logo

Il taglio cesareo è un metodo di consegna in cui il feto viene rimosso attraverso un'incisione sulla parete addominale anteriore e sull'utero. L'intervento chirurgico comporta sempre un periodo di recupero difficile e in alcuni casi complicazioni. Pertanto, il taglio cesareo viene eseguito solo quando il parto naturale diventa pericoloso per la madre e il bambino.

Il primo taglio cesareo fu eseguito dal chirurgo tedesco I. Trautmann nel 1610. A quei tempi era una misura di emergenza quando la nascita naturale era impossibile. Gli antisettici non sono stati utilizzati in medicina, l'incisione uterina non è stata suturata. Nel 100% dei casi, una donna è morta dopo l'intervento chirurgico. Con l'inizio dell'uso di antibiotici ad ampio spettro, il rischio di complicanze è diminuito al minimo.

“Secondo il Servizio statale federale, nel 2010 il 22% delle gravidanze in Russia si è concluso con un taglio cesareo. In Occidente, questa cifra è del 25-28% ".

Taglio cesareo: indicazioni

Le indicazioni per il taglio cesareo sono divise in assoluto e relativo. È sufficiente una delle indicazioni assolute per l'operazione. Se ci sono indicazioni relative, il medico prende una decisione sull'operazione, in base alla loro combinazione.

  • Placenta previa completa.
  • Distacco della placenta prematura.
  • Bacino anatomicamente stretto III e IV grado.
  • 2 tagli cesarei o 1 storia corporale.
  • Cicatrice insufficiente sull'utero (in caso di danno durante l'aborto).
  • Inizio della rottura uterina.
  • Cicatrice sul perineo III grado dopo la rottura del parto.
  • Ipossia acuta del feto.
  • La posizione trasversale del feto dopo il deflusso dell'acqua.
  • Grave gestosi.
  • Storia di frattura dell'osso pelvico e lombare.
  • Posizione pelvica del feto con un peso corporeo superiore a 3500 g.
  • Gravidanza multipla con la posizione pelvica di un feto.
  • Malattie del cervello, reni, sistema cardiovascolare, distacco della retina.
  • Prolasso del cordone ombelicale.

Le indicazioni per il taglio cesareo vengono rilevate durante la gravidanza. Quindi la donna è preparata per l'operazione pianificata. Deve andare in ospedale in anticipo per prepararsi al parto. Ma a volte capita che una donna si prepari al parto naturale, ma si riscontrano complicazioni nel corso del travaglio. In questo caso, i medici eseguono un taglio cesareo di emergenza. La foto sotto mostra il processo operativo..

Preparazione all'intervento chirurgico

Con un taglio cesareo pianificato, le donne in travaglio danno un rinvio in ospedale 1-2 settimane prima del parto. Durante questo periodo, supera i test, si sottopone ad esami. Se necessario, i medici regolano la salute della donna. Viene anche monitorata la condizione del bambino: il flusso sanguigno viene controllato nel sistema madre-placenta-feto mediante dopplerometria, CTG, ultrasuoni.

Se lo si desidera, una donna può donare il plasma a una banca del sangue. Se necessario durante l'intervento chirurgico, alla madre verranno iniettati i componenti del sangue nativo, non quelli del donatore. Di solito donare circa 300 ml di plasma. Il sangue si recupera in 2-3 giorni.

Un'operazione pianificata viene solitamente eseguita a 38-39 settimane di gravidanza, sulla base di indicatori delle condizioni del bambino. Sebbene il momento migliore per una pronta consegna sia considerato l'inizio del travaglio. Quindi la cervice è aperta e le secrezioni postpartum scorrono meglio. L'involuzione uterina è più veloce, l'allattamento arriva in tempo.

Il taglio cesareo viene solitamente eseguito al mattino. La sera mettono un clistere purificante, si radono il pube, danno sonniferi di notte. Al mattino, il clistere si ripete.

Come va un taglio cesareo per gradi?

All'inizio dell'operazione, il corpo è preparato per l'anestesia e un catetere viene posizionato nel canale urinario per drenare l'urina. La vescica deve essere vuota durante l'intervento chirurgico per facilitare l'accesso del medico all'utero.

Anestesia

Il medico sceglie un metodo per alleviare il dolore in base alle circostanze e allo stato di salute della donna durante il travaglio. L'anestesia generale viene utilizzata in casi di emergenza. Questo tipo di anestesia colpisce negativamente il corpo della madre e del bambino: provoca depressione respiratoria nel bambino, il contenuto gastrico può penetrare nelle vie respiratorie della madre e causare polmonite. Per un taglio cesareo pianificato, viene selezionata l'anestesia regionale: spinale, epidurale o una loro combinazione. Per l'anestesia nella parte bassa della schiena, fare un'iniezione. Con l'anestesia spinale, il farmaco viene iniettato nel liquido lavando la parte posteriore del cervello e l'ago viene rimosso. Con l'epidurale - insieme all'ago, un tubo viene inserito sotto la pelle attraverso il quale entra il medicinale e l'ago viene rimosso. La procedura per l'anestesia è indolore, poiché il sito di iniezione è anestetizzato.

Dopo l'anestesia, la donna in travaglio viene recintata con uno schermo e procede immediatamente alla rimozione del bambino. Durante l'intervento chirurgico con anestesia regionale, la donna in travaglio è cosciente. Immediatamente dopo la nascita, il bambino viene applicato sul petto.

Avanzamento dell'operazione

Un'operazione di taglio cesareo dura 30-40 minuti. A 15-20 minuti, il bambino viene rimosso dall'utero.

  • Tagliare la pelle nell'addome inferiore con una sezione trasversale di 15 cm di lunghezza.
  • Taglio sottocutaneo di tessuto adiposo, muscoli, peritoneo.
  • Praticare un'incisione nel segmento inferiore dell'utero.
  • Sezionare la vescica fetale.
  • Rimuovi il bambino.
  • Attraversare il cordone ombelicale.
  • Rimuovi ultimo.
  • Cuci un'incisione sulla parete uterina.
  • Ripristina gli strati della cavità addominale.
  • Suturare la cucitura sulla pelle con fili assorbibili o di seta.

Attualmente, un taglio cesareo viene eseguito utilizzando un'incisione nel segmento inferiore dell'utero. Questo è il posto più sottile sull'utero, che ha una piccola quantità di fibra muscolare. A causa di ciò, dopo l'involuzione dell'utero, questa zona diventa la più piccola, anche la cicatrice diminuisce di dimensioni. Con questa opzione, la posizione della cicatrice, l'incisione sull'utero e sulla parete addominale anteriore non coincide e il rischio di aderenze dell'utero e del peritoneo è minimo.

Un taglio cesareo corporale viene eseguito con un'incisione verticale della parete addominale anteriore, che coincide con una cicatrice sull'utero. Questa posizione delle incisioni provoca processi infiammatori nella cavità addominale, aderenze. Viene eseguito solo in casi di emergenza quando vi è una domanda sul salvataggio della vita di una madre e un bambino.

Possibili complicazioni

Nel primo periodo postpartum, nel primo giorno dopo l'intervento chirurgico possono verificarsi complicazioni come peritonite, endometrite, infiammazione delle vene profonde. Nel tardo periodo postpartum: divergenza della sutura sull'utero, aderenze nella cavità addominale.

L'anestesia spinale spesso lascia conseguenze spiacevoli. Un errore durante l'iniezione porta a una puntura della dura madre. Il fluido cerebrospinale fluisce nella regione epidurale. Ciò provoca mal di testa e mal di schiena, che possono durare diversi mesi o addirittura anni..

Spesso sorgono difficoltà dovute alla banale disattenzione degli ostetrici. Quando la donna dopo il parto viene messa sul divano dopo l'operazione, il personale medico a volte non raddrizza le gambe e rimangono piegati. Ma la donna non sente la parte inferiore del corpo dopo l'anestesia e può trascorrere diverse ore in questa posizione. Questo porta a disturbi circolatori. Si verifica la compressione dei tessuti, si sviluppa edema grave, si sviluppa atrofia muscolare. Dopo l'operazione, è meglio prestare attenzione all'infermiera in questo momento..

Pro e contro del taglio cesareo

Il taglio cesareo non viene eseguito su richiesta della donna incinta, poiché si tratta di un'operazione chirurgica complessa. Ma in alcuni casi - questa è un'opportunità per una donna e suo figlio di avere un parto sicuro. Pertanto, non si può fare a meno di parlare dei vantaggi di questo tipo di consegna.

  • Per le donne con bacino stretto, questo è un modo sicuro per avere un bambino..
  • Se le nascite naturali minacciano la vita e la salute della madre e del feto, è più sicuro avere un taglio cesareo.
  • Dopo il taglio cesareo, non ci sono suture sul perineo.
  • Il rischio di sviluppare emorroidi è molto inferiore rispetto a dopo una nascita naturale.
  • La testa del bambino non si deforma, come quando passa attraverso il canale del parto durante il parto naturale.
  • Meno rischi di prolasso pelvico in futuro.

Allo stesso tempo, questo modo di avere un bambino porta un intero elenco di difficoltà per una donna..

  • Rischio di infezione dell'addome durante il taglio.
  • Lo sviluppo del processo adesivo, come dopo ogni altro intervento chirurgico.
  • È necessario resistere a una pausa di almeno 2-3 anni prima della prossima gravidanza. Il taglio cesareo può essere eseguito al massimo 3 volte. Dopo la terza operazione, viene mostrata la legatura del tubo.
  • Il taglio cesareo pianificato viene solitamente eseguito prima che il processo di parto venga avviato dal corpo. Per questo motivo, è possibile un ritardo nell'allattamento..
  • Il bambino non subisce il naturale adattamento dell'apparato circolatorio e respiratorio come durante il parto normale.
  • Dolore dolorante e condizioni generali gravi dopo l'intervento chirurgico e l'anestesia.
  • Attività fisica limitata.

Descrizione video del taglio cesareo

Questo video può essere visto anche da persone impressionabili, dal momento che tutto viene mostrato schematicamente e non ci sono scene terribili spaventose con il sangue.

Periodo postpartum

Il recupero dopo taglio cesareo è più difficile che dopo la nascita naturale. La chirurgia addominale si fa sentire dal dolore della sutura, dalle difficoltà di movimento.

Il primo giorno dopo l'operazione, il puerperan trascorre nel reparto di terapia intensiva. Il personale medico monitora la pressione sanguigna, il polso, la diuresi ogni 1-2 ore. Monitorano lo stato della cucitura, le secrezioni. Se necessario, prescrivere terapia antibiotica e analgesia. Il cibo il primo giorno arriva attraverso un contagocce e la puerpera può solo bere. Dal secondo giorno vengono introdotti alimenti liquidi: brodo, yogurt, kefir.

La rapidità con cui procede il periodo di recupero dipende dall'attività motoria della madre dopo il parto. Il movimento aiuta a ridurre il rischio di aderenze nella cavità addominale, per eseguire l'intestino. Dopo l'anestesia generale, è consentito sedersi dopo 6-8 ore il primo giorno e alzarsi con l'aiuto dello staff entro la fine della giornata. Dopo l'anestesia spinale, dopo 6-8 ore è consentito alzarsi. Nei primi giorni dopo l'intervento chirurgico, alzarsi dal letto è meglio in una benda. Fissa in modo affidabile la cucitura e allevia il dolore durante il movimento.

Mentre nel reparto di maternità, la sutura viene trattata quotidianamente con una soluzione antisettica e la medicazione viene cambiata. Il 6-7 ° giorno, le cuciture vengono rimosse se realizzate con fili di seta. Se sono stati utilizzati fili autoassorbibili, si risolvono dopo 1,5-2 mesi.

Il cesareo non può essere il capriccio di una donna. Dovrebbero esserci buone ragioni e indicazioni per tale operazione. Ma in alcuni casi, questo metodo di consegna diventa il più favorevole per la nascita di un bambino. Dopotutto, l'obiettivo di ogni madre e ostetrica è la nascita di un bambino sano nel modo più sicuro.

Taglio cesareo

Le situazioni in cui una donna può partorire solo con taglio cesareo non sono così rare.

In quali casi viene prescritto un taglio cesareo, come viene eseguito e in che modo il lavoro chirurgico differisce dall'ordinario?

Il taglio cesareo è un metodo di consegna alternativo, che viene utilizzato se, per qualsiasi motivo, la consegna attraverso il canale del parto naturale è impossibile. Durante questo intervento chirurgico, il bambino viene rimosso attraverso un'incisione nella parete addominale anteriore e nell'utero..

Taglio cesareo: indicazioni per un intervento chirurgico

Il taglio cesareo può essere richiesto in vari casi. Indicazioni dal feto e dalla madre, relative e assolute, nonché indicazioni per l'operazione in un piano o in caso di emergenza.

Le indicazioni assolute per il taglio cesareo sono circostanze in cui il parto attraverso il canale del parto naturale è impossibile e l'unico modo in cui nasce un bambino è la chirurgia. Tali indicazioni includono:

  • placenta previa completa, quando chiude completamente o parzialmente la faringe uterina interna, cioè l'uscita dall'utero è chiusa al feto;
  • distacco prematuro di una placenta localizzata normalmente e sanguinamento grave con una placenta localizzata bassa, poiché entrambe queste condizioni rappresentano una minaccia per la vita sia della futura mamma che del bambino;
  • una pelvi anatomicamente stretta con un grande grado di restringimento, deformazione delle ossa pelviche, cioè i loro cambiamenti che rendono impossibile il passaggio del feto attraverso il canale del parto;
  • posizione fetale errata: posizione laterale; presentazione delle gambe, quando il bambino viene girato le gambe; posizioni dell'estensore, quando l'occipite non è rivolto verso la faringe interna, come dovrebbe essere normale, ma la fronte o la faccia del feto;
  • insolvenza della cicatrice uterina dopo il precedente taglio cesareo, poiché esiste un rischio di rottura uterina nella cicatrice postoperatoria, nonché due cicatrici uterine postoperatorie;
  • fibromi uterini - grandi o multipli, a causa dei quali l'utero non sarà in grado di contrarsi completamente durante i dolori del travaglio;
  • forme gravi di gestosi sono complicanze della seconda metà della gravidanza, che si basano su disturbi della circolazione del sangue nei piccoli vasi sanguigni della madre e del feto. In questo caso, possono svilupparsi ipossia fetale acuta, distacco della placenta e un malfunzionamento degli organi vitali di una donna incinta;
  • malattie degli organi del sistema cardiovascolare, reni, occhi, sistema nervoso: queste indicazioni sono determinate da medici specialisti durante la gravidanza;
  • ipossia - carenza di ossigeno nel feto - con l'impossibilità di un rapido rilascio attraverso il canale del parto naturale. Se per qualche motivo il feto, essendo nell'utero, inizia a sperimentare ipossia e il canale del parto non è ancora pronto per il parto attraverso il canale del parto naturale, la chirurgia viene eseguita nell'interesse del feto;
  • deformazioni, restringimento e cambiamenti postoperatori nella cervice e nella vagina, in cui il parto attraverso il canale del parto naturale è impossibile;
  • esacerbazione dell'herpes genitale un mese prima del parto, poiché questo è irto di infezione del bambino con infezione da herpes durante il passaggio attraverso il canale del parto;
  • prolasso o presentazione di anse del cordone ombelicale;
  • lavoro debole in assenza dell'effetto della terapia;
  • disadattamento delle dimensioni del feto con le dimensioni del bacino della madre durante il parto - il cosiddetto disallineamento clinico quando la testa della madre non può essere inserita nel canale del parto a causa delle grandi dimensioni.

Le indicazioni relative al taglio cesareo sono situazioni in cui è possibile il parto attraverso il canale del parto naturale, ma possono essere associati ad un aumentato rischio sia per il feto che per la madre.

Le indicazioni relative includono principalmente tutte le situazioni ostetriche in cui può verificarsi ipossia acuta - carenza di ossigeno nel feto - e la necessità di una rapida estrazione del bambino:

  1. Preeclampsia lieve e moderata. Durante il processo di nascita, la gestosi può diventare più grave, a seguito della quale può svilupparsi ipossia fetale.
  2. Malattia emolitica del neonato, che può svilupparsi a causa del conflitto di Rhesus. Quando la futura madre ha un fattore Rhesus negativo e il futuro bambino positivo, nel corpo della madre possono essere rilasciate sostanze speciali che distruggono le cellule del sangue del bambino. Questa condizione si chiama malattia emolitica. Con il suo sviluppo intrauterino, è necessaria la nascita precoce del feto e se non vi è alcuna possibilità di parto rapido attraverso il canale del parto naturale, vale a dire una cervice ben preparata, il parto viene eseguito per taglio cesareo.
  3. Cicatrice sull'utero. In questo caso è possibile la nascita indipendente, tuttavia, in qualsiasi momento, possono svilupparsi segni di una rottura uterina minacciosa nella cicatrice postoperatoria: in questo caso viene eseguito un taglio cesareo.
  4. Gravidanza che si è verificata nell'ambito del programma di fecondazione in vitro o con l'aiuto di altre tecnologie di riproduzione assistita, così come precedentemente sofferto di gravi malattie ginecologiche della gestante. Se la gravidanza è avvenuta con l'aiuto di tecnologie riproduttive assistite, in particolare la fecondazione in vitro, ciò significa che la donna aveva malattie ginecologiche, a causa delle quali la gravidanza spontanea era impossibile. Potrebbero essere vari disturbi ormonali, malattie infiammatorie degli organi pelvici, endometriosi, ecc..

Le conseguenze di queste malattie possono essere varie complicazioni durante il parto, ad esempio il travaglio debole. Inoltre, le donne con una storia ostetrica e ginecologica gravata (questo è il nome del complesso di malattie "femminili" precedentemente trasferite) spesso sviluppano gestosi, ipossia fetale cronica. In tali casi, il taglio cesareo può essere eseguito in base alla totalità delle indicazioni.

Il desiderio della futura madre non è un'indicazione per il taglio cesareo: si tratta di un'operazione chirurgica alla cavità associata a un certo rischio e possibili complicazioni sia durante l'operazione che nel periodo postoperatorio. Inoltre, dopo un taglio cesareo, rimane una cicatrice sull'utero, la cui presenza può portare allo sviluppo di complicanze durante la successiva gravidanza e il parto.

Il taglio cesareo può essere eseguito come previsto, quando l'operazione è pianificata in anticipo e in caso di emergenza. A volte durante la gravidanza o durante il parto, possono svilupparsi complicazioni, a seguito delle quali la vita del nascituro e della donna incinta è in pericolo. Quindi viene presa una decisione in pronta consegna in caso di emergenza. Le indicazioni per il taglio cesareo di emergenza sono:

  • ipossia fetale acuta, quando il bambino inizia improvvisamente a provare una mancanza di ossigeno;
  • distacco placentare prematuro;
  • prolasso degli anelli del cordone ombelicale;
  • debolezza del travaglio, non suscettibile di terapia farmacologica;
  • gestosi grave - una complicazione della seconda metà della gravidanza, in cui possono svilupparsi ipossia fetale acuta, distacco della placenta e un malfunzionamento degli organi vitali di una donna incinta;
  • grave conflitto Rh;
  • segni di fallimento della cicatrice uterina dopo taglio cesareo precedente o altri interventi chirurgici uterini.

Prepararsi per il taglio cesareo

Alla vigilia dell'operazione pianificata, la futura mamma si trova nell'ospedale prescelto. Per fare questo, i seguenti test devono essere inviati in anticipo:

  • analisi del sangue generale;
  • analisi generale delle urine;
  • chimica del sangue;
  • analisi della coagulazione del sangue - coagulogramma;
  • studi su HIV, epatite B e C;
  • Reazione di Wasserman;
  • analisi del gruppo sanguigno e fattore rhesus.

Alla vigilia di un taglio cesareo, un anestesista parla con una donna incinta per selezionare il metodo ottimale di anestesia e discutere tutte le sfumature del sollievo dal dolore per l'operazione imminente. L'anestesia epidurale può essere scelta - un metodo anestetico in cui un anestetico viene iniettato nello spazio epidurale tra il rivestimento del midollo spinale e l'osso delle vertebre lombari. Di conseguenza, c'è un'anestesia completa della metà inferiore del corpo, ma il paziente rimane cosciente. Questa è l'opzione anestetica più comune per il taglio cesareo, poiché durante l'operazione la donna rimane cosciente e può vedere il suo bambino e sentire il suo pianto. Quando si esegue l'anestesia epidurale, non vi sono effetti negativi sul feto, nonché fenomeni spiacevoli che possono verificarsi dopo l'anestesia generale.

Inoltre, ad una donna può essere offerta l'anestesia generale. Con tale anestesia, l'anestetico passa attraverso una maschera speciale. Di norma, questo metodo di sollievo dal dolore viene utilizzato se ci sono controindicazioni per l'anestesia epidurale - ad esempio, lesioni spinali passate, forme speciali di curvatura spinale - nonché se un taglio cesareo deve essere eseguito urgentemente e non c'è tempo per prepararsi all'anestesia epidurale. Tali situazioni insorgono quando si verifica il distacco prematuro di una placenta localizzata normalmente, il cordone ombelicale cade, cioè in situazioni in cui il feto sperimenta una grave carenza di ossigeno e l'unico modo per salvarlo è un'operazione immediata.

La cardiotocografia del feto (CTG) e l'ecografia vengono eseguite per valutare le condizioni del bambino..

Alla vigilia di un taglio cesareo, la nutrizione dovrebbe essere facilitata e dopo le 19:00 non è consigliabile bere o mangiare. Altrimenti, se è necessaria l'anestesia di incubazione ("maschera"), sarà necessario eseguire una procedura di lavaggio gastrico in modo che il suo contenuto non penetri nel tratto respiratorio.

Prima di andare a letto, alla futura mamma viene somministrato un leggero sedativo per ridurre la tensione nervosa e l'eccitazione. 2 ore prima dell'intervento chirurgico, una donna incinta riceve un clistere purificante.

Come va il taglio cesareo

Da un punto di vista chirurgico, il taglio cesareo è un'operazione tecnicamente semplice. Prima che inizi, un catetere urinario viene inserito nell'uretra in modo che la vescica sia vuota durante l'intervento chirurgico. Dopo l'anestesia, viene praticata un'incisione cutanea trasversale nell'addome inferiore a circa 2-3 cm sopra il bordo superiore dell'osso pubico. Quindi, la parete addominale anteriore viene aperta a strati, taglia con attenzione la parete uterina e rimuove attentamente il bambino dalla sua cavità. I morsetti vengono applicati al cordone ombelicale e lo attraversano.

Il bambino appena nato viene passato nelle mani dell'ostetrica e svolge il primo gabinetto del bambino, misura l'altezza e il peso. Se l'anestesia viene eseguita utilizzando l'anestesia epidurale, la donna è cosciente e può sentire il primo pianto del suo bambino e vederlo. Quindi il bambino viene portato nel reparto neonatale, dove si trova fino al momento in cui sua madre si riprende dall'operazione e può occuparsene da sola. Questo può accadere due giorni dopo un taglio cesareo, e prima di questo le infermiere li porteranno regolarmente.

Dopo aver rimosso il feto dalla cavità uterina, la placenta e le membrane fetali vengono isolate e la parete uterina viene accuratamente suturata. Quindi, una sezione della parete addominale anteriore viene suturata a strati, una sutura cosmetica viene applicata sulla pelle, pulita e successivamente quasi impercettibile. Entro 12 ore dall'intervento, la donna dopo il parto si trova nell'unità di terapia intensiva sotto la supervisione di un anestesista, dopo di che, in assenza di complicazioni, il paziente viene trasferito nel reparto postpartum.

Dopo un taglio cesareo

Durante i primi giorni dopo un taglio cesareo, a una donna viene somministrata una terapia antibiotica per prevenire complicanze infettive, vengono introdotti farmaci per ridurre l'utero e antidolorifici.

Dopo il taglio cesareo, come dopo qualsiasi altro intervento chirurgico addominale, la motilità intestinale diminuisce, quindi non puoi mangiare il primo giorno del periodo postoperatorio: questo può portare a paresi intestinale, cioè gonfiore, perché a causa di una ridotta motilità, il cibo non può muoversi completamente lungo i cicli intestinali causando l'allungamento dell'intestino. A causa dei cicli estesi dell'intestino, l'addome si gonfia, la parete addominale anteriore viene allungata. Ciò può portare a una compromissione della guarigione delle suture postoperatorie e persino alla loro divergenza. Inoltre, a causa del fatto che la parete intestinale è allungata e assottigliata, il normale assorbimento di nutrienti e oligoelementi viene interrotto, il che può portare all'esaurimento del corpo. Pertanto, nel primo giorno dopo il taglio cesareo, puoi solo bere acqua; oltre ai suddetti farmaci, alle puerpera vengono somministrate soluzioni di glucosio e vitamine per mantenere le risorse energetiche del corpo. Dal secondo giorno puoi iniziare a prendere cibi delicati e dopo 3-4 giorni - tornare alla tua dieta normale, tenendo conto delle caratteristiche nutrizionali di una madre che allatta.

Per quanto riguarda l'attività motoria nel periodo postoperatorio, si ritiene attualmente che prima una donna inizi a muoversi nel letto, rotolare, sedersi, alzarsi e camminare, il recupero più rapido si verifica e il rischio di sviluppare paresi intestinale è inferiore. Quindi, 12 ore dopo il taglio cesareo, puoi provare a sederti con cura a letto e il giorno dopo dopo l'intervento - prova ad alzarti e camminare. Inoltre, prima una donna inizia a muoversi attivamente, prima sarà in grado di prendere il suo bambino dal reparto neonatale e stare con lui.

Di norma, dopo un taglio cesareo, una donna può prendersi cura del suo bambino il terzo giorno, e da allora in poi, la madre e il bambino stanno insieme. E durante il primo e il secondo giorno del periodo postoperatorio, l'infermiera dei bambini porta il bambino a nutrirsi o la madre stessa può andare al reparto bambini, dare da mangiare al suo bambino e chiacchierare con lui.

Esiste un mito diffuso che dopo il taglio cesareo l'allattamento al seno è impossibile o comporta grandi difficoltà. In realtà non è così. Anche se i primi 1-2 giorni tra bambino e madre non sono insieme, l'allattamento al seno è possibile. Infatti, il primo giorno, il bambino dorme per lo più e non ha ancora bisogno di una grande quantità di latte - una piccola quantità di colostro che una donna può dargli quando il bambino viene portato per l'alimentazione è abbastanza per lui. E quando il neonato ha bisogno di molto latte e di succhiare a lungo, la madre e il bambino sono già insieme.

Per la prima volta dopo un taglio cesareo, mentre la giovane madre fa ancora fatica a sedersi, nutre il bambino sdraiato. Quindi il bambino può essere nutrito in qualsiasi posizione comoda. Molte persone sono preoccupate per la domanda: è possibile raccogliere e trasportare il bambino nel periodo postoperatorio, perché è noto che dopo l'operazione è impossibile sollevare i "pesi"? È possibile e necessario raccogliere le mani di un bambino, ma per le prime 1-2 settimane dovresti cercare di non camminare a lungo e di non stare tra le braccia, in quanto ciò può aumentare la tensione nei muscoli addominali e causare ulteriori spiacevoli sensazioni. In posizione seduta, il bambino può essere tenuto senza limiti di tempo.

Dopo il parto, le suture rimovibili vengono trattate con una soluzione antisettica o iodio. Le suture vengono rimosse il 5-6 ° giorno dopo l'intervento chirurgico.

Di norma, il discarico dall'unità postpartum dopo taglio cesareo viene eseguito il 5-7 ° giorno, a seconda delle regole del reparto di maternità. Alla vigilia della dimissione, una donna è sottoposta a ecografia per assicurarsi che l'utero si contraa bene. Inoltre, le giovani madri vengono sottoposte a un esame del sangue generale e un esame delle urine generale..

Possibili complicanze dopo un taglio cesareo

Le complicanze più comuni dopo taglio cesareo sono infiammazione uterina e ridotta contrattilità.

L'infiammazione uterina (endometrite) dopo taglio cesareo può svilupparsi a seguito del contatto diretto durante l'intervento chirurgico con aria, che può contenere vari agenti infettivi. Inoltre, l'infezione può salire nell'utero dalla vagina attraverso la cervice. I segni dell'endometrite postoperatoria sono un aumento della temperatura corporea, un peggioramento del benessere generale, dolore nell'addome inferiore, nonché cambiamenti nell'analisi generale del sangue - un aumento del numero di globuli bianchi - globuli bianchi. Il trattamento viene effettuato mediante somministrazione endovenosa di soluzioni di farmaci antibatterici. Attualmente, una tale complicazione dopo taglio cesareo è un evento piuttosto raro, poiché nel periodo postoperatorio la profilassi antibiotica viene somministrata a tutte le giovani madri.

Le violazioni della contrazione uterina (sottoinvoluzione) possono verificarsi dopo un taglio cesareo perché, a causa di un'incisione nella parete anteriore, l'utero si contrae meno rispetto al normale travaglio. Per prevenire la sottoinvoluzione uterina nel periodo postoperatorio, vengono introdotte speciali sostanze riducenti. Se l'utero ha ancora iniziato a contrarsi peggio, questa condizione richiede un'ulteriore somministrazione di questi farmaci.

Il recupero dopo taglio cesareo richiede in genere circa 2 mesi. Per rimettersi rapidamente in forma e ridurre il possibile disagio, è possibile indossare una speciale fasciatura postoperatoria; Farà una normale benda postpartum. Se una donna ha un taglio cesareo in modo pianificato, può portare la benda con sé in ospedale. In generale, dopo tale operazione, puoi condurre uno stile di vita normale, dedicarti completamente alla cura del bambino, fare i soliti compiti. L'unica cosa che dovresti limitare dopo il taglio cesareo è praticare sport attivi nei primi 6-8 mesi, poiché è durante questo periodo che la cicatrice postoperatoria sull'utero è completamente guarita..

Quindi, l'intervento chirurgico al taglio cesareo è un metodo di consegna che aiuta ad evitare molte complicazioni durante una nascita senza successo o un corso sfavorevole di gravidanza. Nell'ostetricia moderna, la tecnica del taglio cesareo è quasi perfezionata, mentre il rischio di complicanze è minimo. Inoltre, dopo questa operazione, puoi prenderti completamente cura del tuo bambino, stabilire l'allattamento al seno e vivere una vita piena.

Come viene eseguito il taglio cesareo?

Cosa devi sapere sulla chirurgia del taglio cesareo

Ogni donna incinta ha due opzioni di parto: naturale e artificiale o chirurgica, cioè attraverso la chirurgia. Il secondo viene eseguito solo secondo rigorose indicazioni perché potenzialmente pericoloso per la vita.

Cos'è un taglio cesareo: un po 'di storia

Il cesareo è un'operazione che aiuta a dare alla luce un bambino quando sua madre ha difficoltà con l'auto-parto. Nonostante lo sviluppo della medicina e dell'assistenza medica per le donne, comprese le osservazioni regolari nelle cliniche prenatali e gli esami ecografici, la frequenza di queste operazioni non diminuisce. Ci sono diverse ragioni per questo..

Ora diagnosticare varie patologie (e di fatto indicazioni per un intervento chirurgico) è molto più semplice. E questo è un vantaggio: nascono bambini più sani e le donne incinte muoiono di meno. Inoltre, il numero di donne che partorisce dopo 30-35 anni è aumentato notevolmente. Sono a rischio per varie malattie croniche e di solito hanno più indicazioni per il parto operativo rispetto alle giovani donne.

La storia del taglio cesareo è interessante. Questa operazione è stata eseguita sin dai tempi antichi. Ma prima, solo su... donne morte. Si credeva che le donne non dovessero essere sepolte con un feto nell'utero.

Alla fine del XVI e all'inizio del XVII secolo, iniziarono le operazioni sulle donne vive per salvare i bambini. Tuttavia, nel 100% dei casi hanno portato alla morte delle madri, poiché la ferita non è stata suturata. Ciò ha portato a un'enorme perdita di sangue e sepsi, per non parlare dello shock del dolore. Allora non c'erano farmaci antisettici o antidolorifici..

In Russia, le prime operazioni di successo, a seguito delle quali donne e bambini rimasero in vita, furono eseguite nel XVIII secolo. E in totale, fino al 1880, furono eseguiti 12 tagli cesarei (quasi in 100 anni).

Ogni anno il numero di operazioni cresceva. Apparvero agenti antisettici e antidolorifici primitivi, che iniziarono a suturare l'utero. E così, alla fine del 19 ° secolo, la mortalità materna dovuta a un intervento chirurgico scese al 20 percento.

Indicazioni per il taglio cesareo pianificato

Viene chiamata un'operazione pianificata perché viene eseguita come programmato dai medici dopo una piccola preparazione preliminare. Di solito questa preparazione include ultrasuoni, una serie di test e ricoveri in ospedale. Lì, possono iniziare a iniettare antibiotici poche ore prima dell'operazione e mettere i contagocce con soluzione salina. Il taglio cesareo pianificato è richiesto nei seguenti casi.

1. Posizione della placenta troppo bassa nella faringe interna dell'utero. Una complicazione piuttosto rara, poiché nella maggior parte dei casi la placenta aumenta in alto nell'utero a causa del suo aumento, crescita. Tuttavia, questa patologia è molto pericolosa, poiché minaccia di sanguinamento grave. Bene, per ovvie ragioni, una donna non può partorire in modo naturale. Pertanto, è necessario ricoverare presto in ospedale.

2. Posizione errata del feto nell'utero. Normalmente, i bambini si trovano nell'ultimo mese di gravidanza o prima, a testa in giù. Se il bambino è a testa alta, obliquamente nell'utero o attraverso - questa non è la norma. Ma se, con una posizione obliqua e trasversale del feto, viene sempre eseguita un'operazione pianificata, quindi con il gluteo è possibile dare alla luce stessa. Il taglio cesareo con presentazione pelvica viene solitamente eseguito se la donna ha già avuto un parto chirurgico in passato, ci sono altri motivi per l'operazione. Come una delle opzioni: la gestosi, oltre all'età dopo 30 anni, se la nascita è la prima, il sesso del bambino è un ragazzo, il peso stimato è superiore a 3,6 kg, ecc. Con la presentazione pelvica, il taglio cesareo è il più vicino possibile alla data della nascita proposta.

3. Cicatrice insufficiente sull'utero. La qualità e l'affidabilità della cicatrice sono verificate dagli ultrasuoni. Ma se la cicatrice è problematica, anche la donna, di regola, la sente sotto forma di dolore. Ora solo il fatto di un parto operativo in passato non è un motivo per un intervento chirurgico durante la prossima gravidanza. I medici dovrebbero vedere se ci sono altre indicazioni per un intervento chirurgico e le condizioni visibili della sutura sulla parete uterina.

4. Alcune cicatrici sull'utero. Quindi il parto naturale è impossibile. Dopo ripetuto taglio cesareo.

5. Bacino stretto dalla nascita (2-3 gradi di restringimento). Di solito si verifica nelle donne sotto i 150 cm.

6. Tumori dell'utero situati nella sua parte inferiore. Molto spesso fibromi benigni. Durante la gravidanza, la posizione dei fibromi può cambiare, aumenta più in alto nell'utero. Osservano la posizione dei fibromi prima del parto. Se è basso - sonda vaginale.

7. Curvatura delle ossa pelviche a seguito di lesioni, operazioni, ecc..

8. Malformazioni congenite dei genitali e degli organi genitali interni.

9. Mioma multiplo uterino o suo nodo molto grande - più di 8 cm. Con taglio cesareo, a volte è possibile la rimozione simultanea di nodi. Ma in una situazione difficile e se il paziente ha altri bambini e non ci sono piani riproduttivi per il futuro, a volte l'utero viene immediatamente rimosso.

10. Gravi patologie del cuore, dei vasi sanguigni, del sistema nervoso, visione molto scarsa e tendenza a diminuire.

11. Operazioni cervicali passate o cambiamenti cicatriziali.

12. Lacune di terzo grado nel parto naturale precedente.

13. Espansione significativa delle vene (vene varicose) del perineo.

14. Gemelli fusi. Gemelli siamesi.

15. Gravidanza multipla (tre o più feti). Con due frutti, il parto naturale è possibile se si trovano a testa in giù e non ci sono altre controindicazioni per il lavoro indipendente.

16. Sterilità a lungo termine, fecondazione in vitro, inseminazione artificiale - come ragioni addizionali per un intervento chirurgico.

17. Cancro degli organi pelvici nella madre. Spesso la cervice.

18. Gravidanza posticipata e incapacità di stimolare il travaglio. A volte anche la stimolazione farmacologica non aiuta. Spesso succede in primipare.

19. Ipossia cronica del feto, un significativo ritardo della crescita intrauterina. Un ritardo di 3 settimane o più.

20. Ricaduta dell'herpes genitale a 38 settimane e più tardi. Il bambino può essere infettato passando attraverso la vagina della madre..

21. L'età del primipare è superiore a 30 anni + altre indicazioni relative all'intervento chirurgico.

Va notato che ora sono previste oltre la metà delle operazioni.

Video di come viene eseguito un taglio cesareo:

Come è un taglio cesareo con presentazione pelvica, in anestesia generale, anestesia epidurale.

Indicazioni per taglio cesareo d'emergenza

A volte un'operazione deve essere eseguita urgentemente. Tale necessità può sorgere se l'attività lavorativa inizia in una donna che avrebbe dovuto sottoporsi a un intervento chirurgico, ma in seguito.
O direttamente durante i combattimenti nelle seguenti situazioni.

1. Le condizioni di una donna con gestosi sono nettamente peggiorate. Ad esempio, la pressione sanguigna sale a valori critici e non si smarrisce.

2. Le condizioni del feto sono notevolmente peggiorate. Ci sono cambiamenti significativi nella frequenza cardiaca. Diagnosticato con uno stetoscopio ostetrico e CTG.

3. Sanguinamento iniziato - si è verificato un distacco prematuro della placenta di solito localizzata. A volte succede. Una patologia molto pericolosa, che in pochi minuti può portare alla morte del feto, e in pochi altri: la donna in travaglio a causa della grave perdita di sangue. Può succedere a ogni donna. Per questo motivo, i medici non consigliano di partorire a casa, anche con ostetriche esperte e una storia ostetrica impeccabile.

4. C'era una discrepanza tra le dimensioni del bacino e il diametro della testa del feto. La cervice si è aperta completamente, ma la donna in travaglio non può spingere fuori il bambino.

5. La vera minaccia di rottura uterina, fallimento della cicatrice. Questo a volte succede se partorisci da solo dopo un taglio cesareo.

6. Deviazioni durante il travaglio - se non ci sono contrazioni ed è impossibile causarle, o lo sono, ma non portano all'apertura della cervice.

7. Attività lavorativa troppo debole poche ore dopo lo scarico del liquido amniotico. Senza acqua, il feto soffre ed è suscettibile alle infezioni dalla via ascendente (dalla vagina).

8. La perdita di anelli del cordone ombelicale. Può portare a ipossia acuta. Per questo motivo, i medici eseguono speciali manipolazioni dopo lo scarico delle acque frontali, in modo che la testa del bambino cada più in basso nel bacino e il cordone ombelicale non possa passarci sotto. In questo caso, il feto può morire a causa di ipossia acuta. Se il cordone ombelicale è già stato trasmesso, nei prossimi minuti deve essere eseguito un taglio cesareo di emergenza per salvare la vita del bambino. Anche una breve carenza di ossigeno è molto pericolosa, influenzerà la sua salute in futuro..

9. Posizione errata della testa nella pelvi della madre, ad esempio frontale, vista frontale del viso, ecc..

La chirurgia d'emergenza è sempre potenzialmente più pericolosa del previsto. Successivamente, si verificano spesso complicazioni, incluso il piano infettivo, nel bambino e nella madre.

Come viene eseguito il taglio cesareo?

Quando l'operazione è pianificata, tutto inizia con la preparazione preoperatoria. Una donna passa il giorno prima dell'intervento in un ospedale, dove le viene data una cena leggera. Prima di andare a letto mettono un clistere e danno sonniferi. Alle 6 del mattino fanno di nuovo un clistere, si fasciano le gambe o dicono che indossano calze elastiche. Prima dell'operazione, viene verificata la condizione del feto: viene eseguito il battito cardiaco, viene eseguito CTG e viene inserito un catetere urinario.

In caso di taglio cesareo d'emergenza, il compito principale è scoprire se il paziente ha mangiato e quando esattamente. In tal caso, lo stomaco può essere svuotato con una sonda, poiché durante l'operazione il contenuto dello stomaco può entrare nei polmoni. E questo è molto pericoloso. Quindi, non è vano durante il parto che non si consiglia loro di mangiare. Chissà, improvvisamente devi fare un'operazione con urgenza? Inoltre, è possibile un clistere..

Esistono due tecniche principali per l'operazione. Differiscono nel tipo di taglio. In precedenza, i medici eseguivano un'incisione verticale sull'utero. Per questo motivo, era molto evidente. Spesso si verificava un processo di adesione, la cicatrice non guariva bene e durante la gravidanza successiva si presentava un'incoerenza. E della nascita naturale in futuro non ha dovuto parlare.

Ora, di regola, un taglio cesareo viene eseguito secondo Stark - l'incisione viene praticata sul fondo dell'utero, trasversale. I vantaggi di questo tipo di taglio sono numerosi. Non solo cosmetico. La cicatrice si forma ricca e magra, pulita. Cioè, la prossima gravidanza procede favorevolmente e anche una nascita indipendente è possibile, se non ci sono altre indicazioni per il parto chirurgico.

La perdita di sangue durante l'intervento chirurgico Stark è minima, anche se l'incisione tocca la placenta situata sulla parete anteriore dell'utero. Il rischio di aderenze tra la parete uterina e la parete addominale è minimo.

Tuttavia, a volte i medici sono costretti a praticare un'incisione verticale dall'ombelico all'utero. Tale necessità sorge con la posizione trasversale del feto nell'utero, i gemelli siamesi, la placenta che si sovrappone alla faringe interna con la sua transizione verso la parete anteriore, un grande mioma nella parte inferiore, la necessità di rimuovere contemporaneamente l'utero, ecc..

La fase successiva dell'operazione è il taglio cesareo: l'estrazione fetale. Una condizione importante è che l'incisione deve essere tale che il feto possa essere rimosso qualitativamente e non danneggiato, anche con un bisturi.

Mentre il medico chirurgo elimina il bambino, l'anestesista amministra la donna con un antibiotico forte per via endovenosa - questo praticamente elimina la probabilità di un'infezione.

Dopo che il bambino è stato rimosso dall'utero, viene iniettato un farmaco emostatico e un contagocce di ossitocina viene inserito nella puerpera. Inoltre, il medico di solito separa manualmente la placenta e le suture.

Quanto dura approssimativamente un taglio cesareo? 30-60 minuti. Ma il bambino viene rimosso già dopo 4-5 minuti, in modo che la quantità minima di farmaci somministrati alla madre entri nel corpo. Il resto del tempo è l'esame dell'utero, la sutura e altre procedure chirurgiche.

Come è il taglio cesareo in anestesia generale o anestesia epidurale?

Il medico sceglie l'anestesia a seconda del benessere della donna incinta e del feto, della presenza di un anestesista-rianimatore in atto. Comunque sia, questa anestesia non minaccia la madre e il bambino.

Il taglio cesareo pianificato ora sta avvenendo più spesso in anestesia epidurale o spinale, nel 90% dei casi. E emergenza - in anestesia endotracheale (maschera + somministrazione di psicotropi e antidolorifici), dal momento che è tecnicamente più facile da applicare. Con l'anestesia generale, esiste una regola importante: devono trascorrere al massimo 10 minuti dall'inizio della sua somministrazione alla rimozione del bambino.

Recupero dopo taglio cesareo

Dopo che l'operazione è stata completata, l'utero è freddo per 2 ore. Ciò è necessario affinché l'utero ritorni rapidamente alle sue dimensioni precedenti e meno sangue. Un contagocce di ossitocina rimane per lo stesso scopo. Nei primi due giorni, anche la soluzione salina viene somministrata per via endovenosa.

L'anestesia viene eseguita per 1-3 giorni con analgin, baralgin, promedol o omnopon.

Spesso dopo l'intervento chirurgico, sorgono problemi con la minzione e le feci. Nel primo caso, un catetere aiuta e nel secondo - un clistere, viene inserito il terzo giorno. Invece di un clistere classico con acqua, puoi usare il microclyster microlax o la candela alla glicerina.

Affinché l'utero si contragga bene e riduca il rischio di endometrite postpartum, alla donna vengono somministrate iniezioni intramuscolari di ossitocina per 3 giorni 2 volte al giorno. Se l'operazione è stata eseguita prima dell'inizio del travaglio, in alcuni casi, nessun shpu è posto prima di un'iniezione di ossitocina.

Puoi alzarti alla fine del primo giorno dopo l'operazione. E cammina il secondo giorno. Il trasloco è molto importante. Questa è la prevenzione di tromboembolia, problemi alla vescica e all'intestino, polmonite. Il recupero da una sezione di emergenza è molto più veloce se una donna non si trova a letto tutto il giorno.
Entro 2-3 giorni, le infermiere trattano la sutura con alcool e la sigillano con uno speciale adesivo antisettico..
Circa 24 ore dopo l'intervento chirurgico, puoi mettere il bambino sul petto. Il secondo giorno vengono somministrati numerosi test: urina e sangue.
Il quinto giorno viene eseguita un'ecografia per valutare le condizioni dell'utero e della sutura. E se l'operazione ha avuto successo, la donna verrà dimessa a casa tra una settimana.

Taglio cesareo: vantaggi, svantaggi, indicazioni e condotta

Negli ultimi decenni, il taglio cesareo o "sezione reale" è diventato un luogo comune durante il lavoro nei paesi sviluppati.

Molte donne lo trovano più facile e sicuro del parto naturale..

In realtà, si tratta di un'operazione per la quale la madre o il bambino devono avere determinate indicazioni.

Indicazioni per taglio cesareo

La necessità di un parto artificiale con taglio cesareo pianificato è dettata da diversi motivi:

  1. Patologia della placenta previa. Una situazione è considerata pericolosa quando la placenta, spostandosi nella parte inferiore dell'utero, diventa un ostacolo per il bambino di uscire da lei durante la nascita naturale. In questo caso, esiste un alto rischio di sanguinamento esteso, che è pericoloso per il bambino e la madre. Pertanto, l'operazione viene eseguita a 39 settimane di gravidanza e, se ci sono spotting, quindi prima.
  2. Insufficienza della cicatrice uterina. Viene determinato mediante ultrasuoni, se il suo spessore non è superiore a 3 mm e contorni sfocati. Tale patologia è possibile a causa di una complicazione della CS o di altri interventi chirurgici uterini.
  3. Almeno due CS nella storia medica, che è irto di una rottura nell'area della cicatrice.
  4. Numerosi fibromi con grandi nodi e malnutrizione in essi.
  5. Varie patologie della piccola pelvi, tra cui gonfiore, restringimento, ecc..
  6. Patologia dell'anca.
  7. Dimensione del feto prevista alla prima nascita superiore a 4 kg.
  8. Restringimento cicatriziale nelle aree cervicali o vaginali.
  9. Discrepanza patologica tra le ossa pubiche e dolore e difficoltà a camminare.
  10. Gravidanza multipla (più di due) e frutti fusi.
  11. Posizione non fisiologica del feto, specialmente nel diritto di nascita.
  12. Tumore dell'utero o dell'ovaio.
  13. Esacerbazione dell'herpes genitale con eruzioni cutanee nelle ultime settimane di gravidanza.
  14. Un forte deterioramento dello stato di una donna in travaglio a causa di gravi malattie dei reni, del cuore, dei polmoni e del sistema nervoso.
  15. Ipossia fetale grave, sua malnutrizione (ritardo della crescita), non suscettibile al trattamento convenzionale, che minaccia di lesioni alla nascita o di qualsiasi complicazione nello sviluppo del feto.
  16. Patologia alla fine del "diritto di nascita".
  17. Inseminazione artificiale.
  18. Grave compromissione della vista con rischio di distacco della retina.

Taglio cesareo d'emergenza

CS di emergenza viene praticata quando è necessario un intervento chirurgico urgente a causa di una complicanza patologica della gravidanza associata a una minaccia per la vita e la salute del bambino e di sua madre.

  • distacco placentare prematuro con sanguinamento grave;
  • improvvisa minaccia o rottura della cicatrice;
  • lo sviluppo della carenza acuta di ossigeno nel feto;
  • la gestosi tardiva è passata in preeclampsia ed eclampsia;
  • placenta previa anormale con sanguinamento imprevisto.

Se le patologie vengono rilevate già nel processo del parto, è necessaria un'operazione urgente. Le indicazioni per CS di emergenza includono:

  • rottura uterina sulla cicatrice;
  • ostruzione della testa del bambino attraverso una pelvi stretta;
  • contrazioni uterine;
  • presentazione del feto con le gambe in avanti;
  • prolasso del cordone ombelicale;
  • scarico prematuro di acqua con l'inefficacia di tutte le attività per intensificare le contrazioni.

Vantaggi del taglio cesareo

Il vantaggio del taglio cesareo è che questa è l'unica possibilità di avere un bambino per donne che non sono in grado di nascere in modo naturale per una serie di motivi.

  1. Ridurre al minimo il rischio di complicanze. Se esiste già una storia di nascite naturali non riuscite, gravidanza a causa di fecondazione in vitro o dopo un trattamento prolungato della donna incinta o suo marito per infertilità, vi è un alto rischio di varie complicazioni durante il parto. La data della consegna operativa è pianificata in anticipo. Una donna in travaglio è già esaminata di fronte a lei. Un'altra possibilità di complicanze è possibile nei casi in cui si sovrappongono diversi fattori di rischio..
  2. Le condizioni più confortevoli per la nascita di un bambino in ipossia con una gravidanza complicata. Ciò non gli consente di sviluppare l'asfissia..
  3. L'assenza di allungamento dei muscoli del pavimento pelvico, che durante il parto naturale non può essere evitata. Se dopo il parto non ritornano alla loro forma originale, sono possibili complicazioni nella sfera intima e incontinenza urinaria.
  4. L'opportunità di prepararsi al parto a causa del fatto che la loro data è concordata. Ciò è particolarmente importante per le famiglie numerose, dove è necessario concordare in anticipo la supervisione dei bambini più grandi fino al ritorno della madre dall'ospedale.
  5. Mancanza di dolore durante il parto. L'anestesia viene eseguita durante l'intervento chirurgico.

operazione

Il ricovero viene effettuato prima della data prevista di nascita, ma in caso di dubbi sulla salute del bambino e della madre, lo fanno a 37 settimane. E poi prima dell'operazione, puoi esaminare la gestante.

Durante l'operazione, il chirurgo taglia il peritoneo e la parete dell'utero in verticale o in orizzontale. Di solito con un CS pianificato, la cavità addominale viene tagliata in orizzontale. Ciò è dovuto alla natura meno traumatica di tale incisione. In casi urgenti, quando la strada è ogni secondo, i tagli vengono effettuati in verticale.

Quindi viene aperta la vescica fetale, il cordone ombelicale viene tagliato e il bambino viene rimosso. Il cordone ombelicale e l'utero vengono rimossi.

L'utero è suturato con materiale assorbibile speciale. E punti o graffette vengono applicati sulla pelle, vengono rimossi dopo una settimana. Per garantire il deflusso del fluido dalla cavità addominale, il drenaggio viene talvolta stabilito nei primi giorni. Una medicazione sterile viene applicata sulla ferita.

Durata di un'operazione pianificata - fino a 40 minuti.

Durante la CS pianificata, l'anestesia epidurale è preferita quando l'anestesia viene somministrata attraverso il canale spinale. In questo caso, la donna è cosciente, solo la parte inferiore del corpo perde la sua sensibilità. La mamma vede il bambino, se lo mettono subito sul petto.

La CS di emergenza viene eseguita in anestesia generale con un'incisione verticale molto più velocemente in modo che il bambino non soffra di ipossia. Con questa anestesia, la donna in travaglio non sente nulla, è in un sogno medico, non vede il bambino immediatamente dopo la nascita, come nel caso dell'epidurale.

L'anestesia entra nel tratto respiratorio attraverso un tubo. Dopo l'intervento chirurgico, di norma, sorgono complicazioni sotto forma di nausea, dolore, bruciore e sonnolenza.

Svantaggi del taglio cesareo

I medici non invano sollecitano le donne a non abusare della CS, perché ha molti effetti collaterali che causano problemi alla madre e al bambino.

  1. Cicatrice sull'addome e sull'utero.
  2. Commissure. Questa è una conseguenza necessaria di qualsiasi operazione. Le emorragie su intestini, tube, ovaie causano costipazione, ostruzione intestinale e tubarica, posizione anormale dell'utero (da cui i periodi dolorosi). Più spesso accadono dopo ripetuti poliziotti.
  3. Ernia postoperatoria in prossimità di tessuto cicatriziale. Causa discrepanza muscolare, spostamento degli organi, disturbi digestivi e dolore alla colonna vertebrale.
  4. Le complicazioni dell'anestesia generale sono già state menzionate e, con l'anestesia epidurale, le radici spinali sono danneggiate, causando debolezza e dolore alle gambe e alla schiena.
  5. Endometriosi della cicatrice, che provoca infertilità.
  6. Problemi con l'allattamento e l'allattamento. Durante il travaglio normale, viene prodotta ossitocina, che è responsabile delle contrazioni uterine e della sintesi di prolattina. Con CS, la capacità di nutrire un neonato in modo naturale appare solo dopo una settimana. Un altro grande svantaggio è la frequente ipolattazione..
  7. Cesare ha anche molte complicazioni. Questo e insufficienza respiratoria durante l'intervento chirurgico in anestesia, letargia dopo il parto. Quando passa attraverso il canale del parto nei normali bambini, il muco viene espulso dai polmoni. E nel taglio cesareo è assorbito in loro. Quando vengono rimossi dall'utero, avvertono un forte calo di pressione e microbleeding nel cervello. I Cesare si adattano peggio all'ambiente esterno, aumentano di peso più lentamente, hanno maggiori probabilità di sperimentare allergie alimentari. Sono peggio motivati ​​all'allattamento al seno, in assenza di un'applicazione precoce al seno, la connessione psicologica tra la madre e il bambino è più debole.

Recupero postoperatorio

Il primo giorno dopo un parto cesareo in terapia intensiva. Il giorno 2-3, le è utile iniziare a muoversi in modo che non si verifichino aderenze e ristagni. La prima lezione di terapia fisica si svolge già 6 ore dopo l'operazione. Questo accarezza l'addome, il torace, la parte bassa della schiena, gli esercizi di respirazione, la tosse attentamente, ecc..

Il recupero dopo l'intervento chirurgico include anche una reclinazione delicata in posizione semi-seduta. Puoi nutrire il bambino solo quando sei sdraiato.

Per la prima volta, vengono mostrati solo bere e contagocce, quindi: cereali rari, carne bollita.

Le giovani madri passano alla nutrizione generale il quarto giorno. L'estratto viene praticato una settimana dopo la consegna. Ma il recupero continua per almeno altri due mesi.

Possibili complicazioni

Un terzo delle donne ha complicazioni dopo l'intervento chirurgico.

  • infezione e infiammazione di ferite ed endometriosi;
  • infiammazione delle articolazioni con dolore, discrepanza e suppurazione;
  • forte secrezione vaginale;
  • peritonite e sepsi;
  • infiammazione delle appendici, a seguito della quale viene violato il ciclo mestruale, sono possibili aborto e infertilità;
  • l'anemia è la complicazione più comune dopo un taglio cesareo a causa di una grande perdita di sangue, quindi una dieta equilibrata dopo il parto è importante;
  • tromboembolia: anche prima di decidere un taglio cesareo, è importante identificare una predisposizione ad esso, in modo che a fini preventivi bendare le gambe e alzarsi dopo l'intervento chirurgico il più presto possibile.

Il parto naturale è un normale processo fisiologico, utile per madre e bambino. Creano i prerequisiti per la loro intimità psicologica e l'allattamento al seno favorevole. Il taglio cesareo ha vantaggi, ma più svantaggi. Gli esperti lo raccomandano solo come misura estrema e necessaria..

Up