logo

Con la nascita di un bambino, è necessaria un'attenta cura per lui e nel rispetto di tutte le misure possibili per mantenere la sua salute. È importante che nel primo mese di vita il bambino riceva solo sostanze benefiche con il latte materno, quindi il menu di una madre che allatta deve essere attentamente bilanciato e verificato nei minimi dettagli.

Cosa dovrebbe essere escluso dalla dieta

I medici hanno compilato un elenco di prodotti che dovrebbero essere completamente abbandonati per il periodo dell'allattamento al seno di un neonato. Ciò è dovuto al fatto che il corpo dei bambini è estremamente sensibile agli allergeni. Il divieto di alcuni prodotti è anche spiegato dalle peculiarità del funzionamento dell'apparato digerente nei neonati.

È severamente vietato utilizzare:

  • cacao e cioccolato;
  • agrumi;
  • carni affumicate;
  • bacche e frutti rossi;
  • cibo in scatola;
  • cibi fritti;
  • noci (ad eccezione delle noci, a condizione che il bambino sia ben tollerato);
  • brodi grassi;
  • pesce rosso e frutti di mare;
  • semilavorati con un alto livello di coloranti e additivi tossici;
  • Fast food.

Questi prodotti provocano una reazione allergica..

L'elenco seguente tratta degli alimenti che causano coliche intestinali. It:

  • confetteria;
  • prodotti da forno;
  • pasta;
  • zucchero e miele;
  • uva e mele;
  • cavolo;
  • albicocche secche e uvetta;
  • cetrioli.

Un altro elenco include alimenti che cambiano il gusto del latte così tanto che il bambino rifiuta di mangiare.

It:

  • spezie;
  • sottaceti;
  • cipolla;
  • aglio.

Inoltre, dovresti abbandonare completamente i funghi, i piatti esotici e l'alcool..

Quali alimenti dovrebbero essere limitati

Una madre che allatta può consumare alcuni prodotti, ma in quantità limitate e monitorando attentamente le condizioni del bambino.

Tra loro:

    Tè nero-verde: le bevande dovrebbero essere preparate debolmente.

Alcuni menu per le madri che allattano nel primo mese includono il tè. Va ricordato che in grandi quantità, il tè influenza il gusto del latte.

  • Latte: devi bere caldo. L'allergia al latte vaccino è possibile, pertanto si consiglia di privilegiare la capra.
  • Uova: possono essere consumate in piccole quantità, le quaglie sono considerate meno allergeniche. È consentito mangiare omelette non più di una volta ogni 3 giorni.
  • Verdure fortemente colorate: mangiare meglio dopo la lavorazione a temperature elevate.
  • Legumi: a volte puoi mangiare una manciata di fagioli, se il bambino lo tollera normalmente.
  • Maccheroni - nella dieta dovrebbero essere presenti solo prodotti a base di cereali solidi.
  • Cosa devi mangiare

    Il menu di una madre che allatta nel primo mese deve includere i seguenti piatti e prodotti:

    • porridge cotto in acqua o latte di capra - è meglio dare la preferenza a farina d'avena, grano saraceno, mais;
    • filetto di pollo, tacchino, carne di coniglio, vitello, al vapore o in umido;
    • pesce bianco magro;
    • zuppe o stufati vegetariani su un brodo di carne debole;
    • ricotta, formaggio magro, latte cotto fermentato, kefir;
    • yogurt senza riempitivi e additivi;
    • biscotti secchi o biscotti;
    • verdure in umido o bollite - cavolfiore, zucchine, patate novelle;
    • banane, mele gialle, pere;
    • pane grosso con crusca;
    • albicocche, prugne, uva spina;
    • prezzemolo e aneto;
    • carote gratinate;
    • olio d'oliva non raffinato.

    Durante il primo mese, il menu può e deve essere ampliato, ma aggiungendo solo 1 prodotto al giorno e monitorando le reazioni cutanee del bambino al nuovo componente.

    Durante l'allattamento, non si dovrebbe permettere una sensazione di fame. Va consumato 5-6 volte al giorno, le pause tra i pasti non devono superare le 5 ore. È consentito bere un bicchiere di kefir o tè con latte durante l'alimentazione notturna.

    Con un forte bisogno di dolci, è consentito aggiungere un po 'di zucchero al tè o al porridge, mangiare un piccolo pezzo di pastiglia naturale.

    Bere regime durante l'allattamento

    Secondo le raccomandazioni dei medici, il giorno della nascita, è necessario bere circa 3 litri di acqua per stimolare l'arrivo del latte.

    A partire dal terzo giorno, l'importo dovrebbe essere ridotto a 1-1,5 litri. Nella dieta è necessario includere:

    • acqua bollita o filtrata;
    • tè debole con una goccia di latte;
    • decotti alle erbe per l'allattamento con l'aggiunta di semi di cumino, aneto, anice, finocchio;
    • composte a base di mele verdi, pere o frutta secca.

    Numerose fonti contengono raccomandazioni per l'uso di tisane con l'aggiunta di miele. L'ultimo componente può causare gravi allergie, pertanto questo consiglio deve essere trattato con cautela, monitorando le reazioni cutanee del bambino.

    Cosa non puoi bere con l'allattamento

    Il primo e principale divieto è l'alcol in qualsiasi forma. A causa del contenuto di sostanze tossiche, a seguito dell'uso da parte della madre che allatta di alcolici e bevande a basso contenuto di alcol, un danno significativo è causato alla salute del bambino.

    Le opinioni sul caffè variano. Alcuni medici insistono nel rifiutarlo, altri ne consentono la possibilità di utilizzarlo in piccole quantità. In quest'ultimo caso, dovrebbe essere una bevanda fresca prodotta da cereali di alta qualità appena macinati..

    Il latte intero può provocare gas e coliche in un neonato, quindi dovrebbe essere scartato. Bevande gassate, bevande analcoliche, tonici sono altamente suscettibili di provocare una reazione allergica cutanea..

    Cosa mangiare e bere per aumentare la produzione di latte

    Il menu di una madre che allatta nel primo mese deve essere lasciato in modo tale che il cibo consumato abbia un effetto positivo sulla lattazione.

    L'alto contenuto proteico nella dieta aiuta il bambino a diventare più forte e a crescere più velocemente e, quando combinato con pane integrale, la produzione di latte è notevolmente aumentata e il corpo della madre e del bambino è fornito di utili oligoelementi.

    Grandi aiutanti per aumentare l'allattamento sono noci e mandorle. Questi prodotti contengono una quantità significativa di grassi, quindi il numero di chicchi deve essere accuratamente calibrato in modo che anche la quantità di latte aumenti e il corpo del bambino li assimila con successo. La norma giornaliera è di 2 gherigli di noci o 4 mandorle.

    Le seguenti verdure, erbe, bacche e frutti aiutano a far fronte alla carenza di latte:

    • ribes bianco e nero;
    • mora;
    • uva spina;
    • mirtilli
    • ravanello;
    • carota;
    • aneto;
    • foglie di lattuga;
    • semi di girasole e di lino;
    • foglie di finocchio.

    Consuma questi prodotti separatamente. La miscelazione non darà l'effetto desiderato, ma può provocare coliche intestinali e flatulenza.

    Un cucchiaino di miele, a condizione che il bambino tolleri le api, non solo aumenta la produzione di latte materno, ma normalizza anche il tratto digestivo, elimina la costipazione e ha un effetto benefico sul sistema nervoso dei bambini.

    Kefir o ryazhenka, bevuto al mattino a stomaco vuoto, è un metodo sicuro ed efficace per aumentare l'allattamento. 20 minuti prima dell'alimentazione vale anche la pena bere tè non caldo con contenuto di grassi del latte non superiore al 2,5%.

    Ripristinare efficacemente la produzione di latte materno:

    • composte di frutta secca;
    • cocktail con semi di aneto (1 cucchiaino di semi devono essere macinati, mescolati con una tazza di kefir, aggiungere un pizzico di sale e noce moscata);
    • tè a base di foglie di menta o melissa;
    • ribes e carota freschi diluiti con acqua pulita;
    • decotti d'orzo o bevande preparate;
    • un'infusione di semi di anice e semi di cumino (preparati al ritmo di 5 g di semi per bicchiere di acqua bollente, è necessario insistere 5 ore, bere un drink durante il giorno, diviso in 2 porzioni);
    • Tè allo zenzero;
    • infuso di bacche di cinorrodo essiccate.

    Vitamine e minerali: cosa prendere

    Durante il giorno, una giovane madre dovrebbe consumare una quantità sufficiente di sostanze come:

    • Retinolo: fornisce lo sviluppo di ossa, mucose, lamina ungueale e pelle.
    • Tiamina: aiuta a rafforzare il sistema nervoso.
    • Vitamina B2 - prende parte al sistema nervoso centrale, al sistema muscolare e ad alcuni organi interni.
    • Vitamina B6: forma un flusso sanguigno completo ed è necessaria per la piena attività del cervello e del midollo spinale del bambino.
    • Acido nicotinico - indispensabile per il normale metabolismo.
    • Acido ascorbico: rinforza la difesa immunitaria, rinforza i vasi sanguigni, protegge i tessuti.
    • Tocoferolo: stimola la produzione di latte materno, assicura il pieno sviluppo delle ghiandole sessuali del seno.
    • Calciferolo: riduce la probabilità di sviluppare rachitismo in un neonato.
    • Calcio - è coinvolto nella formazione di un forte sistema osseo del bambino.
    • Ferro: contribuisce al normale livello di emoglobina nel sangue di un bambino.
    • Zinco - necessario per un aumento di peso stabile e la prevenzione della dermatite.
    • Iodio: controlla il funzionamento della ghiandola tiroidea e aiuta il pieno sviluppo del cervello.

    La maggior parte degli oligoelementi e delle sostanze si trova negli alimenti, ma durante l'allattamento al seno, una donna ha bisogno di sostegno con l'aiuto di complessi vitaminico-minerali pronti all'uso.

    Medici e giovani madri apprezzano molto i seguenti farmaci:

    • Ferrum Lek. Aumenta il contenuto di emoglobina, normalizza le condizioni della pelle e dei capelli, favorisce la concentrazione ed elimina il nervosismo.
    • Vitrum prenatale. Ripristina la forza di una giovane madre dopo il parto, aiuta a migliorare la qualità del latte materno, contiene acido folico.
    • Elevit Pronatal. La formula del farmaco comprende un complesso ampio e attentamente bilanciato di vitamine e minerali che possono migliorare le condizioni della madre e garantire il pieno sviluppo del neonato.
    • La salute della mamma AlfaVit. Ha un effetto positivo sul sistema nervoso. È stato sviluppato come integratore a tutti gli effetti per ripristinare la forza della madre e normalizzare la crescita del bambino.

    Caratteristiche della nutrizione dopo la nascita naturale

    Il menu di una madre che allatta nel primo mese immediatamente dopo un parto naturale è una questione che richiede particolare attenzione. Il latte appare 3-4 giorni dopo la nascita del bambino e durante questo periodo la dieta della donna deve essere progettata in modo tale da creare le condizioni per l'allattamento completo e il recupero della forza dopo la nascita del bambino.

    Principi di base della nutrizione dopo la nascita naturale:

    • In presenza di lacrime e incisioni, per la prima volta, i giorni consumano solo alimenti liquidi. Questi sono cereali, brodi vegetali.
    • Per facilitare il processo di defecazione, viene mostrato il rifiuto della fibra grezza: pane, verdure crude e frutta. Sono ammessi tutti i cereali ad eccezione del riso con effetto fissante..
    • I prodotti a base di carne possono essere consumati solo cotti, carne di vitello e pollo sono ammessi in piccole quantità..
    • I prodotti a base di latte acido devono contenere una percentuale minima di contenuto di grassi.
    • Tutti gli alimenti devono essere trattati termicamente.
    • I prodotti allergenici sono completamente esclusi..
    • La quantità di liquido bevuto dovrebbe raggiungere 3 l.

    Piatti ammessi dopo la nascita naturale:

    • porridge cotto su acqua di ercole o grano saraceno;
    • carne magra bollita;
    • un bicchiere di kefir e qualche cucchiaio di ricotta;
    • zuppe di verdure senza spezie;
    • purè di patate;
    • 1 banana al giorno.

    Caratteristiche della nutrizione dopo taglio cesareo

    Il taglio cesareo è un intervento chirurgico addominale, quindi le restrizioni nutrizionali sono per molti aspetti simili alle raccomandazioni dopo altri tipi di interventi chirurgici nella cavità addominale. Va ricordato che dopo tale procedura, sono necessari diversi giorni per ripristinare completamente la funzionalità dell'intestino.

    Inoltre, la dieta mira a non sovraccaricare il tratto digestivo. In questo caso, la pressione sull'utero sarà minima e le suture inizieranno a crescere insieme più velocemente..

    Tradizionalmente, la donna trascorre il primo giorno dopo un taglio cesareo nel reparto di terapia intensiva, dove riceve tutti i nutrienti necessari per via endovenosa. Durante questo periodo, è consentito bere un po 'd'acqua con l'aggiunta di succo di limone fresco nelle proporzioni di 1 litro per 1 cucchiaino. fluido acido.

    A partire dal secondo giorno, una giovane madre può già mangiare da sola. È consentito bere brodo magro dal pollame o dal vitello magro. La carne cotta è utile per trasformarsi in un soufflé, che viene assorbito meglio dal corpo..

    Prodotti aggiuntivi:

    • purè di patate liquido o porridge sull'acqua, riso escluso;
    • un bicchiere di yogurt senza additivi o 3-4 cucchiai ricotta a basso contenuto di grassi;
    • bevande alla frutta, brodo di rosa canina, acqua, tè leggermente preparato.

    Il terzo giorno, il menu si espande ancora di più. Dovrebbero esserci circa 5-6 pasti al giorno.

    Può aggiungere:

    • zuppe di verdure;
    • filetto di pesce;
    • cotolette di vapore;
    • formaggio magro;
    • mele cotte.

    Il cibo deve essere caldo.

    A partire dal 4 ° giorno, puoi mangiare come dopo la nascita in modo naturale.

    Un esempio di un menu postpartum del primo giorno

    Il menu di una madre che allatta nel primo mese varia e cambia a seconda di quanti giorni sono trascorsi dalla nascita del bambino.

    La dieta standard il primo giorno è la seguente:

    • 1a colazione. Porridge di Ercole sull'acqua in un volume di 200 g, un bicchiere d'acqua, una fetta di biscotto.
    • 2 colazioni. Tazza di kefir o yogurt.
    • Cena. Zuppa di verdure - 150 g, cotoletta di vitello, purè di patate, composta di frutta secca da 200 ml o tisana.
    • Uno spuntino pomeridiano. 150 g di ricotta a basso contenuto di grassi, diluita con panna acida, bevanda di frutta fatta in casa.
    • Cena. Pollo o tacchino bollito con verdure - una porzione totale di 200 g, acqua o un infuso di erbe.
    • Per la notte. Bicchiere di latte al forno fermentato o kefir.

    Menu per la madre che allatta nella prima settimana - tavolo

    Menu gustoso e salutare per la prima settimana:

    ColazioneCenaHigh teaCena
    LunediPorridge di grano con pera.

    Budino di ricotta e barbabietola

    Zuppa di zucchine.

    Involtini di filetto di pollo

    Soufflé cremosoRatatouille
    martedìCasseruola di carote.

    Porridge d'orzo con un cucchiaio di panna acida

    Zuppa di purè di patate e verdure.

    Zucchine ripiene

    Mela cottaPesce in salsa di formaggio
    mercoledìFarina d'avena con formaggio e datteri. Casseruola Di ZuccaZuppa di purea di zucca.

    Cotolette di pesce al vapore con cavolfiore

    FrittataCotoletta di pollo al vapore con spezzatino di verdure;
    giovediGrano saraceno. Mousse di carote e zucchineBrodo Di Pollo.

    Soufflé di pesce bianco con grano saraceno

    syrnikiPesce in umido in panna acida
    VenerdìZucca.

    Purea di mela e pera

    Zuppa di grano saraceno.

    Cavoletti di Bruxelles al forno con carne di vitello

    Budino di risoSoufflé di pollo al riso
    SabatoErcole con le mele.

    Fetta Di Formaggio Duro

    zuppa di noodle al pollo fatta in casa.

    Passera con zucchine

    Yogurt alla bananaKefir in umido di coniglio
    DomenicaPorridge di riso liquido. Casseruola di mele e ricottaOrecchio.

    Peperoni verdi ripieni di tacchino

    Gelato artigianaleSpezzatino di patate con patate

    Io per una mamma che allatta per 2-4 settimane dopo il parto

    Il menu di una madre che allatta nel primo mese dalla seconda settimana può essere variato. Durante questo periodo, dovresti mangiare 6 volte al giorno e, se necessario, dare un morso se hai fame.

    A colazione, si consiglia di consumare:

    • porridge con latte di cereali o zuppa di latte. È consentito condire i piatti con marmellata, miele o zucchero, soggetto alla normale reazione del bambino;
    • brodo o tè alle erbe con aggiunta di latte;
    • Una fetta di pane integrale, una fetta di formaggio magro senza un sapore pungente.

    Il pranzo dovrebbe essere più facile. Dovresti mangiare:

    • mela o banana, diverse prugne, albicocche;
    • Yogurt;
    • 1 biscotto secco e biscotto.

    Per prenderne abbastanza per pranzo, dovresti cucinare:

    • zuppa di cavolo magra, brodo di pollo o di carne, purea di zuppa di verdure consentite;
    • insalata di verdure, carote, olio d'oliva;
    • pesce bianco, carne di coniglio, pollo, tacchino, carne magra al vapore, bollita. È possibile cucinare cotolette, soufflé, involtini;
    • contorno: verdure, purè di patate o grano saraceno;
    • bevanda alla frutta e composta fresca.

    Per uno spuntino di metà mattina, i nutrizionisti consigliano di mangiare:

    • miscela di ricotta e panna acida o cheesecakes;
    • freschi freschi.

    A cena, dovresti preparare un piatto secondo le stesse ricette del secondo a pranzo. La bevanda più utile è l'infuso di erbe o frutti di bosco. Di notte, devi bere una tazza di latte al forno fermentato o kefir. Soddisfare la fame tra i pasti principali consente l'uso di frutta o bevande consentite. Deve bere acqua.

    Dieta per coliche in un bambino

    Se il bambino soffre di dolore al tratto intestinale, la nutrizione della madre dovrebbe consistere nei seguenti prodotti:

    • Carne e pollame magri cotti a vapore o cotti. Polpette di vapore consentite.
    • Pesce bianco bollito - 1 volta a settimana.
    • Una fetta di pane di crusca al giorno.
    • Semole o budini di cagliata. Riso, mais, orzo perlato sono esclusi.
    • Zuppe su brodo di zucca, zucchine, carote, patate con l'aggiunta di fette di carne magra.
    • Mele verdi al forno.
    • Una piccola quantità di verdure trattate termicamente. Prodotti consentiti utilizzati per la cottura di zuppe.
    • Prugne secche e albicocche secche per la prevenzione della costipazione.
    • 2 cucchiai. l olio vegetale aggiunto ai piatti pronti.
    • Composte, decotti alle erbe, acqua pura, tè senza additivi di latte o miele.

    Se il bambino è tormentato dalla colica, la madre non dovrebbe mai consumare:

    • frutta cruda;
    • cioccolato;
    • Maionese;
    • tutti i tipi di legumi;
    • bianco e cavolfiore, broccoli;
    • condimenti;
    • pane nero;
    • mais fresco;
    • asparago
    • arco;
    • cetrioli
    • pomodori.

    Dieta ipoallergenica per una madre che allatta

    Se il bambino ha un'allergia a un determinato prodotto, allora deve essere completamente escluso dalla dieta. Esiste una dieta ipoallergenica non specifica, cioè il menu della madre dovrebbe essere composto solo da prodotti a basso rischio allergenico.

    Non tutti i medici ritengono necessario aderire a tale dieta a scopo preventivo. Secondo alcuni pediatri, una tale decisione priva il bambino di una serie di elementi utili, inoltre, non è in grado di addestrare il sistema immunitario.

    Esistono 2 varietà di tale dieta: classica e alternativa.

    Come parte della prima opzione, il menu della madre per il periodo di alimentazione dovrebbe consistere in:

    • latticini;
    • zuppe a base di cereali e verdure;
    • vitello bollito, pollo, tacchino;
    • pane di segale;
    • bacche, verdure, frutta, verde o bianco;
    • ghi o olio vegetale;
    • decotti di frutta;
    • bevande alla frutta senza zucchero.

    Altri prodotti sono completamente esclusi..

    I sostenitori di un approccio alternativo sono dell'opinione che una madre che allatta debba aderire a una dieta familiare, ma monitorare attentamente la reazione del bambino. I provocatori allergici frequenti sono uova e latte, ma la quantità di nutrienti in essi contenuti non abbandona completamente questi prodotti..

    Pertanto, è importante:

    • bollire le uova per almeno 10 minuti;
    • fermentare il latte per cucinare i cereali.

    Limitazioni di una dieta ipoallergenica alternativa:

    • bevande gassate;
    • piatti di fast food;
    • latte intero di vacca.

    È consentito mangiare 2 o 3 volte a settimana:

    • pesce
    • uova
    • salsiccia bollita e salsicce di qualità;
    • bacche rosse e arancioni, verdure, frutta;
    • cavolo e uva;
    • legumi;
    • pasticcerie;
    • dolci.

    Ricette per l'allattamento

    Il menu di una madre che allatta può sembrare scarso, specialmente nel primo mese dopo la nascita del bambino. Tuttavia, le ricette seguenti aiuteranno a diversificare la dieta e renderla non solo sana, ma anche gustosa..

    Per preparare la zuppa di grano saraceno devi:

    • risciacquare semole nella quantità di 1 cucchiaio;
    • dadi 2 patate e 1 carota;
    • bollire 1 litro d'acqua;
    • aggiungere componenti;
    • salare.

    La zuppa sarà pronta in 20 minuti.

    Ricetta per zucchine allo yogurt:

    • Sbucciare 200 g di verdura, tagliarla a cubetti e salare;
    • ungere la padella con olio vegetale;
    • mettere le zucchine e cuocere a fuoco lento per un quarto d'ora, coprendo bene con un coperchio;
    • aggiungere ½ tazza di yogurt liquido naturale;
    • spegni altri 5 minuti;
    • cospargere con prezzemolo fresco prima di servire.

    Il metodo di preparazione della composta dalle pere:

    • Ci vorrà 1 grande pera per essere lavato.
    • È necessario rimuovere la buccia dal frutto ed estrarre i semi, tagliare la frutta a fette.
    • I pezzi devono essere messi sul fondo della padella, versare 500 ml di acqua.
    • Quindi dovresti aspettare l'ebollizione e cuocere a fuoco lento la pera per 5 minuti.
    • Quindi la composta viene rimossa dalla stufa, lasciata per 1 ora.
    • Un po 'di zucchero di canna viene aggiunto alla bevanda..

    Per ogni madre che allatta, è importante scegliere un menu non solo in base alle esigenze del bambino, ma anche per ripristinare la propria salute. Dopo il parto, specialmente nel primo mese, inizia un nuovo aggiustamento ormonale. Pertanto, quando si sceglie una dieta, è importante mantenere un ragionevole equilibrio tra le esigenze di un neonato e le caratteristiche del proprio corpo.

    Design dell'articolo: Vladimir il Grande

    Video sull'argomento: la dieta di una madre che allatta nel primo mese

    Nutrizione di una madre che allatta secondo Komarovsky:

    Quale dovrebbe essere la nutrizione di una madre che allatta nei primi mesi:

    Nutrizione postpartum

    Perdere peso dopo il parto

    Finalmente è nato il tanto atteso bambino! E anche gemelli o... Tossicosi e gonfiore, paure e ansie sono dimenticati... Sullo sfondo della felicità della maternità, il desiderio di essere una donna - amata e unica, sembra essere divampato con rinnovato vigore. Urgentemente richiesto per perdere peso e tornare alla forma della forma precedente.

    Peso dopo il parto

    Tutte le donne stanno guadagnando chilogrammi, e alcune sono dieci, e alcune sono più di venti... Durante il parto, si perdono subito fino a 7 kg, tuttavia ci sono cuscini grassi che la madre premurosa "sovrappone" alle future madri. Per quanto riguarda l'edema, scompaiono gradualmente, poiché il liquido in eccesso viene rimosso dal corpo.

    Il latte materno è composto per l'87% di acqua. Ecco perché è molto importante bere molto durante l'allattamento: almeno 2-3 litri al giorno. (È possibile che tu stesso voglia bere, soprattutto durante l'alimentazione del bambino).

    Rendilo una regola: al mattino presto - se un tale concetto può essere applicato a una notte insonne - non appena hai intenzione di dar da mangiare al bambino, bevi una tazza di tè con latte. Metti un paio di cracker con burro o una mela su un piattino: questa è la tua prima colazione. Una bella aggiunta al pasto sarà la musica tranquilla. In generale, è necessario mangiare 5-6 volte al giorno, in piccole porzioni. Cagliate molto convenienti, utili e nutrienti in confezioni da 250 grammi. Sono morbidi, di consistenza delicata, hanno un effetto benefico sul corpo e si trovano facilmente sullo stomaco..

    Ricorda quanto segue: almeno sei settimane dopo il parto, non puoi seguire una dieta rigorosa e generalmente combattere l'eccesso di peso. Questo è uno dei pochi, quasi l'unico periodo della vita di una donna, quando ha tutto il diritto di rilassarsi, perché ha compiuto un'impresa e ha dato al mondo un nuovo uomo. Un organismo che ha prodotto una nuova vita ha bisogno di tempo per guadagnare forza ed energia. Sono anche utili come: crescere un bambino, fare i lavori di casa e forse anche presto per andare al lavoro. Goditi la comunicazione con il bambino, ripristina la forza e solo allora - per la causa.

    Non è un segreto che le donne hanno spesso lacrime e le suture create creano alcuni inconvenienti. In questa situazione, è necessario evitare la costipazione in ogni modo e cercare di mantenere le feci regolari. Per fare questo, dovresti includere più fibre e latticini nella dieta, ma i cibi ricchi di amido e farinacei dovrebbero essere limitati, se possibile. Grattugiare le carote: questa verdura ha una capacità unica di purificare l'intestino, preparare insalate e bere succo di carota. Tieni presente che la vitamina A inizia a essere prodotta attivamente se le carote sono aromatizzate con olio vegetale o panna acida. È meglio rifiutare la maionese.

    L'acqua minerale senza gas occupa un posto separato (consultare il medico, che è preferibile per te; la "guarigione Novoterskaya" è adatta a quasi tutti, ma prima è necessario che si stabilizzi dal gas); sciogliere l'acqua (esiste un eccellente Arkhyz già pronto); succhi di frutta e verdura.

    Si consiglia di ridurre al minimo il consumo di cibi grassi. I grassi dovrebbero essere non più di un quarto dell'apporto calorico totale. Se aderisci alle norme di 1500 kcal, ogni giorno non puoi ottenere più di 40 g di grassi puri. Per riferimento: in un litro di kefir all'1%, come in un cucchiaio di olio vegetale, contiene 10 g di lipidi. Una tavoletta di cioccolato al latte “ti darà” 70 g di grasso puro.

    Carne e prodotti a base di carne possono essere consumati una volta al giorno, a colazione o pranzo. Ma cerca di includere verdure fresche, bollite e in umido senza grassi in ogni pasto.

    Non rinunciare ai prodotti a base di cereali: porridge sull'acqua o con latte scremato, pane integrale, riso integrale. Per quanto riguarda il dolce, deve essere escluso dalla dieta. Se è difficile abbandonare completamente i dolci e i cioccolatini, prova a sostituirli con frutta secca, miele, marmellata (naturalmente, in quantità ragionevoli).

    Divieto di noci e semi. A tua insaputa con un paio di manciate di noci, otterrai quasi la metà dell'apporto calorico giornaliero e supererai significativamente il limite di grassi.

    Evita i cibi che possono causare un'allergia al tuo bambino (miele, agrumi, fragole, cioccolato, caffè, pesce affumicato, sottaceti, conserve, brodo di carne forte, uova in eccesso, salsicce, specialmente piccanti). Tutte le bevande alcoliche, compresa la birra, sono severamente vietate..

    Vale la pena ricordare il principio della facile digeribilità dei prodotti (in modo che non ci siano problemi con la digestione del cibo) e non mescolare tutto ciò che viene a portata di mano. E c'è un tale pericolo, specialmente la prima volta dopo le dimissioni dall'ospedale, a causa della catastrofica mancanza di tempo e dell'insolito regime "paramilitare". Una buona combinazione che di solito va di pari passo: sano e delizioso broccoli bolliti (o al vapore) di broccoli, cosparsi di olio d'oliva, con un delizioso pezzo di salmone (non in scatola!).

    Dieta per l'allattamento

    • bere latte, kefir, yogurt (almeno 0,5 l);
    • c'è la ricotta o i prodotti da esso (50 - 100 g);
    • mangiare carne (circa 200 g);
    • verdure (600-800 g);
    • uova, olio (50 g);
    • frutta (non inferiore a 300-500 g);
    • pane (400-500 g);
    • olio vegetale (20-30 g).
    • mangiare 2-3 porzioni di prodotti lattiero-caseari al giorno (compresi yogurt, latte, formaggi, ricotta);
    • 3-5 porzioni di verdure;
    • 2-3 porzioni di carne, pesce, pollo, uova, noci;
    • 2-4 porzioni di frutta (ad esempio macedonie);
    • 6-11 porzioni di riso, altri cereali, pane.

    Allattamento al seno e perdita di peso

    L'allattamento al seno non scioglie magicamente chili di troppo, ma può aiutare. Per la produzione di latte sono necessari circa 800 kcal al giorno. Le riserve di grasso accumulate durante la gravidanza forniscono circa 300 kcal al giorno per la produzione di latte, il resto delle calorie dovrebbe fornire la tua alimentazione. Durante l'alimentazione, la maggior parte delle donne ha bisogno di una media di 2700 kcal al giorno. Quando fai fitness, potresti voler mangiare di meno. Tuttavia, i medici avvertono che il consumo di meno di 1800 kcal al giorno e una perdita di oltre 4 kg al mese possono ridurre l'allattamento e non avrai abbastanza forza per nutrire e prenderti cura del bambino.

    L'esercizio fisico è un modo per perdere peso senza limitare drasticamente le calorie. Tuttavia, l'attività fisica di moderata intensità - camminata veloce o aerobica sotto una cassetta - può essere inserita solo quando il medico lo consente..

    Se, nonostante tutti gli sforzi, sorgono problemi con la "produzione casearia", le erbe: finocchio, erba medica, ortica e fieno greco aiutano bene. Chiedi al tuo medico come usarli nel tuo caso particolare..

    E come stanno?

    La rivista Mother and Baby ha condotto uno studio curioso su duemila giovani madri britanniche che hanno espresso le seguenti affermazioni sui loro corpi:

    • stomaco flaccido - 83% degli intervistati;
    • strie (smagliature) - di varia localizzazione - 62%;
    • seno cadente - 51%;
    • gambe flaccide - 31%;
    • cellulite - 30%;
    • mani flaccide - 23%;
    • glutei cascanti - 20%;
    • caviglie gonfie - 7%.

    La cosa più interessante è che il 94% degli uomini intervistati crede che dopo la nascita del bambino i loro compagni siano rimasti attraenti come lo erano prima del parto.

    Tra coloro che le giovani madri britanniche vorrebbero essere simili in termini di figura, Katherine Zeta-Jones e Victoria Beckham sono in testa.

    I medici ritengono che entro nove mesi è possibile eliminare quasi tutte le conseguenze visibili della gravidanza. Ma non subito dopo la nascita si sforzano di adattarsi ai loro jeans scolastici. Il compito di una giovane madre è allattare al seno il suo bambino, poiché è il latte materno il cibo migliore per il neonato.

    Ricarica articoli:

    Durante la gravidanza e l'allattamento, una donna ha bisogno di calcio. La dose giornaliera raccomandata per una madre che allatta è di 1600 mg (il che suggerisce la necessità di mangiare 3-4 porzioni di prodotti lattiero-caseari al giorno). Inoltre, il calcio si trova nei broccoli e nel normale cavolo, nelle arance (ricorda le allergie), nelle mandorle, nelle sardine (non sperimentare prodotti in scatola), nel tofu.

    È possibile assumere integratori contenenti calcio, tuttavia, attiriamo l'attenzione sul fatto che è ben assorbito solo con vitamina D, magnesio e zinco.

    Con il consumo giornaliero di frutta e verdura, il tuo corpo riceverà le vitamine di cui ha bisogno. Per lo sviluppo del bambino, la vitamina D, che si trova in pesci, latte, uova e olio, svolge un ruolo speciale, quindi non trascurare questi prodotti durante l'allattamento.

    È possibile che su raccomandazione di un medico dovrai acquistare un complesso di vitamine "in un barattolo", ad esempio, appositamente progettato per le madri che allattano.

    Alla prima volta dopo la nascita del bambino, fino a quando non ti abitui al nuovo regime, prova a tenere a portata di mano dei fast food leggeri. Ad esempio, formaggio fatto in casa, frutta fresca, verdure surgelate, cracker, macedonie, uova sode, yogurt, mousse. E dovrai rifiutare fast food e "sacchetti di minestra", perché hai due compiti: nutrire la tribù più giovane e non strisciare ulteriormente in larghezza... Con alcune abilità di giocoleria, puoi rapidamente "uccidere un verme" mentre cambi i pannolini mentre riscaldi l'acqua di aneto, cantando una marcia per bambini della propria composizione e ascoltando attentamente come il marito ha trascorso la sua giornata lavorativa.

    Desideriamo che tu sia felice, sano e attraente in questo periodo meraviglioso della tua vita.!

    La dieta della mamma con le guardie nel primo mese dopo la nascita

    Dopo il parto, la dieta di una madre che allatta dovrebbe consistere solo di piatti correttamente selezionati. Ogni donna dovrebbe sapere cosa puoi mangiare una madre che allatta nel primo mese dopo la nascita. La vita e la salute del bambino dipenderanno da cosa si nutre la madre che allatta. Quando si sceglie un menu per una madre che allatta nel primo mese dopo il parto, non si può essere fortunati. In questo momento, il sistema digestivo del neonato è più esposto a fattori esterni.

    Ogni madre, durante l'allattamento, deve controllare rigorosamente la propria dieta e selezionare con cura i prodotti per preparare il menu. Il primo giorno, i medici raccomandano alla madre di organizzare un piccolo scarico per il suo corpo e bere solo acqua pulita e non gassata. Ciò contribuirà a ripristinare la quantità di acqua persa durante il parto..

    Se vuoi davvero mangiare, devi sostituire il solito pasto con prodotti caseari a basso contenuto di grassi, tra cui yogurt o kefir senza additivi. Nella prima settimana, l'allattamento stesso dipende in gran parte dall'alimentazione di una madre che allatta. Questo è il periodo in cui si sta solo stabilendo, iniziando la produzione di latte. È meglio aderire ai principi della corretta alimentazione di una madre che allatta fino alla fine dell'allattamento..

    Quali prodotti devono essere eliminati

    La nutrizione della madre che allatta nel primo mese dovrebbe consistere solo di prodotti sani in modo che il cibo non danneggi il bambino dopo la poppata.

    L'elenco approssimativo di prodotti che dovrebbero essere esclusi dalla nutrizione di una madre che allatta nel primo mese dopo la nascita comprende:

    • dolce, soprattutto cioccolato;
    • noccioline
    • tutti i tipi di frutta che hanno un colore brillante, così come le verdure e le bacche (ciliegie, fragole, uva);
    • quasi tutti i tipi di salse, specialmente piccanti;
    • cibo piccante o piccante;
    • Gamberetto
    • uova di gallina in grandi quantità. Inoltre, le uova non dovrebbero essere consumate crude o cotte in forno a causa della probabilità di salmonellosi;
    • salsicce e salsicce affumicate;
    • soda, kvas;
    • qualsiasi prodotto che includa additivi sotto forma di coloranti, esaltatori di sapidità e addensanti;
    • tè forte, cacao o caffè. L'ultima bevanda deve essere esclusa per l'intero periodo di alimentazione;
    • fast food e patatine fritte;
    • orzo perlato, lenticchie, cavolo bianco, legumi e funghi di ogni genere. Tutti questi prodotti contribuiscono ad aumentare la formazione di gas, che può scatenare la colica;
    • meloni
    • cibi in scatola;
    • miele;
    • ricchi brodi di carne;
    • pesce rosso;
    • prodotti dolciari e farinacei;
    • pasta;
    • aglio e cipolle crude. Contribuiscono a un cambiamento nel gusto del latte, a causa del quale il bambino può rifiutarsi di mangiare;
    • carne grassa, pesce e altri frutti di mare;
    • barbabietola;
    • qualsiasi bevanda con un alto contenuto di conservanti.
    • tipi esotici di frutta;
    • rapa;
    • peperone.

    Si discute molto su ciò che si può mangiare durante l'allattamento nel primo mese dopo il parto a causa delle caratteristiche uniche di ogni bambino. Anche i gemelli possono avere reazioni diverse agli stessi prodotti. La mamma deve monitorare la sua alimentazione, regolare l'elenco in base alla reazione del corpo del bambino.

    Dovresti anche considerare attentamente l'uso di latte intero. Può migliorare le condizioni della madre o portare un effetto completamente diverso. Si consiglia di sostituire il latte intero con altri prodotti caseari (kefir, latte fermentato fermentato, yogurt) senza additivi.

    La presentazione di qualsiasi nuovo cibo deve essere molto attenta. I medici raccomandano di provare un solo nuovo prodotto in un giorno. Ciò contribuirà a identificare accuratamente ciò che esattamente il corpo del bambino non può assorbire completamente..

    Nutrizione della mamma: le prime settimane

    La colazione e la cena di una donna che ha partorito possono consistere in cibi sani, gustosi e nutrienti. Nelle prime settimane di vita di un bambino, si raccomanda una dieta rigorosa, durante la quale una donna dovrebbe mangiare solo cibo naturale, è meglio se cucina se stessa. Il cibo correttamente selezionato non solo aiuterà a prevenire reazioni indesiderate sotto forma di allergie o coliche, ma anche a perdere peso.

    Nella prima settimana, la nutrizione di una donna è estremamente limitata. I medici raccomandano di consumare più cereali preparati nel latte o nell'acqua (grano saraceno, mais, farina d'avena), latticini, zuppe vegetariane e acqua naturale.

    A partire dalla seconda settimana, una donna può mangiare con cura mele verdi cotte o crude senza una buccia (è meglio grattugiare), prugne, alghe e uova sode in una piccola quantità (per controllare la reazione, è necessario mangiare tuorlo e proteine ​​separatamente in giorni diversi).

    Vale la pena considerare che le prime settimane sono il momento in cui una donna dovrebbe mangiare fino a 2,5 mila calorie al giorno, aderendo a una dieta rigorosa, a causa degli elevati costi energetici della produzione di latte, ripristinando il corpo dopo il parto.

    Cosa possono mangiare le madri che allattano da 0 a 3 mesi

    A poco a poco, con la crescita del bambino, una donna sarà in grado di diversificare in modo significativo la sua dieta.

    Dopo 10 giorni, puoi scegliere da un elenco più ampio di prodotti, che include:

    • cereali - grano saraceno, avena, mais. Ogni tipo di cereale è meglio dare un giorno separato in modo da poter tracciare la reazione del corpo del bambino. La prima porzione di cereali dovrebbe essere uguale a 1 cucchiaio, un po 'più tardi sarà possibile mangiare 100-150 grammi;
    • pesce - la preferenza dovrebbe essere data ai pesci di mare o di fiume a basso contenuto di grassi, tra cui pollock, pesce persico, merluzzo, spigola, carpa, orata, spigola, luccio o bottatrice. Contengono il minor numero di allergeni e vengono assorbiti meglio. Vale la pena considerare che la reazione del corpo può dipendere dal metodo di preparazione del pesce. Per ottenere tutti i nutrienti è necessario cuocerlo per circa 15 minuti;
    • carne: devi scegliere carne magra o dietetica, ad esempio coniglio, tacchino, pollo. Manzo o maiale sono ammessi;
    • verdure - cavolo (solo cavolfiore), patate, zucchine, broccoli. Le carote sono consigliate in piccole quantità;
    • frutta - all'inizio è meglio dare la preferenza alle banane e alle mele verdi al forno, evitando altri tipi di frutta. Ciò è dovuto al fatto che il sistema digestivo delle briciole non è ancora in grado di percepire completamente normalmente tutti i tipi di frutti di stagione.
    • latticini e prodotti a base di latte acido - kefir magro, panna acida, ricotta, formaggi, yogurt che non contengono aromi artificiali e additivi;
    • farina - pane di crusca, grano. Sono ammesse piccole quantità di pane di segale.

    Per non mescolare diversi piatti, è meglio creare un tavolo con il quale è possibile diversificare il menu e ridurre il rischio di reazioni negative.

    Come evitare le allergie

    Per prevenire l'insorgenza di allergie, è necessario monitorare attentamente tutti i prodotti che verranno consumati durante il giorno. Non puoi provare diversi nuovi prodotti contemporaneamente in un giorno. Questo non farà che aggravare l'intera situazione e non ti permetterà di capire quale sia stata esattamente la reazione negativa..

    L'introduzione di nuovi alimenti dovrebbe essere graduale, a partire dal consumo di un piccolo pezzo. Se entro la sera non si verificano reazioni negative, è possibile riprendere il prodotto in piccola quantità. Solo pochi giorni dopo, la quantità di nuovo cibo può essere aumentata.

    Se noti segni di allergia nel bambino

    Se vengono rilevati i primi segni di una reazione allergica (eruzione cutanea, arrossamento), dovresti immediatamente abbandonare i prodotti consumati al mattino, poiché potrebbero provocare il suo aspetto.

    Se, anche dopo l'esclusione dei prodotti allergenici, l'allergia non scompare, allora dovresti consultare immediatamente un medico per un aiuto, altrimenti questo può portare a complicazioni.

    Dieta per la figura della mamma

    Dopo la nascita di un bambino, il corpo della donna cambia in modo significativo. I primi mesi non sono adatti per l'occupazione attiva della tua figura, ma il cibo correttamente selezionato contribuirà a regolarlo.

    Per fare ciò, rispettare alcune regole:

    • devi mangiare con moderazione senza mangiare troppo. Tutti gli alimenti dovrebbero essere bilanciati, contenere l'intero elenco di vitamine essenziali, minerali;
    • per tutto il giorno devi mangiare 5-6 volte. Allo stesso tempo, 3 pasti dovrebbero essere di base, contenenti il ​​valore energetico più elevato e i polmoni rimanenti;
    • qualsiasi prodotto deve essere somministrato con cura a intervalli da 2 a 5 giorni. Si consiglia di mangiare un piccolo pezzo di un nuovo prodotto al mattino, quindi seguire la reazione del bambino tutto il giorno. Se non ci sono conseguenze negative, la porzione può essere aumentata;
    • quando compaiono i primi sintomi di allergie, è necessario abbandonare immediatamente il cibo assunto prima. È preferibile effettuare un nuovo tentativo solo dopo 4 settimane;
    • per la prima volta devi abbandonare completamente il cibo fritto, sostituendolo con bollito o in umido. Tutte le verdure dovrebbero essere cotte a vapore;
    • tutti i prodotti finiti acquistati devono essere sostituiti con quelli preparati;
    • dovresti dare la tua preferenza all'acqua semplice, piuttosto che alle composte o alle bevande alla frutta a causa della probabilità di un'allergia ai frutti di cui sono fatti.

    Vale la pena ricordare che una donna dopo il parto non dovrebbe esaurirsi con le diete, poiché ciò porterà solo all'esaurimento del corpo e il bambino non sarà in grado di ottenere la giusta quantità di nutrienti. All'inizio, qualsiasi nutrizione dovrebbe essere basata sul rifiuto di allergeni, la preparazione di una dieta equilibrata, l'uso della giusta quantità di calorie.

    Un caso speciale

    L'adeguamento nutrizionale dovrebbe basarsi sulle condizioni del bambino e della madre. Ci sono molte malattie in cui è vietato mangiare determinati tipi di alimenti.

    Il parto svolge un piccolo ruolo nella scelta di una dieta per le donne. La nutrizione dovrebbe essere costruita in base a ciò che erano (naturale, taglio cesareo), indipendentemente dal fatto che comportassero complicazioni. In ogni caso, viene selezionato un singolo menu che conterrà molti prodotti con il set necessario di microelementi.

    Se il bambino ha malattie, il menu della madre viene elaborato dopo un esame completo, solo con uno specialista. In questo caso, l'auto-preparazione della dieta può solo danneggiare.

    Un menu di esempio per la settimana di giorno

    All'inizio, è meglio non sperimentare ricette. Si consiglia di mangiare frutta e verdura solo dopo il trattamento termico. Dopo aver rafforzato il sistema digestivo del bambino, una donna può creare un menu specifico per una settimana che può essere seguito, ad esempio:

    1. Lunedi
    • Colazione - grano saraceno bollito nel latte, verdure al vapore, latte fermentato cotto;
    • Pranzo: zuppa vegetariana, una fetta di pesce bollito, un tipo di biscotto secco, tè debole;
    • Spuntino - ricotta con frutta secca, tè verde;
    • Cena: patate lesse, petto di pollo al vapore, kefir.
    1. martedì
    • Colazione: porridge di grano con crusca, kefir, essiccazione;
    • Pranzo: zuppa di pesce leggera, carne di coniglio al forno, tè, frutta secca;
    • Merenda pomeridiana - ryazhenka, mela cotta;
    • Cena: patate al forno con carne, composta di frutta secca, ricotta.
    1. mercoledì
    • Colazione - diverse uova sode, broccoli al vapore, formaggio, tè;
    • Pranzo - zuppa su brodo di carne secondario, cotoletta di pollo in umido, banana, tè;
    • Spuntino - biscotti di farina d'avena leggeri, kefir;
    • Cena: spezzatino magro di maiale, patate lesse, mela cotta;
    1. giovedi
    • Colazione - casseruola di ricotta, composta;
    • Pranzo - stufato di verdure in umido con pollo e patate, pane di segale, tè;
    • Snack - yogurt magro;
    • Cena: pasta di grano duro, carne di coniglio bollita, latte scremato.
    1. Venerdì
    • Colazione - ricotta con aggiunta di frutta secca, mela grattugiata;
    • Pranzo - carne di pollo al forno con verdure, patate lesse, composta;
    • Spuntino - yogurt, banana;
    • Cena: porridge di mais, un pezzettino di formaggio, kefir.
    1. Sabato
    • Colazione - cheesecakes cotti in forno, kefir;
    • Pranzo: stufato di verdure, porridge di grano saraceno bollito, tè;
    • Merenda pomeridiana - mela cotta, kefir;
    • Cena - pesce al forno con zucchine, banana, tè.
    1. Domenica
    • Colazione - alcune uova sode, una fetta di formaggio, essiccazione, tè;
    • Pranzo - zuppa di pesce, mela sbucciata, composta;
    • Spuntini: frittelle di ricotta cotte, tè;
    • Cena: coniglio in umido con patate, biscotti di farina d'avena, kefir.

    Ogni donna dovrebbe creare autonomamente il proprio menu, escludendo da esso quei prodotti a cui c'è una reazione negativa. A poco a poco, la dieta dovrebbe espandersi con nuovi prodotti..

    Ciò che può avere una madre che allatta nel primo mese è un punto controverso e per molti aspetti dipende dal bambino stesso, dal corso della gravidanza, dal parto. Prima di mangiare nuovi cibi, consultare un medico. Aiuterà a comporre correttamente un menu, soprattutto per la prima volta, quando il sistema digestivo delle briciole è ancora troppo debole.

    I primi giorni dopo la nascita Nutrizione

    Dopo la nascita di un bambino, una delle principali preoccupazioni di una giovane madre diventa l'instaurazione di un allattamento al seno completo. Le mamme imparano la corretta applicazione, nutrono i bambini su richiesta e si assicurano che il latte sia sempre sufficiente. E non l'ultima domanda per una madre che allatta è la nutrizione e il regime alimentare nei primi giorni più critici dell'allattamento al seno, cosa puoi mangiare e bere nei primi giorni e settimane dell'allattamento al seno, vale la pena limitarti a determinati alimenti, la nutrizione può influenzare l'allattamento?

    Perché è necessario?

    Nei primi giorni dopo il parto, una donna ha bisogno di nutrienti ed energia per riprendersi dal parto e produrre prima il colostro, che è ad alto contenuto calorico e molto grasso, e quindi per produrre latte in volumi crescenti. Tuttavia, durante il parto, una donna sperimenta stress che colpisce tutti gli organi e sistemi e le relazioni degli stessi organi nella cavità addominale cambiano a causa del fatto che l'utero cessa di esercitare pressione su di loro. La digestione non è ancora così attiva e completa come lo era prima della gravidanza e la nutrizione dovrebbe essere speciale.

    Nel primo giorno dopo il parto, non tutte le donne sperimentano la fame, il corpo è stanco e la donna vuole solo rilassarsi. Tuttavia, vale la pena ricordare che è necessario mangiare per ripristinare rapidamente la forza. Il primo giorno può essere un pasto leggero - zuppa di verdure o purè, soufflé di carne o pesce, un piatto di verdure in umido. Man mano che la condizione migliora, puoi gradualmente tornare alla solita dieta durante la gravidanza, ad eccezione dei prodotti irritanti, gassosi e allergenici.

    Composizione del latte e impatto nutrizionale

    Il latte materno viene sintetizzato nelle cellule della ghiandola mammaria dal plasma sanguigno: è costituito da acqua con sali e vitamine disciolti, proteine, grassi e carboidrati, nonché varie sostanze biologicamente attive. La composizione del latte cambia nel tempo: i primi due o tre giorni sono colostro denso e ipercalorico, quindi latte di transizione e già maturo. Vari alimenti che la madre consuma possono in qualche modo influenzare la digestione del bambino, causando a volte reazioni indesiderate o negative. La digestione del bambino è particolarmente sensibile a queste sostanze nelle prime settimane di vita, quando gli intestini del bambino sono ancora molto teneri e i sistemi enzimatici sono ancora immaturi. Alcuni alimenti possono causare coliche, gonfiore e flatulenza, gravi disagi e costipazione e reazioni cutanee come eruzioni cutanee, arrossamenti o desquamazione. Alcuni alimenti possono aggiungere un odore o un sapore diverso al latte materno, il che potrebbe anche non piacere al bambino. Alcuni componenti nutrizionali materni possono avere un effetto stimolante sul sistema nervoso (ad esempio la caffeina nel caffè e nel tè).

    L'effetto della nutrizione sulla mamma

    Durante il parto, specialmente nei tentativi, una donna spende un'enorme quantità di calorie e consuma attivamente le riserve di grasso formate durante la gravidanza. Inoltre, il parto non è un processo rapido e di conseguenza si scopre che una donna non mangia praticamente nulla per circa un giorno. Pertanto, i processi digestivi rallentano e il corpo passa al modo di spendere le sue riserve nutrizionali. Inoltre, durante il parto, una donna perde anche una certa quantità di sangue e determinate sostanze (ferro, vitamine) con esso. Pertanto, fin dai primi giorni dopo la nascita, è necessario ricostituire attivamente le sostanze perse attraverso l'alimentazione. Ma immediatamente dopo il parto, l'appetito si riduce: il corpo è stanco e la digestione non è pronta per assumere una grande quantità di cibo. L'appetito si riprenderà completamente il terzo o il quarto giorno. Prima di ciò, hai bisogno di cibo semplice e facilmente digeribile..

    Nei primi tre giorni dopo la nascita, la regola principale della nutrizione sarà la moderazione in quantità e qualità. L'ideale sarà il cibo come quando si lascia il digiuno e la dieta, aumentando gradualmente il volume e la densità del cibo. Fin dai primi giorni, la nutrizione di una donna va anche alla produzione di latte, quindi tutti i componenti irritanti e allergenici sono esclusi. Puoi iniziare bevendo bevande calde alla frutta e infusi, composte e decotti di erbe. Saranno utili brodi leggeri con cracker o crostini, purè di patate, carne macinata o piccole cotolette al vapore. Nei primi giorni, non dovresti appoggiarti a cibi solidi, specialmente con le cuciture - questo può portare a costipazione. Entro il terzo giorno, puoi mangiare una dieta a tutti gli effetti almeno 4-5 volte al giorno, ma tutti i piatti dovrebbero essere bolliti e semiliquidi.

    Cibo dal quarto giorno

    Nella dieta compaiono gradualmente cibi più densi: saranno utili contorni di cereali e cereali. Forniscono valore nutrizionale, stimolano l'intestino e hanno una bassa allergenicità. Il più utile per le giovani madri sarà la farina d'avena e il porridge di grano saraceno, ma devono essere cotti in acqua e senza zucchero. Puoi anche diversificare la nutrizione dei frutti sottoposti a trattamento termico: mele e pere cotte, banana. Puoi mangiare verdure in forma bollita o in umido, al forno - ad eccezione di ravanello, ravanello, cavolo. A poco a poco, è possibile aggiungere insalate di verdure fresche con olio o panna acida a basso contenuto di grassi per attivare la peristalsi. Sarà una fonte di vitamine e prevenzione della costipazione..

    I prodotti proteici devono essere presenti nella dieta - carne e pesce, latticini, ma non latte intero stesso - dovrebbero essere limitati a circa 100-200 ml al giorno durante la cottura o per l'aggiunta al tè. Una grande quantità di latte è specifica per provocare allergie nel bambino, poiché le proteine ​​del latte vaccino possono penetrare nel latte materno della donna.

    Entro la fine della prima settimana dopo il parto e al momento della dimissione, una donna può aderire alla solita dieta razionale e sana senza l'uso di cibi potenzialmente allergenici e pieni di sostanze chimiche (cibi e piatti dai colori vivaci, cibi altamente salati, in scatola, ricchi di spezie, maionese, ketchup). In un primo momento è necessario evitare di mangiare cibi e piatti esotici, frutta e verdura vibranti, agrumi e cioccolato. Con l'espansione della dieta e la crescita del bambino, puoi gradualmente espandere la tua dieta.

    Cosa bere nei primi giorni?

    Durante il parto, una donna perde molto liquido, inoltre, vi è anche una pronunciata perdita di sangue e ridistribuzione del sangue attraverso i vasi. Pertanto, fin dai primi giorni, sono necessari il rifornimento di riserve di liquidi e la prevenzione della disidratazione. Un ulteriore volume di liquido è necessario anche per l'allattamento: fino a 400-800 ml di liquido vengono consumati al giorno nel latte.

    Il primo giorno dopo il parto, è meglio bere a piccoli sorsi e molto spesso acqua normale o leggermente mineralizzata, concentrandosi sulla sete. Entro la fine del primo giorno, puoi bere un tè debole senza zucchero, un decotto di frutta secca o composta. Il volume di liquidi al giorno dovrebbe essere aumentato - in media è di circa 2-2,5 litri. Le madri che allattano sono vietate da tè e caffè, bibite e cacao altamente allergici. Devi stare attento con latte intero, succhi di frutta acquistati.

    Bevande a base di latte acido: kefir, bere yogurt senza additivi, yogurt, latte fermentato fermentato saranno utili. Acqua minerale senza gas, acqua potabile, tisane e composte saranno utili per bere regolarmente. È necessario berlo in una forma calda, preferibilmente tra i pasti con piccoli volumi, circa 50-100 ml, ma spesso. Ciò consentirà al corpo della donna di ricevere abbastanza liquido per la produzione di latte e di accelerarne l'arrivo. Molte donne notano che un bicchiere di liquido caldo preso 10-15 minuti prima dell'alimentazione stimola l'assunzione di latte..

    È necessario nei primi giorni dopo la nascita rifiutare il tè forte con lo zucchero: può eccitare il bambino e disturbare il suo sonno. Inoltre, non è consigliabile conservare succhi di frutta e succhi freschi: sono allergeni, possono irritare la digestione e contenere troppo zucchero.

    Man mano che il bambino cresce, la nutrizione della donna dovrebbe espandersi gradualmente, non è possibile seguire una dieta rigorosa per tutti i mesi dell'allattamento al seno - questo porterà al fatto che il tuo corpo esaurirà tutte le sue risorse. Pertanto, poiché l'allattamento al seno è un processo fisiologico, non dovrebbe imporre restrizioni all'alimentazione e alla vita in generale. Devi tornare agevolmente alla tua dieta approssimativa, che prima eri incinta, ma, naturalmente, con l'eliminazione di cibi potenzialmente dannosi e allergenici, chimica degli alimenti e fast food. Allattamento al seno - questo è il momento di passare a una corretta alimentazione razionale e fissare questa abitudine per la vita.

    Up