logo

Data di pubblicazione: 13/05/2018 | Visualizzazioni: 17584

Il corpo di una madre che allatta è sottoposto a carichi considerevoli e una diminuzione dell'immunità non è rara. In periodi di debolezza, aumenta la suscettibilità di una donna alle infezioni virali. Come affrontarli e non danneggiare il bambino? Quali farmaci antivirali possono essere usati per l'allattamento (HB) e quali dovrebbero essere evitati? Cosa sono gli agenti omeopatici antivirali e perché non dovresti usarli, specialmente durante l'allattamento?

Malattie virali

Il virus è un agente infettivo non cellulare. Può moltiplicarsi solo all'interno delle cellule viventi. I virus infettano tutti i tipi di organismi: dagli animali e dalle piante ai batteri (i virus che infettano i batteri sono chiamati batteriofagi). Le malattie virali sono malattie infettive causate dall'attività dei virus. Il tipo più comune di malattia virale è il cosiddetto. freddo. Un raffreddore nelle fonti non mediche è un elenco di diverse malattie:

  • Influenza.
  • Infezione virale respiratoria acuta (ARVI).
  • Faringite, Rinofaringite.
  • Laringite.
  • erpete.

La comparsa di un raffreddore non è direttamente correlata all'ipotermia. L'ipotermia non provoca infezione, ma aumenta la suscettibilità alle infezioni e facilita l'infezione..

Quali sono i farmaci antivirali

I farmaci antivirali sono medicinali usati per trattare e prevenire le infezioni virali. Secondo pubblicazioni mediche, ci sono pochi farmaci la cui efficacia è stata dimostrata clinicamente. Questi sono i farmaci:

  • Contro l'herpes.
  • Contro l'influenza.
  • Contro il retrovirus.
  • Azione a spettro esteso: interferoni, ribavirina, lamivudina.

Il principio di azione dei farmaci antivirali è di due tipi: il primo tipo stimola il sistema immunitario a distruggere i virus e il secondo - attacca direttamente i virus.

Elenco dei farmaci approvati per l'allattamento

L'elenco dei farmaci antivirali approvati per l'allattamento è piccolo. Gli agenti antivirali per l'epatite B sono determinati solo dal medico curante. Durante il loro utilizzo, è anche possibile interrompere l'allattamento al fine di evitare conseguenze negative per il bambino.

Aciclovir (Aciclovir)

Un farmaco antivirale che aiuta con l'herpes simplex. Il principio attivo è aciclovir. Disponibile sotto forma di crema al 5% in un tubo da 10 g Metodo di utilizzo per le madri che allattano: la crema viene applicata sulla pelle interessata 4 volte al giorno. La durata del trattamento è di 5-10 giorni. La crema all'aciclovir può essere usata durante la HB.

Zovirax (Zovirax ®)

Una composizione simile all'aciclovir. Acyclovir e Zovirax hanno lo stesso principio attivo nella composizione, mentre Zovirax è 10 volte più costoso. A giudicare dalle recensioni dei pazienti, non vi è alcuna differenza nell'effetto dei farmaci: entrambi affrontano efficacemente l'herpes.

Oxolin (Oxolinum)

L'ossolina previene le malattie virali trasmesse da goccioline trasportate dall'aria e impedisce la riproduzione di virus nelle cellule. L'unguento all'ossolina può essere usato durante l'allattamento? L'infezione virale è pericolosa non solo per la mamma, ma anche per il bambino. Il danno alla salute del bambino da virus è molto maggiore dei possibili effetti collaterali derivanti dall'uso dell'ossolina. Tuttavia, l'unguento all'ossolina per l'allattamento deve essere usato con cautela, come indicato e sotto la supervisione di un medico..

Il principio attivo del farmaco è l'ossolina. Disponibile come:

  • unguento nasale 0,25% in una provetta da 10 g;
  • unguenti per uso esterno 3% in un tubo da 10 g.

Utilizzato per la prevenzione dell'influenza, delle malattie virali della pelle e della rinite virale. Aiuta con herpes simplex, herpes zoster, adenovirus e virus infettivi della verruca. Metodo di utilizzo per le madri che allattano:

  • per la profilassi dell'influenza: lubrificare quotidianamente la mucosa nasale con un unguento nasale allo 0,25% durante un'epidemia di influenza 2 volte al giorno;
  • con una rinite virale (rinite) - ogni giorno per 3 giorni, lubrificare la mucosa nasale 2 volte al giorno con unguento nasale allo 0,25%;
  • con l'herpes usa unguento al 3% - applica sulla zona danneggiata della pelle fino a 3 volte al giorno.

Tamiflu (Tamiflu ®)

Un farmaco di prescrizione è prescritto per la prevenzione e il trattamento dell'influenza. Riduce la probabilità di complicanze come otite media, polmonite, sinusite e bronchite. Ingrediente attivo: oseltamivir. Disponibile in capsule da 75 mg da 10 pezzi. Modalità di applicazione:

  • per trattamento - 5 giorni a 75 mg due volte al giorno;
  • per prevenzione - 75 mg una volta al giorno per 10-42 giorni. L'effetto preventivo dura solo durante l'assunzione del farmaco.

Tamiflu in piccole quantità passa nel latte materno e crea una concentrazione subterapeutica nel sangue del bambino. Durante l'assunzione di oseltamivir, le madri che allattano devono considerare le malattie concomitanti e un ceppo circolante del virus dell'influenza. Tamiflu durante l'allattamento viene utilizzato nei casi in cui i benefici previsti per la madre superano il possibile rischio per il bambino.

Droghe proibite durante l'HBV

Esiste un elenco non esaustivo di farmaci antivirali vietati per l'allattamento. È meglio non utilizzare i fondi di questo elenco per le madri che allattano e, se vengono utilizzate, l'allattamento al seno dovrebbe essere interrotto..

Arbidol (Arbidol)

Arbidol, noto anche come Umifenovir, Arpeflu, ORVItol NP, Arpetolid, Immustat, Arpetol, è un farmaco antivirale russo, è un immunomodulatore, viene utilizzato nel trattamento e nella prevenzione dell'influenza e del raffreddore. Il principio attivo è Umifenovir. Studi medici documentati non danno motivo per usare arbidol come unico rimedio antinfluenzale e freddo.

L'OMS non considera l'arbidol come un farmaco antivirale. L'agenzia FDA del Dipartimento della Salute degli Stati Uniti ha rifiutato di registrare arbidol come farmaco negli Stati Uniti. Secondo uno studio condotto in Russia nel 2015, è stato riscontrato che l'effetto di umifenovir nel trattamento dell'influenza nei pazienti adulti è più pronunciato nel periodo acuto della malattia e si manifesta con una riduzione della risoluzione di tutti i sintomi della malattia, una diminuzione della gravità delle manifestazioni della malattia e una riduzione dell'eliminazione del virus [3].

Non ci sono studi sulla penetrazione del principio attivo del farmaco nel latte materno. Pertanto, se è necessario assumere il farmaco, l'allattamento al seno deve essere interrotto..

Ingavirin

La cura per tutte le infezioni virali respiratorie acute, il meccanismo d'azione non è noto. Il principio attivo del farmaco è l'acido pentanedioico imidazolylethanamide. Il principio attivo fino al 2008 è stato utilizzato nella terapia anticancro. Controindicato in gravidanza e allattamento. Se è necessario utilizzare Ingavirin, interrompere l'alimentazione.

Rimantadin (Remantadin)

È usato nel trattamento dell'influenza A e dei virus dell'encefalite da zecche. Controindicato durante l'allattamento (allattamento).

Amixin

Farmaco immunomodulante e antivirale. Lo strumento è un induttore di interferone. Controindicato in gravidanza, allattamento.

Ribavirina

Prescrizione antivirale. Agisce all'interno delle cellule infette. Aiuta con infezioni gravi, virus respiratorio sinciziale, epatite C e altri. La ribavirina è controindicata in gravidanza e allattamento (allattamento).

Lamivudine (Lamivudine)

Prescrizione antivirale. Attivo contro l'epatite B e l'HIV. Se è necessario utilizzare lamivudina, l'allattamento deve essere interrotto.

Amantadina (Amantadina)

Prescrizione antivirale. È usato per trattare l'influenza e la congiuntivite. L'amantadina è controindicata durante l'allattamento. Se necessario, l'allattamento deve essere interrotto..

Immunal (Immunal ®)

Immunostimolante, disponibile in compresse. Ingrediente attivo - succo di erbe essiccato di echinacea. Non sono stati condotti studi sulla possibilità di utilizzare Immunal durante l'allattamento (allattamento). L'uso è controindicato.

Rimedi omeopatici: perché inefficaci

Esiste un sito dedicato al funzionamento dell'omeopatia HowDoesHomeopathyWork [1]. Contiene tutti i grani di conoscenza accumulati da molti anni di lavoro di scienziati di diversi paesi e popoli e riassunti in un'unica tesi, ma assolutamente corretta, formulata brevemente e concisamente: "non funziona". Per ulteriori informazioni, consultare il sito web del Centro nazionale per la salute complementare e integrale, dove è disponibile un eccellente articolo sull'omeopatia [2].

Nazoferon

Spray antivirale ucraino per il naso. Utilizzato per la prevenzione del raffreddore. 1 ml di Nazoferon contiene 100 mila UI di interferone alfa-2b. Non ci sono controindicazioni per l'allattamento al seno (allattamento).

Grippferon

Disponibile sotto forma di spray nasale. Sono richiesti effetti antivirali, antinfiammatori e immunomodulatori. Utilizzato per la prevenzione delle malattie. Per ottenere un effetto profilattico, è necessaria una dose di 12,5 milioni UI in 1 ml, e solo 10 mila UI sono contenute nel fluferone in 1 ml. Non ci sono restrizioni sull'assunzione di flufferon durante l'allattamento (allattamento).

Viferon

Sviluppo russo, disponibile in supposte. Il principio attivo è l'interferone umano alfa-2b. Ha effetti immunomodulatori e antivirali. Viferon 500 000 ME prende 1 candela 2 volte al giorno ogni 12 ore ogni giorno per cinque giorni. Non ha restrizioni sull'uso durante l'allattamento (allattamento).

Oscillococcinum

Un altro rimedio omeopatico. È creato da un estratto del cuore e del fegato di un uccello inesistente per combattere un microrganismo inesistente e allo stesso tempo non contiene un principio attivo. Secondo le istruzioni, è indicato per l'influenza e la SARS. Forse l'uso dell'allattamento al seno (allattamento). Nel 2010, la FDA degli Stati Uniti ha incluso l'Oscillococcinum nell'elenco dei prodotti fraudolenti - un elenco di prodotti fraudolenti.

Anaferon

Medicina omeopatica russa, immunomodulatore. Il produttore afferma che il farmaco ha un effetto antivirale. La concentrazione del principio attivo in Anaferon è trascurabile: non più di 1 molecola per 100.000.000 di compresse. La scienza non sa come gli anticorpi all'interferone possano aiutare nella prevenzione o nel trattamento dell'influenza e della SARS.

Ergoferon

È simile in termini di composizione dichiarata e azione ad Anaferon. Il produttore dei farmaci è lo stesso.

Aflubin

Medicina omeopatica austriaca. Sono dichiarati effetti immunomodulanti, disintossicanti, antipiretici e antinfiammatori. Non ci sono controindicazioni per l'allattamento al seno (allattamento).

Rimedi popolari per il raffreddore durante la GV

Un medico competente non prescriverà una montagna di medicine costose a un paziente. Per la maggior parte, i farmaci antivirali sono manichini con un effetto non dimostrato. È meglio aiutare il corpo a far fronte alla malattia con mezzi "folk". È sicuro, efficace ed economico..

Tè al limone e miele

Prepariamo il tè nero, aggiungiamo limone e miele, lo zucchero non è necessario. Bere non è caldo, ma caldo: un liquido caldo espande i vasi sanguigni e attiva la sudorazione. Il limone è un antisettico e ricco di vitamina C. Il miele ha un effetto battericida, normalizza il metabolismo..

Lampone

In acqua bollente, diluiamo due cucchiai di marmellata di lamponi o 100 g di lamponi freschi. Facciamo fermentare per 20 minuti. Il lampone, grazie all'acido salicilico, abbassa la temperatura, inibisce il processo infiammatorio. I lamponi contengono molta vitamina C..

aglio

Prepariamo la pappa all'aglio e mescoliamo con il miele in proporzione uno a uno. Prendi la miscela risultante un cucchiaio 2 volte al giorno con acqua. Non vale la pena seppellire il succo d'aglio nel naso: puoi bruciarti. L'aglio contiene sostanze volatili, una specie di antibiotico naturale.

Quali farmaci antivirali possono essere utilizzati per l'epatite B, solo un medico determina. Durante l'allattamento, i farmaci devono essere scelti con doppia cautela e i farmaci antivirali non fanno eccezione. Questa scelta non è facile: da un lato rimedi omeopatici inutili e costosi, dall'altro farmaci antivirali con molti effetti collaterali. Prima di correre in farmacia, assicurati di consultare un medico e non trascurare i rimedi naturali, perché è molto più sicuro per mamma e bambino.

La scuola del Dr. Komarovsky sui farmaci antivirali:

Istruzioni per l'uso di Remantadine

Remantadine è un agente chemioterapico specifico che ha una buona efficacia contro le infezioni virali. Nella sua composizione contiene: il principio attivo remantadina e sostanze ausiliarie - acido stearico, lattosio e fecola di patate. Il farmaco è disponibile sotto forma di compresse quasi bianche o bianche.

Indicazioni per l'uso

Remantadine è usato da adulti e bambini a partire dai sette anni per trattare la fase iniziale dell'influenza. Il farmaco è anche usato come profilassi per le epidemie di influenza e contro l'encefalite virale trasmessa da zecche..

Controindicazioni

Remantadine non deve essere usato per: tireotossicosi, malattie epatiche acute, malattie renali acute e croniche, allattamento, gravidanza (in qualsiasi trimestre), ipersensibilità al farmaco.

Effetti collaterali durante l'assunzione di remantadina

Di norma, la rimantadina è ben tollerata, ma gli effetti collaterali sono ancora possibili. Quindi, quando si utilizza il farmaco, ci sono: raucedine, acufeni, depressione, ipercinesia, ondeggiamento quando si cammina, agitazione, atassia, attenzione compromessa, sonnolenza. In caso di altri effetti collaterali, consultare un medico.

Dosaggio e amministrazione

Remantadine viene assunto dopo i pasti con acqua. Gli adulti per il trattamento dell'influenza precoce, il primo giorno della malattia, devono assumere due compresse tre volte al giorno. Puoi assumere immediatamente una dose giornaliera (sei compresse) o dividerla in due dosi (tre compresse due volte al giorno). Il secondo e il terzo giorno, dovresti assumere due compresse del farmaco due volte al giorno. Per il quarto e il quinto giorno: due compresse una volta al giorno.

I bambini dai sette ai dieci anni devono assumere una compressa di remantadina due volte al giorno; da undici a quattordici anni - una compressa del farmaco tre volte al giorno. Il corso del trattamento è di cinque giorni.

Con la prevenzione dell'influenza, gli adulti possono assumere una compressa del farmaco una volta al giorno. Se la pillola è stata persa per qualche motivo, la successiva deve essere assunta come al solito, senza aumentare il dosaggio.

Al fine di prevenire l'encefalite virale trasmessa da zecche, il farmaco viene assunto immediatamente dopo una puntura di zecca. Adulti: due compresse due volte al giorno per tre giorni.

In alcuni casi, su raccomandazione di un medico, l'uso del farmaco è consentito per cinque giorni. Remantadine non è consigliabile assumere dopo più di quarantotto ore dopo un morso di zecca. Gli adulti a rischio, così come quelli che partecipano a escursioni nella foresta, l'area coperta di piante e vivono in tende, possono assumere una compressa del farmaco due volte al giorno per quindici giorni per prevenire l'encefalite e senza una puntura di zecca.

Per i bambini, Remantadine è prescritto solo da un medico.

Overdose di droga

Con un forte sovradosaggio di Remantadine, una persona ha eccitazione, allucinazioni, aritmia cardiaca e, di conseguenza, un esito fatale. Nel caso dell'avvelenamento da droghe, prima di tutto, è necessario mantenere la funzionalità dei sistemi e degli organi vitali. Se l'avvelenamento è accompagnato da reazioni del sistema nervoso, è necessario utilizzare la fisostigmina. Per gli adulti, il dosaggio è da uno a due milligrammi, per i bambini - 0,5 milligrammi. Se necessario, viene eseguita la somministrazione ripetuta di fisostigmina, mentre il dosaggio non deve superare i due milligrammi del farmaco all'ora.

Interazioni di Remantadine con altri farmaci

Durante il trattamento con Remantadine, non è consigliabile assumere bevande alcoliche, poiché la loro interazione può provocare varie reazioni indesiderate del sistema nervoso. L'efficacia della remantadina è ridotta da farmaci come il paracetamolo e l'acido acetilsalicilico..

Inoltre

Con estrema cautela, Remantadine deve essere assunto dagli anziani e dai pazienti con patologia del fegato, reni, tratto gastrointestinale. In queste malattie, è desiderabile ridurre il dosaggio del farmaco.

Se il paziente insieme a Remantadine assume farmaci antiepilettici, il dosaggio di Remantadine deve essere ridotto a cento milligrammi al giorno.

Quando si assume il farmaco, è necessario prestare attenzione quando si utilizzano macchinari pericolosi e si guidano veicoli, poiché Remantadine può causare disturbi al sistema nervoso.

SARS per l'allattamento al seno: come essere curati da una madre che allatta

La malattia di ARVI è un problema comune nella vita quotidiana di ogni persona, specialmente durante la bassa stagione, quando c'è malessere, naso che cola e mal di gola, che è spesso accompagnato da un aumento della temperatura. Alcune donne non attribuiscono particolare importanza a tali sintomi e talvolta soffrono persino di raffreddore alle gambe, continuando uno stile di vita attivo e un'attività lavorativa. Ma con l'allattamento al seno, il trattamento dell'ARVI diventa il problema numero uno, perché in nessun caso puoi infettare un bambino. In questo caso, una giovane madre ha molte domande sull'alimentazione del suo bambino o sui farmaci consentiti durante l'allattamento.

Posso allattare con ARVI?

Per molto tempo i principali pediatri hanno risposto a questa domanda: non è necessario smettere di nutrire un bambino con il raffreddore. Ciò è dovuto al fatto che una malattia virale viene trasmessa solo da goccioline trasportate dall'aria, ovvero solo alcune particelle del virus che non sono in grado di infettare il bambino entrano nel latte materno, anzi, al contrario, rafforzano ulteriormente l'immunità del bambino. Ma baciare un bambino, starnutire e tossire in sua presenza durante questo periodo non vale la pena, quindi aumenta il rischio di ottenere germi dalla mucosa della madre al bambino. Anche nei casi in cui il bambino è ancora malato o ha preso l'infezione prima, non vale la pena smettere di nutrirsi, il latte materno stesso è un medicinale per il bambino per tutte le malattie, non puoi immaginare un trattamento migliore.

Come sta ARVI

Il processo di infezione da SARS durante l'allattamento si verifica anche in una persona normale: è sufficiente che una donna che allatta visiti luoghi affollati in cui una persona infetta può tossire e starnutire o avere uno stretto contatto con il paziente, poiché l'infezione viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Si ritiene che per una madre che allatta sia più facile ammalarsi, perché i suoi organi respiratori funzionano in modo più efficiente rispetto a una donna normale. Immunità indebolita, frequente mancanza di sonno, malessere generale e stress fanno il loro lavoro; fino a poco tempo fa, una mamma sana inizia a sentire i primi segni della malattia: naso che cola, tosse o mal di gola. Di norma, questa condizione è avvertita da 5 giorni a una settimana.

Cosa fare per non infettare un bambino?

Il fatto che una malattia catarrale non venga trasmessa con il latte materno non significa che il bambino non abbia alcuna possibilità di contrarre l'infezione. Con il contatto costante della madre e del bambino malati, una maschera protettiva non aiuterà, e per non infettare il neonato, vale la pena osservare alcune regole:

  • il metodo più efficace è l'isolamento dei malati, ma se è la madre, nei primi mesi di vita del bambino questo è impossibile;
  • il sonno del bambino e della madre infetta dovrebbe essere sicuramente separato, è meglio mettere il bambino a dormire in una stanza separata o almeno nella sua culla;
  • tutto ciò che il bambino tocca deve essere accuratamente elaborato e lavato: sterilizzare i capezzoli e le bottiglie, dar loro da mangiare da piatti separati, lavare i vestiti separatamente dall'adulto, lavare periodicamente i giocattoli;
  • in assenza di un bambino nella stanza, è necessario ventilare la stanza, monitorare la temperatura e l'umidità;
  • in caso di malattia della madre, non smettere di camminare con il bambino per strada, papà o nonna possono camminare con il bambino anche con tempo nuvoloso, l'aria umida è utile anche per il bambino;
  • pulire periodicamente la polvere nei luoghi in cui il bambino trascorre la maggior parte del tempo;
  • non è necessario avvolgere il bambino, è necessario vestire il bambino come se stessi, in modo che sia comodo, ma non caldo;
  • se possibile, escludere la permanenza in luoghi pubblici durante un periodo di ondata di malattie e di non chiamare gli ospiti se qualcuno è ammalato in casa;
  • usa una benda di garza e non solo malata, ma anche per tutti i membri della famiglia;
  • la quarzatura o la distribuzione di oli aromatici, ad esempio le conifere, nonché l'odore di cipolle e aglio, aiuteranno a uccidere i germi;
  • vale la pena monitorare la toilette igienica del bambino e dei genitori, lavandosi le mani e il viso più spesso;
  • È meglio sostituire l'acqua potabile normale durante il periodo di malattia con bevande alla frutta o bevande con additivi utili - rosa selvatica, miele, limone o zenzero;
  • durante il periodo dell'epidemia, si consiglia di utilizzare farmaci per aumentare l'immunità, quindi prima di camminare la mamma può usare l'unguento ossolinico;
  • è necessario monitorare costantemente la salute del bambino, se appare un naso che cola, adottare immediatamente le misure appropriate.

Raccomandazioni di trattamento

Molte madri, anche durante la gravidanza, provano a fare scorta di farmaci raccomandati anche per l'allattamento, ma la SARS potrebbe non essere trovata in questo momento e al momento giusto non ci saranno fondi provati a casa. In questo caso, quando compaiono i primi sintomi, è necessario chiamare immediatamente un medico: il terapista ti dirà come trattare una malattia fredda con l'allattamento. Un trattamento tempestivo aiuterà a non ferire ancora di più ed evitare possibili complicazioni. Oltre a prendere i farmaci, vale la pena seguire le raccomandazioni generalmente accettate:

  • aderire al riposo a letto, se le infezioni respiratorie acute con Gua sono state colte di sorpresa;
  • bere più liquidi, meglio caldo - consigliato sia per raffreddori che per influenza, bere molti liquidi allevia le tossine e i batteri in eccesso nel corpo;
  • Prima di assumere farmaci, puoi provare a sbarazzarti della malattia da solo: brodo di pollo, agrumi, tè con miele, bevande alla frutta;
  • non mangiare con la forza, se non hai voglia di mangiare, puoi rifiutare di pranzare o sostituirlo con una bevanda calda in modo che la mancanza di cibo non influisca sul latte.

Medicinali per ARVI

Le regole generali per le infezioni virali respiratorie acute dovrebbero certamente essere osservate, ma sono molto più efficaci in combinazione con l'assunzione di farmaci. Durante l'esame, il medico deve prescrivere non solo agenti antivirali consentiti durante l'allattamento, ma anche farmaci diretti, ad esempio per un raffreddore.

Una prescrizione con antibiotici sarà errata, per il raffreddore non vengono utilizzati, solo in casi eccezionali, individualmente e con evidenti complicazioni: bronchite o polmonite.

Di solito, durante l'allattamento, una mamma dovrebbe avere un elenco di farmaci per il trattamento delle infezioni virali respiratorie acute - dal comune raffreddore, farmaci antipiretici, farmaci antivirali e medicinali che aiutano ad alleviare il mal di gola.

Farmaci antivirali

Un agente antivirale è il primo medicinale che una madre che allatta dovrebbe assumere quando non si sente bene, allevia i sintomi del raffreddore e impedisce che l'infezione si diffonda ulteriormente. La scelta di tali fondi dovrebbe essere affrontata in modo molto responsabile, perché quando vengono assunti, l'alimentazione non si interrompe, il che significa che anche i componenti dei farmaci arriveranno al bambino. Pertanto, nell'annotazione al farmaco deve essere menzionato che è consentito bere durante la gravidanza e l'allattamento. È vietato l'uso presso Guardie Arbidol, Remantadin. Strumenti consigliati come - Grippferon o Viferon. Questi articoli antivirali contengono una sostanza simile al latte materno escreto e, se viene a contatto con il bambino, ha più effetto sull'aumentare l'immunità di quanto non danneggi la sua salute.

Antipiretico

La medicina moderna non accetta una diminuzione della temperatura corporea se non supera i 38,5 gradi. Si ritiene che fino a quando questo indicatore non viene superato, il corpo stesso combatte la malattia e, se la temperatura aumenta, è necessario assumere farmaci antipiretici. Nelle infezioni virali acute, le madri che allattano possono usare medicinali contenenti paracetamolo e ibuprofene, queste sostanze sono sicure per i neonati se utilizzate nella loro forma pura..

Con un raffreddore

Un naso che cola con ARVI può manifestarsi o essere accompagnato da mal di gola, che complica leggermente la respirazione. Per il trattamento del raffreddore comune, vengono prescritti farmaci progettati per restringere i vasi sanguigni, disponibili sotto forma di spray o gocce nasali. Durante l'allattamento, si consigliano i seguenti medicinali:

Tutti i medicinali con diversi periodi di azione, ma sono autorizzati per l'uso sia in gravidanza che in allattamento e nei neonati.

Per mal di gola e tosse

Mal di gola, sudorazione e tosse non sono sintomi molto piacevoli di un raffreddore. Durante l'allattamento, è meglio trattare la gola per via topica, cioè usare spray orali. Hanno un effetto antisettico e sono considerati i più sicuri in termini di salute dei bambini. Lo strumento ottimale è considerato Hexoral. Un complemento efficace ai medicinali è fare i gargarismi con una soluzione di iodio o sale con soda. Le losanghe di Strepsils, che alleviano il dolore e disinfettano la mucosa, aiuteranno ad alleviare il mal di gola quando si tossisce..

Omeopatia

Al giorno d'oggi, molte madri hanno ancora paura di curare la malattia con i farmaci, fidandosi di più rimedi popolari o omeopatici. Non esiste una conferma ufficiale degli effetti positivi di tali farmaci, molti medici allo stesso tempo parlano dell'umore psicologico di una donna e delle sue convinzioni che agiscono con l'omeopatia molto più forte di qualsiasi medicina.

I possibili fattori includono allergie ai componenti dei rimedi omeopatici e l'uso di alcol per tinture di erbe.,

che compromette la produzione di latte in una donna che allatta. Di norma, la composizione dei farmaci è completamente naturale e il più riconoscibile è Anaferon. L'aflubina è simile nell'azione, un prodotto ben pubblicizzato promette di aiutare le madri che allattano nella lotta contro i virus. I terapisti tradizionali sono riluttanti a prescrivere l'omeopatia, ma tali farmaci sono dispensati nelle farmacie senza prescrizione medica, quindi il desiderio di una donna di migliorare la sua salute sarà sufficiente per acquistare.

Rimedi popolari nella lotta contro la SARS

Non c'è da stupirsi che dicano: quante persone, così tante opinioni. Una cosa è certa: se è possibile evitare di assumere farmaci mentre si allatta un bambino, allora è meglio farlo. Se non c'è la febbre alta e qualche complicazione con il raffreddore, allora è del tutto possibile curare i rimedi popolari. Il noto tè al limone e miele o ai lamponi aiuterà ad alleviare il gonfiore della gola in eccesso, oltre ad arricchire il corpo con vitamina C, ma questa è una composizione abbastanza allergenica, il cui uso dovrebbe essere affrontato con cautela. Il ribes nero è considerato uno strumento speciale nella lotta contro il virus; il succo di frutta di questa bacca può essere usato per trattare le infezioni virali respiratorie acute. La nutrizione della madre malata e in allattamento dovrebbe essere nutriente durante questo periodo, una buona alternativa a una cena abbondante è il brodo di pollo, che avvolge la mucosa colpita e contribuisce a un rapido recupero.

Prevenzione

Dopo il parto, il corpo di una madre che allatta è indebolito, quindi le misure preventive non sono solo raccomandate, ma anche utili, e da molte malattie contemporaneamente:

  • in bassa stagione e in quarantena, è meglio non apparire in luoghi pubblici;
  • se non puoi evitare di andare in clinica, devi indossare una maschera;
  • visitare il pediatra rigorosamente al momento assegnato, quando sono ammessi bambini sani fino a un anno;
  • osservare il regime di temperatura nei vestiti sia a casa che in uscita;
  • ventilare la stanza ed eseguire la pulizia a umido;
  • fornire un sonno sano e una dieta corretta ed equilibrata con un alto contenuto di vitamine.

Quasi ogni donna soffre di una malattia catarrale durante il periodo di alimentazione, ma con la giusta attenzione e cura per la sua salute, ARVI procede senza particolari complicazioni. L'importante è non avviare il processo, monitorare il comportamento del bambino, osservare le norme igieniche di base e aderire alle raccomandazioni nel trattamento da parte di specialisti competenti. Dopotutto, se la madre è sana e riposata, il bambino sarà felice e affabile.

Up