designerà i metodi per la sua eliminazione, che possono essere:

  • variazione della quantità di fluido consumato;
  • correzione nutrizionale;
  • assunzione di complessi vitaminici;
  • l'uso di creme speciali e altri cosmetici.

Non solo i motivi elencati causano secchezza, ma anche alcune malattie o reazioni allergiche. Il medico dovrebbe condurre un esame al fine di individuarli ed eliminarli tempestivamente. Le allergie mancanti possono andare al bambino.

La pelle secca influisce sul feto??

Se la pelle secca durante la gravidanza è causata da una carenza di liquidi, una dieta squilibrata, un cambiamento nei livelli ormonali, non ha alcun effetto sulla salute e sullo sviluppo del bambino (consigliamo di leggere: l'effetto delle allergie durante la gravidanza sul feto). Tuttavia, solo una donna sente spiacevoli conseguenze. Sono espressi in:

  • secchezza, desquamazione della pelle;
  • prurito
  • la formazione di smagliature;
  • la comparsa di microcracks;
  • la formazione della forfora.

Come prendersi cura della pelle secca durante la gravidanza?

La corretta cura del viso, delle braccia, delle gambe e del corpo aiuta le future mamme a evitare sensazioni spiacevoli e cambiamenti nelle condizioni della pelle. Vari rimedi cosmetici e popolari tonificano, purificano e nutrono i tessuti. La cura adeguata per la pelle secca prevede diverse regole:

  • fare il bagno con olii essenziali, glicerina, decotti di semi di lino e avena;
  • applicare maschere contenenti miele;
  • strofinare olio di girasole, grassi animali, burro nelle aree problematiche;
  • pulire la faccia con il latte;
  • fare impacchi da infusi di calendula, camomilla o menta.

Per eliminare la pelle ruvida su gomiti, mani, piedi, applicare crema oleosa o olio, avvolgere con polietilene e una sciarpa di lana, lasciare durante la notte. Per eliminare la comparsa di smagliature, sarà utile strofinare i semi di lino, l'olivello spinoso e l'olio di semi di girasole sulla pelle dell'addome e delle cosce. Se usata quotidianamente, la pelle è idratata ed elastica..

Quando ti prendi cura del tuo viso, devi ricordare la necessità di una pulizia quotidiana, applicando una crema idratante. Dovresti abbandonare i cosmetici decorativi o limitarne l'uso al minimo. Le mani soffrono di più nel fare i compiti di tutti i giorni. Di notte dovrebbero essere applicati con una crema nutriente o lubrificati con olio.

Cosmetici e procedure

Avendo appreso della sua situazione, una donna dovrebbe riconsiderare i cosmetici utilizzati. Assicurati di rimuovere quelli che seccano la pelle delle mani e del corpo: sapone, creme. Invece, ottenere idratante, nutriente. È meglio usare sapone alla crema, bagnoschiuma, lozione, tonico, latte. Puoi usare creme per bambini e oli naturali. Prodotti inaccettabili contenenti alcol. Assicurati di rinunciare a scrub, peeling.

Particolare attenzione durante la cura dovrebbe essere data alle aree problematiche della pelle: mani, gomiti, ginocchia. Per questo, sono adatti oli nutrienti, idratanti con vitamine..

Quando si scelgono i cosmetici, è meglio consultare un ginecologo. Deve confermare la loro sicurezza per il bambino e l'assenza di una reazione negativa se la donna ha malattie concomitanti. Se la secchezza è molto grave, accompagnata da arrossamento, prurito, vale la pena visitare un dermatologo per un esame più approfondito. Ti prescriverà un trattamento e ti dirà i migliori prodotti per la cura. Secondo la raccomandazione del medico, Bepanten, Panthenol, Pantoderm possono essere utilizzati per normalizzare le condizioni della pelle..

Ricette popolari

Ci sono molti modi popolari per sbarazzarsi della secchezza e idratare la pelle. Le maschere realizzate indipendentemente da ingredienti semplici sono sempre popolari. È necessario applicarli immediatamente dopo la preparazione. Non è possibile conservare la miscela finita, poiché i prodotti freschi perdono rapidamente le loro proprietà benefiche. Dopo l'uso, sciacquare bene con acqua tiepida, applicare la crema. Ricette per maschere viso e corpo:

  • A parità di volumi, mescolare latte e miele. Applicare sulla pelle per 15-20 minuti. Invece del latte, puoi usare lo yogurt naturale.
  • Mescolare un bicchiere di panna acida grassa e olio vegetale, aggiungere l'uovo e il succo di mezzo limone. Rivestire le aree problematiche, lasciare per 20-25 minuti. Ottimale per aree ruvide - piedi, gomiti.
  • Macina l'avocado nella pappa, aggiungi 1 cucchiaino. miele e yogurt. Immergiti sul viso per 20 minuti. Gli oli essenziali di avocado penetrano in profondità nei tessuti, nutrendoli dall'interno.
  • Mescola 2 cucchiaini. ricotta e olio di semi di lino, 1 cucchiaino ciascuno. succo di prezzemolo e olio di pesce, una piccola scorza d'arancia. Mantenere sulla pelle per 10 minuti.
  • Cuocere la farina d'avena del latte, aggiungere il tuorlo e l'olio di avocado. Applicare per 10 minuti.
  • Prendi 4 gocce di vitamine A ed E (vendute in farmacia in forma liquida), aggiungi 2 cucchiai. l farina di avena (cereali tritati) e olio d'oliva. Applicare la maschera sulla pelle per 20 minuti. Adatto a tutte le parti del corpo. Dopo diverse applicazioni, la pelle è satura di vitamine, idratata, acquisisce un aspetto sano, elasticità.

Correzione nutrizionale

Durante la gravidanza, le condizioni della pelle cambiano quasi sempre. In modo che non si sbuccia, non arrossisce, non si secca, è necessario mangiare bene e mantenere l'equilibrio idrico. Il valore dell'acqua è inestimabile, perché è necessario per lo sviluppo e la crescita del bambino nell'utero. Il medico ti dirà le norme del consumo di acqua in ogni fase della gravidanza:

  • Dal momento del concepimento, bere 2 litri di acqua al giorno. Zuppe, piatti liquidi, prodotti contenenti molti liquidi (cetrioli, angurie), tè, caffè non sono inclusi in questa norma.
  • Dopo 25-30 settimane, l'assunzione di liquidi è limitata per prevenire il gonfiore. L'acqua pura deve essere bevuta non più di 1 litro al giorno. Non bere di notte.

Le condizioni della pelle sono fortemente influenzate dal cibo. Di questi, la maggior parte delle vitamine, dei minerali e dei nutrienti necessari per lo sviluppo del bambino e il nutrimento del corpo della madre.

Devi mangiare correttamente, aderendo ai principi di base:

  • Non mangiare tutto e rispettare la misura;
  • consumare più frutta, verdura, proteine ​​e altri cibi sani;
  • introdurre nella dieta alimenti ricchi di acidi omega-3 e omega-6: frutti di mare, semi, noci, oli vegetali;
  • ridurre il consumo di cibi piccanti, affumicati, grassi, cioccolato, bibite zuccherate;
  • osservare la dieta: mangiare a determinate ore, con uguale periodicità;
  • non fare spuntini con cibi pesanti e spazzatura.

Nella seconda metà della gravidanza, la dieta dovrebbe essere trattata con più attenzione. A causa di un cambiamento nell'equilibrio ormonale, può verificarsi una reazione allergica agli alimenti con cui non si sono verificati problemi precedenti.

Cause di macchie rosse durante la gravidanza

Molte giovani madri lamentano che compaiono macchie rosse sui loro corpi durante la gravidanza. In nessun caso devi auto-medicare e in qualche modo mascherare questo fenomeno, anche se l'eruzione cutanea appare sul viso. Non appena una donna in posizione ha notato aree arrossate sulla pelle, dovrebbe immediatamente consultare un medico in modo che mandi la futura mamma per un esame. Poiché ci sono alcune ragioni per la comparsa di macchie rosse, a volte è difficile per un medico fare immediatamente una diagnosi corretta, e in alcuni casi questo fenomeno può essere un sintomo di una malattia potenzialmente pericolosa per la salute del bambino. In questo articolo considereremo i possibili motivi per cui durante la gravidanza compaiono macchie rosse sul viso, sullo stomaco, sulle braccia, sulle gambe e sulla schiena della donna..

Macchie rosse sullo stomaco

La causa più comune e relativamente innocua di macchie rosse durante la gravidanza è la dermatosi polimorfica. Questa spiacevole condizione si presenta a causa di cambiamenti ormonali nel corpo che si verificano molto intensamente durante tutti i 9 mesi di trasporto del bambino.

Sintomi

I primi segni di questa malattia si manifestano sotto forma di eruzione cutanea nell'addome e prurito. Quindi gradualmente le macchie rosse possono diffondersi ad altre parti del corpo: braccia, schiena, petto, glutei, fianchi. Ma suole e piedi con dermatosi nella maggior parte dei casi rimangono puliti.

Le cause

Molto spesso, nel terzo trimestre compaiono macchie rosse sull'addome durante la gravidanza. Sebbene nel caso del trasporto di gemelli (terzine) o con un significativo aumento di peso, questo disturbo può verificarsi nel secondo e persino nel primo trimestre. I medici ritengono che la dermatosi polimorfica appaia a causa di un significativo allungamento della pelle.

Man mano che la data prevista per il parto si avvicina, le macchie rosse sulla pelle diventeranno più piccole e il prurito di accompagnamento diminuirà gradualmente. Dopo il parto, quando lo sfondo ormonale di una donna si stabilizza, le macchie rosse scompaiono da sole.

Cosa fare

Naturalmente, ciò non significa che la futura mamma dovrà sopportare un prurito e contemplare l'eruzione cutanea per diversi mesi. Un ginecologo, a cui una donna in posizione dovrebbe contattare immediatamente, escluse altre cause di macchie rosse durante la gravidanza, prescriverà i suoi antistaminici che sono approvati per l'uso durante la gravidanza.

Macchie rosse sul viso

Una reazione allergica durante la gravidanza può verificarsi anche in una donna che non l'ha mai avuta prima. Ciò è dovuto principalmente ai cambiamenti nel sistema immunitario che si sono verificati in connessione con la gravidanza.

Le cause

Qualsiasi prodotto alimentare può provocare la comparsa di un'allergia, anche quella che una donna ha precedentemente consumato più volte, prodotti chimici per la casa, cosmetici, animali domestici, polvere, piante fiorite, abiti realizzati con materiali sintetici. L'allergia è una malattia grave che si manifesta non solo con prurito e macchie rosse sul viso..

Cosa fare

Durante la gravidanza, la comparsa di tali sintomi non può essere ignorata, poiché in alcuni casi una reazione allergica acuta può causare il ricovero in ospedale della donna incinta, perché può causare shock anafilattico. E questa condizione è un pericolo per la salute e la vita della madre e del suo bambino. Contattare tempestivamente un medico e assumere antistaminici, nonché interrompere il contatto con la fonte di una reazione allergica, sono la chiave per una gravidanza di successo quando si verifica una reazione allergica.

Eruzione cutanea rossa sul corpo

Sudorazione: irritazione della pelle dovuta all'aumento della sudorazione e insufficiente evaporazione del sudore. Molto spesso, il calore pungente si manifesta sotto forma di prurito e macchie rosse durante la gravidanza in estate, quando una donna è costretta a indossare costantemente una benda per mantenere il suo addome. Inoltre, la causa della sudorazione può essere l'uso di abiti realizzati con tessuti artificiali e non abbastanza spesso procedure igieniche. Per eliminare questa spiacevole condizione, è necessario prendere le procedure dell'acqua ogni giorno e rifiutarsi di indossare abiti realizzati con tessuti sintetici. Si consiglia di pulire le aree problematiche con una soluzione all'1% di alcool salicilico o calendula.

Macchie rosse sullo stomaco

Durante il periodo di trasporto del bambino, gli organi interni di una donna sono sottoposti a tremendi sforzi, perché, come si suol dire, devono lavorare per due. In alcuni casi, quando la cistifellea o il fegato non sono in grado di far fronte al lavoro assegnato loro, ad esempio, perché il bambino ha trasmesso i dotti biliari, che ha portato a un deterioramento del deflusso della bile, o la donna ha assunto farmaci, gli organi possono segnalarlo macchie rosse durante la gravidanza. Di solito le eruzioni cutanee compaiono sul corpo, molto spesso nell'addome.

Macchie rosse sul corpo

Sfortunatamente, è probabile che una donna, trovandosi in una posizione interessante, possa essere infettata da una malattia infettiva, come la scabbia. Per fare ciò, è sufficiente toccare le aree esposte della pelle di qualsiasi oggetto in un luogo pubblico, in particolare, sdraiarsi su un divano in un ospedale o clinica. Tali malattie si manifestano sotto forma di prurito e macchie rosse che si diffondono in tutto il corpo. Inoltre, nella maggior parte dei casi, le macchie rosse infettive durante la gravidanza sono localizzate sullo stomaco.

Cambiamenti nel tipo di pelle durante la gravidanza

Nove mesi di gravidanza vengono spesso definiti periodi di "test di resistenza". Durante questo periodo, osservi non solo la crescita e lo sviluppo del tuo bambino, ma anche gli intensi cambiamenti nel tuo corpo. Catturano tutti gli organi e i sistemi, non bypassano il nostro organo più grande: la pelle. Possono essere molto diversi. Dipende da molti fattori, come le condizioni iniziali della pelle, lo stato ormonale e il particolare decorso della gravidanza. Anche una stagione e una dieta cambiata possono influenzare le condizioni della pelle..

Lyudmila Soboleva
Cosmetologo, Mosca

Quali sono i motivi delle modifiche?

Il fatto è che durante la gravidanza si verificano significative fluttuazioni ormonali nel corpo. Il livello di ormoni sessuali femminili - aumenta gli estrogeni. Tra le altre azioni, gli estrogeni influenzano il funzionamento delle ghiandole sebacee del corpo, riducendo la loro secrezione (per questo motivo, i contraccettivi orali contenenti estrogeni sono talvolta usati per curare l'acne). Ciò porta al fatto che viene rilasciato meno sebo sulla superficie della pelle. Un altro, non meno importante, l'ormone - il progesterone - può ridurre l'elasticità della pelle, renderla più sottile e più sensibile. Tuttavia, le fluttuazioni del livello di progesterone possono anche causare l'effetto opposto: provocare la comparsa o l'intensificazione dell'acne. In questo caso, il miglior consiglio è una visita a un dermatocosmetologo. Attualmente, ci sono molti farmaci per il trattamento dell'acne. Tra questi ci sono quelli che possono essere tranquillamente utilizzati dalle donne in gravidanza. Ma l'aspettativa di un bambino è un periodo della vita in cui è particolarmente necessario astenersi dall'automedicazione, poiché è necessaria la qualifica di un medico per valutare l'equilibrio tra beneficio e potenziale danno.

Se prima della gravidanza la tua pelle era grassa (o addirittura problematica), allora, molto probabilmente, la gravidanza avrà un effetto benefico su di essa. La pelle diventerà meno grassa, la lucentezza grassa scomparirà, il numero di eruzioni cutanee da acne diminuirà o scompariranno del tutto. Potresti notare che durante il giorno non c'è il desiderio ossessivo di lavare via il film oleoso dal viso, le bucce e gli scrub, così come gli agenti antisettici, sono stati usati meno spesso e ricordi di polvere non più di una volta al giorno. Tutto questo è un risultato favorevole dell'azione degli estrogeni sulla pelle..

Per i proprietari di pelle secca e normale, il periodo di attesa del bambino può diventare più difficile. La loro pelle, che rilascia già una piccola quantità di sebo, diventerà più secca. Possibili peeling, prurito, reazioni allergiche.

Qual è la tua pelle??

La cosa più importante è capire a quale tipo appartiene la tua pelle. Come determinarlo? Quali sono i parametri? E quali tipi sono in genere?

Per fare una "diagnosi" della tua pelle, lavati il ​​viso con il sapone (solo per fare una diagnosi: in altri casi, lavare con il sapone è inaccettabile). Senza applicare alcun cosmetico, dai un'occhiata alla pelle un'ora dopo il lavaggio.

Se c'è una sensazione di oppressione, in alcune aree c'è peeling e la pelle stessa è sottile, opaca, i pori sono praticamente invisibili e, possibilmente, i capillari brillano attraverso - hai la pelle secca.

La pelle grassa è caratterizzata da una lucentezza sebacea pronunciata, i pori sono grandi, in alcuni punti possono essere presenti comedoni (quelli che comunemente vengono chiamati "punti neri"). Potrebbero esserci elementi infiammati dell'acne o macchie di età lasciate dopo l'acne.

La pelle normale (o mista) è un'opzione intermedia e più favorevole. In generale, questa pelle non causa particolari problemi. Dopo essersi lavata, si sente abbastanza a suo agio, dopo un'ora potrebbe apparire una leggera lucentezza nella zona T (fronte, naso, mento), nella stessa zona potrebbero essere presenti comedoni. La pelle delle guance è liscia, ci può essere un leggero peeling e una sensazione di tensione.

Se non sei completamente chiaro, applica una crema grassa sulla pelle e osserva. La pelle secca, come una spugna, assorbe all'istante una tale crema e si sente molto a suo agio. Se applichi una tale crema sulla pelle grassa, le sensazioni non saranno più piacevoli: potresti avere l'impressione che un film d'olio sgradevole e pesante sul tuo viso, vorrai lavarti. Se applichi una tale crema sulla pelle normale, quindi nelle aree asciutte la crema assorbirà bene, ma rimarrà in quelle più unte. Molto probabilmente, vorrai bagnare il viso con un tovagliolo, dopo di che rimarrà un caratteristico triangolo grasso (le aree del mento, del naso e della fronte non assorbiranno la crema).

Qualunque cosa cambi la pelle, devi adattarti a loro. Ciò che è necessario per questo?

Giusta scelta

È possibile che durante la gravidanza dovrai cambiare in modo significativo l'arsenale di prodotti per la cura della pelle. Scegli fondi, concentrandoti su una nuova condizione della pelle. Poiché la pelle diventa più tenera e vulnerabile durante la gravidanza, inizia con un test di sensibilità (applica la crema sul gomito o dietro l'orecchio, dopo alcuni minuti, assicurati che non ci siano arrossamenti, bruciore). Se tutto va bene, chiedi al tuo consulente i prodotti di prova che puoi usare a casa. A volte i cosmetici causano irritazione, seguiti dalla conclusione: "Questo cosmetico non mi va bene". In effetti, la reazione non avrebbe potuto sorgere su un prodotto cosmetico separato, ma sulla loro combinazione senza successo. Pertanto, se decidi di iniziare a provare un nuovo prodotto cosmetico, assicurati di sentirti bene, cerca di non mangiare prodotti nuovi e non familiari. L'opzione ideale è l'uso simultaneo di più prodotti della stessa serie (latte, tonico, crema). Alcuni marchi producono mini-set di cosmetici. Chiedere al venditore di trovare sonde adatte.

Dopo aver deciso il tipo di pelle, è necessario notare a quali componenti vale la pena prestare attenzione. Sin dai tempi antichi, gli estratti vegetali naturali si sono dimostrati efficaci. Per la pelle secca, i prodotti contenenti tiglio, spago, camomilla, aloe, primula e ginkgo sono perfetti. Ti aiuteranno ad ammorbidire, idratare la pelle, eliminare irritazioni e desquamazione. I proprietari di pelle grassa noteranno l'effettivo antinfiammatorio e regolano il lavoro degli effetti delle ghiandole sebacee di amamelide, calendula, tè verde e liquirizia. Per la pelle mista, sono adatte le piante di entrambi i gruppi, devi solo decidere quali problemi riguarda la tua pelle. Se la secchezza e la tenuta in alcune aree causano più problemi, scegli piante adatte alla pelle secca. Se non ti piace la lucentezza oleosa nella zona T, usa cosmetici contenenti estratti di erbe dal gruppo di prodotti per la pelle grassa.

Qualunque sia la tua pelle, controlla gli ingredienti che una volta causavano una reazione allergica nella tua pelle. La presenza di vitamine (soprattutto vitamine C ed E) e oligoelementi nei cosmetici sarà molto utile. L'eccezione è la vitamina A, che non è raccomandata per l'uso durante la gravidanza, anche come parte dei cosmetici. Un componente obbligatorio di qualsiasi crema dovrebbe essere idratanti, ad esempio acido ialuronico o estratto di alghe.

Si possono dire molte buone parole sull'acqua termale. L'acqua delle sorgenti termali è ricca di oligoelementi, idrata e lenisce la pelle sensibile. Ci sono intere linee cosmetiche a base di acqua termale - prestale attenzione.

Come prendersi cura della propria pelle?

La cura quotidiana della pelle consiste in tre fasi principali. Si tratta di detergere la pelle, tonificare e applicare la crema.

Per il lavaggio durante la gravidanza, si consiglia di utilizzare un latte o un gel delicato. Successivamente, assicurati di applicare un tonico sulla pelle (che in nessun caso dovrebbe contenere alcol): eliminerà l'effetto negativo dell'acqua di rubinetto e preparerà la pelle per l'applicazione della crema. Invece di tonico, puoi usare acqua termale o minerale, un decotto di erbe. Applicare il tonico dopo il lavaggio, così come durante il giorno, fornendo così alla pelle un'idratazione duratura e una costante sensazione di comfort. Poi arriva il periodo di applicazione della crema. La crema da giorno, oltre agli effetti idratanti e nutrienti, dovrebbe essere una protezione della pelle. La crema UV con un SPF di almeno 15 deve essere inclusa in questa crema e per la pelle soggetta a pigmentazione, il fattore di protezione solare dovrebbe essere significativamente più elevato, fino a bloccare completamente la luce solare. La crema da notte dovrebbe avere un effetto idratante, nutriente e lenitivo sulla pelle. Durante la gravidanza, l'uso della crema per gli occhi è obbligatorio, poiché la pelle in questa zona è più sottile e più sensibile..

Per ulteriore cura, non dimenticare le bucce (potrebbero essere necessarie meno spesso, ma ogni 10-14 giorni è semplicemente necessario un agente esfoliante leggero), maschere (idratanti, nutrienti) che possono essere utilizzate 1-2 volte a settimana, a seconda del esigenze. Puoi acquistare i prodotti appropriati e preparare tu stesso alcune maschere: ad esempio tuorlo, panna, patate bollite - per la pelle secca; le maschere fatte di cetriolo, albume d'uovo, yogurt non zuccherato e argilla bianca sono adatte per il grasso. Queste sono maschere monocomponenti: i prodotti elencati vengono applicati sulla pelle per 15-20 minuti, dopo di che vengono lavati via con acqua fredda. Ma le maschere di bacche in questo periodo non sono la scelta migliore: possono facilmente causare irritazione.

Può verificarsi anche un problema come secchezza e desquamazione delle labbra. In questo caso, massaggiare regolarmente con uno spazzolino da denti. Inumidire uno spazzolino morbido con acqua fredda. Senza premere, massaggia la superficie delle labbra con leggeri movimenti circolari. Se non ci sono crepe, puoi tenere lo stesso massaggio con una scorza di limone. Quindi assicurati di applicare sostanze nutritive sulle labbra. Può essere miele, panna, olio d'oliva o creme nutrienti speciali, balsami, rossetti. Assicurati di usare i balsami per le labbra con crema solare, è possibile con il contenuto di vitamine E, F.

Durante la gravidanza, cerca di evitare i cosmetici con fragranze profumate pronunciate, fai attenzione con gli oli essenziali - non tutti sono utili per le donne in gravidanza. Astenersi dall'utilizzare prodotti intensivi anti-invecchiamento e sbiancanti - tra questi, i componenti indesiderati possono essere catturati; Non usare mai retinoidi (derivati ​​della vitamina A usati per curare l'acne).

Per quanto riguarda le procedure del salone, il problema viene deciso in ogni caso individualmente.

Naturalmente sono accettabili la cura del viso (bucce delicate, maschere), il massaggio rilassante del viso. Soprattutto se hai il desiderio di andare in un salone di bellezza e rilassarti per mano di uno specialista sensibile. Ma è meglio rifiutare le tecniche hardware - la maggior parte di esse è controindicata durante la gravidanza. Comunque sia, assicurati di avvisare il padrone che aspetti un bambino.

Salute più bellezza

Molte donne non possono immaginare la propria vita senza trucco. Bene, il periodo di attesa del bambino non è un motivo per rifiutare il trucco. Al contrario, un buon trucco ti rallegrerà e ti darà fiducia. Puoi usare cosmetici decorativi, devi solo considerare che:

  • la pelle diventa più sensibile e alcuni prodotti possono causare irritazione;
  • la gravidanza non è il tempo degli esperimenti, ed è meglio usare mezzi a lungo comprovati, tenendo conto dei cambiamenti nelle condizioni della pelle;
  • spruzzare il viso più volte durante il giorno con acqua termale o un tonico dallo spray per idratare e lenire la pelle, nonché rinfrescare il trucco;
  • durante la gravidanza, il viso "si stanca" del trucco più velocemente, quindi quando torni a casa, prova a lavare immediatamente il viso e applica una crema idratante sul viso;
  • cerca di evitare prodotti particolarmente persistenti: spesso causano problemi (desquamazione delle labbra, prurito e gonfiore delle palpebre).

Non dimenticare la dieta!

Indubbiamente, ciò che mangiamo influenza le condizioni della pelle. Coloro che soffrono di eccessiva pelle secca dovrebbero mangiare cibi ricchi di acidi omega-3 e omega-6 (il loro altro nome è acidi grassi polinsaturi). Le principali funzioni di questi acidi sono la costruzione di membrane cellulari, l'accumulo di energia, la protezione da secchezza e desquamazione, nonché l'invecchiamento cutaneo. Frutti di mare, semi e noci, oli vegetali spremuti a freddo sono ricchi di acidi grassi. È vero, durante la gravidanza, specialmente nella seconda metà, dall'elenco elencato puoi usare solo oli senza sguardo, perché altri prodotti hanno un potenziale allergenico significativo, cioè possono causare un'allergia in una futura madre e la predisposizione del suo bambino ad essa. Non dimenticare che possono apparire secchezza e desquamazione a causa della mancanza di acqua nel corpo. Durante il normale corso della gravidanza, è necessario bere fino a 2 litri di liquidi al giorno. In caso di gonfiore, informare il medico e seguire le sue istruzioni..

Coloro che hanno riscontrato un problema di pelle grassa durante la gravidanza dovrebbero tener conto del fatto che il lavoro delle ghiandole sebacee è attivato da cibi fritti, speziati, piccanti, bibite zuccherate e cioccolato. La limitazione di questi prodotti nella dieta influenzerà favorevolmente non solo le condizioni della pelle, ma anche durante la gravidanza.

Comunque sia, in nove mesi il corpo può portare molte sorprese - sia piacevoli che non così. Ma vuoi davvero che il tempo di attesa del bambino sia uno dei periodi più felici della vita. Come raggiungere questo obiettivo? Ricorda che durante questo periodo di vita, il tuo corpo deve prestare maggiore attenzione e fare i conti con le sue caratteristiche. E preparati a porre domande. Molto probabilmente, nuovi problemi per te hanno già preoccupato qualcuno.

Prurito durante la gravidanza

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

Il prurito durante la gravidanza è un fenomeno abbastanza comune, che spesso preoccupa le donne in gravidanza e provoca loro un grande disagio.

Il prurito è un lieve dolore trasmesso attraverso i recettori del dolore. Di solito è causato da lievi irritanti che non possono essere identificati dal sistema nervoso. Tali sensazioni possono essere localizzate in un'area specifica o in tutto il corpo. In ogni caso, il prurito è un sintomo spiacevole e un desiderio costante di graffiare le aree irritate della pelle sta esaurendo una donna incinta.

Il prurito durante la gravidanza può verificarsi a causa della dermatosi polimorfica delle donne in gravidanza - una condizione in cui appare un'eruzione cutanea sull'addome e sui fianchi della donna incinta. Questo non è pericoloso, quindi in questo caso è sufficiente utilizzare unguenti e creme speciali per le smagliature. Quasi sempre, questo tipo di prurito scompare dopo il parto. Durante la gravidanza, sono possibili manifestazioni di questo sintomo, sia su qualsiasi parte della pelle, sia sulle mucose. Il prurito è spesso causato dalla crescita dell'addome di una donna incinta e si verifica a causa della distorsione. In questo caso, le sensazioni spiacevoli possono essere eliminate con l'aiuto di oli che aiutano a eliminare parzialmente le smagliature..

Durante la gravidanza, una donna può anche avere prurito nella vagina. La ragione di questo sintomo è l'aumento della produzione di secrezioni vaginali, che provoca l'attivazione e lo sviluppo di microrganismi e funghi dannosi. Il prurito causato dal mughetto è particolarmente spiacevole: dà alla donna incinta molti disagi. Inoltre, l'infezione degli organi genitali in una donna incinta può essere pericolosa per il feto, quindi, con sintomi spiacevoli come prurito, la futura mamma dovrebbe assolutamente consultare un medico per la diagnosi e l'eliminazione tempestiva della malattia.

Codice ICD-10

Cause di prurito durante la gravidanza

Prurito durante la gravidanza, causando un riflesso di cardio, si osserva in circa il 20% di tutte le donne in gravidanza. Questo sintomo può manifestarsi all'improvviso senza motivi particolari e può anche essere un segnale di una malattia in via di sviluppo, specialmente se sul corpo della donna incinta compaiono eruzioni cutanee, eruzioni allergiche, orticaria, ecc. Per una diagnosi accurata di questa condizione, la futura mamma deve contattare il suo medico, che dopo aver esaminato la donna, se necessario, nominerà un ulteriore esame o una consultazione con uno specialista medico strettamente specializzato.

Le cause del prurito durante la gravidanza sono molto diverse. Tra questi ci sono:

  • Stress, tensione nervosa, squilibrio del sistema nervoso. In questo caso, il prurito viene solitamente attivato di notte, quando eventuali irritanti estranee cessano di distrarre la donna incinta.
  • Allungando la pelle a causa della pancia incinta in costante crescita (la ragione più innocua).
  • Gravidanza multipla, a causa della quale esiste una grande circonferenza dell'addome.
  • Significativo aumento di peso della donna incinta, che provoca forti smagliature.
  • Eccessiva secchezza della pelle a causa della disidratazione.
  • Cambiamenti nel sistema ormonale di una donna incinta che provocano una perdita di elasticità della pelle a causa della ridotta produzione di collagene ed elastina nel corpo.
  • Malattie della pelle (orticaria, eruzioni allergiche, dermatosi polimorfiche, eczema, seborrea, psoriasi e dermatite di varie eziologie).
  • Malattie degli organi interni (ristagno della bile, colecistite, malfunzionamento del fegato, colestasi, discinesia biliare, ecc.).

La colestasi nelle donne in gravidanza è provocata dall'aumento della produzione di estrogeni. Ciò porta ad un aumento della produzione di acidi biliari, causando prurito quando entra nella pelle. Questa malattia nella maggior parte dei casi non comporta rischi per lo sviluppo fetale. La violazione delle funzioni del fegato, del sistema urinario e della cistifellea può essere causata da una crescita e, di conseguenza, dall'utero che preme su questi organi. Il prurito è spesso un sintomo che segnala un malfunzionamento di questi organi. In casi estremi, può essere necessario il ricovero in ospedale della futura mamma..

Bruciore e prurito nei genitali esterni e nella vagina possono indicare un processo infiammatorio o lo sviluppo di una malattia infettiva. In questo caso, c'è motivo di suonare l'allarme, perché il feto può soffrire a causa di infezioni del sistema genito-urinario o ci saranno disturbi nel suo normale sviluppo. Se si verificano prurito e altri sintomi spiacevoli che indicano la possibilità che una donna abbia un'infezione, è necessario condurre una visita medica il più presto possibile e iniziare il trattamento.

Oltre al fatto che può verificarsi prurito nella vagina a causa di infezione, malattie a trasmissione sessuale, mughetto, la sua causa spesso provoca un cambiamento nel livello di equilibrio acido-base della mucosa. Le cause più comuni di questo prurito sono:

  • indossare costantemente biancheria intima sintetica, mutandine perizoma;
  • uso regolare di pastiglie profumate quotidiane;
  • surriscaldamento o ipotermia degli organi pelvici;
  • l'uso di agenti antibatterici alcalini destinati all'igiene intima;
  • colpite (infiammazione della mucosa vaginale);
  • herpes genitale e altri.

Le cause del prurito durante la gravidanza possono essere il risultato dell'uso prolungato di antibiotici, dello sviluppo del diabete in una donna incinta e della carenza di ferro nel futuro corpo della madre. Tra le altre cause di spiacevole prurito in una donna incinta ci sono punture di insetti (insetti, zanzare, pulci, zecche, ecc.).

Per quanto riguarda le posizioni del prurito fisiologico durante la gravidanza, si verifica più spesso sull'addome, sulla schiena e sulla pianta dei piedi. È molto importante distinguere nel tempo il prurito associato a cambiamenti ormonali nel corpo, con prurito causato dalla scabbia - una malattia della pelle. Ecco perché, indipendentemente dalla causa del prurito, la futura mamma dovrebbe assolutamente consultare il medico.

Sintomi di prurito durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza può verificarsi improvvisamente ed è direttamente correlato alle caratteristiche strutturali della pelle. Il fatto è che la pelle del corpo umano contiene una moltitudine di terminazioni nervose che hanno una delicata sensibilità e reagiscono bruscamente anche a qualsiasi stimolo: un tocco, un'iniezione o uno shock, una vibrazione, una sostanza chimica. Di conseguenza, qualsiasi irritazione della pelle provoca spesso un prurito, accompagnato da un riflesso graffiante..

Spesso, il prurito può essere causato da reazioni infiammatorie o allergiche, in relazione alle quali si forma una sostanza biologicamente attiva chiamata "istamina" nella pelle di una donna incinta, che irrita le terminazioni nervose. Inoltre, l'istamina provoca edema tissutale, a seguito del quale si osservano arrossamenti e gonfiori della pelle, e contribuisce anche ad aumentare il flusso sanguigno nell'area interessata. La patologia del tratto biliare e del fegato provoca una deposizione di bilirubina e acidi biliari nella pelle, a seguito della quale si verifica prurito anche nelle donne in gravidanza.

I sintomi del prurito durante la gravidanza sono associati a una reazione protettiva del corpo, alla sua "risposta" allo stimolo e alla sua eliminazione dalla superficie della pelle. Se si verifica prurito, si osserva un riflesso graffiante della pelle, a seguito del quale possono verificarsi graffi e crepe, arrossamento grave, assottigliamento della pelle e infiammazione.

I sintomi del prurito negli organi genitali femminili, in particolare nella vagina, sono disagio locale, un forte desiderio di pettinare un posto, una spiacevole sensazione di bruciore, che preoccupa una donna incinta. Quasi sempre, questo spiacevole sintomo è accompagnato da arrossamento e gonfiore della pelle. Il costante graffio dei siti di localizzazione del prurito porta a abrasioni e graffi sulla pelle, che, a loro volta, possono causare la penetrazione dell'infezione secondaria nella pelle con la comparsa di edema di tessuti, ulcere e crepe.

I segni di prurito possono indicare lo stadio iniziale della malattia della pelle. Ad esempio, con irritazione della pelle e forte prurito ai gomiti, alle ginocchia o alle pieghe della pelle, una donna incinta può sviluppare eczema. Ciò è dovuto ai fattori ormonali, fisiologici e di stress che accompagnano la gravidanza..

I sintomi del prurito durante la gravidanza dovrebbero allertare una donna incinta. Naturalmente, l'automedicazione del prurito con l'aiuto di eventuali farmaci, unguenti e lozioni è fuori discussione. Pertanto, la futura mamma è fortemente raccomandata di consultare un medico ai primi sintomi di una manifestazione di una condizione dolorosa. Il trattamento incontrollato dello stesso eczema o dermatite può portare a un decorso imprevedibile della malattia e influire negativamente sulla salute della futura mamma e del suo bambino.

Malattie della pelle di natura infettiva, i cui sintomi sono bruciore, prurito, un irresistibile e aumentato desiderio di graffiare, si verificano in donne in gravidanza su uno sfondo di immunità indebolita. La candidosi e il mughetto sono malattie molto comuni nelle gestanti, uno dei principali sintomi di cui è il prurito nell'area genitale, il disagio, il bruciore, la scabbia. Le misure adottate per trattare queste malattie dovrebbero essere, innanzitutto, volte a eliminare la causa principale, che provoca prurito nella donna incinta.

Il prurito durante la gravidanza, indipendentemente dalla natura e dalla causa della manifestazione, deve essere notato in tempo da una donna incinta. Ma la definizione del suo quadro clinico e la nomina competente del trattamento è esclusivamente una prerogativa del medico. A casa, per eliminare temporaneamente un sintomo spiacevole, puoi usare i bagni caldi di erbe medicinali: menta, salvia, camomilla, corteccia di quercia. È necessario prestare particolare attenzione all'igiene personale ed escludere mezzi come sapone da toilette, indossare biancheria intima sintetica. Inoltre, devi prenderti cura di regolare la dieta: escludi i piatti salati e piccanti che possono solo aggravare i sintomi di prurito e la manifestazione della malattia.

Prurito al corpo durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza può verificarsi improvvisamente, sorprendendo così la futura mamma, soprattutto se le cause di questo sintomo sono sconosciute. Il prurito è localizzato in una certa area della pelle, quindi può coprire tutto il corpo della donna incinta. Di solito, questo sintomo indica un malfunzionamento degli organi interni e la presenza di malattie in una donna che esisteva anche prima della gravidanza.

Il prurito del corpo durante la gravidanza può essere innescato da una reazione allergica del corpo a una determinata sostanza irritante. Al fine di prevenire lo sviluppo di corrispondenti sintomi dolorosi, è necessario prendersi cura in anticipo del modo di vita ipoallergenico e della dieta della donna incinta. Spesso, il prurito del corpo è la causa della presenza di malattie endocrine (diabete mellito, tireotossicosi, ecc.). Se tali problemi esistono anche prima dell'inizio della gravidanza, la donna deve parlarne al medico anche nella fase di pianificazione di un evento di vita così responsabile e importante come il parto e il parto. Ciò contribuirà a ridurre al minimo lo sviluppo di esacerbazioni e tutti i tipi di complicanze. È molto peggio quando si verificano disturbi ormonali durante l'attesa di un bambino - in questo caso, la futura mamma ha bisogno di correzione e selezione di un nuovo regime, nonché di una dieta.

A volte il prurito del corpo durante la gravidanza negli ultimi mesi in cui ha avuto un bambino si verifica a causa dello sviluppo di una grave gestosi, spesso accompagnata da una malattia così pericolosa come l'epatite. A causa delle alterate funzioni del fegato come organo che filtra il corpo dai prodotti di decomposizione, le sostanze nocive, compresa la pelle, si accumulano nei tessuti del corpo. Come risultato di questo processo, si verifica un forte prurito di tutto il corpo..

Il prurito del corpo durante la gravidanza è una condizione spiacevole, le cui cause frequenti possono essere:

  • stress e nevrosi;
  • danni meccanici a indumenti stretti;
  • scabbia (accompagnata dalla comparsa di acne grigiastra e piccole vescicole sul corpo);
  • orticaria (in questo caso, un certo posto sul corpo di solito prude: ad esempio i palmi delle mani, dei piedi, dei lobi delle orecchie, ecc.);
  • compromissione della funzionalità renale (di conseguenza, l'intera superficie del corpo prude; questo è dovuto a un ritardo nelle tossine azotate del corpo in gravidanza, che escono con il sudore, causando un forte prurito);
  • ittero (una causa molto comune di prurito cutaneo; il disturbo può essere rilevato mediante un esame del sangue biochimico).

La causa del prurito della pelle può essere una malattia della linfogranulomatosi (sistema linfatico compromesso). Di solito la pelle prude in quelle aree in cui le ghiandole linfatiche sono ingrossate. In questo caso, la futura mamma dovrebbe consultare un ematologo.

Il corpo può prudere se si verificano tumori nel tratto gastrointestinale o malfunzionamenti della tiroide.

Se il corpo della donna incinta prude costantemente o molto spesso, deve essere esaminato per escludere lo sviluppo di una malattia grave. In primo luogo, il paziente verrà esaminato da un dermatologo per determinare la possibilità della presenza di parassiti nel corpo della donna che causano prurito. Se la diagnosi non viene confermata, alla futura mamma vengono assegnati test per identificare una malattia dei reni, del fegato, dei disturbi del sistema endocrino, ecc..

Il prurito durante la gravidanza può essere ridotto con una dieta adeguatamente selezionata, eliminando cibi piccanti e salati, spezie, tè e caffè forti. In questo caso saranno utili procedure marine, bagni rilassanti a base di decotti di erbe (camomilla, corteccia di quercia, spago, celidonia) e una doccia calda.

Una donna incinta dovrebbe cercare di non pettinare il suo corpo, poiché ciò provocherà un desiderio ancora maggiore di prurito, a seguito del quale possono verificarsi irritazione, arrossamento della pelle e persino infezione. Per le procedure igieniche, si raccomanda alle future mamme di usare detergenti delicati con un normale livello di pH per evitare prurito al corpo.

Se viene rilevato un sintomo come il prurito del corpo, una donna incinta deve visitare al più presto un medico, che esaminerà e, sulla base dei risultati di laboratorio, scoprirà la causa principale della malattia.

Grave prurito durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza non indica necessariamente gravi patologie nel corpo della donna incinta, ma questo sintomo provoca un disagio abbastanza evidente. La donna incinta è particolarmente preoccupata per il forte prurito in tutto il corpo. Se si verifica un sintomo simile, una donna dovrebbe discutere il problema con un ginecologo osservatore.

Il forte prurito durante la gravidanza ha un'eziologia diversa, una delle cause comuni di questo sintomo è secchezza e stiramento della pelle a causa delle dimensioni crescenti della pancia. Molto spesso, un forte prurito dovuto al rapido aumento di peso di una donna incinta si verifica nella seconda metà del periodo di gestazione, quando si verifica il suo intenso sviluppo intrauterino e crescita. Un sintomo come un prurito grave e intollerabile è un tipo di segnale che l'aumento di peso della donna incinta è troppo veloce, causando così disagio per il corpo femminile. Questo è un sintomo non pericoloso, è solo che la futura mamma deve fare attenzione a prevenire le smagliature e applicare prodotti per la cura appositamente progettati sulla pelle che idratano la pelle e mantengono la sua elasticità.

La comparsa di un forte prurito della pelle del corpo può indicare la presenza di una malattia della pelle: eczema, scabbia, orticaria; si manifesta spesso un prurito idiopatico, che provoca un forte riflesso di graffiare la pelle delle mani, dei piedi e di varie parti del corpo. Sulle aree pruriginose della pelle si osservano graffi, graffi, arrossamenti e irritazioni della pelle. Il prurito della pelle durante la gravidanza può verificarsi in modo parossistico o essere permanente.

Di norma, il prurito è più intenso di sera e, sfortunatamente, a volte diventa insopportabile, dando così alla futura madre un grande disagio. Il prurito è spesso combinato con altri sintomi: eruzione cutanea, arrossamento, eruzioni cutanee sotto forma di piccole vescicole e acne, grave desquamazione della pelle. In tali casi, c'è motivo di parlare di problemi al fegato. Questo disturbo può essere diagnosticato eseguendo un test delle urine. I fallimenti nel funzionamento del fegato sono spesso colpiti dalle donne che hanno un aumento del colesterolo, così come ci sono malattie del sistema genito-urinario di tipo cronico.

Un forte prurito durante la gravidanza può essere scatenato da un'allergia. Se non vengono identificate altre cause del sintomo durante l'esame della donna incinta, c'è motivo di pensare che il prurito sia causato proprio dall'allergene. Qual è un'altra domanda che l'allergologo deciderà conducendo i test e le analisi necessari.

Il prurito durante la gravidanza può anche innescare un'eccessiva sudorazione, che è particolarmente caratteristica del terzo trimestre. Il regalo estivo, lo stile di vita attivo della futura mamma, abiti selezionati in modo improprio sono fattori che portano ad una maggiore secrezione di sudore, che provoca irritazione alla pelle, causando un forte prurito. Il modo migliore per affrontare una sensazione così spiacevole è una doccia regolare, così come frequenti cambi di biancheria e la scelta di abiti realizzati con tessuti naturali che sono traspiranti e hanno sufficiente igroscopicità.

Confermare la presenza di qualsiasi infezione della pelle che provoca forte prurito durante il portamento del bambino e solo un dermatologo competente può prescrivere il trattamento appropriato per la malattia. Per una diagnosi accurata, potrebbe essere necessario condurre test di laboratorio speciali su campioni di pelle.

Prurito della pelle durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza non è molto comune, tuttavia, questo sintomo è anche raro. Molto spesso, il prurito nelle donne in gravidanza si sviluppa nella seconda metà del cuscinetto del bambino, di solito a partire da 5-6 mesi. Il prurito è particolarmente grave di notte, quando gli stimoli esterni cessano di colpire una donna, che di giorno è un po 'distraente dal disagio.

Il prurito della pelle durante la gravidanza ha varie cause. Questi possono essere malattie dermatologiche, nonché disfunzioni del fegato, dei reni e del sistema digestivo del corpo. Spesso, un aumento del livello di estrogeni nel sangue della gestante porta alla colestasi - un processo stagnante di bile nel fegato. Di conseguenza, si verifica un'eccessiva secrezione di acidi biliari che, entrando nella pelle, provoca un forte prurito. Durante il periodo di gestazione, cambiano anche i processi funzionali nel fegato: aumentano i livelli di ALT e bilirubina. Disturbi simili nel corpo portano a un sintomo come il prurito della pelle. Ma la futura mamma deve prendersi cura di se stessa. Oltre a visitare un medico per determinare le cause del prurito della pelle, una donna deve iniziare a utilizzare emollienti e idratanti che prevengono la pelle secca. Lo sfregamento delle macchie pruriginose con olio o latte neutro allevia notevolmente le condizioni di una donna incinta. Dei farmaci per il prurito della pelle, la colestiramina, il carbone attivo, di solito vengono prescritti vari oratori che puliscono l'intestino e rimuovono le tossine dannose dal corpo.

Si raccomanda che il fegato sia supportato dagli epatoprotettori sotto forma di preparati come Essentiale, Karsil, ecc. Contribuisce bene al deflusso della bile no-shpa. Naturalmente, qualsiasi medicinale, anche fatto su base vegetale, deve essere usato solo dopo aver consultato un medico. È lui che nominerà un esame che identificherà le cause del prurito della pelle in una donna incinta.

Prurito della pelle durante la gravidanza, anche se abbastanza raro, ma può essere causato dall'intolleranza a qualche tipo di prodotto alimentare. Potrebbe essere un frutto esotico o un piatto di frutti di mare che una donna non ha mai consumato prima. In questo caso, è meglio non sperimentare con il cibo..

Una delle cause più comuni di prurito cutaneo nelle donne in gravidanza sono i cambiamenti ormonali, che spesso provocano eccessiva secchezza e sensibilità della pelle. Oltre alle cause naturali del prurito della pelle durante la gravidanza, sono possibili quelle fisiologiche, provocate da un malfunzionamento degli organi interni o dalla sensibilità alle sostanze irritanti esterne: allergie e ristagno della bile nel fegato. Con una reazione allergica del corpo, oltre al prurito, la pelle può avere gonfiore, coperto da una piccola eruzione cutanea. Nel secondo caso, con anomalie nel fegato, le donne in gravidanza hanno spesso ingiallimento della pelle.

Prurito durante la gravidanza, qualunque esso sia - lieve, grave, persistente o sistematico - deve essere diagnosticato da un medico esperto. Particolarmente pericoloso in combinazione con questo sintomo è un deterioramento delle condizioni generali di una donna incinta.

Prurito perineale durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza è una sensazione molto dolorosa e spiacevole, che è accompagnata da un costante desiderio di pettinare la pelle o le mucose. Sensazioni di questo tipo nelle donne in gravidanza insorgono per una serie di motivi e, di conseguenza, richiedono una diagnosi tempestiva e un trattamento efficace. Spesso, le donne incinte lamentano la comparsa di prurito nel perineo. Cosa può causare questo sintomo? Per cominciare, va notato che durante lo sviluppo della gravidanza, il sistema immunitario di una donna inizia a funzionare in un modo completamente diverso. Le fluttuazioni degli ormoni influenzano negativamente le difese dell'organismo e riducono l'immunità. Questo vale per i cambiamenti nell'equilibrio acido-base nella vagina di una donna incinta, che provoca una maggiore riproduzione di gruppi "dannosi" di microrganismi, che spesso causano lo sviluppo di varie malattie ginecologiche. Uno dei principali sintomi di tali disturbi è il prurito nel perineo e nei genitali di una donna.

Il prurito nel perineo durante la gravidanza ha principalmente due cause comuni di insorgenza: lo sviluppo di mughetto (candidosi) e vaginosi batterica. Il mughetto durante la gravidanza provoca spesso prurito nel perineo, nelle labbra e nella vagina. Questa malattia è causata dal microrganismo fungino Candida, è accompagnata da una scarica bianca di tipo "cagliato" e ha un odore aspro. Se il mughetto non viene trattato, durante il parto il bambino potrebbe essere infettato da un'infezione fungina, passando attraverso il canale del parto infetto. Uno striscio sulla flora vaginale aiuterà a determinare il mughetto: questa procedura è inclusa nel programma di test obbligatori ed esami effettuati durante la gravidanza regolarmente.

Nel trattamento della candidosi in gravidanza, è importante astenersi dall'attività sessuale e rivedere la dieta, esclusi dolci, piatti piccanti, caffè e vari condimenti. La futura mamma deve seguire tutte le istruzioni del medico per sbarazzarsi di questo disturbo il prima possibile.

La vaginosi batterica durante la gravidanza è un disturbo che è accompagnato dalla sostituzione di lattobacilli "benefici" nella vagina con microrganismi "nocivi" non fungini. La vaginosi batterica può causare forte prurito nel perineo, così come secrezioni vaginali torbide e viscose di colore giallastro. Tuttavia, ci sono casi in cui la vaginosi nelle donne è quasi asintomatica e la sua presenza è determinata solo passando un'analisi dello striscio sulla flora vaginale. Questa malattia è pericolosa perché la sua versione trascurata può causare un parto prematuro in una donna incinta..

Il prurito nel perineo durante la gravidanza può verificarsi a causa dello sviluppo del diabete. I sintomi associati sono minzione frequente, aumento dello zucchero nelle urine e nel sangue e sete intensa. L'aspetto del prurito in questo caso è spiegato dal fatto che i residui di urina con un alto contenuto di glucosio dopo la minzione provocano irritazione dei genitali, causano prurito nel perineo, sensazione di bruciore. Il trattamento della malattia dovrebbe essere competente e tenere conto di tutti i possibili rischi per la madre e il bambino.

Altre cause di prurito del perineo nelle donne in gravidanza possono essere indumenti stretti, indossare biancheria intima di tessuti sintetici e igiene personale insufficiente. Le fibre di tessuti sintetici a contatto con la pelle causano il surriscaldamento, provocando irritazione e arrossamento della pelle nel perineo. Le donne in gravidanza dovrebbero prestare particolare attenzione alla scelta dei cosmetici che lavano i gel intimi, che possono spesso contenere componenti e profumi dannosi. Tali farmaci possono provocare reazioni allergiche in una donna incinta, che si manifestano come prurito, eruzione cutanea e arrossamento della pelle. In ogni caso, se durante la gravidanza si verifica un sintomo come il prurito nel perineo, la futura mamma dovrebbe consultare il suo medico.

Prurito alle gambe durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza è spesso localizzato in un luogo specifico - nell'area della pelle dell'addome, delle braccia, delle gambe, del perineo, ecc. Perché si verifica questo spiacevole sintomo? La risposta a questa domanda è principalmente associata a cambiamenti ormonali nel corpo di una donna incinta, che provocano una diminuzione dell'immunità e lo sviluppo di sintomi di varie malattie, nonché l'esacerbazione di disturbi cronici.

Il prurito alle gambe durante la gravidanza è un segno sicuro che la futura mamma soffriva di malattie della pelle. Sullo sfondo di un sistema immunitario indebolito durante la gravidanza, le malattie della pelle possono ripresentarsi. Le cause del prurito cutaneo delle gambe possono essere allergie, scabbia, infezione fungina. Il disagio e il disagio nell'area dei piedi e tra le dita della donna incinta possono segnalare lo sviluppo di malattie fungine della pelle, nonché la comparsa di orticaria, malattie vascolari, in particolare vene varicose.

Se il prurito della pelle delle gambe di una donna incinta è grave, può indicare dermatofitosi - un'infezione fungina dei piedi. Altri segni di micosi (infezione fungina dei piedi) possono essere desquamazione, arrossamento e ispessimento della pelle, nonché crepe nella zona tra le dita di una donna incinta.

Spesso, la micosi è combinata con onicomicosi - una sconfitta della natura fungina delle unghie dei piedi. Con questa malattia, le unghie iniziano a sgretolarsi, acquisiscono un colore torbido, si allentano e si addensano.

Il prurito alle gambe durante la gravidanza può indicare vene varicose, che sono anche caratterizzate da frequente gonfiore, una sensazione di pesantezza alle gambe. Nelle fasi successive di questa malattia, è possibile esaminare visivamente la rete venosa espansa sulle gambe. Con forte prurito alle gambe, è indispensabile consultare un medico che, a seconda della gravità della condizione della donna incinta, prescriverà farmaci efficaci.

Grave prurito alle gambe, in particolare alla parte inferiore della gamba, può verificarsi a causa di reazioni allergiche, eccessiva secchezza della pelle, infezioni parassitarie causate da funghi o parassiti, come le zecche. Inizialmente, il prurito si verifica in un determinato posto - nelle aree tra le dita, i piedi, tra le gambe, sulle gambe, ma in seguito si può osservare un aumento dell'area interessata della pelle delle gambe, specialmente se si posticipa il trattamento.

Il prurito durante la gravidanza che si verifica sulle gambe richiede una diagnosi obbligatoria e un trattamento tempestivo, a seconda della causa che ha causato questo sintomo. Quindi, con un'infezione fungina delle gambe, alla futura mamma vengono accreditati farmaci antifungini che hanno un effetto locale. Anche i metodi tradizionali di trattamento di lozioni e bagni da decotti di erbe medicinali sono ampiamente praticati. La futura mamma dovrà abbandonare scarpe scomode e deodoranti per le gambe.

In caso di danno allergico alla pelle delle gambe di una donna incinta, vengono principalmente utilizzati antistaminici Suprastin, Tavegil, Loratidin, Zirtek. L'accettazione dei farmaci è prescritta rigorosamente su raccomandazione di un dermatologo, che valuterà tutti i possibili rischi per il feto..

Per alleviare il prurito alle gambe durante la gravidanza, puoi usare semplici consigli. Fare la doccia più volte durante il giorno aiuta a ridurre il prurito. Dopo tale trattamento con acqua, si consiglia di trattare le macchie pruriginose con olio cosmetico o latte. È necessario assicurarsi che la composizione di tali prodotti non contenga alcol, che può provocare persino la pelle secca.

Il prurito alle gambe durante la gravidanza viene spesso trattato con speciali talker progettati per alleviare il prurito e l'irritazione della pelle. Possono essere acquistati in farmacia su prescrizione medica. L'assunzione di vitamina E aiuterà ad alleviare la condizione, oltre a consumare una grande quantità di liquido - almeno 2,5 litri al giorno. Tuttavia, la futura mamma dovrebbe ricordare che l'automedicazione può essere pericolosa, quindi il suo primo compito è consultare un medico.

Clitoride prurito durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza spesso fa sì che una donna sia stanca e irritabile a causa del costante bisogno di graffiare un'area della pelle pruriginosa. Questo sintomo può verificarsi per una serie di motivi, uno dei quali è un'infezione del sistema genito-urinario. Lo sviluppo di una malattia in una donna incinta si verifica più spesso su uno sfondo di immunità indebolita.

Il prurito del clitoride durante la gravidanza è uno dei fenomeni più spiacevoli che indicano la presenza di un'infezione genito-urinaria o lo sviluppo di vaginosi batterica in una donna incinta. Oltre al prurito, si può anche osservare una sensazione di bruciore nel clitoride. Se si riscontrano tali sintomi, la futura mamma dovrebbe consultare immediatamente un medico, poiché il prurito combinato con un grave bruciore del clitoride può essere un segno della presenza di una malattia a trasmissione sessuale nel corpo della donna. Può trattarsi di tricomoniasi, gonorrea, clamidia, micoplasmosi, ureaplasmosis, ecc. Per una diagnosi accurata, il medico prescrive a una donna incinta un esame approfondito, che comprende l'esecuzione di test, in particolare, per esaminare lo striscio per la microflora vaginale e identificare le cause del processo infiammatorio. Naturalmente, è impossibile rimandare una visita dal medico in caso di prurito nell'area genitale, poiché è rischioso per il feto. Qualsiasi infezione può provocare un aborto spontaneo, una formazione anormale del feto e portare anche alla nascita prematura.

Il bruciore nel clitoride può indicare lo sviluppo della vaginosi batterica - una malattia ginecologica, che è anche accompagnata da perdite vaginali con l'odore di "pesce marcio". Il prurito del clitoride con la gonorrea è spesso accompagnato da minzione frequente e dolore acuto durante la minzione. Questa pericolosa malattia è combinata con uretrite da gonorrea - secrezione vaginale purulenta. Allo stesso tempo, il prurito e il bruciore nei genitali esterni e nel clitoride si intensificano. Il processo infiammatorio più spesso colpisce quasi tutte le parti del sistema urogenitale femminile ed è molto pericoloso durante la gravidanza.

Il prurito del clitoride durante la gravidanza può verificarsi con lo sviluppo della tricomoniasi in combinazione con sintomi spiacevoli come perdite vaginali schiumose di colore giallo-verde con odore pungente, dolore durante il contatto sessuale e minzione.

Con la micoplasmosi, una donna incinta ha dolore all'addome inferiore, bruciore moderato e prurito durante la minzione. Spesso, la malattia provoca infiammazione dell'utero e delle appendici. L'uroplasmosi è accompagnata da prurito nel clitoride e nei genitali, così come scariche trasparenti dalla vagina, dolore durante la minzione. Una sensazione di bruciore nel clitoride, specialmente durante la minzione, può segnalare la clamidia. La diagnosi più "difficile", il cui sintomo è prurito nel clitoride, è lo sviluppo precoce del cancro genitale.

Durante la gravidanza, si può osservare prurito cutaneo locale, anche nell'area del clitoride, come manifestazione di tossicosi. In ogni caso, una donna incinta deve ricordare che questo è solo un sintomo che indica un problema di salute. Il compito principale del medico è stabilire la causa del prurito con l'aiuto di un esame completo approfondito di una donna incinta.

Prurito al seno durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza può verificarsi in qualsiasi parte del corpo, ma le madri più spesso in attesa sono preoccupate per il prurito dell'addome e del torace, poiché sono queste parti del corpo che subiscono forti cambiamenti nel processo di cambiamenti ormonali nel corpo durante la gravidanza.

Il prurito al seno durante la gravidanza è un processo naturale, che è associato al fatto che si verificano cambiamenti significativi nelle ghiandole mammarie durante il portamento del bambino: in primo luogo, aumentano di dimensioni e si gonfiano, e in secondo luogo, il latte materno viene gradualmente prodotto nei dotti delle ghiandole mammarie (colostro). È questo flusso interno di liquido nelle ghiandole mammarie che una donna incinta si sente come un prurito.

Con l'allargamento del seno durante la gravidanza, di conseguenza, la pelle si allunga. Questo processo può causare una donna "in posizione" una leggera sensazione di disagio, incluso prurito. È importante notare che in questo caso non è consigliabile graffiare i luoghi pruriginosi, come la pelle del seno è molto sottile e la pettinatura può causare irritazione, arrossamento, smagliature. Va tenuto presente che la pelle di una donna che trasporta un bambino, in generale, diventa molto più sensibile. Questo fattore provoca l'insorgenza di reazioni allergiche a cosmetici, indumenti sintetici, detersivi, ecc. Per alleviare la condizione con forte prurito e prevenire le strie (smagliature), una donna incinta deve usare creme e unguenti con un effetto idratante, appositamente creato contro le smagliature.

Il prurito al seno durante la gravidanza può essere causato da un altro fattore: un reggiseno stretto. La pelle compressa è spesso pruriginosa e pruriginosa. A causa del fatto che le ghiandole mammarie di una donna incinta stanno gradualmente aumentando di dimensioni, rispettivamente, hanno bisogno di nuove mutande - un reggiseno più grande. Un cambio regolare di vestiti eliminerà un sintomo spiacevole come il prurito al petto.

Per alleviare il prurito delle ghiandole mammarie durante la gravidanza, puoi utilizzare alcuni consigli:

  • Quando si fa la doccia, è necessario utilizzare una quantità minima di detergenti e, successivamente, idratare la pelle del seno esclusivamente con prodotti naturali a pH naturale.
  • Saranno utili i bagni con l'aggiunta di decotti alle erbe di camomilla, farfara, achillea e altre piante medicinali nell'acqua..
  • Una donna incinta dovrebbe evitare il calore, il surriscaldamento al sole, le stanze soffocanti, con conseguente sudorazione eccessiva, che può causare prurito..
  • Le donne incinte dovrebbero evitare di ottenere deodoranti sulla pelle del seno, che può anche causare la secchezza..
  • Per lavare il bucato, si consiglia di utilizzare un detergente neutro, preferibilmente un bambino.

Il prurito durante la gravidanza, preoccupando molto la futura mamma, dovrebbe essere esaminato da un medico. Forse il corpo ha bisogno di vitamine o un'allergia a qualche tipo di irritante si manifesta in questo modo. In ogni caso, è sempre meglio consultare un medico esperto..

Diagnosi di prurito durante la gravidanza

Il prurito durante la gravidanza richiede una diagnosi accurata della causa di questo sintomo. Se si verifica prurito di qualsiasi eziologia della gestante, è necessario consultare un medico. Ad esempio, se una donna incinta ha un prurito nel perineo o nei genitali, dovrebbe informare il suo ostetrico-ginecologo su questo problema, che esaminerà e condurrà i test diagnostici necessari per determinare la causa del prurito:

La diagnosi di prurito durante la gravidanza, a seconda della posizione di questo sintomo e del benessere generale della futura mamma, include i seguenti test medici e test per effettuare una diagnosi accurata:

  • un esame clinico di una donna incinta al fine di rilevare punti dolorosi, sintomi di ittero, presenza di parassiti, eruzioni cutanee, aree di sensibilità della pelle alterata, ecc.;
  • misurazione della temperatura corporea di una donna incinta (l'ipertermia indica la presenza di infezione, che spesso provoca prurito);
  • esame ginecologico del perineo e dei genitali, che consente di determinare il grado di sviluppo del sintomo, identificare arrossamenti delle labbra, gonfiore, presenza di irritazione della mucosa, ecc.;
  • analisi generali e biochimiche del sangue (in particolare, analisi del livello di ormoni tiroidei, enzimi epatici, glucosio, urea, azoto e zinco, metalli tossici);
  • esame batterioscopico (striscio di secrezione vaginale sulla microflora);
  • analisi di urina e feci (per rilevare parassiti intestinali);
  • Ultrasuoni della cavità addominale per stabilire l'assenza di malattie del fegato e della cistifellea.

Se necessario, un ginecologo può nominare una donna incinta ulteriori consultazioni con un urologo, endocrinologo, terapista e psichiatra. Se il prurito nella donna incinta è allergico ed è accompagnato da eruzioni cutanee sotto forma di orticaria, il medico deve diagnosticare accuratamente le allergie al fine di eliminare il principale irritante (allergene) - questo può essere un determinato prodotto, polline di piante, peli di animali domestici, ecc. Per diagnosticare allergie, esami cutanei, esami del sangue per allergeni, test immunologici, ecc..

Nella maggior parte dei casi, la diagnosi di prurito è una prerogativa di un dermatologo, poiché la diagnosi è molto difficile, soprattutto in caso di gravidanza. Prima di contattare un dermatologo, è importante che la futura mamma non prenda misure per l'automedicazione, ad es. non è possibile lubrificare le aree interessate della pelle, trattarle con mezzi medici, poiché ciò può complicare notevolmente la diagnosi.

Il prurito durante la gravidanza richiede studi di laboratorio volti a rilevare un aumento del siero di una donna incinta nel livello di acidi biliari, un aumento del contenuto di bilirubina, fosfatasi alcalina, ALT, ecc. Ciò contribuirà a prevenire le malattie del fegato, in particolare l'ittero, che è accompagnato da un forte prurito e abbastanza spesso presenta complicazioni sotto forma di parto prematuro, emorragia postpartum o nascita di un bambino piccolo.

Up