logo

“Dove iniziare cibi complementari? Cosa dare e come cucinare? " - I problemi che riguardano tutte le madri di bambini. In un periodo già allarmante, arrivano informazioni da varie fonti:
• le nonne portano costantemente salsa di mele per i bambini che hanno appena 3 mesi;
• Gli specialisti di GV insistono sul fatto che puoi aspettare fino a otto mesi o anche un anno;
• i pediatri locali sono meno categorici, ma raccomandano di iniziare esperimenti con alimenti complementari da 4 mesi.

Ti consigliamo di concentrarti su come dice il dott. Komarovsky riguardo agli alimenti complementari: "Non esiste una singola età in cui iniziare a nutrire" in modo adulto ". Tutti individualmente. Ma non importa quanto prima di 6 mesi ".

Prontezza fisiologica e psicologica del bambino per il nuovo cibo

Alimenti complementari di Komarovsky - correlazione di 2 fattori: disponibilità fisiologica e psicologica dei neonati a percepire nuovi alimenti.

Fisiologico significa che gli organi digestivi e i muscoli della laringe sono pronti a far fronte al cibo "adulto". E la questione non è tanto nel lavoro dello stomaco quanto nel carico sul pancreas. Dovrebbe iniziare a produrre abbastanza enzimi in modo che il corpo del bambino affronti il ​​compito di dividere i carboidrati e le proteine ​​estranee - latte e carne. Pertanto, più tardi inizia l'alimentazione del bambino, più sana sarà.

Inizia con i primi alimenti complementari Komarovsky dovrebbe essere non prima di 6 mesi.

Prontezza psicologica - la capacità dei bambini fino a un anno di percepire il gusto del cibo, essere interessati a questo e dimostrare un rifiuto di ciò che non gli piace.

Ecco 6 segni che puoi già sperimentare (appare giusto in tempo per sei mesi):

  1. peso 2 volte quello con cui è nato;
  2. si siede indipendentemente. "Indipendentemente" significa nessuna imbottitura;
  3. tira il labbro inferiore, che ti permette di prendere il cibo da un cucchiaio;
  4. gira la testa o respinge ciò che non gli piace;
  5. il bambino non spinge più il capezzolo fuori con la lingua;
  6. è interessato al contenuto di piatti per adulti.

Pertanto, Komarovsky contro alimenti complementari a 4 mesi. Il medico ha anche sviluppato regole di alimentazione che creeranno le condizioni più lievi per l'adattamento al cibo per adulti.

8 regole di alimentazione competente

L'introduzione di alimenti complementari secondo Komarovsky non è tanto le voci di menu per mesi, ma le regole, come introdurre alimenti complementari tenendo conto delle caratteristiche psicologiche, fisiologiche del bambino, del suo stato di salute e del suo regime:

  • Sono alimentati con nuovi prodotti solo quando il bambino è sano. Questo vale anche per la dentizione..
  • Non puoi dare a tuo figlio nuovi prodotti 3 giorni prima e dopo le vaccinazioni, oltre a viaggiare. Entrambi i fattori sono legati all'adattabilità del corpo: deve sviluppare nuovi anticorpi in risposta alla comparsa di virus e batteri non familiari e non spendere energia per scindere prodotti non familiari.
  • Porridge, purè di patate e altri prodotti devono essere offerti prima di alimentare il principale tipo di cibo: una miscela o latte materno. Dopo la loro assunzione, il bambino è soddisfacente e, se lo interrompi, c'è un enorme rischio che non vorrà mangiarlo.
  • Con l'introduzione di alimenti complementari Komarovsky insiste nel prendere in considerazione le preferenze di gusto del bambino. Ciò significa che non puoi stuprare un bambino con cibo spiacevole. Non mi piace - ripeti dopo 7-10 giorni. È importante ricordare che le papille gustative si adattano ai nuovi prodotti in pochi tentativi. A volte può andare fino a 10-15 volte.
  • È corretto utilizzare i monoprodotti per alimenti complementari: la purea di una verdura / frutta e non la loro miscela, si nutre di cereali monocomponenti. E ancora di più, non combinare per la prima volta prodotti di origine vegetale e animale - verdure e ricotta / carne, purea di frutta e kefir.
  • Rispettare la regola: introdurre un nuovo tipo di prodotto quando uno dei mangimi con la miscela è stato sostituito da esso..
  • L'intervallo tra i nuovi prodotti - almeno 5-7 giorni.
  • La prima volta che viene dato un nuovo pasto abbastanza. Il secondo giorno - un po 'di più. E così per i 5-7 giorni specificati, un'alimentazione viene spostata durante l'allattamento o l'alimentazione artificiale.

Differenze nell'alimentazione artificiale e durante l'allattamento

"Quali dovrebbero essere i primi alimenti complementari per l'allattamento e l'allattamento?" - Komarovsky si concentra sulla necessità di diversi prodotti:

  • L'inizio dell'alimentazione durante l'allattamento è il kefir e la ricotta. Il neonato è adattato al lattosio e, insieme al latte di sua madre, riceve il necessario set di vitamine, minerali. Le verdure sono più ricche nel loro contenuto, ma un bambino con GV non ne ha così bisogno come quei bambini che sono nutriti con una miscela.
  • La prima alimentazione complementare per l'alimentazione artificiale - purea di frutta, succhi: Komarovsky ricorda alle madri che è importante che i bambini compensino la carenza di oligoelementi, vitamine.

Programma di lancio del prodotto

Lo schema di alimentazione è un programma che ti consente di abituare delicatamente tuo figlio a nuovi prodotti.

La tabella di alimentazione di Komarovsky tiene conto del tempo di alimentazione:

  • Prima di bollire la zuppa sul brodo, scola la prima acqua in cui viene cotta la carne. In questo modo si ottiene una concentrazione inferiore..
  • Se la costipazione è iniziata con l'introduzione di alimenti complementari, annullare il nuovo prodotto e attendere una settimana e mezza..
  • Con la dermatite atopica, attendi fino alla scomparsa delle manifestazioni, quindi prenditi cura degli alimenti complementari con un nuovo prodotto. Ricominciare, ma con una dose più bassa.

Come fornire un morbido adattamento a nuovi alimenti

Meglio espandere la dieta più tardi di prima. Non abbiate fretta, perché esiste una chiara correlazione tra le malattie gastrointestinali nei bambini e l'introduzione precoce e prematura di nuovi alimenti nella dieta del bambino.

Guarda il tuo bambino: eruzione cutanea, arrossamento, diarrea, costipazione, stati d'animo: sono tutti segnali che devi rallentare. La cosa principale che Komarovsky dice riguardo agli alimenti complementari: "La sensibilità della mamma allo stato del bambino è un indicatore che funziona meglio di diagrammi e tabelle".

Caratteristiche degli alimenti complementari per il bambino "artefice"

Le moderne miscele sono in grado di imitare quasi completamente la composizione del latte materno, il che consente al bambino di svilupparsi bene, essere sano, vigile. Tuttavia, non importa quanto sia alta e sana tale alimentazione artificiale, prima o poi sorge la domanda di introdurre alimenti complementari nella dieta dei bambini. Come farlo correttamente con l'alimentazione artificiale?

A che età è ottimale introdurre alimenti complementari nel bambino "artificiale"

Oggi, si ritiene ampiamente che un bambino che viene allattato al seno debba certamente ricevere alimenti complementari molto prima di un bambino allattato al seno. Tali termini specifici sono chiamati da due a tre mesi, e ciò è spiegato dal fatto che il bambino non riceve le preziose sostanze presenti nel latte materno e che il cibo "adulto" consentirà di compensare. In effetti, una tale posizione è un grosso errore. È collegato al fatto che prima dei bambini, che le madri per qualche motivo non potevano allattare, venivano nutriti con latte animale diluito (il più delle volte latte di mucca). Le miscele speciali apparvero in seguito, ma la loro composizione era ancora lungi dall'essere ideale per molto tempo..

In passato, i bambini le cui madri non avevano il latte materno venivano spesso nutriti con mucche divorziate

La prima pappa artificiale al mondo apparve nel 1867. Il farmacista svizzero Henry Nestlé preparò una miscela di latte vaccino in polvere, zucchero e farina di frumento. Questa cosiddetta "farina di latte di Henri Nestlé" (Henry - la versione francese del nome Henry) doveva essere semplicemente diluita con acqua e nutrire il bambino.

La prima formula per l'infanzia consisteva in latte in polvere, farina di grano e zucchero

Naturalmente, tali sostituti artificiali del latte materno non hanno permesso al bambino di svilupparsi completamente, poiché non gli hanno fornito molte sostanze preziose. Questa dieta ha spesso causato obesità, disturbi digestivi e altre malattie. Pertanto, i pediatri avevano fretta di introdurre alimenti complementari a tali bambini per influenzare la situazione..

Quindi, a metà del 20 ° secolo, i pediatri di tutto il mondo hanno esortato le madri a dare il succo di mela al loro bambino a tre o anche due mesi per compensare la mancanza di ferro nelle formule del latte. Molte nonne moderne pensano anche "alla vecchia maniera", temendo per la salute dell'arachide e "calpestando" le giovani madri per questo motivo.

Le miscele moderne hanno una composizione equilibrata, che ripete quasi completamente gli ingredienti del latte materno (rapporto tra proteine, grassi, carboidrati, saturazione con vitamine e minerali). Di conseguenza, i bambini "artificiali" sono per lo più sani, crescono bene e sono di buon umore. Naturalmente, alcune sostanze non possono essere riprodotte artificialmente, prima di tutto, immunomodulatori che attivano il lavoro dell'immunità dei bambini. Ma questi componenti unici si trovano esclusivamente nel latte materno e l'introduzione precoce di alimenti complementari non li sostituirà comunque..

Naturalmente, anche la migliore miscela non fornirà al bambino immunomodulatori, come il latte materno, ma queste sostanze non si trovano anche nei cereali, nelle puree vegetali e in altri prodotti "per adulti"

Oggi, non è necessario introdurre alimenti complementari a un bambino "artificialmente" prima dei suoi coetanei che sono nutriti naturalmente. Inoltre, l'inclusione di alimenti "per adulti" nella dieta troppo presto può avere un effetto dannoso sul corpo dei bambini. Ad esempio, bere lo stesso succo di mela in due o tre mesi irrita notevolmente il tratto digestivo e può successivamente causare seri problemi gastroenterologici..

Pertanto, il bambino "artificiale" dovrebbe normalmente somministrare i primi alimenti complementari a sei mesi (così come durante l'allattamento), ma in alcuni casi è possibile unirsi al cibo "adulto" anche prima - dopo 4 mesi. Questo viene fatto in consultazione con il pediatra, se, ad esempio, il bambino è troppo ben nutrito (l'alimentazione vegetale aiuterà a normalizzare il metabolismo) o, al contrario, ingrasserà male (i cereali verranno in soccorso).

Il sistema digestivo del bambino, situato sulla IW, si adatta rapidamente ai nuovi alimenti. Dopotutto, la stessa miscela di latte contiene sempre alcune impurità.

Come determinare la prontezza del bambino per l'introduzione di alimenti complementari

Se i genitori dubitano che sia tempo di nutrire il loro bambino, alcuni segni aiuteranno a scoprire:

  1. Dalla nascita, il bambino ha già raddoppiato il peso.
  2. Il bambino tiene bene la testa, si siede in modo indipendente.
  3. Sa tirare in avanti il ​​labbro inferiore (può prendere il cibo da un cucchiaio), la sua lingua non fa movimenti riflessi spinosi.
  4. Il bambino può voltare la testa, dimostrando un rifiuto del cibo.
  5. Peanut è interessato a mangiare adulti.
  6. Il bambino non ha coliche intestinali.

Il bambino è ancora più pronto per l'alimentazione, se i suoi denti sono già scoppiati, ama masticare un ciuccio, giocattoli. Inoltre, va tenuto presente che troppo tardi l'introduzione di alimenti complementari è irta di problemi con la normale masticazione e deglutizione.

Il bambino è pronto per l'alimentazione, se mostra interesse per il cibo per adulti, se lo tira in bocca, soprattutto se i primi denti sono già scoppiati

I genitori devono essere consapevoli che gli alimenti complementari non vengono somministrati nelle seguenti condizioni:

  1. Il periodo di una settimana dopo la vaccinazione.
  2. Improvviso cambio di fermata (spostamento, viaggio verso sud).
  3. raffreddori.
  4. Fa troppo caldo.
  5. Periodo di dentizione.

Video: alimenti complementari (il Dr. Komarovsky spiega ogni sorta di aspetti di questo nuovo stadio nella vita di un bambino)

E. Komarovsky ritiene che non esistano fino a 4 mesi di alimenti complementari e per nessuno. Da 4 a 6 mesi - questo è il bisogno di mamma e papà (è psicologico più facile per loro che il bambino stia già mangiando cibo "per adulti"), ma non il bambino. Ma 6 mesi sono i tempi dei primi esperimenti con il cibo.

I principi di base dell'introduzione di alimenti complementari nella IV

I principi dell'introduzione di alimenti complementari con IV sono generalmente gli stessi dell'allattamento al seno:

  1. La prima alimentazione viene offerta al bambino quando è sano e vigoroso ed è anche di buon umore.
  2. Il primo cucchiaio di cibo "adulto" viene dato prima della successiva alimentazione con la miscela (altrimenti, essendo già stato saturo di latte delizioso, il bambino rifiuterà semplicemente il cibo non familiare). È meglio farlo al mattino per monitorare le condizioni delle briciole durante il giorno (possibile reazione allergica, problemi digestivi).
  3. Se il bambino è riluttante a provare nuovo cibo, puoi aggiungere un po 'di miscela.
  4. La prima porzione sarà molto piccola - 0,5–1 cucchiaino. Se la degustazione è andata bene, il giorno successivo aumenta la quantità di cibo. Quindi, aumentando gradualmente i cibi complementari, dopo una settimana puoi sostituirli con una sola alimentazione (stiamo parlando di purè di patate o porridge).
  5. In un pasto devi dare un solo prodotto. Altrimenti, se si verifica una reazione allergica, sarà difficile determinare la causa. L'intervallo tra i campioni di prodotti diversi dovrebbe essere di almeno una settimana. È già consentito mescolare prodotti collaudati (ad esempio, per preparare purè di patate da mele e zucche o da verdure e carne).
  6. La consistenza dei primi alimenti dovrebbe essere liquida, gradualmente verrà sostituita da una purea di patate più spessa. Dopo dieci mesi, a condizione che il bambino abbia già almeno alcuni denti, puoi offrire cibo in pezzi (anche prima, a 6-7 mesi, puoi dare una fetta di mela o un biscotto da rosicchiare sulle briciole). Non è necessario macinare il cibo sul frullatore per troppo tempo, "risparmiando" il bambino: si abituerà a tale cibo e poi protesterà anche contro piccoli grumi.

La consistenza dei primi alimenti dovrebbe essere liquida, un po 'più tardi puoi dare una purea di patate più spessa, e quindi i pezzi di cibo

È bene che la mamma tenga un diario alimentare in cui registrerà i dati sull'introduzione di ogni nuovo prodotto

Selezione del prodotto

La scelta del primo prodotto per l'alimentazione del bambino "artefice" è concordata con il pediatra. Prima di tutto, il medico valuta come il bambino aumenta di peso, tiene conto delle caratteristiche della sua digestione. Se il bambino è ben nutrito, come spesso accade con l'alimentazione artificiale, il medico consiglierà la purea di verdure (la frutta viene data in seguito, perché è più deliziosa per il bambino). Aiuterà anche a far fronte alla costipazione, se presente..

La prima esca sotto forma di un fritto di verdure è un'opzione per un bambino ben nutrito, soprattutto se è incline alla costipazione

Se il bambino è sottopeso, è preferibile iniziare cibi complementari già con il porridge, che è più ipercalorico. Inoltre, un simile alimento "adulto" è particolarmente rilevante se il bambino è soggetto a diarrea e soffre di anemia sideropenica. In quest'ultimo caso, vale la pena mangiare cereali di produzione industriale, arricchiti con ferro e altri oligoelementi.

Il primo richiamo del porridge aiuterà ad aumentare rapidamente di peso in caso di carenza e ad affrontare la diarrea

È interessante notare che il Dr. E. Komarovsky offre tre tipi di primi cibi. Oltre a questi purea di verdure e cereali, il pediatra offre una terza opzione: il latte acido. Stiamo parlando di kefir a basso contenuto di grassi, perché in termini di composizione è molto simile a una formula infantile adattata, quindi il corpo del bambino accetterà facilmente alimenti complementari. Tuttavia, Komarovsky chiarisce che ai vecchi tempi c'erano cucine da latte ovunque, ora è difficile trovarle e la qualità del kefir per bambini nei negozi è una grande domanda.

Komarovsky è un sostenitore degli alimenti a base di latte fermentato, ma solo se il kefir a basso contenuto di grassi è di buona qualità

Quando si scelgono alimenti specifici per alimenti complementari, è necessario considerare quanto segue:

  1. Molte madri non riescono a decidere quali purè di patate sono meglio - barattoli acquistati o cucinati a casa. Dovresti essere consapevole del fatto che in condizioni industriali, frutta e verdura preparate ecologicamente vengono utilizzate per preparare alimenti per bambini e che i prodotti vengono attentamente controllati. Un altro punto: è necessario leggere attentamente l'etichetta, in particolare, controllando la mancanza di zucchero e sale nella dieta. Se una donna ha deciso di cucinare la purea di verdure o di frutta da sola, i prodotti devono essere selezionati in base alla stagione e a quelli locali (quelli importati saranno probabilmente elaborati con sostanze chimiche dannose per il corpo del bambino). L'opzione ideale, ovviamente, è quella di raccogliere dal tuo giardino. È possibile preparare le verdure tritate nel congelatore in anticipo, anche alla fine della gravidanza, se il periodo di inizio degli alimenti complementari secondo i calcoli cade nella stagione fredda.
  2. La frutta può essere offerta a un bambino non solo sotto forma di purè di patate, ma anche come parte di composte, tra cui frutta secca. Anche in questo caso, è preferibile asciugarli a casa, perché le miscele essiccate acquistate possono essere lavorate con prodotti chimici. I succhi di frutta e verdura appena spremuti nei primi mesi di alimentazione devono essere diluiti con acqua.
  3. Le puree di carne, nonché frutta e verdura, possono essere acquistate in barattoli. Il piatto fatto in casa può essere fatto solo con carne provata.
  4. Le zuppe per i bambini fino a un anno dovrebbero essere preparate solo su brodo vegetale. L'opzione carne è troppo per il sistema digestivo.
  5. Nella preparazione dei piatti per bambini non usare sale, zucchero e ancora più spezie. Naturalmente, per gli adulti, tale cibo sembra fresco, ma il bambino ha una percezione del gusto completamente diversa..
  6. È meglio non dare latte di mucca a un bambino fino a un anno di età per evitare allergie e gravi disturbi digestivi..

Lo schema della prima alimentazione

Lo schema alimentare per il bambino "artificio" è determinato individualmente, così come l'età in cui inizia la degustazione del cibo "adulto". Nel quadro dell'articolo, possono essere fornite solo raccomandazioni approssimative..

Tabella: schema indicativo della prima alimentazione per mesi

ProdottoMese della prima poppataCaratteristiche
Purea di verdure4o, 5o o 6o meseI primi da offrire sono le verdure verdi (zucchine, cavolfiore, broccoli), in seguito - gialle (zucca, carote) e più vicine all'anno - rosse (barbabietole). Il cavolo bianco, il pomodoro, i cetrioli, le melanzane non dovrebbero essere somministrati per un anno.
Succo di purea di fruttaDi conseguenza, il 5o, 6o, 7o mese (un mese dopo l'introduzione delle verdure)Inizialmente, vengono offerte mele, pere, albicocche, pesche, banane. La prugna è necessaria se c'è un problema di costipazione. Agrumi e frutti esotici non sono raccomandati per un massimo di un anno (il rischio di allergie è troppo elevato). I succhi all'inizio sono meglio somministrati in forma diluita..
Porridge senza latte4 °, 6 ° meseVengono prima introdotti i cereali senza glutine (grano saraceno, riso, mais) e poi i cereali senza glutine (avena, miglio, orzo). L'ultima ad essere introdotta è la semola, la più povera in termini di vitamine e minerali, ma molto calorica.
Porridge di latteRispettivamente 6 °, 7 ° o 8 ° meseCereali simili sono già preparati nel latte, se il corpo del bambino lo percepisce normalmente (possono essere acquistati prodotti specifici per bambini contenenti latte in polvere - diluito con acqua).
kefir6 ° meseKefir dovrebbe essere non grasso (1%). Meglio comprare speciali per alimenti per bambini.
Fiocchi di latte5-6 ° meseLa norma giornaliera viene gradualmente portata a 50 grammi, non è consigliabile dare di più - carica il fegato dei bambini.
Olio vegetale5 ° meseAll'inizio saranno solo 1-3 ml, portati gradualmente a 6 ml (entro 10 mesi). L'olio viene usato come condimento per purè di patate o porridge.
Burro6 ° meseInizia in modo simile con una piccola porzione (1–4 g), per 10 mesi viene portato a 6 g. L'olio viene aggiunto al porridge o alla ricotta.
Tuorlo6 ° meseIl tuorlo viene offerto al bambino ben cotto e schiacciato. All'inizio sarà ¼ di parte, poi metà e solo allora l'intero. Tuttavia, il prodotto non viene somministrato quotidianamente: è sufficiente farlo 2 volte a settimana. Le proteine ​​del pollo non sono raccomandate per i bambini di età inferiore a un anno a causa delle sue elevate proprietà allergeniche..
Pane e biscotti per bambini7 ° meseDevi dare un bel po '(un biscotto) in modo che il bambino alleni i muscoli masticatori. A tale scopo, puoi anche offrire cracker, leggermente imbevuti di kefir o composta.
Purè Di Carne7 ° mese, tuttavia, è possibile dal 5 ° mese - se il bambino ha l'anemia.Iniziano cibi complementari con purè di patate fatti in fabbrica, in seguito puoi cucinarli da soli (la consistenza sarà più densa). Entro nove mesi, le purè di patate vengono sostituite con polpette, entro l'anno puoi offrire cotolette di vapore. All'inizio è meglio provare la carne dietetica - tacchino o coniglio, quindi viene introdotto il vitello (se il bambino è allergico al latte, quindi manzo e vitello non sono adatti a lui), carne di maiale magra. La porzione giornaliera inizia da 10–30 g, aumenta gradualmente a 60–70 g.
Purè di pesce8 - 9 ° meseL'opzione migliore sono le varietà marine a basso contenuto di grassi (merluzzo, nasello, branzino, passera). Le proteine ​​dei pesci vengono assorbite molto meglio che dalla carne, ma potenzialmente sono più allergeniche. Il pesce viene offerto al bambino una volta alla settimana invece della carne (allo stesso modo, prima verrà schiacciato, quindi una consistenza più densa). Il servizio inizia da 10-30 g, aumenta gradualmente a 60 g.

Nel tempo alcuni prodotti sostituiscono completamente un'alimentazione (ad esempio porridge, verdure, kefir). Altri vengono somministrati in una piccola dose (tuorlo), in combinazione con un altro prodotto (carne con verdure o burro come condimento per il porridge). Entro circa 10 mesi, i piatti "adulti" occupano l'intera dieta del bambino e la miscela può essere eliminata.

Possibili problemi di alimentazione

Quando introducono alimenti complementari, i genitori possono affrontare due problemi principali:

    Reazione allergica a un nuovo prodotto. Se, dopo aver assaggiato, il bambino ha un'eruzione cutanea, arrossamento della pelle, prurito, questo non significa che il piatto debba essere permanentemente escluso dalla dieta. Molto probabilmente, in questa fase il corpo non è semplicemente pronto a prendere il prodotto: la mamma dovrebbe aspettare 1-2 mesi e provare a ripetere la degustazione. Probabilmente questa volta andrà tutto bene. Lo stesso si può dire del rifiuto di un nuovo piatto da parte dell'apparato digerente (dopo aver nutrito il bambino ha coliche, disturbi alle feci).

Se un prodotto provoca una reazione allergica, forse in 1-2 mesi il corpo lo percepirà con calma.

Se il bambino rifiuta di mangiare, è necessario mostrare un tocco pedagogico e in nessun caso non alimentare forzatamente

Se il bambino è prematuro

Molte madri di bambini "artificiali" non sanno a che età e come introdurre alimenti complementari al bambino se è nato prematuro. La principale caratteristica distintiva dei bambini nati prematuramente è il basso peso corporeo (inferiore a 2,5 kg). Quindi iniziano a crescere rapidamente, quindi hanno bisogno di una fornitura più intensiva di energia. Allo stesso tempo, il sistema digestivo del bambino spesso non è del tutto pronto ad assorbire completamente il cibo.

I bambini prematuri iniziano a crescere intensamente dopo la nascita, ma il loro sistema digestivo non è ancora pronto ad assorbire completamente il cibo

Molti bambini prematuri hanno ridotto i riflessi di suzione e deglutizione, quindi nutrirli troppo presto è inappropriato. Pertanto, la disponibilità a includere nuovamente alimenti "per adulti" nella dieta deve essere giudicata da alcuni segni (e assicurarsi di coordinarlo con il pediatra):

  1. Sonno sano, normale attività fisica.
  2. Buon appetito: il bambino richiede integratori o un'alimentazione più frequente con la miscela.

I sintomi rimanenti saranno gli stessi di un bambino nato in tempo (raddoppiando il peso corporeo dal momento della nascita, mancanza di coliche, interesse per i prodotti "per adulti", ecc.). In generale, i bambini prematuri iniziano ad essere nutriti alla stessa età dei bambini normali (4-6 mesi).

Per quanto riguarda la scelta della prima poppata, molto probabilmente sarà il porridge, perché i bambini nati prematuri di solito non sono ben nutriti (nonostante l'alimentazione artificiale).

In linea di principio, l'introduzione di alimenti complementari per il bambino "artificiale" non è molto diversa dalla situazione in cui il bambino viene allattato al seno. Non è necessario passare agli alimenti per adulti troppo presto, temendo che il bambino non stia ricevendo abbastanza nutrienti. La scelta del primo prodotto è determinata individualmente dal pediatra, ma molto spesso si tratta di puree vegetali, poiché gli "artigiani" raramente soffrono di sottopeso.

Il primo schema di alimentazione complementare Komarovsky per l'allattamento al seno: regole di introduzione e tabelle dettagliate per mese

Il primo alimento nella vita di ogni bambino dovrebbe essere il latte materno o una miscela speciale. È da questi prodotti che il bambino può ottenere tutte le sostanze e le vitamine necessarie durante il primo anno di vita. Tuttavia, un nuovo problema sorge con l'età: il bambino non ha abbastanza di ciò che i genitori gli danno. Il bambino inizia a mostrare un grande interesse per il cibo e il desiderio di assaggiare tutto. Questo articolo ti dirà quali sono gli schemi di alimentazione per l'allattamento. Scoprirai da dove iniziare la conoscenza del bambino con cibo per adulti. Vale anche la pena menzionare ciò che costituisce alimenti complementari secondo Komarovsky.

Presentazione del cibo per adulti nella dieta di un bambino

Ci sono molte opinioni su quando è necessario iniziare a introdurre un bambino al cibo per adulti. Alcuni pediatri insistono sul fatto che il bambino debba dare i primi prodotti dall'età di tre mesi. Altri dicono che puoi aspettare completamente il momento in cui il bambino compie un anno. L'alimentazione complementare comporta la familiarità con una nuova dieta non prima dei sei mesi di età. La maggior parte dei pediatri moderni della Russia ha la stessa opinione. Esistono diverse regole che devono essere considerate prima di introdurre un bambino a un determinato alimento:

  1. Prima dell'introduzione di un nuovo prodotto, il bambino deve essere assolutamente sano..
  2. Il bambino non ha reazioni allergiche.
  3. Il bambino è interessato al cibo per adulti.
  4. Solo un cucchiaio viene utilizzato per l'alimentazione..
  5. Un prodotto monocomponente deve essere somministrato per feed..
  6. È necessario iniziare cibi complementari con dosi minime.
  7. Un nuovo piatto viene introdotto al mattino.

Quando introdurre alimenti complementari

In passato era possibile somministrare l'alimentazione per 2-3 mesi. Ma i moderni medici e specialisti affermano che fino a 6 mesi il bambino ottiene tutto ciò di cui ha bisogno dal latte materno. Lo stesso vale per la miscela di latte adattata, contiene vitamine e minerali, che sono assolutamente sufficienti per un bambino piccolo. Ma in alcuni casi, è ancora necessario introdurre precocemente alimenti complementari - da 4-5 mesi per i bambini con IV. Questo vale per scarso aumento di peso o reazioni allergiche alla miscela..

È a 6 mesi che aumenta la necessità del bambino di vari nutrienti. E la natura stessa ci permette di capire che è tempo di iniziare un cibo più denso - i denti iniziano ad apparire nel bambino.

Fino a 6 mesi, l'introduzione di alcuni prodotti è persino pericolosa. Ad esempio, l'introduzione del porridge di latte fino a 6 mesi può portare a una reazione allergica alle proteine ​​della mucca e all'obesità da una grande quantità di carboidrati.

Dove iniziare cibi complementari?

Questa domanda viene spesso ascoltata dai pediatri di neo mummie. Le donne sono preoccupate che i loro bambini dovrebbero provare prima. Esistono diversi modi per presentare al bambino nuovi alimenti. Lo schema di alimentazione viene selezionato tenendo conto delle condizioni generali del bambino e della sua categoria di peso. È anche necessario considerare la possibilità di allergie..

Alcuni medici sono sicuri che la conoscenza di una nuova dieta dovrebbe iniziare con l'uso di cereali. Altri pediatri affermano che la preferenza dovrebbe essere data ai piatti di verdure. Le nonne e le madri dicono alle giovani donne che vale la pena iniziare con succhi e tuorlo di pollo. Cosa vale la pena fare? Dove iniziare cibi complementari? Prendi in considerazione diversi schemi per introdurre alimenti per adulti nella dieta di un bambino.

Disponibilità n. 1

Spesso il bambino capisce (anche se non sempre consapevolmente) di essere pronto per la prima poppata e in ogni modo suggerisce la sua "maturità" a sua madre. È importante solo che la donna comprenda e decifra correttamente questi segni.

Ecco i segnali più comuni del bambino che è giunto il momento per il primo cucchiaio di nuovo cibo:

  • Uno degli indicatori principali è la capacità del bambino di sedersi liberamente, tenere la testa e non far cadere un cucchiaio. Queste abilità garantiscono che sarà il principale partecipante al processo di prima alimentazione, il che significa che gli daranno fiducia e prontezza.
  • L'assenza di un riflesso di spinta in un bambino suggerisce la prontezza fisiologica per l'alimentazione. Ciò significa che ora non sputerà all'istante e non gli toglierà cibo sconosciuto dalla bocca. Molto spesso, il bambino si libera del riflesso già inutile di circa 6 mesi, ma non dimenticare la meravigliosa personalità di ogni bambino.
  • Un segnale di prontezza per l'alimentazione è una risposta favorevole al sistema digestivo del bambino. Il prodotto per la prima alimentazione è sempre scelto sicuro e ipoallergenico, pertanto, durante la maturazione della digestione dei bambini, non dovrebbe verificarsi una reazione negativa (coliche, formazione di gas, diarrea).
  • Dai un'occhiata alle espressioni facciali delle tue briciole: se sa allungare il labbro inferiore, allora è pronto a provare il suo primo cucchiaio.
  • Presta attenzione al comportamento del bambino durante un pasto in famiglia. La sua curiosità e genuino interesse possono causare cibo nei tuoi piatti. Quindi non giurare se la penna di un bambino arriva improvvisamente in una scodella di minestra per adulti: questo è solo un chiaro suggerimento di prontezza per l'alimentazione.
  • Quando il piccolo è interessato al tuo cibo e attivamente lo rivendica, può essere difficile distrarlo con un altro gioco. Se il bambino è categorico nella sua richiesta e non smette di desiderare cibo per adulti, allora è il momento!

Il primo schema: porridge alimentare complementare

Questo metodo viene scelto quando il bambino ha una mancanza di peso. Inoltre, l'introduzione dei cereali dovrebbe iniziare prima nei bambini che si nutrono artificialmente. Se scegli questo tipo di alimenti complementari, i cereali dovrebbero essere prima senza l'aggiunta di latte. Se stai allattando un bambino, puoi aggiungere cibo familiare al bambino nel piatto.

Il primo richiamo del porridge dovrebbe includere quanto segue: grano saraceno, riso, mais. Sono questi i cereali più allergenici. Tutti devono essere cotti sull'acqua. Solo dopo, se lo si desidera, aggiungere il latte materno.

Il primo giorno, devi dare a tuo figlio mezzo cucchiaino di questo nuovo prodotto. In questo caso, vale la pena monitorare attentamente la reazione del corpo durante il giorno. Il secondo giorno, offri al bambino un cucchiaino intero di porridge. Portare gradualmente il prodotto a 50-100 grammi in due settimane.

Quando il bambino si abitua al porridge, devi iniziare a introdurre verdure e solo allora frutta, succhi e latticini.

La dieta di una madre che allatta

L'alimentazione della madre è la principale fonte per il bambino di ricevere le sostanze necessarie per lo sviluppo.

Cosa mangiare e bere:

  • Carne e pesce (non grassi);
  • Latticini e prodotti a base di latte acido (latte, latte cotto fermentato, kefir, ecc.);
  • Frutta e verdura: ciliegia, anguria, uva, mele, pere, albicocche. Leggiamo anche: frutta con HS e verdure con HS;
  • Frutta secca (albicocche secche, uvetta) e composta da loro;
  • verde;
  • Tè verde;
  • Pesce non essiccato o salato;
  • Piatti brasati, al forno e bolliti.

Leggiamo anche: cosa può mangiare una madre che allatta - un elenco di prodotti

Non mangiare e bere:

  • Piatti grassi (incluso brodo grasso);
  • Caffè;
  • Piatti piccanti, salati, acidi;
  • Cibi affumicati e fritti;
  • Tutti i tipi di conservazione;
  • Cacao e prodotti a base di cacao (dolci e cioccolatini);
  • Dolci contenenti crema al burro;
  • Piselli;
  • Agrumi (arance, mandarini, limoni);
  • Cottura del lievito;
  • Bacche rosse;
  • Funghi.

Leggiamo anche: cosa non dovrebbe essere mangiato dalla madre che allatta

La dieta quotidiana dovrebbe contenere almeno 0,5 kg di frutta fresca. Se la mamma è piuttosto snella e se lo può permettere, Komarovsky consiglia di mangiare un piatto di semolino per la notte. Tutti i prodotti che la madre insegna al bambino durante la gravidanza e l'allattamento al seno, saranno successivamente percepiti dal bambino con piacere, perché questo è il solito cibo.

Consigli nutrizionali

Leggiamo un articolo dettagliato sulla nutrizione di una madre che allatta qui

Un noto pediatra consiglia di fare molta attenzione alla presenza nella dieta di frutta esotica o prodotti importati. Tale cibo è ovviamente sconosciuto al nostro sistema digestivo e la sua assimilazione da parte del corpo può essere incompleta. Il verificarsi di un carico sul fegato o sul pancreas influisce negativamente sul latte materno.

Il medico fornisce alcuni ulteriori suggerimenti:

  • Evitare di mangiare troppo. Sarà più utile una piccola sottovalutazione;
  • Con il desiderio ossessivo di mangiare qualcosa di proibito, puoi "abbattere" una piccola quantità di questo prodotto;
  • I dubbi sul prodotto dovrebbero causarne il completo rifiuto;
  • Non mangiare di notte;
  • Se le circostanze sono costrette a bere alcolici, allora è accettabile un po 'di vino rosso;
  • L'assunzione di complessi vitaminici dovrebbe essere regolare.

Leggi anche: Le 10 migliori regole nutrizionali per una madre che allatta

Il secondo schema: nutrire le verdure

Questo schema di alimentazione prevede che inizialmente al bambino vengano offerte puree vegetali monocomponenti. Questa tattica dovrebbe essere scelta per quelle madri i cui figli hanno un peso normale. Le prime verdure per le briciole dovrebbero essere le seguenti: cavolfiore, zucchine, broccoli, zucca e carote.

Il primo giorno, dai al bambino un nuovo prodotto sulla punta di un cucchiaino. Una tale porzione è scelta per assicurarsi che non abbia una reazione allergica. Se tutto è andato per il meglio, dopo un giorno, offri al bambino una dose che è raddoppiata. Aggiungi un po 'di prodotto ogni giorno e entro la fine della seconda settimana porta il volume consumato a 100 millilitri.

Successivamente, è necessario introdurre il porridge nel modo sopra descritto, frutta e prodotti lattiero-caseari.

Cosa non si può fare se il bambino non mangia cibi complementari

Puoi distrarti e cercare di superare in astuzia il bambino, intrattenerlo e divertirti.

Ma ciò che non puoi fare categoricamente è alimentare forzatamente. Qualsiasi atto violento contro un bambino irragionevole è stupido, inutile e inaccettabile.

Tuttavia, si devono leggere storie semplicemente selvagge, quando una madre lega quasi il bambino e attraverso il cibo e le lacrime lo spinge dentro. Già pelle d'oca da tali storie, brr!

Tale comportamento inappropriato da parte dei genitori è irto di briciole con una serie di gravi problemi, che vanno da un disturbo alimentare a un grave trauma psicologico per la vita.

Se tutto andava bene, ma il bambino improvvisamente ha smesso di mangiare cibi complementari, devi cercare di ricordare cosa è successo di recente di insolito. Forse hai introdotto un nuovo prodotto che ai bambini non piaceva categoricamente. O forse ha preso un raffreddore e in linea di principio non ha tempo per mangiare. Sbrigati in una situazione del genere non dovrebbe esserlo. Sarà giusto fare una pausa e dopo qualche giorno riprovare a offrire il cibo già familiare che il bambino ha precedentemente mangiato senza problemi.

Se non riesci a introdurre alimenti complementari, non ti metti in contatto con il tuo pediatra, guarda, offri ancora e ancora, prova metodi e alimenti diversi. Prima o poi, il bambino inizierà a mangiare. Non ci sono bambini che vanno a scuola e sono ancora nel GV. Significa solo che ora non è il momento. Salva i tuoi nervi, guarda tutto con ottimismo, ama te stesso e il bambino, quindi qualsiasi difficoltà può essere superata!

Il terzo schema: alimenti complementari

Questo cibo per bambini dovrebbe essere scelto solo se c'è una tendenza al sovrappeso. I primi prodotti dovrebbero essere mele, pere e banane. Solo allora possono essere introdotti agrumi e frutti esotici.

Il primo giorno, offri al bambino alcune gocce di succo di mela. Valutare la reazione del tratto gastrointestinale al prodotto. Se tutto va bene, allora in un giorno puoi offrire al bambino mezzo cucchiaino di salsa di mele. Se lo si desidera, è possibile diluire un nuovo piatto con il solito latte materno o miscela. Durante il mese, aumenta la porzione giornaliera e portala a 100 grammi.

Successivamente, gli alimenti complementari del bambino possono essere variati con altri prodotti. Può essere prodotti lattiero-caseari, cereali e purè di verdure.

Ragioni per rifiutare il cibo

Dalla nascita del bambino, il latte materno o una miscela calda con uno strano sapore sono diventati familiari. Questo cibo è stato con lui per un lungo periodo di tempo, e ora la sua quantità sta diminuendo, e il suo posto è sostituito da nuovi, incomprensibili gusti di porridge e purè di patate.

Dovrebbe essere preso in considerazione il seguente fatto: molto dipende dal tipo di alimentazione del bambino nei primi mesi di vita prima dell'introduzione di alimenti complementari: usava il latte materno o una miscela artificiale. Le preferenze e i gusti variano a seconda del cibo consumato dal bambino prima e influiscono sui motivi per cui non vuole mangiare cibi complementari.

Quando si introducono nuovi prodotti nella dieta, è necessario verificarne attentamente il gusto e la temperatura. Il cibo troppo freddo / caldo, dato una volta, può allontanare definitivamente il bambino dall'alimentazione.

Caratteristiche di nutrizione dei neonati e artificiali

I bambini che crescono nel latte materno si abituano molto più rapidamente al nuovo cibo. Dopotutto, ogni giorno durante la prima metà della loro vita hanno fatto conoscenza con diversi gusti di latte. La mamma, seguendo attentamente una dieta e mangiando vari cibi, ha introdotto il bambino a nuovi gusti attraverso il latte materno. Nei bambini che allattano al seno, la microflora intestinale si forma meglio. Insieme alle note aromatiche di cereali, succhi e purè di patate, gli enzimi che promuovono una migliore digestione entrano nel corpo del bambino. E nel caso in cui i cibi complementari non causassero fastidio allo stomaco, il bambino inizierà a cercare una nuova porzione con piacere il giorno successivo.

Gli artisti, abituati al gusto uniforme della miscela, non percepiscono sempre bene i nuovi alimenti per adulti. E l'abitudine di utilizzare una sostanza insolita sotto forma di una miscela dai primi mesi di vita non salverà durante l'introduzione di alimenti complementari. Nuovi gusti spesso spaventano un bambino, strappandolo dal solito mondo digestivo. Inoltre, i nuovi prodotti sono meno assorbiti dal corpo del bambino. I piatti a base di frutta e verdura a volte sembrano troppo acidi / astringenti per un bambino e i cereali dolci da una scatola con alimenti per bambini sono di tuo gusto. Gli artisti, non abituati a una varietà di gusti, sono felici di percepire le opzioni di cibi dolci, ma più spesso rifiutano carne, pesce, uova, ricotta, purea di frutta e succhi preparati in casa senza aggiunta di chimica. Prodotti simili sembrano troppo acidi, incomprensibili per il bambino.

Come insegnare a un bambino a nutrirsi

Quando si sceglie il primo e il successivo cibo per un bambino, è necessario tenere conto delle possibili preferenze e caratteristiche nel mangiare cibo. Si consiglia ai bambini che allattano al seno di somministrare alimenti complementari secondo le tabelle, inclusi gli ingredienti mensili richiesti nella dieta. Con gli artigiani, è meglio iniziare con purè di patate, cereali e vari altri piatti. Diventeranno più facili da capire per il bambino. Nel tempo, il bambino preparerà e proverà cibi insoliti, cucinati in casa.

Il rifiuto categorico del bambino di un determinato piatto e non il desiderio di mangiare servono come occasione per un ritorno temporaneo a opzioni alimentari già familiari. E quando il bambino si calma un po ', prova a dargli un altro pasto. Forse, un piatto correttamente selezionato nella versione sperimentale aiuterà ad evitare i rifiuti regolari da "cibo per adulti" e superare i capricci del bambino.

Per aiutare madri e padri, inserire regole, piatti e ricette:

  • Alimentazione mensile per neonati (presentiamo i prodotti nella sequenza corretta)
  • Da quanti mesi puoi dare al tuo bambino purè di patate (+ ricetta)
  • Come cucinare le zucchine per la prima poppata
  • Purea di mele per bambini: ricetta
  • È necessario il tuorlo ea quale età
  • Porridge per la prima poppata: un elenco

Pranzi di famiglia per l'alimentazione

Affinché il bambino passi con piacere al cibo per adulti e inizi a usare regolarmente cibi complementari, sua madre dovrebbe essere paziente e non spaventata. Dovrebbe anche essere considerato, ogni bambino è individuale. Alcuni bambini sono felici di prendere un cucchiaio e mangiare avidamente cibi complementari fin dalla tenera età. Gli altri sono attratti dal "cibo per adulti" da un'età successiva, ad esempio da 7 a 8 mesi.

Determinare se un bambino è pronto per l'alimentazione è facile dal comportamento:

  1. Il bambino, guardando un pasto in famiglia, mostra interesse per il cibo per adulti nei piatti. Prende il cibo, vuole toccarlo, si tira in bocca.
  2. Al bambino non è stato permesso di provare il piatto ed è insoddisfatto. Il bambino può cercare pane, pasta, patate e altri alimenti su un cibo da tavola per adulti e tirarlo in bocca.

Nella maggior parte dei casi, la mamma prende il cibo "adulto" dal bambino. Dopotutto, le patate non vengono schiacciate e il pane è troppo denso. Ma non c'è nulla di mortale per il bambino in questo cibo. Un bambino può mettere un pezzo di patata in bocca e ammorbidirlo con le gengive, facendolo rotolare sulla bocca con la lingua. Il pane può essere sciolto e il prodotto entrerà nell'esofago in una versione morbida.

A volte un bambino non vuole mangiare cibi complementari, rifiuta cibi morbidi e liquidi, ma è felice di masticare gomme su cibi solidi. Non dovresti lasciarti trasportare e dare al bambino fette di carota crude, un grosso pezzo di carne. Ma se il piccolo è interessato, offrirgli una carota intera sbucciata non è un crimine.

Tali esperimenti sono consentiti nel caso in cui il bambino rotoli il cibo in bocca, permettendo alla saliva e alle gengive di dissolversi e macinarlo. Se il bambino ingerisce immediatamente cibo e soffoca, è meglio offrire più opzioni di cibo liquido o frutta intera grande, le loro briciole non saranno in grado di stiparsi completamente in bocca.

Tali abilità e preferenze, l'interesse per il cibo si manifestano nei bambini se sono regolarmente presenti a tavola con i genitori durante un pasto in famiglia. Guardando le azioni dei parenti, il bambino cerca di copiarle e ripeterle. Durante l'introduzione di alimenti complementari, una condizione importante è quella di cercare di organizzare la presenza del bambino al tavolo comune.

Alimentazione complementare

Questo famoso pediatra ha sviluppato il proprio schema per l'introduzione di alimenti complementari. Vale la pena notare: il medico afferma che l'inizio di alimenti complementari non dovrebbe essere fatto prima dei sei mesi di età. Inoltre, non ritardare notevolmente la familiarità del bambino con il nuovo cibo. Altrimenti, in futuro sarà molto difficile per il bambino passare a una nuova dieta.

Il Dr. Komarovsky afferma che il primo prodotto nella dieta del bambino dovrebbe essere il kefir. Solo in seguito è possibile introdurre ricotta e yogurt. Successivamente, è necessario introdurre le briciole ai porridge e solo successivamente preparare zuppe di verdure e stufati per lui. Consideriamo in dettaglio come Komarovsky introduce alimenti complementari..

Cucina o compra: cosa consiglia il dott. Komarovsky

Molte madri sono spesso interessate a quale tipo di cibo è preferibile dare a un bambino: un negozio o cucinato con le proprie mani nella propria cucina? Evgeny Olegovich ritiene che sia molto meglio acquistare prodotti finiti di produttori di alimenti per l'infanzia che hanno guadagnato la fiducia tra i genitori al fine di risparmiare tempo e fatica della madre.

Allo stesso tempo, il medico comprende che per molti genitori l'acquisto costante di vasetti sigillati e confezioni con cereali secchi può essere troppo costoso in termini finanziari. Inoltre, i pasti fatti in casa possono essere preparati solo a casa, quindi se vai in visita con un bambino che non mangia ancora al tavolo comune, l'opzione migliore è prendere un barattolo con un piatto preparato.

D'altra parte, i vasetti pronti non sono adatti all'inizio dell'introduzione di alimenti complementari. Dopotutto, qualsiasi contenitore con purè di patate, dopo l'apertura, è adatto per l'uso solo entro 24 ore. E quando il bambino mangia mezzo cucchiaio, la maggior parte del prodotto sarà nel cestino.

Si ritiene che le purè di patate fatte in casa non siano così gustose come quelle di un negozio. Ma questo è un mito, tutto dipende dalle preferenze individuali del bambino. Spesso lo zucchero viene aggiunto alle puree vegetali da un barattolo, motivo per cui i bambini sono felici di mangiare nuove prelibatezze. Ma non puoi cucinare peggio.

Quando si monta, aggiungi un po 'di latte. Ciò aiuterà il bambino non solo ad adattarsi rapidamente a un trattamento insolito, ma anche a migliorare significativamente il gusto del piatto.

Schema di introduzione del prodotto

Il primo giorno, offri al bambino tre cucchiaini di kefir. In questo caso, il prodotto deve essere non grasso. Dopo un giorno, dai al bambino sei cucchiai. In questo modo, aumentare la dose fino a portarla a 150 millilitri al giorno.

Successivamente, vale la pena introdurre il bambino alla ricotta. È meglio cucinare questo cibo da soli. Tuttavia, se lo si desidera, è possibile acquistare i prodotti del negozio. Il primo giorno, dai al bambino un cucchiaino di composizione. Il peso del piatto sarà di circa 5 grammi. Dopo una giornata, offri al bambino due cucchiai di un nuovo piatto. Questo metodo dovrebbe aumentare il volume a 30 grammi (6 cucchiaini). Quando il bambino raggiunge l'età di 8 mesi, la dose può essere pari a 10 cucchiai del piatto.

La prossima conoscenza sarà con il porridge. È preferibile introdurre il prodotto prima di coricarsi. Dai a tuo figlio un cucchiaino di cibo. Il secondo giorno, raddoppia la dose. Entro due settimane, portare una porzione a 200 millilitri. Allo stesso tempo, non dimenticare di dare al bambino kefir e ricotta.

Le verdure sono introdotte come alimenti complementari come segue. Il primo giorno vale la pena dare al bambino 30 grammi di prodotto. Allo stesso tempo, monitorare la reazione dell'intestino e dello stomaco. Quindi, offri al bambino 10 cucchiaini da tè del piatto. Se tutto procede senza intoppi, puoi inserire la verdura successiva allo stesso modo. Dopodiché, inizia a dare la zuppa del bambino.

L'ultima carne dovrebbe essere introdotta nella dieta del bambino. Allo stesso tempo, è necessario osservare la fase. Dare prima la purea di carne briciole in quantità di 2-3 grammi. Il giorno successivo, raddoppia la dose. Porta una porzione a 50 grammi in due o tre settimane.

I frutti, secondo il dott. Komarovsky, possono essere introdotti dopo la ricotta o alla fine. Lo stesso vale per il succo di frutta. Va ricordato che deve essere diluito con normale acqua potabile.

Verità sulla ricotta

Komarovsky non ha iniziato a rendere “antidemocratiche” le regole dei cibi complementari e non chiede di tenere i bambini nella loro scuola a scuola. E per coloro che si oppongono all'introduzione precoce della ricotta (dicono, ad esempio, che c'è troppo calcio in esso per il bambino), si risponde nella lingua dei numeri.

NOTA! Ottimo articolo sulla ricotta nel menu di un bambino.

Questo elemento chimico in 50 grammi di ricotta è solo 78 milligrammi. Per confronto: in 100 grammi di latte umano circa 25 mg di calcio, nella stessa quantità di vacca - 60 mg. E poiché, secondo le regole, la ricotta viene introdotta un po ', un'alimentazione standard (latte) di un set di latte acido (150 g di kefir, 30 g di ricotta) sostituirà in 7-10 giorni.

In questo caso, tutti gli altri pasti significano la solita tabella "baby" (allattamento o miscela).

Cosa dice Komarovsky sull'allattamento al seno

Evgeny Olegovich sottolinea ripetutamente che l'allattamento al seno è il meglio che una donna può dare al bambino. Con il latte materno, il bambino riceve tutti i nutrienti necessari per la crescita e lo sviluppo, in questi bambini le malattie gastrointestinali hanno meno probabilità di svilupparsi. Inoltre, l'allattamento al seno presenta numerosi vantaggi:

  1. Per le donne, l'allattamento al seno è un modo più conveniente di nutrire un bambino. Non ha bisogno di perdere molto tempo per preparare il composto, scaldare la bottiglia.
  2. Con l'alimentazione naturale, una giovane madre guarisce più velocemente dopo il parto. La stimolazione del capezzolo attiva in modo riflessivo la contrazione muscolare nell'utero, accelerando il periodo di recupero.
  3. Con il latte materno entra la maggior parte delle immunoglobuline, che crea un'immunità stabile nel neonato.
  4. Il latte materno è equilibrato nella composizione. È a lui che viene adattato il tratto digestivo immaturo del bambino, che, come dice Komarovsky, riduce il rischio di allergie già nell'infanzia.

Komarovsky sostiene che l'allattamento al seno più rapidamente ed efficacemente soddisfa i bisogni del bambino nel primo anno di vita. Questo tipo di alimentazione è scelto dalle madri che sono abituate a viaggiare, perché sulla strada non c'è possibilità di cucinare, riscaldare la miscela, è più facile dare al bambino un seno.

Importante! L'allattamento al seno avvicina il bambino e la giovane madre. Komarovsky sottolinea che il bambino riconosce sua madre più rapidamente, i riflessi si formano più rapidamente. Tali bambini meno spesso si succhiano le dita, meno spesso si formano cattive abitudini.

Cosa dice Komarovsky sugli integratori durante l'allattamento

Secondo Komarovsky, il latte materno è l'unico alimento di cui un neonato ha bisogno nei primi 5 mesi di vita. È equilibrato nella composizione, con la corretta applicazione e modalità di alimentazione, il latte materno soddisfa pienamente tutte le esigenze del bambino. Il bambino aumenta di peso e non ha bisogno di ulteriore alimentazione con miscele.

Se il bambino non aumenta di peso o l'allattamento si riduce, solo in questo caso è necessario pensare all'alimentazione. Ecco i consigli che il famoso pediatra dà a una giovane madre, se il bambino non guadagna il peso necessario sulle pesature di controllo:

  • Non interrompere l'allattamento al seno, in modo da non interrompere il processo di allattamento. Verificare la corretta applicazione del neonato al seno: allattare al seno in presenza di un'infermiera o di un medico per ottenere consigli da loro e identificare errori di applicazione.
  • La stimolazione dei capezzoli porta all'attivazione della lattazione e ad un aumento della produzione di latte, quindi continua l'allattamento per almeno tre giorni dopo la pesatura di controllo.
  • Se dopo tre giorni la quantità di latte non è aumentata e il bambino continua a non stare bene, introdurre alimenti supplementari con miscele artificiali.
  • Con un miglioramento delle condizioni del neonato, la normalizzazione delle feci - continua l'allattamento fino all'età di cinque mesi.

La cosa più importante, come osserva Komarovsky, in modo che la mamma non si innervosisca durante questo periodo, ciò ridurrà ulteriormente l'allattamento. Uno sfondo psicologico favorevole e un atteggiamento positivo della madre sono la chiave per una soluzione riuscita al problema.

Up